L`apparato digerente Gli avvelenamenti Indigestione e Coliche

Comments

Transcription

L`apparato digerente Gli avvelenamenti Indigestione e Coliche
COMITATO PROVINCIALE DI BOLZANO
L’apparato digerente
Gli avvelenamenti
Indigestione e Coliche
AUTORI: Dr. Andrea Brasola, Inf. Francesco Mattivi,
COORDINATORI: Dr. Andrea Brasola, Inf. Francesco Mattivi, Dr. Alessandro Boscolo
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
APPARATO DIGERENTE
Insieme delle
strutture che servono
per la digestione degli
alimenti.
E’ costituito da:
bocca, faringe,
esofago, stomaco,
intestino, pancreas,
fegato.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Bocca
La
lingua e le arcate dentarie, assieme alla
saliva iniziano la disgregazione degli
alimenti. Comincia la digestione degli
amidi.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
FARINGE ED ESOFAGO
Via
di passaggio per il bolo alimentare che
arriva quindi allo stomaco.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
STOMACO
SITUATO IN CAVITA’ ADDOMINALE, AL DI
SOTTO DEL DIAFRAMMA.
IN ESSO GLI ALIMENTI SI ACCUMULANO E
SOSTANO TEMPORANEAMENTE PER ESSERE
SOTTOPOSTI ALL’AZIONE DIGESTIVA DEL
SUCCO GASTRICO.
I MARGINI CURVILINEI HANNO DIVERSA
LUNGHEZZA E FORMANO LA GRANDE E LA
PICCOLA CURVATURA
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
L’ORIFIZIO
SUPERIORE,
IL
CARDIAS, METTE IN
COMUNICAZIONE
L’ESOFAGO CON LO
STOMACO
L’ORIFIZIO
INFERIORE,
IL
PILORO, METTE IN
COMUNICAZIONE LO
STOMACO CON LA
PRIMA
PARTE
DI
INTESTINO:
IL
DUODENO
INIZIA
LA
DIGESTIONE
DI
PROTEINE E LIPIDI.
STOMACO 2
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
STOMACO 3
LA SUPERFICIE INTERNA DELLO STOMACO
E’ RIVESTITA DA CELLULE CHE SECERNONO
MUCO ED UN FLUIDO ALCALINO CHE
PROTEGGE LA MUCOSA DA FATTORI
MECCANICI E DALL’ACIDO GASTRICO
ALTRE
CELLULE
PRODUCONO
ALTRE
SOSTANZA,
SOPRATTUTTO
L’ACIDO
CLORIDRICO
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
INTESTINO TENUE
E’ LA PARTE DI INTESTINO CHE VA DALLO
STOMACO ALL’INTESTINO CRASSO; VI SI
SVOLGONO LE FUNZIONI DI DIGESTIONE E
ASSORBIMENTO: INIZIA DAL PILORO E
TERMINA CON LA VALVOLA ILEOCECALE.
E’ SUDDIVISO IN DUODENO ED INTESTINO
TENUE (A SUA VOLTA SUDDIVISO IN
DIGIUNO ED ILEO)
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
ANCHE
L’INTESTINO
TENUE
PRODUCE
SECREZIONE, ca. 1,5
LT. AL GIORNO, CHE
VENGONO PER LO PIU’
RIASSORBITE.
ANCHE LA MAGGIOR
PARTE
DELL’ACQUA
INTRODOTTA CON LA
DIETA
E
QUELLA
PRESENTE
NELLE
DIVERSE SECREZIONI
E’ RIASSORBITA NEL
TENUE,
SPT.
NEL
DIGIUNO
INTESTINO
TENUE 2
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
FA SEGUITO AL TENUE
A LIVELLO DELLA
VALVOLA ILEOCECALE
E TERMINA
APRENDOSI
ALL’ESTERNO CON
L’ORIFIZIO ANALE
HA UNA LUNGHEZZA DI
ca. 1,8 Mt. E VIENE
SUDDIVISO IN TRE
PORZIONI:
INTESTINO CIECO
COLON
INTESTINO RETTO
INTESTINO
CRASSO
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Qui
non avvengono processi digestivi, ma
solo putrefattivi e fermentativi.
C’è inoltre assorbimento dell’acqua.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
IL PANCREAS
E’
UNA
VOLUMINOSA
GHIANDOLA
A
SECREZIONE IN PARTE ESTERNA ED IN PARTE
INTERNA
E’ ANNESSO AL DUODENO DOVE RIVERSA IL
PROPRIO SECRETO ESTERNO, RICCO DI
ENZIMI PER LA DIGESTIONE E ASSORBIMENTO
DI GRASSI E PROTEINE
IL PANCREAS PRODUCE UN IMPORTANTE
ORMONE PER IL CONTROLLO GLUCIDICO CHE
E’ L’INSULINA
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
FEGATO
E’ IL PIU’ VOLUMINOSO DEI VISCERI
HA FUNZIONI ESOCRINE PRODUCENDO LA
BILE CHE, IMMESSA NEL DUODENO, SVOLGE
IMPORTANTI
FUNZIONI
PER
L’ASSORBIMENTO DEI GRASSI.
IL FEGATO E’ A CONTATTO CON LA >
PARTE DEL SANGUE PROVENIENTE DAI
VISCERI
ADDOMINALI
ED
HA
UN
IMPORTANTE RUOLO NEL DEPOSITO E
TRASFORMAZIONE
DELLE
SOSTANZE
ASSORBITE (proteine, grassi, vitamine, ferro,
rame).
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Nella
valutazione dei problemi addominali
è importante saper localizzare la zona
interessata.
Ipocondrio
Destro
Epigastrio
Ipocondrio
Sinistro
Fianco
Destro
Mesogastrio
Fianco
Sinistro
Fossa Iliaca
Destra
Ipogastrio
Fossa Iliaca
Sinistra
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
INDIGESTIONE
Sindrome
conseguente ad eccesso di
alimentazione per quantità e/o qualità.
Eccesso di bevande fredde.
Colpo di freddo dopo il pasto con blocco
della digestione.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
SINTOMI
Dolore
addominale
Senso di pesantezza allo stomaco
Nausea con possibile vomito e diarrea
In genere c’è remissione completa
spontanea
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
ATTENZIONE: rivolgersi al medico
I
dolori durano più di un’ora.
Il vomito è continuo e dura più di
mezz’ora.
Se vi è iperpiressia.
Se il pte peggiora progressivamente.
Attenzione
alla disidratazione: shock
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
AVVELENAMENTO
Reazione dell’organismo all’introduzione di
sostanze tossiche.
Le vie di penetrazione:
Inalatoria (fumo, gas in cantine con vini, silos,
fogne, grotte vulcaniche, fabbriche di lievito)
Digestiva (cibi, sostanze varie)
Percutanea (antiparassitari, acidi)
Iniettiva (veleni di animali, farmaci, droghe)
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Regole generali
Sicurezza
ed autoprotezione: MAI entrare
in ambienti chiusi senza la sicurezza
di un’accurata bonifica ambientale.
Presidi di protezione individuali.
Molte sostanze tossiche sono trasportate
su strada: tabelle indicative sui veicoli.
Numero
superiore: pericoli
Numero inferiore: identificativo sostanza
I VVFF hanno tutte le tabelle.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Regole generali
Prevenire.
Anamnesi sulle cause, sui tempi di assunzione e
sulle sostanze prese.
118 per istruzioni (somministrazione di acqua, latte,
carbone attivo ecc). Contatto con il Centro anti
veleni. Per i bambini comunicare il peso.
BLS se necessario. Importantissimo il controllo della
respirazione. Somministrare ossigeno.
Protezione termica.
Recuperare la sostanza da portare in ospedale,
stimandone la quantità assunta dal pte.
Ustioni da caustici:1 bicchiere acqua o latte con 1-2
albumi d’uovo.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Valutazione e trattamento funzioni vitali.
Insufficienza respiratoria legata:
Quanto ossigeno c’è nell’ambiente?
Come stanno i polmoni e i globuli rossi?
Le cellule sono a posto per ricevere ossigeno?
Insufficienza cardiaca per aritmie, shock cardiogeno.
Anamnesi e raccolta sintomi.
Verifica
La mancanza sintomi non è indice di sicurezza
Risalire al prodotto: Quale e quantità coinvolta
Riduzione del carico tossico: uso di antidoti
e tecniche di depurazione.
Terapia specifica se possibile.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Intossicazione Inalatoria:
Mosto assassino
Nella
fermentazione alcoolica si libera una
grande quantità di CO2.
L’ambiente si satura: la CO2 è 1,5 più
pesante dell’aria. (pensate ad un grande
tino in una piccola stanzetta).
Con la fermentazione si sviluppano anche
altri gas (alcoli volatili, aldeidi ed anidride
solforosa) che provocano storidimenti.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Cosa può accadere?
I sintomi compaiono velocemente.
Quando ci si accorge di qualcosa di strano è
troppo tardi per reagire
Perdita di sensi e morte per annegamento nel
mosto.
PREVENZIONE
Maneggiare il mosto da lontano in ambienti
areati.
Tenere la testa verso l’alto.
Mai essere da soli
Attenzione ai pericoli anche per i soccorritori.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
CO2
Potente
stimolatore del centro del respiro
fino a determinate concentrazioni.
Inalazioni fino al 4-6%: ipertachipnea,
sapore acido in bocca.
Fino al 10% iperventilazione marcata con
dispnea,
cefalea,
stordimento,
sudorazione, irrequietudine, parestesie,
malessere
generale,
ipetensione,
tachicardia, marcata congestione del volto.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Tra il 25 e il 30%: rapida perdita di coscienza
con possibili convulsioni.
Al 50% e oltre: coma con rapido collasso
circolatorio e insufficienza respiratoria. Tutte le
strutture nervose sono depresse con effetto
narcotico e EEG piatto.
Se l’inalazione è prolungata oltre qualche minuto
in già situazione ipossica, circolo e respiro
diventano rapidamente insufficienti
Cessata l’esposizione, se il respiro è attivo o
viene mantenuto artificialmente, l’eliminazione
della CO2 è rapida.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Attenzione
La
CO2 è trasportata ai polmoni legata
all’emoglobina, ma anche disciolta nel
sangue venoso.
Dai polmoni raggiunge l’aria alveolare per
l’espulsione fino a raggiungere l’equilibrio.
La troppo brusca caduta di un’ipercapnia
grave può portare a collasso circolatorio.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
AVVELENAMENTO DA INGESTIONE
E’ il più frequente.
A seconda della
sostanza ci saranno
sintomi e terapie
diverse.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
SINTOMI GENERALI
AVVELENAMENTI
Gastrici:
dolori addominali, nausea,
vomito.
Nervosi: vertigini, prostrazione, perdita
di coscienza, arresto respiratorio,
agitazione, delirio.
Circolatori: shock. Brividi e sudori.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Se
si sospetta ingestione sostanze
Schiumogene (detersivi, shampoo ecc).
Prodotti
pericolosi di per sé
La
schiuma
se
aspirata
soffocamento.
può
dare
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
MAI FARE
Somministrare
alcool.
Somministrare latte a casaccio: per
alcune
sostanze
può
favorire
l’assorbimento.
Far vomitare un incosciente.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Provocare il vomito???
MAI
se non pienamente cosciente.
Da NON fare
se
c’è ingestione sostanze caustiche
Se c’è bruciore e dolore alla bocca,
gola, dietro lo sterno e soprattutto
se ci sono segni di ustioni chimiche.
Se
si
sospetta
ingestione
da
benzina, kerosene, petrolio o derivati,
smacchiatori, solventi o diluenti.
Pericolo di polmoniti da ingestione.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Vomito
Utile
per:
alcool,
alimenti
infetti,
antiparassitari, farmaci.
Consigliato per tossici allo stato solido
quali palline di tarmicidi, semi o bacche
ecc).
Inutile se l’ingestione generica è avvenuta
da + di 40 minuti.
Inutile per: funghi e tossina botulinica;
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Intossicazione da funghi
In
caso sospetto chiedere o verificare:
Quando
sono stati ingeriti.
Dopo quanto tempo sono comparsi i sintomi.
Quante persone hanno i sintomi
Sono rimasti avanzi da portare per una
verifica
L’intossicazione
lungo o breve.
ha periodo d’incubazione
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Sindrome a lunga incubazione
(da 8 a 36-48 ore)
Alta
mortalità per ripetute assunzioni
ritenute sicure.
La sintomatologia può essere lieve: 1
episodio di vomito, leggero fastidio allo
stomaco, ma niente di troppo fastidioso.
A questo segue un periodo di remissione
spontanea con relativo benessere.
Improvvisamente compare sintomatologia
imponente che porta ad ospedalizzazione
spesso tardiva.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Sindrome falloidea
Gastro
enteriti gravi con:
Dolori
addominali
vomiti e diarree frequenti
Possibili emorragie
Squilibri elettrolitici
Tachicardia e ipotensione
Sete abnorme
La perdita massiccia di liquidi, può dare
insufficienza renale , blocco renale e shock.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
In contemporanea
A
seconda della quantità di funghi
ingeriti e dalle condizioni del paziente:
Danni
epatici:
blocco
della
sintesi
delle proteine.
con
necrosi
epato
cellulare
con
ittero ingravescente.
coma epatico.
Insufficienza renale e shock.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Sindrome orellanica
Primi
sintomi dopo 2-3 giorni. Quindi è
facile avere più assunzioni e quindi più
carico tossico.
Organo bersaglio: il rene
Quindi
insufficienza renale cronica che
porta a dialisi o trapianto di rene.
Compaiono
inizialmente sintomi aspecifici:
Anorressia,
poliuria, vomito, sete intensa,
dolore al fianco.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Sindrome gyromitrica
Sintomi dopo 1-3 giorni.
Compaiono: disturbi gastro enterici con vomito e
diarrea.
In seguito diasturbi SNC con:
sonnolenza alternata ad agitazione psico motoria.
In un secondo tempo: emoglobinuria, ittero, anemia
Spesso guarisce spontaneamente
Il 10% è letale per insuff. Renale, anuria e
coma.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Sindrome a breve incubazione
(da 30 minuti a 2 ore)
SINDROME NEUROTOSSICA COLINERGICA
O MUSCARINICA O SUDORIPARA.
Vista offuscata, miosi, scialorrea.
Sudorazione
profusa,
ipersecrezione
nasale, lacrimale e bronchiale.
Coliche e diarrea.
Nei casi più gravi: bradicardia, ipotensione
Raramente: delirio ed allucinazioni.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Sindrome neurotossica anticolinergica
Malessere con cute asciutta,
tachicardia, midirasi.
Vertigini.
Torpore.
Allucinazioni, stato confusionale,
contrazioni tonico cloniche e convulsioni.
Allo stato agitativo segue sonnolenza e
sopore fino ad un quadro comatoso.
Dopo qualche ora risveglio.
Morte rara per paralisi respiratoria.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Sindrome gastro intestinale o
resinoide
Molto rari i casi mortali.
Normalmente dura 8-10 giorni.
Guarigione senza sequele.
Breve incubazione (da pochissimi minuti fono a
3-4 ore).
Malessere generale, nause e vomito. Sete
intensa con disidratazione.
Coliche.
Indicato evacuare lo stomaco al più presto e
supporto idro elettrolitico
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Ingestione di caustici
Ingestione
accidentale, ma anche per
suicidio.
Sostanze: acidi, basi, altri (composti iodati,
acqua ossigenata)
Gli
acidi non penetrano in profondità.
Risparmiano l’esofago. Il contatto con la
mucosa esofagea induce il riflesso di
“clearing”:la
sostanza
viene
spinta
rapidamente verso lo stomaco.
Danni alla piccola curvatura, antro pre pilorico
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Ingestione di caustici
Le
basi forti creano necrosi colliquativa
delle proteine di superficie esofagee.
Si provoca uno spasmo del cardias e si
ritarda la progressione verso lo stomaco.
In particolare concentrazioni (pulitori
per forno) ci può essere necrosi dell’intera
parete esofagea in 10 secondi.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Dipendono
Sintomi
in maniera esponenziale
dalla quantità e dalla concentrazione del
tossico ingerito.
L’ingestione può dare immediato
spasmo faringo esofageo con
impossibilità alla deglutizione.
Dolore
urente:labbra, bocca, gola, epigastrio,
retrosternale; scialorrea abbondante.
Vomito precoce di liquame ematico o caffeano;
Disfagia, ustioni, disepitelizzazioni, edema a
labbra e cavo orale.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Attenzione
Esiste
spesso dissociazione tra lesioni
esofagee e lesioni gastriche.
Se il cavo orale non ha lesioni non
significa che non possono essercene più in
giù.
Importante quindi risulta la fase della
valutazione della dinamica: cosa e quanto
è stato ingerito; da quanto tempo?
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Altri pericoli immediati
Precoce shock ipovolemico con alterazione
metabolitica ed elettrolitica.
Insuffic. Respiratoria con spasmo della glottide.
In poche ore può esserci perforazione viscerale
con mediastinite (esofago) e peritonite
(stomaco) ad alto esito letale in 12-24 ore.
Se sopravvive c’è il pericolo di stenosi esofagea
o gastrica per i processi riparativi (da 2 a 3
settimane).
Incremento possibilità carcinoma esofageo.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Primo Soccorso
Accurata valutazione ambientale
Se possibile raccogliere campioni del materiale.
Diluire e neutralizzare la sostanza: acqua o latte
albuminati (1 albume d’uovo ogni 100 ml di
liquido)
Controindicati
neutralizzanti
chimici:mai
bicarbonato per neutralizzare un acido. C’è
pericolo di sviluppo di CO2 con distensione
viscerale e aumento del pericolo di perforazione.
BLS
Terapia shock
Ospedalizzazione urgente per approccio specifico
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Ingestione farmaci
Ansiolitici e antidepressivi
Bassissima tossicità: rara mortalità
Aumentata letalità se associati ad alcool, droghe
o altri barbiturici.
Sintomi: ipotono muscolare e astenia
intensa,sonnolenza, confusione mentale.
Risvegliabile tramite stimoli dolorifici e acustici intensi.
Raramente ipotensione e bradicardia
(somministrazione rapida liquidi e.v.)
Insuff.respiratoria con ipotonia lingua (soffocamento)
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Antidepressivi
Alta mortalità per ACC.
Sintomi: caldo come una lepre, cieco come
un pipistrello (midriasi), secco come un
osso, rosso come una barbabietola, matto
come una gallina (agitazione e delirio).
Tachiaritmia
Irrequietudine,
ipercinesi muscolare
Ipotensione
Allucinazioni
Ritenzione
urinaria
Coma e convulsioni
ACC
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Primo Soccorso
Accurata
valutazione ambientale
Intervento medico d’urgenza
Monitorizzazione parametri vitali
BLS al bisogno
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Ingestione insetticidi
I sintomi compaiono dopo circa 30 min. se
l’ingestione è per via inalatoria.
Dopo
circa un’ora se l’inalazione per ingestione.
Dopo 2-3 ore se è per contatto.
In caso di esposizione massiva la morte è immediata
per insuff.respiratoria centrale e periferica
•
I primi sintomi:vomito, diarrea, poliuria.
Aumento delle secrezioni: salivaz. lacrimazione,
sudoraz.secrez.bronchiali, edema polmonare.
bradicardia e bradipnea.
astenia intensa, paralisi, tachicardia, ipertensione
Agitazione psico motoria, confusione, convulsioni,
coma
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Primo Soccorso
Autoprotezione
Valutazione ambientale: allontanamentp pte se
l’intossicazione è per inalazione.
Raccolta agente intossicante
Valutazione parametri vitali e BLS al bis.
Intervento medico d’urgeza
Mai dare latte: facilita l’assorbimento
Le intossicazioni modeste si risolvono in 3-6
giorni.
Ospedalizzazione precoce
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
COLICHE ADDOMINALI
Crisi di dolore acuto, localizzato
all’addome,
determinate da contrattura della
muscolatura a seguito di uno stato
irritativo.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
Colica appendicolare acuta
Infiammazione dell’appendice ileo-ciecale.
Sintomi:
Dolore acuto al quadrante inferiore destro
dell’addome, accompagnato o preceduto da
dolore epigastrico.
Estensione del dolore alla coscia e/o
all’ombelico.
Contrazione muscoli addominali.
Nausea, vomito, febbre.
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
MAI FARE
Introdurre
cibi o bevande.
Dare purganti o fare clisteri.
Mai borse dell’acqua calda che
aumenterebbero l’infiammazione con il
rischio di perforazione.
Mai farmaci che potrebbero mascherare il
dolore ed impedire la diagnosi
CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
BOLZANO
INTERVENTO
Sorvegliare
il paziente e valutare il dolore.
Digiuno.
Misurare
la temperatura.
Se in dubbio rivolgersi al medico o al PS.