Scarica - Cupramontana Accoglie

Comments

Transcription

Scarica - Cupramontana Accoglie
Cupramontana, città del Verdicchio
Cupramontana, capital of Verdicchio
Le Marche – Italia
Guida turistica
Tourist guide
8
9
10
4
5
1
Ufficio di turismo
Cupramontana
Tourist Information Office
Benvenuti a Cupramontana!
Cupramontana è la capitale del Verdicchio dei Castelli di Jesi, uno dei
più importanti vini bianchi italiani ed il paese natale di Luigi Bartolini,
grande incisore del novecento e autore del romanzo da cui venne
tratto "Ladri di biciclette" di Vittorio de Sica.
Situato nel cuore della Regione Marche, a 505 metri sul livello del
mare, il paese è la meta ideale per vacanze a contatto con la natura e
per un turismo enogastronomico e culturale.
Vi auguriamo un piacevole soggiorno !
(15/06 – 15/09)
lun-sab: 10:30-12:30 & 16:30-19:30
mon-sat: 10:30-12:30 & 16:30-19:30
dom / sun: chiuso / closed
Chiedere al gestore della struttura ricettiva la CupraCard (gratuito) e
rendete il vostro soggiorno a Cupramontana ancora più interessante !
Welcome to Cupramontana
Cupramontana is the capital of "Verdicchio dei Castelli di Jesi", one of
the most important Italian white wines. It is also the birthplace of Luigi
Bartolini, famous contemporary engraver and author of the novel
which inspired the movie "Ladri di biciclette" directed by Vittorio de
Sica.
Located in the heart of the Marche Region, 505 metres above sea
level, Cupramontana is the ideal place for holidays, for "wine and
food" tours and for cultural tourism.
Via G. Leopardi
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-78 01 99
[email protected]
www.cupramontana-accoglie.it
www.turismo-cupramontana.com
free WiFi
Enjoy your stay !
Ask at your accommodation for your free CupraCard and make your
stay in Cupramontana even more rewarding !
Leggenda e simboli
2
Symbol Legend
p. 15
Storia &
Luoghi di interesse History & Places of interest
La storia
History
Cupramontana è stata probabilmente fondata nei secc. VI-V
a.C. Ebbe il nome da un tempio che vi sorgeva dedicato alla
Dea Cupra. Ricordata da Plinio il Vecchio e Tolomeo tra le
antiche città del Piceno, in età augustea, fu importante
municipio romano.
Devastata durante la guerra greco-gotica, fu abbandonata,
mentre le sue rovine vennero utilizzate in seguito per la
costruzione di un posto fortificato, poi castello, che sorse a
poca distanza in un luogo più elevato cui fu dato nome di
Massaccio (massa di Accio). Dal VII sec. fece parte del ducato
longobardico di Spoleto.
Dal sec. XIII confluì nel contado di Jesi, diventandone fino al
suo scioglimento, nel 1808, il centro più importante.
Nel sec. XV fu una delle roccaforti della setta ereticale dei
Fraticelli; nel 1444 subì l'occupazione delle truppe di Francesco
Sforza e nel 1517 il saccheggio da parte delle milizie del duca
Francesco Maria Della Rovere.
Seguì un lungo periodo di pace, durante il quale Massaccio
conobbe un forte impulso demografico unito ad una notevole
crescita culturale. Nel 1747 si riconobbe, nei pressi del
Massaccio, il luogo dove sorgeva l'antica CupraMontana: ciò fu
possibile con la corrette lettura di una lapide rinvenuta nel 1718
nella zona archeologica.
Nel 1798 le truppe francesi, che avevano invaso lo Stato
Pontificio saccheggiarono il paese dopo che gli abitanti ebbero
opposto una inutile quanto tenace resistenza. Nel 1861 Vittorio
Emanuele II concesse a Massaccio di riavere il suo antico
nome di Cupramontana.
Cupramontana was founded probably in the sixth to fifth
centuries B.C. and took its name from a temple dedicated to the
goddess Cupra. The town was mentioned by Pliny the Elder
and Ptolemy as one of the ancient cities of the Piceno and
became an important Roman municipality during the Augustan
age.
Devastated during the Greek-Gothic war, the town was
abandoned and its ruins later used for the construction of a
fortification, then a castle built close to the ancient town but
higher on the hill. The town was given the name of Massaccio.
From the seventh century Massaccio was part of the Lombard
Duchy of Spoleto. From the thirteenth century, Massaccio was
merged into the county of Jesi becoming until its dissolution in
1808, the most important centre of the county. In the fifteenth
century Massaccio was one of the strongholds of the heretical
sect of the "Fraticelli"; in 1444 it was occupied by troops of
Francesco Sforza and in 1517 it was looted by the militia of the
Duke Francesco Maria della Rovere.
A long period of peace followed, during which the town
experienced strong population growth combined with cultural
development. In 1747 the site of the ancient Roman town of
Cupramontana was rediscovered, close to Massaccio. The
discovery was made after the correct reading of an inscription
on a tablet which had been discovered in 1718 in the
archaeological zone. The tablet, referring to 'Cupra Montana' by
its ancient name, is today visible on the council buildings.
In 1798, French troops who had invaded the Papal States
plundered the town after the people had displayed stubborn but
futile resistance. By decree of Vittorio Emanuele II in 1861,
Massaccio regained its ancient name of Cupramontana.
3
Palazzo comunale
Sito in via N. Sauro, domina con la sua imponente facciata Piazza Cavour. Fu costruito su disegno dell' architetto cuprense M. Capponi, dal 1777
al 1785 in stile neoclassico con torre civica a vela. Al suo interno sono conservate lapidi di epoca romana e medievale. La più importante è quella
dedicata all' imperatore Antonio Pio, che stabilì il luogo dove sorgeva l'antica Cupra Montana. Nell'ingresso al piano terra si può ammirare una
grande tela che rappresenta il Martirio di S.Lorenzo, copia di analoga tela di Pietro da Cortona, dipinto a Roma nel 1659. La Sala Consiliare
presenta un soffitto con fasce decorate a stemmi ed alle pareti sono esposte interessanti tele. La Sala viene utilizzata anche per incontri e
convegni di interesse pubblico. Il Palazzo è visitabile nei giorni di apertura degli uffici. Nell’ edificio ha sede anche la Biblioteca Comunale istituita
nel 1872 con i fondi librari dell'Eremo delle Grotte. Ha in dotazione ca. 15.000 volumi, tra cui edizioni del Cinquecento. L'archivio storico
comunale conserva preziosi catasti del XV e XVI sec. La biblioteca, rinnovata recentemente, dispone di postazioni telematiche con accesso
internet gratuito, video per un'ottimale visione di documentari e film,un'attrezzato spazio gioco-lettura per i piccoli e una buona dotazione di libri
anche in lingue straniere.
Town Hall
Situated in Via N. Sauro, the Town Hall dominates Piazza Cavour with
its imposing facade. It was built by the Cuprense architect Mattia
Capponi from 1777 to 1785, in a neoclassical style with a prominent
bell tower. Inside Roman and medieval tombstones are preserved.
The most important is dedicated to the emperor Antonio Pio, who
established ancient Cupra Montana. In the hall on the ground floor
you can see a large painting representing the martyrdom of St.
Lorenzo, a copy of the same painting by Pietro da Cortona, painted in
Rome in 1659. The Council Chamber has a decorated ceiling. This
room is also used for meetings and conferences of public interest.
The Palace is open to visitors during the opening days of the offices.
The building is also home to the Municipal Library established in 1872
with the book collections from the Eremo Delle Grotte. The library has
about 15,000 volumes, including 434 books printed before 1500. The
historical archives preserve precious registers of the fifteenth and
sixteenth centuries. The library, recently renovated, features free
internet access, video for viewing documentaries and films, a play
area for children and a good supply of books in foreign languages.
Palazzo Leoni e Museo internazionale dell'Etichetta
Venne realizzato per la Famiglia Leoni tra il 1794 e il 1800 su disegno di Don Apollonio Tucchi, monaco camaldolese dell'Eremo delle Grotte.
L'importante atrio presenta colonne in mattoni che precedono la scala e sottolineano il prestigio dell'edificio e quindi della famiglia che vi abitò fino
al 1904. Al 1987 è' sede del Museo Internazionale dell'Etichetta. Il museo raccoglie, conserva e studia le etichette del vino.
Il prezioso patrimonio conta circa 100 mila esemplari di etichett provenienti da tutto il mondo. La ristrutturazione del museo del 2004 ha tenuto
presente questo ingente materiale documentario visivo inerente al vino e alla sua commercializzazione secondo alcune tematiche, attorno alle
quali sono raccolte di etichette.
Al piano terra ospita l'Ufficio Turistico e da una gradinata esterna del Palazzo si accede all'Enoteca Comunale.
Palazzo Leoni and International Wine Label Museum
It was built for the Family Leoni between 1794 and 1800 to a design
by Don Apollonius Tucchi, Camaldolese monk of the Eremo Delle
Grotte. The atrium has important brick columns that line the entrance
to the staircase and show the great prestige of the building and
therefore of the family who lived there until 1904.
From 1987 Palazzo Leoni has been the home of the International
Wine Label Museum. The museum collects, classifies, preserves and
studies wine labels, displaying the labels in groups. The collection has
about 100,000 specimens of labels from around the world.
Renovation of the museum in 2004 provided an opportunity to place
large visual displays relating to wine and marketing of wine by use of
the label, showing the collection grouped into themes.
The ground floor houses the Tourist office (open in summer months).
By an outside staircase of the Palazzo you can access the Enoteca
Comunale.
marzo-15 giugno e 15 settembre-dicembre: sabato e domenica 15:00-19:00
15 giugno->15 settembre: da lunedi a sabato 10:30-12:30 + 16:30-19:30 domenica 17:00-20:00
March to 15 June and 15 September to December: Saturday and Sunday 15:00 to 19:00
15 June->15 September: from Monday to Saturday 10:30-12:30 + 16:30-19:30 Sunday 17:00-20:00
4
1
Poggio Cupro
Abbazia del Beato Angelo
E una frazione di Cupramontana dove si conserva intatto l’assetto
urbano del Castello medievale e delle mura di cinta. Il paese è
raccolto attorno alla chiesa di San Salvatore; l’unica porta di entrata,
l’assetto interno delle abitazioni e delle strette vie gli hanno lasciato
un aspetto inconfondibile. Nella parte interna della Porta di accesso al
castello vi è un affresco raffigurante “Madonna con Bambino”
attribuito a Pietro Agabiti e dipinto nel 1529.
(già Santa Maria in Serra) Sita in
ctr. Badia Colli. E’ un complesso
monastico camaldolese, ricordato
per la prima volta nel 1180, ma
fondato certamente nel secolo
precedente. Se ne attribuisce la
fondazione
a
S.
Romualdo.
Architettonicamente è formato da
strutture romanico-gotiche, risalenti
ai sec. XII-XIII. Venne restaurato
nel 1973. Dell' antica chiesa non
restano tracce essendo stata del
tutto ricostruita nel 1853. All'interno,
oltre al corpo del B. Angelo Urbani,
martirizzato nel 1429, è visibile una
pregevole tela “Incoronazione della
Vergine”, dipinta da Pier Francesco
Fiorentino nel 1496.
Abbazia del Beato Angelo (abbey of the blessed angel)
Poggio Cupro
Poggio Cupro is a small village, 3 km from the centre of
Cupramontana, where the medieval castle and walls are preserved.
The village is clustered around the church of San Salvatore. The
single entry gate and the internal layout of the houses and narrow
streets give a distinctive atmosphere. The inside of the gateway to the
medieval town is a fresco of the "Madonna and Child" attributed to
Pietro Agabiti painted in 1529.
2
Monastero di S. Caterina
Formerly Santa Maria in Serra. The abbey is situated in Contrada
Badia Colli, on the road between Cupramontana and Staffolo. It is a
Camaldolese monastery, documented for the first time in 1180, but
almost certainly founded in the previous century. If so, it was probably
founded by San Romualdo. Architecturally it is Romanesque-Gothic
style, dating back to the twelfth and thirteenth centuries. No traces of
the ancient church remain having been completely rebuilt in 1853,
and extensively restored in 1973. Inside, in addition to the resting
place of Beato Angelo Urbani, who was martyred in 1429, you can
see a valuable painting “Incoronazione della Vergine”, painted by Pier
Francesco Fiorentino in 1496.
3
Chiesa di San Giacomo della Romita
Ubicato all’interno delle mura del Castello, Il monastero è ricordato
già nell’ anno 1000, come monastero femminile benedettino di Santa
Marta e Maddalena. Nel 1581 inizia una periodo di grande fioritura,
tanto che nel ‘700, si decide di costruire, davanti al precedente, un
nuovo grandioso monastero con la splendida chiesa rotonda
realizzata da Arcangelo Vici ed aperta nel 1751.
Priorato monastico camaldolese
anteriore al sec. XIII, denominato
"Romitella delle Mandriole" o
“Frati Neri” (a seconda della
veste dei religiosi). I Francescani
subentrarono ai Camaldolesi nel
1452 e rifabbricarono la chiesa
agli inizi del Cinquecento. L'
attuale chiesa, ricostruita tra il
1782 ed il 1793, è dovuta al
disegno di D. Apollonio Tucchi,
monaco camaldolese dell' Eremo
delle Grotte. Nel sec XVIII
presso il convento della Romita
vi era lo “Studio di Filosofia e
Teologia” (o Liceo S. Giacomo)
non solo per i chierici e novizi
dell’ Ordine ma anche per i
Secolari.
Grotte di Santa Caterina
Nel 1896, furono scoperti alcuni passaggi segreti che collegavano
l’attuale e l’antico monastero di S. Caterina fuori le mura. Si trattava
delle gallerie costruite nel sec XIV-XV per dar modo alle religiose di
mettersi al sicuro dentro il castello.
Monastery of Santa Caterina
Located in Via San Francesco, within the town walls, existence of the
monastery is recorded in 1000AD, as a Benedictine nunnery of St.
Marta and Maddalena. In 1581 began a period of great enlargement,
so that by the 1700s, it was decided to build a new grand monastery
with splendid round church which was built by the Arcangelo Vici and
opened in 1751.
Grotte of Santa Caterina (basements of Santa Caterina)
In 1896, secret passages were discovered linking the ancient
monastery of Santa Caterina to outside the walls. These were tunnels
built in the fourteen and fifteenth centuries to give access to reach
safety in the town walls.
4
5
Church of San Giacomo della Romita
The church is located in Via Romita. Formerly a Camaldolese
monastic priory from the thirteenth century called Romitella Della
Mandriole and known as "Black Friars" because of the black robes
worn by the monks. Franciscan monks took over from the
Camaldolese in 1452 and rebuilt the church in the early sixteenth
century. The current church was rebuilt between 1782 and 1793 to the
design of Don Apollonio Tucchi. In the eighteenth century at the
monastery of La Romita, was the "School of Philosophy and
Theology" or Liceo San Giacomo (St. James College) open not only
to clerics and novices of the Order but also available to the public.
6
5
L' eremo dei Frati Bianchi
L’Eremo dei Frati Bianchi fu fondato nel XI secolo da
San Romualdo, padre della Congregazione dei Frati
Camaldolesi di Monte Corona i quali vi rimasero fino
al 1927. Nei primi secoli dell'anno mille, gli eremiti
prima e i frati poi, vivevano in grotte scavate nella
friabile parete del monte; solo intorno al 1500 si ricavò
una piccola chiesa. L'attuale edificio dopo aver
rischiato di non essere mai costruit per rivalità con
Maiolati, venne completato nel 1790. Le grotte sono
ancora ben visibili. Attualmente l'Eremo è proprietà
privata ma si può vedere la struttura esterna, il cortile
interno e le straordinarie vasche per lavare. Si arriva
all'Eremo con una breve e piacevole passeggiata.
Costituisce una delle testimonianze più importanti di
insediamento religioso alle origini del Cristianesimo
nelle Marche e in Europa.
E’ situato tra Cupramontana e Poggio Cupro, in una
profonda gola ricca di vegetazione igrofila
estremamente rara in tutta la regione, tanto da
costituire l’area floristica protetta n.9 della Regione
Marche.
Hermitage of the White Friars
The Eremo dei Frati Banchi (Hermitage of the White Friars), is so called for the white robes of the monks. The Eremo was founded in the
eleventh century by San Romualdo, the father of the Congregation of Monte Corona Camaldolese friars who remained at the Eremo until 1927.
In the early centuries of the year 1000, the first hermits and monks lived in caves dug into the wall of the mountain, only about 1500 a small
church was built. The present building was completed in 1790. The caves are still visible. Currently the Hermitage is private property, but you
can see the exterior, the interior courtyard and the extraordinary sinks for washing. You get to the Hermitage with a short and pleasant walk. It is
one of the most important religious settlements testifying to the origins of Christianity in the Marche region and Europe. The monastery is
situated between Cupramontana and Poggio Cupro in a deep ravine full of igrofiell vegetation extremely rare throughout the region and therefore
the area and its flora is protected.
7
Chiesa di San Lorenzo
Chiesa di San Leonardo
Realizzata dal 1770 al 1787 sum
disegno di Mattia Capponi, è
probabilmente per proporzionalità
ed eleganza il suo capolavoro. Si
tratta di un autentico esempio di
architettura neo-classica.
L'interno della chiesa, è ritmato da
colonne con capitelli corinzi; mentre
l'abside è arricchita di rosoni a
stucco.
Fu edificata su disegno di
Moriconi nel 1760 ed è
considerata monumento nazionale; sorge sul luogo della prima
chiesa costruita nel 1151.
All' interno conserva quel
gioiello della scultura lignea che
è il Paliotto d’altare di Andrea
Scoccianti (1681) il cuprense
definito
“Raffaello
delle
fogliarelle”, restaurato nel 1971.
Galleria San Lorenzo
Il museo, è situato in un’ala dell’ ex
Monastero Camaldolese. Espone
una raccolta di opere d'arte del
pittore ed incisore Giancarlo
Scorcelletti.
Church of San Lorenzo
The church located in the town walls. Built from 1770 to 1787 to a
design by Mattia Capponi, it is probably his masterpiece for
proportionality and elegance, and is a beautiful example of
neoclassical architecture. The interior of the church is divided by
columns with Corinthian capitals, while the apse is enriched with
stucco rosettes.
Gallery San Lorenzo
The museum is located in a wing of the former Camaldolese
Monastery. The collection contains works of art by painter and
engraver Giancarlo Scorcelletti.
8
6
9
Church of San Leonardo
The church is situated in the town square within the walls. It was
built to the design of Moriconi in 1760 and is considered a national
monument. It stands on the site of the first church built in 1151.
Inside, the treasure of the church is the wooden sculpture forming
the Paliotto altar (1681) by Andrea di Angelo Scoccianti (1640-1730)
known as the Cuprense "Raphael Delle Fogliarelle", and restored in
1971.
10
Eventi
Events
Sagra dell' Uva
Tra le prime in Italia in ordine di tempo (da 23 settembre 1928), si tiene da decenni ormai
nella prima domenica di ottobre e sabato, venerdi e giovedi precedenti. E' la festa del
raccolto, ma anche della fecondita' della terra, in questa zona particolarmente ricca di vigneti
coltivati a Verdicchio. Nasce da un ricco e secolare patrimonio di tradizioni, di cultura, di
economia agricola e si impone come festa di popolo che per diversi giorni richiama a
Cupramontana migliaia di persone. Gli elementi caratteristici della civilta' contadina vengono
riproposti con accoglienza calorosa: i balli tradizionali, tra cui il "saltarello" presentato dai
gruppi folcloristici locali; i canti che si facevano nei campi durante la vendemmia con
strumenti di allora, la fisarmonica e gli organetti. Il palio del Verdicchio, gara di pigiatura
dell'Uva con i piedi, proprio come veniva fatta nei secoli passati; si disputa tra i
rappresentanti dei comuni della zona di produzione il sabato pomeriggio. La sfilata dei carri
allegorici e' il clou della Sagra, le contrade e le frazioni del paese presentano un loro carro
dove di volta in volta i temi della tradizione vitivinicola vengono declinati con l'attualita'
politica, sociale o storica,con effetti creativi gustosi ed esilaranti. Gli stands, in cuprense
"capanne", vengono predisposti per la distribuzione dell'uva e del vino e per gustare i prodotti
tipici della gastronomia locale. La sagra dell'Uva di Cupramontana coniuga così in maniera
encomiabile uva, verdicchio e cucina nel nome della tradizione più vera ed autentica e per
questo mai superata.
One of the oldest festivals of wine or grapes in Italy (from September 23, 1928), has
been held for decades on the first Sunday of the month of October, and the preceding
Thursday, Friday and Saturday. It celebrates not only the grape harvest but also the fertility
of the land, particularly important in this area rich in vineyards planted with Verdicchio vines.
State of derives from a rich and ancient heritage, encompassing traditions, culture,
of Dell’Uva
economy and agriculture of the area, and has become a party for the inhabitants and also
draws thousands of people to Cupramontana for the days of the festival. The characteristic
elements of country folk are evident with a warm welcome: the traditional dances, including
the "Saltarello" (a local dance) performed by local folk groups, songs that were sung in the
fields during harvest time accompanied on various instruments including accordions and
concertinas. Il Palio Del Verdicchio is an annual competition held on the Saturday afternoon
where teams must tread grapes with their feet, just as was done in past centuries. The
teams represent the various production areas surrounding the town. The highlight of the
festival, held on the Sunday afternoon, is the Parade of Floats. Each parish (or quarter) of
the town and the surrounding areas have their own decorated wagon which follows a subject
of wine-making and the traditions of winemaking. Each year the theme varies, as affected by
the current environment, politics, social or historical events – the outcome is creative and
entertaining. The Food Stands, called “capanne” in Cuprense dialect, are designed for the
distribution of food and wine and give an opportunity to taste typical local cuisine. The Sagra
Dell’Uva in Cupramontana successfully combines music, entertainment, wine and food in an
authentic surrounding, and therefore is universally popular.
En -
Prima domenica di ottobre + giovedì, venerdì, sabato precedente –
1° Sunday of October + Thursday, Friday, Saturday before
7
CupraEspone
Un mercato per riscoprire la cultura del
fare dei nostri territori. Un mercato per
riscoprire la bellezza delle cose fatte bene,
autentiche, di qualita'. Cupra espone e' la
mostra mercato dei prodotti locali di
qualità: l'agroalimentare, l'artigianato , il
biologico, l'equo e solidale. Cinque
appuntamenti, la prima domenica del mese
da maggio a settembre, con eventi,
laboratori e degustazioni.
Infiorata
Il giorno del Corpus Domini Cupramontana
vive uno dei suoi giorni migliori: l'infiorata
sulla quale passerà la processione. Sono i
ragazzi delle scuole medie che fanno i
disegni. La tradizione dell'Infiorata a
Cupramontana risale agli anni del secondo
dopoguerra. Deriva direttamente dalla
tradizione secondo la quale i bambini dei
contadini della Confraternita del Santissimo
Sacramento, muniti di cestini di vimini,
colmi di petali di semplici fiori di campagna,
ne spargevano i petali per terra prima che
passasse il Santissimo Sacramento portato
dal sacerdote. Nel dopoguerra, quando i
tempi furono migliori e la vita economica e
civile cominciò a rifiorire, alcuni volenterosi
e con estro artistico presero l'iniziativa di
dividere i fiori per colori e metterli a terra
secondo criteri estetici.
26 maggio – 26 May
Festival del folclore
Scampagnata Poggiana
La tradizione popolare contadina è ancora
viva nel nostro Comune, il Saltarello ne è
parte importante e in onore dei balli folk si
svolge un festival internazionale del folclore
che. Per diversi giorni, ci sono esibizioni di
gruppi provenienti dal Italia e dall'estero.
ultima settimana di luglio last week of July
8
Come ogni paese o città italiana di antica
tradizione e che si rispetti, Cupramontana
ha il suo patrono. E' S. Eleuterio: il
tredicesimo Papa dopo San Pietro. Oltre ai
festeggiamenti religiosi, nel pomeriggio il
popolo ama radunarsi in Piazza o
partecipare al Palio di S. Eleuterio.
Particolare interesse riscuote la gara del
botticello: una competizione che coinvolge
tutti i ragazzi delle scuole elementari e
medie e soprattutto i giovani delle contrade.
En - Like any Italian town or city of ancient
traditions, Cupramontana has its patron
saint, S. Eleuterio, the thirteenth Pope after
St. Peter. In addition to the religious
celebrations, in the afternoon the people
gather in the square to watch or participate
in the Palio of St. Eleuterio, a unique race
organized by the town’s parishes and the
council. Particular interest taken in the
Barrel Rolling Race a competition that
involves teams of young people of the
districts rolling hand-over-hand a large
wooden wine barrel up a steep hill, passing
the town walls and into the town square.
En - A market to rediscover the beauty of
quality local production. Cupra Espone is the
exhibition of the area's products of high
quality: food, wines and crafts, produced by
organic, fairtrade and socially responsible
methods. Five events are held over the
summer, on the first Sunday of each month
from May to September, with of events,
State of
Workshops and tastings.
giugno e agosto
July and August
En - Local folk tradition is still alive in our
town, the Saltarello is still very important and
in honour of the countryside and people, an
international dance festival of folklore is held
every year. For several days, there are
performances by groups from Italy and
abroad.
Festa di San Eleuterio
Il primo fine settimana di agosto di ogni
anno viene celebrata la "Scampagnata
Poggiana", festa ormai divenuta tradizione
celebrata dal 1985. La festa inizia il venerdì
per terminare la domenica: tre giorni di
musica, balli e buona cucina.
En - On the day of Corpus Christi a floral
display is laid on the route of a religious
procession. School children make drawings
for these designs. Previously there was a
tradition that the children of the
Confraternita del Santissimo Sacramento
equipped with wicker baskets full of simple
flower petals from the countryside,
scattered them on the ground before the
procession of the Blessed Sacrament led
by the priest, passed. After the war, when
times were better and the economic and
civil life began to flourish again, willing and
artistic talents took the initiative to sort the
flowers into colour and place them on the
ground according to certain patterns.
2° domenica dopo Pentacoste –
second Sunday after Pentacost
En - Each year on the first weekend of
August, the Scampagnata Poggiana (Poggio
Festival) is celebrated. This tradition started
in 1985. The festival begins on Friday and
ends on Sunday, three days of music,
dancing and good food.
prima domenica di agosto + ve & sa 1° Sunday of August + Friday & Sat
Cena medievale
Nell’antico castello di Poggio Cupro, borgo
che ha mantenuto integra la propria
struttura storica, si svolge la cena
medievale. I turisti insieme ai figuranti
partecipano alla cena degustando cibi della
tradizione
medievale,
assistono
ad
esibizioni, dimostrazioni artistiche e sfilate
in stile medioevale.
En Inside the walls of Poggio Cupro,
among the well-preserved medieval houses
and church, an annual medieval dinner is
held with town nobles in medieval costume,
entertainment, flag throwing and fire
juggling. Locals and visitors can enjoy
tasting a dinner of medieval faire, attend
exhibitions, art displays and a medieval
style parade.
primo sabato di settembre 1° Saturday of September
Notte del Verdicchio
Una notte dedicata al principale prodotto del territorio, il Verdicchio. I commercianti, i bar, gli
esercizi alimentari e le cantine vinicole espongono il meglio dei loro prodotti negli ambienti più
particolari del centro storico: Le grotte del convento delle suore Francescane, magazzini
dell'Abbondanza e il cassero in un clima di festa con le numerose iniziative collaterali:
Concerti, danze, esibizioni e raduni. Una festa dove si mangia e bevi i prodotti della terra
Cupramontana.
En - A night dedicated to the main product of the territory, Verdicchio. Shops, bars, grocery
stores and wineries exhibit their products in the piazzas and historical locations such as:the
cellars of the convent of the Franciscan Sisters, the Magazzini dell' Abbondanza and the
caves of the Santa Catarina monastery. There is a festive atmosphere with numerous side
events; concerts, dances, performances and gatherings. A festival from Saturday evening to
Sunday morning where you can drink and eat local products, finishing with breakfast at a bar.
3° sabato in luglio – third Saturday in July
Sentieri
Walking
I segreti di Cupramontana – The secrets of Cupramontana
Visita di Cupramontana con guida turistica. Giro per il centro storico con visita delle chiese, del palazzo comunale (con i resti Romani dell'
antica città) e passeggiata sino all' antico acquedotto Romano.
En - Guided tour in Cupramontana. Walk through the historic centre, visit the churches, the 18th century town hall (with the remains of the
ancient Roman city) and the ancient Roman aquaduct.
durata-duration 1:30 (facile-easy walking)
solo durante la stagione estiva – only in summer season
info all' ufficio di turismo – info at the tourist office
Rete di nodi per escursionisti e ciclisti – Node network for hiking and biking
Una "Rete di nodi" è una rete di diversi percorsi pedonali e ciclabili che sono collegati attraverso i nodi numerati (di solito intersezioni di strade).
Utilizzando una mappa della rete, è possibile comporre la proprio escursione a piedi o in bici pianificando un percorso da nodo a nodo.
En - A "walking and cycling nodes network" is a network of different walking and cycling trails through numbered nodes (usually intersections
of paths) which are linked.
Using a map of the route network, you can compose your own hiking or cycling trail by planning a route from node to node
http://www.hiking.cupramontana-accoglie.it
Scarica la mappa sul proprio smartphone, tablet, ...;
Download this map for your own smartphone, tablet, ...;
Ogni sabato il gruppo Cupra in Camminata si ritrova al campo
Boario di Cupramontana, e di lì si parte per un percorso variabile
nei dintorni di Cupramontana. Tutti sono i benvenuti (gratis) !
En - Every Saturday the walking group Cupra in Camminata,
meets at the campo Boario (near the slaughterhouse of
Cupramontana), and from there they take wonderful walks
around Cupramontana. Everybody is welcome to join for free !
durata-duration 3:30 – 4:00
partenza ogni sabato 08:00
luglio+agosto sabato 07:30 (media difficultà-medium difficulty)
9
Prodotti locali
Regional products
Il Verdicchio
White Verdicchio wine
Cupramontana ed il suo territorio sono da
sempre legati alla coltivazione della vite e
alla produzione del vino sin dal periodo
romano. Furono i monaci, benedettini
prima e camaldolesi poi, nei secoli VIII-XI,
a reintrodurre in maniera razionale e
significativa nel territorio la coltivazione
della vite. Questa si accrebbe di decennio
in decennio sulle aree lasciate libere dal
dissodamento dei boschi e delle selve; già
nel Cinquecento troviamo vigneti a coltura
intensiva e viti maritate con acero
campestre, tecnica questa usata fino a
non molto tempo fa. Nel settecento poi si
ha una produzione viti-vinicola abbondante
con esportazione del prodotto in altre
regioni. La coltivazione specifica del
vitigno "Verdicchio" si intensifica nella
seconda metà dell'Ottocento ma la
lavorazione "su larga scala" del vino con
l'imbottigliamento e la spumantizzazione
inizia nei primi anni del Novecento. Da
oltre mezzo secolo (dal 1939) viene
riconosciuto a Cupramontana il nome
"Capitale del Verdicchio", quale centro e
zona dove il vitigno e il vino hanno trovato
la diffusione e produzione più consistente,
supportati da importanti iniziative culturali
e
promozionali.
Il
decreto
di
riconoscimento D.O.C. per il "Verdicchio
dei castelli di Jesi" ha individuato nel
territorio di Cupramontana e dei Comuni
limitrofi la "zona storica" di produzione con
la possibilità di caratterizzare come
"classico" il relativo vino. Un vitigno
versatile: l'uva Verdicchio può produrre vini
spumanti, vini da pasto secchi, grandi
riserve da invecchiamento, e ottimi passito
(vino da dessert) e può anche essere
distillata per la produzione di Grappa di
Verdicchio. A Cupramontana esistono
speciali "cru" di alta qualità prodotti da
vigne delle contrade di San Michele, San
Marco, Pietrone, Carpaneto, Salerna.
Cupramontana and its surroundings has
been linked since the Roman period to
growing grapes and producing wine.
Camaldolese Benedictine monks began
production and then later during the eighth,
ninth and tenth centuries introduced more
structured and meaningful methods in the
cultivation of vines. This grew from decade
to decade, the fields being recovered by the
clearing of forests and woods. In the
eighteenth century, wine production was
plentiful, with exports being made to other
regions. The specific cultivation of the
Verdicchio varietal was increased in the
second half of the nineteenth century but
the move towards an industrial level of wine
bottling and the addition of sparkling wines
began in the early years of the twentieth
century. For over half a century (1939
onwards) Cupramontana has been known
by the name "Capital of Verdicchio", as it
has become the main town for Verdicchio
wine production and delivery into the
international market. The appellation
recognizing
D.O.C.
or
Controlled
Designation of Origin for the "Verdicchio dei
Castelli di Jesi" has been granted to
Cupramontana and the neighboring towns
and recognises the historic production with
the qualities characteristic of a classic wine.
A most versatile grape variety, Verdicchio
produces a sparkling wine, a methode
champagnoise, Classic, Superior, Reserve,
Passito (dessert wine) and also can be
distilled to produce Grappa di Verdicchio.
Verdicchio D.O.C 'Reserva' is a special
"cru" of high quality produced from
nominated vineyards in the districts of San
Michele, Colonnara, Valle, Torre and
Carpaneto. At the many wineries,
agricultural farms, and restaurants you can
taste classic Verdicchio, Superiore and
Reserva, served along with local specialties
in the Cupramontana area.
Denominazione Comunale
Olio extravergine di oliva, vino di visciola,
ragù di papera, coniglio in porchetta.
Prodotti e ricette della nostra tradizione
come occasione di sviluppo locale. La
Denominazione Comunale difende i
giacimenti agro-culturali e promuove circuiti
virtuosi di presidio del territori, turismo e
sostenibilità.
En – Extra virgin olive oil, visciola wine, duck
sauce, rabbit prepared with wild fennel.
These are traditional products and recipes
which have been developed in family
kitchens and represent the local cuisine.
The Denominazione Comunale protects and
encourages the survival of agricultural
tradition and promotes tourism and
sustainability in the territory.
L'olio di oliva
La qualità e la tipicità dell'olio Extravergine
Tipico Marchigiano sono il frutto della
combinazione di diversi fattori: la base
varietale utilizzata, che unisce al Frantoio ed
al Leccino alcune varietà locali, diverse da
zona a zona. Poi c'è il particolare ambiente
pedoclimatico
marchigiano,
le
antiche
tecniche agronomiche e, non ultima, la
sapiente tradizione frantoiana che vede
coesistere
le
realtà
produttive
più
all'avanguardia con i piccoli impianti che
effettuano ancora la frangitura con molazze e
l'estrazione a pressione. Il risultato è un olio
che, da anni, non fa che collezionare
riconoscimenti a livello nazionale ed
internazionale.
Olive oil
The quality and the particular character of
Marche's Extra-Virgin Olive Oil are a result of
a combination of different factors. Local olive
varieties that change from area to area are
added to the basic olive types of Frantoio and
Leccino used for producing olive oil. Then
there is the characteristic micro climate of
Marche's
region,
the
old
agriculture
techniques and, last but not least, the oldfashioned traditional olive presses. Small
machines that still crush the olives with old
fashioned mill stones and use pressure for the
extraction of the oil. The result is an olive oil
which continues to win prizes and is
recognised both nationally and internationally.
10
Ristoranti – pizzerie – bar
Restaurants – pizzeria – brasseries
Ristorante Orietta
Trattoria Anita
Ristorante Gina
Piazza IV Novembre 1
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-780119
Via F. Filzi 5
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-780311
Via E. Amatori 13
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-780157
lunedi – Monday
martedi – Tuesday
mercoledi – Wednesday
Bar Pasticceria Scortechini
Ristorante Rosina
Trattoria Fiorina
Via M. Ferranti 18
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-789001
Via Coste 2
60030 Monteroberto
tel. +39-0731-702773
Via Barchio 12
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-781216
martedì – Tuesday
giovedì – Thursday
cena e weekend – dinner and weekend
Pizzeria Il Coloniale
Pizzeria La Madonnina
Cupra Bar
Piazza Cavour 28
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-789900
Via Battisti 100
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-781243
Corso Leopardi 13
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-789191
mercoledì – Wednesday
lunedì – Monday
Bar Ruggero
Bar Centrale
Corso Leopardi 5
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-780301
Piazza Cavour 16
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-780118
venerdì – Friday
martedì – Tuesday
.
giovedì – Thursday
Bar Lino
Via Piana 13
60034 Cupramontana
tel. +39-338-4289398
domenica – Sunday (luglio-agosto aperto)
Cantine
Di Giulia
Vallerosa Bonci
Via Manciano 13
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-789129
www.digiulia.it
Via Torre 15/17
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-789129
www.vallerosa-bonci.com
La Marca di San Michele
Colonnara
La Distesa
Via Torre 13
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-781183
www.lamarcadisanmichele.com
Via Mandriole 6
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-780273
www.colonnara.it
Via Romita 28
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-781230
www.ladistesa.it
Quaresima
Frati Bianchi Sparapani
Cherubini
Via Torre 16a
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-780311
www.aziendaquaresima.it
Via Barchio 12
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-781216
www.fratibianchi.it
Via Roma 93
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-780105
Ca'Liptra
Piersanti
Enoteca comunale
Via San Michele 21
60034 Cupramontana
tel. +39-347-9320074
Zona industriale Pontemagno
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-703214
www.piersantivini.com
Palazzo Leoni
60034 Cupramontana
Wine cellars
11
Alloggio
Accommodation
Chiedere al gestore della struttura ricettiva la CupraCard (gratuito) e
rendete il vostro soggiorno a Cupramontana ancora più interessante !
Ask at your accommodation for your free CupraCard and make
your stay in Cupramontana even more rewarding !
Bed & Breakfast
Agriturismo
Bed & Breakfast
Cantinone
Via Esinante 6
60034 Cupramontana
La Distesa
Via Romita 28
60034 Cupramontana
La Girandola
Via Piana 66
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-789657
tel. +39-0731-781230
tel. +39-0731-781271
[email protected]
www.cantinone.eu
[email protected]
www.ladistesa.it
[email protected]
www.lagirandola.eu
3 stanze, 2 appartamenti
5 appartamenti
3 stanze, 1 appartamento
01/12 – 31/01
01/11 – 28/02
15/01 – 15/03
da – from € 45
da – from € 280 a settimana e a appartamento
da – from € 30
400m 3km 3km
200m 2km 3km
900m 5km 2km
Bed & Breakfast
Fattoria – Bed & Breakfast
Bed & Breakfast
La Nicchia
Via Roma 91
60034 Cupramontana
Ziamelia
Frazione Colognola 29a
Il Baco
Piazza IV Novembre 10
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-780105
[email protected]
www.ziamelia.it
[email protected]
cell. +39-339-8826742
cell. +39-334-2023245
3 stanze
3 stanze, 1 appartamento
da – from € 52
01/12 – 28/02
[email protected]
www.ilbaco.net
1 appartamento
01/02 – 01/03
da – from € 30
da – from € 30
200m 9km 200m
12
2km 16km 8km
50m 9km 10m
Bed & Breakfast
Bed & Breakfast
Residence
La Madonnina
Via Santa Maria 1
60034 Cupramontana
Casa Blu
Via San Bartolomeo 14
60034 Cupramontana
Rose di Fratta
Viale della libertà 1
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-789788
tel. +39-0731-781102
tel. +39-0731-781245
[email protected]
www.bblamadonnina.it
[email protected]
www.casablu.eu
[email protected]
www.rosedifratta.it
3 stanze, 1 appartamento
3 stanze
3 appartamenti
08/01 – 31/01
01/01 – 28/02
da – from € 35
da – from € 22
da – from € 25
50m 2km 4,5km
800m 9km 1km
200m 9km 500m
Bed & Breakfast
Bed & Breakfast
Case di vacanza
Cascinale La Mimosa
Via Spescia 14
60034 Cupramontana
Aromantica
Via Paganello 4
60034 Cupramontana
Casa Ripa
Via Ripa 9
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-781029
tel. +39-0731-789458
tel. +39-0731-781010
[email protected]
www.cascinalelamimosa.it
[email protected]
www.aromantica.net
[email protected]
www.casaripa.com
2 stanze
1 appartamento
2 appartamenti
08/01 – 08/02
01/12 – 28/02
01/01 – 28/02
da – from € 30
da – from € 28
da – from € 465 a settimana
8km 18km 8km
600m 10km 1km
700m 9km 800m
Bed & Breakfast
Case di vacanza
Bed & Breakfast
Lèc & Lac
Contrada Manciano 7
60034 Cupramontana
Casa Cantalupo
Via Cantalupo 9
60034 Cupramontana
Lo Sfizio
Vicolo Leoni 3
60034 Cupramontana
tel. +39-0731-789164
tel. +39-0731-781214
tel. +39-0731-789898
[email protected]
www.lecelac.com
[email protected]
www.casa-cantalupo.com
[email protected]
www.bblosfizio.it
2 stanze
2 appartamenti
2 stanze
01/11 – 30/03
31/12 – 01/03
da – from € 35
da – from € 30
da – from € 450 a settimana
700m 15km 700m
7km 7km 8km
250m12km 20m
13
Casa di vacanza
Case di vacanza
Bed & Breakfast – Agricampeggio
La Casa di Campagna
Via San Giovanni 2
60034 Cupramontana
La Lucciola
Via Pietrone 12
60034 Cupramontana
Casa Aurora
Via Pezzole 9
60034 Cupramontana
cell. +39-338-1094726
tel. +39-0731-789046
tel. +39-0731-789008
[email protected]
[email protected]
www.lalucciola.de
[email protected]
www.casa-aurora.it
1 appartamento con 3 stanze
da – from € 90 al giorno intera struttura
200m 8km 1km
4 appartamenti
2 stanze + campeggio
15/10 – 15/05
01/12 – 31/01
da – from € 70
da – from € 35
1km 20km1,5km
Casa di vacanza
Agriturismo – Residence
Ostello
Casa Pietrone
Via Pietrone 2
60034 Cupramontana
La Mancianella
Via Manciano 14/16
60034 Cupramontana
Parco Colle Elisa
Via Elisa Amatori 2
60034 Cupramontana
cell. +39-331-8027931
cell. +39-338-4616990
tel. +39-333-4801319
[email protected]
www.casapietrone.it
[email protected]
www.lamancianella.it
[email protected]
1 appartamento
3 appartamenti
3 camere / totale 26 posti letto
01/11 – 01/05
da – from € 30
01/10 – 01/04
da – from € 490 a settimana
da – from € 15
800m 10km 800m
1km 12km 1km
900m 13km 900m
Bed & Breakfast
Casa di vacanza
Bed & Breakfast
La Valigia
Via Piana 43
60034 Cupramontana
L' Amorino
Piazza IV Novembre 26
60034 Cupramontana
Le Macine da Pierò
Via Interno Poggio Cupro 9/A
60034 Cupramontana
Cell. +39-340-3787837
tel. +41-(0)79-7100350
cell. +39-349-3737259
[email protected]
www.sites.google.com/site/beblavaligia
[email protected]
www.lamorino.eu
[email protected]
1 appartamento
2 appartamenti
1 appartamento
15/01– 15/03
01/03 – 31/12
15/01 – 15/02
da – from € 23
da – from € 55
1400m 5km 3km
14
2km 5km 3km
200m 15km 0km
da – from € 45
2km 7km 3km
Gardens and Pools
di Simon Corkhill
www.fratibianchi.it
Contrada Carpaneto 6
60034 Cupramontana
+39-338-4204787
www.gardensandpoolsitalia.com
Gina Ristorante Pizzeria
P.co Elisa Amatori, 13
60034 Cupramontana -AN-
+39 0731 780 157
bar CENTRALE
+39 328 2890049
pizzeria La Madonnina
tel: 0731-781243
Piazza Cavour 16
Cupramontana
0731-780118
Via Santa Maria Candelora – 62011 Cingoli
Specialità Carni
Tel. 0733/612944
15
Cupra Bar
Bar Gelateria Lino
Poggio Cupro
338 - 4289398
Corso Leopardi
Cupramontana
0731-789191
Oleificio Rosini Benito di Piersigilli Iris
Via Peschereccia, 48
60038 - San Paolo di Jesi (AN)
tel./fax +39 0731 779176
[email protected]
www.oliorosini.it
Olio selezionato da DER FEINSCHMECKER
Via Romita 28, 60034 Cupramontana, Le Marche
0731781230 – 3341976342
il nostro partner in Finlandia
–––
our partner in Finland
www.himosholiday.com
www.himoslomat.fi
–––
Leggenda e simboli
info
fair-trade / bio
facebook
animali da cortile /
farmyard animals
aperto da / open from
giardino – terrazza /
garden – outdoor café
twitter
cani ammessi / dogs allowed
chiuso / closed
parcheggio / parking
fermata di autobus /
bus stop
stazione FS /
railway station
centro di Cupramontana /
market square
stalle per cavalli /
stables
pachetti disponibile /
package deals available
numero di stanze / rooms
accesso per disabili /
accessible for wheelchair users
cucina / kitchen
campo baseball / baseball
chiesa – abbazia /
church – monastry
campo calcio / football
piscina / swimming-pool
soci CupraCard /
member CupraCard
prezzo / price
camera con vasco di bagno /
room with bath
camera con doccia /
room with shower
camera con toilette (wc)
room with toilet
bancomat / ATM
carte di credito /
credit cards
16
Symbol legend
internet / hot-spot
ciclisti benvenuti /
cyclists welcome
posti per camper /
camper allowed
posti per le tende /
camping allowed
adattato per bambini /
child-friendly
adattato per neonati /
baby-friendly
adattato per feste /
suitable for parties
adattato per gruppi /
suitable for groups
museo / museum
visite guidate / guided tours
crediti – credits
Testi: Riccardo Ceccarelli, Cadnet Marche, Sistema Museale Provincia di Ancona, Corrado Dottori.
Traduzione in inglese: Jane Foster-Smith
Foto: Circolo fotografico Carpe Diem – Cupramontana
www.cupramontana-accoglie.it
|
N
How to reach:
2
Highway A14 exit Ancona-Nord.
SS76 direction Roma exit Cupramontana.
By train The nearest stations are Jesi and Castelplanio.
By plane Airport Raffaello Sanzio Falconara (Ancona).
By car
Autostrada A14 uscita Ancona-Nord.
SS76 per Roma uscita Cupramontana.
In treno Le stazioni più vicine sono Jesi e Castelplanio.
In aereo Aeroporto Raffaello Sanzio Falconara (Ancona).
Come arrivare: In auto
SS 76
© 2013 – 2014
6
7
3