vienna - Weagoo

Comments

Transcription

vienna - Weagoo
id e ittà
c
gu it
Le tu elle o
a b d
gr più mon
e
l
de
A
stampa la guida su fogli A4,
orientamento orizzontale,
stampa dimensioni effettive
B
piega ogni foglio a metà lasciando
la stampa all’esterno
Legenda
Questa guida ha delle parti interattive
che possono aprire pagine web.
Verificare con il vostro operatore telefonico perchè potrebbero essere applicati
i costi previsti per il traffico dati.
www.faxi.at .....link internet
azione....link internet
azione....link googlemap
C
sovrapponi i fogli piegati, mantenendo
l’ordine indicato dal numero di pagina e
rilegali tutti insieme con una pinzatrice o
una spirale
Chi siamo
[email protected] Gryffindor
GUIDA di
VIENNA
EDIZIONE 2015
Experience Partner
Weagoo è un’azienda specializzata nella raccolta ed elaborazione di informazioni turistiche
brevi ed essenziali a carattere storico, artistico,
culturale, naturalistico ed architettonico. WeaGoo, nella sua attività di ricerca e recensione
dei siti, con gli attuali 35.000 punti d’interesse,
110 province, 1.600 comuni e tutte le città
d’arte italiane, sta costantemente e progressivamente realizzando una mappatura capillare del territorio che comprende anche località
minori, ma non per questo prive di storia e di
testimonianze importanti.
Il nostro obbiettivo è creare il più grande database d’informazioni turistiche localizzate e
descritte in modalità “short information” concepite per fornire un’informazione essenziale
ma utile al turista prima e durante la visita della
città. WeAGoo è differente della maggior parte
dei siti disponibili su internet per la standardizzazione del contenuto e per la georeferenzazzione.
L’attività primaria di WeAGoo consiste nel riversare queste informazioni nel proprio portale
weagoo.com fornendo funzionalità di ricerca
dei punti di interesse e risultati immediati. Dal
portale si possono creare, generare, riordinare
e stampare propri itinerari turistici con luoghi,
mappe, immagini, note e informazioni utili delle
città. Gli utenti che si registreranno gratuitamente potranno inoltre usufruire di maggiori
funzionalità come il salvataggio dei propri itinerari in un proprio profilo utente, la creazione di
programmi di viaggio multi-città e alcune componenti social.
Tutte le informazioni e funzioni di questo portale sono offerte gratuitamente al visitatore, il
portale si finanzia attraverso le attività di produzione di guide personalizzate, contributi,
sponsorizzazioni e inserzionisti.
Weagoo s.r.l. permette di distribuire e condividere liberamente queste guide a condizione
che non vengano modificate. E’ permesso utilizzare il link ma non la distribuzione del prodotto finito da server diversi da quello originale
di download individuato e/o indicato da weagoo
s.r.l..
Weagoo S.r.l., è disponibile ad azioni di cobranding e de-branding. Contattare il nostro
ufficio o scivete a :
[email protected]
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
le
l
de
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Come stampare la guida
(versione Book)
Belvedere © Miroslav Petrasko
vista livello regione
VIENNA
Splendida città dal glorioso passato imperiale, Vienna è ancora oggi la “porta” che
dall’Occidente conduce in Oriente, ma soprattutto una città a forte vocazione turistica, grazie
al suo spirito cosmopolita ed alla sua interessantissima struttura monumentale ereditati in
secoli di imperi di grande estensione. Voluta
così da sovrani “illuminati”, che chiamarono a
corte fior di architetti per farne una sontuosa
capitale, Vienna è diventata nel tempo sede
delle creazioni degli artisti più affermati (basta
pensare alle foglie d’oro della cupola della “Secessione”, alle imperfezioni delle case di Hundertwasser, oppure all’edilizia sperimentale del
Karl Marx Hof), ma anche la “città della musica”
la “capitale a passo di valzer”, appellativi meritatissimi per una città che ha dato i natali a
compositori del calibro di Strauss e Schubert,
che ha ospitato artisti di rilievo assoluto, quali
Beethoven e Mozart, e che ancora saluta
l’arrivo dell’anno nuovo con uno spettacolare
concerto trasmesso in tutto il mondo. Sono
questi forse i motivi che ogni anno richiamano
turisti da tutto il mondo, uniti sicuramente al
fascino della cultura, alla ricchezza di collezioni
prestigiose ed alla bontà di un’arte pasticcera
senza eguali al mondo.
vista livello nazione
Anche se il primo insediamento nel luogo dove
attualmente sorge la città risale al terzo millennio a.C., le notizie più approfondite sulla città
3
4
riguardano il periodo dell’Impero romano e parlano di un municipio creato con il nome di “Vindibonia”. Nel decimo secolo Vienna è sotto la
dinastia dei Babenberg, e proprio in questo periodo comincia una fase di crescente sviluppo,
amplificato poi dalla successiva annessione del
paese ai domini asburgici. Divenuta sede principale del Sacro Romano Impero nel 1438, nei
secoli Vienna respinge per due volte l’assedio
turco (1529, 1683) e per altre due volte è occupata dalle truppe napoleoniche (1805, 1809);
il Settecento è comunque il “secolo d’oro” della
città, che cresce economicamente e demograficamente. Dopo la Prima Guerra Mondiale
e lo sfascio dell’Impero, il paese si libera dal
dominio degli Asburgo, per poi subire nel 1938
l’invasione delle truppe tedesche e diventare
provincia del Reich. Le tragiche vicende della
Seconda Guerra Mondiale piegano la città,
che verrà liberata nel 1945 dall’esercito russo.
A guerra finita le potenze vincitrici la dividono
in quattro parti e nel 1955 Vienna riacquista la
propria autonomia, diventando negli anni importante centro della diplomazia internazionale
grazie alla dichiarazione di neutralità della nazione.
E’ davvero difficile dare una priorità alle cose
da vedere e da “provare”, perché le bellezze in
città, così come le occasioni di intrattenimento e gli itinerari disponibili sono così tanti da
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
vista livello paese
CITTà
LALACITTà
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
I dintorni della città sono ricchi di altrettante
sorprese, adatte a tutti i gusti: escursioni a
piedi o in bicicletta nel Wienerwald alla periferia
della città o nelle aree ricreative extraurbane di
Vienna, borghi, città d’arte, palazzi dal fascino
antico perfettamente conservato, la “Stefaniew© Noebu
arte”
in cima al Kahlenberg, il più bel belvedere
COME MUOVERSI A VIENNA
Il sistema di trasporti pubblici di Vienna è efficiente e ben articolato, e comprende circa 950
km, 5 linee di metropolitana, 29 linee di tram e
90 linee di autobus che vi trasporteranno comodamente e in maniera affidabile per la città,
ai quali si affiancano. Il modo migliore per vivere la città è comunque girare a piedi: Vienna
non è molto grande, e tutti i monumenti più
importanti sono concentrati nelle stesse zone,
soprattutto nel centro storico, la Innere Stadt;
intorno all’Inner City ruota la Ringstrasse, una
strada circolare che cambia nome ogni volta
che incontra un viale, prendendone il nome.
Chiesa di San Carlo © DOS82
sulla Vienna imperiale. E non dimentichiamo
che a nemmeno 50 km si trova Bratislava, la
bella capitale della Slovacchia.
Per ultimo uno sguardo alla cucina, risultato
delle tante caratteristiche culinarie dei paesi
che nei secoli sono stati sotto il dominio asburgico. Particolarmente famosa è la Sacher
Torte, inventata per Klemens von Metternich
nel 1832, durante il periodo della Restaurazione, da Franz Sacher, il quale decise di combinare tra loro elementi semplici e tradizionali
come il cioccolato e la marmellata per creare
un dolce delicato e gustoso. Il dolce riscosse
subito un grande successo, tanto che da quel
giorno il giovane Sacher dovette darsi un grand
da fare per preparare questa torta, che prese
anche il suo nome. Per quanto riguarda il dove
mangiare, se cercate la cucina tradizionale
dovete orientarvi verso le Gasthaus, versione
tipicamente viennese di ristorante, se cercate
qualcosa di “particolare” dovete indirizzarvi verso i chioschi della salsicce, disseminati un po’
ovunque. Ma non dimenticate di fare un salto
nei famosi caffè viennesi, le Kaffeehauser, se
non altro per respirare la loro atmosfera di accoglienza e ospitalità così particolare, e per assaporare le diverse varianti di caffè.
Una volta arrivati a Vienna basta davvero
pochissimo per adeguarsi al ritmo della città
e provare quel sentimento che i viennesi indicano con una parola difficilissima da pronunciare, “Gemutlichkeit”, ovvero “familiarità, appartenenza”; è sicuramente una sensazione
più facile da provare che da descrivere.
5
BIGLIETTI
Per tutti i trasporti pubblici, un unico biglietto
valido per tratta costa 2,20 €. E’ possibile acquistarlo a bordo ma con sovrapprezzo di 2.30
€. Per 7,60 € è disponibile un biglietto valido
per 24 ore, 13,30 per 48 e 16,50 € per 72 ore.
I biglietti si possono acquistare presso:
- tutte le biglietterie delle Wiener Linien;
- le biglietterie automatiche nelle stazioni della
metropolitana;
- l’Online-Shop delle Wiener Linien (shop.wienerlinien.at);
- le tabaccherie più grandi.
www.wienerlinien.at
AUTOBUS
Il modo più pratico e più raccomandato per
conoscere Vienna nel minor tempo possibile
(ma sempre dotati di tutti i comfort), è senz’altro
il giro città in autobus. Esistono molti itinerari in
bus a Vienna combinati anche con visite guidate per un gruppo limitato di persone e anche
con visite pubbliche per turisti indivuduali.
METRO
La metropolitana di Vienna ha 5 linee (U1-U2U3-U4-U6) e funziona tutti i giorni della settimana, dalle 5.30 del mattino fino alle 0.30 di
notte. Nelle ore di punta passa un treno ogni
2-4 minuti, mentre nelle ore più tranquille
non dovrete aspettare più di 8 minuti. Riconoscerete le stazioni dal simbolo della U bianca
su sfondo blu. Per capire come è fatta la rete
metropolitana di Vienna vi consigliamo di scaricare la mappa ufficiale che illustra tutte le linee
6
e le stazioni, che insieme alla mappa del centro
storico vi permetterà di muovervi facilmente tra
le zone più interessanti della capitale austriaca.
Dal 2010 i treni della metropolitana di Vienna
viaggiano anche in orario notturno ogni venerdì
e sabato e nei giorni festivi, con frequenza di 15
minuti, accorciando così visibilmente i tempi di
viaggio notturni. La rete degli autobus notturni
nei weekend è stata adattata al funzionamento
continuativo della metropolitana con corse
cadenzate di 30 minuti, e anche nei giorni infrasettimanali non subisce variazioni. Polizia
e addetti delle Wiener Linien vigilano sulla
sicurezza a bordo anche durante il servizio di
trasporto notturno, inoltre vengono utilizzati
principalmente i treni dotati di videosorveglianza e con vetture percorribili senza interruzione.
Sia la metropolitana notturna che gli autobus
notturni si possono utilizzare con tutti i biglietti
delle Wiener Linien e con la Vienna Card.
TRAM
Per scoprire Vienna non c’è niente di meglio
di un giro in tram. Rossi, con quell’aria fine
Ottocento, danno una prospettiva bellissima
e “poco turistica della città”, rendendone una
visione d’insieme senza ricorrere ai costosi autobus turistici. Le linee che ruotano nella zona
più centrale sono la 1 e la 2.La rete tramviaria
di Vienna, con i suoi 172 km di percorso, è la
quinta al mondo per estensione. Oltre alle metropolitane sono in funzione quotidianamente
29 linee di tram e 90 linee di autobus.
TAXI
Il Taxi rappresenta uno dei modi più veloci per
spostarsi da un punto all’altro della città.
Per i trasferimenti da e all’aeroporto dovete
informarvi sulle tariffe aeroportuali, oppure telefonare a C & K-Airport-Service (tel. 444 44)
o alla ditta Airportdriver (tel. 22 8 22). Sono a
vostra disposizione servizi speciali come taxi
per sightseeing e un taxi per non udenti, da
richiedere per fax al numero 408 15 25-848,
così come un Servizio taxi in tutta l’Austria
(www.taxi1718.at).
Al momento sono in circolazione circa 150 auto
ecologiche a propulsione ibrida o a gas. Po-
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Chi è alla ricerca del benessere e vuole una
vacanza relax trarrà particolare beneficio dalle
terme e da un bel tuffo nelle piscine all’aperto,
gli sportivi potranno usufruire delle tante piste
ciclabili o cimentarsi in stimolanti arrampicate
indoor. E se siete in città con i vostri piccoli non
preoccupatevi, perché Vienna è anche una
città a misura dei bambini (e dei loro genitori),
con parchi gioco straordinari, musei, attrattive
particolari ed entusiasmanti che non li lasceranno sicuramente delusi. Per gli amanti della
vita mondana Vienna ha in serbo un ricco calendario di eventi, così come per i nottambuli
non mancano locali alla moda e ritrovi musicali.
trasporti
creare un certo imbarazzo della scelta: di certo
non può mancare una visita al centro storico,
così bello da essere stato dichiarato patrimonio
storico e culturale dell’umanità dall’UNESCO,
in cui si uniscono medioevo, periodo barocco
e l’era della Ringstrasse. Per quanto riguarda
il patrimonio monumentale, citiamo in particolare il Palazzo Imperiale, formato da una serie
di edifici, piazze, cortili e giardini rutto di lavori
e rimaneggiamenti che vanno dalla fine del XIII
all’inizio del XX secolo, talmente vasto da rappresentare una città nella città, e la cui visita inizia con i Kaiserappartements, ossia gli appartamenti imperiali, il Duomo di Santo Stefano,
simbolo stesso della città, ricostruito in forme
gotiche tra il XIV e il XV secolo e custode di
opere notevoli, il Museo Albertina, in cui è conservata una delle collezioni di grafica più preziose al mondo, la Galleria d’arte Imperiale, sede
di una magnifica collezione di opere d’arte che
vanno dalla fine del barocco allo Jugendstil e
all’arte contemporanea, il Palazzo della Secessione, con il suo notevolissimo fregio in facciata. E se tra una escursione e l’altra avrete
voglia di riposarvi, potrete farlo in qualsiasi momento in una delle tantissime aree verdi della
città. Sì, perché Vienna è davvero in grado di
soddisfare ogni esigenza.
LA CITTà
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
AUTO
L’amministrazione comunale cerca di scoraggiare l’uso delle auto, sia pedonalizzando gran
parte del centro storico sia applicando una
politica dei parcheggi molto rigida. Potrebbe
succedere che vi multino o vi portino via l’auto
anche se siete fermi da due minuti solo per
scaricare le valigie all’hotel.
Se parcheggiate, anche per pochi minuti, prendete il tagliando di parcheggio (Parkschein)
e mettetelo ben in vista sul parabrezza. Se il
vostro albergo non ha il parcheggio riservato,
fatevi rilasciare il Tagesparkkarte, un tagliando
di parcheggio valido per un giorno. Se dovete
solo scaricare le valigie, fatevi rilasciare un
tagliando gratis da 10 minuti. I tagliandi di parcheggio (Trafik) si possono acquistare nelle
tabaccherie, nelle banche, nelle stazioni ferroviarie e presso gli sportelli dell’azienda dei
trasporti pubblici (Wiener Linien).
BICI
Vienna ha ben 1000 km di piste ciclabili, un
vero record per una città tutto sommato piccola. Molti hotel offrono parcheggi gratuiti e sicuri
per biciclette e la possibilità di riparare la due
ruote, e mettono a disposizione opuscoli sugli
itinerari da seguire. Citybike
Vienna è dotata di un servizio di noleggio bici
molto particolare e utile. Le biciclette possono
essere noleggiate ai bike terminal della città e
restituite in qualsiasi terminal (quasi tutti vicino
alle stazione della metro). Il noleggio avviene
con carta di credito; la prima ora è gratuita,
© Noebu la seconda costa 1 euro, la terza 2 e le
mentre
BUS TURISTICI
C’è un modo molto confortevole per visitare
Vienna che vi renderà senz’altro entusiasti:
Hop-on-hop-off è una linea di pullman che vi
conducono a vedere tutte le attrazioni principali
della città. Con il biglietto potete salire e scendere dal pullman quando e dove volete.
I giri turistici giornalieri offerti da operatori come
Vienna Sightseeing Tours, Cityrama o Red Bus
City Tours, offrono un programma vario comprendente le cose più interessanti, dal castello
di Schönbrunn alla Ruota Panoramica. Molto
richiesto anche il Wienerwald Tour, in programma tutti i giorni, tramite il quale si possono
vedere anche Mayerling, la località in cui si
consumò la tragedia di Rodolfo, il principe alla
corona degli Asburgo, e il monastero di Heiligenkreuz.
Sono in programma anche giri in pullman con
itinerari che ripercorrono le tracce di Wolfgang
Amadeus Mozart, Johann Strauss e Gustav
Klimt.
https://www.viennasightseeing.at/en/
FIAKRE
Il giro con la carrozza a due cavalli è
un’esperienza irrinunciabile quanto indimenticabile, in quanto non esiste praticamente un
modo più comodo per conoscere le bellezze di
Vienna.
Tradizione di antica origine, oggi i fiacre viennesi sono inscindibili dall’immagine della città.
Le stazioni di sosta si trovano in diversi posti
della città: Stephansplatz, Heldenplatz (a volte
Michaelerplatz), Albertinaplatz, Petersplatz e
Burgtheater. Il piccolo giro in carrozza (circa 20
minuti per le strade del centro storico) costa €
55, il grande giro in carrozza (circa 40 minuti
lungo la Ringstraße e nel centro storico) € 80.
Inoltre è possibile prenotare giri turistici personalizzati direttamente presso le società dei
fiaccherai.
Un consiglio: se desiderate un’atmosfera romantica, ordinate al fiaccheraio una “Porzellanfuhre”, vale a dire un’andatura particolarmente
tranquilla e regolare.
7
CROCIERE DELLA DDSG
Vienna può essere scoperta comodamente per
via d’acqua: da aprile a ottobre la compagnia di
navigazione DDSG Blue Danube offre crociere
turistiche lungo il canale del Danubio e lungo
il fiume Danubio con cinque battelli diversi. Il
personale di bordo vi coccolerà con le squisite specialità della cucina viennese. Consiglio
per le giornate fredde: la crociera turistica sul
canale del Danubio si può fare perfino nei mesi
invernali novembre e dicembre a bordo della
motonave MS Schlögen piacevolmente riscaldata. Inoltre, da febbraio a dicembre vengono
organizzate anche speciali escursioni a tema
con musica dal vivo e buffet. L’escursione degli
Heurigen Wiener Lieder (con canzoni viennesi)
vi farà scoprire una Vienna musicale e gastronomica. Le navi della compagnia DDSG Blue
Danube salpano dal ponte Reichbrücke, nella
Marina di Vienna o dalla stazione fluviale “Wien
City” sul Canale del Danubio. Qui vi attendono
anche i due catamarani veloci Twin City Liner,
qualora vi occorresse un servizio veloce da Vienna a Bratislava.
BARCA A REMI
Basta fare un giro in barca al chiaro di luna
per scoprire il lato più romatico e misterioso
del Vecchio Danubio. Tutti i noleggi di barche
organizzano “Escursioni al chiaro di luna” con
una barca a scelta nelle 4 sere di luna piena
della stagione estiva. Inoltre, sul Vecchio Danubio sono presenti agenzie che dalla metà di
luglio fino alla fine di agosto organizzano escursioni serali in barca fino alle 23.00, tra le quali
vi segnaliamo in particolare la “Gita al chiaro
di luna” (Mondscheinpartie), la “Cartolina con
chiaro di luna” (Mondscheinkarte) e “Pic-nic in
barca” (Bootspicknick). E’ possibile noleggiare
una barca in nove diversi esercizi lungo il corso
del fiume.
www.alte-donau.info
www.lacreperie.at
www.ufertaverne.at
TAXI NAVALE E TAXI D’ACQUA GIALLO
Il primo taxi navale viennese è disponibile tutti
i giorni dalle 14.00 alle 24.00 per corse individuali (escursioni, festeggiamenti, romantiche
gite notturne), o come servizio taxi tra Schwedenplatz e Nussdorf, il villaggio degli Heurigen.
8
Allo stesso attracco si trova anche il “Taxi giallo d’acqua” che in mezz’ora porta dal centro
della città direttamente al Wiener Wein.
Il servizio è disponibile tutti i giorni.
Attracco: Salztorbrücke / Partenza Franz-Josefs-Kai o Nussdorf
Senza orari fissi
Il taxi farà servizio tra Schwedenplatz e Nussdorf Prenotazioni e altre informazioni:
Millergasse 1/14 - Vienna
+43-664-2017096
[email protected]
www.bootstaxi.at
IN BATTELLO NEL PARCO NAZIONALE
Da maggio a ottobre il NationalparkBoot (battello del parco nazionale) percorre il Canale del
Danubio per portarvi dal centro di Vienna direttamente nel Lobau, che è parte del paesaggio
naturale del Parco nazionale Donau-Auen.
TWIN CITY LINER
Con il Twin City Liner è possibile andare da Vienna a Bratislava in appena 75 minuti.
I catamarani progettati appositamente per adeguarsi al basso livello dell’acqua nel Donaukanal fanno servizio fino a quattro volte al giorno
tra la Schwedenplatz di Vienna e la capitale
della Repubblica Slovacca.
Sono disponibili
106 posti a sedere nella cabina passeggeri, 8
posti nella Captain´s Lounge, 12 posti sul ponte
scoperto, finestra panoramica e buffet a bordo
della nave. Le navi sono attrezzate per portatori di handicap e dotate di aria condizionata, e
consentono il trasporto di cani e biciclette.
www.twincityliner.com
DA/PER L’AEROPORTO
Aeroporto di Wien - Schwechat
L’aeroporto di Wien-Schwechat si trova circa
16 km ad est di Vienna. Il centro della città si
raggiunge comodamente e rapidamente con i
mezzi di trasporto pubblici.
Le seguenti linee collegano il centro storico con
le maggiori stazioni ferroviarie, con il Vienna International Centre e l’aeroporto:
City Airport Train CAT
Fa servizio tra l’aeroporto e Wien Mitte/Landstraße ...Durata del tragitto: 16 minuti
Orari di esercizio:
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Faxi
Con il Faxi, il taxi-bicicletta, potrete visitare Vienna e al tempo stesso tutelare l’ambiente. I
risciò a tre ruote offrono posto a due persone
con bagaglio e consentono di visitare comodamente la città riparati dal sole e dalla pioggia
grazie alla tettoia di cui dispongono.
www.faxi.at
successive 4. Se perdete la bici, vi scalano 600
euro dalla carta di credito.
http://www.citybikewien.at/
TRASPORTI
tete ordinare un taxi di questo tipo telefonando
al “40100” e richiedendo un “Green Taxi”, un
taxi ecologico o ecocompatibile, senza differenza di prezzo rispetto a un viaggio con un taxi
tradizionale.
TRASPORTI
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
ti
Stazione Wien Meidling /Dörflerstraße: 30
minuti
Orari di esercizio:
Westbahnhof - Aeroporto
Tutti i giorni: dalle
5.00 alle 23.00 ogni 30 minuti
Stazione Wien Meidling – Aeroporto: tutti i giorni dalle 5.15 alle 23.15 ogni 30 minuti
Aeroporto - Stazione Wien Meidling – Westbahnhof: tutti i giorni dalle 6.00 alle 23.59 ogni
30 minuti
3. Kaisermühlen Vienna International Centre
VIC - Kagran
Fermate: Donaumarina, Hotel Hilton Danube,
Kaisermühlen Vienna Int. Centre, Julius-Payer
Gasse, Donauzentrum, Kagraner Brücke
Durata del tragitto: da 17 a 42 minuti circa
Orari di esercizio:
Kagran – Aeroporto: tutti i giorni dalle 5.58 alle
18.58 ogni ora
Aeroporto – Kagran: tutti i giorni
dalle 7.10 alle 20.10 ogni ora
Tariffa della Vienna Airport Lines
Solo andata:
€ 8. Possessori Vienna Card: € 7; bambini fino
a 15 anni: € 4; bambini fino a 6 anni: gratis
I biglietti si acquistano presso l’ufficio TouristInformation dell’aeroporto direttamente sugli
autobus
TRASPORTI
Wien Mitte/Landstraße – Aeroporto: tutti i giorni
dalle 5.38 alle 23.08
Aeroporto - Wien Mitte/Landstraße: tutti i giorni
dalle 6.05 alle 23.35
Intervallo di servizio: mezz’ora
Tariffa: Solo andata € 10, tariffa online: € 9; andata e ritorno € 18, tariffa online € 16.
Metropolitana leggera S7
Fa servizio tra l’aeroporto e Wien Mitte/Landstrasse
ulteriori fermate a Vienna: Kaiserebersdorf, Zentralfriedhof S-Bahn, Geiselbergstraße,
St. Marx, Rennweg, Praterstern, Traisengasse,
Handelskai, Floridsdorf
Durata del tragitto da/a Wien Mitte/Landstrasse: 26 minuti
Orari di esercizio:
Wien Mitte/Landstrasse – Aeroporto: tutti i giorni dalle 4:31 alle 23:46
Aeroporto - Wien Mitte/Landstrasse:
tutti i giorni dalle 5.24 alle 0.18
Intervallo di servizio: per lo più mezz’ora
Tariffa:
Vienna-Card: è sufficiente un biglietto
supplementare da € 2 in prevendita. Obliterate
il biglietto prima di salire a bordo.
Anche per
tutti i possessori di un abbonamento di più
giorni per tutta la rete delle linee viennesi (es.
biglietto valido 24 ore, biglietto valido 72 ore,
abbonamento settimanale ecc.) è sufficiente un
biglietto supplementare.
Biglietti di corsa semplice: € 4 in prevendita e
alle biglietterie automatiche.
Ogni viaggiatore
ha bisogno di due biglietti da € 2. Obliterare entrambi i biglietti prima della partenza.
I biglietti
di corsa semplice si acquistano presso l’ufficio
Tourist-Information dell’aeroporto e alle biglietterie automatiche di Vienna e dell’aeroporto.
Bus navetta della Vienna Airport Lines
1. Centro storico
Fermata: Morzinplatz/Schwedenplatz
Durata del tragitto: 20 minuti
Orari di esercizio:
Morzinplatz/Schwedenplatz – Aeroporto: tutti i
giorni: 0.30; 2.00; dalle 4.00 alle 23.30 ogni 30
minuti
Aeroporto – Morzinplatz/Schwedenplatz: tutti i
giorni: 1.20; 2.50; dalle 4.50 alle 0.20 ogni 30
minuti
2. Westbahnhof - Stazione Wien Meidling
Fermate: stazione Wien Meidling/Dörflerstraße
e Westbahnhof
© Noebu del tragitto:
Westbahnhof: 45 minuDurata
TRASPORTI
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
Aeroporto di Bratislava
L’aeroporto di Bratislava dista 65 km dal centro
di Vienna.
Collegamento via treno:
Dalla stazione centrale di Bratislava alla Südbahnhof di Vienna (Ostbahn).
Tutti i giorni dalle 5.46 alle 22.46, per lo più ogni
ora.
Durata del tragitto: 1 ora e 15 minuti circa.
A Bratislava fa servizio la linea di autobus 61
dalle 5.00 alle 23.00 con partenze ogni 15-20
minuti dall’aeroporto di Bratislava alla stazione
centrale.
Collegamenti via autobus:
-ÖBB-Postbus: dal terminal autobus Mlynske
Nivy di Bratislava o dall’aeroporto di Bratislava
all’aeroporto di Vienna e a Vienna Südtirolerplatz (U1)
Tutti i giorni dalle 5.30 alle 20
Durata del tragitto: 1,5 ore circa
È necessaria la prenotazione
-Eurolines: dal Novy Most Zentrum di Bratislava o dall’aeroporto di Bratislava all’aeroporto di
Vienna e a Vienna Erdberg (U3)
9
10
INFORMAZIONI UTILI
SITI INTERNET DELLA CITTÀ
Per informazioni generali potete visitare i siti
www.wien.info/it
www.vienna.it
18.30. Chiuso sabato, domenica e festivi.
Metropolitana: U1
Tram: O-5-21
Autobus: 80A
UFFICIO INFORMAZIONI TURISTICHE
Ufficio del Turismo di Vienna
Tel. +43 1 24 555 Fax +43 1 24 555-666
[email protected]
Philadelphiabrücke
Apertura dal lunedì al venerdì dalle 6.30 alle
18.30. Chiuso sabato, domenica e festivi.
Metropolitana: U6
Tram: 62
Autobus: 7A-8A-9A-15A-59A-62A-64A
Ufficio Informazioni Turistiche
Albertinaplatz / Maysedergasse
(Vicino all’Opera di stato di Vienna)
Apertura tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00
Uffici Informazioni alle Stazioni della Metropolitana:
Westbahnhof
Apertura dal lunedì al venerdì dalle 6.30 alle
18.30, sabato, domenica e festivi dalle 8.30 alle
16.00.
Metropolitana: U3-U6
Tram: 5-6-9-18-52-58
Stephansplatz
Apertura dal lunedì al venerdì dalle 6.30 alle
18.30, sabato, domenica e festivi dalle 8.30 alle
16.00.
Metropolitana: U1-U3
Autobus: 1A-2A-3A
Karlsplatz
Apertura dal lunedì al venerdì dalle 6.30 alle
18.30, sabato, domenica e festivi dalle 8.30
alle16.00.
Metropolitana: U1-U2-U3
Tram: 1-2-D-J-62-65
Autobus: 3A-4A-59A
Schottentor
Apertura dal lunedì al venerdì dalle 6.30 alle
18.30. Chiuso sabato, domenica e festivi.
Metropolitana: U2
Tram: 1-2-D-37-38-40-41-42-43-44
Autobus: 1A-40A
Praterstern
Apertura dal lunedì al venerdì dalle 6.30 alle
11
12
Landstraße
Apertura dal lunedì al venerdì dalle 6.30 alle
18.30. Chiuso sabato, domenica e festivi.
Metropolitana: U3-U4 Tram: O
Autobus: 74A.
Floridsdorf
Apertura dal lunedì al venerdì dalle 6.30 alle
18.30.
Chiuso sabato, domenica e festivi.
Metropolitana: U6
Tram: 26-31-33 Autobus: 28A-29A
Erdberg
Apertura dal lunedì al venerdì dalle 8 alle
3.
Chiuso sabato, domenica e festivi.
Metropolitana: U3
Autobus: 79A
NUMERI UTILI
Numero d’emergenza europeo 112
Vigili del fuoco 122
Polizia 133
Ambulanza / Soccorso 144
Numero verde guardia medica turistica ViennaMed (0-24): Tel.+43-1-513 95 95
Soccorso stradale - ÖAMTC/ARBÖ 120 o 123
Ambasciata d’Italia a Vienna
Rennweg 27
1030 Vienna
Tel. +43 1 7125121 0
Fax +43 1 713 97 19
[email protected]
MONETA UFFICIALE
La moneta ufficiale è l’euro, come nel resto del
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
info utili
TRASPORTI
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
LINGUA
La lingua ufficiale è il tedesco, con qualche
differenza. È utile, quando si parla un po’
di tedesco e si va in Austria, tener conto di
queste diversità e conoscere alcune espressioni specificamente austriache, anche perchè
gli austriaci apprezzano molto quando uno
straniero fa capire di conoscere qualche parola
dell’”austriaco”. L’inglese è molto diffuso.
tre tram e autobus terminano il loro servizio
generalmente prima. Venerdì e sabato notte e
nei giorni prefestivi la metropolitana rimane in
servizio addirittura per 24 ore. Gli autobus notturni fanno servizio ogni notte lungo gli itinerari
più importanti della città.
Banche
La maggior parte delle banche è aperta dal
lunedi al venerdi dalle 8.00 alle 12.30 e dalle
13.30 alle 15.00; di giovedì l’apertura è prolungata fino alle 17.30. Nel centro storico (1° distretto) quasi tutte le banche sono aperte anche
durante la pausa pranzo.
ACQUISTA ORA
CITY PASS
La Vienna Card è un modo intelligente per
vivere la città risparmiando, infatti con solo
18,90 € dà diritto a usare la metropolitana, il
tram e l’autobus per 48/72 ore di seguito, oltre
a ottime agevolazioni e riduzioni (circa 210) per
l’ingresso nei musei, nelle attrazioni turistiche,
nei negozi, nei teatri, nei concerti, nei caffè e
nei ristoranti.
CLIMA
Vienna gode generalmente di un clima continentale con inverni lunghi e rigidi caratterizzati
da frequenti nevicate ed estati miti con frequenti precipitazioni. La temperatura media annuale
è 10,4 °C in centro città e 9,8 °C nei dintorni,
tuttavia vi sono differenze climatiche all’interno
della stessa zona urbana: i distretti occidentali,
per esempio, risentono dell’influsso oceanico e
delle piogge causate dai venti marittimi, mentre
a sud e ad est il clima è continentale con temperature più estreme (molto elevate d’estate e
rigide d’inverno).
Gennaio e febbraio sono i mesi più freddi, con
temperature di poco superiori allo zero anche
di giorno, giugno, luglio e agosto sono i mesi
più caldi, anche se difficilmente si superano i
25 gradi di media. In ogni caso, Vienna è meravigliosa in tutte le stagioni.
Vienna Card:
Più di 210 agevolazioni da utilizzare presso
musei e attrazioni turistiche, teatri, concerti, negozi, caffè, ristoranti...
- Validità dalla data di emissione. Il biglietto di
viaggio incluso, valido per le linee austriache,
ha una validità di 48/72 ore dalla convalida. Le
riduzioni offerte dalla Carta Vienna sono usufrubili anche nel corso dell’intero ultimo giorno
di validità.
Noebu
-©Le
istruzioni per l’uso della Vienna Card sono
ORARI DI APERTURA
Musei
La maggior parte dei musei è aperta al pubblico
tutti i giorni. Alcuni osservano un giorno di chiusura alla settimana, spesso di lunedì o martedì.
Gli orari di apertura giornalieri sono diversi, in
generale si può presumere che un museo sia
aperto dalle 10 alle 17. Alcuni dei grandi musei
offrono agli amanti dell’arte una serata lunga
ogni settimana con orari di apertura prolungati
fino alle 20.00 o alle 21.00.
MANCIA
In molti settori dove vengono prestati servizi
come ristorazione, taxi, parrucchieri e distributori di benzina “serviti” si usa dare una mancia del 5-10 % in segno di soddisfazione per il
servizio ricevuto.
Negozi
La maggior parte dei negozi è aperta dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 18.30, mentre il
sabato fino alle 17.00 o alle 18.00; alcuni centri
commerciali sono aperti dal lunedi al venerdi
fino alle 20.00 o alle 21.00
Di domenica e nei giorni festivi è possibile
fare acquisti nelle grandi stazioni ferroviarie,
all’aeroporto e nei negozi all’interno dei musei.
13
Ristoranti
Nel centro storico la maggior parte dei ristoranti
è aperta tutti i giorni. La cucina calda è in funzione di solito dalle 11.00 alle 14.00 e dalle 18.00
alle 22.00; molti locali servono pietanze calde
tutto il giorno. Alcuni ristoranti (spesso fuori dal
centro) osservano un giorno di riposo settimanale, talvolta anche di domenica.
Trasporti pubblici
La metropolitana fa servizio tutti i giorni più o
meno dalle 5.00 del mattino alle 24.00, men-
Castello di Schonbrunn © Saikofish
14
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
ANIMALI
Per cani e gatti è necessario il libretto sanitario
compilato in tedesco o in inglese, che deve attestare che la vaccinazione antirabbica è stata
fatta da non più di un anno e non è più recente
di un mese.
contenute nel libretto di coupon da 120 pagine
che ogni acquirente riceve gratuitamente.
- € 9 invece di 10 con il City Airport Train; €
6 invece di 7 con la Vienna Airport Lines
dall’aeroporto al centro città e viceversa.
Internet : vienna card
info utili
territorio austriaco. Con il bancomat e le carte
di credito è possibile prelevare denaro contante
24 ore su 24 presso i bancomat disseminati un
po’ ovunque in città; le carte di credito sono accettate ovunque.
info utili
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
I MIGLIORI TOUR E COSE DA FARE
Il team di esperti di Musement seleziona le migliori cose da fare in tutto il
mondo con diverse opzioni per tutte le tasche. Le nostre offerte spaziano dalle
escursioni per piccoli gruppi con guide private, agli ingressi ai musei e alle mostre senza fare la fila, oltre a molte altre esperienze indimenticabili.
MIGLIOR PREZZO GARANTITO
Se trovate la stessa attività a un prezzo più basso da un’altra parte, noi pareggeremo l’offerta.
ESPERIENZE
Palazzo di Hofburg
Biglietto e Tour con audioguida
Un’autentica città nella città: questo è il complesso architettonico di Hofburg, centro del potere austriaco.
Ammira le maestose sale, gli appartamenti imperiali, il Museo
di Sissi e il Museo delle Argenterie di corte.
Scopri come vivevano l’imperatore Francesco Giuseppe e la
moglie Sissi. Visita con audioguida
INFORMAZIONI
DURATA : 2 ore
DISPONIBILITÀ : tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.30
PREZZO : da € 12,50
Castello di Schönbrunn
Biglietto e Tour con audioguida
PRENOTA ORA
n
no ere
da rd
pe
ASSISTENZA CLIENTI 24/7
SCELTI PER VOI da
Il Castello di Schönbrunn, residenza estiva degli imperatori d’Asburgo, è un capolavoro del barocco, nonché uno dei
monumenti più affascinanti e rappresentativi di Vienna. Per il
turista che viene a Vienna, questo magnifico palazzo merita
senza’altro una visita. Per esplorare le sale del palazzo aperte
al pubblico, sono disponibili due percorsi di visita...
Cerchi un prodotto specifico? Hai bisogno di aiuto in fase di ordine? Il nostro
team di assistenza clienti è qui per aiutarvi passo dopo passo.
ACQUISTI FACILI E SICURI
Trattiamo le tue carte e i tuoi dati con cura. Prenota la tua attività attraverso il
nostro sito web e le nostre app e riceverai una conferma immediata.
INFORMAZIONI
DURATA : 35 min / 50 min a seconda del tour scelto
DISPONIBILITÀ : tutti i giorni
PREZZO : da € 12,90
PRENOTA ORA
Scopri TUTTE LE ATTIVITA’ A VIENNA
n
no ere
da rd
pe
Visita al Castello di Schönbrunn e tour della
città di Vienna
Scopri gli interni del Castello di Schönbrunn e le più importanti
attrazioni storiche di Vienna come la famosa Ringstrasse, il
MAK, il Teatro dell’Opera, il Museo delle Belle Arti, con i famosi tesori d’arte degli Asburgo, il Museo di Storia Naturale,
l’Hofburg, il Parlamento, il Municipio e il Burgtheater..
INFORMAZIONI
DURATA : 43 ore 30 minuti (lingua IT, EN, FR, SP, DE)
DISPONIBILITÀ : Ogni giorno alle 09:45
PREZZO : da € 44,00
15
16
PRENOTA ORA
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Musement è una piattaforma online che permette ai viaggiatori di scoprire, prenotare e acquistare
le migliori attività, gli ingressi alle mostre e ai musei, i pass e le visite guidate per qualsiasi destinazione.
ESPERIENZE
Acquista online le migliori attività, gli ingressi alle mostre e ai
musei, i pass e le visite guidate.
n
no ere
da rd
pe
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
1
Chiesa di San Carlo
Karlskirche
Karlsplatz 10 - Vienna
Costruita tra il 1714 e il 1739 su progetto di Johann Bernhard
Fischer von Erlach, per adempiere ad un voto fatto da Carlo VI a
causa di un’epidemia di peste, la chiesa, in stile barocco, è caratterizzata da un frontone sorretto da colonne corinzie; da 2 angeli,
rappresentati il Vecchio ed il Nuovo Testamento; da 2 colonne ritorte, decorate con scene della vita del santo; e da un’imponente
cupola. Degno di nota l’altare maggiore e l’affresco della cupola,
opera di Rottmayr.
2
Chiesa dei Francescani
Franziskanerkirche
Franziskanerplatz 4 - Vienna
Costruita tra il 1603 e il 1611, la chiesa è l’unico edificio religioso
viennese ad avere una facciata rinascimentale, pur presentando
numerosi elementi gotici e barocchi. All’interno sono conservati
sei altari laterali in nicchie decorate, l’altare maggiore di Andrea
Pozzo, e l’organo più antico della città.
DA VISITARE
3
TiP
chiese...................................................pag1
palazzi..................................................pag5
musei....................................................pag9
monumenti e strutture..........................pag13
teatri.....................................................pag21
varie......................................................pag23
Chiesa di Sant’Agostino
Augustinerkirche
Augustinerstraße 10 - Vienna
Costruita tra il 1330 ed il 1339 da Federico I d’Asburgo, la chiesa,
parte della Hofburg, ospitò numerosi matrimoni della casa imperiale, tra i quali le nozze fra l’imperatore Francesco Giuseppe e
la sua Sissi, nel 1854. All’interno degno di nota il monumento
sepolcrale dedicato all’arciduchessa Maria Cristina, opera di Antonio Canova; e la Cripta dei Cuori, all’interno della quale sono
conservati, in urne d’argento, 54 cuori della famiglia degli Asburgo.
(tourist informations in pills)
chiese.............................................pag18
palazzi............................................pag22
musei..............................................pag26
case-musei.....................................pag30
monumenti......................................pag32
strutture..........................................pag34
piazze/vie.......................................pag36
teatri...............................................pag38
parchi..............................................pag40
castello schonbrunn.......................pag42
nei dintorni......................................pag44
4
Cappella Imperiale
Hofburgkapelle
In der Burg - Vienna
Parte della Hofburg, la cappella, documentata dal 1296, è uno
dei corpi più antichi del palazzo. Gli interni gotici originali, modificati da Maria Teresa, ospitano numerose statue intagliate. Qui
inoltre risiede la Hofmusikkapelle, composta esclusivamente da
un coro di Piccoli Cantori Viennesi e da alcuni membri del coro e
dell’Orchestra dell’Opera di Stato.
Casa di Hundertwasser © Dennis Fromme
17
18
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
CHIESE
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
Michaelerplatz 4-5 - Vienna
Risalente al XIII secolo, la chiesa assunse l’attuale aspetto durante i lavori di ristrutturazione del 1792. All’interno, degno di
nota il settecentesco altare maggiore, realizzato da Jean-Baptiste d’Avrange, e decorato con la “Caduta degli Angeli”, opera
dello scultore Lorenzo Mattielli; gli stucco di Karl Georg Merville;
la pala d’altare di Franz Anton Maulbertsch; e l’organo di Johann
David Sieber. Qui si svolse la prima mondiale del “Requiem” di
Mozart.
6
Chiesa dei Minoriti
Minoritenkirche
10
Chiesa di Santa Maria sulla Riva
Maria am Gestade
Passauer Platz 2 - Vienna
Costruita tra il 1394 e il 1414, la chiesa, dopo essere stata sconsacrata nel 1786 e utilizzata come scuderia durante le guerre
napoleoniche, nel 1812 fu riconsacrata e ristrutturata. L’edificio,
in stile gotico, presenta una struttura slanciata, sulla quale spicca
la torre sormontata da una cupola a elmo in pietra bianca, un
tempo utilizzata come punto di riferimento per i navigatori. Degno di nota il coro con 2 pannelli raffiguranti l’Annunciazione e
la Crocefissione.
Chiesa di San Pietro
Peterskirche
11
St Paul’s Church Yard 5 - Vienna
In luogo dell’attuale chiesa in origine vi era uno dei più antichi
edifici sacri di Vienna, del quale oggi non resta nulla. Costruito
nel 792, l’edificio religioso è accreditato come la chiesa più antica della città. Tra il 1998 e il 2004 un completo restauro ha dato
lucentezza alle ricchezze artistiche. L’attuale struttura si caratterizza per le elaborate decorazioni barocche progettate da Gabriele Montani e da Von Hildebrant, a cui si deve anche il palazzo
del Belvedere.
8
Chiesa di San Ruperto
Ruprechtskirche
Ruprechtsplatz 1 - Vienna
Costruita nel IX secolo, la chiesa è l’edificio religioso più antico
della città. Principale edificio ecclesiastico di Vienna fino alla fine
del XII secolo, quando prese il suo posto il duomo di Santo Stefano, la chiesa in pietra, più volte ricostruita, è dotata delle campane e delle vetrate istoriate più antiche di Vienna.
Minoritenplatz 5 - Vienna
Qui si celebra la messa in italiano. La prima pietra fu posta da
Premysl Ottokar nel 1276. L’edificio religioso è stato edificato, in
stile gotico-francese, per volere del duca Leopoldo IV, il quale
prese spunto dal suo viaggio ad Assisi. La chiesa, completata
nel 1350, costituisce, dopo la cattedrale di S.Stefano, il luogo
sacro di maggior rilievo della storia di Vienna. E’ anche detta
“Chiesa nazionale degli italiani”, Giuseppe II infatti la donò agli
italiani come regalo.
7
9
Chiesa Votiva
Votivkirche
Rooseveltplatz K - Vienna
Costruita tra il 1855 e il 1879, su progetto di Heinrich von Ferstel,
per ringraziare dello scampato attentato del 1853 a Francesco
Giuseppe, la chiesa, in stile neogotico, si presenta come basilica
con tre navate e transetto. La facciata è caratterizzata da due
slanciate torri ottagonali, dal rosone centrale, e dai tre portali con
archivolti a capanna. Degno di nota l’altare maggiore, sormontato da un ciborio, e il mausoleo rinascimentale in onore di Niklas
Salms.
Duomo di Santo Stefano
Stephansdom
12
Jasomirgottstraße 1 - Vienna
Simbolo di Vienna, la chiesa fu ricostruita nelle forme gotiche
tra il XIV e il XV secolo, mantenendo della precedente edificio
il Portale dei Giganti e le Torri dei Pagani. All’interno è presente
il mausoleo di Federico III, opera di Niclas Gerhaert van Leyden; il pulpito, di Anton Pilgram; l’altare “di Wiener Neustadt”; e
il mausoleo del principe Eugenio di Savoia. Degno di nota il tetto
maiolicato, rivestito da 250.000 tegole smaltate che ricreano lo
stemma degli Asburgo.
Chiesa dei Servi
Servitenkirche
Servitengasse 9 - Vienna
Costruita nel 1651 dal convento dei serviti, la chiesa, in stile barocco, è caratterizzata all’esterno da due torri. All’interno, invece,
è conservata la tomba di Ottavio Piccolomini; una scultura raffigurante la Pietà, posta sull’altare della Madonna Addolorata; e il
crocifisso del XIII secolo a destra dell’altare maggiore.
19
20
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Chiesa di San Michele
Michaelerkirche
CHIESE
5
CHIESE
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
1
Belvedere
Belvedere
Prinz-Eugen-Straße 58 - Vienna
Commissionato a Johann Lukas von Hildebrandt dal principe
Eugenio di Savoia, il Belvedere, in stile barocco, è composto
da due edifici: il Belvedere Superiore, realizzato tra il 1717 e il
1723; e il Belvedere Inferiore, realizzato tra il 1712 e il 1717. Qui
soggiornarono Napoleone, Maria Teresa Carlotta e l’arciduca
Ferdinando. Attualmente il complesso ospita, invece, la Galleria
d’arte imperiale. Degni di nota i magnifici giardini, progettati da
Dominique Girard.
2
Casa di Hundertwasser
HundertwasserHaus
Kegelgasse 35 - Vienna
Questo complesso di edifici con cupole a cipolla, tetti, giardino e
una facciata decorata a colori vivaci fu costruito, secondo canoni
ecologici e artistici, tra il 1983 e il 1985 dall’eccentrico artista
austriaco Friedensreich Hundertwasser il quale voleva dimostrare come il pratico possa essere anche bello. Più di 200 alberi
e arbusti sui balconi e sulle terrazze fanno della casa, complesso
di edilizia popolare trasformato in opera d’arte, un’oasi verde nel
cuore di Vienna.
3
Casa di Johann Strauss
Johann Strauß Wohnung
Praterstraße 54 - Vienna
Nelle vicinanze della KunstHaus Wien, edificio di 50 appartamenti progettato da Friedensreich Hundertwasser, è situata la
casa di Strauss, oggi anche museo. Si tratta della residenza Viennese del re del valzer in cui abitò con la sua prima moglie, la
cantante lirica Henriette Treffz. Qui Strauss compose il famoso
valzer “Sul bel Danubio blu”. E’ una delle melodie più famose
di tutti i tempi ed è anche conosciuta come inno “non ufficiale”
dell’Austria.
4
Palazzo dell’Accademia delle Scienze
Akademie Der Wissenschaft
Doktor-Ignaz-Seipel-Platz 2 - Vienna
Costruito per volere dell’imperatrice Maria Teresa e situato di
fronte all’università, risale alla metà del XVIII secolo. L’accademia
è ospitata all’interno di questo edificio, esempio di stile classico
francese, dal 1857 e rappresenta oggi la massima istituzione culturale austriaca. L’idea di creare tale istituzione venne suggerita
da Gottfried Wilhelm Leibniz. Qui, il 27 marzo 1808, si tenne uno
dei concerti più importanti della storia della musica.
21
22
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
PALAZZI
CHIESE
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
6
Biblioteca Nazionale
Nationalbibliothek
Palazzo Imperiale
Hofburg
Michaelerplatz 1 - Vienna
Costruito su un castello medievale, il palazzo, ampliato fino al
1918, è costituito da un insieme di magnifici edifici, un tempo dimora degli imperatori. Oggi il complesso ospita gli uffici del presidente dell’Austria, un centro congressi internazionale, il Maneggio d’inverno, diversi appartamenti ufficiali e privati, numerosi
musei e gli appartamenti di stato. Degno di nota il Palazzo Nuovo
(Neue Burg).
8
Palazzo del Parlamento
Parlamentsgebäude
Doktor-Karl-Renner-Ring 3 - Vienna
Costruito tra il 1873 e il 1883 su progetto di Theophil Hansen, il
palazzo, in stile neoclassico, è il luogo in cui nel 1918 fu proclamata la prima Repubblica austriaca. La facciata, raggiungibile
attraverso due rampe di scale fiancheggiate da statue di pensatori greci, è caratterizzata dal pronao di ordine corinzio, e da
alcune quadrighe. Degna di nota la fontana di Atena, posta di
fronte all’edificio.
10
Josefsplatz 5 - Vienna
Realizzata nella prima metà del XVIII secolo da Johann Bernhard
Fischer von Erlach e dal figlio Johann Emanuel, la biblioteca nazionale è la biblioteca barocca più grande d’Europa. La collezione è composta da più di 200.000 volumi, fra cui 15.000 libri
appartenuta al principe Eugenio di Savoia, e una della collezioni
di manoscritti della Riforma di Martin Lutero più grandi al mondo.
Degni di nota due globi barocchi di fattura veneziana.
7
9
Municipio
Rathaus
Rathausplatz 1 - Vienna
Costruito tra il 1872 ed il 1883 da Friedrich von Schmidt, il municipio è la più importante costruzione neogotica laica di Vienna.
L’edificio è caratterizzato dall’imponente torre, alta 97,9 metri,
sulla quale è posta la cosiddetta “Guardia Municipale di Ferro”.
All’interno è presente anche la Biblioteca e l’archivio della Città e
dello Stato federativo di Vienna.
PRENOTA ORA
Neue Burg
Neue Burg
11
Doktor-Karl-Lueger-Ring 1 - Vienna
Istituita nel 1365 dal Duca Rodolfo IV, l’università di Vienna è
una delle università più antiche d’Europa, che oggi vanta circa
60.000 studenti. L’attuale edificio fu costruito in stile rinascimentale italiano tra il 1877 ed il 1884 da Heinrich von Ferstel. La
facciata è caratterizzata da grandi scalinate e dall’ingresso con
colonne in marmo. All’interno, invece, degna di nota la sala delle
cerimonie, decorata con affreschi di Gustav Klimt.
12
Heldenplatz 21/4 - Vienna
Parte della Hofburg, la Neue Burg fu costruita tra la fine
dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, durante la realizzione del
foro imperiale, mai terminato. L’edificio semicircolare presenta
un’immensa facciata caratterizzata da una serie di finestre a
tutto sesto intervallate da statue, da una serie di colonne, e dalla
maestosa entrata. All’interno ha sede la collezione di armi e armature, la collezione di antichi strumenti musicali, il Museo Etnologico e il Museo di Efeso.
Università di Vienna
Universität Wien
Palazzo Liechtenstein
Gartenpalais Liechtenstein
Fürstengasse 2 - Vienna
Costruito alla fine del XVII secolo, su progetto dell’architetto
italiano Domenico Egidio Rossi, come residenza estiva della
famiglia Liechtenstein, il palazzo è l’edificio barocco più importante di Vienna. L’edificio, dopo essere stato restaurato, fu riaperto come museo. Degni di nota gli interni riccamente decorati e
i magnifici giardini.
23
24
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Friedrichstraße 12 - Vienna
Costruito tra il 1897 e il 1898 su progetto dell’architetto Joseph
Maria Olbrich, come manifesto del movimento della Secessione,
il palazzo bianco, di forma cubica, presenta una facciata caratterizzata dal portale incorniciato da un fregio di foglie dorate e
dai rilievi di teste femminili, simboli della pittura, dell’architettura
e della scultura, e dalla cupola ricoperta da 3000 foglie d’alloro
in filigrana. All’interno degno di nota il Beethovenfries di Gustav
Klimt.
PALAZZI
Palazzo della Secessione
Palast der Sezession
PALAZZI
5
n
no ere
da rd
pe
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
1
Galleria d’Arte Imperiale
Gemäldegalerie
Prinz-Eugen-Straße 58 - Vienna
Allestita all’interno del Belvedere Superiore, la galleria ospita una
magnifica collezione di opere d’arte che vanno dalla fine del barocco allo Jugendstil e all’arte contemporanea. All’interno sono
esposti capolavori di grandi maestri, tra i quali Klimt, Schiele,
Kokoschka, Makart, Boeckl, Wotruba, Michael Pacher, Conrad
Laib, Johann Michael Rottmayr, Daniel Gran e Franz Xaver
Messerschmidt. Degno di nota “Il bacio” e “Giuditta”, di Klimt.
Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00. Ingresso € 11.
2
KunsHausWien - Museo Hundertwasser
KunsHausWien
Untere Weißgerberstraße 13 - Vienna
Inaugurato nel 1991, il museo è allestito in un’ex fabbrica di
mobili, oggi caratterizzata da un’appariscente facciata che
spicca per i suoi elementi irregolari di colore rosso, giallo e blu.
All’interno è allestita una mostra permanente dedicata alle opere
di Hundertwasser.
Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00. Ingresso € 10.
3
Museo Diocesano
Dom-Und Diozesanmuseum
Stephansplatz 1 - Vienna
Fondato nel 1933 e situato alle spalle del palazzo arcivescovile
è considerato come una delle gemme più rinomate tra i musei
di Vienna. Espone oggetti, materiali e opere d’arte inerenti alla
materia sacra provenienti dalla Cattedrale di S. Stefano e da altre chiese della zona. La collezione comprende arte risalente al
periodo che va dal XIV al XVIII secolo. Il tesoro più prezioso è
il ritratto del duca Rodolfo IV, il più antico ritratto in Occidente.
Martedì dalle 10 alle 20; da Mercoledì a Sabato dalle 10 alle 18. Ingresso € 7.
4
Albertina
Albertina
Albertinaplatz S - Vienna
Istituito nel 1776 dal duca Alberto di Sassonia TeschenIl, il museo conserva una delle collezioni di grafica più estese e più
preziose del mondo, costituita da più di un milione di stampe e
60.000 disegni, oltre ad una collezione di architettura e di fotografica. Tra le varie opere esposte ricordiamo “La giovane lepre”
di Dürer; gli studi di donna di Klimt; lo “Stagno delle ninfee” di
Monet; le “Ballerine” di Degas; e il “Ritratto di fanciulla” diRenoir.
Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00; Mercoledì fino alle 21.00. Ingresso € 11.
25
26
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
musei
PALAZZI
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
Museumsplatz 1 - Vienna
Creato nelle vecchie scuderie imperiali, costruite tra il 1713 e il
1725 per volere di Carlo VI, è uno dei più grandi complessi museali al mondo. Trasformato in un centro espositivo nel 1918, il
complesso, negli anni ‘90, fu convertito in un enorme centro culturale che aprì al pubblico nel 2001. Oggi ne fanno parte il Museo
d’Architettura, il Museo Leopold, il museo d’arte moderna e contemporanea, il museo per bambini Zoom e la galleria d’arte Kunsthalle.
6
Aperto tutti i giorni (Settembre-Giugno) 9 - 17.30; (Luglio-Agosto) 9 - 18. € 10,50.
Museo di Storia dell’Arte
Kunsthistorisches Museum
10
Museo Sissi
Sisi Museum
Michaelerplatz 1 - Vienna
Allestito nella Hofburg, il museo ripercorre la vita dell’imperatrice,
dalla gioventù in Baviera al fidanzamento con l’imperatore austriaco, fino all’assassinio nel 1898. Tra gli oggetti esposti ricordiamo uno dei pochi abiti estivi ancora conservati; le ricostruzioni
dell’abito indossato per la festa alla vigilia delle nozze e dell’abito
con cui venne incoronata regina d’Ungheria; la maschera funeraria; e il cappotto con il quale fu coperta dopo l’attentato.
Aperto da Martedì a Domenica dalle 10 alle 18; Giovedì fino alle 21. Ingresso € 12.
Aperto tutti i giorni (Settembre-Giugno) 9 - 17.30; (Luglio-Agosto) 9 - 18. € 23,50.
Museo di Storia Naturale
Naturhistorisches Museum
11
U-Bahn Station Volkstheater 1561/1 - Vienna
Allestito nel palazzo progettato da Gottfried Semper e Karl von
Hasenauer, il museo, aperto nel 1889, ospita magnifiche collezioni di storia naturale, geologia e archeologia, realizzate a partire
dalla raccolta di curiosità naturali dell’imprenditore Francesco
Stefano. Tra gli oltre 20 milioni di pezzi, degni di nota sono la
statuetta della Venere di Willendorf; i gioielli regalati da Francesco Stefano alla moglie Maria Teresa; e i resti di dinosauri.
Camera del Tesoro
Schatzkammer
Michaelerplatz 6 - Vienna
Situata nell’ala più antica della Hofburg, lo Schweizerhof, la camera del tesoro ospita ricordi, reliquie sacre e i simboli della sovranità degli Asburgo. Da non perdere la corona del Sacro Romano
Impero, la corona dell’imperatore Rodolfo II, il tesoro dei Burgundi, il globo e lo scettro imperiale, il mantello dell’incoronazione di
Ruggero II di Sicilia, e un “unicorno” lungo 2,5 metri. Qui si trova
il più importante Tesoro della Corona del Medioevo.
Aperto tutti i giorni, tranne il Martedì, dalle 9.00 alle 18.30; Mercoledì fino alle 21. € 10.
8
Appartamenti Imperiali
Kaiserappartements
Löwelstraße - Vienna
Situati all’interno della Hofburg, gli appartamenti, dove vissero
l’imperatore Francesco Giuseppe e la moglie Elisabetta, sono in
stile Rococò con stuccature, preziosi arazzi di Bruxelles del XVIIXVIII secolo, lampadari di cristallo di Boemia e mobili ottocenteschi in stile Impero e Luigi XV. Oggi sono visitabili le sale per
gli ufficiali, la grande sala delle udienze, la camera delle conferenze, lo studio dell’imperatore e la camera da letto della moglie.
Babenbergerstraße 2 - Vienna
Aperto nel 1891 per ospitare le vaste collezioni della casa imperiale, il museo comprende la pinacoteca, la collezione egizia orientale, la collezione d’arte antica, un’area dedicata alla
scultura e alle arti decorative, il gabinetto numismatico e la biblioteca. All’interno degni di nota capolavori di Raffaello, Vermeer,
Velazquez, Rubens, Rembrandt, Tiziano, Tintoretto, Antonello
da Messina e Caravaggio.
7
9
Aperto tutti i giorni, tranne il Martedì, dalle 9.00 alle 17.30. Ingresso € 12.
Museo Etnologico
Museum für Völkerkunde
12
Burgring 5 - Vienna
Istituito nel 1928, il museo espone una collezione di oggetti
provenienti dall’Oceania e dal Nord America, raccolti da James
Cook; oggetti preziosi provenienti dalle Americhe, dall’Africa e
dall’Indonesia; una collezione brasiliana realizzata da Johann
Natterer nell’Ottocento; una collezione di bronzi provenienti dal
Benin; 200000 manufatti etnografici; 25000 fotografie storiche;
136000 libri e periodici sui popoli extra-europei e film.
Museo Liechtenstein
Liechtenstein Museum Fürstengasse 2 - Vienna
Allestito all’interno del palazzo Liechtenstein, il museo ospita la
ricca collezione privata della famiglia Liechtenstein, costituita da
1.600 capolavori, che vanno dal Rinascimento al romanticismo
austriaco, oltre a un’ampia collezione di porcellane e oggetti in
bronzo. Degne di nota opere di Rubens, van Dyck, Raffaello,
Rembrandt e Hamilton; una delle più belle carrozze francesi; e il
Badminton Cabinet, il mobile più prezioso del mondo.
Lunedì, Martedì e Giovedì dalle 10.00 alle 16.00; Mercoledì dalle 10.00 alle 18.00. € 8.
Il museo è aperto solamente per visite guidate ed eventi privati.
27
28
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Quartiere dei Musei
Museumsquartier
musei
5
musei
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
1
Casa - Museo di Schubert
Schuberthaus
Nußdorfer Straße 54 - Vienna
Noto come “la casa del granchio rosso”, l’edificio fu la casa
in cui, il 31 gennaio 1797, nacque Franz Schubert. All’interno
dell’abitazione, dove il compositore trascorse i suoi primi quattro
anni di vita, è oggi allestito un museo, il quale ripercorre la vita
del musicista, attraverso l’esposizione di ritratti e oggetti personali, come gli occhiali indossati da Schubert.
Aperto da Martedì a Domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18. Ingresso € 4.
2
Casa - Museo di Sigmund Freud
Freudhaus
Berggasse 18-20 - Vienna
Istituito nel 1971 nella casa in cui visse per 47 anni, dal 1891 al
1938, Sigmund Freud, il museo conserva arredi originali; una
selezione di oggetti antichi facenti parte della raccolta del fondatore della psicanalisi; autografi; prime edizioni delle sue opere; e
filmati originali che riprendono scene della vita privata di Freud
e della sua famiglia, scelti e commentati dalla figlia, Anna Freud.
Aperto tutti i giorni (1/7 - 30/9) dalle 9 alle 18; (1/10 - 30/6) dalle 9 alle 17. Ingresso € 8.
3
Pasqualati Haus, Casa - Museo di Beethoven
Pasqualati Haus
Mölker Bastei 8 - Vienna
Il famoso compositore visse in questa casa, che porta il nome
del proprietario Gedenkstätte Pasqualati, dal 1804 al 1814.
All’interno troviamo un’esposizione caratterizzata da riproduzioni
di mobili antichi, cimeli, arredi dell’epoca e dalla presenza di uno
dei principali pianoforti di Beethoven. Egli qui compose opere
come la quarta, la quinta e la settima sinfonia, “Fidelio” e il pezzo
per pianoforte “Per Elisa” (dedicato a Teresa di Malfatti).
Aperto da Martedì a Domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18. Ingresso € 4.
4
Casa - Museo di Mozart
Mozarthaus
Domgasse 4 - Vienna
Situata al primo piano della Figarohaus, la casa fu la residenza
di Mozart dal 1784 al 1787, periodo durante il quale compose
alcuni dei suoi più imporanti capolavori, come i quartetti dedicati
a Hayden e “Le nozze di Figaro”. Dal 2006, in occasione del 250º
anniversario della nascita del grande compositore austriaco, il
palazzo è stato adibito a museo.
Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00. Ingresso € 10, ridotto € 8.
29
30
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
case - museo
MUSEI
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
1
Monumento a Maria Teresa
Maria Teresa Denkmal
Museumsplatz 2 - Vienna
Realizzato nel 1888 dallo scultore tedesco Kaspar von Zumbusch, il monumento raffigura l’imperatrice Maria Teresa sul
trono circondata dai suoi ministri e consiglieri e da quattro uomini
a cavallo.
2
Monumento a Mozart
Mozart Denkmal
Burgring 3A - Vienna
Gli estimatori di Mozart si recano in pellegrinaggio alla statua
del genio della musica nel Burggarten. E’ qui che dal 1953 troviamo questo magnifico monumento inizialmente collocato nella
vicina Albertinaplatz. E’ in marmo bianco, alla base vi sono degli
strumenti musicali in bronzo ed è rappresentata la famiglia del
compositore intenta a suonare. C’è poi un bassorilievo con le
scene del Don Giovanni e ai piedi della statua vi è una chiave di
violino costituita da piante.
3
Monumento a Goethe
Goethe Denkmal
Goethegasse 3 - Vienna
Realizzata nel 1900 da Edmund Hellmer, la statua bronzea,
posta su una base in marmo, raffigura uno dei maggiori scrittori
di lingua tedesca, Johann Wolfgang von Goethe, seduto su una
sontuosa poltrona.
4
Monumento a Johann Strauss
Johann Strauss Denkmal
Stadtpark 1343/1 - Vienna
Monumento più fotografato dello Stadtpark, la statua dorata
di Johann Strauss fu realizzata nel 1921 da Edmund Hellmer.
L’opera e composta da un arco in marmo, all’interno del quale è
posto il “re viennese del valzer”, ritratto mentre suona il violino in
mezzo a estatici danzatori.
31
32
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
monumenti
case - museo
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
1
Parco Divertimenti
Volksprater
Ausstellungsstraße 2 - Vienna
Il Prater è il parco di divertimento più antico d’Europa e uno dei
più popolari del mondo, famoso soprattutto per la sua ruota panoramica. La ruota panoramica Riesenrad è il simbolo pagano di
Vienna, quello del divertimento. Questa struttura, alta 65 metri
e dotata di 15 vagoni, risale al 1897. Il parco offre ai propri visitatori circa 250 attrazioni tra le quali diverse ultra-moderne, tra
cui la giostra più grande del pianeta che gira su una torre alta
107 metri.
2
Ruota Panoramica
Riesenrad
Antifaschismusplatz - Vienna
Simbolo del Prater, la ruota panoramica fu costruita nel 1897,
in occasione dei 50 anni di regno di Francesco Giuseppe I,
dall’ingegnere inglese Walter Basset. Restaurata nel 1945 in
seguito ad un incendio, la struttura, alta 65 metri, è dotata di vecchie cabine rosse in legno, in alcune delle quali viene illustrata la
storia della ruota e della città. Da non perdere il piccolo museo
interno.
3
Ankeruhr
Ankeruhr
Hoher Markt 12 - Vienna
Costruito tra il 1911 e il 1917 su progetto del pittore Jugendstil
Franz Matsch, l’orologio a figure mobili è posto su un ponte
che collega le due parti dell’edificio dell’Anker-Hof. Ogni giorno
dodici coppe di figure, tra le quali Carlo Magno, Marco Aurelio,
l’imperatrice Maria Teresa d’Austria, l’imperatore Francesco I e
Joseph Haydn, ognuna simbolo di un periodo storico di Vienna,
si affacciano allo scoccare dell’ora. Alle 12 escono tutte le figure
con sottofondo musicale.
4
Fontana Donner
Donnerbrunnen
Plankengasse 1 - Vienna
Realizzata tra il 1737 e il 1739 da Raphael Donner, la fontana
è caratterizzata dalla statua raffigurante l’allegoria della Divina
Provvidenza, circondata da quattro cherubini che sovrastano la
vasca della fontana. Agli angoli sono invece poste quattro figure
nude raffiguranti i fiumi Traun, Enns, March e Ybbs, rimosse durante il regno di Maria Teresa perché considerate indecorose, e
sostituite nel XIX secolo da quattro copie.
33
34
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
strutture
monumenti
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
Centro Storico di Vienna
Zentrum von Wien
Jasomirgottstraße 1 - Vienna
Dichiarato dall’Unesco patrimonio storico e culturale dell’umanità,
il centro storico di Vienna è caratterizzato da strade di ciottoli,
strette vie, tranquille piazze, edifici storici e i migliori ristoranti,
caffè e negozi della città. Da non perdere il duomo di Santo Stefano, la Hofburg, l’Opera di Stato e il Museo di storia dell’arte.
PRENOTA ORA
2
Piazza Santo Stefano
Stephansplatz
Stephansplatz - Vienna
Situata nel punto di convergenza delle due grandi vie pedonali
del centro storico, la piazza, animata sia di giorno che di notte
dai cittadini e dai numerosi turisti, prende il nome dal suo edificio
più importante, il Duomo di Santo Stefano. Su di essa si affaccia
anche la Haas-Haus, opera d’arte di Hans Hollein (artista molto
discusso e poco apprezzato) e l’Erzbischoflisches Palais, che è
il palazzo arcivescovile. Oggi è la piazza principale di Vienna.
3
Graben
Graben
Graben - Vienna
La strada “Graben” è senz’altro tra i luoghi più famosi di Vienna.
Nota con il nome di “piazza allungata”, da più di 5 secoli è il fulcro dell’attività commerciale locale. Nel 1974 è stata trasformata
in zona pedonale. Vi sono due antiche fontane che la ornano
all’estremità, al centro c’è invece la “Colonna della peste”: alta 19
m. ed eretta nel 1687 per festeggiare la sconfitta della peste. Qui
troviamo i negozi più prestigiosi e si affacciano i più bei edifici
della città.
4
Piazza degli Eroi
Heldenplatz
Heldenplatz - Vienna
Costruita sotto il regno dell’imperatore Francesco Giuseppe
come parte del foro imperiale, la piazza ospita la Neue Burg, e
due statue equestri raffiguranti il Principe Eugenio di Savoia e
l’Arciduca Carlo d’Austria. Qui, nel 1938, Adolf Hitler annunciò
alla folla riunita l’annessione dell’Austria al Terzo Reich.
35
36
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
piazze / vie
strutture
1
n
no ere
da rd
pe
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
1
Teatro Nazionale
Burgtheater
Doktor-Karl-Lueger-Ring 2 - Vienna
Costruito tra il 1874 e il 1888 su progetto di Gottfried Semper
e Karl von Hasenauer per volere dell’imperatore Giuseppe II,
il Teatro Nazionale è uno dei più importanti teatri tedeschi del
mondo. Qui furono messe in scena per la prima volta tre opere
di Mozart: Il ratto dal serraglio, Le nozze di Figaro e Così fan
tutte. All’interno, degna di nota la grande scalinata con affreschi
di Gustav Klimt e del fratello Ernst.
2
Teatro del Popolo
Volkstheater
Museumstraße 2 - Vienna
Fondato nel 1889 su progetto di Ferdinand Fellner e Hermann
Helmer, il teatro, a differenza del Burg che in quanto teatro di
corte è sempre stato il palco dei drammi classici, ha cercato fin
dall’inizio di rendere la letteratura moderna e classica accessibile
ad un pubblico più ampio. Con quasi 1000 posti, il Volkstheater è
tra i più grandi teatri di lingua tedesca al mondo.
3
Opera di Stato
Staatsoper
Opernring 2 - Vienna
Costruita tra il 1861 ed il 1869 su progetto degli architetti August
von Sicardsburg e Eduard van der Nüll, l’Opera, inaugurata nel
maggio 1869 con il Don Giovanni di Mozart, fu ricostruito, in stile
neorinascimentale, in seguito ai bombardamenti del 1945. La
facciata è caratterizzata da una loggia nei cui archi sono poste
opere di Hahnel. All’interno, degna di nota la grande scalinata, la
sala da tè e il ridotto di Schwind.
4
Musikverein
Musikverein
Dumbastraße 3 - Vienna
Aperto il 6 gennaio 1870 dalla Società degli Amici della Musica,
grazie ad una donazione da parte dell’imperatore Francesco Giuseppe, il Musikverein è una sala da concerto considerata tra
le più eleganti al mondo. Degna di nota la Sala Dorata, lunga
48 metri e dotata di 1744 posti a sedere e 300 in piedi, in cui il
primo gennaio di ogni anno si tiene il Concerto di Capodanno di
Vienna.
37
38
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
teatri
piazze / vie
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
1
Prater
Prater
Sportklubstraße 1322 - Vienna
Parco pubblico tra i piu grandi e famosi di Vienna, il Prater si
estende per 6 milioni di metri quadrati. Originariamente riserva
di caccia é ora ricco di stimoli e divertimenti con le sue 250 attrazioni, tra slot machine, montagne russe, trenini per i piu piccoli
e la sua famosa ruota panoramica. A questa parte del parco si
affianca il “Prater verde”, oasi di pace e di tranquillità tra alberi
ombreggianti ed estesi prati. Vi sono inoltre un museo ed un
planetario.
2
Volksgarten
Volksgarten
Volksgarten - Vienna
Aperto al pubblico nel 1820, il parco fu realizzato grazie alle
truppe di Napoleone che nel 1809 demolirono alcune parti del
complesso di Hofburg per far posto al verde. L’area è nota per
i suoi giardini di rose, per il tempio di Teseo, opera di Peter von
Nobile, per il monumento dell’imperatrice Elisabetta, di Friedrich
Ohmann, e per le statue dello scultore Hans Bitterlich, raffiguranti i poeti Franz Grillparzer e Karl von Hasenauer.
3
Stadtpark
Stadtpark
Johannesgasse 24 - Vienna
Progettato nel 1862 come parco all’inglese dal paesaggista
Giuseppe Selleny, Stadtpark, inaugurato il 21 agosto 1862, fu
il primo parco pubblico di Vienna. L’area, ricca di sentieri, laghetti e belle siepi di arbusti e fiori, è famoso soprattutto per il
monumento al re del valzer, Johann Strauss. Il parco fu creato
per onorare i musicisti viennesi, notare infatti anche le statue di
Schubert e Burckner.
4
Giardini Belvedere
Belvederegarten
Rennweg 8 - Vienna
Progettati dall’architetto Dominique Girard, i giardini alla francese
del Belvedere, che collegano i due palazzi, si sviluppano su tre
livelli, ognuno dei quali illustra la simbologia classica: il livello
inferiore rappresenta i quattro elementi, quello centrale il Parnaso e quello più alto l’Olimpo. Il parco è caratterizzato da siepi,
sculture, fontane e da due cascate.
39
40
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
parchi
teatri
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
Castello di Schonbrunn
Schloß Schönbrunn
Schönbrunner Schloßstraße 47 - Vienna
Il castello fu costruito nel XVII sec. e successivamente adibito a
residenza imperiale per volontà di Maria Teresa d’Austria, sino al
crollo della monarchia nel 1918. Attualmente conta 1441 stanze,
190 delle quali aperte al pubblico in forma di museo. É circondato
da uno dei parchi in stile barocco piu belli d’Europa, con statue,
fontane ed ampi giardini, tra cui spiccano la Fontana di Nettuno,
la Fontana dell’Obelisco ed un complesso di finte rovine romane.
Aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle 17 - 17.30 o 18 a seconda dei periodi. € 10,50.
2
Parco di Schönbrunn
Park von Schönbrunn
Schloß Schönbrunn 15 - Vienna
Progettato sotto il regno di Maria Teresa come una grande area
verde da Nicolaus Jadot e Adrian von Steckhoven, il parco barocco alla francese fu aperto al pubblico verso il 1779. Dichiarato nel
1996 patrimonio mondiale dell’umanità dall’Unesco, l’immenso
giardino presenta numerosi laghetti, fontane e un labirinto.
Dal 1 Aprile al 31 Ottobre i cancelli aprono alle 6. Dal 1 Novembre al 31 Marzo i cancelli aprono alle 6.30.
3
Labirinto di Schönbrunn
Ankeruhr
Grünbergstraße 6-14 - Vienna
Realizzato, fra il 1698 e il 1740, all’interno dei giardini del castello
di Schönbrunn, il labirinto era costituito originariamente da 4 parti
diverse, con un padiglione centrale rialzato dal quale si poteva
vedere tutta la struttura. Dopo essere stato completamente abbattuto nel 1892, il labirinto fu ricostruito nelle forme originarie,
su una superficie complessiva di 1.715 metri quadrati, nel 1998.
All’interno si potranno scoprire i simboli dei 12 segni zodiacali.
Aperto dalle 9 alle 16 - 17 - 18 o 19 a seconda del periodo. € 3,50.
4
La Gloriette
La Gloriette
Sportbad Schönbrunn 26 - Vienna
Situata all’interno del parco del castello di Schönbrunn, la Gloriette fu costruita nel 1775 su progetto di Ferdinand Hetzendorf
von Hohenberg. L’edificio, in stile neoclassico, fu distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale, per poi essere restaurato nel
1947 e nel 1995. Dopo essere stata usata come una sala da
pranzo e sala da concerti, oggi la Gloriette ospita una café e una
terrazza panoramica alta 20 metri.
Terrazza panoramica aperta dalle 9 alle 16 -17 -18 o 19 a seconda del periodo. € 2,50.
41
42
PRENOTA ORA
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
parchi
castello
SCHONBRUNN
1
n
no ere
da rd
pe
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
1
Torre del Danubio
Donauturm
Mispelweg - Vienna
La Torre del Danubio è una delle attrazioni più famose di Vienna.
Costruita nel 1964 dall’architetto Hannes Lintl, in occasione della
Mostra Internazionale del Giardino di Vienna, la torre, alta 252
metri, è dotata di una piattaforma girevole con ristorante a 170
metri d’altezza, raggiungibile in meno di 45 secondi attraverso
due ascensori. La struttura, visitata ogni anno da molti turisti,
è inoltre una radio-stazione privata e sede di diversi servizi di
radiotrasmissione.
2
Stadio Ernst Happel
Ernst Happel Stadion
Meiereistraße 7 - Vienna
Lo stadio, noto fino al 1992 come “Prater”, è il più grande del
Paese con i suoi 53.000 posti. Considerato uno degli impianti
europei di maggior storia e tradizione, ospita quasi esclusivamente le partite della nazionale. Costruito tra il 1929 ed il 1931,
è stato rimodernato in occasione degli Europei del 2008 e ne
ha ospitato la finale. I club vi hanno accesso solo per gli incontri
valevoli per le coppe europee. E’ intitolato ad uno dei più grandi
calciatori austriaci.
3
Cimitero di Zentralfriedhof
Zentralfriedhof
Simmeringer Hauptstraße 236 - Vienna
Inaugurato nel 1874, il Cimitero Centrale ospita, su una superficie di oltre 2 chilometri quadrati, moltissime tombe anche di importanti personaggi, come Arthur Schnitzler e Friedrich Torberg.
Qui è inoltre presente il più grande complesso di tombe d’onore
del mondo, tra le quali la tomba di Gluck, Beethoven, Schubert,
Hugo Wolf, Johann Strauss padre e figlio, Lanner, Brahms, Arnold Schönberg, Robert Stolz, Curd Jürgens, Bruno Kreisky, Antonio Salieri e tanti altri.
4
Museo del Cioccolato
SchokoMuseum
Willendorfer Gasse 3 - Vienna
Di proprietà della ditta Heindl, il museo mostra le fasi di produzione, a partire dalla lavorazione del chicco di cacao fino al prodotto finito, di queste deliziose specialità viennesi. Oltre a scoprire i
segreti dei talleri di Sissi, dei talleri di Johann Strauss, delle praline al liquore di Mozart e delle mammole di Sissi, sarà possibile
assaggiare questi buonissimi cioccolatini.
Visite guidate in Inglese: Martedì e Giovedì alle 11. € 5.
43
44
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
nei dintorni
castello
SCHONBRUNN
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
Rysergasse 7 - Vienna
Costruita tra il 1974 ed il 1976 su progetto dello scultore austriaco Fritz Wotruba, la chiesa è costituita da 157 cubi di cemento
accatastati irregolarmente l’uno sull’altro. Pannelli di vetro negli spazi tra i cubi permettono alla luce del giorno di illuminare
l’edificio. L’edificio religioso è stato creato su iniziativa del Dr.
Margaret Ottilinger, partendo da un’idea del famoso artista Fritz
Wotruba.
6
Villa Hermes
Hermesvilla
Andreasgasse 8-10 - Vienna
Aperto nell’attuale sede nel 1998, il museo ospita la collezione
di mobili più grande del mondo (oltre 165.000 pezzi). All’interno
sono esposti oltre agli arredi della corte imperiale, svariati stili di
arredamento fra cui il Biedermeier, lo storicismo, il Movimento
moderno di Vienna e il design contemporaneo. Degne di nota
le poltrone barocche a ruote, un trono imperiale da viaggi, la
cameretta dell’imperatrice Elisabetta e la mostra “Sissi in Film”.
10
Tempio di Teseo
Theseus Tempel
Volksgarten D - Vienna
Attraversando il Volksgarten, il “giardino del popolo”, troviamo
questo tempio greco in stile dorico eretto da Antonio Canova tra il
1819 e il 1823. La struttura è stata innalzata in onore dell’aitante
Teseo (nella mitologia greca era il leggendario re di Atene). Appositamente costruito per contenere la statua del Canova con
Teseo che uccide il Centauro, oggi il tempio è vuoto (la statua
è stata trasferita al Museo di Storia dell’arte) e viene usato per
mostre ed esposizioni.
Chiesa di Steinhof
Kirche am Steinhof
11
Baumgartner Höhe 1 - Vienna
Progettata da Otto Wagner, la chiesa, in stile Art Nouveau, fu
costruita tra il 1905 e il 1957 nei giardini dell’ospedale psichiatrico Steinhof. L’edificio, di forma quadrata, presenta una magnifica cupola dorata, e due campanili, sopra i quali sono state poste
le statue di San Leopoldo e San Severino. All’interno, degne di
nota le vetrate di Koloman Moser, e l’altare dorato a baldacchino
con angeli.
8
Museo del Mobile
Hofmobiliendepot
Aperto da Martedì a Domenica dalle 10.00 alle 18.00. Ingresso € 7,90.
Hermesstraße - Vienna
Situata in un ex-riserva di caccia, il Lainzer Tiergarten, la villa,
costruita tra il 1882 e il 1886 su progetto dell’architetto Karl von
Hasenauer, fu donata dall’imperatore Francesco Giuseppe alla
moglie, l’imperatrice Elisabetta. L’edificio prende il nome dalla
statua di Ermes, posta al centro del giardino come protettore dei
viaggiatori, visto che l’Imperatrice amava molto viaggiare. Attualmente la villa è sede del Vienna Museum.
7
9
Scuola di Equitazione Spagnola
Spanische Hofreitschule
Reitschulgasse 1 - Vienna
Risalente alla seconda metà del XVI secolo, la scuola
d’equitazione spagnola è una delle più celebri istituzioni di questo tipo a livello mondiale. Le esibizioni dei cavalli lipizzani avvengono nello Stallburg, un maneggio d’inverno, circondato da
una galleria a tre piani. Durante lo spettacolo si potrà assistere al
celebre balletto dei Lipizzani e alla quadriglia.
Museo della Tecnica
Technisches Museum
12
Mariahilfer Straße 212 - Vienna
Allestito in un magnifico palazzo del 1913, il museo ripercorre
la storia della tecnica e dell’industria, attraverso l’esposizione
di oltre 80.000 pezzi provenienti dal mondo della tecnologia,
dell’energia e dell’industria pesante. Degna di nota la colomba di
Ettrich, la prima turbina di Viktor Kaplan e la prima macchina per
cucire di Josef Madersberger. Il museo ospita anche un reparto
esperimenti in cui i visitatori potranno cimentarsi personalmente.
Museo delle Pompe Funebri
Bestattungsmuseum Wien
Goldeggasse 16-18 - Vienna
All’interno di questo piccolo museo, fondato nel 1967, sono esposti tutti i tipi di oggetti funebri, tra i quali bare, carri funebri e gli
utensili utilizzati dai becchini. Uno dei pezzi più strani è la “bara
riutilizzabile” del XVIII secolo: il suo fondo apribile permetteva
di scarica il cadavere nella fossa, lasciando la bara pronta per il
cliente successivo.
Le visite sono possibili solo con una visita guidata. In generale si svolgono da Lunedì
Aperto da Lunedi a Venerdì dalle 9 alle 18. Sabato, Domenica dalle 10 alle 18. € 10.
a Venerdì. € 4,50.
45
46
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Chiesa della Santissima Trinità
Wotrubakirche
nei dintorni
5
nei dintorni
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
VUOI ESSERCI?
Queste guide, il portale weagoo.com e la promozione
3
della
4 città sono servizi offerti
gratuitamente a migliaia di
turisti.
servizio migliore, WeAGoo si
riserva di selezionare la presenza nelle proprie Guide, di
attività nelle seguenti categorie :
Weagoo si sostiene attraverso finanziamenti privati e
piccoli contributi economici di
sponsorizzazione.
pernottamento: hotel, bed and
breakfast, camping ecc.
Con l’intento di fornire all’ utilizzatore della guida un
servizi: farmacie, officine, negozi
in genere, assicurazioni ecc.
Se hai una attività commerciale in questa città e ritieni
che i tuoi servizi possono essere utili al turista ed in linea
alla qualità offerta dalla guida,
scrivici a:
[email protected]
ristorazione: ristoranti, trattorie,
pizzerie, bar, gelaterie ecc.
THE CITY SPONSOR
miniGUIDE
Weagoo, con l’iniziativa TheCitySponsor, vi permette di avere
uno spazio dedicato in questa guida e di poterla distribuire gratuitamente attraverso i canali digitali (vostro portale internet,
mail, facebook ecc.)
Questa guida è disponibile anche in versione co-brand (assieme al nostro logo) e white-label (con solo il vostro logo) e
distribuibile gratuitamente
47
48
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
nei dintorni
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
ITINERARI CONSIGLIATI
A tutti quelli di voi che potranno trascorrere solo
un week-end a Vienna (e crediamo siano la
maggioranza), vorremmo suggerire alcuni itinerari da cui partire.
ITINERARIO 1: Sulle tracce degli Asburgo
Il primo itinerario che vi proponiamo è un percorso affascinante alla scoperta della celebre
dinastia degli Asburgo, che per secoli hanno
avuto la loro residenza principale proprio nel
centro della città. I più importanti luoghi della
monarchia sono facilmente raggiungibili a piedi.
Partiamo dal Duomo di Santo Stefano
(Stephansdom) (A), nel cuore della città vecchia; i primi lavori di costruzione furono intrapresi nel XII secolo, anche se l’edificio acquisì il
suo attuale aspetto gotico solo nel XIV secolo.
Nel 1515 vi si tenne lo storico “primo Congresso di Vienna”, che finalmente unificò sotto gli
Asburgo la corona ungherese e quella boema.
Dal Duomo di Santo Stefano proseguite lungo
la Kärntner Strasse e oltre la Marco d’Aviano
Gasse fino al Neuer Markt. Nella Cripta degli
Imperatori (Kaisergruft o Kapuzinergruft), sotto
la Chiesa dei Cappuccini (B), si trova la più
importante tomba degli Asburgo; dal 1633 sono
stati sepolti qui 149 membri della dinastia. Passando da Plankengasse e Dorotheergasse si
arriva alla Chiesa di Sant’Agostino (Sankt
CONSIGLI DI VIAGGIO
chiese...................................................pag1
palazzi..................................................pag5
musei....................................................pag9
monumenti e strutture..........................pag13
teatri.....................................................pag21
varie......................................................pag23
Itinerario 1
Riesenrad © Onkel Wart
49
50
Augustin) (C), “chiesa privata” degli Asburgo
in cui si sono sposati, tra gli altri, l’imperatore
Francesco Giuseppe e Sisi nel 1854. Degni di
nota sono il monumento sepolcrale dedicato
all’arciduchessa Maria Cristina, opera di Antonio Canova, e la Cripta dei Cuori; tra il 1654 e
1878 nella cappella di Loreto vennero sepolti
54 cuori di membri della famiglia imperiale.
Attraversando l’Albertinaplatz e il Burggarten,
costruito nel 1818 per la famiglia imperiale, si
arriva a quello che era il centro del potere degli
Asburgo, ovvero il Palazzo Imperiale di Vienna (Wiener Hofburg) (D), complesso talmente
vasto da rappresentare una città nella città,
formato da una serie di edifici, piazze, cortili e
giardini e frutto di lavori e rimaneggiamenti che
vanno dalla fine del XIII all’inizio del XX secolo. Nello Schweizerhof si trova la Camera del
Tesoro, dove è possibile ammirare non solo
l’antica corona del Sacro Romano Impero della
Nazione Germanica, risalente a più di 1000
anni fa, ma anche la corona dell’imperatore
austriaco, il tesoro dei Burgundi e il tesoro
dell’Ordine del Vello d’oro. Pochi passi più
avanti, sotto la Cupola di San Michele, si trovano il Museo di Sisi, interamente dedicato
alla grande imperatrice, gli Appartamenti reali
e il Museo delle Argenterie di corte, dove si
rispecchia il fasto della tavola imperiale. Nelle
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
ITINERARI
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
Una passeggiata “sulle orme di Klimt” potrebbe
iniziare con una visita guidata al Burgtheater
(A). In questo teatro, infatti, il maestro, affiancato da suo fratello Ernst Klimt e da Franz
Matsch, realizzò fra il 1886 e il 1888 gli imponenti dipinti sul soffitto sovrastante le due scalinate. In corrispondenza della scalinata d’onore
sul lato del Burgtheater rivolto verso il Café
“Landtmann”, Gustav Klimt riprodusse l’antico
teatro di Taormina, in Sicilia, mentre sopra la
scalinata situata sul lato rivolto verso il Volksgarten realizzò una raffigurazione del teatro
londinese Globe con la scena finale del “Romeo e Giulietta” di Shakespeare; nello sfondo,
il pittore immortalò se stesso e i suoi due colleghi. L’imperatore Francesco Giuseppe rimase
talmente entusiasta di questi dipinti che decise
di conferire ai membri della compagnia artis-
Il Museum Quartier (C), inaugurato nel 2011,
è considerato uno dei dieci distretti culturali più
grandi del mondo. Oggi questa area di circa
600 mq ospita padiglioni per festival, caffè,
bar, e alcuni musei, tra cui il Leopold Museum, in cui si trovano, oltre alla collezione di
Egon Schiele più importante del mondo, anche
opere centrali di Gustav Klimt come “La morte
e la vita”, oltre a vari quadri di paesaggi molto
suggestivi in formato quadrangolare. Prima
di proseguire vale la pena di sostare al “Café
Leopold”, all’interno del museo, per prendere
un caffè o un rinfresco. Uscendo dal Museum
Quartier attraverso l’ingresso dal quale siete
entrati, vi troverete sulla Museumsplatz. Attraversando la Mariahilfer Strasse potrete
riconoscere la caratteristica cupola della Secessione (D), oggi come ai tempi di Klimt istituzione dedicata all’arte contemporanea in cui
vengono organizzate continuamente mostre
a soggetto che si possono visitare anche con
guida (su richiesta la visita può includere il
Fregio di Beethoven). Nel negozio annesso al
museo vi attendono, inoltre, delle interessanti
riproduzioni di alcune sezioni del fregio, oltre a
vari libri su Gustav Klimt. Uscendo dalla Secessione dirigete lo sguardo all’edificio dirimpetto
del Verkehrsbüro, dietro il quale si apre la Karl51
splatz. Sulla vostra destra scorgerete i chioschi
del Naschmarkt, il mercato più esotico di Vienna, a sinistra la fine della Operngasse con il
Café Museum, ottima occasione per fare una
sosta. Alcune delle attrazioni intorno alla Karlsplatz (E) hanno a che fare, in maniera diretta
o indiretta, con Gustav Klimt: ad esempio la
splendida stazione della Stadtbahn, realizzata
dall’architetto Otto Wagner intorno al 1900 per
la ferrovia urbana di Vienna, nel quale ritroverete ornamenti floreali, decorazioni in oro, elaborazione accuratissima fin nei minimi dettagli,
elementi che avete già conosciuto durante la
vostra passeggiata klimtiana; la Künstlerhaus
è l’istituzione alla quale Klimt e i suoi amici a
suo tempo volsero le spalle, mentre al Wien
Museum Karlsplatz (ex Museo della Città di
Vienna) si possono vedere alcuni capolavori
del pittore, tra cui i dipinti “Emilie Flöge”, “Pallade Atene” e l’opera compiuta in gioventù
“Veduta interna del Burgtheater” (1887).
Prendete la linea U1 fino alla Stephanplatz,
quindi la linea U3 fino a Stubentor. Raggiungerete così il MAK, Museo d’Arte Applicata,
(F) dove dal 1876 al 1883 Klimt fu allievo del
pittore di decorazioni Ferdinand Laufberger. Di
fronte al museo troverete la fermata “Stuben-
Itinerario 2
52
tor”. Prendete il Tram 2 fino alla Schwarzenbergplatz, dove scenderete per prendere il
tram D in direzione “Sudbahnhof”. Scendendo
dal tram alla fermata “Schloss Belvedere” vi
troverete di fronte all’ingresso del Belvedere
Superiore (G), dove oltre alla collezione di
opere di Klimt più grande esistente potrete
ammirare anche capolavori di Egon Schiele e
Oskar Kokoschka. La Galleria Austriaca ospita
il quadro più famoso del maestro: “Il Bacio”,
icona di 180 x 180 cm i cui motivi ornamentali
furono messi in rilievo da Klimt tramite applicazioni in oro e argento. Secondo una storia che
circolò negli ambienti artistici del tempo, la coppia rappresentata nel “Bacio” dovrebbe essere
Gustav Klimt ed Emilie Flöge, la compagna che
visse con lui per tanti anni.
Klimt morì il 6 febbraio 1918 in seguito ad un
colpo apoplettico nell’ex Ospedale Generale
sulla Alser Strasse, nel nono distretto di Vienna, nei cui edifici oggi l’università ha stabilito
alcune facoltà e sul cui vasto campus universitario si svolge l’animata vita quotidiana degli
studenti. Il maestro fu seppellito in una tomba
d’onore nel cimitero del quartiere viennese Hietzing in Maxingstrasse 15, raggiungibile con
la linea U4 della metropolitana e con l’autobus
56 B. La tomba si trova nel gruppo V/194/195.
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
ITINERARIO 2: La Vienna di Klimt
Il secondo itinerario vi porterà alla scoperta
della città attraverso i luoghi legati a Gustav
Klimt, uno dei più importanti e conosciuti pittori
austriaci, per molti il genio per eccellenza dello
stile Liberty. Klimt nacque il 14 luglio 1862 in
una casa della Linzer Strasse (che oggi non esiste più), e trascorse la maggior parte della sua
vita a Vienna. Artisticamente parlando, la sua
arte riflette il percorso dalla cosiddetta “epoca
della Ringstrasse” all’inizio dell’astrattismo. Le
sue opere hanno rivoluzionato la pittura, i suoi
quadri ornati con decorazioni in oro oggi sono
valutati tra i più costosi al mondo, i suoi straordinari ritratti di donna documentano l’ascesa
della borghesia. Ma soprattutto, le sue opere
affascinano ancora oggi.
tica la croce d’oro al merito. Prendete il tram
D che ferma di fronte al Burgtheater, e scendete alla fermata “Burgring” sulla Ringstrasse.
Dopo pochi passi, il Museo di Belle Arti di Vienna (B), considerato uno dei musei del suo
genere più importanti del mondo, possiede la
collezione di dipinti di Bruegel più grande oggi
esistente, ed è il luogo in cui Klimt realizzò nel
1891, insieme con la sua compagnia di artisti,
i 40 cosiddetti “pennacchi e intercolumni”, ovvero le superfici rimaste libere fra le arcate e
le colonne della grandiosa scalinata all’interno
del museo. In tale opera i tre pittori usarono
delle figure simboliche per raffigurare le grandi
epoche storiche dell’arte. In un tavolino posto
accanto alla balaustra della scalinata si trova
incassata una tavola con un testo che informa
sul significato delle figure. Questo fu l’ultimo lavoro, di una certa importanza, realizzato dalla
compagnia di artisti. In seguito alla morte del
fratello Ernst, avvenuta nel 1892, la collaborazione fra Klimt e Matsch cessò.
ITINERARI
ex stanze private di Francesco Giuseppe e Sisi
è possibile ammirare mobili originali, splendide
posate d’argento e oggetti privati. Proprio di
fronte al palazzo si trova l’ingresso della Scuola di Equitazione Spagnola (Spanische Hofreitschule), costruita per volere dell’Imperatore
Carlo VI tra il 1729 e il 1735.
A poca distanza dal Michaelertor inizia la più
signorile via commerciale di Vienna, il Kohlmarkt, dove termina il nostro itinerario. La ex
pasticceria imperialregia Hofzuckerbäckerei
riforniva la residenza imperiale con dolci delizie, alle quali non sapeva resistere nemmeno
l’imperatrice Sisi, così attenta alla linea.
ITINERARI
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
Il Kablenberg si raggiunge facilmente con l’autobus
38A (U4 Heiligenstadt); dal capolinea dell’ autobus sul
Kablenberg si può raggiungere la “Stefaniewarte” in
cinque minuti a piedi.
KLOSTERNEUBURG
A due passi da Vienna, l’antica città di Klosterneuburg lega la sua storia ai Magravi della
dinastia dei Babenberg, che precedettero gli
Asburgo. Diverse le attrattive, paesaggistiche
e culturali, prima tra tutti i verdissimi boschi che
la circondano, ma anche il lido sul Danubio,
l’antico monastero di Klosterneuburg e il Museo “Essl” di arte contemporanea.
Monastero di Klosterneuburg
Poco lontano dal confine della città, l’abbazia
di Klosterneuburg si impone con la sua suggestiva opulenza barocca ed i suoi tesori d’arte
sacra (primo fra tutti l’Altare di Verdun). Il
monastero venne fondato nel 1114 dal margravio Leopoldo III (la cui ultima dimora si trova
sotto l’altare), ma fu l’imperatore Carlo VI (1685
- 1740) ha dargli l’attuale aspetto barocco,
prendendo come modello l’Escorial spagnolo.
Ne risultò una fastosa Sala Terrena che funge
ancora oggi da affascinante punto di partenza
per varie visite guidate a soggetto attraverso le
sale del monastero.
Tre percorsi tematici vi permetteranno di apprezzare pienamente la struttura: “Il Percorso Sacro” vi condurrà attraverso la
chiesa dell’abbazia alla scoperta dei suoi affreschi, dell’organo monumentale protobarocco e
dell’Altare di Verdun; “Il Percorso Imperiale” vi
darà un’immagine dello sfarzo barocco principesco, il “Percorso delle Cantine” conduce
fino a 36 metri di profondità nel sottosuolo, attraverso le cantine barocche.
Dal 2011 è possibile ammirare in un’esposizione
permanente la Corona arciducale, la “sacra
corona” austriaca, nella rinnovata Camera del
Tesoro; nella stessa sede vengono esposti
anche il misterioso “velo di Agnese”, preziosi
paramenti liturgici, reliquiari e gli oggetti di cancelleria in avorio di San Leopoldo.
Non per ultimo, il monastero possiede il podere
vinicolo più antico e più grande di tutta l’Austria,
108 ettari che producono ottimi e famosi vini
e alcuni liquori sotto l’etichetta “Stift Klosterneuburg”; nella vinoteca potrete degustarne e
acquistarne alcuni.
Monastero: aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00.
Visite guidate al monastero tutti i giorni dalle 10.00 alle
17.00 oppure su prenotazione (tel. +43 2243 411 212
o [email protected])
Prezzi (museo e monastero): adulti € 10, gruppo €
8,50.
Come arrivare: prendete la metropolitana (linea U4)
fino alla fermata “Heiligenstadt”, dopodiché l’autobus
238 o 239 fino a Klosterneuburg Stift, oppure la S 40
fino a Klosterneuburg-Kierling. In alternativa, prendete
la metropolitana (linea U6) fino alla fermata “Spittelau”, dopodiché la S 40 fino a Klosterneuburg-Kierling.
La Vienna Card vale come biglietto.
www.stift-klosterneuburg.at
Museo “Essl” di arte contemporanea
In una vistosa costruzione museale al margine dei Donau Auen, è ospitata la collezione
53
di arte contemporanea di Agnes e Karlheinz
Essl, 7000 opere che offrono un’incomparabile
panoramica dell’arte dei nostri giorni e rappresentano la più grande raccolta privata di
arte moderna in Austria. Caratteristici della
collezione sono sia il personale gusto artistico
della coppia di collezionisti, sia la continuità
dell’acquisto. Il cuore della collezione è costituito dalla pittura austriaca a partire dal 1945,
ma oltre a ciò sono rappresentate anche posizioni contemporanee dall’Europa, gli Stati
Uniti, l’Australia, il Sudamerica e l’Asia.
Il programma è costituito da visioni panoramiche della collezione, presentazioni monografiche, mostre a tema e sguardi alla collezione e
all’arte di altre culture da parte di curatori esterni. Le serie di mostre “emerging artists” e “Essl
art award cee” presentano un’arte giovane non
ancora affermata sul mercato.
Nel museo sono presenti un caffè/ristorante
con terrazza, un bookshop, una biblioteca gratuitamente accessibile e vasti magazzini che
ospitano le opere della collezione. Un programma di introduzione all’arte con visite guidate e
workshops per tutte le età completa l’offerta del
museo.
Servizio navetta gratuito da Albertinaplatz 1, andata
10.00, 12.00, 14.00, 16.00, ritorno 11.00, 13.00,
15.00, 18.00.
Con la U4 arrivate fino a Heiligenstadt, e da lì con
l’autobus 239 (ogni 10 minuti) fino alla stazione Leopoldsbrücke - Sammlung Essl
S 40, fino a Klosterneuburg-Weidling.
An der Donau-Au 1 3400 Klosterneuburg bei Wien www.essl.museum
SCHLOSS HOF
A un’ora d’auto da Vienna, ottimamente collegato all’autostrada Vienna - Budapest, lo
Schloss Hof è uno straordinario “universo barocco” in cui si respira ancora la gioia di vivere
tipica dell’epoca. Dal 1726, anno in cui sorse,
fu celebre per i brillanti eventi che vi ebbero
luogo, tradizione di feste sfarzose a cui ci si riallaccia ancora oggi. Il vasto giardino barocco
distribuito su sette terrazze, sulle quali sono
state ripiantate con grande cura le piante originali, si presenta oggi con le stesse caratteristiche dell’epoca dei principi: elaborati parterre
de broderie, pergolati da sogno e fontane riccamente decorate offrono da un lato un tran54
quillo rifugio per trascorrere ore rilassanti e
dall’altro un grandioso scenario per feste feudali. L’insieme è uno degli impianti barocchi più
belli e più impressionanti di tutta Europa.
Il tutto è completato da un notevole complesso
di edifici commerciali: la fattoria del castello,
per esempio, è annoverata tra le più vaste
costruzioni barocche di questo genere nella
Mitteleuropa, i fabbricati di servizio offrono la
possibilità di vedere l’antica arte artigianale di
tornitori, vasai, distillatori e canestrai. Vengono
inoltre allevate rare razze di animali domestici
come la pecora valacca e l’asino bianco, e coltivate frutta e verdura su base biologica (che
può essere degustata).
Come arrivare:
In automobile privata e in autobus: Il Festschloss Hof
è raggiungibile percorrendo l’autostrada dell’aeroporto
A4 (uscita di Fischamend), la B9 (in direzione di Hainburg) e la B49. Il parcheggio nel bosco proprio davanti
all’ingresso del castello dispone di 545 posti per autovetture e 21 per autobus.
In treno e con gli autobus di linea: Per i collegamenti
con i mezzi di trasporto pubblici, consultare i siti
web delle ferrovie federali ÖBB e la rete di trasporti
Verkehrsverbund Ost Region.
In bicicletta da Vienna al Marchfeld: Partendo da Vienna, si percorre la pista ciclabile di 60 km lungo il
canale di Marchfeld che arriva sino alle porte del castello imperiale Festschloss Hof, attraverso un paesaggio fluviale di grande valore ecologico e culturale. Il
percorso è facile anche per i ciclisti meno esperti.
CASTELLO ESTERHÁZY
Monumento più insigne del Burgenland, il Castello è stato per più di tre secoli la residenza
principale della famiglia dei principi Esterházy.
La visita all’interno del castello, i cui saloni
sontuosi fanno rivivere il passato principesco e
la vita di corte, porta alla celebre Sala Haydn
(una delle sale da concerto mondiali dotate
della migliore acustica, ma anche teatro originale dell’opera di Joseph Haydn) e alla mostra
“Fulgidi capolavori del castello Esterházy - Il ritorno delle collezioni” con oggetti preziosi delle
collezioni principesche.
Le proposte culturali offrono eventi estremamente interessanti lungo l’intero arco dell’anno,
dalle escursioni programmate su misura
all’evento culturale scelto per una gita autunnale, alla visita prenatalizia per godersi la magia dell’Avvento.
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
STEFANIEWARTE
II più bel belvedere sulla Vienna imperiale
si trova in cima al Kablenberg, il cosiddetto
“monte di casa” dei viennesi, ed è stato donato
negli anni Ottanta dello scorso secolo dalla
principessa Stefania del Belgio, consorte del
principe ereditario Rodolfo morto tragicamente
nel 1889 a Mayerling. La struttura venne costruita su progetto degli architetti della Ringstrasse e di teatri Ferdinand Fellner e Hermann
Helmer (attivi a quel tempo su tutto l’allora territorio della monarchia danubiana), ed aperta
al pubblico nel 1887. Posta a circa 300 metri
sul livello del Danubio, offre un’ottima vista sul
bacino di Vienna (Wiener Becken), sulle colline
del Bosco viennese e sulla valle del Danubio:
a est le montagne Leithagebirge, ex-confine
con l’Ungheria, verso sudovest i 2000 metri
dello Schneeberg. Vicino alla “Stefaniewarte”
è situata la chiesa barocca del Kablenberg
(“St. Josef auf dem Kablenberg”, Chiesa di
San Giuseppe sul Kablenberg), nella quale
si celebrò una Santissima Messa per il Re di
Polonia, Giovanni Sobiesky, prima della vittoriosa battaglia contro i Turchi nel XVII secolo;
a destra, di fianco al ristorante del Kablenberg,
ha inizio il sentiero che conduce alle note località degli “Heurigen”, Grinzing, Nussdorf e
Kablenbergerdorf.
FUORI PORTA
FUORI PORTA
FUORI PORTA
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
BADEN BEI WIEN
Situata nella regione della bassa Austria,
nell’area nota come “bosco viennese”, Baden
Bei Wien (letteralmente Baden vicino a Vienna)
è nota fin dall’epoca romana per le preziose
virtù terapeutiche delle sue acque termali.
Diverse le attrattive per questa cittadina di soli
25.000 abitanti, il Parco delle terme Kurpark
innanzitutto, ma anche il Casinò d’epoca e
l’arena municipale Stadtische, in stile Art Nouveau; un giro lungo i viali vi porterà alla scoperta dello Josefsbad, antica caffetteria in stile
neoclassico, della galleria d’arte dell’edificio
Fraunbad, della galleria del Beethovenhaus e
Castello di Esterhàzy © Istvan
55
NIGHTLIFE
Divertirsi e rilassarsi senza perdere in qualità
è possibile. Vienna ha una vita notturna particolarmente raffinata, piena com’è di piccoli
club, locali, bar con DJ e splendidi luoghi di
ritrovo all’aperto (in estate). Non per niente i
locali trendy della città che propongono musica elettronica sono rinomati in tutto il mondo,
e addirittura alcuni club sono stati eletti tra le
migliori location a livello mondiale. In questo
come negli altri ritrovi della città il programma
varia sempre.
Le zone dei Locali a Vienna
Sono tanti i luoghi del divertimento in città. Il
Museums Quartier ad esempio, oltre a essere una delle più importanti aree dedicate alla
cultura del mondo vanta numerosi ristoranti e
caffè, così come qualche viuzza più in là, nel
sobborgo dello Spittelberg, si trova un simpatico mix di locali, negozi e botteghe che propongono artigianato artistico.
Particolarmente vivace è il mondo dei locali
intorno ai mercati. Naschmarkt e Freihausviertel sono tra le zone più animate della città,
in particolare il primo è un allegro mercato ma
anche un centro del mondo “in” di Vienna con
ristoranti trendy che propongono un po’ di tutto,
dalla Cucina Viennese a quella indiana. Moderni bar, caffè, ristoranti e gallerie si trovano
anche nella vivace area del Freihausviertel, per
non parlare poi dei popolari luoghi d’incontro
della Yppenplatz, accanto al mercato Brunnenmarkt, e della zona del Karmelitermarkt.
Nelle stradine tra Mariahilfer Strasse e Naschmarkt, nei negozi rimasti vuoti, giovani gestori
hanno aperto i loro locali, tanto che lungo la
Gumpendorfer Strasse è sorto un simpatico
mondo di ritrovi. Intorno alla Margaretenplatz,
tra gli antichi edifici in stile biedermeier, diversi ristoranti offrono durante il periodo estivo
anche tavolini all’aperto nei graziosi cortili interni. L’area comprende il cosiddetto “Schlossquadrat” ed alcuni palazzi che costeggiano la
Schönbrunner Strasse.
I locali sotto le arcate della metropolitana sopraelevata, lungo il Gürtel, sono ormai da
anni un centro della vita notturna viennese.
Tra Lerchenfelder Gürtel e Döblinger Gürtel si
trovano numerosi vivaci club musicali e ritrovi,
56
mentre un’area frequentata soprattutto da studenti è quella del Campus nel Vecchio AKH,
la zona delle ex-cliniche universitarie, una vera
oasi verde dove sono nati numerosi ritrovi.
Nella Rathausplatz hanno luogo tutto l’anno
diversi eventi: il Festival della Musica in luglio
ed agosto, con i numerosi chioschi gastronomici, La Magia dell’Avvento in novembre e dicembre, con il tradizionale mercatino natalizio,
l’Incanto del Ghiaccio in gennaio e febbraio,
con un’enorme pista ghiacciata per il pattinaggio, musica, punch e specialità culinarie.
D’estate, lungo il Canale del Danubio, i molti
locali dell’area Summer Stage, ed altri ritrovi
come Strandbar Herrmann, Tel Aviv Beach e
Adria Wien invitano al relax.
Sotto la Metro
Per gli amanti della vita notturna, il Gürtel si sta
trasformando sempre di più in un’area centrale
e trendy: a parte gli ormai classici ritrovi continuano ad aprire locali musicali sempre nuovi,
sotto le arcate e le fermate della Stadtbahn progettate dall’architetto Jugendstil Otto Wagner.
Essendo il traffico molto rumoroso, neanche la
musica a tutto volume disturba i residenti, ed i
diversi gruppi e DJ possono dare il massimo.
D’estate i party continuano nei giardinetti, per
tutta la notte, ed alla fine di agosto tutti i locali
organizzano una grande festa comune con tanto di musica dal vivo, il cosiddetto Gürtel Night
Walk, al quale partecipano migliaia di visitatori.
Non solo Valzer
A Vienna anche gli amanti delle sonorità
elettroniche troveranno una grande quantità di
spazi dove poter ascoltare musica e “fare le ore
piccole”, sul canale del Danubio, sotto la ruota
panoramica, sul Gürtel o nelle corti interne
nascoste della città. Da quando il duo di DJ
Kruder e Dorfmeister ha fatto conoscere negli
anni Novanta il cosiddetto “sound viennese”
a livello internazionale, la città ha avuto un
enorme sviluppo musicale. Il downbeat con le
sue atmosfere lounge è acqua passata, perchè
oggi i frequentatori dei locali alla moda ballano
musica techno, sound elettronici e discobeats
(preferibilmente in location insolite).
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Con l’auto: A2 direzione Graz, uscita “Eisenstadt”
sulla A3, uscita “Eisenstadt Mitte”, proseguite sulla
“Mattersburger Straße” fino alla rotatoria, prendete
la prima uscita, “Ruster Straße” fino al castello Esterházy (tempo di percorrenza: ca. 45 - 60 minuti).
Con l’autobus da Vienna Südtiroler Platz ad Eisenstadt.
della Galleria Menotti; la casa di Beethoven
sulla Rathausgasse è quella in cui il grande
musicista visse tra il 1821 e il 1823. Vi consigliamo anche una visita al Rathaus, eretto nel
1815 dall’architetto cittadino Joseph Kornhausel, e alla Kaiserhaus, la casa dell’Imperatore
Francesco I. Le moderne Romertherme (che
dai latini prendono solo il nome) sono oggi uno
dei maggiori centri termali d’Europa: la loro
piscina è nota per il grandioso tetto in vetro e
per le sue acque minerali, la thermalstrandbad è invece una magnifica costruzione in stile
Art Deco che possiede la più grande spiaggia
dell’intera nazione, aperta ad una serie di attività e sport; non mancate inoltre di fare visita
al Rosarium del parco Dobhoffteich, con il suo
idilliaco laghetto. Tra i numerosi servizi offerti
biosauna, bagno a vapore orientale, palestra
yoga, tepidarium, settore wellness.
Persino i dintorni riservano non poche sorprese: a soli 50 km è uno dei laghi più belli
dell’intera Austria, il Neusiedler See, mentre
gli amanti del trekking potranno raggiungere le
vicine Schneeberg o la municipalità di Hone
Wand; a 13 km si erge l’Abbazia di Heiligenkreuz, fondata nel 1133 da uno dei primi Babenger, Leopoldo III detto il Santo.
Baden Bei Wien è collegata a Vienna con il
trenino Baden Bahn.
nightlife
Museo del vino
Le storiche cantine a volte del castello ospitano il Museo del vino, con oltre 700 oggetti
che offrono una panoramica della viticoltura nel
Burgenland; particolarmente degno di nota è il
torchio più antico del Burgenland. Una mostra
speciale è dedicata a “Haydn e il vino”.
fuori porta
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
Minopolis
Minopolis è il primo e unico parco tematico permanente d’Europa, una metropoli formato bambino con una superficie di 6.000 metri quadrati
completa di strade, piazze, automobili, case..
Nelle 25 stazioni tematiche i bambini dai 4 ai 12
anni avranno modo di assumere vari ruoli degli
adulti e fare conoscenza tramite il gioco con le
professioni dei loro sogni, attraverso eccitanti
giochi ed esperienze istruttive: fare il macchinista, la dottoressa, la giornalista o il vigile del
fuoco...
Wagramer Straße 2 1220 Wien www.minopolis.at
Family Fun
Family Fun è il più grande e fantastico parco
giochi indoor e outdoor di Vienna, indovinata
combinazione di parco ricreativo, area d’azione
e gastronomia a prezzi familiari.
Con un parco avventura interno ed esterno
esteso su una superficie di gioco complessiva
di 7.500 m², il Family Fun offre spazio a sufficienza per scatenarsi, correre, arrampicarsi,
gattonare, scivolare, saltare, e garantisce divertimento e avventura per bambini da 1 a 12
anni. Un’area di 1.000 m² consente anche ai
più piccoli di giocare in totale sicurezza.
Breitenleer Straße 77 1220 Wien
www.familyfun.at
Volksoper
La Volksoper propone manifestazioni studiate appositamente per il pubblico più giovane,
spaziando tra i vari generi teatrali, dall’opera
all’operetta, dai concerti ai musical classici,
Negli spettacoli speciali per bambini e ragazzi
viene offerta loro la possibilità di conoscere il
mondo del teatro musicale in prima persona,
giocando, cantando e dedicandosi ad attività
manuali. Gli artisti raccontano tutto quello che
c’è da sapere sull’opera, sul balletto e sul mondo dell’orchestra e dei suoi strumenti.
E poi ci sono indovinelli per bambini da
risolvere...e una dolce sorpresa per tutti!
I bambini e i ragazzi sotto i 15 anni pagano il
25% del prezzo normale
Währinger Straße 78 1090 Wien www.volksoper.at
Giardino Zoologico di Schonbrunn
Lo “zoo più antico del mondo”, è diventato negli
ultimi decenni anche uno dei più moderni, nonché il più bello del mondo. Hanno qui la loro
casa e uno spazio dove possono sopravvivere
più di 600 specie di animali, di cui alcune in
grave pericolo di estinzione.
Fu Hu e Tuluba, un cucciolo di panda e un piccolo elefante, ma anche altri cuccioli di animali
vi conquisteranno il cuore, insieme a due rinoceronti indiani, una coppia di panda, la casa dei
koala, il complesso dei leoni, il grande spazio
dedicato all’ambiente del Sudamerica, la casa
degli acquari e dei terrari con barriera corallina
e il polarium, il giardino zoologico ORANG.erie
- nuova dimora degli oranghi. Nella casa della
foresta vergine potrete ammirare la grande varietà della fauna e della flora del Borneo.
Giardino zoologico di Schönbrunn
Maxingstraße 13b 1130 Wien www.zoovienna.at
Museo del Bambino - ZOOM
All’interno del Museums Quartier, il Museo
ZOOM è una vera e propria esperienza polifunzionale in cui i bambini possono scoprire il
mondo usando tutti i cinque sensi, fare domande, toccare, sperimentare, sentire e giocare.
Tutto l’anno sono in programma mostre e workshop, oltre ad un laboratorio multimediale unico
nel suo genere.
Ai programmi possono partecipare attivamente
anche gli adulti che li accompagnano.
Nel Prato dei Gesuiti al Prater c’è un parco giochi a tema dedicato al selvaggio west, mentre sull’Isola di Robinson, un parco avventura
immerso nella natura consente ai bambini di
vivere la natura divertendosi; il Parco giochi
nel bosco a Cobenzl entusiasma per le sue attrezzature ma anche per la vista su Vienna, il
Parco giochi acquatico Wasserturm è con i suoi
15.000 m2 il più grande parco giochi acquatico
in Europa. Divertimento assicurato anche nel
parco del Castello Belvedere, al grande Parco
Giochi nel Parco Cittadino, al parco giochi del
Rathauspark e al parco Lichtenstein, dietro
l’omonimo museo. Anche l’Isola fluviale ospita
spazi gioco, prati per fare il pic nic e una piscina
all’aperto per bambini, per la gioia di grandi e
piccini.
Servizio di animazione per bambini
Service4kids offre un servizio di animazione
personalizzato per bambini con educatori certificati, a ore o per l’intera giornata. I servizi vengono concordati individualmente.
Il programma Vienna si basa completamente
sui desideri dei genitori e dei bambini e può
includere una visita al giardino zoologico di
Schönbrunn e alla riserva naturale Lainzer
Tiergarten, oppure visite guidate per bambini
su temi specifici, gite in battello sul Vecchio
Danubio e visite ai musei.
Il servizio di animazione è offerto in 4 lingue (tedesco, inglese, italiano, spagnolo) per bambini
dai 3 anni in su e per ragazzi. Ogni educatore
si prende cura al massimo di tre bambini; per
tutta la durata del servizio i bambini sono assicurati contro gli incidenti. Se lo desiderate,
qualcuno verrà a prendere il vostro bambino in
albergo e lo riporterà a Vienna dopo una giornata organizzata secondo i vostri intendimenti.
Service4kids
Biraghigasse 57a 1130 Wien www.service4kids.at
Museumsquartier, Museumsplatz 1 Wien
www.kindermuseum.at
NEL TEMPO LIBERO
Vienna offre moltissime possibilità per trascorrere il tempo libero in modo tranquillo e rilassante. Ecco alcuni suggerimenti per vivere appieno il vostro soggiorno in città:
Parchi Gioco
Arrampicarsi, correre, scatenarsi...i parchi gioco entusiasmano da sempre i bambini.
Prater
Uno dei simboli della città, parco di divertimenti o luogo di sogni nostalgici, oasi di verde e
57
58
sede della ruota panoramica, il Prater è relax
garantito. Vi attendono 250 stand e attrazioni,
allegre manifestazioni come le domeniche familiari, giochi per bambini durante le vacanze
scolastiche e la grande festa con sfilata; per i
più piccoli poi ci sono le giostre, il Kasperltheater (teatrino delle marionette), il tradizionale
trenino in grotta e tanti altri divertimenti. La
Ruota panoramica è una delle attrazioni più
visitate della città, nonché un modo originale di
vedere Vienna dall’alto.
Svariate sono anche le proposte culinarie, che
vanno dal semplice panino al salame ai più
raffinati piaceri del palato per buongustai.
La stagione del Prater va da marzo ad ottobre,
anche se alcune attrazioni, tra cui la Ruota panoramica, sono aperte tutto l’anno. L’ingresso al
parco è gratuito, i prezzi delle singole attrazioni
vanno da 1 a 20 Euro.
Il confinante Prater verde, estesa area di prati
e boschi che un tempo era una riserva di caccia imperiale che fu aperta alla popolazione
dall’imperatore Giuseppe II, è un paradiso per
coloro che amano le passeggiate, lo jogging il
ciclismo e l’equitazione, ed è un’area ricreativa
urbana molto apprezzata. Il modo più rilassante per conoscere questo “polmone verde”
è fare il giro di quattro chilometri con il trenino
Liliputbahn.
Prater 1020 Wien www.praterservice.at
Terme
Chi cerca il relax non può che trovarlo nelle
terme di Vienna, le terme cittadine più moderne
e grandi d’Europa in cui i sogni di wellness si
trasformano in realtà.
Già i romani apprezzavano le benefiche acque
sulfuree di Vienna. Per poterne usufruire, nel
1974 sono nate nel sud della città le Terme
Oberlaa, che nel 2010 sono state convertite
nelle Terme di Vienna: 26 vasche, 24 cabine
per sauna e bagno turco, 2.500 lettini e un’area
benessere di 6.000 mq. le rendono le terme più
grandi dell’Austria. Dal punto di vista architettonico le singole zone sono disposte come pietre lungo un ruscello che scorre lungo tutte le
terme. Seguendo il ruscello si passano le aree
pietra della bellezza, pietra della quiete, pietra
dell’esperienza, pietra sauna e pietra fitness.
Tra queste si trovano due grandi paesaggi ter-
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
CON I BAMBINI
Non c’è nulla di più facile a Vienna che far divertire i bambini. Musei, parchi gioco, riserve
naturali, sentieri naturalistici, splendide località
panoramiche e aree picnic, perfino i 14 sentieri
escursionistici viennesi, saranno in grado di entusiasmare anche i più piccoli.
Ecco alcuni suggerimenti per una visita ben riuscita in città con i vostri figli:
COSA FARE
COSA FARE...
COSA FARE
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
Parchi e Giardini
Se state passeggiando per il centro e volete
prendervi una pausa, potete farlo in qualunque momento in uno dei meravigliosi parchi
all’interno della città. Ne vale davvero la pena:
in primavera, solo nel Volksgarten vi attendono
ben 400 specie di rose in fiore.
Se state cercando un posto ideale per una
foto ricordo, lo Stadtpark, il parco viennese
più ricco di monumenti e sculture, è quello che
fa per voi. Se siete ammiratori dell’imperatrice
Sissi, non perdetevi il monumento a Sisi nel
Volksgarten, dove tra l’altro in primavera vi attendono ben 400 specie di rose in fiore, mentre
gli estimatori di Mozart dovranno recarsi in pellegrinaggio alla statua del genio della musica
nel Burggarten, giardino in stile inglese che
fu il giardino privato dell’imperatore Francesco
Giuseppe I, lo sposo dell’imperatrice Sissi. Aperto al pubblico nel 1919, tre anni dopo la morte
del monarca, oggi ospita l’unico monumento
dell’imperatore, eretto nel 1957 su iniziativa privata, e la Serra delle Palme, una delle più belle
serre in stile Liberty, sede della Casa delle Farfalle, habitat di centinaia di farfalle esotiche.
Meritano sicuramente una sosta anche il Parco
del Municipio, sede di diverse manifestazioni,
Aree Pic-Nic
Vienna offre diverse possibilità per un piacevole pic-nic, nei numerosi prati ma anche in
piena città (nel parco di Sigmund Freud tra il
Campus universitario e la Chiesa votiva, o nel
Burggarten per esempio). Per un’area da picnic con vista su Vienna si consiglia di andare a
Cobenzl, sopra Grinzing, dove tra l’altro si trova anche un agriturismo che promette emozioni e divertimento ai bambini. A soli pochi minuti
di distanza si trova il prato Am Himmel, che
oltre a regalare uno splendido panorama di Vienna, cattura anche con gli “alberi parlanti” nel
cosiddetto cerchio degli alberi della vita e con
la Cappella di Sisi. Sul sottostante prato Bellevuewiese è possibile passeggiare sulle orme di
Sigmund Freud, che era solito passarvi molto
tempo (una lapide commemorativa lo ricorda).
Chi invece preferisce soluzioni più comode,
può ordinare per telefono a Villa Aurora, presso
il castello Wilhelminenberg, un cestino da picnic riempito all’inverosimile che poi potrà gustare comodamente nel giardino panoramico
con vista su Vienna. Anche il ristorante “La
Crêperie” prepara cestini da pic-nic assortiti e
invita a una gita in barca a remi sul Vecchio
Danubio.
Isola del Danubio
Un diversivo per la calde giornate estive
potrebbe essere una visita all’Isola del Danubio, l’area ricreativa più amata dai viennesi.
Passeggiate in bicicletta o sui pattini, partite
di beachvolley, bagni picnic, un’estesa rete di
sentieri, possibilità di escursioni in bicicletta e
sui pattini, baie balneabili, spiagge pianeggianti
e località balneari ancora incontaminate, uno
scivolo acquatico, una scuola di surf, uno skilift
acquatico e un noleggio di barche...insomma,
non manca proprio nulla! Per le famiglie con
bambini (anche piccoli), i 250 metri della spiaggia per famiglie offrono condizioni sicure
per lo svago balneare, mentre nei 5.000 mq
del grande parco giochi acquatico i bambini
potranno sguazzare a volontà, tuffarsi in specchi d’acqua e fare esperimenti.
59
SHOPPING E MERCATINI
Vienna è speciale anche nello shopping. Nel
centro storico, intorno alla Kärntner Strasse,
al Graben e al Kohlmarkt si trovano molti negozi di lusso, gioiellerie e profumerie, anche
se la zona acquisti più hip è sicuramente la
Mariahilfer Strasse: qui troverete qui centinaia di negozi di moda, bigiotteria e accessori.
Per gli amanti della musica, la scena dei negozi
specializzati in supporti audio è varia e va dai
piccoli negozietti specializzati ai grandi centri.
Perfino nei palazzi di Vienna, dove un tempo
risiedevano le famiglie dell’aristocrazia, oggi vi
si sono insediati anche alcuni interessanti negozi, in particolare nel centro storico.
I piccoli negozi fuori dalle grandi strade dello
shopping sono spesso difficili da trovare, e proprio per questo vengono organizzati veri “shopping tour” che vi consentiranno di scoprire i
tesori nascosti nelle viette laterali.
Tendenze
Non lontano dalla strada commerciale di Vienna Mariahilfer Strasse, la Kirchengasse si è
imposta come ulteriore mini-zona commerciale
fuori dalle rotte più battute, offrendo la massima esperienza di shopping nel minimo spazio:
piccoli negozi offrono design alla moda e abbigliamento streetwear giovane, rare calzature
e originali articoli per bambini. Anche nelle immediate vicinanze del Naschmarkt ed a pochi
passi dal cosiddetto Freihausviertel, un ormai
celebre quartiere della moda, sta sorgendo un
nuovo piccolo ma raffinato raggruppamento di
negozi trendy.
In città la scena della moda è quanto mai vivace, e i giovani stilisti hanno sviluppato un
linguaggio inconfondibile, e disegnano moda e
accessori negli stili più diversi che poi vendono
nei propri negozi e showroom Da Thomas
Kirchgrabner lo stile eccentrico si coniuga con
la tradizione. Lena Hoschek combina crinoline
e costumi tirolesi con il punk. Susanne Bisovsky taglia collezioni stravaganti da stoffe
folkloristiche. Nella frequentatissima traversa
della Mariahilfer Strasse, invece delle grandi
catene di moda si trovano tanti piccoli negozi.
La Mariahilfer Strasse è una delle zone commerciali più estese della città ed è meta di
shopping per un pubblico più giovane di quello
60
che attira il centro storico. Qui si trovano le
marche più famose, da Mango a Diesel. Chi
invece ama rovistare nei negozi più piccoli,
dovrebbe fare una puntatina nella Neubaugasse nel settimo distretto. I negozi viennesi
dell’usato permettono di compiere un viaggio
nella moda del passato. Vestiti glamour degli anni Venti, T-shirt chiassose degli anni Settanta o capi ben conservati degli anni Novanta.
Nel centro storico le signore troveranno negozi
di scarpe esclusivi come Christian Louboutin
o Jimmy Choo, mentre agli uomini si consiglia
una visita da Ludwig Reiter.
Un discorso a parte merita la tradizione del
lampadario a corona, prestigioso elemento di
illuminazione che grazie alle sue raffinate rifrazioni crea una moltitudine di luccichii. Vienna
vanta una lunga tradizione nella produzione di
lampadari a corona e ora ne propone anche
diverse divertenti reinterpretazioni. Chi volesse
acquistarne uno deve passare per la Singerstrasse, situata a pochi passi dal Duomo di
Santo Stefano
Infine, non dimentichiamo che Vienna è anche
la città del cioccolato. Nelle piccole cioccolaterie si producono artigianalmente dolci leccornie, dal pasticcino floreale alla pralina esotica.
Stilwerk
Sul Canale del Danubio, un nuovo edificio
dell’archistar Jean Nouvel ospita il centro di design Stilwerk, con circa 30 negozi, due ristoranti
e un hotel. Su quattro piani e circa 6.000 metri
quadrati gli amanti del design potranno trovare
di tutto, dai mobili agli accessori per la casa, dagli articoli da regalo alle stoffe, dall’elettronica
per l’intrattenimento alle lampade, e marchi
noti, come Backhausen a Country House.
L’idea di Stilwerk ha origine in Germania, dove
è già stata realizzata con successo in tre città.
Quello di Vienna è il primo Stilwerk al di fuori
della Germania.
Nell’interessante edificio si trovano anche due
ristoranti e un hotel di lusso Sofitel. Le facciate esterne hanno tutte un colore diverso in
base alla direzione in cui sono rivolte e all’ora
del giorno, mentre nel cortile interno si trova
un’opera d’arte davvero speciale: la parete
verde del francese Patrick Blanc è una grande
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Kurbadstraße 14 1100 Wien
www.thermewien.at
il Parco Sigmund Freud, particolarmente amato per i suoi prati su cui si può prendere il sole,
e il Bruno-Kreisky-Park, dove da maggio a ottobre sono disponibili amache per farsi cullare.
shopping
mali, con vasche interne ed esterne, panchine
riscaldate e lettini. Una stanza profumata con
letti ad acqua, una romantica piscina in grotta,
le sedie AlphaSphere per un profondo relax,
una lounge del fuoco, la prima biblioteca termale dell’Austria, una lounge con audiolibri e
un cinema vi lasceranno pienamente soddisfatti. Anche i bambini possono divertirsi parecchio, avendo a disposizione quattro diversi
scivoli, un canale acquatico, tre torri trampolino, un parco giochi acquatico, un teatro degli
spettri e un palco per karaoke. Animazione e
assistenza per i bambini completano l’offerta al
coperto. Notevolissima è anche l’area esterna,
il “Jahreszeitengarten”, ossia il giardino delle
stagioni: oltre alla piscina lunga 25 metri, una
piscina di acqua sorgiva, una piscina di acqua
salina e diverse altre piscine esterne, le Terme
di Vienna offrono anche un campo da beach
volley, una pista di bocce, un bar estivo, massaggi all’aperto e molte sdraio per rilassarsi.
cosa fare
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
Megastore Swarovski
Sulla Kärntner Strasse, al numero 24, il Megastore Swarovski è un nuovo tempio dello shopping.
Su una superficie complessiva 1.200 m², distribuiti su 3 piani, dal dicembre 2009 l’azienda
tirolese produttrice di cristalli presenta la sua
vasta gamma di articoli che spaziano dalla bigiotteria all’abbigliamento, dagli accessori ai
prodotti per interni, dal design all’ottica, senza
dimenticare le figurine che hanno fatto conoscere Swarovski in tutto il mondo. Oltre alle
diverse installazioni di artisti e designer attende
i clienti di Swarovski Vienna anche un “Crystallized™ Store“ come quelli situati a Londra,
New York, Shanghai ed ai Mondi di Cristallo
Swarovski di Wattens. Qui gli amanti del fai da
te troveranno un vero e proprio paradiso di cristalli dalle forme e dai colori molteplici, di perle e
di pietre con i quali realizzare il proprio gioiello
personale. Nei workshop creativi organizzati
dall’azienda è possibile imparare le diverse tecniche del design applicato alla bigiotteria sotto
la guida di esperti.
Davvero spettacolare è anche la facciata esterna dell’edificio che, grazie ai moduli luminosi
di cristallo dotati di diodi LED, attira l’attenzione
dei passanti che percorrono la nota strada
pedonale. All’interno dei cubi di vetro che si
estendono anche sul selciato verranno presentate installazioni artistiche.
MERCATINI
Un modo diverso di fare shopping. Nei meravigliosi mercatini viennesi, dove il carattere tipico della città si mescola alle tradizioni del resto
del mondo, non manca proprio nulla, dalla frutta alla verdura, dai fiori al caviale persiano, dal
sushi al pollo indiano tandoori, dal kebab alle
ostriche e ai panini con “Leberkäse”... i mercati
vivono durante l’anno e rispecchiano il fascino
della città in ogni stagione, ma soprattutto non
servono solo per fare la spesa, perchè sono
allo stesso tempo un’importante arteria vitale
per le zone limitrofe che attira gli elementi più
giovani e vivaci della popolazione. Tre mercati in particolare si possono considerare oggi
delle vere e proprie istituzioni: il Naschmarkt, il
Karmelitermarkt e il Brunnenmarkt.
Stilwerk di Vienna
Praterstraße 1 1020 Wien
www.stilwerk.at
Swarovski Wien
Kärntner Straße 24 1010 Wien
www.swarovski.com/wien
MQ-Point
Dove l‘arte si incontra con il kitsch e la serietà
con lo scherzo originale, l’MQ-Point è molto di
più di un museum shop, dove troverete articoli
da regalo originali e stravaganti oggetti di design, come tazze, borsette, button o T-shirt con
scritte umoristiche. Ogni venerdì della moda il
MQ-Point elegge il designer del mese e presenta le relative creazioni a prezzi moderati,
offrendo così anche uno spaccato del design
MQ-Point
Museumsplatz 1 1070 Wien www.mqpoint.at
Naschmarkt
Situato fra la Karlsplatz e la Kettenbrückengasse, anima uno dei quartieri più interessanti
della città ed è il più grande e famoso mercato
di Vienna. In esso troverete in abbondanza
specialità culinarie sempre fresche e non solo
tipicamente viennesi. Anche il vicino mercato
delle pulci, che si svolge tutti i sabati, è famoso
per i buoni affari che vi si possono fare. Dal lunedì al venerdì dalle 6.00 alle 19.30, il sabato dalle 6.00
alle 17.00. Stand gastronomici dal lunedi al sabato dalle 6.00
alle 23.00, mercato contadino il sabato dalle 6.00 alle 17.00.
Mercatino delle pulci il sabato dalle 6.30 alle 16.00.
6, Wienzeile
Karmelitermarkt
Vicino alla City e alla Schwedenplatz, raggiungibili a piedi in pochi minuti, il Karmelitermarkt è
un classico mercato rionale che non faceva più
tanto notizia, ma che negli ultimi anni è stato
reso più vivo dalla nascita di vari locali, atelier
e gallerie.
Dal lunedi al venerdi dalle 6.00 alle 19.30, il sabato dalle 6.00
alle 18.00; stand gastronomici dal lunedi al sabato dalle 6.00
alle 22.00. 2, Krummbaumgasse / Leopoldsgasse/ Haidgasse Brunnenmarkt
Nel quartiere di Ottakring (16° distretto), si tro61
va un rione vivace, sviluppatosi intorno al Brunnenmarkt, mercato dall’atmosfera tipica dei
paesi del sud con una forte componente turca.
Nei dintorni, le tende di alcuni giovani artisti
fanno del Brunnenmarkt e dell’attiguo Yppenmarkt uno dei rioni più vivi della città.
Dal lunedi al venerdi dalle 6.00 alle 19.30, sabato dalle 6.00
alle 18.00; stand gastronomici dal lunedi al sabato dalle 6.00
alle 23.00.
16, Brunnengasse/ Yppengasse Rochusmarkt
Lungo un’attraente strada dello shopping, offre
generi alimentari, frutta, verdura, fiori e formaggi. Lunedi-venerdi dalle 6.00 alle 19.30, sabato dalle 6.00 alle
18.00, stand gastronomici lunedi al sabato dalle 6.00 alle
23.00.
3, Landstrasser Hauptstrasse Ecke Rasumofskygasse MERCATINI DI NATALE
I mercatini di Natale sono una delle attrazioni
più belle e più antiche di Vienna; pare infatti che
già dal 1296 l’imperatore Alberto I concesse il
privilegio ai commercianti viennesi di tenere un
mercato “speciale” durante il mese di dicembre, il Christkindlmark. Negli anni la tradizione
si è arricchita e migliorata sempre più, tanto
che oggi la capitale austriaca può essere considerata durante il periodo dell’Avvento un vero
e proprio mercato a cielo aperto.
Mercato di Wiener Christkindlmark
Nei pressi del Municipio, é il mercato di Natale più grande della città: in circa 140 chalet
di legno è possibile trovare oggetti e dolciumi
natalizi di ogni tipo (caldarroste, fontane di zucchero filato, alsicce, vasetti di sottaceti e pan
di zenzero nelle forme più curiose), ma anche
diversi souvenir, come candele, giocattoli di
legno o di stoffa; non mancano occasioni di
divertimento neanche per i più piccoli: casette
fiabesche, alberi parlanti, stelle luccicanti, e il
Wolkenpostamt, un ”Ufficio postale delle nuvole” a misura di bambino dove personalizzare
lettere e cartoline di auguri con francobolli speciali di natale.
Rathausplatz Wienn
Mercato di Schönbrunn
Nella straordinaria cornice del Castello di
Schönbrunn si svolge uno dei mercati più romantici e incantevoli della cttà, una vera e
62
propria oasi al riparo dal frastuono cittadino.
Tra addobbi luccicanti e un albero di Natale
maestoso, anche qui non mancano le prelibatezze dolciarie della cucina viennese e le
rappresentazioni artigiane. Numerosi i concerti
di cori gospel, spiritual e musica natalizia tipicamente austriaca, ma anche le occasioni di
divertimento per i bambini, che insieme ai loro
genitori potranno partecipare a giochi natalizi e
alla visita al museo interattivo del castello. Tra
le tante attrazioni di questo mercato c’è anche
la straordinaria possibilità di cuocere i dolci nel
forno di corte.
Mercato di Spittelberg
Chi vuole conoscere la Vienna più autentica e
allo stesso tempo più alternativa non può rinunciare ad una tappa in questo meraviglioso quartiere con i suoi negozi vintage, le gallerie d’arte,
i locali notturni e i bar all’aperto. Il mercatino di
Natale tiene fede allo spirito del quartiere: per
le stradine di ciottoli si scorgono, oltre a negozi
e gallerie di artisti e designer, numerose bancarelle che offrono oggetti pregiati di artigianato, pezzi in ceramica viennese, gioielli in ottone
e smalto, ma anche creazioni in tessuto, come
tappeti e lavori di batik.
Siebensterngasse / Stiftgasse
Mercato di Weihnachtsdorf
Tra il Museo delle Belle Arti e quello di Storia
Naturale, è forse il mercatino di Natale più moderno: circa 60 casette nelle quali potrete trovare
regalistica, artigianato artistico, punch, vin
brulé, croissant al cioccolato bianco e specialità
viennesi. Potrete anche assistere a concerti di
strumenti a fiato della tradizione austriaca, cori
gospel, il tutto a costo zero.
Maria Theresien Platz
Mercatino di Natale Vecchia Vienna
Tra il Palais Viennese, la fontana d’Austria e la
Chiesa Schottenkirce, è un mercatino di antica
tradizione, risalente al XVIII secolo. Oggi vi si
trova un po’ di tutto, oggetti di artigianato artistico, decorazioni in vetro, ma anche tradizionali
presepi viennesi e ceramiche, cesti, articoli di
cartoleria, marionette, piccoli bijoux, decorazioni natalizie, mele arrostite, biscotti speziati,
punch...
Teinfaltstraße
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
internazionale e austriaco. Oltre ai biglietti per
la visita al museo potrete acquistare anche articoli fantasiosi.
SHOPPING
costruzione in acciaio di 600 metri quadrati sulla quale circa 20.000 diverse piante compongono un paradisiaco parco cittadino verticale.
SHOPPING
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
Capodanno a Vienna
Se siete a Vienna anche a Capodanno, avrete
modo di assistere ad alcuni eventi davvero indimenticabili, primo fra tutti il Ballo di Capodanno presso il Palazzo imperiale Hofburg, il primo
della stagione e uno dei principali eventi del
calendario sociale dell’Austria, dove troverete
la crème de la crème della società viennese.
In realtà sono molti i castelli e gli alberghi che
propongono un programma di musica classica
e valzer per attendere l’arrivo del nuovo anno,
ma il Ballo Imperiale ha davvero qualcosa di
diverso. L’evento comincia solitamente verso
le 14.00 del 31 e finisce intorno alle 2.00 del
primo gennaio. Gli ospiti vengono accolti da
personale vestito e truccato per assomigliare
alla Principessa Sissi e all’Imperatore Franc-
Rathaus © Mark Turner
esco Giuseppe, e la serata sarà impreziosita
da concerti di musica classica, giri di valzer e
vestiti da favola; i balli rappresentano al tempo
stesso il fascino e la decadenza dell’Impero e
sono l’occasione perfetta per fare un viaggio
nella storia e nella tradizione di questa magnifica città. Allo scoccare della mezzanotte sarà
annunciata la coppia imperiale che saluterà e
augurerà agli ospiti un buon inizio d’anno, concludere la magnifica serata ci penserà il magnifico spettacolo dei fuochi d’artificio.
Il Percorso di San Silvestro parte dalla piazza
di fronte al Municipio e si snoda attraverso le
strette stradine del centro storico. Molte le iniziative previste: nel cortile principale del Museums Quartier è stato realizzato un palazzo di
ghiaccio, mentre al Municipio di Vienna potrete
assistere alle esibizioni di cantanti europei e
statunitensi per la manifestazione Adventsingen, Canti internazionali dell’Avvento; moltissimi sono anche gli spettacoli di musica dal vivo,
i musical e le operette che si susseguiranno durante la serata e intratterranno turisti e residenti
fino allo scoccare della mezzanotte (e anche
oltre). Lungo il tragitto circa ottanta chioschi
saranno pronti a ristorarvi con specialità culinarie della tradizione. Qualunque sia il vostro
programma, fate in modo di raggiungere un po’
prima di mezzanotte la Stephansplatz: sarà
davvero emozionante “sentire” l’arrivo del nuovo anno attraverso i rintocchi della Pummerin,
la più grande campana d’Austria.
63
EVENTI
CONCERTO DI CAPODANNO
FESTIVAL DELL’ISOLA DEL DANUBIO
Il Concerto di Capodanno di Vienna è il
tradizionale concerto della Filarmonica di Vienna che si tiene dal 1939 a Capodanno nella
sala dorata del Musikverein di Vienna. Il programma, suddiviso in due parti, si basa prevalentemente su musiche della famiglia Strauss
(Johann Strauss padre, Johann Strauss jr,
Josef Strauss e Eduard Strauss) eseguite dai
Wiener Philharmoniker e, tradizionalmente,
viene concluso con l’esecuzione di tre brani
fuori programma. Alla musica, si aggiunge la
danza, eseguita dai ballerini dell’Opera di Stato
e che ha come ambientazione i prestigiosi interni ed esterni dei palazzi storici di Vienna.
La popolarità del Concerto ne fa uno degli avvenimenti musicali più seguiti al mondo, diffuso
dalle emittenti di almeno quaranta paesi, con
un pubblico stimato in almeno un miliardo di
spettatori in ogni parte del mondo.
A causa delle sempre più numerose richieste, i
biglietti per i Concerti di Capodanno (31 dicembre e quello celeberrimo del 1 gennaio) ma
anche per l’anteprima del 30 dicembre sono
ordinabili esclusivamente attraverso il sito ufficiale dei Filarmonici di Vienna (www.wienerphilharmoniker.at) nel periodo compreso tra il
2 e il 23 gennaio.
La Donauinselfest esiste da 27 anni ed è ormai
divenuta un appuntamento fisso del calendario
viennese. I palcoscenici, i chioschi gastronomici ed i punti d’informazione sono situati nella
zona centrale dell’isola, tra i ponti Nordbrücke
e Reichsbrücke. Ogni anno in occasione della
festa, si riversano sull’isola sia viennesi che
turisti, in particolare i giovani, desiderosi di assistere alle esibizioni di musica popolare in palcoscenici all’aperto.
Gennaio
OSTERKLANG FESTIVAL
Marzo - Aprile
L’Osterklang Festival è la serie di concerti pasquali che accoglie alcuni dei maggiori nomi
della musica classica in sedi sparse per la città.
In genere l’orchestra filarmonica di Vienna, di
classe mondiale, presenta uno spettacolo e i
concerti tendono a riflettere la storia della Passione di Cristo.
VIENNA FESTIVAL
Giugno - www.donauinselfest.at
VIENNALE
Ottobre - www.viennale.at
La Viennale è un festival cinematografico internazionale non competitivo, accreditato dalla
FIAPF, che si svolge ogni anno a partire dal
1960. Con oltre novantamila presenze, è la
più importante manifestazione cinematografica austriaca, nonchè uno dei festival più conosciuti dei paesi di lingua tedesca. Durante il
suo svolgimento vengono assegnati un Premio
FIPRESCI ad opere prime e seconde, il Vienna
Film Prize ad un’opera austriaca che sia stata
proiettata per la prima volta nell’anno appena
trascorso, e lo Standard Audience Award o
Standard Readers’ Jury Award, da parte di una
giuria di lettori del quotidiano Der Standard ad
un film in programma nel festival che non abbia
ancora una distribuzione austriaca. Il festival,
rivolto al grande pubblico, ha luogo nei cinema
del centro storico della città.
LA LUNGA NOTTE DEI MUSEI
Ottobre - langenacht2.orf.at
In occasione della Lunga Notte dei Musei, i musei viennesi tengono aperte le loro porte più tardi del solito. Salite su una delle speciali navette
e utilizzate il vostro biglietto unico per visitare
quanti più musei potete in una sola notte!
Maggio - Giugno - www.festwochen.at
Al Vienna Festival, gruppi artistici internazionali
si esibiscono in spettacoli che spaziano dal teatro alla world music presso le sedi culturali della
città. Il festival si apre con un concerto gratuito
all’aperto di fronte al municipio. Immergetevi
nella fiorente scena culturale della capitale
austriaca!
64
WIEN MODERN FESTIVAL
Novembre - www.wienmodern.at
Il festival di musica contemporanea Wien Modern ospita concerti nella Vienna Konzerthaus,
Musikverein e in altre sedi cittadine. Il festival
porta una ben distinta incisività alla capitale
della musica classica ed ogni anno si ispira ad
un compositore o tema differente.
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Se sarete così fortunati da essere a Vienna
durante il periodo natalizio, resterete profondamente colpiti dall’atmosfera che questa città
saprà regalarvi. Il Natale è infatti molto sentito
dai viennesi, che lo vivono nel pieno rispetto
delle tradizioni.
Una delle cose che potrete fare è concedervi
una passeggiata nella piazza del Municipio,
dove potrete ammirare, oltre ai numerosi chalet dei mercatini, la corona d’avvento gigante
che sovrasta la piazza con i suoi 12 metri di
diametro. Spostandovi poi verso l’area della
Riesenradplatz potrete godervi la vista della
città illuminata da una delle casette rosse della
ruota panoramica. Vi consigliamo anche una
visita ai numerosi mercatini che animano la
città in questo periodo, dove troverete un po’
di tutto, souvenirs, oggettistica, cibi e bevande
tipici, oltre a diverse occasioni di divertimento,
anche per i più piccoli. Presso il Sigmund
Freud Park è aperto tutti i giorni dal 19 novembre al 31 dicembre (fatta eccezione per
i giorni dal 24 al 26), dalle 17.00 alle 12.00,
“Kubik” un’istallazione realizzata con serbatoi
d’acqua pieni che, illuminati dall’interno, producono effetti di luce spettacolari, con i video
artisti creano fantasiosi giochi di luce. Tutti i
giorni si alternano alle consolle i DJ della scena
elettronica locale, ogni sera con un host diverso, da Radio Superfly all’Integrationshaus
di Vienna.
EVENTI
NATALE E CAPODANNO
NATALE E CAPODANNO
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
FONTANE E PONTI STORICI
Non si direbbe, ma a Vienna si trova il quadruplo dei ponti che ci sono a Venezia. Altrettanto
interessanti architettonicamente sono le molte
fontane storiche che abbelliscono l’immagine
della città e che fanno di Vienna la città più vivibile del mondo.
La Vermählungsbrunnen (fontana dello sposalizio, 1729) presso l’Hoher Markt è una delle
più significative fontane monumentali viennesi
del periodo barocco. L’attuale versione in pietra
e bronzo sostituisce un monumento in legno
fatto erigere dall’imperatore Leopoldo I quando
il figlio Giuseppe tornò illeso dalla guerra. Altrettanto degna di interesse è la Donnerbrunnen
(1739), presso il Neuer Markt: le figure nude
(allegorie degli affluenti del Danubio) furono
inizialmente rimosse dalla Commissione per la
Castità dell’imperatrice Maria Teresa, e oggi si
trovano nel Museo del Barocco. La fontana di
Pallade Atena (1902), davanti al Parlamento,
sulla Ringstrasse, rappresenta divinità dei fiumi
che incarnano il Danubio, l’Inn, l’Elba e la Moldava. Non dovreste perdervi nemmeno la fontana di Andromeda nel Municipio Vecchio, la
fontana dell’Austria in piazza Freyung oppure
la Fontana alla memoria dell’imperatrice Sisi
nel Volksgarten. Oltre 900 fontanelle di acqua
potabile e 54 fontane monumentali e commemorative si trovano tutte in piazze centrali.
Per quanto riguarda i ponti, ce ne sono 10 sul
Danubio, 32 sul Canale del Danubio, 40 sul
Wienfluss, oltre ai 271 ponti della metropolitana
e altri. La metropolitana si è sviluppata a partire
dalla ferrovia urbana (Stadtbahn) progettata da
Otto Wagner che richiese la costruzione di molti ponti. Pur trattandosi di strutture funzionali,
queste costruzioni sono anche state curate nella forma. Piccolo ma delizioso è il Konstantinsteg (ponte di Costantino) nel Prater di Vienna,
inaugurato nel 1873 e quindi il più antico ponte
di Vienna dal punto di vista edilizio.
VIENNA EBRAICA
Poche metropoli in Europa possono vantare
una storia così strettamente legata a quella
degli Ebrei quanto Vienna. Fino al 1938 viveva
in città una fiorente comunità ebraica, con decine di sinagoghe e case di preghiera, favorita
dall’antisemitismo allora molto diffuso, che costituì un terreno fertile per la follia razzista e il
terrore nazionalsocialista che si instaurarono
subito dopo l’occupazione dell’Austria da parte
della Wehrmacht tedesca nel marzo 1938. Proprio nel corso dei processi di “arianizzazione“
le proprietà degli ebrei passarono allo Stato o
a privati che ebbero così l’opportunità di “acquistarli” sottoprezzo. Personaggi illustri come
Sigmund Freud ma anche molte persone semplici, 140.000 austriaci in totale, dovettero emigrare per “motivi razziali”. Altre 65.000 persone
che non ebbero modo di fuggire vennero assassinate. L’elaborazione di questi gravissimi
crimini nella storia di Vienna e dell’Austria durò
decenni e ancor oggi essa non è stata del tutto
portata a termine. I “luoghi” dell’ebraismo a Vienna sono il Museo ebraico, la Casa di Freud,
il Museo Judenplatz Vienna e la Sinagoga.
65
CUCINA
Di solito l’Austria viene associata alla Germania, e così la cucina austriaca viene accomunata a quella tedesca. Niente di più sbagliato.
Vienna è l’unica città al mondo che ha dato il
proprio nome ad uno stile culinario a se stante,
forse uno dei migliori d’Europa, gradevole “mix”
delle tradizioni culinarie dei paesi che nei secoli
sono stati sotto il dominio asburgico. Grande è
la varietà di zuppe (suppen): la Frittatensuppe
ad esempio è una zuppa con strisce di frittata. Per quanto riguarda i secondi, i piatti più
conosciuti sono il Gulasch, uno spezzatino di
manzo o vitello leggermente piccante di solito
servito con i peperoni, il Rostbraten, costate di
manzo arrostite di solito accompagnate alle cipolle, e il Tafelspitz, un bollito di carne di manzo
servito con rafano, mele o erba cipolllina. Particolare attenzione meritano i dolci, soprattutto le
torte, tra le quali emerge senza rivali la Sacher
Gulasch
Ingredienti: 100 g di lardo, 100 g di cipolla, 1
cucchiaino di paprika, 200 g di manzo affettato, sale, aglio, 1 cucchiaino di cumino, 1 cucchiaino di maggiorana, 1 cucchiaio di passata
di pomodoro, 3 patate, 3/4 litro brodo
Preparazione: Fate appassire la cipolla nel
lardo evitando che s’imbrunisca, quindi aggiungete la carne e le spezie. Aggiungete
l’acqua o il brodo e la passata di pomodro e
lasciate sobbollire fino a che la carne risulti
tenera. Aggiungete, quindi, le patate in piccoli
pezzi e lasciate sul fuoco fino a cottura delle
patate. Servite con pane bianco o panini.
66
Torte, con la sua singolare storia risalente al
lontano Ottocento; un’altra torta dedicata ad un
grande personaggio austriaco è la Torta Mozart, a base di crema di pistacchio, albicocche
e mousse al cioccolato. Non originali di Vienna,
ma conosciutissimi in tutto il mondo sono gli
Apfelstrudel, una pasta sfoglia ripiena di mele,
uva passa e cannella. Per quanto riguarda le
bevende, le birre austriache sono buone sia
nella variante chiara (helbier) che in quella
scura (dunkelbier); i liquori più bevuti sono lo
slivovice a base di prugne e il barack, fatto con
albicocche. Un discorso a parte merita il caffè,
che i viennesi amano prendere in mille modi
diversi nelle Kaffeehauser; i più amati sono il
melange (caffè con latte caldo), il kapuziner
(poco caffè, molta panna), Eiskafee (caffè freddo con gelato alla vaniglia).
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
SCALE STORICHE
Passeggiando per Vienna avrete occasione
di imbattervi in molte scale storiche. Quella
più famosa è sicuramente la Strudlhofstiege,
nel 9° distretto, costruita nel 1910 e prezioso
esempio di stile Liberty viennese con le sue
gradinate curvilinee e le ringhiere verdi; la
struttura ricorda Peter von Strudl, il fondatore
dell’Accademia delle arti figurative. Direttamente sulla Ringstraße, la Hauptuniversität
venne costruita da Heinrich von Ferstel tra il
1873 e il 1884; notevole è la scalinata interna,
particolarmente imponente. L’imperiale Philosophenstiege (scala dei filosofi) a tre rampe
ricorda lo scalone di un palazzo per la sua dimensione e la sua preziosità; presumibilmente,
la scala giuridica è stata realizzata in modo un
po’ più discreto a causa di una mancanza di
fondi. Tra Marc-Aurel-Straße e Sterngasse si
trova invece la Herzl-Stiege (scala di Herzl),
così chiamata in onore di Theodor Herzl, il fondatore del movimento sionista.
Nel sesto distretto si incontrano due scale
impressionanti. La Fillgraderstiege è in stile
secessionista e supera una parte del dislivello
tra il Naschmarkt e Mariahilfer Straße. Negli
ambienti interni si trovano addiritura un caffè e
una galleria. Non molto lontano è la scala a tre
rampe Rahlstiege, risalente al 1870.
cucina
CURIOSITA’
curiosità
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
Ingredienti: 150 g di farina; 150 g di cioccolato fondente; 150 g di burro; 150 g di zucchero; 5 uova; Ingredienti per farcitura e glassa:
marmellata di albicocche; 100 g di cioccolato
fondente; 70 g di zucchero
Preparazione: Fate sciogliere il cioccolato
fondente in un pentolino e nel frattempo lavorate il burro fino a farlo diventare una crema.
Aggiungete al burro metà dello zucchero, il
cioccolato sciolto, ed i tuorli. A parte montate
a neve gli albumi ed aggiungetevi l’altra metà
dello zucchero per poi unire i due composti.
Aiutandovi con una frusta incorporate al composto la farina e sistematelo in una teglia imburrata ed infornatelo, per un’ora a 180° circa.
Trascorso il tempo necessario lasciate raffreddare la “pasta di cioccolato” per poi tagliarla
orizzontalmente in due e farcirla con la marmellata di albicocche. Glassa: in un pentolino
fate sciogliere lo zucchero con un bicchiere
d’acqua e portate ad ebollizione. Lasciate bollire ancora 5 minuti e aggiungete il cioccolato
fino ad ottenere una glassa che farete nuovamente cuocere a fuoco basso, finchè non è
densa al punto giusto. Con la glassa ricoprite
tutta la torta in modo uniforme.
WI-FI E HOT SPOT
In molti posti della città è possibile navigare gratuitamente in Internet con il proprio notebook o cellulare dotato di collegamento WLAN.
Dove?
Ad esempio nel centro informazioni turistiche in Albertinaplatz, dove potete usufruire di una connessione WLAN gratuita ogni giorno dalle 9.00 alle 19.00, al Naschmarkt e al Prater, al piano superiore dell’atrio della stazione Westbahnhof. Anche l’aeroporto Wien-Schwechat offre ai suoi ospiti
l’accesso gratuito a Internet in tutte le aree, (ad esempio nei ristoranti); in tutti i salottini e nelle sale
d’attesa dei Gate C e D si trovano delle prese per collegarsi.
La mappa interattiva della città dell’Amministrazione municipale di Vienna, disponibile su www.
wien.gv.at/stadtplan, vi mostra tutti gli hotspot WLAN della città. Basta selezionare come “contenuto della mappa” l’elemento “WLAN Standort” (Ubicazione WLAN) nel menu “Kommunikation &
Wirtschaft”.
DOVE MANGIARE A VIENNA?
Se volete assaggiare la cucina tipica viennese
dovete cercare le kellerkolake, che offrono i
piatti della cucina regionale proprio come le
Gasthaus, o Beisel, versione tipicamente viennese di ristorante tradizionalmente dotata di
un ampio bancone dove viene spillata la birra e
si tiene fresco il vino; le pareti sono rivestite in
pannelli di legno, i tavoli e le sedie sono semplici e la clientela varia.
Quando splende il sole, i viennesi e i turisti amano sedersi ai tavolini dei cosiddetti
“Schanigarten”, vere e proprie oasi di relax
all’aperto. Uno “Schanigarten” è situato in
un’area pubblica, cioè in una piazza, nella zona
pedonale o anche semplicemente sul marciapiede; i tavolini sono delimitati da fioriere e
l’ombra è assicurata dagli ombrelloni. Chi vuole
conoscere uno degli aspetti più curiosi e autentici di Vienna non deve mancare una sosta
nei chioschi delle salsicce, dove si ritrovano un
po’ tutti, soprattutto coloro che sono in cerca di
un saporito spuntino tra un pasto e l’altro; i chioschi delle salsicce Bitzinger (Albertinaplatz,
Ruota panoramica) sono considerati i migliori
della città.
Anche i caffè viennesi, da sempre considerati oasi di accoglienza e ospitalità, invitano
sicuramente a una sosta con le loro numerose
varianti di caffè, i giornali e le prelibatezze gastronomiche; dal 2011 la tradizionale cultura dei
Kaffeehauser è addirittura patrimonio culturale
immateriale dell’UNESCO. E poi non dimentichiamo, il caffè è parente della pasticceria:
l’offerta principale è la sachertorte che potrete
gustare all’Hotel Sacher fondato nel 1876 da
Eduard Sacher, figlio del creatore della celebre
torta Sacher, Franz Sacher (Philharmonikerstraße 4 - Vienna).
67
DIZIONARIO
Sì: Ja
No: Nein
Salve, Ciao: Guten Tag, hallo
Arrivederci, Ciao: Auf Wiedersehen, Gruss Gott
Grazie: Danke
Per favore: Bitte
Mi scusi, Scusa: Entschuldigen
Sie
Non capisco: Ich verstehe nicht
Aperto: Auf, offen
Chiuso: Geschlossen
Sinistra: Links
Destra: Rechts
(Sempre) Diritto: Geradeaus
Lontano: Weit
Vicino: Nahe
68
Buono: Gut
Mappa, Cartina stradale: Die
Karte, die Landkarte
Informazioni turistiche: Das
Fremdenverkehrsbuero
Strada, Via: Straße
Piazza: Platz
Ospedale: Krankenhaus
Polizia, Stazione di polizia:
Polizeiwache, Polizeirevier
Farmacia: Apotheke
Ristorante: Gaststätte
Museo: Museum
Negozio: Geschäft
Prima colazione: Frühstück
Pranzo: Mittagessen
Cena: Abendessen
Acqua: Wasser
Vino: Wein
Birra: Bier
Caffé: Kaffee
Carne: Fleisch
Pesce: Fisch
Verdura: Gemüse
Il conto, per favore: Die Rechnung, bitte, zahlen, bitte
Quanto costa?: Wieviel kostet
das?
Accettate carte di credito?:
Akzeptieren Sie Kreditkarten?
Dove é il bagno?: Wo ist die Toilette?
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Torta Sacher
wi-fi / dizionario
cucina
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
70
69
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
SCRIVI QUI I TUOI APPUNTI DI VIAGGIO
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
CHIESE
5 Chiesa dei Minoriti -p. 19
21 Chiesa di San Michele - p. 19
24 Chiesa di Sant’Agostino - p. 18
32 Chiesa dei Francescani - p. 18
37 Duomo di Santo Stefano - p. 19
40 Chiesa di San Pietro - p. 19
42 Chiesa di San Ruperto - p. 20
43 Chiesa di Santa Maria - p. 20
PALAZZI
1 Università di Vienna - p. 24
3 Municipio - p. 24
7 Palazzo del Parlamento - p. 24
14 Neue Burg - p. 23
19 Palazzo Imperiale - p. 23
23 Biblioteca Nazionale - p. 23
33 Accademia delle Scienze - p. 22
MUSEI
2 Museo di Beethoven - p. 30
9 Quartiere dei Musei - p. 27
11 Museo di Storia Naturale - p. 27
12 Museo di Storia Dell’Arte - p. 27
13 Museo Etnologico - p. 27
16 Appartamenti Imperiali - p. 28
18 Museo Sissi - p. 28
20 Camera del Tesoro - p. 28
26 Albertina - p. 26
34 Museo di Mozart - p. 30
35 Museo Diocesano - p. 26
MONUMENTI
10 Monumento M Teresa - p.32
27 Monumento a Mozart - p. 32
28 Monumento a Goethe - p. 32
31 Monumento a Strauss - p.32
STRUTTURE
6 Tempio di Teseo - p. 46
25 Fontana Donner - p. 34
41 Ankeruhr - p. 34
PIAZZE / VIE
15 Piazza degli Eroi - p. 36
36 Centro Storico - p. 36
38 Piazza S. Stefano - p. 36
39 Graben - p. 36
PARCHI
17 Volksgarten - p. 40
30 Stadtpark - p. 40
TEATRI
4 Teatro Nazionale - p. 38
8 Teatro del Popolo - p. 38
29 Opera di Stato - p. 38
ALTRO
22 Scuola Equitazione - p. 46
71
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA
VUOI USARLE ?
Se hai una attività commerciale in questa città
e ritieni che i tuoi servizi possono essere utili
al turista ed in linea alla qualità offerta dalla
guida, scrivici a:
[email protected]
Weagoo s.r.l. autorizza la distribuzione e
condivisione gratuita delle miniGuide a condizione che non vengano modificate.
E’ permesso utilizzare il link ma non la distribuzione del prodotto finito da server diversi
da quello originale di download individuato e/o
indicato da weagoo s.r.l..
Questa guida è disponibile anche in versione
co-brand (assieme al nostro logo) e white-label
(con solo il vostro logo)
Es. di ditribuzione delle miniGuide di Weagoo:
Facebook
potete distribuirle gratuitamente nelle vostre
pagine Facebook a tutti i vostri iscritti, è sempre
un omaggio gradito
Blogger
Per chi scrive e si occupa di travel è sicuramente uno strumento di fidelizzazione maggiore
Hotel, B&B, Ristoranti ecc.
Possono essere inserite gratuitamente nelle
proprie pagine internet per un maggior contenuto
Mail e comunicazioni social
Per esempio ,in fase di conferma di una prenotazione allegando il llnk di download, oppure
per attività di D.M
73
per approfondire scansiona il QRcode
www.weagoo.com
copyright © 2015 weagoo
V. 1.0.3
Weagoo non fornisce alcuna garanzia sulla qualità e l’accuratezza delle informazioni così come al carattere esclusivo delle stesse. Parte del materiale presente in questa guida è soggetto a licenze “Commons”, immagini, suoni e altro materiale sono di proprietà dei rispettivi proprietari, le mappe
sono di Google Maps - ©2012 Google Inc. e Tele Atlas North America, Inc. Altri marchi, nomi e prodotti menzionati e non, sono dei rispettivi proprietari.
WeAGoo adotta una procedura di segnalazione, gestione delle obiezione o reclami concernente il materiale e il contenuto di questa guida, ovvero
ritieni che il materiale e il contenuto pubblicato lede il tuo diritto d’autore, contattataci senza indugio attraverso l’apposita procedura di segnalazione
presente all’indirizzo : http://www.weagoo.com/it/contact. Le informazioni possono variare anche senza preavviso e sono puramente indicative.
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
VIENNA