Così ieri - Torneo dei Sestieri

Comments

Transcription

Così ieri - Torneo dei Sestieri
www.TORNEOdeiSESTIERI.it
...in diretta dal campo da gioco
Lido, N°1 del 18 luglio 2006
scrivici a [email protected]
TUTTI!!!
E’ iniziato lo spettacolo!
Cannaregio e Lido, finaliste dell’ edizione 2005
hanno aperto i giochi per il girone “ea cresse”, con
Castello, terzo
incomodo, in attesa. In seconda serata c’è stato anche
l’emozionante film di Lina Wertmuller:
Santacroce&Sanpolo contro Sanmarco&Muran, girone “ea
caea”. Dorsoduro, che
esordisce oggi studia tutto e tutti.
Tutti appunto, ci siamo tutti o quasi tutti, ci conosciamo
almeno di vista; inverni e primavere a girovagare per
palestre, palestrine, campi e campetti. Adesso è arrivata
la meritata vacanza.
Tutti al Lido! Al parco, alla festa di metà luglio delle 4
Fontane che la Municipalità di Lido- Pellestrina sostiene
con crescente entusiasmo tra i programmi di spettacolo
estivi offerti ai veneziani ed agli ospiti della nostra bella
isola.
Venezia non è la sconfinata Big Apple della sponda
atlantica quindi oltre al Basket da noi ci sarà il gioco di
vedere e non vedere chi c’è e non c’è i: “ghe xe anca...”, si
sprecheranno perchè verranno in molti. Siamo tanti e ben
distribuiti per tutte le
parrocchie. Eravamo incontenibili al Palasport
dell’Arsenale quando vi confluivamo da Lido ai Carmini
dalla illustre Misericordia a Muran, dalla Judecca a San
Giobbe.
Per fortuna c’era la radio, che via telefono, raggiungeva
chi non entrava così a seguire la nostra bandiera
aumentavamo sempre piu’.. e sempre piu’...
Anni passati, è vero ! ,,, ma ci siamo ancora tutti, con i
nostri figli e nipoti, che, con l’inguaribile DNA di buttarla
dentro saltano, corrono, cadono, rimbalzano sotto
l’immobile retina che aspetta di
essere accarezzata da un ciuff di un bambinetto od una
ragazzina che se ne innamoreranno per tutta la vita.
Basta! Ora tutti a tifare per l’eccellente ala Kristian Sartor,
che scopriamo essere di San Stae o per il nostro “illustre
sconosciuto” vicino di casa.
Tutti: gli atleti, i tecnici, gli arbitri, dirigenti addetti ai lavori
ed infine il pubblico saranno la degna cornice di
riferimento per uno sport che ha la bellezza di far
frusciare la retina quando si fa punto.
IL CALENDARIO
17-22 LUGLIO 2006
Parco delle Quattro Fontane
Lido di Venezia
Lunedì 17
Ore 20,30
CANNAREGIO vs LIDO 72 -81
Ore 22,00
SANTACROSE&SANPOLO vs SANMARCO&MURANO 73 - 69 dts
Martedì 18
Ore 20,30
SANMARCO&MURANO vs DORSODURO
Ore 22,00
CASTELLO vs CANNAREGIO
Mercoledì 19
Ore 20,30
LIDO vs CASTELLO
Ore 22,00
DORSOSURO vs SANTACROE&SANPOLO
Giovedì 20
Ore 19,30
Lido Femminile – Centro Storico Femminile
Ore 21.00
Lido Veterani – Centro Storico Veterani
Venerdì 21
Ore 20,30
Semifinale 1
Ore 22.00
Semifinale 2
Sabato 22
Ore 19,00
Finale 5°-6°
Ore 20,15
Finale 3°-4°
Ore 22,15
Finalissima
COME FINI’ NEL 2005
Era sabato 25/7/2006 Cannaregio e Lido erano le squadre piu’
meritevoli di giocarsi la mortadella con pistacchio, l’ambito premio
per la prima classificata. Castello con Marascalchi e Franceschet,
due big, era fuori, non aveva girato per il verso giusto. Santacrose e
Sanpolo che aveva sorpreso tutti con uno strepitoso Epis,
nell’olimpo dei meglio santi non era bastato. Se la vedevano quindi il
Lido la squadra di casa con il Cannaregio che odora di Misericordia
e dintorni.
Cannaregio, da sempre, fa paura. Andrea Costantini la prende e la
mette dentro, Frison e Tagliapietra sanno fare tutto il resto.
Sorprende la volontà di Maurizio Zuin incitato dal preponderante
pubblico amico, non basta; Claudio Costantini e Nicola Zanchi gli
assi di casa non sono al meglio e non c’è appello! Cannaregio prima!
Ospiti del Bar Trento, la mortadella, gli amici di Cannaregio la offrono
a tutti. Quel gesto quest’anno sarà ricordato e adeguatamente
ricompensato.
Mamme, papa’, figli, nonni sorelle, spose, morose non mancate di
festeggiare i vostri campioni del 2006, sabato 22 luglio alle ore
23,30.
L’INTERVISTA
IL PERSONAGGIO
Stefano Cazzaro,
arbitro internazionale, l’ultima carta buona rimasta in mano ai
veneziani: campionati nazionali, innumerevoli finali scudetto, Olimpiadi, Campionati del
Mondo, Finali di Coppa per tutti i continenti. Specchio di capacità, rigore ed onestà che più
blasonati sport non possono vantare. Spesso presente in veste di spettatore nella scorsa
edizione, quest'anno ha fornito un prezioso contributo aiutando il comitato d'organizzazione
nel reperimento degli arbitri.
Segui anche i campionati di base, che riflessioni fai quando siedi nel deserto del
Palazzetto dell’Arsenale...... colonna sonora inesistente. ....solo il trillo dei tuoi allievi e la
palla che batte?
Vedere le tribune vuote e le attrezzature spesso “fuori servizio” mi provoca un senso di
nostalgia per i “pienoni” dei tempi della REYER dei Dalipagic, Radovanovic, Haywood ecc.
Sarebbe bello che un simile impianto venisse sfruttato per manifestazioni più coinvolgenti che
un campionato di serie “D”, tali da far affluire i molti potenziali tifosi veneziani!
Venezia, è stata una pagina d’oro della pallacanestro Italiana, è possibile che non possa
competere con rispettabilissime novità ma pur sempre piccole cittadine : Scafati,
Maddaloni, Capo d’Orlando, Schio?
Questo dipende purtroppo non solo dai giocatori, ma soprattutto dai dirigenti ed imprenditori
locali, purtroppo poco sensibili ad “investire” nelle attività sportive della nostra città ….
Stiamo vivendo ancora nel ricordo dei mitici anni 80-90, quando a VENEZIA oltre alla
REYER (A m) partecipavano ai Campionati Nazionali la DIE’N’AI (B/m), la VIRTUS
MURANO e le due LIDO (C/m), nonché la REYER Femminile … senza contare la
“LAETITIA”: uno dei più blasonati vivai del Veneto, nel quale hanno iniziato i primi palleggi
molti dei giocatori e allenatori ancora in attività.
Speriamo nell’entusiasmo della nuova REYER !!!
Considerando che Venezia ha abdicato; il Torneo dei Sestieri con l’adunata di tutti i suoi
protagonisti può essere un’occasione......... per una verifica di un rilancio attorno a un
Cannaregio che, vedi Chievo ( quartiere di Verona N.d.r ), potrebbe farci sognare ?
Perché no! Cannaregio, dove sono nato e abito da sempre, è ancora uno dei Sestieri più” vivi”
di Venezia, che ha risentito in misura minore dell’esodo dei giovani.
E’ dotato di due efficienti impianti sportivi che permettono di svolgere attività sportiva a molti
atleti, grazie all’impegno ed alla professionalità delle società sportive “superstiti”,
ALVISIANA in primis. Perché non concentrare le forze in un unico “polo” per puntare ad un
Campionato di maggior prestigio oppure a qualche Finale Nazionale Giovanile???
Sono trascorsi 16 anni, da quando, dopo la tradizionale
bicchierata negli uffici Comunali dell’Assessorato al
Turismo, Sante Zennaro, salutava amici e colleghi per la
meritata quiescenza.
L’Avv. Ugo Bergamo appassionato dirigente di basket
nonchè ex arbitro e primocittadino gli propose di dare un
mano nella mitica palestra delle Terre perse - ora “OLIVI”-,
per un giorno ...”Il giorno piu’ lungo” appunto....tutti
sappiamo quanto sta durando e ci auguriamo che non finisca
mai.
Sante in questi 16 anni di palestra a visto avvicendarsi
presidenti, allenatori, migliaia di giocatori e giocatrici , per
tutti è stato e continua ad essere un riferimento
indispensabile e disponibile. Sempre con bonario e
rassicurante sorriso non si nega mai per due chicchiere ed
una birretta in compagnia.
Ricorda tutti, qualche nome gli sfugge, gli anni pesano, ma
puntuale e scrupoloso,non manca mai un appuntamento.
“ ....i ragazzi di oggi , sono terribili non hanno molta cura e
rispetto dell’impianto e delle attrezzature, solo quando non
sono in gruppo si comportano come si deve..... ma a basket
si gioca in dieci.........ma quando diventano uomini, padri di
famiglia tornano trasformati .. in tanti mi salutano con un
gratificante bacio “
A Venezia la scuola degli arbitri è storica e ricca di protagonisti, perchè consigli ad un
giovane di tentare l’avventura ?
Perché può essere un modo diverso di praticare un bellissimo sport,… giocare in un ruolo
diverso per tutta la gara (senza fare 40 minuti di panchina !!)….
Seriamente, può creare un percorso formativo per un giovane, educarlo alla disciplina per far
rispettare le regole, abituarlo a risolvere da solo e tempestivamente conflittualità,a gestire
situazioni talvolta problematiche, a relazionarsi con altre persone .
i nostri SOSTENITORI
eco-ink
Via Jacopo da Riva 5/D
30126 Lido di Venezia
tabaccheria
GRAN VIALE
di
Vianello Marco
via Isola di Cerigo 21
BAR RISTORANTE
DA TANDUO
MURANO
www.TORNEOdeiSESTIERI.it
...in diretta dal campo da gioco
Lido, N°2 del 18 luglio 2006
scrivici a [email protected]
Così ieri
LIDO – CANNAREGIO 81- 62
Sorprendentemente Lido batte i campioni in carica del Cannaregio con un
punteggio troppo eclatante ed inatteso.. Il risultato finale, per sua rotondità
sorprende un po’ tutti. A ben vedere Saoner ha pazientemente selezionato il
meglio su una vasta scelta di proposte; attorno all’esperienza di De Gasperi,
Zanchi e Zuin i giovani hanno ben figurato; i centroni Costantini C. e Crosera
non si sono risparmiati.
Cannaregio forse si proponeva troppo sicura di sè e non esprimeva la massima
carica agonistica di cui sono capaci i navigati Costantini A., Grassetti e Frison.
Giacometti, troppo nervoso, ci teneva molto a ben figurare contro il sestiere del
Lido, dove quest’anno per la VIRTUS LIDO ha indossato la maglia di leader
ricambiando la fiducia accordatagli con grandi soddisfazioni per compagni di
squadra e la dirigenza lidense. Stasera ha l’opportunità di recuperare contro il
suo mentore di sponda Castello.
LIDO: Crosera Marco 11, Ragazzi Alessandro 3, Forte Federico 3, Orlandini
Paolo 4, Capitanio Filippo 10, Jop Josef 3, Zuin Maurizio 9, Zanchi Nicola 11,
Costantini Claudio 10, De Gasperi Fabio 17.
All. SAONER Roberto
CANNAREGIO: Giacometti Filippo 3, Battistin Mattia 7, Tagliapietra Enrico 4,
Grassetti Sebastiano 10, Ferrari Alberto, Penzo Andrea 1, Scarpa Nicolò 4,
Frison Federico 7, Tommassetti Roberto 7, Caburlotto Alvise 6, Costantini
Andrea 9, Zanbon Marco 1.
All: TAGLIAPIETRA Franco
Arbitri: Scarpa Fabio e Tormen Claudio
SANTACROCE&SANPOLO – SANMARCOMURANO 73-69( dts)
Piatto ghiotto e venezianissimo per il secondo incontro della prima serata.
Impepata “de peoci” al succo dei sei limoni di S.Croce-S.Polo.
Abbondantissima, a sorpresa, la panchina pevarina e simpaticamente citazionista
di SanMarcoMuran che ribatte colpo su colpo all’ariete Kristian Sartor 31 punti,
e alle fiondate di Andrea Nogara 24 punti, a suo agio nel gioco open.
Con Pisolato, Andreutto, Buroni e Borsato SantaCroce & SanPolo si spremono
fino all’ultimo goccia dell’acidula essenza. Coach Greco stamattina dovrà
andare a Rialto a cercarsi altri limoni altrimenti sarà dura con Dorsoduro.
La squadra di Bressanello, sempre ben ruotata non ci sta a farsi metter sotto: così
o di canestro o di venezianissimo vernacolo, è sempre in evidenza. Segnano
tutti, con canestri sorprendentemente belli, in spolvero i fratelli Nichetto, 16
punti Luca, e il leggendario Poletto, un mito, che agguanta il pari con una
sorprendente bomba alla fine dei tempi regolamentari.
Supplementare senza emozioni con “calorose” stretta mano agli stremati
vincitori.
SANTACROCE&SANPOLO: Sartor Kristian 31, Andreutto Cristian 2, Nogara
Andrea 24, Pisolato Giacomo7, Buroni Simone 9, Borsato Andrea.
Allenatore GRECO Emilio
SANMARCOMURAN: Paletto Paolo 17, Tiozzo Claudio, Vescovi Alvise 3,
Nichetto Marco 4, Nichetto Luca 16, Ferro Omar 4, Boscolo Aldo 2, Boscolo
Giovanni 5, Campa Dario 12, Bonora Cristiano, Poggi Andrea 4, Guaglianone
Nicola 1, Granzotto Massimo 2.
Allenatore BRESSANELLO
SA’ ROTTO EL MONITOR!!!
Chiediamo scusa a tutti i sostenitori e sponsor se il monitor
preposto ad ospitare il “carosello” dei loro loghi societari ha
funzionato per solo 15 minuti.
Un organizzatore, con compiti vari di refertista, webmaster,
centralinista Tim, tiracavi, procuratore del sistema basket,
trovarobe, giocatore, attrezzista di scena, tesoriere, portaborse
d’acqua e Gatorate, consigliere, allenatore, masmediologo e, non
da ultimo, POSTIN, insomma il classico fancazzista, l’ha fatta
bella!.
Il citato per non portarsi dietro la pesante ed ottocentesca nomea
di giovine perdigiorno, ha pensato di fornirsi dalla Biennale
Cinema, ove durante la celebre Mostra ama girovagare
notturnamente tra polverose coltri e tendaggi, di carrello per
adagiarvi verticalmente monitor PIONEER YH 2206 \01 2001,
al plasma da pollici 40.
Il monitor in questione, non appena il citato smetteva la funzione
di refertista con palette numerate, per assumere quella di :
”…….ma cosa femo adesso che ea seconda partia finisse ..??.”,
accarezzava il tranquillo monitor, che, gratificato pensava bene
di carpiare come Klaus Di Biasi.
Se chi lavora stesse più attento, si impegnasse di più, invece di
lamentasi sempre e non andasse a far notte tutte le sere, queste
cose non succederebbero!
Adesso, caro perdigiorno, vediamo di non far fare un caorio
anche al segnatempo altrimenti ti facciamo ruotare le braccia.
Con la destra fai i minuti con la sinistra i secondi, non è un bel
vedere ma chi sbaglia paga, altrimenti i nostri beniamini come
fanno giocare? fare i tiri prima dei 24 secondi tempo? Nonché
capire quando smettere il bel divertimento ?
IL CALENDARIO
17-22 LUGLIO 2006
Lunedì 17
Ore 20,30
CANNAREGIO vs LIDO 72 -81
Ore 22,00
SANTACROSE&SANPOLO vs SANMARCO&MURANO 73 - 69 dts
Martedì 18
Ore 20,30
SANMARCO&MURANO vs DORSODURO
Ore 22,00
CASTELLO vs CANNAREGIO
Mercoledì 19
Ore 20,30
LIDO vs CASTELLO
Ore 22,00
DORSOSURO vs SANTACROE&SANPOLO
Giovedì 20
Ore 19,30
Lido Femminile – Centro Storico Femminile
Ore 21.00
Lido Veterani – Centro Storico Veterani
Venerdì 21
Ore 20,30
Semifinale 1
Ore 22.00
Semifinale 2
Sabato 22
Ore 19,00
Finale 5°-6°
Ore 20,15
Finale 3°-4°
Ore 22,15
Finalissima
i nostri SOSTENITORI
eco-ink
Via Jacopo da Riva 5/D
30126 Lido di Venezia
tabaccheria
GRAN VIALE
di
Vianello Marco
via Isola di Cerigo 21
BAR RISTORANTE
DA TANDUO
MURANO
www.TORNEOdeiSESTIERI.it
...in diretta dal campo da gioco
Lido, N°2 del 18 luglio 2006
scrivici a [email protected]
Così ieri
CASTELLO – CANNAREGIO 86-82
Fremono i tifosi di Castello innanzi ai loro beniamini che punto dopo
punto recuperano ed acciuffano un Cannaregio che sul 54 a 26
sembrava aver ammazzato un incontro dopo i primi 20 minuti.
Un Cannaregio che è indubbiamente una squadra fortissima ma la
sua forza non è pari alla tensione emotiva che nell’agonismo deve
sempre essere al massimo.
Alla fine dei due tempi regolari Marascalchi ha anche due tiri liberi
che permetterebbero ai rossi di chiudere; ma sarebbe troppo per un
Cannaregio che nel primo tempo non sbaglia nulla di nulla e il
Castello tutto di tutto.
Giocate tranquille di Costantini (19 punti) di Tomassetti e Scarpa
scavano un invalicabile vallo di 28 punti. Castello, un flipper
impazzito pronto….al tilt.
Bevutona di Energade per tutti con immmediato effetto su un
devastante Franceschet che ne fa 27, Marascalchi e Balbi due tigri
sempre a segno. Rauch, come giocatore, non fa quello che deve fare:
sedie, tabelloni, referti, cavi, borse d’acqua sono le sue incombenti
giocate innanzi agli sguardi severi e sorrisi disincantati dei nostri
beniamini con il borsone a tracolla. Questo è il basket, emozioni,
cadute e chiacchericci, veramente amatoriale in una città vetrina del
calibro di Venezia.
DOMANI VI ASPETTIAMO TUTTI
Inizieremo la serata alle 19,30 con la selezione femminile di
Venezia contro quella del Lido.
Vedremo ragazze che amano il basket al pari dei loro colleghi del
maschile, forse ci saranno delle Campionesse con la “C” vera e
maiuscola; certificate dallo scudetto tricolore sul petto.
Se non potranno venire ci teniamo a dirvi che nel nostro territorio il
basket femminile è ai vertici del basket nazionale ed ogni anno la
qualità preparazione visibilità aumenta e incalza sempre più da vicino
la vetrina maschile.
A seguire, intorno alle ore 21,00, altra sorpresa:
saranno i veterani; storie e sogni veri, realizzati in serie A, B,
C..,Prima Divisione. Accoglieremo tutti i nostri amici con un grande e
caloroso applauso così come quando uscivano dagli spogliatoi e
stravedevamo per le loro evoluzioni sugli storici e più nobili parchetti
di mezza Italia.
Le articolazioni saranno un pò arrugginite ma sicuramente sapranno
farci ricordare momenti magici ancora indelebili nelle loro e nostra
memoria
IL CALENDARIO
Mercoledi’ 19
Ore 20,30
LIDO vs CASTELLO
Ore 22,00
DORSODURO vs SANTA CROCE & SAN POLO
Giovedi’ 20
Ore 19,30
LIDO Femminile - Centro Storico Femminile
Ore 21
LIDO Veterani - Centro Storico Veterani
CASTELLO: Marascalchi 15, Bianchini 3, Rosa 9, Franceschet 27,
Rauch 3, Farisato 10, Vianello 3, Silvestri 1, Scarpa 2, Carlon 2,
Balbi 11.
Allenatore Scarpa Emanuele
CANNAREGIO: Giacometti 5, battistin 6, Grassetti 4, Ferrari 4,
Penzo 2, Scarpa 11 Frison 7, Tomassetti 14, Caburlotto 7, Zambon 3,
Costantini 19.
Allenatore: Tagliapietra
Albitri Lovisetto e Scussat
Venerdi 21
Ore 20,00
Semifinale 1
----gara da TRE punti--Ore 22,00
Semifinale 2
BREAKING NEWS:
Sabato 22
Dalle ore 19,00
Finali per 6° -5°- 4°- 3° posto

Ore 22,00
giovedì dopo il match
dei veterani, seguirà una pizzata
FINALISSIMA
ASSEGNAZIONE TROFEO
alla spiaggia Caribe per info contattare Saoner al campo.
DORSODURO-SAN MARCO & MURANO 104-54
 la prima semifinale è anticipata alle ore 20,00 per
permettere lo svolgimento della gara da Tre punti, aperta a un
Dopo la gagliarda prova della sera precedente, i neri di SM&M non
riescono a contenerere un Dorsoduro che, in testa Burigana (36
punti ) porta tutti a canestro con ottimi bottini individuali dal
caposestiere Stivanello 12 per finire con il senatore Leonardo
Causin.
Squadra inspiegabilmente contratta, San Marco& Murano forse
pagava l’assenza del faro di Murano, Paolo Paletto che la sera prima
non si era orgogliosamente risparmiato. Nichetto Luca, Boscolo
Giovanni e Poggi non riescono a contenere le bordate dei gialli che
dilagano eccessivamente senza incontrare resistenza.
Stasera il Dorsoduro si contenderà la prima posizione del girone “ea
caea” con Santacroce&SanPolo e nella classifica marcatori con la
sfida Burigana e la temibile combo di cannonieri Nogara/Sartor.
max di 60 persone con iscrizione di 2 euro. Si dovranno
DORSODURO: Stivanello 12, Burigana 36, Zavagno 10, Valentini
12, Indri 8, Causin 5, Conz 13, Brussato 12,
SAN MARCO & MURAN: Campa, Ferro
2, Vescovi 4,
Guaglianone 2, Nichetto L. 14, Nichetto M. 2, Tiozzo, Bonora 3,
Poggi 10, Boscolo A. 2, Boscolo G. 15.
Allenatore: Bressanello
è intenzionata ad acquistare, per il 2007, un campo modulare
eseguire 10 tiri in 30 secondi; verranno premiati i due finalisti
con stupenda warm up (UCLA) adidas (il primo) e t-shirt
champion (il secondo). Per Info contattare Simone solo a
partire dalle ore 22,07.

Chi volesse contribuire a sostenere il torneo potrà
acquistare gli stupendi e richiestissimi gadgets: borsetta e tshirt (in via d’esaurimento) al banchetto posto dietro il
canestro lato laguna. Perchè aiutarci? Perchè l’organizzazione
da sistemare sul suolo del Pattinodromo così da trasferire la
manifestazione in una struttura più idonea e accogliente per
gli spettatori stessi.
DEMO I NUMARI
GIRONE EA CRESSE
CANN - LIDO 62-81
CAS - CANN 86-82 dts
GIRONE EA CAEA
SMMU - SXSP 69-73 dts
DD - SMMU 104-54
MARCATORI dopo 2 giornate
Burigana 36 ppg 36,00
Sartor 31 ppg 31,00
Nichetto L. 30 ppg 15,00
Costantini A. 28 ppg 14,00
Franceschet 27 ppg 27,00
Nogara 24 ppg 24,00
Tomassetti 21 ppg 10,50
Boscolo G. 20 ppg 10,00
Poletto 17 ppg 17,00
De Gasperi 17 ppg 17,00
Marascalchi 15 ppg 15,00
A proposito di numeri, per chi li avesse persi, in
baracca ci sono ancora alcune copie dei
richiestissimi www.torneodeisestieri.it ...in diretta
dal campo da gioco.
IL PERSONAGGIO
Nel lontano 1977 Paolo Bergamin assumeva la presidenza
dei Carmini; 2006 siamo alla vigilia del trentennale e
Bergamini è ancora lì al suo posto di Numero Uno, nella
sede storica di Calle Lunga a San Barnaba.
Trentanni di pallacanestro pioneristica, in campetti di
cemento, palestre con anelli e cavalli che, con l’aggiunta di
due canestri, diventavano buone per entusiasmare migliaia
di ragazzini e ragazzine in canottiera giallo-blu arruolati
nelle file del basket per tutta la vita.
Nel patronato dei Carmini i parroci vanno e vengono, tutti
con idee e volontà di fare, modificare, integrare e
Bergamin con il suo basket propone con non poche
difficoltà la sua semplice ricetta “...i ragazzi devono
giocare a basket….”, socializzano, si aiutano, imparano le
regole, diventeranno quegli uomini che porteranno sempre
nel loro cuore le epiche partite di quando fecero ..quello
storico canestro … vinsero il titolo nel 1983….furono
selezionati nella regionale cadetti del veneto .. o
approdarono di là dal ponte alla mitica Misericordia.
Bergamin, a bordo campo, raccoglieva quelle impagabili
gioie pregne di tacita gratitudine, erano frutto di ciò che
pazientemente aveva seminato.
Al torneo dei sestieri tutti lo salutano con affetto per cio’
che ha fatto nei primi 30 anni e fara’ nei successivi
i nostri SOSTENITORI
eco-ink
Via Jacopo da Riva 5/D
30126 Lido di Venezia
tabaccheria
GRAN VIALE
di
Vianello Marco
via Isola di Cerigo 21
BAR RISTORANTE
DA TANDUO
MURANO
www.TORNEOdeiSESTIERI.it
...in diretta dal campo da gioco
Lido, N°4 del 21 luglio 2006
scrivici a [email protected]
TEMPO DI SEMIFINALI
Si è conclusa nella giornata di mercoledì la prima fase del torneo
dei Sestieri edizione 2006 valida per la determinazione degli
accoppiamenti delle semifinali. Saranno S.Croce & S.Polo VS Lido
(ore 20:00) da una parte e Dorsoduro - Castello (ore 22:00)
dall'altra a contendersi l'ambita finale.
Subito una sorpresa dunque: eliminati i campioni in carica di
Cannaregio, sopravanzati dalla voglia di rivincita di Castello e Lido.
Due parole sulle 4 semifinaliste:
Castello: senza dubbio una tra le favorite del torneo. Annovera tra
le proprie fila players dall'indiscusso valore, basti citare
il capitano Sebastiano Marascalchi ed il giovane Franceschet...oltre
all'inutile direttore artistico della manifestazione, il rapper veneziano
Paina (Lorenzo Silvestri).
Dorsoduro: sulla carta il Conte Stivanello Gussoni ha una squadra
eccezionale ma dovrà fare i conti con qualche defezione di troppo.
Tra i protagonisti il già citato Stiva calatosi nel ruolo fin troppo visti i
15 minuti giocati finora (2 vittorie n.d.r.) ma anche Nicolò Zavagno,
uno de quei fioi che "ga ea man" e Burigana Giulio, conosciuto
come Curzio Pane e autore di ben 36 punti nella sua prima e unica
esibizione.
Lido: la squadra ospitante conosce alla perfezione il terreno di
gioco e si vede, fa 2 su 2 nel girone di ferro "Ea Cresse" e si
presenta in semifinale al completo. Grandi nomi tra cui quelli di
Nicola Zanchi, eccellente passatore e realizzatore, il bombardiere
Degasperi ed il pivot Claudio Costantini.
SantaCroce-SanPolo: a detta di tutti è la mina vagante del torneo.
Vanta tra le proprie fila niente meno che uno dei tre senatori della
“Reyer” (neo promossa in B1), Kristian Sartor, un sempre ispirato
Cekkino (Andrea Nogara) ed il folkloristico Don_King (Andrea
Borsato). Attenzione però, paesi dell'est permettendo sono previsti
rientri importanti.
Vinca il migliore ma vincano soprattutto la festa, le birre ed il
divertimento.
Toeve magliette del torneo, percentuale successo nell'approccio
75%.
Don_King
DETTO IN TRIBUNA
Mercoledì sera nell’intervallo dell’incontro Dorsoduro –
SantaCroseSanPolo abbiamo strappato pareri e
confidenze con indicazioni sulle due probabili finaliste.
L’architetto Toni FRANCESCONI, giocatore dei veterani
del Lido dice Castello-Lido; sulla stessa lunghezza
d’onda il dottor Luigi STEFANUTTI per anni e anni
Superstar del Basket lidense: Castello- Lido .
Il signor Franco BONFA’, team manager dell’Alvisiana:
Lido – Castello, outsider Dorsoduro. Il dottor URZI di
Padova, tutti gli anni in vacanza nella nostra isola e
assiduo frequentatore del campo 4 Fontane prima e dopo
cena: Castello-Dorsoduro; il dottor Stefano CAZZARO,
sempre presente al parco, refree internazionale di basket:
Lido – Castello outsider Dorsoduro.
Il signor Gianfranco ZANCHI, appassionatissimo, segue
tutto il basket nazionale, in particolare il veneziano, un
vero intenditore: Lido-Castello.
L’allenatore professionista della Cuomo latticini Latina
Andrea ZANCHI, preferisce puntare subito sul vincitore
del torneo: o Lido o Santa Croce San Polo.
Ci scusiamo con le numerose Signore presenti, assenti
da questo piccolo sondaggio, le avvicineremo stasera,
faremo solo con loro il giro più delicato: quello di chi sarà
il probabile vincitore.
Così ieri
L’edizione di quest’anno continua a sorprendere. Con gli “open” a riposo non è mancato lo spettacolo e,
soprattutto, il pubblico. Nonostante l’orario anticipato alle 19,30 le 100 sedie a disposizione dell’organizzazione
sono subito state occupate per la prime delle due sfide tra Venezia Centro storico e gli isolani del Lido. Nella prima
gara, tutta al femminile, il successo è andato alle ragazze di Venezia capitanate da Roberta Dapreda. La
formazione del Lido, allestita da Michela Carlin, ha alzato bandiera bianca solo negli ultimi minuti. Da segnalare le
ottime prove di Cristina Pittau ( dov’è la novità?!) e Annalisa Tagliapietra per Venezia, di Francesca Peditto ( questa
sì che xe na sorpresa!) e della baby locale Angelina Cimitan.
In seconda serata il derby dei veterani. Attesissima sia dai protagonisti che dagli spettatori incuriositi e un pò
preoccupati, la partita ha seguito lo stesso copione delle serate precedenti: equilibrio, gran giocate e intensità. Che
dire?!? Un piacere vedere eseguire i fondamentali tecnici dai veterani, un piacere vedere Mike Migliaccio sul suo
campo, un piacere rivedere il tiro di Gigi Stefanutti nonostante la versione extra-size. Ancora una volta lo spettro del
supplementare ha aleggiato sul parco della quattro Fontane finchè il baby (in tutti i sensi) di turno, Giangaspero,
non ha deciso di rompere l’equilibrio con un incredibile tripla di tabella dall’angolo. Un canestro contro le leggi delle
fisica non poteva che consegnare la vittoria alla formazione di Venezia guidata da Guido Seno, nelle vesti di coach
causa infortunio. Laconico il coach lidense Gigio Freguia: “no se pol vinser se non peneremo come na volta…”. Da
segnalare la prima nota negativa della manifestazione: l’infortunio a Sao, che ha costretto ai box proprio colui che
ha fortemente sostenuto l’inserimento di questi due match nel programma del Torneodeisestieri 2006.
Dopo la divertente e piacevole birrata più che pizzata al Caribe, lo sconfortato Sao ha parlato di un possibile ritiro
dall’attività sportiva. C’è da credergli? Lo scopriremo la prossima volta.
IL PERSONAGGIO
DOVE XE’ PAINA?
E' l'interrogativo che dall'inizio del torneo tormenta tutti: pubblico,
giocatori ed addetti ai lavori.
I giovanissimi sono alla disperata ricerca del loro Rapper in carne ed
ossa, l'ineffabile Paina del tandem "Gustavo & Paina" (solo nei migliori
negozi di dischi). Si vociferava di una piccola esibizione dal vivo o
perlomeno di qualche classico numero in console...invece niente. Seba
Marascalchi, caposestiere e capitano di Castello, si starà chiedendo
che tipo de sogador xe Baina...entra all'esordio, contro il Lido: tiro
dall'arco dei 6,25...solo tabella. Sostituito. Il coach Scarpa però crede
nel talento dalla pancia e le treccine flor-escenti e ricaccia in campo
l'istrionico: tiro dalla lunga...solo tabella. Desso che ga messo in bolla
entrambe le tabelle podemo sogar regolarmente. Grassie vecio...
E gli addetti ai lavori? cosa cercano?!
“..vardo el sito ea prima volta e me trovo na foto de Pariglia e del Lore
con le rispettivamente giacchette sportive bianco/grigio cotonate: ea
copppia dea regia. Ma queo che me fa rider xe la dicitura "Direttore
Artistico della Manifestazone" appioppata al Lore. Ma cossa vol dir? No
ti te ga mai fatto veder se non par far un per de sceneggiae in
campo..co to morosa Flor che disperada
ripiegava su servizi fotografici a player d'altro ed alto livello, come de
mi”.
Con queste poche righe vorrei muovere una petizione: liberate Baina.
Sposteghe ea laurea. Daghe na refada. “No ti pol andar casa finia ea
partia co
el S.Croce che fa riscaldamento in ghingheri e tanto di cappelli
messicani. No xe bei gesti questi”.
Mi raccontarono storie di ciclismo, storie di siepi e ortobonanica
ambientate nell'edizione 2005...Paina, te prego, torna con noi. Fame do
giri de valzer,
doppio passo con palleggio incrociato e cascando all'indrio coppite
l'ennesino cubino de quei che val quasi el doppio...3 punti.
Don_King
L’ho conosciuto 20 fa, Gianfranco Zanchi, quando con la cara
signora Anna accompagnava il minicestista Nicola, casacca
Erminio Doria, ad un torneo estivo all’aperto a Santa Marta.
Solita immutata sceneggiatura, genitori e bimbi biancoazzurri
da una parte , io con mia moglie tra genitori e bimbi di sponda
granata .
Ora come allora, cosa fanno i genitori?
Tifano, partecipano, potessero farebbero i quintetti !!
Gianfranco non aveva questo problema, Nicola era veramente
bravo e con Simone, altrettanto dall’altra parte, assisteva
compiaciuto alla leale e bella sfida che solo bimbi di 10 anni
sanno offrire.Non ricordo chi vinse e non avrei potuto ricordare
questo incontro se non avessi curiosato nell’angolino dove tutti
i ragazzi ripongono targhette, coppettine, medagliette, leggere
come la polvere che le ricopre, pesanti come macigni per i
ricordi che riaffiorano e non avessi scovato un trofeino con
scritto a matita, sul fondo, “ 1987 Santa Marta ”.
Da Santa Marta alle Terre Perse dalla Misericordia
all’Arsenale, all’Umberto Primo i nostri binari spessissimo si
incrociavano e così ci raccontavamo i dettagli di un basket che
Gianfranco conosce molto bene; di suo figlio Andrea, che fatta
la valigia, ha rifiutato la stabile, ma poco emozionante
scrivania del rispettabile Rag. Mario Rossi. Coraggiosissimo, ha
saputo inseguire e realizzare l’appassionante sogno di guidare
team di serie “A” . Bravo, te lo diciamo tutti!
Parliamo anche di Nicola, 30 anni, tranquillo, educatissimo e
rispettoso, un ragazzo d’oro con la pallacanestro nel sangue.
Sempre in campo, quando c’è da sferrare l’attacco decisivo,
con il suo lancio micidiale per centrare bersagli impossibili.
Nonno Gianfranco, ora sta facendo riscaldamento, ha tre
splendidi nipotini, due al maschile uno al femminile deve
insegnargli tutti i trucchi del mestiere cosi’ per i prossimi
trent’anni un posto in prima fila a tifare non glielo toglie
nessuno
i nostri SOSTENITORI
eco-ink
Via Jacopo da Riva 5/D
30126 Lido di Venezia
!"#"$$%&'("
)*+,!-.+/0
1(
-("2&334!5"'$4
6("!.743"!1(!8&'(94!:;
CHIOSCO
da
GIORGIO&ANDREA
Lido
PARCO 4 FONTANE
www.TORNEOdeiSESTIERI.it
...in diretta dal campo da gioco
Lido, N°5 del 22 luglio 2006
scrivici a [email protected]
Così ieri
LIDO – SANTACROCE&SANPOLO 69-64
LIDO: Crosera 2, Ragazzi, Forte Federico 2, Orlandini 11, Capitanio 5,
Jop 5, Zuin 9, Zanchi 7, Costantini Claudio 13, De Gasperi 9.
All. SAONER Roberto
SANTACROCE&SANPOLO: Sartor 17, Andreutto, Nogara 26,
Pisolato 11, Buroni, Borsato 2, Pedrotti NG, Stefani 8, Dian NE.
Allenatore GRECO Emilio
Arbitri: Scarpa Fabio e Tormen Claudio
DORSODURO - CASTELLO 61-66
DORSODURO: Stivanello 3, Burigana 16, Zavagno 12, Valentini 10,
Indri 5, Causin, Conz 2, Brussato 2, Barbato 11.
CASTELLO: Marascalchi 10, Bianchini 4, Rosa 4, Franceschet 12,
Rauch 5, Farisato 5, Vianello 11, Silvestri 6, Scarpa, Carlon 5, Balbi 5.
Allenatore Scarpa Emanuele
Arbitri: Scarpa Fabio e Tormen Claudio
COME DA PRONOSTICO!
Saranno i padroni di casa del Lido e i rossi di Castello a
contendersi l’ambitissimo Trofeo dei Sestieri che questa
sera apparirà per la prima volta in pubblico.
Pronostico rispettato ma quanta incertezza ed equilibrio
fino all’ultimo secondo!
Nella prima semifinale la squadra di Saoner ha prevalso
in virtù di un organico più compatto e numeroso: nei
momenti più delicati del match i lidensi potevano
presentare sempre forze fresche, dall’altra parte coach
Greco, nonostante il rientro anticipato dalle ferie
dell’attesissimo totem Jacopo Stefani, era forzato ad una
rotazione di soli sette elementi: troppo poco!!! Andrea
Nogara ha fatto capire, a chi ancora non lo conosceva
perchè lo chiamano Cekkino; 26 il suo bottino e
sorpasso in classifica cannoniere sul suo compagno
Sartor.
In seconda serata Castello che la spunta nell’ultimo
minuto con una tripla del giovanissimo Nicolò Vianello
che coach Scarpa vuole in campo nei momenti dove
contano freddezza e esperienza. I gialli di Stivanello
sostenuti dall’atletismo di Burigana e dalla precisione
chirurgica ai liberi di Barbato hanno condotto per 38
minuti contro un Castello distratto in difesa, poco deciso
a rimbalzo e mai così impreciso al tiro; ancora una
volta i furti di Marascalchi hanno raddrizzato il
bastimento e condotto il bastimento a destinazione.
DETTO IN TRIBUNA
Alla fine del primo tempo LidoSantacroce&Sanpolo abbiamo riproposto,
questa volta solo al pubblico femminile, la
domanda sulle possibili finaliste.
La signora Orietta Crosera, assidua
frequentatrice del torneo; San PoloCastello.La signora Graziella Jop,
commerciante nella nostra isola: Lido Castello. La scenografa Francesca Guarda
di Dorsoduro: SanPolo - Dorsoduro. La
signora Maria Francesconi, senz’essersi
consigliata, un secco Lido-Castello.
Michelle Ceolin tredicenne studentessa del
Lido: Lido-Dorsoduro. La signorina Elisa
Bergamo neo diplomata al liceo linguistico,
gia’ al lavoro !, Lido - Castello. la signora
Paola Berto, casalinga : Lido-Castello.
PAREGGIO!! 5 a 5, hanno visto giusto in
dieci, 71% complimenti vivissimi a tutti, sola
la simpaticissima Francesca non ne ha
preso uno, ma con lei gireremo un film, stia
pronta.
MARCATORI dopo 4 giornate
Nogara 70 ppg 23,33
Sartor 68 ppg 22,66
Franceschet 57 ppg 19,00
Burigana 52 ppg 26,00*
De Gasperi 45 ppg 18,00
Zavagno 44 ppg 14,66
Nichetto L. 30 ppg 15,00*
Costantini A. 28 ppg 14,00*
*una partita in meno
MVP
Anche quest’anno verrà assegnato il premio del miglior
giocatore del TorneodeiSestieri
La commissione che assegnerà il premio è composta da:
6 capisestiere
3 membri del comitato organizzatore:
Sebastiano Grassetti, Sebastiano Marascalchi e Simone Rauch
2 del pubblico sempre presenti:
Nicola Pellegrinotti e Gianfranco Zanchi
1 arbitro sempre presente:
Claudio Tormen
4 TIRI LIBERI …
IL PERSONAGGIO
L’illustrazione si affaccia sul nostro obiettivo e ci
auguriamo sia anche il vostro.
Sedersi comodamente sulla ventilata tribuna del
pattinaggio sarebbe il nostro sogno, non dovremmo
piu’ pietire aiuti per allestire e sbaraccare il ”set”
tutte le sere…avremo una arena impareggiabile, tutti
seduti e comodi, con spuma e gazzosa fresca.
4 TIRI LIBERI …
li facciamo mettere a segno a 4 imprenditori che si
offrono di finanziare l’acquisto di un quarto di
parchetto ciascuno, speciale da esterni idoneo al
basket, al calcio e alla pallavolo.
Circa 280 metri quadri, diviso per 4 sono 70 metri
quadri a testa.
Abbiamo già i preventivi e con 900 euro a testa,
potete mandare a segno il vostro canestro.
Per voi oltre la grande gratitudine di tutto il circuito
del basket veneziano, bronsa sempre impissada, il
vostro logo impresso al centro del vostro quarto
grande 4 metri quadri , imponente, sotto gli occhi di
una tribuna che sarà gremita all’inverosimile, non
basta, la fattura del vostro quarto sarà intestata la
vostra ditta.
Se volete potete tirare da due o addirittura una
bombassa da 4.
Cristoforo Migliaccio di Benevento da una vita
al Lido, conosce poco il basket, ma forse,
questa sera per la prima volta seguirà una
partita dal vivo, tra l’altro un incontro molto
particolare, la finalissima che stabilirà chi
deterrà fino alla prossima edizione il trofeo dei
sestieri.
Cristoforo è il valente artigiano che ha eseguito
e curato nei particolari il lavoro di
assemblaggio dell’eccezionale premio,
l’applauso per lui è tutto meritatissimo.
Da ben 31 anni realizza i manufatti più belli
della storica ditta fabbrile Bertoldini.
La Costruzioni Ettore Bertoldini del Lido
sicuramente un pò di festa con noi la farà,
orgogliosa di aver consegnato alla città un bel
trofeo che girerà, girerà e girerà, ci auguriamo
per molti anni e, chissà …un giorno non lo
sollevino i cestisti ora in erba di Luca Pagnin
del Lido, Direttore Tecnico da Bertoldini o
Ettore figlio di Piero, titolare dell’azienda e
residente a Castello.
Tutti ! Tutti ! .......Dateci il vostro parere.
Abbiamo aperto lunedì con Tutti!
Chiudiamo oggi con Tutti!!, ...ma proprio Tutti!!
Dateci i vostri consigli diteci i vostri pareri e suggerimenti, rendeteci partecipi delle conversazioni fatte tra di
voi nel nostro magnifico parco dove anche i mussatti si sono incantati a guardare cosa stavamo combinando.
Quindi, se volete, non chiudiamo, continuiamo e Vi aspettiamo sul nostro sito www.torneodeisestieri.it dove
potrete leggere i resoconti degli incontri, interviste vedere foto e statistiche, ma ciò che Vi raccomadiamo e
preghiamo di fare è scrivere nel BLOG le vostre impressioni, idee, suggerimenti, proposte consigli.... anche
solo salutarci.
Fate presto, collegatevi e mandateci un vostro scritto o una foto. E’ per noi gratificazione e prezioso
suggerimento, anche una mail a [email protected]
Diteci che 80 sedie bastano per solo 160 spettatori se fossero 120 gli spettatori sarebbero 240,... che non
c’erano gazzose, ....che i gadget erano belli, ....che i premi non erano all’altezza, ....che non c’è futuro, che gli
arbitri erano bravi, insomma non ci sembra siate stati zitti e castigati durante i match.
Anche una cosa sola ma ditecela!
Anzi ditecela, dopo averci detto chi secondo voi è stato il miglior giocatore del torneo.
Le vostre impressioni ci servono; potete anche lasciarle nel sito www.samulisa.it , di Raffaele D’Ambrosio, la
Gazzetta del Basket del nostro circuito, che qui calorosamente ringraziamo per evr ospitato il nostro banner.
I mezzi per raggiungerci non mancano sfruttiamoli !!!
Quindi arriverci..... o addio !?
Gli infaticabili Claudio Tormen e Fabio Scarpa
Il rilassato pubblico isolano in attesa della palla a due
LE DUE FINALISTE
LIDO
0 FABIO DE GASPERI
1 MARCO CROSERA
2 ALESSANDRO RAGAZZI
3 FEDERICO FORTE
4 FRANCESCO BOLDRIN
5 ROBERTO SAONER
6 PAOLO ORLANDINI
7 FILIPPO CAPITANIO
8 JOSEF JOP
9 MAURIZIO ZUIN
10 NICOLA ZANCHI
11 CLAUDIO COASTANTINI
CASTELLO
0 SEBASTIANO MARASCALCHI
1 FEDERICO BIANCHINI
2 PIERO ROSA
3 JACOPO FRANCESCHET
4 SIMONE RAUCH
5
6 ANDREA FARISATO
7 NICOLO’ VIANELLO
8 LORENZO SILVESTRI
9 EMANUELE SCARPA
10 MASSIMO CARLON
11 ALVISE BALBI
i nostri SOSTENITORI
eco-ink
Via Jacopo da Riva 5/D
30126 Lido di Venezia
tabaccheria
GRAN VIALE
di
Vianello Marco
via Isola di Cerigo 21
CHIOSCO
da
GIORGIO&ANDREA
Lido
PARCO 4 FONTANE