AL CONSIGLIO TERRITORIALE

Comments

Transcription

AL CONSIGLIO TERRITORIALE
IL CORRIERE DELLD SOMDLID.
.__
___ G
__u_O_T_ID_IA_N_O
__D_I_M_O_G_A_D_I_S_C_I_O_ _~__.I LUNEOI 10 NOVEMBRE 1952
MOGADISCIO
_
Direzione: Telef. A.F.I.S. 30
PUBBLICIT A': Agente Porro, Tel. 98 • TarUfl: per cm. il altaza, larcla. 1. ool- 1 )f- AllO 111- N. C5"71 • Prtllt10 c...
Redazione: Telef. A.F.I.S. :n .. Pubblicità So. 2,50, Necrologi So. 1, Cronaca So. 3 • Bconomlct: CJDt. :15 • paroNumero a sei pagine
Cronaca:
Telef. A.F.I.S. 21
la, minimo 10 parole. La Direzione al rl11rva U dlrltto dl non accettare eli ordlal
ABBONAMENTI -
Annuale So. 30 • Semestrale So. 16 • Trtmestrale So. 8,50 • Aaauale, ridotte, Jet' uJftcl pubbUcl Se. !5
AL CONSIGLIO TERRITORIALE
Estensione dell'assicurazione obbligato'r ia prevista dall' Ordinanza
J1 . 24, alle 1notociclette ed ai motoscooters in se1"Vizio pubblico.
T 1·e concessioni edilizie a Ohisimaio app1'"ovate all'unanimità
La disciplina del co1nmerczo dei p1·odotti contro la tripanosi
La seduta è stata aperta alle nove
sotw la presidenza del Consigliere
JSL:\0 OMAR ALI, alla presenza del
Capo UIHclo Affari Interni Dr. BENAHDELLI.
c ome stabilito il giorno precedente,
il relatore Consigliere GEILANI MALAK è Invitato dal Presidente ad lllui>trare all'Assemblea la sua proposta
in merito all'aumento dell'entità degli
Importi da liquidare in caso di assicurazione.
Il Consigliere ribadisce il suo concetto di estendere l'obbligatorietà della assicurazione alle motociclette ed
ai motoscooters in servizio pubblico e
comunque a noleggio - naturalmente
esigendo che le compagnie d! assicurazione pratichino un trattamento
sensib!lmente ridotto per quanto riguarda !l premio da pagare, mensilmente od annualmente.
Interviene il Consigliere HAGI MAHAMUD FODLE sollevando una preglud!zlale in merito alla procedura.
Infatti. sostiene. la questione della estensione non è stata discussa In seno al Comitato ridotto quindi non si
può trattare in Assemblea. n Consigliere ABDUL AHMID SALIM vuole
che venga chiarito se la Compagnia di
~ss!curazlone in caso di catastrofe o
comunque d! danno, procede subito al
oagamento ovvero bisogna ricorrere
~ Ile vie legali ed impiantare addiritt ura una causa. Il Presidente chiarisce Il punto dichiarando che le Compagnie dl assicurazione pagheranno,
come consuetudine. dopo aver effettuato gli accertamenti del caso.
n Consigliere MOHAMED SCEK 0 SMAN. in merito alla obbligatorietà
da parte del proprietari delle motociclette e del motoscooters in servizio
pubblico. avanza il dubbio che alle
·Compagnie di assicurazione possa anche eventualmente non convenire
l'accettazione del rischio !n funzione
del piccolo premio pagato e propone
quindi che la proposta del Consigliere GEILANI MALAK sia tolta dalla
discussione ovvero posta nuovamente
In discussione al Consiglio Territoriale ma alla presenza di un tecnico,
rappresentante una delle tante Compagnie d! assicurazione operanti in
Somalia.
Il Consigliere MOHAMED ABDI NUR
chiede spiegazioni al Presidente sulle
differenze tra U capitale minimo assicurato P la .. '.lhh dr·l dlrlt~o scia• ai t ~u c.: ù 11 Presidente chiarisce che
Il capitale che l'assicurazione verrebbe a versare, In uno del casi di sinistro, previs ti dalla polizza, non riguarda affatto la diah, per la quale
vigone speciali. particolari norme fissate dal codice.
Il Consigliere insiste chiedendo chi.
In caso di sinistro, sta tenuto allora
al pagamento della dlah e quali fra
gli eventuali eredi e familiari sarebbe
tenuto a beneficiarne. Il Presidente
ribadisce Il concetto dell'lndipenden·za dell'assicurazione vera e propria
dalla richiesta d! danni per via civile,
da effettuarsi tramite legale e secondo le consuetudini giuridiche.
Il Consigliere ANTONINO FALCONE prende la parola allo scopo di Inquadrare la discussione facendo notare che l'ordinanza In discussione non
fa che estendere disposizioni d! una
ordinanza già esistente ad altre categorie di automezzi.
Non (l quindi IJ caso di discuter e la
mis ura delle cifre del premi e del capitale da assicurare, che sono già fts~atl. Ciò non esclude che se un autista
uccide o danneggia egli deve sempre
rlspondcrP secondo Il Codice civile e la
Belarla C' ciò mantiene Integro, Indipendentemente dal fattore assic urativo ch e riguarda l'assicurato, 11 d!J·Jtto del danneggiato.
Conff'rma la nec<>ssltà. d! asslcura:r.:lonP di motociclette e motoscoot.ers
In :;ervlzlo pubblico di noleggio ma
consl~lla di lasciare al privati la libertà <.Il assicurarsi o meno. Non obbligare com unque nessun privato o
obbligarli tutti senza esclusione di
categorie. Ricorda In proposito che In
Europa vlgc la massima libertà pur
••ssendo naturalmente 1 privati scm-
pre responsabill in proprio, o attraverso la compagnia di assicurazione
da essi scelta. del danni materiali arrecati. Invita pertanto u Consiglio a
dare 11 suo parere tenendo conto della già accettata consuetudine europea.
Dopo un intervento del Presidente,
il Consigliere FRANCESCO BONA aggiunge al chiarimento dato dal Consigl!ere FALCONE una illustrazione
giuridica del concetto della obbligatorietà dell'assicurazione. Ribadisce In
effetti che l'assicurazione viene a garantire l'utente del servizio pubblico
ed eventualmente 11 danneggiato, d!
una copertura minima di risarcimento in caso di sinistro.
Clrca l'aumento del capitale garantito fa osservare che su questo debbono essere d'accordo quanti dovranno poi annualmente pagare ! relativi premi. perchè per aumentare U capitale è indispensabile aumentare 11
premio pagato. Raccomanda all'Amministrazione, ove fosse possibile, di
aumentare gl! Importi del capitale assicurato lasciando inalterato l'ammontare del premio per non gravare
troppo sugli assicurati.
Una seconda raccomandazione riguarda l'estensione dell'obbligatorietà assicurativa agli autocarri che trasportano p~rsone. I proprietari dovrebbero essere obbligati all'assicurazione in quanto sono esposti costantemente al rischio nel trasporto delle
persone.
La terza raccomandazione riguarda
l'estensione alle motociclette ed ai
motoscooters In servizio pubbllco, ma
tenendo conto di un premio accessibile e che non venga a gravare troppo
sul bilancio dei noleggiatori.
Il Presidente riassume gli interventi e mette al voti dando prima la parola per alcune dichiarazioni di voto.
Prendono successivamente la parola
i Consiglieri: HAGI FARAH ALI,
FRANCESCO BONA, ADEN ABDULLA, ADEN ABDI ALI.
Il Consigliere ADEN ABDULLA è del
parere di lasciare per ora Immutati
gli importi dei capitali minimi assicurati. riservando ad altro provvedimento l'eventuale aumento, nonchè
la estensione dell'ordinanza alle motociclette ed agli autocarri trasportanti anche persone.
Il Consigliere ADEN ABDI ALI ritiene che Il minimo del capitale assicurato in caso di catastrofe sia esiguo.
in quanto, domanda. come si possono
liquidare i danni. per esempio di sei
persone slnlstrate, con sole 7.500 somali.
Se l'assicurazione si limita al pagamento del capitale fissato chi pagherà Il prezzo della « dlah :.? Se per esempio - chiede ancora il Consigliere - un europeo danneggia un musulmano. questi o gli eredi di questi
dove si possono rivolgere?
Il Presidente risponde che in proposito funziona sempre un Tribunale
e riassume le varie proposte di estensione dell'ordinanza, tenendo conto
delle giuste obiezioni del Consigliere
ADEN ABDULLA, tendenti ad evitare
un eccessivo aggravio nel n oleggiatori.
Dalla votazione <meno uno asten uto) risul ta Il parere di estendere l'ordinanza alle motociclette In servizio
pubblico o di noleggio ; di suggerire
all'Amministrazione un ricsame del
punto riguardante l'entità del capitaIl assicurati tenendo conto dci parere
del Consiglio Territoriale nonchè di
studiare la possibilità di praticare ta- .
rltrc notevolmt>nte ridotte per 1 premi
di assicurazione riguardanti le motociclette ed l motoscooters.
Alle ore 10,50 la seduta è sospesa
per dicci minuti.
Riprende poi temporaneamente la
Presidenza Il dr. BENARDELLI per
proporre l'approvazione della concessione di tre pezzi di terreno demaniale
ad Itali ani di Chlsimalo per scopo edilizio.
Sulla proposta prendono la parola
ISMAIL GIAMA OIS ; HAOI MOHAMED ELMI; SCERIF ABDULLAHI;
MAIIALLIM OMAR, tutti In senso favorevole alla concessione.
•
Le tre concessioni vengono aprovate
all'unanimità.
La seduta prosegue alle 11 sotto la
presidenza del Conslgl!ere ADEN ABDULLA ed il Consigliere FRANCESCO
BONA è relatore suno schema di ordinanza per la disciplina del commercio dei prodotti contro la tripanosl.
E' stato r!petutamente notato infatti che persone non autorizzate eseguono tnoculazlonl contro la tripanosl del
bestiame ed è evldent.e come questa
attività clandestina sia estremamente pericolosa perché la inoculazione
con dosi insufficienti di farmaco porta alla creazione di ceppi resistenti, e
tale inefficacia viene a screditare la
terapia praticata dai veterinari contro ! qual! ! clandestini svolgono una
vera propaganda contraria a protezione del loro guadagno e della loro attività.
·
Tale lavoro clandestino - illustra il
Consigliere BONA - sarebbe perfettamente persegulbile come esercizio abusivo della professione sanitaria ma
clò comporterebbe una sorveglianza
dltncile nella boscaglia.
E' stato quindi preferito, attraverso
l'ordinanza ora all'esame del Conslgllo Territoriale, sradicare il male
dalla sua radice, controllando il commercio dei prodotti chemloterap!ct
antl-trtpanos!, facendo quindi mancare agli lnoculatori clandestini la materia prima necessaria per la loro incontrollata attività.
Le penal!tà previste per i trasgressori all'ordinanza sono all'incirca
quelle contemplate dall'art. 650 del
Codice penale e ad esse si aggiungono
quelle derivanti dall'esercizio abusivo
di arti o professioni, nel casi più gravi.
n Conslgl!ere ANTONINO FALCONE
chiede la parola per 1llustrare particolarmente le vùrie fasi dell'attività
clandestina degli inoculatorl i quali,
Impiegando dosi inferiori di medicinale (che deve essere di almeno 5 gr.)
non solo non si limitano a farsi pagare la tariffa comunemente praticata
dal veterinari dell'Amministrazione,
cioè sette somal! per ogni cammello
adulto, ma giungono anche ai venti o
venticinque somali per capo.
Il Consigliere SHERIF ABDULLAI
pone anzitutto una raccomandazione
circa la dislocazione de! veterinari per
le lnoculazlonl perché talvolta il bestiame deve essere affidato appunto al
clandestini in quanto non s! trova 'l
veterinario, che magari è altrove. Propone sanzioni più gravi contro 1 trasgressori alla ordinanza facendo notare quanto spesso sia grave per le pop olazioni dedite alla pastorizia l'esercizio t ruffaldlno d! questi !noculatorl
clandestini.
Il Presidente ADEN ABDULLA
prende nota della proposta ed osserva
che esiste già un veterinario per ogni
Commissariato, ma - osserva - ques ti non può spostarsi sempre n ella boscaglia. Sta quindi alla popolazione
t·accogllere Il bestiame in determinati
punti, dove si possa procedere alla
vaccinazione.
Le ammende previste dall'ordinanza
- chiarisce Il Presidente ADEN ABDULLA - riguardano i soll venditori
abusivi di medicinali contro la trlpanosl mentre per ! fal si veterinari la
Giustizia prevede pene molto gravi,
stante la gravità del reato.
Il Consigliere JUSUF FARAH dopo
aver Illustrato le r agioni della malattia del bestiame Illustra Il s uo punto
di vista. favorevole all'approvazione
dell'ordinanza, mentre Il Consigliere
MAHALLIM OMAR, associandosi al
provvedimen to, pres<'nta partlcolaxl
raccomandazioni. Sostiene infatti che
l'Amministrazione debba svolgere a tLenta azione di controllo sul veterinari e s ul loro tempestivi spostnmentl
n ella zona. Garantire del mezzi di
controllo tali che assicurino In inocu1azione della giusta dose di medicinale e che non accada Invece che con
una sola dose siano vaccinati due capi di bestiame. I veterinari - continua 11 Conslgllere - si possono spo~:>tare In tutti l villaggi, anche nel piccoli. ed eseguire 11 loro lavoro.
TI Presidente ADEN ABDULLA replica che U veterinario si recherà solo
dove la quantità del bestiame da vaccinare e da curare richieda la s ua presenza e, pur tenendo conto delle raccomandazioni del Consigliere, lo invita ad osservare la questione da un
punto d! vista più generale sen.z a limitarsi alla sola zona dove lui vlve.
n Consigliere ABDI ADEN ALI racconta un episodio avvenuto recentemente n ell'Alto Uebi Scebeli e che dimostra l'utilità del provvedimento per
n quale manifesta la sua approvazione. E' del parere anche d! aumentare
U numero dei veterinari e degll Infermieri somali con diploma.
Dopo le dichiarazioni del Consiglieri JSMAIL GIAMA GIS, MOHAMED
ABDI NUR e DHAIR SET GIAMA, che
si associano favorevolmente, il Presidente ADEN ABDULLA mette al voti
l'ordinanza.
Su questa, con le varie raccomandazioni suggerite durante la seduta, viene dato parere favorevole all'unanimità. Alle ore tredici U Presidente sospende la seduta rlnviandola a questa
mattina alle 9.
Udienza dell'Amministratore
su ricorsi in revisione
n
g1orno 7 novembre l'Amministratore, assistito dal Capo umcto A1Iart
Giudiziari e Legislativi, dal Giudice
della Somalia, dal Capo dei Qadl della
Somal!a e da Scek Abubacher Mohed.din, ha tenuto pubblica udienza nell'aula del Palazzo di Giustizia per l'esame di ricorsi In revisione proposti
contro sentenze del Tribunali del Qadi.
Sono stati discussi ed esaminati 11
ricorsi, dei quali 5 sono stati accolti
3 respinti e 3 rinviati per mancata citazione delle parti.
Al termine dell'udienza il Capo del
Qadl della Somalia, Scek Abubacher
Abdullah1, e Scek Abubacher Moheddln, già Capo del Qadi per molti anni,
hanno espresso all'Amministratore,
nella loro veste di giudici e collaboratori dell'amministrazione della giustizia sc!araitica, in suprema sede, u loro profondo sentimento di devozione
e d! rammarico per la Sua prossima
partenza, di cui avevano auvuto notizia.
S. E. Fornari h a ringraziato 1 due
esponenti della giurisdizione musulmana. ricordando la preziosa e fattiva
collaborazione da essi svolta nell'esclusivo interesse della giustizia.
Rientrato a Roma
il Ministro Pacciardi
ROJ\!A, 10.
Il P res idente del Consigl'lo h o ricevuto
Il lllin istro della Di(esn Pacc!nrdi, al ritorno del suo vloggio neg li Stati Uniti.
L'o n. Paccian\i h ,a riferito c irca i suoi
colloqui col Sl'gn•t nrlo del Dipartimento
dello Di(e$u, .Louj::h ed t\ llre a utorità millturi n eJ::Ii Stati Uniti. rela tivi ali a rgo.
menti milit a ri ~. in s pecinl modo, al pr<>blemo delle contnl!'~e nlle Indust rie italia ne. Que~tl colloc1ui >l i $Ono ~,·olti in
vls tu ddla preporn~:lonc dd Cons iglio atlantico. Du ra nte lo s ua breve p~rma uen­
za a \Vn~h lngtou Il ministro Pnccio rdi ha
fotto unu visita di cortesia n\ .Segretario
di Stnto .\ cheson, accompagnato d .all'amb:~scint or·e Tnrchinni, e,\ ha a\•uto anche
occas ione di lncontrore immNIIalttmente
dopo le <'lezioni li generale Eisenhower.
Al neo Presidente, l'on. l'accinrlii ha
esprcs~o le felicltaJitllll e gli auguri a nome del Governo itulitlno.
E' morto il Presidente
dello Stato d'Israele
TEL A VIV, ro.
Il Presidente dello Stato dì Israe~
le, dr. Chaim W cizmann, è deceduto ieri mattina, in seguito a una grave nmlallia, che dumva da oltre due
ann i. Giù da tlll unno, l'nggrnvnrsi
del male, lo nvcvn costretto a rimunere a letto c le s ue funzioni erano
stntc nssuntc << ad iutcrim >> da ] OS!f
Sprinzuk, Presidente ctdla Camera
dei Deputati.
IO novembre 1952
N. 57 1 -
Il Corriere dclln Somnlln
pagina ?
RICEVI MENTO Son·1 ali seri ' 'ono dal l'I tali a
del Segretario Principale
nel Gonsiolio Gonsullivo Ueii'ONU
Il Scgretnrio Principale del ConsigliJ Consultivo, dotl. 'l'aylor è.
Shorc, in IH'IlCinto di ln~iare la Somali:~, dove durnnte ln su ~\ pennanenz·\ si t! g uadag na lo g \' tlllrali si mpatie in tnlli g li ambienti, ho offerto sab:lto sera, nella SII.\ nbitazione,
un ricevimento cni hatl'IO preso porte l'Amministratore d·llla Somalia,
Ambasciatore Fornari, il Presidente
del Consiglio Con~ulth o . rappresentante delle Filippine, ~Iini stro Plenipotcnziario PJstr<tna con la CO!l·
sortè; il rappresentante dcii'Egitt-:>.
Ministro Pl enipot enzi :~rio l\lahamud
.l\Ioharram Ilamm:td; il
egretario
Generale Ministro Pl ~ipotenziario
Canino con la Consorte; il Console
di Francia con 13 sig.r.t Monge; il
Console di Gran nretJgna con h
sig.ra Gethin; il ~ig. De la Roche ;
il Generale F errara con la Consorte ; il Consigliere d'Ambasciata
dr. Spinclli; il C'onsig!iue di Corte
d'Appello dr. Caun:wina con la Consorte; il Procuratore l\fi!itare Colonn ello i\Iarciante ; il dr. Rf.'nardelli; il
dr. Olivieri con la Coii!>Orte; il dr.
Cannavesio con la Consorte; il dr.
Cirace con la Consorte; il dr. Puccioni con la Consorte; il Capitano òi
Fregata De Bemardo con la Consorte; il T en . Col. Lauchar con la Consorte; il Teu. Col. Specioso; il Gen.
Mazzi; la sig.ra Picardi. il sig. Donovan; il dr. Quag liere con la Consorte ; il sig . F ord; la P"Of.ssa Suma;
il Capitano Zocco; il Tt·n. Bellinzona; il sig. Pardo con i~ Consort~;
il ~ig. Reid con la Consorte; la
sig.na Jobidon; la sig.n:~ Contoux;
la sig.na Eva Krbc; il sig. RobillSon;
il sig. Abdo con la Consorte e il sig.
T soukias.
Casa degli italiani
Non si può dire che i primi giorni di
vita della « Casa degli Italiani ~ siano
trascorsi inoperosi. per quanto riguarda il lavoro organizzativo del comitato promotore.
Progetti ed iniziative vengono quot idianamente studiate ed esaminate
dai solerti attuali dirigenti della « Casa~ i quali si propongono un'unica
meta: quella, già esaurientemente illustrata, sta dall'A mbasctatore Fornari, che dal Presidente del Comitato,
Capone, il giorno dell'inaugurazione.
I,ungt dal voler ripetere ancora i
concetti espressi in quella occasione,
vogliamo sottolineare tuttavia come
interessanti ed utili si prospettino le
attività che verranno svolte in seno
alla c Casa ~ e come altamente nobili
siano glt scopi ch'essa st prefigge, mirando a creare una comunione di spir ito e d'intenti tra tutti gli Italiani
che in questa terra vivono e lavorano
da molti e da pochi anni, ed operando di conseguenza, tra di essi, un livellamento quanto mai edificante atto a rafforzare quei sentimenti di solidarietà che si destano solo in un'atmosfera cordiale, amichevole, fraterna.
Si capisce ora come la c Casa degli
Italiani ~. posso offrire il terreno migliore, per la realizzazione di qualsiasi sana iniziativa.
•••
Questi primi giorni sono serviti ai
dirigenti per dare una preltminare attrezzatura alla c Casa , , onde renderla il più confortevole possibile: hanno
cominciato infatti a funzionare tl bar,
la sala da lettura, da scrittura, con la
vendita di carta e valori bollati; nel
settore ptù propriamente ricreativo,
sono stati messi in funzione tavolt da
pinq-pong e tra gtornt verranno installati anche t bigliardi che, con t
tavoli da gioco, potranno offrire ai soci un piacevole passatempo.
E' imminente anche la installazione
dt una buca da lettere.
L e adesioni continuano intanto ad
affl.uire tninterroltamene; presto si
passerà al lavoro organtzzativo vero e
proprio, allo scopo di assicurare alla
c Casa deglt Jtaltant , una vita ricca
di iniziative e di propositi.
L e ore seralt sono generalmente
q uelle scelte dai soci per frequentar e
la c Casa ~. Tuttavia, anche dt giorno essa è aperta a coloro che voles3eTO trascorrervt qualche ora.
Da qualche tempo numerosi somall Qu este ci hanuo tatto notare che de- Studi per la Somalia.
n fabbricato è composto dt quattro
si trovano in Italia per motivi di stu- slclerano, anzi aspirano a renderei uo dio ed abbiamo già dato notizia suc- m tn·i utili alla Somalia e sono vera- piani e di u1~ piant err eno.
m
ente
sollecite
nell'allargare
il
nostro
Al terzo piano abb iamo trovato ca
cessivamente delle varie partenze. Iniziarono infatti otto Ispettori di Po- grado clt cui tura e neL risolvere t ·u tti l mere approntate e addobbate àt tutt~
uroblemi
tne1·entt
il
1Jotenziamento
e
lizia destinati al Corso Allievi Ufficiatt necessario, come letti, ta1meu. ar.
lo sviluppo del nostro progresso mo · rnadt, biblioteca, lampadari; tutto u·
li presso la Scuola Carabinieri di Flt·enze e seguì un r;ruppo di maestri so- rale ed intellettuale.
necessario per abbellire una casa moRoma con le sue bellissime costru- derna.
mali e di alunni delle scuole : l primi
per la frequenza di un corso magi- zioni con le sue luci v arie, con le sue
Al primo piano. una sala da pranzo
strale ed i secondi di un corso di strade ordinate e con i suoi monu- ed accanto, una da soggiorno e ricescuola media ad essi riservato. Gli ul- menti di marmo mi insegna che colui vtm~nto con T?Oitro'}-e in velluto e una
timi due gruppi, come noto. sono o- che non lavora è tm traditore della bibltOteca ; piu in la camere da .studio
spitati nel Centro Studi Somalia in sua Patria e che senza il lavoro non e da conversazione. tutte arricchite
Via Lazzaro Spallanzanl In Roma si può camminare speditamente verso da. diverse carte geografiche e · quadrz.
mentre gli Ispettori di Polizia sono In il progresso ~ forza alla Scuola Centrale Carabinieri
Una terza lettera scritta in arabo
V'è una moschea e un ambulatono
l'abbiamo avuta tradotta solo Ieri ed ove un medico presta servizio du
di Firenze.
Abbiamo avuto ripetutamente occa- alla s ua spontaneità unisce la fre- volle al oiorno; l'ambulatorio e ab~
sione di leggere la corrispondenza che schezza delle impressioni. E' scritta bondantemente fornito di meùiwtah
questi vari allievi hanno diretto a lo- dal c sincero amico Sal ah Ubeid BaIl trattamento ricevuto ci induce i
ro amici, superiori o parenti. SI tratta nafaa attualmente a Roma ad un ringraziare e a riconoscere le genu.
generalmente di lettere piene di entu- funzionarlo e dopo l saluti ed omaggi lezze u sateci. Abbiamo subito trota!Q
siasmo e ricche di Impressioni vive. aggiunge: c Mt auguro che Voi stiate chi ha simpatizzato con noi e chi Ci
tutte assolutamente spontanee. E so- tn buona salute. Siamo giunti a Roma serve nel migliore dei modi.
no stati appunto i vari destinatari a sani e salvi. Ringraziamo il Governo
Abbiamo visitato la Direzione del
fornirci questi elementi che abbiamo italiano per le previdenze e le premu- Centro Studi e ci siamo incontrati cort
raccolto volentieri, quale obiettiva ed re usateci ».
il corpo insegnante che ci impartirà
efficace dimostrazione di uno spirito e
La lettera è anche un descrizione le lezioni. Il Direttore Generale per la
di un atteggiamento che hanno la lo- del Centro Studi Somalia del quale cl ·Somalia, dott: Franca, è un uomo piero importanza al di là del valore let- riserviamo pubblicare un ampio ser- no di gentilezze e m olto modesto.
terario indubbiamente modesto e del vizio.
I n occasione del nostro arrivo. iL
significato politico ormai accettato.
Salah Ubeid Banafaa p ensiamo me- Corpo insegnante ha dato un r iceliiL'Ispettore di Polizia Mahamed Ba- riti 11 piacere di veder pubblicate le rnento che ha destato grande impresscir pochi giorni dopo il suo arrivo a sue impressioni, anche se semplice- sione
nei nostri animi, lasciandovi
Firenze, scrivendo ad un s uo ufficiale mente epistolari, sul giornale del suo molta eco;
in particolare, ci sono rigli raccontava le varie fasi del viaggio Paese.
maste impr esse le parole del dr. Frandi trasferimento, dalla partenza da
« La partenza repentina, come tutti ca il quale et ha detto delle buone inMogadiscio all'arrivo a Ciampino ae- i viaggi del genere, ci ha commosso; tenzioni che il Governo italiano nutre
roporto : « Non avevo mai volato pri- i nostri cuori erano presi dalla felici- per la Somalia nell'accogliere queste
ma - scrive - e guardavo con inte- tà di vedere l'Italia e nel contempo missioni,
i etti componenti dovranno
resse la ntwva esperienza nella vita. tristi per il distacco dalla Patria, dalricevere una organizzata cultura ocAvevo un poco di paura anche. Mai
nella vita sognai un simile viaggio, ottimo con servizi di prima classe. Alle
ore 23 circa arrivammo a Ciampino
dopo aver impiegato 20 ore circa.
Certo coi m.ezzi moderni ormai il
mondo è tutto un paese ed i pregiudizi nazionali, l'isolamento ed i confini politici sta<ali stanno perdendo ogni significato , .
Il pullmann dall'aeroporto al ~entro
di Roma ed un giro di notte per la
capitale illuminata.
c Percorremmo la Via Appia e giungemmo al centro di Roma, davanti alla grande Stazione ferroviaria dinanzi
alla quale rimasi addirittura stupito.
I miei compagni furono altrettanto
colpiti; una simile costruzione era al
di là della nostra immaginazione.
Passammo poi per Piazza dell'Esedra
con una lontana meravigliosa, con le
Naiadi dalle quali l'acqua era gettata
in alto. Sembra strano ma l'acqua
della fontana r ispecchiava colori diversi e bellissimi; era tutta lucente
illuminata. Passammo poi per Piazzd
Venezia con un Monumento gigantesco al Re Vittorio Emanuele II il primo R e unificatore dell' Italia, accanto al quale abbiamo visto la Tombl!- del Milite I gnoto, sotto la statua
dt Roma Madre. Raggiungemmo dopo
la Chiesa di San Pietro, alla Città Vaticana, ovverossia la M ecca del Cristianesimo e dopo, la nostra Caserma
dalla quale ripartimmo poi per Firenze.
Roma m.i ha dato un'impressione
superba ma gentile nello stesso tempo. Pensavo di questa città che una
volta comandava tutto il mondo allora conosciuto, una città sostenuta da
una bellissima tradizione mtllenarta
che ha contribttito molto alla formazione della civiltà del mondo , ,
E da Firenze la lettera prosegue e
termina.
c A Firenze, che trae un terzo del
suo bilancio dai turisti, abbiamo sentito la raffinatezza, la gentilezza e la
ospitaltta del popolo italiano.
La Scuola centrale ci ha riservato
una calda accoglienza e tuttt sono
stati veramente gentili verso di noi
Spero di essere degno di questa bella
Scuola ».
Il maestro somaro Abdurahaman
la famiglia e dagli amici.
Pieni di gratitudine, siamo saliti a
bordo dell'aereo e, dopo aver toccato
gli aeroporti di Asmara, Porto Sudan,
Cairo, abbiamo atterrato in quello di
Ciampino. Qui, nella ttzrda ora, abbiamo trovato il dott. Gasbarri che ci
attendeva e, senza neppure effettuare
la visita doganale, siamo saliti a bordo di autopullmann diretti al Centro
cidentale ed orientalizzata in modo
tale da contribuire attivamente al tuturo della Somalia.
Mohamed Scek Hassan. componente della missione di studio, ha rivolto
parole di ringraziamento in italiano:
ed ha ringraziato il Governo per le
premure avute per noi e 'per la Somalia, nonché per le previdenze e le attenZioni usateci ,,
Al Consiglio Economico
A VVJS / 0 / UDIZ I ARI
E' convocato per mercoledì 12 corr.
alle ore 16,30 nella Sala dei Convegni
della Fiera Il Consiglio Economico per
trattare Il seguente importante
ORDINE DEL GIORNO
l. - Esame delle proposte concretate dalla apposita Commissione per
lo studio di una nuova disciplina del
Controllo Prezzi.
· 2. - Esame e pareri relativi ad uno
schema di Ordinanza per la proroga
del termini previsti dall'Ordinanza n .
31 del 9 giugno 1950 sulle locazioni di
immobili urbani.
3. - Esame di una comunicazione
presentata dal rappresentanti dell'industria locale.
4. - Regolamento del Consiglio Economico (Ord. n. 28 del 23 dicembre
1951 - Art. 14).
Limitatamente alla Sezione Industria:
5. - Esame delle proposte concretate dalla apposita Commissione in merito a uno schema di provvedimento
per la disciplina della sgranatura e
dell'Imballaggio del cotone.
6. - Esame delle proposte concretate dalla apposita Commissione in
meri to ad uno schema di Ordinanza
relativo alla estensione dell'obbligo di
assicurazione previsto dall'Ordinanza
n. 24 del 25 maggio 1950.
RESIDENZA DI CHISIMAIO
Avviso
Mahamed Hassan ha scritto Invece da
Roma al suo « fratello maggiore ~
Dante Torelll, Direttore delle Scuole
Elementari di Chlslmalo. E' una lettera ch e riflette onestamente lo stato
d'animo di uno del migliori maestri
della Somalia che ha potuto constatare c de vlsu » quanto già 1 colleghi Italiani gli avevano Illustrato.
Dopo la descrizione del viaggio In
aereo e dell'accoglienza a Roma, dove era presente all'Aeroporto 11 Dr.
Gasbarrl, si parla dell'arrivo al Centro Studi della Somalia.
c I n complesso siamo stati accolt'f
da persone la cut gentilezza bontà e
generosità si leggono nei loro occhi.
•
SI rende noto che Venerdt 14 novembre 1952 alle ore 9, nel piazzale
della Residenza. sarà venduto alla
pubblica Asta l'avorio confiscato, per
un Quantltatlvo di circa 50 quintali.
La vendita sarà effettuata con le
stesse modalità di cui alla precedente
asta.
Comando Corpo di Sicurezza- Sez. Commissartalo
Avviso
Presso questo Comando, U giorno 15
novembre 1952, dalle ore 8 alle 9 sarà
tenuta una raccolta di offerte p er
l'acquisto di q.ll 30 di tè e di q.U 8 di
berberé ( bes bes).
011 Interessati possono ritirare presso Questo Comando le lettere d'Invito
relative.
Rendo noto che Il 14 novembre 1952.
ore 9, nel negozio del sig. Arcidiacono
Agatino sito In via Ugo Ferrandi, procederò alla vendita all'asta di calzature, profumi e oggetti casalinghi pìgnoratt alla signora Elvira TomeazzL
La merce sarà ceduta al miglior offerente ed a pronti contanti. L'elenco
degli oggetti sottoposti a pignoramento è visibile presso l'ufficio del sottoseri tto sl.to nello stabile del Commissariato Region ale del Benad!r.
•••
Rendo noto che Il 15 novembre 1952,
ore 9, nell'officina Pompetti slta in via..
Onor, procederò alla vendita all'asta
di un camion Ford 8V targato so 4025
plgnorato al si:;. PnmnPttl Glovanzu..~·~--1_..
Il camion stesso sarà Cl!ùUlv ..L :~uglior offerente.
L'Uftlclale Giudiziarie>
Bric.
c.
T unri
Spettacoli d'oggi
CI NEMA
BENADIR
-
«Porto d i SeW'
York ».
CIN EMA CENTRA LE - «Al Cavalline d'Qro » In tec-hnlcolor. e cinegiornale.
CIII!EMA E L CA B c 1\la~.awale » tllol ln-
dlo.no.
CINEMA-TEAT RO HAMAR - c La ro..'ll nera In technlcolor. e documentarlo.
SUPERC INEMA - «Romanzo d'amore •·
Annunci Economici
Evitatelo usande>
un materasso d t orine vegetale 1 Marel'I\S·
so da 12 Kg .. conreztone accurata so. ;;o.
Mntm·nssato Nur Mohcddln, Portici del
Mercato. a ngolo Vln Dc Martino.
DA HASSANA LY C ULAMHUSEIN tele!onc>
67 nuovi arrivi zanzariere confezionate.
camicie seta colornte. setn « FuJI ». pi\St&
di Nnpoll e snpoue tipo Mnrslglln.
CRO SSA Partita mattonelle ltallnne. Pll'' 1•
menti, t•lvestlmeutl 11 prezzi ridotti. IJilpresn Mnrenne.
LETTI con testata In Corro. mobili pe~ u!·
ftclo, reti metalliche. brandine. sedie Oi 01
tipo ti'Overete presso Magazzenl « Patria t
vicino SUJ>erclnema.
LICHENE TROPI CA LE -
l ,a famiglia del "C'orriere delh
Somalin" porge al conq·agno di h~­
voro, Augusto Volliui, le più ~~~~~­
te espressioni di cordoglio, po!r ,ti
perdita della cara
M AD ~ E
•
N. 571 -
pagina 3
IO novembre 1952
Il Corriere della Somalia
Cronache Sportive
~--
--
- -- -
a cura di G UIDO L USlNI
la.liara ~i R!l~larità M~f~[ir i~fi[a
MOCADI SCI O-VI LLABRUZZI
Per:fet:t:a. riu.scit:a. - G-c:-a.n.de concorso di cen.t:a. uri
e di pubblico- L'elezione di "..M:iss Cen.t:a.u.ro 52~,
Al essan dria batte •M aslie
• Molfetta e Piacen za
•Pa rma batte S ta bia
Pavia batte • Pisa
•san remese batto Ve nezia
•v,se va no e Ressian a
• Arsena ltaran t o-Ma n t ova
1 a O
oa o
4 a o
1 a O
2 a o
oa O
(non pervenu t o>
•••
In questa Serle la classifica <salvo
eventuale &postamento clrca la partita Arsenaltaranto-Mantova) è la seguer. te: PAVIA punti 12: ALESSANDn I A. c VENEZIA 11; SANREMESE e
EMPOLI lO: LIVORNO e P I ACENZA
9; PARMA, PISA. ARSENALTARANTO, SAMBENEDE'ITESE 8; MAGLIE
e MANTOVA 7; VIGEVANO e MOLFETTA 6; REGGIANA e LECCE 5;
STABIA 4.
•••
Per 11 TOTOCALCIO - U cUi monte
p remi odierno è di L. 378.051.132 - la
colonna vincente è la seguen te:
Ben cinquarttaquattro concorrenti lato per diverse ore al suono di mustGo Ma rco ne-Mohamed Osman .
formanti ventisette coppie hanno .da_- chette non certo da c ballo della non7> Giu liano A.
Ata lanta-Lazio
X
to vita alla manijestazwne motoctcltna ,.,. dopo di che è stata eletta c Mtss Catego ria 250 eme.
Ju ventus-Torino
stìca che si è svolta ieri sul percorso Centauro ,., E come la favorita non
l
•
a
pari
merito
:
Milan ·Pro Patria
1
Mogadiscio-Villabruzzi. Uno schiera- avrebbe potuto essere la signorina
Cance llara -Pa n izzi
Na poli-Pa lerm o
x
mento imponente davvero, e quale Maria Giuliano? Essa stessa è stata
Novara- Bolos na
Ferraresi· Donadon.
jorse nemmeno gli organizzatori pre- una concorrente alla gara che ha
x
Roma-Udin ese
x
vedevano. Nomi già noti e nomi qua- condotto a termine con intraprendenCatego r ia 500 eme.
Sampdoria-Como
si noti del motorlsmo locale, spiriti za e coraggio, ed il premio era logico
x
l • a pari merito:
Spa
llnter
desiderosi di mostrare di essere capa- che cadesse su di lei, vero esempio di
2
Milani- Mao Asci del C. S.
Triest
ina-Fiorentina
ci di f are qualche cosa in uno dei più
x
quella sportività che tante altre sue
Ma rch etto- Salah Hagi del C. S.
Catan
ia-Genoa
severi e temerari sport che si cono- coetanee dovrebbero ammirare e sex
Rinau do ·Scek Osma n del C . S.
Siracusa-Messi na
scano, hanno se11ttto tutto il /ascino guire. Alla Miss più simpatica, simpax
Furlan-Abò Nasis del C. S.
Veron
a·
Vicenza
che la gara emanava, e senza porsi
2
tica perchè usCita dall'ardimento.
Muslia-M oha m ed l man del C. S.
Sanremese-Venezia
alcun c se ,. ed alcun c m a ,. davanti simpatica perché modesta e brava, è
1
Car bone ro-Os man Barre del C. S .
alla aspr ezza della prova legata ad un stata consegnata la tascia del titolo
Femminò-Assan Abdi del c. s.
tragitto non Jactle e per giunta abbied un grazioso dono.
Bosso-Os man Said del C. S.
TORNEO COPPA FIERA DEllA SOMALIA
nat a strettamente al calcolo mentale,
Sa
ntor i-Jenù del C. S .'
Ed a conclusione ecco la classifica
sì sono presentati al traguardo di par- della
gar a:
Al ossandrin i-Zoni
t enza con espr essioni di gioiosità inBianchi-Calante
Categoria Mic romotori
t ensa; e quando le lancette dei cro12• Racchi-D'Aioisio del C. S .
nometri scattavano progressivamente
La classifica di questa categoria verrà re13• Lamb ri-Saia.
per essi, vedevi nei loro volti quella sa nota ufficialmente con apposito comuni~spressione impegnativa· di chi vuoi
cato della Giuria.
Ottima sotto ogni punto di vista la
portare a termine una partita d'onore.
organizzazione curata dalla AssociaCategor ia 125 em e. e Motoscooter
Si è t r attat o di gente che non correva
zione Motociclistica Mogadiscio con il
Primi a pari merito
per der~aro; ma di gente che correva
RAPP. CIVILE ITALIANA: Rossi ;
prezioso ausilio del cav. Gatto, comCerri-Romano
per sè stessa, per il fuoco che gli armissario al motociclismo, del sig. Tun- Sorrentlru Il, Tenaghi I; Di Glammarco,
Q uartu cc i· Versigl ia.
deva nelle vene, per l'ebr ezza che gli
do e del Col. Cerri. Perfetto il servizio .Mazzola, Patrone; Storino, Ga.r giulo, Tèr3o a pari merito
avrebbe donato la m acchina, grande o
cronometristico svolto dall'ing. Crotti zaghi II, Salsllll (cap.), Dlnell1.
Pa ret o-Cava lletti
piccola che tosse, per placare il suo
e dai signori Parmeggiani e Parodi
R.\ PP. CIVILE SOMAI..r\: Mirre AbAven i- Dirinde lli.
spirito e renderlo esultante. Il motocicoadiuvati dai sigg. Deganello e Pe5o Giu liano Maria-Toccafond i.
dulia; Scek Sald, Abdi Hagi; AbdnUa
clismo, C07ftunque esso si presenti nelpoli.
le sue varie manifestazioni, è uno
~lurrò, Jabia Abdl, Scek AJl; Ali Abdulsport eroico: sintetizza il valore, la telamid, .\batlò Omar, Soek Baller, Mohanacia, lo sprezzo del pericolo, ed il
med Hogl (cap.), Belenè Assres.
centauro 1le è la straordinaria figura;
.\RBITRO: l'~sen Mahallin.
e questi cinquataquattro cavallezzi
dell'epoca veloce hanno meritato teTI
~1.\RC.\TORJ: primo tempo: al 4' Bet utta l'ammirazione di chi li ha veduien~. al JS' Terwgbi Il; S«ondo tempo:
ti alla prova.
al 2' Gargiulo, al 12' Scek Ali, al 17' PaLa gara è stata severamente controne, al 3' TerughJ Il.
t rollata da altrettanti posti di cont rollo palesi e segreti che hanno registrato al millesimo di secondo la marPubblico abbastanza numeroso dJ somacia degli uomini e delle macchine
li che hanno • sentita • questa partita.
il
suddivise tn quattro categorie: microPnbbllqo italiano ~carsiSst,to (tribuna
motor i, motoscooter e categoria 125
è
centra le per due terzi vuota), consegueneme.; categoria 250 eme.; categoria
za di altre mnniies tnzloni sportive sta500 eme. L e par tenze iniziatesi da Vi a
bilite e s voltesi nella stessa giornata.
Balad alle ore 7,15 con t mtcromotori,
si sono susseguite ad int er v alli per oQuesto inco11tro significava la volontà
Le pessime condizioni d! ricezione tulo d'impegno. La vit toria della c Ingni coppia e categoria fino alle 9,39, del ser vizi « Ansa Sport :. non rl handella "Civile Italiana, di non perdere
ter
»
a
Ferrara
conferma
lo
stato
di
ora questa tn cut l'ultima coppia delle no permesso di Nmosccre. onde trarne
grazia del nerazzurrl n~ilanesi : men- il contatto con le maggiori posizioni del500 eme. st è tnvolata verso il lontano Il consueto commento, lo sviluppo delt r aguardo di arrivo. Lo schterameuto le partite di questa ottava giornata tre gl'Incontri di Torino e di Milano In classifica, e l' Intento della • Ch·Ue Sosono rlentrau nell'ordine delle cose.
maln • di conqulsuue qunJche punto per
di concorrenti p11i ,.,.,•nuruo l'li a oJJerdel campionato 1tal1ano di calcio. DI
t o ti Cv1 1,u ùt .Sicurezza che ha allicominciare a sganciarsi dall'~trema posiesatto sap piamo solo della partita
Ed ecco l risultati della Serie A:
neato dieci coppie nella categorta Rom a-Udin ese, svoltasl nella capitale
zlou<! di coda. Settanta minuti di gioco
• Roma o Udi nese
2 a 2
m assima, e ciascuna coppia com- e finita con un 2 a 2 che ha servito a
molto vivace, anche se uon a posto tec• Atalan ta e Lazio
oa o
prendeva u n mtzttare ttaztano ed un spodestare dalla vetta. della classifica
nicamente.
• Juvontus batte Tor ino
4 a 1
m tlft are soma/o. Nelle categorie mino- generale i glallorossl romani. A queDopo solo qunttro minuti !!all'avvio è
• Mila n ba tte Pro Patr ia
4 a o
ri con i concorrenti ttalfatti st sono sto Incontro sono stati presenti circa
•N anoll o Pa lermo
Oa O
13 • Civile Soma la • cbe và ln vantaggio
allineati anche motociclisti somali quarantamua spettatori che hanno
2 a 2
• Nova ra e Bologna
per opera di Deienè, ll quaù: girata abilche per essere stati alla loro prima sfidato 1 rigori di una giornata fred• s ampdor ia e Como
1 a 1
prova si sono comportati egregiamen- dissima. La cronaca dice che la parmente lo dlfcsu italiana, spiazza anche
l nto r ba tte •snal
1 a o
te.
tita è stata tirata fino all'estremo e
Rossi e con un tiro lentissimo fa varca• Triestina o Fioren tin a
1 a 1
Lungo il percorso numerosisstme che non è stata atratto bella, anche
re
al pnllone Il limite futale della porta
m acchine dt spettatori hanno assistito In conseguenza degli Incidenti accaLn classifica generale è pertanto la
a\'\•ersnrla. r giullorossi partono s ubito
ai passaggi dei centauri, mentre mol- duti fra giocatori. Rcnosto lnfortuna- seguente: INTER punti 14; JUVENtissime altre lt avevano preceduti da tosl n egll ultimi minuti del. primo TUS 13: ROMA 13 ; 1\iiTLAN 11; LAZIO al contrnttncco, ma per c:ssl è nrduo sfoJttempo per assistere agli arrivi a VWatempo rientrava nella ripresa ma lnu- 10: BOLOGNA e FIORENTINA 9; U- tlnre In <1uanto In dlfl'.-!a dei sotnnli bebruzzt. Grande /Olia a quel traguardo tlllzzato. Ploeger della c Udinese ,. doDINESE e NAPOLI 8: TORINO, AT A- ne condiuvatu dalla mediana, regge all'urdove tl primo arrivo è avvenuto alle po circa quindici minuti di presenza LANTA. PRO PATRIA 7; TRIESTINA,
to e consente rov1.~dnm"nti con pun10,15 e l'ulttmo a lle 11,09. La classifiIn campo risentiva di uno stlrame nto NOVARA, COMO e SPAL 5: SAMPDO- tate \'Cioclsslrne che si s morzano sul pieca ha pot detto che la maggior parte ed una coscia e ftnlva per fare da RIA c PALERMO 4.
dc di Terzaghi l e di Mazzolo.. Al 18' per
det concorrentt ha condotto la corsa comparsa. Bortoletto si lnfortunava
un fallo di 1\bdi Hogi. l"orbltro concede
con una precisione da orario Jerrovtanella ripresa ed anche egli rimaneva
Nella SERI E B 1 risultati sono stati un tiro di punJzlonc dal limite dell'tucn
r fo, tanto è vero che t c part merito • solo per !are atto di prcsanza. Altri
1 se:gucntl:
sono statt numerosi. l rtcidenU dt scar- Incidenti di minore gravità e colpivad irigore somalu : il tiro ~li Suls.llli è vio•CIItnn la o Genoa
oa o
sa enttta si .~ono avutt lungo tl per- no Lucchesl, T ubaro, Galli c Moro. Al
lento, ma Il pul\01w sl>uth: s ulla traversa
•Lo11n nno batto Caslia ri
5 a o
corso, e ben pochi olt sfortunati ptu 9' della ripresa Vasccllarl del bianco*Mar zotto o Piom bi no
1 a 1
e ritorua in compo. Sl ha l'impressione
a cau.9a del tondo stradale tra B alad neri veniva espulso per avere colpito
Mon za batto *Modona
2 a o
che ne vengo fuori un nulla di futto se
e Vtltabruzzt che per cattivo f unzio- Bortoletto. Più che una partita, que*Padovn batto Bi-esoia
2 a o,
non cho Tcrtnghi ll sbuca f11or1 come 'una
namento dei mezzt. Ammirevole la sta può essere d efin ita un dramma.
Lu oohese batto •Sn lornl t a na
3 a 1
sRc tto ed Infila lo sfera <1lle spo.lle di Mlrmmtuauta eu marcta det mtlttart del Pessima prospettiva quando Il calcio
•Si
raousa
o
Messi
na
o
a
o
Corpo dt Sicurezza che IJO'IIo arrtvatt a s'avvia a camminare fra rlplcchl c ore 1\bdulla. Rea~ione lnunedintll della
•Trovlso o Fan fu lla
1 a t
Vfllabruzzt perfettamente a1malalt co- stilità dure. Nel primo tempo al 18' ha
• Civi le Somola • che nJ. 20' per poco non
VIcen
za
za
tto
•vero
na
t a o
me sfilassero per tma rivista. E per segnato Bacchetti per la c Udinese ,
Qucstn In clns:;lflca: GENOA punti ritorna In vantaggio: Swk Dnllcr colpisce
questa toro esibizione si ~ mostrato su rigore e al 44' Pandolftnl dava n
Il polo n porta \'(\otn. Nei restanti quiudi14; MONZA 11: LEGNANO, VICENZA
flero Il generale Ferrara che appunto pareggio al glalloross l. Nella ripresa
e CAGLIARI 10 ; FANFULLA e CATA- t·i minuti <'he sepllrnno dolio fine del pria Vtllabruzzt si era portato.
al Il" Pandolftnl portava In vnntag- NIA 9 ; MARZOTTO e TREVISO 8· mo te mpo proprlu nullu tll ec~donale ùa
Finita la gara tutti t temporanei o- glo la s un squndrn realizzando un riPIOMBINO. MESSINA. MODENA
SPiti della locautà, centauri e .mettama al 26' Il bianconero Darln PADOVA. BRESCIA, LUCCHESE. SA- r ile\•an:. qc non un gioco fnrrngginoso
tori, 1>1 sono riversati nel parco delta gore;
ris tabiliva le dlstanzt>. costr ingendo 1 kERNITANA, SIRACUSA 6; VERONA con qnakhe fnllt\'>ltù plutlosto uutipntku.
SAI S per la reje;:tone al sacco; e qui glallorossl a dare, per 11 momt>nt.o
Nelln ripre'n il l{loco Il i {(\ plìl V(>litlvo
l'allegria ~ stata tma delle più vive e l'addio alla vetta della clnsslfica gene~
e pit\ mo,chio do porte del gialloro.ssJ,
•••
l'appetito d a non temere concorreni a. rnle. Anche l pareggi di Bergamo, di
Dopo la reJezio11e e la riposattna alla Napoli. di Novara, di Samplcrdarcna,
Ques ti ad<'s:so l risultati della SERI E \'Ont rn i quali In • Civile Sonwlu • oppone 1111 s l-.tl'mn futlO dì rnbbiose pllntutt•
ombra t resca delle piante, et 110teva di Trieste, Indicano gro~;so modo che C.:
• Emnoll batte Livo rno
t a o
t'Oli • Nlr:;a lnci,lvìu\. Al !l' la squndra itnmancare il ballo all'aperto? Si d bal- su Quel terreni si deve aver combat• Leooo batto Sambonedottese
2 a o
(Cootinua in
p~~~
Rappresentativa Civile llaliana
ba.t:t:e
Rapp. Civile Somala 4a 2
ramJionato Italiano ~i ralrio
La giornata dei pareggi ... La " lnter" passa. a Ferrara ed
assume comando della classifica generale - La " Roma"
non la spunta con la volitiva " Udinese" ed raggiunta
da.Ua " Juventus" vittoriosa sul " Torino,,
•••
7;
"a
IO novembre 195Z
It Corrloro dolla Soroalio
Quando lo Sport cli,v enta Le,qgenlla
L'UOMO DELLA MARATONA
PREAMBOLO -
Ogni
Ollm·
plndc ha tm Mie ta. e nello sua
lmpt•esn, 11 pc n-onnaglo elle In riassumo. lo dcflnl~cc c In tramanda allo gcncrozlonl Cuttlre. Ln
Londra di Dorando Plctrl, In An·
versa di Nurml c di Nodo Nodi,
In Stoccohnn di Wolbsmuller (Il
fut uro Tnt·zau). In Berlino di O·
wcns, In Londm delln cc mnnunn
volante» Btnnkct·s-Koen ~ono .ll·
tt·cttnnto
tcs Umonlnuzc delln
consuetudine popolare di sogget·
uvnro In un ntlotn dominatore lt\
vlcendn Qundrlonnalc del GlochL
Per Qnnnto l!\ cos iddetto « tnbelln tlntnndesc » (convenzlou!\te
Qundro valutntlvo delle Imprese
dcll '!\tlotlcn tcagem ) obbla o.ssegnnto al brnslll!\110 De Sltvo.
cnmploue ollmplnco e mondiale
del SCtlto ll'lplo. 11 titolo di «big •
delle Olimpiadi di Helsinki, la
voce pubbllcn non lln eslstato n
des ignare nel ceco;,lovocco Emillo
Zlltopek Il protagonls tn Ideale
dello stadio. L'Incomparabile atleta tt-entenne che bo oscurato
In !ama del finlandese Pnovo Nurml, ba trlonlato nello Maratona
dopo avere vtnto le corse del 5
e del 10 chilometri. Clò non b a
mnncnto di stupire Quanti uomini del mestiere ritengono che un
a tleta spectnll.zznto nelle corse su
pista sin negato alla posslbllltà di
vincere la più ardua e Impegnativa tra le corse su strada, In
Maratona.
Sono partiti in trotta, torneranno
nello stadio tra un paio d'ore e più,
c'è tempo per capire cos'è questa Maratona che, se indulgete al barocchismo dell'immagine, è la carta moschicida sulla quale v anno ad impigliarsi
i simboli più ambiziosi dell'Olimpiade.
La Maratona, questa grande bugiarda/ Fin dalle origini delle Olimpiadi moderne la troviamo inserita
nel programma e, manco a tar~o. apposta, la vince un greco, tale Sptndtone Louis. Il restauratore dei Giochi, il
barone francese Pietro De Courbetin,
pasteggia a simboli: tacile è immaginare la sua gioia nel salutare nel baffuto corridore ellenico il tardissimo erede del soldato di Milziade che percorre a piedi i 42 chilometri che dividono il campo di battaglia di Maratona da Atene, annuncia al popolo la
vittoria contro i barbari persiani, e,
disfatto dalla stanchezza, stramazza a
terra morto stecchito nell'istante in
cui lancia il fatidico grido: c Abbiamo
vinto ».
Sarà, ma questa faccenda è una
trovata della letteratura calda del De
Courbetin. La leggenda del soldato Filippide è stata narrata per la prima
volta da scrittori vissuti qualche secolo dopo l 'avvenimento. Per conto
suo, invece, lo storico Erodoto, pressoché contemporane.o di quei tatti gloriosi, dedica pagine e pagine delle sue
Storie alla battaglia· di Maratona, ma
neppure un inciso al soldato corridore: il quale, si, era noto ad Erodoto,
ma soltanto come portalettere municipale di Atene, impiegato per porta- re messaggi da città. a città., e con
tanto di esonero in caso di guerra. Erodoto era un cronista avanti lettera
che adorava gli aneddoti spiccioli e i
personaggi minori: è dunque assai
strano che si sia lasciato sfuggire un
episodio di grosso calibro quale sare~­
be stato quello del soldato che compie
l'impresa e ta la morte attribuite a
Filippide.
No. La Maratona, ricamata sul tessuto di una tavola, è la poetica invenzione di uno scrittore francese che ha
sfruttato t testi tardiUi di un Luciano
e di un Plutarco, professionisti in fabbricazione di miti agli ordini ideali dei
Greci antichi.
Una bugiarda, tuttavia, di gambe
lunghe: tanto lunghe che quaranta
anni dopo il maratoneta greco Louis,
ormai sessa?ttacinquenne, si tarà a
piedi, a tappe forzate, la strada da Atene a Berlino per recare a Httler, patrono delle Olimpiadi del '36, un ramoscello d'oztvo rectso, secondo la tradizione ellenica, con un falcetto d'argento da un albero che ombreggia le
tombe degli Atrtdi: fausto presagio dt
pace e di concordia tra gli uomini di
buona volonta. Lo si vedrà tre anni
dopo.
C'ero, a quella allegorica cerimonia
olimpiaca · e proprio nel momento
della consegna del ramoscello d'olivo
a Hitler si udt il brontolio d'un tuono.
Temporale d'agosto? Il cielo era ltmptdo e la tantara gigantesca dello
stadw tece echeggiare il tema di Sigfrido. Il brontolio di tuono veniva,
torse, dagli zoccoli dei cavallt biancltt
delle valchirte che attraversavano 1l
cielo della Gennanta.
Basta. Nata dalla letteratura, la
Maratona ha avuto il potere di dtven-
tare la gara più suggestiva e drammatica dell'Olimpiade. La Regina Alessandra d'I nghilterra si deg11erà dt
offrire una coppa ct'oro a Wl piccolo
pasticcere carpigiano, D ora·n do P letrl,
che paga con la squalifica tl gesto soccorrevole cti ttn poliziotto che lo aiuta
a percorrere gli ttlttmt metri della
prova, sorreggenctolo per un braccio.
Cosa è allora, questa Maratona, nella
forestd di gare atletiche di essa ptù
no bili tn ltnea di tecnica 1JUra se non
l'impresa che celebra la S/lda tra l'ttOmo e la sua resistenza, l 'uomo e il suo
dolore; l'uomo e la sua volontà di sacrificio? Se apollinea è l'atletica leggera in tutte le sue mauttestaztoui,
perché dionisiaca deve essère la M a .ratona? Forse perché esorbita dai
confini della matematica cronometri ca e si identifica nelle doti psichiche e
morali, oltre che fisi.o logiche, dell'atleta? Perché il maratoneta deve essere
il sovrano ideale dello stadio, quasi
che la fiaccola accesa per ltti all'inizio
etei Giochi debba spegnersi idealmente dopo il suo arrivo, ultimo corridore
che nel ciclo delle gare marca la sua
impronta sulla terra rossa dello stadio?
A queste domande che si accavallano nella mente del cronista che a spetta l'entrata del maratoneta nello
stadio di Helsinki rispondono le verità della tolla e la verità del campo.
La folla ha distratto gli occhi dalle
piste e dalle pedane. Guarda la buca
dell'ingresso dal tondo della quale
sorgerà il vincitore per compiere il giro dello stadio. Gli spettatori delle ultime gradinate spiano con i cannocchiali il tratto finale di strada che ll
vincitore percorrerà. Settantamtla sono i presenti, per uno stadio improvvisamente deserto. Il programma della giornata, denso di corse e di salti,
è finito. Gli atleti sono sparpagliati,
accosciati sull'erba del prato, ma la
chiusura delle loro prove dà all'arena
il senso del silenzio e del vuoto.
Lo stadio ha cessato di essere un
tatto corale. La musica tempestosa
delle cento e cento competizioni che
si . s01w inanellate nel corso d t dieci
giorni è una musica magicamente sospesa al filo di una pausa lunga e
profonda. Attende la sua risoluzione
da un suono alto, isolato, unico. Nello stadio fino ad oggi gremito di corridori, lanciatori, saltatori, un uomo
solo ha diritto di entrare. E' l'assolo
umano raffigurato dal maratoneta. E'
l'epilogo della corsa che compendia la
sinfonia orchestrale degli atleti di
sessanta N azioni, bianchi neri gialli,
che hanno gareggiato ltlngo le corsie
e sulle pedane dell'arena.
La fiaccola issata sulla vetta della
Torre ha lanciato verso il cielo burrascoso di Helsinki t suoi pastosi gomitoli di fiamme gialle e di fumo rossastra in onore dell'atteso, l'uomo solo,
il maratoneta.
Si sa già da un'ora che Emtlto Zatopek ha staccato tutti gli avversari e
N. 571 -
pagt114 4
zata la notlzla secondo cui la LANCIA prepara a Torino un a vettura a 4
posti In sostituzione della ~ Ardc·a .
In altr<· pa1·o1e : la ormai faml>l!a
r Appia • che. stando sempre al
.,1
di ce • dovrebbero avere una clllndr:.ata
lntom o al 900 eme. ed una carrozzeria
arieggian te alla sorella maggiore cAurella• .
Ma saranno tutte qui le novità? Op.
pure?... Qualcosa di nuovo cl verrà
certamente dalla primavera 1953...
procede v erso la vittoria ormai inesorabile. Soltanto un improvviso col laS.\0 (ielle forze potrebbe abbatterlo
In attesa che un nuovo torneo Ininelle vicinanze dell'arri vo. Nessuno
crede a questa disgustosa posstbilita. zi Il suo giro. lo sport della pallacanr.otro ChC' h a conquistato con Cf'ltrlZatopek è ntà stato cle/lnilo l'uomo tà sorpn·ndcntc l !avori del pubblico,
cavallo, e la sua tempra è di ferro.
Tutta via la facil e e comune previsto- sta per prc·sr·nl are un altro Incontro
che potremmo chiamare benlsslmo
I Le clelia sua vittoria non allenta l'a«sfida ,., In quanto mPtterà di fronte
:m ettat tva d ella moltitudine. 9uni rnillulo che passa è u na n uova torstone una mista militare Italian a del C. I. s.
all'ansta murbosa e/ella f olla. La folla con una mis ta civile Italiana. Cloé:
aspetta Zatopelc come la ltberaztone da una parte l migliori elementi dell a
cla un incubo. N el cielo dello stadi o " Mista Esercito - Aviazione ~ e della
«Marina Militare , , dall'altra l plu a
volano a bassa quota i gabbiani del
bill r lementl della l( A. S. Mogadigolfo.
,. e del « Liceo-Ginnasio :.. La
Due gambe snelle appaiono net r i- scio
Pr• rUta, In ca!(>ndarlo per la ventura
quadro ombroso del sottopassaggio 1\l'l.tlmana, si presenta, nel suo caratc.tello stadio. S'allungano nei fianchi,
tere·. ~Jrt rlt si- Una prevlslonC" certa:
n el torso, n el capo. E' lui. Entra rapiUfo con l<·mpr·r:~turn d a fornace'
do, la t esta er etta, le braccia raccolte
sul petto, accenna a u n sal uto con !a
mano levata. L'urlo della folla rotola
come un tuono in una vallata. Fazzol etti, ombrelli, bastoni, cappelli,
sclanJe va riopinte, pri grammi sono
ad un torneo di Pallacanestro
sono agitati con frenesia. Il nome del
Su questt' colonne annunziammo
trionfatore viene scandito sillabicamente da diecine di migliaia di bocche qualche settimana fa come U C' Corriere dello Sport », per lnteressam~ntrJ
mentre l'atleta percorre l'ultimo giro
di pista. Penso a Berlioz quando, nel del suo corrispondente, avrebbe ol!ersuo delirw, invocava orchestre gigan- to per essere messo in palio 1n un
torneo di calcio un suo particolare
tesche. Allorché Zatopek taglia il filo
di lana del traguardo, il boato della c Trofeo , , pressoché simile, per arte
. e valore, a quello già offerto due anni
massa ha un'impennata barbarica.
Due giudici si precipitano verso tl or sono e che originO la grande manifestazione calcistica che tutti ricorvincitore per avvolgerlo in due vaste
coperte di lana. Le rifiuta. Non ha bi- dano. Pur restando Immutata l'offerta del «Trofeo • · giova far presente
sogno di infermieri. Ridona al suo
che Il Trofeo stesso non verrà più poviso una espressione calma e sorridente, quel suo viso che durante là sto In lizza per un torneo di calcio,
corsa è una maschera di angoscia e di bensl per un torneo di pallacanestro.
disperazione. Spalancata la bocca, inghiotte una palla di aria tresca, poi
la soffi.a fuori puntando le braccia sui
Voci che abbiamo raccolte In amfianchi, gonfiando le ganasce e dandosi una spinta con le reni. La gente bienti sportivi di solito bene informati, assicurano che sulla fine del corscroscia in una grande risata. Zatopek ha soffiato come uno che sia so- rente mese di novembre sarà elfettualennemente stufo della stacchinata ta una c Staffetta Gigante , su tre
che ha tatto. Ha chiesto qualcosa. frazioni di 2 chilometri ciascuna. SaDieci fotografi colgono l'attimo in cui rà quindi un p ercorso complessivo dì
il qualcosa diventa una mela. Zato- 6 chilometri che l tre uomini di ciapek morde il frutto e la mangia con scuna squadra concorrente dovranno
quattro bocconi. Ora gli porgono una compiere. Abbiamo saputo anche cbe.
bottiglietta d'acqua. La rifiuta, non ove non si frappongano ostacoli, queha sete. Un profondo « oh » di stupe- sta bella e caratteristica manifestatazione commenta il rifiuto dell'atle- zione di atletica leggera attraverso le
vie di Mogadiscio avrà luogo in notta.
Sulla lavagna nera dello stadio ap- turna, presumlbllmente fra le ore 20
pare in lettere luminose l'annuncio e le ore 21. La nuova corsa sarà dotata di numerosi e ricchi premi.
che Emilio Zatopek ha battuto il record della Maratona. Allora infila una comune tuta d'atleta, scompare alla vista il color rosso ruggine della
sua maglia da corsa, il maratoneta di(Continuazione della 3.a pag!na)
venta un uomo qualunque, perfino
misero di membra. I suoi capelli bionliana ,.à In vantaggio con un'azione ve.
di tradiscono alle tempie un princirameute ptege\'ole imbastita da :fermpio di calvizie, il re dello stadio semg hl Il che dopo averè scavalcata la di·
bra davvero un ometto qualunque.
fesa somala, passa a Gargiulo un pallooe
esatto e puli to: niente da fare per ~lir·
BRUNO ROGH I
re 1\bdulla l.n quanto Ga~giulo con un tuo
(Per gentile concessione de <<Il Giornale
d'Italia).
preciso infila sulla sinistra del portiere
che s i getta disperatamente a volo per
abbrancare solo..... del! 'aria. Al 12' si
torna a~ pareggio per opera pl Scek All
avvantaggiatosi da un mirabile impaperam ento ddl .t ,\if~ ·' ,.. rlt-1 ""rtiere giallo.
rossi che nella !retta di llbt:rare comvu>·
uo un capitombolo collettivo, bastaJJ.te per
dare a ll'nvversa.rlo ciò che cucava. L3
li) ; 9°) Olanda (Maeneu, Gelissen, • Civ:ile ltaliann • riparte al contrattacNolten) ; 10°) Germania (Mueller, co, e dopo soli cÌllque minuti ottiene Ull
Pfanneumueller Schwarzenberg) .
angolo a favore. Tira SalsilU in traiet·
toria perfetta , e dal groviglio dei glo.."lltori che balzano tutti assieme per aggan·
ciare Il pallone, emerge la testa di PJ·
tro ne che con una girata esatta insaccs
alle s palle de l guardiano s omalo. La por·
titn tbsu me adesso un ritmo più sérrato,
E' di Ieri la notizia della inaugura- e d l\'erse buone <><:cas1oul sono perdute
zione fissata a.J. 22 aprile 1953 del dalla s quadro somuln, come altre ne per·
XXXV Salone dell'Automobile di To- dt' que\1:1 itnllann. La palla viaggia da OJl
rino. Fanno logicamente alone a que- cnpo all'altro del campo cou la vivadtù
sta informazione dati relativi a.J.le novità Italiane che dovrebbero essere e- d\'i g iocatori, n1eutre il publ>llco si ecci·
sposte nella grande rassegna auto- In, trepida, s ussulta. A togliere al soroa·
mob111stlca lnternazlona.J.e. Ma forse Il ogni speran za d j roggiungere il p3·
non sarà proprio necessario attendere reggio, t.>cco che ol u~· viene il qull!'o
11 salone di Torino, perché già a mar- gol ìtnllnno, conseguenzo dl un'nzlou.~
zo, circa un mese prima al Salone di
Ginevra, potrà essere conosciuta qual- imbost!tn do Snlsilll, contìn unta da Stot•·
cuna delle tanto attese novità lta.J.ia- no e perfezionato ù a Ten~tgbl Il cou u~1
ne, confermate dallo stesso Ministro tlro che non ammette oble:tloni. Poi •
dell'Industria CampUll. Natut·a.J.mente fischio finale.
non c'è niente dl ufllcla.J.e. RiportiaPrn i giocatori italinni lodevole è stnt~•
mo solo le voci che corrono In Ita.J.Ia Il comportamento dei (1'utelll Terzagh~
In ambienti bene informati.
Dunque: per quanto si rlfedsce alla di Patrone e dl Sn.lsilli, i migliori io
FIAT dovrebbe essere posta sul mer- campo. Dei somaU sono piaciuti Abd•t1 11
cato una nuova vettura 4 posti con :llurrò sempro corretto e ounipreseurt,
motore 4 cllindrl fiat-twln la cui ci- Scek Boiler. Belenè Assres e Scek s.td.
lindrata dovrebbe essere da 1000 eme. Po,.siamo citare anche LI portieri' ~
a 1200 eme. Forse più la prima che la
seconda. La FIAT starebbe anche pre- Al>dulln, ul quale però dobbiamo far rl!<"
parando un'altra grande novità, del- vore che le U.tani di un portiere Ju ~;
la quole pero è prematuro accenna- s ervono per parare 1 palloni e non per
· · c'~ l'at"11
re: sl tratterebbe dl un motore 1400 t re fa cceode. Per certe questtODJ
Diesel.
bitro. e cl don-ebbe essere, pol, a~~dle
Non è tutto qui: è ancora rlmbai- commissario eU campo.
La pallacanestro
Il Trofeo
Corriere dello Sport
Staffetta gigante
TurneoCoppa Fiera della ~om~lia ·
"Gran Premio ~el Me~iterraneo,
Ecco la classifica generale del
"Gran Premio del .Mediterraneo" dopo la seconda tappa :
1°) Coppi, in ore 8 40" ; 2°) Minardi in ore 8 2' 40"; s•) Magni in
ore 8 3' 6"; 4•) Astrua in ore 8 s'
12"; s•) Fornara i.n ' re 8 6' 59";
6°) Gismondi in orE; 8 7' 30"; 7')
Carrea in ore 8 '8 15"; 8°) Bobet in
ore 8 8' 25" ; 9°) Alban; in ore 8 9'
30"; Io•) Drei in ore 8 9' 30" ; 11 )
Scudellaro in ore 8 9' 30"; 12°) Salimbeni in ore 8 9' s6"; 13•) Giac.
chero in ore 8 n • 43"; 14°) Bartolozzi in ore 8 12' 2"; 15°) Pezzi iin
ore 8 12' 2"; x6°) Moggini in ore
8 12' 2"; 17°) Padovau in ore 8 12'
2" ; r8•) Corrieri in ore 8 12' 56";
rg•) Bartali in ore 8 12' 56" ; 2o• Olmi in ore' 8 13' 49". 23°) Volpi ili
ore 8 xs' 5"; 24°) Redolfi in ore 8
15' xs" .
Classifica per squadre \
x•) Bianchi (Coppi, Gismondi,
Carrea) ; 2°) Legnano (Mioardi, Albani, Drei) ; 3°) Atala (Astrua, Bartolozzi, Pezzi) ; 4°) Ganna (Magni,
Salimbeni, Giudici) ; s•) Bottecchia
(Fornara, Olmi, Giuliani) ; 6°) Bartali (Bartali, Corrieri, Bresci) ; 7' )
Francia (Bobet, Redolfì, Dussault) ;
s•) Arbos (Volani, More:;co, Assire\-
In primavera novità
automobilistiche
italiane
l
N. 57 1 -
J)agina 5
Il Corriere della Sl)ln alla
ULTl.Ll!lE NOTIZI.E IJA L MON DO S UL C0710 NE
La vertdita del raccolto cotoniero
costituisce oggi la principale preoccupazione dell' /!:gitto, senza tener conto
degli altri proòl~mi economici .dell'or~
presente, l!ualt 11 controllo_ del prezzi,
l'importazione e la produuone. la soluZione dei quali dipende essenzialmente dalla vendita del nostro cotone
alle migliori a ugurabìli condizioni.
A questo scopo ti Dr. Abdel G uélil
EI-Emari. Ministro delle F inanze, é
partito recentemente dal Cairo per Alessandria per prendere contatti con
gli ambienti cotonieri.
Le dichiarazioni che egli ha tatto
al termine di queste consultazioni sono state confortanti e di buon augurio
per l'avvenire del mercato cotoniero.
Noi siamo del parere - scrive l'« Obserr:ateur • - che questo tatto rivesta
grande importanza. Il ministro avev a
intatti già precisato che il ribasso r egistrato alla Borsa dei Contratti era
dovuto al gran numero di vendite «·Ora per allora • avvenute nell'interno.
Non vi è ora alcun dubbio che la semplificazione delle formalità nelle anticipazioni sul cotone tende a ridurre
questa torma di vendita « ora per allora • ed a permettere al mercato di
Alessandria di operare le transazioni
senza esporre i prezzi ad tm ribasso
notevole.
B isogna riconoscere. in effetti, che
se i coltivatori fossero stati più pazienti e non tossero stati spinti a sollecitare i contratti di vendita, i prezzi
si sarebbero cer tamente rialzati come
testimonia la situazione verificatasi
r ecentemente sul mercato. qua11do
c ioé i prezzi hanno raggiunto il loro
limite massimo per l' Acltmouni, per il
K amak e per tutte le scadenze. Si attribuisce questo rialzo al tatto che il
r ibasso che l'aveva preceduto aveva
attirato delle r ichieste non trascurabili dall'estero ed al prezzo dell' Achmou nt r ibassato ad una quotazione
interiore a quella del Midling americano.
L e richieste sono effettive e lo dimostrano le transazioni e_(Jettuate alla
Borsa di c Mirlet El Bassal • dove gli
acquisti hanno raggiunto le settemila
balle nella seduta del 25 ottobre.
Il Governo egiziano, dal canto suo,
ha notevolment e contribuito a provocare questo miglioramento del mercato cotoniero ed il suo inter vento
merita di essere segnalato. La legge
che ltmita le speculazioni, severamente applicata, ha r isparmiato al mercato gli errori degli a1111i precedenti senza contare poi che la riduzione del
tasso di senseria è di natura tale da
taciHtare sensibilmellte le transazioni
tra produttor i e commercianti.
Riteniamo che, malgrado t prezzi
del cotone stano ancora interiori a
quelli clelia stagione precedente, la
proporzione delle offerte sul raccolto
sia migliorata .fino a SO e 55 talleri per
il 1 Gcod Karnak • ed a 45 e 55 tallert
per il c Good Ach motmi :..
Occorre aggiunger e alle ormai note
leggi e decisioni d el Governo per migliorare la situazione del mercato cotoniero, le transazioni in corso per lo
scambio di merci varie contro cotone
e la stampa ha rece11lemente pubbllrato notizie :,ull'aggiudicazione di forniture di frumento e zucchero in cambio di cotone egiziano.
Sono questt gli elementi che stann o
a dimostrare la sensibile r ichiesta dai
mercati esteri e che vengono pertanto
a confermare l'ottimismo recentemente manif estato dal Ministr o d elle
Finanze egiziano in merito alla situazione del mercato cotoniero di questo
anno.
era praticamente disceso al disotto
della parità americana.
Dopo l'ultima seduta di venerdl gll
acquisti da parte della filatura straniera sono r ipresi vigorosamente ed è
fuori di ogni dubbio che i prezzi avrebbero avuto un'ascesa delle più
spettacolose se non fossero stati fermati dal c plafond • massimo stabll!to.
Lo smercio del raccol·
to delrUganda.
Il raccolto cotoniero deli'Uganda
valu tato In 325 mila balle sarà lnte.c amente venduto sul mercato libero. La
c Raw Cottcn Commisslon • ed Il Governo Indiano hs.nno Infatti rifiutato
di negoziare l'acquisto In blocco a eil'intero raccolto come era stato fatto
n ella stagione precedente.
n 26 novembre prnsslmo un lotto di
15 mila balle sarà venduto mediante
aggiudicazione ed U 3 dicembre un al-
L~ ripresa cotoniera
•n Egitto.
1
Il raccolto cotoniero
negli Stati Uniti.
In seguito al persistere di condizioni climatiche particolarmente favorevoli u raccolto del cotone procede favorevolmente In quasi tutte le regioni degli Stati Uniti.
Il raccolto Infatti è quasi terminato
negl! Stati del Golfo del Messico e
dell'Atlantico mentre è già compiuto
nella proporzione dal 75 all'SO per %
nella Carolina del Nord e nell'alto
delta del Mlssisslppl nell'Arkansas. E'
praticamente finito nel Tennessee c
neli'Oklahoma.
n cantaro è suddiviso In 40 ocche di
Kg. 1,282 ognuna. Un cantaro quindi
è di Kg. 51,28.
Il tallero egiziano h a oggi un a quo.
tazlone ufficiosa di So. 4,1.
Grossa eredità legata
a un attimo dell'agonia
d'una signora francese
In. un disastro automobilistico morirono due caniugi: gli eredi
s'accapigliano per stabilìre chi fu il primo a rendere l'anima a Dio
Due anni fa, :.uiJa strada di Cbarle\'IUe,
i coniugi Pierre tro\·arono In morte In un
g rave incidente auto mobilistico. 11 signor
Pierre, ri cco Industriale parigino, aveva
lanciato la macchina a tutta velocità sul
rettifilo :~;;fallato quando, all'impron 'iso,
un c~· ~~ ~ gli allrnvesò la s trada. Per non
i m'C~tlrc l'an imo!(', il gu idatore
sterzò
piutto~to frettolo-.amente e l'automobile,
::.bandando. andò ,, &aca~,arsi contro un
a lbero.
L 'indust riale e sua moglie
morirono,
due amici, che \'iaggia,·ano coi Pierre, rlmast'ro gra,·ementc feriti e furono ricoveruti a iJ 'ospedn le, da cu i s i dimise ro do.
po circa un mese di dege nza.
Un commissario di polizia,
compiendo il sopraluogo d'uso, accertò che l due
coniugi erano deceduti nel medesimo
Istante. Questa frase, contenuta nel rapporto, h,t d:Ho l'an·lo od una cn'l"iosa
vertetWI giudiziaria che s i discuterà, ln
questi g iorni, davanti nlla seconda se?ioue del Tribunnle civile deiJa Sennn.
fatti, che la signora Pierre è splrnta quaiL'avv<ICnto Roger Palmleri sostiene. In·
rntll, eh<.: la ;.Ig nora Pil!rre è s plrnta qua).
t he iswnte dopo la morte del marito.
Qut:ll'aulmo ha In sua lmportanzu nell'asseguazione dell'eredità, piuttosto rilevante , dell'indus triale.
lJ commissario, nel r<:digere il rttpporto, certamente non sospettò che unu sua
frase avrebbe provocato un simi le comp li ca to incidente, a ltrimen ti nv rebbc com.
pluto lo Indagini con mnggh>r scrupolo
<.:d impegno.
Soprovvlvendo d i qunlcb e miuuto nl
marito, Ju signorn P ierre ocquistnva nutomallcam~nt.e Il diritto di r ice\'erne l'eredità e di trasmctterlo successivamente oi
pr opri familiari, dalo che le due vittime
non nvtvano eredi diretti. Nel cnso contrari<, sa rebbero suni l parenti del signor
I Produttori slcUianl di cotone hanPierre
od entrare in legitti mo possesso
no chiesto recentemente al Governo
Italiano di acquistare ad un prezzo del polrlmouto.
LA: due parli, conven ut e davanti nl llri·
ragionevole l quantltatlvl del nuovo
raccolto cotoniero e che è s tato loro bunule, :.astengono ognuno In propria teImpossibile vendere sino ad oggi.
si, M:rvendosi di varie testimonianze, per
La situazione del produttori s icilia- be n de tt rmlnore , n dlle onnl di dis tonzn ,
n I· è considerata davvero precaria il momento esu lto della morte dc lht s i·
Perché un Importante residuo del raccolto del 1951 è rimasto ancora lnven- gnoro l'lerre.
L'a\'vocato l'nlmicri, dopo rwer comduto e le filande offrono prezzi Intepiuto uun difficile in chies to s ul luogo dd
riori alle s tesse spese dl produzione.
Il fattore determinante dJ questa d lsost'TO, hn potuto s tabilire c he In donna
crisi deve rlcercarsl, oltre che n ella era ;.lntn rnccoltu privo d i sensi e traspor? ~pressione dell'I ndustria tesslle lta- tato in un vicino cascln nlc. Qui uu prete
~tna, soprattutto nel forti quantltatl- le ovcvo impnrtito uno nssol uzlone In ex.
d,1 cotone recentemente Importati tremls: l'agon ia e ro stnln breviss imo, OH\
d a) 1
<:stero.
bnhtavtl u smen tire Il ropporto del com·
missn rlo d i pollzlu.
1 purcnti dell 'i ndus trinlé soste nJ.(On o Il
cont mrio, mu l due nm lci de l T' lerre non
po~wno con,•nlidnre la loro tesi, dato che
La depresslon h
Um an a si nÒt e c e da qualche set - ~si , 0 ublto dopo l'incidente. non \lrnno
ro non
t ava s ul mercato cotonlelzlon<.: di Intendere.
Diù a Ju~~gv~ loglcamente persiStere in Acnud
questo pu nto, I'O!itncolo ph\ d iCllci·
·
Prcz:>:o di Alessandria
Gli stock si vanno ac•
cumulando in Sici·
lia .
tro lotto di 15 mJla balle sarà. venduto
mediante pubblico Incanto.
le da rimuovere per gli eredi dellil signora Pierre, è il cert ificato di swto cJvlle.
Si sa che, per In bnrocrazln comuna le, il
• quod scrl psi scripsl • è fatnle perlomeno quanto la sentenza di Pilato.
LE BORSE
Quotazioni cambi al mercato libero:
sterlina oro 7200-7225, unitaria 15901600,
egiziana 1340- 1350, dollaro
638,50, franco svizzero 148,75- 149,
!ranco francese 158-159, mare ngo
5900-5950, pesos argentino 30-31, oro
:ftno 784-786, grezzo 774-776. Cambi
medi: sterlina 1749-78, dollaro 624,92.
IO novembre 19!,2
Jniziateleprovein mare
dell' HAndrea Doria"
GENOVA, 10 .
La turbo nave "Andrei! Doria" ltc~­
inizhto nel golfo di Geuova le prov~
in mare. L ' "Andrea Doria", che è il
maggior transatlantico italiano, 'lvendo una stazza di 30.000 tonnell:l·
h: ed una velocità rli oltre 25 migh.l
o ra rie, e nlren\ in linea •ld prossi1no
mese, parleudo il T4 d1ccmbre per
New York.
•••
SASSA RI, 1 0 .
L 'ar rivo della uuov 1 motonav~:
"!;ardcgna" della Sor.ietà 11 Tirn:nia , al termine del viaggio inaugurale, è stato accolto nelle provincie
di Sassari c di Xuoro con la più viva
soddisfazione.
A questa magnifica unità seguirà
la motonave "Calabria" di cui è im.
mine11te il varo, e cosl sarà completamente rinnovato e acc~lerato il servizio quotidiano fra Civitavecchia ~
Olbia e viceversa.
Il i\Iiuistro Cappa ha rinno\·ato i ~
assic urazio ne che la "lnlabria" po·
trà 011trare in linea pri!"aa delle festività natalizie.
Pitone contro elefante
CALCUTTA, novembre.
In una radura della riserva fore·
stale di l\Ianchik, g li indigeni dell.1
zona hanno assistito ad uu tremendo
duello, una specie eli disperato tiro
alla fune, fra tm giovane elefante ~d
un colossale pitone.
Il pitone :weva afferrato una delle
zampe posteriori del pachiderma eJ
ancora tosi ad un grosso r.!bero cer..-ava di ridurre aU'immobilità l'avversario. La lotta si è protratta per ore
ed un largo tratto del ~ottnbnsco è
andato calpestato e frar:tumato nell'agitarsi dci due animali infuriati,
fiÌ1chè il serpente è rit:scilo ad inghiottire l'intera zampa dell'elefante.
Le sue "vere diflìcol tà però sono
incominciate da questo mome nto.
Se è vero c ha i pachid~: ma non poteva più mno,·ersi , è il!!rhe vero che
il pitone uon poteva int!"odurre altro
uclle sue pur vaste fa uci e solo l'in·
te rve nto degli indigeni, ~:h e taglia nno in due il rettile, poteva risoh·ere
la tenzone in favore dell'elefante.
UN ARTICOLO DEL MINISTRO DEGLI INTERNI TEDESCO
La cultura comune
fondamento dell'Europa unita
BONN, novembre.
Lo sviluppo delle concezioni politiche e il progre>oso tecnico hanno a
poco a poco mutato i rapporti fra i
Paesi europei, trasformandoli da un
semplice contatto ten itoriale, i !l
qualche cosa di più, in (lualche cosa
c he costituisce g ià una comunità di
i ntcressi concreti. S i tratta solo di un
primo passo, che dovrà portare all'in·
tegrazio ne vera e propri'l delle varie
n aziotli in organismo s upernazionale
c he san\ l'Europa unita.
QuestQ che è l'ideale eli tanta p:n·te dci popoli potrà rispondere effettivamente alle spera nze politiche eJ
economiche solo se le inevitabili :!i·
screpanze e le falle che vi sarnmlo
fm gli interessi particola ristici sanumo colmate, già nelle fondamenta della nuova costruzione, dalla co·
muua nza eli o rig ini e di S\'Ìluppo del)(' culture e delle civiJtl't.
R ecentemente, in occasione del
suo viaAgio in Germanio, al Presid e nte del Consig lio italiuno, Dc Casperi, è stato conferito un alto riconoscimento che l ruscende il solito sig nificato formnlc dell'attribuziouc di
o uori fìccnzc a un ospite illustre: il
premio cc Carlomagno ,, destinalo ~
preminrC' ogni a nno l'uomo che mag-g iorme nte ha merita to nel cnmpo
dcll'C'Ciificuzione dell'E\•ropa unita.
1\fa ciò che for&e maggiormente im·
porta è il fatto che tale premio ha
voluto essere non solo un riconoscime nto degli inestimabil i meriti di
De Gasperi iu questo <>e! tore dell'attività politica interuazio.nale, ma anche un segno di gratitudn1e e di amicizia del popolo tedesco nll'Italia, a
quel Paese cioè c he è stato la culla
della c ultu ra europea e che ha permesso lo sviluppo, da u na radice comune, delle varie civiltà e delle \'arie
forze culturali.
Questa cousapevolezz:l di un'origine, di un fouda me nto comune costituisce \tn g rande aiuto nella dife.
sa contro l'arbitrio a utoritario e contro la soppressione della libertà dello
spirito e ci consente di concepire e
di effettua re tale difesa su una ba~e
economica c politica -:ercata insieme
in pace e libertà.
Cento a nni sono bastati perch è la
Germania c l'Italia dimenticasse~()
come n el passato esse siano state di·
visc e frazio nate c come ognuno dei
due popoli fosse unito solo da un'\
comune lingua, da uua comune cultura e dal comune desiderio di unità. E ciò vale nuche se oggi la Ger·
ma n in è nuovamente div1sa, solo p<!:il momento, fortunatamente, in dtF:'
parti.
Allora, un &ecolo fa, il legame
c ulturale s i dimostrò pit) forte di C'l ·
gni resistenza politica ed economica.
Questo esempio deve spingerei a c urare al massimo questo elcmentQ di
unione, questa c ultura, dalle fondnn~cnta cotmtni, dell 'Europa.
nobert Lehr
Ministro degli Inh.:t n i di Bonn
IO novembre 1952
N. 57 1 -
) Il Corriere d ella Somalia
:u L.TIME
NOTIZIE
DAL.
pagina r,
MONDO
Un colloQuio.Trum.an-Eisenhower AL~A ~AMf.RA .D El co~~NI
io una coofereo~a dell' oo. T aviani a Vieona
per la Ime di novembre Le diChtarazmm del MiniStro
A~~uu~~l'~;lei~1~~~~!a)i~v~~~o cla Ei. dellaColonie ino lesi sul Mao-Mao
Le nuoYo diretU Ye della politica ester n itnlinn a
L'amicizia italo-austriaca
esnmionte in nn a.rticoJo della rJvistn. "Esteri"
RO:.'II.\, 10.
Il Soltoscj::retnrio Tn\'lanl ha tenuto
n nn conferenza s tampa n V lenno; egli ho
detto tra l'altro: • Noi abbiamo sempre
considerato, in questo affannoso dopo
guerra, e conllnuinmo n considernre l'Anstr ia porte Integrante deli'Eurot>n e del
mondo lllll'r<>. Come j::ià al tempo di Roma nn tlcn, come nel vasto Medio Evo, comt' ncll'e tt\ moderno, Vien nn e l'Austria
h nn uo oggi una fun zione e$~enziale cd
ln<ostitulbile, per chiunque abbia a cuore
In libertà; In dignit:\ della per.. ona umtlna . il prog resso ,·ivile c soc iale, nell'ambito dello civiltà ··hc nou può non dirs i
crbtiana. Sovrotulto In que~to senso 1'[t nlin si sente vici no all'A ustria ed il popolo italiano sente amico Il popolo uustrlaro, cosl ,·alido campione di libertà e
òi democror.ia •. L'on. Tavlnni ha dello
pure che la ,·ic innnzn geografica, l'inte nsitÀ degli scambi commerciali, la trndi7lone di scambi culturali, che in nn lm,
mediato futuro sarà rim·erdlta di nuove
ini 7iath·e , tutto ciò contribuisce a consolidare l'amicizia italo-austrincn , a uroverso una profonda reci proca conoscen1n.
L'on. Tavloni ha concluso dichiarando
che la mètu comune è la pa<'e con sicurezza, la pace con dig nità, la pace con libertà.
!.a ,-isitn di Ta,·inni in Au~lrla e le altre c he si preannunclano in nitrì paes i
amici, tra cu i quella prossima di De ' Gosperi in Grecia, hanno ispirato a c Esteri •· la rivista bimensile che notoriamente interpretata il pens iero del circoli ufficiali di Roma, nn ampio articolo in cui
sono esaminate le direttrici della poUtica
estera italiana nei vari settori e nel quadro della ~olidarietà atlantica e dell'unità
europea. :rra gli argomenti trattati, è di
particolare rilievo qnello che riguarda una
sempre più stretta collaborazione già
proficua ed intens n, con i paesi lontani
e vicini; come nel caso de ll'Austria e
della Grecia. Durante il r egime fascita,
iofntli, il governo italiano aveva agito
in modo da s uscitare preocc upazioni, rlsentimenti e difflden ;1e. L'It alia dem01
cratica, invece ha riallacciato le più amlc he,·oli relazioni con l paesi confinanti e,
fatta eccezione per la Jugos lavia (ma la
colpa è dl Belgrado), ba sistemato tulte
le dl\·ergenze. Signiflcati,·o !:esempio
dell'Austrilt se pure ave,·a soll evato alla
conferenza della pace riveudlcazioni terri torial i in danno dell'Ita lia. Ciò prova
che, quando le traltath·e di rette sono
condotte in buona fede da a mbedue le
parti e qu(lndo s i ricerca s inceramente
un'accordo, anche le questioni più complesse c difficili po<;sono essere risolte e
s i risolvono In maniera durevole. La rinnovata. intim a · a micizia tra l'Italia e
l'Austria prende proprio le mosse dalla
composizione amichevole delle divergen>-e ,orte nel 1946, (! la visita fatta a Vienna dall'on. Tavlani servirà, appunto, a
gettare il seme per nuove c più feconde
Intese politiche ed economiche. Per quanto rigua rda la Grecia l'articoli sta osserva
che la visittl di ne Gasperl od Ateuc
conduderà un periodo di contatti reciproci, particolarmente intensi. L'1 Gr<>
eia è tra l r ocs1 maggiorme nte colpili dalIn guerra fa~cista e se. a sol i quattro anni
òall'emrata In Yigore del t rattato di pace
con l'Italia, è stato possibile riportare 1
rnpponi d<>l due paesi ad un grado dl intimità tale rla aggiungere a predisporre anche la loro collaborazione militare. 1
pro,•a che la politica estera italiana non
è gu idata ne ispirata da alcun residuo ùl
imperialismo deteriore.
Messaggio di Carney
all' Ammiraglio Qirosi
NAPOLI, IO.
L'Ammiraglio Camey, Comandante in Capo delle F orze Alleate dell'Europa, si è recato ie-ri a lta sed<·
del comando dell'Amnt. C irosi, comandante delta zona marittima ila·
liana, ed ha ispezionato i! salo ne dèlJe operazioni, predispo.:>~o dalla J\fnri na Ita liana per le <'~ercitazi on i
,, Passo Lungo ,, i n corso nel Medi·
ter ra neo.
Di ritorn o al Q nartier Ge nerale,
)'Arn m. Carney ha inviato all'Amm.
Cirosi il seguente telegramma:
In occasione delta mia odieru :~
vis itu alla sede del suo Comando, '>0·
no s111to vivamente col;.ito dall'allo
grado di preparazione da lei realizzato. La prego di gradire le mie cong ratulazioni H.
(l
Incontro dol Ministro Cappa
con l'on. Morelli
R01\IA, I O.
L'on. Morelli, S egretario generale
aggiunto della CISL, si è incontrato
col Ministro Cappa, intratte nendolo
sui problemi e sulte rivendicazio ni
che la (( Federazione G<.ntc del Mare n, a suo tempo ha av:· nzato in favore degli amministrati·•i delle Società di navigazione di premineuie
inte resse nazionale.
Il 111inistro ha preso in consider.lzione le ist::tnze avanzat~ dall'organizzazione sindacale e :::i è riservato
di intervenire quando le trattative avranno raggi unto la fa~ conclusiva.
Messaooio del Papa a Eisenhower
ROM A, 10.
Il Pontefice ha Inviato il seguente, teleg romm o al generale Eisenhower:
• Tn occasione d ella Vostra ele-~ione a
Presidente degli Stati Uniti. esprimiamo
a Vostra eccelle nza le nostre cordlo li felicitazioni, invoca ndo In benedizione divina
s u di Voi, del vo;;tro governo e del poj>olo
americano •. Il Generale ha cosl risposto
• Pro(onçlameute grnto a vostrn Santità
per la vostra benedizione e per le felicitazioni, col mio profondo rispetto •.
Naohib parla a tremila sru~enti
ALESSA:I'.'TIRIA, 10.
~l gen. Naghib ha dichiarato a tremila
studenti unive rs itari riuniti ad Alessandria : • s iamo pienamente decisi a vedere evacuare gli ing lesi sino all'ultimo
soldato
il te rritorio egiz iano. Non cl
muoveremo di un pollice da questa determinazione. Il Gabinetto ba stabilito
c he Il 23 luglio g iorno del rovescia mento
di Faruk sarà festa na:r.ionale •.
Sorvolo di aerei russi
s ul territorio giapponese
TORIO, 10.
Il Giappone intende protesta re presso
il governo di !\losca per Il ripetuto sorvolo
d ella regione nord orlenlule dell'Honskvn
e dell' Hokk>tido da parte di appa rec~h1
sm·ietlc i. r russ i effettuerebbero voli di
ricogni zione fotografica sopra il (;!appone
med iante bombardieri n rea:r.lonc medernlsslmi di base a Vlndivostok e d intorni.
P~r intensiflcnre la sorveglia nza aerea i 1
G tnpponl! pe nserebbe di cedere agli S tati
Uniti due nuove basi nell'esl remo nord
d:l paese, oltre le quattro basi di cui g lò
S I servono gli a merica ni nell'flok ka ido .
' senhower a Tntman, in risposta al
suggerimento di quest'u ltimo d'incontrarlo alla Casa Bianca per intrattenersi con lui !>Ui prit:•·ipali problemi del momento, il nuovo Presidente degli Stati Uniti ha fatto sapere
di accettare In propost1.
Eisenhower, dopo aver ringrazi.lto Truman, dichiara : u Mi rallegro
della vostra proposta per un colloquio con voi onde conswtire un migliore trapasso dei poteri. Dalo c he
ho bisogno di un certo periodo rli
tempo da destinare a conversazioni <.:
conferenze, allo scopo di designa t~
importanti collaboratori, mi permdto di suggerire rispetto;-ame nte che
sarebbe opportuno tenere la nostra
riunione entro l'ultima decade di novembre.
(( Nel fratte mpo proverò a seguire
immediatamente il vostro suggerimento di inviare un rappresentante
per le ques tioni di bi h ncio, come
pure altri rappresentan ti. che si met .
teranno al corrente circ.1 le questioni c he interessano a ltri Dipartimen·
ti del Governo Federale.
(( I n tal modo la nost;;a conferen.
za potrà giun~tere a migliori risultati. Condivido la vostra speranza c:li
presentare al mondo un'America :U ·
nita nei confronti dei .;uni problemi
fondamentali 11.
Come si ricorderà, Truman prono ·
se ad Eisenhower di Ù<'fignare due
rappresentanti per studiare le questioni relative al bilan··io e alla difesa.
La Russia costruirebbe
Condanne nel Kenya per alli di lerrorismo
LOND RA , 10.
Ollver Lyttleton, Ministro delle Colonie britannico, rientrato dal Kenya
ha parlato della setta del Mao- Mao
alla Camera del Comuni. Egli ha dichiarato che « l'ombra della barbarie,
della s uperstizione e del delitto si
s tendeva sulla colonia del Ken ya attraverso l'organizzazione del MaoMao. L'organizzazione del Mao-Mao
mescola atrocemente le più antiche
superstizioni con Il gangsterismo più
moderno •· ~gli ha quindi giustificato
le misure d'eccezione prese nel Kenya
con la n ecessità di mantenere l'ordine
pubblico. e di assicurare Il funzionamento della giustizia. Polemlzzando
con l'opposizione ha ricordato che u
Governo laburista aveva a suo tempo
emesso un decreto che gli aveva
permesso di tenere ln Malesia, detenute senza processo, 2663 person e.
Ha anche annunziato misure di carattere economico tende nti allo sv\.
luppo delle Industrie locali e destinate
a migliorare le condizioni generali del
paese. Lyttleton ha concluso affermando che la Gran Bretagn a non si
lascerà Imporre la volontà del terroristi poiché essa è nel Kenya per sviluppare quel paese e non per sfruttarlo, ed Intende restarvl. Nel corso
della discussione, ha preso la parola
l'ex Ministro delle Colonie del precedente Governo laburista, Grl1lith
che ha chiesto l'Invio nel Kenya di u~
na commissione parlamentare di Inchiesta.
Si apprende Intanto da Nairobl che
quattro klkuyu sono stati condannati
a due anni di lavori forzati ed a diciotto colpi di frusta per avere aggredito un kikuyu sospettato di aver fornito Informazioni alla polizia sulla
setta del Mao-Mao.
un potente ca ccia a razzo
WASHtNGTON, 10.
La rivista • Avlation • afferma che la
Russia sta perfezionando del cacc.i a a razzo capaci di una velocità di 4000 chilometri orari ad una quota di 65 mila ìnetri. La ri\'ista aggiunge che l'nviazione
russa Impiega scienziati tedeschi per la
messa a punto di 1111 programma che, se
realinnto, potrà rende re l'l"RSS invulnerabile ad ogni attacco da parte di aerei pilotati.
Il nuovo censimento
negli Stati Uniti
WASHINGTON, novembre.
L'Ufficio F ederale del Censimento
ha 2nnunciato che la popolazione
degli Stati Uniti ha superato i 15'>
milioni di anime nelle ultime quarantott'ore, con un a um~nto ili
7·JOO.ooo unità dopo l'ultimo censimento decennale effettuato nell'aprile r950. 'l'aie aumento (·q uivale alla
aggiunta alla popola7.:1)ne di allora,
di una città delle proporzio n i di K ew
York.
AlTRE DI CRONACA
Gloriana Stell
Bella Italiana della Somalia
Come già annunciato, ba avuto
luogo sabato sera a (< L .1 Lucciola n,
la festa a nnuale per l'clezio.ne della
u Bella italiana della Somalia 1952 11 .
Ha preceduto la eleziore, una interessante sfilata di modelli dell' u Alta
Moda ,, di Mogadiscio, cd il numeroso pubblico presente ha ripetutamente sottolineato il suo consenso
con applausi indirizzati sin ai modelli che alle graziose indossatrici.
Gna Gim;a compost:~ dalle signore Can:wcsio ed Olivieri ,~ dai signori Raspiui, l\Ionti e \'illorc::.i ha cletto, dopo attento esar.1c e ballottaggio finale, a (( Bdl:l italiana della Somalia n la giovani~ima GloriaIla Steli.
La nuova eletta, fest~ggiati ssima,
ha ricevuto la sciarpa d'ònore da
~lari~ Rubino , t( Bella itoliana n dello scorso a nno.
Spedite in Italia i Pacchi Dono
Granoturco in ven~ita tla domani
nei mercati cilta~ini
"ALEMAGNA ''
In attuazione o un provvedimento adotta to dnli 'AmministfrazlonE>, il l\[nntclpl•
metter:\ in ,·endita, su i mercati cittadini,
a partln• do domani, un <"Crio qunnlitntlvo di ~rnnoturco, ol prezzo di So. 0,66 alla
misura.
.\Ilo scopo di assicurare o tutti la po.Y
s ibilit à di pro,·veclersene, è stRIO dis!*
~to che ogni acq ulre nt(! non potrò acqui·
'torne più di due misure. 11 granoturco
si lro,·er:\ In ,·endito n ei mercati d i Hamnruinl, Jlondere , Uordl!<ld. Villo~lo A
:
rnbn e R er Magno, presso lo rivendite di
):ranaglie.
è un dono gradito che fate
è uo dolce ricordo che resta
Rivolgersi: Agente TASSI CARLO -C.P. 448-te l. n. 394
l Si accettano ordini telegrafici ~ Si dfstributscono depl · t
~ rela tivi preui.
afn s
Come si ricorderà , In dcc:i~lone di io>·
mettC're s ul nwrcn tl di ;\fngad lsc lo cerea~
Il rrn\'enit>nt i dnll'ounmnl>"'· tln vender.<
n cum del l\iuni clp lo fu pre~n nel corso
della riunion e del Capi d<•gli Uffici, del
29 ottobre, onde t'J·enare In tendclltll el·
l'nume nto del pre~7.o del ce(eali, nel ~
rlodo della sn ldntur n del rnccoltl.
IL CORRlERE DELLA ·SOMILII
· QUOTIDIANO DI MOGADISCIO
MOGADISCIO
Direzione: Telef. A.F.I.S. 30
Redazione: Telef. A.F.I.S. :zr
Cronaca:
T elef. A.F.I.S. 21
ABBONAMENTI -
PUBBLICIT A': Agente Porro, Tel. 98 ·Tariffe: per cm. .. altaza,Jarp. ~ col. a
PubbliciU So. :z,so, Necrologi So. :z, Cronaca So. 3 • Bconomld: C~t. 25 • parola, minimo 10 parole. La Direzione .t rteena U dh1tto di non ac<:ettare •11 ordbd
Jt1.
l
MARTEDI 11 NOVEMBRE 1952,
lf- AllO 111- N. C5'72 ·Prezzi lO(Numeri arretrati il dopp!oD
Annuale So. 30 • Semestrale So. 16 • TrtmNtrale So. 8,50 • Aaauale, rfdott., ,_ offtc:J pubbUc:J Se. %5
Al Consiglio Territoriale.
Proposta di costituzione di un fondo per l'indennizzo dei danneggiati 1n
incidenti stradali
La proroga del blocco dei fitti al 30 giugno 1953
la
:discussione delle due relazioni, di maggioranza e di minoranza, sull'argomento
Alle ore 9, Il dr. BENARDELLI apre
Ja seduta, dando la presidenza al Consigliere ADEN ABDULLA e pregando
il Consigliere ISLAO OMAR ALI di til ustrare la sua proposta.
Si tratta della proposta di costituzione di un tondo, con contributi da
parte di tutti gli autisti e proprietari
di macchine. per l'Indennizzo del
danneggiati In Incidenti stradali, ed
il Consigliere ISLAO OMAR ALI porta validi argomenti a sostegno della
necessità ravvisata specificando anche gli Importi che dovrebbero mensilmente pagare l contribuenti. vale a
dire da So. 5 a 10 per gli autisti e da
So. 10 a 20 per l proprietari di macchine.
La proposta ha essenzialmente la
finalità di sgravare le cabile dal pagamento collettivo del risarcimento
del danni accertati In sede clvlle. sia
secondo la sclarla che secondo Il codice Italiano.
Al termine del discorso del Relatore ISLAO OMAR ALI prende la parola il Consigliere ANTONINO FALCO?-IE che raccomanda di tener conto
dello sviluppo sociale della Somalia e
delle mutate condizioni di vita del popolo somalo. Sostiene la test di escludere la responsabllità 1n soHdo della
cabila nella liquidazione del danni ~
di dare Invece all'Individuo una sua
vera e propria persegulb!lltà giuridica
anche In sede civile. In ques to modo
- ribadisce - non sarà più la comunità nella s ua anonima essenza, a dover rispondere praticamente, attraverso il contributo di tutti 1 suoi componenti. delle azioni e del danni del
singolo, sempre bene Individuando.
Alla domanda del Presidente ADEN
ABDULLA se sia d'accordo con la proposta del Relatore, 11 Consigliere FALCONE non si pronunzia. ribadendo la
tesi già trattata.
n Consigliere ADEN SCIRE' si associa alla proposta. raccomandando
di tendere a disporre di un notevole
fondo per Il risarcimento del danno,
senza gravare però eccessivamente
sui contributi da versare da parte
degli autisti per la costituzione del
fondo stesso.
Sopravvenuta e risolta, tra Il Presidente ed Il Consigliere SCEK MOHAMED MOHAMUD FARAH, una
questione di procedura riguardante le
funzioni riPl C'nmlt atn rido~~o cd Il re;;v..<llltnto del Consiglio Territoriale,
si chiariSce all'Assemblea che non si
tratta ora di approvare un provvedimento nelle sue varie parti ed articoli ma unicamente di esaminare la opportunità di sottoporre allo studio
dell'Amministrazione la proposta per
la s uccessiva stesura di eventuale ordinanza da presentare poi In Consiglio Territor iale.
Prende la parola 11 Dr. BENARDELLI per ribadire un articolo del regolamento del Consiglio che non prevede l'esame di tutte le propos te e questioni da parte del Comitato ridotto
e che riserva sempre all'Assemblea 11
diritto di trattare gli argoml'nU ad essa presentati In Sessione pl enaria.
Il Consigliere SHERIF ABDUL;LAHI
SHERIF ABDURAi IMA N r accomanda
di prevedere oculatamente l'Influenza
del provved imento allo studio, nel
confronti delia sciarla e particolarm ente di r accogliere Inizialmente Ja
somma per as~>lcurarc, comunque, una
liquidazione.
Il
Presidente ADEN ABDULLA
precisa chi' comunque la sclarla darà
la sua decisione Clc>flnltlva In tema di
liquidazione del dan no c che solo per
Ja parte materiale della disponibilità
del risarcimento si potrebbe attingere
dal fondo e non dallr cabile.
Il Consigliere SCERTF ABDULLAHI
~CERIF ABDURAIIMAN Insiste sull assicurazione delle autovetture ed
autocarri mentre per le quote del rondo propone che non superino 1 cinque somall per gli autisti cd 1 dieci somali per le macchine.
Il Presidente ADEN ABDULLA
comunica che l'Amministrazione studierà e sottoporrà successivamente
all'esame del Consiglio la forma migliore di attuazione della proposta ed
Invita i Consiglieri ad esprimere Il loro parere sulla costituzione del rondo. In altre parole- aggiunge - occorre decidere se si vuoi far restare la
situazione Immutata ovvero costituire U fondo con il contributo degli autisti e del proprietari delle macchine,
ovvero prescrivere l'aslcurazlone obbligatoria. L'Amministrazione studierà Il sistema migliore, sempre che 11
Consiglio Territoriale sta d'accordo e
successivamente sottoporrà a questo
io schema dell'ordinanza da emanare
In proposito.
n Cons!gl1ere HAGI MOHAMED
FODLE si dichiara favorevole alla
proposta perchè integra e concll1a gli
Interessi e la responsabilità dell'autista con gli interessi della cabila ma,
prima d! passare alla stesura dell'ordinanza, vorrebbe che una Commissione di esperti che trattasse le varie
eventualità giuridiche, sta secondo la
sclaria che secondo Il codice Italiano.
Il Consigliere HAGI ABDULCADIR
ABUBACHER è favorevole alla proposta raccomandando una quota unica
di cinque somall mensiU per non gravare eccessivamente sul contribuenti
Interessati.
·
Prende la parola Il Consigliere MAHALLIM OMAR avanzando una riserva d1 procedura sulla discussione ma
Il Presidente chiarisce che la proposta deve essere discussa perchè la
maggioranza è d'accordo In questo
senso e la questione è già Inserita all'ordine del giorno. D Consigliere domanda se la quota sarebbe obbligatoria ed Il Presidente ADEN ABDULLA ribadisce ancora una volta Il principio Informatore della proposta.
SI cerca - dice - di avere un tondo derivante dalle quote mensll1 degli
autisti e del proprietari di macchine
per disporre dei fondi necessari alla
liquidazione del danni In sede civile,
senza dover ricorrere al pagamento di
ques ti dalle cabile. Per l danni civili
esistono due distinte legislazioni: la
sciaraitica che· rende sempre responsabile l'autista e quella civile Italiana.
che considera responsabile civilmente
il proprietario della macchina. SI è
cercato pertanto di conciliare le due
legislazioni, risolvendo Il problema
con Il pagamento del contributo per
Il fondo da parte delle due categorie
comunque Interessate.
Interviene Il Dr. BENARDELLI per
Invitare al solo parere di massima
sulla propos ta, Indipendentemente
dalle diScussioni di dettaglio. che potranno essere fatte In sede di discussione della ordinanza che l'Amministrazione preparerà a s uo tempo se la
proposta sarà ora approvata dal Consiglio Territoriale.
Il Consigliere MAHALLIM OMAR
Insiste nella necessità di una discussione approfondita, anche preventiva
da parte del Comitato Ridotto, e pertanto non esprime Il s uo parere s ulla
proposta.
Prende la parola U Consigliere ABDULHAMID SALIM per apportare alla discussione una s ua tesi, già presentata In una precedente Sessione.
Considerando utile la proposta cd esprimendo Il suo consenso. tratta addirittura una test di aggior namento
della « sciar!a , anche In Somalia adattandola agli sviluppi della vita
moderna. La Sclarla Infatti è stata
creata prima dell'epoca dell'automobile e del problemi da questa derivati
- dice - si parla ancora di cammol11 e le pene sono previs te In cammelli
m entre la civiltà progredisce ed Il diritto si aggiorna.
Il
Presidente ADEN ABDULLA
prega 11 Consigliere FRANCESCO BONA di esprimere Il s uo parere e di a pportare alla discussione la s ua competenza di uomo di legge.
n Consigliere BONA, dopo aver Illustrato alcunj aspetti assicurativi del
vari rischi ed esemplificalo alcu ne eventualità In runzlone del premi da
pagare. propone che la proposta sin
portata all'esame del Consiglio Eco-
nomlco della Somalia. Il nuovo e massimo organo dell'economia Infatti, nel
quale sono rappresentate tutte le categorie, potrà, dopo attento esame, esprimere U suo parere all'Amministrazione e questa, a sua volta, potrà
presentare al Comitato ridotto il progetto della ordinanza da esaminare
poi In seduta plenaria del Consiglio
Territoriale.
D Consigliere SCEK HASSAN MOHAMED OIAIE, pur considerando giusta la proposta ne propone 11 rinvio
(continua In a.a pagina)
Monsionor Filippini
rientrato aMogadiscio
Con !'aereo dell' Alitalia di ieri è
rientrato a Mogadiscio, dopo una
breve permanenza in lt&lia, il Vicario Apostolico della Somalia, Mous.
Vescovo Filippini.
.E' stato ricevuto all'Aeroporto
dal Segretario Generale dell' Amministrazione, Ministro Canino. Il Capo della Segreteria particolare dell' Amministratore dott. Chi ti gli ha
recato il saluto person:1le di S. E.
Fornari.
Pad re Mattia P ezzan!, Provicario,
con tutto il Clero, compresi i Cappellani Militari, con le Suore e gli
allievi del Collegio della Missione,
attendevano l 'insigne 1-'!'E-lato.
Erano anche a salutarlo il Consolt> di 'Francia Mr. :Monge, il Generale F errara, il Comandante dell'Aeronautica della Somalia, il Capo del·
l' Uffici o Affari Interni ed il Commissario del Benadir c molte altre
personalità.
All'uscita dell'Aeroporto si è avuto 1111 significativo epi ~odio, che va
seg nal:~to come indice della stima e
della simpatia che golk, anche tra
i mussulmani, il massimo esponente
della Religione Cattoli<'il in questo
paese. U n vivo applaus(J è partito
nli 'indirizzo di ì\Ious . Filippini d a
nn g rnppo di donne nell'Unione
Femminile Africana che . con a capo
la • ignora Mumina Uelie, era ad attendere il dott. Gasbarri, giunto con
lo stesso aereo. L'appbnso si è subito esteso al resto della folla, quasi
tutta mussulmana.
Il nuovo Seoretario Principale
del Consiolio Consultivo
Dal 12 corrente Mr. CAZENAVE
dc la !{OCHE assume lt! funzioni ò
Hegrctnriu Pri nei pale c\.l Consiglio
Consultivo. Egli, come già avemmo
occasione di nn nnnciare sostituisce
Mr. 'l'aylor C. Sltore, ·c.he rientr.1
m•gli Stati Un iti.
l'dr. dc la ROCHg ~ fran<'ese e
priuta di ap pnrtenerc al S t•gretnria.
to delle ~nz i oui Unite, ha fatto una
brillante carriera neli 'Amministrazione Coloni ule Fra uce::.c. Entrato,
ucl 1930, n eli' Ammini!.trazio11e delIn Mnrtinica , fu addetto nl Gabinetto del Governatore, poi Direttore dell' A!>sbtenzu Pubblica e•l infine Capo
di Cnbincllo aggiunto di diversi Governalori.
Nel 1936 era CapQ ai Gabinetto
del Governatore della Guadalupa, e
succes~vamente, al Tchad, fu Direttore degli Affari Politici e Capo
di Gabinetto del Governatore ed infine, a Brazzaville, Direttore del Gabinetto del G overnatore Generale.
Nel 1942, fu incaric<~ to dell'organ.izzazione del c< Information Coloniale ,, a New York, n~l maggio del
1943 è stato membro della Delegazione Francese alta Conferenza del
B. I. T ., nel maggio del '44 alla
Conferenza del I.R.P. a Hot Spring;
nel gennaio '45 alla Conferenza delle Nazioni Unite di S. Francisco;
nell'aprile-giugno del '4.'i Commissario Francese alla Commissione dei
Caraibi e poi alla Conferenza di St.
Thomas. Nell'agosto del '46 è entr'.lto a far parte del personale delle Nazioni Unite; membro del S~;:gretaria­
to rlelle Nazioni Unite nel Samoa
Occidentale; Segretario della Mis-sione dell'ONU nei territori sotto
tutela dell'Africa Ori<>otale e della
l\Iissione dell'ONU nei territori sotto tutela del Pacifico \aprile-luglio
1950).
Mr. dc la ROCBE è laureato
in giurisprudenza, ba pubblicato, in
collaborazione con J. Gottman, il
volume u La F ederazion! Francese u
(Montreal 1944) ; è decr.rato dell'ordine del Dragone dell' Anuam, delh
Medaglia della Resistenza e della
Legion d 'Onore.
All'ASSEMBLEA
G~NERALE
DELLE N. l ,
Dichiara lioni
del Delegato l t aliano
Rappresenlanli di parlilì somali saranno ascenau
dalla Ouar!a Commissione
NE\V YORK, rr.
L'Ambnsciatore Cuidotti, Delegato italiano presso le Nazioni Unite,
è stato invitato dalla Quarta Commissione dcii' Assemblea Generale ad
esprim~re il p unto di vista italiano
s u li 'opportunità di autorizzare rappresentanti di partiti 1wlitici somali
nd essere ascolt.1ti dalla Commissione
predetta.
L'Ambasciatore C 1udotti ba dichiarato che n ou vi è alcuna obbie:zione da parte italiana a che rappresentanti di partiti politi-:1 somali, che
lo desiderino, pnrlin~ innanzi la
Quarta Commissione c, che l'Italia
non intende assolutamente p orre alcuna limitazione allt1 libertà di espressione della popolazione da essa
anuninistrntn in Somali ' · La Quarta
Commissione ha deciso in conformità.
Le dimissioni di Tryove Lie
NF.W YORK, u.
Prendendo la pt\rola ali 'inizio della seduta dell' Assemblcll Generale.
'rrygvc Lie ho chiesto oi delegati
che si occordino per nominare il suo
successore, avendo egli dato le di,
missioni.
N. .572 -
Il Corriere della Somalia
Il novcn1hrc 1952
DA MOGADISCIO E DALL'INTERNO
IIRRIVI e P IIR'J'ENZE
11 rientro del dott. Gasbarri
Con l'aereo dell'Aiit~iia di ieri è
rientrato, a Mogadi:-cio, dopo un periodo di congedo in ft'lli t• u~ai pin
breve di quello previsto. il dott. Casbarri.
Un numeroso gruppo di amici era
ali' Aeroporto u snlutarln.
Consegna di onorificenze
al personale Municipale
Nel corso di una semplice cerimonia, svoltnsi 11ei locali del .Mm1icipio
di Mogadiscio, il Commissario Rag.
Vecco, ha consegnato, a nome di
S. E. I'Amminislralor:::, alcune onorificenze al personale dipendente dall ' Amrniuistrazi<Yne Muricipale. Ecco
i nomi:
Pistola d'onore al cnr:.ni di mercato Ali Nur Mahadi.
Medaglie d 'argento di l>enemeren·
za n: l\lohnmcd Omar Morscio, Capo
piantonc; 1\Cohamed 1\Cohamud Uaesle, Interprete ufficiale tecnico;
Scek Ahmnd Dandabò. Piantone;
Abdulcadir Omar l\Iorsciv, Piantone;
Mohamcd l\lohamud 1\fcrehan, Riscuotitore.
Attività della Dante Alighieri
Corso libero di Storia dell'Arte
Da glovedl 13 corr. le lezioni di Storia dell'Arte, a cura del Prof. Camillo
Bonanni, saranno tenute nel Salone
della c Casa degli Italiani ».
Inizio delle lezioni: ore 18,30 precise.
Al termine del Corso libero sarà tenuta una sessione di esami per coloro
cbe desiderano ottenere U diploma
del Corso.
Concerto Piantsttco.
Prossimamente. nel Salone della
c Casa degli Italiani », la Sig.ra SILVANA OLIVIERI terrà un Concerto di
musica planlstlca.
Saranno tempestivamente comunicati la data ed Il programma del Concerto.
ANNUN CI
UFFICIA LI
Giorni di vendila del colone a Merca
IL RESIDENTE
Vista la legge 4 novembre 1951, n. 1301,
(:be r a tifica e da esecuzione oll'Accordo
di 'Tutela per il Territorio della Somolia
sotto I'Amminlslrazlon e Italiana;
Vista l'Ordinanza dell'Amministratore
21 ?ùorzo 1952; n. 3, che dl<iciplina la coltivazione del cotone;
Accettato che nell agiurlsdiziooe della
Residenza di :\!crea ha avuto Inizio il
raccolto del colone ;
Ritenuto urgente stabilire i luoghi di
mercato <:d l giorni nei quol.l gll agricoltori che abbiano effelluato la coltivazione in economia diretta debbono porta.r e H cotone In bioccolo per la vendita;
ORDINA
Art. l. - I luoghi di mercato ed l giorni nel <1uali l coltivatori io economia diretta debbono portai\C il cotone In bloccoti sono stabiliti come seguo:
a} - i\IERCA, martedl, giovedl, sabato.
b) - ~C fALJ\!IIJ)OT, luned!, mercoledL
c) - UAGADI, morledl, giovedl.
d) -
GENALE, ma rtedl, glovedl.
GAfVERO', lun<ldl, mercolcdl.
CO RIOLE, martcdl, g!ovedl.
g) - F,\Rl!ANO, lunedl, mercolciil.
h} - GO L UJ::N, martedl. giovedl.
Arl. 2. - l contravventori in correranno
n elle sa nzioni previste dall'art. 33 della
Ordinan M dell' Amministrntore di cui alle prem esse.
Art. 3. - La presente Ordinanw entro
immediatamente In vigore Gli Agenti
della Forza Pubblica sono incaricati dell'esecuzione di quunto spora disposto.
IL RESIDENTE
e) i) -
Dr . A. Ducati
LtTTIRI DtL PUDDLICO
La ucronaca nera"
Riceviamo e pubblichiamo :
Egregio Signor Direttore de
« IL Corriere della Somalia •
Saremo grati se cl concederà 1m
modesto spazio sul suo Quotidiano 7Jer
queste poche righe.
IL Vostro giornale riporta costanteme11te ed ininterrottamente il~ ogni
numero una colonna o talvolta addirittura quattro colonne di avvenimenti di cronaca nera.
Questi sono 1Jer la maggior parte
commentati ed hanno altre volte tttoli che per la loro sostanza mettouo
in allarme la cittadinanza.
Oltre a ciò vengono riportati anche
fatti di nessuna importanza, naturalmente non caratteristici clella Somalia, e che i giornali d egli altrt 7Jaest
non pubblicano per niente, ma Voi lt
elencate.
Questo comportamento lo potrete
giustificare nel dichiarare che il Vostro giornale sia straordinario o meglio dire c sui generis •·
Il nostro giudizio, se ci è lecito maniJestarlo, è che Voi mettere in risalto
non per il tatto in sè stesso ma per
dare l'impressione che in Somalta vi
è una delinquenza maggiore che non
in altri paesi.
·
Non escludiamo con ciò l'utilità che
ne potrebbe derivare sia per l'educazione che per il risPetto alla legge, ma
tatti di cronaca nera presentati con
obiettività danno alla cittadinanza una chiara ed esatta idea deglt avvenimenti.
Signori responsabili del giornale,
sappiate che le Vostre martellate di
ogni giorno a danno della nostra reputazione sono divenute incessanti
perchè torse avete ritenuto che il nostro silenzio sia una approvazione del
Vostro atteggiamento, atteggiamento
indubbiamente ed incontondibtlmente
ostile ed antipatico per il popolo somalo.
HASSAN BARRE'
SCEK GEMAL
AHMED SCEK ALI
OSMAN AHMED ROBLE.
- -- - -
Non esageriamo. Non è esatto ch e
la cosidetta « cronaca nera » occupi
grande spazio nel giornale. Tanto
meno è esatto che essa sia commen •
tata. Non ci sarebbe niente di stra·
no se Io fosse perchè, c;e pubblichia.
mo la cronaca dei delitti e delle re·
lative punizioni, lo facciamo a sco•
P.o educativo. E che ciò sia utile, lo
r1conoscono g li stessi autori dell a
lettera. Ma, sinora, ci siamo limitati
a commentare soltanto qualche fatti)
di particolare gravità.
Quanto poi alla lamentela che il
giornale pubblicherebbe « fatti di
n~ssuna importanza », troviamo ch.e
c è da esserne soddisfatti, invece di
1-agnarsene : vuoi dire chr in Soma·
lia non vi sono delitti gravi o alme•
no, si verificano di rado.
'
In conclusione, la lettera di mostr.t
at~accamento al buon nome del proprio Paese, ma attribuisce a noi _. _
voglio dire al giornale - intenzioui
che sono assolutam ente lontane dalle
nostre: tocca ora a noi di protestare.
A proposito
della piena del Giuba
Riceviamo e pubblichiamo:
L'appello lanciato dal Dr. Fontana
al riguardo non dovrebbe perdersi
nello spazio, come un'eco qualsiasi
sia perché non riguarda solo lnteres~
si di singoli né esclusivamente gli Interessi di un comprensorio agricolo,
ma bensl un vasto ed Interessante
territorio dove l'agricoltura mista
rapprese nta la parte migliore della
Somalia.
Ricordi recenti e lontani si sono assommati a danno di quel comprensorio che continua a soffrire di periodiche alluvioni mentre, a mio modesto
parere. esiste a Magnagao, nel pressi
di Gellb. un c canale sfloratore ..
pressoché naturale che In anni di
piena ha scaricato nelle paludi di Ar cnaga l'acqua eccedente. Tale afflusso di acqua ad Arenaga non ha mal
anecato danno alcuno ed è venuto a
dare anzi un reale beneficio al bestiame di quella regione.
Sono del parere che per la soluzione
definitiva di questo Interessante ed
Immanente problema occorra, più che
1 soli capitali, una certa dose di buona
volontà. La soluzione potrà scaturire
Infatti dalla decisione e dalla competenza d! quanti hanno Interessi sul
Giuba ed anche l'Amministrazione
per la parte che la riguarda, non potrà che condividere quanto le popolazioni e gli agricoltori di quel comprensorio avranno ritenuto opportuno
suggerire. proporre, decidere, consigliare e fare per un problema che Il
Interessa molto da vicino.
Umberto Bonini
Le cavallette
Elementi del servizio antiacridicQ
!>egnalano da Villabruni l'avvistamento di due sciami di cavallette &·
dulte provenienti da nord ovest con
direzione sud est, tra l'So• ed il go•
chilometro della strade~ MogadiscioVillabruzzi.
Da Gardo si comunica la presenza
di larve al secondo stadio, mentre
da Belet Ucu è segnalate. uno sciame adulto con deposizione di uova
nelle zone di Diffctti, GHapden, Gig lci, Chedut.
Da Itala, nella zona di Rissi, È
s ato avvtstato un con51stente SCiame di cavallette di colore giallo eri
clementi del servizio antiacridico c.-,muuicano da Garoe la fJresenza ,ti
larve al primo stadio ad El Waisct
a 40 chilometri da Garoe, ad Annnle a 20 chilometri ovest di Garo~,
nonchè a Gilal, Warwaintin e Gibagalle, tutte ad est di Garoe. Larve al
secondo stadio sono segnalate da Sinogif a 65 chilometri ad est di Garoe.
Jlagina 2
--=
IL CRONISTA RICEVE
dalle ore 7 a lle ore 10 -
Telef. AFI& 21
RESI OENZA DI CHISIMAIO
Avviso
u
SI rende noto che Venerdi
1
vembre 1952 alle ore 9, nel p!azzLO-
della Residenza. sarà venduto a~fe
pubblica Asta l'avorio confiscato a
un quantltattvo di circa 50 qulntall~er
La vendita sarà effettuata con 1
stesse modalità dl eu! alla preceden~
asta.
l
fiumi
Livello dcll'Uebi Sccbcli a Bcl~t
Uen: metri r e 20 centimetri.
BOLLETTINO
METEOROLOGICO
dell'l! novembre 1952
Temperatura massima
30,S
T emperatura minima
2S 4.
Vento prevalente E
Km-ora 3'9
Maree per U 12 novembre
'
Alta marea ore 0,18 ed ore 12.08
Bassa marea ore 6,30 ed ore 18,3-t
Spettacoli d'oggi
CINEMA BENAD IR - c Rakht • film !lldtano.
CINEMA CENTRALE - «Al Cavallino d'Oro » e cinegiornale d'attualità.
CINEMA EL CAB - c Jto Raya • lllm llld!ano.
CINEM A· TEATRO HAM AR - c Rlcotdl ~>tt­
dutl » e documentarlo.
CINEMA MISSIONE - Il caso Paradlne • ...
documentarlo.
SUPERCINEMA - «Perdonate 11 mio pas-sato » e cinegiornale Fox-Movletone.
Annunci- Economici
LETTI con testata In !erro. mobllt p et' uitlclo, reti metalliche. brandine. sedte ognt
tipo troverete presso Magazzenl u: Pa~ rla,...
vicino Superctnema.
BILI ARD I acQulstansl. Offerte det t ag!!ate
presso Porro.
DA DREI VIa Carle ttt ultimi arrlvl ; borsette In verntce e vitello colorato. cinture da
signora. e da uomo, articoli vari.
TI Presidente del Risorgimento Giovani Arabi Nati In Somalia partecipa
a nome del suo partito al profondo
dolore della famiglia per la perdita
del religioso Scek Sadlk Bln Hussen
Et Gadl, avvenuta domenica mattina.
a Mogadiscio.
IL PRESIDENTE
Gaid Mohamed El llfuradi
~ .lA..II
~..ù_,.tl ":"J.JI ":"~ ;.~~ r..\Ai
Arrestato per ferimento
Il quindicenne Nur Hussen Muddel,
abitante a Buio Elai, è stato tratto In
arresto Ieri perché responsabìle di lesioni guaribili In venti giorni salvo
complicazioni In danno del ventisettenne Omar Mahamed Ali Sciou, abitante In Bondere. Il feritore è stato
denunciato al Qadl competente a giudicare.
cS..ù~ ~~ 1!-lJ ~ ''-'.;.,Wl ~-=-- 11.
.0 )1., <.S_,A;.II.,
l ~)' \,.;
..u.AII
l
...~..~
~:-'
VIT Il DEl P IIRTI'J'I
Sezione ll.D.DI. di Haduman
(..\Ai
Jt.. _;r"
~~~ JT J,t;.
jÌ ~ ,:r ~IJ Ui/1•
"~J ~) c \r. ~
...,-:•j\
<.$.)1)1
Il giorno 20 ottobre è stato operato
Il cambio del Comitato Direttivo della Sezione H.D.M. di Haduman.
Sono state elette le seguenti cariche: Segretario di Sezione Ali Furus ·
VIce-Segretario: Aden Abdi Nur; Cas~
siere: Ibrahim Issak; Consiglieri: Awes Musse, Shelk Hagl Ali, Dureu Ibrahim, Osman Aden, Delo Allo, Abdurahaman ·Abdi, Hagi Barcash, Allo
Aden, Hussein Nabaruckl, Hagl Abdo.
J~·
L.~~
.u=-
.)J\;
-
C/1!.~.~~
contachilometri tncorporato
-
~'
DICI-.MOSOUITO!
"MORONI SODA, fJaulJj
~l
c/c 49 - Il ctdomotore coo
telaio elasttc:o
BA~
PRONTE CONSEQNE
PAGAMENTO DILAZION~
MONTANARI= Mogadiscio
Rappresentante
S.A.I.E.M.A. - Tel. 4~
il
~u
det;tt
DA OGGI IN TUTTI I
N.
N. 572 -
pagina 3
I l no\ embre 1952
Il Corriere tlella Somalia
chiede u motivo per cui alcuni Consl~
glleri mentre In sede di Comitato ridotto propendevano per la tesi di
maggioranza, abbiano oggi fatto dichiarazion i nettamente In favore della tesi contrarla.
trollare Il prezzo del fitti perché Il loIl Presidente ADEN ABDULLA prero aumento, dall'epoca dell'accupazlo- cisa che un Consigliere può sempre ane britannica, è stato di cinque o sei vere ed esprimere Il suo parere ed è
volte maggiore.
solo attraverso Il voto che viene ad eSI associa pertanto alla tesi di mag- sprimere u suo giudizio definitivo a
gioranza, Invitando 1 Consiglieri a te- favore od a sfavore.
nere ben conto delle sue raccomandan Consigliere ADEN ABDI ALIN è
zioni. Il Consigliere ABA ALI ABA favorevole
più ampia libertà àel
NUR parla del forti prezzi dei mate- rapporti traalla
io di casa ed
riali da costruzione ed aggiunge che lnqulllno e sl proprietar
dichiara per la tesi dt
gli Inquilini praticamen te vengono a minoranza mentre
l Consiglieri SCEK
pagare cento un valore di centomila
SCEK MOHAMED OIAIE,
nel quale abitano. Polemlzza con Il HASSAN
Consigliere ANTONINO FALCONE HAGI ABDULCADIR ABUBAKER e
FARAH sono per la tesi dl
chiedendogli come faccia a sapere che JUSUF
maggioranza. Il Consigliere FRANCEl proprietari di case hanno già am- SCO
MONTI. dichiarandosi favorevomortizzato Il loro capitale ed abbiano
un buon utile; conclude dichiarando- Je alla tesi Illustrata dal Consigliere
BONA, raccomanda alla
si favorevole alla tesi di ISLAO OMAR FRANCESCO
ALI per una liber tà del proprietari di Amministr azione di predisporr e una
legislazione che possa Invogliare 11 cacase in virtù di un loro diritto.
pitale verso le costruzioni edilizie, veIl Consigliere FARAH BARRE MUSSA è favorevole alla tesi di maggio- nendo cosi a risolvere Il delicato proranza sostenendo che Mogadiscio con blema degli alloggi che tanto Imporsolo quattromila case deve ospitare tanza assume oggi nel campo sociacirca settantamlla abitanti la cui le.
li dr. BEN ARDELLI, come rappremaggioranza è di lavoratori.
Il Presidente ADEN ABDULLA In- sentante dell'Amministrazione prende
terviene nella discussione e riassume la parola In vitando l Consiglieri ad esle tendenze le quali, naturalmen te, sere particolarmente atten ti nell'enon possono essere che due ed- oppo- sprimere 11 loro definitivo parere sulste; l'una cloé favorevole alla proro- la Importan te questione degli alloggi,
ga del blocco del fitti e l'altra contra- tenendo ben conto che Il risultato delrla ad ogni Ingerenza della Commis- la votazione potrebbe portare un nosione e prega l Consiglieri di volersi tevole squilibrio nella vita del Paese.
Dopo la raccomandazione del dr.
es primere brevemente a favore od a
sfavore, appoggiando cloé la · tesi di BENARDELLI. Il Presidente ADEN
ABDULLA mette al voti n parere sulmaggioranza o quella di minoranza.
Il Consigliere DHAER SET GIAMA la proroga dello schema di ordinanza,
è per la maggioranza pur tenendo Illustrato dal Consigliere FRANCESCO
conto del buoni motivi della tesi di BONA e sul quale Il Comitato ridotto
ISLAO OMAR ALI, mentre il Consi- aveva votato a maggioranza.
gliere DUALE CAHIE è favorevole alSulla proroga al 30 giugno 1953 del
la tesi di minoranza sostenendo la li- blocco degli affitti e sull'emanazione
bertà dei proprietari ed 11 principio della nuova ordinanza In vigore dal 1°
dell'esperienza .secondo Il quale, sotto gennaio 1953, con 19 voti e quindi a
Il governo italiano poveri e ricchi
maggioranza assoluta, viene espresso
hanno sempre potuto vivere ugual- parere favorevole.
mente.
Alle ore 13 U Presidente toglie la seIl Consigliere MAHALLIM OMAR duta rln viandola alle ore 9 di domani
chiede il motivo per cui occorra di- mercoledì.
scutere questa proroga ed il Presidente gli risponde che l'Amministrazione
ha ritenuto suo dovere chiedere 11 paIn ogni Bar chiedeìé
rere del Consiglio Territoriale sul rinla squisita bibita gassata
novo dell'ordinanza. n Consigliere
MAHALLIM OMAR replica che sono
marca S TELLA :
ben quattro volte che l'ordinanza si
discute in Consiglio e che quindi sarebbe bene applicare unicamen te •1
principio della sclarla. Il Presiden te
ADEN "ABDULLA risponde che la
« sclarla .. è perfettamente osservata ~
questo controllo degli affitti non lede
minimamente 11 campo del dJrltto
Fabbrica Acq ne Gassate
sclaraltlco. ma il Consigliere MAHALLIM OMAR propende per la tesi di
S TELLA
minoranza.
Vi11
A.
Diaz, 19 T~I . 297 1
Il Consigliere GEILANI MALAK
Al Consiglio Territoriale
(conrlnu4Zione dtUa l.a j)08itla)
servano le disposizioni sulla rlconsedella discussione perchè Interessa gna delle chiavi e sul s ubaffitto, nonmolto profondamente la legislazione ché la difficoltà per l proprietari di elslamlca e. alla domanda del Presi- sigere l canoni di affi.tto loro dovuti In
dente se approvi o meno In massima, caso di morosltà, non potendo, per ela proposta stessa, risponde favore- videnti motivi pratici. dato 11 valore
spesso modesto degll affitti, adire la
volmente.
Intervengono successivamen te 1 giustizia e sottoporsi alle spese degli
Consiglieri GEILANI MALAK e YU- atti legali. Fa 11 caso della mancata
SUF NUR ISLAM ed 11 Consigliere concessione. da parte della CommisISMAIL GIAMA GIS tratta lunga- sione. dell'alloggio al proprietario per
mente una riserva riguardante le va- uso della sua famiglia ed Insiste sulla
rie cabile e comunità, concludendo revisione delle disposizioni, specialche la proposta debba essere esami- mente per quanto riguarda locali an ata non dal Consiglio economico ma dibiti a magazzini, officine e negozi.
da una commissione mista di autisti <' SI tratta, In altri termini. di ridare al
proprietari la libertà di disporre delle
dt proprietari di macchine.
n Presidente ADEN ABDULLA fa loro case ed affittarle al prezzo che
notare che nel Consiglio Economico essi ritengono conveniente ed a persoappunto sono · rappresentate tutte le ne con le quali potersl legare da nuocategorie ma H Consigliere ISMAIL vi contratti. Conclude sottvponendo al
GIAMA GIS ribadisce 11 suo punto di giudizio del Consiglio Territoriale Il
suo parere sulla funzione della Comvista sulla commissione privata.
D Consigliere DAHER SE'I' GIAMA, missione degli alloggi In relazione alfavorevole. esprime U timore che la le esigenze del proprietari.
Sull'interessante argomento, precostituzione di questo fondo di risarcimento venga ad lntlulre sul senso di sentato dal due Relatori, si apre la diresponsabilità degll autisti ma il Pre- scussione e si Iscrivono a parlare
sidente ADEN ABDULLA ricorda che molti Consiglieri.
Inizia 11 Consigliere ANTONINO
questi dovranno sempre rispondere in
FALCONE dichiarandosi solidale con
sede penale delle loro azioni.
Nasce una discussione sulla proce- la tesi di maggioranza e facendo nodura tra il Presidente ADEN ABDUL- tare come alcuni affitti si siano addiLA ed U Consigliere DAHER SET GIA- rittura triplicati. E' del parere di proMA e, dopo risolta. U Presidente da la rogare il blocco, non solo al giugno del
paro!~
al Conslgllere MOHAMED prossimo anno ma a tutto U 1953, perSCEK OSMAN.
ché il problema della casa è semQuesti osserva che, pur essendo la pre molto grave e di non facile
proposta ispirata a necessità derivate soluzione ed un aumento sugli affitti
dallo sviluppo del popolo somalo, do- si 'verrebbe poi a ripercuotere disavr ebbe essere basata su alcuni princi- strosamente sulla vita e su tutti l copi giuridici che probabilmente verreb- sti di produzione. Come pr oprietario
bero ad interessare la c sciaria .. e. di case conosce gli Inconvenienti propertanto è naturale questo Irrigidi- spettati dal Relatore di minoranza,
ma la legge prevede appunto le sanmento nella discussione.
L'obbligo dell'assicurazione viene !ld zioni per alcuni casi; come la Comessere contro 1 principi sclaritici men- missione per gli alloggi non esclude
tre, non obbligando all 'asslcurazion~. l'aumento di alcuni affitti che fossero
si verrebbe ugualmente a creare un ancora ad un livello troppo basso. RIfattore incompleto nel provvedimen - badendo la proposta di proroga a tutto. E' del parere, pertanto, di non ob- to Il 1953, fa notare al proprietari di
bligare ma di incoraggiare la forma- abitazioni che la maggioranza di quezione di un c Ente di mutua assisten- ste sono costruite da molti anni e
za .. o di un « Ente di Previdenza » del quindi sono state già pagate, ammorquale ciascuno sia libero di essere so- tizzando il capitale nel tempo. Mancherebbe quindi Il diritto morale di
cio o meno.
Dopo gli interventi, a favore della pretendere da parte dei proprietari un
proposta, dei Consiglieri ANTONINO aggravio del fitti quando le abitazioni
FALCONE, DUALE CAHIE e YUSUF danno già un buon utile ai lor o proFARAH, Jl Presidente ADEN ABDUL- prietari.
LA mette ai voti la proposta.
II Consigliere AMED FADEL HAIa maggioranza <meno due) la con- SCIM ringrazia 11 Relatore ISLAO 0 sidera necessaria e quindi da passare MAR ALI e si dichiara favorevole alall'Amministrazione per la successiva la s ua tesi e contrarlo alla proroga
ordinanza e la maggioranza (meno del blocco degli affitti. Sostiene infatcinque) è del parere di sottoporla ti che non esiste a Mogadiscio una
anche, per il preventivo parere tecni- scarsa disponibilità di abitazioni e di
co, al Consiglio Economico della So- case In genere, mentre l'abolizione
malia.
delle misure restrlttlve In materia di
Alle ore 10,45 il Presidente sospen- affitti, attualmente In vigore, potrebde la seduta per dieci minuti.
be Incoraggiare la costruzione di n uoAlla ripresa 11 Presidente ADEN AB- vi edifici. II Consigliere HAGI MOHADULLA mette In discussione le dispo- MED FODLE è anch'egll favorevole
sizioni relative alla proroga delle loca- alla tesi di minoranza e sostiene Il
~ ~ ~
zioni, degli sfra-tti e delle pigioni.
principio secondo cui una persona che
'n Relatore Consigliere FRANCESCO ha costruito una casa di s ua proprietà
•
BONA fa osservare all'Inizio come sia possa disporne sempre secondo la sua
la prima volta che venga sottoposta volontà. senza alcuna limitazione. Sical Consiglio una disposizione con un come non siamo In tempo di guerra né
relatore di maggioranza ed uno di mi- sussistono condizioni tali da giustifinoranza perché appunto dal Comitato care l'ingerenza, l'ordinanza - dice ridotto scaturì questa situazione e si viene a ledere Il diritto di alcuni prodecise la nomina di due relatori.
prietari che, avendo famiglia numeL'ordinanza già In vigore è illustra- rosa, potrebbero provvedere al sostenta ampiamente dal Relatore che ne tamento della stessa con 1 canoni di
sottolinea i motivi che ne determina- affitto aumentati, mentre ora debbono
rono l'emissione. Infatti non si pote- accontentarsi di quote insufficienti.
I veri lavoratori - conclude Il Conva P"rm,.,tt.:rc lo :,t raLLo degJI Inquilini :;enza precisi motivi né far aumen- sigliere - abitano nelle capanne e
tare l fitti senza incidere sensibil- nelle baracche dove pagano affitti
molto bassi mentre gli abitanti della
mente sulla vita del Paese.
La Commissione per gl! alloggi, pre- case di muro possono pagare un canosieduta dal Giudice della Somalia e ne di affitto. senza alcuna ·necessità
controllo e protezione da parte delcomposta dal rappresentanti delle va- di
rie categorie, garantisce l'esercizio la Commissione.
Il Consigliere MOHAMED HASSAN
giusto dell'attuale rapporto di affitto,
ALI è per la libera trattativa tra l'Intenendo conto delle rispettive necessi- quilino
ed il proprietario, con un preztà del locatario e del locatore. Crea e
garantisce quell'equilibrio che derive- zo stabilito dal tempo e non dalle perrebbe naturale da una normale situa- sone. Conferma la tesi della libertà
zione degli alloggi In rapporto della ri- del proprietario di disporre della sua
affittandola al prezzo che egli riFamiglie felici ed in buona sal ute
chiesta e della offerta. Ora, trattando- casa
tiene giusto e conveniente. E' un suo
si di prorogare l'ordinanza, occorre diritto
prendono
i Sali di Frutta ENO'S.
e qualsiasi provvedimento limitener conto - aggiunge 11 relatore di
viene a togllergll la sua libermaggioranza- che a Mogadiscio non tativo
I
piacevoli
e
rinfrescanti Sali di Frutsi sono verificati aumenti di vani di tà.Il Consigliere MOHAMED ABDI
ta
sono
il
dolce
correttivo di cui molti
abitazione disponibili mentre Invece
NUR è Invece favorevole alla tesi di
si va facendo notevole Il fenomeno maggioranza
di
noi
banno
bisog
no per una regoe chiarisce che ness uno
dell'urbanesimo, che può far calcola«
razziare
,
la
proprietà
altrui,
.
)
..>0-.....,;,.:...:
,
!are
digestione.
Gli
ENO'S sono p arvuole
re oggi la popolazione di Mogadiscio
di circa settantamlla persone. Pertan- ma si cerca Invece di evitare, su di un
ticolarmente
adatti
ai
bambini e per
to, In considerazione solo dei vari fat- plano sociale, la crisi degli alloggi. La
crisi
esiste
e
molte
persone
debbono
le
persone
di
stomaco
delicato
in getori che portarono nel 1950 all'emanazione dell'ordinanza c che allo stato avere la famiglia ancora lontano da
nere.
I
sali
ENO'S
toglie
sen1.a
faattuale sono rimasti Invariati, pur vo- Mogadiscio per mancanza di casa. Se
Il
controllo
nel
fitti
ne
scatogliamo
stidi
l
'acidità,
causa
assai
frequente
lendo e:.cludere ogni aggravio, U Consigliere BONA è del parere di proro- turirà un aumento - aggiunge - e
di indigestione, j dolori precordiali e
gare l'ordinanza stessa sino al 30 giu- quindi, solo chi avrà molto denaro poper
c:ooservarne
la
freschezza
trà
disporre
di
una
abitazione
con
le
le flatulenze. Calma e mette a posto
gno del prossimo anno, evitando di
sociali ed umane che è
Venduti lo bottiglia
andare Incontro, con una eventuale conseguenze
i disturbi di stomaco dovuti a cibi o
sospensione dell'ordinanza, ad un e- facile prevedere.
Il problema non riguarda - come
bevande disadatte. Un cucchiaino di
s perimento che potrebbe avere sgradite ripercussioni sulla vita sociale ha detto un altro Consigliere - solo
Sali
in un bicchier d'acqua in qualgli europei e gli Indiani, ma essenzialdel paese.
mente
l
somall,
perché
è specificatasiasi
ora del giorno dà una bevanda
Prende la parola li Relatore di mila maggioranza del somall che
noranza Consigliere ISLAO OMAR A- mente
salutare,
effervescente, energetica.
risente della crisi degli alloggi In funLI che espone ordinatamente tutti 1 zione
del
prezzo
degli
affitti.
Come
:·1
T
enete
i
sali
Eoo's a portata di mano.
motivi che consiglierebbero di non controlla Il prezzo dello zucchero. delprorogare la ordinanza sugli affitti.
PARTICOLARMENT E INDICATI PER LE DIGESTIONI I RREGOfarina e degli altri generi di prima
Cita Il caso di Inquilini che non os- la
necessità, è ugualmente doveroso conLARI, N A USEE, MAL DI T ESTA. MAL DI FEGATO, BILIOSITA '
Granatina eBanana
Per mantenervi
fresche ed in
buona salute
prendete ENO'S
..-
ENO'S
Sali eli frutta
Il novem bre 1952
J
ULTIME
.in polemica con le forze dell'opposizione
La ba.t tnglia per la difesa della domocm zin.
Appello nll ' nuità iutoruo nlla bnndie1·a un zionnlc
Domani Pacciardi riferirà
al Consiglio ~ei Ministri
RO:'I1A, II.
Oggi riprendono i la' ori della Camera e del Senato, che continueranno senza interruzione fmo alle vncanze natalizie. Alla Camera dei Dep utati si riunirà la Cowmissione per
g li Interni l>el' affrontare la discus.
:-ione generale sul prog~tto di legge
elettorale presentato dal Governo.
Oggi si riunirà pure il Consiglio
dei Ministri, cui il Mini!>tro della Difesa, on. Pacciardi, rifcwà circa i risultati della sua missione negli Stati
U niti. Sulla base di tale relazione c
CA L.
NOTIZIE
De Gasperi parla a Trento
ROì\IA, II.
u Esiste un pericolo comunista : è
un pericolo lontano ma esiste. Es:>o·
non potrà avvicin:lrsi ~olo se noi suremo compatti, vigili, c ~remo il
coraggio di affrontare 1.: difficoltà di
oggi per evitare il croll0 d; domani n .
Così ha detto tra l'altro il Presidcnt~
del Consiglio, Dc Gaspcri, parlando
ieri a Trento. Egli ha esordito tratteggiando in pochi punti sintetici il
problem.a della regione, c. traendonc
quindi un consuntivo p~articolanncn­
te lusinghiero.
L'ou. De Gasperi ha precisato che
nel complesso la regione TrentinoAlto Adige ha dato ottima prova,
quindi è entrato viva<·emente nella
polemica con gli avversari di destro
c di sinistra. u Abbianh1 avuto sempre pazienza - ha proseguito l'oratore - e questa pazienza è il nostro
modo di concepire lo s,·iluppo dello
stato democratico. La battaglia per
il consolidamento della• democrazia
nei suoi istituti resta c;, primo pro·
blema >>.
Dopo aver insistito su lla necessità
di una convergenza, nella difesa della Costituzione, delle fo; za democratiche, De Gasperi ha proseguito :
cc La nostra pazienza non è debolezza ma coscienza della fr,rza. E questo sopratutto nell'attesa che in una
parte del socialismo penetri la c<»tvinzione che la democrazia deve essere difesa nelle sue isbuzioni e che
il socialismo, cbe de"'.! garantirsi
contro la crudeltà deli.a dittatura,
de,·e anzitutto salvare la povera
gente nelle sue libertà personali e
familiari . In secondo lungo il socialismo deve convincersi che se le riforme sociali debbono farsi senza la
ferocia e le rivoluzioni e senza sangue,
conviene farle con l'<.çpoggio di
quelle correnti che, precccupate più
delle ragioni dello spirito, sono disinteressate nella lotta per la distribuzione della ricchezza •: .
Quindi, polemizzando con te destre e con' i nostalgici, oltrechè con i
comunisti, De Gasperi h a ricordato
che fu proprio la sua opera personale a. salvar~ all'Italia l'Alto Adige,
mcdtante gli accordi conclusi con il
:\unistro degli Esteri austriaco Gruber, nel 1946. cc Ancbe per quanto
riguarda Trieste ha sottolineato
Dc Gasperi - è vero che essa non è
ancora congiunta all'Italia, ma Trieste fu comunque salvata dalla incorporazione alla J ugoslavi.1 la quale
aveva già conquistato con le armi la
città e fu costretta ad ~bbandonare
la preda,,,
De Gasperi ha cosl concluso: cc Fate blocco attorno alla bandiera della
libertà e dell'indipendenza nazionale. 9ui nel Trentino, come in tutta
Itaha , non c 'è una borghesia imbelle: ~'è un popolo sveglio che ha preso 111 mano la sua ba;~diera. Fate
blocco : nessuno la toccherà ! 11.
MONCO
N. 572 -
Il Corrl er o de lla Somalia
in vista dei prossimi lavori del Consiglio Atlantico, convocato per la melà di dicembre a Parigi, il Consiglio
de'i .Ministri potrà comp1 ~::re un'esame
panoramico degli ultimi sviluppi della situazione iuternaziomle.
Solenne commemoraziOne
di Ouglielmo Oberdan
VIAREGGIO, 11.
.
Per iniziativa delltt sezione del ParliLo
Repullbllrono Ttn llnno è stata scoperta
nel corso di un a $Oit!nne cerim onia una
g rande lapide in bronzo con il busto di
Gugliel mo Oberdnn. Erano presenti 1:1
sordio ci el martire Gisella Oberdan, Il Senntorre Angellnl c L'on. Negrari ch e rnp·
presentavano ris J>e lllvnmen te il Sennto o
In CH ml!ra. Dopo lo scopr imento della 1:1pide la S ignorina Oberda n e le autorllà
s i sono recate al tea tro Eden. tlove l'on.
Giovanni :\Iagra ~~L ha tenuto la comrnemorazlone del Martire.
LE MANOVRE "PASSO LUNGO"
Sbarco di ..Gommandos"
e "Marines" sulle coste turche
NAPOLI, 11.
Nel corso della nona giornata dl'lle
grandi ma non e aereo-na\·ali denom innte
• Passo Lungo • , alle quali partecipano
settanta unità americane, britanniche, italiane, francesi, greche e turche è ~tato
s volto il tema del suppos to sbarco in Africa del Nord e Turchia. Le manovre
sono rese difficili da una tempest.t di
vento che sconvolge Il Mediterraneo 1\Ierldionale. Le forze anfibie sbarcate per
prime in Turchia sono costituite d a
• Commandos • Italiani e Britannici c da
c Marines » Americani.
Aspetti inediti
del Congrt;sso di Zagabria
ROMA, II.
Il Congresso di Zagabria è stato
seguito con molta ctter..zione dalla
stampa mondiale. Pare.::chie cose interessanti. vi sono state dette, e alcune mentano una particolare attenzione. rr partito comunista jugoshV? conta un numero di ~ritti ch e
dimostra come Tito, su LUi l'occidente ~a tanto affidamento, fondi le su e
bast sul 4,72 per cento della popolazione . .
Le prossime sessioni
delle Ire assemblee europee
~hiesto a Eisenhower l'i~vio fNORD-SUD-EST -OYESU
di un suo rappresentante ali ONU
WAS ULNGTON, lJ.
#4
11 Senatore Alcxnndcr Walley, membro
dcllu dclcgnr ionc nmcricuon presso le
Nozioni Unll.e, in un o dicbinrnzion c rimessa a ll a sto mpn. ha chiesto Ili Generale EisenhoWer di inviare un rapprese ntante alla delcgnriono degli Stati UuiU
presso l'Orgnniunt.ione lotc rnazionole. Il
Senatore h a sottolineato la necess ità per
la Delegazione Am crico n'!, di conoscere le
vedute del Genera le sulla ques tione Coreana e s ug li a ltri proble mi, e cio~: Ln qu es tion-e del la Tu nis ia e del M::arocco : la
controvers ia Ira l'lndln e l'Africa del Sud
e In questione d el biluncio dell e Nnr.loni
t:nltc. il Scnntore Wa lley cbe secondo
alcuni p<.>l rcbbe essere uomJnato l'resi,.
d l•nte della Commissione Senatorialc dcg li Affari Este ri ha c riticato In teudenro
dcll'.\mmlnistrarlone democratica o cons iderare soltanto i prolll c mi d ell 'Occidente trnscu ra ndo quelli dell'Oriente.
DIChiarazioni dell' ambascialore U.S.A.
in. Giappon.e
TOKYO, II.
L'Ambasciatore degli Stati Uniti
in Giappone, Robert Murphy, ha affermato che gli Stati U niti prenderanno le misure necessane in caso di
violazione dello spazio aE-reo giapponese da parte di apparecchi sovietici.
Interrogato sui recenti sorvoli del
nord di Hokkaido, l'Ambasciatore
degli Stati Uniti ha assicurato che il
suo Governo rispetterà le obbligazioni sottoscritte ai termini del patto
di sicurezza americano-giapponese.
Tempeste sui mari
dell'Europa settentrionale
LONDRA, IL
Unn tempesta d! venti, la più violenta
da 25 anni a questa parte, ha infuriato
s ui mari dell'Europa Settentrionale e sull'Inghitterra ove le raffiche hanno raggiunto i 140 km . orari.
LONDRA, 11. - In seguiU, alla mort
del Presidente dello Stato d'Israele d t
Weizman, la Regi na Elisabetta e 'w·r.
stou ChurchJIJ, hnnno Indirizzato mesa IOgl di condoglianze rispettivam ente al pag.
·
·
·
d
l P ·
re.
s ad enLe 111 ca rt<'fl c
n
nmo Minlst
dello Stato EIJrolco.
ro
...
BUENOS AVRES, ll. Il generale
ValJLn, Ispettore generale delle For
Aeree Francesi, è qui giu nto ii!TI In att tt
proveniente dal Cile, dove ha presieduto~
d e legazione fran ce11e alla cerimonia ti ;
l'ass umdone In carica d el nuovo Pr e.•
d ente dl':llla Repul)bll ca Ci len a.
esa.
•••
PAlHG l, Il. - E' in corso il Congresso
Nazionale dcd • Ressemblement PeupJ
Francais •· La prima seduta è s tata con~
s:acrata ali 'esa me dell'ordine del giorno.
•••
FRONTE COREANO, 11. - Due batta.
glioni comunis ti hanno lanciato att~ch·
contro posizioni alleate lungo il fron~
Orien tale. Le truppe Nord ~reane han.
no occupato due posizioni tenute dalle
truppe alleate a Sud di Koseng. Sono Jo
corso contrattacch! delle. truppe deJk Nazioni Unite per n conqu>stare le ~ltionl
pe rdute.
•••
RIO DE ]ANEIRO, 11. - I servizi Ct»n om ici del .l\llnlstero degli esteri brasiliano s~nno studiando l'Invio pi una
commJSs >one commerciale nel Medio 0r.lent~ .. Tale rn1ssloq~ dovrebbe partire
a1 pnm1 dell'anno prossimo.
•••
BONN, 11 . - Negli a mbienti vicini al
Co mmissariato della Difesa della Germania Occidentale s i apprende che i piani
relativi all'approntamenU> dei contingtoU
Tedeschi dell'Esercito Europeo prevedono che questi forti d i 500 mila uomini sara nno inquadrati da 40 generali e 20 mila
ufficiali.
•••
ZAGABKTA, 11. - Il :Maresciallo Tito
ha dichiarato cbe sarebbe molU, soddisfatto di incontrarsi col nuovo Presidente degli Stati Uniti, Eisenhower, per discutere i proble mi di s tato e della difesa
comune ai du e Paesi.
•
..
'•.l~ )-l eSI.; 0" ~..; ':J c)I_,.:.JI l ~
.:..i ..).:.;.; Jl
.:.. ':llal c:>l
. lr,> t.- ~~ ,;-.. .;.i. .).!.i;J
LS..:.. J 1 ~ ..:J'i w1 ~ • .l! .JI ..:J lA...l..; r.1&- ir .:,.;.Y. ':l_, \.a
\~.k
(if) .:»1 J_,...) J\i; ? .:»1 <l..~ 0)
.
.
_,~J'i ~l ~IJ ~A:JI '!·~.W_,..
J_,.. J
l;iJ cSJ,)i L.
SjÌ 'i .:»!_,;
.:»1, _, ~i.\
.;.Il; • ~· J...4,_
..
..j
\~L. .:»1
~
~
.1~1 1~1 •.l.·l
0:_,11_, JA'i\
T..)(. ('-"') J_,....) yLj ~.)\"i ~~
._:_,l
. . .. J•
..
? ~;
4! _,-aj,l
lt:r _,
• ....;
Lt:,.,~
JJ~ill Jj
.\t. j\_,
if\> ":-'~
. i f .JtAjl
J
'
.P.'.} c:>IJ ~! Jàll
~ c:>l ~IJJ
').-1
j\.- ..1.-'
r
~ ... ~·.>.> Jt; '<l-!"'~ J 6J~I
c)C. J.:i" c.i ..\> .!..,:U,I tS: .l> .J!i;. iJ.
~fj
.:.,..Il;
":"'Y iJ.1
r' c:>l .::..: l:
~
.:»1 J_,. . J .A~
<li-;:>1 (if)
'~.)t l.)·,• .).>Ili
\.,...:.il
.,.
.l
.,
l.).
J'~
1:1
J_,; <S.À!I L~J C! j
~! l,~ i J 0p,(_, j.J.J J j
l..li · "-:i
J>..)
~!l~ .:»1 U- J .:...W (V") .ti J1"'J
l,i_. .!t _,\j
ir .).)J Lt
t.i
Gl:k J~.... 'i J rM~!.
?[..).i ~;le c)\( \.)l.. 4)~ ~t'~
0.. L.iJ
~L,Ì
· . J:. .
.. cJ• ol:J y·· l J a.J.r-
":"~ili J ~\.:11 ~l ..\~ _, .
J ~~L .:»1
-
r~~ ;.;~\ ('-"') J _,....J' rr.~ ii·l'
..)z J\1;
~l
Un detenuto graziato
':ll_i_ll
r.}' ·l~i
0! ~J .y ~Jto. J~l
. I~ Ì l -'>Ì ;...,..
l ·"
..
.~ 1 0 • .;1..).1
_ .~JI
':J _,u
da Einaudi
.)l )':li v4~ ~':lY.
J•:>l_, (if) .:»1 iL.':l\ oi_,J L. ~~
.:»l
J
S:; ':J
d\fo
L.l L.ÌJ '~l .:»1 t~, v...ili
STRASBURGO, 11.
Jy) ~.r.~~ ~b....., l.i.. Le tre assemblee Europee terranno hr~
va ~ss~onl ai primi di gennaio prossimo.
Jlj
O da ec1 gennaio s i riunirà Il • pool » europeo del carbone c accia io per discul~ . c) l! ~~l:,..., ..j .l.,_:.;J
J:~
re l'organi zzazione <leii'Alta autorità.
Successiv~m cntc tale organismo ed iJ
comitato specia le c he dovrà di,·eoire l'assemblea della comu nità politica eu ropea s i 0
~
c)\ ~~ Ò.)~l ._:..,_
riuniranno per discutere la propria cos tituzione ed i suoi legami con il consiglio
d'Europa.
Infin e il Consiglio dcii 'assemblea conl~ ...#
s ultiva e uropeo l t:rrò una sessione s lrnorl.i.- ~_,
<linn.r io per rnl if1 carc le proposti' di
y
l
..
"-'·
.
.
'li
coordmamen lo che le sa ronno sottoposle ~.,...Y .1'! o~ ... -' ~
~!.i J
dalle tre assemblee.
DARI, novembre.
TI detenuto D omenico Palermo che 11 2d.
sette mbre scorso ollennc da l Presidente
dello Repubblica, venuto a nari per lo
chiusura dello Flero del Leva nte, il permesso di uscire dal carcere e recarsi ol
funerali della moglie, è s tato g razialo, ed
ha potuto lasc iare definitivamente le
carceri gindlzlorle di Duri ove avrebbe do\'ttto scontare a ncorn tre mes i.
pagina 4
..~,41 ~!l•.l~
; .) , • - JL..II
LS
,-
•
~l
l!l!J.l~ L.J {if) .:»1 J,. . J Jw ~~
J _, ....) ~ .:..ii ..t .::..ld <l,. .)(i ~l J1
l
~
IL CORRIERE DELLA SOMDLIA
MOGADISCIO
:...----Q_U_O_T_I_D_I_A_N_O_ DI_M_O_G
_
__
AD_I_S_C_IO
______f MERCOLEDI12 NOVEMBRE 1952
Direzione: T elef. A.F. I. ~ . .JO
P UBBLICITA' : Agente Porro, Tel. 98 . Tarl.ffe: per cm. it altaz.a, larp. l col. t
Redazione:.. T clef. A.F.I.S. 2 t )#. Pubblicità So. 2 ,50, Necrologi So. 2 , Cronaca So. 3 - Bconomlct : C~t . 25 a paroCronaca:
Telef. A.F.I.S. 2I
la, minimo ro parole. La Direzione at rl11na U dlrltto di non accettare 11t ordbd
ABBONAM ENTI -
* Am Ili · N, C573 · Pnzzo
10 ctlf.
il
(Numeri arretu ti
doppio}]
Annuale So. 30 • Semestrale So. 16 • Trlmestrale So. 8,50 • AanuaJe, ridotte, •• uJficl pubblici So. %5
~PoDEr~c1L3VfSil8udBii:on.Eorusasca ~!~~~~~.~~~~~~~-
DE/ POZZI, all'Ospedale della CIR.I. l·n Corea ~~~::!o t~~1 ~~1 .:~~sc'i;t~re o F~:!~~~~
!~scia nd o
Sono abbastanza r ecenti due gravi
che hanno turbato la tranquillità del paese; due gravi confttttt
tra cabil e. Quello tra Averghecttr Saact
e Atterghedir Soleiman nel .111udugh e
quello tra Dabarre e Ghelidle nella
zona di Dinsor. Entrambi questi episodi ~0110 dovuti. sosta m;iqlmente, alla
sete. Jnte7tdiamo dire alla sete in senso propriu, cioé alla sete-di acqua, alla necessità di t ar· ber e il bestiame, ed
a tutte le altre necessità che da essa
derit>ano, come quella, per esempio, di
t rot·are pascoli non lontani dai pozzi.
I nfatti. mentre il cammello può tare
quattro ed anche cinque giornate di
cammino per recarsi dal luogo del pascolo a quello dell' abbeverata i bovini
non possono star senza bere piit di
due gtorni.
Provvedimenti rigorosi sono stati
presi per assicttrar e l'ordine pubblico,
per i mpedire il ripetersi di fatti di
sangue; e mmtzio11i esemplari saranno indubbiamente date dalle competenti magistrature, ma tutto ciò non
e sufficiente per riportare la pace tra
questi e fra altri gruppi di popolazio1le pastorale. Occorre andare all'origil!e llel mal e, occorre fare in maniera che l'acqua sia un bene non più
tanto raro da essere conteso a colpi
di l ancia e di pugnale.
•
Il fenomeno della lotta cruenta tra
cabile in Somalia assu me. in un certo
senso, il posto ed il carattere di quello che. in altri paesi. sono le agitazioni per ragioni di salario o per la disoccupazione: sono le necessità del
soddisJacimento di bisogni primordiali
che spingono inevitabilm ente alla
lott a: qui la lotta per l 'acqua è !a
lotta per la vita.
Sin dal primo momento l'Amministra aione ha avuto chiara la visione
Ciel problema; pur dando la necessaria importanza alla repressione ed alla prevenzione di tatti aventi carattere criminoso. ha però messo in primo piano il problema di fare il possibile per aumentare la quantità di
acqua clisponibile. V n primo 1Jrogramma tu immecttatament e studiato
ed è in corso elt attuazione. Parecchie
diecine di pozzi sot10 stati scavati o
r iattatt e per altri sono in corso i larori per 1111 iwporto totale di quasi
un milione di somali. Ciò è stato tatto
con t mezzi e sul bilancio dell'Amministrazione. Ma è un problema cosi
va.çfn qurllo c/el/'a'quu ed Ila lati ripercussioni di carattere sociale sulla
vita del paese che l'Amministrazione
non ha esitato a .vvolgere ogni possibile azione per ottenere, anche in
Q!Jesto campo, l 'ausilio di aiuti inter na:io1Wli. Appunto sotto q/i auspici
d~ll'E.C.A. si ebbe, nel 1951, la visìt«
d1 un a mi~>sione geologica per lo studio delle risorse idriche, e, recente·mente Ile/l'ambito del programma degli aiuti della M .S.A. l'Amministrazione ha ottenuto lo st auztamento di
1~5 milioni di /tre ila/tane pari a 1 mtliOue e 540.000 soma/i per lo scavo dt
cento poz::t nel territorio. Il plano
Per la esecuzione dei la11ort è stato
fJià pred iS7JOsto, ed tn questi (/forni è
stato 8ltpnlato il contralto rll appa lto
eli due primi lotti di venti 1JOZZi cta.vcuno da e.ve(lutrsl, con mezzt di trivellazione moderna, nelle r e(ltont clet
Dol e del Mudugh.
In allra parte del giornale diamo
notizie Più della(ll1ate. Qui vouztamo
precisar!' rh e l'A mmtnl11traztone evtelentemente roustelera ll problema
clell'acqua come uno etei problemt
/07U/amentalt, nou .volo per la t)tta ecouomtca ma addirittura per la pace
del territorio. E .YO]Jrallutto ab iJfamo
l'Olulo rilevare .~otto (Juate pro/t/o
llei>/Ja es.9ere vt.vto Il teuomeno clella
ner.,f.Ylente lotta tra alcune cabile che,
a 1/(J tro avulso. t! plutloMo un problema rlt carattere economico-.~octale
che non 1111 problema clt 1)0/li:la. SI
può (Jttilldi parlare, senza tema eli esagerare, <li una • politica del pozzt •
che ha, per la Somalia, lo stes.yo valore sociale che può avere tn tm altro
naese una « polfltca del .va/art » o
li ella pieua occlt])azloue • ·
ep1~odi
Le dichiarazioni del sottosegretario italiano sull'azione dell'ONU
SEUL, novembre.
Lo sforzo solidale del paesi delI'ONU impegnati In Corea contro !et
aggression e comunista è stato esaltato - nel corso della sua recente
visita in Corea - dal Sottosegretario
italiano agli Esteri, on. Giuseppe
Brusasca. che lo ha defln.lto un con·
creto esempio di c come l popoli possono collaborare in perfetto accordo
per un grande ideale • ·
L'on. Brusasca visitando la 68.a ù nità ospedaliera della Croce Rossa I taliana dichiarò Inoltre di essere stato profondamente colpito dal c modo
in cui i vari reparti operano insieme
in questa concorde fusione di nazioni... Ciascuno di essi - disse- è d.!
esempio agli altri • : tale Impressione
di operante solidarietà sullo sforzo
dell'ONU in Corea è stata confermata
- aggiunse il Sottosegretario - dal
colloqui da lui avuti col comandante
superiore generale Clark e col comandante dell'VIII Armata, gen. Van
Fleet.
Per quanto riguarda l'unità ospedaliera Italiana egli ebbe a dichiarare
testualmente:
c Ho trovato che l 'ospedale della
Croce Rossa italiana svolge un'opera
superi ore alle mie stesse aspettative:
tm affiatato complesso di medici. di
infermiere e di tecnici fanno del loro possibile per dimostrare il senso dt
solidarietà umana e il sentimento del
popolo italiano verso la Corea. Essi
offrono un esempio di collaborazione
inter nazionale • ·
Brusasca, che era accompagnato
dal dott. Soro, consigliere dell'Ambasciata italiana di Tokio, dal dott. Paolinl, funzionarlo del Ministero degli
Esteri e dal dott. Zanola suo segretario particolare, ispezionò gli altri
servizi dell'organizzazione sanitaria
del Comando dell'ONU. Al riguardo
fece le seguenti dichiarazioni:
« Sono rimasto profondamente colpito da questa eccellente organizza:<!ione di servizi sanitari e dal modo
meraviglioso in cui essi vengono svol ti ... Per quanto riguarda le accuse comuniste sulla guerra batteriologica .....
ero già conv into che esse era11o calzmniose men zogne. Sono addirittura dell e aS/ilLrdità.
« Conoscendo direttamente la situazione tale accuse mi sono apparse
ancor piti inverosimili. Sono venuto
qut convinto che esse fossero menzogne ed ora la mia co1winzione è ancor
più radicata ... Tali accuse non /~anno
alcun fonctamento e il rifiuto del comunisti di permettere un' inchiesta
imparziale nella Corea del nord costiluisce tm'ulteriore prova della loro
falsità • ·
Un discorso di De Gasperi
alle oooolazioni alto-atesine
R0:\1.\, 12.
I l Pres iden te del Consiglio, on. De
(;nsper i, hn tenuto ieri un di scorso o Dol711 11 0. Egli hn esamin;1to, in pnrt itolnrc,
1-(1 1 accorfli do lui stlpuloll o l'uri)(i uel
I!Uii <"(Jfl il 1\rini~lro dc)( li Esl c•ri uu~lrln­
,.., Cnii Jl'r, pér n :golnre In pu~izion <• dt•ll' i\ lto i\1 ll)(e. Il l'residen te dl:l Cons i){lio
hn llfll lUII c lnto In puhhl ltnt,iOII C di "" liImo ver<h· 11 propo, iltJ di toli nccnrdi.
lncli ha affc·rmnto 1•he ~li ncconl! stl·ssi
f1u·•mo !·ompiuti P <'t>~lilultl c'ome u11
fcnlntivo eli supprnre, in bp irllo <Il c•quilà e di Cf)llllhonl?.lonc. la ~>llunt iurH.• tll'l<•rmin~l.l dnlla g1wrrn N! <.''il~pt·rnln clnlla !<t·onfitt.L
IJ!' l;a~pcri, eilllnclo pr(•cl, ! dnl i ~>In t is i i<"i, h n dimnslrnto rome Il Cuv<•r>lf> ltòl·
!inno ahhia sl.'rupolc,.,auwnte m.,ntl'nuw
~:li impegni dell'occonlo. ~Pt'<'lulm<·n l ~:
mt<•rc:~'llfltl:, p!!r qunmo ,i rlf<·rl•<'(• nllc
'JIMicmi. upp,II'C;: il fullo ••hc sn qun'i IH
mil.1 twr~tm(· rehll••gratt· 111'110 c iiiH<linn
it.1ll.uw, dopo che 11\'t \'OIIO a Mlu ll'lllpu
optato per la clttadinan?A'l germanica, solo 3101 allogeni sono stati esclus i per
buoni moti\'1. • SarelJbe tempo - ba detto l ~stu:elnwnt<' Il Presidente del Consiglio - <'ht• si cono>cesse questo t rattam!•nto tquo e genero»O. Pure a mmettendo, come è umano, c he qualche errore
ptN•a e~serci s tato, un pers istente scontento mi da l'imp ressione di essere programmatico. Comunque non è a mmissibile che In ,\l to Adige esista no due grupp i : uno consapcwJit· dei doveri verso la
Notionc ed una minora nza quasi astratta , qua,;i anll~u da l paese che se mbra
c-on~>ideri lutto d al proprio campanilistico
pulllo d i visto , come se non es istesse una
~ort e unica che accomuna tuili i cittltdinl it~ l iuni, qunl unqu e ling ua e ssi parlin o».
Ue G:1sptrl. concludendo, ha rivolto un
n mm on imento a i giovani del Movimento
Socio lil' : • State al tenti - egli h a detto
- perch ~ invoca ndo lo. forza e lo spazio
vitale di Hitle r, a rriverebber o le camicie
ro.~e di Stalln e sa rebbe l'Eur opa dei
mon>-,clalli, il ritorno alla tragedia, la via
della l>p,1da, In \'la dei carri armati. L'altrn \'i a di ricostruire nell'accordo e nella
clemo('rari~. nella collaborazione e nella
<'mnpn•n.:ivne reciproca de,·e pre\·alere
nel ,..,Jo »pirito di fraternità : ciò non
'ulll pt:r l'Europa ma dO\·nnque ».
L'un. Dc Gasperi è r ipart it o per Rom<>
ieri »era e s tamane presiederà il Consiglio dei Ministri.
la Garmanla chiedere~be di slrinoere
un'alleanza milllare con oli S.U. eG.B.
BONN, 12.
llna a utorevole fonte americana ha didli.lrlllo r h e la (;erma nin occidentale
t• hi,•tlcnì probabi lmen te d i s tringere una
ulll•a n'a militare con g li Sta ti Un iti e
1' 1111-(ililtl' rr:l , st• la Frnnc in lmpedinì nnc·oru a lungo la cre111 lone ddl'eserc ito eurupcu. Ta le proposta dovreUlw esse re a\ ,IJit..Lt,, l'anno prossimo in occasione del.
le nuove elez ioni tedesche.
Il aiappone invitato
d ;llJ' America a rianna rsi
fOI.; Ili, l 2.
In 1111 discor~o pronunciato dall'ossoclati<me nmerlcnno-nipponicn, il Sottosegretnrlu eli S1.1lo nmer ic.tno per le questioni
dcll'E,tremll Orkntt•, John .\llison, ha
',phdtamcn!e in,·itolo Il Giappone o
ri .1 nn .1r,l ~:cl h 1 ng~iunto clw l~ c.1p,1cità
cllft·n,i\',1 clt•l c; l appone è una condizione
prcli111inare Jll'r In ;.icureu:a della zona
tl!d Pacifico.
la reggenza <•l Segretario
Generale Ministro Plenipotenziario,
dr. Mario Canino.
All'aeroporto erano a salutarlo il
Presidente del Consig lio Consultiv?
S. E. il Ministro Pastraua, il rappresentante dell ' Egitto in seno al Consigiio stesso, Ministro l\1ohamud Moharram Hamad, il Segretario Gent:·
rate Ministro Plenipotenziario Canino, il Console di Fran cia Mr. 1\fonge e quello di Gran Bretagna Mr.
Gethin, il Giudice del T t:rritorio dr.
Gentilucci, il Generale Ferrara, il
Gr. Uff. Jnserra, il Consig liere di
Corte d 'Appello dr. Can navina, tutti
g li altri Capi degli Ulfici, alcuni
Consiglieri T err itoriaU e personalità
italiane e somale che avevano saputo della improvvisa partenza.
Un o·rooramma oer lo scavo
di cento nuovi oozzi
Stanziati un milione e mezzo di Somali • 40 pozzi già appaltati • Fra tro
mesi inizieranno i nuovi lavori
Abbiamo più volte dato notlz.ie dell'attività dell'Amministrazione In materia d! scavo di pozzi. Sin dall'inizio
dell'Amministr azione Fiduciaria fu
formulato un programma che è stato
già in gran parte eseguito e parecchie
decine di pozzi sono stati già scavati
o riattatl. In effetti. In due esercizi finanziari, e tenel\dO conto del lavori
In corso, si sono spesi sinora quasi un
milione di somall esclusivamente per
i pozzi.
Accanto a questo programma che
l'Amministrazione esegue con mezzi
propri, e sul proprio bilancio. se ne
sta per realizzare un secondo. E' stato
recentemente ottenuto dal Governo
italiano. sotto il programma degli aiuti M.S.A. lo stanz!amento di 135 milioni di lire pari a 1 milione e 540 mila somall per scavo di un centinalo dl
pozzi In tutto il Territorio. I primi due
lotti di tale lavoro sono stati già appaltati. Essi saranno eseguiti. con
mezzi di trivellazlone modt>rni nelle
regioni del Doi e del Mudugh. Si prevede che l lavori potranno avere effettivamente Inizio fra tre mt>sl circa. tempo questo necessario alle imprese appaltatrici per predisporre
l'attrezzatura occorrente.
SI stanno Intanto compiendo ricògnizionl nelle zone suddette per stabilire le località nelle quali 1 pozzi dovranno essere scavati. I tecnici dell' Ammlnlstt·az!one stabiliranno tall
località tenendo conto dt>lle conclusion i della missione gt>ologlca E.C.A. che
visitò U Territorio nt>l 1951 e seguendo l suggerlmt.'ntl delle autorità loeall
che conoscono le necessità della popolazione.
•- 'ASSEMBLEA GENERALE DELL"ONU
Cinque preoiu~iziali per l'armistizio in Corea
illustrate~al ~eleoato filippino al ComitatoPolitico
NAZIONI UNITE <New York), nov.
ln seno nl Comitato Politico dell'Assembicn Generale dell'ONU, durante Il dibattito sulla questione corenna, hn prrso la parola, fra gli altt•!, Il delegaLo fi lippino Jose Zulueta,
Il qualr ha ammonllo contro il pericolo d! una pace • acquistata a troppo raro prezzo •·
ln altri termini Zulucta. preso atto
delle proposte pr(•sentate dal Messico
e dal PPrù pc>r un c giusto ed onorevoi(' compromesso... sulla questione
'del rimpatrio del pt·iglonlerl di guerrn • . h n tenuto ad enunciare cinque
principi fondamentali. dal quali non
si dovr('bbe prescindere nella fissazlo-
ne del termini generali di un armistizio.
1.) Anzitutto ha detto Zulueta
- bisogna t<'ncr presc.> nte che c l'azione dc.>ll'ONU in Corea fu risultato dl
una decisione di aiutare In Repubblica Cor<>nnn n resplngt>re J'aggre:; slone comun!stn • :
2.l In secondo luogo c l'Assemblea
General<> hn solenn<>ment<> bollato come aggrt>ssor l m•l conflttto l regimi
nord-corrano r rlno-comuntstn .. :
3. l Inoltl't' .. roNu stE>ssa ~ una delle parti In conflitto. una parte che
ha deliberato d! resistere all'aggressione in Corea. Pertanto le Nazlonl
(C't•utlnun in ~" pag.)
--------------------------------57
~~2~n~o~v~e~n~•b~r~o_:19~5~2~------------------------------------~~~I~C~o~r~r~lc~r~e~d~e:~l~la~S~o~·n~a~ll~a--------------------------------------N-.__-:_l__~P-ag~~
LE RIPARAZ ION I AD ISRAE LE
DA MOGADISCIO E DALL'INTERNO
====--
Ulftriore incontro di Nao~ib
~~~~~~~)~a~~~iatore tedesco al Cairo 11 Dottor Shore
Il Primo :lltnl.;tm N.1~:hib e 1',\mbasdulore lcdeso:o Jl Cairo lol sono incontrati
per In terta ,·olt.l, uel tentativo di appiun urt• la din! r~:cn t.l umlx>-lt'<il'''' •l per le
rlparatinnl od l'rnclt'. ,\1 termine tlel
Còlloquio. Il rtlppn.',enlnme lt'desco hn
d ello ni glurnali'li di nnlrirè la ~opl!rll 117.1l
c he il problc111.1 ,.i.\ rl,ollu coli ~ooddi,.ftl­
zlonc per l Go,·crn i nrnbi e quello gl'l'manico.
Dn Tel .\ viv , i ho 11otlzin intunto che
il Governo brnc lit111o è prulx•bllmente dis pos to n d twcetl nr e In :mpervislonc delle
s pc<llzioni di mcn: i dallo Ge nn nn iu occ id e ntale ed hnH'le, do parte d cii <? Nozioni
Unite, le quali dovr~bbero cosi ,. In cerars i
che n egli invii 11(111 sinno com1nesi moterlnli strategici, come dicono d i teml!re i
Paesi .\rabi.
rien t ra a New Yor k
JJa par ten za, del dott. ~pf n ellf
Con l'Aereo dcli'Aiitalia è pnrt ito questa ootlc il Segretario Priuci ·
pale del Consiglio Cousultivo dr.
Taylor C. Shorc il quale come è uoto ha lasciato la caricn di Segretario
Principale del Consiglio Consultivo
e rieotra ~~ New York.
Con lo stesso aereo t partito il
Co11sigliere di Ambasci:.ta dr. Spinelli cbe si reca a Roma.
Il "Fiòcco Verde"
S i :.,·,•ertouo le S ignore
che
genlil-
meule danno lo loro opero, per la mani-
L'Assemblea Generale dell' ONU
-tinuaslone della prima
paalna,
Unite non debbono accettare alcuna
proposta che possa tendere ad lnfirmare l'Integrità di questa posizione ,;
4.) In quarto luogo è c chiaro che
la posizione del Comando dell'ONU
contro u rimpatrio forzoso del prlglo ·
nlerl di guerra è basata su principi
universalmente accettati dl legge lnìernazlonale e s ulle lncontestablll
leggi di umanità. Pertanto non si può
minimamente pensare ad abbandonare questa sana ed umana posizione, pur essendovi adito ad un compromesso In merito alle modautà .,econdo le quali dovrà concretarsi •;
5.) Infine h a concluso l'oratore
- la cosa Importante e fondamentale al momento presente è la conclusione di un armistizio con una conseguente cessazione effettiva del fuLco. Pertan't o non può essere considerata come parte integrante di una
soluzione In tal senso la costituzione
- proposta dall'URSS - di una speciale commissione per la Corea.
Giornata, quella di Ieri, molto Intensa per 1 delegati delle Nazioni Unite. Alla commissione politica, Andrey Vishlnsky ha affermato che gli
stati Uniti cercheranno di ottenere la
vittoria 1n Corea con la forza delle
armi. a qualsiasi prezzo, invece di
tentare la conclusion e dell'armistizio
attraverso negoziati. Egli ha assicurato che il comando unificato ha posto
un ultimatum al cino-coreani invocando il pretesto del rimpatrio del
prigionieri. Il Ministro sovietico ha
nuovamente dichiarato che è la Corea del Sud, appoggiata ed Incoraggiata dagli Stati Uniti, che ha attaccato la Corea del Nord, ed ha citato,
in appoggio alla sua tesi, le osservazioni del Rappresentante della Corea
del Sud Il quale ha dichiarato avanti
alla Commissione Politica che 11 Governo di Syngman Rhee ha sempre avuto intenzione di riconquistare con
la forza la Corea del Nord.
Vlshlnsky ha affermato che gli oratori che sostengono la tesi secondo
cui la Corea del Nord ha attaccato la
Corea del Sud, e particolarmente 11
delegato francese, Henry Hopenot, e u
Ministro di Stato britannico, Selwing
Lloyd, non hanno dato nessuna prova
in appoggio alle loro accuse. Quanto
alla commissione dell'ONU, secondo
Vlshlnsky, essa ha basato le sue conclusioni su osservazioni fatte parecchi giorni prima dell'In izio delle ostilità sul 38° parallelo, e sulla base di
Informazioni errate fornite dagli agenti di Syngman Rhee.
n Ministro ha detto anche che :1
Consiglio di Sicurezza è stato posto
dagli americani davanti al fatto compiuto dell'Intervento In Corea. c parte
di un piano premeditato per lo scoppio della nuova guerra mondiale ,_
Vishlnsky si è opposto Inoltre al
progetto di risoluzione presentato dagli Stati Uniti e da venti altre potenze, dichiarando che tale progetto è
contrarlo alla Convenzione di Ginevra del 1949, In Quanto approva le richieste americane circa l prigionieri.
Dopo avere spiegato le ragioni per
le quali sono da respingere le proposte del delegati peruvlano e messlcano relative al rimpatrio del prigionieri, Vlshlnsky ha concluso presentando
una versione emendata della sua riso! uzlone sulla Corea.
n testo sovietico prevede la costituzione di una Commissione comprendente Stati Uniti. Gran Bretagna,
Francia, URSS. Cina popolare, India,
Birmania, Svizzera, Cecoslovacchia,
Corea del Nord e Corea del Sud.
L eggete e ditf ondP-t e
IL CORRIERE
D E LLA S OMALIA
fattura dei vesti t In i per i bambini bisog nosi, che dn oggi la riunione settimìtnale per il consueto l:woro si terrà alln
• Casa degli lt:ollnni • nuzichè, come per
Il passato, al Collegio Regina Elena.
TIRO AVOLO
IL CAMP IONATO SOMALO
rinviato a domenica lb novembre
L'imprevisto maucatv ar rivo di
piccioni da Belet Uen, per causa di
un guasto alla macchina, ha impedito la gara già programmata per il
"CampionatQ Somalo di Tiro al Piccione" che doveva svolgersi domenica scorsa a Merca e petciò la gara h
rinviata a domenica p rossima x6 corr.
sempre a 1'\l!erca.
La riunione di domen:ca ebbe pè·
rò ugualmente il suo svolgimento,
ma su mutato programma, dato il h mitato numero di piccioni a disposizione ed il forte numero di tiratori
partecipanti.
Fu disputata una gara di apertun
su una serie di 5 piattel~i che fu vinta dal sig. Bazzani Oreste.
Seguì una gara al Piccione con una serie di tre piccioni c,<:nza reiscrizione, che ha dato il seguente 1isul ·
tato:
I
e 2°) premiQ a pari merito :
Rocchi e Del Turco con 9 su 9 ,
3°) premio, Alberi ni con 8 su 9;
4°) premio, al marinaio L aureti cou
7 su 8.
0
)
JIRRlVl e PIIR7'ENZE
Con l'a('rc<1 I-DI\LU deii'Aiitnlla d ello
lint!o Rmna-Ciriro-1\smnro-Mogndlsclo s<>•w nrrivati alle ore lG,lO di lunedl i
.,i~o:nori : 1-t•lgl l\lellca; Enrico Bertola;
l'iu e Glusl.'ppe Gn lli; Armando Scandurra; Jlcnn.l' \\'hnltall; lo signora Carole
Pu~c:lcllo c dut: bambine; l'go l\fontanaru;
•••
C<m il l 1)1\LU dell'l\litalla · llnl!a l\fc.>~o::u l i ,t'Ì • >-·\ ~mu •·a-Ca lro-H oma sono purtitl
<lut·~tn 1wll c n ile ore 2,ao, oltre le per•o·
IHdit:) du: c itiumo In nllro parte del ~ i or­
nulc. i seguenti pnsse).{ge ri : Guido Cn mpuni; Du ntlo Leone; Eugen io Giavott ,,;
Vi ncenzo Specloso; Dante Scicchila no;
Giu~eppc
F errnrù ; H ngl Sala h S hek
Omur.
i
Movimento del porto
Arrtvt del giorno 11 corrente:
sambuco « Oloha,ralker ~ <bandiera
Inglese) da Hafun, con 36 tonn. di
m erce varia.
Sambuco « Alrilerla • <bandiera lngle
se) da Hàfun. con 12 tonn. di sal;
comune.
Previsioni per il giorno 15 corr ·
Arrivo P.fo « Trlpolltanla , C ba~dlera
Esercitazioni di tiro
Italiana> da Aden .
La Residenza di Mogadiscio infor·
ma il pub blico che nei giorni dal
17 al 29 corrente mese, Reparti Mi·
litari, effettueranno
dalle ore
7 in poi --, tjri di addestramemto
nel poligono di tiro sito in H am:u
Geb Geb (Campo Polizia Militare).
Il poligono sarà delimitato da ban·
dieroni rossi e da vedette, ch e ver·
ran no ripiegati alla fine dei tiri.
Duran te i tiri, ch e saranno diretti
fronte a mare, dovrà rima ner e sgom·
bro il tratto di spiaggia antistante al
predetto Campo, non ch~ lo specch i.)
d 'acqua p er una profondità di cinque
miglia.
IL RESIDENTE
Dr. A. Anselmi
Radio Mogadiscio
Trasmetterà questa sera:
" ROMPETE LE RIG HE"
Programma speciale p er le ForzeArmate - offerto dalla R.A.I. - Radio Italiana. •
n notiziario verrà letto alle ore 20
precise.
•••
Domani alle or e 13,40 sarà trasmesso un programma speciale per bambini.
BOLLETTINO METEOROLOGICO
del 12 novembre 1952
Temperatura massima
. 30.5
Temperatura minima
25,4.
Vento prevalente E
Km.-ora 7,6
Maree per il 13 novem bre 1952
Alta marea: ore 1,00 ed ore 13,07.
Bassa marea: ore 7,23 ed ore 19.19.
•••
l
A..U.. ( 1;~;1;) ~~
!)•
.~
: J~
JWI
-~-' · L ).J~
LI l~
.
~v.
l.
.h.i
.
.:..t;)\1.1 eS~,.,. iWI <T ~l ~~:~ j.JI::JI
.;,t;~ ~l
~~l
4..41:..
J
~.)~
~.)~
f-.. . )~~ .r:t. ~JICJI
eS;~ I.Jt.!.ll <T Y
'J w
fiumi
Altezza Uebi Scebell a Belet Uen:
metri uno e centimetri dieci.
Y..J (~).l
cf
Spettacoli d'oggi
CINEMA BENADI R -
c Al Cavallino d'o-
ro • tn t.echnlcolor.
c Scritto sul vento • e cinegiornale d 'attualità.
CINEMA EL CAB - «Miracolo a Viggiù a.
e nuovo documentarlo.
C INEMA-TE ATR O HAMAR - « Ricordi perduti • e documentarlo.
S UPER CIN EMA - c Non volle dir di •i • e
cinegiornale Fox Movletone.
CINEMA CENT RALE -
Annunci Economici
DA AZAN ogni glovedl. sabato e domenlea
pizze alla napoletana. Ogni
cannoli alla siciliano.
***
Domenica prossima, come si é
detto sopra, si disputerà 1l u Campio
nato Somalo al Piccione ll col se-guente
PROGRAMMP
Dodici piccioni a due distanze,
m. 27, m. 25. Iscrizione So. so. I scrizione gratuita a chi int~nde concorrere al solo titolo.
PREMI
r 0 ) Coppa argento laminato in oro,
offerta dalla Soc. Tiro a Volo di
Mogadiscio - Titolo eli " Campione
Somalo 1952 di Tiro ~l Piccione ll.
Il 25% del monte premi in denaro
2°) Ciondolo oro ed il 25% del monte premi in denaro.
3°) Ciondolo oro ed il T ~% del monte premi in denaro.
4°) Ciondolo oro ed il rv% del monte premi in denaro.
5°) Medaglia argento ed il ro% del
monte premi in denaro.
Il monte premi è costituito dall'ammontare delle iscrizioni e dalla
somma di So. r .ooo ge11tilrnente offerta dalla Spett. S.A.C.A.
Regolamento FITAV .
. La gara avrà inizio t~ llC' ore 14 ,30
precise ed i sig nori tirat0ri sono pregati di essere puntuali poichè alla
fin e del 2° Turno le iscrizioni saranno irrevocabilmente chiuse.
Direttore di tiro : si. Cioffi Giulio.
Una doverosa precisazione
Nella cron aca pubblicata tert
proposito dell'arrivo del VIcario ADoa
stollco, abbiamo commesso l'erro·
re Involontario di non dire che n Ì
gruppo delle associazioni somate' che
erano all'Aeroporto per salutare 1
Dott. Oasbarrl. era a nche l'Associa
zlone Femminile Somala, guidata dalla Signora Medlna Mohamud Amlr •
con numerose Iscritte.
e
domenic~
DA HASSA NALY CU LAM HU SEIN telefono-
. • ~1
~~.).>.:11 4~;\jl
.:,t;){b ~ l
.1.\.·IJ
o.J_f'lll 4..éb.:.ll t_..)P.; ~l ":"~ ou
il..l 4..;1)1 J oa.:JI ~l.i I!C.i)J . o:>\"1
. ~.r Jt;.i
o
~u ~ik.:..LI
~.u. Ji_), ~,-~--J l.iJ.
Comando Corpo di Sicurezza - Sez. Commissarialo
Avviso
Presso questo Comando, 11 giorno 15
novembre 1952, dalle ore 8 alle 9 sarà
tenuta una raccolta di offerte per
l'acquisto dl q.ll 30 di tè e dl q.ll 8 dl
berberé (bes bes).
Gli Interessati possono ritirare presso questo Comando le lettere d'Invito
relative.
57 nuovi anlvl zonznrlere confezionate.
camicie seta colomte. seta • Fujl ». pasta.
di Napoli e sapone tipo Marsiglia.
VENDE S I sega circolare . tt·apnno completo.
tornto per legno e occessort molla smeriglio. Rivolgersi : PORRO - Libreria Impero.
MAG LIE
S PO RT IV E
BIANCHE
perfette
« Argentina » In tutte le mJsure tro,·erete presso Magazzenl PATRIA (vicino Superclnema) .
ME CCANI CO-MOTO R ISTA. dJsposw t ta•lerlrsl presso concesstont. orrresl. Rivolgersi: PORRO.
CINEMA MISSIONE
----------Giovedl: c FUGA A DUE VOCh
con: Campanlnl, Tlerl. Dllian e ~
baritono Bechi che mirabilmente
Interpreta le desolate parole dl
una bella canzone: c Senza albergo per dormire. senza soldi per
mangiare. fin che non fa giorno,
non cl resta che can tar e,_ una
buona musica unita a una serie di
Imprevisti divertentissimi rende Il
film uno del più allegri e dei plìl
riusciti.
Sabato: c IL RIOOLETTO , dall'opera dl Giuseppe Verdi.
Domenica: Il Technlcolor :
ROBIN HOOD In CANAGLIA EROICA.
- '
Le cavallette
E lementi del ser vizio nntincrldlco segnalano da Garoe lo presenM di lnrve ol
secondo stadio a Golgol Km. 80 ed a Gnrentik a 00 chilomet ri n nord est di Goroe. L'lnJestazione attualmente in nttò n
Cardo è sulla cn mionobile pe r Goroe, dol
quarantesimo b i setta ntcsi mo c hilometro
con venti chilometri di lnrgh<r.tza dn est
ad ovest.
V lt:imi a.~rJ-vi con aer e o, di
Fiori, Uva nera, Mele, Pere burrose, A ranci
Mandarini, Piselli e fagioli freschi, Sedani
Cavolfiori e cavoli cappucci , Lattuga Romans
N. 573 _
pag ina 3
Il Corriere tlclla
12 nò\ Cmbre 1952
~um a liu
DI GIACOMO
a Ma1..echiaro
Il
n~ito
Finita do t)I)<'O In gnl•rra, pa•«eg-g-iu vo
per 10 vie di Napoli tornand o col pens iero allo giovlncna ; e (]ucl dulcc mito delle
prime s pernn zc ~ dd primi nmori mi rlcantavn n cl l'onimu, con1c' ~ t>c~so nccnde,
co n la v oc'C tli un Po<'tn, l'il.: era In voce
stessa della mia d tt il.
• ·11e mpc fclk--c 'c ~hcllt\ Jo:ioH~nlù
J»rc -
~ti'
clcrnn
c cn etcrnn n un ~ -
qurruno nisciu nn \:'C tu ~ J)C'CÌC: cchiù,
<! niculc l'-'1re ~n ~ J)Q' mouru\ : ticmt)C t1'umntor<:•••.• .
11 mito d i ~l nn•chia m era ~ià ne ll'aria ,
quando &llv;ltore DI Gi:~como n e fece poesia. Approd:~ ,·ano a quella sp ial{gia fin
d a l Settecento le nllef(re • varcate • di
g itanti, e ne dà le~timonlanr.a Francesco
Cerlone, autor e vcrnocolo $e\tec.:nlesco,
in un'or>era buffa che ,.•intitola appunto
l'Os teria di )lar echJJr o. rra gli altri personaggi della (avola cerlonl ana si di~tln­
gue,•ano l'o~te Carla ndrea, predL'Cessore'
glorioso, annota Di Giacomo, del contemporaneo \ 'incem:.o, e la graziosa fantesca
Chiarella, prima lncarnadone di Cnrollna. :\lentre la bruttro ,·ecch ia moglie di
Carlrondrea re~tavn confinata In cucina,
Chi arella cautm·a t: s uonaya per g li av,·entori, e l'oste s i rnccom>l ndavn n lei
con qu esti \'ers i :
• Si Il 'ho..ic di n t'a li mauc
tu micttc té a
:o-r..c•w:ì.
AccorzCt, ~ioin nun,
a,('('orzu s ta lll\'Crna:
lllt,lg licr<.'mn i! n'hfi)Ìtr,
ta gente
(n
(ul l
tu, eu Mtuu.sc e grnzin ,
tu l'aie \la lrnttenè....
Fa tu sti cose n pi1o:
e:. po lo c..:ontropilo
tasse lo fare n mc ' •·
di una canzone famosa
- Non duce: dòce .
D'oce..\Il rlg ht.
- Un g iorno il poeln ''enne: qui u col(t·
zlone - seguitava l'oste, ritto occnntu
nlla t nvvla. Vide la Oncstru, vide l go r ofuni , vitll! Carolina c mise lutto nello <·u nzone.
d'on<Jre,
!\li;;!' ì\l nrr ri,-e. :Ila, parola
<tue l ca ro burlone l'avrei ''oiCnlicrl lthbra cclato! Che tuppè ! Quella ern la prima volta c he vede,·o Mar~chinro v miss
:\lary lo sa pen1, glie lo a vevo raccontato.
E la finestra .:ra s tata aperta di fresco iu
un 1nuricciolo, e sul suo cJo,·uu zalt:, in un
va~etto ,·erde era no garofani
di <JU('lll
c he crescono solta nto s u' cappelli delle
,tg-uore. \'er o emulo di Carlnndrea l
- Ccà sta Carulinnl - ,quillò una voce a rgentina e fresca.
E sotto l'arco della cucina appan•e uuo
glo,·anetLa e salutò. sorridendo. Era bruna , aJta, rosea. A ,·a nzò, porse al padre
una carta, ci salutò ancora una volta col
,.,orrlso de' suoi belli occhi scuri , e disparn~.
Ora l'oste ci presen tava quella co rta
un pia ltello e s 'inchinava.
- Il conto, e con la buona sa lute ....
In
•••
Erano dunque venuti c doJ)O •, la flne:;trella, i garofani e Carolina. L'Immagin e aveva fatto ,·ioleuza allu realtà . Le
semplici e melodiose parole ave vano compos to per sempre, s u quella riva, gli ele-
menti dJ un Idillio idE.>nle che sembrava
come un'idea platonkn.
l.u g cn""l tll ques to, come di tutti 1
mlt l, è rimn~l n o.<ntra. Se i versi abbiano prvceduto In mus ica , o la musica i
vt·r~ i, se Il poeta c Il mus icis ta abbiano
s tre ttamente <'olloborato, e dove, e quando, ~on o circostanze su cui non v'è certez1tl. S I sa di ccr lo che la c:lnzone fu pubhllcltln, In o<·casione della Piedigrotta
tssr,, dn ll:t Casa Ricordi (allora Di G iacomo aveva venticinque a nni) : ma s ul
luogo e la data dell'incontro con Tosti le
ver.,ionl son tante. qunnte le città greche
cht- s l vantavano patria di Omero.
H(J cominc iato dal. cavalier Piceda, di; igente della Casa Ricordi a Napoli, un
\'tcchlel!o compitissimo color dell'avorio.
c Tosti mi dice con orgoglio - era no~ln• c scr ittura to • . Compose la canzone
per 1:'1 Pledigrotta dell'85: ,·enne a Napoli on quell'epoca e s i incontrò n Capri
con Salvatore Di Giacomo. Del resto aggiunge prudentemente - s i può trovare CJUnlcosa nella collezione de c Lo
Gauet tn :lluskale •, edita in quel tempo
dolln n ORtra 01sa •·
- E la collezione, ca,·aliere 1
- Sono desolato, la collezione non c'\:.
Della collezione, alla Biblioteca Nazionale
e nlla Lucc hes!-Palli, nessuna
trncc in. Corro da
mio padre, che
ì: una vivente enciclopedia di memorie
loca li, e ml dice con s icurezza di aver
dCJvl'<~e prt'é~i•tcrvi
,·hto J)i (;iocmno In nnsie, fe r mo all'an~"'" di vlo T!Jicd'> con un a , trnda sc:c<,nd<~r lu , In ..e ra dello prima r;tpprt•sen-
taziunl! di .\ <,wnta Spin.t. Qua nto alla
c·anzonc è meno l ' CCV>, ma r ill(•ne C'he sia
stata <'Om tx~tu, dal l'c.ew e dol Mu.,icl,ta
ln,Jeme, a l • Caffè T<•stu d 'art• • r impd l<l alla via dei Flurc•nl in i, )t) ste•so di cu i
p.trl:l DI (;iot·omo nel MIO "aggi<> .,uJ Quar.o lltol l<> t·ome d i nn ceuac<,lo di intelletlua Il ddinitl • pennaiuoll • dal J3or i>OJ
n e.
Dal caflè c Tt•slu d 'oro • · fa moso nello
scorso ~l-col o pe r h.: pagnotte di Jaue a lla vainlgli:o e le ta~sallne ulla siciliana ,
Enrlco De Leva, il mtL~ic lsta di c E' s t>iugule frongc..c • • mi gu ida poco discosto
n el la trall<>ria c J g lnrdiul di Torino »
(Siamo - postillcrù mio padre - a vico
Tre ).{e mtm ero 00). Le note di un fla uto
s tonato t•he facevo parte di una piccola.
comitiva di MIIJil atori ambulanti lns ls te\'n no ogni ~era ne ll'a n imo di t:rancesco
Pnolo Tos ti, qunndo freque ntava In vecchia trattorlu negli a nni delle ris trettezze: quell e note furono riprodotte pii• tordi. Integralme nte, nel pre ludio di )!a rechiaro. E di ciò non v'ì: dubbio, poichè lo
stesso Tosti ne parlò a De Le va , os piroudolo in una sera piovosa di Londra. Ma
l'Incontro con il Poeta ? Ne h o c hiesto
alla s ignora Elisa ;\viglia no, ,·edova Di
G iacomo, e non ha saputo dirmi n ulla.
- E' un periodo della sua ,·llu che non
conosco. Ci s iamo incont ra ti soltanto nel
1900,
pote,·a es•t-re - aggiu nse :~ ffet­
tuO!.amente, indlcandomi alle pareti u n
disegno del pittore Paolo Vetri - quando
scrisse )!a rcchiaro. DI Giacomo s nello e
nen ·oso come uno scu ltura di Gemito, col
capt>ello a cencio l<u lle ventltre, sorride\·a
mal inconico da l dolci occhi della sua gio\'inezza. Era quella, s enZ<"' alcun dubbio,
la sognante Imm ag in e del tempo m cu i
cecteva Jllar echiaro t>er sole venti lire: e
il rammarico di n on nverio conosci uto
così. d non nvrn e condivi so per inte ro n
~egreto um ano, t~neva . la Vedova assorta.
~In
Dall'antico intrc<:cio Il Poeta ha tratto
i primi eh:mentl per la s ua canwne. E
ha cantato il luogo senza vederlo: non
era mai !>lalo a M:orechia ro, ne celebrò
l'incantesimo t>er assoluta divinazione
de lla (anlas ta. Sicchè Il mistero di quelle
acque serene t>nn•e t:o nfidars i oaturalmente ai ,·ersi e alla mus ica c he ~anno
cummosso Il monclo.
•••
Ascollate ora da Di G iacomo 11 raccon-
to del su<J primo Incontro con Macechlaro:
c Tempo fa , in uu giorno d'aprile, una
piccola navicelln a vl•l a mi portò J>er la
prima volla la~giù su q ue ' lidi che, sen7.n conohte rll, avt-1·o ca u to lo e celebrato....
V'è accndnl<l mal di ri trova re esistenti
le immagini a c ui dell e furma e vita la
vos tra fantos la ~o l ome nte? 1\ udlre la
picc;ola e J,iundu mi,~ nlla quale un mlo
amico, proft:ssur!' a Cu rnbri(lge. aveva indica to me c•mH: ' "' cicerone opportuno
alle e;;cu rs lonl p:o rte nop<.'é, mi s arei, fra
poco, trovato al co.' )ll:tl o evidente delle
amt)rr ~ . l , 4lt•lh JWr"'ouc ch e i versi
della mia cantQnc• avevano g ià, s ulla morbida nenia del Tosti, quas i fa tto famose.
La piccola floe~~ra e il vaso dc' garofani
e Carolina, tutto
q u<'Slo, dunque, e ra
per apparirm i e ~\'t·lormisi a mome nti,
vi vo e vero ?
- S iamo a rrivati, d(•ar s lr ... - l\lls~
lllary ora leva\•a g li occhi dal suo Stcndhal c· he s'ero messo a leggere tranquillame nte dur:mt e la truvers:tta, e m'indicava <1ualcosa d1e ~ubi lo pigliava forma.
- l\larechi.Jr<J
annu nziò miss l\1ory ...
t .a harca s'arrchlù e delle fondo in un
plccvlo ~cno. uno SJlécchio di chiare c
<tuete a cque che l'opero
de ll'orm eggio
turoo ptr t ~<>e<J.
L<J riva t:k~endevo. 1\ssorgcvano da lla
ri va i wirn l gnul lni d'uno se<~lettu scopertu <· :il sommo de lla scale lla era In
terru na dc ll 'ostcr in. St: nthravnno sepp<'llltc ncll 'o~re11n Mtflill• le origini dello ~C'n­
la; I'<J~tc·l'ia, l u!tt< IJitllt cu, porc vu 111111
fubhrku uutica, t• qu el lido so lutlo, qnns l l>i;~r<.'ltl, frH:cvu pt·IIMo'l'e n un n. m nrinn
mll<JIO!{i ~u ...
La flnt:strn '\ qu<·lln, e quello è il
vuso df'' gorofunl.
L'oste lcvovu In mnno e norme, dnlle
unghie lucenti di gr11s~o, c i11dkrovn.
l\li ~s illury dornn11dò:
E Carolina ?
- 1\h, ve· vene servenno - disse Vincen,,.
E chi:H11IJ :
- Carulll
)1J ~s )Jnry •cand ivo :
- Scètot<,, ca l'urla è duce 1... Cosi, non
è vero ?
IJRJBUNA
I1~rigctzione
Ho letto con Interesse lo scritto del
dott. Falcone « Legislazione sulle acque In Somalia ,. pubblicato sul « Corriere ,. dell'otto corrente, col quale egli critica quanto io scrissi sullo stesso « Corriere ,. del giorno 6, e ripeto
l'ho letto con interesse In quanto sono
d'avviso che proprio dal cozzo delle
opposte opinioni sorge generalmente
la soluzione giusta dei problemi: sol
mi dispiace Il tono di personallsmo
che 11 dott. Falcone ha dato al suo
scritto. Avrei desiderato una maggiore
serenità. ma non sono disposto a segulrlo sulla sua strada.
Mi taccia Il Dott. Falcone di aver
guardato il problema della Irrigazione
delle terre lungo l'Uebl Scebeli sotto
solo alcuni semplicissimi lati, e con
Immaginativa tutta mia particolare.
Certo In un articolo per un giornale
non si può complicare troppo le cose,
specie In un campo squisitamente tecnico come questo. anzi se debbo fare
ammenda di qualcosa è proprio d'aver
esposto fin troppe cifre che avranno
annoiato anche qualche lettore. Ho limitato volutamente Il mio studio alla
portata del fium e ed alla possibilità
di utilizzazione della sua acqua tenen do r.onto del bisogni sia di Afgol, che
pure mi Interessa di più, che di Genale che pure mi Interessa meno, scrivendo con la massima obbiettività, ma
quanto alla « Immaginativa ,., vorrebbe dirmi Il veterinario Falcone dove
l'ha riscontrata? I numeri da me esposti sono per quanto ne so precisi
e desunti dalle pubblicazioni consultate, se qualche errore cl può essere
stato - Involontario, e non di Immaginazione - me lo segnali e rifarò l
calcoli e n e trarrò eventuali nuove
conseguenze, ma non mi venga a dlro
che è assolutamente da scartare la
soluzione da me proposta e non originariamente mia come ho già scritto. ma derivante da proposte precedenti. Solo che lo le ho modificate,
leggermente ma sostanzialmente, 11
che .11 dott. Falcone evidentemente
non ha capito, forse ricordando le obblezlonl alla sua proposta di alcuni
anni fa, precisamente di una diga fra
Atgol e Genale.
Io ho proposto una serle di dighe,
Inizialmente due, poi quattro. poi volendo di più, ma penso che quattro
siano più che suflìclentl allo.scopo almeno per molti anni, ma le dighe che
propongo lo sono da tenersi aperte per
quasi tutto l'anno e da chiudersi soltanto al momento In cui la piena è In
avviata decrescenza. Limitato quindi
eh~
Cii articoli
compaiono
in Questa
rubricae
POUOno
non ris~~Cttbiar~
l~ id~
del giornale
sono r>ubblkati solto la reswnsabitità dell'au·
tore. La mancanza di com.m enti ~-itoriali uon
avrtl valore n~ di c:on~so n~ di dissenso.
IJ BE1\A
Lino Curci
dei campi perr Afgoi .
minimo Il deposito di limo sia per
e con un sol colpo di penna, senza tener conto di nessun altro fattore, dil'acqua di decrescenza è molto meno ritti ormai acquisiti ecc. ecc. ma è opricca In limo di quella In-aumento, fi- portuno ciò? Nel caso specifico è opno ad essere quasi llmplda in magra. portuno far morire tutta la rigogliosa
cui devesi aggiungere che ll già mini- agricoltura che sta sorgendo In Afgol,
mo deposito verrebbe automaticamen- far morire In altre parole A!gol, senza
te ad essere asportato dalla stessa ac- nessun vantaggio, e ripeto, senza nesqua della piena successiva, acqua In sun vantaggio per Genale?
arrivo, veloce. quindi erodente e con
Ho già dimostrato nel mio articolo
paratie aperte: In sostanza nessun precedente che anche ln periodo di
pericolo di Interramento del fiume, magra, con portata media nel periodo
salvo qualche minimo angolo morto al di 10 mc/ sec., con quattro giornate di
lati delle Imboccature dei passaggi.
acqua del fiume si possono bagnare
E circa Il costo dirò che c'è modo ~ · per le tre volte necessarie l 1.000 e gli
modo di costruire: ho aflìdato ad un Ipotetici 1.500 ettari di bananeti di
Ingegnere Il calcolo della spesa per Afgoi. Nello stesso periodo rimangono
cui non mi sentivo competen te, na- disponibili per Genale altre 76 giol·turalmente calcolando una costruzio- nate. e non è poco!
ne fatta con le massime economie e
Aggiungo, 'poiché mi piace essere
col concorso di tutti: ma Il costo tosse
anche Il doppio, la mia proposta di un preciso. un altro dato rilevato p er
somalo a quintale sulle banane spedi- l'ACCA pochi giorni fa. Le pompe
te da Afgol e da Genale lo coprireb- messe In funzione nel territorio di Afgol. durante e dopo la guerra. cloé
be.
contare l'Idrovora governativa
Ringrazio ancora Il Dott. Falcone di senza
della concessione Helman, la quale
avermi precisato la zona In cui si vor- d'altronde
sposta di poco i risultati.
rebbe fare Il bacino di raccolta. seIn complesso 27 per portate di
condo la proposta In corso, e la misu- sono
prelievo variabili da litri 5000 a litri
ra che grosso modo me ne ha dato, 2000
per minuto primo, e In totale
parlando di migliaia di ettari di « ba- pompando
Insieme darebbero
gna-asciuga ,._ Tale misura conferma 105 mila litritutte
al minuto primo, pari a
quelle pensate da me e mi conferma circa 75.000 metri
cubi per ~:!ornata dl
quindi nelle mie conclusioni. ma per 12 ore. Ma non pompano
mal tutte ascarità non mi venga a parlare Il Dott. sieme, n~ ogni pompa lavora
tutti 1
Falcone di vantaggi: altro che fortu- giorni del mese, al massimo lavora
per
na per gli autoctoni! altro che zona una decina di giorni In media. Il preper pastorizia! altro che zon a esente lievo d'acqua medio mensile è quindi
da trlpanosl! ... proprio li si creerebbe di mc. 750.000. Semplice un calcolo dl
Invece una zona presto Infetta, e belIl risultato è che 11 pomla grande, con conseguenti necessità ra1Tronto:
di Afgol toglie al fiume la pordi prevenzione e lotta contro la ma- pagglo
lattla,e mi stupisco che proprio un tata media di meno di un terzo. dico
vetet·lnarlo mi faccia tale afferma- meno di un terzo di metto cubo al secondo, quantità Irrisoria anche per 1
zione !
periodi di magra massima.
E veni amo all'ulthna parte.
E di tanto si lagnano a Genale. ove
Delle Leggi citate dal Dr. Falcone,
una sola Interessa me, per Afgol: !l l'acqua è nel can ali In permanenza e
Decreto G. G. 7 sett. 1938 n . 1069, n el- ciascuno sl serve come vuole, eccetto
la parte c piccole derivazioni , . In base solo Il periodo di secca? No. la guerra
a tale disposizione tutte le prese d'ac- contro Afgol ha un'altra origine: l'acqua devono essere autorizzate, e cre- qua è una scusa. lo scopo è di giun gedo che nessuna delle nostre di Afgol. re ad eliminare la zona di Afgol da
che sono tutte prese dirette ed auto- quelle di sfruttamento agt·lcolo specie
nome lo tu : ma bisogna ricordare che bananiero, perch~ ogni possibilità di
c'è stata di mezzo una guerra. nonché esportazione di banane chi! non tacun lnLcrregno di vari anni In cui le cia capo agli attuali monopolizzatori
disposizioni del tempo precedente so- di tale produzione, costituisce un peno state dimenticate e sono ormai de- ricolo ed una dhnlnuzlone di guadacadute anche se non umctalmente gni.
perché l'Autorità Inglese non ha mai
Ma questo è un altro argomento che
voluto senUrne: c leggi fasciste del- potremo eventualmente trattare altra
volta.
l'Impero •· Ora se si volesse rlchlamarlc In vigore, l'Autorità lo pot.rebbe
Dott. Ma rio Gnrlno
al
11 minor tempo di deposito, sla perché
~T OTIZIE
IL VIAGGIO A WASHINGTOH DEL MINISTRO O[Gll ESHRI INGlESE
Eden chie~erà al nuovo Presi~ente USA
~i inclu~ere l' lno~ilterra nel Patto del Pacifico
LONDRA. novembre.
Il Minlst ro degli &tcri Eden si prep:un a partire per New York e Il For<'lgn Offic<> ho preparato i memOl'lali p('r le conversazioni che egli avn\
con 11 Governo americano e In pnrttcolar modo con il nuovo Prcsldt>ntl.'. In rcnlt:\ a Londra si spera
forternN1LC che Eden avrà modo non
solo di discutere l problemi più urgenti, ma di fare una trasfu:.ione di
buona armonia nel corpo indebolito
dPlle rC'lazionl anglo-americane.
Il problema che sopra tutti gli altri preoccupa Londra, è quello della
Psclustone della Gran Bretagna dal
Patto del Pacifico fra gli Stati Uniti.
l'Australia c la Nuova Zelanda: I'Anzus.
La rnglon d'essere di quel patto è
perfettamente chiara ; esso era stato
offerto dagli Stati Uniti all'Australia
e alla Nuova Zelanda come una asslcm·azlone contro ogni futura minaccia nlpponica. Nessuna obblezione poteva essere sollevata dalla Gran Bretagna. Ma le tre parti contraenti
terranno delle conferenze annuali per
discutere questioni di mutuo lnte:esSC': e non basta alla Gran Bretagna
sapere che essa sarà informata di
quanto è stato deliberato.
Eden dovrà far presente al Governo americano che non soltanto l'esclusione della Gran Bretagna da
questo patto e da queste conferenze
nuocerà alle relazioni della Gran
Bretagn a con quelle due nazioni che
solevano chiamarsi Domlnions dell'Impero Britannico; ma dirà altresl
che. senza la partecipazione della
Gran Bretagna nessun patto difensivo nell' J\sla sud-orientale e nel Pacifico può essere contemplato, perchè
la Gran Bretagna possiede ancora !a
più grande base navale In quell'area.
a Slngapore. ed ha una posizione basilare nella Malesia.
Ma, ad Interrogare gli ambienti americani si ha viceversa l'Impressione che Il signor Eden si sentirà dire
per la prima volta la ragione nuda e
cruda per la quale il Governo americano aveva escluso la Gran Bretagna dal Patto difensivo del Pacifico:
e cioè la paura che portando la Gran
Bretagna dentro questo patto, l' America si sarebbe per contro impegnata
a garantire appunto la . Malesia e
Hong Kong. Questo non era mal stato detto prima. ma è la vera ragione
per la quale gli americani Insisteranno nella loro intenzione di tenere
fuori la Gran Bretagna dall'Anzus.
Per parte sua Londra sta muovendo tutte le sue pedine presso l governi de n'Australia e della Nuova
Zelanda ed è sintomatico apprendere
proprio questa sera che il Primo MInistro australiano Menzies, prima di
recarsi a Washlngton il 16 novembre
per le consultazioni annuali deii:Anzus, avrà una conversazione con
Churchill sulla opportunità di ammettere la Gran Bretagna nel patto.
L'altro argomento importante che
Eden discuterà a Washlngton, sarà
quello della tensione che si è venuta
creando nelle relazioni tra la Francia e gli Stati Uniti.
Londra, dirà Eden, è sinceramente
preoccupata dell'aprirsi e allargarsi
di queste crepe fra gli Stati Uniti (::
la Francia: divergenze che, se dovessero perdurare e intensificarsi avrebbero delle serie conseguenze per la
politica britannica in Europa e nello
stesso ambito del NATO.
Com'è noto. le divergenze tra Par igi e Washington sono dovute In
primo luogo al fatto che Il Governo
francese non può Impostare la sua
produzione di armamenti su un bilancio precipuamente finanziato dall'America, con erogazione d! fondi
annuall anzlchè con assegnazioni di
due o tre anni antlclpatl, come vorrebbe la Franela.
Un'altra causa di attrito fra le due
nazioni è quella della Tunisia e del
Marocco; e cl risulta che Eden appoggerà In pieno la Francia contro
l'Intenzione americana di sollevare ~e
QU<'l>tlonl della Tunisia e del Marocco l>U Istigazione del blocco araboasiatico. Ma, come già detto, dletto
questo problema contingente, l>ta Il
de~;lderlo Immanente
di Londra di
veder r insaldarsl la buona armonia <J
la collaborazione generale angloamericana che era andata deteriorando per tutta una serle di visioni
antitetiche s ul problemi mondlal! e
basilari della polltica americana sl.a
verso l'Oriente che verso l'Europa.
Basti menzionare la completa dlvcl·gcnza di vedute degli Stati Uniti c
drlla Gran Bretagna s ul problema
N. 57:S -
Il ·Corriere della Snmalia
12 noYcmhrc l 952
dell'Estremo Oriente. elle l'America
considera la regione dove Il comunismo dev'essere scon!\tto prima di
qualsiasi altra parte della terra. mentre. Invece. la Gran BrC'tagna, tanto
socialista quanto conservatrice. è
convinta che H rompere• le relazioni
con il governo comu n ista del la Cina
significherebbe spingere sempre più
gli asiatici nelle braccia di Mosca.
SI aggiunge a questo Il senso di
malessere che non è mal completamente scomparso In Inghilterra per
quella che gli Inglesi chiamano l'incomprensione dell'America agii sforzi che la Gran Bretagna aveva fatto
per sanare economicamente l'Europa
prima ancora che si Iniziasse Il Plano Marshall; e a tutto questo si aggiunga ll malcontento. quasi Il senso
di offesa, per Il rifiuto costante dell'America di dividere con la Gran
Bretagna i s uoi segreti ato mici, e tut ti gli altri attriti minori causati dalla scelta del comandi della NATO.
Insomma. Eden a Washlngton dovrà metaforicamente ricordare agli
americani le parole di Btsmark che
c Il fatto supremo del secolo XIX era che la Gran Bretagna e gli Stati
Uniti parlavano la medesima lingua -..
e dire loro che questo fatto rimane
ancora supremo nel secolo nostro.
l'ACCORDO GERMANO -ISRAELIANO
Rinviata la decisione
sulla nota tedesca
CAIRO, 11.
L'amb.~sciatore
della Germania Occident:•le al Cairo ba consegnato al generale Naghib una nota re lnti\'a all'accordo eli
riparazioni germnno.l'traeliano.
Il comirato politico d1•lla Lega .\raba
con -idera assa i incoraggiante il contenuto di tale nota, infalli, il generale Naghib ha annunciato che la decisione .finnle !<ull'argomenlo lu ques tione è stata
nuova mente rinviata per permettere un o
studio approfondilo dell a nota tedesca.
l.;"' ~!l ..d l ~~-;.~ J ~.r \'1 ;~" 'ÀA
.:..\fl \.a..l rJ~ t( , ~;)\~t-i 4-'~ '.;:z...
4:t1.4•JI ~bl-ll J.a~ lS..::,\.411 Ì..>.:ll
. )l..l('l..\i )\.ai (~ )~\Il :i.bUI
f
1
(.5.)1_a:;')I.)J1:l\ .fU-.1 J..Ull ~l
t. J'"' .À;_, . L:~l
0~ .;..).. .:.r ;._(1
o.)l"-:"11JI
~~
J
rWI f tLI
l~~_,.., J l ~,.) loA:; l ~~
l.,A.,AO..:A
.i·,
ri-·~
o j
~.Jb\1 jl r.l•11
4..-1 \1, "'::l
•
j_;... ~J
c;t :.A
4... u...;
.; ) ,~ J
<S,.) \.A:; )Il .) _,1:11
.;~ \_1\
4:...1
J lrJI
J::-...
~~
4.-J l:ll
4~;~11
);..•\; <.>,j}l
...
J_,>
~ _;~ '-'c\} IJ 4c.l;jl_, 01:1 ~~
t> ,;:.li L..
~blA.i ~! j
•••
LONDRA, 12. Il Pri mo l\lin istro
Church ill ne l vinggiu che farà a Wa"hington. s<~rà act·ompnc:na lo dn l Cancelliere clello Scacchiere llutl er. Tale vingglo t- stato dec iso in sC'guito ad uno scambio di lettere av,·enuto nei giorni ;;corsi
1 rn il Primo ;\linis t ro brita nnico ed il
nuo1•o Prt>!>idcnte degli Stati l"niti.
LO~DI<.\, 12. -
.\Ila fine clt•l mese in
a1·rà luogo a Londra la conft'ren?a
dei Primi )Jinlstri del Commonwea lth.
~el corso dei lavori ~arnnno tr:.ltntc le
lJUI=-tioni concernenti le re la~ioni ang!onmcrlcan c.
cor~o
•••
lL CAIRO, 12. - E' s tnla pniJblicnlo
una lis ta di \la4 nomi d! condunnoli polil ici c he sono s tati lib(•roll in ba'e alla
:mmi~tia decreta ta Il 12 ottobre scorso dal
Cun.;lglio dd )Jinl~t ri.
•••
lmLL.\ COREA,
I•RO.KTE
12. - Le
ft>r/e delle Nazioni UnitP hnn no rlco nqui"t'lto le due p(hi-.ionl perdute nei
giorni scors i ~u l fronte Orientale.
•••
TOKYO , 12. -- Jl primoge nito deii'Jmpcrotore Hiro llito è s tuto uftìdnlmen~e
proclamato Er<·de n! Trono. l'cr l n prima
1•olln i lradi7lonall ril i di'Il n l'crilnun in si
~ono svolti ulla preSI''"" de l dipl uon~11 ici
:-.l rauicri.
•••
RO)I.\, J2. - Nel I!IS1. si hVol~e r:\ n
Strn,IJu rgo In Ficm EurnJI<'n clel!n pro.
duttivitò.
...
ì\111..\l\'0, 12. - lln lllHW'• cl<'lt•·olreno,
r ht• cutrerà pross lmnnwnle in es<:rdzio
quJic fco·rovie iln lion e, ho rn,.giunlo, scn?a cllfficoltà, in una provn i 2<10 Km. ora-
ri.
.;~)-t
.:..:...
01
o.)\-
~.IJ_ l 0'-
Jl
Jb..)l
:i~~L..:':"'~I, ~,.)~;~1_, ~YI
. y~.J.Q! ~4:!1_,
\.4~\' ~.).!.;l{
,J'-
~l:oo.À..-
o.U.
...,..1~ .:.,\:-"_,:J
j \:Il <S ~:-11
J.. ~_ll ~:Il ò~)-1
J. ..J4:U .:.t.. ..\~ ~!l,.,_,li
. ~ L1:~1 ~_,Il o;l.)~l ~.,\j <5~1
.); jl ~
j
P."
.:..b:~
Jl 4i:,.:_,JI
c.r
c,;\ ~I_,II J
)l
Jf~
..:.•.otll l.r
~
_,,_;l ->-·! ò;bYI
t>J-'J,all ..:..;_,JI <SI- 4~ L.. _,li ~~
~\; j .::..~... _,:!\ ~ ~( ~~
c> l)
.h1~1
4"~,)
<.5 l )
t_~J J l
Jl.rl J l .).ciJ.-1 4~Li' (.51) 61.;11
dl:.A
. u4:~ l \~..;, J ~L.. j l '-""~ ..:J~., y
d'
c; J
-!,,.711
"'
~
~ \.~ t( . ( ~~-'lÀ:.
'~;..1 tJJ.!.ll
~
'\)':"' l
( ,) .#-l
u ;.l.~ <S ,jJ l 4c...all t_.J..::. _,..
(.r
~..:.!.1\ d.A!_,l l a--~i:~
Jc
t-'.;!.1 ~,;Af,l
<.5 J.
.uJ
~~\..,_,li ~ .::.. \:""' ,; .;..AA;\
'-'.-:1;~1 '-""~' J J~:ll rlb J~
ifl.;..~~ ~i-tG
J-ll_,
Jl u- ..)~ .:.~.h. r~ J..ull J ·~ ~ L <S~~~ ~L!I_,
J=· .;_,.!.i:ll d..c.~ ~~ ~ e~ <S,j},
r.t' .:.r J, ~~
u
~;JI.ll
~,:.11 0 .)
. <.>,•jl_,
J l JlJ..I ~ ~
J
. ~~;..IJ .;).J.a!
rlb
.f.,~
o.).:. ~..
.:..\t.;..l;l
~I.J:.... ~,.,.J-1 t.>.):. .. rl~ .i>;. ;>Ì ~~Il '-""Il~\ <f':-;_ J ,~l
.;JlJ.IJ
<..S... J..>.11
01..>.;11
L.l
'J~.4:._1i c;).!l Lfl....~ Jll-1 ~0-:1;:..., ~l.l.;]l
-:-1_;11 j
J_,...,_, fo
lA-&-
~Il
~,f':/\
_
J ..
o.l.:)\
1).. ()"':l
t' ,;Ali
J~ J:. 0 c. _
~ ~~~
~Ali rlJI
\".oY"
~~ . ,;..::.I.J!.-1 j
J l ..:..c..)_,
o~~ll .:.\~.;,..i;)'\
~4~t_,ll ~~
\t,..u; ..>.:À11
l.S!I_, <S; \.!.:.....')l l ~~l
'-""~\
'-"".J.) . ~~
,;l.:.::..J.I
.........a....
• 7' lo..ii ~l ~). 0 t:- '-""'~1; )Il
Jl
~.l,:tz ~c,_,:. .. ~ ~ ..:.-:1 ~~LI
c::: 1J_,li=:~ .;) . >~~ J· ~ v=~ l.~,
~.Jt-. ~.)'
,:r
._.!.
4_;
c!_,;._
<S;L!.:-~\
~~~
~l:-""fJ
_,\
0!~~ _,('"~
4: .. 1, .) o..>lcl
c_-A
4.:.. ~~ \ •.?.- éJ_r.ll
4il Jl .),...!:-1 .)\bi .::...41 )
~..:~b!
'-"":'
f
~c
J~; ._;C1_, . ~l:.l \ 4.,4:;11 "-:";\.Cll_, "-:"~ l(u . L...jJ .:t.::'~.J...JI
~~
J
J:"' u ~ ~
"'t; t! .):.li J\ 0 ... J _,..u.ll ~
4; l t( <S.);..i J~ \À; ~~.l,.A;j J _,:~ -..:.._.,l ; )t.. ~.:~ 0~ ' .;.it ij
Jl
..:...1....
. ?,-Wl
r
.i;i\ ~ ~'. Jl
Jc. _ \l'>. ~ l
~
r~'
0
..
.J...J}
0~ ...\C'-..
1.>.,_, . ~;bi
~t~
·~\...._,li .f~ .:.,~... .J; J·':"' J .::_.;_,li J! 4~j.(_;11 ~ 1("11 Jc. l_,..,\; J~l
(.)'" 0
..,;l Jl_, , .>.~'
C;
c. . _,.
.:,.~.., .J:ll ~l ~:.> , ~ .J~ ~ \,.j_ .Ai;
.;;l,)~ l ~l y
c: lS.!..:i;
..:.i l( ~HAi
.
lA.;"'.J':"' j
J l .::..,)•l Jl
~~J
•
L
~l ~l.._..AJ.I ~.·tG
- . . . .)!- .l ..r.--l
~ .#
.Mi J
~l
~_; , }..~ .;.)~~.. ~;bi ~..)i c;l
. _,kill
rlt<.j~ L.. ~ ~~l
pe:r Autocarri
9.00xt6
32x6
36x8
kJ
f.f
.)~~l J ~o.:~ll j
•••
U>NDR.\, 12. - 11 )fnn .... dn llo 'l'lto ha
.ll'<'CliOtl> l'lm·ito del Go\•., rno brit nnnlco
eli rt-c:tr~i a Londm.
r'-
.;.; -'
.J.il
L-' (4:cf;jl u )...ll\
4~UI
NORD-SUD-EST -OVEST f «_,ci _,~ID ~~a. c; (.çJ;..I .;J,. ~~
TEHERAN, 12. L'ambascata degli
Stati Uniti ba re5o noto che 1'.\mbasclatore Loy Hender~on ha a vuto un colloquio con il Primo ;\linlstro ;\ltxsadeq e
ne · :1\'rà un'altro con il Pres ident·e della
Camera iraniana.
~A
1
~.l.t. \~ L..J,., r"'
u-IJ l t. J .)!.JJ 4~ ~~Il
0~,.)~.:11 J ($ p..\ .:..l;:-i
.:.. t~.J;
r'.
r
.).À~ J ~
c,T
•\~i
o I.J_i.
lf ..\Cl
J~jl é..~.Jll t_J_,.!.ll ~~...~
-'-'-J.>J.I
j
..)~..)4:! 1
~·-)
.)\..l~f
oJ.I>
,) '.l-~ 1
..:...~ J':"' l l.SII .:.. \... l.>j \ t;': .) ~:~~l
4;CJ_,
f
tJaglna
- t0.50xt6
34x7
42x9
CONSEGNE IMMEDIATE
liPneumalico Più 'Yendulo nel mondo
_§~.I.E.M.A. Croce del Sud
Jb L:..
t _,.rJ.I "':"'Y.J
~ J~,)~ ~1_,1~ 1
01 . dl.:.a.Gll
'.:..""~' ~ JY-.1 r\12.:11 J .:..~ h·:J'
.:.."l •
JIJ
Jl
.l...:! l
O.l-A
0A
"'t •
éjJ
..i':'" 4,T'•
4~-.:1 ~ ~l.\"" ~ ..:.:..:... 1 ;,· .J~I
~..\.u rJ~ ~]J .;~41 ~~;~:> ~~
~ J~ll o.J.t!
i .f·~J . <S .);,.l
ò./
IL CORRIERE DELLA SOIALIIl
QUOTIDIANO DI MOGADISCIO
1
L--------------------------~.......1 GIOVEOI13 NOVEMBRE 1952
Direzione: Telef. A.F.I .S. 30
PUBBLICITA' : Agente Porro, Tel. 98 ~ Tarlffe: per cm. 4.1 alta.z.a,larp. ~ col.• ""- AIID Ili. N. 3'74 . Prtzzt10 Cllt.
MOGADISCIO
Redazione: Telef. A.F.I.S. :n w Pubblicità So. z,so, Necrolnai So. ~. Cronaca So. 3 • Bconomtct: C~t. ~5 • paro- ~
T
~o·
.:.~•-•
Cronaca:
Telef. A.F.I.S. 21
la, minimo "xo parole. La Direzione et rte'"a U dlrltto di non accettare •lt or<U.II!
ABBONAMENTI -
(Numen· arrettati· il dopp_loD
Annuale So. 30 • Semestrale So. 16 • Trlm.Uale So. 8,50 • Aanuale, ridette, ,., nfflcl pubblici Se. !5
Al Consiglio Territoriale
La modifica di un articolo dell'Ordinamento Giudiziario. l/ rinvio della
discussione per una concessipne edilizia. La nomina di una commiss ione p er lo studio della legislazione terriera. Da oggi la discussione
di quesiti non iscritti all'ordine del giorno della sessione. /1 Presi.dente si compiace con i Consiglieri per gli ottimi risultati della
sessione e con i due Vice-Presidenti per la competenza dimostrata
Allt> ore 9 Il Dr. BENARDELLI apre
Ja seduta. Invitando Il Consigliere ISLAO OMAR ALI ad assumere la presidenza e pregando U Relatore del
primo argomento all'ordine del giorno di oggi di volerlo Illustrare all'Assemblea.
Il Capo Ufficio Affari Giudiziari e
Legislativi, Consigliere di Corte d' Appello CANNAVINA. in funzione di ReJatore chiarisce al Consiglio le proposte modifiche all'axt. 9 dell'Ordinamento Giudiziario per la Somalia.
.L'articolo prevede Infatti la facoltà
per il Commissario Regionale, limitatamente al territori della Mlglurtinia e del Nogal, di delegare di volta
in volta, al Residente competente per
territorio, Il giudizio per l reati indicati nello stesso articolo.
Questa facoltà di delega venne prevista per agevolare e favorire la sollecita definizione del procedimenti penali in quelle località particolarmente distanti dal Capoluoghi di Regione. sedi di Commissariato.
Si riterrebbe oggi opportuno estendere questa facoltà di delega a tutti
l Commissari Regionali, In modo da
rendere più spedita la celebrazione
delle cause penali di loro competenza,
ed evitare cosi eccessiva permanenza
in carcere del detenuti In attesa di
giudizio.
Non si riterrebbe però opportuno
delegare l Residenti In quel Commissariati nel quali è stato nominato un
sostituto del Commissario Regionale per l'esercizio delle funzioni giudiziarie perchè In tali territori verrebbe
a mancare appunto Il motivo per Il
quale si vorrebbe concedere la delega
al Residenti.
E' stato pertanto predisposto dall' Amministrazione uno schema d l orò.lnanza che modifica l'art. 9 dell'Ordinamento giudiziario vigente.
Aperta la discussion e, prende la parola li Consigliere HAGI FARAH ALI
OMAR che, sostenendo la sempre
maggiore Indipendenza della Magistratura dall'Autorità polltlca ed amministrativa, chiede come l' Amministrazione intenda conciliare la modifica odierna con 11 principio di Indiporri 11t. <.t l' consiglia l'istituzione di
altri Giudici di Commissariato e di
Residenza.
Il Relatore chiarisce che si tratta
d! norma provvisoria In attesa che
vada in vigore Il nuovo ordinamento
giudiziario. Il Consigliere HAGI FAR!'IH ALI OMAR dopo questa comunicazione esprime parere favorevole
alla modifica e, dopo di lui, Il Consigliere YUSUF NUR ISLAM che raccomanda, Insieme con Il Consigliere
DHAER SET GIAMA, la temporaneità dE'Ila disposizione modltlcata. Dopo
un Intervento favorevole del Consigliere DUALE CAIIIE, prende la parola Il Consigliere SCEK MOHAMUD
MOHAMED FARAH che Insiste sulla
netta divisione che drve esistere tra
Il potere esecutivo e quello gludlzlaI'IO, Illustrando le eventuali Incompatibilità che potrebbero sempre sopravv!·nlrc tra Il Residente In funzioni' di gtudi<'r c l'amministrato In funzlon<· di part<'. H.accumanda In modo
particolare la temporaneità della modifica ma conoscendo bene - dichiara - gli Inevitabili Indugi della burocrazia, dubita dell'Immediata entrata In vlgor<' dell'Ordinamento giudiziario. Conclude dichiarandosi cont rarlo all'estcnslonr della delega al
Residenti.
Il Rclatore CANNA VINA dichiara
<·hc la delega ai Rcsldrntl riguarda
.olo l procedimenti di minore lmpol'tanza, contro le senwnzc emesse dal
RC>sidr ntl si può ricorrere In appello
al Giudice d<'ila Somalia. Circa la durata e la validità della modlr!ca oggi
In esame - ripete - I'Ordlnaml•nto
Giudiziario è attualmente allo studio
del Consiglio Consultivo delle Nazioni
Unite e successivamente sarà portato
in discussione In Consiglio Terrltorlale.
A titolo di informazione comunica
che quanto prima tutti l gradi di giurisdizione saranno esauriti In Somalia perchè, con un provvedimento In
preparazione sarà Istituita In Somalia anche una Giurisdizione Superiore che avrà le funzioni attuali della
Corte di Cassazione.
Il Consigliere FARAH BARRE MUSSA si dichiara favorevole alla modifica ed Il Consigliere ADEN ABDULLA OSMAN insiste nella delega al Residenti da farsi solo caso per caso da
parte dei Commissari Regionali, ribadendo il concetto della separazione
del poyere giudiziario dagli altri due.
Il Presidente ISLAO OMAR ALI Invita quindi l Consiglieri a voler esprimere. mediante la votazione, il loro
parere sulla modifica all'art. 9 dell'Ordinamento Giudiziario, e la maggioranza è favorevole.
n Dr. BENARDELLI riassume la Presidenza e mette In discussione la proposta di una concessione edilizia di
terreno in Bur Acaba, terreno di fatto già coperto da una costruzione.
La concessione edilizia dovrebbe essere a favore del Fltaurarl FESSEHAZIEN BEIENE', cittadino etiopico.
Sull'argomento prendono la parola
numerosi Consiglieri e la discussione.
ampia e vivace, mette sopratutto In
evidenza che la proposta non è sutn-
clentemente istruita, onde il Consigliere ADEN ABDULLA suggerisce
che la discussione sia rinviata per
stabUire anche, tra l'altro, se la costruzione sia compatibUe o meno con
11 plano regolatore di Bur Acaba. Molti Consiglieri si associano.
n Presidente al termine della
lunga discussione, sottopone all'Assemblea le tre eventualità sulle quali
è possibile la votazione ed invita i
Consiglieri ad esprimere li loro parere In forma concreta. Mette al voti
azltutto la proposta di rinvio. L'unanimità del Consiglieri si esprime a
favore del rinvio.
Alle ore 11 Il Presidente sospende
la seduta per 10 minuti. Alla ripresa
Il Dr. BENARDELLI passa alla trattazione dell'ultimo argomento all'o.
d.g.: nomina di una Commissione per
lo studio della leglslazfone terriera.
In rappresentanza dell'Ufficio Agricoltura dell'Amministrazione. è Relatore Il Dr. MORTARA che illustra all'Assemblea le finalità della Commissione e le linee generali dei compiti
che le saranno affidati. p er la preparazione di una materia legislativa
Importantissima.
Il Comitato Ridotto ha già esaminato la questione. proponendo all'Ufficio Agricoltura e Zootecnia di sentire Il parere del Consiglio Territoriale in merito ad una commissione
composta da sei elementi autoctoni,
dal Dr. ANTONINO FALCONE, dal Dr.
FERDINANDO BIGI, da un rappresentante dell'Ufficio Agricoltura, da
un rappresentante dell'Ufficio Affart
Interni.
Sull'argomento Il Presidente apre la discussione e molti Consiglieri
si iscrivono a parlare dopo che Il D r.
BENARDELLI ha chiarito che la discu::;slone deve vertere sulla nomin a
della commissione, senza entrare s ul
merito della legislazione futura. n
Consigliere DUALE CAHIE è del parere di designare quali componenti
della Commission e elementi dell'Interno del Territorio e non solo quelli di Mogadiscio, p erchè l primi possono e~sere più speclftcatamente competenti in materia di pascoli e d1 agricoltura In genere. D Consigliere
SCERIF ABDULLAHI SCERIF ABDURAHMAN Insiste atnnchè l componenti stano scelti tra elementi che
conoscano profondamente la materia
da trattare ed abbiano anche una
certa cultura di problemi giuridici.
rcootinua In a.a pagloa)
Una conferenza deii'UNESCO
Nigeria
Vi assistera un
rap~resentante
della Somalia
Dal 17 al 29 corrente si svolgerà a
J oss In Nigeria, sotto gli auspici dell'UNESCO, una Conferenza relativa
agli studi dell'impiego delle lingue africane e dell'Inglese nel Territori
britannici In Africa.
A detta conferenza prenderanno
parte dieci esperti delle regioni africane direttamente Interessate. Saranno esaminati anche altri problemi
connessi con l'Insegnamento e con ù
progresso culturale delle popolazioni
africane.
Alla conferenza parteciperà, come osservatore, anche Il Capo dell'Ufficio Studi e Statistica dell'Amministrazione Fiduciaria Italiana. dr. AJfonso Girace, che è partito ieri in
aereo.
RIPERCUSSIONI DELLA VITTORIA Rt PUBBLICANA SULLA POLITICA ESTERA
Le nuove concezioni politico-militari di Eisenhower
serviranno adistendere i rapporti russo-americani?
Un Jli'Clhninaro e~m me dclln. situazione esclude tale possibÙità - Il nllovo
Pre~idente degli Stnti Uniti tende ad aumentare la potenza dell'Ame•·ic1t
WASHINGTON, 13.
Negli ambienti competenti di Washlngton si ritiene che le ripercussioni della vittoria repubblicana sulla politica estera degli Stati Uniti,
potrebbero farsi sentire prima ancora dell'assunzione. da parte di Eisenhower, della carica di Presidente, Il
20 gennaio prossimo.
Tali ripercussioni potrebbero essel'P le seguenti: un mutamento della
concezione americana della guerra
fredda, misure Intese ad alleggerire Il
peso della guerra di Corea, mutamenti nella diplomazia americana e un
maggiore Interesse per l problemi
della difesa cleii'Asla. SI ritiene che
fondamentalmente la politica estera
americana, anche sotto Eisenhower,
manterrà Il suo obiettivo di ricostituire, di fronte alla potenza sovietica,
la struttura militare ed economica
degli alleati de!l'America. Il nuovo
Governo chiederà probabilmente una
accelerazione del riarmo europeo.
Inoltre esso Intensificherà la sua a<:lone n el campo della guerrn psicologica.
VI è poi la questione del viaggio m
Corea di Eisenhower, a proposito del
quale si fanno dlversr Ipotesi. Secondo talunl ambienti diplomatici si ri tiene che, a meno di un mutamento
nell'atteggiamento comunista, Eisenhower pensi soprattutto ad accel<'l·al'e l'armamento del sud-coreani per
sostituire con essi le forze deii'ONU.
Uno del primi problemi che Il nuovo Presidente dovrà affrontare non
appena assumerà la s ua carica sarà
quello della scelta di un ambasciatore
presso I'Urss In luogo di George Kennan, dichiarato persona non grata da
Mosca. Questo primo compito mette polchè ciò rovinerebbe l'economia ain luce ll carattere fondamentale del mericana. Atlottando Questo punto di
problema del rapporti fra Stati Uniti vista, Eisenhower ha esposto la tesi
e Urss.
secondo cui la for2a materiale e miIl sen timento anticomunista negli litare degli S.U. deve essere una specie
Stati Uniti ha contribuito in larga mi- di Immensa riserva del mondo libero
sut·a alla vittoria del repubblicani e che entrerebbe hi azione nel caso di
di Eisenhower. Molti elettori hanno una aggressione specifica contro una
veduto In lui l'uomo capace di Ispira- parte del mondo. Questa forza di rire al mondo comunista rispetto per serva americana (e In ciò si vede la
la potenza degli Stati Uniti. La for- Influenza del senatore Taft) dovrebmazione del nuovo Presidente è stata be essere soprattutto aerea e navale.
csschzlalmente mUltare. Egli governe- Ciò comporta Indubbiamente U manr:\ In un periodo di grande tensione . tenlmento della catena di basi milirusso-americana e in piena era ato- tari Intorno al paesi comunisti. In
mica. La prima Indicazione delle Idee mancanza di lndlcnzlont più precise,
di Elsenhowcr In questo campo si a- la differenza essenziale fra la politivrà proprio dalla scelta della perso- ca militare di Eisenhower e di Trunalità che dovrà rappresentare gli man sarebbe nel fatto che secondo
Stati Uniti a Mosca. Sarà un militare Eisenhower tali basi dovrebbero eso un uomo politico? Molto dipende sere tenute dagli alleati dell'America
da questn scelta.
e non dalle forze americane stesse.
Resta però da vedere In quale miD'altra parte anche l'Urss ha modo di fut• conoscere le sue reazioni al- s ura tali tendenze possono esse1·e
l'elezione di Eisenhower: sul campi conciliate con la politica Interna ed
cl! battaglia della Corea e nel colloqui economica del partito repubblicano
eli nrmlstlzlo n Pan Mun Jom. Già che prevcd<' una riduzione degli aiuti,
prima l'Un;:; avrebbe potuto esercita- compresi quelli militari. al pnesl strare la s ua Influenza sulle elezioni fa- nieri. In base al dati attualmente a
vot·cndo la conclusione di un m·mtstl- dis posizione, la concczlone repubblizlo. Con Il non farlo essa ha avvan- cana del rapporti americano-sovietici
taggiato Eisenhower. Gli sviluppi del- si basa sopralutto su un aumento
potenza degli Stati Uniti. pole trattative e della guerra In Corea della
tenza che d\verrcbbe una specie dl
fomlrunno utili Indicazioni s ulle In- spada di Damocle sospcsa sul capo
tenzioni russe. Sta di fatto comunque degli eventuali aggressori comunisti.
che Eisenhower ha adottato principi Non vi è dunque posto In questa conche re:,plngono, o almeno modificano cezione per l'apcrtura di negoziati diprofondamente, la teoria dell'c argi- plomatici di tipo classico fra l due
namento , seguita dal governo Tru- gt·andl blocchi mondiali e nulla semmnn. Foster Dullcs ha ripetuto più bra far spet'al'C nell'eliminazione del
volte che è Impossibile rar fronte al punti di attrito più Immediati, ossia:
comunisti In ogni parte del mondo g~~~~ ~e~~a~;~:e~nln c s uo riarmo.
N. 571 -
Il Corriere della Somalia
13 novemh re 1952
1>111-'!illa '!
DA MOGADISCIO E DALL'INTERNO
IL CRONISTA RICEVE
11 salulo. ~~ oouor Shore 1Cara~inieri in conge~o offrono la ~an~ie.ra
del MiniStro Pastrana al Gruppo Carabinieri della Soma ha
.IIRRlVl e PIIR7'ENzt,
11 Presidente del Consiglio Consultivo , rappre entautc delle Filippine, c In Signora Pa::.lmna, hanno
Offerto ncll3 serata di 1n:u tedì scorso,
llel l•,\ loro abitazione, llll ~iccvimcnto
.
in onore del dr. Taylor C. Shorc ' "
occa::.ione della sua partenza cln li\J'>·
N
y k
·
gndiscio per nen trare n 1 cw orJl l\ linistro Past ra na h~· te nuto aJ
esprimere pubblicamente i sen t imenti
di profonda amicizia verso il dr.
S hore, csalt:mdo l'opera efficace d 1
lui s volta c lo ha altrC:'I ringr:l7.iato
.
d
per la pr~ziosa collabor,,ziOue · nt:~
a l Consiglio Consulth·o durante l
Venti. 111 e~w 1• u·'i pennanenz,, in Somalia.
La presenza dcii'.:\ mbasciato rc
F ornari fra g li invitat i e la improvvi ·
sa notizia della !>Ua parte nza per Rom :\, dove è stato c hian;ato per conferi re, notizia appresa n d corso dclln
g iornata . ha da to occasione a l rnpprescutaute delle Fili ppine d i r ivo!acre \ltl cordiale saluto augurale al
...
Capo dell'Amministrazione ItalirLna
della Somalia.
La squisita ospitalità della Sig nora P astrana ha creat:> tra gli ospi·
t i una atmosfera di viva intimità.
Tra gli interYenuti:
Il rappresentante dell'Egitto in
seno al Consiglio Consultivo, Ministro H a mmad MahamuJ ; il Segret ario Gene ra le M in istro Canino con
la Consorte; il Console di Francia
con la signora l\'longe : Il Console
di Gran Bretagna con la signora Gct hin; il nuoyo Segretario Principale
del Consiglio Consulti v:> dr. Jean de
la Roche; il Consiglier~ d'Ambasciata dr. Spinelli; il Geuc:rale Ferrara
con la Consorte; il C(lnsigliere di
Corte d'Appello dr. Cannavina con
la Consorte ; Il Colon nello Marcia nte; il dr. Benardelli ; il dr. Cannavesio con la Consorte; il dr . Bozzi con
la Consorte; il d r . T i marco; il d r.
Puccioni con la Cousort~ ; i l dr. Oliv ieti con la Consorte; il Colonnello
Nani con la Consorte; il Cap. di Fregata De Bernardo con la Consorte ;
il T e n. Col. Lauchard con la Consorte; il ~Iagg. Ripa di Meana con
la Consorte; il d r. Quag liere con la
Consorte; il Gen. Mazzi ; la sig.ra
Piccardi i• il T en. di Va~cello Amicarelli con la Consorte; la sig.na
E lisabetta Vitellozzi ; la signora
F ord e; il sig nor P atrick F ord e; h
prof.ssa Suma ; il signor R . Veitch ;
il dr. Pardo e la siguora; il sig.
Reicl e la signora; il sig Robinson;
il sig. Abdo e la signora; il sig.
T soukias; la signora e il sig. Stoulich ; la sig.na Simou Jobidb n; h
sig.na Vitellozzi; la sig.na Eva
Krbec; la sig.na LilialH' Contoux;
il sig. Gherib Salab.
Commemorazione di Scek Suli
bin Scek AMalia
La commemorazione di Scek Suft
bln Scek Abdalla a vrà lnlzlo sabato
mattina p.v., con la recita d el S acro
Corano sulla tomba del defunto, e tale d evozione sarà ripetuta nella ma ttinata della domenica successiva.
La cerimonia finale della commemorazione avrà luogo n el pomer iggio
d i Junedl 17 novembre c.a.
Iddio soddisfi le necessità d i t utti
1 visitatori e li g uidi s ulla via d el Suo
d esiderio.
La Famiglia dt Scek Su fl
La s ezione Carabinieri In congedo
della Somalia. venerdl 21 novembx:e,
alle ore 8. a l Mon umento al Caduti . n
Piazza rv Novembre. commemorerà l
Carabinier i Caduti nel Terrltor1O ne1l'adem pimento del dovere.
Con l'occasione la sezione stessa
consegnerà solennemente al Comando Gruppo Car abinieri della s omalia
una ba ndiera.
La Sezione Invita pertan to t u tti 1
Car abinieri In congedo resid enti .a
Mogadiscio ad In tervenire a ll a cenmonia. Pe r la quale è prevista anche
la presen za di tutti gli ufficiali, sottufficlali e carabinieri attualmente ln
servizio.
t
E' stato stabUlto Il seguen e programma della cerimonia:
Ore 8 _ Messa In onore della c Vlrgo
Fldelis ». Protettrice dell'Arma. Commemorazione del fatto d'armi d i Cuiq ua ber , nel quale si distinse gloriosamen te un battaglione d i « fi a mme
d 'ar gento ».
Ore 8.15 - Ben ed izione della B an d lera da par te d i S. E. Mons. Vescovo
Vena n zlo Filippini e s uccessiva consegna d ella B andiera al Gruppo Ca r ablnler i.
Ore 8,30 - Deposizione dl una coron a al Monumen to al Caduti. alla p resenza delle Autorità clvUI e mmtari
e d i tutti 1 Carabinieri In servizio ed
In congedo.
~\.l.&- t;:..!.li 0!
~l
(.J'.
(~
J
J ,.....
•
oJjl.:.
A VVJS O GIUDiZIARIO
Rendo noto che 11 giorno 17
brc 1952, alle ore 9. nell'Otll novern.
ber lcttl. proced erò alla vend~~na Ca.
sta del camioncino "Ford A" ~ all'aSO 2510. plgnorato al sig. Scb ~rgato
La nu ttl.
31itlano
L'automezzo sarà ceduto 1
offeren te ed a pron ti con ta~tlm lg!tor
L'Ufficiale OIU.dlz!nrlo
-----
Fioceo bianeo
Ella e Mar io Binda con
n unclano ad amici (: conogloia annascita della loro piccola l'lr~ntl la
S TEFANELLA
(>~, n'.ta
Spettacoli d'oggi
CINEMA BENADIR - «La Rosa .Ner&•
CINEMA CENTRALE - «Scritto ~ul ven-
c Cinegiornale d'attualità.
• Shokhlan a film In.
diano (ultima visione ).
CINEMA-TEATRO HAMAR - c Atollo K,
e nuovo Cinegiornale d'attualità
CINEMA MI SS IONE - c Fusa a due <oci ~
e Documentarlo.
S UPERCIN E MA c Non volle dir d. ·i"
e Cinegiornale Fox lllovletone.
1.0 ,,
CINE MA EL CAB -
~,Wl J ~~ \.W.. (~.4~
~;tH ) _,; ' 0 rY. c.~ ,;r ~; I:JI
c.SWI ~.;• ':111~.( ""' .l .,~.!.l ~1. \k,
. ( 1f ~-! )· ~1 !.li 0 .. ':/ 14..( A J
Annunci Economici
DA DREI VIa Carlettl ultimi arrivi: bor>et-
te In vernice e vitello colorato. clnturt da
signora e da uomo, articoli vari.
ALI MENTAR I IMPERO - Vasto assortimento Liquori delle migliori Case l ta!t3ne.
Prezzi ribassati.
J:-ill
J ·~ 1 ~ )A~ ry~ .}1
OJ~)I ~ \J.\ ~l l..Ì . Jl;JI
YA
..
1_,1-....)h...:...JI" .)..':1~ ~·=tU J ..t ·
• 4....1:j l • .>.. J l i f)'+"li- l l-Y. ~t;~ lk>
O)Ul l~
~ J'- f_,Ui 0T._;11
(.1:-"'
~Il
Bianchi _ Onlante _ A.M.M.• Matchless ·
Astore
16. 1 Rncchl _ D'Aiolso - c.s.s. - Super Alce
_ con 2 punti di penalità
s 1
AMM 17.) ex aequo - !,nndl aa - · · ·
ouzzl _ con 2 punLI di penalità
MM
JB .I ex aequo - Buranl - Clcollllo - A. · ·
_ M.V. _ con 6 punti di penalità
Ave1, 1 • Olrlndcll l - A.M.M. - M .V. - Mlva1
• con 6 punti di penalità
20.1 Olu llnm~- Toccnfondl - A.M.M. • Vekpo.
• LambrcHa - con a punti di penalità
21.) Rubtno • Volpe - A.M.M. - MlcromoLoo
•t di penalità
re - con 1 pun.
. Marcone _ Mohamed osman - A.M.M. •
22 1
Mlcromotore _ con 12 pun ti di penalltil
23.1 Ali Mohamed . scerl! _ Mlcromotore
• liberi - con 103 punti di penalità.
Co11 l'ucrco' • VR. AAi\ • rh•ll ,, 1lflt
4
.\d(·H-firarg he•sfi-Mogad lscio dello
1\ irways è glunlo ieri il ;.ig. Ifa m~ r \<kn
,.
1
·• )lflar
'-0 11 o stesso a<-rcr, sono
partir
·
1
~ l omhasn-Nairobi i slg11t>ri: AlfllUS< l••r
1 (l
r:•.ce; JJruno ~!adelia; ,\rmund" k•• 1,' ~
G1useppe i\Tarml.
t,
t:).-
..1>
~l
J
1./.:i... 'YI o~ .)~
. c>Jltl ~; _,; w Jil_,u
0'.}\j\ (3': ~~J> 4UI
• LS.,D .)~~
&Il
~~
LS..a;
u
~~ ~ J
~)l..
Associazione MoiOCiCi SiiC8 W.ogadis cio
COMUN ICATO
La Gturja della seconda Gara di Regolarità Mogadiscio - Vlllab1·u.zz1 nella sua riunione plenaria del glomo 11 novembre 1952
dopo aver preso conoscenza <lei rapporti
del Commissari Tecnici e del collegio del
cronometristi. ha deciso a maggioranza assoluta di squalificare la coppia Riccio Camerra e di Logllerla dall'ordine di arrivo
per accertata Irregolarità di condotta nella gara.
Ha deciso altresl di rendere di pubblica
ragione Il provvedimento disciplinare al fine di contribuire alla ee1u.cnzlone sportiva
del concorrenti.
Nella stessa seduta 6 stata compilata ;a
l classifica generale che rimane ulllclalmente
fissata In quella che segue:
1.) ex aequo · con nessuno. penalità:
Quartuccl - Verslglla - A.M.M.. Parllla
Cerri - Romano - A.M.M. - Galletto
Cancellara - Panlzzl - A.M.M. • Matcbless
Ferraresi • Donadon • A.M.M. - Matchless
Ouzzt
r.manl - Mao Hascl • c.s.s. - Super Alce
,.
Marchetto - Salah Nn111 •
Rlnaudo - Scek Osman 11
,.
Furlan - Abo Hagl
»
,.
Muglla - Mohamed I.man ,.
»
Carbonero • Osman Barre »
»
Femmlnò • Hassnn Abdl »
»
Bosso- Osman Sald
»
San ~ot·l • Feno
»
»
Alessandrini - Zonl - A.M.M. - Falcone
GARA DI REGOLARITA'
Mogadiscio· Vili abruzzi
Km . 90 a
coppie
1° Ouartucci Saverio-Versiolia Lui~i
su
~OTO
p ,., R I L L·A
125
CO•
la moto di classe
in vendita da
"TU NDO "
ANCHE
a
RATE
M
PARILlA
"MORONI SODA,
;l ,.,lt}tl6.'1,e d~ti ~~~
con la partecipazione de
LA BELLA ITALIANA della SOMALIA 1952
Durante /a Ser818 s8rÌlnno distribuili i doni che 18 Direzio ne de "LA LUCCIOLA"
ha offerto al/a' Bella llali8n8 e 81/e 81/re ge nli/i Indossatrici.
GARE di B a. llv
PESCA Da:nzant:e
DA OGGI IN TUTTI
N.
1
BA~
MONTANARI= Mogadiscio
13 OOY(:nlbre 1952
N
__._5_7_,_
• --~p-a~g-in_a__3_______________________________________I_I _C_o_r_ri_e_r_c_,__
l cl~
l a~S~on:t:n~l:ia~--------------~--------------------------------------
ATTIVITA' DEL CINEMA ITALIANO
" LA HAGAZZA DI PI SA"
Cu rzio ~lalapartt: tliri~erà • l.u ro~,t uLt
di Pisn • . titnlv provvborio di 1111 film
tratto da una n<>,·ella Inedita dt•llo ;,te"o
lll ulnpart ~. Egli ~to già hwornndu nlla
sccnegginlltnt.
" L UL U'"
Volentinn Corl~sc n jncques Serna s ~a­
ranno i pn>lal'!'oni~ti del film c Lulù •,
tratto da l dramma di Carlo Uertolat.>.i.
Vl)lentinn Cortt•~e s i t•·ova 3 Roma, dove
s i tratt.:rrà Cino a 1:1\'0razione ultimntn.
r::.-.sa rie ntrerà IJUindi in America per int erpretare - u fianco del mnrllo Richord
lb~eh:trt - un fi lm per In R.K .O. I-3 13vorazion~ di c Lnlù • . d1e s3r à diretto da
F ernando Cerc hiu. l'i ini zierà il 4 dicembre prO:.,Imo. La sceneggi3tur3 del film
è a cura di :\l,m zari, Corsi , Cerchio e
J>oj:(gi.
' LA SIGN ORA S EN ZA CA ME LI E'
Michelong iolu .\uton ion i, il produttore
Forges Da\'aUL<tti, gli 3ltori l.uci3 Bosè,
Alnin Cuny, .\ndrea Checchi, I nul De1'ny , Monica Cby e tutta In troupe d el
film c 1.3 ::ignura se nza camelie • ~ono
rientrai i a Rom(l dopo :l\'er g irato alcu ne
scene dt:l film n ll!ilono ed a \ ' pllezia.
Durante il ,· iaggio, sono state girate - su
un vagone Iett o "PP<>,.ita mente attrena t o
- alcu ne scene del fil m.
" LA PROVI N CIALE"
:lfaril) Soldati ha terminato, le riprese
del film c La provinciale •· che è passato
a l m ontaggio ,, ('Ura di Leo C::'tozzo. Inte rpre ti principttli sono s tati C ina Loll ol.lriglda, Gabr ide Feuetti, Renato Ba ldini, Franco lnte rlenghl, .\I da :IIa ngini,
Nanda Primavera , lllaril,l'n Buferd, Barbara llerg. Il ~oggetto, tratto dall'omonimo rac<'onto d i .\!berlo :\loravia, è ~lato
sce neggiata da j acqu<::s Remy , Sandro De
Feo, Giorgio Bassan <:: Jean Fe rry.
" LA LU PA "
.\l berto 1.3lluata ha ini7iato la 1,1\'(lra:done di • 1.3 lupa • · La t rou pe s i s t>oster Ìl a !\Int era t• le ri pn·~e sa ra nno eHe li uate nei dintorni de lla città e nella ca mpagn:~ : dopo circa trenta giorni ~ i e•terni
lo troupe rientrerà :1 Roma pér gli Inte rni. Inll:rpreti principali del film sono
Kerima , .Kay \\' ilken~. Ettore ì.\la unl,
Mario Pa~sante, Giovanna Ra Ili. Ope rat ore Aldt> T<•nti.
" LUCREZI A BORG I A"
Il rtgista Christia u Jaque è giunto a
R oma per dirigtr(' il C!lm • Lucr ezio Borgia •, che sa r à interpretato da ~l n rt i ne
Ca ro!, ndle n:ql della protar;onistn. L'.ltl ore m<•,-.icuno Pedro .\ rmendariz, accanto a lln Ca ro!, M>sterrà il ruolo di Ct:sa re
llorgia. I.a lu,•or azlonc an à inizio nella
J>rossim ll setlimn ua. in t"Herni. La troupe
s i SJ>O';lerà a C:a prnro!n ,' a Viterbo e quindi a Roma. ,\Itri allori s<mu ;\lt"'imo
Serrato e .\rn~ \do Fnit
" I T A LIA
MI A"
R oberto RO'>sellinl e Cesnrc Z:wattinl
hanno compiuto un vluggio nel Della
l 'adano, a llo HOpo di ~tudiare alcu ni am·
hienti J>er il film • Italia mia •· E ra no
1·on ton, l giornali~tl C;, B. Cuvol laro, To·
nt Ci i><Jtlo e Wmw l{e nt.i. 11 regista Ros·~llinl, t· he in quei luogbi nve\'a girato
l'ultim o epiMllli<l di • l'a lsà •, è st ato
ricorw,duto c
ft...,lt·g~-:irtoto, pa, ticolar.
mente alla sacc.1 <li ~t\trdo\'àrl, do,•e una
parte della Jl"!l"lat.itm c loro ! ~.: purlccipt>
alla r ktJ.,t ruziun t d<•llu gncrro parti~:iuna
in palucle.
' VI SSI O'Al( T E. VISSI D'A MO RI-:'
Car mine Gall one c<mllnnn n C:in<:dllà
lrJ lavoruzion e d el rtlm • Vissi d'ar(t·, viss i d'an •Mc • " ulla vitrt di Giacomo Puccini . Il Cilm •\ in lttl'hnicol<Jr . Contcmp<>ran eunwnle, il re~isln Clauct1 Pellegrini
'>lrt g lrnntlo all-uni t:~lcrni rwr il Cilm l,l
'l orre <lt·l J .(ti{U: <Jpt·r.tt<>re Morc•J ScarpeIli. lnl (•rpr<·li pruwipnli ~u no : CnT>rl cle F('r.r.ctli, ;\l.artn 'l'•1r<:n, Nnd iu (;ray.
Orguni?ra lorc g<:m·rulc Luigi R<wcre, direttore di produt.lon c Antonin 1\fus u, oper a tore Clau<\lc: Re lti<Jr. Be nia mino (;igli
ha già inl'i"o i vari hron! tl'opl"''a l'hc famnu•, rmrte <h:llu colonna bi)IIOrn d••l film.
" U N F ILM OI MOG UY"
E' ri<· ntrnl a 11 Pnril{i in qu e.. t i giorni,
proveni ~ nte do Ro11w, la scrittrice Mnry-
,;e Qucrlin. Ello ha dichiarato che l.éonltle .Moguy, probcgue ntl<' In serie di film o
~Condo sociale, inlcnd!! porlttrc lm hreve
'ulln "'hl•rnu> un Mtu libro, dedit:tto a l
prohl\'1110 dci rt!{li Ill egitt imi. Nel curso
del s uu soggiurnu u Roma In ,cri ttri cc h<•
rne,so u puuto cou :\!oguy le )(r::tndi lin ce
del soggetto del film. \ 'erMI !~ metll di
11ovembrc In stesso i\lo~uy ~ u l lc~o n 1':1ri~l per elaiJornrt con In Qucrl in la ver;,iGne definii i\·a del soggetto.
" MAOI(E N AT UHA"
11 mnrche,e Niccolò Theodoli ha in
prepar:t t. ion e du e Cihn, r h<: saro nno rcu ll z·
7.tti In comprnd u1.ione ital<>-fra nce.,c. Si
tratta <li un rtlm clw verrà dirett o da
Yvcs Cia mpi ed llllcrprelalo da Ell•m•oru Ro,,i Drag o e Danlel Geliu. Es~o narrerà una stor h\ d 'a n1ore di un n1u~idsta
morfinnm onc du• v1 ene C<mdoll o s ul1:1 r etta \'la dalla mu~lie. L'ultro film sarÀ diretto. nel pru."imo ~~·nnaio, d a Llonello
J)e Felice, ed h .t f)<:r titolo « ~! adre natura •. trotto dalln commedia di Birahea u.
I print'ipali interpreti sar anno due fan-
dulli di ci rc.t r;; a nni . La H'cnegg• ~tum,
a tlualnwnte in <'OrMI, viene curata <la D c
Fellct, Ni no Novar ese e Franco Bru ~ati.
" FHAT ELLI
D' ITALI A"
In es terni u Taranto s i s t a nno gi r und,
le ultime ri prc'e di • Fr(ltelli d'Italia •
(Na;w rio Sauro) d iretto 9n Fausto Sa rat't:ni e di • 1 ,s<'llC de ll 'Orso ;\l agglorc •
di Duilio Colt-lt l. Si ~la nno J.:irando a Ta·
ranto nlcuoe !-<"<: ne ~u l mare, ed il :\lini·
.~l ero del In Difesa ;\! urina ho messo a di'pcr..it.ione delln produ zione a lcune un ità
della l\larina :\Iilitan•.
" SPARTACO "
Stanno per termin are le r iprL'Se del film
• Sportaco • . diretto da R lcca rdo Freda.
.\ttnulme ntc, lo troupt s ta girando olcu nl
interni al Centro Sperimentale di Ci nemat ogra fia . lntl•rpreti principali d el fi lm
'ono ì.\!:t.,slmo Girotli, Gianna :Ila r ia Ca·
naie, L ud mi lla Tchcrin a e Yves Vincent.
l tedeschi tenteranno la scalata
di una delle vette dell' Himalaya
La spedizione av1·à luogo nella primavera del 191)3 e avrà
scopi pu1·amente scientifici
Notizie ·sulla spedizione
svizzera che sta aft'•·ontaudo le vette dell'Everest
IlO NN, no,·embre.
La Germa uia, che va s~dltamentc riconquis tan9o il posto che aveva lu tanti
ca mpi della umana attività, si appresta
a riapparire anche io quello delle grandi
esplon1zioui alpine, riprendendo cosi le
fila del s uo interrotto contributo n l pr<>~es"o ;cie nl ifico.
In pk•ua ri,en •ate>t.a e ~enza bnllere
g-ra ncas,a pul-b llc itari u, s i \ 'a orgauiz?.ando a ~lonaco, per la l>ro.s,Jma prima,·era,
una spedizione uella regiòne d eii'IIimaln.'·a.
l'on è propos ito del tede..chi dt :,calare
il •teno dt:l mondo., il mue,.t oso Eve rest,
c he in ques to mom ento \'lene a ttaccato
da una «pedlzione S\'laera e potrebbe es~ere raggiuuio nl cuni mes i prima d1e gli
u l plni~ ti tedesd1i s i m ettano In moviment o.
:llèt.t d ei kdc,..clti è la vcll3 di Nanga
Parbat, l' he :.i e rge gign ute :ul 8 126 m<'lri
tli nhltudine . E' In nona cima del giganteH'O mo;.siCC iO h ima layano in fatto di
rtlte~:zo.
L:t
"l~~'tlizhme
viene o rgnninata per
nna sodl'lò M'icnti!ica , che
• l è all'uopo cn, lituitu. Ne è Il capo il
ci<Jilt>r Karl \'On .KrathS, il <Juale tiene a
precl-.tr" cb e l 'ini ziai iva si propone scopi
puram ente st·ie ntlfki . L o soc ietà h n <•hles to la cullabor a7lone del noto est>lorntore
•vedc~e .\ndrea S ven H edi n .
L'ottnnlaM:lt(' nn e geu~;rn fo hu ris post o dicendos i
• ficru P lieto • d i legare Il MIO nume ull'hnpre"a.
Si può din· dtc Il Nnngo Pnrlxtt aiJhi H
un r."l'int> particolar e per gli studiosi tedeschi di a lta montagna. Ln vet ta, <'he s i
e le va nella regione in cu i le front ler c
della Ru ss ia, della C ina e dell'India s 'intersecano, è hhtln obiettivo di altre quattro s pcdiz ioul gernw11ic he, mo è r lnwsta
,emprc lnvio lot a . l.'ultlmo ll:ntntivo :w' •e nnc nel luglio del l!l:l4 c costò In vito
nd uno dl'~ll scstl ntorl, Willy ì.\ lerkl, J)crito durante un o violenta t empesta di neini~iu ti'"' di
ve c• ,.,_.u1 o.
Lo ~ pcd lziun e 191i:J, Cino
t1 questo tn()o
mento, COilblO di u uve pl'rhone fru sclentint! IJ.tvoresi cd olpini~ti tirolcsl. r...u dlri~<·•·t\ In tli>tH gn Id n Pict t'O A~chen!Jren­
ue r , •Il KuC~tc ln, il quale pnrt et· ll><'> ont lw .tll'hnprc-at del 111!14, ~:iun~t·ndo ad
nppt nlt Unii ci iHJIHtt lfinct di lllt: l ri d oli n
\'t:lla ~·,uo,l!uHc a quella del Nunga Pnrbat.
Il prt•C. Ca l'l Rothjens, ddl'rs t ll ul o 'l'ecuico di l\!mtrlc•'· dirigerà prol.lnbllmcnte
In se1itme hCI<·ntlfit•n de llu ~ped lt.ione.
Fmttnnto NÌ ot tc ndono noti zie clrcn lu
Cnse Cln ole dclln mnrl'in di nvvicinnmenl o 1'111· la hpcdi7l<Jn o sviut•ru vo compl t nd() verso lu vt•lln de ll' l•:vcresl. Le u l.
tlmc 'cgnaluzionl rirnontuuo a l 17 otl<>hre o dn esse risuhnvu che In cur ovono,
c ·tmtpo~t u di c•i•·t·n trecento p~rsone fm nl.
pinl ~t i s vlncri, gu ide e portator i ue(lO ie-
s i, a\'CVa rimontato 11 g hiaccio del Khumbu (&2SO m .) e s i pre parava a stabilire altre tre basi Intermedie prima di sferrare
l 'assalto finale. Questo, se nel frattempo
tutto procederà bene, sarà fatto da due
sole persone: le g uide alpine svizzere
Raymond Lambert e Gustav G ross.
L'a nuole è la ,..e~onda ~pt-dizione del
1952 che gli .svizzl!ri compiono nella regione deii'EI'tre."t. !.n precl'<lente ebbe
t ermine nel maggio $COr so.
La vetta dell' Evert.'St ragg iunge l'altezzn di 88:.14 metri, secondo le rile,·azioni
(alte in ,-arle riprese da li 'Ufficio geofis ico s lntale dell'India. G eografi nmeri.
can i aHerm:~no che è a lta 89 15. S c ienziati
ingle~i e t edt•"chl •ostengono che l'altitudin e è di metri 8882. Gli s cienziati svizzeri della SJ>ed lzione in corso ca lcolano
c he è di 9026. Qu~ta di\·ersità di ca lcoli
induce non pochi u riten ere che In credenza , per quanto ,(rana po,sa sembra re,
secondo cui la ,·ett.l deii'Ever6t :.i ,..l
lenlamenle 11111 sku rnme nte
iun.d t.ludo
;.l'mpre di ph't , •., ..,o il cielo, posso a\'ere
qnakhe Condauwnto di n~rità.
1'.
o.
Operazioni di Polizia
contro le .... scimmie
CALCUTTA, no,·emiJre.
Lu Pollzio di Cnlc utta h a deciso di organ1~tare una battuta per cuttura rc circa
cinqu ecento ~cimmlc che s i introducono
n d le ul>iluzloul cJI l !usi in).!, presso Cnlcutto, rubando tuttn dò che capila loro o
tiro .
Le catatteristiche
della nuova "1900" Fiat
ROMA, 10.
E' stata presentata :ti giornalisti
nella sede roma nn della "Fiat", la
nuova u r 900 11 giù esposta nel Salone dcii' Automobile di Parigi c di
I-.ondra.
Cnratter i ~tich e
essenziali
delhi
nuova automobile italiaua sono: velocitt\ massima 135 Km. nll'oru, con
un consumo di litri 11 .s per cento
Km.; assoluta perfezione nelle rìfinilur.:! e n elle attrezzature accessorie ;
cinque marcic che consentono uu u
largu gammn di rnpporti e di velocità, 11er cui, mantenendo il motore in
prcsn d in:lta, l 'autouwbilista può
fermarsi c riprendere In corsa senzn
usnre la fri~.ione c senu ricorrere al
cambio.
Al Consiolio Territoriale
\cootiouufooe della prima pasdna,
Proporrebbe di estendere la rappresentanza del somall a tre Consiglieri
per ognuno del Commissariati Regionali.
Il Consigliere HAGI MOHAMED
FODLE prende la parola per dichiararsi favorevole alla nomina della
commissione, raccomandando che la
legislazione sta frutto di attento studio In modo da renderla accettaoile
ed evitare controversie che potrebbero poi sorgere ln sede di applicazione
della legge nel Territorio. Il Consigliere ISLAO OMAR ALI, favorevole
alla nomina della Commissione propone che a questa stano aggiunti otto
rappresentanti, quattro Italiani e
quattro somali. I rappresentan ti dovrebbero essere tratti specitìcatamente dal comprensori del Giuba. Genale, Afgoi e Vlllabruzzi e dovrebbero
apportare U contributo della loro esperienza al lavori della Commissione
legislativa.
A domanda del Consigliere HAGI
FARAH ALI OMAR chiarisce che
questi otto rappresentanti dovrebbero essere aggiun ti al n umero di quell! già stabiliti dal Comitato Ridotto.
n Consigliere GEILANI MALAK
propone di portare a dodici Il numero del membri somall ed a sette quello degli italiani, aggiungendo a questi ultimi uno per li comprensorio del
Giuba ed un settimo per A~gol.
Il Consigliere HAGI FARAH ALI
OMAR raccomanda ancora di scegliere elemen ti par ticolar mente preparati, conoscitori della materia, con esperienza della vera legge. Abbiano
essl -- aggiunge - un grado di competenza tale che permetta loro di
giudicare Insieme con buon senso t!d
esperij!nza la funzionalità della Jeglslazlone che debbono preparare. n
numero del componenti -- conclude
-- non ha alcuna Importanza quando nella scelta degli uomini si siano
raggiunte ed ottenute queste condizioni lndlspensablll.
E' favorevole alla nomina il Consigliere ABA ALI ABA NUR che sollecita anche la legislazione ed Il Consigllere MAHALLIM OMAR raccomanda la scelta dei componenti tra
persone che abbiano conoscenza dl
testi e di llbrl, arabl ed europei. Propone di estendere a dodici il numero
del componenti somali. traendone due
da ciascuno dei quattro Commissariati specificatamente agricoli ed alt ri dalla Mlglur tln!a e dal Mudu"h.
n Consigliere MAHALLIM EDEN ribadisce la raccom andazione sul grado
di preparazione e di cultura del membri della Commissione.
D Presidente Dr. BENARDELLI a
questo punto riassume la discussione
e, riprendendo l'argomento del Consigllere HAGI FARAH ALI OMAR
conclude che U numero delle personè
chiamate a far parte della Commissione ha una Importanza r elativa
quando cl si sia bene assicurati della loro competenza specifica e della
toro costante posslbllità di partecipare al lavori della Commissione. I progetti della Commission e saranno sottoposti successivamente all'esame degh organi tecnici ed amministrativi
competenti, ed Infine al Consiglio
Territoriale In modo che tutti possano dh·ettamente od indirettamente
partecipare alla discussione.
Chiarisce l motivi della designazione del Consiglieri FALCONE e BIGI.
dovu ta essenzialmente al loro notorio grado di estrema competenza In
materia.
Chiede quindi al Consiglio Territoriale di esprimere. attraverso 11 voto
Il parere sulla nomina della commis~
sloM per lo studio della legislazione
terrlera e la maggioranza di ventuno
C:onsigllerl è favorevole. A precisa
nchlesta. la maggioranza è del parere di trarre l componenti della Commissione dalle Assemblee Regionali
che avranno luogo fra qualche giorno.
Il Consigliere ANTONINO FALCONE chiede al Presidente se la Commissione può avere la facoltà di avvalersi nel suoi lavori dell'opera dl
giuristi, sia di diritto Italiano che
sclaraltlco, nonchè di Qndl e funzio nari ed U Presidente risponde affermativamente. aggiu ngendo che 1
Commissari e Residenti potranno eventual mente dare il loro contributo
al lavori della Commissione.
Esauriti gli argomenti iscritti all'ordine del gior no della terza Session e del Consiglio Territoriale. 11 Presidente Dr. BENARDELLI coglie l'occasione per compiacersi con l'Assemblea
per gli ottimi risultati ottenuti ed In
modo particolare sottolineare l'opera
del due VIce Presidenti ISLAO OMAR
ALI ed ADEN ABDULLA OSMAN che
hanno assolto Il loro difficile compito
con competenza ed equlllbrlo anunlrevoll.
La seduta è stata tolta alle ore 12.20
e rinviata ad oggi alle 9 per la discussione del vari quesiti non all'ordine del glot·no ch e l Consiglieri hanno presentato entro la serata di lerl
alla Segreteria del Conslglto.
'
l ;l
II OVC III br c
1952
N. 574 -
Il Corriere tlella StlltHtlla
UL.TIME
pagin a ~
N O T l Z l E~~C~A~L.~~M~O=---N
=D~-Q
Teheran chiede il richiamo Prossimo viaggio
dP.li'Ambasciatore brasiliano del Ministro Gruber aNew Yor~
Quattro punti di Eden
!HO DE
per risolvere il problema dei prigionieri
Il Governo iraniano h:> chiesto :.'
Bro-;ilc il richiamo del suo rapprc·
JA ~EI RO, 13.
scutaulc a Tcheran, Ministro Kugt,
Gli interventi dei delegati indiano e greco - Si fa d nome Coutié. A Hio <le Janeirc, si esprin•t·
sorpresa di fronte a tale richicst ~
dt Sir Benegal Rau, quale successore di T rygve Lie
pcrchè le rela:r.ioni fra i due Pm:.~t
le 111igliori JJOSsibili Sono state
pertanto chieste spiegazioni in mc·
rito n tale passo .
Il g iorna le "0 G lobo" afferma da
pari~: sna che il rarpre~,c ntante d et
llra~il c a 'l'chemn, avena condotto
conversazioni rcr l'a;.;quisto di petrolio grc:r.:r.o iraniano, !it:nza giutlge·
rc nlln conclusione, in quanto it
Brno;ilc s'interessa soltanto all'acquisto di petrolio g ià raffinato.
Il Primo l\Iinistro ~1ossadeq avrebbe accusato il rappresentante
del Brasile di essere responsabile
del fJllimcnto delle trattative e di ag ire a favore del gruppo anglo-americano.
~o uo
NEW YORK, 13.
Il MI nlstro degli Esteri britannico.
vivaci commenti da parte di tuW
delegati.
nel corso del dibattito generale
Da parte britannica si esprime un
all'Assemblea, ha Illustrato quattro profondo rammarico per la decisione
principi che debbono, a suo parere. di Trygve Lle. E' chiaro che Il dispiacostituire Il presupposto per un rego- cere manifestato dagli ambienti uffilamento del problema del prigionieri ciali britannici. aumenta con 1 timori
di guerra coreani. Tnll principi sono: derivanti dalle difficoltà sollevate dal
1.) Tutti
1 prigionieri di guerra problema della sostituzione di Trygve
hanno Il diritto di essere liberati al- Lie. Non si vede infatti nessuna candidatura suscettibile di ricevere l'ala conclusione di un armistizio;
2.) Tutti l prigionieri d\ guerra desione totale della Russia e delle
h anno Il diritto di essere rimpatriati; grandi potenze occidentali, contemporaneamente. Si dichiara a questo pro3. l La potenza che del lene l prigionieri ha Il dovere di prendere le di- posito che la Gran Bretagna non solsposizioni nect>ssarle a tale rimpatrio; leverà. da parte sua. obblezlonl alla
4 . l La potenza che detiene l prigioeventuale candidatura di una personieri non ha Il diritto di ricorrere al- nalità indiana. essendo questa In grala forza per disporre della sorte del do di ricevere la fiducia del due blocchi opposti. Tale personalità Indiana
prigionieri.
Dopo avere enumerato l quattro dovrebbe essere. sempre secondo voci
principi che dovrebbero, secondo lui, circolanti nell'ambiente della Delegafavorire Il regolamento della questio- zione britannica, l'ex rappresentante
ne dei prigionieri, Eden ha aggiunto permanente indiano ~Ile Nazioni Uni. che sarebbe forse difficile, ma sicura- te. Sir Benega1 Rau .
Negli ambienti ufficiali Indiani cl .si
mente non Impossibile. mettere in opera tali principi ed ha ricordato le limita ricordare che Slr Benegal Rau.
numerose proposte pratiche avanzate U quale appartiene attualmente alla TRlPOU, 13.
Corte Internazionale dell'Aja, non !a
dal Comando Unificato.
.\!l'apertura dello seconda sessione del
L'oratore ha rilevato con evidente più parte del personale diplomatico
interesse, per un ulteriore sviluppo Indiano. Si raccoglie tuttavia. d.a fon- Pnrlonwnto Libico, Re Idris El Sen'tasdella questione del prigionieri, le pro- te degna di fede, l'impressione che ~i, ha (l nnuncilllo che la Libia entrerà
poste del Messico c del Perù. « Noi e- se un'accordo generale dovesse esse- pro<s lmnmente n far paTte della Lega
samineremo tutti l metodi. tutte le re raggiunto sul suo nome, Sir Be- .\rnh:a.
procedure possibili. per assicurare la negai Rau accetterebbe il posto d!
Eg li b(l precis a to che molto probabilapplicazione di tali principi. Può es- Segretario Generale delle Nazioni mente In Ubia p render à parte a lla se~­
servi qualcosa di più ragionevole? ».
Unite.
sione clella L<>g<~ Araba che s i nprirà nel
Il delegato britannico ha respinto
murt.o pros~ i noo.
la proposta sovietica per la creazione
di una nuova commissione. polchè in
Il ]{e Idri ~ b o in oltre an nunciato lo
essa si prevede che tutti i prigionieri
»labilimC'nlo di rela.1ioni
diplomaticlle
devono essere rimpatriati. Ritiene
co n la Giordania, il Libano, In Siria, il
tuttavia che potrebbe essere ulterior- FRONTE DELLA CORE.\, 1:1.
Pakistan, l'India e la Turchia.
mente utile, una volta regolato U proDue balt~glioni cinesi hanno ut tacrato
La Libia s ta infine studiando progetti
blema del prigionieri, creare una commissione sulla base del suggerimento le posizioni delle Nazioni l ' nite situate di accordi .con lo Gr::an Bretagna, con gli
dell'Unione Sovietica. Egli ha ricorda- a nord est di Knmva.
Stati l'nit i e con la Francia, stati che
to che il progetto dell'accordo per
Le ultime informazioni indicano che la
hanno inlere~si comuni con la Libia.
l'armistizio prevede una conferenza battaglia prosegue con acca nimento e ~o­
politica dopo la cessazione delle osti- no segnalati anche combattimenti all'arlità. per lavorare alla r icostruzione ed ma bianca.
al futuro politico della Corea, come
L'attacco in corso è il tredlcesimo lanpure alla soluzione degli altri probleciato dai comunisti contro la mede~im<o
mi nell'Estremo Oriente.
Proseguendo Il dibattito. Iniziato posizione alleata.
con l'Intervento di Eden, ha preso la
P.\R!Gf, 13.
parola la signora Pandlt (delegata
t'n porta n )(:e del Quai d'Orsay ha smenindiana) la quale ha espresso la speranza che « la saggezza e la perseve1 tito oggi categoricamente le ,·oci seranza dell'Assemblea permetteranno
condo IC' quali il Presidente del Consiglio
di porre fine al conflitto coreano
Pinny t11·rebbe offertp al rappresentante
giungendo ad una soluzione, senza VIENNA, 13.
diplomatico della Spagna a Parigi l'aptuttavia danneggiare i principi :., e
Il governo austriaco ha definitivamenche la Repubblica Popolare Cinese te fissato al ventidue febbraio prossimo poggio della Fran cia alla candidatura
s pagnola a ll'l NESCO purchè in cam bio
possa essere ammessa molto presto
le !'lezioni polit iche generali.
il Governo di Madrid eser citi In sua inalle Nazioni Unite.
Si ritiene cbe assa i probnhi l menl(' l'asfbtt·nw ~ullc Repubbliche Sud-A m er icane
« Speriamo - ha proseguito la .signora Pandit - che tale problema semblea vt:rrà disciolta nlln fine 1h•l nlt'~t· in Ili()((< ) c he i delegati di q;te.ste ultime:
sarà oggetto di nuovo esame e che in cor so ma la campagna el et tm·n le :ovnì <~ll 'll:'\'1', ~o~t~ngonu la tesi francese a
sarà anche possibile a questa Sessio- ufficialmente inizio n i primi di ~t'n nn io. pn>po,ito dt•l problema Nord .\fricano.
ne di riconoscere ed applicare li principio della universalità delle Nazioni
Unite ».
La Rappresentante indiana ha espresso la sua simpatia per le aspirazioni di Indipendenza dei popoli della
Tunisia e del Marocco. « Tali Paesi ella ha dichiarato - hanno gli occhi
volti verso le Nazioni Unite afflnchè
sia applicato loro, rapidamente, · 11
principio del diritto del popoli di disporre di essi stessi. Dal nostro canto, volgiamo lo sguardo verso la Francia. polchè essa rivela, traverso te
sue azioni, saggezza politica e senso
della storia, che hanno caratterizzato
nel passato la tradizione di questa
grande nazione».
La delegata indiana ha messo anche In rilievo l pericoli della politica
razziale perseguita dall'Unione SudAfricana ed ha sottolineato la necessità di un'aiuto tecnico e finanziarlo
delle Nazioni Unite per rafforzare l'evoluzione democr~tlca dell'India e attraverso essa d l tutta l'Asia.
Ha chiuso la serle degli Interventi
di Ieri. Il delegato greco Atanasl Politls, Il quale ha lanciato un'appello all'Assemblea amnchè In essa vi sia
sempre pazienza e perseveranza negli
sforzi per mantenere il c fragile ponte della speranza » dell'umanità.
In una rapida rassegna. del confltttl che attualmente minacciano la pace, Il delegato greco ha deplorato la
tensione fra le grandi potenze, l'effusione di sangue In Corea c le situazioni Intermediarie tra la guerra
fredda e la guerra propriamente detta come l'attività del guerriglieri in
Malesia e l'azione militare del comunisti neii'Indoclna.
SI apprende Intanto che negli ambienti delle Nazioni Unite, le dimissioni di Trygvc Lle hanno suscitato
Ed~n.
la libia entrerà a far parte
della Lega Araba
Comballimentì all'arma bianca
sul fronte coreano
la Francia non favorirà
la can~idatura spaonola aii'Unesco
Fissate al 22 febbraio
le elezioni poliliche austriache
Un nuovo prodotto per il bucato e per la
lavatura delle stoviglie e del vasellame.
Adatto per l'impiego con le acque più
salmastre, restituisce alla biancheria
freschezza e splendore. Usato in cucina
sgrassa .le .sto~igli~ e. dà t.ucidità e trasparenza a• p1ath e a1 b1cch1eri.
In vendita nei migliori negozi.
\'11·.:-;'N'\, 1a.
li Cu tH'ell h:re: .\ thl rio et> IÀ!tJfJ<>l!lo •..
.
l C
rtg\
ho dtt•hwr.ot•• ro
'".'"'re'''' del jJartoto
P••JI"li' ln d w Il ;\l ont,trr. dt·gli g~ltri
lO::orl t;rulH: I ~ • rl-ch ~rlo Il Nr•w York
.
31
primi rli Dit·l·m hrt: r><'r <·~porre all'A~
I.lt•n ( ;~ncr.olc dcii~ N:ot.i<mi t:nitc la~rn.
.
' ()(1.
~ 1/imH· clt·li'Aoo,trtn. l .ro dntro dr·lla J•arten
·
70 d<·l ;\llni,lrtl Grui.Jcr non è sl<lta
rorn iscrittro nll'ordin~ del giorn1,
un.
De Oau/Je critica
la politica governativa
P1\ RIGJ, Hl.
Il gcnernlo De Gaulle ha pronun .
.
d. h.
d l C
caato
11 dtscors•> t c IU!Inra e
ongress N
Yional e dt:l • Rn~sem iJicmeut l't'•••lh ~- a.
•· ~ rra 0 •
Egli ha vlvam<:nt<: criti~all, la politica
ciel ~overno fraDl'Cl>e relatavamentt al\' \.
lean1a atlant icn e ali 'esercito euri'JPt:.
Relazione di Pacciardi
a/Consiglio dei +linistri
Il nuovo Capo dell t Polizia ilaliana
ROMA, la.
Il Consiglio dei ì\Iinlstri ha tenuto ieri
ma t ti n a l'an nun clata rlunione dedicata
nella prima parte, alla relazione del
nistro della difesa Paccia rdi sui risultati
della s ua mi ssione presso il go\•erno sta.
tu ni ten se. Secoaldo quanto riferisce il
q uotidiano « li T-empo • l'on. Pacciardi
non ha agg l!lnto, nell;o sua relazione, ele.
menti nuovi o ltTe quelli resi noti il giorno
1>eguente nl s uo ritorno dagli Stati Uniti.
dopo il colloquio col Presid ente del Cons iglio ou. De Gasperi.
Nel complesso,
prosegue • Il Tempo • , l'esposizione del
;\1inistro è s tata Improntata ad un certo
ot!imismo, specialmenlt per quanto ri•
guarda Il volume delle commesse e delle
riforniture militari per l'anno 19.52-53.
:Kel corso della riunione il l\Jinistro dell'Inte rno ha dato notizia di una lettera
del c:lpo della polizia geuerale D'Anioni,
il quale h a pregato di esser e dispensato
dalla ca rica pe r gn1,·i moti\'\ di salate.
11 Consiglio ha j>Téso atto con ,.i,·o rio·
crescimento del!(' dimis!>ioni del generale
D'Antoni ed ha uomioato, come nuo\'o
capo della polizia, il dr. Tommaso Pa,·one , allualmente Prefetto di ~lilano. E'
~lato pure clelibcralo dal Consiglio dei
:llinistri un largo movimento dei prefetti.
Alla Prefettura di .i\Iilano è s tato designato il generale Cappa, già Capo di State
maggiore dell'Ese rcito. Sono stat i approvati inoltre prov,·edimcntl di ordinaria
amminis trazione.
mi:
Il risarcimento dei .danni di ouerr1
in discussione alla Camera ita/1ana
RO:IIA, 13.
.\Ila Camera dei Deputati, nella ripresa
dei lavori D\'\'ennt·n ieri, è s tntn discussa
In legge per il risn rdmento dei danni d~
gnerrn. L'cutlttì complt"">~iwt dei danni dì
guerra , set•nndo i colcoh ufficiali , ammon·
aa qu:hi chll'mll.t milia rdi. Sono stati a~
pro,·ati pure ,wconli itolo-francesi relattvi alla immigru1lone it.1liuna in Francia.
Al Senat o im·ec~ sono s t:\l e esaminate le
uuo,·e clispo,.l,ioni per le promozioni dei
mngi~lro ti. 11 progetto uppro\·alo rigunr·
da i compolll'n\Ì la Corte d'.\ppello e la
Corte di Cassaz ione .
Scartata l'ipotesi di un orossimo viao~io
di De Gasperì a Was~inoton
R0l\1A, lll.
Ris pondendo nlln domnndn se il Presiclt' nl e del Con~iglio del ~linisl ri, Qtl. De
C11~pcri, pens ll>-sc di re<·nrs i. 11 breve
!'Cnrlen ~n . n<'gli .Sloli Uniti per .incontrar·
~i con ~l.;cnhower. il portnvocc del
n i~tero dcgl i Esteri ltn li uno bo dicbta·
rnto che, date le eccellenti relazioni tra
l' lt nlio c gli Stati 1Jniti, non ~i l'?nsi~~
m allualmentt' a R omn l'e,·entunhtò
vin~gio del Presidente del Consiglio ~
Ga~pcri o Woshington, jlCr inconlrll:
c• n il ntH'' '' ' l're~ldentt•. C'lt\ non esrl?
l'lte -.: in futuro 1.1 -;itun 1 iun· con~ighas·
~" l>imile incomr<J il }Jrimo ;llinl•tT~' 1 ~
!inno potrebb<', come glil ho fatto itl ~
~oto, r ecoN:I neg li .Stati Uniti per d~
terc que.~tionl comuni c di g enerale ali"
ll'TI:>-:.C.
i'!l-
,
IL coa· IERE DELLA SOMALIA
MOGADISCIO
=----Q_U_o
__
TID_I_AN_o
__D__
I_M_O_G_A_D_IS_C_I_O_____t
Direzione: T elef. A.F.I.S. .10
Redazione: T<.'lef. A.F.I.S. 2r •
Cronaca:
Telef. A.F.I.S. 2 I
ABBONAMENTI -
•t
P UDBLICITA': Agente Porro, Tel. 98. Tariffe: per cm.
altaza, lar.ll. i\ col. l
Pubblicità So. 2,50, Necrologi So. 1, Cronaca So. 3 - lkonomlcl : C,nt. ~ 5 a parola, minimo ro parole. La Direzione a1 rl11rva U dlrltto di non accettare ~~ ordbll
VENERDI 14 NOVEMBRE 1952
lf- Auo 111- N, tS-'7~ ·Prezzo 10 CIII.
(Numeri arrettati il dopplo)J
Annuale So. 30 • Semestrale So. 16 • Trlmntrale So. 8,50 • Aanuale, ridotti, ,., uffic:l pubblici Se. %5
AI Consiglio Territoriale· Il· assume
Deleoato eoiziano
la oresi~enza
La Jl0111ina dei 'IJteU'lb1~i della C01n1nissione pe1' i l }J1'CZZO del
.cotone. L'elezione d ei consi.ql'ieri coJnJJonenti il Contitato Ri.({otto. L 'esa1ne di quet$iti e }n'01J08te p1·esentati dai consi,qlieri
La :;eduta ha inizio alle 9 sotto la
-pre,.\denza del Dr. BENARDELLI. E'
presente Il Dr. Ervin Pardo del Segretariato del Consiglio Consultivo del1'0.1'\.U.
Il Presidente comunica all'A:>semblea le decisioni del Comitato Ridotto
in meri-to alla nomina di una Commissione per stabilire ii prezzo del
cotone in bioccolo, prodotto In compartecipazione. Infatti l' Ordlnan·~a
n. 3 che disciplina la coltivazione del
cotone prevede che Il prezzo del cotone sia stabilito da una Commissione.
composta dal Giudice della Somalia,
in funzione di Magistrato per le controversie economiche, e da cinque
rappresentanti dei coltivatori in compartecipazione designati dal Consiglio Territoriale. Nell'imminenza della convocazione di questa Commissione, i rappresentanti dei coltivatori sono staLi designati dal Comitato ridotto nelle seguenti persone: AHMED ADEN cBasso Giuba ), ADEN ABDULLA
cBelet UenJ. IAHIA HAGI ABDULLA
rMogadlsclo >. SULTANO ABDURAH'\MAN ALI ISSA tMercaJ, SCEK
ABDULLAHI MOHAMED BEGHEDI
cAudeglel.
Il Consigliere ABDULHAMID SALIM prende la parola sull'argomento
per far presente che tra le Comunità
minori quella araba è la più numerosa e che quindi dovrebbe essere permanentE>mente rappresentata nel Comitato Ridotto.
Il PRESIDENTE risponde che il
Regolamento vigente è stato approvato dall'Assemblea e che non si può
che attenersi al regolamento.
Successivamente il PRESIDENTE
Invita l Consiglieri a designare .l
~>crutinio segreto i componenti del Comitato Ridotto che dovrà svolgere l
s uoi iavori nell'intervallo di tempo
prima dalla Sessione ventura.
La votazione ha luogo e risultano
pre,celti quali componenti del Comitato Ridotto i Consiglieri Territoriali:
ADEN SCIRE GIAMA, GEILANl
:\!ALAK OSMAN. HAGI MAHAMUD
FODLE. ISLAO MAHADALLE. ISLAO
OMAR ALI. ISMAIL GIAMA GIS.
MAHALLIM OMAR. MOHAMED ABDI NUR. MOHAMED SCEK OSMAN,
YUSUF FARAH. La comunllà Italiana
sarà rappresentata dal Con:;lgl!ere
FRANCESCO BONA e le comunili.t minori dal Consigliere ABDULHAMID
SALIM.
Donn 1., •:·•t ~.CJn e il PRESIDENTE
~·v~:~;de all'esame delle varie questioni e propos te presentate dal Consiglieri.
Il Consigliere DUALE CAHIE sollecita l'invio ad Obbia del titolare di
quf"Ila Residenza, dato che il centro
ùi Galcaio - sede del Commissariato
Rc·gionale - dista plu di 250 chilometri. c· per le popolazioni Il recarsi c·ola
rapprr•scnta una cosa difficile. Il PRESIDENTE comunica che sarà provveduto <· confr·rma anche che sarà presa In considerazione. da parte del
competenti organi deli'Ammlnl~>tra­
ZI<mro, la proposta di invio di un mcdico ad Obbla centro per soppc•rlre al
bl:.ogui .-.anitari delle popolazioni. Circa la terza raccomandazlon<.' di :;cavan• alcuni pozzi nel centro di Obbia, Il
PRESIDENTE fa notare al Consigliere
proponl'ntf' Il già previsto ed annunziato programma dell' Amminl:;trazlone, P<'l' Io scavo di cento pozzi profondi. E' un piano generale che Interessa tutto. la Somalia ed Obbla no :,;arà
ugualmPnt!' bl'neftclata.
Gln·u la camionabile Obb!a- EI Bur
<'O)>truita a ~>P<•se delle popolazioni il
<Jonsigllerc· DUALE CAHIE richiede ,o
lntPrvento dell'Amministrazione per
la riparazion<' di un tratto di circa
11uaranta chilometri In modo da ripr!:.tlnan• il transito costant<· sulla strada <•d Il PRESIDENTE assicura !l
('<m IKII<•rr· che• la proposta 11arà pass ata al f'ompctente Ufficio tecnico.
11 <JonslgiiPrc DAHER SET OlAMA rir'c•vt· Il' s tesse assicurazioni por
l'ass<.'gnazionp di un medico c di un
mae~>tro c\1ropeo alla scuola di Obbla,
come per l asM•gnazione di un marl! tt·o
llomalo ad Harar- Dcrc o di un Qadl,
di un marstm somalo c di un lnf('r-
miere a Garahat, pur facendo notare
Il PRESIDENTE che richieste del ge-
nere andrebbe bene presentarle direttamente ai Commissariati Regionali
per una più sollecita evasione.
Il Consigliere DAHER SET GIAMA
ha anche suggerito l'istituzione di un
Reparto d i Polizia cammellata nel territorio del Mudugh per Impedire le
razzie, per sorvegliare le cabile nonché per pattugliare costantemente il
confine tra la Somalia e l'Etiopia. ri
PRESIDENTE dichiara che passerà la
proposta all'esame del Comando della Polizia della Somalia.
Il Consigliere ADEN ABDI ALIN ha
fatto nctare che la polvere minaccia
di rovinare l'abitato di Buio Burtl e
richiede l'intervento dell'Amministrazione che dovrebbe piantare alberi per
rendere meno dannosi gli effetti del
vento e della polvere. Il PRESIDENTE
risponde che. trattandosi di un argomento riguardante l'Amministrazione
1nunicipale, gli abitanti possono risolvere immediatamente Il problema
contribuendo alla messa in opera delle piante anche nella zona del campo
di aviazione, per la quale sarebbe a richiesta senz'altro concessa autorizzazione.
Il Conslgllere ADEN ABDULLA fa
notare che un importante capoluogo
di provincia quale Belet Uen. pur disponendo di un capace Ospedale.
manca fin dallo scorso anno di una
autoambulanza. II PRESIDENTE risponde che comunque l'Amministrazione aveva garantito la continuità
del servizio mettendo a disposizione la
autoambulanza militare che si trovava a Belet Uen e comunica che fra·
due giorni partirà per il capoluogo la
autoam bulanza in servizio civile richiesta.
Lo stesso Consigliere ADEN ABDULLA ha presentato altra proposta tendent.e ad attirare l'attenzione della
Amministrazione sul problema degli
autotrasporti tendente a trovare un
rimedio e creare lavoro. allo scopo di
far rifiorire questa Importante attivil à che. vitalizzando una branca dell'eronomia privata, dava lavoro a
molti proprietari. autisti, aiutanti, padroncinl e meccanici.
Il PRESIDENTE risponde che :a
Amministrazione ha nominato appunto una Commissione che :;ta svolgendo l s uoi lavori. ma il problema è pesante ed è derivato essenzialmentP
dal fatto che è diminuito il trasporto
costante, del quale aveva necrssltà la
Amministrazione britannica, con 11
Kenya, il Somaliland. Harghelsa ed
Harar.
,
11 Consigliere SHE!UF ABDULLAHI.
t <'nendo conto che contlnuanwntc accadono delitti sia contro lr prrsone
cl1e contro il pa trimonio c> che quindi
le persone che vi sono coinvolte debbono trasferirsi a Mogadiscio per U
giudizio- propone che i gi udizi siano
celebrati nel territorio dovr l' avvenuto il ratto, ottenendo con questa ri:;oIm:lone. anzitutto il ri~·parmlo del
rimborso delle spese nl trs limonl ed
nllr parti. e successivamente di far
pa rtecipare direttamcntP le popolazioni Interessate alla celebrazione dci
processi avvenuti n<'i loro territori.
Chiederebbe pertanto l'estensione
della competenza giudiziaria penale
anche ai Commissari ed ai Residenti.
Il PRESIDENTE fa notarr che molto spesso si tratta dl celebrare procrssl molto importanti per l quali sono previste pene gmvi e quindi la
Corte di Assise con srd(' a Mogadiscio
l' In condizione di poter nssolv<'re serename nte Il suo non facile compito.
Non si può far trasferire la Corte di
volta In volta né :;! può, In molti casi, delegare le funzioni ghtdlzlarle. E'
più agevole quindi che siano l testimoni e le parti a venire n Mogadiscio.
Il Consigliere SHERIF ABDULLI\HI
rappresenta anche una n<'crssitA rig uardante la scuola araba di Bardet·a
della quale richiede un nmpllamrnto
a cnusa del numrrosl frrqut•ntatorl,
r.irca 260. Il PRESIDEN'rE dichiara
che l'Amminlst•·aziono ricono:;co cho
la scuola è eJl'cttivnmcntl' piccola ed
è nllo studio un provvedimento per
ampliarne 1 locali e. dopo una contestazione In merito al numero del maestri somali che dovrebbero essere a
Bardera In due mentre ne risulta solo
uno, Il PRESIDENTE comunica che li
maestro attualmente assente sarà subito rinviato a Bardera o sostituito
con altro.
Il Consigliere MAHALLIM OMAR di
Lugh Ferrandi presenta alcuni argomenti strettamente riguardanti quella Residenza. Anzitutto richiede due
barche per attraversare il fiume tra i
villaggi di Bur Dubo e Boran Ramata
ed una barca a motore per l'ispezione
lungo tutto 11 fiume nel tratto della
Residenza di Lugh.
Richiede anche di aggiungere il motore al traghetto di Lugh Ferrandi in
modo da facilitare il traffico delle
macchine e delle popolazioni.
Inoltre, trattandosi di una regione
di confine, richiede un incremento
del traffico con Il Kenya e con l'Etiopia ed il PRESIDENTE gli fa notare
che non esiste alcuna restrizione ln
proposito ed è favorito al massimo lo
scambio ed il commercio di importazione ed esportazione con questi Paessi. Anche i singoli poi non hanno che
da munirsi dei documenti necessari
per poter andare dove vogliono.
Il Consigliere MAHALLIM OMAR
conclude con una proposta riguardante la macelleria municipale di Mogadiscio attualmente priva di luce elettrica. Dopo le ore diciotto - dice
- il fatto provoca una difficoltà nella
vendita della carne c li rimedio dei lumlcini a petrolio non è certo igienico.
n PRESIDENTE dichiara che passerà la segnalazione e la proposta al
Municipio di Mogadiscio.
Proseguono altri argomenti dei quali, stante l'ora tarda, daremo dettagliata notizia sul giornale di domani.
E~en partito per il Ganadà
NUOVA YORK, 14.
n Ministro degli Esteri britannico
Anthony Eden ha lasciato Nuova York
oggi, per rerarsi nel Canadà dove :.i
tratterrà fino al 18 novembre. data In
cui ritornerà per qualche giorno a
Nuova York P<'l' seguire i lavori della
Assemblea. Eden ritornerà a Londra
alla fine della settimana prossima.
Il ViHOOiO di Tito a londra
non è stato ancora fissato
LONDRA, l •l.
Al Forcig-n <.>ffil-,• s i dichiara che non
i; stnla nm·or,l fi,_,llil In dnta per il \'iaggio •·hc il nutrt...,l'iullu Tho hn accellulo
di rare li l.undru Il st·~ uilu dell'lnviw trusmes~ogli dul lllini-,tru degli esteri Edl'll
!l
llOillt' •lt• l c;ov~rnn britannico.
"LE MANOVRE PASSO lUNGO"
Ispezione sulla zuna operativa
deii'Ammiraolio Girosi
RO:Il ,\, 14.
L',\mmir.t):'lio c:iro-.i I' UillllllCl(lnte della
t<mn murhlillln ilnllnnu assieme nd nitrì uffkin li dello S. l\'1. ci<•l Q. C. di Nnpoli de lle lllllll ovn• • Pn~sn lunl'(o "· ho l.':<eguiln un l'olo eli ispet h•ue s ulln zonn of>l'nllh•o~ dt•vl' si .wul~t>ll<l le Nert•iln71oni.
lntnn tn il Q. c:. di N,1puli ha re~o uoto
l'Il<· ll él t•ur-.o tlt•ll,· uhlme 2 L ore sono
~Ili li !.p<•rill\l'lllnll i Jlh) moderni rit rm·nti
nd C'OillJlH tl~lln \u~i,Ji,·n, pt•r il rìforni.
nwnto oli~ novi 111 rotto verso l pori i di
dc>-limuirmt•. Ll· ht1lc :llnt'nre del\ 'Egeo
centrolt>, t.·ompll'lnnwnte <1\~abitall', sono
s lOLll eHl'li iw•nu•nlc hnmhan\nte cin l more
c rl!tl c i~ lo. Quc,ln nw novru prelnde ullu
J.:'l'onde azioni.' dol • t•ommnndos • prevl~tn JWI' og!-(i J)U)lWr.Ì~l-(.10 e cni pnrtec·ipano l't.'I>RI'IÌ di tultt; 111 sci no~.ionl impcg nnte> n t'Ile mnno\ re • t•a ,.so lungo •·
d8l ntJOnSIU. l.IO ntJOnSU lt•IVo
Il currica/um vitae
di S. E. H a mm ad
Dal 12 corrente il de legato dell Tgillo al Consiglio Consultivo Minbtr., Mahamud 1\Ioha rram H ammacl, ha assun to le funzioni di Pres ide nte del Consiglio stef>SQ.
Cogliamo l 'occasione per pubblicare qualche notizia sulla brillante
carriera nel ruolo diplomatico di S.
E. :\lahamud :\loharré-111 Hammad,
al quale diamo il più co~diale benvenuto del " Corriere deUa Somalia ».
S. E. Hammad entr~ in carriera
nel 1929 e fu ~uccessi\'amente in servizio presso le LegaziOHI d'Egitto a
Pari~i c a 13mx.?lles. Ajdetto al Consolato d'Egitto a Gincvr.1, fece parte
clelia dclc.e;azione egizia~•:\ alla conferenz:• del disarmo te mtta a Ginevra
ne l 1932 , nonchè a lla conferenza internazionale delal istruzinne organizzata a Ginevra nel 1933 dall'Uffici:>
l nternazionale dell'Edt11·:.zione. X ominato ,·ice console a Parigi nel 1934
\'i rima-.e sino al 1937 <:mmdo fu tra~feri to in qualità di se~retario, alla
Delcg-:udone ~~crmanente dell'Egitto
t•re!>:.O la Società delle :\azio ni. Ha
f:,tto poi parte delle delq~azioni egiziane alle assemblee della Società delle :--lazioni da l 1937 a l ·q~S . In giugno 1038 t: stato desigLato secondo
dclo.:galo alla conferenza intcrnazion.lle del lavoro ~ Gine\':n e nell'agosto dc 1 lo:;o fu destin-!to alla Delegazione d'Egitto a Derr;.t, Xell'aprile I O.JO ha partecipato a. )a,·ori dell 'ultima :.tsscmbl,' a rlellr. ~ocictà delle· Xuzioni in qualità di ~ccondo delegato dcll 'Egitto. X el lttf!'lio 1946 è
stnto Rappresentante dell' Egithl a ll'a:-scmblea dcll'Istitutp Tntcruaziourtlc tli Agricoltura a Roma.
'frn :;fcrito al Ministero, nel 1946,
\'i ha occupato l'ufficio r~i Capo della
!:'czio nc delle l'\ azioni Un i le. Ha fatto parte delle Delegazi.mi e~izianc
alle a:-•cmblc<> dell'OX(T dd t Q..jO, 47
c ..jS. ln ottobre Il)..f8 ft, nominat;>
C( n,_OJe generale
a (;~ ru:-a)Citllll~.
Dall 'al'rilc 1040 al mag-gio IQ$1
tato
direttore interi n.1lc del centro informazioni delle :\azioni l 'm•c
per il ì\lcclio Oriente.
Nel magg io 1951 ~ st:llo nominato
primn Sl'grctario presso l'Ambasciat.l
l'g"i~.iana a Parigi, dove fu pn.> nws..;;o
c-onsig liere. Nel ettembrc \li quc~t ':lllno ~ stato nomi n 1tn rnpprcscnlantl' dell'Egitto al c.on,.iglio consultivo per la Somalia.
t'
Trattative di Ussen Makki
per la ven~ita di petrolio iraniano
PARIGI, 14.
Ii Capo ctel Servizi per la nazionalizzazione de i petroli iran!ant. Ussen
Makki. ha tenuto una conferenza
stampa. dicendo che sono In corso
convt••·sazloni con acquirenti stranieri allo scor>o di esportare petrolio.
Ussrn Makki ha dichiarato di avere
avuto egli s tes:;o conversazioni con
mppresentantl di compagnie private
di petrolio durante Il soggiorno negU
Stntl Uniti.
IW~I \, 14.
l'nrl<lllo oggi p~r ~li Stati {lnili. th•ve !'l
tro!Jt•rnnnc• JWr un ptrio,\o .ti rirru sel
~eli i mnn~. cl m' 111ls~ioni t~,· n il'ilc sindn•·nli iln liune. Qnt's ti \'inggl rh•ntl'lll\U nl'l
quntlrn dell'ussbtenza l~cnicn pt•r In mu,
l\111 nssislt'll/0,
------------------------------14 novembre 1952
N. 57'i -
Il Corriere della Somalia
DA MOGADISCIO E DALL'INTERNO
Al Consiglio Economico
Approvata la proroga al 30 giugno t953 dell'Ordfnanta n . 3t
sulle locaztont di immobtU urbani e la estensione dell'obbHgo
di assfcurutone pt'evista dall'Ord. n . 24 del 25 maggio t950
n Consiglio Economico della Somalia si é riunito In seduta plenaria
mercoledl 12 corr. alle ore 16,30 nella
propria sede \Sala del Convegni della
Fiera della Somalia).
Era presente la maggioranza del
Consiglieri e presiedeva Il Dr. Ferdinando Bigi.
n primo problema posto all'Ordine del Giorno. esame delle proposte
concretate dall'apposita Commissione
per lo studio di una nuova disciplina
del Controllo Prezzi, dopo una lunga
discussione nella quale Intervenivano
i Consiglieri s erapionl. Abubaker Ham ud Socorò, Dr. Calzia, Comm. Briata, Hagl Mahamud, veniva rinviato a
un'ulter iore riunione essendo stato
espresso dal Consiglieri il desiderio
di avere una copia delle decisioni della apposita Commissione al fine di
studlarla e potersi quindi pronunciare In merito.
Tl Presidente dopo avere effettuato il rinvio. In omaggio alle richieste
del Consiglieri, passava al secondo
punto dell'Ordine del Giorno relativo
all'esame e parere r elativi ad uno
sch ema di Ordinanza per la proroga
del termini previsti dall'Ordinanza n.
31 del 9 Giugno s ulla locazione di immobili urbani.
n Dr. Falcone faceva notare che 11
Consiglio Territoriale si era già espresso sull'argomento e che sarebbe
stato opportuno che Il Consiglio Economico lo accantonasse per non creare contrasti.
n Presiden te faceva notare che non
vi può essere antagonismo o intollerabilità di coesistenza di due pareri
discordi in quanto uno rappresenta
un parere tecnico o quanto meno un
voto dell'economia del Paese, e l'altro
un parere politico-giuridico, parere
nettamente distinto e che Inevitabilmente, in proseguo di tempo, potrà
essere contrastante offrendo cosi alla
Amministrazione un secondo parere
consultivo di indubbio valore.
Sull'argomento parlavamo ancora 1
Consiglieri Hagi Mahamud Farah,
Hagi Mahamud Mohamud, Dr. Calzia,
Comm. Briata, Rag. Vecco, Hagi Dirle
Erzi, l'Avv. Francesco Bona, e Serapioni.
n Presidente riass umeva la discussione e rispondeva ai vari quesiti. In fine metteva ai voti la proposta per
la proroga della Ordinanza n. 3 1 e 11
Consiglio approvava a grande maggioranza. (25 voti favorevoli, 14 contrari).
n Presidente passava quindi all'esame d! una comunicazione presentat a
dai rappresentanti dell'Industria locale al fine di ottenere una tutela nei
confronti dei prodotti di importazion e.
Su tale argomento Il Dr. Bigi faceva un'ampia illustrazione asserendo
che la tutela di una sana lndustr.a
locale debba avvenire entro i limiti
consentiti dalle posslbllità economiche del Paese e che non tutto può ts.sere prote~to per non creare una con.
danna alla economia locale: ent:o
certi equi termini si deve però prot,Pggere ogni attività industriale che abbia possibilità di un sano sviluppo. Su
tale argomento viene aperta la discussione e intervengono i Sig'lon,
Montanari, Comm. Briata, Scek Abdulia\, Guled Mohamed Giama, Hagl
Mahamud Buraca, Ing. Damele. Alla
fine U Presidente riassume la dis::ussione e facendo s ua una proposta del
Comm. Brlata mette al voti la seguente raccom andazione:
a ) Interessare l' AFIS con una raccomandazione gen erale In favore di
tutta l'Industria locale ;
b) costi tuzione di una Com~nis~t o­
ne che esamini clrcostanzlat:unt!n re
la situazione delle var ie attività pro
duttlve, secondo l dati specifici e particolareggiati da queste forniti ali·Utflclo Segreteria del Conslglo Economico.
La raccomandazione messa al voti
viene approvata all'unanimità.
n Consiglio passa quindi al punto
4 dell'O.d.G. e alla unanimità d~man ­
da al Presidente la nomina di una
Commissione che agisca con la J: lù
ampia libertà, con un proprio Preslsidente e Il proprio relatore per la
compilazione del Regolamento del
Conslgllo.
Il Sig. Nazari raccomanda che n ella compilazione del Regolamento !'!a
tenuta In particolare evidenza ia necessità di stablllre delle Sec;s~oni di
funzionam ento del Consiglio Economico.
A questo punto Il Conslgllo EconomicO conclude l suoi lavori In seduta
plenaria e Il Presiden te ringrazia l
presenti per l'efficace Interessamento
por ta to al vari a rgomenti, invi ta a rimanere l soli Consiglieri della Sezione
Industria.
Alia Sezione Industria vengono sottoposti l rimanenti punti dell'ordine
del giorno e cioé: c ~sam c delle proposte concretate dalla apposita commissione In merito ad uno sch ema :11
provvedimento per la dlsclpllnn della
sgrnnntura c dell'Imballaggio del cotone~ .
Il Dr . Bigi dopo aver accennato alla
composizione della Commissione. lllustra ampiamente la proposta di provvedimento fa tta dali'AFIS e le modifiche e aggiunte proposte dal Consiglio
Economico. Sottopone alla Sezione 1
vari articoli del disegno di Ordinanza
l quali vengono approvati tutti alla
unanimità.
Il Dr. Bigi passa Infine a sottoporre all'esame della Sezione le proposte concretate dalla apposita Commissione in merito ad uno schema di
Ordinanza relativo alla estensione
dell'obbligo di assicurazione previsto
dall'Ordinanza n. 24 del 25 maggio
1950.
Dopo aver ampiamente Illustrato
l'operato della Commissione e la ragione del parere favorevole espresso,
sottopone per la ratifica al voto della
Sezione che si esprime unanlmemente
favorevole.
Alle ore 19 il Presiden te dichiara
chi usi i l a vori.
.IIRRlVl e PJIRTENZE
Con l'aereo VR-AAA dell'Aden Alrways delia llneà Nairobl-Mombasa..
Mogadiscio sono giun ti ieri i signori:
Alcide Garcina, Sergio e Marlsa De
Juliis, D. Osman Khamis, U. Uttamachand, M. Icarmaln Mallm.
Con lo stesso aereo sono partiti per
Harghelsa-Aden i signori : R. Veitch
ed Abdul Sattar.
Celebrazione della Zinra
del Sautone Scek Sufi
Il giorno 15 e 16 novembre c•>rn.·nt~ saeffettuato il pellegrinag;i} nll.t tomba
c':t parte dc i 11'deli; il ,{iOr 'tv 17 nm·'!m bre 1952, a lle ore 17, avrà luogo In cerimonia uffic ial e con la presen za del Segretario
Genera le dell'.\mmin istraztmH• , !)Jin i~t ro
Plen ipotenzia r io ?Ila rio Canino, .\l'lc.rità
civili e militari.
=~
,._. ,.
i.l lyl 4Jy. , ~ ~ cJ.
0• .\~\ ~~Il o;l.)l .;,~.r .>.A;
oJ..lll Lr ~} <SJ~\ ~)_,i \\
rY.
J
lf"':~
. A.I :(U
l.:t:-
~k-iJ_,.a> ~ \.G1C"~U l.I..;:,J
l-SI )! J.ir .>.Àt ;~.sC.n •.>.,..
v" ~.ì.
Ladri di J!BIIine
Il qunliordicenue lla.>so n Jf.o ~l Jlloha·
m ed, abitante a Unlo Elai, 1-l è l1ll o ..orprendere a r uba re il pol1 .1 n<e uell'nbita7'nnc di ì\l oh amed Sal im ')ct:k, a• l Jla:na r
llcn. E' slit to orreslu t o ed ha dovu t<J, nn·
tu ra lm entc, rest ituire b t·~ fnrli. :1 :Il 1~­
gi tt lm o p ropriel a rl o.
Porto a~usivo di puonale
Mahamed Bln Mahamed, di anni 18,
abitante ad Hamar Uen è stato trovato dalla,Pollzla In possesso di un pugnale. L'arma è stata sequestrata ed
Il proprietario arrestato.
DIREZIONE DEl SERVIZI DOGANAli
Avviso di vendita a trattativa orivala
Si rende noto ch e presso la Dogana di Mogadiscio è In vendita, a trat tativa privata , la seguente m erce:
LOTTO ROTTAMI DI FERRO Qll 1019
circa.
La merce è visibile dalle ore 7 alle
ore 13.
Le offerte su carta legale dovranno
essere presentate alla Direzione dei
Servizi Doganali entro il giorno 22
corrente.
Movimento del porto
Giorno 13 corrente, ARRIVI:
Sambuco « Salama • (bandiera italian a> da Brava, con tonn. 17 d! legname.
Sambuco c Zahir • (bandiera italiana)
da Brava, con tonn. 9 di legname.
Sambuco « Burakl » (bandiera Inglese) da Brava, con tonn. 17 di tamarlndo.
Sambuco « Blsclaratalkeir • ( bandiera
inglese) da Brava, con tonn. 20 di
legname.
PARTENZE:
M/ n « Algida » ( bandiera i tal! an a ) per
Chlslmaio, con m erce in transito.
Sambuco << Almerla • (bandiera inglese) per Lamu, vuoto.
dall e oro 7 alle oro 10 -
T olef. AF1 8 ti
-
CALCIO
I giocatori appar tenenti alle so
tà Sporti ve Indom l ta. Ju ventus 11egadisclo. sono pregati d i trovarsi d0CJ.
ma ni sabato 15 al Campo Sportl.vo 3 •
le ore 16,30 per allen amento.
1-
i
Spettacoli d'oggi
CINEMA BENADIR ntm Jndta no.
« Phoolon K e H
aar ,
CINEMA CENTRALE - • l-'adorabile l
sa" In tech nl color con Loretta y ll tru.
OUilt,
Va n J oh nson .
CINEM A EL CAB ~Ima vl.slon e.
«Canaglia eroica
• Ul.
CINEMA -TEATRO HAMAR e c inegiorna le di at~un tt tà.
CIN EMA MISS IONE n o.
« At.oJI
°
K•
« Lecla • film 1
lldta,.
SUPERC INEMA - «Mio tiglio Proft
e ci negiorna le Fox Movletone.
>·ore"
Annunci Ec~i~
ALIMENTAR I IMPER O • Vasto 3J>so
to Liq uori delle migliori case 1rUrntn•.~ll>n
Prezzl r ibassati.
MACLIE SPORTIVE BIANC HE Ptrf
« Arge. n t ina » In t u tte le misu re tro vereeuete pt esso Magazzenl PAT RIA (vicino s
pcr clnema).
uAL NUOVO NECOZIO Verdura In VIa f(>.
m a (Palazzo B ln Quert troverete vtrdUrt
assortita ottima, fagioli freSChi da Sin.n are e pom ldoro d i l.a qualità.
SECC IO LIN I e box pe t· bambini, attaccap anni da muro e gu ardaroba, scrivanie In
legn o e reno. sed ie di t u tti 1 tlp t. letti
rete metallica In ferro. comodini ecc
« Magazzen l Patria • vicino Superelnerna_
AL BOTTECONE formaggino MILIONE VI·
tam ln tzzato l 30 la scatola. Gorgonbol3
GI M. parmlgliano STRAVECCHIO.
Il 12 n ovembre,. dopo lunghe sotrerenu.
cristianam ente. si e spenta:
PA SQUINA CATAN I NE l STORCH I
Il m a rito Gilberto, Il tiglio Giovanni. ra
nuora Margherita, e la n ipotin a Giuliana.
addolora ti n e dàono Il trbte annunzio
Mogadiscio. 13 novembre 1952.
La Mltcbell Cotts e Co. IE.A.) Ltd. annunzia con dolore la m orte della
MAMMA
del Sig. Giova nni S tor chl.
Il personale della Mltchell Cott" e Co.
(E.A.) L td. partecipa con vivo dolore al
tutto che h a colpito Il collega Giovanni
Storchl ner la perdita della s ua
MAMMA
PARTENZE previste per il giorno 16
corrente:
P.fo c Tripolttanla • ( bandiera italia-
BOLL'ETTINO METEOROLOGICO
del 14 novembre 1952
Temperatura massima
30.2
Temper atu!a m in ima
25,2
Vento prevalen te E
Km-ora 8 ,1
Maree per il giorno 15 novembre:
Alta marea ore 2, 12 ed ore 14,35.
Bassa marea ore 8,42 ed ore 20,30.
\......
~;J._,l\ J\_, .•:~1
l.,o·i ))e l ~l onl t' i\ dc luw n vcvn lnst' l(tto
mon •cntu neanwn te in custodita In ~ tuo bi·
l'iL'h•ll,o In CurMI Vi llorio J::m11nue le.
l ',n· ndo dal ncgwio dove si <.>rn r ecato
Jll'r pochi minuti, uve\•o la pr evedibile
.'oorpn·.~o rll uun trovare p lìl la IJicicletln
d 1c ve n iva In vece r inve nu ti\ ahbo ndonota
pm· l ~e m t• pi ù lo rd i.
Ln Polizia, dnpo r nplde iudal(i nl , lw
orrt..,toto il didaunuvcnn e :ll uhnmn •l ;\lo·
h.1111l'd, obit nnte ,, IJmHI!!re. reo .·unfO!,.
~" <li uon .tver M<pn l u n.'si~lerc o\1.1 lell ·
((llinnc di un.t t•or~u In bit·icl<:tln .
-----=-===
IL CRONISTA RICEVE
n a) p er Mombasa.
...
'o J•-!
la passione per il ciclismo
pagina 2
~aUWl
6
CICLI
lùOIA
10'31 ~
96/A
ID .ACCISIORI
0 ..
l.. .\..); ~ '1 l>.;:...
. ":il.. ..)'.)) ~ J'é_,bi-1 •.a J l o;l.>~\ .::,....>,;\ .u_,
t.~ l J jj\ <S..lll .r. ,A:ll ~ ·'~
~_,:)1 ... , iY.. ..\.i..:ll ~1.(11 .L...j.)
~J)I ~.r.!-1 ~ r, u<>li-IJ '-'.<>Lll
~ ; (" _,.. J A~ J\_,-Ì J
Jl-1 ~Ài) ..JU..~ I!U~J .)\...a!-1
RICCIO -ViaRegina Elena - Tel. 428
Vott:a
42/A
60/A I
HatiP.ne FlhESTONE -le mi~liori
1
S. A. l. E. M. A. = Mogadiscio l
--=
Cirèolo della Caccia
AFGOI
Il « Circolo della caccia » invita soci ed arnie'
t •
battl
15 corrente ad una se t d' 11
• •
•
l a par ec1pare, sa
Af .
ra ~ l a egr~a tra Il verde riposante della rident~
s· .
.
g.o•. 1 ceneril, ed Il p1atto forte, delizia per i cittadini d' Polentont't
e pmcevo 1e novità per gli t!!ltr 1•
t . ·
e osel e baccalà . e
f'
par ectpant1 sarà costitllito da polent.l
fac., d
t
un tume dt Lnrnbrusco scorrerà nelle gole rinr~o
' n o concorrenza al torbido Uebi.
Bacco
permettendo
si d
e dalle
danze
· .1.
anzera. .. "...... Ma non basta ! Dalla cen~
USCiril come per Incanto
o·
.
Noti
• « 1ana Cacciatnce ». l
possiamo dirvi di più 1 11
t
p
res o 1o vedrete
er ovvie ragioni organlzz t'
·
l
« Circolo della Caccia di Af a ave pregasi prenotarsi telefonando :t
Ass. Cacciatori.
»
gol - Alta Moda - Libreria Porro - ··
t
N . 575 -
14 noYembre 1952
Il Corriere Ile li n Somalia
pagina 3
GENTE ALLEOl t . f OLI ALBA 1VESI JJI CALABJfiA
Per Inatrintoni e carnevalate
le ragazze:usano un solo abito
Dn eacciato1·e ch e non 'IJuole spa1~rrre - L'olio non basta pm· f'Ortt]Je1·a1"e la
Dijende1·e latt1·adizione tlal 1nocle'risn~o. Esistono gl'italiani?
u JJf o·r ris::·
SPEZZ.\NO ALBANESE.
Non (lnirò mai di c;..~cre grato a lle sens ibili narici del coni e alln rugiada che le
offende. Solo per e~'e i cnccintori rinunclnno a battere In cu mpogna fin dalle
quattro d el mattino. Fu cosl che scnzn
selvagge le,·ntncce :tlle due del tilattlno
(come 3\"e\"3 proposto un entusiasta} p<>tetti unirmi a un gruppo di cacciatori in
cerca del capriolo per queste montagne
di Calabria. Prima del capriolo però bisog nava prendere due grosse lepri avvistate
il giorno prima.
Pnrtcnza quindi du :llonnanuo verso il
P:tntnno e il Monte Polonuda prima per
la rotabi le poi per un sentieruccio infine
per un bosco di faggi. :Ila andiamo con
ordine. Quella br~wa gente, i cacciatori
miei amici, mi misero in mano una doppietl3 e mi fecero pialz.nre a sbarramento
lungo tutto un campo in attesa delle lepri. Rngionai a lungo e poi decisi di non
dir loro che non so .s para re soprattutto n
una cosa che corre lontuno. Per fortuna
andò tutto bene, uel senso che le lepri
pa••n rono sotto il tiro dell'avvocato e del
commercia nte di legna. Dieci chili di roba nt:i loro carnieri. Due ore dopo eravnmo al rifugio Conte Orlando. Il rifugio
fu costruito dal cir colo dei caccaitorl di
Jllorman no proprio per le battute al capriolo ma a nche ~en za nessuna bestia òn
caccia re vale la pena Care le tre ore di
cammino 1>er venire qunssù. Di fronte,
lon tano e !'biadito. si vede il mare; sotto
i faggi e le rupi; attorno le cime più
alte.
« Zot » Michele il comvrensivo
Dopo avermi lasciato qualche minuto in
rcligio>a con!eplazione, della quale furono
molto compiaciuti, i quattro mi dissero
che bisogna,-a andare. Qui ci fu una certa divergenza di opinioni perchè le brande di'l rifugio sono comode e mi paré\·a
gluMo intercalare con un pisolino, ma
n on ci fu niente da fare. Solo Zot ìllichde (sa rà esatta la grafia?) il signor
lllichele, un giovinotto albanese, ebbe
delhi compre nsione e si conquistò le mie
s impa tie.
Sem pre con quell'arma c he pesava sulla :.palla. si andò n vedere se Il capriolo
era dispo;;to u u:.ci re. La caccia, voi non
ca cciatori lo sapele, è noiosissima; vi
r bparmio perciò la mia odissea e condndo: il capriolo l'ho scoperto io. C'e·
rnvarn<J divisi per IJatter e meglio la z<ma
<1uaudo vedo un oulmaictto simpat iciss imo grosso s i e no come una capra. Comc lu vedo io mi vede anche lui e scappa n cento a ll'ora elegante come un
nth:ta antico.
Il 'iuo di S. Basi le
Tutto contento corro a dirlo agli altri
di c hiedermi com'era
fatto, di che co lore ecc., mi dicono:
« Perc hè non gli hai sparato? • e senza
credermi continuano lu battuta. Già ma
a c he serve spa rare u uno che corre co.,J
•· poi c 't: senso a sparare a una ca1>rn?
1'\t,, via è ridicolo.
}.{, ricerca info.~tti non diede frutti e
non rf's lò nltro do fore c he tornare ol
rifugio e c ucinare le lepri.
C<m ho selvagg htlt s i bevve bene e in
p•,co tempo le tìosc hettc furono vuote.
lllichele disse d'avere un vino s pecialis~i mo in uu s uo t·asclnalc a S. nas• lc:
Jltrt·hè non antlarlo n prendere? ì\fn cc r·
t<~, in l)(•chc ore d sia mo. E forw, di nuo"'' in morda tra IJltrJ,ellelte e canti.
l'in:ol mt llte arrivomnw a Sa n Dasile dove Il vi no eli ~ l icht:le s i rilevò pro(umnto
nl di v1pra di ogni 11 ~pcttntlvn. Il pn eso
tl<:v(: {r,r..e il s uo nome u uno dei tanti
m•m!Holl'ri fo ndai i nc ll'ltolia meridionale
dai c·ulll monaci h<L~IIia ni fuggiti di Gre·
cio 111·11'utlavo secolo per lo persecu?ioni
ictm()cla:.te di Loonc I'I saurico. Certo c he
<tui 1.1 Chiesa cntlCJiicn è di rllo orientale
(' nlf;lla gente pnrlo l'olhunesc. Volevi)
v l;,itrorc )Il chiesa mn il prc:Le. un U•JIIlO
tlul g no n t le harhtme ieratico o do! cappello
u t•ilin dro <-rn nl campo l!portlvo a vcllerc
l'rd kouoment•• d<•lln S<JUOdreUu di c:olcio.
l't·rclu\ si ha '"' l•cll 'c!>SeTC albanesi c ori~nluli mn il t1f•• è s empre tifo.
Intanto quesw Rtorin tlegli olbanesl cominl'luvn ati lnterc~bf•rmi e il cortese Mic> quelli, invece
dude , preso Il • Topolitto • dalla sua casa
di campagna, mi portò a Spe-t.?ano Albane~e dove hn fomigiio. Spezzano è un
nodo st radale e f~.-roviurio t>iultosto importante, inoltre la s trnorcli nnri a l eg~L'­
rezza del suo olio fa giunger!! Cin da lontnu<> compratori desiderosi di toglinre olii
più duri.
Ii mio amico po:.~iede nppuuto uu bell'uliveto ma non è soddi~fatto, a nzi se gli
~i parln di ct1rnmer<"io di\'enta nero. • Lo
vedi questo "Topolino" - mi dice - cos ta ottocentomila lire. tu "Renault" (macoese o In "Morrls " Ing lese costano c irca
In metà •. Poi sta zitto. Io in attesa del
res to, gli parlo, se nt.n crederci, di indu~trie nazionali da proteggere e di occupazione operato. Alloro lui sbotta: • Senti, se c.-ontinua cosl, lo con l'olio ci accendo i lumini ai santi perchè in Jtalln
~l importa oli o di ~emi che stronca giù
i prezzi in mani eru impossibile. Ora. io
sono pronto a tag li are ,(!li ulivi e pia ntare
cnrote ma poi voglio comprare la "lliorris " seu za dogana e non la "Fiat" a prer.t.i di protezionismo • ·
Come dargli torto ? E' lecito proteggere
~olo alcuni settori dell'economia nazionale a tutto danno di altri ?
Il costume di t utte
.\ casa di l\Jichele In madre, che finge
di,i nvoltnmente di ignorare la mia polvere, mi fa ,·edere il fa mzy.;o costume locole. l'n abito abbaglia nte, con una doppi.! ,·este tutta pieghe e disegni in oro e
con un bianchissimo velo trasparente sul
quale brilla prezioso e fanta stico il giallo
dl'l ricn mi. Solo per lo stoffa e per l'oro
;;e rlt: vanno più di centomila lire. • Mn
le contadine come fanno? • , le chiedo.
• Economizzano e fauno s alti mortali per
cuci rselo, ma per lu più ' an no nnmti col
co,tu me c he lasciato di madre in figlia
chi~,à di che secolo è • )la i vecchi sono
preoccupati, forse la tradizione rispettata
p er secoli sta per crollare in questi pochi
ultimi ann i ? C'è un fatto che li preoccu -
WASHINGTON, novembre.
Nemmeno glt amici inttmi del Presidente uscente Truman sanno quel
che vorrà fare tt1Ìa volla terminato
il suo incarico in gennaio. Truma n
non ha detto con precisione cosa intende jare. 111a ha annunciato che
vuole effettuare un viaggio in Europa, immediatamente dopo aver lasciato le èttre dello Stato. Prima di
quella data sarà troppo impegnato:
dovrà completare la 11reparazione del
bllancto - che il nuovo Presidente
e ti nuovo Congresso indubbiamente
modificheranno i1t molti modi :- e
pre7Jarerà probabilmente il messaggio
sullo Stato dell'Unione sebbene noll
sta costitll2ionalmente obbligato a
jarlo. Inoltre dovrà mettere al corrente Ike su questioni di rilievo come
le spese per la dijesa, a bilancio, la
Corea ed altre questioni, sopratutto
quelle della poltttca estera.
« Dopo di che - ha detto Tmman
pitì volte - tarò finalmente quello
che vorrò, contfnttalldO a lavorare.
beninteso, per il partito democratico ».
Glt uomtnt politici americani perdono poco tempo nelle celebrazioni
della vittoria o nelle lamentele per
la sconfitta. Appena resi noti t risultat i elettorali. oggi stesso si sta
clando inizio al lavoro per scoprire t
di/etti clelia oroanizzazioue di partito, in entrambi i 7Jartltt, allo scopo
dt consolidare 1l successo e riparare
i punlt deboli. Le prossime elezlont
souo vicine: solo quattro anni di distanza. E et sono le battaglie cla sostenere al Congresso.
I n pa~;sato st era peusato che Trttman avrebbe potuto chiedere al MisSOltrt l'elezione al senato, carica che
aveva pr ima dt esser·e eletto Vice Pre ,vtdente nel 1944. Tuttavia ciò appare
Improbabile, dato che il senatore e/ello dal Mtssottri resterà tn carica
fino al 1958, e l'altro .~eggto non sarà
disponibile che nel 1956.
Il Prestder1te Truman ha 68 anni
ed t! molto improbabile che voglia
pa. L.e ragazze di buonu famiglia (udite
la profanazione) indossa no il grande, vecchio, ricco crostume albnn<'s e solo durante i<• fe~te da bul lo del ca rnevale!
~li inform o se hanno mai pen~alo all'A lbania e olia Grecia, se sentono il dC·
.,ldl'rio di conoscere quelle regioni dalle
quali vennero tnnli secoli fa. Con molta
sempl icità mi rispondono di essere italiani. Parlano ancbe l'albanese, s i riconoscono tra loro, ma come gruppo in Italia; se
dovesse venire un albanese dalle opposte
rh~ dell'i\driatico sarebbe un estraneo
che quasi certamente uon capirebbe il
• loro • albanese. Insomma essi hanno il
culto della propria coesione, della tradl?ionc e magari anche della propria dis tint.ione, ma non il culto delle terre lontane
che non conoscono più e spesso Ignorano.
Arrivi e pa rtenze
Da più di mill e anni cond ividono la
sorte dei calnbresi e necessa riamente
hanno gli stessi pioblcmi e lo stesso carattere. I nfine non esiste a lcu n motivo
di nitrito col rt:l>tO del paesani aucbe se
un vecchio scherzoso proverbio l:alabrese
suona così : • Se vedi un albanese con il
lupo , prima s para l'albanese e poi il lupo •·
A questo punto l'onniscente Michele m i
dimostra che io sono di orig ine normaunn
t• i miei lontani antenat i erano navigatorl
e pirati e conclude domandandosi se ho
1Ìostalgia del Cupo Nord e dell'Isola degli Ors i.
Questo mi fa riflettere. Noi italiani abbiamo nella nostra stessa or igine la fatalità delle migrnziuni. Siamo nati da popoli migranti che g iun gevano nella penisola ~pinti dalla fame o dalle battaglie.
Oro che l'Italia cl ha reso uguali nell'ambito della sua term, ne ripartiamo s pargendoci di nuo,·o per tnttl i lembi del
mondo.
Esi~terà mai un popolo italiano In Italia?
Manlio Maradei
tornare a far campagne elettorali
nelle prossime elezioni. E' comunque
certo che avrà una parte importante
nella pianificazione cle/l'attività democratica. Come Presidente, e prima
ancora, nel K ansas, conosceva bene
l'organizzazione del partito e i vari
elementi. da cost a a costa. e il suo
consiglio sarà prezioso per
nuovi
candtd ati.
Anche coloro che malignano su
Truman, non commettono l'errore dt
sottovalutare la sua eccellenza di vecchio politico. Continua ad avere tascilw sui voti del sindacati e gode
dell'appoggio di molti gruppi della
m inoranza. E' estremamente fedele al
partito e segue fino in tondo gli tclealt che considera siano giusti e come vtetre miliari clel suo governo, vede la dottrina che porta il suo nome
~egli atutt alla Grecia e alla Turchia,
l organtzzazio11e atlantica, ·za conclusione del trattato di pace giapponese
e la sistemazione difensiva nel Paci/leo. I noltre è convinto che il suo gesto immediato alla di/esa della Corea
abbia salvato l'Asta da ulteriori attacchi comun1sti.
Nel 1953 la rivincita
fra Marciano e Joe Walcott
NEW YORR, 13.
!.'incontro di rivincltn fra il campione
mnudinle del pt•... i moss iml Roc:ky lllnrcinno e l'ex cam1>ionc J<lC Wnicott, non
nvrà s il-urnmenle luogo primn del Ilnovo
Olin O,
Il <'onlrol:to prevedevo un incontro di
ri\•iucltn ent ro !IO giorni, mn l procurutori dc:i dnt compionl hunnu convenuto che
ciò non è po.<sibil~·. Sl• un nltro combatllmcnto fra lllurciuno e \Volcot vi sorà si
ritiene che esso non potrà avt>re luogo prl.
ma di Febbraio o 1\lorzo.
Il tesoro defla Santa Sede
CITTA' DEL VATICANO, 14.
Negli ambienti del Vaticano vengono definite come assolutamente fantastiche le artermazlonJ pubblicate
da un settimanale di Milano, secondo
le quali 11 tesoro della Santa Sede.
costituito da lingotti d'oro per un valore di 11 miliardi e mezzo di dollari,
sarebbe Il secondo del mondo, venendo subito dopo quello degli Stati Uniti e prima di quello Inglese.
Negli stessi ambienti si rileva che
In seguito al Patto del Laterano, la
Santa Sede, le cui condizioni finanziarle erano piuttosto precar ie, ottenne dallo Stato Italiano la somma dl
oltre un mUiardo, e l'Amministrazione speciale vatlcana sorse appunto
per amministrare questo fondo. Per
dire che nello spazio dl 23 anni la
cifra di un- millardo di lire. sia pure
anteguerra. si è trasformata In 10- 11
m1llardl di dollari, cioè in 7.000 miliardi di lire, è necessaria una tantasia non comune.
Un maggi ore inglese
si è fatto frate
LONDRA, n ovembre.
Chi ricorda ancora Il magg. Edward Polson Newman. che al tempi
della guerra abissina fu uno dei pochi inglesi che sostennero la causa
dell'Italia? Il Pols.on Newman, allora
inviato speciale di giornali ed ottimo
scrittore, pubblicò parecchi libri sulla campagna abissina ed il s uo volume del 1937 « La conquista italiana
dell'Abissinia -. fu uno del più autorevoli e competenti libri pubblicati 'n
Inghilterra sullo scottante problema.
Per questo s uo atteggiamento ltalofilo Il Polson Newman fu, durante
l'ultima guerra. vigilato dal M.I. e
precluso da qualsiasi lavoro e attività collegata con la guerra.· Nel 1945
si converti al cattolicesimo e diventò
direttore dell'Annuario Ecclesiastico
Crockford. Ora il magg. Polson Newman lascia Il mondo ed entra n el
convento del Benedettini dell'Abbazia
di Prinknash, a quattro miglia da
Gloucester. Essendo ammogliato con
due figli, il Polson Newman' non
prenderà i voti completi e resterà un
oblato. n convento si trova in un bellissimo edificio del Cinquecento.
Stu~entessa cloroformizzata
da un maniaco sessuale
LOS ANGELOS, novembre.
linn bella studel)\essa di~assettenne,
J oon Durris fis icnrnentt.• molto somigliante :1d Elizabeth Ta~·lor, è stata da un
maniaco sessuale cloroformizz.nta, tra.scinato tu una cameretta di un sordido all.lerghetto e sottoposta parecchie v~lte a
sernzl e violenze di ogni genere.
Ricoverata all'ospedale dopo essere stata scoperta in un garage di Los Angeles
la fanciulla il cui corpo presenta innumerevoli bruciature lnferle con sigarette
e tagli effettuati con pezzi di vetro, ha
rnccontato di essere stata aggredita da t~n
uomo a lla fermata di uu autobus dopo
che nve\'a rifiutato un c passaggio • in
macc hina offertolc do uno sconosciuto.
La vittima ricorda di essere stata !Ot"etta ta s ul marciapiedi e di a\·er perso s~bi­
to i sensi. Quando rlnvenoe sl tro,·ò nuda
s u un letto, me ntre il maniaco le inc:idc,.a sull'addome lunghi lng li con un 1>ezzo
di vetro. li dolore era cosi forte che la
fnnciulla svenne nuovumente grazie an.
che a qualcosa di 1 dolee ed accasciante •
premuto contro Il s uo volto, probabilmente una pezzuola imbe,·utn di cloroformio.
Poi, il triste risveglio all'ospedale.-
Si svoloera al Sestriere
la stagione degli sport invernali
ROI\IA. 14.
Ai primi di dicembre ovrà inillo
al
Se-~triere, In stagione dt>gli sport Jnve;na li
1952-53 che si prolungherà all'nprile inoltrato. perchè, anche In uprile, c'è buona
ne,·c. Le attr~tzuturu della g ronde sta zione pi emonteso sl sono arricchite, qu~
st 'nn no, di UliO\'i im1>iont1 e, pa.-ticohirmente, di uno 1 c hilit • in curva che s i
h Volge per 1200 mel ri c può portare fino n
UOO persone l'ora. Questo • chilit "· che ~
il primo In Italia e uno frai pochi in Europn inizia il s uo percorso proprio vicino
ni ~rand l alberghi. Anche la pista dl
ghincdo è stutn portoto allo misura regolnmcntnre di l!(l ml!tri per su ed i! ,;tntn
crt!utn una grnud<' pista di ,Jis<.:esa con un
di ~llvello di 900 metri. c Lo s l'tlllma no inlernmdonnle dello sci • c ho, come è noto,
è In massima manifestazione sciisliclt
mondinle, è stata n~~gnntn, per quest'o n no nll'ltalla, e s i svolgerà dal 2 a!PS
febbrnio appunto ul Sest riere.
N. 575
I>agina 1
Il Corr iere d e ll a S(Jmalia
1•l novemb re 1952
N O T lZ lE
~~O~A~L.~-=-M~O
=N
~O~=S!
ULTIME
L'l'ncontro
Truman -E·Isenhower conUnatuilipolitica
di amicizia
oli slranieri in Eoillo
fissato per il t 8 novLJ;mbtLJ;
~
l'.\IJW, 14.
~
l nu·'i >-<·nr~i rif!:ri"·c lu
liti <JII!IIi l'.t~~c~llllllt'lllll
•
int ~rnn clc•li'J•:J,(ill<> dopH il colpo eli N.t~hih rnnlrtl htrnk hu dtwutn " 'lllj.(t'"i
nclt~:-.nn.lnl cntc 1U IUC~:In '' ~ravi chHh-•)11:\ <Il u,.:nl "rclint·, , ) ~ra difru,:t in lu iLo il jl:tt'•l' !.1 -.(•11 Minll(' d1<• 1111 p!'rl<I<)O
fli griiiiCil" int·l•rtl·lta ~fc.-,~c per i 11 1tl.tn,i
pt.·r IL" uunu·ru . . f• t•oJ•,niP ciJ ~Lrn nier1 ,.t ..
•·~ 1111 c·<l lllli\';lllH'III~ opr.:r:mti u ell,t \ 'u llc
J IUI', I"i<'
~ l uml111 •
Jlce o p e r e t e b be ur1n ri du z i oa~e <le. 1 h i l n n •
c i o p o a•t'a a.-u.l o l o n ~ O m i1i a r d i eli <l o llo r i
1
\\'A:-;1 II :\C'l'O:\, q.
Trnm.m c il neo Pn.:.;identc Eisc,
n l al\\ cr si incontrcr <lnno a \>Va::.hi n g lcm il 18 n ovembre al\-.: ore 20 or.1
ita!i:tntl . l'om e è n oto Ei'>t'uhowcr ne·
ccttù In settimana scorsa una riu uio ·
ne con l'attu a le Presidente :11\o sco·
po di rende rs i conto .ldl'alluale -: ltt:lt iouc degli affari d e l go\'crno fedcr;lle c ciò a l fine di rendere Jll'\
agevole il traspasso ll~i llOicri dal
\'crchio al nuovo governo.
~i crede di sapere <'hc il P rc-.ldcntc clcllo Eisenhower, intende ridnrr<' a iO miliardi di dvllari il hi
lanci o
dlC ini zia con il 1 " Luglio
I O.'iJ· E' gi unto g ià a \Vnshiugto n,
Joscf Doclgc, ba n c hi ere eli Dctroit,
i nc;lricat o da Eisen ho\\'er d i e~crci­
tnrc la fuu zione d i agente eli coll cgnmcnto tra il Presidente eletto e l'u fficio del bilancio, per !>tudiarc i mcl.zi onde ridurre le spese .r::overnativ '·
Tntt:l\·ia il Presidente Truman in·
,·ierà il ::.uo progetto cl! bilancio al
Congrcs:,o \'erso il 1 0 G~nnaio pros:,imo . Si ritiene che talr bilancio
prcvcclc ,.,pese per circa Rs miliardi
di dollari co ntro 79 mili.u di di dollari del bilancio che avrà te nui n e \1
,W G ing- n o 1953.
lu tanto, al :\[inistero del T csor· ,
britannico. s i dichi:Ha c h e iìnon
non è stata presa alcuna disposizione
ufficiale circa un e\'enhnle inco nt n
Churchili-Bntler-Eisenhower a Vh-;hington dopo l'inser!i a nwnto clc'.
nuovo P residente amen('ano. L'in ·
con tro, ccondo alcune , ·oci, do\'l'chbe aver luogo verso la fine di g-cn·
n nio o a i primi di febbr.t i<' prossimo
Anche Churchill vuole
incontrarsi con lke
UI:-\DRJ\, 14.
Il Primo )l ini~tro ingle~e Churchill ha
tlkhinrato che l'Inghilterra desid t-ra a\·erc al plù presto coll\·ersazioni cui Presidt:ntc t•lt·lln, generale Ei~cnhOIIl'r. cd l
'-troi ('On•i;,:li(•ri. o;ulle principali quc.. tioni
<li c.trautre internazionale fra Ctli lc rC·
ln/i<.ni CIJII In RlL'>!.ia.
Bombe atomiche sulla Russia
di llonll ha 111 p.1rtk ula r~
Jli ~ nn .tn onlu '"l '"''"
dcllu dlchinrat.lonc h'<ll''t'tt rim•·~~a ieri
l'nhrn al primo mini , u·u 1 ,.:i/ lunn du pu rI c <h.>ll 'amh:"c.·intort dt•lla Rt·pubhllc·n l:'ctlcralc ni Cairo.
Il porLII I'ot·c uf[iduk del gm•f.'rno hn
Il
~ahint-ll<J
munifl'~Lotn Il
tlt:l Nilo.
l'uli
~,·,•snt i CJn i
11\' cvn no t·rt~nto
inlc>rnrr nl mrtl' i"' ''"'" di Noghil, un n l'CI'[11 ,,."" di d lffhh:1wt d:t parte dcl{li s Lrn"it ri, cou r11npic ripcn·u~• icmi a uc lw 11cl
<·onfl'nllaln l' ht: nttll.t :, ttn ~o·n munit·a~inn t!
,.;,,, mn l't'OIWillit•o t:,l.(ili:t riO, datt: lt: -'Lr!'lil gon~rnt> federa le <lit-hlarnvn eli no11 e~­
lc rdu1loni o:,i,ll-nti fm l'ct·tmumi.t th·l
wn• in grado c.ll imp~j.(n .tr'i .1 ritarda re
c h• .tlll\'illl M'<JIIt: in ogn i t.llllp!l
In ratifica dell'nn·ordu in <tne,tionc fino
dcii:~ pr... ltu ir m· t' ch•i comnwrci d:t nuad una "' chti•f,tc<:ntc c.nnc h1-.luru: dei nt.-.
mt:rthl t•ill.ulini c•tc:ri. !:'t:,l.(li umhlc:n l ~
goziati gl!rmanc,..arabi.
uffit·iali c){ili.tni ,i afft•rm.t inn:cc <Jr,t
Il p( rta\'OCl~ h.1 l'unf<\nu,ttu ino1trl• che
t'oli multv t•nmpl.u:iment•r che lutti gli
il go•·erno di llonn s i è clit•hiarato di~J>O­
vg-ltianl ('untintwn,, sHI t;'!o,er e ~nin1:11 i ..~ai
,to, per rcgol.ll'l' l,t 1011 1 rcwer~io <'On g li
migliori """' inll'llli n~i rig11ardi degli .,.
St:1ti .\rabi. nel <'HIIn ln,lrc ,..,, il " "''erno
s pili :,trnnlcri, ~ iant> ch~ i l11ris li in vi, iLH
di Tl'l .\\·iv In ilOS~i bilil t\ di fnrc: :tppello
ali'Egilltr ~in uo in d us i ri: tli. finanzi~ri,
a d un c:nnst-sso inlC:'I'IWt,iunole in t•a rit·a to
tnnun<•n•iu n l i oper11111i rH' l paese. ·
eli tonlroll are le c·unM•gnt• lt'tl e•t·he a
• (;Jt q.( ixia ni
"ni••c i n
prnpo~ilo
fl'l':lde.
• ctl-:'lli.;ri • - :.pprl'nano l'in fluen~a r hc
Dnl cant<l suv il l'<>lllilalo pcll itico della
gli ~l r,urit-l'i c•cr.·il :1110 n t:! campo ec<m•JL t'),(:l .\raha ~i t- riunito ieri ,crn senza
mico e culturulc · c non dimenticano che
pn--ndere nncor._, una d tt•i, iun e n o n esgli 'tranit-ri h,111nu accolto il m01·imen1o
.;cndo ~rvt'nnta ._ulC()ra al Co.airo la ri~po­
del! 'c~!'rc-ito t'Oli ,iucera simpatia, forncn'ta all'ull ima dom:111tÌ.1 di gnran11e i1iaido,l.(ll pt:rfillo il turo sostegno ». 11 gi<>rri zzn1a al gm·crno eli Ucmn. Il comitato
mtlc ricord"' quindi le fllcililazioni accorpolitico •1i r\~111~~11! 1'uovamenlt questa
dalt' in mntc.· rin di n·~iden~a dE'gli stranieser:-t pef es~uni n:lre la nnt:t l eclesca ch e
ri , la riforma del la lèggc su lle .<odetà anonel frattempo sa rà p<'rvt'nutn.
nime 11110 ~cop<r d i apr ire nn<Jn• po~~ihi­
II Lù al i ~ a llivi t:ì degli stntn ieri d'Eg illo
c dcii 'E<tr•ro, In cooper<lzione delle forze d i poli~l:• per il mantenim ento dell'ord in e ecc. • Per ~ ua StlSs<t natnra - prose·
BRl' XELLES. H.
gue, il ~iornnlc
il nuo1·o r egime egizia Il llelgio ridurrlt pmlmbilmente di 3 .l no è f:II'<Jrt!l'<>lt· agli l'lr:mieri e il gen.
miliardi di franchi lt: '"" ~pese militari
~.lg'hib l'ha c·cmfcrmaLo "olennemeott in
nel l%:l s~. c·omè h.t liid1iamto il :'IIinirlptlule oc:t'.t-.lcmi •. c .\1-:'lli"ri • conclude
~~ro delle Finanzo:, .\lbt:rt Eclouard jansaffermando dw Lutti gli ~tr:tuieri »enza
"'ns, il G01·erno non riu•ciril ad aso;icudi<criminationl' di sorta sn ranno i benn'rar~i altri ai uti o num·e funti di reddito.
nuti in E~ill<> si(l per ,-isitarne le bellene
li bilancio milita re: be lga pe1 quest'anno
come per c:< n l ribuir~ alla rinascita del
è d i 25 miliard i e 485 millon i d i franchi .
pae~e e nll 'affermnzio11t' della s u:t stabilii :ì .
i>""'"'
Probabili riduzioni nel ·Beluio
delle spese tnilitari
l
!
Dirioente comunista franceso
espulso dal pariitu
1'.\RIGI, 14.
Un altro damoro-,o cnso s i ~ aggiunto a
quelli che da tempo stanno dando grossi
grallat·:tpi <ti dirigt'nti ciel partito comunl~la fr:tUC61.' : la ronuni:.-.ione federale
del partito pt:r it dipartimento della
• Haute \' icnne • ha rl<'<·i~o d i esp<•llere
il capo della Tl':>istc1w1 della regione,
C eorg-e!< Gul ngou in , :1ro:us:mdolo di de•·iazi<>nismi e di t'altil'lr n~o di fond i.
Muore cadendo della 'lineslra
il consioliere oi Tryove lie
NE\\' YORK, 14.
l'n l<'rriliranw cpi..od io hn turbato ieri
impron ·i,a meiH<' l'atmosfera delle di:-cu~~ic n i d t:ll '.h,e mi.Jiea dell'ONL'.
.\bra han Fellcr, cous igliere p:~rticoln re
del Scr,rl:'l:trio Cl:'ncrnle dell'ONl', TrygV!' Lic . s i è ut·<·i,_o <'>Hlendo dolla lìn('o;trn
ciel ""o apponam énl<J.
~~R~~~G~L~~a1~co contro Dii s.u. lnsediato alla Corte di Cassazione
!mmediatam~nte
l•t nuovo prl•mo· presi•d en te Azara
I l S egretario dell'aeronautica Flnlette r h a dichiarato che gli Stati Uniti farebbe ro
piovere
bombe atomtche su obiettivi della
Russia In caso di un attacco sovietico
contro gli Stati Uniti ed i loro alleati
della NATO, attacco che, egli ha detto, potrebbe avvenire in qualsiasi mom e nto.
Mozione all' ONU oer risolvere
il orobiPma dei protuohi arabi
NUOVA YORK, 14.
Le d elegazioni arabe presenteranno
all'appos ito comitato d e ll'Assemblea
Gene ral e una mozione che chiede :a
soppressione d ella commissione di
conciliazione della Palestina.
In base a tale mozione dovrebbe esser e creata una nuova commission e di
sette m em bri con l' Incarico di risolv ere l problemi del r imp atrio e della
s iste m azione del profughi arabi.
Secondo la mozione d e ll e d e legaz ioni arabe, l'attuale commissione di
conciliazione composta d! d elegati degli Stati Uniti, della Francia e della
Turchia fiOn è riuscita a portare a
terr,nlne Il suo compito.
l'atteooiamento di Bonn
nei riouar~i della lena Araba
HONN, .14.
11 gove rno ft derale ho approvato nelln
~ccltn. 1 di ieri l'ulteggiam enlo pn";o 1lnl
Cnnce lli cre Adenauer nei riguardi delhi
Legu .\ra lm relalivnm.eotc: . nll 'll c(·ordo
di rip:1r, 11 i,ni (;erm:tno-ISr:telHIIIIJ.
RO:'II.\, u.
Ieri, nell'.\uln >\l agna del l'n lazw di
l;iustizia, ha :\\·uto luogo !'udienza ~pet..:ia·
lt dell a Corte di Cassnt-iuiH', n ~ct.ioni riunite. pe r t>ruc:cderc :tll ' iu,t•cliamenlu di'l
n\·OI'o Pr imo l'r~siclentc, Scn . \ nr omo
.\ za ru. _\Il a C(• rimonia ;.o11o inlt•rvenuti Il
C:rrd1nt~le ;\lica r:r, il l'it•<: Prc,hlcnte dt:l
Senato, Bertouc, il vit·t l're<ic l~ute delln
Camera Leone, il l'Il'~< l'n•:.idt•nte •Id Con'iglio Piccioni, i :'lli11lstri Zoli. Cappn, il
Soll<>•egrelario Tnsatn, cc\ nhrc: per"malltll civili e militari. La cerimonia ha
avuto Inizio <JtWndo il l'rt,.iclt:nle :tnziano di seziont, Volell t-<t, ha t"Jrte> per primo il "a iuto c.lcllu Cort~ di Cns~.tzionc al
l'rimo l'rh idenlc ull'<tll u d el suo insediamento. Dopo la le llnra elci dct·rcto tli inSPtli:rmento del l'rimo Pr·csld~ nlc hnnn o
pre~o ~tii'Ct:s, i \'nl111'11tl' lu parola il l'rc·c· nra l or e gcncrnle d<•llo t:u~sati<me, ;\lacnlus o, l'nn . Se"~" per 1',\ Vvtlrnlnm tlello
SIUlt> c <tuilldi l'un . Vittorio Emanuelt:
Or tondo. Pre~idcntt de li 'Ordine tlegli av''<•Cati . li :'ll lnblro Zoli dupo <.'l-ser,i didlinralo lieto di rinntwnrc t>ubhlicamente
il più \'lvo ringrodorncnlo nd .\ndrcn Ferl'arJ, che ieri ha lnwlalt> il "l" nllissimo
ufficiu pt-r limiti d i ciii ha lum egj.'( iato In
s un figura di mu~io,lroliJ. .\ ~ 1111 voll a il
St'IL .\ zara dopo 1111 dtrvt•roso omaggio nl
Presldeote della R c puhh lic-n Nl ol Governo e agl i oratol'l t he lo hnnuo prec-eduto
h rr so~o:~iunto: • io non debbo formulAre
un programmo giuridico che non avrei
neanch e In pol>sibiliuì di svolge re ma <'l l•bho pur v;tlo.:rmi th•ll,ì brg hissi m,t esperie nta eli uu ru ini c di cost acq uistala in
4.jj muli pt:r idc11tificnre C\'Cnl uali ino:on·
vc ni c nli ,·he po~~o uo v~rificn r~ ì. pit~t pl'r
for za <li , \'~ n li, .-hc n on per \'<l lnm:ì di
uomini , n t'll'nmmini~tm7iune ddla )"!'lu ~Lizia e< l ni quali potrò io stes5o J>rO\'\'Cderc•. Nal ur.tlmt n ~c re<ill•rauno altr i in cunV<·ni enti :ti quuli non pulrò pru\'\'cdere e
dt~ uun ur:uwhtrò di segnalare al )Jinl'tru dd In Giu~l izi11, perchè a sua \'Oh.t
...... ,mini i prOV\'t:clhn <:uti nt'<:essarJ. :'Ila st:
mu·he lui ucm pnt<•s"~ prOv \·edere bisognenì c.•stultlnnrc IJUello l'Il<: pc>;,sa e,se r-e
fo ll o in scdc pnrl.imt>nlnl·~. Per provvefh-r c rt tull<> qnc~ lo (o necessario pr-cgludizinJ mcnl c chè vi s in la colln borazio11e t nt
ana~ i :n•·nt i ~d OV\'O('flt l. Dt:ve e'sere uno
coll ubnrut-ionc: im poslntn su """ l'll'I'SII
a 1hi:r per In ric.·cn•H eh: Il n ' erìlà e p er In
giu sti1in •·
Il Sen . .\ 1nra hn t•onl'lu,o ricordandn ehc
<:):(li l•hlw altra \'l>ltn n dire e:-sere ne<.c:,_
~arlo libl•rurc i IIUI!(islrnli dalla pnurn e
C~: ! bi~OS(IIU, IIHI ~'imnmenle dal IJi~c>g"IIO.
E quc:NI.t - egli hn rllel'oto - unn t'!ligen?a c he l•Ccone <'l>n tinuur-c a tenere pr{'s l'nt e c ~otldi~fut·e in rupporto niiP mutevoli c~igl'urc pcrchè a i mnglstra ti ;.i din
ltr p~)ssihi l ir 1Ì di c:lt•vnre se mpre più il
pres ugl <>. del qunl.~: o,~.tg i sono clrcondnti.
Al ~CI'II1111 C dl•l dt$1'orso è s tnta chiusn
l 'uch e nzn.
Razziatori provenienti dallllio~ia
Mconfioano nel lfon ~' n
NAIROBI, 14.
un In c ide nte di frontiera si è vcrt
ftcato nel K e n ia. Una cinquantina ctÌ
armati delle tribù del Gelubba han
no ~;contlnato dall'Eti opia cd hannoperato una razzia a danno delle ttl~
bù del Gabbra. a Kars a. nel Kent
ad t'l't del L ago Rodo!fo.
a,
Tn· razziatorl ~;ono stati affrontati
da un piccolo reparto di polizia ca
mellata del Kenla e da clementi dpolizia d! tri b ù . Quattro Gabbra son~
rima~> ti uccisi,. altri tre Gabbra e du.
agenti di p o li zia sono rimasti Pure re~
1·!tl: non s i conoscono l e p erdite de!
Gelubba.
Le preoccupazioni dellaGermania~~ Boijn
BONN, 14.
In un r appor to inviato al DIJ>aru
m e nto di Stato. l'ex Alto Comm1ssa:
rio americano p er la G ermania Me.
Cloy. ha dichiarato che l due prln
1
pali elem e nti di preoccupazlon1• cl~
German ia s ono la minaccia d! un
aggressione comunista d all'esterno a
la rinascita d el nazlsmo nell'lnwrn~
della s tessa G e rmania. L 'ex alto commiss ario ha aggiunto c h e la Germania
h a o ra conseg uito l'Indipendenza e
che la s ua economia, aum entata di
quasi Quattro miliardi di dollari con
gli aiuti americani, è una d elle più
forti dell'Europa occidentale.
·
ALSEN A~r o
Disciplina unitaria
per il lraltamento deuli ulficia li ilaliani
ROì\1 .\, 14.
Ne l la seduta di ieri del Stnalo, è stalo prc-C! in t.>Saml· il dise,I.(IHt eli legge
<'<>n(·eruenle lo stnto degli uflicinli deii'E.'crcilO, della :\Iarina c d eli '.\ ~ronaulica.
Il nu1 w, pro\'\'edimento ~i i•pira .11 prc;.
P'''iw di ricondurrt: >oc>tlo unn disciplina
unitaria la materia rifl~ll.:lll c i dirini ed
i dti\'Ui degli ufficiali non ~olo, ma alla
lll'{'t:'iSità di armon izzare h: tsigente orga ninnLÌI'C delle forze armatc.
111 pnnicola re il di~egno di l~)(!(e presenta i nn o,·:tLioni concern<>nti l'i~tlluziQo
ne p~r l'Eserc-ito e per 1'.\cronuulit•n delIn po<izione di c a dispo~i zion c • . prel'l·
... ta tl.t lle attu ali lt•ggi ]){' r i ,oli urfirlali
(h:lln :'of.trina, e la i:<titu1ionc, ptr l'Est!rc-ilo. della posizione di • au-ilforlt~ •, orn
pn•,·is La per gli uffici::t li di :'llllrlll3 e del·
1'.\ t: ronamica. Si pre\·ede inoltre IJ isti·
tuzione per la catl!goria ufficiali della ri'' n ·a t! i co mpleml'nto.
1t.l\ (\LI oJ)ti..
Jl
t.., )
c~
J
~~ J!..)~ ~~~
; .)lè
rl.JI f til ò.>l_. ~Ltl .l-~;\'1
~
J l J' l...u J I L ...~ o.J~_,; ~l
C: ._;,_,lJi:u ":Il
~:-- ,
....~,.. ò,;b l ~. ~:.J~
.
_,~~l(
-"· ) ..
j
Jl .; _,di
J_,:::..., . ~.. _,U I
J:_(..u' J>_,Àil ..)d } l
..r-!) <l,.~ .) _,::J ) lkll J l .)4>- ..u J
J:t_, ~ t.;A ..r.jJI o;l!.:-~~ ...,.~1
.)_r:- ..)'_j ,11 A 1 ,_,.Ai (5 ..u .rJ ..,_.:;_, _,~i b"'r WI .r,; ..)S:-11_, .u- r?
,;-.. ~~ U..v J.a.:;, ~.,..
,;-A w)
)J:..(i l JL._,..,.II .,~kAll LS~t;_, ,;;~;
(5.. 1-i \.Jill_, 'l;\) Jl,;.~l, LS~y.ço;.
._;~~ l q~ .)l!.:_.J '-~-il J~l
--:->t>::il .t-_;.) L.-:?:' J ~~l(' ;p..tll
.) ..I..::,J
~:~t;\IJ I)~ )L!.:.-11 ~A ~J
~:l l._,..JI_, ~~ Lk~ ~ l ..::. L~~-!.11 ~
{ILI ò.> \"""" ò;.)l,;~
;h. .;....\" Jll
• rWI
IL CORRIERE DELLA SOMALIA
,
MOGADISCIO
Direzione: Telef. A.F.I.S. 3°
Redazione: Telef. A.F.I.S . 21
Cronaca:
Telef. A.F .I. S. 21
1
' - - - -- Q_U_O_T_ID_IA_N_o
__D_I_M_O_G_A_D_I_S_C_I_O_ _ _........I
•
ABBONAMENT I -
P UBBLICITA' : Agente Porro, Tel. 98- Tariffe: ptr cm. ii altaz.a, lar.lt. ~ col.•
P ubblicità So. 2 , 50, N ecrologi So.,, Cron.ac. So. 3 - Bconomlct : Cent. 25 a parola, minimo 10 parole. La Direzione et rleerva U dlrltto di non accettare • Il ordtaf
-'
ADIO 111 N 45-'76
.Prtzzo10 ·•
Cllt
(Numeri arrettati il doppio)]
Annuale So. 30 - Semestrale So. 16 • Trlmn.trale So. 8,50 • Aaooale, ridotte, ,., nffic:J pubbllc:l Se. %5
La chiusura dellaterza sessione
\d e1 ConsiglioTerri-to ria le
La discussione dt:lle proposte presen tate dai Consiglieri
Diamo qu1 Il seguito della cronaca
della seduta di giovedl, penultima
della sessione.
l' Consigliere HAGI MAlO NUR ha
:.ot;oposto all'attenzio:ne del Cons!vJio Territoriale alCUni problemi di VItale importanza per le popolazioni del
territorio di Afgoi. Tenendo conto di
una particolare situazione di fatto venutasi a creare nel Comprensorio,
raccomanda di approvare e ratificare
la cessione de.Pe terre ai concessionari agricoli nonchè di provvedere tn
qualche modo ad una disciplina dell'Uebl Scebeli per una maggiore e più
razionale utilizzazione delle acque a
vantaggio delle popolazioni e delle loro at tività agricole. Il PRESIDENTE
dichiara che se vi sono ostacoli legali alla cessione delle terre ad Afgoi.
deri\·ano da norme. come l'accordo di
tu tela ed il proclama sulla compravendita di Immobili, fatte nell'Interesse degli autoctoni. Queste questioni
saranno esaminate In sede di ordinamento fondiario. per cui proprio
Ieri è stata nominata una commissione.
Il Consigliere GEILANI MALAK
prende la parola per ribadire Il principio che l'acqua del fiume è un diritto di tutte le popolazioni e. manifestando i suoi dubbi sulla possibilità di
un accordo tra le cooperative agricole
dl Afgoi e di Genale, a causa di Interessi precostltultl. raccomanda vivamente la trattazione del problema <;U
di un piano pratico di risoluzione.
Il PRESIDENTE r assicura il Consigliere e l'Assemblea e passa alla discussione di altra raccomandazione
presentata dallo stesso Consigliere che
fa presente come nella zona del comprensorio agricolo siano state chiuse
le dighe e gli agricoltori più a valle
siano privi di acqua specialmente ne1
villaggi di Buio Marerta e Buia Farhan. L'acqua - secondo Il Consigliere - sarebbe stata deviata verso la
boscaglia ed appunto in considerazione del « gllal • di quest'anno e della
particolare scarsità delle piogge. raccomanda una moderata e disciplinata
distribuzione dell'acqua del fl urne. in
modo che tutti gli agricoltori possano
avere acqua sufficiente per le loro colture.
11 PRESIDENTE esclude l'avvenuta
deviazione In boscaglia delle acque del
l'lume e comunlra che sari daLa al
r m,lgllf:rc Gl:.ILANI MALAK una
precisa risposta sull'argomento non
appena l'Amministrazione avrà. gli elrmentl sumclentl.
Anche Il Consigliere HAGI FARAH
ALI OMAR parla dell'Uebl Scebeli
proponendo di creare e di prolungare
un canale oiLre la zona di Gcnale tino
a Coriole, per dare acqua necessaria
anche agli agricoltori di quella zona.
Sul problema della massima Importanza, rlchlamà l'attenzione dell'Amministrazione tenendo conto che attualmente l'acqua costa sul 1>ettanta
Od ottanta somall e questo costo eccessivo dovrebbe essere notevolmente
diminuito.
Alla proposLa del Consigliere HAGI
FARAH ALI OMAR si associano l Con~lgllerl HAGI MOHAMED FODLE e
MAHALLIM OMAR.
La seduta viene sospesa per dieci
minuti ed alla ripresa Il PRESIDENTE tratta una proposta presentata
dal Conslgller<' ADEN ABPI ALIN che
delildera portarr a Buio Burtl un infermiere oltre l'organico, tenendo conlo della numerosa popolazione del
pae:;l limitrofi.
In merito ad una seconda proposta
riguardante la costituzione di cooperative agrlcoiP a Buio Burtl Il PRESIDENTE. dopo la discussione. ò del parrrr che gli lntrre:;sau debbano lnnanzltuLto mettersi d'accordo per pot<•r poi presentare un plano concreto
all'Amministrazione tramite la Residenza.
Il Consigliere FRANCESCO BONA
richiama l'attenzione dcii'Ammlnl~trazlone aul grave problema del mJnorennl abbandonati c della dellnquPnza mlnorlle. Ritiene sia opportu no studiare provvedimenti organici
*
SABATO 15 NOVEMBRE 1952
che permettano un'azione preventiva
per Il ricovero. l'educazione e l'assistenza di questi minori e, prevedendo
una legislazione apposita, raccomanda all'Amministrazione di voler studiare la questione. Il PRESIDENTE
prende atto, comunicando che Il problema è già stato esaminato e cl sono
alcune soluzioni da presentare quanto
prima.
Il Consigliere SCEK HASSAN SCEK
MOHAMED OIAIE ha richiesto: la
possibilità di miglioramento del paese
di Bender Gedlt <VIllabruzzi), la designazione di un incaricato presso ia
Consulta Municipale di Villabruzzl, !a
installazione di un telefono pubblico
al Mercato, l'escavazione di due pozzi
nelle località Dlsmale e Glllale, lontane dal fiume, e la fornitura da parte
dell'Amministrazione di motopompe
agli agricoltori di Vlllabr uzzl per Irrigare l loro campi.
Il PRESIDENTE assicura che l'Amministrazione provvederà a quelle richieste attuabili, ma Invita a distinguere tra opere di In teresse pubblico
e di lntèresse privato come le Installazione delle pompe.
Il Consigliere Insiste su alcuni problemi di dettaglio riguardanti le acque nella zona dl Vlllabruzzi ed 1 pozzi della S.A.I.S. ed Il Presidente lo In vita a trattare l'argomento tramite >a
Residenza.
Il Consigliere MAHALLIM EDEN !a
alcune proposte per facilitare la paciflcazlone tra cabile rilevando la frequenza delle risse.
Il PRESIDENTE prende atto delle
proposte e spiega che l'Amministrazione ha dovuto adottare provvedimenti rigorosi per evitare il ripetersi
delle risse. perché Intende che tale
forma di criminalità sparisca definitivamente.
Il Consigliere ADEN ABDULLA
.prende la parola per sostenere che attualmente le cabile rispondono delle
azioni dei singoli componenti ed è del
parere di giungere alla punizione del
singolo. anche per evitare che ciascuno di questi speri sull'Impunità. derivata dalla solidarietà della cabila nel
risarcimento del danno provocato.
Raccomanda di escludere quindi le
punizioni collettive.
Il PRESIDENTE è del parere del
Consigliere ADEN ABDULLA OSMAN.
Ma è necessario che l capi, in seguito
a qualche Incidente, siano essi stessi
ad accompagnare l colpevoli all'Autorità. Raccom anda al Consiglieri di usare tutta la loro Influenza ed 11 loro
ascendente sulle popolazioni. per far
si che la consuetudine della solldarleti collettiva possa quanto prima essere s uperata ed aggiornata con altra
più rispondente a quel principio di umana giustizia, accettato e condiviso
dal Consiglio Territoriale, In eu\ è
r appresentata anch e la parte p iù evoluta c più intl'lllgcnte del popolo somalo.
Sull'argomento entrano in discussione l Consiglieri MAHALLIM OMAR,
HAGI MAHAMUD FODLE e SHERIF
ABDULLAHI SHERIF ABDURAHAMAN.
I Consiglieri del Basso Giuba hanno
presentato all'esame alcuni problemi
Indispensabili e di Immediato Interesse per la loro zona. Propongono che
tutte le tasse riscosse dalle Amministrazioni Municipali del Basso Giuba
restino a disposizione di detta regione
per li miglioramento del territorio e
l'clfcttuazlone del lavori dl pubblica
utilità.
Il PRESIDENTE risponde che Chlslmalo ha gli un contributo di 45.000
somall dall'Amministrazione per Il
funzi onamento della Municipalità.
Segue una proposta di ripristino
dell'Illuminazione elettrica pubblica e
Chlslmalo, altra di Istituzione dell'Ospedale già progettato per la Relildcnza di Margherita con l'Invio di un mcdico ed una terza per l'Immediata arginatura del punti dove Il Giuba straripa ogni anno, rovinando molte rlcchc7.zc sta del concessionari europei
che del somall. Le proposte sono discusse cd annotate.
Il Consigliere ABDURAHAMAN AB-
DI protest a contro le razzie che vengono dal confine con l'Etiopia, nell'Alto Giuba. osservando che i r azziatori d'oltre confine sono armati, mentre le popolazioni della Somalia no.
Chiede la chiusura del confine.
Sull'argomento Intervengono molti
Consiglieri.
Il PRESIDENTE ricorda che la polizia interviene sempre e molte volte :J
bestiame è stato recuperato. Ma m
nessun caso si può ammettere la rappresaglia o contro-razzia.
Alle ore 13,30 la seduta è tolta e
rinviata a venerdi alle ore 9.
La s eduta di ieri
La seduta è aperta dal PRESIDENTE alle ore 9 con la lettura di una
proposta presentata da alcuni Consiglieri e tendente a rivedere il prezzo
del cotone prodotto in compartecipazion e e fissato in som all uno al chilo.
Prende la p arola il Consigliere A.
DEN ABDULLA OSMAN sostenendo
che alle spese di coltivazione dovrebbe partecipare anche, tn forma concreta e non solo sotto forma di rischio eventuale, l'Imprenditore. Questi dovrebbe lasciare un quantltatlvo
di cotone In bioccolo a disposizione
del coltivatore senza pretendere Ja
consegna totale del raccolto. Non è
del parere di aumentare Il prezzo già
fissato dalla Commissione della quale
egli stesso fa parte.
Il Consigliere HAGI FARAH ALI 0 MAR, pur associandosi alle consider azioni del Consigliere ADEN ABDULLA,
sostien e che !l prezzo di un som alo
stabilito. non ha incontrato un commento favorevole tra l coltivatori
quando sulla piazza esiste un'offerta, e
quindi un prezzo, che raggiunge anche i So. 1,50 al Kg. Partendo da una
critica dell'esame affrettato dell'ordinanza sul cotone effettuata nella prima sessione del Consiglio, tiene conto che sono mancate molte di quelle
premesse tecniche e di organizzazione
Indispensabili per il buon funzionamento dell'ordinanza stessa, e con clude raccomandando all'Amministrazione di voler rlesamtnare l'ordinanza,
per il suo contenuto sia tecnico che
econ omico.
TI PRESIDENTE riassume la discustcontinua In 3.a pagi na)
S. E. Gorini nominato
prefetto di livorno
RO:IIA, 15.
Nel quadro del recente 010\' imenlo di
Prefetti, disp<,to durante l'ultima seduta del Con,igllo d ei :lllnlstri italiano, S.
E. Pompeo Gorini, il quale rivesti le funzioni di Segretario Generale dcll' .\mmlolstnl7ione Fldu<'iaria Italiana della Somalia, è stato nominato Prefetto di Livorno.
Il Governarore del Somaliland
io transito per Ben de r· Cn ~sim
Sono transitati Ieri a Bender Cassi m H
Governatore dtl Somaliland. Si r Reginald
R<:ece e Lady Ret."Ce. Gli illu!'tri ospiti erano accomptlgnnti dal Commissario di
Erigavo. l\Jr. !)capin e dall'Aiutante di
Campo del Go,·ernatore, :llr. Dick-Son.
Giunti da El.,yo a Bender Cass•m verso le ore 11, ,ono stati trattenuti a colazione dal Commissario per la )Jigiuninia,
Lucchetti. n~'ll n sede do:! Commis,;a riato,
ripartendo v~rso le 15 in direzione di
Bu.rao.
Consultazioni fra i ~arliti ~i centro
sulla riforma elettorale italiana
Int r·ansigeoza dell'oa . Gonella di ft·onte all' att eggia mento
dei socin.ldemocratici e libel'n.li
ROMA, 15.
Un ulte1·1ore Incontro dei delegati
del quattro partiti democratici svol·
tosi ieri, non ha portato alla desiderata conclusione, circa Il problema elettornlc.
Dopo una riunione durata quasi
quattro ore è stato reso noto umclalmente che c l rappresentanti del
quattro partiti dopo avere discusso 1
loro rispettivi punti di vista, hanno
deciso di rlconvocarsl fra qualche
giorno •·
Risulta evidente da questa dichiarazione del Segretario della Democrazia
Cristiana. che vi è una netta divergenza fra quest'ultima e gli altri partiti - più precisamente PSDI e PLI
- circa la procedura da seguire per
Introdurre nel dl:;egno di legge elettorale gli emendamenti richiesti dai
due partiti s uddetti.
Nella riunione dl Ieri, Gonella ha
sostenuto che. polchè Il disegno di
legge si trova ormai dinanzi alla Camera, l'esame del punti controversi
di esso. deve essere deferito al membri della commissione parlamentare
competente, appartenenti al quattro
parLI LI.
A loro volta Saragat c Vlllabnmn
hanno affermato che non è possibile
accettare la procedura proposta da
Gonella, se prima non sia Intervenu to un accordo politico.
La manlfe::;tazlone di lntranslgenzn
dell'on. Gonella - afferma una nota
dell'Agenzia c Italia • - In merito alle trattative per la riforma elettorale, è giudicata da molti osservatori
politici una prova delle preoccupazioni che Il Segretario della DC nutre .n
vista del prossimo Congresso del Partito, ovo le correnti dl opposizione potrebbero assumere atteggiamenti di
critica nel confronti della Segreteria
e della Direzione circa i criteri seguiti nelle trattative con l minori.
VI è comunque ragione di ritenere
che non tutti gli esponenti della Democrazia Cristiana intendano impostare in modo tanto rigido quanto U
Segretario della DC il problema delle
leggi speciali. Negli ambienti democratici cl si attende anzi. nel prossimi
giorni, una apertura che. se verrà da
fonte autorevole. potrà spazzare le
nubi addensatesi sulle prospettive rtl
una intesa a quattro.
Sebbene sia Indubbio elle le tendenze
favorevolr ad un ritorno alla proporzionale abbiano guadagnato terreno,
sia all'Interno della DC come all'interno del PSDI. un mancato accordo
tra l quattro partiti del centro democratico avrebbe oggi, presso alcuni
settori dell'opinione pubblica. una ripercussione pii) grave che non un definitivo accantonamento delle leggl
speciali. CIO andrebbe a danno d1 tutti l partiti democratici ma In primo
luogo della Democrazia Cristiana. La
politica dell'alleanza democratica si fa rilevare - non è stata !mpostat~
dalla DC In funzione delle prossime
elezioni, ma risale alla campagna elettorale del 18 aprile 19'18. Un fallimento delle trattative. segnerebbe con
ogni probabilità la fine di questa politica.
D'altra parte, ove l 4 partiti dovessero presentarsi alle elezioni liberi da
vincoli di alleanze e da reciproci Impegni, e con le reciproche diffidenze
generate da un m1mcato accordo. tutta la battaglia elettorale assumerebbe un tono ed un colore diversi. Nessuno dubita che la DC. p er non essere
Isolata, dovrebbe soggiacere alle for ze di destra Pl'rdendo la sua funzione
di centro equilibratore o causando
uno spostamento dell'asse della poll...
tlcn Italiana.
N. 75(j -
pagln;.
~15~·~·o~,~·c~n~t~h~rc~I~9~5:~______________________~----------~~--~~I~C~o~r~rl~e~re~d~o:~ll~a~S~o~nJ~n~l~ia~----------------~=--:::::;=::::::::::::::::~~-----:2
DA MOGADISCIO E DALL'INTERNO [; :~~~.?.~~~~-:_~.~:.:~.:]
lc~n:lo~~!~v1~!~~~ali l'Associazione Com~attenti somali
d~~ po~~~:::~~:~.c.~~~~:;e~- in onore degli Aspiranti Ufficiali
rio C c nc rnlc, :\lini!>tro Pknipotc nl'iario l\f:trìo Canin o, ha o fferto , ne lla
vl.!lu •lcll'
'
•"\tJitttt.tli.Stt·.ltOl'C, •n chi~ ·
tlc ll•t "'".• ,·,ltl·' c\"1 l '. ,,,,. .,.,,·o 'l'c·.· .
,,.
• -·~·' '
~ ~
' ~ ,..
rito ri a k, il ~·u u 'ill<.! tn rÌl't'\'i1llento , cui
hann o prc~o ptttl c il l; :·~~ idcntc del
Co nsig lio L'onsullivo . ;\!ini~ lro Pieni polcnziario,
ì\laha 111 wl ì\ [o(l(lrram
H ammnd, rapprcsc,nta,: k d eli'Eg it.
to; il l\l inistrll Plcn ipolt: ll t.iurio Vi·
ceulc P astmna, r:tJ l JWC~c ntn n le d el ·
le Filippine : il ~cg re t a ri o Princ ipale
dcl Con;.ig lio Con:-tdt'Ì\'0 dr. Cnzenave d c l:t Roclll: ; 1.: :111'.' a utorità civili c mìlit:trì; ìl l'a po cl• i Qadi del!.\
S om:tlia, ~cck Ilag i Abd ull a hi ; il d<!
cano dci Qad i ~cc k A hnh:t kc r Scek
1\Iohcddin e tutti i Hl CII' bri d ell'A::.se mblea, Con:-iglic1 i T erritori ali:
Abi c:tr H :tgi Ahdi ; .\bduw hm an Ab ·
di; Ade n A bdull n O::.ma u; Ade n
Sci re Giam:t ; .\h mcd F adel Hascim;
B on:t A\' \'. Fr:1ncc:.co i Dnher Sct
Ginma ; Duale Ca !tic i G ei la n i i\Inlak
Osma n H agi F a r:th Ali Om ar i Hag i
1\[ohamud Elmi; Hag i 1\[nssa Bogor;
Islao ì\Iahadall.: l\Coh am cd 1\Ia !Jadalle; I sino O mnr Ali; 1:-mai! Gia l!l:\
C is .• Iusuf F a rnh ,· lu:-uf N 'ur I slan .•
1\:f:tllim Eden i\lohamed; 1\Iallim
Omar; 1\lo h:unud Abdi Xur; 1\l obam cd Scek Os ma n; Monti dr. Frau-
Ieri l'allro alle urc 17 , uct· luca h· te
11
Clnemn tlell u ;.\lissim u:, ~··utilme n te mcs·
~ i n d i< pu, i~lmll', l'.\ ssol'la1ionc Na? t(lnaff
·
le Cc>m ba t le n t i Sum(lli hn <> crio nn rtC<'·
vi mento iu nnure degli ,\ spiranti llfti •·lnIl ~oma li r~•·~"l<'llle u te nom innli.
.\1 l'Ì.:evimclllo è intervenuto Il Sl·grc·
lurio (;cncrul c ,\linl, lro C:tll ino c .-<>Ilo
stoti not:<ti : il i\linistn> ll nnu11nd ~ l a i HImud, Il Console di l:ronciu ~ lt·. ,\lon~c. Il
Co11sole d i Gr:ttl ·uretn)::n n t;ctltin, il llr..
J"'t n de 1:1 Roc hc, il Cn po LT ftk iu .\ rfan
Giudit.iari c L<'gislolivl, Con ~ igliere C<tnood ..a, il Capo Ufficio .\ffnri lmcrni, Bemll'delli, 11 Commil-Mtrlo cJel l.lcnn chr, O' ivi l'ri, il \ ' iCl•-Cnpo di Gabinetto, Cn nun·~ io, il Re~i den te !li :\logadlsc-io, t\nselmi. ln~ieme con il (;cncr.llc .\rturo
Ferrara era una larga r;tpprC:otlll.tn'a di
llfliciali SnJ:>t!r iori eù Infer iori dcii ~· l·orzc
Armate in Somollo nonchè, fc~tcggi.u i~·
,imi, gli un dici A.~pirnnli l 'fficiali somoli. Tra gli a h rl im·ita l i n n nwros i Con:.iglieri Territoriali e personoli1ù.
11 Preside nte dcll'.\ ssocittzione, rh·uigcnùos i alle .\n tori tù cd agli intt n •cnuli,
ha pronllltziato il seguente discor~o:
E' mio dovere rivolgere il nostro saluto alle Autorità qui convenute con i
più vivi ringraziamenti per l'onore che
hanno voluto farci presenziando a
questa nostra manifestazione che è
per noi motivo di giùbilo ed orgoglio:
di giùbilo perché oggi la nostra Somalia ha i suoi primi Ufficiali; dt or.1
·
goglio perché essi sono stati tratti dai
cesco i Scek ì\lo lta mth.J 1\Io1lame '1 ranghi dei nostri vecchi combattenti.
Farah ; Sccrif Abdu llah i Scerif Ab.
Questo avvenimento è frtttto d'un
durahman.
impegno d'onore che abbiamo coscienza di avere compiu'to: la tedelUì all'Italia, paese di tractizioni millenaEVOLUZIONE POLITICA
rie, taro di civiltà, che ha portato :a
sua luce fino a questa nostra amata
Patria. Ai vincoli indissolubili del sangue versato insieme - fianco a fianco
- sui campi di battaglia si unisce ans i trasforma
cora oggi, per i Somali non traviati da
D 22 aprile 1949 fu costituito tra gli irriducibili preconcetti, questa palpitante prova della volontà dell'Italia dt
Abgal di ~Iogadiscio, co,t il consenso tenere lede ai suoi impegni portando
dei Capi, n ot abili, ule ma ed anziani la nostra pur Zmmatura Somalia verdelle varie cabile ap parte nenti a quel so la mèta più luminosa di ogni po'gruppo, un t< Comitato 1 er il Pro · polo. Pertanto i n questa i n confutabil e prova che l'Amministrazione ha vogresso S omnlo 11 , ave nte lo scopo ti: luto darci dobbi amo trovare un motut elar e g li in t<.!res~i politic i, socìa!i nito per tutti i somalt ed un riaOere culturali rig uardanti collettiva- mato programma per noi.
Porgiamo il nostro ringraziamento
mente o individualm en t~ gli Abgal.
generale Ferrara che ha voluto e
Non solo, ma di p romnovere anche al
saputo con tanta rapidità elevare Il
la pace e la tra nquìllit:ì in m ezzo agii livello culturale dì quest i nostri sotAbg al e tra questi e ott.tlsiasi altro tutficiali e metterli in cosi breve temgruppo nell'a mo ito d el ris petto reve- po in condizione di rivestire il nuovo
rente delle con su etud i•1i tradizion a- grado. Per essi noi formuliamo il nostro augurio e la speranza che il grali e r elig iose, garantend o nel frattem- do di Uflìciate li renda sempre mipo il progresso geueral0 .
gliori e sempre più preparati. Avanti
Malgrado le aspre difficoltà mate- per la Somalia fianco a fianco con
riali e morali prevedibili 1•er una ini- l'Italia in ogni tempo. Viva l'Italia!
Viva la Somalia !
biati\·a di quest o gene re, ~perialmente
Ha risposto il Generale Ferrara, Conel periodo d ella nascit.J. t>d in quell0
mandante del Coq >o di Sicurezza della
immedia tam ente su ccesst"o, il detto Somalia :
comitato svolgeva ì prop t i compiti in
Oggi è giorno di testa per me e per
maniera assai brillante.
il Corpo di Sicurezza.
L'apprezzato invito fattoci dalla asS egu endo lo svilup po della situa.. sociazione
combattenti somalt per fezione politica in S omalia in una de- steggiare i primi u.tJìctali somali, et
liberazio ne formulata dali ' assemblea riempie l'animo di gioia perché conriunitnsi il 1 0 corrente, lo spirito del- sente di mettere a contatto la granlo statuto veniv·t rad ic1lmc.nre II'O<I i- de massa dei milftari in congedo della Somalia e cioè dei vecchi combatficato . Di fatti, il Com itato :)roPTè"S<l tenti somali, con i militari - veterani
Somalo si è trasfo rma to in un partito e giovani - in servizio nel Corpo di
politico con un programma di interes- Sicurezza.
Purtroppo non tutti i vecchi mtltse co llettivo non limitato di SQ h Abtari autoctoni hanno potuto essere
g al. Qualsiasi abita nte d elia ~:o m:.J•.:, nuovamente ammessi nei ranghi delle
di orig ine d ella S omaìia e c i;taéìuo attuali unità; moltt di essi - la magsecondo i costumi locali e la l egge, gioranza - hanno dovuto rimanere
vita civile a causa della limitata
purchè immune da conchn.12 pen.tli nella
entità degli organict.
h a il d iritto dì r hi eder i! , \i as·:oti:tr'>i
Il Corpo di Sicurezza infatti ha ogal partito, ava nzand o una (]mna nc\a gi soltanto le forze strettamente innella forma s ta bili ta ,1t l nu ovr. sta- dispensabili per l'assolvimento det
compiti - di sicurezza e eli 7Jre7Jaratuto .
ztone delle Forze Armate Somale che gli sono stati affl.dati.
H a dovuto ctoé r tntmctare a tutto
ciò che non è assolutamente vitale,
per consentire alla Amministrazione
di dedicare la maggiore quantità possibil e delle proprie posstbtltlà finanIl prof. Camillo Bouannl ha tenuto glo- ziarie a favore della valorizzazlone del
Territorio e della evoluzione delle 7JOvedl la consueta let.ione di Storia del- polaziont.
l'Arte l>tr il Cor~o Libero orgnninato
Ma t vecchi vincoli che univano tutdalla • Dante 1\lighieri •, p:ulando sul ti i militari somalt di un tempo, t
tema: • L'orte del ;\lasnccio. d el Dcnto vecchi combattenti della Somalia, non
debbano per questo essere spezzati.
Angelico, dc:l Uoulcelli •·
J>ui 11Jiico foltu, tra cui molle g<mlili :;;. Essi debbono invece continuare ad esistere ed essere rafforzati anche con
J(nor<· e personul ità. ,\ ncnro unn volla occasioni, come questa, nelle quali not
il l\lin i~tr<> CanlnrJ c In Corlsorte hanno et r itroveremo tutti rtunttt come t
voluto onorare t·on lo loro prcsen7.a que- membri di una grande famiglia che
vivono ed operano tutt i per uno stessta simpatico init.iati\•a culturale.
n,,.,.,
Il Comitato Prooresso Somalo
Le lezioni di Sloria dell'Arte
a cura della ..Dante Alighieri"
so SCOl'', o.· il be1•·e della Somalia.
In ylontl come questi noi et rltrover euw tnste me. unttt. al d isopra
lt di
t ogni
tt
conslclerazione politica, dag s ess dea/l eli cltscipltna e di dovere e, da
soldati . et guarderemo negli occhi, com e fratelli.
ll u invi11to un mPssuggio nugurnle ni
m·o ,\ spirtl tlti, o n<•m c dei c•ommllllnni, il
l'n~s idcHlt· dcii'A,.suc iotionc del Cornhiuicrc snm nlu, i\loccnr:w i\lohnmecl ,\ddò.
E ' s lalu offcrl<> un sontu oso rin frc~co.
TORNEO COPPA FIERA DELLA SOMALIA
Rappresentaliva Auloparco Civile
contro Rapp, Mililare Italiana
D ow a ui ore lf!30
VI ricordate come andò a t'irùre l'incontro di andata fra le due squadre
In oggetto? Finì con un secco 2 a O a
favore della c Rapp. Autoparco Civile ,., che spodestò dalla vetta d ella
classifica l blucerchlati del Corpo d!
Sicurezza. Riandando a leggere la cronaca d! quell'Incontro appare chiaro
come in quella giornata i militari Italiani si fossero dati, piuttosto... al bel
tempo, lasciandosi insaccare malam ente da un avversario n iente· affatto
sup eriore a lor o, ma · sceso In campo
con d iversa decisione. La partita d!
domani - e n essuno tarda a capirlo
- sarà una s pecie d! esam e d i riparazione per la c Rappresentativa Militare Italiana ». Fallire anche _in questo esame - e si può fallirvi anche
con un pareggio !... - vorrà d ire addio assoluto alla vittoria finale. La
squadra somala conosce intanto molto
ben e il fatto suo. S ta ai militari italiani far quadrare li conto e scombi nare quello avversario.
Spettacoli d'oggi
CINEMA BENA DIR
«Inferno Ota·
con f'o~co O tachc~~l.
·•'l ,.
CINEMA CENTRALE - « C!'lll"'>trno, e
~~.
11 cgto•nnte d 'nt~ualltil
CINEMA El CAB - c La figlia del capt•·
no 11 e documcn~nrlo
·~CINEMA. TEATRO HAMAR - « S•~
proibita» o clncgtornolc.
·"d"
CIN EMA MISSIONE - « Rtgoletto, dall'C).
pera di verdi.
SUP ERCINEMA - «Mio figlio prote''i<>re >,
e di domani
CINEMA BENADIR - « 11 doppio IJegno d
Zorro » fi lm d'rwvcn ~urc.
t
CIN EMA CENTRALE - « Bcl ll~>.~lrna, e ,. •
1
negtornnlo <l 'aLtuall~à.
CINEMA El CAB - « Lotl a la bectulna ,
film nrnbo.
·
CINEMA-TEATRO HAMAR -«L'uomo d l
la Torre Ellfcl » tn wchntcolor.
e·
CINEMA MISSIONE - « Robtn HOC<:! ill
c anng lln Eroica » In wchnlcolor
SUPE RCINEMA - «Lo ragazze di Ptau;. ~l
Spagna"·
Annunci Economic:f
ACQUISTEREI CUCCIOLO lupe o <lan~:oe.
Rivolgersi Porro.
DA TU NDO « Moto Parli la cc. 125 » Tlllf.
smo, Sport. Scooter. Vendita anche a 11•
te.
DA TUNDO sono arrivati l telefoni e<1 ap..
pareccbl rodto a So. 120 .
SEGGIOLINI e box per bambini, attaccapanni da muro e guardat·oba. scrtvan~e In
legno e ferro. sedie <Il tutti l tlot. letu
rete metolllca In !erro. comodini ecc.
"Magazzenl Patria » vicino Suoerclnema.
Al NUOVO NEG OZIO Verdura In Vta Rema (Palazzo Bln Quer) troverete Yel'dUra
assor tita ottima, fagioli freschi da sgra.
naro e pomtdoro di l.a qualità.
Al BOTTEGONE formaggino MILIONE vi·
tamlnlzzato 1 .ao In beatola. Gorgonzola
GIM, pormlglano STRAVECCHIO.
A. C. Me rea -A. C. Scinoani
Lunedì 17 corr. - Ore 16.30
(Sa.) - Lo balda squadra di )Ierca verrà in t msfertfl n 1\Iogadiscio, iuoedi prossimo, per incontrare la \·eloce compagine
del Scingani, partecipante al torneo de l
quartieri cittadini.
L'incontro ~i present a ricco di 1ifo extrn
dllnd lno e, dal lato teenico, vedremo
c-ertamente gli attocc hi scatenarsi con a-·
zioni alla garibaldina.
L'ingresso è libero ed i tifosi delle due
pn rll potra nno accorre r<' num erosi per
dar fi nto alle trombe tlella loro passione .
AZ IONE CATTOLICA
Associazione Uomini della Cattedrale
Tutti gli associati e s impatizzanti
sono invitati alla riunione dì questa
sera alle ore 18,30 in sede sociale.
l
l
Fiori speciali in tutti momenti sem·
pre freschi arrivi con aerei d1
frutta , verd ura, ecc.
Nuovi prezzi: patate speciali So.
l ,00 al kg., cipolle So. l a l kg.,
cavolfiori Kenya d·1 non confon·
dersi con altri So. l, carciofi spe·
ciali So. 5,00 al kg. tutta l'altu
merce ribassata.
Bevete Vino Capri So. 5,00 al fia·
sco di due litri. Prossimo arrh·o
col Tripolitania.
Mele vere annurche ~p eciali e pe·
re a So. 4,00 il l<g.
Pasta sublime s uper lusso Monsur·
rò So. 2,60 al l<g. Pasta extra
So. z,:w al l,g.
Grande arrivo di tutto ed a prezzi
bassi. Visitatelo "bitatelo Servizio domicilio gratis.
Circolo L .A LUCCIOLA Ouesta SBl8
Grande SerataDanzante
con l'intervento della "RELLA IlAUANA DEllA SOMAliA"
Nel corso delle serale saranno distribuiti doni che LA LUCCIOLA he of(('rto
elle "BELLA ITALIANA DELLA SOMALIA" ed elle el tre gentili indossetrici
Circolo della Caccia
AFGOI
Il « ClrcoiQ della cac<;ia » invita soci ed· amici a partecipare, sabato
15 corrente, ad una serata di allegria tra il verde riposante della ridente
Afgoi. Si cenerà, ed ,il piatto forte , delizia per i cittadini lF Polentom<~
e piacevole novità per gli lllitri partecipanti, sarà costituito da polenta
e osei e baccalà; e un fiume di Lambrusco scorrerà nelle gole riarse
factmdo concorrenza al torbido Uebi.
Bacco permettendo si danzerà.......... Ma non basta l Dalla cen~
e dalle danze uscirà come per incanto, « Diana Cacciatrice ». Non
possiamo dirvi di più l Il resto lo ved rete.
Per ovvie ragioni organizzative pregnsi prenotarsi telefonando nl
« Circolo ~ ella. Caccia » di Afgoi _ Alta Moda _ Libreria Porro - ··
Ass. Cacctatort.
1
N. 576 -
11ag ina :$
15 .10vembrc
Il Corriere della Suma lin
Al consiglio Territoriale
sPLEN~ /DE DAME soRRIDEVANo ALLE FACEZIE DELL'ARTISTA
l A ~~-"'•
lA'~~
__, , A ..1 ..1 A
t/
AA
"I"W
t t -t
II.!II!J.
AltA Ila A
~T w~r.-U~t
t
A
w
J;
(il,~
.eLI
~t di
11.!1
·Ciii'
1~
J
.._
~~~~;:~~~~:i~ee
~
~~:
~~~c~~s~~~ti
li'tii'F".-&N'"~
A lA A A
1t
AllaiiiiiAjAA
wr.-~~
0.
1
Oltre a dipingere meravigliose Madonne il Vinciano si divertiva a disegnare
caricature che poi mostrava ai suoi discepoli - l rebus e gli scherzi al Priore
Quando cl rivolgiamo al passato,
non subito ci liberiamo da quella 4:Catalogazion e » entro la quale Il tempo,
Ja tradizione. le più disparate fonti
storiche hanno fissati l VfU'i personaggi, guerrieri. poeti, pittori, artisti in
genere. Ognuno di questi - se non ne
sappiamo più di ciO che è alla normale portata di tutti - cl si presenta alla mente In una formula. comunque, a dire Il vero. sempre ben
dlffereuziata ed originale rispetto alle altre. Ad esempio: Glotto.... è quello
del circolo : Cnmbronnc è quel tal generale che pronunciO, dl fronte all'odiato nemico, una paroletta che qui
non è luogo da riferirsi: Alfieri.... ~ ­
scluslvamente quello che si legava a
tavoUno per istruirsi. ululando rabbiosamente: c Volli. volli, fortissimamente volli! •·
Per Leonardo da Vinci, Infine, di
cUi quest'anno - come tutti sanno ricorre il v centenario della nascita,
la formula che lo determina è che
c s'Intendeva di qualsiasi cosa pensabile •. A questo punto, qualcuno si
sentirà offeso: c Ah. ma lo su Leonardo so ben altro! So che l suoi
disegni sono s parpagliati In tutto 11
mondo e conservati In varie biblioteche: il Codice Atlantico all'Ambrosiana di Milano, Il Codice Arundel al
Britisc Museum di Londra, altri all'Instltut de France. l Quaderni
d'Anatomia a Windsor, ecc. ed ancora a New York. Modena, Venezia,
Norfolk, Bayonne Oxford, ccc. • ·
Bene. bene... aggiungo che studiosi
lnsigni spesero e s pendono ancofa
una vita Intera nelle ricerche leonardesche. Ma. con Il nostro preambolo,
non cl riferivamo a questi al quali cl
inchiniamo, consci noi stessi della nostra Ignoranza. Volevamo rivolgersi a
coloro che, di fronte alla sfingetica
figura del gr ande Vlnclano, hanno
di lui una rappresentazion e come di
mago. essere più divino che di questa terra.
No. Leonardo fu un uomo normale
nel senso fisiologico della parola, fu
un uomo con 1 suoi dolori e le s ue
gioie, un uomo di lagrime e di sorriso.
Leonardo c celiava ,. talvolta. procurando allegrezza all'intorno; non
disdegnava quel passatempi che noi cl
prendiamo con le rlvistlne enigmistiche; si di vertiva a cogliere nel suo!
simili gli atteggiamenti peculiari del
loro volti e questi li anaUzzava mettendone in primo piano Il naso troppo lungo o Il labbro leporino, le orecchi~ a .- sventola » o Il mento pronunciato, la goffaggine gen erale o la for ma a c pera » del loro cranio. In altre
parole, faceva delle caricature. In
Quelle al Louvre. ve n'è partlcoJa·cmente una che rappresenta tre personaggi di profilo: sono un poema di
in d l vId uallzzazlo ne.
Su tale argomento. sin dal 1645 J'olandesP V~>n~'<> lntJ !lollar pubblicò
ut.a strie di caricature Jeonardesche
e, scorrendole, non possiamo che meravlgllarcl: Egli che ha dipinto le più
meravigliose Madonne e che colse !e
più sublimi visioni del bello Idealizzato, ricercO con eguale interesse al
brutto, lo strano, le deformità, 1 segni
particolari - o c segnaleticl ,. diremo noi oggi - sulla folla che Incon trO nella vita, e cosi In esse si presenta: sempre profondo e geniale fisionomista.
E non potremmo Immaginare che In
Qualche allegra serata con gli allievi
ed amici - tra l quali Il dilettissimo
Melzi - avrà loro mostrato, con generale diverti mento, qualcuna di tali caricature, magari quella di un avvocato azzeccagarbugli noto a tutti
nel contado, o del cerusico più ammazzabesu e che guaritore del malcaPitat1 clienti affidatisi alle sue cure?
Venendo ora al Leonardo brillante
e scherzevolc, pronto di spirito, ricorderemo un episodio dl quando lavorava attorno al c Cenacolo • · Il Priore
di quel luogo Importunava continuamente Il povero artista amnchè portasse a termine al più presto 11 dipinto ; ma Il pittore trascorreva talvolta
dell e mezze giornate a rimirare l'affresco e senza prendere 1n mano Il
Pennello. Fu cosi che Infine, ll Priore,
Indispettito, lo fece chiamare dal Duca; ma Lconaa·do, per niente Intimorito, si espresse In tali termini : c MI
mancano a ncora due teste: quella di
Cristo di cui non posso e non voglio
trovare un modello In terra e quella
di Giuda, la Quale - è Il Vasarl che
narra - gli metteva pensiero, non
credendo poter~;! Immaginare una torma da esprimere 11 volto di colui che,
dopo tanti benefizi ricevuti, avesse avuto l'animo si flero che si fosse risoluto di tradire il suo Signore. Tuttavia, alla fine. non trovando di meglio per la testa di Giuda non gll
mancherebbe quella del priore ta nto importuno e Indiscreto :t. La quale cosa messe Il Duca meravigliosamente a riso. E così 11 povero priore. confuso, lasciO star Leonardo.
Circa i passatempi diremo che Leonardo compose aforismi, facezie e favolette <quella del c parpagllone • · del
rasoio. dei frati. ecc.!: ma si diede,
con maggior applicazione, pare, pet
bizzarria. a preparare rebus. Questi
giochetti sono molto antichi: ma Egli
indubbiamente fu. se non 11 primo. almeno tra i primissimi a provarcisl
con successo. Eccone alcuni dalla
raccolta del Clark con nomenclatura
figurata: una perla seguita dalla parola mia e due mani che si stringono
a simbolo di fede... soluzione: per - 'a
mia fede. Un secondo: un amo da
pesca, un pentagramma con le note
musicali « re mi fa sol la • seguite
dalla sillaba « za ,. e poi ancora la nota « re >: l'amo - re mi - fa - sol-laza-re. Un altro: una clessidra che segna il tempo. un suorratore e una padella per friggere e sotto v'è scritto:
ora sono fritto.
E qui cl piace ancora immaginare
(e certamente fu cosi) che l'Artista,
con questi ameni rompicapo, si sarà
procurato graziosi ed ammirati sorrisi tra le splendide dame della corte
di Francesco I.
Dunque. concludendo, Leonardo
non fu un Dio. solo una sin tesi mirablle delle aspirazioni e degli sforzi
del mortali a penetrare 11 mistero che
continuamente ci circonda. Solo intese questo s upremo anelito in modo
maggiore, e scrisse: « Naturalmente
Il omlnl bono desiderano ,. e In tale
desiderare v'è tutta la ragione ed al
perchè simile manifestazione sapeva
essere quella che più esattamente ci
differenzia dalla bestia: e con amore,
perciò. studiO anche a fondo i museoIl della bocca c quelli che la distendono e la preparano al sorriso ,._
Questo. comunque, di cui abbiamo
parlato noi, è Il sorriso comune; nella Gioconda, In San't'Anna o nel San
Giovannino Il sorriso c non fu soltanto un modello e una materia da tradurre In figura - così scrive il Flora - ma fu. ciO che più conta, il
modo Ideale della sua visione, malinconia degli opposti nel punto In cui
l'uno sfuma l'altro. malinconia della
segreta gioia di un creatore che esprime se stesso e sente la bellezza
e l'utilità del vivere ».
G. Brombini Grìlli
="""""'"'""'=======-=~:::----:::==...,,...,,........_._,
MERAVUJLI E
O~LLA
1!)[,2
____-==----,========
CHI RURG IA MODERNA
Riacquista le dita
amputate per congelamento
:\E\\' YO RK, no\·embre.
Cn C'hi ru(go èd:a )f,a r }U ·th: l'ni\'<!r,i1.\", il D ott. \\'illiam Frackeltcm, ha fatto
ri acqu ls1 ore a un uomo che a\·e,·a perduto
tutte e dieci le dita p~r <'<m!(el.amento,
altrettante dita uuo.-e ed utiliuabili per
meuo della chiru rgia p las l ic:a.
Si tratta J el caso d i )f.uion Cod.\' di
42 nn ni , del 1\Jilw,ank~. c he ora h.t :.a
pos~ibil ifà
d i continua re a
lo\'or:ore
~raz ie a lle dita r incqu i, late. Cod.'· t:bbe
tu l"tc c dieci le dita :~mput ate in se~uito o
g rav<: con~ela mento e ctiiH;reno dopo una
p:orfita di cal'ci a in Alta~ka. Primn <lell 'oJll'rtl %iv n t, Cudr 11 0 11 pcH~vu u è ves t ir~ i
n~ mnnginre nì: fare ulcun lavoro utlle .
Il Dult. Fracke llon compl du e Joaf t:n ''"ll·
li t· hirurgic i per ogni ma no. La pelle tra
i monchc r ini delle dila n ·n 11 c iall' l, ., profond.anwnlc n ella p.a lm,t th•ll:a llliiiW c S<J·
' tituita con pe ll e ric:watu òullu gomba
di Cody Poi vennero s ls le mnti dd t endi ni per dare mohil ità a ll e ditu co»Ì rk<is lrultc . Ne llo s tesso tempo Cody potè :.4.!s:u ire un cor so d i r icdut'aL ionc c di r inl>ilitazione pres~o u11,c offici ll.•• ~pcci.ale
di 1\lilw.auke<!. Egli è or.c lnl(<'gnerc
pres'o la \\'ch r Stcel Co., l'ioè otto mc"l
dopo la J>r ima opcradonc c dotX> l'ini.tio
dc:! corso di rlqunlllica7ione.
Il DC)tt. Frackelton ha tuttavia " I>Iegat<>
l'he mentre le dita di Cc)Ciy non l><•~'<mo
più essere ricost ruite dopo le oanput.llioni, le operazioni di c hirurgia pln~tko gli
ha nno folto riucquist,a re quatt ro anet/1'
dita per ma no.
• Queste mcne dito hn pr~ciMa1<> il dCJtlore resf it ulscono oll.a 111011o
le s u.: funzioni, ta nto che ora Il I>M ic ul c
può off!!rrare, solh:varc, rizzicn n! c cioè
•·omplere le pr i ncip:~l i a~ ioni di contat to
tlo uua mano. Tuttavia t ,.,lato impossibile
n ·,tituir e nll .t m:lno di Cody una forza
,ufrkieotc per c!>eguire un lavoro manualo: po:,nnte •.
Le op~rnz lonl pl.tstiche debbonò essere
'trcltamcntl' colh•gate con un corso di
r iHbilitazione fi,ica. l ' nn \'Olta CO<h· l'i
""nt h ·a m t nonwto perchè era del tulto
dlptntlentc d.o llo famiglia e da llo a iu to
fi,i< o di ali re p< r,one per compiere quasi
o~11i allo tll•llu s ua vita. Ora egli è invel'C ll ut o"uffl ~le nl e , non ha bisogno di a lcma ni11to, ed e~erci ta un'a Ltività per cui
tlevc sc rivcn•, ugg iorna re dati e a r.:hil'i "
usn rc st r umenti se mpl ic i.
l'orclleslra dell'opera di Stoccolma
dirella da Federico di Danimarca
STOCCOL:\1!\, H .
In occa,imu: del settantesimo annlve r,a rlo del R e Gu~tuvo .\dolfo di Svezia,
l'ordoe"trn d<•ll'opcra d i :;toccolma è stata
din:ttn <In! lh• Fcdl•rico di O,anima rca ,
\'Ciln t o uppo~itnmt:ntc a Stoccolma per
pre,cntare i ,uoi vot i o l so,•rono S\'E'tle"". N d cor~o di 11n ricevi mento pri\'at o
per gli hl\'itoti a C'ortc, R e federico di
I>.uaimnrca lt.~ dlrN to parecchi br a ni d 1
1nu ,i~-.,
\\'nKn~riann .
\ 'E RON t\ , Jl. - Ha avu t o luogo ieri
una ceri monia per la con:.egna a li 'Ita lia
<l<·i lfl:l lxwi nl donotl dall'Olanda og li
,\ grkoltori colpili d oli 'alluvione del Polc, in c. Ernno presenti, Il sottosegret ario
Runo ur J>l't' Il Governo Ita liano e unn s peciulc <l<!lc,::::ti<"1C Olunyese.
Ora
in Vendita.
VIRGINIA CIGARETTES
Fabbricate
in Inghilterra
bile di modifiche dovute ali andamento del mercato, ritiene che la Commissione abbia fissato Il prezzo stesso
appunto tenendo conto del costi di
produzione e del mercato mondiale.
~e~~~~gr:;,~r1~Ar~~~~~r:~!f;~~~ g~~:~
rlesamlnare l'Ordinanza alla luce delle critiche emerse In Consiglio Territoriale e sarà passata al competente
umcto per una revisione.
Una lettera di MOHAMED ABDI
NUR richiede l'intervento dell'Amministrazione sull'alto costo dell'energia
elettrica a Mogadiscio.
Il Consigliere HAGI MUSSA BOGOR si associa alla richiesta del collega, aggiungendo che l'azienda elettrica agisce praticamente in regime dl
monopolio. E'ssa ha. ormai da t~mpo,
ammortizzati gli Impianti che d altra
parte non rin nova provocando il forte costo dell'energia, assolutamen~e
superiore a quello di molti paesi afncanl.
h ,
Il PRESIDENTE conclude c e 1 aumento è stato stabilito da una Coll!mlsslone. dopo di aver sentito tecm_ci del massimo organo Italiano per tl
controllo del prezzi Industriali, ma
nulla impedisce Il sorgere di un'altra
Azienda che creando la concorrenza
ed apportando macchine ed Impianti
nuovi. venga a creare quelle conslzioni necessarie e s ufficienti per un aggiornamento ed una stabUizzazione
del prezzo.
I Consiglieri HAGI MUSSA BOGOR
e MOHAMED ABDI NUR chiedono
che l'Amministrazione Intervenga per
Indurre le Società Agricole di Genale
e del Giuba ad ammettere agricoltori
autoctoni che in tal modo potrebbero
esportare le banane.
Il Consigliere HAGI FARAH ALI
OMAR comunica che un gruppo di sei
somall ha piantato banane ed è in
trattative con la Società dl Genale per
ottenere un cubaggio sull'esportazione ovvero l'acquisto del prodotto In
Somalia. Le trattative sono ancora ad
un punto di ris ultato Indeciso.
n PRESIDENTE comunica risultargli che vi è da parte delle società agricole buona disposizione verso quei
produttori autoctoni che naturalmente possano dare quelle garanzie di
produzione costante e di lavoro serio.
Il Consigliere HAGI FARAH ALI 0 MAR aggiunge che se raccordo venisse raggiunto, l'attività degli autoctoni
1n questo campo potrebbe essere potenziata e pcrtezlonata. Sullo stesso
argomento Intervengono i Consiglieri
FARAH BARRE MUSSA. ISMAIL
GIAMA GIS, ISLAO OMAR ALf, HAGI MOHAMED FODLE e GEILANI
MALAK.
I Consiglieri YUSUF NUR ISLAM e
FARAH BARRE MUSSA illustrano,
dopo la lettura da . parte del PRESIDENTE alcune loro proposte e raccom andazioni riguardanti la Migiurtinia. Sono stati trattati l seguenti argomenti: costruzione della Dogana di
Bender Cassi m - aiuto al siniSt.rati
del recente incendio di Bender Cassim - ricostruzione pontlle di Bender
Cassim - costruzione di una mosch ea
a Gardo - ripresa del lavori alle saline di Hafun - liquidazione del danni di guerra per l ~ambuch i ed il bestiame- un progetto per lo sviluppo
agricolo dcUa vallata del Nogal - !l
ripristino del postallno per Ell. Dante.
Bender Bella - l' Impianto di un
gruppo elettrogeno per og1ù sede scolastica - l'assegnazione di una radio
a tutte le Residenze - la costruzione
a Gardo di un Ot·fanotrofto che possa
raccogliere tutti gli orfani ed 1 bambi ni poveri della Mlglurtinla - riattamento della pista Garoe-Bender Casslm. Tutti gll argomenti sono stati a ttentamente discussi ed Il PRESIDENTE ha dato esaurienti spiegazioni in
merito a ciascuna delle proposte. mol
te delle quali non possono trovare
pratica, immediata attuazione. ma 1
Consiglieri proponenti dlchlru·ano dl
aver creduto loro dovere pt·esentarle.
come Conslgllerl e come Capi, nello
Interesse della Mlglurtlnin.
Il Consiglier e ABDULHAMID SALIM fR seguito ad alcune proposte
presentate in precedE:>nza riguardanti
Il pagamento dei danni in cast di infortunio Rutomob!llstico ed il PRESIDENTE passa le proposte all'esame
del competenti organi tecnici dell' Amministrazione.
Lo stesso Consigliere prc~cnta una
richiesta rlgua1·d nnte l'Illuminazione
del VIllaggio Arnbo di Mogadiscio.
considerato Il più gr ande della città
ed attualmente poco Illuminato. ed 11
PRESIDENTE chiude la discussione.
dlchlat·ando cht- la questione è di
competenza della Amministrazione
Municipale di Mogadiscio c della
Consulta Municipale.
Il PRESIDENTE saluta ancora una
volta l Consiglieri. e Il ringrazia per
l'eccellente contributo apportato al
lavori della Sessione porgendo loro 1
rallegramenti dell'Amministrazione e
suoi personali. Dichiara quindi chiusa
In terza Sessione del Consiglio Territoriale terminando la seduta alle ore
12,10.
15 110' cmh re l !151
l TLTIJJIE N()TIZIE
Pronta una formula americana
c)'J
..),.~
~;J."Ll
_,1~ l; (,;->
•
.)~ '
~
.. JJ
. o..-l~. JJ." j
\,..,
o
~:.J.-1
._.:_.,l;L..
t>agina 1
N. 571i -
Il Corriere della Sllln:tlia
<..S"" _,.. .) .};
.14>1
•
~ .)~ l
~l.i'
).)..~ .J~l~~ ~~ç
[email protected] l~">-
j
J.' J
. ~,...J.J.-1 ...,• t.s::i;l i ~..J
per regolare il problema dei petroli ?
.}:JJ~ .Jf_t. (.;A ~..J..!...JI_, (.;-' tJI J
r~ ~.01 ~... 1:; J~ ---.:_,1(
6
Il progetto riguarderebbe l' immediata rìattiva %ione dei pozzi
. cS~JI.}(.):~I JJ:.( ...ul .)~\~ ~i.b.:.. J I;J! .i:~ .:r ~:.~ ..:.... ~ LS.:.Ut
dt petrolio dell'Iran, sotto tl controllo del governo di Teheran
l . ... \;..,!.l 4~i- L..,· ;v ... 1.-Àlk lS.,.
. u-; )1 0 .. ,f ol.P-All J.>."l-.. 0~ J .....
W ASITINGTON. 15.
degli Stati Uniti avrt'bbC' recentemenLa :.mentita data dal Ministro dete avvicinato ltJ compagnie petrolife- ;_,.:)...uiJ ($J.i .J:~ _,.>.;L.;l <.5."" .}~ ~' ~\; 1 ~~ « ~,._ 0~\l) J\Ì
.
gli E:.terllranlano, Husscn Fatemi, ullr voci srrondo cui I'URSS nvrl'bbe reccntr mente sollecitato Teheran per
una revisione del tratt.uto lrano-sovlctlco del 1921, che Implica tra l'altro l'espulsione delle missioni americane nell'Iran. non ha abbastanza
rasstrurnto li Dipartimento di Stato
::unerlcuno.
Si apprende da fonte informata che
esperti di questioni irantane. persuasi che il tempo non lavora per i paesi occidentali nell'Iran, hanno rapi·
d:unente messo a punto una nuova
formula suscettibile di regolare Il problema del petroli lraniani, su basi
vantaggiose per l'Occidente e per l'Iran.
Tale formula che sarebbe stata illustrata da Acheson a Eden e ch e verrebbe sottoposta ad Eisenhower. allorché questi si Incontrerà con Il Presidente Truman, permetterebbe di fat·
fronte ad ogni pressione.
I particolari dì tale progetto non
sono ancora noti ma si ritiene che esso faciliterebbe la rimessa In attività
del pozzi di petrolio. che sono Inattivi da un anno, e assicurerebbe al tesoro iraniano l'entrata di valuta estera di cui ha urgente bisogno.
Gli americani sono convinti che se
l'esercito e gli organismi govern ativi
1rantani continuano a rifiutare ogni
possibile soluzione nel termine di « un
mese ~ Il Governo iraniano finirà per
crollare.
In altri termini il Dipartimen to di
Stato appare più interessato all'economia Interna dell'Iran che al suo petrolio.
La nuova formula relegherebbe In
secondo plano la questione dell'c Anglo-Iranian Oil Company ~ . per quanto riguarda la legalità o meno, del
man tenimento delle sue installazioni
nell'Iran.
Fino a questo momento 11 Dipartimento di Stato era stato piuttosto del
parere che un regolamento giuridico
d ella vertenza anglo-iranlana. avrebb e dovuto accompagnare o preceder e
la rlatt!vazlone dei pozzi di petrolio,
sotto Il controllo del Governo lranlano.
Tale orientamento sembra dunque
in proctnto di essere abbandonato.
SI apprende intanto che 11 Governo
re americane allo ~;copo di rendere più
concreta l'attuaJ e formula di compromesso. Le discussioni si :;arebbero riferite: primo, rlapcrtura del pozzi di
petrolio lranlant soHo controllo del
Governo di Te heran; secondo, trasporto del petrolio necessario con circa tre navi petroliere al giorno; terzo.
vendita del petrolio all'estero.
BERNA. 15. - La LC'gazlone egiziana a Berna ha deposto al Dipartimento Politico Federale lo strumento relativo alla ratifica delle quattro convenzioni di Ginevra, del 12 agosto
1949 per la protezione delle vittime ctl
guerra.
~ .}~
.>.:-li_, eS.);..:;.~ _,l~
.•L. 0 .. "~' ( l::? ~~ ~Jj~liJ ~l.
J"
: J.>.. JI
J:-:-11
J.}.O
l.o
~J_rll,
JIJJ!
con."Versazio:n.i d i I ke p r i m a
di in.tJ.•aprende r e il "Viagfl_io i:n. E. O.
m assimo segreto, per ragioni di protocollo (Eisenhower assumerà l'effettiva presidenza solo Il 20 gennaio) e
per motivi di sicurezza. Per quella occasione, il generale Mark Clark lascer ebbe il s uo Stato Maggiore di Toklo,
per accompagnare Ike In Corea.
Intanto, Il portavoce del Dipartimento di Stato, Mac Dermott, ha annunciato che anche li Segreta1·io di
Stato Acheson parteciperà martedl ai
colloqui Truman-Etsenhower. Il portavoce ha aggiunto che da parte sua, Il
Sottosegretario Davld Bruce ha informato U senatore Henry Cabot Lodge,
emissario personale del neo presidente, di essere a sua disposizione per
conferire con lui.
Cabot Lodge giunge oggi a Washlngton, ed è probabile che Incontri subito Bruce, Il quale occupa le funzioni
di Acheson, trovandosi quest'ultimo
alle Nazioni Unite.
PARIGI, 15. - Il dottOl' Radakrlsh nan. vice Presidente della Repubblica
Indiana, è stato eletto presidente della Conferenza generale dcli'UNESCO.
•••
PARIGI, 15. - Il VIce Presidente
delle Filippine, Fernando Lopez, ha ricevuto le Insegne di consigliere onorario del Municipio di Parigi.
•••
PARIGI, 15.- Il Consiglio Atlantico
terrà una riunione a Parigi n 13 dicembre prossimo.
JA..:....;IJI ~.;
.
•. ù ..
("~ c)l r~ f. ~Ì ·U~
~b.U \~t..P-;;
J
J
":"'1111
J l.).}!
P1~etimin.ari
u"~ u-a~ ltJI
(.f .J~)' 'Y~ ..,=:- o,r.•• 01 \A;.. \~1\l.
Gli interventi dei delegati eg1zmno, siriano
e cinese - L'attività delle commissioni - Suicida il Consigliere particolare di T1·ygve Lie ~
dopo aver conferito con Truman
1..:.....J
.:...; \('
.u,,... .......
.... i-1
IS"Y
all'Assemblea delle Nazioni Unite
\ 'erso la fin e della ,.edutn di ieri del1'.\ ssemblea dell~ Nn~ioni llnite, il dibat·
tito S!'enerale è :.tato cn rntteri~znto dal discorso d el :\liuistro d egli Es teri egiziano,
Farrag, il qua le ha dichi11rato che l'c O.
N .l'. ha il <.Jo,·er;, di esamiuart attentamente il problema dell'.\frka ciel Nord • ·
L'oratore ha quindi protestato contro
l'accordo delle rlpara1ionl, s tipulato fra
il Go,·erno di llonn ed lsr:tele.
Subito dopo ha preso In parola il Min ist ro pegli E steri s iria no, Zafer el Rifai, 11 quale, riechegginndo a nch'egli l'argomento d<'ll'o rnt orc
pr-e,·C'denle,
ha
s volto una se rrata c ritica nei confron ti
dell'accordo per le ripantxioni germanoisraeliano.
Il dibattito genera le è stato ripreso
s tamane io sedu ta plenaria dopo eh<' era
stato agghmto, st~o:ro discussioni, all'or-
o J.JI>
0.. <...S~ Y'" j Y
c
çj-ll
NE\\' YO RK , 15.
~" \J:-1
r.>.ii
..~P. ~l (J~.>.;~I ) ~~ ui-11 ~
Volge al termine il dibattito
Eisenhower andrà in Corea
WASHINGTON, 15.
n nuovo Presidente Dwlght Eisenhower, avrebbe Intenzione di recarsi
ln Corea, Immediatamente dopo l suoi
colloqui con Truman, onde potersl Incontrare con il presidente coreano
Slngman Rhee, con i capi mUltar! am ericani e sud-coreani.
Tale notizia è confermata in un certo senso dall'annuncio dato dal Segretario alla stampa del generale Eisenhower il quale ha dichiarato che Ike
ha Invitato Il governatore Thomas
Dewey a raggiungerlo ad Augusta, onde esaminare diverse questioni « relative al s uo viaggio in Corea ~ . prima della partenza del n eo presidente
per l'Estremo Oriente.
Il governatore ha ris posto che si
recherà ad Augusta oggi stesso.
Dewey, come è noto, ha compiuto
l'anno scorso un viaggio d'Informazione In Estremo Oriente ed ha visitato la Corea, Il Giappone, l'Indocln a
e le Filippine. II segretario alla stampa ha aggiunto che Eisenhower Incontrerà anche Il senatore Tart. prima della sua partenza per la Corea.
Le conversazioni fra Truman ed EIsenhower, che si svolgeranno come è
stato annu nciato martedl prossimo,
saranno brevi. Questa è l'Impressione raccolta negli ambienti della Casa
Bianca.
SI ritiene Inoltre che la riunione trn
Eisenhower. Syngman Rhee ed l capi
militari americani, si svolgerebbe n el
(Jo/01 .;>
cline del g iorno, la ques tione dell'elezion e del Segre tario Genera le, in so~t ituzi o­
n e di T r y,::\'1! Lie.
Siamo :tlle uhlmt- hnttute dj questo dil>.~tt lto generale. Quando esso sarà tennina to, la Commis~ione politica potrà riprendere i suoi Ja,·ori sulla ques tione
core:lna.
Nel corso della seduta odierna, Il :llini ~tro degli Est~ri della Cina naziona li sta, George Yeh, ha :lffermato che i comuuls ti non d esiderano ,·eder la pace ris tabilltn in Corea. e ha c h (esto ali'AssembiNt di proda mare se nza equivO<' i,
ch e il comuni smo costitu isce un a minacc ia alln pace e a ll a sicurezza mondiale.
Nel quadro dell'att ività delle commissioni, quella politlc:l speciale si è occupata ieri ma ttina di un progetto di risoluzione con cui s i rnccomauda la cre:lzione
di unn commiss ione pe r studiare g li aspelti intl'rna?ion~li e le conseguenze interoa~ionali d <>lln si tuazione ra zziale nell'Africa del Sud. La Commissione ha ascoltalo Il d elega to fr11ncese, il qua le hn
ne,::ato ogni competenza deii 'ONU in tale
1nnterla.
Didollo d<•le~-:azi oni (gruppo a~ ia tico e
arahn ai tJIW ii .;i er:tno agg iunti lloli\·ia,
Etiopia, (; uote m:tla, Haiti (' Liberia) a\'e\'ano chiesto n~·l loro test i che 1'.\ ~.,em­
blea si dic hiarusse cosciente che una J>OIitka di discriminazione razziale e di J>ersecuzione ru7ziole non può fa\'orire la
coop<'rozione internazionale e r iscnia di
mina cciare la pat·c luternaziouale.
,\Ila t·ommi~,ionf' am ministnHÌ\'3, il
rappresento111 e sovietico, s i è o1>po~:to l';t·
tt•goriea mente nel ogni aume nt o dei contri bu ti , delln Rn~sia, 13 it>l orus~ i n, LTcroi ..
rw e l'oloni11, ol bilancio d e lle Na zioni
Unite, l' :~Ila riduzion e del ('on tri but o nme rit·n nn, ri,·hiC'Sto Ieri dal se11alore \Vi ..
ley. Il rnppreM' IIlnnte so\·ietko ba dichlot rato rlw la Ru-:.ia C' le democrazie pop~
l:~ ri hnnnn tliffìcoil:\ a procurarsi l doll,t ri, a l'IIU!!tl della politica di discriminazione commercia li' e<ercitata dngli Stai i
l ' niti oe i con(ronti di tali paesi.
Ha inoltre soltulinento il fntto che le
op~re di ric~ tn.x ione e le spese civili,
llS<orbono 111 mnggior 1>arle pel bl lnnt.'io
sovietico. Jl ,·nn t ril mto dell ' tl nionc Sov iet ica nl bil nnr io tlc llc Nazioni tl nile è
nllun lnu: lll c pnrl ol 11,85 per cento, ml'ntre <1ucllo lleg-li Sl nli l'ni1i è de l a5,!) p~!r
cento, t•hc Rli nm!'ricnnl \'OrrE>bbt:ro veder
rid ol tn o l 3:1 per t•ento.
Negli ombil'nli dt•llc Nazioni lJnite,
corre \'OC.'t' int.mto che Abrnhan Feller il
quale :.i ~ ucciso, J>recipitando da una' finc~1 m, nv rcbb(' voluto s uic idars i. Non s i
ctmo;.t·ono ancoro, tuttnvin, Jc co use del
folle gesto.
Jl
e,_,"
•
J" J ' 5~1 ~.. .(li
1.r J" "".u.' ,)~
c
~~-)' l J>- ~ ~l: ~:t-~
·J~)JI ~ \("_t. ..f:Jl ~.. !.> 1..
I..So/01 ,.}A
~" ~ ~}
t
)-4;.;.~~J
iJ.k.,l l.:,J ~! <..f\i.:JI ~~
GjiJ4
c.5ll (~"\~l ..r;.J) Jt~ ~1 _,c:..U.I
(:; Ul 4.r 4Al jll Jl;-'! ~"~ d'
u~-' "' i-"' ~
"e
j&-
L r~'- ù"t.;.;l
~; ~.;-" u~ "!i>J
eS l J.i ~ .d- ~
,r
J' 4i>'J l=:t
,:r
~À_:=- ..:.~~ C.~-':=:- ~1 J.f-J
J
~ Y" )y- J~ ~ f. f ".,.jJ
0L(' J tfJ ~ l Jc. .hA,.. ..) ~l
0~ ~~ ~ 0Ì
~.)li. JJ~
..w ">J.J
w
. ~-11 ti;.)
~1
0~WI
0~:UI _ _[t;
r l; I!U~ _il
J.ÀC.
j"J
J> _,; J . _,j_f ~
-~~~ .J ~_,- JJ'- J" ~ ~l
~Jl:od: l.l; j~- J( \i .>.x- l ;;.o J'~
Jl f y
J:,_
r=-
L-';1_, ~
~l;
. j\,;l.
v-
(.S"'J.O
J
t.r
;j>J J~
.:..~.~=:-l l.S.:..Ll.t J. .,:.)1 "'. r-"- j,
.).)\;) 4.41.:.. ~~ rl..l
•'Yj • ~t?
. ~ l:JI .:J~ b 'Y~ ~IJ
L.~
'y
~~
}!l;
.f'l.i
.>.x-1
~~;o-:~_,~~ ~ ~'j~- j t'"l;.:.'l
. ~~.}1
~
.d-J eS l.>.i~~ .d- ~ _,r
.:r
~.(1.;.:. ~ rly:.i '
c~.}~ ~~
.J>,.
J
<T.--l ~
fJ
. ~; J:i ~f." J
J4i _,_ ~ ~l .:;.o J J
~;\.4>. ~ rl.rl "' ~~ _,(\;
J).c:.
. ~l.
DA SIRABELLA - Tutto ribassato

Similar documents

`m1~uoito il ~ma,lito 10110 n~ema ,m .1e1H

`m1~uoito il ~ma,lito 10110 n~ema ,m .1e1H neralità perchè l'Assemblea si lo inizio sia rigoroso per mud (L.G.S.J il quale con- 1geranno tra il 27 febbraio ed !l 11 testo della nota è stato letto «grande importanza den·associa-,

More information

residenza ave roma

residenza ave roma stitu?.ione dell'OECE, l'Europa lta riprendere contatto con loro Ì11 ni dell'on. De :Kicola, Presidente del che, mentre l'Assemblea di Strasbur- dato più di una prova di voler mar· di ministro degl...

More information

bianchi alfana

bianchi alfana l'lni~1o d i un·el)Oca uovi\. ~>ere in numero superiore a 5. gli 1 nostri due paesa.

More information