THE dicembre 2010

Comments

Transcription

THE dicembre 2010
e
Trad
EDITORIALE DUESSE
Anno XVIII - n. 12
Poste Italiane s.p.a.- Spedizione in Abbonamento Postale
D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004 n°46) art.1,comma 1,DCB
Milano - € 1,55. In caso di mancato recapito inviare al CMP/CPO
di Milano per la restituzione al mittente previo pagamento resi
H OME
DICEMBRE 2010 - WWW.E-DUESSE.IT
ENTERTAINMENT
SALVARE IL RENTAL,
IL TRADE PROPONE
D
alla pubblicita mirata a sostegno del noleggio
all’ideazione di progetti per nuove modalità
di fruizione e commercializzazione del prodotto.
Passando per l’intensificazione della lotta alla
pirateria. Alcune proposte rivolte all’industria da
parte di rappresentanti della distribuzione specializzata del videonoleggio, per un rilancio, attraverso una rinnovata sinergia del business del rental
e delle videoteche.
continua a pag. 20
Mercato
SEGNALI
DI “TENUTA”
8
Estero
LE PROSPETTIVE
DEL MERCATO
USA
Barbara Dall’Angelo,
President & Ceo:
«Il prossimo anno
punteremo sui grandi
classici da editare
in Blu ray».
© V.Pardi
12
Primo Piano
LE NUOVE
STRATEGIE DI
O1 DISTRIBUTION
Marketing
LA CARICA DEI
CINEPANETTONI
IN UN MERCATO
SEMPRE PIU COMPLESSO,
DALL’ANGELO PICTURES
GUARDA ALL’HOME VIDEO,
IN PARTICOLARE AL BLU RAY,
COME BUSINESS STRATEGICO
24
ATTUALITA
...e la SFIDA
CONTINUA
Continua a pagina 4
NASCONO GLI ITALIAN
3D AWARDS
PARTE iTUNES
PER I FILM
SENTENZA UE
SULL’EQUO COMPENSO
3
6
6
ESTERO
NETFLIX GUARDA
ALLE CONSOLE
© Massimo Righetti - [email protected]
C
atalogo. Serie televisive. Alta definizione.
L’agenda home video di Dall’Angelo Pictures
è particolarmente fitta. Le prospettive della società
romana nel segno della positività.
© Marta Spedaletti
19
14
LOTTA ALLA PIRATERIA
PARTE L’HADOPI
FERMATA ORGANIZZAZIONE
DA 19 MLN DI EURO
23
23
DA FEBBRAIO A NOLEGGIO
CG HOME VIDEO S.R.L.
via dei Confini 236 - 50013 Campi Bisenzio (FI)
tEL (055)875111 Fax (055)8751207 - www.cghv.it
3
Dicembre 2010
EDITORIALE
Il problema comunicazione
C’è un problema comunicazione nel nostro mercato. Sia chiaro non l’unico, ma un argomento che deve
essere “tirato fuori”. Un problema che ha diverse sfaccettature. Eccone alcune.
L’home video, per usare un eufemismo, non gode di buona stampa (quella generalista). In occasione dell’esordio di iTunes per i film, diversi quotidiani
- sempre quelli ... - non hanno esitato ad accompagnare una notizia (ritenuta giustamente importante)
con slogan del tipo “Il noleggio è morto”, “Addio Dvd
e noleggio”, e altre amenità simili. La cosa accade da diverso tempo, la tendenza dei media generalisti a cavalcare le nuove tecnologie
senza preoccuparsi di approfondire il loro reale impatto sul mercato è dilagante. Prendiamo anche il
caso Blockbuster. L’enfasi data dai
media (ci si è messo anche il Tg5 a un certo punto...
) nei mesi scorsi al ricorso al Chapter 11 della catena in Usa ha diffuso l’errata convinzione che Big Blue
stesse per sparire da un momento all’altro anche nel
nostro Paese. Un clima negativo, non solo per Blockbuster Italia - in attesa ancora di un compratore (e su
questa questione il silenzio che aleggia non giova di
certo.. ) - ma per il mercato dell’home video in gene-
rale. Un settore in difficoltà, ma non certo morto. Soprattutto nell’anno di Avatar... Dovessimo fermare oggi per strada una persona comune e domandargli cosa sa di Blockbuster, nella stragrande maggioranza
dei casi direbbe “è chiuso, l’ho letto sul giornale”...
Sui media popolari il nostro settore non riesce a
“essere raccontato” con una comunicazione efficace
o perlomeno aderente alla realtà. E’ un problema grave, le cui conseguenze sono pesanti, più di quanto si
possa pensare. Lo sottoponiamo all’industria, ma an-
Telecom può essere un esempio. Si è sempre pronti
a esaltare la nascita del partito dei pirati, mai le difficili
vittorie che l’antpirateria riesce a ottenere. Ma il problema comunicazione ha anche un’altra angolazione.
Parliamo di Blu ray, l’argomento per noi “forte”, quello che ci consente di poter parlare di una prospettiva
concreta per il mercato. Il Blu ray, va detto con chiarezza, è innanzitutto una priorità per l’industria dell’home video, non tanto per l’hardware. L’industria dell’elettronica di consumo, infatti, beneficia di congiunture favorevoli come lo switch off che
consente un’impennata del sell-out di
Tv ad alta definizione; e così il retail organizzato. Per l’industria dell’home video è invece proprio lo sviluppo del
Blu ray l’imperativo.
All’interno del Blu ray Disc Group
Italia l’home video ha una presenza
forte nel presidente dell’area software, Stephen Foulser rappresentante di un’azienda forte come Disney.
Nell’interesse del mercato auspichiamo una svolta decisa e immediata nella comunicazione per la diffusione
dell’alta definizione. Comunicazione propositiva che,
finalmente, faccia da contraltare a quella dannosa di
cui parlavamo prima.
OCCORRE COMPRENDERE CHE IL BLU RAY
E UNA PRIORITA INNANZITUTTO
PER L’INDUSTRIA DELL’HOME VIDEO
che al trade che anche in tempi recenti si è organizzato in associazioni che dovrebbero avere anche questo, fino a prova contraria, tra i nodi da affrontare. Una
priorità comunque per tutti gli operatori, lo ribadiamo.
Lo dimostrano anche il tema dell’antipirateria e la disinvoltura con la quale viene trattata dai media l’informazione sul tema. Il tenore, non delle notizie, ma delle
interpretazioni uscite ad aprile sulla questione Fapav-
La premiazione, a Roma, il 16 dicembre
SOMMARIO
COVER STORY
4 SENZA SFIDE
`
CHE MERCATO E?
PRIMO PIANO
19 NUOVE STRATEGIE
PER 01 DISTRIBUTION
Intervista a Barbara Dall’Angelo,
President & CEO di Dall’Angelo
Pictures
Mauro Pezzali, direttore divisione
home video, spiega il nuovo Dvd
48 ore e i film su chiavetta Usb.
a cura di Antonio Allocati
di Antonio Allocati
`
ATTUALITA
6 PARTE iTUNES PER I FILM
Anche in Italia parte ufficialmente
il servizio di noleggio e download
di Apple.
6 SENTENZA CORTE EUROPEA
SULL’EQUO COMPENSO
ESTERO
20 RILANCIARE IL VIDEOCLUB
E` POSSIBILE
Dalla pubblicità mirata a progetti
sull’usato, proposte per ridare
impulso al settore
di Eros Fontanesca
Accoglienza favorevole dall’industria
dei contenuti
MERCATO
8 SEGNALI DI TENUTA
Il mercato nel 2010 rifiata grazie
sopattutto agli eventi
di Stefano Albini
LOTTA ALLA PIRATERIA
23 PARTE L’HADOPI
Al via gli Italian 3D Awards
Si tiene a Roma la sera del 16 dicembre,
presso la Casa del Cinema, la prima edizione degli Italian 3D Awards, manifestazione organizzata da Editoriale Duesse.
Scopo dell’iniziativa è quello di premiare
tutti i soggetti che hanno contribuito nel
corso dell’anno 2010 al successo e alla
diffusione del 3D in Italia. Diversi i settori
coinvolti: cinema, esercizio cinematografico, Blu Ray 3D, pubblicità, broadcaster
televisivi, editoria multimediale, electronic
brand, games. Nel corso della serata, che
prevede anche l’anteprima del film di animazione Megamind (distribuito da Universal), è confermato l’intervento di Jeffrey Katzenberg, Ceo di DreamWorks Animation, e
del regista Fausto Brizzi (in sala con Maschi contro femmine) che presenterà il suo prossimo
progetto Sex 3D, primo live action italiano tridimensionale. La serata, rigorosamente a inviti,
vedrà la partecipazione esclusiva dei rappresentanti dell’industria e della stampa.
La legge francese a battesimo
con l’invio di numerosissime
segnalazioni
Pubblicita
Arianna Dudine ([email protected])
di Antonio Allocati
ESTERO
Traffico
E-mail: [email protected]
12 IL MERCATO USA AI RAGGI X
Il supporto fisico oltreoceano tiene,
soprattutto il Blu ray. In crescita
anche il digital delivery.
di Eros Fontanesca
di Antonio Allocati
RUBRICHE
24 MARKETING
28 PROSSIME USCITE FEBBRAIO
30 I FILM DA VEDERE DICEMBRE CINEMA
Anno XVIII - N. 12 - DICEMBRE 2010
Direttore Responsabile
Vito Sinopoli
Direttore
Antonio Allocati ([email protected])
Redazione
Eros Fontanesca ([email protected])
Hanno collaborato
Stefano Albini, Matteo Bonassi, Karin Ebnet, Guido
Meis, Silvia Mussoni, Stefano Radice, Davide Sher
Art Direction
Elisa Lasagni ([email protected])
Redazione grafica
Testata volontariamente sottoposta a certificazione di tiratura e diffusione
in conformita al Regolamento C.S.S.T. Certificazione Stampa
Specializzata e Tecnica
Per il periodo 01/01/2009-31/12/2009.
Tiratura media: 5.869 copie
Diffusione media: 5.769 copie
Certificato C.S.S.T. n. 2009-1954 del 26 febbraio 2010
Societa di Revisione BDO Sala Scelsi Farina
Lara Gallari (caposervizio, [email protected]),
Chiara Latella (senior, [email protected]).
Marina Dionisio ([email protected])
Coordinamento tecnico
Alessandra Bernocchi ([email protected])
Claudia Dell’Abate ([email protected])
Il responsabile del trattamento dei dati raccolti in banche
dati di uso redazionale è il direttore responsabile a cui, presso
il Servizio Abbonamenti, Via Donatello 5/b – 20131 Milano,
Tel. 02.277961, fax 02.27796300 ci si può rivolgere per i diritti
previsti dal D.Lgs 196/03.
Antonella Barisone ([email protected])
Paola Lorusso ([email protected])
Pubblicazione mensile 11 numeri all’anno
Poste Italiane s.p.a.- Spedizione in Abbonamento
Postale - D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004
n°46) art.1,comma 1,DCB Milano
Registrazione Tribunale di Milano n. 255 del 15/4/03
Iscrizione nel Registro Nazionale della Stampa
n.9380 del 11/04/2001 - Roc n. 6794
Fotolito: Equipe Prestampa S.r.l., Milano
Stampa: Quadrifolio S.p.A., Azzano S. Paolo (BG)
Una copia € 1,55 (prezzo fiscale)
Arretrati € 7,75 + spese postali
Abbonamento annuale per l’Italia € 20,00 via
ordinaria, € 79,45 via corriere (consegna in 48/72 ore)
Informativa ex D. Lgs. n. 196/03 - Editoriale Duesse
S.p.A. - Titolare del trattamento tratta i dati personali
liberamente conferiti per fornire i servizi indicati. Per i diritti
di cui all’art. 7 del D.Lgs. n. 196/03 e per l’elenco di tutti i
Responsabili del trattamento rivolgersi al Responsabile del
trattamento, che è il Responsabile Abbonamenti presso
Editoriale Duesse S.p.A. Via Donatello 5/b - 20131 Milano.
I dati potranno essere trattati da incaricati preposti agli
abbonamenti, al marketing, all’amministrazione e potranno
essere comunicati e a società esterne per le spedizione
della rivista e per l’invio di materiale promozionale.
può essere riprodotta in qualsiasi forma o rielaborata
con l’uso di sistemi elettronici, o riprodotta, o diffusa,
senza l’autorizzazione scritta dell’editore. Manoscritti e
foto, anche se non pubblicati, non vengono restituiti.
La redazione si è curata di ottenere i copyright delle
immagini pubblicate, nel caso in cui ciò non sia stato
possibile, l’editore è a disposizione degli aventi diritto per
regolare eventuali spettanze.
EDITORIALE DUESSE S.p.A.
Via Donatello, 5/B - 20131 Milano - Tel. 02.277961
Fax 02.27796300 - www.e-duesse.it
Presidente
Vito Sinopoli ([email protected])
Amministratore Delegato
Massimo Salmini ([email protected])
Marketing Director
Rita Gloria Giussani ([email protected])
Pubblicazioni Editoriale Duesse
AB - ABITARE IL BAGNO, BEAUTY BUSINESS,
BEST MOVIE, BOX OFFICE, BUSINESS PEOPLE,
ENTERTAINMENT & LICENSING, GAME
INFORMER, PROGETTO CUCINA, SELL OUT, TIM
- TRADE INTERACTIVE MULTIMEDIA, TIVÙ, TOY
STORE, TRADE BIANCO, TRADE CONSUMER
ELECTRONICS, TRADE HOME ENTERTAINMENT
Questo numero è stato chiuso il 12 novembre 2010
Copyright
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte della rivista
aderente al Sistema
confindustriale
Abbonarsi a Trade Home Entertainment
Al prezzo speciale di 20,00 euro riceverete per un anno Trade Home Entertainment (11 numeri)
Per Info: Ufficio abbonamenti - tel. 02.27796223-277 ([email protected])
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Editoriale.indd 3
19-11-2010 11:46:32
Cover Story
4
Dicembre 2010
Senza SFIDE
che MERCATO e?
`
L’HOME VIDEO, TRA ANIMAZIONE,
SERIE TV E RILANCI DI CATALOGO
SI CONFERMA BUSINESS
STRATEGICO.
BARBARA DALL’ANGELO, IN QUESTA
INTERVISTA, PARLA DELLA SUA
AZIENDA, TRA BILANCI
LUSINGHIERI E SFIDE
APPASSIONANTI A CURA DI ANTONIO ALLOCATI
na società dinamica e attenta alle nuove opportunità di mercato.
Che guarda all’home video come a un business esempre centrale nelle proprie strategie. Così si presenta Dall’Angelo Pictures, azienda ambiziosa e proiettata sempre all’approccio positivo grazie anche alla spinta e allo spirito del suo numero uno,
Barabara Dall’Angelo President & Ceo. Innamorata del proprio lavoro e sempre a caccia di nuove sfide.
Quali sono le tendenze principali?
«I nostri acquisti dell’anno passato si caratterizzavano ancora
per scelte dedicate a direct to video, spesso di genere, che davano ancora risultati discreti nel rental. Nel 2010 il direct to video
invece tendiamo a circoscriverlo ai film di grandi registi che non
trovano sbocchi nelle sale ma hanno un pubblico di appassionati. Mi riferisco a Giallo di Dario Argento, che ha avuto riscontri
brillanti nel rental e nelle 2 versioni sell (un successo il cofanetto special edition a tiratura limitata con 2 ore di extra e l’autografo di Argento sulla fascetta). Inoltre, la strategia di acquisto
del 2010 si è focalizzata su titoli-evento, prodotti Tv di grande
impatto che si prestano a operazioni di promozione e lancio innovative spesso in sinergia con i canali Tv che li trasmettono. Il
più importante: I Pilastri della Terra, miniserie da 40 mln di dollari prodotta da Tony e Ridley Scott, tratta dal bestseller di Ken
Follett (più di 14 milioni di copie nel mondo). Tra gli altri Olocausto, miniserie americana con un’indimenticabile Meryl Streep.
Ho ancora nitido il ricordo di quando la Rai lo ha trasmesso agli
© Massimo Righetti - [email protected]
Iniziamo esaminando il 2010: l’andamento delle aree operative e dell’home video
«Il 2010 è stato in generale un anno di forti contrazioni nel mercato dell’audiovisivo. Ci siamo posti come obiettivo quello di
chiudere l’anno con un volume d’affari incrementato di un 5%
rispetto al precedente. A oggi possiamo dire che ci sono ottime
possibilità di raggiungere tale risultato: ci riteniamo più che soddisfatti. Le aree di maggior espansione sono il proliferare dei canali pay Tv, l’affacciarsi dei new media e l’aumento della richiesta di titoli da editare in Blu ray. Per l’home video è stato un anno di titoli molto prestigiosi per Dall’Angelo Pictures che hanno
ripagato ampiamente il nostro lavoro. Anche in questo settore le
previsioni sono di chiudere l’anno con un incremento del 5%».
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Cover Story.indd 4
17-11-2010 9:19:48
5
Dicembre 2010
Il vostro fatturato e la ripartizione per le aree operative
«Il fatturato di Dall’Angelo Pictures si compone di un 50% derivante dalle Tv free e pay, 35% dall’home video (rental, sell e kiosk),
10% dal licensing e 5% dai new media».
Quali sono i titoli con le performance commerciali più importanti?
«Il prodotto con target kids, al quale Dall’Angelo P. ha sempre dedicato un’attenzione particolare. La serie di punta è Shaun, vita da
pecora che ha a oggi un sell-out complessivo di 70.000 unità, pari
circa al 70% del sell-in. Nata dal genio creativo del premio Oscar
Nick Park, Shaun è un’animazione destinata a divenire un evergreen. Sono state prodotte 2 stagioni vendute in tutto il mondo e
una terza è in produzione insieme a uno special per il Natale 2011.
In Italia Disney Channel e Playhouse Disney replicano gli 80 episodi e Rai 2 inizierà nuovamente la programmazione dal 1° dicembre. Siamo certi che, con questa continua esposizione e con le
licenze che stiamo chiudendo nel nostro territorio, Shaun diventerà sempre più un brand consolidato. Gli affezionati di questa buf-
sia esattamente ciò che i miei lettori si aspettano”. Nel cast uno
straordinario Donald Sutherland e la partecipazione di Follett nelle
vesti di un mercante. Abbiamo iniziato una campagna marketing
già da ottobre in concomitanza con l’uscita del nuovo romanzo di
Ken Follett La caduta dei giganti . Usciremo il 12 gennaio con un
cofanetto a 4 dischi, un’edizione Bd a 3 dischi e un’edizione deluxe a tiratura limitata con 5 dischi di cui uno totalmente dedicato ad appassionanti extra sulla realizzazione della miniserie. Inoltre
siamo in trattativa con Mondadori per includere il libro nell’edizione
limitata. Chi vorrà potrà prenotarlo già da ora in vari circuiti. Tra le
serie di animazione, l’anno prossimo punteremo sulla nuova property Il treno dei Dinosauri, una produzione di Jim Henson (il padre
dei Muppet Show) di 40 episodi. Abbiamo licenziato i diritti pay Tv
a Dea Kids e in pochi mesi la serie è divenuta il programma di punta. I diritti free Tv li abbiamo appena chiusi con Rai 2. Ci aspettiamo buoni risultati sia nel licensing che in home video: lanceremo il
primo Dvd verso metà gennaio a ridosso della fine della messa in
onda di Rai 2 e abbiamo già presentato la property a moltissime
aziende interessate allo sfruttamento del charter su libri, zainetti,
magliette, merendine e giocattoli. Riguardo alla valorizzazione del
catalogo, poniamo sempre grande cura nella collana Dall’Angelo
Pictures Movie Club, che ha come obiettivo valorizzare i film che
hanno reso il cinema un’arte, rendendoli più identificabili dal grande pubblico. Editiamo in Dvd titoli introvabili e ne rilanciamo di già
usciti. L’anno prossimo dedicheremo un approfondimento al cinema italiano iniziando con Novecento di Bertolucci. Sarà questa
l’occasione in cui rilanceremo La Città delle Donne di Fellini e La
Pelle della Cavani inserendo alcuni dei nostri ultimi acquisti fatti du-
WINDOW: ESCLUSIVAMENTE PER ALCUNE
TIPOLOGIE DI FILM, PUO` ESSERCI
`
UNA MAGGIORE FLESSIBILITA,
A BENEFICIO
DEI DISTRIBUTORI E DELL’ANTIPIRATERIA
L’offerta di
Dall’Angelo
Pictures spazia
dall’animazione
ai grandi classici
passando per le
serie Tv e titoli
speciali tratti da libri
di successo.
fissima pecorella troveranno nei p.v. da dicembre il Dvd dell’ottavo
volume Shaun - Natale in Fattoria . Il film natalizio per eccellenza
Il Piccolo Lord trova il suo picco di sell-out proprio sotto le feste.
Quest’anno ci aspettiamo una performance più che soddisfacente grazie alla programmazione durante le festività e all’operazione
in abbinamento a Tv Sorrisi e Canzoni con cui uscirà in un’edizione regalo. In poco meno di 18 mesi Il Piccolo Lord ha avuto un
sell-in di circa 20.000 unità, con un 75% di sell-out. Altro titolo con
un sell-out importante che appartiene sempre alle nostre properties prescolari è Cappuccetto Rosso. Crediamo che il successo
(sell-in di 25.000 unità in 2 anni, con un sell-out dell’80%) dipenda
dalla notorietà della fiaba e dalla mancanza di un’animazione Disney a essa dedicata. Per questo abbiamo implementato la nostra offerta di favole in cartoni animati con La vera storia del gatto
con gli stivali, trasposizione, in 3D della fiaba anch’essa fino a oggi
mai realizzata per lo schermo».
I prossimi titoli su cui puntate maggiormente: new release,
serie Tv, rilancio del catalogo.
«New release: il titolo su cui puntiamo maggiormente è la miniserie I Pilastri della T erra. I fan del bestseller di Follett hanno aspettato quasi 20 anni prima che il capolavoro venisse adattato per lo
schermo ma ne è valsa la pena come ha dichiarato di recente Follet stesso riguardo alla sapiente ricostruzione dei dettagli: “penso
rante l’AFM: l’intramontabile Ultimo Tango a Parigi di Bertolucci; la
controversa “trilogia della vita” di Pasolini che si compone de l Decameron, Il Fiore delle Mille e Una Nottee I Racconti di Canterbury;
e tre titoli di Fellini Ginger e Fred, Satyricon e Casanova».
Il vostro prodotto in quali canali viene distribuito?
«Il 40% del fatturato home video proviene dall’elettronica di consumo, grazie alle ottime performance della nostra seguitissima
collezione di arti marziali, del nostro variegato prodotto animazione e delle serie Tv. Un 20% proviene dalla GD, molto
attenta al prodotto kids. Un altro 20% dagli specializzati che
apprezzano molto la nostra scelta di titoli classici e cult nonché le nostre serie Tv come CSI e Leverage. Si assesta attorno al 18% la nostra presenza nel circuito tradizionale e al 2%
in Autogrill, interessato più che altro alle grandi novità».
Riguardo al rapporto con il vostro distributore Sony
P.H.E.: quanti anni di durata ha ancora?
«L’accordo scadrà a fine 2011. La speciale sinergia professionale che ci ha legati in questi anni ci induce a pensare a un
sicuro rinnovo del contratto. Anzi stiamo cercando di allargare
ad altri territori la collaborazione futura. Nutro profonda stima
professionale nei confronti di Roberto Paris, Country Manager
della major, e di tutto il suo validissimo team di collaboratori».
Blu Ray: la sua opinione sullo stato attuale e la vostra
offerta attualmente disponibile.
«Il Blu Ray pesa in generale tra il 15 e il 20% del mercato.
Nel nostro caso, attualmente, pesa attorno al 10%. Prevediamo di allinearci all’andamento del mercato nel 2011
poiché ho molta fiducia in questo formato grazie anche all’avvento dei Tv HD. La nostra offerta attuale spazia da film
di genere come Giallo di Argento, fino ad anime giapponesi
come uno dei capolavori di Mamoru Oshii Sky Crawlers - I
Cavalieri del Cielo».
Cover Story
inizi degli ‘80 e di quanto profondamente abbia toccato gli animi
degli spettatori: è per questo che abbiamo cercato i diritti e i materiali per molto tempo finché a ottobre siamo riusciti a editarlo in
video per la prima volta in Italia. La linea di acquisto di Dall’Angelo Pictures Home Video, per l’American Film Market 2010 e per il
nuovo anno, continuerà a essere quella di prodotto-evento e di cinema d’autore che resta, con la collana Dall’Angelo Pictures Movie Club, parte integrante del nostro catalogo».
Editate tutte le novità in Blu Ray? E per i prodotti di catalogo come effettuate le vostre scelte?
«Nella scelta dei titoli da editare in Blu Ray privilegiamo il prodotto che per specificità intrinseche e presenza di materiali in
HD possa esprimere al meglio le potenzialità dell’alta definizione. Infatti tra le nostre novità sarà presente un’edizione BD de I
Pilastri della Terra. Per il catalogo, l’anno prossimo sarà l’anno
del cinema d’autore in Blu Ray: partiremo con una ricchissima
edizione dell’introvabile Bacio della Donna Ragno con Novecento e Ultimo Tango a Parigi di Bertolucci, proseguendo con
molti altri ancora».
Lo scorso anno avete deciso di distribuire il film W
trasmettendolo prima via free Tv. Una scelta isolata?
«L’anno scorso la nostra strategia distributiva ha diviso.
Oggi forse, dopo gli esempi più eclatanti delle major, sarebbe passata più in sordina. Nel caso di W però è stata
una strategia dettata dalla necessità di renderlo disponibile nelle tempistiche dettate dall’argomento stesso del film.
I tempi dell’home video sono molto più lunghi rispetto a
quelli televisivi e quindi abbiamo consentito il passaggio su
La7, che peraltro ha ottenuto il suo record di ascolti con un
7,5% di share in primetime, la sera del passaggio di consegne alla Casa Bianca. Solo in un secondo momento lo
abbiamo reso disponibile in rental, sell e kiosk, perché il video necessita di mesi di preparazione».
Vi siete proposti nel licensing: un bilancio, le operazioni
di maggior successo e i progetti futuri in questo ambito.
«Dall’Angelo Licensing è diventata una realtà. E’ stata una
scommessa nata poco meno di 2 anni fa che si è rivelata
vincente. Il 2009 è stato l’anno in cui ci siamo dedicati alla
costruzione della notorietà delle nostre properties. Nel 2010
l’obiettivo programmatico è stato la chiusura delle licenze
più importanti. L’anno prossimo potremo vedere i risultati nel
mercato stesso. Le operazioni di maggior successo a oggi
sono quelle ottenute con Shaun, il cui brand è ormai consolidato: abbiamo chiuso il back to school, l’editoria, le calzature, i toys e siamo in trattativa con una prestigiosissima ditta alimentare. Da quando è uscito Maschi contro femmine di
Brizzi, in cui abbiamo lanciato una linea di magliette indossate
da uno dei protagonisti, molte ditte di abbigliamento ci stanno
contattando per aggiudicarsi la licenza. Prossimamente verrà
lanciato un musical di Shaun che aiutato dall’esposizione televisiva e dalla presenza dei prodotti sul mercato accrescerà
ulteriormente le potenzialità del charter. La nostra strategia di
acquisto si basa sulla scelta di poche properties che abbiano
a nostro avviso grandi potenzialità per meglio poterci concentrare nel costruire nei consumatori un’aspettativa adeguata.
Nel 2011 ci concentreremo oltre che a mantenere Shaun sulla breccia anche a far decollare Il Treno dei dinosauri e l’irriverente Suckers, ultimo arrivato in casa Dall’Angelo Licensing».
Un argomento di carattere generale per concludere. Da
tempo si parla di una ridiscussione delle window. Qual
è il vostro punto di vista?
«La fruizione dei contenuti è decisamente cambiata negli ultimi anni grazie al proliferare dei mezzi di trasmissione e di ricezione. Le regole che scandiscono la vita di un film devono
tenere conto di questa nuova realtà. Sostengo che, per alcuni
tipi di film, e sottolineo solo per alcuni, le strategie distributive possono e devono richiedere una maggiore flessibilità sulle
windows all’interno di tutti i tipi di sfruttamento. In tal modo il
distributore può essere agevolato negli investimenti che deve affrontare, un film di nicchia può trovare comunque un suo
spazio e la pirateria può avere qualche difficoltà in più».
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Cover Story.indd 5
17-11-2010 9:19:54
Dicembre 2010
CINEMA
Primo semestre dell’anno positivo per il
comparto cinema. Nei primi sei mesi del
2010, infatti, le sale hanno richiamato il
maggior afflusso di pubblico (63 milioni
di biglietti venduti), con un aumento del
13,16% rispetto al primo semestre 2009.
Gli spettacoli offerti sono più di 1,2 milioni
(+43,4%). Ancora più alto è l’incremento
della spesa al box office (+25,29%) che ha
superato i 406 milioni di euro; considerando, oltre all’acquisto di biglietti e abbonamenti, anche prevendite, prenotazioni,
consumazioni e altri servizi legati alla
fruizione, la somma supera i 445 milioni
di euro. Questi i dati Siae emersi dalla
presentazione dell’“Attività di spettacolo
nel 1° semestre 2010”, relativi a ballo,
cinema, teatro, sport e spettacolo dal vivo.
Dando uno sguardo alla top ten del grande
schermo, se al primo e al secondo posto si
trovanodue blockbuster in 3D come Avatar
e Alice in Wonderland, i titoli italiani occupano la terza posizione, con Io, loro e Lara
(nella foto), la sesta con Baciami ancora,
la settima con Genitori&Figli e l’ottava
con Mine vaganti. Nel 2009, invece, erano
solo tre i titoli italiani nella top ten: Italians,
secondo, Ex, quinto, e La matassa, decimo.
Anche in Italia film
a pagamento su YouTube?
Anche in Italia, come da tempo in Usa,
sarà forse possibile visionare su YouTube
film a pagamento. È questa la direzione
su cui sta lavorando la piattaforma di
video secondo quanto annunciato da
Maria Ferreras e Federica Tremolada,
responsabili del team di YouTube, nel corso
della conferenza stampa “Youtube e il
Cinema” tenutasi presso la sede Anica.
La conferenza ha mostrato all’industria
le opportunità che YouTube può offrire
all’audiovisivo. Tra i punti di forza, la possibilità di tracciare, monitorare e bloccare
i contenuti pubblicati; il fatto di aumentare
la visibilità della propria azienda e i guadagni del proprio prodotto e la competenza
tecnologica del portale di video, che può
trasmettere filmati in HD e live streaming,
mentre si sta sperimentando anche la
trasmissione in 3D.
RETAIL
Feltrinelli a quota 100
LaFeltrinelli festeggia la centesima apertura. Il nuovo negozio è stato inaugurato in
ottobre a Torino, presso la stazione di Porta
Nuova con il format Feltrinelli Express,
il secondo punto vendita studiato per il
circuito Grandi Stazioni dopo quello aperto
lo scorso anno a Napoli. Il nuovo modello
di store è stato appositamente creato “a
misura di viaggiatore”, avendo il suo punto
di forza nella velocità di consultazione e
acquisto, proponendosi allo stesso tempo
come negozio di riferimento cittadino.
Mondadori apre a Roma
Mondadori Retail ha aperto la scorsa
settimana un nuova Libreria Mondadori
a Roma, in Piazza della Radio. Il punto
vendita (800 mq) ospita un comparto
home entertainment con un assortimento
di 5 mila titoli in Dvd e Blu ray. Dopo la
chiusura a fine settembre del Messaggerie Mondadori di via del Corso, il nuovo
store si affianca ai cinque presenti sulla
piazza romana.
Anche in Italia il servizio vendita e noleggio. Per il momento disponibile un numero ristretto di titoli
PARTE iTUNES
PER I FILM
SE NE PARLAVA DA TEMPO. iTUNES
PER I FILM HA RISPETTATO LE ATTESE
E A NOVEMBRE HA FATTTO CAPOLINO,
SEBBENE IN UNA VESTE ANCORA
PROVVISORIA
ome ampiamente anticipato dalla nostra rivista è stata
attivata la versione italiana dedicata alla vendita di film
dell’iTunes Store di Apple. Per il momento è disponibile una quantità non elevatissima di film, si tratta sia di
pellicole recenti che di library. Un’offerta suddivisa per
23 differenti generi; i titoli - non ve sono per il momento di film italiani - possono essere acquistati (i prezzi variano da 7,99/9,99 e 13,99
euro) e possono essere anche visti nella modalità “noleggio” (la tariffa
in questo caso è di 2,99 euro con 30 giorni a disposizione per visionare il titolo). Alcuni film sono anche in High Definition ma con la precisazione per “iPad e Apple Tv”. Si tratta però come appare evidente
di un primo step, il servizio iTunes per i film non è stato infatti ancora
ufficializzato da Apple. La casa della mela ha intanto lanciato a metà
novembre anche in Italia la sua AppleTV.
C
Sentenza che rafforza il concetto di copia privata
LA CORTE UE
SULL’EQUO COMPENSO
a corte europea di Giustizia ha emesso una sentenza importante in tema di equo compenso che riguarda il caso
della società spagnola Padawan trascinata in tribunale
dalla Sgae (l’ente omologo spagnolo della Siae) per inadempienza. La corte ha decretato che l’equo compenso non va applicato agli acquisti per uso professionale il cui scopo,
manifestamente, non è effettuare copie piratate. “L’applicazione indiscriminata del prelievo per copie private” – si legge nella sentenza
- “segnatamente nei confronti di apparecchiature, dispositivi nonché
di supporti di riproduzione digitale non messi a disposizione di utenti
privati e manifestamente riservati a usi diversi dalla realizzazione di
copie ad uso privato, non risulta conforme con la direttiva 2001/29”.
Una novità commentata positivamente anche dalla stessa Siae, per
voce del direttore generale Gaetano Blandini. «La Corte riafferma
la legittimità di un sistema di compenso posto a carico di fabbricanti
e distributori di apparecchiature, dispositivi e supporti di riproduzione digitale. Circa la precisazione innovativa della Corte, e cioè la non
L
DISTRIBUZIONE
Siae, oltre 406 milioni
di box office nel I° semestre
© Warner Bros
Attualita`
6
La formalizzazione da inizio gennaio 2011
conformità alle norme europee di una applicazione “indiscriminata”
dell’equo compenso per copia privata, è da chiarire che sin dal 2003
– anno in cui è stata recepita nel nostro Paese la direttiva comunitaria - trova attuazione in Italia, in particolare nelle procedure della
Siae, un sistema di esenzioni e rimborsi. E’ da sottolineare particolarmente come il recente decreto Bondi in materia di revisione dei livelli di compenso per copia privata si ispiri ai medesimi principi oggi
enunciati dai giudici europei: il decreto infatti, nel confermare la vigenza degli accordi stipulati dalla Siae con le Associazioni di categoria in tema di esenzioni e rimborsi, ha previsto la possibilità di individuare e disciplinare ulteriori esenzioni per gli usi professionali». «Una
sentenza attesa che accogliamo con soddisfazione», così Paolo
Ferrari, presidente di Confindustria Cultura Italia, «e che rappresenta una prova tangibile della corretta interpretazione delle finalità
e delle funzioni della direttiva europea emessa nel 2001, a tutela e a
parziale risarcimento del diritto d’autore». La Corte ha stabilito che
non è necessario pagare il compenso sui supporti di riproduzione
acquistati da professionisti a fini
diversi dalla realizzazione di copie private. Dalla sentenza emerge inoltre che la semplice capacità di realizzare copie giustifica
il pagamento del compenso per
copia privata, a condizione che
apparecchi, supporti o dispositivi siano a disposizione delle persone fisiche quali utenti privati. «Questo aspetto sottolinea il
fatto che il carattere ‘eventuale’
del danno causato all’autore dell’opera protetta risiede nella realizzazione della condizione preliminare, vale a dire nella messa a
disposizione a una persona fisica di apparecchiature o disposiSimone Mainardi di SF Video
tivi che consentano l’effettuazione di copie».
Digital Emotions,
fusione dei soci fondatori
Holding Project, la struttura che raccoglie sotto il marchio Digital Emotions
diverse realtà del noleggio, ha avviato il processo di fusione delle sue quattro
aziende fondatrici. Le catene Pianeta Video Group (Merano - Bz) e SF Video
(Reggio Emilia), l’ingrosso Cema (Reggio Emilia) e la cooperativa Mondo
Vision Group stanno infatti lavorando per fondersi in un’unica struttura societaria. Operativamente la fusione è già attiva dal 1° ottobre, mentre formalmente lo sarà a partire dal 1° gennaio 2011. Continueranno invece a figurare
associati gli altri membri di Holding Project/Digital Emotion: Visioni MaxiStore
di Pescara e l’ingrosso ferrarese Video Gel. A questi si sono affiancati dal
1° settembre il gruppo salernitano 16 Film e dal 1° dicembre il franchisor di
Latina MDR Multiservice, marchio DF Video Service.
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Attualita6.indd 6
17-11-2010 12:57:34
PorcoRosso_PP_THE_Layout 1 16/11/10 18:14 Pagina 1
8
Dicembre 2010
Mercato
SEGNALI DI TENUTA
I PRIMI 10 MESI DEL 2010 CI CONSEGNANO LA FOTOGRAFIA
DI UN MERCATO CHE, PUR A FATICA, “TIENE”. MERITO DI ALCUNE NOVITA`
`
DIVENTATE EVENTO. E DEL BLU RAY CHE, PERO,
DA OGGI DEVE “CORRERE”
`
DI PIU. I MEGASTORE E L’ELDOM I CANALI DISTRIBUTIVI PIU’ FORTI di Stefano Albini
Eldom e megastore specializzati i canali
che hanno risposto meglio alla crisi.
Nelle foto, in senso orario gli interni
di Saturn, Fnac e Feltrinelli
A
lla vigilia del decisivo rush finale natalizio, verifichiamo com’è andata sin qui l’annata per il
nostro mercato.
Già in precedenza abbiamo constatato come il primo
semestre del 2010 abbia prodotto dei risultati positivi in
contro tendenza rispetto a un 2009 che invece si è rivelato fortemente negativo.
I primi sei mesi del 2010, insomma, hanno già fatto toccare con mano l’importanza che ha avuto un autentico
evento per il nostro mercato. Si tratta ovviamente di Avatar il kolossal di James Cameron distribuito da 20th Century Fox Home Entertainment che, anche in Italia, ha fatto
riassaporare il gusto di numeri di sell-out che da tempo
mancavano nel comparto.
Secondo i dati Gfk presentati ufficialmente da Univideo
a Venezia il settore ha registrato una tendenza positiva del
2% nel computo a valore nella prima metà dell’anno.
Molto di questo risultato, lo sappiamo, deriva tuttora
dalla crescita del Blu ray (di cui, peraltro, si auspica una
brusca e definitiva accelerazione) il cui peso sulle novità arriva a percentuali finalmente pesanti (anche del 3035%) ma, nella media, rimane ancora troppo indietro.
Sia rispetto alle previsioni che nel raffronto con quanto
accade in altri Paesi, anche in Europa.
La speranza in questo senso è che il Natale dia lo slancio determinante per il decollo definitivo dello standard;
i titoli forti e le occasione di ottimizzare nuove opportunità non mancano di certo. Manca invece , occorre dirlo
ancora una volta, una forte ed efficace strategia di comunicazione. Che sia semplice ma che arrivi al cuore (e
perchè no anche al portafoglio) del consumatore finale.
L’ANDAMENTO DELLE
CATEGORIE DI PRODOTTO
Secondo i dati i nostro possesso i primi dieci mesi dell’anno certificano un andamento sostanzialmente stabile
del mercato home video rispetto allo stesso periodo
dell’anno passato.
Come abbiamo avuto occasione di dire in precedenza
in un contesto macro economico complicato come è
tuttora quello attuale non si tratta di un risultato trascurabile. Tutt’altro, se pensiamo poi al “fumo negativo” delle
continue voci che aleggiano sull’home video, ad esempio
sul destino di Blockbuster (oltreoceano) - o al continuo
battage mediatico a traino delle nuove tecnologie, e a
discapito del supporto fisico.
Un apporto fondamentale è stato ovviamente dato dalle
novità, su tutti, come già detto, da Avatar ma anche da
Twilight (Eagle Pictures), entrambi best seller annunciati
dato il box office importante da cui provenivano.
Ma anche in questo caso non è da considerare sempre
come scontato il successo in Blu ray/Dvd di film che
hanno performato bene in sala; basta guardare Alice in
Wonderland - box office da film evento, in Italia da oltre
30 milioni di euro ma oggetto di una strategia di contemporanea tra relaese home video e o pay per view. Che
non ha certo aiutato il titolo a diventare il secondo grande
evento dell 2010. Il catalogo, sempre secondo quanto ci
risulta, ha registrato invece una flessione - anche se non
drammatica - in una percentuale che si avvicina all’8%,
mentre il segmento di prodotto che si conferma in grande
difficoltà è certamente ancora quello delle serie televisive. Che accusa una perdita, sempre secondo quanto ci
risulta, prossima al 20%.
Si tratta di una tipologia di prodotto che per diversi anni
ha prodotto riscontri commerciali importanti, generando
anche fenomeni estremamente utili per mantenere alta la
frequentazione dei punti vendita (la fedeltà all’acquisto su
tutti considerando la serialità).
Purtroppo però, come abbiamo avuto modo di scrivere
più volte, questo segmento paga forse più di altri una
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Articolo Dati.indd 8
16-11-2010 16:14:25
9
Dicembre 2010
QUALE BILANCIO
PER I CANALI DISTRIBUTIVI
Come accaduto anche in tempi recenti quando il mercato
perdeva pesantemente, il comparto distributivo degli specializzati (in cui noi includiamo le insegne dei megastore
come Fnac, Feltrinelli, Mondadori Multicenter e Blockbuster) è quello che garantisce tutto sommato le performance più incoraggianti.
Da registrare positivamente infatti l’incremento registra-
Sia per quanto concerne le novità che per alcune riproposizioni di film di catalogo in alta definizione.
Tutto ciò contribuisce in modo concreto a ricreare attenzione al prodotto home video, a comunicare e dimostrare i
grandi vantaggi del Blu ray e a riaffermare l’importanza del
punto vendita come casa ideale per l’entertainment.
Altro comparto in grado di fronteggiare la crisi, sfruttando
il grande impatto dei blockbuster è indubbiamente quello
dell’elettronica di consumo.
Un canale che oltre a garantire importanti ritorni di fatturato per le aziende soprattutto sulle novità, è fisiologicamente adatto a cavalcare l’innovazione tecnologica del Blu ray,
potendo sfruttare sinergicamente il contributo sia di hardware che di software. La crescite dell’eldom nel settore delle novità nei primi 10 mesi dell’anno è importante con un +
20% circa a valore - secondo le nostre stime - e una tenuta
anche per quanto riguarda il segmento del catalogo.
I MEGASTORE SPECIALIZZATI SONO UN CANALE
PIU` CHE MAI STRATEGICO, ANCHE E SOPRATTTUTTO
PER LO SVILUPPO DELL’ALTA DEFINIZIONE
© Paramount
© 20th Century Fox
«Avatar», «New Moon» e «Iron Man 2»
tra i protagonisti assoluti dell sell-out
dei primi dieci mesi dell’anno.
MERCATO RENTAL
Per quanto riguarda la Grande Distribuzione, sempre da
quanto ottenuto dalle nostre rilevazioni, vengono in parte
attenuate le risultanze negative e degli ultimi anni.
Il dato da noi rilevato per quanto riguarda i primi 10 mesi dell’anno parla di un -12% circa, con un crollo sia per il
catalogo che per le serie televisive. Mentre per le novità il
dato parla di una importante ripresa, nell’ordine del 10%
circa (a valore).
Anche in questo caso occorre parlare di Avatar come un
autentico evento che è stato in grado di riavvicinare un settore distributivo certamente attento quasi unicamente alle
grandi novità e unicamente a determinati generi.
© Eagle
to sul comparto novità (siamo in base a quanto ci risulta
circa sul 15-20%). Ma, anche sul versante catalogo secondo le nostre rilevazioni il dato è tutto sommato stabile
(quindi meglio in questo caso del resto del mercato) sia a
valore, che nel computo delle quantità vendute.
Anche il calo nelle serie televisive - vicino all’8-10% - è comunque più lieve e indolore rispetto all’andamento negativo del resto del mercato. In generale, questo comparto si
rivela li più adatto a resistere nei momenti difficili nei quali più che mai la cultura del servizio al consumatore finale,
la cura dell’offerta e la capacità ad esempio di organizzare
eventi attorno alle uscite più importanti si rivelano vincenti.
Il grande lavoro promozionale svolto in questa occasione da 20th Century Fox H.E. per il lancio home video del
blockbuster di James Cameron, nelle innovative versioni
“combo” e e “reverse combo” ha visto invece la partecipazione quasi unitaria di tutto il nutrito schieramento delle insegne della Grande Distribuzione, con l’attuazione di diverse operazioni a volantino che hanno fornito risconti commerciali di grande rilievo.
I numeri eclatanti ottenuti dall sell-out di Avatar, in sostanza, non possono essere raggiunti senza il contributo determinante dal punto di vista dei volumi dei grandi centri
commerciali.
Proprio il film di James Cameron potrebbe dunque rappresentare una svolta in positivo per un canale che negli ultimi
anni ha invece dimostrato di allontanarsi sempre di più dal
prodotto home video?
Difficile dare una risposta ma è indubbio che la lezione fornita da questo film fa comprendere che anche le grandi superfici commerciali possono trattare con profitto a addirittura in
chiave strategica il prodotto home video.
E per la fine dell’anno, il mercato home video cosa ci può
prospettare in termini commerciali? Anche quest’anno i
blockbuster attesi per il rush finale hanno ottime potenzialità di vendita, parliamo di Toy Story 3 - La grande fuga,
Shrek 4 - E vissero felici e contenti e dell’ultimo capitolo
della saga di Twilight, Eclipse. Tutti titoli che al botteghino
hanno già fornito riscontri commerciali importanti e si accreditano a diventare protagonisti anche in chiave home
entertainment.
L’attesa più grande per il 2011 è però risposta nell’alta definizione, un mercato emergente ma che deve svoltare assolutamente in positivo, deve spiccare il volo potendo disporre finalmente di una massa critica significativa di lettori
Blu ray stand alone: la PlayStation 3 tocca oggi quota 1 milione 300 mila unità mentre per i player, la stima si assesta
sulle 350 mila unità circa.
Mercato
fortissima incidenza negativa della pirateria, un fenomeno
“dedicato” con siti e piattaforme che purtroppo hanno una
clientela fortemente fidelizzata. Inoltre, l’apporto positivo
dell’alta definizione di cui potrebbe beneficiare questa particolare tipologia di prodotto (a differenza di quanto accade
appunto per le novità) è, tuttora, pressoché nullo.
Nonostante la pirateria il rental ha ancora potenzialita`
IL NOLEGGIO?
QUALCHE LUCE...
Il noleggio si conferma la tipologia di business più vulnerabile e in maggiore difficoltà nei
momenti di crisi. Lo abbiamo detto spesso, e lo ripetiamo anche in questa sede: la pirateria fa molto male al mercato, ma al noleggio fa malissimo. La sua ricaduta su questo
mercato è devastante ed è sotto gli occhi di tutti . Ma il 2010 qualche timido segnale incoraggiante, in mezzo a mille difficoltà, vi è stato. Questo è quanto risulta secondo le nostre
rilevazioni. Sappiamo bene quanto sia difficile fare una fotografia dell’andamento di questo comparto che è reduce da annate estremamente negative, chiuse “a suon di -20%”
anno su anno.
Lo scorso settembre in occasione della presentazione del Rapporto Univideo avevamo inoltre
verificato come il peso di questo business si fosse praticamente dimezzato nell’arco delle cinque ultime annate.
Ebbene, in un contesto economico estremamente complicato, con la pirateria che colpisce sempre più duro e si organizza sempre di più evolvendo
dal punto di vista tecnologico, il
rental qualche buona notizia nel
corso dell’anno è riuscito a darcela. Le stime che ci provengono da diversi operatori parCado dalle nubi - Medusa Video
lano di un anno non in perdita
nel raffronto con il 2009. Come
sempre a fare la differenza sono i titoli non solo forti ma particolarmente adatti allo sfruttamento in chiave noleggio. Nel corso dell’anno in effetti i vari Bastardi senza gloria, 2012,
Dorian Gray, Nemico pubblico, Avatar, New Moon, Sherlock Holmes, Cado dalle nubi, Shutter Island, Iron Man 2 sono stati tra i titoli protagonisti di una stagione che ha garantito
una sufficiente continuità.
Ma, sarà banale dirlo, è stato anche il meteo a “dare una mano” al noleggio: ha piovuto
spesso e questo ha favorito una rivitalizzazione del business. Che però, questo è una dato
che deve farci riflettere ancora non ha mosso quasi nessun passo nell’alta definizione.
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Articolo Dati.indd 9
16-11-2010 16:14:43
k
h
h
h
h
h
h
h
k
h
h
h
j
j
CINECITTÀ LUCE HOME VIDEO
I NOSTRI TITOLI IN
CINECITTÀ LUCE HOME VIDEO torna a Dicembre
con le nuove uscite del grande progetto editoriale documentaristico.
Una finestra sulla nostra storia recente.
NELLE MIGLIORI LIBRERIE E VIDEOTECHE
Distribuito da MONDO HOME ENTERTAINMENT S.P.A.
Via Melchiorre Gioia, 72 - 20125 Milano Tel. 026679791 - Fax 0266797979
e-mail: [email protected] - www. mondohe.it
CinecittaLuce_DVD_DoppiaPagTH_Natale.indd 1
CINECITTÀ LUCE S.P.A.
Via Tuscolana, 1055 00173 Roma Tel. +39 06 722861 Fax +39 06 7221883
www.cinecittaluce.it
12/11/10 12:54
k
h
h
h
h
h
h
h
k
h
h
h
j
j
CINECITTÀ LUCE HOME VIDEO
I NOSTRI TITOLI IN
CINECITTÀ LUCE HOME VIDEO torna a Dicembre
con le nuove uscite del grande progetto editoriale documentaristico.
Una finestra sulla nostra storia recente.
NELLE MIGLIORI LIBRERIE E VIDEOTECHE
Distribuito da MONDO HOME ENTERTAINMENT S.P.A.
Via Melchiorre Gioia, 72 - 20125 Milano Tel. 026679791 - Fax 0266797979
e-mail: [email protected] - www. mondohe.it
CinecittaLuce_DVD_DoppiaPagTH_Natale.indd 1
CINECITTÀ LUCE S.P.A.
Via Tuscolana, 1055 00173 Roma Tel. +39 06 722861 Fax +39 06 7221883
www.cinecittaluce.it
12/11/10 12:54
12
Distribuzione
Dicembre 2010
TIENE IL SUPPORTO
FISICO. LA CRESCITA
DI BLU RAY E DIGITAL
DELIVERY DANNO
SEGNALI POSITIVI
AGLI STUDIOS, CHE
ATTENDONO ANCORA
I RISULTATI
DEL NATALE
DI EROS FONTANESCA
L’home entertainment trainato dall’alta definizione e dai nuovi business-model
IL MERCATO
La parola d’ordine e` riorganizzazione, tra chioschi automatizzati e digital delivery
I piani
di BLOCKBUSTER
Come annunciato dalla stessa società prima della dichiarazione ufficiale del Chapter 11 (il procedimento di amministrazione controllata richiesto dallo società lo scorso 23 settembre), Blockbuster Inc. è intenzionata a portare avanti un piano di ristrutturazione che prevede un ridimensionamento del numero
degli store tradizionali (da circa 3.500 store a gestione tradizionale l’insegna ha proceduto a oltre 1.000
chiusure negli ultimi due anni) a favore degli chioschi automatizzati Express e delle modalità di digital
delivery, compreso il video on demand. Tra le novità dell’autunno Blockbuster Inc. sta infatti pensando
al lancio sul territorio statunitense del servizio sell automatizzato attraverso i Blockbuster Express,
che rappresentano una rete di circa 7 mila punti vendita. Secondo quanto riportato sulla testata Usa
HomeMediaMagazine.com, al momento (fine ottobre) per questo progetto il gruppo di Dallas ha
raggiunto un accordo solamente con Universal Studios Home
Entertainment, ma l’intenzione dell’aziende è di estenderlo
anche alle altre major in modo da poter sfruttare al meglio le
potenzialità dei chioschi Express. La proposta congiunta rental/
sell aiuterebbe inoltre, secondo Blockbuster Inc., a migliorare le
relazioni dirette con gli studios abbassando i costi di acquisizione dei supporti e aiutando
quindi la redditività. I chioschi
Blockbuster Express hanno
generato complessivamente
75 milioni di dollari di ricavi al
30 settembre 2010 (rispettivamente 20 mln, 25, mln e 30
mln nel primo, secondo e terzo
trimestre dell’anno).
AI RAGGI X
N
el mercato americano, che spesso anticipa le tendenze che
arriveranno in Europa, il supporto fisico ha subito una piccola contrazione nel terzo trimestre 2010. Ma il settore negli States è fiducioso. In primo luogo perchè l’innovazione
tecnologica sta portando risultati positivi: l’alta definizione
Blu ray e il digital delivery sono infatti in crescita. E in secondo luogo perchè nel corso dell’estate i risultati theatrical
sono stati in linea con quelli dello scorso anno, nonostante
una lieve contrazione derivante dalle proiezioni 3D che avevano rappresentato una
grande novità nel 2009 per il pubblico americano. Sono attesi ora i risultati dell’ultimo trimestre dell’anno, che con le vendite natalizie rappresenta anche per l’home
video il momento dei maggiori incassi.
Secondo i dati diffusi dall’associazione Digital Entertainment Group, la spesa
dei consumatori americani per l’home entertainment nel terzo trimestre risulta inferiore del 4% rispetto allo scorso anno, per un valore che al 30 settembre era di
12,6 miliardi di dollari (il valore era di 8,8 miliardi al giro di boa del 2010, -3,3% rispetto allo scorso anno). Nonostante il calo della spesa complessiva, gli studios
intravedono però diversi segnali positivi e incoraggianti per il nostro settore a partire dal fatto che il Q2 ha fatto segnare una crescita del 2,3% rispetto al Q1. Va inoltre sottolineato come negli ultimi anni l’home entertainment abbia subito - in particolar modo in America - da un lato la recessione e dall’altra l’ingresso nella fase
di maturazione del settore stesso. «Mentre continuiamo a incontrare condizioni di
mercato difficili - ha affermato Ron Sanders presidente DEG e presidente di Warner Home Video - ci sono una serie di tendenze positive emergenti, in particolare in alcune delle aree chiave di crescita del settore. Il Blu ray continua a mostrare
una forte crescita in ogni categoria, la media di sell out delle new release è molto
alta, e la distribuzione digitale sta acquistando slancio significativo nel nostro cammino verso il quarto trimestre».
LA BASE SOLIDA
DEL SUPPORTO FISICO
Nello specifico secondo le stime DEG la vendita dei supporti ottici, Dvd e Blu ray
Disc, sono arretrati dell’8% nei primi tre trimestri dell’anno, raccogliendo un valore
complessivo di 6,5 miliardi di dollari. All’interno di questo giro d’affari, il Blu ray da
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Mercato USA.indd 12
12-11-2010 11:39:23
13
Dicembre 2010
Distribuzione
Secondo un corsivo del Chicago Tribune, le videoteche americane sono “vecchie” e non piu’ d’appeal per i giovani
UN PROBLEMA NON SOLO ITALIANO
dità, a fruire dell’home entertainment direttamente dal proprio
satirica che descrive il “Blockbuster Museum” a rappresentare
Il problema delle videoteche nel nostro Paese, lo abbiamo e lo
divano, senza uscire di casa (o a farlo con tempo e modi a lui più
una modalità di noleggio che per gli americani si appresta a
hanno sostenuto spesso i nostri interlocutori, è quello di apparire
congeniali).
diventare un ricordo...
“vecchie”, con scarso appeal soprattutto verso le nuove generazioni. Ma questo non è un problema solo italiano, anzi. In America
Questo lo scenario oltreoceano. Ma in Italia la situazione è ben
Perchè? Le ragioni sono le stesse di cui si parla spesso anche per
i videostore soffrono dei medesimi problemi, che appaiono ancora
differente. È vero, anche da noi la videoteca appare vecchia... Ma
il mercato italiano. Nella maggior parte dei negozi l’assortimento
più pressanti per il diverso background del mercato americano.
c’è un ma!
è piuttosto scarno e improntato solamente sui blockbuster del
Innanzitutto una la diffusione della band larga e una maggiore
propensione all’utilizzo di Internet e di tutte le
Innanzitutto la banda larga e il suo utilizzo per
possibilità che esso offre; tra video on demand
i servizi on demand non è ancora così diffuso
e pirateria. A questo si aggiunge la televisione
e l’industria dell’hardware che propone negozi
via cavo con la molteplicità delle sue proposte.
on-line ad hoc per i propri prodotti (su tutti l’ApInfine un tessuto urbano, composto di una
ple iTunes e la Web Tv dei televisori Bravia di
moltitudine di cittadine che, lontano dalle grandi
Sony, solo per citare due esempi) dovrà ancora
megalopoli sorgono isolate nelle larghe distese
lavorare duramente sul piano della comunicadell’America centrale e occidentale (in parte solo
zione per sviluppare questi modelli di business
la California ha un’urbanizzazione paragonabile
su un mercato di massa. Inoltre non esistono
a quella della costa atlantica). Questa combiservizi diffusi come quelli proposti da RedBox
nazione di fattori ha permesso l’affermazione
e Netflix (il noleggio via posta è stato proposto
dei servizi di noleggio via posta, di cui Netflix
da alcune aziende in questi anni, ma non è mai
è diventato l’assoluto leader di mercato, o
decollato) e il territorio italiano è strutturato in
attraverso la rete dei distributori automatizzati
modo molto diverso da quello americano, con il
RedBox. Il successo di quest’ultima - a diffeLe videoteche americane soffrono del problema dello scarso assortimento. Nella foto,
invece, il dettaglio di un fornitissimo store specializzato a little Italy a Manhattan.
negozio tradizionale (non solo la videoteca) che
renza dell’esperienza dell’automazione italiana
continua a rappresentare un punto di riferimento
- è dovuto all’offerta, oltre che del noleggio a
per le cittadine più piccole o per il quartiere
bassissimo costo (1 dollaro), della possibilità di
nelle metropoli. Certamente questi store devono rinnovarsi, apparire
momento e i clienti faticano spesso a reperire i film di catalogo,
noleggiare un Dvd dalla sua fittissima rete di distributori e di poterlo riconsegnare ovunque: prendo un film a Las Vegas, lo guardo addirittura “trovare film più vecchi di sei mesi appare un’impresa” più tecnlogici e più al passo con i tempi e, soprattutto, garantire
assortimento e profondità anche sul Blu ray che rappresenta (e lo sarà
(cita letteralmente il Chicago Tribune). A questo scarso appeal si
e lo restituisco a New York.
sempre di più con la sua declinazione 3D) il futuro del supporto fisico.
aggiunge appunto la crisi di Blockbuster, che ha rappresentato
Non è rinnovare e investire nei momenti di difficoltà, ma la direzione
fino a poco tempo fa un modello di business per il settore in tutto
Tutte queste opzioni rivolte ai consumatori americani (e canadesi)
è questa. E se qualcuno pensa che il supporto fisico avrà vita breve,
il mondo. Big Blue è stato schiacciato - come sottolineavamo
hanno fatto risaltare ancora di più l’inadeguatezza degli store
lo invitiamo a guardare agli Stati Uniti, alla crescita del Blu ray e
sopra - da un lato dalle nuove forme di distribuzione offerte da
tradizionali. A sostenerlo è anche un corsivo pubblicato a fine otall’azienda che ha fatto i maggiori passi in avanti negli ultimi anni:
Netflix e RedBox e dall’altro dal digital delivery e dalla pay per
tobre dal Chicago Tribune, che puntualizza su quanto i videostore
RedBox che basa il suo business model proprio sul supporto fisico.
view. L’utente americano, insomma, si è oggi abituato alla comotradizionali appaiano oggi superati, citando addirittura una storia
solo ha raggiunto il miliardo di dollari (erano 982 mln al termine del Q2) con un incremento dell’80% rispetto ai primi tre
trimestri dello scorso anno (in tutto il 2009 la sua crescita era
stata del 70% per un giro d’affari tra sell e rental di 1,5 mld).
La crescita del disco blu lasciava intravedere buone prospettive di crescita già nel primo trimestre 2010 con un +74% sell
e un +48% rental - e soprattutto con un +125% dell’hardware - rispetto al pari periodo del 2009. Un buon contributo alla
crescita del Blu ray è stato dato inoltre dal mercato videoludico. Uno studio Nielsen condotto nel corso del 2010 sostiene infatti che il 65% degli acquirenti di Ps3 hanno addotto a influenzare le motivazioni d’acquisto c’era anche il fatto
che attraverso la console è possibile anche vedere i film in
Blu ray Disc.
Un segnale più che positivo per il formato è arrivato infine con
l’evento Avatar che, lanciato in concomitanza con l’Earth Day
il 22 aprile, ha fatto segnare un record per il BD con 2,7 milioni di pezzi venduti nei primi quattro giorni dal lancio e con 6,2
milioni di pezzi nelle prime tre settimane (secondo i dati Fox).
Resta invece in contrazione il noleggio che, secondo le rilevazioni Rentrak Corp.’s Home Video Essentials, è calavo
del 4,4%, attestandosi su un valore pari a 4,4 miliardi.
Sopra un videostore del quartiere di Chelsea a New York. Sotto uno dei punti vendita Wall Mart, insegna leader della Gd americana.
CRESCE IL MERCATO ON-LINE
▼
A crescere è stata invece la distribuzione digitale che ha fatto
segnare una crescita del 23% (il tasso di incremento era stato del 32% nel 2009) per una cifra stimata di 1,7 miliardi (era
complessivamente di 2,1 mld di dollari il giro d’affari 2009).
Secondo i dati Screen Digest (presentati nel rapporto Ema
2010), invece, il mercato del download (sia rental che sell) ha
avuto nel 2009 un fatturato di 291 milioni di dollari (+36% rispetto all’anno precedente).
Nello specifico il Video on demand e l’Electronic sell tru
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Mercato USA.indd 13
12-11-2010 11:39:50
14
Distribuzione
Dicembre 2010
Il noleggio dei film in streaming ruba
quote di share ai broadcaster televisivi
Supporto fisico Dvd e Blu ray: spesa e previsioni
25
8,3
20
7,8
7,5
SELL
7,2
6,9
8,4
6,5
Milioni di dollari
8,6
6,7
7
9,9
9,6
7,1
7,3
8,2
15
7,3
10,6 12,8
14,1
13,9
13,4
13,9
12,4
10,9
8,8
5
5,6
7,2
8
7,6
10
5,3
5,5
9,4
9,1
7,3
8,6
0
1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014
%
100
La spesa degli americani
nei prodotti home video
restera` costante nei
prossimi quattro anni.
(fonte: Adams Media
Research)
Noleggio: variazione del modello di business
1
9
90
19
3
7
15
22
80
28
20
23
25
27
30
44
45
46
46
31
35
70
40
60
50
Netflix guarda
alle console
e fa il boom di share
in prima serata
RENTAL
7,6
91
MODELLI CON
TARIFFE FLAT
81
40
77
30
TRADIZIONALE
62
50
69
40
20
33
30
2011
2012
27
24
10
0
2004
2005
CHIOSCHI
AUTOMATIZZATI
Secondo uno studio condotto dall’azienda canadese
Sandvine, lo streaming di Netflix rappresenta negli
Stati Uniti il 20% della visione televisiva in prima serata
nella fascia oraria 20-22, quella oggetto dei maggiori
investimenti pubblicitari. Un dato, lo riporta la testata Usa
HomeMediamagazine.com, che preoccupa le emittenti
televisive americane, così come gli operatori via cavo e
via satellite. Con il 9,85% del traffico generato da Netflix
in termini di bit scaricati è stato superiore a quello di YouTube (dato non disponibile), di BitTorrent (8.39%), Flash
Video (6.14%), iTunes (2.58%), Facebook (2.44%),
Gnutella (2.12%) e Xbox Live (1.61%). Il rapporto ha
rilevato inoltre come il 10% degli abbonati Netflix ha
fruito dello streaming offerto sul mercato canadese nel
corso della settimana di lancio del servizio (inaugurato
2006
2007
2008
2009
2010
(canale nel quale l’Apple iTunes continua ad essere leader indiscusso) sono cresciuti rispettivamente del 20% a
(per un valore di 1,2 miliardi di dollari), e del 37% (valore
432 milioni). Secondo DEG il digital delivery ha rappresentato complessivamente nell’ultimo trimestre il 13,5%
della spesa totale in l’home entertainment dei consumatori americani, una quota mai registrata precedentemente. Questa nuova modalità di distribuzione dei contenuti
è destinata a crescere ulteriormente, fino 2,4 miliardi di
dollari nel 2013 solo negli Stati Uniti per il Vod movies secondo le stime di Futuresource Consulting. La chiave
per il raggiungimento di questi risultati sarà il cambio di
orientamento dei consumatori, che da una fruizione free
dei contenuti attraverso formule di abbonamento gratuite dovranno passare a modalità a pagamento. Secondo il
report di Rentrak “State of Vod” lo scorso anno gli utenti
americani avrebbero acquistato in Video on demand solamente due film al mese. Secondo i dati Rentrak infatti nel 2009 sono state complessivamente 1,6 miliardi le
transazioni di contenuti free attraverso formule di abbonamento gratuite in America, mentre gli atti di acquisto
per i film new release sono stati a 208 milioni: a significare che solamente il 15% delle transazioni Vod sono state pagate.
2013
2014
Negli States il noleggio
automatizzato e le tariffe
flat giocheranno un ruolo
sempre piu’ importante
nei prossimi anni.
(fonte: Adams Media
Research)
IL DVD RESTA
IL FORMATO PRINCIPE
Nonostante una progressiva erosione da parte dell’alta
definizione e dalle nuove modalità di fruizione (-15% nel
2009 sull’anno precedente), il Dvd continua a essere il
formato preferito dagli americani con un fatturato 2009
pari a 16,4 miliardi di dollari dei 20 miliardi di spesa complessiva in home entertainment (Adams Media Research). Ad affermarlo sono i dati che l’associazione dei retailer americani - Entertainment Merchants Association
- ha presentato nel suo rapporto sui dati dello scorso anno. Il Dvd avrebbe inoltre ancora margini di crescita se si
tiene conto del fatto che la penetrazione dei Dvd player
negli States era solo del 67% nell’estate 2009 (con 92
milioni di basi installate nelle case degli americani), quando secondo le stime della Consumer Electronic Association erano stati venduti 22,8 milioni di lettori. A contribuire alla crescita del supporto è stato il noleggio attraverso la diffusione di Redbox (+94% nel 2009), leader
con oltre 20 mila postazioni automatizzate sul territorio di
un modello di fruizione nuovo per i consumatori americani; il noleggio automatizzato negli States è infatti quasi
triplicato tra il 2008 (7%) e oggi (19%) con una previsione
del 30% entro il 2014 (Adams Media Research).
PREVISIONI ROSEE
PER IL NATALE
Riguardo alle previsioni sull’ultimo trimestre dell’anno e
sulle vendite natalizie, il management dell’industria americana è cautamente ottimista. A fare ben sperare sia gli
studios che la distribuzione sono anche i risultati del box
office che al 30 settembre è cresciuto del 4% rispetto ai
precedenti trimestri, sebbene il valore complessivo degli incassi dei film in uscita in home video a ottobre, novembre e dicembre sia stato inferiore rispetto allo scorso
2009. Nello specifico i guadagni al botteghino di questi
titoli è rimasto stabile (4,1 miliardi di dollari) rispetto allo
scorso anno, mentre a subire una contrazione nel confronto anno su anno sono stati gli incassi generati dal 3D
in calo del 3%, che nel 2009 aveva rappresentato una
grande novità con la proposta di una vasta scelta di titoli.
RedBox con i suoi oltre 20 mila chioschi automatizzati sparsi
su tutto il territorio ha dato un contributo fondamentale al giro
d’affari del noleggio e in generale del supporto fisico.
il 22 settembre), superando l’utilizzo di YouTube nello
stesso periodo. Netflix ha inoltre incrementato fortemente
il numero degli abbonamenti grazie all’estensione del
servizio alle console di videogame. Da ultima Nintendo
Wii, che si è affiancata nell’ultimo trimestre dell’anno a
Sony Ps3 e Microsoft xBox 360. Il management di Netflix
hanno riferito (lo riporta sempre HomeMediaMagazine)
che le relazioni on-line tra i videogiocatori hanno fatto
crescere i propri abbonati a 15 milioni dai 12,3 milioni
della fine del 2009.
Il sito Vod Hulu
raddoppia
il fatturato
Hulu ha già più raddoppiato quest’anno il proprio fatturato rispetto al 2009. Il giro d’affari del portale di video on
demand è infatti passato da 108 a 240 milioni di dollari.
L’annuncio (lAssociated Press) è arrivato a novembre, a
cinque mesi dal lancio dell’abbonamento a 10 dollari al
mese (Hulu Plus), che permette la visione delle vecchie
stagioni dei programmi NBC, FOX e ABC (fra cui le serie
30 Rock, Glee e Modern Family). Il Ceo Jason Kilar ha
precisato che gran parte del fatturato è generato dagli
introiti pubblicitari del sito, che conta 352 inserzionisti
solo nel Q3. La proprietà del sito Hulo è divisa General
Electric Co.’s NBC Universal, Fox (News Corp.), ABC
(The Walt Disney Co.) e Providence Equity Partners.
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Mercato USA.indd 14
17-11-2010 9:52:39
con
TM
America Ferrera
© 2010 Twentieth Century Fox Film Corporation and Dune Entertainment III LLC. All Rights Reserved. © 2011 Twentieth Century Fox Home Entertainment LLC.
All Rights Reserved. TWENTIETH CENTURY FOX, FOX and associated logos are trademarks of Twentieth Century Fox Film Corporation and its related entities.
© 2010 Twentieth Century Fox Film Corporation. All Rights Reserved. © 2011 Twentieth Century Fox Home Entertainment,LLC. All Rights Reserved. TWENTIETH
CENTURY FOX, FOX and associated logos are trademarks of Twentieth Century Fox Film Corporation and its related entities. © 2011 Home Entertainment Inc. All
Rights Reserved. Distributed by MGM Home Entertainment. Available exclusively through Twentieth Century Fox Home Entertainment Inc.
TM
TM
TM
TM
© 2010 Twentieth Century Fox Film Corporation, Regency Entertainment (USA), Inc. and Dune Entertainment lll LLC. in the U.S. only. © 2010 Twentieth Century Fox Film
Corporation, Monarchy Enterprises S.a.r.l. and Dune Entertainment lll LLC. in all other territories. All Rights Reserved. © 2011 Twentieth Century Fox Home Entertainment
LLC. All Rights Reserved. TWENTIETH CENTURY FOX, FOX and associated logos are trademarks of Twentieth Century Fox Film Corporation and its related entities.
TM
TM
© 2010 Twentieth Century Fox Film Corporation, Regency Entertainment (USA), Inc. and Dune Entertainment lll LLC. in the U.S. only. © 2010 Twentieth Century Fox Film
Corporation, Monarchy Enterprises S.a.r.l. and Dune Entertainment lll LLC. in all other territories. All Rights Reserved. © 2011 Twentieth Century Fox Home Entertainment
LLC. All Rights Reserved. TWENTIETH CENTURY FOX, FOX and associated logos are trademarks of Twentieth Century Fox Film Corporation and its related entities.
TM
con
TM
America Ferrera
© 2010 Twentieth Century Fox Film Corporation and Dune Entertainment III LLC. All Rights Reserved. © 2011 Twentieth Century Fox Home Entertainment LLC.
All Rights Reserved. TWENTIETH CENTURY FOX, FOX and associated logos are trademarks of Twentieth Century Fox Film Corporation and its related entities.
© 2010 Twentieth Century Fox Film Corporation. All Rights Reserved. © 2011 Twentieth Century Fox Home Entertainment,LLC. All Rights Reserved. TWENTIETH
CENTURY FOX, FOX and associated logos are trademarks of Twentieth Century Fox Film Corporation and its related entities. © 2011 Home Entertainment Inc. All
Rights Reserved. Distributed by MGM Home Entertainment. Available exclusively through Twentieth Century Fox Home Entertainment Inc.
TM
TM
TM
19
Dicembre 2010
STRATEGIE INNOVATIVE PER L’HOME VIDEO
IN CASA 01 DISTRIBUTION. MAURO PEZZALI,
DIRETTORE DIVISIONE CE LO AVEVA
PROMESSO QUALCHE MESE FA, DEL RESTO:
E` IL MOMENTO DI GIOCARE D’ATTACCO...
Primo piano
«NON SI PUO
STARE FERMI»
`
di Antonio Allocati
n una fase complicata e densa di incognite come questa l’ultima cosa da fare, certamente, è quella di “rimanere fermi”. L’immobilismo è infatti una deriva pericolosa che fa peredere tempo e anche opportunità.
Occorre giocare d’attacco, lo diceva del resto già qualche mese fa - proprio su queste pagine - Mauro Pezzali, direttore divisione home video 01 Distribution.
Che oggi si ripresenta ai nostri microfoni per illustrarci nuovi
piani che l’azienda romana sta attuando nell’home video.
Innanzitutto si parla del ritorno sul mercato del Dvd Time,
supporto inedito per l’Italia introdotto sul mercato all’inizio
del 2008 e che fa oggi il suo ritorno, sebbene in una veste diversa.
01 Distribution lo propone esordendo con la relaese del film
I mercenari - The Expendables diretto e interoretato da Sylvester Stallone, che sarà disponibile sul mercato home video
dal prossimo 29 dicembre.
«Il supporto che oggi proponiamo si chiama “Dvd 48 ore” »,
afferma Mauro Pezzali, «ed è, di fatto, un prodotto sell tru,
bollinato sell tru, editato in day and date con il rental. A un
prezzo, per il consumatore finale, di 4.90 euro. In questo modo il supporto può essere utilizzato pure dalle videoteche anche come alternativa al noleggio visto che il prezzo è di poco superiore alla tariffa per il rental. Per favorire, tra le altre
cose, la profondità di copia. E’ un modo per aggiungere un
supporto in più, per soddisfare i gusti di più consumatori. Lo
applicheremo su tutte le nostre uscite: il prossimo film a gennaio sarà infatti La Passione di Mazzacurati, Per il momento
non sono invece inclusi in questa operazione i titoli delle nostre distribuite».
Qual è la riflessione che sta alla base della decisione
di proporre sul mercato un supporto con queste caratteristiche?
«Vogliamo in questa maniera allargare la disponibilità del prodotto e le modalità di fruizione a disposizione del consumatore finale. Vi sono consumatori che non noleggiano perché
non vogliono avere l’obbligo di tornare in negozio a restituire il
Dvd. E che non vogliono spendere i soliti 14,90 euro per l’acqusito di un film. Ecco allora che il Dvd 48 ore può essere una
soluzione. Che, lo ripeto, può essere utilizzata dal videonoleggiatore per operare una profondità di copia importante su
un numero maggiore di film. Se il cliente del negozio non trova il film, del resto, lo sappiamo, si disaffeziona e si rischia di
perderlo. C’è poi da riflettere sul fatto che spesso nell’allesti-
© V.Pardi
I
Il Dvd 48 ore e` un prodotto ideato
per il sell che pero` puo` aiutare anche il video
noleggiatore a operare la profondita` di copia
a beneficio del proprio cliente finale
re un’offerta in negozio vengono penalizzate alcune tipologie
di film, a partire dal cinema italiano. Che pure, se spinto adeguatamente, può dare riscontri interessanti. Anche in questo
caso il Dvd 48 ore può aiutare il gestore a estendere la propria
«La Passione»
di Mazzacurati e` gia`
stato programmato
da 01 Distribution per l’uscita
anche nel formato Dvd 48 ore.
© 01 Distribution
«I mercenari -The Expendables»
per la regia di Sylvester Stallone.
E il primo film in Dvd 48 ore
di 01 Distribution
offerta, non limitandola ai blockbuster ad esempio».
Le reazioni del trade come sono state sin qui?
«Come ogni volta che si propone qualcosa di nuovo abbiamo registrato reazioni diverse. Ma io dico che di fronte alle
difficoltà del mercato occorre ideare giocoforza nuove strategie. Questa nella fattispecie aggiunge un supporto in più allo
sfruttamento del film in chiave domestica. Il problema, anzi la
vera grande questione da dibattere è infatti come poter aggiungere nuove forme di fruizione del prodotto. Per allargare il
mercato; così com’è la situazione attuale non va più bene. Mi
rendo conto che non si tratta della soluzione definitiva, ma un
contributo, lo ripeto ancora, a estendere il mercato».
Questa non è peraltro l’unica novità che avete introdotto. State infatti distribuendo alcuni titoli su chiavetta Usb...
«Infatti. Stiamo distribuendo per la precisione Star Trek - Il futuro ha inizio e Transformers 2 - La vendetta del caduto, titoli
che sul supporto chiavetta Usb sono stati acquistati in precedenza da Cine1 (vedi articolo su Trade Home Entertainment
di aprile, ndr) che ha affidato a noi di 01 Distribution la distribuzione. Entrambi i prodotti sono dal 2 dicembre sul mercato; si tratta in particolare di chiavette Usb per pc a tiratura
limitata - 5.000 copie - curatissime, sia nella forma che nei
dettagli. Da collezionare, degli autentici gioiellini»
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Pezzali.indd 19
17-11-2010 12:58:03
20
Distribuzione
Dicembre 2010
`
RILANCIARE IL VIDEOCLUB
E POSSIBILE
PUBBLICITA, REVENUE SHARING, MULTIMEDIALITA, WINDOW,
SFRUTTAMENTO DELL’USATO... ABBIAMO RACCOLTO DA ALCUNI
ESPONENTI DEL TRADE PROPOSTE CONCRETE DA SOTTOPORRE
ALL’INDUSTRIA DI EROS FONTANESCA
I
l noleggio sta attraversando da ormai troppo tempo
un periodo difficile, stretto da un lato dalla pirateria e
dall’altra dall’avvento delle nuove tecnologie, su tutte
il Video on demand della pay Tv di Sky Italia e Mediaset Premium. Il settore deve inoltre fare i conti con le
modalità alternative di entertainment, dai videogiochi
alla stessa navigazione in Internet. Ma c’è un però! Il
periodo è sì difficile e ha, purtroppo, già portato alla chiusura
di diverse attività, ma i segnali positivi ci sono. Le videoteche
che riescono a proporre profondità e assortimento continuano a lavorare, non certo con i numeri di qualche anno fa, ma
comunque discretamente. Inoltre il Blu ray e soprattutto il 3D
stanno risollevando l’interesse del pubblico nei confronti dell’home video e rappresentano oggi una prospettiva sempre
più importante anche per la videoteca: non creando soltanto
un appeal fine a se stesso, ma facendo di nuovo tornare alla
ribalta il supporto fisico come il mezzo principale per una serata di home entertainment.
Seppur tra le difficoltà, le prospettive sembrano dunque esserci. Ma per poterle rispettare le videoteche devono avere i
film e offrire servizio ai propri clienti. In questo articolo abbiamo raccolto da parte di alcuni esponenti del trade una sele-
zione di proposte concrete, fattibili e immediatamente realizzabili, per consentire ai videoclub di poter incrementare il proprio assortimento e quindi il numero dei noleggi. Ne è principalmente emersa una richiesta di aiuto rivolta alle aziende per
poter garantire profondità di copia, ma anche soluzioni che
puntano ad arricchire i videoclub di nuove tecnologie, Blu ray
e 3D in primis, ma anche nuovi format digitali e
Possibilità di realizzare forme di Video on demand, per “sdoganarli” da quella nomea di attività “vecchie” e di scarso appeal per i giovani. Il tutto contornato da due richieste di fondo: lotta alla pirateria e pubblicità anche sul noleggio.
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
trade.indd 20
19-11-2010 11:40:10
21
Dicembre 2010
N
e ha tante di proposte Roberto Giamminuti,
titolare dello storico negozio romano Video Elite ’93 e dalla primavera di quest’anno presidente di Anvi-Confesercenti al posto dell’uscente
Francesco Bordoni. Con lui abbiamo affrontato diversi punti
a partire dal Video on demand: «Con il modello proposto da
Alfabat le videoteche avrebbero potuto sviluppare un cir cuito legale di film via Internet ». Secondo Giamminuti questa è stata un’occasione persa, il circuito Alfabat funziona
al momento per il genere hard e per alcuni titoli in accordo
con Koch Media. Abbiamo parlato delle proposte lanciate
da alcune aziende come il disco doppio strato Dvd/Bd di
Eclipse (Eagle P.) e i Blu ray Disc a bollino unico rental/sell
(Warner H.V.) o la riproposta del Dvd Time (01 Distribution):
«Le prime due sono proposte interessanti per lanciare l’alta
definizione in videoteca, ma dovrebbero essere abbracciate da tutte le case. Il Dvd Time l’avevo apprezzato due anni
fa quando era un’esclusiva per i videoclub; ora invece che
viene offerto a tutti i canali sono un po’ scettico».
Ma la proposta sulla quale il titolare di Video Elite ’93 sembra credere maggiormente è il revenue sharing, di cui abbiamo parlato a seguire...
Quali proposte concrete e fattibili propone all’industria per il rilancio del noleggio?
«Una possibilità che potrebbe aprire scenari interessanti
sarebbe l’applicazione del revenue sharing. Forse la sua
attuazione non potrà essere di semplice e immediata applicazione, ma la strada da perseguire potrebbe davvero
offrire possibilità di rilancio alle videoteche...».
Come?
«Le case potrebbero fornire il materiale da noleggio (quantità e profondità) in base allo storico del rent out del nego-
Roberto Giamminuti, titolare di Video Elite
‘93 di Roma. Dalla scorsa primavera e
anche presidente di Anvi- Confesercenti
zio; questo per non sperperare le risorse e l’utile del noleggio
diviso al 50% con le aziende. Questa pratica potrebbe essere
funzionale a tutte le videoteche che faticano ad avere assortimento e profondità».
Quali sarebbero i vantaggi del revenue sharing?
«Sarebbero molti, anche per le stesse aziende. Le videoteche
avrebbero materiale da proporre ai clienti, offrendo quindi un
servizio migliore ai clienti e garantendo efficienza al nostro ca-
“Con il revenue sharing
e il profitto delle royalties,
le case sarebbero incentivate
a fare pubblicita”.
nale: ciò rappresenterebbe già un passo per il rilancio del rental. Dobbiamo riuscire a far uscire il settore dal questo circolo
vizioso per il quale la gente non noleggia perchè non trova i
film e le videoteche non acquistano materiale perchè la gente non noleggia. Il secondo vantaggio, molto importante per il
settore, sarebbe questo: con l’attuale sistema le aziende raggiungono l’utile con la chiusura della transazione commerciale; con il revenue sharing invece il loro incasso continuerebbe anche dopo (per tre/se mesi o a tempo indeterminato secondo il contratto) grazie alle royalties sugli atti di noleggio. E
la prospettiva di continuare a guadagnare su un titolo, su un
catalogo o una collana di film rappresenterebbe un incentivo
a investire in pubblicità sul noleggio: abbiamo sempre parlato di investire in comunicazione sul rental senza mai trovare
una soluzione...».
Parlava di difficoltà di un possibile lancio di questa modalità commerciale...
«Sì, le aziende dovrebbero essere rassicurate dal rischio di un
comportamento scorretto delle videoteche, come la rivendita del prodotto in eccesso (potrebbe purtroppo accadere).
Sicuramente andrebbero implementati dei sistemi di controllo: già, ad esempio, i negozi iscritti al circuito Alfabat hanno
le proprie banche dati registrate e monitorabili da un server
centrale; attraverso un meccanismo come questo sarebbe
possibile controllare che a ogni negozio mantenga il numero determinato di titoli assegnati, non uno di più e non uno
di meno. Credo che i controlli andrebbero fatti, e chi “sgarra” perderebbe ogni possibilità di fare revenue sharing (per rispetto sia delle aziende che nei confronti di noi colleghi)».
Quanto ritiene fattibile questa proposta?
«Le aziende potrebbero inizialmente proporlo in via sperimentale ad alcuni clienti selezionati. Sarebbe certamente ingiusto
nei confronti di altri, ma bisogna pur iniziare...».
Distribuzione
ROBERTO GIAMMINUTI
“FACCIAMO IL REVENUE SHARING: POTREBBE RILANCIARE IL SETTORE”
DAVIDE CAVIGLIA
VIDEOTECHE MULTIMEDIALI: “DOBBIAMO RAPPRESENTARE IL FUTURO”
videoclub devono innovarsi e abbracciare le nuove tecnologie. Ma il supporto fisico deve restare il core business
».
Questo in estrema sintesi il “Davide Caviglia pensiero”.
Il titolare di Videomania aveva già presentato alle aziende nell’aprile 2009 un documento programmatico nel quale illustrava i punti che il settore, unito, avrebbe dovuto affrontare. Oggi
abbiamo parlato ancora a 360 gradi di cosa serve alle videoteche
per superare questa delicata fase economica e potersi rilanciare...
«I
Cosa propone a sostegno dei videoclub?
«Bisogna creare il modo per consentirgli di avere profondità e assortimento (anche di catalogo e secondi titoli), in modo da evitare
la moria di clienti. Un servizio migliore consentirebbe di non perdere quella fascia di pubblico disposta a pagare il noleggio, ma che
potrebbe invece rivolgersi alla pirateria in caso di “voglie” insoddisfatte. La profondità va incentivata anche sul Blu ray, anche in prospettiva dello sviluppo del 3D».
In concreto, come favorire la profondità di copia?
«Per esempio sfruttando il mercato dell’usato, un segmento con
un fatturato importante che le aziende potrebbero sfruttare direttamente. L’industria potrebbe agevolare la profondità per i primi
due week end e poi ritirare i titoli in eccesso, applicando sconti
sugli acquisti successivi. L’usato potrebbe essere poi rivenduto
a tutte quelle videoteche che comunque, oggi, acquistano solo
usato a 30 giorni e non più in day one. Oppure le case potrebbero riposizionare il prodotto in eccesso a prezzo ridotto a 30 giorni.
I negozi avrebbero un assortimento migliore e le aziende recupererebbero fatturato».
E riguardo all’appeal del negozio?
«La videoteca deve puntare sulla multimedialità. Il supporto fisico
deve rimanere il core business, ma i negozianti hanno l’obbligo di
guardare con interesse a tutte le soluzioni e a tutti i formati che il
mercato propone. Solo così potremo mantenerci al passo con i
tempi. Dobbiamo avere il film in Dvd, in Blu ray e se il cliente lo desidera dovremmo anche avere la possibilità di offrirglielo in Vod. Ultimamente si sta parlando della possibilità di fornire i film attraverso chiavetta Usb per l’upload dei film, che le videoteche possono
utilizzare al posto della tessera: il film sarebbe visionabile solo per
un periodo limitato di tempo e, chiaramente, non clonabile (alcune
società stanno avanzando proposte in tal senso). Questa modalità
potrebbe farci riguadagnare il target giovane».
Cosa può fare il settore contro la pirateria?
«La riduzione delle window è fondamentale. Spessissimo i clienti
chiedono il film al momento in sala: quando gli si spiega che il titolo
sarà a disposizione tra quattro mesi, questi si rivolgono alla pirateria. È difficile spiegare loro che il prodotto ancora non c’è, quando
la visione è a disposizione comunque e gratis».
Alcune case hanno avanzato proposte interessanti...
«Vedo positivamente il disco ibrido di Eagle di Eclipse per spingere il Blu ray a noleggio. Ma dovrebbe essere fatto su tutti i titoli. Se
questo formato fosse stato proposto tre anni fa, oggi le videoteche avrebbero un assortimento enorme e il Blu ray sarebbe molto
più diffuso. Interessante anche il bollino unico rental/sell sui Blu ray
Warner, con un prezzo permette ai videoclub di fare assortimento. Sono invece perplesso sul Dvd Time: il fatto che possa essere
venduto in tutti i canali rischia di penalizzarci».
Davide Caviglia, titolare di Videomania
(Savona) e fondatore del Coordinamento
Nazionale Videoteche Associate.
“La videoteca deve puntare
sulla multimedialita e
guardare a tutte le soluzioni
e a tutti i formati
che il mercato propone”.
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
trade.indd 21
19-11-2010 11:40:21
Distribuzione
22
Dicembre 2010
GIUSEPPE LEMMI
“LA RICETTA? COMUNICAZIONE E PUBBLICITA SU RENTAL E BLU RAY”
S
econdo il direttore commerciale della catena VideoVip, Giuseppe Lemmi (tra i fondatori inoltre della
da poco nata Assovideo), la soluzione è una sola:
fare pubblicità al settore. «I margini ci sono ancora
- afferma - e quest’anno, al di là dei fenomeni Avatar e della
saga di Twilight, sono usciti titoli importanti che hanno garantito un buon richiamo per il pubblico della videoteca, ma ser ve
maggiore comunicazione anche in chiave Blu ray ». Come al
solito provocatore, Lemmi propone addirittura per l’advertising
investimenti congiunti idei settori home video, cinema e Tv:
«Riportando l’attenzione sul film a discapito delle altre forme di
entertainment ne guadagneremmo tutti. Anche il noleggio..».
Quali sono le sue proposte per un rilancio del rental?
«La soluzione è una sola: pubblicità al settore. L’interesse per
la videoteca c’è ancora e i margini per lavorare anche. Lo dimostra il fatto che nelle giornate di pioggia il numero dei noleggi si impenna (sarà un’osservazione banale, ma così è). Il
problema è che oggi, pirateria a parte, non abbiamo più il monopolio dell’home entertainment: una torta che non va solo divisa con le altre modalità di fruizione del film (come la pay Tv),
ma anche con le altre forme (legali) di entertaiment, su tutti il
Pc e Internet. La pubblicità sul noleggio, e sul film in generale,
diventa quindi ancora più importante».
Giuseppe Lemmi,
direttore commerciale
di VideoVip/Intervideo
“La pubblicita oggi deve
difendere il rental dalle altre
modalita di fruizione e il film
dalle altre forme (legali)
di entertainment”.
Quella della pubblicità è una richiesta già avanzata da
tempo...
«Certo, ma è tutto qua! Posso riprendere a riguardo un altro
mio pensiero: non serve chiedere di pagare meno il materiale
rental quando comunque la gente non noleggia. Sono disposto anche a spendere di più, purché la pubblicità mi permetta
di fare più noleggi e alla fine di generare un utile maggiore».
In che modo è possibile investire subito in advertising?
«I costi sono alti e per questo tutta la filiera che si lega allo
sfruttamento del film dovrebbe muoversi insieme: home video,
cinema e pay Tv. Il messaggio deve riguardare tutti gli sfruttamenti del film e tutelarli a 360 gradi dalla concorrenza delle
altre forme di entertainment. Sul piano della comunicazione,
inoltre, la riduzione della window tra sale e lancio home video
aiuterebbe certamente il nostro settore a sfruttare il clamore
mediatico delle campagne cinematografiche e a dare continuità alla successiva comunicazione su Dvd e Blu ray».
Il Blu ray. Anche in questo caso si è spesso parlato di
comunicazione...
«Servirebbe ancora tantissimo. Finalmente si inizia a parlare di
“alta definizione Blu ray”, una dicitura che offre da sola maggiore chiarezza sul prodotto. Purtroppo c’è ancora una larga
fascia di pubblico che non ha ancora capito bene cosa sia il
Blu ray Disc».
Qualcuno oggi parla di revenue sharing come possibile
soluzione per il trade. Qual è la sua opinione?
«Non la vedo assolutamente una soluzione, se ne avvantaggerebbe solo l’industria. Mediamente ogni pezzo rental si è
ampiamente ripagato nel giro di poche settimane. Con i ricavi al 50% a guadagnarne sarebbe l’industria che in tre mesi di
noleggi avrebbe ricavi doppi o tripli rispetto a quanto avviene
oggi su ogni singola transazione. Perché mai le videoteche
dovrebbero rinunciare a metà del proprio incasso?».
ALBERTO FACCIONI
MAGGIOR DIALOGO TRA INDUSTRIA E TRADE, ANCHE SUI PICCOLI PROBLEMI
A
lberto Faccioni sottolinea l’importanza di una efficiente gestione del business. Secondo il responsabile di Areafilm/Il Grande Cinema migliorare il dialogo tra industria e trade contribuirebbe a ottimizzare
gli sforzi e a organizzare meglio le risorse. Un esempio su tutti: la
più grande novità ed elemento di maggiore appeal per il futuro
del settore, il 3D, ha il grosso problema della gestione degli occhialini attraverso il distributore. Un problema la cui risoluzione
può dare un grosso contributo all’apprezzamento del negozio.
In cosa può migliorare il mercato?
«Rispetto allo scorso anno il business è ancora in calo, da un lato per la crisi e dall’altro per alternative concorrenziali di pay Tv
e Internet. Osserviamo però che la perdita più elevata è stata rilevata nei negozi che offrono il minor “grado di soddisfazione”;
sebbene anche tra i nostri videoclub più importanti abbiamo registrato delle perdite. Nel contempo abbiamo potuto rilevare come -nonostante gli sforzi diretti alla sempre migliore ottimizzazione del servizio, alla scelta commerciale più opportuna e alla
promozione del prodotto - ci troviamo a dover sottolineare la
mancanza di una specifica e corretta impostazione del business
capace di migliorare il rapporto tra mercato e industria».
Ci spieghi meglio...
«Servirebbe una migliore pianificazione delle emissioni, per
esempio. Un allineamento delle date delle tassative nazionali
garantirebbe una migliore gestione e ottimizzazione dei costi da
parte dei ridistributori e dei punti vendita. Insomma una corretta
agenda delle uscite farebbe risparmiare tempo e denaro a tutta
la filiera. Con riferimento invece al 3D - una novità di assoluto interesse - per il noleggio rileviamo il problema della gestione degli
occhialini con il distributore automatico: non è possibile inserirli
nella custodia e il cliente deve entrare in negozio per richiederli
(in più va affrontata l’eventualità che non vengano restituiti)».
Accennava alla concorrenza di pay Tv e Internet...
«La pay Tv è un nemico assodato per il nostro settore, ma noi
non siamo gli interlocutori giusti per affrontare questi argomenti.
Devono intervenire le aziende: non posso pensare che il calo di
fatturato del comparto home video sia accettato dall’industria e
semplicemente compensato dalle nuove tecnologie».
Quali soluzioni propone nell’immediato?
«Intanto bisognerebbe tener conto che esiste un’offerta di fruizione dei film da parte di altri canali che penalizzano il Dvd. Una
forma di comunicazione tra aziende e trade sul corretto valore di
acquisto del prodotto servirebbe a ristabilire i giusti equilibri».
E sulla pirateria?
«Una legge è doverosa. La voglia di anteprime fa crescere soprattutto nei più giovani una gratuita e libera violazione del diritto
d’autore. La diseducazione e la mancanza di severe leggi fanno
purtroppo della pirateria un vanto».
In definitiva cosa proponete?
«Nell’ultimo biennio, pur con perdite considerevoli, la situazione
sembra andare verso un consolidamento: è quindi necessario
trovare soluzioni alternative che possano dare segnali positivi al
mercato. Vogliamo creare nuovi progetti e possibilità di business
per una ridefinizione del punto vendita attraverso l’inserimento
di nuove strategie finalizzate all’incremento della produttività».
Alberto Faccioni
Responsabile
Areafilm/
Il Grande Cinema
“Paghiamo la mancanza
di una corretta impostazione
del business capace
di migliorare il rapporto
tra mercato e industria”.
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
trade.indd 22
19-11-2010 11:40:24
23
Dicembre 2010
Lotta alla pirateria
PARTE HADOPI:
25 MILA DENUNCE AL GIORNO
LA MADRE DI TUTTE LE LEGGI ANTIPIRATERIA INIZIA IL SUO
`
PERCORSO. NUMEROSE LE MAIL INVIATE ALL’AUTORITA.
`
MA NASCE GIA, PUTROPPO, UN NUOVO NEMICO.... di Antonio Allocati
Hadopi è finalmente partita. Al momento in cui andiamo in stampa è ancora difficile fotografare con numeri precisi, e soprattutto ufficiali, l’impatto di questo
fondamentale avvenimento (lo ribadiamo ancora) per la lotta alla pirateria.
Da alcune indiscrezioni si parla però dell’invio, da subito, di un quantitativo di
circa 25 mila denunce quotidianamente inviate da parte dell’industria dei contenuti all’autorità preposta a mettere in atto la legge (che prevede i tre ammonimenti e il distacco graduale dalla connessione).
A dare queste stime è stato per primo David El Sayegh, direttore generale della SNEP (l’Associazione francese delle etichette discografiche) mentre ancora non è dato di sapere quale sia
il numero di messaggi successivi di ammonimento recapitati dall’Agenzia una volta ricevuto dagli Internet Service Provider gli identificativi degli utenti che stanno infrangendo le leggi a tutela del
copyright. Un fronte quello degli Isp che però è assolutamente compatto e sta lavorando coerentemente nella direzione giusta: la tutela del diritto e della proprietà intellettuale.
Proprio a questo proposito va infatti ricordato come alla fine anche il provider Free si sia
“piegato” alla legge Hadopi - dopo un’iniziale ostilità esplicitata pubblicamente. L’Isp,
uno dei maggior in terra francese, ha iniziato quindi anch’esso a inviare le e-mail di warning agli utenti individuati a scaricare da Internet film, musica e altro materiale coperta da
copyright E` stato il numero uno Xavier Naviel ad annunciare il cambio di rotta.
L’
ATTENZIONE A UN NUOVO NEMICO
Sopra
Nicolas Sarkozy
ha voluto fortemente
e difeso strenuamente
i tre warning
della legge Hadopi
A sinistra il Provider
Free dopo l’iniziale
ostilita` ha iniziato
a collaborare
Fatta la legge trovato l’inganno verrebbe da dire. Purtroppo sembra che i pirati francesi
non se ne stiano con le mani in mano e abbiano predisposto una contromossa, sulla carta molto temibile. I gestori di Smartorrent hanno creato un “Virtual private network” (VPN)
che consente a chi vi accede (a pagamento, tra le altre cose... ) di scaricare contenuti filmici e brani musicali in Rete con la garanzia dell’anonimato. Secondo i “report” che periodicamente Torrent Freak fornisce Smartorrent il numero di pirati che ha già deciso di
abbonarsi la servizio (pagando la tariffa di 5 euro) sarebbe in costante aumento.
FERMATA ORGANIZZAZIONE
DA 19 MLN DI EURO
importante operazione antipirateria internazionale messa a segno in Belgio, Bulgaria, Olanda
e Spagna. Più di 100 agenti di polizia hanno sequestrato centri di produzione e vendita illegali di Cd e Dvd e prodotti cinematografici destinati al mercato del falso, con ispezioni in 8 fabbriche e 5 abitazioni private, che hanno portato all’arresto di 4 persone e alla denuncia di numerosi
soggetti. Ogni prodotto sequestrato offriva musica, film e programmi televisivi illegalmente duplicati; tutti i prodotti, venduti in forma di cofanetto, contenevano un disco con 60 album musicali in
formato mp3, alcuni dei quali addirittura in pre-release (titoli di Michael Jackson, Robbie Williams,
Tiziano Ferro e molti altri). La serie illegale Masterbox (si legge in una nota Fpm) era giunta alla cinquantesima uscita e si stima che abbia venduto in totale oltre di 450 mila copie in tutta Europa.
Ogni prodotto veniva venduto mediamente a 40 euro e, nel complesso, l’organizzazione che li
produceva “ha fatturato” più di 19 milioni di euro in vendite illegali. Anche
l’Italia è stata coinvolta nel caso Masterbox: nel maggio del 2009 la GdF
di Bologna, con la collaborazione di
Fpm aveva sequestrato uno stabilimento. «Si tratta di un’importante
operazione che segna la fine di un’organizzazione che nel corso degli anni
ha distribuito in Europa milioni di opere musicali false», ha dichiarato Luca
Vespignani, segretario gen. Fpm,
«L’intervento pan-europeo dimostra
come accanto al fenomeno della pirateria digitale, resista ancora un florido
mercato dei prodotti fisici falsi. Ancora
una volta va sottolineato come la GdF
abbia svolto un ruolo chiave nella lunRobbie Williams
ga vicenda di Masterbox».
L’
Si chiude una disputa legale di 4 anni
LIMEWIRE: FINE DELLA CORSA
Limewire, fine (definitiva) della corsa.
La Riaa, l’associazione dell’industria
discografica americana, ha visto infatti
soddisfatta la propria richiesta di far interrompere ogni attività on-line al client
p2p. Il giudice della corte distrettuale
di New York Kimba Wood ha accolto tale richiesta e l’effetto immediato è
proprio l’interruzione dell’operatività di
Limewire. Così termina una disputa legale che dura da 4 anni e che, lo ricordiamo, aveva già visto Limewire condannata a inizio anno per violazione sistematica alle leggi a tutela del copyright.
Obiettivo: migliorare le azioni di contrasto
NUOVA COMMISSIONE
PARLAMENTARE
SU CONTRAFFAZIONE
Si è riunita per la prima volta il 26 ottobre la nuova Commissione parlamentare d’inchiesta sui fenomeno della contraffazione e della pirateria in campo commerciale.
All’ordine del giorno della prima convocazione che avverrà nella sede di palazzo del Seminario ci sarà l’ufficializzazione della costituzione dell’ufficio di Presidenza.
Oltre che a indagare sulle azioni di contraffazione e pirateria, la Commissione - che riporterà le sue relazioni alla Camera - avrà anche il compito di accertare i limiti istituzionali, normativi, tecnologici, organizzativi e finanziari che ne rendono inadeguate le azioni di
contrasto.
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Pirateria.indd 23
17-11-2010 11:33:13
24
Marketing
Dicembre 2010
THE
TOURIST
hriller appassionante dal parto un po’ travagliato (sia il regista che la composizione del
cast sono cambiati più volte prima di iniziare le
riprese) che però promette emozioni. La storia vede
protagonista un turista americano (Johnny Depp) in
viaggio a Venezia per lasciarsi alle spalle una relazione d’amore terminata in malo modo. Incontrerà una
donna bellissima dallo charme irresistibile, Angelina
Jolie, di cui si innamorerà, ma che in realtà nasconde
un segreto. E` infatti un agente dell’Interpol che “userà” l’ignaro turista per arrivare a catturare un pericolosissimo criminale. A sua volta un suo ex amante. Il
T
`
regista, dal nome complicatissimo, Florian Henckel
von Donnersmarck, è quello dello splendido Le vite degli altri. Nel cast oltre a Paul Bettany e Timothy
Dalton anche un lotto di nomi italiani: Christian De Sica, Raoul Bova, Neri Marcorè e Nino Frassica.
• FORMATO: Dvd e Blu ray
• DISTRIBUZIONE: 01 Distribution
• IN SALA DAL: 17 dicembre
© Marta Spedaletti (2)
• DATA USCITA: primavera 2011
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Marketing.indd 24
16-11-2010 17:10:02
25
Dicembre 2010
Marketing
BOX OFFICE MONDIALE: 293 mln di dollari
BOX OFFICE ITALIA: 1.9 mln di euro
DISTRIBUZIONE HV: Sony P.H.E
FORMATO: Dvd e Blu ray
IN SALA DAL: 29 novembre 2010
DATA DI USCITA: primavera 2011
Evelyn Salt una spericolata agente della
Cia vede la sua vita sconvolta dalle rivelazioni di una spia dell’ex Unione Sovietica:
il presidente russo verrà assassinato. Alla
regia Phillip Noyce (Giochi di potere, Sotto
il segno del pericolo) per una spy story che
propone adrenalina e continue sorprese.
MI SPOSO
i sente già profumo di cinepanettone. Ad arricchire la schiera di blockbuster natalizi arriva quest’anno (nelle sale già da fine novembre) anche una pellicola girata da
Massimo Boldi che è pure interprete del film. Nel cast anche Vincenzo Salemme,
Nancy Brilli, Enzo Salvi, Massimo Ceccherini. La storia ha come protagonista Gustavo
un cuoco che lavora in una tipica trattoria romana ma nutre ambizioni da chef di caratura
mondiale. Un giorno, suo figlio Fabio, combina uno stratagemma per bloccare le nozze di
una sua ex a St.Mortiz e dà al padre l’opportunità da sempre sognata. Inizia così una serie
interminabile di gag paradossali ed equivoci...
S
DUE CUORI
E UNA PROVETTA
BOX OFFICE MONDIALE: 42 mln di dollari
DISTRIB. HV: Moviemax/Mondo H.E.
FORMATO: Dvd e Blu ray
IN SALA DAL: 5 novembre 2010
DATA DI USCITA: 21 gennaio rental
Commedia dai risvolti decisamente attuali. La
protagonista è Kassie 40enne single e di successo professionale che si confessa al suo
migliore amico Wally per annunciargli la propria decisione di avere un bambino. Non con
l’uomo giusto ma affidandosi a un donatore. Sarà Roland, il figlio di Wally, il prescelto. Ma non tutto filerà liscio secondo i suoi
progetti...
• FORMATO: Dvd
NATALE IN SUDAFRICA
• DISTRIBUZIONE: Medusa Video
DISTR. HV: Filmauro/Terminal Video
FORMATO: Dvd e Blu ray
IN SALA DAL: 17 dicembre 2010
DATA DI USCITA: primavera 2011
Tra Johannesburg e Città del Capo le peripezie di svariati personaggi, in due episodi. Nel
primo Carlo è in vacanza in Sudafrica con Susanna, sua seconda moglie. Tutto fila liscio fino
a quando incontra il fratello Giorgio in compagnia della moglie Marta... Nel secondo Massimo Rischio, noto chirurgo è amico di vecchia
data di Ligabue, ricco macellaio toscano. I due
decidono di regalarsi una vacanza-safari nella
Savana per partecipare alla caccia grossa...
• IN SALA DAL: 26 novembre
• DATA USCITA: primavera 2011
© 2010 Baster Productions, LLC. All Right Reserved.
A Natale
DISTRIBUZIONE HV: Warner H.V.
FORMATO: Dvd e Blu ray
IN SALA DAL: 19 novembre 2010
DATA DI USCITA: primavera 2011
Settimo episodio, nato come film unico, poi
suddiviso in due parti. Harry, Hermione e Ron
ricevono un messaggio dal preside Silente.
Decidono di rinunciare all’ultimo anno di scuola
a Hogwarts, partendo per una missione: trovare e distruggere tutti gli Horcrux creati da Lord
Voldemort per nascondere i pezzi della sua
anima corrotta, per vivere in eterno.
© Filmauro/Terminal Video
© 01 Distribution (2)
HARRY POTTER E I DONI
DELLA MORTE - PARTE I
© Warner H.V.
SALT
© Sony P.H.E.
NEW RELEASE
DEI PROSSIMI MESI
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Marketing.indd 25
16-11-2010 17:10:17
Dall'Angelo_Doppia THE
15-11-2010
14:17
Pagina 1
Dall'Angelo_Doppia THE
15-11-2010
14:17
Pagina 1
28
Dicembre 2010
PROSSIME USCITE FEBBRAIO
Una selezione dei principali film in uscita rental e sell corredati dalle informazioni necessarie
(fascetta o poster cinematografico, credits, trama) per guidarvi al meglio nei vostri acquisti.
Le date di uscita possono subire variazioni indipendenti dalla volonta della redazione.
01 DISTRIBUTION
CG HOME VIDEO
Via Gandhi, 2, Interno Galleria, Scala A - 20017 MAZZO DI RHO (MI) - Ufficio Commerciale
c/o Centro Commerciale Gandhi - tel. 02/93484200 - www.01distribution.it
Via dei Confini, 236 - 50013 CAMPI BISENZIO (FI) tel. 055/875111 - fax 055/8751207 - www.cghv.it
POTICHE - LA BELLA STATUINA
GORBACIOF
USCITA: 3 febbraio rental
USCITA: 1° febbraio noleggio
GENERE: commedia REGIA: François INTERPRETI: Gerard Depardieu,
Catherine Deneuve, Jeremie Reiner ETICHETTA: BIM
GENERE: commedia REGIA: Stefano Incerti
INTERPRETI: Toni Servillo ETICHETTA: Lucky Red
TRAMA: Un facoltoso e burbero industriale viene sequestrato dai suoi
operai in sciopero. Intercederà per lui la bella moglie...
TRAMA: Marino Pacileo, contabile del carcere di Poggio Reale, è detto
Gorbaciof per la macchia che porta sulla fronte...
LO ZIO BOONMEE CHE SI RICORDA LE VITE PRECEDENTI
QUELLA SERATA DORATA
USCITA: 17 febbraio sell
USCITA: 1° febbraio sell
GENERE: commedia REGIA: Apichatpong Weerasethakul
INTERPRETI: Thanapat Saisaymar ETICHETTA: BIM
GENERE: commedia REGIA: James Ivory
INTERPRETI: Anthony Opkins
TRAMA: In fin di vita lo zio Boonmee percorre un viaggio interiore
nel quale incontra diversi fantasmi...
TRAMA: Il giovane Omar Razaghi si cimenta nella biografia dello scrittore
Jules Gund. Si scontrerà con la privacy della famiglia...
LA PECORA NERA
LA CREATURA DEI GHIACCI
USCITA: 17 febbraio sell
USCITA: 1° febbraio sell
GENERE: drammatico REGIA: Ascanio Celestini INTERPRETI: Ascanio
Celestini, Giorgio Tirabassi ETICHETTA: BIM
GENERE: horror REGIA: Mark A. Lewis INTERPRETI: Val Kilmer,
Alexandra Staseson
TRAMA: Il manicomio visto dagli occhi di Nicola che ha trascorso
nell’istituto gran parte della propria vita...
TRAMA: Un mortale parassita preistorico ha infestato una stazione
scientifica persa tra i ghiacchi...
CORSICA
LA SCUOLA E’ FINITA
USCITA: 17 febbraio sell
USCITA: 22 febbraio noleggio
GENERE: drammatico REGIA: Frederic Graziani
INTERPRETI: Michel Duchaussoy ETICHETTA: BIM
GENERE: drammatico REGIA: Valerio Jalongo
INTERPRETI: Valeria Golino, Vincenzo Amato, Fulvio Forti
TRAMA: Socrate ritorna in Corsica dopo 40 anni insieme al figlio Antoine...
dove ritrova la famiglia di origine.
TRAMA: Alex spaccia pasticche a scuola. Proverà a riportarlo sulla retta via
la professoressa Daria Quarenghi...
altri titoli
20TH CENTURY FOX H.E.
Piazza Fontana, 6 - 20121 MILANO - tel. 02/723251 - fax 02/8051371 www.20thfox.it
Sell 1 febbraio: 10 ragazze, Le diciottenni, La strategia degli affetti; La La poliziotta, Flavia la monaca mussulmana (Cinekult); Il
prigioniero di Amsterdam S.E., La donna del ritratto S.E., Quando la città dorme, Lo schiavo della furia (Sinister); Le Chevalier d’Eon vol.
5 (Yamato); Pierino colpisce ancora, Paulo roberto cotechino centravanti di sfondamento (Federeal V.); Pippi e il tesoro di Capitan kid.
Rental 22 febbraio Animal Kingdom (Mikado). Sell 22 febbraio The Horde (Dvd e BD) (Fandango); Daylight Robbery; X contro il Centro
Atomico, Il vampiro del pianeta rosso, Prigionieri dell’eternità, I 27 Giorni del Pianeta Sigma (Sinister); L’uomo che ride Paul Leni, Go
West Buster Keaton, Il dottor Jekyll e mr. Hyde, La leggenda di Liliom, Giglio Infranto, Il navigatore Buster Keaton, Othello - Dimitri
Buchowetzki, Hypocrites (D-Cult); Passione di John Turturro (Dvd e BD), Una pura formalità, L’uomo delle stelle, Come posso, Gli angeli
nascosti; L’esplosione di Giovanni Piperno (Fandango)
WALL STREET 2
USCITA: 23 febbraio sell e rental Dvd e DB
GENERE: drammatico REGIA: Oliver Stone INTERPRETI: Michael
Douglas, Shia LaBeouf
EAGLE PICTURES
Via Marostica, 1 - 20121 MILANO tel. 02/4385091 - fax 02/43850901 www.eaglepictures.com
TRAMA: A 23 anni di distanza il sequel di Wall Street. Gekko esce
di prigione ma si rifà tentare dagli intrighi dei giochi di borsa...
L’IMMORTALE
I GRIFFIN PRESENTANO IT’S A TRAP
USCITA: febbraio noleggio Dvd e BD
USCITA: 9 febbraio sell Dvd e BD
GENERE: thriller REGIA: Richard Berry INTERPRETI: Jan Reno, Kad
Merad, Jean-Pierre Daroussin
GENERE: animazione
REGIA: Peter Shin
TRAMA: Charly, ex criminale, si dedica ormai alla famiglia. Una mattina viene trovato al porto di Marsiglia con 22 pallottole in corpo. Ma non morirà...
TRAMA: Nuovo direct to video dei Griffin e terza parodia di Star Wars Il ritorno dello Jedi
FRATELLI IN ERBA
altri titoli
USCITA: febbraio sell Dvd e BD
Febbraio rental: Tempo di reazione, Stitches - Punti di sutura (Mediafilm). 9 febbraio sell: Blessed, Bubble, The Matador, Possessed,
Black Down, Rated X (Mediafilm).
GENERE: commedia REGIA: Tim Blake Nelson INTERPRETI: Edward
Norton, Melanie Linskey, Susan Sarandon, Keri Russel, Richard Dreyfuss
TRAMA: Bill apprende dell’assassinio del gemello Brady, ucciso per affari
di droga. Lascerà la cattedra universitaria per tornare in Oklahoma.
CONFUCIO
USCITA: febbraio sell Dvd e BD
GENERE: biografico REGIA: Mei Hu
INTERPRETI: Chow Yun-Fan, Chen Jlabin
TRAMA: La storia del filosofo cinese Confucio sotto la corte della dinastia Zhou, mentre i signori della guerra cercano di dividersi l’impero.
altri titoli
Enjoy, Il massacro di Haditha (Dvd e BD), Fair Game(Dvd e BD), Miral (Dvd e BD), Step Up 3D (Dvd e BD). Collana della vita Blu ray:
Johnny il bello, Arizona Dream, Essi vivono (They Live), Sono innocente, Quell’oscuro oggetto del desiderio, Rischiose abitudini, Codice
d’onore, Joss - Il professionista, All’ultimo respiro.
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Uscite Video.indd 28
19-11-2010 13:01:30
29
Dicembre 2010
KOCH MEDIA
SONY PICTURES H.E.
Via Volturno 10/12 - Osmannoro - Sesto Fiorentino (FI) - tel. 055/34177
www.kochmedia.it
Via Galileo Galilei, 40 - 20092 CINISELLO BALSAMO (MI) - tel. 02/69932001 - fax 02/69932020
www.sonypictures.it
© Universal P.I.
PROSSIME USCITE FEBBRAIO
YATTAMAN - IL FILM
La famiglia Sullivan, Il prigioniero dell’isola degli squali, I martiri di Belfiore, East West East (DNA).
USCITA: 23 febbraio noleggio
GENERE: fantasy REGIA: Takashi Miike INTERPRETI: Sho Sakurai,
Saki Hukada, Kyoko Fukada ETICHETTA: Officine UBU
MEDUSA VIDEO
TRAMA: Dalla omonima serie animata giapponese. Due giovanissimi
scienziati lottano per salvare il mondo contro una banda di pazzi criminali...
Viale Europa, 46 - 20093 COLOGNO MONZESE (MI) - tel. 02/25141 - fax 02/25148386
www.medusahe.it
SHARM EL SHEIKH
USCITA: 9 febbraio
GENERE: commedia REGIA: Ugo Fabrizio Giordani
INTERPRETI: Enrico Brignano, Giorgio Panariello, Laura Torrisi
TRAMA: Fabio, assicuratore, rischia il posto di lavoro. Porterà tutta la
famiglia in vacanza a Sharm el Sheikh per inseguire e “lisciare” il suo capo...
TERMINAL VIDEO
Via B.Buozzi, 24/26 - 40057 GRANAROLO DELL’EMILIA LOC. CANDRIANO (BO) tel. 051/6047011
fax 051/6047040 www.terminalvideo.it
Sailor Moon - Vol . 1-6, Sailor Moon Box Vol. 1 (Eps. 1-16 - 4 Dvd), Sailor Moon Box Vol. 2 (Eps. 17-32 - 4 Dvd), Eureka Seven Box Vol. 3 (Eps.
26-38 - 3 Dvd), Gurren Lagann - The Movie I Limited Edition (2 Dvd), Inuyasha - The Final Act Box Vol. 1 (Eps. 1-13 - 3 Dvd), Mobile Suit
Gundam 0083 The Movie - L’ultima scintilla di Zeon (anche in Limited Edition), Mobile Suit Gundam The Movie - Il contrattacco di Char (anche
in Limited Edition).
BENVENUTI AL SUD
USCITA: 23 febbraio
GENERE: commedia REGIA: Luca Miniero INTERPRETI: Claudio Bisio,
Alessandro Siani, Angela Finocchiaro, Valentina Ludovini
TRAMA: Remake italiano del film francese Giù al Nord. Il signor Colombo,
direttore di un ufficio postale brianzolo, viene per punizione trasferito al Sud.
POMPOKO
USCITA: 23 febbraio
GENERE: animazione REGIA: Isao Takahata
ETICHETTA: Lucky Red
TRAMA: Favola sullo scontro tra urbanizzazione e natura, con protagonisti
gli animali di un bosco giapponese...
UNIVERSAL P.I.
Viale Po, 12 - 00198 ROMA - tel. 06/852771 - fax 06/85277361 - Sede commerciale: p.o. Ims Group,
via Bergamo, 315 - 21042 CARONNO PERTUSELLA (VA) - www.homevideo.universalpictures.it
Anche
in
AY
BLU-R
CATTIVISSIMO ME
USCITA: rental e sell (anche in BD)
GENERE: animazione
REGIA: Pierre Coffin, Chris Renauld, Sergio Pablos
altri titoli
TRAMA: Un super cattivo dal cuore tenero si cimenta nel tentativo
di rubare la luna. Nel mentre tre orfanelle cambieranno la sua vita...
9 febbraio sell: La solitudine dei numeri primi (Dvd, Blu ray e Dvd + libro).
DEATH RACE 2
USCITA: rental e sell (anche in BD)
GENERE: azione REGIA: Roel Reinè INTERPRETI: Danny Treyo,
Sean Bean, Ving Rhames
MONDO H.E.
TRAMA: Un gruppo di carcerati americani dovrà partecipare a una gara
automobilistica. In palio la salvezza della propria vita...
Via Melchiorre Gioia, 72 20125 MILANO - tel. 02/6679791 - fax 02/66797979 www.mondohe.it
GRAZIE PER QUEL CALDO DICEMBRE
USCITA: febbraio sell
GENERE: drammatico REGIA: Sidney Poitier
INTERPRETI: Sidney Poitier ETICHETTA: Stormvideo
altri titoli
Royal Pains - Stagione 1, Heroes - Stagione 4 (Dvd e BD), Heroes - The Complete Series. Catalogo BD: Alla fine arriva Polly..., Daylight - Trappola
nel tunnel, Ray, Billy Elliot, Le ceneri di Angela, About a Boy, Cuori ribelli
TRAMA: In soggiorno a Londra con la figlia, il dott. Younger (vedovo)
incontra la giovane Katherine. Incontro che cambierà i loro destini...
GIOVANI GUERRIERI
USCITA: febbraio sell
GENERE: drammatico REGIA: Jonathan Kaplan
INTERPRETI: Matt Dillon ETICHETTA: Stormvideo
WARNER H.V.
Via Ugo Foscolo, 1 - 20121 MILANO - tel. 02/721281 - fax 02/72128200 www.warnerhomevideo.it
THE TOWN
TRAMA: Racconto sul disagio (tra droga e ribellione) dei giovani troppo
viziati nell’opulenta cittadina di New Granada...
USCITA: 8 febbraio rental e 22 febbraio sell (anche in BD)
GENERE: thriller REGIA: Ben Affleck INTERPRETI: Ben Affleck,
Rebecca Hall, Chris Cooper, Jeremy Renner
TRAMA: Una banda di rapinatori di Boston prende in ostaggio
una ragazza del loro stesso quartiere, che potrebbe riconoscerli...
PARAMOUNT H.E.
FIGLI DELLE STELLE
Via del Ghisallo, 20 - 20121 MILANO - tel. 02/300161 - fax 02/38011210 www.paramount.com
USCITA: 8 febbraio rental e 22 febbraio sell
DORA L’ESPLORATRICE - ESPLORA LA TERRA
USCITA: febbraio sell
GENERE: commedia REGIA: Lucio Pellegrini INTERPRETI:
Pierfrancesco Favino, Fabio Volo, Claudia Pandolfi, Giuseppe Battiston
GENERE: animazione
ETICHETTA: Nickelodeon
TRAMA: Un gruppo di precari e disoccupati decide di rapire un ministro
per cercare di dare una svolta alla propria vita...
TRAMA: Un altro episodio della fortunata serie Tv, con Dora questa volta
in giro per il mondo...
altri titoli
Catalogo sell (22 febbraio): C’è posta per te, Malcom X (anche DB); Tom e Jerry - Ne vedremo delle belle.
altri titoli
Jersey Shore - Stagione 1; True Grit (Original) Blu ray
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Uscite Video.indd 29
19-11-2010 11:50:56
30
Dicembre 2010
TACKERS
Commedia
Usa 2010 Regia: John Luessenhop Interpreti: Matt Dillon,
Paul Walker, Hayden Christensen, Zoe Saldana, Idris Elba
Distribuzione: Sony P.R.I. Distribuzione home video Sony P.H.E.
Animazione
Un gangster decide di cambiare radicalmente vita e di dedicarsi
alla propria famiglia. Una mattina viene trovato in fin di vita
nel parcheggio del vecchio porto di Marsiglia...
Il bandito Flynn Rider stringe un patto con una ragazza
imprigionata in una torre. Partiranno per una fuga assieme
a un camaleonte ultraprotettivo e una banda di balordi...
Usa 2010 Regia: Woody Allen Interpreti: Anthony Hopkins,
Josh Brolin, Naomi Watts, Antonio Banderas Distribuzione:
Medusa Distr. home video: Medusa V.
Le tormentate vicende di due coppie. Alfie lascia la moglie per
una call girl, Charmaine e la figlia Sally affronta un matrimonio
alla deriva...
TRE ALL’IMPROVVISO
Commedia
Usa 2010 Regia: Greg Berlanti Interpreti: Katherine
Heigl, Josh Duhamel, Christina Hendricks, Josh Lucas
Distribuzione: Warner Bros Distr. home video: Warner H.V.
Le differenze interne di una coppia improbabile vengono
appianate dalla piccola Sophie. Che costringerà Holly ed Eric
a trovare casa e darsi una regolata...
THE TOURIST
Azione
Usa 2010 Regia: Florian Henckel Interpreti Angelina Jolie, Johnny
Depp, Paul Bettany, Rufus Sewell, Raoul Bova Distribuzione:
01 Distribution Distribuzione home video: 01 Distribution
Una scaltra e bellissima agente al serivzio dell’Interpol sfrutta
un turista americano nel tentativo di sfuggire a un criminale con
il quale in passato aveva avuto una relazione...
RAPUNZEL
L’INTRECCIO DELLA TORRE 3D
Usa 2010 Regia: Jonathan Greno Distribuzione Walt Disney
Studios Distribuzione home video Walt Disney Studios H.E.
17 DICEMBRE
Thriller
© Medusa (2); Sony (1); Walt Disney Studios Enterprice (2); Warner Bors (1); 01 Distribution (1); Filmauro (1); 20th Century Fox (1); Paramount Entertainment (1); Foto di Claudio Iannone/Credits Cattleya 2010 (1); Bim (1)
DICEMBRECINEMA
INCONTRERAI L’UOMO
DEI TUOI SOGNI
15 DICEMBRE
3 DICEMBRE
I FILM DA VEDERE
NATALE IN SUD AFRICA
Commedia
Italia 2010 Regia: Neri Parenti Interpreti: Christian
De Sica, Max Tortora, Massimo Ghini, Belen Rodriguez
Distribuzione: Filmauro Distribuzione H.V.: Terminal V.
Un giovane manager si deve trasferire a Roma per
lavoro. Sarà l’inizio di una serie di coinvolgenti avventure
sentimentali che non dureranno molto però...
LE CRONACHE DI NARNIA
IL VIAGGIO DEL VELIERO 3D
LA BANDA DEI BABBI NATALE
MEGAMIND 3D
Commedia
Animazione
Fantasy
Italia 2010 Regia: Paolo Genovese Interpreti: Aldo, Giovanni
e Giacomo, Angela Finocchiaro, Lucia Ocone Distribuzione:
Medusa Distribuzione home video: Medusa V.
Usa 2010 Regia: Tom McGrath Distribuzione: Universal
Pictures Distribuzione home video: Paramount Home
Entertainment
Edmund e Lucy Pevensie con il cugino Eustachio Scrubb partono
per una misteriosa missione verso le Lone Islands...
La storia è ambientata a Milano: i tre amici la vigilia di Natale vengono
beccati dalla polizia mentre, vestiti come Santa Claus, sono appesi
ad un palazzo e stanno cercano di entrare in un appartamento...
Supercattivo da fumetto, Megamind dopo avere vinto le sue
battaglie decide di creare un nuovo supereroe, per combattere
ancora. Ma il parto del suo esperimento, Titan, vuole a sua volta
fare il supercattivo...
AMERICAN LIFE
UN ALTRO MONDO
TRON: LEGACY 3D
Drammatico
Fantascienza
Italia 2010 Regia: Silvio Muccino Interpreti: Silvio Muccino, Michael
Rainey, Isabella Ragonese, Maya Sansa, Flavio Parenti, Greta Scacchi
Distribuzione: Universal P. Distr. home video: Universal P.
Usa 2010 Regia: Joseph Kosinski Interpreti: Olivia Wilde,
Michael Sheen, Jeff Bridges, James Frain Distribuzione
Walt Disney S. Distribuzione home video: Walt Disney S.H.E.
Andrea ha una relazione senza futuro con una ragazza anoressica.
Riceverà una lettera dal Kenya che gli annuncia l’imminente morte
di suo padre; una volta in Africa scoprirà di avere un fratellino di 8 anni...
1989, Kevin Flynn creatore di un famoso videogioco, sparisce,
lasciando il figlio Sam. Cresciuto, Sam, decide di mettersi
alla ricerca del padre, iniziando a indagare nel suo laboratorio...
Commedia
Usa 2009 Regia: Sam Mendes Interpreti: John Krasinski,
Maya Rudolph, Jeff Daniels, Maggie Gyllenhaal, Allison Janney
Distribuzione: BIM Distribuzione home video:
01 Distribution
Una giovane coppia in attesa di un bambino viene scossa da
una notizia improvvisa che cambierà radicalmente i loro piani...
22 DICEMBRE
Usa 2010 Regia: Micheal Apted Interpreti: Ben Barnes, Skandar
Keynes Distribuzione: 20th Century Fox Distribuzione home
video: 20th Century Fox H.E.
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
ProspettoUC.indd 30
16-11-2010 17:17:16
PECCATO
PERDERLO
Scegliete il meglio per il vostro business: essere bene informati
è una parte importante della propria professione perchè aiuta
a capire le opportunità che può offrire il mercato nel quale si opera.
Abbonatevi a Trade Home Entertainment vi avvarrete di una
particolare offerta speciale che porterà direttamente al vostro
indirizzo un’informazione seria e puntuale sui fatti, i prodotti,
le strategie e le evoluzioni del mercato dell’home video.
Consegna gratuita ogni mese un servizio gratuito porterà
Trade Home Entertainment direttamente al vostro recapito
prezzo bloCCato per tutta la durata dell’abbonamento
il prezzo non subirà modifiche, anche in caso
di aumento del prezzo della rivista
undiCi numeri assiCurati in caso di mancato
ricevimento potrete richiedere un nuovo invio
al nostro servizio abbonamenti oppure
prolungare l’abbonamento fino
al recupero dei numeri persi
ABBONATI SUBITO
11
trade home
entertainment
+
speciale
blu-ray
solo
= 20
euro
Compilare e spedire in busta chiusa a Editoriale Duesse S.p.A. - Servizio Abbonamenti - Via Donatello, 5/b - 20131 Milano,
o inviare via fax allo 02/27796300. Per ulteriori informazioni: tel.02/27796223 e-mail: [email protected]
SCOPRI
il nuovo servizio per
ABBONARTI ON LINE
vai su
http://abbonamenti.e-duesse.it/
sì
CARTOLINA DI ABBONAMENTO
da compilare in stampatello
mi abbono per un anno a trade HOMe eNtertaINMeNt (11 numeri) + Speciale
Blu-ray (11 numeri) approfittando della speciale offerta pagherò solo €20,00 comprese
spese postali. Riceverò anche gli speciali allegati a Trade Home Entertainment.
Resta inteso che il prezzo rimarrà bloccato per tutta la durata dell’abbonamento
Nome .............................................................................................................................................................
Cognome .......................................................................................................................................................
Società/punto vendita ..................................................................................................................................
Funzione .......................................................................Indirizzo ..................................................................
C.A.P. ........................... Città ............................................................................ Prov..................................
Telefono .............................................................. E-mail ..............................................................................
P.I. o C.F. (obbligatorio).................................................................................................................................
Pago tramite bollettino postale intestato a Editoriale Duesse S.p.A. – Via Donatello, 5/b – 20131 Milano
conto corrente n. 52594256 (causale: abbonamento Trade Home Entertainment)
Pago tramite bonifico bancario sul conto corrente n. 52594256 intestato a Editoriale Duesse S.p.A.
c/o Poste Italiane S.p.A. – ABI 07601 – CAB 01600 – IBAN IT 20 V 07601 01600 000052594256
allegando la ricevuta del pagamento effettuato.
I dati personali da me forniti saranno trattati e utilizzati da Editoriale Duesse S.p.A. per la gestione dell’abbonamento o per iniziative di
carattere redazionale. Acconsento che sia Editoriale Duesse che altre società possano contattarmi per altre proposte commerciali o sondaggi d’opinione
Sì
NO Ai sensi dell’articolo 7 del D. Leg. 196/03 io potrò in qualsiasi momento esercitare i relativi diritti, fra cui consultare, modificare e cancellare i miei dati, scrivendo a Editoriale Duesse S.p.A. – Responsabile Dati – Via Donatello, 5/b – 20131 Milano.
U_Team_PP_Mediaword_Layout 1 05/11/10 13.22 Pagina 1
Artwork: © 2010 Universal Studios. All rights reserved.
H OME
ENTERTAINMENT
.
.
.
”
P
U
P
E
“ST
A
N
E
T
A
C
S
i
s
D
e il 3
USA, IL BLU RAY
TRAINA L’HOME
ENTERTAINMENT
EUROPA,
+72%
NEL Q3
Pagina
6
Pagina
8
FNAC, L’ALTA
DEFINIZIONE
AL CENTRO
Pagina
9
© Summit Entertainment - Eagle Pictures
e
Trad
EDITORIALE DUESSE
€ 1,55 - Periodico mensile - Poste Italiane
s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale
- D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004
n°46) art.1,comma 1,DCB Milano Direttore
responsabile: Vito Sinopoli - Stampato presso
Quadrifolio s.p.a., Milano - Supplemento a Trade
Home Entertainment n. 12 - dicembre 2010
© 2010 Mandate Pictures
Distribuito da Mondo Home Entertainment S.p.A. - Via Melchiorre Gioia, 72 - 20125 Milano - Tel. 02.6679791 - Fax. 02.66797979 e-mail: [email protected] - www.mondohe.it
ADV_2Cuori1Provetta_THE.indd 1
2-11-2010 11:34:53
3
Dicembre 2010
Primo piano
EDITORIALE
SE IL NEGOZIO TORNA A PARLARE
N
on è certo una cosa semplice di questi
tempi riuscire a “schivare” il brutto, ed essere colpiti, invece, da qualcosa che sà di
positivo. Questo mese una sorta “good vibration” ce l’ha data l’intervista che leggete qui sotto, nell’usuale spazio che riserviamo alla distribuzione, a Renzo Centofante titolare del negozio Video
Cinema.
Semplice (ma di certo non banale) il concetto che emerge: chi gestisce un negozio e vende entertainment decide
di fare quello che qualsiasi imprenditore in momenti difficili e densi di incognite si trova a dover fare: investire, rinnovare e dunque in qualche modo rischiare nel modo più
“calcolato possibile”.
Lo ha fatto per esaltare l’appeal qualitativo del formato
Blu ray, sfruttando la vocazione tecnologica del proprio negozio; investendo in
buona sostanza nello spazio
vendita. Ma soprattutto ha
“cambiato”, ha rinnovato,
accogliendo con approccio
propositivo un segnale inequivocabile che il consumatore
finale ci sta dando da parecchio tempo.
Dimostra questo che non sono soltanto le grandi superfici
dell’elettronica di consumo o le catene di megastore specializzati ad avere il monopolio assoluto dell’innovazione
nel trade. Lo può fare il titolare di un negozio indipendente scegliendo di farlo “parlare”.
Il punto vendita deve tornare a essere un anello imprescindibile nella filiera dell’intrattenimento anche e soprattutto dal punto di vista della comunicazione e della dimostrazione di una tecnologia. Che va promossa anche in
questo modo, dando motivazioni all’acquisto a un utente
mediamente spaesato, diffidente e di certo poco incline
ad acquisti avventati.
La comunicazione sul Blu ray, è triste dirlo ma è la verità,
ancora non è sufficiente. Lo diciamo a ragion veduta.
Non solo la “sciura Maria” è troppo lontana dal Blu ray; lo
sono molti giovani che ignorano - anche incolpevolmente
- il valore di un supporto fisico così ricco di innovazione
e benefit. La pirateria nella sua enormità non può essere
l’unica spiegazione.
Tornare a comunicare con il negozio, farlo comunicare
per tornare a essere in sintonia con il nuovo consumatore
non solo è possibile.
E` la via da percorrere.
di Antonio Allocati
NON SOLO L’UTENZA MEDIA E` TROPPO LONTANA
DAL BLU RAY; LO SONO MOLTI GIOVANI CHE IGNORANO
- ANCHE INCOLPEVOLMENTE - IL VALORE DI UN SUPPORTO
RICCO DI INNOVAZIONE E BENEFIT.
VIDEOTECHE
LA FORZA DELLA SINERGIA CON L’HARDWARE
RENZO CENTOFANTE DI VIDEO CINEMA INVESTE ANCHE PER SFRUTTARE L’APPEAL DELL’ALTA DEFINIZIONE.
L
ocali rinnovati per lo store Video Cinema di Roccasecca Stazione, in provincia di Frosinone. Il negozio, specializzato
anche nell’impiantistica di sistemi home cinema
di alta gamma, ha ridotto lo spazio dell’hardware per offrire maggiore spazio all’esposizione del sell tru. E del Blu ray Disc in particolare,
grazie anche al supporto di corner dimostrativi.
«La scelta di rinnovarsi era obbligata», spiega il
titolare dello store laziale Renzo Centofante,
«per dare ai clienti un messaggio positivo, per
incentivarli a entrare e per mostrare che questo
business è ancora dinamico...». L’esperienza di
Video Cinema insegna che non solo le grandi
superfici dell’elettronica di consumo possono
essere all’avanguardia nella proposta dell’alta
definizione. Con un business diviso tra il video e
hi-fi, la naturale evoluzione del negozio è andata verso la sinergia tra home video e hardware,
che ha oggi la sua massima espressione negli
impianti home cinema in alta definizione.
In che modo il rinnovo del negozio può essere funzionale al business?
«Innanzitutto gli spazi sono stati ripensati per
facilitare la pedonalizzazione e per offrire maggiore visibilità alla vendita dei film, che negli ultimi tempi ha in parte compensato il calo del noleggio. Il maggior spazio a disposizione mi ha
consentito inoltre di ampliare l’esposizione dei
titoli in Blu ray Disc e di posizionare al meglio i
corner dimostrativi, fondamentali per presentare il formato ai clienti».
Quali sono le sue considerazioni sul BD?
«Purtroppo non ci sta ancora dando quelle
soddisfazioni che ci aspettavamo, con il contributo della PlayStation 3 che è stato al di sotto
delle attese. Fino a questo momento il formato
è stato appannaggio solo di una nicchia di ap-
Quanto è importante la sinergia con
l’hardware?
«I nostri corner dimostrativi rappresentano un
elemento di impatto decisivo sul consumatore:
difficilmente chi prova l’esperienza dell’alta definizione non ne rimane affascinato; la differenza rispetto al Dvd è notevole. La sinergia è funzionale per entrambi i business della mia attività. Nel corso dell’anno abbiamo realizzato una
decina di impianti home cinema in alta definizione. Non sono moltissimi, ma puntando sull’alta gamma non possiamo pretendere grandi
numeri».
Renzo Centofante, titolare di Video Cinema
di Roccasecca (Fr)
passionati, la vendita funziona ed è in crescita
ma i suoi numeri sono ancora piuttosto contenuti. Le aspettative sono comunque positive
e in considerazione anche dell’abbassamento
del prezzo dei prodotti hardware e, con la fine dell’anno e con il Natale, credo che la situazione potrà sbloccarsi. I lettori Blu ray di primo
prezzo sono ormai più che abbordabili e inoltre
il mercato del Dvd player ha oltrepassato la fase
di maturazione ed è arrivato quella della sostituzione; almeno secondo le mie osservazioni...
e chi deve cambiare l’apparecchio può trovare
un Bd player ben sotto i 100 euro».
migliore qualità audio farebbe a pugni con
la proposta degli impianti di amplificazione
di alta gamma».
Una questione di immagine...
«Il target a cui si deve rivolgere un negozio
specializzato deve essere quello della fascia medio-alto spendente. Chi cerca solamente il prezzo non verrebbe comunque
nel mio negozio, ma si rivolgerebbe direttamente alle grandi superfici. Noi dobbiamo
puntare sulla qualità».
Come si compone il vostro assortimento in fatto di Bd
player?
«Abbiamo lettori a
prezzi accessibili (si
parte da 139 euro), ma
non quelli della primissima fascia di prezzo.
Il motivo è che questi prodotti non sono
compatibili con il formato Dts Master Audio, ovvero lo standard
Dts in alta definizione. E
presentare player, sebbene a basso prezzo,
che non supportino la
LA SCELTA DI RINNOVARSI ERA OBBLIGATA PER DARE
AI CLIENTI UN MESSAGGIO POSITIVO E PER MOSTRARE
CHE QUESTO BUSINESS E` ANCORA DINAMICO...
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
editoriale.indd 3
17-11-2010 12:56:57
4
© K.C. Bailey - 2009 Summit Entertainmet, LLC. All Right reserved. (2)
News
Dicembre 2010
Musica da sentire e... vedere in Real 3D. La qualita` dell’alta definizione esalta il terzo episodio della serie (distribuito da Eagle P.)
CON «STEP UP»...
IL 3D SI SCATENA
`
il primo film dedicato al mondo del ballo che esce in
3D. Il terzo capitolo della fortunata saga Step Up, siglato Summit Entertainment e distribuito in Italia
ovviamente da Eagle Pictures, racconta di Luke, un generoso e talentuoso ballerino di strada rimasto orfano, che
deve combattere anche una sua personalissima battaglia
per non essere sfrattato. Abita infatti in un vecchio e diroccato magazzino nel cuore della New York underground che
E
viene invece utilizzato dai ballerini di strada prevenienti da
ogni angolo del mondo. Il modo per evitare lo sfratto definitivo si presenta davanti a Luke come una difficile ma stimolante sfida. Dovrà infatti vincere, insieme alla sua crew del
covo dei pirati, la World Jam Competition. Una grandiosa
e massacrante kermesse in occasione della quale i migliori
ballerini di strada del mondo si ritrovano faccia a faccia per
sfidarsi e decretare chi sia il più forte. Un incontro tanto mi-
sterioso quanto intrigante, con la bella Natalie, aumenterà
l’adrenalina in corpo per Luke...Coreografie di livello altissimo curate dal regista Jon Chu (che ha diretto anche il precedente e che ha un passato da ballerino professionista)
che vengono esaltate nell’incontro tra musica e immagini
con la qualità dell’alta definizione e la capacità di coinvolgimento del 3D. Il film infatti si presenta con le massime credenziali dal punto di vista della qualità in Real 3D.
FOX CON IL BLU RAY
REGALA IL KENYA
2
0th Century Fox H.E. ha lanciato in occasione dell’uscita sul mercato del Blu ray di Predators e Alien
Anthology il concorso “Vinci una vacanza da urlo”.
Creato in collaborazione con Phone&GO il concorso mette
in palio un soggiorno per due persone in Kenya.
Per partecipare occorre innanzitutto scegliere uno dei due
temi protagonisti dell’iniziativa rispondendo a uno dei due
quesiti : “Quanto sei predatore?”, oppure “Chi sono gli
alieni della nostra società?” e realizzare conseguentemente un video-clip della durata massima di 5 minuti, in stile
rap, basati proprio su questi spunti. Una volta fatti i videoclip occorrerà caricarli sul sito di YouTube e quindi iscriversi al concorso dal sito passalblu.it (c’è tempo fino al 5
gennaio 2011).
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
News4OK.indd 4
12-11-2010 16:30:17
5
Dicembre 2010
News
IL BLU RAY A GONFIE
VELE IN EUROPA
IL REPORT
DI D.E.G.E. RELATIVO
AL Q3 EVIDENZIA
UN’IMPENNATA
NELLE VENDITE
DEL SOFTWARE
IN ALTA DEFINIZIONE.
OTTIMO
PRESUPPOSTO
PER IL SELL-OUT
NATALIZIO
DI STEFANO ALBINI
HMV, tra le insegne della distribuzione che
piu` ha beneficiato della crescita del Blu ray
he aria “tira” in Europa nel mercato dell’alta definizione? Abbiamo già visto in
precedenza (in particolare sul numero di
ottobre) come due mercati come Gran
Bretagna e Spagna avessero già dato
segnali confortanti circa la crescita delle
vendite di film in Blu ray. In particolare, abbiamo avuto modo di confutare come in Uk sia stato proprio il comparto
del software in alta definizione trainare il rilancio del fatturato di un big della distribuzione come HMV. Che ha nell’home video oggi una fonte di ricavi imprescindibile.
© Sony P.H.E.
C
I DATI POSITIVI DEL REPORT
Il mercato europeo viene fotografato dalle analisi effettuate dal Digital Entertainment Group Europe (D.E.G.E.),
l’associazione che raggruppa i player dell’industria dell’intrattenimento domestico continentale, che ha diffuso
recentemente i dati relativi al Q3 del 2010.
Nel terzo trimestre dell’anno le vendite di Blu-ray in Europa
secondo il report sono cresciute del 72,3% (rispetto allo
stesso periodo dell’anno passato) totalizzando così un giro d’affari pari a 445 milioni di euro dall’inizio del 2010.
Per quanto riguarda il dato a volume le vendite di Blu ray
sono cresciute del 98,3%, arrivando a quota 24,7 milioni di pezzi. Negativo invece l’andamento riferito al Dvd:
vendite in calo del 4,3% a valore e del 5,8% a volume
(per un totale di 342 milioni di units vendute nel periodo
preso in esame).
La spesa globale dei consumatori ha potuto beneficia-
Il presidente del D.E.G.E.,
Yves Cailluad
“Nell’ultimo
trimestre
dell’anno
ci aspettiamo
un’ulteriore
crescita delle
vendite del
Blu ray Disc”
Il kolossal catastrofico “2012”, tra i best seller in Blu ray sul mercato europeo.
re del contributo positiEUROPA - L’ANDAMENTO DEL Q3 2010
vo del Blu ray quindi reVendite (euro)
+/-%
Volume (Unità)
+/-%
gistrando un incremenBlu
ray
445
mln
72,3%
24
mln
98,3%
to del 0,7 per cento, riDvd
3,5 mld
-4,3%
342 mln
-5,8%
spetto allo stesso periodo dell’anno precedente,
Totale
4 mld
0,7%
367 mln
-2,3%
arrivando a un totale di 4
Fonte: D.E.G.E.
miliardi di euro.
Tra i titoli in Blu ray che
hanno trainato in modo più significativo le vendite nel cor- nella prima settimana di novembre, che «negli ultimi due
so dell’anno, secondo quanto indicato nella nota ufficiale anni, abbiamo visto la crescita del fomrato Blu ray traidel D.E.G.E, vi sono titoli evento come Avatar, Scontro tra nata principalmente dal desiderio di qualità sempre più
titani, 2012, Sherlock Holmes e Alice in Wonderland.
forte diffuso presso i consumatori. E durante l’ultimo triIl presidente del D.E.G.E., Yves Cailluad (nonchè Senior mestre dell’anno, che come al solito sarà assolutamenVice President EMEA of Warner Home Video and Digital te decisivo, ci aspettiamo di vedere le vendite in ulterioDistribution) ha sottolineato, commentando i dati diffusi re crescita».
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
News5.indd 5
18-11-2010 17:08:20
6
Estero
Dicembre 2010
SUL MERCATO AMERICANO
SI CONFERMANO L’OTTIMO
ANDAMENTO E LE GRANDI
PROSPETTIVE PER IL BLU RAY.
CHE RIESCE (QUASI)
A TAMPONARE
LE PERDITE DEL DVD.
di Stefano Albini
U.S.A. 2010:
ALTA DEFINIZIONE,
AVANTI TUTTA
L
a congiuntura attuale per il mercato dell’entertainment americano e l’importanza dell’alta definizione sono stati al centro della terza edizione del “Blucon”, l’annuale convention presentata dal Digital Entertainment Group e
interamente dedicata alle evoluzioni del Blu ray Disc. L’appuntamento, che
si è tenuta il 2 novembre scorso a Beverly Hills, ha raccolto i rappresentanti dell’industria dell’home entertainment, ma anche alcuni dei protagonoisti della realizzazione dei film in alta definizione, su tutti il regista di Avatar James Cameron, che attraverso il suo kolossal ha dato un contributo determinante alla diffusione di un nuovo
modo di pensare l’home entertainment, fatto di alta definizione e di digital 3D.
Il meeting californiano ha confermato l’entusiasmo e la volontà comune dei distributori di contenuti - oltre che dei costruttori hardware - di puntare sul formato e di spingere decisamente sull’acceleratore per favorire lo sviluppo strategico anche del 3D in
versione domestica.
“Prevediamo di raggiungere il traguardo
di 2 miliardi di dollari di ricavi”,
un tasso ancora molto forte; parlo di un +86%, un risultato importante che ci fa
ben sperare anche per i prossimi mesi. Al punto che prevediamo di raggiungere il
traguardo di 2 miliardi di dollari di ricavi. Per favorire ulteriormente la crescita del Blu
ray, il Digital Entertainment Group e The Film Foundation stanno lanciando un’iniziativa congiunta per il recupero di film classici in alta definizione che sarà promossa
attraverso un’operazione di comunicazione pubblica. Ci saranno infatti degli spot
promozionali che saranno inseriti nei Dvd pubblicati in tutto il mondo con protagonisti grandi cineasti del calibro di Martin Scorsese e Clint Eastwood».
Mike Dunn President of 20th Century Fox Home Entertainment, dal canto suo ha
rimarcato come «i consumatori hanno incominciato a familiarizzare con il prodotto
Blu-ray nel 2010 come mai prima. Quasi il 20% delle famiglie hanno oggi in casa un
lettore Blu-ray. Avatar, uscito lo scorso aprile sul mercato, ha oltrepassato il muro
degli 8 milioni di pezzi venduti nel mondo».
«Di certo sta per scattare anche il momento per il catalogo non solo per le new
release in Blu ray», ha affermato poi David Kornblau, President of Universal Studios
Home Entertainment. «E’ davvero incredibile pensare a quanti titoli di catalogo non
siano ancora oggi disponibili sul mercato per l’alta definizione».
R. SANDERS (DEG)
PARLA JAMES CAMERON
IL MERCATO
Tra i relatori del workshop ovviamente il presidente del Board del Deg, Ron Sanders
(numero uno anche di Warner Home Video Usa) che ha innanzitutto messo a fuoco
con il supporto dei dati dell’associazione la congiuntura del mercato d’oltreoceano.
«Il Dvd», ha riferito lo stesso Sanders, secondo quanto riporta il magazine statunitense Homemediamagazine.com «ha registrato nel 2010 un calo delle vendite del
14% sin qui. Nel contempo le vendite di film in alta definizione sono cresciute con
Il momento clou della manifestazione è stato però quando ha preso la parola James
Cameron, regista del film evento dell’anno, Avatar. Il cineasta e il produttore cinematografico Jon Landau hanno anticipato alla platea la ricchissima nuova edizione del kolossal dal 16 novembre distribuita in Usa (in Italia, invece, come sappiamo dal 24 novembre
nei negozi).
Landau ha precisato che le scene incluse nella nuova edizione non erano ancora state
montate ad aprile, quando la prime versione di Avatar aveva fatto ingresso sul mercato.
«Si tratta di un grande investimento economico da parte della 20th Century Fox e
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Blu.indd 6
16-11-2010 15:01:32
7
Dicembre 2010
IL PREZZO COME LEVA FONDAMENTALE
Di particolare interesse anche l’intervento di Bill Carr, VicePresident Music and Video
di Amazon incentrato in gran parte sull’argomento del pricing, sempre come riportato
da Homemediagazine.com. Il manager ha evidenziato come il cliente di Amazon che ha
comperato per la prima volta sul sito di e-commerce un film in Blu ray diventa nella maggior parte dei casi un fedele acquirente e il suo volume di spesa quadruplica. La leva del
prezzo, ha detto Carr, è di fondamentale importanza anche nella scelta del film in alta
definizione. Da dati sviluppati da Amazon è stato appurato che ad esempio, un Blu-ray
commercializzato a un prezzo superiore di 10 dollari rispetto al Dvd genera un aumento
del 15% nelle vendite. Se invece la differenza di prezzo è di solo 5 dollari il totale delle
vendite per quel titolo incrementa del 70%.
“Il consumatore ha iniziato a familiarizzare
con il Blu-ray nel 2010. Quasi il 20%
delle famiglie ha oggi un player”
(MIKE DUNN, President of 20th Century Fox H.E.)
+80% rispetto ai primi tre trimestri 2009 per l’alta definizione
I DATI AGGIORNATI DEL DEG:
FORTE INCREMENTO
DEL BLU RAY
Secondo i dati del Digital Entertainment
Group relativi al terzo
trimestre la spesa dei
consumatori americani per l’home entertainment risulta inferiore del 4% rispetto
allo scorso anno, per
un valore che al 30
settembre era di 12,6
miliardi di dollari. Nello specifico secondo le
stime DEG la vendita dei supporti ottici, Dvd e Blu ray Disc, sono arretrati dell’8% nei primi tre
trimestri dell’anno per un valore di 6,5 miliardi di dollari, ma il Blu ray da solo ha raggiunto il
miliardo di dollari con un incremento dell’80% rispetto ai primi tre trimestri del 2009.
Sara consegnato al CES di Las Vegas
L’OSCAR PER I CREATORI
DEL BLU RAY DISC
ULTRAVIOLET: UNA INNOVAZIONE DA CONSIDERARSI
ANCHE UNO STRUMENTO ANTIPIRATERIA
La sessione di lavori del Blu-con 2010 è stata anche l’occasione per rimettere a tema
Ultraviolet, il nuovo sistema (di cui abbiamo già dato anticipazione su Trade Home Entertainment di settembre) a cui sta lavorando il consorzio internazionale D.E.C.E. (Digital
Entertainment Content Ecosystem) e che consentirà ai consumatori di potersi guardare i
film in qualsiasi luogo e su qualsiasi piattaforma.
Il sistema potrebbe essere operativo già alla fine di quest’anno e si baserebbe su una
sorta di “conto cinematografico”, dove gli utenti potranno depositare i codici dei film
acquistati, indipendentemente dal formato: Dvd, in Blu-ray o digital.
Il proprietario del codice potrà fruire il contenuto su qualsiasi hardware o device dotato
di connessione a Internet (televisore, computer, iPhone e smartphone) senza problemi
di compatibilità. Secondo Mike Dunn, «il vero beneficio di Ultraviolet sarà l’impatto che
avrà sul fenomeno della pirateria. Un problema amplificato anche dalla limitata accessibilità ai prodotti di catalogo che tuttora vivono i consumatori finali».
Estero
per noi ha rappresentato una grande sforzo in termini di tempo, ma siamo sicuri che i fan
apprezzeranno il nostro lavoro».
«Ma, soprattutto», ha chiosato Cameron, «soltanto grazie al Blu ray il film in versione 3D
può essere riprodotto al massimo della qualità. Il 3D è qui per restare e mi piace molto
l’idea che la tecnologia tridimensionale stia arrivando in modo sempre più significativo
nelle case degli appassionati di cinema».
Un premio speciale che sarà attribuito a Panasonic, Philips, Sony e TDK per la creazione dello
standard Blu ray. E’ quanto avverrà il prossimo gennaio in occasione del solito appuntamento del
Consumer Electronics Show di Las Vegas. In occasione del quale sarà consegnato il 62° Emmy for
Technology and Engineering. Un riconoscimento per lo sviluppo del sistema di lettura ottica a laser blu che sta alla base della creazione dello standard per l’alta definizione domestica.
“Il 3D e qui
per restare!
E mi piace
molto l’idea che
la tecnologia
tridimensionale
stia arrivando
in modo
sempre piu
significativo
nelle case
degli appassionati
di cinema”
JAMES CAMERON
Il regista James Cameron, qui durante le riprese di Avatar, ha confermato il proprio entusiasmo per il Blu ray.
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Blu.indd 7
16-11-2010 15:01:38
8
Focus
Dicembre 2010
ALIMENTATA
DALL’APPREZZAMENTO DEI
FILM IN SALA, L’ASPETTATIVA
DEI RETAILER SULL’HOME
ENTERTAINMENT SONO FORTI.
IL DOMESTIC 3D HA
LE SUE BASI NELLE STIME
DI DIFFUSIONE
DELL’HARDWARE, IN CRESCITA
GIA’ DAL PROSSIMO ANNO
DI EROS FONTANESCA
L’AMERICA
VISTA IN 3D
I
3D DOMESTICO
DreamWorks Animation presenta Shrek 3D insieme ai prodotti Samsung, mentre Disney
ha infine atteso le prevendite natalizie per il lancio di Christmas Carol 3D. Secondo le rilevazioni del Digital Entertainment Group, in vista del Natale, il mercato Usa avrà a disposizione 24 di titoli in 3D BD. A incentivare la diffusione del 3D nelle case americane ci sono, infine, oltre 1000 ore di programmazione Tv. L’unico scoglio sembra ormai essere solo il prezzo;
sebbene quello dei televisori sia appunto già destinato a una rapida discesa.
LE PROMOZIONI IN ITALIA
l 3D sta dando un grosso contributo all’industria americana. Già nel 2009 la sua popolarità ha determinato un +10% del box office cinema in Usa e Canada per un valore di
11 mld di dollari. Secondo i dati Mpaa i biglietti staccati per i film 3D sono stati l’11%
del totale, con i top title (come Avatar o Dragon Trainer) che hanno realizzato oltre il 70%
dell’incasso grazie al 3D. Risultati che pongono le premesse anche per la crescita del formato in home video.
Secondo le previsioni di Futuresource Consulting entro quattro anni la penetrazione degli schermi 3D Ready sarà negli States del 50%, mentre una casa americana su tre avrà a
disposizione un 3D Bd player. Intanto secondo i dati del Blu ray Disc Association quasi il
25% dei lettori Blu ray stand alone venduti in Usa sono già compatibili con lo standard 3D.
L’impatto della nuova tecnologia però ha ancora avuto riscontri tangibili sul mercato entertainment nel 2010, ma secondo iSuppli la crescita dei Tv 3D passerà a livello worldwide
dagli attuali 1,4 mln ai 78 mln di unità nel 2015. La società di ricerca ha inoltre individuato
la tendenza alla contrazione del prezzo medio dei nuovi hardware, dai 1.768 dollari attuali a 825 dollari nel 2015: quasi la metà in cinque anni. Al di là di queste previsioni, l’industria
dell’hardware sta ormai puntando pienamente sullo sviluppo di questa tecnologia e lo dimostrano gli oltre 10 milioni spesi complessivamente in advertising solo quest’anno.
Tutti i principali brand hanno già presentato nella prima metà dell’anno i propri prodotti. Panasonic ha mostrato a marzo il suo primo sistema home theater 3D (Tv da 50’’,
occhiali e lettore) allo store Best Buy di Manhattan. Samsung ha lanciato a marzo due
schermi 3D con occhiali, 3D Bd player e sistema home theatre integrato. Il 3D Starter Kit
includeva anche due il Blu ray 3D di Mostri contro alieni (DreamWorks Animation). Sony
ha messo su mercato in estate
diversi prodotti 3D:i Tv Bravia,
lettori e sistemi home cinema,
Grado di interesse degli americani
fino ai Pc Vaio e al firmware DF
per Ps3.
10%
10%
Estremamente
Allo stesso modo anche gli
interessato
15%
26%
studios si stanno preparando a
Molto interessato
sfruttare l’home entertainment
Abbastanza
interessato
3D: Fox ha infatti presentato
Non molto
Ice Age e Avatar 3D in bundle
interessato
con i sistemi home theatre PaPer nulla
interessato
39%
nasonic, lo stesso ha fatto caFonte: In-Stat - Settembre 2009
sa Sony con Pionovo polpette.
I BUNDLE 3D SONY
S
ony Italia spinge sul 3D e per
Natale presenta i bundle Blu Box
e Play Box. Dal 1° novembre fino
al 15 gennaio 2011, infatti, l’azienda propone con Blu Box un TV 3D
Ready e con l’aggiunta di 1 euro
l’omaggio di un lettore Blu-ray 3D,
oltre a due paia di occhiali 3D, un
trasmettitore e un cavo Hdmi 3D;
e, infine, tre titoli ancora indediti nel
formato Blu-ray 3D (in esclusiva
non vendibili singolarmente), Alice
in Wonderland (Disney), This is it (Sony) e UEFA Champions League (Sony). Con Play Box, invece, sempre in abbinamento con un TV 3D di Sony, con 99 euro in più è proposta una PS3 con due occhialini
3D, un trasmettitore e un cavo Hdmi 3D e un voucher per ricevere al momento del lancio sul mercato
il gioco GT5 (Sony).
ESCLUSIVA PANASONIC
PER AVATAR
ome annunciato direttamente da James Cameron, il Blu ray 3D di Avatar (20th Century Fox H.E.)
non sarà nei negozi in versione stand alone prima di uno o due anni. E’ però disponibile in bundle con i 3DTv Viera Panasonic . Il consumatore potrà ricevere Avatar 3D subito o richiederlo entro il 31
marzo 2011.
C
3DTV - PREVISIONI WORLDWIDE
35
30
IL MESE
DEL 3D EXPERT
25
20
milioni di pezzi
15
L’
10
5
0
2010
2011
2012
2013
insegna Expert ha lanciato a novembre, senza sottocosti, una “Super offerta 3D”. La catena ha infatti presentato una serie di bundle che offrivano ai clienti diverse possibilità di scelta, coinvolgendo
i Tv dei marchi Samsung, Panasonic, Philips e LG. Tutti i bundle proponevano un TV 3D con occhialini
3D (fino a un massimo di 5 paia), oltre a un lettore Blu-ray 3D e un film 3D in Blu-ray (o voucher come
nel caso di Avatar non ancora disponibile in 3D per il retail).
Fonte: Display Search Quartely and Features Report
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
3D.indd 8
19-11-2010 12:02:32
9
Dicembre 2010
Focus
Nelle foto, in evidenza, alcuni dettagli del negozio di via Torino a Milano.
ll comparto home video degli otto store italiani Fnac mette il Blu ray Disc in assoluto primo piano.
FNAC: FILOSOFIA
“BLURAYCENTRICA”
Cristiano Renzoni, buyer home video di Fnac Italia.
IL COMPARTO HOME VIDEO CON IL BLU RAY LETTERALMENTE AL CENTRO DELL’ESPOSIZIONE. A CUI SI AGGIUNGONO LA STRETTA
SINERGIA CON L’HARDWARE E GLI INCENTIVI ALLA ROTTAMAZIONE DEL DVD di Eros Fontanesca
e il Blu ray Disc è il supporto che rappresenta il futuro
dell’home video, tra i player che più di altri sembra aver
recepito questo messaggio vi è Fnac Italia. Già da inizio anno l’entertainment specialist francese ha infatti puntato tutto sull’alta definizione, ribaltando letteralmente il comparto home
video (il cui peso complessivo è del 10% sul totale fatturato dell’insegna) e gli spazi dedicati a Blu ray e Dvd. Nei punti vendita
Fnac, infatti, il disco in alta definizione gode di una visibilità che
quasi mette in secondo piano l’esposizione del Dvd.
L’iniziativa parte dall’headquarter italiano da un’intuizione dell’amministratore delegato Christophe Deshayes, e la sua ap-
S
Uno degli spazi dimostrativi con le immagini della
riedizione in BD di “Ritorno al futuro - La trilogia”.
plicazione viene subito estesa agli otto store italiani (Milano, Torino, Torino Le Gru, Firenze I Gigli, Roma - Porta di Roma, Genova, Napoli e Verona). Il risultato è un reparto dove il Blu ray spicca nettamente sia tra gli scaffali, che nella sinergica presentazione dei corner hardware dedicati ai BD player e ai televisori Full
HD e, ancora con maggior forza, alla nuova frontiera del 3D.
«L’intenzione è stata quella di creare un vero e proprio comparto
dedicato esclusivamente al Blu ray, che inizialmente si ritagliava
invece degli spazi all’interno di quello del Dvd», spiega Cristiamo Renzoni, buyer home video di Fnac Italia. E i film in alta definizione sono infatti esposti non solo con spazi dedicati a novità
Esposto all’ingresso del reparto, il corner dedicato alla
“rottamazione” del Dvd mostra i lettori Blu ray in promozione.
e catalogo, ma sono anche ordinati alfabeticamente e per i principali generi, con particolare evidenza alle promozioni. «Riteniamo che un segmento che si sta avviando all’affermazione - prosegue - necessiti di un’esposizione impattante. Nei primi dieci
mesi del 2010 mesi il Blu ray è cresciuto sia nei numeri venduti
che nell’assortimento proposto, arrivando a pesare il 14% sul totale home video. Abbiamo aumentato l’esposizione sul metro lineare senza però cannibalizzare il Dvd, che resta il core business
e non va assolutamente trascurato. C’è stata invece una condivisione con i prodotti hardware».
UNA CAMPAGNA “ATTIVA”
Ma la spinta di Fnac a sostegno dell’alta definizione Blu ray non si
limita solo all’esposizione “passiva” nell’attesa che il cliente compia l’acquisto. L’insegna francese si è infatti impegnata in una
campagna “attiva”, che vuole spingere e incentivare il pubblico
a provare il nuovo formato. E, oltre che con i corner dimostrativi,
ciò avviene con la campagna sulla rottamazione del Dvd, proposta quest’anno in due occasioni: a marzo e ultimamente dal 1° al
23 novembre. «Lo scopo è stato quello di accompagnare il cliente alla sostituzione della propria collezione di Dvd», spiega ancora
Renzoni. «L’invito a riconsegnarci i vecchi dischi i in cambio di un
buono sconto di 5 euro sull’acquisto del Blu ray rappresenta un
buon incentivo. I riscontri sono stati molto buoni, sia a marzo che
nell’ultima proposta a novembre».
Buoni sconto sull’acquisto di film in Blu ray e Bd player
Rottamazione del Dvd:
la campagna di novembre
Anche nella parete che raccoglie i Dvd, lo sfondo blu degli
` richiamano all’alta definizione.
inserti con la scritta “Novita”
L’esposizione del BD si mischia a quella dei
Tv Full HD, per una comunicazione congiunta
rivolta direttamente ai clienti.
In concomitanza con i festeggiamenti per i 10 anni sul mercato italiano, Fnac Italia ha riproposto gli incentivi alla “rottamazione”. Dopo l’esperienza positiva dello scorso marzo, l’azienda ha lanciato infatti una seconda campagna, valida al 1° al 23 novembre. Per ogni Dvd riconsegnato in uno degli otto negozi italiani (Milano, Torino, Torino Le Gru, Firenze I Gigli, Roma - Porta di Roma, Genova, Napoli e Verona), i clienti hanno ricevuto un buono relativo a
una tra tre promozioni: sconto di 5 euro sull’acquisto di un film in BD, oppure sconto di 30 o
di 50 euro sull’acquisto rispettivamente di una PS 3 Slim o uno tra due BD player Sony.
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
Fnac.indd 9
19-11-2010 12:25:13
10
Dicembre 2010
20TH CENTURY FOX H.E.
Piazza Fontana 6, - 20121 MILANO
tel. 02/723251 - fax 02/8051371
www.20thfox.it
EAGLE PICTURES
Via Marostica, 1 - 20121 MILANO
tel. 02/4385091 - fax 02/43850901
www.eaglepictures.com
WALL STREET 2 - IL DENARO
NON DORME MAI
USCITA: 23 febbraio
FORMATO: sell e rental Dvd e BD
GENERE: drammatico
REGIA: Oliver Stone
INTERPRETI: Michael Douglas, Shia
LaBeouf
A 23 anni di distanza Oliver Stone presenta il sequel di Wall Street. Gekko
esce di galera ma si farà ancora tentare
dai giochi di borsa...
I GRIFFIN
PRESENTANO
IT’S A TRAP
USCITA: 9 febbraio
FORMATO: Dvd e Bd
GENERE: animazione
REGIA: Peter Shin
Napoli raccontata da cantanti, musicisti e poeti attraverso motivi popolari e
nuovi sound...
LOGO
CATA
IL GRINTA
USCITA: febbraio
FORMATO: sell Dvd e BD
GENERE: drammatico
REGIA: Henry Hathaway
INTERPRETI: John Wayne, Glen
Campbell, Robert Duvall
Per non essere sfrattata dalla loro casamagazzino, la crew di Luke parteciperà
alla World Jam Competition, che vede
in gara i migliori ballerini di strada...
Per vendicare la morte del padre Mattie
ingaggia Il Grinta (John Wayne). Si metteranno alla ricerca dell’assassino insieme al Texas Ranger La Boeuf...
UNIVERSAL P.I.
Viale Po, 12 - 00198 ROMA - tel. 06/852771 - fax 06/85277361
Sede commerciale: Ims Group, via Bergamo, 315 - 21042 CARONNO
PERTUSELLA (VA) - www.homevideo.universalpictures.it
CATTIVISSIMO ME
USCITA: febbraio
FORMATO: rental e sell Dvd e BD
GENERE: animazione
REGIA:fifififififi
fififififififififififififififififififi
fififififififififififififififififififi
MIRAL
USCITA: febbraio
FORMATO: rental Dvd e Bd
GENERE: commedia
REGIA: Julian Schnabel
INTERPRETI: William Defoe,
Freida Pinto
Via dei Confini, 236 - 50013 CAMPI BISENZIO (FI)
tel. 055/875111 - fax 055/8751207
www.cghv.it
PASSIONE
USCITA: 22 febbraio
FORMATO: sell Dvd e Bd
GENERE: musicale
REGIA: John Turturro
INTERPRETI: John Turturro, Mina,
Fiorello, Pino Daniele, Massimo Ranieri,
Avion Travel, Lina Sastri
Via del Ghisallo, 20 - 20121 MILANO
tel. 02/300161 - fax 02/38011210
www.paramount.com
STEP UP 3D
USCITA: febbraio
FORMATO: sell Dvd, Bd e Bd 3D
GENERE: musicale
REGIA: Jon Chu
INTERPRETI: Rick Malambri, Adam
G. Sevani, Sharni Vinson
Un’agente della Cia verrà screditata dal
Governo dopo che il marito ambasciatore scrive sul NY Times un’aperta critica all’amministrazione Bush sull’Iraq.
CG HOME VIDEO
A Parigi polizia e crimine organizzato
dovranno unire le loro forze per fronteggiare un’orda di zombie sanguinari...
ANCHE
IN 3D
FAIR GAME
USCITA: febbraio
FORMATO: rental Dvd e Bd
GENERE: thriller
REGIA: Doug Liman
INTERPRETI: Sean Penn, Naomi
Watts
Nuovo ditect to video della famiglia
Griffin e terza parodia legata a Star
Wars con l’episdio Il ritorno dello Jedi.
THE HORDE
USCITA: 22 febbraio
FORMATO: sell Dvd e Bd
GENERE: thriller
REGIA: Yannick Dahan,
Benjamin Rocher
INTERPRETI: Claude Perron,
Jean-Pierre Martins Ryan Reynolds
ETICHETTA: Fandango H.E.
PARAMOUNT H.E.
© Eagle Pictures (1), Universal (1), Medusa Video (1), Warner (1)
PROSSIME
PROSSIMEUSCITE
USCITEBLU
BLURAY
RAYFEBBRAIO
FEBBRAIO
Il super cattivo dal cuore tenero Gru
cerca di entrare nella storia rubando la
Luna. Mentre organizza il proprio piano
incontra tre orfanelle che gli cambieranno la vita...
Gerusalemme. Miral, ragazza
palestinese cresciuta in un istituto,
si trova a dover scegliere se lottare
per il popolo palestinese con la forza
o con l’istruzione...
DEATH RACE 2
USCITA: febbraio
FORMATO: rental e sell Dvd e BD
GENERE: azione
REGIA: Roel Reinè
INTERPRETI: Danny Treyo, Sean
Bean, Ving Rhames
altri titoli
Rental: L’immortale. Sell: Fratelli in erba, Confucio, Enjoy, Il massacro
di Haditha. Collana della vita Blu ray: Johnny il bello, Arizona Dream,
Essi vivono (They Live), Sono innocente, Quell’oscuro oggetto del
desiderio, Rischiose abitudini, Codice d’onore, Joss Il professionista, All’ultimo respiro.
In un’America senza regole, un gruppo di carcerati è impegnato in una gara
automobilistaca che mette in palio la
vita stessa dei suoi partecipanti.
altri titoli
Catalogo BD: Alla fine arriva Polly..., Daylight - Trappola nel tunnel,
Ray, Billy Elliot, Le ceneri di Angela, About a Boy, Cuori ribelli
MEDUSA VIDEO
Viale Europa 46 - 20093 COLOGNO MONZESE (MI)
tel. 02/25741 - fax 02/251483386
www.medusahe.it
LA SOLITUDINE
DEI NUMERI PRIMI
USCITA: 9 febbraio
FORMATO: sell Dvd, Dvd + libro e BD
GENERE: drammatico
REGIA: Saverio Costanzo
INTERPRETI: Alba Rohrwacher, Luca
Marinelli
WARNER H.V.
Via Ugo Foscolo, 1 - 20121 MILANO
tel. 02/721281 - fax 02/72128200
www.warnerhomevideo.it
THE TOWN
USCITA: 8 febbraio rental e 22
febbraio sell
FORMATO: sell/rental Dvd e BD,
GENERE: thriller
REGIA: Ben Affleck
INTERPRETI: Ben Affleck, Rebecca
Hall, Chriss Cooper, Jeremy Renner
Tratto dal romanzo di Paolo Giordano.
Le storie di Alice e Mattia, introversi con
grosse difficoltà di relazione, si intrecciano senza mai avvicinarsi del tutto.
Una banda di rapinatori prende in
ostaggio una ragazza del loro stesso
quartiere, che potrebbe riconoscerli...
altri titoli
Catalogo BD: Malcom X, C’è posta per te
T R A D E H O M E E N T E RTA I N M E N T
ProssUscite.indd 10
19-11-2010 12:44:17
best movie
il mondo del cinema
sempre con te!
1FPQMF
7"-&/5*/"
-0%07*/*
&WPJDPO
VOBEPOOBDPTÖ
OPO QBTTFSFTUF
MBWJUB
"-&44"/%30("44."/
&-6$""3(&/5&30
4"3&##&30130/5*
"'"3-0"-.&/0*/
-"%0//"%&--".*"
7*5"*-'*-.$)&26&450
7*5"
*-'*-.$)&26&450
.&4&-*7&%&5655*
&53&
1305"(0/*45*
&/0/"503501&3$)²
1*Ä$)&"6/"%*7"
4*".0%*'30/5&
"6/"%0//"
$)&/0/7"*/(*30
$0/-"$01&35"
%*-*/64
EJ.BUUJB$BS[BOJHB
#&45.07*&/07&.#3&
888#&45.07*&*5
Best Movie si è fatta in quattro per offrirti l’emozione di avere il mondo del cinema sempre a portata di
mano. il piacere di sfogliare il mensile di cinema più diffuso in italia si moltiplica in versione multimediale su ipad e su iphone. e per essere sempre puntualmente informati sulle ultime news, guardare i trailer,
leggere la trama e le recensioni dei film o scegliere dove andare al cinema, basta andare sul sito web
www.BestMovie.it oppure scaricare l’app gratuita iBest Movie per iphone. da oggi ci sono tanti modi per
leggere best movie, qual è il tuo?
Disponibili
gratis
su Apple Store
Il disco BD contiene:
il film in HD e
il film in real 3D
Dopo il travolgente successo di Step
Up e Step Up 2: La strada per il successo,
arriva un nuovo episodio ancora più
esplosivo.
Step Up 3 vi porterà nel cuore delle
battaglie dance underground newyorkesi
dove si vive per ballare, ma talvolta si balla
anche per vivere.
A noleggio in DVD e Blu-rAy Disc DA gennAio 2011