costruttori di fiducia.

Comments

Transcription

costruttori di fiducia.
ROTO - IT
ROTO
COSTRUTTORI DI FIDUCIA.
ROTO
ENERGIA
INARRESTABILE
Da sempre i tecnici e gli ingegneri Merlo sono affascinati dalla ricerca e dalla innovazione tecnologica.
È da esse che scaturiscono gli stimoli a proseguire sulla strada dello sviluppo e ad accettare sfide quotidiane nelle
quali anche gli ostacoli che appaiono insormontabili possono invece essere superati. La forza della tecnologia Merlo
sta proprio nella capacità di realizzare macchine avanzate che trasformano il modo stesso di lavorare.
Sicurezza, confort, prestazioni. Tutto è finalizzato a raggiungere questi obiettivi ed è per questo che ogni macchina
stabilisce un primato, una supremazia fatta di design, di potenza, di attenzione all’uomo ed all’ambiente.
Ogni modello che nasce è parte di una squadra vincente di macchine dall’energia inesauribile, capaci di superare
limiti difficili da raggiungere altrimenti.
IL CONCETTo ROTO
TUTTO IL MONDO
INTORNO
UN NUOVO MODO
DI CONCEPIRE PRODUTTIVITÀ E SICUREZZA IN AZIONE
Quando i tradizionali sistemi di sollevamento incontrano i loro limiti operativi, allora è il momento di passare ad un
nuovo tipo di macchina, il sollevatore telescopico con torretta girevole Roto.
Sicurezza, efficienza e maneggevolezza sono gli elementi caratterizzanti ed irrinunciabili del progetto, frutto della ricerca e della pluriennale esperienza Merlo.
Concepiti per definire un nuovo concetto di forza in azione, i Roto sono capaci di operare con successo nelle movimentazioni e nei sollevamenti più impegnativi, avvantaggiandosi delle eccellenti doti di fuoristrada avanzati. Riassumono in
una sola macchina i pregi di un sollevatore telescopico, di una gru mobile leggera e di una piattaforma aerea porta-persone, con il valore aggiunto della impareggiabile mobilità su strada e delle brillanti prestazioni in cantiere. In funzione dei
modelli, le portate arrivano fino a 6 tonnellate e le altezze di sollevamento ad oltre 31 metri (modello MCTJ).
La gamma Roto è articolata su tre famiglie per offrire elevata redditività e polivalenza in attività altrimenti gestite con
macchine specializzate o di maggiori dimensioni.
ROTO
CONCETTO ROTO
Roto serie 600
Per chi preferisce una macchina più tradizionale nella
quale prestazioni e sicurezza convivono senza compromessi traendo forza dalla
rotazione della torretta fino
a 600 gradi (±300°) e dal
sistema di stabilizzazione
automatica.
Roto serie 400
Il vantaggio della torretta girevole su 415 gradi (±208°)
in macchine veloci e maneggevoli con dimensioni
ridotte.
Roto serie MCSS
Per chi desidera la versatilità della gestione elettronica
del controllo di stabilità della macchina e la rotazione
continua della torretta.
Il massimo in termini di tecnologia e polivalenza di impiego.
LA GAMMA ROTO
6000 kg
ROTO 60.24 MCSS
5800 kg
ROTO SERIE MCSS
5600 kg
ROTO SERIE 600
ROTO SERIE 400
5400 kg
5200 kg
5000 kg
ROTO 50.10
ROTO 50.16 MCSS
4800 kg
4600 kg
ROTO 45.19 MCSS ROTO 45.19
ROTO 45.21 MCSS / ROTO 45.21 MCTJ ROTO 45.21
4400 kg
4200 kg
ROTO 40.30 MCSS
4000 kg
3800 kg
ROTO 40.26 MCSS
ROTO 38.14 / ROTO 38.14 S
ROTO 38.16 / ROTO 38.16 S
3600 kg
3400 kg
3200 kg
3000 kg
10m 11m 12 m 13 m 14 m 15 m 16 m 17 m 18 m 19 m 20 m 21 m 22 m 23 m 24 m 25 m 26 m 27 m 28 m 29 m 30 m
LE INNOVAZIONI
VINCENTI
SICUREZZA, CONFORT, PRESTAZIONI
IL SISTEMA INTEGRATO
PER LA MOVIMENTAZIONE ED IL SOLLEVAMENTO
L’architettura progettuale e costruttiva dei sollevatori telescopici Roto trae forza da un robusto carro semovente - dotato di stabilizzatori idraulici per aumentarne la stabilità operativa - sul quale è posizionata la torretta girevole con la
cabina di guida ed il braccio telescopico.
La robustezza del telaio, la funzionalità degli assali sterzanti, l’eccezionale luce libera da terra, gli ampi angoli d’attacco e la velocità stradale fino a 40 km/h garantiscono una dinamica di marcia impareggiabile.
Terreni accidentati, guadi, neve o fango possono essere affrontati in sicurezza e con disinvoltura e forti pendenze
trasversali non costituiscono un problema grazie all’accurato bilanciamento delle masse ed al baricentro basso.
Solo chiedendo il massimo ai sollevatori Roto si scoprirà, giorno dopo giorno, un sistema di lavoro tra i più sicuri e
confortevoli dal quale pretendere il meglio in affidabilità, qualità, redditività e soprattutto sicurezza.
ROTO
INNOVAZIONI VINCENTI
Le sospensioni idropneumatiche sono una dotazione di alto profilo tecnico per
garantire il massimo confort
di marcia e l’operatività in
piena sicurezza anche su
pneumatici.
quattro stabilizzatori idraulici assicurano il corretto e
stabile posizionamento della
macchina sul terreno.
La zattera anteriore portaattrezzature permette la
rapida intercambiabilità degli
accessori con comando diretto da cabina. Un distributore oleodinamico a doppio
effetto con innesti rapidi è
disponibile di serie per l’alimentazione di attrezzature
con funzioni idrauliche.
Il dispositivo di sfilo degli
elementi del braccio telescopico è totalmente interno al braccio stesso per la
massima protezione ed affidabilità.
La cabina inclinabile verso
l’alto fino a 18 gradi su alcuni modelli migliora la visibilità
in altezza dell’area di lavoro.
La struttura portante della
macchina è circondata da
un tondo di acciaio pieno
con una fondamentale funzione strutturale e di protezione contro gli urti ed i danneggiamenti.
La rotazione continua
della torretta dei modelli
MCSS è realizzata mediante
un rivoluzionario ed esclusivo giunto elettro-idraulico
rotante.
Gli assali sono progettati e
realizzati interamente in Merlo per l’impiego esclusivo sui
sollevatori telescopici.
I fari montati direttamente
sulla torretta girevole permettono sempre la migliore
illuminazione dell’area di lavoro, quale che sia l’angolo
di rotazione.
LA CABINA
PIù SPAZIO
AD ERGONOMIA E DESIGN
Lavorare
non è mai stato così piacevole
L’architettura costruttiva della cabina premia il confort e la sicurezza di guida.
L’abitacolo, di moderno design, è il più largo nella sua categoria. La struttura è realizzata in acciaio ed è conforme
alle norme internazionali FOPS (ISO 3449 Livello 2) sulla resistenza alla caduta di oggetti.
La cabina è montata su speciali supporti elastici che limitano le vibrazioni aumentando il confort per l’operatore.
Per la stessa ragione i gruppi meccanici ed idraulici di comando e controllo sono posizionati direttamente sul telaio e
tutti i principali servizi sono comandati elettricamente.
Grazie al parabrezza esteso verso il basso ed all’ampio lunotto posteriore - entrambi apribili - quale che sia la direzione
dello sguardo dell’operatore la visione dell’area di lavoro è sempre eccellente. Anche in altezza, attraverso l’ampia superficie vetrata del tettuccio antisfondamento ed alla cabina inclinabile verso l’alto sui modelli ad alte prestazioni.
ROTO
CABINA
Su Roto MCSS il joystick
elettronico multifunzione è
collocato su bracciolo regolabile (foto a sinistra). É abbinabile,
a richiesta, ad un secondo joystick sul bracciolo sinistro del
sedile. Su Roto serie 600 e 400
il comando joystick è di tipo
multifunzione elettro-meccanico proporzionale (sotto).
Il comando elettrico FingerTouch permette di invertire la
direzione di marcia senza distogliere le mani dal volante. Il
selettore di marcia lenta o
veloce è elettrico con comando a pulsanti su Roto MCSS,
(foto a destra) o con interruttore basculante su Roto serie
600 e 400 (foto in basso).
CABINA
ROTO
Il nuovo sedile Merlo offre
il massimo confort grazie
alle sue prestazioni personalizzabili (dispone di tutte
le regolazioni) ed alla seduta
e schienale dotati di sostegni conformali. È disponibile
a richiesta la versione con
sospensione pneumatica,
di serie su alcuni modelli.
Sul Roto 60.24, 40.26 e
40.30 MCSS la cabina è
inclinabile verso l’alto fino
a 18 gradi per migliorare la
visibilità in altezza dell’area
di lavoro.
L’accesso alla cabina è
agevolato da comodi gradini
autopulenti e dal pavimento piatto e privo di ostacoli.
La porta è realizzata in due
elementi entrambi apribili a
180°.
I modelli serie MCSS sono
dotati di strumenti ed avvisatori di tipo digitale.
Su Roto serie 600 e 400 il
quadro strumenti è di tipo
analogico tradizionale.
ROTO
CABINA
L’inclinazione del volante
è regolabile fino a 16 gradi
per adattarsi alle diverse esigenze di guida.
La pratica tendina parasole a due posizioni (a richiesta) migliora il confort anche
in pieno sole.
Il lampeggiatore è ribaltabile per ridurre l’ingombro in
altezza della macchina.
I comandi degli stabilizzatori e delle sospensioni idropneumatiche sono
raggruppati nella pratica
consolle laterale.
Vani porta-oggetti di diverse capacità sono a disposizione in più punti dell’abitacolo.
IL SISTEMA
MERLIN
i comandi COn un dito
La tecnologia
UNA GENERAZIONE AVANTI
Grazie al sistema Merlin - Merlo Local Interactive Network - che caratterizza le versioni MCSS è nato un nuovo modo
di gestire per via informatica tutti i parametri di funzionamento della macchina.
Il cuore tecnologico del sistema è un computer che acquisisce ed elabora in tempo reale le informazioni in entrata ed
in uscita dai diversi gruppi funzionali del sollevatore telescopico. Le principali condizioni operative e tutte le informazioni necessarie all’operatore sono rappresentate con continuità ed in modo semplice ed immediato sul display dello
schermo.
Il sistema Merlin contribuisce a gestire anche tutte le funzioni di sicurezza configurandosi come un agile ed efficace
strumento di diagnostica avanzata e remota.
Opera, a richiesta, come sistema antifurto con immobilizzatore per una sicurezza in più.
ROTO
SISTEMA MERLIN
1
2
3
4
5
6
Il software di gestione permette di selezionare diverse sessioni interattive che
consentono di accedere alle molteplici
funzionalità del sistema in modo semplice ed intuitivo.
1 - Menu Principale
Visualizza in continuo i principali parametri di funzionamento della macchina
e permette di settare i valori desiderati
di temperatura ambiente e di azionare i
dispositivi ausiliari.
2 - Menu Scelta Attrezzature
Permette la preselezione dei parametri di
funzionamento dei principali dispositivi.
3 - Menu Controllo Generale
La diagnosi dei diversi sistemi di bordo
presenta una videata riassuntiva con
evidenziato lo stato di funzionamento di
ognuno degli elementi verificati
4 - Menu Service
È una vera e propria ‘scatola nera’ che registra le informazioni in arrivo dai diversi siste-
mi e che ricorda all’operatore le scadenze
calendariali di manutenzione e assistenza.
5 - Menu Check-Up
Mediante la semplice pressione di un
pulsante l’operatore riceve in tempo
reale tutte le informazioni sullo stato di
funzionamento dei diversi dispositivi.
6 - Menu Regolazione Schermo
Consente la impostazione dei parametri di
visualizzazione dello schermo in funzione
delle diverse condizioni di luce ambiente.
MENU OPERATIVO. VISUALIZZAZIONE DELLA POSIZIONE DEL BARICENTRO
Una caratteristica esclusiva del sistema Merlin è la possibilità di visualizzare in tempo reale sullo schermo,
sia in forma numerica che grafica,
la posizione e lo spostamento del
baricentro della macchina durante
le fasi di lavoro.
2
Il sistema monitorizza anche la di7
stanza dal suolo, lo sbraccio dal
centro della macchina ed il peso
8
del carico movimentato. L’operatore può predeterminare l’area di
lavoro semplicemente impostando
3
6
i limiti angolari di rotazione della
1
torretta, di elevazione e di sfilo del
5
braccio.
La visualizzazione della posizione
del centro di gravità complessivo
4
tiene conto dei limiti di stabilità
della macchina in funzione della
configurazione di stabilizzazione al suolo e della posizione del
carico. In tal modo l’operatore,
costantemente informato sull’approssimarsi
delle condizioni operative limite, riesce con naturale facilità
a sfruttare al meglio le prestazioni del sollevatore telescopico. Il sistema è
efficiente con qualsiasi tipo di attrezzatura montata sulla zattera anteriore (forche, verricelli, falconi, ganci e navicelle portapersone).
1 - Posizione del baricentro rispetto all’area di lavoro; 2 - Indice di stabilità longitudinale e trasversale; 3 - Stato di stabilizzazione
della macchina; 4 - Limitazione dell’area di lavoro; 5 - Distanza del carico dal centro di rotazione della torretta; 6 - Altezza da
terra del carico; 7 - Peso del carico movimentato; 8 - Attrezzatura in uso.
LA TORRETTA
GIREVOLE
OPERATIVITà a 360°
LA VERSATILITà
è DIVENTATA SENZA LIMITI
La torretta girevole che caratterizza i sollevatori Roto offre angoli massimi di rotazione diversi in funzione dei modelli.
Sui Roto serie MCSS la torretta è girevole in continuo, sui Roto serie 600 arriva a 600 gradi (±300°) e sui modelli serie
400 a 415 gradi (±208°). La rotazione continua MCSS, che esalta le prestazioni della macchina e velocizza le movimentazioni perché evita la necessità di ritornare con la torretta al punto di partenza, è realizzata grazie al rivoluzionario giunto rotante elettro-idraulico Merlo.
La trasmissione di tutti i segnali e dei comandi necessari al funzionamento avviene attraverso un solo canale elettronico insensibile alla posizione angolare del trasmettitore e del ricevitore, così da eliminare le numerose connessioni
elettriche e le limitazioni dei sistemi tradizionali a contatti striscianti: l’affidabilità e la tenuta stagna sono assolute,
l’ingombro è minimo. Due microprocessori, uno sulla torretta, l’altro sul telaio, convertono i segnali elettrici in impulsi
codificati e viceversa.
ROTO
TORRETTA GIREVOLE
L’operatore gode di un’ottima visibilità anche della
zona posteriore, indispensabile durante le fasi di rotazione della torretta e di
manovra in cantiere.
Una presa elettrica a 220 V
con interruttore differenziale
ed una condotta aria o acqua con innesto rapido,
allestibili a richiesta sulla torretta, permettono l’alimentazione di eventuali servizi in
uso sulla piattaforma aerea
porta-persone.
2
3
1
Il giunto idraulico comprende una speciale sezione in acciaio
inossidabile destinata alla circolazione dell’acqua calda generata dal motore diesel per il riscaldamento della cabina. Non
è necessario installare un riscaldatore ausiliario dell’abitacolo.
1 - Giunto idraulico
2 - Linea di trasmissione codificata
3 - Microprocessore e link ai comandi in cabina
4 - Microprocessore e link ai comandi di potenza
e controllo sul sottocarro
4
Tra i numerosi dispositivi
opzionali che migliorano la
produttività e la versatilità
dei sollevatori telescopici,
di particolare interesse è la
telecamera esterna con
monitor in cabina.
Il braccio
telescopico
LA SEMPLICITà È GENIALE
ORA
TUTTO è PIù VICINO
Il braccio telescopico è l’elemento che caratterizza ogni tipo di sollevatore, per questo deve essere molto robusto e
resistente - per rispondere alle esigenze di portata e di sfilo - e al tempo stesso molto rigido, anche alla massima
lunghezza, per non innescare quei fenomeni di flessione noti come effetto “canna da pesca”. In ciò i tecnici Merlo
sono riusciti a realizzare un braccio telescopico che è di riferimento per il mercato.
I segmenti che lo compongono sono costituiti da due lamiere di acciaio ad alta resistenza a forma di U, saldate tra di
loro longitudinalmente in prossimità dell’asse neutro.
Lo sfilamento delle diverse sezioni è comandato da un sistema idraulico interamente alloggiato all’interno del braccio
stesso, così da essere protetto da eventuali urti e danneggiamenti, sempre possibili in cantiere.
Lo scorrimento avviene su speciali pattini antifrizione registrabili, realizzati con tecnopolimeri di nuova generazione,
anch’essi di produzione esclusiva Merlo.
ROTO
La versatilità dei Roto è esaltata dalle innumerevoli attrezzature che ne permettono l’efficace impiego in molteplici attività diverse, dal sollevamento di materiali
e persone alla manutenzione di ponti e
viadotti, dalla movimentazione di imbarcazioni alla posa in opera di armature di
gallerie o pannellature di fabbricati civili
e industriali. Bastano pochi secondi per
connetterle alla zattera porta-attrezzi an-
BRACCIO TELESCOPICO
teriore (Foto 1).
L’aggancio ed il bloccaggio dell’attrezzatura è gestito direttamente da
cabina mentre innesti idraulici rapidi velocizzano le operazioni per rendere immediatamente operativa la macchina.
La zattera anteriore porta-attrezzature completa di bloccaggio idraulico
sistema Tac-Lock (Foto 2), offre un formidabile vantaggio competitivo rispetto
ai classici dispositivi con bloccaggio manuale.
In cima al braccio è posizionata una presa di comando per la selezione di funzioni elettriche sull’attrezzatura in uso.
Un distributore oleodinamico a doppio effetto con innesti rapidi è disponibile di serie sul braccio telescopico per
l’alimentazione di attrezzature con funzioni idrauliche (Foto 3).
1
2
Il dispositivo di sfilamento
ed i componenti idraulici ed
elettrici sono totalmente interni al braccio per la massima protezione ed affidabilità.
3
IL RADIOCOMANDO MERLO
Il radiocomando digitale multifunzione
disponibile a richiesta permette di controllare a distanza e con la massima
precisione la macchina, operando in
sicurezza anche nelle situazioni più impegnative. Questa recente ed innovativa
tecnologia Merlo è certificata dai principali organismi Europei e permette il controllo proporzionale delle funzioni della
macchina. Il sistema di trasmissione via
radio è basato sul nuovo concetto di
Frequency Hopping (salto di frequenza) che permette di ottenere un’elevata
immunità dai disturbi e quindi la massima sicurezza delle trasmissioni.
Il radiocomando Merlo è di tipo bi-direzionale in quanto invia i comandi
alla macchina ma riceve anche informazioni sulle condizioni operative della
stessa (motore in funzione, livello del carburante, condizione di stabilità, sovraccarico, etc.), una vera e propria funzione
diagnostica remota in tempo reale.
GLI STABILIZZATORI
LA SICUREZZA DI ESSERE
SEMPRE CON I PIEDI PER TERRA
LA STABILITà
è DI SERIE
Quattro stabilizzatori ad azionamento idraulico assicurano la necessaria stabilità dei Roto su ogni terreno.
L’operatore può configurare la pianta di stabilizzazione al suolo in funzione della conformazione e della pendenza del
terreno così da poter lavorare con la macchina sempre in condizioni di massima sicurezza. In particolare i modelli
della serie MCSS possono essere posizionati anche a ridosso di cordoli o muri o in strade molto strette con gli stabilizzatori anche parzialmente estesi. Su questi modelli infatti, quale che sia la configurazione al suolo, la operatività in
piena sicurezza è sempre garantita nell’inviluppo operativo che dipende dal poligono di stabilità così realizzato.
Su tutti i Roto l’operazione di livellamento è facilitata dal comando contemporaneo dei due stabilizzatori di ciascun
lato della macchina, in modo da variare separatamente l’inclinazione laterale e longitudinale.
Sui Roto serie 600 e 400 il posizionamento a terra dei quattro piedi stabilizzatori ed il livellamento del telaio possono
essere automatici selezionando un’apposita funzione di comando. Quando retratti, gli stabilizzatori rimangono
sempre nella sagoma della macchina.
ROTO
STABILIZZATORI
Stabilizzatori con posizionamento a libro su
Roto serie 400. Con il vantaggio del sistema Merlo del
posizionamento e livellamento automatici.
Stabilizzatori ad estensione e posizionamento
combinati su Roto serie
600. Il sistema, esclusivo
Merlo, di stabilizzazione e
livellamento automatico
della macchina semplifica le
operazioni di posizionamento garantendo la massima
sicurezza.
Stabilizzatori ad estensione e posizionamento
indipendenti su Roto serie
MCSS. È previsto l’utilizzo di
piastre aggiuntive di grande
superficie per l’impiego su
aree con ridotta resistenza
specifica per aumentarne la
versatilità.
MCSS. IL CONTROLLO CONTINUO DELLA STABILITÀ
Sui sollevatori Roto serie MCSS, quando
la macchina opera su stabilizzatori, il sistema di controllo continuo della stabilità
MCSS (Merlin Continuous Slew Safety)
misura e controlla continuamente le forze
che agiscono su ognuno dei quattro piedi
stabilizzatori. Con questi valori il sistema
calcola automaticamente la posizione del
centro di gravità complessivo rispetto agli
appoggi e decide, in funzione della posi-
A
zione del baricentro in quel dato momento, se la condizione di stabilità è garantita
o meno, bloccando in questa seconda
evenienza tutti i movimenti aggravanti.
L’algoritmo di calcolo è tale da essere valido qualunque sia la geometria della pianta
di appoggio al suolo. In questo modo l’operatore può posizionare gli stabilizzatori
in funzione delle esigenze operative con
la certezza che il diagramma di carico
B
sarà dinamicamente ed automaticamente
adattato alla scelta effettuata.
La verifica della condizione di stabilità
della macchina è automatica e continua,
lasciando libero l’operatore di concentrarsi appieno sulle fasi di lavoro, perché la
creazione dinamica dell’inviluppo di carico
in funzione della posizione del baricentro
complessivo permette di operare in piena
sicurezza in tutte le condizioni.
C
Rendere pienamente operativa la macchina con una geometria di appoggio al suolo non convenzionale, con il sistema MCSS è
possibile: qualunque sia il poligono di stabilità, il sistema crea dinamicamente un inviluppo di lavoro virtuale all’interno del quale
è garantita la piena operatività e la piena utilizzazione del massimo diagramma di carico ottenibile per quella data configurazione,
qualunque sia l’attrezzatura utilizzata, navicelle porta-persone incluse.
Con gli stabilizzatori alla massima estensione (Fig. A), l’area operativa presenta una condizione di piena operatività durante tutta
la rotazione della torretta. L’area di lavoro è limitata automaticamente dal computer di bordo quando la geometria di appoggio sia
configurata secondo le esigenze di lavoro con, ad esempio, uno stabilizzatore solo parzialmente esteso (Fig. B).
Una condizione limite si ha quando uno stabilizzatore non tocca il terreno, ad esempio per un cedimento del piano di appoggio (Fig. C).
Anche in questo caso la zona operativa è limitata automaticamente.
IL MOTORE
POTENZA
AL LAVORO
PIù EFFICIENZA
IN CANTIERE
La gamma Roto è caratterizzata da motori turbo quattro e sei cilindri con emissioni conformi a Tier 3 che assicurano il
pieno sfruttamento della coppia disponibile lungo tutta la loro gamma di funzionamento. La pronta risposta alla domanda
di potenza è infatti requisito indispensabile per macchine che devono disporre di forza nelle condizioni più diverse.
In tutti i modelli il propulsore è collocato sul lato destro del telaio, così da permettere una facile accessibilità ed una
manutenzione in sicurezza. In tal modo l’operatore può operare con i piedi a terra con tutti gli organi meccanici ed
idraulici a portata di mano. In ciò la società Merlo ha l’indiscusso primato di avere per prima adottato questa soluzione e di averla continuamente innovata.
La trasmissione è di tipo idrostatico con pompa e motore idraulici a pistoni assiali, sistema che permette rendimenti
molto elevati ed un’ampia possibilità di regolazione a piena potenza con velocità massima di 40 km/h sui modelli di
alta gamma.
ROTO
MOTORE
La trazione integrale permanente consente di affrontare con successo ogni
tipo di terreno.
L’esuberanza del motore
e l’efficienza della trasmissione idrostatica permettono
stabilità di marcia e sicurezza anche su forti pendenze.
LA TRASMISSIONE IDROSTATICA
La trasmissione idrostatica dispone
di un proprio circuito idraulico indipendente e, grazie al suo elevato effetto
frenante dinamico, rende minimo l’impiego dei freni.
Un flusso di olio, messo in pressione da
una pompa idraulica, viene inviato al motore idrostatico e da questo convertito in
energia meccanica.
Tramite il cambio di velocità prima e l’albero di trasmissione poi, questa energia
è trasferita alle ruote.
La velocità di avanzamento è variabile
in funzione della pressione del pedale
dell’acceleratore, senza necessità di fare
continuo ricorso al cambio di rapporto di
un sistema meccanico tradizionale.
L’abbinamento vincente con una trazione
di tipo integrale permanente garantisce
un’ottima motricità e tenuta di strada, anche nelle situazioni più critiche.
5
1
2
-
Assale
Serbatoio dell’olio idrostatico
Albero di trasmissione
Motore idrostatico
Radiatori
Motore Diesel
Pompa idrostatica
Condotte idrauliche
4
8
3
1
L’IMPIANTO IDRAULICO
Tutti i modelli sono equipaggiati con
pompa idraulica di tipo Load-Sensing.
Questa consente di variare la portata
dell’olio idraulico adattandola automaticamente alla richiesta dei servizi azionati.
É un elemento di successo nell’utilizzo
gravoso e continuativo perché permette di disporre di potenza e rapidità di risposta ai comandi quando serve, anche
7
8
3
1
2
3
4
5
6
7
8
6
nella alimentazione contemporanea di
più utenze.
Poiché la portata dell’olio idraulico è
sempre pari a quella richiesta dalla corsa
del manipolatore di comando, sono indubbi i vantaggi in termini di consumi
ridotti e maggiore durata dei componenti.
GLI Assali
DOMINARE
OGNI PERCORSO
ROBUSTEZZA ED AFFIDABILITà
ESCLUSIVE
Gli assali, di progetto e realizzazione Merlo, esaltano il piacere di guida e la stabilità della macchina su tutti i terreni.
La struttura cinematica, sempre di progetto originale Merlo, riduce il rumore ed il beccheggio in fase di frenata ed
accelerazione, migliorando la marcia in curva e nei trasferimenti sotto carico.
Le quattro ruote sempre in trazione permettono di superare con disinvoltura anche le situazioni più critiche.
L’assale posteriore è ad oscillazione libera; ciò permette di seguire le asperità del terreno anche nel fuoristrada estremo, offrendo in ogni momento una salda motricità su tutti gli pneumatici. In questo modo è eliminato il pattinamento delle ruote e garantita l’aderenza anche su forti pendenze.
Quando necessario, il bloccaggio al 100% del differenziale posteriore (disponibile a richiesta), permette di trarre d’impaccio la macchina anche dai terreni più fangosi.
ASSALI
ROTO
ASSALI
Gli assali a portale (foto sopra) che equipaggiano buona
parte dei modelli Roto, sono realizzati con riduttore del tipo
pignone/corona e sono caratterizzati da un disegno che
sposta il loro asse longitudinale verso l’alto rispetto all’asse
orizzontale delle ruote, assicurando una ampia luce libera da
terra. I Roto 40.30 MCSS e 60.24 MCSS dispongono invece di
assali con riduttori epicicloidali (foto a destra) dimensionati
per impieghi particolarmente gravosi.
I FRENI
I freni di servizio sono del tipo a disco con pinza flottante
a comando idraulico servo-assistito. L’impianto frenante è
sdoppiato per la massima sicurezza di funzionamento.
Il freno di stazionamento, con bloccaggio automatico allo
spegnimento del motore diesel, è a disco indipendente
agente sull’albero principale di trasmissione.
Le prestazioni in fuoristrada
sono esaltate dall’ampia
oscillazione degli assali.
La vocazione ai percorsi offroad è valorizzata da angoli
d’attacco, di uscita e di
dosso particolarmente elevati per la categoria.
* Valori medi variabili in funzione dei diversi modelli e della configurazione
delle sospensioni.
TRE MODI DI STERZATURA
Le quattro ruote motrici sono tutte
sterzanti con servoassistenza idraulica.
Sono selezionabili tre modi di sterzatura:
• Sulle ruote anteriori (Fig. A).
• A volta corretta per ottenere un minore raggio di sterzatura (Fig. B).
• A granchio per effettuare spostamenti laterali della macchina senza perdere
l’allineamento longitudinale (Fig. C).
A
B
C
LE SOSPENSIONI
IDROPNEUMATICHE
La stabilità anche fuoristrada
CONFORT E SICUREZZA
IN ACCORDO PERFETTO
Una risposta pertinente ed efficace all’esigenza di assicurare un ottimo confort del sollevatore telescopico in trasferimento anche su terreni accidentati è offerta dalle innovative sospensioni idropneumatiche livellabili.
Questa tecnologia - esclusiva Merlo - assicura una efficace azione di smorzamento indipendentemente dal carico e
senza che l’operatore debba preoccuparsi del controllo funzionale, tutto ciò indipendentemente dalle caratteristiche
del terreno e dalla velocità di trasferimento.
Le sospensioni - che operano grazie all’integrazione omogenea ed equilibrata di idraulica e di elettronica - realizzano
un sistema attivo che consente di sfruttare al meglio le prestazioni dei sollevatori telescopici offrendo all’operatore ed
al carico trasportato confort e sicurezza senza confronti.
ROTO
SOSPENSIONI IDROPNEUMATICHE
Il funzionamento in automatico è ideale per la marcia
fuoristrada e per i tragitti
veloci su strada, garantendo
una eccellente dinamica del
veicolo anche a 40 km/h.
Le sospensioni possono
essere bloccate nella posizione desiderata per garantire la necessaria stabilità e
sicurezza nelle operazioni
di sollevamento su pneumatici.
I comandi permettono di fare
fronte a tutte le esigenze di
settaggio operativo.
La configurazione manuale dell’assetto delle
sospensioni permette di
variare con continuità sia
l’inclinazione laterale, fino a
±9° (±16%), che quella longitudinale, fino a ±5° (±9%).
MERLOMOBILITY
L’infomobilità
DEL GRUPPO MERLO
IL PARTNER TELEMATICO
PER AVERE TUTTO SOTTO CONTROLLO
MerloMobility informatizza, gestisce e localizza la flotta di mezzi privati ed aziendali con un sistema semplice, economico e completamente personalizzabile.
Consente di effettuare la radio-localizzazione Gps in tempo reale di più mezzi o veicoli, di controllarne i parametri più
significativi, di ricevere e gestire gli allarmi ma anche di inviare comandi per la gestione degli eventi. MerloMobility
utilizza come mezzo di trasmissione delle informazioni la rete wireless Gsm/Gprs/Umts e la rete Internet.
L’accesso al sistema ed il suo utilizzo si effettua via Web: non è quindi necessario installare complessi software poiché attraverso un comune browser è possibile gestire tutte le funzionalità da un normale computer o da un palmare.
É così possibile sapere dove si trovano le macchine in monitoraggio, chi le sta utilizzando ed in quali condizioni
stanno operando. Inoltre, in caso di furto o manomissione del sistema, MerloMobility opera anche come antifurto.
Ancora una volta il Gruppo Merlo si conferma leader in innovazione e ricerca tecnologica.
ROTO
MERLOMOBILITY
Logistica
Localizzazione del veicolo /
Posizione della flotta / Macchine non operative / Ore
di lavoro della macchina /
Mappa della flotta / Aree di
lavoro / Consumi di carburante / Velocità tachimetrica
Interfacciamento CAN BUS
Antifurto
Fasce orarie di funzionamento / Protezione contro
uso improprio / Allarme movimento macchina / Allarme
traino / Blocco motore /
Identificazione del conducente / Rilevamento e notifica effrazioni / Segnalazione
di spostamento
Attaverso MerloMobility è possibile recuperare informazioni
logistiche e di diagnostica e manutenzione direttamente
dal sistema CAN BUS (Controller Area Network) del veicolo.
Nel caso di mezzi Merlo che utilizzano il sistema MCSS o
Merlin, MerloMobility è l’unico sistema in grado di accedere
alla lettura di questi segnali proprietari.
Diagnostica
Temperature del motore /
Pressione dell’olio motore /
Efficienza della macchina /
Dati di manutenzione / Grafici di carico / Gestione della
manutenzione / Rapporti di
utilizzo / Tracciabilità degli
eventi
Pianificazione operativa
Programmazione attività di lavoro / Pianificazione del viaggio / Personalizzazione Punti
di Interesse / Ottimizzazione
delle rotte / Associazione veicolo/conducente / Statistiche
settimanali e mensili / Grafici e report personalizzabili /
Esportazione dei dati in Excel
MERLO MOBILITY. TUTTI I VANTAGGI
Permette il controllo dei percorsi
Attraverso una dettagliata rappresentazione cartografica è possibile controllare
la posizione del mezzo ed i movimenti
effettuati in un determinato periodo di
tempo.
Assicura la gestione degli allarmi e
degli eventi
Se il mezzo ha effettuato manovre improprie o ha raggiunto zone non permesse,
viene generato un allarme inviato via web,
e-mail o Sms all’utente registrato.
Arricchisce il controllo gestionale
Tutte le informazioni importanti del mezzo,
memorizzate nel database saranno facilmente accessibili attraverso il sito internet
utilizzando chiavi di ricerca automatiche o
personalizzate.
I dati potranno essere esportati anche in
Excel.
È competitivo
La ricerca e lo sviluppo interni permettono di offrire un prodotto di alto standard
qualitativo.
È tecnologicamente innovativo
Il sistema è già integrato sui mezzi del
Gruppo Merlo ed è perfettamente compatibile con i modelli della gamma.
È versatile
Tutte le funzionalità sono integrate in un
unico sistema.
Ottimizza i tempi
Permette la pianificazione, il controllo
e la programmazione dei viaggi e delle
attività.
Garantisce risparmi di carburante
L’utilizzo più razionale del parco macchine
consente la ottimizzazione dei viaggi e degli spostamenti.
Riduce i costi di manutenzione
Segnala le anomalie e permette il controllo
preventivo e la diagnosi a distanza.
SISTEMA SPACE
E PIATTAFORME AEREE
Sicurezza in quota
all’altezza
delle aspettative
L’impiego vincente dei sollevatori telescopici Roto nelle più svariate movimentazioni di cantiere trova la sua migliore
conferma nei numerosi sistemi Merlo per il sollevamento di persone ed attrezzature che offrono potenzialità d’impiego formidabili e permettono soluzioni vincenti in qualsiasi condizione operativa. Sono l’ennesima prova del primato
nell’innovazione tecnologica.
Dal Sistema Space - massima espressione tecnologica di piattaforma aerea dotata di braccio telescopico con elevazione e brandeggio autonomi - ad uno degli innumerevoli altri dispositivi di sollevamento con navicelle porta-persone.
Le prestazioni e la sicurezza d’uso sono solo alcuni dei vantaggi competitivi di una tecnologia che consente l’eliminazione dei tradizionali ponteggi e trabattelli con un notevole risparmio di tempo e manodopera.
Testimoniano l’impegno ad offrire tecnologia avanzata, frutto di ricerca ed innovazione continue, con la garanzia di
oltre quarant’anni di esperienza.
ROTO
SISTEMA SPACE E PIATTAFORME
Il Sistema Space è trasportabile su strada direttamente sul sollevatore Roto.
La rotazione idraulica attorno all’asse verticale di
numerose piattaforme aeree
Merlo consente il lavoro anche con la macchina angolata.
In alcune piattaforme aeree
Merlo la larghezza utile è
variabile grazie al sistema
di estensione brevettato,
operabile anche in quota.
Il brandeggio del braccio porta-piattaforma del
Sistema Space permette di
accedere a punti difficili da
raggiungere altrimenti.
Il Sistema Space consente
di operare ad una quota negativa di oltre 9 metri sotto
il piano stradale.
Indipendentemente dal tipo
di piattaforma in uso, l’operatore comanda tutti i
movimenti da bordo della
navicella.
LE ATTREZZATURE
MERLO
la forza della polivalenza
TANTE MACCHINE
IN UNA
Le attrezzature Merlo sono l’idea vincente che esalta il concetto di polivalenza dei sollevatori telescopici Roto.
Per tutti i modelli sono disponibili oltre cinquanta strumenti di lavoro diversi che ne aumentano le potenzialità di impiego e la versatilità ottimizzandone l’uso in tutti i campi. Le eccellenti caratteristiche e prestazioni delle attrezzature
Merlo originano da una progettazione integrata e da un processo produttivo esclusivo.
Ecco perché con esse i Roto sono capaci di offrire efficienza, redditività e significativa riduzione dei costi.
Bastano pochi secondi per connettere l’equipaggiamento desiderato alla zattera porta-attrezzature e rispondere con efficacia e rapidità a sempre nuove esigenze di sollevamento, trasporto, carico e scarico e movimentazione di precisione.
Dai sistemi multifunzione Merlo, immediatamente operativi in una infinità di impieghi diversi, si deve pretendere il meglio in polivalenza, qualità, redditività e soprattutto sicurezza.
ROTO
ATTREZZATURE
BENNA MISCELATRICE
BRACCIO GRU
GANCIO SU ZATTERA
SISTEMA SPACE + POSACENTINE
PINZA CON ROTORE
VERRICELLO
FALCONE CON VERRICELLO
ROTO 45.21 MCTJ. LA GRU DA CANTIERE SECONDO MERLO
Il Roto 45.21 nella versione MCTJ aggiunge alle normali funzioni di sollevatore telescopico con torretta girevole
anche l’utilizzo come gru a torre.
Il sistema Tower Jib, incernierato sulla
parte terminale del braccio telescopico, consiste in una struttura tralicciata
sulla quale scorre un carrello distributore dotato di argano a fune.
Può essere utilizzato sia orizzontale, come una normale gru a torre, sia
come falcone, potendo raggiungere in
questa configurazione un’altezza operativa di 31,7 metri.
• La struttura può essere agevolmente
ripiegata a lato del braccio permettendo così sia il trasferimento del Roto
45.21 MCTJ su strada che il suo pieno
uso come sollevatore telescopico.
BENNA CALCESTRUZZO
IL MONDO
MERLO
UN ALTRO PIANETA!
INTERNET
Lasciatevi entusiasmare dal
mondo Merlo anche in internet sul sito www.merlo.com.
MERLO SERVICE
Nessuno meglio di noi conosce le esigenze e le aspettative di chi utilizza un sollevatore telescopico e questo i
nostri clienti lo sanno.
Sanno di avere a disposizione personale tecnico altamente qualificato ovunque
ci sia una macchina Merlo al
lavoro.
PRESENZA GLOBALE
Oltre 600 partner di vendita nel mondo apportano
valori che solo esperienza e
tecnologie innovative possono garantire. Scegliere Merlo
significa scoprire ogni giorno
i vantaggi di tecnologie avanzate e l’affidabilità di macchine
sicure e confortevoli alle quali
si può chiedere il massimo.
MERLO FINANCE
Una gamma di prodotti finanziari su misura, condizioni economiche competitive, efficienza amministrativa
e semplicità delle procedure.
Valorizzate da servizi a valore aggiunto quali l’assicurazione e la documentazione
contrattuale personalizzata.
PORTE SEMPRE APERTE
I nostri stabilimenti sono
aperti a visite guidate per
farvi partecipi della nostra
organizzazione produttiva e
commerciale.
Si potrà così scoprire un
processo produttivo integrato realmente a ciclo completo, non un semplice assemblaggio di componenti.
ROTO
MONDO MERLO
MERLO PRESS
La rivista dedicata a tutti coloro che operano nel campo
della movimentazione e del
sollevamento, ricca di informazioni, storie ed interessanti articoli di carattere
tecnico. Per riceverla gratuitamente basta registrarsi su
www.merlo.com.
MERLOMOBILITY
È l’assistente personale che
risponde a tutte le esigenze di infomobilità e che
permette di gestire in tempo reale più mezzi o veicoli
24 ore su 24, 365 giorni
all’anno.
È il partner telematico per la
diagnostica, la logistica e la
pianificazione operativa.
CFRM - CENTRO FORMAZIONE E RICERCA MACCHINE
Le migliori competenze tecniche e gli strumenti didattici più
efficaci - qualificati da INAIL (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) - per apprendere a gestire in sicurezza la propria macchina, indipendentemente dalla sua tipologia, marca o modello. www.cfrm.it.
FORMAZIONE QUALIFICATA
PRIMATO TECNOLOGICO
I moderni impianti di produzione sono quanto di
meglio è disponibile a livello
industriale.
Centri di taglio laser, verniciatura elettrostatica a polveri, lavorazioni robotizzate,
moderni centri di lavoro automatici: tutto contribuisce
alla superiorità tecnologica.
ISO 9001:2008
Grazie all’applicazione di
rigorose procedure di gestione in ogni processo
aziendale, il nostro Sistema
qualità assicura la garanzia
dei risultati che hanno consentito di conquistare la fiducia di migliaia di clienti nel
mondo.
MERLO PROJECT
Una vera e propria fucina di
idee e cuore pulsante della
ricerca più avanzata.
è qui che la ricerca ed i
progetti di oggi diventano
le tecnologie di domani,
macchine dalla forte personalità che impressionano da
ferme ed entusiasmano in
azione.
SICUREZZA INNANZITUTTO
Crash dinamici, test di ribaltamento e di resistenza strutturale, verifica dei diversi impianti a sollecitazioni di molti
fattori superiori a quelli operativi. Tutto questo e molto altro
deve superare un Roto prima
di arrivare alla produzione in
serie e poter raggiungere i
cantieri di tutto il mondo.
I DATI
TECNICI
LA PAROLA AI NUMERI
CARATTERISTICHE E PRESTAZIONI
50.10 S 38.14 38.16 45.19
38.14 S 38.16 S
45.21
50.16
Mcss
45.19
Mcss
45.21
Mcss
60.24
Mcss
40.26
Mcss
40.30
Mcss
Massa totale a vuoto con forche (kg)
11800 11900(1) 12100(1) 14650 15050
14750
14950
15050
18750
16050
19200
Portata massima (kg)
5000
3800
3800
4500
4500
5000
4500
4500(2)
6000
4000
4000
Altezza di sollevamento (m)
10,4
13,9
15,7
18,7
20,8
16,4
18,7
20,8(2)
23,9
26
29,5
Sbraccio massimo (m)
7,6
11
13
15,8
18
13,4
15,9
18
20,8
22,9
25,5
Altezza alla massima portata (m)
9,1
9,7
9,8
10,9
10,6
10,9
11
10,7
12
13,6
19,4
Sbraccio alla massima portata (m)
4,8
5,5
5,5
7
7,1
6,1
7,6
7,6
7
8,2
10,5
Portata alla massima altezza (kg)
4000
2500
2500
3000
2500
3000
3000
2500
3000
1500
1500
Portata al massimo sbraccio (kg)
2000
1100
700
650
600
1300
900
750
850
150
400
415(3)
600(3)
Continua
Motore turbo (marca/cilindri)
Perkins/4
Deutz/4
Potenza del motore Tier 3 (kW/CV)
74,5/101
88/120
Iveco/6
107/145
129/175
107/145
129/175
Serbatoio del carburante (l)
150
150
150
150
150
150
150
150
150
150
150
Velocità in 1a marcia (km/h)
11
11(4)
11(4)
7
7
16
16
16
16
16
16
Velocità in 2a marcia (km/h)
40
40(5)
40(5)
25
25
40
40
40
40
40
40
240-124
240-108
240-124
160
Impianto idraulico Load-Sensing (bar-l/min)
210-108
240-115
240-108
Serbatoio dell’olio idraulico (l)
130
130
130
160
160
160
160
160
160
160
Impianto elettrico (V)
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
Batteria (Ah)
160
160
160
160
160
160
160
160
160
160
160
P(6)
P(6)
P
P
P
P(6)
P
P(6)
P
P
P
P
P
Stabilizzatori a posizionamento idraulico
P(6)
P(6)
P(6)
Sospensioni idropneumatiche
P
P(7)
P(7)
-
-
P
Cabina a norme FOPS (ISO 3449)
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
Cabina inclinabile verso l’alto
-
-
-
-
-
-
-
-
P
P
P
Sistema Merlin di comando e controllo
-
-
-
-
-
P
P
P
P
P
P
Comandi con joystick elettro-meccanico
P
P
P
P
P
-
-
-
-
-
-
Comandi con joystick elettronico
-
-
-
-
-
P
P
P
P
P
P
Bloccaggio Tac-Lock delle attrezzature
P(9)
P(8)
P(8)
P(8)
P(8)
P(9)
P(8)
P(8)
P(9)
P(8)
P(8)
Servizio idraulico ausiliario sul braccio
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
Due forche flottanti (lunghezza 1200 mm)
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
Trasmissione idrostatica
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
Serbatoio dell’olio idrostatico (l)
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
Inversore di direzione Finger-Touch
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
Trazione integrale permanente
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
Sterzatura sulle quattro ruote
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
Freni di servizio a disco
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
Freno di stazionamento automatico
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
Pneumatici
405/70-20
18-22.5
445/65-22.5 18-22.5
P
445/65-22.5
Radiocomando
p
p
p
p
p
p
p
p
p
p
p
Sedile pneumatico
p
p
p
p
p
P
P
P
P
P
P
Bloccaggio del differenziale posteriore
p
p
p
p
p
p
p
p
p
p
p
Quattro fari di lavoro su cabina (2A + 2P)
p
p
p
p
p
p
p
p
p
p
p
Condizionatore manuale
p
p
p
p
p
p
p
p
p
p
p
Tergicristallo sul vetro del tettuccio
p
p
p
p
p
p
p
p
p
p
p
Stacca-batteria manuale
p
p
p
p
p
p
p
p
p
p
p
Tendina parasole frontale e superiore
p
p
p
p
p
p
p
p
p
p
p
Le prestazioni si riferiscono a macchina equipaggiata con forche, operante su stabilizzatori.
(1) Versione S. Nei modelli base il peso è di 350 kg in meno; (2) Versione Tower-Jib con portata massima di 800 kg e altezza di sollevamento di 31,7 m;
(3) ±208° / ±300° rispetto all’asse longitudinale del veicolo; (4) Versione S. Il modello base offre velocità massima di 7 km/h;
(5) Version S. Il modello base offre velocità massima di 25 km/h; (6) La stabilizzazione della macchina può avvenire in modo automatico;
(7) Version S. Il modello base non dispone di sospensioni; (8) Zattera anteriore porta-attrezzature ZM2; (9) Zattera anteriore porta-attrezzature ZM3.
P Di serie. p A richiesta.
I sollevatori telescopici Roto illustrati in questa documentazione possono essere equipaggiati con accessori opzionali o speciali che non fanno parte della dotazione di serie e che vengono forniti a richiesta.
In alcuni Paesi potrebbero non essere disponibili tutti i modelli o attrezzature per vincoli di mercato o normativi. I dati tecnici ed informativi sono aggiornati al momento della stampa con riserva di modifiche dovute alla naturale
evoluzione tecnologica, senza obbligo di preavviso da parte nostra. Il vostro concessionario Merlo di fiducia sarà lieto di fornirvi tutti gli aggiornamenti sui nostri prodotti e servizi.
MKT MERLO • T 413 IT 0911
Rotazione della torretta (gradi)
MKT MERLO • T 413 IT
MERLO S.P.A.
Via Nazionale, 9 - 12010 S. Defendente di Cervasca - Cuneo - Italia
Tel. +39 0171 614111 - Fax +39 0171 684101
www.merlo.com - [email protected]

Similar documents

il gruppo merlo

il gruppo merlo • Il Gruppo Merlo è una realtà industriale dinamica, innovativa, pienamente integrata ed a capitale interamente privato per la produzione di macchine ad alta tecnologia

More information