a cura della camera di commercio industria e agricoltura di torino

Comments

Transcription

a cura della camera di commercio industria e agricoltura di torino
A CURA DELLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA E AGRICOLTURA DI TORINO
S P E D I Z . IN
POSTALE
ABBONAMENTO
(III
GRUPPO)
N.119 - NOVEM.1952 - L. 250
CARPANO
ONVdMVD
I
L
V
E
R
H
U
T
H
R
E
n
nzano
/v
Nelle C A S S E T T E PROPAGANDA
C I N Z A N O
1 9 5 2
t r o v e r e t e un b u o n o p e r un p r e m i o
"
"
"
garantito.
I
F r a i premi: A U T O M O B I L I F I A T " 1 4 0 0 " • P E L L I C C E IN V I S O N E
della S . A . Pellicceria Monferrina di Alessandria • T E L E V I S O R I
" P H I L I P S " TX 1410 U • C I N E P R E S A E P R O I E T T O R I P A I L L A R D A P P A R E C C H I F O T O G R A F I C I " L E I C A " IIIF- M O T O L E G G E R E V E S P A
125cc--AUTOMOBfLINI ELETTRICI " L U C C I O L A " - RADIOFONOBAR
" W A T T - R A D I O " - T E N D E P E R C A M P E G G I O " M O R E T T I " - CUCINE
A G A S " T R I P L E X " - L A V A B I A N C H E R I A " G R I P O " - ecc. ecc.
^
"
"
POMPE
CENTRIFUGHE
ELETTROPOMPE
POMPE
E
MOTOPOMPE
V E R T I C A L I
PROFONDI
E
PER
PER
POZZI
POZZI
TUBOLARI
SOCIETÀ PER AZIONI
INGG. A U D O L I
TORINO
- CORSO
V I T T O R I O
EMANUELE,
66
*
STABILIMENTI
Coke
per
Benzolo
IN
omologhi
e industria . Materie
DIREZIONE
istituto
Cìà
I S T I T U T O
GENERALE: TORINO
Iancuno
DI
CORSO
VITT.EMAN. 8 -
C San .Paolo
C R E D I T O
DI
D I R I T T O
di
STABILIMENTI:
Cor ino
lastra . Prodotti
PORTO
E IN
. Catrame
agricoltura
plastiche . Vetri
isolanti
"Vitro»»*
MARGHERA-(VENEZIA)
T U T T E LE O P E R A Z I O N I
di Maura
e Morsa
-
Depositi e conti correnti
2
Succursali
•
Agenzie
In
Piemonte,
Liguria
•
Credilo
Umiliarlo
P U B B L I C O
S E D E C E N T R A L E IN T O R I N O - SEDI IN T O R I N O , G E N O V A , M I L A N O , R O M A
137
TORINO
e riscaldamento .
derivali . Prodotti azotati per
In
B E R T O L A
M O N D O V Ì
industria
ed
&
e
Lombardia
al 30-9-1961
L.
Assegni in circola Sion*
s
1.419.692.000
in circolazione
s
10.B97.3B1.000
Fondi patrimoniali
s
767.129.000
Cartelle fondiarie
46.181 382.000
Wl
T
È uscita l'edizione 1951-52 dell'
ANNUARIO POLITECNICO
ITALIANO
G u i d a g e n e r a l e delle I n d u s t r i e N a z i o n a l i r e d a t t a in c i n q u e l i n g u e
I T A L I A N O
- FRANCESE
- INGLESE
- T E D E S C O
S P A G N O L O
Ouesta 29» edizione che si presenta In una elegante e nitida veste tipografica, di oltre 1300 pagine di grande formato solidamente legata
In cuoio Salpa, con Impressioni in oro, contiene gli indirizzi scrupolosamente aggiornati delle Ditte Industriali d tutta Italia suddivise
neì12 Gruppi secondo l'industria esercita e i singoli prodotti tabbricati e disposta alfabeticamente per città nelle rispettive rubriche.
Gruppo 1 - Industrie Alimentari - Gruppo 2 - Industrie Grafiche e della Carta - Gruppo 3 - Industrie Chimiche ed Elettrochimiche - Gruppo 4 - industrie Edilizie
- Gruppo 5 industrie della Gomma, dei Pellami, delle materie plastiche ed affini - Gruppo 6 - Industrie de Legno - Gruppo 7 - Industrie Tessili Gruppo 8 - Industrie varie - Gruppo 9 - Industrie Elettriche ed Elettrotecniche - Gruppo 10 - Industrie Minerarie e Metallurgiche - Gruppo 11
Industrie Meccaniche Gruppo 12 - Esportatori - Ditte raccomandate - Gruppo 13 • Indice dei Gruppi e delle Rubriche In cinque lingue
È una Guida utile pratica, di facilissima consultazione, Indispensabile agli industriali, commercianti, rappresentanti, esportatori,
che in essa troveranno tutti gli indirizzi precisi che possono occorrere per gli acquisti, per le offerte, per la propaganda.
I n d i r i z z a r e le r i c h i e s t e all' A N N U A R I O
POLITECNICO
I T A L I A N O
- V i a S i l v i o P e l l i c o , 12 - M I L A N O - T e l e f o n o 874.658
capamianto
kSocietà
per
/Qzìohì
T O R I N O
VIA
LAVORAZIONE
SAGRA
DELL'AMIANTO,
DI S A N
MICHELE
GOMMA
E
VERNICI E S M A L T I
V
E
R
N
I
C
I
*
U
G
O
l
Q
U
1
I
I
A
1
U
l
AFFINI
SINTETICI
VERNICI E SMALTI
NITROCELLULOSA!
VERNICI E S M A L T I
GRASSI
P I T T U R E PER L A
PROTEZIONE
P I T T U R E PER L A
DECORAZIONE
P E N N E L L I
S e d e e Filiale i n
TORINO
Via S. F r a n c e s c o d ' A s s i s i , 3
T e l e f o n i : 553.248 - 44.075
T
O
R
I
N
O
S t a b i l i m e n t o ed U f f i c i In
SETTIMO
TORINESE
T e l e f o n i : 556.123 - 556.164
4
14
C A M E R A
DI
C O M M E R C I O
MOVIMENTO
I N D U S T R I A
h
A G R I C O L T U R A
DI
I
O T T O l( UIC
S
C
R
I
III", 2
13-10-1952
237.664 - AUTOSALONE VICTOR di
CARPXNTERT VITTORIO - a u W m e s * a - Torino, v. C a s i n i 73.
237.165 - BOLLE MARIO. AUTOTRASPORTI - a u t o f n s p conto
terzi - G'fiveno. v Persero 3.
237.666 - FELLO FRANCESCO carpenteria In ferro - Torino,
v. Paesana ?2.
237.667 - ELIOS di PERETTI EDDA
- Industria e c o m u . all'Ingrosso
Coccolato. carsmere. ecc. - T o rino v. O. Catti in
237.668 - GUGLIELMINI G'OVANNI
- stuccatore e r'nundratore Pe'nasco v. TroccM 7.
237.669 - DEMARIA GIACOMO autotrasporti conto terzi - Lelnl,
o'r. Lomhnrd"re 28.
237.670 - POP-CORN PIEMONTESE
s r 1. - importaz.. lavoraz. e
vend'ta cereali prcd. alimentari
In genere - Torino, v. Accademia Albertina 1.
237.671 - SANDRONE NICOLA comm. frutta e verdura - trizio,
p. Dorato O u ' d o 1
237.672 - MARIO CROTTO - Impresa costruzioni edili - Torino,
c. Racconlgl 139.
237 673 - FT.ORIANI MICHELE lavori edili In cenere - Bardonecchla. v. M e ' e ' e t .
237.674 - RICCARDI RENATO panetteria con forno - Torino,
c. Moncal'eri 41.
237.675 - LA FRANCA ASSUNTA panetteria, pastlcrer'a e bar Torino v. N l " a 39 Mi.
237.676 - PITTA VINO PIETRO - rim e r à a u t o e m o t o - Torino,
v. Ardirò 6.
237.677 - ORIGLIA PIETRO - panetteria con forno - Torino, via
Mazzini 13.
237.678 - ELLENA IRTDE di B A R TOLOMEO In CAPELLO - mercerie e confezioni per bambini
al minuto, ann. laboratorio Torino, v R. Martorelll 74.
14-10-1952
237.6?9 - SCLERANDI MICHELANGELO - prod farmaceutici all'Ingrosso - Torino v. Cavour 25.
237.6P0 - ROCCI SILVESTRO E T TORE - commercio leana e t r o n chi - Buttlgllera Alta. v. Provinciale 7.
237.681 - VIANO CARLO - telerie
e con fez. al minuto - Torino,
str. di Settimo 86,
237.682 - I.ANZA GIUSEPPINA pettinatrice - Torino, v. Foscolo 19.
237.683 - MARCHISIO PIETRO amb. verdura - Torino, p. Carlo
Emanuele 15.
237.684 - MA.SPAT.. MANIFATTURA SPAZZOLE TORINO di FORNERIS LUCIA - manlfatt. spazzole - Torino, v. Caratilo 41,
237.685 - NOTARI GIACOMO - autotrasporti conto terzi - San
Mauro T.se. v. Armando Diaz 8.
237.686 - PER INO GIOVANNI - riparazioni meccaniche - Torino,
v. Vlbò 33 b's.
237.687 - RAPISARDA CONCETTA
- parrucchiere e pettinatrice Torino, c. Francia 121
Z
I
ANAGRAFICO
T O R I N O
O
N
I
237.688 - RAVA AGOSTINO - falegnameria, costruz. In legno T o n n o , c. Clrlè 35.
237.689 - GARIQLIO ERNESTO combustlb. solidi, lngr. e m i n u to - Torino, v N. Bianchi 48.
237.690 - RAVIOL GUIDO - autotrasporti c o n t o terzi - Perora
Argentina, v. Bardonecchla 111.
237.691 - RULLIFICIO PIEMONTESE di GIUSEPPE RICORDI &
ANNIBALE PASCHINO s. di I. confezione rulli e cilindri - T o rino. v. Bava 30.
237.692 - BELGRADI GIAMBATTISTA - autotrasp. c o n t o terzi Torino, v. Susa 4.
237.693 - COLLO DOMENICA - m i nuterie e privativa - Torino, via
Frejus 114.
237.694 - RUVELLO CARLO - riparazioni botti - Rocca, borgata
Vallossera.
237.695 - SALERNI ANTONIO meccanico - Torino, v. Valdellatorre 106.
237.696 - ZAVATTARO GIUSEPPINA - c o m m . Indumenti Intimi Settimo T.se. v. Cavour 59.
237.697 - SICLA. SOC. ITALIANA
COMPENSATI, LEGNAMI E AFFINI s r. 1. - Torino, v. G. Previsti 23.
237.698 - ARDISTSONE EDMONDO rlparaz. radio - Torino, v. T o m maso Gulll 42.
237.699 - BACCI ADON - Ingresso
stracci - Torino, c. R. Parco 48.
237.700 - BRUNO CLELIA In BOCCADORO - c o m m . all'lngr. m a teriali ferrosi - Torino, v. Ferrare 9.
237.701 - CASTRONINO UMBERTO
- calzolaio - Torino, v. San T o m maso 13.
237.702 - DOMUS ET FEMINA di
CERRATO ROSA - sarta e ricamatrice - Tor no, v. Cavour 5.
237.703 - CHEMITEX s. r. 1. - c o m mercio, rappr., produz. prodotti
per l'ind. tessile e conciarla, ecc.
- Torino, v. Cavour 5.
237.704 - DAVINI LUCIANO - radioriparatore - Tor.no. v. Cardinal Massaia 33.
237.705 - D AVOLIO DOMENICO amb. ferramenta - Torino, piazza Statuto 4.
237.706 - FIGAZZOLO TERESINA mercer e e tessuti al m i n u t o Moncalierl, v. Santa Maria 33.
237.707 - FINETTI ALFREDO E PERIN LODOVICO - rlp. auto, m o to e cicli - Torino, c. Vercelli
il. 362.
237.708 - FORNERIS MARIA In
BRONDA - c o m m . amb. articoli
casalinghi - Torino, c. R a c c o n c i 25.
237.709 - GIACHINO CAROLINA maglierista - Torino, v. Dante
di Nanni 106.
237.710 - BOSC di GOBETTI CECILIA - fabbr. carde e r paraz.
macchine - Torino, v. Carlo Alberto 18.
237.711 - F.LLI ALBERTI a. di f. muratori - Torino, v. A. Mensa
n. 40.
237.712 - RICHARD ANNA - spaccio
bevande alcoollche - Moncalierl.
borg. 8. Maria 21.
237.713 - NEVISSANO ENRICO comm. Ingrosso e minuto vini,
sciroppi, liquori in ree p. chiusi
- Torino, v. Monterosa 14.
237.714 - NOVELLI CARLO - caffé
- Torino, c. Quintino Sella 85.
237.715 - VEZZANI MARIO - valigeria, borsette, pelletterie In genere - Torino, v. Garibaldi 22 bis.
237.716 - SPANDRE CONIUGI comm. pasticceria e commestibili - Balangero, v. Lanzo 4
237.717 - DELFINO DOMENICO &
CHIAPELIO LUCIA - CONIUGI
s. di f. - Torino, v. Bellini 4.
237.718 - ZAVATTARO ERMINIA bnttlgl'eria - Torino, v. Chiesa
della Salute 41.
237.719 - CRIVELLO GIOVANNA ceneri comme'tlblli d m i n u t o Torino, v. Moro«lni 3.
237.720 - PAPURELLO EMILIO costruz. e rlcostruz. edilizia Rocca C.-e
237.721 - SABOLO OLGA - confez.
blancher'a e camiciaia - Chlvasso. v. Ma^zè 2-C.
237.752 - GOLI.I SALVATORE - calzolaio - Cavagnolo, viale Col o m b o 185
237."™'< - MONFERRINO GIUSEPPINA - amb. f r u t t i e verdura Chlvasso. p'azza Tr'noll.
237724 - GA'1,1 ANGELA - e'ettrauto - Chlvasso, str. G. Ferrarla 39.
237.725 - BOBBA PRIMO - stallaggio - Chlvasso. v. Collegio. 8.
15-10-1952
237.726 - MARCHETTO ROSA am**. frutta e verdura - Rivoli,
v Roma 18.
237.797 . CAT.LETTI PIERRE - rappre-entnnte p r o f " m i - Torino,
v Sant'Anselmo 2'.
237.728 - CANELTO OLAO - amb.
manufatti - Torino, v. Cherubini 24
237.729 - DAVI' GIUSEPPE - c o struzione edile - Avlgllana, via
Davi 5.
237.730 - DA VITO ANTONIO - t e c n ' e o dentista - Torino, c. S o m meiller 15.
237.731 - ODOLO GIUSEPPE - a u t o t n sporti c o n t o terzi - Torino,
v. Case!iene 13.
237.732 - PELLARINI GEOM. UGO
- costruz. ed'll - Avlgllana, via
dell'Orologio 8.
237.733 - PICCA PICCONE LUIGIA
- frutta e verdura al m i n u t o Borgaro T.re. v. Costituente 7.
237.734 - ROSTAGNO MARIO. PAOLO & PIETRO s. di f. - tornerla
meccanica artlg. - Forno C.se.
fraz. Bottini 47.
237.735 - SALATI GIUSEPPE - c o struzione e rlparaz. mobili In
legno - Torino, v. V. Amedeo 18.
237.736 - ZAVATTARO GIOVANNI
- c o m m . al m i n u t o pneumatici
per a u t o - Torino, v. M o n f a l c o n e 45.
237.737 - VEGLIA CATERINA In
PERETTO - m o d e - Torino, via
Dante di Nanni 101.
237.738 - TOZZINI GIUSEPPINA
ved. VERCELLI - c o m m . generi
da pastaio al m i n u t o - Torino,
v. Domodossola ang. v. R. Pilo.
237.739 - SCAGLIA BERNARDO materiale elettrico al m i n u t o Rivoli v. Monte Grappa 1.
237.740 - GORIA V I T T O R I O - a m bulante chincaglierie
Torino,
v. G Dina 38-20.
237.741 - IMPRESA COSTRUZIONI
EDILI A. G. BROGLINO s. r. 1.
- costruz. edlllz a in genere Torino, c. Palermo 62.
237.742 - ANSALDI & C. s. r. 1. cotonerle, tessuti al minuto Torino, v. Nizza 85.
237.743 - GENETTI BRUNO - artlc
tecnici per dlt-egno al minuto e
riproduz. disegni - Torino, via
Melchiorre Gioia 6-D.
237.744 - FRANCISETTI BRIGIDA
- all'Ingrosso vini ed olio - T o rino. v. Oropa 5.
237.745 - RAMPONI MARIA In
GNOCCHI - comm. pane, dolciumi, pasticceria - Perosa Argent'.na, v. Magenta 4 e v. U m berto I.
16-10-1952
237.746 - FERRERÒ CATERINA c o m m . Alati al m ' n u t o - T o rino, v. Consolata 8.
237.747 - SOC. ESERCIZIO LOCALI
PUBBLICI - S.E.L.P. - s. r. 1. gestione di esercizi pubblici e
c o m m . caffè - Torino, v. San
Quintino 21
237.748 - CIA-CH1MICA INDUSTR.
E AFFINI di SINCHETTO GIUSEPPINA - Fabbr. colori, vernici,
cernita e lavoraz. cascami, m a terie plastiche, ecc. - ORBASSANO, Brulno ang. v. Montegrappa.
237.749 - SUPPO UMBERTO - c o m mercio materla'e ed'le e autotrasporti c. terzi - Plnerolo. via
G. Rlbet 2.
237.750 - CERUTTI FIORENZO pavimentatore - Torino, v. A portl 2.
257.751 - DRAGONETTI TERESA ambulante scampoli - Torino, v.
Milano 10.
237.752 . EBOLI ALBINO - costruzione edile - Ceres. fraz. V o ragno 69.
237.753 - GRIGI IONE TERESA vedova MARCHETTI - commercio
amb. mercer'e, chincaglierie e
confezioni - Lanzo Torln., str.
Coassolo.
237.754 - INGRASSIA ANTONINO amb. banane, limoni, erbe aromatiche - Torino, c. Orbassano
n 42.
237.755 - CASA EDITRICE ERIMAR
di MAR AGNOLI ERINA - p u b blicazioni storiche e scolastiche
- Torino, p. Castello. 51.
237.756 - PASTIFICIO MARCHETTI
di MARCHETTI GIOVANNI - generi da pastaio al m i n u t o - T o rino. v. Arsenale 35-bls.
237.757 - MARINO NICOLA - ambulante agrumi, frutta secca Torino, p. Cesare Augusto 5.
237.758 - PADOAN SANTA In BALDIN - ambulante ferravecchi Torino, v. Spontlnl 22.
237.759 - PECCHIO INNOCENZO apparecchi radio, forniture e'ettrlche al m ' n u t o - Lanzo Tor..
v. Clbrarlo 22.
237.760 - POLLIOTTO MICHELE muratore - Plnerolo. v. Mazzini 12.
237.761 - VENTO DELFINO - muratore - Piscina (Plnerolo) - via
Margarl 20.
237.762 - CINUS ROSINA - pelletterie ambulante - Torino, v. Mercanti 9.
237.763 - FEDIGATI ERNESTO amb. saponi, detersivi, ecc. - T o rlno, c. Rosselli 182.
5
237.764 - A I U O L A I G N A Z I O - c o m mercio f r a t t a e verdura - Lanzo
T o r i n e s e , v. M a t t e o t t i 556.
237.765 - P E G O R A R O E M I L I O
c o m m e s t i b i l i - T o r i n o , v. S o m m a r l v a 27.
237.766 - M U S A A L I C E E R M E N E GILDA - profumeria e bigiotteria - T o r i n o , v. C h i e s a d e l l a
S a l u t e 11.
237.767 - I T A L F R U T T A di V A L L O SIO VINCENZO - comm. f r u t t a
f r e s c a e secca al m ' n u t o - T o r ' n o . v. S a n S e c o n d o 55-A.
237.768 - D A M I L A N O A N G E L A i n
GHIGO - commercio e fabbr.
maglieria biancheria.
237.769 - C O R N O E R M A N N O - d r o g h e r i a - T o r i n o , c. G . Cesare 50.
237.770 - A M E D E I T E R E S A , s a r t a T o r i n o , v. G i o t t o 1.
17-10-1952 '
237.771 - T O S A T T O C A T E R I N A In
MORI - comm. frutta e verdura
- T o r i n o , v. C h i e s a d e l l a S a l u t e 81.
237.772 - A R T U S I O L U I G I - a u t o trasporti conto terzi - Torino,
v. S. O t t a v i o 45.
237.773 - I N G . A R T U R O M I T T T G A
- Impreca di c o s t r u z i o n i - R o m a . v. E. D u s e 53 - e T o r i n o .
Colle della Maddalena.
237.774 - T O R T A C A R L O - a m b u l a n t e olio e s a p o n e - T o r i n o ,
v. P i a n e z z a 65.
237.775 - G I R O L D O C E S A R E - i n dumenti militari usati e tute c o m m . - T o r i n o , v. G r a m i g n a 2.
237.776 - G I L L I O S T E F A N O - s a l u meria, alimentari, drogheria, vini, ecc. - M o n c a l i e r l , v i a S a n
M a r t i n o 18.
237.777 - C R I P P A M A R I O - c o m m .
al m i n u t o m o b i l i - T o r i n o , via
S e s i a 23.
237.778 - I M M O B I L I A R E S . I . G . E . F .
- soc. a r. 1. - l ' a c q u i s t o , l a v e n dita. costruzione e a m m . beni
I m m o b i l i - T o r i n o , v. S e r r a n o 9.
237.779 - C A N C I A N F E R N A N D O off. s a l d a t u r a e s t a m p a g g i o l a m i e r a - T o r i n o , v. Bari 15.
237.780 - B O G G I O F R A N C E S C O pasticceria all'ingrosso - Torino,
v. F . B o n e U l 11.
237.781 - B R U N O M O R E T T I & C.
s. acc. s. - off. m e c c a n i c a T o r i n o , v. S a l u t o 70.
237.783 - E S E R C I Z I O I N D U S T R I E
A G R A R I E s. r. 1. - c o n d u z i o n e ,
gestione, beni Immobili - T o rino, c. M a t t e o t t i 29.
237.783 - G A L L E R A T O A N T O N I O c o m b u s t i b i l i solidi al m i n u t o T o r i n o , v. V e n a r i a 27.
237.784 - A C C O S S A T O M A R I A
commercio generi drogheria e
c o m m e s t i b . - T o r i n o , str. S a n
M a u r o 95.
237.785 - G I A R D I N I G I O V A N N A c a r t o l e r i a - T o r i n o , v. M o n f e r r a t o 15.
237.786 - F I O R I O G I O V A N N A
c o m m e s t i b i l i , d r o g h e r i a al m i n u t o - T o r i n o , v. M o n g i n e v r o 3.
237.787 - P A N G E L L A G I U S E P P E c a r t o l e r i a - T o r i n o , c. B e l g i o 39.
237.788 - B A R B E R I S V I T T O R I N A commestibili,
fiaschetteria,
cartoleria, cancelleria, rivendita p a ne - Chlvasso, fraz. Boschetto,
v. S. A n n a 51.
237.789 - L A N A G I O V A N N I E A U G U S T O s. di f . - m u r a t o r i A z e g l i o , v. B o r g a r a t t o 2.
237.790 - B E N E D E T T O D E O D A T O
& F I G L I O G I U S E P P E s. di i . maniscalco - Strambino, corso
T o r i n o 2.
237.791 - C O A S S O L O I R I S In A L O Y
- oreficeria, g i o i e l l e r i a e o r o l o geria - Perosa Argentina,
via
X X V I H A p r i l e 4.
237.792 - M E L A T O M A N L I O - m o b i l i - M o n t a l t o D o r a , v. P r o v l n 237 C 793 S '- M A R I N G E R I G I U S E P P E ambulante calzature - Montalt o D o r a , v. R o m a 6.
237.794 - G H E R R A
ROMILDA
c o m m e s t i b i l i - C o l l e g n o , v. A n d r e a C o s t a 17.
237.795 - R A T T O M A R I A f u G I A C O M O In P E N E N G O - l o c a n d a
del Centro, commestibili e gen e r i v a r i - C a p r l e , p . del M u n i c i p i o 4.
18-10-1952
237.796
SOC.
IMMOBILIARE
V I A T T O S O s. r. 1. - a m m . g e stione cond. Immobili - Torino,
v. C o n f i e n z a 15.
237.797 - I M M O B I L I A R E B A L D I S SERÀ
- compravendita
amm.
I m m o b i l i - T o r i n o , c. R e U m b e r t o 134.
6
237.798 - B R O G L I A T T I R I C C A R D O
- a m b . art. religiosi e c h i n c a glierie - T o r i n o , c. M u z z a n o 11.
237.799 - V E R S I N O G I O V A N N I Ingrosso l e g n a m i - L e m l e . via
T o r i n o 5.
237.800 - C A V A L L E R A L O R E N Z O lav. l e g n o - Torino, largo Valgioie 20.
237.801 - C A V A L L O & A L B A N O SOC.
di f. - s c a v i , posa, c a v i , r i p r ' s t l nl e m a n u f a t t i stradali - Verolengo.
237.802 - C H I A R L E G I O V A N N I zoccoli, p a n t o f o l e - T o r i n o , c o r so R . M a r g h e r i t a 156.
237.803 - C O O P . E D I L I Z I A A L B A
s. r. 1. - c o s t r u z . ed a c q u i s t o
CR.se - T o r ' n o . c. S. M a n r ' z ' n 73.
237.804 - C O R N E T T O S I M O N E v i n o al m i n u t o - T o r i n o , v . L a
T h u i l e 53.
237.805 .
COTTINO
RADIATORI
FABBR. RADIATORI E SERBAT O I P E R A U T O E A V I O s. r. 1.
- l ' e s e r c i z i o di s t a b i l i m e n t i i n d u s t r i a l i p e r l a c o s t r u z . di r a diatori e serbatoi - Torino, corno O r b a s s a n o 238.
237.806 - D I G I O I A C L A R A - fioraia
- T o r i n o , c. M a t t e o t t i 13.
237.807
- GARANDO
PIETRO
a m b . f r u t t a e v e r d u r a - S. M a u rizio Can.
237.808 - F . L L I G R I F F A s. di f . r i c a m b i , a c c e s s o r i art. s p o r t i v i M o n c a l ' e r i , v. S e s t r i e r e a n g . v i a
M a z z i n i 2.
237.809 - G U A R G U A G L I N I A L F I O amb. scampoli
- Torino,
via
P . B r a c c i n i 200.
237.810
- NEBBIA
VITALINA
conf. per signora - Torino, via
B o t e r o 17.
237.811 - P E S A V E N T O G I O V A N N A a m b . fiori f r e s c h i - T o r i n o , v i a
M o n c r i v e l l o 3.
237.812 - R O S S E T T O S T E F A N O autotrasporti conto terzi - Blblana.
237.813 - R U B E O A L B E R T O - p e l l e t t e r i e - T o r i n o , c. S. M a u r i z i o 19.
237.814 - S O C . S A C C O U M B E R T O
& C. s. r. 1. - c o s t r u z . e I n s t a l lazione Impianti e pompe per
Irrigazione - Spinetta (Alessand r i a ) - T o r i n o v. S a l u z z o 64 B .
237.815 - V A S C H E T T I A N T O N I O m u r a t o r e - Torino, v. M o n g i n e v r o 236.
237.816 - V E R C E L L I N O I T A L I N O segheria - Rìvalta Tor.
237.817 - C R E P A L D I A T T I L I O
amb. frutta e verdura - Torino,
v. O. V i g l l a n i 174.
237.818 - R A N G O N E G I U S E P P E p a s s a m a n e r i e - T o r i n o , c. R a c c o n l g i 117.
237.819 - V E R R U A C E S A R E - r l v .
p a n e e d o l c i u m i - Torino, corso
Q . S e l l a 141.
237.820 - A R G A N O M A R G H E R I T A trattoria - Levni.
237.821 - A I A Z Z O N E G U I D O - d r o g h e r i a - T o r i n o , v. G i o b e r t i 21.
237.822 - D E L F I N O
GIUSEPPINA
& T O M M A S T N A s. di f. - p a s t a
alimentare secca, f r u t t a , v e r d u ra, e c c . - T o r i n o , v. M. A s o l o n e
n. 66.
237.823 - B O R I B A R N A B A - b a r T o r i n o , v. A l f i e r i 8.
237.824 - C H I R I L O R E N Z O - s a l u meria e carni suine fresche R i v o l i , v. R o m a 37.
237.825 - P O N Z O R O M A N O N I C O L A
- o s t e r i a - T o r i n o , v. S o m m a r i v a 23.
237.826 - G I A N O L A
ORESTE
&
F E R R E R Ò O L G A s. di f . - c o m mestibili - Torino, v. G l a c h l n o
n. 24.
237.827 - C A S S A N D R O P A O L O m e r c e r i e - T o r i n o , v . S. S e c o n d o 14.
237.828 - S I N A P I E T R O - m a c e l l e r i a - G a s s i n o T . s e , v. T u b i n o 9.
237.829 - B A S S O L U I G I - M a c e l l e ria - G a s s i n o T.r-e, v . T u b i n o 9.
237.830 - S A L U S S O G I U S E P P E latteria, acque minerali, ecc. Settimo Torinese.
20-10-1952
237.831 - S O C . C I V I L E I M M O B I L I A R E A L E X s. r. 1. - c o m p r a vendita, gestione, ammìn. imm o b i l i - T o r i n o , v. B e r t o l a 17.
237.832 - A U R O R A s. r. 1. - c o n f e z .
c i n t u r i n i per o r o l o g i ed a f f i n i Carmagnola.
237.833 - B A U D U C C O C A R L O - c a l deraio - Moncalierl, borg. B a r a u d a 9.
237.834 - B E L L O D I L O R I S - I m pianti termosifoni - Torino, via
R e a n o 10.
237.835 - B E R G E R O P I E R I N O - c o o t r u z i o n i e r i p a r a z . edili - C a selle T.se, v. G l b e U i n i 16.
237.836 - E L I A G I U S E P P E - l a b o r .
f o t o g r a f i c o - T o r i n o , v. M o n t e di
P ' e t à 11
237.837 - B U G N A N O U B A L D O - a m bulante sacchi l u t a - Torino, via
M a d . C r i s t n a 63.
237.838 - C A V A G L I A T O A N N A v e d .
M A I N A - fiori - P o l r ' n o .
237.839 - C A V A R E R O A N T O N I O f u o c h i s t a - T o r i n o , c. S a n M a u r i z i o 19.
237.840 - E N R I O N E G I O V A N N I &
FIGLIO GIUSEPPE - stampaggio lamiera e costruz. molle n a stro a c c i a i o - G r u g l i a s c o , v. M a c e d o n i a 64.
237.841 - M O M O A N T O N I O - ricmad r a t u r a ed I n t o n a c i p e r e d i l i z i a
- T o r i n o , v. S o a n a 12.
237.842 - R U Z Z I E R M A R C E L L O r l v . p a n e ' - T o r i n o , c. B . B r l n 13.
237.843 - S E R A F I N O M A R I O - f u o c h i s t a - T o r i n o , c. S. M a u r i z i o
n . 19.
237.844 - T R O G L I A B O V O L A T O A N D R I E T T A - a m b . fiori - T o r i n o ,
c. M a d d a l e n e 34.
237.845 - P R E T T I P I E R I N A - c o m m e s t i b i l i , d r o g h e r i a - T o r i n o , via
T h e r m i g n o n 7.
237.846 - M E Z Z A T E S T A G A E T A N O
& M A R T I N I G I L I A N T E - rosticc e r i a - T o r i n o , v . S a l u z z o 32.
237.847 - G I L L I O A N N A - l a t t e r i a G r u g l ' . a s c o , p . 66 M a r t i r i n . 13.
21-10-1952
237.848 - V A L T E R Z A A L D A - p e s c e
- T o r i n o , v. S a l a h e r t a n o 3.
237.849 - S O R B I D A N I L O - c a s a l i n g h i e i d r a u l i c i al m i n u t o - T o r i n o , str. M o n g r e n o 34.
237.850 - R I V E L L A V I T T O R I O
i n g r . t e s s u t i - T o r i n o , v. B . G a l f l a r l 29.
237.851 - P A S C A L P A S Q U A L I N A i n
C A B O D I - riv. pane - Torino,
via V e r o l e n g o 140.
237.852 - M A N E R A L U I G I - s a ' d a t o r e - T o r i n o , v . C b a t l l l o n 20.
237.853 - I.S.I.R., I M P R E S A S E R V I Z I I N T E R N I R . I . V . di B L O T T O E N R I C O - autotrasp. conto terzi
- P i n e r o l o , v. P a r r o c c h i a l e 1.
237.854 - F O T O V I T T O R I A di C L E R I C O F R A N C E S C O - art. f o t o g r a f i c i - T o r i n o , v . M. V i t t - r a 22.
237.855 - B O R I O S E B A S T I A N O comm. con l'Estero prodotti industriali conciari all'ingr. - T o r i n o , c. P e s c h i e r a 59.
237.856 - Z A N O N E P I E T R O - a m b .
libri usati e chincaglierie - T o r i n o , v. M a d d a l e n e 34.
237.857 - C A N A V O T T O P I E T R O modelli per fonderia in legno T o r i n o , v. S. G i l l l o 2.
237.858 - B E T R O N E A M A L I A
In
G E R M A N O - tessuti - Torino,
c, F r a n c i a 133.
237.859 - F R O L A R O S I N A - g ' o c a t toli e art. casalinghi - Torino,
v. C a p r e r a 27.
237.860 - D A M I A N I G I O V A N N I r l v . p a n e - T o r i n o , v. V e n a r i a 64.
237.861 - I M M O B I L I A R E
MARCO
s. r. 1. - a c q u i s t o , c o n d u z . , a m ministrazione e vendita beni Immobiliari e mobiliari - Torino,
v. C a s s i n i 51.
237.862 - C O G A S s. r. 1. - r a p p r . e
comm.
prodotti
metaniferi
e
c a r b u r a n t i liquidi - Torino, via
A . A v o g a d r o 26.
237.863 - S O G A S s. r. 1. - r a p p r . e
comm.
prodotti
metaniferi
e
c a r b u r a n t i liquidi - Torino, via
A . A v o g a d r o 26.
237.864 - S O C . T I P O G R A F I C A T O R I N E S E - S . T . T . s. r. 1. - i n d .
t i p o g r a f i c a ed e d i t o r i a l e - T o r i n o , v. P i a z z i 5.
237.865 - S . A . T . , S C A T O L E A S T U C C I T O R I N O di F E L I C I F R A N CESCO - confez. astucci, scatole
- T o r i n o , v. P r . C l o t i l d e 42.
237.866 - G I R A R D I G I U L I O - t r a t t o r i a - CaE-elette, v. A l p i g n a n o
n . 26.
237.867 - R I C O S S A T E O D O R A
&
S C A S S A S E C O N D O S. di f. m e r c e r i e - T o r i n o , v. P r . T o m m a s o 11.
237.868 - P E R N O C A R O L I N A M A RIA - legna e carbone - Torino,
v . I s o n z o 63.
237.869 - B R U N A T E R E S A In C A S E T T A - rlv. pane e drogheria T o r i n o , v. V a n c h l g l i a 19.
237.870 - B R I N O G E O M . & C. - l a vori edili - Torino, v. C h a b e r t o n
n . 7.
237.871 - M O G G I O A N N A G I U S E P PINA - drogheria - Torino, via
P r . T o m m a s o 16.
237.872 - F E R R E R Ò M A L V I N A b o t t ' g l l e r l a - T o r i n o , v. O r m e a
n . 18.
22-10-1952
237.873 - M.P.T., M O N T A G G I O P O N T E G G I T U B O L A R I - F I G L I DI
ING. A. S E G N E G H I - m o n t a g gio, s m o n t a g g i o s t r u t t u r e t u b o lari ed opere acces-orle - M i l a n o , v. N. B l x ' o 32; T o r i n o , corso
V l t t . E m a n u e l e 44.
237.874 - E V O L A N I C A R L O - l a b o r .
di c r o m a t u r a - T o r i n o , v . P o l l e n z o 9.
237.875 - I.E.M.I. I M P I A N T I E L E T TROTECNICI E MANUTENZION I I N D U S T R I A L I di M A Z A E T T O R E - e'jéttrlclsta - T o r i n o ,
c. V e r c e l l i 160.
237.876 - G T U R B I N O S A L V A T O R E
- p e t t i n a t r i c e - T o r i n o , v. N i z z a
n . 71.
237.877 - F R A N C H I N O G I U S E P P E c o n f e z . i n f e r i e e su m i s u r a T - r l n o , c. P e l g ' o 97.
237.8^8 - C U N E O A N G E L A In R O Z Z O - d r o g h e r i a - T o r i n o , via
G . C r a v e r o 48.
237.879 - B U R A T T I N E S D R A - b a r b ' e r e - T o r i n o . v, S e s ' a 2..
237.880 - B E R T O L I N A
SEBASTIAN O - a m b . ol'o, c a l u m i , b u r r o T o r i n o s*r. V a l P a t o n e r a H>8.
237.881 - ' V A S C H E T T O M A R I A
p a n e t t e r i a - V l n o v o , v. G . M a r c o n i 17.
237.882 - G A R E L L O M A R I A - v e n dita vino in recip'entl chiusi T o r i n o , v. R l s m o n d o 10.
237.883 - O V U L I BER.NINO - v e r n i c i a t u r a m o b i l i - T o r i n o , v. A c c .
A l b e r t i n a 35.
237.PR4 - A P P I T R A Z I O N I L A V O R A ZIONI P L E X I G L A S E
AFFINI
T O R I N O - A.L.P.E.A.T. - lavoraz.
e comm. materie plastiche - Tor ' n o , v . R e a n o 13.
237.185 - S O C . I M M O B I L I A R E R O C C A ^ T A T T A 1n arr. eernpl. di R O M A G N O L O T E R E S A & C. - c o m pra-vendita Immobili - Torino,
v. R o c c a p ' a t . t a 7.
237.886
LEGNAMI
PIEMONTE
s. r. 1. - a c a t i l s t o , v e n d i t a , l a v o razione e sfruttamento legnami
d a a r d e r e , da o p e r a ed a f f i n i T o r i n o , v. G a l u p p l 12.
237.887 - S O C . P E R L O S V I L U P P O
T U R I S T I C O DI MERA E DELLE
S E G G I O V I E DI M E R A - costruz.,
a f f i t t o e g e s t ' o n e r e g g l o v i e , ecc.
- T o r i n o , v. M. P o l o 42.
237.888 - B E R T O L I N O M A R I A - l a t t e r i a - T o r i n o , v. S . F r . d a P a o l a
n. 29.
237.889 - L A N Z I O M A R I A - m e r c e rie - T o r i n o , v. N. F a b r i z l 75.
237.890 - B E R O L A C A R L O - o s t e r i a
- T o r i n o , v. E. G i a c h l n o 63.
macelleria, salumeria
Torre
P e l l i c e , v. A . A r n a u d 8.
237.891 - G R I B A U D O G I U S E P P E 237.892 - B E R T O L I N O D O R I N O o s t e r i a - T o r i n o v. P e r t i n a c e 49.
237.893 - R A V E T T O E R N E S T O - p a n e t t e r i a , p a s t i c c e r i a - T o r i n o , via
C e s a n a 46.
23-10-1952
237.894 - L A F R A T E L L A N Z A S O C .
C O O P . D I L A V O R I a r. 1. - a s s u n z i o n e ed e - e c u z . l a v o r i i n
m u r a t u r a - e r o t t a d'Adda, Chlvasso, B o s c o C a t t e l l e
(Torino).
237.895 - M I L A N E S E C E O - a m b .
c a l z a t u r e - T o r ' n o , c. S p e z ' a 35.
237.896 - T I B A L D I G I A C I N T O
manutenz. riscaldam. Impianto
t e r m o s i f o n e - T o r i n o , v. F . B u r z i o 9.
237.897 - S A N I T E X di G U A R R A C I NO F R A N C E S C O - lavanderia T o r i n o , v. G . F e r r a r i 3.
237.898 - S E I D I T A S A L V A T O R E &
C O S T A N Z A C A R M E L O s. di f . b a r b i e r i - T o r i n o , v. P e r o s a 6.
237.899 - O . L . S . E . M . . O F F .
LAV.
S T A M P I E M E C C A N I C A di B O SCO LAURA & BELLETTI GUG L I E L M O s. di f. - off. m e c c a n .
- T o r i n o , c. R e g . M a r g h e r i t a 223.
237.900 - S A L I C E G I A C O M O - m e c c a n i c o - O r b a s s a n o , v. A . N o t a 2.
237.901 - O L I V I E R I A T T I L I O - v e n dita gas liquido e relative apparecchiature - Caluso, v. Bettola
n . 48.
237.902 - L E G H O R N
di
MOTTA
L E O N A R D O - Ind. c o n f . p r o d o t t i
alimentari - Sale Maraslno (Bres c i a ) ; T o r i n o c. M a t t e o t t i 3.
237.903 - A.D.I.L., A P P A L T I D I V E R S I I M P R E S A L A V O R A Z I O N E di
M E R L I C C O V I T O - appalti diversi, l m p r . l a v o r a z . p a v i m e n t i
In l e g n o e r i p a r a z . - T o r i n o , v i a
G a r i b a l d i 31.
237.904 - F A N T I N O VINCENZO a m b . verdura - Torino, v. Q u a r to Pretoria 8.
237.£05 - CINE R I V I E R A di DE MICHELIS ANGELA - cinematografo - S. M a u r o T.se v. Martiri Libertà 5.
237.906 - S O D A L I T A S di G E N G H I
EMANUELE & C. s. acc. s. Torino, v. B a l m e 3.
237.907 - C L E R I C O A N T O N I E T T A stireria - Torino, v. Pollenzo 58.
237.908 - C A P E L L O E R N E S T O - barbiere - Torino, v. B o l o g n a 91.
237.909 - B O C C H I E T T I B A T T I S T A
- costruz. edili - S. Martino C.se,
v. A r d u i n o 37.
237.910 - G A Z A A N T O N I O - m o b i l i
- Torino, v. C u m l a n a 43.
237.911 - P I Z Z O B E R S A B E A - fiori
freschi - Torino, p. S t a t u t o 11.
237.912 - P A N I A T I ENZO . s a l u m e ria - Torino, v. L a g r a n g e 16.
237.913 - P E R R O N E R A F F A E L E incisioni c h i m i c h e t u metalli ed
ossidazioni a n o d i c h e - Torino,
v. F o n t a n e s l 28.
237.914 - G A L L O F R A N C E S C A l a t t e r i a e gelateria - Torino,
p. C a r d u c c i 132 bis.
237.915 - D E M E G L I O G I U S E P P I N A
- preziosi e riparaz. relative, oreficeria e orologeria - Torino, via
G a r i b a l d i 47.
24-10-1952
237.916 - T R A B U C C O E U G E N I O lngr. e m i n . materiali per edilizia - C a r l g n a n o , v. Bra da 46.
237.917 - S C A R Z E L L O C A R L O - a p p a r e c c h i a t u r e per usi i n d u s t r i a l i
f u n z i o n a n t i a gas l i q u i d i - T o rino, v. S. Q u i n t i n o 19.
237.918 - R O S S A T I ENNIO - a u t o trasporti c o n t o terzi - S'an M a u rizio C.se, vie. Ferrovia 18.
237.919 - P R E V E A L E S S A D R O a u t o n o l e g g i o - Perrero, f r a z . C a poluogo.
237.920 - MAINA M A R T I N O - g e stione impianti riscaldamento Torino, c. V i t t . E m a n u e l e 88.
237.921 - G ALLEAMI R O D O L F O m a c c h i n e per proiezioni c i n e m a tografiche - T o r i n o , v. G . P o m b a
n . 14 bis.
237.922 - F O A ' R E N A T O - c i n e m a t o g r a f o - Moncalierl, v. V i t t . V e n e t o 2. v. S. M a r t i n o .
237.923 - C A R O S S O R O D O L F O - Ingrosso vini in r e c i p i e n t i c h i u s i Torino, c. S v i z z e r a 145.
237.924 - P E L L E R I N O E U G E N I O a u t o t r a s p . c o n t o terzi - T o r i n o
c. B. B r i n 13.
237.925 - R E G I G I U S E P P E - a m b .
f r u t t a - T o r i n o , c. Ciri è 42
237.926 - Q U E R I O P I E R I N O - S A P O N I F I C I O A L P I N O - saponi,
detersivi e p r o f u m i - P o n t C.se,
P i a n G ' a c o l ' n 2.
237.927 - R O N C O G I O V A N N I - t e lerie - T o r i n o , v. Cibrarlo 57.
237.928 - N E O S s. r. 1. - a c q u i s t o ,
v e n d i t a , s f r u t t a m . di concessioni, m a r c h i , ecc. - T o r i n o , via
S. Teresa 20.
237.929 - I.R.R.A.N., I M P R E S A R I SCALDAMENTI RAPPR
APPAR E C C H I N A F T A s. r. 1. - Imp i a n t o di a p p a r e c c h i b r u c i a t o r i
a n a f t a - T o r i n o , c. R a c c o n l g i
n. 30.
237.930 - C O O P E R A T I V A F A C C H I N I
M E R C I V A R I E s. r. 1. - c o n c o r rere agli a p p a l t i per lavori di
m a n o v a l a n z a , carico e scarico T o r i n o , v. R o c c a f o r t e 27.
237.931
- CHIARMETTA
SILVIO
s. r. 1. - riparaz., costruz., m a n u t e n z i o n e , ricostruz., r a p p r . e
c o m m . orologi ind. e app. t e c n i ci - T o r ' n o , v. A. A v o g a d r o 26.
237.932 . T U B I F L E S S I B I L I T O R I N E S E s. r. 1. - f a b b r . t u b i m e t a l l i c i flessibili ed art. a f f i n i T o r i n o , v. E e r g a m o 4.
237.933 - R O S S O R O S A - osteria T o r i n o , v. Pr. A m e d e o 33.
237.934 - V A L L E S I L V I A - c o m m e s t i b i l i e drogheria - T o r i n o , via
Adame'.lo 24.
237.935 - M A Z Z O N I O R L A N D O c o m m e s t l b 11, v i n i e l i q u o r i all'ingrosso - T o r i n o , V. N i z z a 356.
237.936 - B U R E L L O G I O V A N N I erportaz. vini in recipienti chiusi a l l ' i n g r . - T o r i n o , v. T r o n z a n o 7.
237.937 - R I C O S S A T E R E S A D E L F I N A - l a t t e r i a - T o r i n o , via
S. C h i a r a 4.
237.938 - T C G N O L I F R A N C O - p o r cellane, vetrerie, ecc. - Ivrea, via
A r d u i n o 130.
237.939 - C U S S O T T O T E R E S I N A c o m m e s t i b i l i - T o r i n o , v. L. R o s si n . 32.
237.940 - N O Z E R O M A R T I N O - f a l e g n a m e - S. Martino C.se, f r a z ,
Pranzallto.
25-10-1952
237.941 - V A L L E A N T O N I O & G I O
B A T T I S T A - F R A T E L L I di D O MENICO s. d. 1. - riparaz. a u t o
trattori - C a r m a g n o l a , reg. S a n
Rocco.
237.942 - M E R L I N I E U G E N I A
amb. s c a m p o l i - Torino, c. M o n .
te G r a p p a SO.
237.943 - B1SRTOLOTTI E N R I C O p a n e t t e r i a - L e y n ì , v. Carlo A l berto 25.
237.944 - T U R I L U I S A in C A P A G N A
- m a g l . e r l a a m b u l a n t e - Torino,
v. S. Fr. d'Assisi 6.
237.945 - F R A N C E S C O Z U C C H I a u t o t r a s p o r t i c o n t o terzi - T o rino. v. Nizza 166.
237.946 - ELDA B A L E S T R A - m a glieria a r t i g i a n a - Torino, via
Alfieri 20.
237.947 - G I O V A N N I N I E N R I C O autorimessa - T o r i n o , v. Rosta
n . 5 bis.
237.948 - P E T T I T I L U I G I & F I G L I O
- edile - S. G i o r g i o C.se, v. G i u lio n . 1.
237.949 - D A L L A Z O T T A R E N Z O &
F I G L I O - D.R.F. s. di f. - c o m mercio a l l \ n g r . di c u s c i n e t t i a
sfere e articoli t e c n i c i l n d u s t r T o n n o , v. P e y r o n 35.
237.950 - C E L A T di DE P A R I S G I A C O M O - laboratorio g a l v a n i c o e
pulitura metalli - Torino
via
Alessandria 43-A.
237.951 - G H I L A R D I N I S E T T I M O a u t o t r a s p o r t i c o n t o terzi - T o n n o , v. Borgo Dora 29.
237.952 - F U S A H O G U I D O - f a b b r .
g i o c a t t o l i - T o r i n o , c. Orbas=ano
n. 62.
237.95.3 - P A S T R O V I C C H I O A N T O NIA in F O R T U N A T O - m a c e l leria b o v i n a - T o r i n o , c. F r a n c i a
n. 397.
237.954 - L U I G I N A R O S S O D A V I C O
- acce--sori per p e n n e stilografiche - S e t t i m o T.se, v. B o c c a c c i o
n . 12.
237.955 - T R I V E R O M A R C E L L O a m b . articoli c a s a l i n g h i - Clrlè
borg. C o l o m b a r i 58.
237.956 - C O S T E L L I A D A L G I S A p e n s i o n e - T o r i n o , v. Carlo A l berto 11.
237.957 - P O R R O G I O V A N N A - alim e n t a r l o - T o r i n o , v. P i g a f e t t a
n . 65.
237.958 - M A N S A N I G I N O - c a f f è bar - T o n n o , c. Rosselli 206.
27-10-1952
237.959 - S A L U M I F I C I O B A G E T T O
di B A G E T T O A N T O N I O - l a v o razione carni suine e bovine Chierl, v. X X S e t t e m b r e 7.
237.960 - C H I A C C H I E R A C A R M I N E
di V I N C E N Z O - barbiere - T o 237.961 - A M B R O G G I O A N G E L A a m b . mercerie . T o r i n o , c. A n t o n e l l i 37.
237.962 - V I L L A O T T A V I O - a m b .
olio e s a p o n i - T o r i n o , v. Noie
n. 90.
237.963 - S T A M P I
ATTREZZATURE TERMOPLASTICHE AFFINI
di C O R T E S E & C E R U T T I - S.A.
T.A. s. di f . - c o s t r u z . di s t a m p i
- T o r i n o , V. B a r d o n e c c h i a 189 bis.
237.964 ADELE
GERARDI
in
L E O N Z I O - c o m m . fiori - T o r i no, v. S. Q u i n t i n o 4-bls
237.965 - G I A I M E G I U S E P P E - m u ratore - S'. A m b r o g i o , v. U m b e r t o n . 151.
237.966 - P A S E R O D O T T . A L D O c o m m . accessori e p a r t i di ric a m b i o a u t o - T o r i n o , v. Barrili
n. 14.
237.967 - V E R O N E S I R I N A L D O di
G . B A T T I S T A - m e r c e r . e al m i n u t o - T o r i n o , v. C a n d l o l o 23.
237.968 - G E L A T O P I E T R O di C A R LO - raccolta spazzature - Nic h e l i n o , v. R e g . E . e n a 2.
237.969 - A U T O R I M E S S A M A N Z O N I
di N I G R A M A R I O - p c s t e g g l o
auto e moto-scooter - Torino,
v. B o u c h e r o n 7.
237.970 - A G A G L I A T E G I O V A N N I
- comme3tlbili, drogher.a, carne
i n s a c c a t a - T o r i n o , c. F r a n c i a
n . 307.
237.971 - B O R E L L O G I U S E P P I N A c a r t o l e r i a , libri di t e . t o al m i n .
- T o n n o , v. B i d o n e 15.
28-10-1952
237.972
S.E.M.,
STRUMENTI
E L E T T R I C I D I M I S U R A di T A MAGNONE LUCIA - costruzione
e riparazione strumenti elettrici, lav. m e c o . - T o r i n o , corso
P. O d d o n e 20.
237.973 - C.E.A., C R O M A T U R A E
A F F I N I - C A S A S S A L U I G I A di
G i u s e p p e - c r o m a t u r a ed affini
- Torino, v. S p a n o 14.
237.974 - D O R O M A R I O - a m b u l a n t e verdura - Tor.no, v. B e n e v e n t o 41.
237.975 - - B O S C O F R A N C E S C O >
- a m b u l a n t e pesce fresco - T o rino. c. G. Cesare 160.
237.976 - AIASS'A A N T O N I O - verniciatore a spruzzo - Torino, via
Sesia 12.
237.977 - T O R T E L L I D O M E N I C O p u l i t u r a m e t a l l i - Torino, via
Sesia 44.
237.978 - R O V A N O V I T T O R I A ved.
B I G L I O N E - p a n e t t e r i a con f o r no - Ivrea, v. A r d u i n o 48
237.979 - F.A.I., F O R N I T U R E A G R I COLE I N D U S T R I A L I di P R I C C I O L I F E R D I N A N D O - rappres e n t a n t e , f o r n i t u r e agricole e
Industriali - T o r i n o , v. delle Orf a n e 11.
237.980 - R E P E T T I S E R A F I N O c o m m . a m b u l a n t e tessuti - T o rino, v. P a l m i e r i 40.
237.981 - M A L U S A D O T R I L L A a m b u l a n t e pesci freschi - T o rino, v. B i o n a z 40.
237.982 - • L A V A Z Z A S E V E R I N A in
F E R R A T O » - l a t t e r i a - Torino,
v. A. N a l l i n o 26-B.
237.983 - G I L L I G I U S E P P E & A C CIUNI A N N U N Z I A T A in G I L L I
C O N I U G I s. di f. - pelletterie
al m i n u t o - Torino, v. S a l a b e r t a n o 44.
237.984 SOC. IMMOBILIARE CIVILE A L T A I T A L I A » E. p. a. a c q u i s t o , v e n d i t a e gestione di
beni i m m o b i l i - Torino, v. B e r tela 17.
237.985 - C A P I T O L I N A s. r. 1. l ' a c q u i s t o di s t a b i l i e la g e s t ' o ne c a f f è - b a r - T o r i n o
v. O t t a v i o Revel 17.
237.986 - I M M O B I L I A R E G U I D A M
s. r. 1. - acquisto, v e n d i t a , ges t i o n e beni - T o r i n o , v. R o c c a p i a t t a 12.
237.987 - S O C . I M M O B I L I A R E F I N A N Z I A R I A I T A L I A N A s. r. 1. a c q u i s t o , v e n d i t a , g e s t i o n e di
b e n i I m m o b i l i - Torino, v. P i e tro Micca 9.
237.988 - S O C . I M M O B I L I A R E M A CE s. r. 1. - l'acquisto, l ' a m m .
di b e n i in M i l a n o - T o r i n o , via
C e r n a l a 16.
237.989 - I M M O B I L I A R E S T A R soc.
a r. 1. - a c q u i s t o , v e n d . t a , perm u t a e g e s t i o n e di b e n i I m m o bili, a s s u n z i o n e lavori edili strad a l i - T o r i n o , v. Cosseria 9.
237.990 - M A U R I N O A N T O N I O &
M A N A V E L L A M A R G H E R I T A soc.
di f. - c o m m e s t i b i l i , a l i m e n t a r i
in g e n e r e - T o r i n o , c. Orbassano 214.
237.991 - B R O N Z I N O E R N E S T O legna e c a r b o n i - T o r i n o , via
del R i d o t t o 18.
237.992 - L A P I N E S E C A L Z A T U R E
ài RONCO & DOLLI FRANZONE
C A R L O E-. di f. - c o m m e r c i o
c a l z a t u r e - T o r i n o , v. M. Pes c a t o r e 16.
237.993 - B U S S I P A L M O - c o m m e s t i b i l i e droghe - T o r i n o , via
d e l l a R o c c a 4.
237.994 - P I A Z Z A P I E R I N A - c a r t o leria e libri scolastici - T o r i n o ,
v. R e g g i o 14.
237.995 - R A M E L L A & C O N T I S. di f.
- comm. lngr. e m i n u t o commestibili, drogheria i n genere, privativa, f r u t t a e verdura, salumi,
p a n e - Ivrea, s t r a d . T o r i n o 99.
29-10-1952
237.996 - T E C N O T I N T O R di Q U A R E L L O A N N A - stireria e l a v a g gio a b i t i - T o r i n o , v. C a r l o A l b e r t o 33.
237.997
S'OC.
INDUSTRIALE
MECCANICA
MACCHINE
EDIL I S T R A D A L I S I M M E S s. r. 1. c o s t r u z i o n e m a c c h i n e ed a t t r e z zi per l ' I n d u s t r i a ed.le, stradale,
m a c c h i n a r i i n genere e r i p a r a z i o n i - T o r i n o , c. R a c c o n i g i 205.
237.998 - A I M O F R A N C E S C O
c o m m . al m i n u t o , cicli, m o t o e
accessori - T o r i n o , v. V i g o n e 56.
237.999
PRISMA
STUDIO
di
TEALDI ESTERINO E VARGIN
P A O L O s. di f. - e s e c u z i o n e b o z zetti pubblicitari e carlelll in
g e n e r e - T o r i n o , v. A. Dor a 15.
238.000 - C E R U T T I G I U S E P P E armatura in legno e muratura T o r i n o , c. C a s a l e 227.
238.001 - S E S I A F R A N C E S C A In
IVALDI - pettinatrice - Torino, v. V l l l a r f o c c h l a r d o 4.
238.002 . QTTENDA A L D O - rettifica parti motore - Plnerolo, via
Cernala 3.
238.003 - MERLO A M A T O - impresa edile - Torino, v. Polonghera
n. 6.
238.004 - M A R C H E S E R A G . G U I D O
- f a b b r . e c o m m . generi di sartoria al m i n u t o - Torino
via
Chiesa della S a l u t e 116
238.005 - DE B E L L I S VINCENZO barb'ere - Torino, c. V l n z a g l l o
n . 19.
238.006 - N O V A R T E di A L F R E D O
PERETTI & SANDRO RAPETTI
s. n. coli. - v e r n i c i a t u r a a f u o c o
e alla nitrocellulosa - T o r . n o
c. Svizzera 147.
238.007 .
CASEARIA
TORINESE
s. r. 1. - c o m p r a v e n d i t a , lavorazione e t r a s f o r m a z i o n e di burro
latte, l a t t i c i n i ed affini - Torino, v. Consolata 9.
238.008 - I M M O B I L I A R E CUNIOLI
s. r. 1. - acquisto, vendita, g e stione e a m m i n i s t r a z i o n e di beni i m m o b i l i - Torino, c. S l c cardi 11 bis.
238.009 - B R U N E L L O & DIAN eroe,
di f. - c a p o m a s t r i edili - T o r i no, c. P a l e r m o 102.
238.010 - F U R B A T T O M A R G H E R I TA - v e n d i t a all'Ingrosso e min u t o latte e derivati - S e t t i m o
Torinese, v. D o n Sales
238.011 - F A U S O N E P A O L A - c o m m e r c i o - cartoleria, articoli f o tografici e giocattoli al m i n u t o
- Torino, c. F r a n c i a 310 bl"
238.012 - R O S S A N I G O A L E S S A N D R O - articoli casalinghi, gioc a t t o l i , ecc. - G r u g l l a s c o . via
G . L u p o 15.
238.013 - R O L A N D O E R N E S T A c o m m e r c i o b i a n c h e r i a , maglieria
al m i n u t o - Torino, v. Sacchi
n. 20.
238.014 - M E L L A N O R O S E T T A di
P a s q u a l e - c o m m e s t i b i l i spaccio
b e v a n d e alcoollche al m i n u t o T o r i n o , v. Sobrero 25.
238.015 - R E G G I A N I G I U S E P P E c o m m e s t i b i l i al m i n u t o - T o rino, v. S. G i u l i a 53 ang. via
B a v a 30.
238.016 - C A R R I E R G I U S E P P I N O e l e t t r i c i t à e gas, c o m m e r c i o T o r i n o , v. C o t t o l e n g o 6.
30-10-1952
238.017 - T E S T A
MARGHERIT \
ved. C o r n i g l l a - a m b u l a n t e fiori
T o r i n o , v. Corte d'Appello 4.
238.018 . S T I L O T E C N I C A < E L E C T A » di M A R I A F I O R E S E - laboratorio a r t i g i a n o p e n n e stilog r a f i c h e - T o r i n o , v. F. Crlspi 3
238.019 - M O B I L I R A M B A U D I di
RAMBAUDI GIUSEPPE - faleg n a m e r i a - T o r i n o , c. P a l e r m o
n. 43.
238.020 - F E R R E R Ò S I L V I O - m o biliere a r t i g i a n o - T o r i n o , via
A r d u i n o ang. v. T u n i s i
238.021 - P I O V A N O V I R G I N I A a u t o t r a s p o r t i c o n t o terzi - C h l vasso, v. G . Ferraris 37.
238.022 - L E N T I N I L O R E N Z O - a u t o t r a s p o r t i c o n t o terzi - T o r i n o
c. S e b a s t o p o l i 146.
238.023 - A U T O R I M E S S A I M P E R I A
di H E F F L E R in D A F F I N I ADA a u t o r i m e s s a c o n a n n e s s a off. rip a r a z i o n i - T o r i n o V. B e r t o l a 3
238.024 - D E C A K O L E S I L V I O - rip a r a z i o n e cicli e a u t o n o l e g g i o Verolengo, str. Naz. P a d a n a S u periore.
238.025 - M A R I N I S E R G I O - a u t o r i p a r a z i o n i - T o r i n o , v. B a r e t t l
n . 29.
238.026 - G A R I G L I O I G N A Z I O a u t o t r a s p o r t i c o n t o terzi - T o rino, v. B i a n c h i N l c o m e d e 50.
238.027 - F O R I N I G U I D O - orologiaio - T o r i n o , v. P a l a z z o di C i t tà (chiosco).
238.028 - C R A V E R O A L D O - b i a n c h e r i a e m a g l i e r i a al m i n u t o T o r i n o , v. Chiesa della S a l u t e
n. 81.
238.029 - B U S C H I N I S I L V I A - c o m m e r c i o c a s a l i n g h i e g i o c a t t o l i al
m i n u t o - T o r i n o , v. S. D o n a t o
n . 62.
238.030 - A L B A N O G I U L I O - a m b u l a n t e fiori - T o r i n o c. G r o s seto 232.
238.031 - Z A P P I A S A N T O - f a l e g n a m e - T o r i n o , v. L u s e r n a 5.
238.032 - T O R R I O N I A N T O N I A stireria - T o r i n o , v. G . S p a n o
n . 23.
238.033 - F A B I T A U T O R I N O SOC.
a r. 1. - c o s t r u z i o n e di b i l a n c e
a u t o m a t i c h e - T o r i n o , v. C a r s o
n . 30.
(continua a pagina
05)
7
MENSILE A CURA
CRONACHE
ECOHOMICHE
DELLA
CAMERA
DI
COMMERCIO
INDUSTRIA
Situazione
dei mercati
E AGRICOLTURA
DI TORINO
Doti.
(gomitato
rii
e Ufi E! on ,
A U G U S T O
Prof.
Doli.
ARRIGO
Prof.
A v t .
B A R C O N I
BORDIN
ANTONIO
C A L A N D R A
Dott.
CLEMENTE
CELIDONIO
Doti.
GIUSEPPE
FRANCO
Prof
Doti.
SILVIO
Prof.
Dott.
P.
Dott.
PALAZZI
GIACOMO
Direttore
- TRIVELLI
F R I S E T T J
Responsabile
SOMMARIO
Pagina
5
M o v i m e n t o anagrafico
8
S i t u a z i o n e dei m e r c a t i
Il C r e d i t o agrario f r a n c e s e
(A.
L ' a r t e della p o r c e l l a n a e della c e r a mica
(A.
Fossati)
Aspetti dell'attività bancaria
(C.
Cocito)
I r a d d r i z z a t o r i a s e c c o nelle o f f i c i n e
meccaniche
(L.
Cibrario)
T u t t a l ' a z i e n d a in u n a cartella
(Martori)
T r i b u n a degli e c o n o m i s t i : Il c o n c e t t o di u t i l i t a r i s m o , di K . G e o r g e
Chacko
(A.
Morgando)
Energia a t o m i c a p e r usi di p a c e . .
(./.
...
9
15
19
.
22
25
Richetti)
..
Bronowski)
28
I movimenti dei prezzi sui mercati internazionali sono piuttosto contrastanti, ma nell'insieme denotano una leggera flessione, specie nel
settore degli alimentari. Più sostenuti invece i
settori dei metalli, delle materie prime tessili e
anche dei noli, con conseguenze sui prezzi dei
carboni.
Oggetto di vivo interesse è stata la conferenza
economica del Commonwealth britannico la
quale, come è noto, si è conclusa sostenendo la
necessità di ricercare, su scala internazionale,
le premesse per la stabilizzazione dei mercati
delle materie prime.
Sono pure seguite con interesse le vicende
politiche degli Stati Uniti che potrebbero portare
alla abrogazione del controllo dei prezzi su quel
mercato. Bisognerà attendere l'inizio dell'attività
dell'amministrazione di Eisenhower per avere
una base più sicura nel giudicare questa possibilità.
Un ultimo elemento, che ha attratto l'attenzione degli operatori, è la voce insistente di un
prossimo aumento del prezzo ufficiale dell'oro.
Sul fondamento di questa voce, le opinioni sono
incerte.
30
1. La nomina dei membri delle Commissioni Tecnico-Consultive
•
2. Conferenze di Milano e di Genova per gli orari ferroviari - Maggio 1953
3. Riforma della Legge per l'Albo degli Esportatori ortofrutticoli
4. Premiazione della fedeltà al lavoro e del progresso economico
5. La revisione della Raccolta degli usi e consuetudini
36
Input-Output
Il n u o v o « A u d i t o r i u m » della R . A . I .
a Torino
....
41
( G .
C. Selly)
Martelli
Mostre - Manifestazioni
43
46
L'edizione 1952 del Salone Internazionale dell'Automobile a Londra
Moderni sviluppi dei trasporti commerciali
La Mostra Agiicola di Londra
Rassegna Tecnico-industriale
49
C o n o s c e r e per m i g l i o r a r e
54
Sinossi d e l l T m p o r t - E x p o r t
55
Il m o n d o o f f r e e c h i e d e
56
Produttori italiani
58
8
ESTERO
33
N o t e di C r o n a c a C a m e r a l e
B o n i f i c a agraria in I n g h i l t e r r a
•
GOLZIO
ITALIA
Nell'ultimo periodo di tempo esaminato, gli
indici dei prezzi all'ingrosso sul mercato nazionale hanno avuto un andamento pressoché stazionario. Per le materie prime, si nota un leggero aumento delle materie per l'alimentazione,
mentre non si sono quasi mossi i prezzi delle
materie per l'industria e l'indice complessivo.
Considerando i prezzi all'ingrosso in genere,
tanto delle materie prime quanto dei manufatti
e dei semi-lavorati, non si notano nuovamente
se non spostamenti di scarso rilievo.
Non così, invece, il costo della vita (indice
nazionale) che da tempo è in aumento lieve ma
continuo.
Le particolarità che si notano nella tendenza
delle quotazioni deUe singole merci sono dovute,
in parte, al fattore stagionale e, per il resto, ai riflessi delle tendenze in corso nei mercati internazionali.
IL CREDITO A G R A R I O
FRANCESE
Porte prima:
Storia
- Organizzazione
- Operazioni
attive
A L D O
A b b i a m o esaminato in un precedente articolo ( 1 ) la situazione del credito agrario
in Italia ponendo in particolare evidenza i
nuovi orientamenti che si profilano nel campo legislativo e nel settore tecnico-bancario.
Presentiamo ora un quadro del credito
agrario francese delineando i tratti costitutivi e segnalando quei dati che valgono a
lumeggiarne realizzazione e deficienze.
Esamineremo succintamente
i diversi
aspetti del problema, ma ci soffermeremo
più diffusamente -— in questo e in un successivo articolo — sugli organismi che svolg o n o il servizio, sulle operazioni creditizie
e sulle fonti del finanziamento, presentando,
con le informazioni esplicative, notizie sull'entità dei finanziamenti, la misura dei tassi,
l'ammontare delle operazioni passive.
Diciamo subito che troppo diverse sono
le condizioni delle agricolture italiana e
francese e troppo varie le situazioni economiche, sociali e politiche delle due nazioni
per poter stabilire validi confronti e per
poter trarre da questa rassegna un giudizio
preferenziale sui sistemi creditizi.
Affermiamo piuttosto che è assai utile
conoscere in p r o f o n d o le realizzazioni francesi, non solo perchè quel credito è all'avanguardia, ma anche perchè in Italia si è in
fase evolutiva e nessuna esperienza estera va
trascurata per realizzare un vero progresso.
Aggiungasi che da quando fortunatamente le nazioni europee hanno avvertito la necessità di tendere ad una convergenza di
programmi e ad una unificazione di determinate mete, si impone per tutti la conoscenza delle diverse situazioni nazionali non
soltanto per acquisire una conoscenza più
universale, ma anche per appropriarsi di
(1) Cronache
Economiche:
« Attualità sul cre-
dito agrario in Italia», N. 117. Settembre 1952.
quegli elementi tecnici sui quali è indispensabile costruire per evitare che prima o poi
le buone aspirazioni degenerino in dolorose
delusioni.
C E N N I
S T O R I C I
Le origini dell'attuale impostazione -—
professionale e mutualistica — del Credito
agrario francese risalgono al movimento sindacale sviluppatosi alla fine del secolo scorso
fra piccoli e medi proprietari e coltivatori
bisognosi di credito per l'esercizio delle loro
aziende.
Sull'esempio del Milcentw che a Poligny
(Giura) fondava nel 1884 la prima « Associazione agricola per il credito cooperativo »,
ed entusiasmati dall'opera di Luigi Luzzati
che, proprio in quegli anni, attraverso cooperative agricole, dava in Italia un meraviglioso impulso all'agricoltura, economisti ed
agricoltori si attivarono per costituire associazioni mutue per l'esercizio del credito
agrario. Il m o v i m e n t o venne favorito dalla
legge 5 novembre 1894 che autorizzava i
sindacati professionali agricoli a creare nel
loro seno delle società cooperative di credito
chiamate « Casse locali », le quali avevano
lo scopo di facilitare le operazioni riguardanti la produzione agricola.
Fu però nel 1897 che ebbe inizio la maggior fioritura di casse. In quell'anno lo Stato,
preoccupato della scarsezza dei mezzi delle
casse locali, o b b l i g ò la Banca di Francia ad
anticipare, senza interesse, 40 milioni di
franchi e versare, in ogni esercizio, una
quota non inferiore a 2 milioni di franchi
per operazioni di credito agrario.
In due anni il cammino percorso dalla
cooperazione creditizia fu tale da imporre,
con la legge 31-3-1899, la istituzione di
« Casse regionali » di credito agrario allo
di
credito
iVIORGANDO
scopo di permettere una organica e razionale distribuzione dei fondi statali e coordinare, entro ogni dipartimento, l'azione
creditizia.
Il primo scorcio del secolo X X vede realizzarsi un costante progresso del movimento cooperativo ed un perfezionarsi delle attrezzature: si passa da prestiti a breve durata
a prestiti a lungo termine da concedersi alle
società cooperative agricole (legge 29 dicembre 1906) ed a privati (legge 19 marzo 1910); si accordano favori particolari ai
pensionati militari ed ai civili vittime della
guerra (legge 9-4-1918) e si emanano speciali disposizioni per la coltivazione delle
terre abbandonate (legge 4 - 5 - 1 9 1 8 ) e per
i dipartimenti invasi dagli eserciti nemici
(legge 29-6-1919), ecc.
Al termine della prima guerra mondiale,
e precisamente con la legge 5 agosto 1920,
si senti il bisogno di raccogliere tutto questo materiale legislativo, coordinarlo, perfezionarlo, aggiornarlo, per dare alla nazione
una legge organica sul credito agrario. Parecchie furono le innovazioni apportate con
questo testo, ma la fondamentale è senza
dubbio l'istituzione della « Cassa Nazionale
per il Credito Agrario », Ente di diritto pubblico, avente personalità giuridica ed autonomia finanziaria, destinato a controllare
tutto il funzionamento del credito e garantire la sicurezza del risparmio rurale. Ancora
oggi la legge 5 agosto 1920 è fondamentale:
sanzionando la coesistenza dei tre gradini:
casse locali, casse regionali, cassa nazionale,
ha strutturato il sistema creditizio francese.
Seguirono ancora numerosi decreti, alcuni
per migliorare il funzionamento del credito,
altri per estenderne il campo di azione ed
adattare l'organizzazione ai nuovi obiettivi.
Il Ministro dell'Agricoltura Paul Thellier
ed il Ministro delle Finanze Lucien Lamou-
9
QOTICIPQZIOni DELLO CQSSP f l Q Z I O d Q L E O L L E ( O S S E tiE<1 l O f l O L I
E PRESTITI
OLLE
C O L L E T T I V I TO'
Le Casse possono accordare prestiti ai soli
soci. I finanziamenti a breve e medio termine possono essere concessi ai singoli e
alle Associazioni e quelli a lungo termine
soltanto a singoli individui.
D a soci e non soci esse possono invece
ricevere depositi a vista, a 6 mesi, ad 1, 2
e più anni; depositi che amministrano con
l'appoggio delle Casse regionali. Esse svolg o n o poi servizio di conti correnti, eseguono
pagamenti, custodiscono valori, ecc.
Sono rette da un Consiglio di Amministrazione i cui membri, eletti dall'Assemblea
generale dei soci, prestano la loro opera
gratuitamente.
Sono quindi gli organi periferici che, a
diretto contatto con gli agricoltori, gli artigiani e le loro associazioni, sono in grado
di assolverne le più svariate esigenze e facilitare tutte le operazioni riguardanti la
produzione o la gestione aziendale.
Oggi si contano oltre 4700 Casse locali,
affiliate in 96 Casse regionali nel territorio
Nazionale, e in 3 nell'Oltremare e raggruppanti quasi 850.000 soci e cioè un socio
ogni tre conduttori agricoli.
C a s s e m u t u e regionali di C r e d i l o
agrario.
Le Casse regionali sono, come quelle locali, società cooperative funzionanti sotto il
controllo diretto della Cassa Nazionale dalla
quale possono ricevere prestiti.
reux — secondo quanto previsto dall'art. 3
del D. L. 17 giugno 1938 — codificarono
nella legge 29 aprile 1940 tutti i testi apparsi d o p o la legge fondamentale e senza
scostarsi dalle sue linee generali, cercarono
di perfezionarla in alcuni punti, classificando
in m o d o metodico le differenti operazioni
delle casse locali, regionali, nazionale.
La seconda guerra mondiale non incrinò
la potente struttura organizzativa che si era
venuta consolidando in ogni regione della
O R G A N I Z Z A Z I O N E
Francia e in alcune d'Oltremare e quando
la vita, d o p o la tragedia bellica, riprese a
pulsare nella Nazione, il credito agrario si
inseri prontamente come forza vivificante.
Nessuna variazione importante è stata
apportata in questi ultimi anni alla impostazione ormai tradizionale; solo alcuni decreti hanno ritoccato qua e là disposizioni
superate dagli avvenimenti ed hanno provveduto ad affrontare aspetti imposti dalla
situazione.
DEL
Oggi, adunque, gli istituti « ufficiali » ( 2 )
che esercitano il credito agrario in Francia
sono le Casse Locali, le Casse Regionali e
la Cassa Nazionale di Credito Agrario.
CREDITO
A G R A lì I O
cata con la legge 16-8-1943) e tra i piccoli
artigiani iscritti ad un Sindacato agricolo.
Esse inoltre sono aperte alle Associazioni
agrarie, ai Comuni, ai Sindacati tra i C o muni, alle Camere di agricoltura, ecc.
C a s s e m u t u e locali di C r e d i t o a g r a r i o .
I soci devono sottoscrivere dei titoli no-
Le Casse locali sono società cooperative
istituite tra proprietari, affittuari, coloni, sa-
minativi con rendita non superiore al 5 % ,
non trasmissibili che per cessione approvata
dalla Cassa e rimborsabili, in caso di dimis-
lariati e braccianti appartenenti ad Associazioni agricole a carattere cooperativistico
(riconosciute dalla legge 5-8-1920, modifi-
10
sioni o di scioglimento della Società, al massimo al prezzo di emissione.
(2) Diciamo « ufficiali » in quanto il nostro
esame si limita al credito agrario ufficialmente
riconosciuto e cioè a quello costituito dalle Casse
mutue di credito che sono in rapporto diretto,
finanziario e amministrativo, con la Cassa Nazionale.
Non trattiamo delle istituzioni « libere » le
quali non sono finanziate dallo Stato e daJla
Cassa Nazionale. Queste istituzioni — legate
spesso ad organizzazioni sindacali e caratterizzate
da orientamenti confessionali che traggono origine dal movimento di Louis Durand del XIX secolo — presentano fisionomie diversissime, illustrabili con difficoltà e recitano, nei confronti
del credito agrario ufficiale, una parte ben modesta e non certo tale da meritare una particolare
trattazione.
intorno DttLQ tanca ti nonna
La Cassa Nazionale è amministrata (legge 12-3-1949) da un Consiglio di Amministrazione controllato da una Commissione
plenaria di trenta membri presieduta dal
Ministro dell'Agricoltura o da un suo rappresentante. Il Direttore Generale ed un
Funzionario Amministrativo sono nominati
con decreto-legge, il primo su proposta del
Ministro dell'Agricoltura, il secondo del
Ministro di Agricoltura e del Ministro delle
Finanze. Queste disposizioni ed altre stabilite dalla legge evitano in modo assoluto
che l'Ente sfugga dal controllo dello Stato.
e contribuiscono assai validamente allo sviluppo ed al progresso agrario del Paese.
Poiché la legislazione francese non offre una
classificazione organica dei vari prestiti, per
facilitare l'esposizione li distingueremo in:
a breve termine
ordinari
a medio termine
a lungo termine
Individuali
speciali
a breve termine
LE
I loro scopi sono:
a) facilitare le operazioni a corto, medio, lungo termine, eseguite dai soci delle
Casse locali poste entro la loro circoscrizione;
b) trasmettere alle Società cooperative,
alle Associazioni sindacali ecc., prestiti concessi loro dalla Cassa Nazionale.
Le Casse regionali riscontano gli effetti
loro girati dalle Casse locali, si incaricano
di tutti i pagamenti e riscossioni da farsi
negli interessi degli Enti periferici ed accordano alle Casse locali eventuali prestiti
per la costituzione di un fondo di rotazione.
OPERAZIONI ATTIVE
DI C R E D I T O
Senza soffermarci ad un esame particolareggiato e critico, tratteggiamo le principali operazioni creditizie che, suggerite dalle
varie esigenze dell'agricoltura francese e
mosse spesso da motivi di ordine sociale,
sono state fissate da disposizioni legislative
PRESTITI
(OIKESSI
POLLE
Collettivi
a medio termine
a lungo termine
P R E S T I T I I1VDIVIDUALI
I prestiti individuali vengono concessi a
proprietari agricoli, conduttori, coloni, affittuari, salariati e braccianti ed anche ad artigiani, purché soci di una Cassa locale.
COKE
CECIOflQLI
Sono servite da personale competente e
dispongono, a seconda dei luoghi, di una
adeguata attrezzatura bancaria.
I Direttori devono essere di gradimento
della Cassa Nazionale e mentre il Consiglio
di Amministrazione è eletto dall' Assemblea,
la nomina del Presidente, del Vice presidente e dellAmministratore delegato deve
essere approvata dall'Organo centrale.
Per queste disposizioni e per tutti i vincoli e i controlli stabiliti dalla legge, queste
Associazioni cooperative, giuridicamente autonome, sono, in realtà, legate assai strettamente allo Stato attraverso la Cassa Nazionale.
Cassa Nazionale di Credito agrario.
A differenza delle Casse locali e regionali, enti di diritto privato a base cooperativa, la Cassa Nazionale è un ente di diritto pubblico posto alle dipendenze del Ministero dell'Agricoltura.
Le sue funzioni si possono così sintetizzare:
1) coordinare l'azione delle Casse locali
e regionali facilitandone le operazioni;
2) controllare il funzionamento di tutto
il sistema creditizio sorvegliando l'applicazione delle leggi e la gestione delle Casse
mutue, così da garantire la sicurezza del risparmio rurale;
3) accordare i prestiti statali previsti
dalla legge, agendo, a seconda dei casi, tramite le Casse regionali oppure direttamente.
11
zia reale ma soltanto sulla fiducia meritata
con la rettitudine di vita, l'onestà commerciale, la probità e le capacità professionali.
Il finanziamento viene versato ai soci mediante sconto di cambiale a tre o sei mesi,
rinnovabile fino al termine dell'operazione,
oppure, per la recente legge 24-9-1948, sotto
forma di apertura di credito in conto corrente. In questo ultimo caso i tassi vengono
maggiorati dell'I °/o.
A medio termine.
o s
«
I prestiti di media durata sono destinati
soprattutto a facilitare la formazione e l'accrescimento del capitale di scorta, nonché
acconsentire l'esecuzione di miglioramenti
fondiari e di modesti lavori di manutenzione, sistemazione, ampliamento di fabbricati
a carattere agricolo o ad uso di artigianato
rurale.
Agli artigiani permettono anche l'approvvigionamento di tutta l'attrezzatura necessaria all'industria, mentre i produttori di
vini di marca possono avvalersene per rimandare al momento più propizio la vendita dei prodotti.
P R E S T I T I ORDINARI
A breve termine.
I prestiti a breve termine hanno lo scopo
di permettere all'agricoltore di sostenere le
più comuni spese di conduzione dell'azienda
(acquisto di concimi, sementi, anticrittogamici, salari agli operai, ecc.) e di acconsentire all'artigiano di acquistare materie prime
e piccoli, utensili da lavoro.
Questi prestiti possono anche facilitare la
compera di animali da ingrasso o di piccoli
strumenti di coltivazione, ritardare, mediante un congruo anticipo la vendita dei prodotti fino al momento economicamente più
favorevole, o concedere il denaro necessario
alla coltivazione di determinate colture (prestiti questi detti di « campagna »). L'ammontare del prestito non viene limitato dalla legge, ma fissato dalla Cassa locale a seconda del bisogno, del valore professionale
del richiedente e delle sue garanzie morali
e reali. Per quanto riguarda i prestiti di
« campagna », accordati per le colture di
cereali, bietole, semi oleosi, è stato invece
fissato un limite massimo che da qualche
anno è rispettivamente di 13.000, 40.000,
13.000 franchi per ettaro; anche per gli anticipi su vino v e un limite massimo stabilito in 200 franchi al grado all'ettolitro.
12
La durata del prestito dipende dal genere
di operazione e può raggiungere come massimo i 18 mesi. Il tasso di interesse è fissato dalla Cassa Regionale per decreto ministeriale fino al 1951 non poteva superare
il 4,50 o/o per i prestiti di « campagna » e
il 5,50 °/o per gli altri. In genere è oscillato
negli ultimi anni fra il 3,30 e il 4,50 % per
i primi e fra il 4,30 e il 5 , 5 0 % per i secondi. Con la politica di restrizione del credito instaurata a fine '51 i tassi sono stati
elevati dell'I % e anche più.
Le garanzie comunemente richieste sono:
cauzione, deposito di titoli, warrant. Per i
produttori di cereali, bietole e semi oleosi
possono consistere invece in cessione di crediti e delegazioni di pagamento presso gli
organi ammassatoti o le imprese industriali
ove i raccolti saranno consegnati. Nelle zone
viticole può venire richiesto, in luogo del
warant, l'« engagement de garantie»: privilegio mobiliare, sul vino e sull'alcool, che
viene iscritto all'ufficio dei contributi indiretti; la merce così bloccata non è commerciabile che dietro autorizzazione della Cassa.
In alcuni casi però, qualora il prestatario
sia favorevolmente conosciuto dalle Casse, il
prestito viene concesso senza alcuna garan-
L'ammontare del prestito non è determinato dalla legge e la durata varia da 5 a 15
anni a seconda dell'impiego. Le quote di
ammortamento sono annuali e i tassi di interesse vengono fissati dalle Casse mutue. Il
massimo tasso permesso dal Ministero dell'Agricoltura è andato in questi anni crescendo dal 5 °/o al 6,75 °/o mentre il minimo — concesso in particolare a salariati e
braccianti agricoli che esercitino l'agricolaira da almeno cinque anni e che desiderino,
mediante l'acquisto di scorte, occuparsi come mezzadri o affittuari, o aspirino alla piccola proprietà — è ridotto al 3 %>. Lo stesso
tasso di favore è accordato ad agricoltori
colpiti da sinistri non assicurati o non sufficientemente risarciti dallo Stato o a quelli
che intendono sostituire il bestiame decimato dall'afta. Del 4 ° / o beneficiano i produttori di vini di marca.
Le garanzie sono le stesse richieste per i
prestiti a breve scadenza: cauzione, warrant,
deposito di titoli; in alcuni casi però può
essere richiesta l'ipoteca.
Il finanziamento dei prestiti per acquisto
di macchine o bestiame viene fatto mediante sottoscrizione di cambiale privilegiata;
altri tipi di operazione, specie se di durata
assai lunga, vengono fatti con contratto
scritto in cui si stabiliscono le modalità del
prestito, le condizioni di rimborso e, le garanzie.
A lungo termine.
Mentre nei prestiti a breve e medio termine il vantaggio è quasi esclusivamente individuale, nei prestiti a lungo termine la
funzione sociale assume carattere prevalente.
Il legislatore infatti si è preoccupato di
evolutivo del regime fondiario e sul miglioandare incontro a due esigenze di grande
ramento delle condizioni ambientali dei laportata nella vita agricola francese:
voratori agricoli.
favorire l'accesso alla piccola proprietà
appoggiando
contemporaneamente
quella
PRESTITI SPECIALI
già esistente (legge 5 agosto 1920);
e incoraggiare ed aiutare il miglioraVengono di norma considerati « speciali »
mento delle abitazioni rurali (legge 24 magi crediti concessi dallo Stato tramite la
gio 1938; 15-5-1941; 8-3-1949).
Cassa Nazionale e le Casse regionali a priI prestiti contemplati dalla legge 5 agovati per risolvere problemi contingenti a
sto 1920 sono riservati a salariati, braccianriflesso sociale.
ti, coloni, affittuari agricoli che desiderino
Regolati da leggi e decreti successivi alla
acquistare, sistemare, costruire una casa rucodificazione del 1940, godono di particorale o entrare in possesso di una piccola
lari facilitazioni nei tassi di interesse, ma
proprietà da coltivare direttamente con la
non tutti trovano ataialmente adeguato filoro famiglia. Ai piccoli proprietari coltinanziamento da parte dello Stato.
vatori diretti che aspirino ad ampliare e
Appartenevano a questa categoria i premigliorare la loro proprietà e ad artigiani
stiti per la ripresa delle attività agricole che
che per la prima volta si dedichino all'esersubito dopo la guerra (legge 8-6-1940 cizio del mestiere.
legge 3-9-1940 - Ord. 17-10-1944), vennero
La composizione della famiglia coltivatrice e il valore del fondo concorrono a deconcessi per la durata di 13 anni, al tasso
terminare il limite massimo della piccola
dell'I,50%, alle aziende danneggiate, per riproprietà: per i coniugi senza figli è consipristinare i capitali di esercizio e riprendere
derata « piccola » una proprietà il cui valore
con profitto la produzione. Altri prestiti,
fondiario non superi i 3 milioni di franchi,
pure soppressi, venivano accordati, al tasso
per le famiglie con uno o più figli il limite
dell'1%, per la messa a coltura delle zone
è ora di 4 milioni. Per l'acquisto viene
incolte, con scadenza massima novennale.
concesso un prestito che non deve superare
Restano attualmente in vigore i soli pre(legge 24 maggio 1951) 1.200.000 fr. e
stiti riservati a giovani agricoltori, a ex decioè meno di un terzo del valore massimo
portati, prigionieri e volontari della residella proprietà. La durata del finanziamento
stenza ed a rurali colpiti da calamità pubè al massimo trentennale ed allo scadere del
bliche.
prestito il mutuatario non deve aver suParticolarmente interessante è la legge del
perato i 70 anni. I rimborsi sono annuali
e il tasso di interesse, che fino al 1927 era
24-5-1946 con la quale si autorizzano le
del 2 % , è stato successivamente elevato al
Casse regionali a concedere prestiti per l'ac3 % . Si praticano tuttavia tassi di favore:
quisto di scorte e l'avvio di una razionale
gli Anziani diplomati della Scuola di agrigestione aziendale agli agricoltori di età
coltura pagano il 2 , 8 5 % , i «pupilli della
compresa fra i 21 e 35 anni forniti dei seNazione » il 2,75%, mentre particolari faguenti requisiti:
cilitazioni vengon concesse alle famiglie nuesercitino la professione da almeno 5
merose, ai pensionati militari, e ai soldati
anni;
trattenuti in servizio oltre il limite massimo.
si impegnino di esercitarla almeno fino
La garanzia richiesta è l'ipoteca o un conall'estinzione del debito;
tratto di assicurazione in caso di decesso.
siano sposati o in procinto di sposare;
Le tre leggi sul miglioramento dei fabbricati rurali concedono credito a tutti i
proprietari, conduttori e non conduttori,
agli affittuari ed artigiani rurali che si impegnino di migliorare in modo cospicuo le
condizioni delle abitazioni, sia proprie, che
dei loro dipendenti.
Durata massima del prestito, garanzie,
tassi di interesse e modalità di applicazione
sono identiche a quelle esposte per la formazione e il miglioramento della piccola
proprietà. La massima cifra accordabile, già
stabilita in 700.000 fr., è stata recentemente
elevata ma è tuttavia ancora inadeguata alle
esigenze attuali.
I fondi a disposizione di questi prestiti
sono da alcuni anni insufficienti e gli accorgimenti adottati dalla Cassa Nazionale
per incrementare i prestiti a lungo termine
non hanno portato finora ad alcun risultato
sensibile con influenze negative sul processo
inizino per la prima volta la conduzione in proprio di una azienda.
Più che nella somma accordata, che può
raggiungere al massimo i 700.000 franchi, le
facilitazioni consistono nel tasso di interesse
particolarmente basso: 2 % , e nel lungo periodo di ammortamento che va dai 15 ai
20 anni e all'abbuono di mezza annualità
alla nascita di ogni figlio, dopo il secondo,
fino ad un abbuono massimo di 10.000
franchi.
Le garanzie richieste si limitano ad un
previlegio sulle scorte e sui prodotti e ad
una assicurazione in caso di decesso o ad
una cauzione. Purtroppo anche per questo
genere di operazioni vi sono state restrizioni piuttosto severe e assai spesso la concessione dei mutui è stata interrotta per
mancanza di fondi. Solo verso la fine del
1950 si è iniziato la concessione dei finanziamenti con una certa regolarità grazie ai
favorevoli risultati conseguiti da due sottoscrizioni lanciate a questo scopo dalla Cassa Nazionale. Sono quasi 40.000 i giovani
che dal 1946 ad oggi hanno potuto avviarsi
ad una impresa agraria per merito di questi prestiti.
Altre operazioni di carattere speciale
sono i crediti riservati agli ex prigionieri,
ai vecchi deportati, ai volontari della resistenza che, essendo stati agricoltori o artigiani, intendano di nuovo insediarsi in un
fondo (tit. II dell'Ord. 20-10-1945) o intraprendere una impresa agricola o artigiana (tit. Ili dell'Ord. 20-10-1945), oppure
desiderino sistemarsi in una casetta per riprendere l'attività artigianale già esercitata
in passato in qualità di mastri o di garzoni
(tit. IV dell'Ord. 20-10-1945).
Varie sono la durata del periodo di ammortamento, l'ammontare massimo dei prestiti, la garanzia; comune è invece il tasso
di interesse: 1,50 % .
Altri prestiti speciali sono quelli che
possono essere concessi (legge 8-8-1950)
agli agricoltori colpiti da eccezionali calamità. Questi agricoltori possono seguire
operazioni a medio e lungo termine al tasso del 3 % e possono trovare, se del caso,
garanzia in un fondo speciale gestito dalla
Cassa Nazionale e trovare sollievo nel pagamento delle rate in un Fondo Nazionale
di Solidarietà agricola.
PRESTITI COLLETTIVI
Si dicono « collettivi » i prestiti che vengono concessi ad Enti ed Associazioni facenti parte, in qualità di soci, delle Casse
locali. Tali Associazioni (elencate dalla legge 5 agosto 1920 modificata dalla legge
16-8-1943) sono:
1) le società cooperative agricole di
produzione, trasformazione, conservazione,
vendita dei prodotti; le cooperative di acquisto di mezzi tecnici (concimi, mangimi,
macchine, ecc.);
2) le cooperative di conduzione;
3) i consorzi a scopo esclusivamente
agricolo (costruzioni di strade rurali, irrigazioni, arginatura, ecc.);
4) le società istituite per eseguire opere di interesse agricolo collettivo o miglioramento di case per salariati, ecc.);
5) i sindacati professionali agricoli, le
società di allevamento; le associazioni, unioni e federazioni, dipendenti dal Ministero
dell'Agricoltura, che contribuiscono all'incremento della produzione agricola;
6) le società di mutua assicurazione;
7) le federazioni ed associazioni dei
« giardini operai » riconosciuti dal Ministero dell'Agricoltura.
Disposizioni speciali accordano anche alcuni prestiti a Società di diritto pubblico,
13
quali Comuni o Associazioni fra Comuni,
Camere
imprese
di agricoltura o anche società o
interessate
programma
alla
applicazione del
di investimenti
agricoli
trac-
ciato dal Ministero di Agricoltura.
Tutte queste Associazioni possono ottenere prestiti dalle Casse mutue con l'intervento spesso della
Cassa Nazionale
e in
alcuni casi prestiti a lungo termine direttamente dalla Cassa Nazionale.
Si esige dalle Società, oltre la solita garanzia richiesta ai privati, un impegno solidale di pagamento da parte di tutti i soci
o dei soli amministratori. Particolare attenzione viene rivolta alla funzionalità dell'ente
e alla moralità e competenza amministrativa
dei dirigenti.
A breve t e r m i n e .
I prestiti a breve termine assicurano alle
varie Associazioni, il
finanziamento
neces-
sario al loro ordinario funzionamento. Così
le cooperative di acquisto possono comperare merci per i soci quando il mercato è
più favorevole. Le cooperative di trasfor-
tro warrant agricolo o commerciale a se- sociale versato, se questo è inferiore al milione, ed a tre volte se questo è superiore.
Come garanzia si richiede generalmente
frigoriferi delle cooperative o dei magazzini
l'ipoteca su immobili in possesso della Sogenerali.
cietà, ma spesso si ritiene sufficiente la reAnche i Comuni o le Associazioni tra
sponsabilità solidale dei soci o un impegno
Comuni possono ricevere prestiti a breve
personale degli amministratori.
scadenza (legge 28-12-1931) in attesa dei
conda che il prodotto vien conservato in
finanziamenti che lo Stato stanzia per l'esecuzione di opere di generale utilità agri-
L'appoggio che il Credito Agrario francese concede alle campagne non si ferma
cola (legge 27-12-1927).
qui: i Dipartimenti, i Comuni, le Associazioni tra Comuni, le Associazioni sindacali,
A medio termine.
le Società cooperative di interesse colletI prestiti a medio termine facilitano notivo, possono ottenere finanziamenti al tasso
tevolmente il pagamento di spese di un del 2,90 o/o e di durata quarantennale per
certo rilievo che non potrebbero essere amfornire energia elettrica a frazioni, cascinali,
mortizzate in pochi anni. Molte cooperative
baite disperse fra i campi o sulle montaper la meccanizzazione agricola trovano qui
gne (d. L 2-8-1923).
i fondi necessari all'acquisto di macchinario.
Le Amministrazioni comunali ed altre
Qui ancora le Società di mutua assicuraAssociazioni possono provvedere, mediante
zione contro la grandine, applicando detersovvenzioni statali di durata trentennale,
alla costruzione, attrezzatura e organizzaziominate clausole stabilite dalla legge 31 marne di mattatoi o mercati di carni (legge
zo 1932, attingono parte dei fondi neces16 aprile 1935).
sari ai vari risarcimenti.
A lungo termine.
agricole, come
abbiamo
accennato, possono anche ricevere
Le Associazioni
finanzia-
mazione, produzione, conservazione, vendita (cantine,
distillerie
sociali,
cooperative
cerealicole) possono pagare acconti alla con-
menti a lungo termine dalla Cassa Nazio-
segna in attesa della vendita.
nale,
Per numero ed entità di operazioni assumono
particolare
importanza
i prestiti
attraverso
le Casse
mutue
oppure
direttamente in seguito a disposizione ministeriale.
Questi prestiti vengono concessi quando
concessi alle cooperative del grano: in contropartita di tale prodotto, che le coopera-
costruzioni
tive o i loro mandatari detengono, vengono
l'immobilizzo di capitali non
emessi effetti avallati dall'Ufficio Nazionale
bili in breve tempo. Il prestito viene accor-
Interprofessionale dei cereali, effetti che so-
dato con tasso generalmente del 3 °/o, con
no scontati dalle rispettive Casse mutue con
Nazionale.
Importanti pure, al fine di sostenere il
del burro, i prestiti
concessi
agricoli
richiedano
ammortizza-
Infine alcune Associazioni vengono a
fruire di prestiti trentennali per migliorare
ammortamento annuale della durata di un abitazioni dei lavoratori agricoli; mentre gli
Uffici Nazionali dei mutilati, dei combattrentennio e per le cooperative di rimbotenti, dei « pupilli della Nazione » trovano
schimento anche di un cinquantennio.
finanziamenti
per permettere ai loro iscritti
L'ammontare del prestito è proporzionale
l'acquisto di proprietà rurali.
al costo dell'opera ma di norma non p u ò
l'ausilio a volte del risconto presso la Cassa
prezzo
o impianti
Sono anche a disposizione dei Comuni
e delle Associazioni tra Comuni, prestiti
per promuovere l'irrigazione, risanare terreni, convogliare ed arginare acqua ed eseguire tutti quei lavori di bonifica approvati
ed appoggiati dal Ministero dell'Agricoltura (legge 27-12-1927 e d. 1. 17-6-1938)
ed ancora finanziamenti straordinari per
quei Comuni che intendano acquistare terreni per lottizzarli e rivenderli a piccoli
proprietari diretti coltivatori (legge 8 dicembre 1922).
dal-
essere superiore a quattro volte il capitale
l'aprile 1950 alle cooperative del latte con-
%nncn
ìTJtmericu e
(La
seconda
parte
verrà
pubblicata
n e l prossimo
ìUflntia
SOCIETÀ PER AZIONI - Capitale versato e riserve Lit. 9S0.000.000
SEDE
S O C I A L E
E D I R E Z I O N E
Fondata
A.
P.
G
BANK
N A T I O N A L
S A N
T U T T E
I N
A
Fondatore
OF
T R U S T
N
N
I
N
I
AMERICA
A S S O C I A T I O N
C A L I F O R N I A
L E O P E R A Z I O N I
Via A r c i v e s c o v a d o
T O R I N O
M I L A N O
della
& S A V I N G S
F R A N C I S C O ,
Agenzia
14
I
G E N E R A L E :
da
D I
B A N C A
n. 1
A; V i a G a r i b a l d i n. 5 7 a n g . C o r s o P a l e s t r o
B : C o r s o V i t t o r i o E m a n u e l e I I n. 38
numero)
UN'INDUSTRIA TIPICA ITALIANA E LE SUE ORIGINI TORINESI
ANTONIO
Ben pochi
FOSSATI
sanno che, decaduta
l'antica
già
dal padre, richiamato dalla Svizzera ove ri-
150 operai con una produzione valutata a
siedeva. E qui vi rimase fino al 1841 allor-
opera del chimico torinese Vittorio Amedeo
250 mila lire annue, aveva trovato valente
ché pensò di trasferirsi a Milano, ove ac-
Gioanetti nella seconda metà del '700
(di
collaborazione in uno dei figli di Giacomo,
quistò lo stabilimento di S. Cristoforo fuori
in questa stessa rivista parlò diffusa-
Giulio, il quale fin dal 1833-1834 era stato,
Porta Ticinese, per la fabbricazione di por-
nobilissima arte di Vinovo, sviluppatasi ad
cui
La
fabbrica, che
ormai
occupava
mente un cultore e continuatore, l'avvocato
Giulio Ferruzzi), riprende sotto altre forme
e indirizzi a Torino, pochi decenni
dopo
ad opera della società Dortù,
& C.
Richard
Anfore della antica ditta Richard Dortu & C. di Torino (metà 8oo). - La ditta Richard & C. sorse a Torino e poi
venne trasferita a Milano.
Essa era sorta in Piemonte nel 1824, su
consiglio del Ministro Roget de Cholex, ad
opera di Giacomo
Francesco Richard
ebbe quasi distrutto il suo patrimonio
seguito
altri
alla carestia del
eventi
politici.
1816-1817
Oriunda
che
in
e ad
francese, la
famiglia Richard era emigrata, d o p o la revoca dell'editto di Nantes ( 1 6 8 5 ) in Svizzera e di qui in Piemonte e precisamente
a Torino.
Qui sorge appunto la società Dortù,
Ri-
chard & C. (e per amor di precisione siamo
riusciti a conoscere anche l'ubicazione, esattamente in via Villa della Regina presso la
Villa, in Borgo Po). Cinque anni dopo, la
manifattura aveva raggiunto notevole rinomanza tanto che già
nella prima
esposi-
zione industriale di Torino del 1829 la ditta
era stata premiata con medaglia d'argento.
Così pure in quelle successive del 1838 ( 1 ) .
In occasione dell'esposizione del 1844, illustrata
da
C.
I.
Giulio,
questi
osservava
« come i signori Dortù, Richard & C. si
sono applicati con grande impegno a migliorare
ognor
più
la fabbricazione
della
porcellana, da essi soli esercitata in questi
Stati, e ad abbassare i prezzi, onde sostenere, malgrado
l'abbassamento
di dazi, la
concorrenza delle fabbriche straniere tanto
perfezionate »
(2).
(1) Si confrontino le relazioni alle singole
esposizioni in questa Rivista dell'anno 1948.
(2) « Giudizio della R. Camera di Agricoltura
e di Commercio di Torino, notizie su la Patria
industria compilate da Carlo ing. Giulio, relatore
centrale ». Torino. 1844.
15
zione più commerciale. Già nel 1845 Giulio
Richard ottiene una medaglia d'oro
dalla
Società d'incoraggiamento delle arti e mestieri di Milano, e con la migliorata educazione tecnica degli operai, compito anche
questo non facile, i progressi sono in breve
assai lusinghieri. Nel 1847 ottiene un'altra
medaglia d'oro dal governo per la pregevole fattura delle porcellane variopinte
dorate,
onorificenza
rinnovata,
e
nell'esposi-
zione del 1855, per la fabbricazione di terraglie ad uso inglese e di porcellane opache,
bianche, colorate e dorate. N e l
frattempo
nuovi eventi politici maturano in Lombardia. N e l 1848 su decreto del Comitato della
guerra firmato da Pompeo Litta, Giulio Ri-
I.VARIGLiM
chard attenderà a ben altre cure che non
quelle industriali. A lui infatti si deve l'organizzazione
della Milizia Civica del
Co-
mune dei Corpi Santi. Ristabilita la situazione politica in Lombardia d o p o la « fatai
N o v a r a » , il Richard riprende la sua attiCeramiche della Ditta Ignazio Variglia & C
(via Porta Nuova u - Torino).
vità industriale, per quanto osteggiata
in
seguito al suo patriottico atteggiamento preA
celiane lombarde di proprietà di D o n Carlo
lui si deve l'inizio delle
fortune di
Tinelli, costituendo così, nel 1842, la Ditta
questa storica ditta milanese (le cui origini
in Acc. Giulio Richard & C. con 250 operai.
però, come
Il capitale ottenuto anche mediante ricorso
chè non facile era il compito di soddisfare
al credito era, per i tempi, ingente, essendo
una clientela abituata a servirsi
valutato a mezzo milione, col quale Giulio
specie per la produzione
Richard riformò radicalmente l'antico sta-
—
bilimento di S. Cristoforo lasciato in
produzione di alta qualità —
bandono ( 3 ) :
ab-
abbiamo visto, sono
torinesi)
all'estero,
di lusso, sicché
difficile essendo il concorrere in questa
ditta affrontò in quegli
la
anni una
giovane
produ-
cedente. Molte fabbriche, i cui titolari avevano preso parte ai movimenti
non
furono
riaperte.
Giulio
Richard
riesce tuttavia a superare i tempi fortunosi
e nel 1856 parteciperà con successo, in concorrenza con le ben più ferrate industrie
estere, all'Esposizione di Bruxelles.
Anche
l'Esposizione di Firenze del 1861 vedrà la
operosa
partecipazione
del
Richard,
pre-
miata con quattro medaglie di prima classe.
Nel
Porcellane della Ditta lmoda (viale della Villa Reale - Torino)
più
liberatori,
1873
sformò
l'antica
in Società
Accomandita
Ceramica
si
Richard
tracon
ben 1100 operai.
A Giulio Richard succederà il figlio Augusto al quale, come diremo, incomberà il
compito
di dar nuova veste sociale
all'a-
zienda paterna.
Frattanto, non bisogna dimenticare
che
accanto a questa ditta secolare, l'Italia vanta
altre
e antiche
ragioni
sociali,
prevalente
su tutte certo la manifattura Ginori a D o c cia di cui diremo più avanti. Oltre i noti
ceramisti
napoletani, come
il Mollica
ditta di
ed
il
Giustiniani,
altri, ricordiamo
ancora
Angelo Minghetti, che nel
la
1858
inaugurò nel palazzo Vecchio Popoli a Bologna la sua prima fornace, traslocata poi
nell'antica fabbrica di terraglie di Roversi,
ove fin dalla metà del secolo
tonio Rolandi
ci
e Giuseppe
XVII
Fink
Cfr. A. FOSSATI: Lavoro e Produzione
Italia. Torino, Giappichelli, 1 9 5 1 . Cap. V .
16
An-
fabbricain
vano « maioliche » in concorrenza a quelle
chimici come Vandhelein, pittori come An-
di Imola e di Faenza. In quest'ultima città
reiter, scultori
erano intanto aggiunti nel 1888, quelli di
qualche anno dopo (verso il 1865) il mi-
erano succeduti a rendere ricche le cera-
Pisa, situati in Santa Marta e in San Mi-
lanese
miche ispirate ai capolavori di Sèvres, di
chele degli Scalzi.
Mylius
trasformerà,
con
Bruschi
Vienna, di Sassonia e di Frankenthal.
Achille Farina la « Soc. Ceramica A. Farina & C. » che si ritrasformerà, dopo
Gasparo
Al primitivo stabilimento di Milano si
si
Federico
come
il
Le attrezzature modernissime per la ma-
Già a mezzo il secolo X V I I I Carlo Ginori
cinatura (in Santa Marta) e l'introduzione
1873, in vera società industriale a forma
aveva inviato a proprie spese la prima nave
di motrici a vapore portarono ben presto
anonima, sollevando la disapprovazione
e
toscana
caricarvi
la produzione giornaliera a 18-20 tonnellate
il disappunto del Farina che si ritirò
in
caolino che poi sarà oggetto di particolari
di pasta; nello stabilimento di fabbricazione
pregio
ricerche in terra toscana da chimici ivi chia-
quanto
vedeva
così
menomato
il
alle Indie
Orientali
per
mati dall'intraprendente Marchese.
artistico dei suoi capolavori. Unitamente alla
industria della porcellana dovrebbe qui es-
Caduta
la
famosa
fabbrica
di
Capodi-
sere ricordata l'arte vetraria che trovò, spe-
monte che aveva realizzato col
cialmente a Venezia, tante fecondi occasioni
le più nobili
all'estro inventivo degli italiani. E non do-
sunse in certo qual modo l'eredità la ma-
vrebbe
essere dimenticato
fra
i
tanti,
il
espressioni
in San Michele degli Scalzi la materia prima
lavorata giornalmente si elevava, verso il
Tagliolini
dell'arte, ne as-
1896, a 18 mila chilogrammi.
N o v e forni di cottura, tra cui uno capace
di contenere
50 mila pezzi,
sviluppavano
una ingente produzione che già concorreva
nifattura toscana e l'arte ceramica italiana
dott. Antonio Salviato di Venezia, ben ri-
sui mercati esteri, anche se il valore totale
prosegue
cordato da Michele Lessona, il quale, dedi-
non
coli X V I e X V I I , con imitazioni
preziose
catosi prima, a Vicenza, all'avvocatura, ce-
1867, a 200 mila lire. Altro
delle
Urbino,
dette poi
era sorto nel frattempo in Carassone, sob-
Casteldurante, Faenza, e delle antiche ma-
artista dando vita alle forme più gustose
borgo di Mondovì
ioliche eugubine dai riflessi metallici
can-
delle sue vetrerie e dei suoi mosaici
detto
Musso
aveva
gianti. La tecnologia ceramica trova
nella
prima
una
fabbrica
alle lusinghe dell'animo suo di
che
vanno dagli arcaici severi alle più moderne
la
gloriosa
antiche
terre
tradizione
invetriate
dei
di
se-
era ancora
ingente,
ammontando,
al
stabilimento
(Cuneo), là ove Benefondato
di
molto
tempo
ceramiche.
Nella
Ginori e in Enea Giusti, tecnico di grande
stessa città la Società An. Richard
aveva
acquistato,
opere delicate. Ma non possiamo qui dilun-
valore, le più svariate applicazioni. Fino a
garci a considerare anche quanto il genio
che, d o p o
arti-
artistico italiano ha creato nel
di terraglie bianche e terraglie a stampo
stica si orienterà verso attuazioni a più spic-
ogni tempo; tema che potrà essere oggetto
all'uso inglese di Giuseppe Besio che era
cato carattere industriale onde soddisfare le
di altra eventuale indagine a complemento
stato il p r i m o a servirsi di terra olandese
esigenze dei più larghi e svariati consumi.
d o p o che la terra di Vicoforte, presso il
Verso il 1880 nella ditta Ginori erano già
Santuario della Madonna di Mondovì, era
tempo
in
di quei brevi cenni.
Fra i concorrenti di Richard, a Torino,
non bisogna però
dimenticare
due
nomi,
purtroppo completamente dimenticati: Ignazio
Variglia
e gli Eredi
Imoda,
delle cui
preziose manifatture ho potuto trovare un
saggio tra i documenti dell'Esposizione di
T o r i n o del 1858 e che qui riproduco come
pezzo di antiquaria rarissimo.
tradizione
impiegati un migliaio di operai e la gamma
nace —
come si praticava a Sèvres —
era
stata sempre più ampliata con ricchezza di
tinte e gradazioni (4).
È
in
questi
ultimi
tempi
(1896)
che
Augusto Richard, figlio di Giulio, il ricorfondatore
della
ditta
milanese,
fuse
le due antiche ragioni sociali, unendo così
Come abbiamo detto rinomanza e splen-
nella Richard-Ginorì
l'ammirata esperienza
dore avevano raggiunto altresì le arti cera-
artistica secolare con quella industriale volta
miche per merito dello stabilimento di D o c -
ai più originali
cia del Marchese Ginori. Nel
tecnica nuova
1735, anno
in cui il Marchese Carlo Ginori aveva f o n -
V E R M U T
-
contributi promossi
dalla
nella sua incessante
evolu-
l'azienda del Richard
si era
zione moderna.
dato in Toscana la sua Ditta -—• cinque
anni prima che sorgesse quella di Sèvres —
nel
1895,
andata esaurendosi
l'antica
manifattura
(5).
dei colori da porcellana a gran f u o c o di for-
dato
*
l'unità, l'antica
Ma
anche
d o p o il 1884, assai ampliata.
L I Q U O R I
TORINO
REGINA MARGHERITA - TELEFONO
79.034
(4) I prezzi erano contenuti in limiti relativamente assai bassi: ad es.: un servizio da tavola
per dodici persone, a due superfici, il verde sotto
smalto e l'oro sopra, era venduto a 200-300 lire.
Nella produzione ordinaria un tegame per uova
costava da L. 0,40 a L. 2,40.
(5) Da pochi anni era pure sorto in Cremona,
un vasto stabilimento ceramico, quello della Società Ceramica Ferrari, animato da forza motrice
di 70 cav. e con 200 operai su una superficie di
35.000 mq. E in campo della produzione commerciale ricordiamo ancora, tra le tante aziende
sorte in questo scorcio di secolo, la Francesco
Pozzi di Milano, produttrice di terracotte decorative, comignoli, tubi di grès. ecc. e la M. Fels,
pure di Milano, creatrice di pregiate bambole
in porcellana.
h
e. cilazalelles
& C.
17
ASPETTI DELL'ATTIVITÀ BANCARIA
in relazione alla vita politica ed
economica dell'antico Piemonte
C A R L O
C O G I T O
Nello studio delle vicende politiche
Ciò denota il vivo spirito d'intrapresa
crisi economiche nei Comuni, che gra-
ed economiche dell'antico Piemonte un
della
dualmente per necessità storica veni-
capitolo di particolare importanza do-
tempo, attraverso numerose difficoltà, si
vrebbe essere dedicato alla storia dei
affermava per le vie del mondo.
gente
italica,
che
già
in
quel
vano assorbiti nello Stato nascente.
L o sforzo di unificazione s'inizia sotto
banchieri piemontesi. Sappiamo con cer-
Nei secoh successivi il processo uni-
il regno di Emanuele Filiberto. Tempi
durissimi, in cui l'interesse del singolo
tezza che la loro fama di amministratori
ficatore ed espansionistico dello Stato
sagaci valicò le Alpi e raggiunse i do-
Sabaudo si sviluppa in t u t t a la sua pos-
deve piegarsi alle esigenze dello Stato.
mini dei più potenti principi d'Europa,
sanza: nuova forza vitale
supe-
Ogni energia è mobilitata a difesa dei
che,
i quali, nel tardo Medioevo, ne applica-
rando la cerchia turrita delle
antiche
supremi interessi contro la politica dei
rono le sagge norme e gli
mura comunali, s'espande e s'esprime in
francesi, che imponendo tributi gravosi
illuminati
consigli.
L e cronache del Mille informano che
nuove forme precorritrici della coscienza
mettono a dura prova l'economia del
italica e nazionale.
Paese.
esistevano in Piemonte numerose case
È naturale che, con l'affermarsi del
È il concetto dell'autonomia econo-
bancarie, e che d'origine astigiana erano
nuovo ordine politico, s'impongano mu-
mica che s'impone alla mente del Prin-
i cosiddetti « Cambiatori », i quali per
tazioni radicali di vita e si verifichino
cipe Sabaudo, propugnatore tenace del-
primi diffusero il commercio del denaro
nei paesi « di là dai monti » e specialmente in Francia ed in Germania.
Gli Statuti di Susa ci rivelano che nel
Atto notarile del 30 novembre 1301 con il quale la città di Torino dà in uso per lo anni al Signor Leonardo Solaro,
di Asti, il Banco del prestito con la facoltà di Jar prestito privatamente alla ragione del 1 o°/0.
(Archivio
secolo X I I in diverse città del Piemonte
Storico
Comunale
di
Torino)
erano stabiliti banchi di prestanza e di
cambio, denominati
« casane », la
cui
..
gestione era esercitata dagli astigiani ed
wsvwr.KU. «et;
; ^ i - A m ' > <-» r*?-™ " " — ^ — r r ^ t " i
- * ^Sw
I VT~~45J)
(' T^1 * f' VJi
„£|pLrtw.'f«tj-{i.
8
-mj'iy.'ii
0 T K
*j
„ JM Mi
r r , , , torciti*
anche dai chieresi, i quali non si limitavano a cambiar moneta m a anche a
far prestiti e pegni.
^ J f ^ f è »
•r^uJZL.-iZ.
5&Z3&EL.
Sappiamo che a Pinerolo risiedevano
le Casane dei P r o v a n a , dei Felletto, di
« .«few
Franceseone Ducco, le quali erano molto
fiorenti e facevano prestiti non solo a
» sia.
;sr
j/tjSbts-J-Mr -
i-N&vi'
mercanti ed a privati, m a anche al Principe, al Comune, alle Chiese ed ai Monasteri.
Testimonianze
del tempo
documen-
...
• S I — j » lift»'l'i rt^àto v. f U W U-. — -
3
^
•
.-e
i Lli-fS.
-,
. fci 4 —
+
W-.f-
, —
1
... a ^ I S S U
tano che pure a Torino esistevano numerosi cambiatori, i quali, come quelli
astigiani, finanziavano il commercio delle
lane nei paesi del Nord Europa, e specialmente in Inghilterra, ove parteciparono a prestiti f a t t i al E e di quel Paese.
19
l'indipendenza
e
della
dignità
dello
Stato.
Narra il Tesauro, acuto storico del
P R E N C I P E
D I
P I E M O N T E ,
E 1 C.
tempo, che era « così rara la pecunia nel
popolo » e così assillante la ricerca ed il
bisogno di danaro, che il Principe fu
costretto dapprima a permettere «l'ingorde usure a trentatrè per cento ».
In altre fonti si riscontrano esempi di
tassi proibitivi fino all'ottantaquattro
per cento.
I gravi inconvenienti derivanti da tali
abusi spinsero il Principe a porvi rimedio. Per combattere « l'esorbitanza
dell'usura » autorizza l'istituzione di un
Monte di Pietà. Osserva il Tesauro che
« grandissimo refrigerio sentì da questa
opera tutto il popolo minuto; ed a
questo esemplare in Vercelli ed in altre
città d'Italia furon eretti simili Monti
di Pietà per souenimento dei loro poveri ». Lo stesso storico illustrando l'operazione del prestito su pegno fa le seguenti argomentazioni, che meritano di
essere trascritte :
« Opera molto più necessaria al pub« blico delle elemosine ; perocché il de« naro che si dava, estinguendosi con il
« donare, giuova ad un solo, ed una sola
«volta: ma quel che s'impresta, è sem-
TUTTI
futili d ttudliperuerrdno leprefienrijid naie mdnife!h,Si come hduendi nei nilMtnie (njrrmé-
ri II Mirri umili ddhdhitdt r Mdnni Milli cinque ccmifitfjdntd cinque m q»d,&prejldrt dd
h ""
demi pi mleggif Cr mi rinfilili di Miri tutu lucri 1 tcchif prr il termine ri medume il enfi m efi.1fldlihti : a ri.
mjjih Irpenefficdh,come dpfdre frr Ulular mitre dd rfit cmctffefittillglimo dt hierì.Con the peri tlfduuemrc ninpojfitrto ,nr dcl'hdnl prejldr, d mdggiirfimmd de grifi tre per igmfiutiti defiirmi Mite per mefi,tt con ejf
refirudtiene tilt hditldniddrr/lùwrc tutu Ir ffiurt et tmerejst uh r dpturdggiine et rdlrdJegrefiitrepercdJanefiutirr mrfii, rd£gtwdndo tifimi dfirma mue cemt foprd, d natigli fuddm m/tri ch'hdmu lanuti d negetutre cinefili ddldnm mille cine/ut cemofiejfintdnoue.a mefie di JKdggii in <jud che li fufidtn U prihiLitimi, d
„,„prcfldrt.nefdrfi pdgdre ld ijkrd , film dlld rdtrddedetnttegnfiipercddunificutl^emefi. El Jueflt
infrdfieimefi/infumi doppiftréfiuiéléfMc/uieiu d,tjue/ìtirdmies- ntrttummifttt»,O"
na preclufiint
e,-ire/fi che chi mn chidmerd U refittumne infrd delti tempi,nonpójfapupr.tender, dlin. efi.unper tdlcdufid.Ver ci a'efdrfiperdleutdrcU
lm, 'fiditi et rifui, mitri ti,efirnHdll.i fdrdm ali retti d contrdttd, e cm dm, Heim drUcìfurc eccepirne. Et dccn mn neptfiimframjerienirdtrtd timi efitfiditi mjln.come detti Helret.d, ammencii,cime commetndmi di A, dgmfieiCdppildni nifi ritener die dipulii, u M.^mfief.
p, Udrl'cru deVifirmn et cinti di CdBeUmme .chtftcetdfldmpdr, etpMtcm dd ehi neghi leptrrd d cittì Jrfit Hebret], prefint, m/lre m tutti
I, haliti dite
fimi fin
loribdbtl
tutu ditone
delti hrtiret
Hehreiet
etVdncmert
idOcliier, vecchi)
et noci,alt
npirtdrnt le deltle,fremili»
dd chhpdrerd
1 lueweme.perpuer
ittt/dnvi
ditone tutu
vett rtnmi,,
mri/-"
'Jl'
—
che idiChe
e notlrd
mente.mente.
Et ali Et
di ni/ird
icrtdfcmzd
fi end ptfTdnzd,,,
auiTi de
nilhi
procedere et Cd/lied, e li che fitriudrdni ddpn e mtr mentori.
idi ì rwjlrd
cipdi nofitrd
itrldfiitn'ji
ptrnd fijjdn-^d.c,
Aufi
. de m
Confili,eri irJiHdtl. Vtchurdnds cheld fMtcdllme^udlefftrd drllepnfinn.cin dfffiline dtld cipidfieprdldptdzxd de detti luigi, dine h*t,tdnJèfi,plelreì.&• dSe!>dnzeh'Otdnto-idler,fi come iinurufiffepei-findlnMieriii-cudii.Sn iJldHte r^udUnche srimeCrafd
'yuldmorhlétml. Vdt. i» Tumulti dieci/ette do,tlire, Mille u*Y«.>MifiHAMdiut.
t E.
F I L I B E R T.
V.
6TROP1ANA.
C A L V I IO.
« pre viuo, onde spendendosi sempre, e
« sempre ritornando alla fonte, con per« petuo movimento, più di una volta
« giuova allo stesso, e più di mille volte
« a tutti gli altri, nelle cui mani v a gi-
EDITTO
1572, ottobre 17, del duca Emanuele Filiberto in cui si stabilisce che gli ebrei — come i banchieri
già stabiliti negli Stati — non possono prestare denaro ad interesse superiore a 5 denari grossi per ogni scudo da fiorini 9.
« rando ».
L'interesse
dell' argomentazione
(Archivio
sta
di Stato di
Torino)
nell'avere intuito l'importanza funzio-
SCQSSfl.C
naie della circolazione monetaria, con-
Paese, e specie nel finanziare e poten-
cetto precorritore di più moderne teorie
ziare la coltura del grano, problema for-
economiche.
temente sentito in quei tempi difficili e
Pare che l'istituzione dei Monti di
Pietà, sorti dopo l'esempio di Torino in
I servizi di prestito con pegno su
quasi tutti i centri rurali dello Stato,
grano erano gratuiti. Talvolta si esigeva
effettivamente alleviasse i disagi della
un tasso modesto del due o del tre per
popolazione.
cento. I proventi erano destinati al sus-
La fiducia che tali amministrazioni
ispiravano rianimò lo spirito
d'intra-
sidio dei poveri od a fornire sementi
agli agricoltori bisognosi.
presa, facilitò l'afflusso dei capitali te-
Gli ebrei erano esclusi dai Monti. Ri-
saurizzati, che trovarono investimenti
sulta però che per eludere le leggi si
vantaggiosi, equi e sicuri.
servivano dell'intermediazione delle don-
Una particolare menzione meritano i
ne cristiane. Vennero in seguito emanate
cosiddetti «Monti Granatici e Frumen-
ordinanze che punivano con il sequestro
tari » i quali ebbero grande importanza
dei pegni i trasgressori.
nello sviluppo dell'economia rurale del
20
calamitosi.
II Duboin scrive che « molte volte i
Vivamente sentita la necessità della
creazione di un Banco nazionale, che
mediante la raccolta del pubblico risparmio emancipasse le industrie dal capitale straniero. Numerose erano le fabbriche (filande, cotonifìci, lanifici, tintorie, concerie, cartiere), ma limitati i
profitti industriali.
L'industria serica in special modo si
dibatteva in disagi economici a causa
degli ingenti bisogni di capitali e delle
inadeguate disponibilità dei crediti.
Di qui la necessità d'istituire un
« Monte Setario » per finanziare gii acquisti con prestiti stagionali.
Di grande interesse infine ci appare
l'esame dei rapporti tra Stato e banca
nell'antico Piemonte.
Biglietto delle Regie Finanze del 1744.
(Archivio
Comunale
di
Torino)
I bisogni dei governi e dei municipii,
lo stato delle loro finanze, le impellenti
Monti prestavano senza pegno di sorta,
tori di frumento per assicurarne l'ab-
ma non di rado obbligavano anche a
bondanza in tempi di guerre e carestie.
restituire una misura di biade maggiore
Sotto questo aspetto i « Monti Fru-
di quella concessa o sia per l'aumento o
mentari » che fiorirono nel dominio di
sia per la conservazione della dotazione
Sardegna appaiono come un esempio ti-
originale a schermo del calo ordinario
pico di collettivismo spontaneo.
che subisce nei magazzini, così pure ta-
Nella storia del Credito Agrario tali
lora esigevano una sicurezza reale per
istituzioni presentano originali riflessi se
cautela dell'opera ».
esaminati come manifestazioni
È evidente che i Monti Frumentari
patrici del moderno cooperativismo agri-
non erano solamente istituzioni atte, con
colo.
l'esercizio del credito, ad incoraggiare e
finanziare nelle colture gli
antici-
Altro aspetto interessante appare dallo
agricoltori
studio dell'attività bancaria nel Piemon-
somministrando prestiti in denaro ed in
te in rapporto con i sempre crescenti
natura, ma altresì veri centri raccogli-
bisogni dell'industria e del commercio.
necessità
finanziarie
determinate dalle
frequenti guerre, gli acquisti di grano
per premunirsi contro le carestie, gli approvvigionamenti
degli eserciti nazio-
nali, gli esosi tributi imposti per il mantenimento delle armate straniere, che
rapinavano e scorrazzavano per le terre
del Principato, queste ed altre ragioni
ponevano il Principe di fronte alla decisione di sollecitare prestiti da privati
banchieri, come ai tempi di Vittorio
Amedeo II il quale ottenne dalle Banche
private torinesi grossi prestiti durante
le guerre
da lui
sostenute
contro
i
francesi.
Si comprende quindi come l'idea di
istituire un Banco statale, investito di
Biglietto delle Regie Finanze del 1799.
(Archivio
Comunale
di
Torino)
privilegi e supremo regolatore dell'attip vità
bancaria privata, fosse fortemente
sentita dal Principi Sabaudi e di fre-
»ECUl
quente consigliata
dai
finanzieri
pie-
montesi.
Dopo l'esame, suesposto si può degnamente concedere dicendo che, anche
sotto l'aspetto economico, tra le alterne
vicende dell'avversa e buona fortuna, i
caratteri peculiari del popolo piemontese si rivelano nella loro salda comtfloj^y
/////4
V ù t t t ì
f^/Zzi/sr,
rv.+t
1 Zibvrrsr
'
n
v
A
che è sag-
ministrativa, tennero sempre fede i suoi
Capi, sì che attraverso le procelle eco-
i * V \ t y f f» (
.
Alla tradizione,
gezza politica, ferma tenacia, onestà am-
///,/,*?•
fr/v/s/r//?
pattezza.
^
f
f
&
WtVSWtQ
t
?
i
nomiche, con le parole e con gli atti,
meritarono sempre la fiducia pubblica
e l'elogio della, storia.
21
TECNICA
INDUSTRIALE
I RADDRIZZATORI A SECCO
NELLE OFFICINE MECCANICHE
L U I G I
C I B R A K I
O
Le applicazioni dei raddrizzatori a secco sono vastissime
ed occupano tutto il campo dell'elettrotecnica dalle correnti
deboli dell'ordine dei milliampere o anche dei microampere'
(speciali applicazioni nel campo delle telecomunicazioni,
segnalamento ferroviario, ecc.) alle correnti forti dell'ordine
di migliaia o decine di migliaia di ampere (campo galvanico
ed elettrochimico); circa le tensioni si Iranno raddrizzatori
per una frazione di volt (per es. per strumenti di misura)
e raddrizzatori per centinaia di chilovolt (precipitazione
elettrostatica delle polveri, apparecchi per raggi X , ecc.).
1 raddrizzatori a secco trovano utile impiego non solo
in industrie strettamente elettrotecniche, ma anche nelle
normali officine meccaniche, come elementi ausiliari delle
macclhne utensili.
In questo
campo
le applicazioni
principali
sono
le
seguenti :
1) Alimentazione di elettromagneti industriali.
2) Alimentazione dei motori a corrente continua di
macchine utensili.
3) Alimentazione di crivelli e martelli elettrici.
4) Frenatura elettrica dei motori a campo rotante.
5) Saldatrici elettriche.
1. Alimentazione
di elettromagneti
industriali.
I piani elettromagnetici sono apparecchi ausiliari delle
macchine operatrici aventi lo scopo di fissare i pezzi in lavorazione.
Analogo scopo hanno le piattaforme elettromagnetiche.
Le piattaforme elettromagnetiche di sollevamento trovano impiego per il trasporto e lo smistamento di grandi
quantità di materiale ferromagnetico.
I separatori elettromagnetici hanno lo scopo di separare
particelle ferrose da eliminare da polveri o fluidi (industrie
chimiche, fonderie, molini, ecc.) ovvero di ricuperare il
terrò da vari residui di lavorazione.
-
+
Fig. 1 - Circuito a ponte monofase.
22
Questi apparecchi funzionano in corrente continua
normalmente alla tensione di
110 V , perchè la corrente alternata provocherebbe un notevole riscaldamento sia nell'elettromagnete che negli o g getti su cui si esercita la
attrazione magnetica; il che
renderebbe necessaria la laminazione
delle parti magnetiche. La corrente
alternata inoltre richiederebbe più bassi valori di induFig. 2 - Circuito a ponte trifase.
zione, causerebbe
notevoli cadute induttive negli avvolgimenti e darebbe
origine a vibrazioni. Per questi svariati motivi si è imposto l'uso della corrente continua, che normalmente
viene fornita da raddrizzatori a secco del tipo al selenio
sia a ponte monofase che a ponte trifase (per potenze elevate) (figg. 1 e 2), aventi rispetto gli altri sistemi (gruppi
rotanti motore dinamo) i seguenti vantaggi:
—
——
—
—
—
semplicità e sicurezza di funzionamento,
facilità di installazione,
durata praticamente illimitata,
rendimento elevato anche ai bassi carichi,
assenza di parti mobili e nessuna manutenzione,
nessun disturbo alle radioaudizioni.
2. Alimentazione
continua.
dei
motori
a
corrente
hi molte applicazioni tecniche è indispensabile per le sue
caratteristiche elettriche l'uso del motore a corrente continua,
che necessita di una sorgente a corrente continua.
Questa può essere vantaggiosamente fornita da un rad-
wy
drizzatore a secco.
In alcune macchine utensili occorre far funzionare il
Tmnnrr TTìmrcr
+1
MJlMjl£UlMSMMM4
+L
ABMA1URA
Or
Tsmnrr ttnnnnr pnmnrrj
+1
Commutatore
Fig. 3 - Regolazione di velocità in motori acc.
Fig. 4 - Martello elettrico collegato con nn raddrizzatore a secco.
(Per la cortesia della Spett.le Soc. S.l.M.B.l.
di Torino)
motore a varie velocità, e mantenere una determinata velocità indipendentemente dalle variazioni della coppia.
Lo schema di fig. 3 comprende vari raddrizzatori a
ponte, posti ili serie, ciascuno dei quali è alimentate! separatamente da un avvolgimento secondario del trasformatore.
Il c a m p o
3 F
viene alimentato in modo
costante con
tutta la tensione continua.
La regolazione della velocità si ottiene
variando mediante c o m m u t a t o r i il
numero
di
raddrizzatori
in serie e quindi la tensione
applicata alla
armatura. C o n
questo sistema
si ha praticamente la stessa percentuale di caduta di tensione ad ogni
presa (clic corrisponde ad una determinata velocità) e velocità quasi costante al variare della coppia per ogni
determinata presa.
Questo sistema fa si che ogni raddrizzatore lavori col
massimo rendimento e permette una maggiore erogazione
di corrente alle prime prese (proporzionando opportunamente i primi raddrizzatori e relativi avvolgimenti), così il
motore può sopportare coppie più grandi a basse velocità,
ottenendo una maggiore flessibilità, come è richiesto in
determinati casi.
Fig. 5 - Frenatura elettrica dei motori asincroni.
frequenti, come in alcune macelline utensili, bisogna dimensionare il raddrizzatore con maggiore larghezza..
La caduta di tensione nel raddrizzatore dovuta alla corrente di avviamento è relativamente limitata. Infatti un
sovraccarico del 1 0 0 % produce un aumento nella caduta
di tensione del 1 0 % circa, il che praticamente non riduce
la coppia motrice.
Un raddrizzatore può alimentare più motori.
Naturalmente si possono avere lievi variazioni di velocità
in un motore, quando vengono inseriti e disinseriti gli altri
motori con conseguente variazione della caduta di tensione
nel raddrizzatore.
3. Alimentazione
elettrici.
di crivelli
e di
martelli
In questo caso vengono usati i raddrizzatori a semionda
i quali danno origine ad una corrente, la cui forma è un
susseguirsi di semionde sinusoidali intervallate da un semiperiodo nullo.
Il crivello è costruito in modo che la sua frequenza meccanica sia uguale a quella della rete ed è azionato da un
elettromagnete alimentato da un raddrizzatore a semionda.
Per i martelli elettrici il raddrizzatore a semionda ha la
funzione di riduttore di frequenza. Il martello, che è azionato da un elettromagnete, funziona senza raddrizzatore con
una frequenza doppia di quella della rete (normalmente
ioo periodi al secondo) in quanto agisce sia con la semionda
positiva che con quella negativa. La presenza del raddrizzatore, abolendo una semionda, riduce a metà il numero di
percussioni nell'unità di tempo (50 al secondo) (fig. 4).
4. Frenatura
a campo
elettrica
rotante.
dei
motori
asincroni
Un sistema efficace, che in questi ultimi tempi si è notevolmente diffuso, per ottenere la frenatura elettrica dei
motori asincroni è quello di interrompere l'alimentazione
dello statore e connettere provvisoriamente lo statore stesso
Sec.
Questo sistema nei confronti del gruppo Léonard presenta i vantaggi di non richiedere alcuna manutenzione, di
avere un alto rendimento e semplicità di funzionamento.
C o m e è noto i motori all'avviamento assorbono una
corrente assai superiore di quella del regime normale. Questi
sovraccarichi non hanno conseguenze per il raddrizzatore,
che può sopportare per cinque secondi un sovraccarico del
5 0 0 % , per 15 secondi un sovraccarico del 1 0 0 % e per un
minuto il sovraccarico del 2 5 % . Se gli avviamenti sono rari
non vi è alcun pericolo di danni, ma se gli avviamenti sono
30
/nteosita*'
Fig.
6 -
Caratteristica
relativa
c o r r e r e
al dispositivo
di frenatura
covó/tua
elettrica.
23
— il perfetto equilibrio del carico sulla rete, perchè questa
si ripartisce ugualmente sulle tre fasi.
Tra i vari sistemi per convertire la corrente alternata
111 continua le saldatrici contenenti elementi raddrizzatori al
selenio (fig. 7) sono preferibili rispetto ai gruppi rotanti
per i seguenti motivi:
— non posseggono parti rotanti soggette ad usura,
— 11011 richiedono manutenzione,
— hanno un rendimento più elevato (0,7),
— presentano un fattore di potenza migliore (0,75).
E inoltre da tener presente che con le saldatrici di questo
tipo non essendovi inerzia meccanica, l'arco si assesta immediatamente anche con forti variazioni della corrente di saldatura, in altre parole la caratteristica dinamica coincide
con la caratteristica statica.
La saldatrice in figura presenta due sistemi di regolazione,
il primo ottenuto con un commutatore a quattro posizioni
(di cui uno funzionante da interruttore) permette di variare
la tensione a vuoto da 48 V a 70 V . C o n il secondo si regola
con continuità l'intensità della corrente di saldatura mediante
un volantino sulla fronte della macchina, che agisce su uno
shunt magnetico del trasformatore, ottenendo così una
variazione continua della pendenza della caratteristica esterna
8).
Fig. 7 - Saldatrice elettrica a corrente continua con elementi raddrizzatori al selenio.
Erogazione fino a joo ampere.
ad una sorgente di corrente continua. Questa produce un
campo magnetico fisso che determina nei conduttori in
corto circuito del rotore una corrente proporzionale al quadrato della velocità. Questa corrente porta ad un rapido
arresto del motore.
Questo sistema ha inoltre il vantaggio di evitare la possibilità di inversione della rotazione del motore (fig. 5).
A titolo di esempio riportiamo nel diagramma (fig. 6)
i risultati di prove eseguite su un motore asincrono avente
le seguenti caratteristiche: alimentazione trifase 250 V 50 Hz,
potenza 12,5 C a v ; 4 poh. La corrente continua, fornita da
un raddrizzatore al selenio, viene inviata all'atto della frenatura, dopo aver disinserito l'alimentazione alternata, su due
delle tre fasi, costituendo, come si è detto, un campo magnetico fisso.
Nel diagramma sono riportati nell'ordinata i tempi di
frenatura e nell'ascissa l'intensità della corrente continua.
Da esso si nota che con opportuna intensità si ottiene una
frenatura pressoché istantanea.
I raddrizzatori a secco si prestano assai opportunamente
quali sorgenti di corrente continua per le loro doti di elevato
rendimento, assenza di parti fragili, funzionamento statico,
nessuna manutenzione e durata praticamente illimitata.
5. Saldatrici
Di conseguenza la stessa intensità di corrente può essere
ottenuta partendo dalle diverse tensioni a vuoto (cioè dalle
diverse posizioni del commutatore). C i ò permette di adattare nel migliore dei modi la macchina a seconda delle
operazioni da compiere: saldatura in piano, saldatura verticale, saldatura sopra testa.
Normalmente si costruiscono tipi da 100 a 300 A.
elettriche.
E noto che la saldatura in corrente continua ha vari
punti di vantaggio rispetto la saldatura in corrente alternata
quali:
— la maggior stabilità dell'arco, poiché la corrente non
passa mai per lo zero,
— la possibilità di saldare in tutte le posizioni, con tutti i
materiali e con ogni tipo di elettrodo (anche nudo),
24
SO
100
150
200
250
300
SSO f\
Fig. 8 - Caratteristiche esterne della saldatrice rappresentata nella fig. 7.
TUTTA
L'AZIENDA
UN UNA
CARTELLA
M A R T O IV
I mezzi tecnici per elaborare i dati
statistici rilevati in una azienda e per
trarre da essi gli indici necessari per un
miglior coordinamento dei fattori p r o duttivi sono enormemente progrediti in
questi ultimi anni. La metodologia statistica ha fatto passi giganteschi anche
riferita al terreno aziendale, sia per i
fenomeni interni che per quelli esterni.
Così, vari metodi (ad esempio quello
del campione)
e numerose formule perfette sono state adottate per lo studio
dell'attività aziendale, per il controllo
della produzione, la pianificazione del
montaggio, la ricerca analitica dei m e r cati, il controllo degli stocks, delle v e n dite e degli acquisti, per l'attuazione dei
programmi, per l'amministrazione ecc.
L'uso della statistica è divenuto recentemente molto importante in particolare
per il controllo delle lavorazioni e il
collaudo della produzione.
Al proseguire della metodologia non
si può affiancare però un corrispondente progresso dei sistemi pratici. Non c'è
stata finora un'azione veramente e f f i cace tendente a divulgare fra i tecnici
di o f f i c i n a e la generalità degli addetti
alle lavorazioni o ai servizi contabili
(impiegati, operai e capi) la mentalità
statistica. Non si è sufficientemente d i f fuso il convincimento che la statistica
serva effettivamente a qualche cosa.
In realtà, nelle industrie, nella m a g gioranza delle aziende dei vari settori
produttivi, vi è il convincimento che la
statistica sia un qualcosa di più, qualcosa che serva solamente ad arricchire
con diagrammi a tinte vivaci le pareti
del salotto di attesa dell'azienda o le
pareti del corridoio della palazzina d e gli uffici.
Capi-squadra, operatori, magazzinieri,
e in genere ogni altro elemento umano
del campo produttivo, rimangono d i f f i denti di fronte a formule troppo astruse
per le loro menti quotidianamente e i n tensamente rivolte all'oggetto della p r o duzione, a far andare avanti senza i n toppi macchine e linee di lavorazione, a
sorvegliare l'afflusso di materiale, ad
eseguire una rapida manutenzione, a c a l colare e sviluppare tempestivamente p r o blemi tecnici di ben altra natura. Evidentemente non si può dare loro torto
se di f r o n t e ad indici e coefficienti di
correlazione, generalizzata o parziale, a
Statistica è anche sintesi.
calcoli di scarto quadratico medio, o p pure di fronte alla programmazione linearei, alle analisi di varianza, alle a n a lisi sequenziali, ai quadrati latini, alla
curva degli errori o al calcolo di altri
coefficienti essi o p p o n g o n o una certa
ostilità, quasi seccati di dover rubare p r e ziosi minuti al proprio lavoro specifico
per un qualcosa, un diletto, che essi
tuttora credono di contorno e di scarsa
utilità.
Naturalmente, niente di meno vero;
è ormai indiscusso l'enorme vantaggio
economico recato all'azienda da una statistica saggiamente applicata. Si può
quasi affermare che dopo l'introduzione
della lavorazione in serie, i metodi statistici costituiscono il secondo grande
strumento di lavoro messo a disposizione della produzione industriale. Ma,
per dar forza a questa affermazione,
occorre divulgare quanto è più possibile
gli elementi basilari del m e t o d o statistico stesso.
Dopo aver studiato e sperimentato
una particolare formula od un particolare metodo, con tutta la rigorosità
scientifica immaginabile, occorre che i
risultati di tale lavoro siano affidati a
degli esperti i quali, essendo a c o n o scenza delle attitudini e della mentalità
degli uomini di officina, provvedano a
tramutare formule e metodi in chiare
tabelle, semplici diagrammi, formule
semplificate ed istruzioni stilate in m o d o
piano, con terminologia corrente e n o n
scientifica.
Finora questa trasformazione, il passaggio da precisa metodologia statistica
ad istruzioni facili per l'applicazione pratica, non è stata eseguita che in pochi
e grandi stabilimenti. Negli stabilimenti,
cioè, dove esiste un adeguato ufficio
statistico. Nelle altre aziende, quelle di
media e di piccola dimensione, ove un
ufficio addetto alla sola statistica sarebbe troppo oneroso, l'adozione dei m e todi statistici non potrà essere c o n c r e -
25
Tempi nuovi, mezzi nuovi: cronometri, diagrammi, statistiche.
tata ed utilizzata convenientemente ss
al personale interno non verranno dati
chiari suggerimenti ed adeguate istruzioni.
Un esempio. Il metodo del campione
per il controllo della qualità ha oggigiorno una letteratura molto estesa. Diversi autori di grande fama hanno scritto
pagine e pagine sulle loro ricerche e
sui loro studi effettuati in questo campo,
ma, almeno in Italia, nulla di veramente
pratico è stato pubblicato. E' vero che
ogni azienda, ogni particolare lavorazione, ogni processo di collaudo richiedono adattamenti del metodo secondo
coefficienti da studiarsi caso per caso,
ma è pur vero che suggerimenti di m a s sima possono essere dati e che i casi
possono venire inquadrati in una classif cazione abbastanza rigorosa. Risulta
inutile, e quanto meno superfluo, far c o noscere a un dirigente d'azienda, a un
tecnico di officina che abbia la responsabilità di vari reparti di collaudo o di
lavorazione, tutta la teoria, dettagliata
dei piani campione semplici, dei piani
sequenziali o tutti i dettagli teorici di
altri possibili metodi di controllo statis ico. Giustificare scientificamente la
formazione e lo sviluppo di un metodo
statistico agli uomini pratici può essere
utile in un secondo tempo. A tutta prima
non si può pretendere che un capo di
azienda o un dirigente, specie se opera
26
in un'azienda di medie dimensioni o in
una piccola industria, intensamente i m pegnato in altri lavori, possa avere il
tempo di approfondire la metodologia.
Gli sarà sufficiente conoscere per sommi
capi i fondamenti di essa; poi potrà direttamente operare sulla base di istru-
zioni sufficientemente piane e soprattutto brevi. Potrà infine agire rapidamente, discretamente guidato da opportune tabelle, da esempì pratici e da
chiare classificazioni.
In breve i nel caso del confrollo statistico della qualità, bisognerebbe poter
dire semplicemente quali sono le fasi
che egli deve seguire e i coefficienti che
deve adottare. Cioè, si dovrebbe poter
dire : « Se la Sua produzione
ha una
massa di x pezzi al mese, se essa proviene dal lavoro di una data macchina
operatrice,
se è ammissibile
y quale
scarto percentuale
ammissibile,
il suo
piano campione deve essere tipo b, i lotti
da collaudare dovranno essere di z grandezza, li dovrà ordinare in modo razionale, come segue
, dovrà fare questo
e quest'altro
».
Il dirigente che dovrà far uso della
statistica nel campo della produzione
deve essere guidato nella determinazione del numero dei pezzi campione che
deve collaudare per ogni lotto, deve sapere quando accettare il lotto o quando
scartarlo. Tutto ciò in un modo quasi
automatico sulla base appunto di tabelle e grafici già predisposti.
L'applicazione della statistica nel c a m po del collaudo delle lavorazioni è già
stata trattata in uno dei precedenti articoli di questa serie. Ora, si vuole invece
insistere sulla possibilità di un maggiore
sviluppo della statistica nel campo pratico e sotto altri aspetti. Infatti, la statistica per elevare la sua utilità deve
penetrare in tutte le aziende di tutti i
rami, e, in ciascuna azienda, deve essere
usata in tutti i reparti e in tutti gli u f fici. Essa non deve semplicemente sostare negli uffici studi.
L'indagine statistica costituisce un
buon strumento, al servizio della direzione di una azienda, per ottenere una
interpretazione non illusoria dell'efficienza aziendale. Mentre nel campo delle
lavorazioni si è passati dal lavoro ad economia a quello controllato attraverso
l'analisi dei tempi, in tutti i settori aziendali si deve ancora passare dall'espeQuando il controllo diventa facile.
Naturalmente, per la costruzione dei
diagrammi, delle tavole e di ogni altro
quadro statistico di sintesi, la metodologia offre mezzi e formule più che sufficienti. Bisogna stabilire quali di essi
sono i migliori e i più adatti. Non è f a cile scegliere la formula o la scala più
adatta, l'indice migliore. Ci si trova il
più delle volte in seria difficoltà appunto
nella scelta degli elementi di base, specie
se non si ha grande confidenza con la
statistica. Occorre, come si è detto all'inizio dell'articolo, che un esperto del
ramo statistico, che sia nel contempo
in possesso delle cognizioni inerenti all'attività aziendale, campo d'esame, si
affianchi al dirigente e collabori con lui
per sistemare e inquadrare la prima fase
del lavoro statistico: quella della rilevazione dei dati. L'esperto si affiancherà
nuovamente al dirigente per aiutarlo e
consigliarlo nelle disposizioni da dare al
personale sia per la prima che per la
seconda elaborazione dei dati, sia, infine,
per l'interpretazione dei dati inscritti nei
prospetti o tracciati sui diagrammi.
vi e.
p^to
ufficio
«-vv
Ai.
stcdi"»^t.'c«x.
rienza pratica, dal ricordo personale
degli avvenimenti, oserei dire, alle previsioni e ai controlli a base statistica.
Se per l'analisi dei tempi ci si serve di
perfetti cronometri, non è detto che per
la previsione e la programmazione ci si
debba limitare all'uso di metodi antiquati e imprecisi, ma anche per essi si
deve giungere all'uso di mezzi moderni:
alla statistica.
« Tutta una azienda in una cartella »
nella sua sembianza di motto pubblicitario rivela invece un altro aspetto dell'utilità che comporta la statistica a p plicata ad una azienda. Questo aspetto
nuovo si riferisce alla proprietà di sintesi che i mezzi e le teorie statistiche
o f f r o n o nell'attuazione pratica.
Per un dirigente l'aspetto della c o n cisione dei dati inerenti a tutti i settori
dell'azienda è invero assai utile. Per la
direzione aver sott'occhio, configurato in
pochi diagrammi e in poche tabelle di
numeri indici, tutta l'attività della p r o pr a fabbrica è senza dubbio un fatto
che pone in rilievo le possibilità di a c centrare le funzioni di controllo e di
previsione rispettivamente per l'attività
passata e quella futura.
In una cartella, un piccolo gruppo di
fogli diagrammati, con allegati altri p o chi fogli recanti compendiose tabelle di
numeri indici, può rappresentare l'azienda osservata nei più minuti particolari.
L'esame che si può fare sui prospetti
non è quello che corrisponde ad una
semplice visione f o t o g r a f i c a riproducente
un istante dell'azienda. I diagrammi e i
dati statistici riflettono il movimento
dell'azienda e il suo sviluppo, quasi come
una ripresa cinematografica dell'attività
aziendale. Nei diagrammi, infatti, le serie di tempo dànno all'osservatore la
netta sensazione dell'effettivo svolgimento del lavoro sia come volume di
produzione che come correlazione tra gli
elementi concorrenti alla produzione
stessa. La dinamica aziendale viene sottoposta al controllo visivo mediante l ' a c -
coppiamento dei singoli diagrammi. Il
dirigente può sorvegliare facilmente l'andamento correlato dei fattori produttivi,
rilevare immediatamente le discordanze
che fra essi eventualmente si sviluppassero, ed esaminare la specifica tendenza di ciascun fenomeno. Il dirigente
è in grado di emanare disposizioni t e m pestive a f f i n c h è vengano ricercate le
cause delle discordanze e delle anomalie
rilevate, fronteggiando così le corrispondenti manchevolezze.
Riassumendo, occorre che al limitato
apprezzamento che attualmente fanno
i dirigenti industriali della possibilità di
valersi di esperti statistici per valorizzare la grande massa di dati generati
nell'azienda, cui peraltro fa riscontro il
limitato apprezzamento che gli statistici
fanno sulle possibilità del loro impiego
nel campo produttivo, si sovrappongano
una maggiore preparazione a base statistica degli ingegneri, dei contabili e dei
tecnici e una diffusione generale del c o n vincimento che la statistica è qualcosa
di utile che riduce i costi, che fa risparmiar tempo.
L'esperio statistico è un alleato degli industriali.
27
T
R
I
B
U
D
E
G
L
I
S
A
ECONOMISTI
K. G E O R G E
CHACKO
Pochi argomenti sono stati così ampio oggetto di discussione nella letteratura economica c o m e il concetto di utilitarismo. Soggettivo nella sua essenza ed obbiettivo nella
espressione, a cagione appunto di questa sua duplice natura,
esso ha dato occasione ad interpretazioni varie e contradditorie. Il suo carattere obiettivo fa sorgere infatti la questione
della razionalità, mentre la controparte obbiettiva cerca di
ridurre l'utilitarismo ad un puro calcolo quantitativo.
A d economisti come il W i c k s t e a d , che nel suo
Commonsense of Politicai Economy costruisce tutto un apparato economico per determinare l'utilità o meno dell'acquisto di una merce, fanno di conseguenza riscontro
economisti del tipo di J. R . Hicks, che nel suo Value and
Capital si oppone nel m o d o più assoluto ad ogni concetto
di utilitarismo quantitativo.
Attratto dall'importanza dell'argomento l'economista
K . George C h a c k o dell'Istituto di Statistica di Calcutta,
dopo averlo esaminato a lungo, espone le conclusioni cui è
giunto in un articolo apparso sulì'Indian Journal of Economics,
fornendo elementi n u o v i ed interessanti alle indagini degù
studiosi.
N e l tentativo di giungere ad una conclusione definitiva,
il C h a c k o riesamina innanzi tutto il concetto di utilitarismo
sotto i suoi vari aspetti. C i ò per rendersi conto se dal m o d o
di comportarsi degli individui e della comunità sia possibile una qualsiasi determinazione quantitativa e per investigare se esista la possibilità di costrurre un sistema in grado
di valutare il comportamento dell'individuo e della c o m u nità, comportamento apparso fino ad o g g i elusivo ed indeterminabile. Scopo ultimo di questo sistema sarebbe naturalmente quello di fornire un aiuto concreto alla riorganizzazione della società in vista di un avvenire migliore ed in
cui fosse possibile una più equa giustizia distributiva.
L'intera scienza dell'economia utilitaria, ci insegna il
Chacko, presuppone un consumatore perfettamente razionale. Vale a dire un consumatore che si p r o p o n g a di ottenere il massimo rendimento dal denaro e tenda ad organizzare i suoi acquisti in m o d o , che l'ultimo denaro in suo
possesso venga speso in qualcosa che abbia m a g g i o r valore
che non il denaro stesso.
U n a domanda si affaccia a questo punto spontanea alla
mente: l'individuo agisce sempre d a v v e r o nel m o d o più
consono al suo interesse ? A f f e r m a r l o sarebbe un assurdo.
Il più delle volte egli è infatti sospinto all'azione da un
28
IL CONCETTO
DI UTILITARISMO
ANGIOLINA HICIIETTI
impulso della mente ed una piccola parte soltanto dei suoi
atti è dovuta alla necessità di soddisfare bisogni o desideri,
che abbiano qualche altro fondamento. N è esiste alcun
essere tanto capace di calcolo da conformarsi esattamente
agli schemi proposti dai vari economisti, che si sono occupati dell'argomento.
Costringere l'intero problema della scelta umana nei
limiti di uno schema arbitrariamente utilitario o razionale
sarebbe perciò venir meno agli scopi dell'economia, il cui
fine è lo studio del comportamento umano nella sua interezza.
Fondamentale c o m ' è nella Scienza economica, il concetto di razionalità è anche unico, nonostante le ampie divergenze di opinione su di esso.
Il fatto che l'utilitarismo sia puramente soggettivo rende
inutile ogni reiterazione, così come accade per la razionalità.
L ' u o m o ha necessità molteplici e scarse risorse per soddisfarle.
D o t a t o c o m ' è di raziocinio, desidererebbe trarre il massimo
rendimento da ciò che paga. La sua scelta quindi, anche se
può talora apparire irragionevole, si rivela ad un'indagine
accurata più consistente e saggia di quanto non si possa
supporre all'inizio. Così, nell'intera scala della scelta economica, l'elemento cervello gioca un ruolo di primo piano e
si palesa c o m e il fattore determinante di maggiore importanza. Q u a n d o il lavoro del cervello si riduce al minimo,
la scelta può venir giudicata c o m e dovuta esclusivamente
ad un impulso, invece che ad un ragionamento. Poiché le
decisioni del cervello sono però per gran parte influenzate
dal cuore, in questo senso o g n i comportamento è da ritenersi razionale ed in un certo qual m o d o si può pensare
che l'individuo abbia sempre a scopo dei suoi atti il massimo utile.
Queste in breve le più diffuse e c o m u n i opinioni sull'utilitarismo economico. M a le regole di condotta, cui
abbiamo accennato, pur sempre incerte ed aleatorie, possono veramente fornire indicazioni di una certa utilità sul
comportamento degli individui ? Fin dal tempo del Marshall,
gli economisti sospinti dal desiderio di non appagarsi soltanto di teorie astratte, m a di rendere l'economia pratica
ed aderente alla realtà della vita, avevano cercato di fissare
il concetto di utilitarismo entro limiti misurabili.
Ora, dopo anni di studi e di investigazioni, questa teoria
appare superata. N o n
sembra infatti possibile
delimitare
con esattezza l'utilità di un'azione per sua natura variabile
a seconda delle circostanze. N è è possibile racchiudere in
che egli investe in una merce o in un servizio determinato.
Se una merce particolare desta hi lui maggior interesse,
egli è naturalmente disposto a pagare per essa una somma
maggiore. Tale somma esprime in modo inequivocabile
fino a qual punto giunga la sua volontà di possedere quel
dato oggetto. Esaminando dunque la scelta umana obiettivamente, in puri termini monetari, si ottengono elementi
atti a giudicare del comportamento economico ed abbastanza aderenti alla realtà.
uno schema i fenomeni di mercato, che sembrano divertirsi
nella loro molteplice varietà ad eludere ogni convenzione
o fissare con sicurezza il comportamento dei consumatori,
che il più delle volte è tale da non ingenerare altro
che confusione e da togliere consistenza ad ogni teoria enunciata.
Nonostante gli sforzi compiuti nel tentativo di procedere innanzi, la scienza dell'economia utilitaria permane
quindi confusa. Se è vero infatti che ogni individuo tende al
conseguimento del massimo utile, è anche vero che la più
parte è incapace di raggiungerlo non solo per mancanza di
risorse monetarie, ma perchè, essendo l ' u o m o un essere
sociale, l'utilità sua è il risultato non delle sue azioni soltanto,
ma di quelle dell'intera società.
La biforcazione dell'economia dell'utilitarismo nelle due
branche del come e del perchè fornisce non solo un esatto
rendiconto del comportamento economico, ma anche dati
precisi per la formulazione della teoria quantitativa della
scelta. Ed attraverso allo studio di essa si possono fare congetture preziose sul m o d o con cui l'individuo tende a far
uso del suo denaro. Elemento essenziale per giungere a
spiegare le ragioni di una scelta a preferenza di un'altra.
Marshall si era domandato perchè il consumatore compia
la sua scelta cercando, a quanto egli assicura, di raggiungere
una soddisfazione personale. E procedendo sul filo di questo
pensiero aveva tentato di costrurre un sistema soddisfacente
in cui l'esperienza soggettiva fosse contenuta in formule
matematiche. Ma il risultato era stato negativo. N è alcun
altro economista dopo di lui ha avuto maggior successo.
Tutti i fattori, cui abbiamo accennato sono stati racchiusi con notevole successo entro formule e schemi. Il che
non riveste soltanto, come potrebbe sembrare a chi non
ha conoscenza specifica dell'argomento, un interesse teorico,
ma apre un più ampio orizzonte per la determinazione del
reddito nazionale. Se per mezzo di tali formule si giunge
infatti, tanto per fare un esempio, a stabilire che vi è un
eccesso di spese nelle cose superflue, lo Stato può intervenire ad impedirne la vendita fino al limite che ritiene necessario per il bene della nazione. Inoltre i diagrammi mostrano
fino a qual punto i membri della società soffrono per mancanza di risorse monetarie. E, servendosi di essi c o m e punto
di partenza, si può seguire un miglior criterio distributivo
nel campo economico, in m o d o da fornire maggior quantità di denaro a chi ne è privo.
E dunque necessario, a parere del Chacko, riuscire a
spiegare il comportamento economico degli individui in
modo aderente alla realtà e prevedere con la maggior esattezza possibile tale comportamento.
L'utile, essendo soggettivo per natura, non è in grado di
servire di base ad una formulazione di comportamento
economico, che permetta una stima quantitativa. Quale altro
fattore esiste allora nel comportamento economico, che
esprima la scelta dell'individuo e della comunità, sia essa
razionale, irrazionale od impulsiva, e che tenga conto delle
forze soggettive ed oggettive e delle influenze indirette ?
O g n i scelta può essere razionale o irrazionale, importante o
meno. La richiesta di una data merce può essere una semplice
questione di prezzo, o come accade invece più sovente il
risultato di un determinato numero di forze oggettive e
soggettive. Esiste attraverso tutte queste possibilità di scelta
un elemento coordinatore non soggetto all'influsso delle
forze in conflitto, cosicché una valutazione di esso spiega il
perchè della scelta, o per essere più esatti il suo valore in
denaro.
N è questi sono, a dire del Chacko, gli unici vantaggi.
C o n tma più equa distribuzione economica gli individui
acquistano infatti maggior libertà di espressione in termini
monetari e si abituano a rendersi più esatto conto del valore
del denaro, il che impedirà loro in futuro di cader vittime
dei profittatori, sempre in agguato per usare ed abusare
delle congiunture di mercato.
Così la scienza dell'utilitarismo, giudicata per tanto v o l gere di anni nient'altro che una speculazione teorica, giungerà
Quali che siano le speranze, i desideri, i timori dell'individuo la sua scelta viene espressa in termini monetari,
finalmente
a risultati di notevole importanza
itas
INDUSTRIA
Sede
Nichel
dabili
di fili
Stabilimento
e
legale:
io
in:
MANTOVA
Vicolo Guasto 3 - Tel. 21.9>
A P P L I C A Z I O IVI S P E C I A L I
e nastri di acciaio
ecc. per molle - armonico
ecc. dal diametro
amministrativa
T O R I N O
Corso Massimo d ' A z e g l i o
TRAFILERIA
Lavorazione
anche
nel campo pratico.
di
speciale
- utensili
io mlm
al o,in
al Carbonio
(rapido)
- Cromo
- resistenze
- Profili
speciali
-
elettriche
Tungsteno
-
inossi-
degli stessi
acciai
Agenzia
con
Lombardia:
deposito
per
la
M I L A N O
Via Curtatone 7 - Tel. 573-7<x>
Agenzia
con deposito
per il Piemonte
:
T O R I N O
C o r s o Orbassano 25 angolo
via A. Vespucci 42 - Tel. 46.463
29
I
Sondare
atomica
cazioni
il futuro
e svilupparne
utili
al
lavoro
W
dell'energia
le
D o t t .
.1.
I t l t O V O W S k l
appliumano.
L'energia atomica, il cui uso si
è dimostrato così terribile in guerra, è oggi sul punto di rivoluzionare
completamente, ma in modo benefico, il nostro sistema di vita in
tempo di pace, ed è spiacevole constatare quanto poco si sappia di queste nuove applicazioni. A N a t a l e
compiranno dieci anni da quando la
pila atomica iniziò per la prima
volta il suo lavoro: a quell'epoca il
quantitativo totale di radio esistente
in tutti gli ospedali e laboratori del
mondo era appena di due chilogrammi, mentre oggi la radioattività della pila atomica corrisponde
a quella di circa cinque tonnellate
del prezioso elemento. Nel Centro di
ricerche atomiche di Harwell sono
già in funzione due pile atomiche ed
altre due saranno costruite f r a breve, mentre è g i à in costruzione una
pila per l'effettiva produzione di
energia atomica ed altre sono in
progetto.
Oggigiorno la pila atomica ed i
suoi prodotti vengono impiegati in
tre campi diversi : nelle ricerche,
nel t r a t t a m e n t o medico e come sorgente di energia. U n a pila atomica
può essere impiegata direttamente
per le ricerche e la più piccola delle
due pile di H a r w e l l viene appunto
usata a tale scopo : la pila è una
continua sorgente di neutroni, le
microscopiche e fondamentali particelle prive di carica, e con questi a
sua disposizione il fisico può esplorare la s t r u t t u r a interna dell'atomo
e le forze in esso racchiuse, sulle
quali ancora non sappiamo nulla. L a
pila ha così accelerato lo studio di
questa m a t e r i a e lo ha condotto ad
un punto che non sarebbe certo
stato ritenuto possibile venti anni
or sono, quando i neutroni vennero
scoperti in Inghilterra.
L a pila però può essere u s a t a in
30
ATOMICA PER M 1)1 PACE
un campo ben più vasto di quello
della fisica: gli atomi che hanno subito il t r a t t a m e n t o della pila diventano radio-attivi e questa radio-attiv i t à può essere usata quasi come
un'etichetta chiarissima a leggersi.
I materiali radio-attivi, infatti, una
volta introdotti in un organismo vivente o in una macchina, funzionano
da indicatori per tutti i cambiamenti
che si verificano. Negli ultimi tre
anni questa tecnica ha consentito
una conoscenza profonda della stabilità e velocità del processo dei-
La « Gleep » (Graphite Low Energy Experimental Pile), la prima pila atomica costruita nel Centro di Ricerche Atomiche
di Harwell, nella contea inglese del Berkshire : la sua attività continua ininterrottamente dal giorno in cui venne per la prima
volta posta in opera, vale a dire dal 15 agosto del 1947. Attualmente viene impiegata solo per gli esperimenti sull'energia
atomica, per quanto, di tanto in tanto, venga adibita anche alla produzione degli isotopi.
l'esistenza ed è entrata anche nella
pratica industriale, tanto da essere
usata per Io studio dell'attrito dei
metalli e per allineare alla perfezione i tralicci sotterranei: ha anche
trovato applicazione nel campo della
chirurgia ed in proposito viene ricordato un f a t t o accaduto due anni
fa, quando in tal modo f u possibile
localizzare un tumore al cervello che
il chirurgo, in una operazione precedente, non era riuscito a trovare.
Nella medicina i materiali radio-attivi vengono usati per controllare i
tessuti: tutti sanno che il radio viene usato per la cura del cancro, ma
il cobalto, una volta reso radio-attivo, ha, sotto molti aspetti, un'efficacia anche maggiore, tant'è vero
che nel Canadà si sta costruendo
una pila proprio per produrre il cobalto radio-attivo.
per esempio, ha bisogno di iodio e lo
ricerca negli alimenti: alcune affezioni alla tiroide che richiedono un
trattamento radio-attivo possono essere curate direttamente somministrando al paziente dello iodio radioattivizzato e in tal modo la radioa t t i v i t à penetra fin nel punto dove
la sua presenza è più necessaria.
L'uso degli atomi radio-attivi è
stato esteso anche all'industria ed i
materiali resi radio-attivi in una
pila vengono usati per molti scopi:
per togliere l'elettricità
presente
nell'atmosfera in quei procedimenti
in cui una scintilla sarebbe quanto
mai dannosa, per ricercare le imperfezioni nelle fusioni, e nella produzione di metalli e laminati, il cui
spessore viene controllato misurando
le radiazioni che ciascuna lastra riesce a trattenere.
viene ottenuta per mezzo della pila
atomica. L a maggiore pila di Harwell avrebbe dovuto essere usata a
tale scopo solo incidentalmente, ma
ora la sua attività si è sviluppata
al massimo, tanto che cobalto, oro,
iodio, f o s f o r o e tutta una serie di
altre sostanze radio-attive vengono
inviati in tutte le parti del mondo:
si è calcolato che le consegne avvengono oggi alla media di 10 mila
all'anno.
L a pila atomica può essere usata
anche come sorgente di energia :
tutti i problemi relativi non sono
stati certo ancora risolti e vengono
affrontati man mano che si presentano. L a grande pila di Harwell
provvede anche al riscaldamento
degli edifici del Centro di ricerche,
risparmiando così trenta tonnellate
di carbone alla settimana, mentre
L a pila offre anche la possibilità
Sia che i materiali vengano ado- un nuovo impianto per la produzione
di introdurre sostanze radio-attive
perati nel campo medico o in quello
del plutonio, sorto nel Cumberland,
direttamente nei tessuti. L a tiroide, industriale, la loro
radio-attività
darà un notevole e rapido contributo
al lavoro per la produzione di energia. T u t t a v i a per quest'anno non
Un laboratorio radio-chimico del Centro di Ricerche Atomiche di Harwell mentre si prepara dell'oro radio-attivo ih unas a r à possibile costruire una pila desoluzione colloidale per il trattamento del cancro : l'operatore indossa tuta tenuta protettiva, mentre un apposito schermo
stinata esclusivamente alla produlo ripara dalle radiazioni.
zione di f o r z a motrice, ma i lavori
sono ormai a buon punto e a tale
scopo verranno usate le nuove pile
atomiche di Harwell. U n a servirà
per gli esperimenti e f o r n i r à gli elementi che permetteranno di stabilire il funzionamento di una nuova
centrale o di un motore per sottomarini :
la seconda invece
sarà
una pila ad alimentazione autonoma.
Nella sua parte interna v e r r à posto
del materiale fissile, plutonio o una
specie esplosiva di uranio : da qui
i neutroni verranno scagliati contro
uno s t r a t o circostante di materiale
più dolce, costituito da uranio normale o t o r i o : in tal modo s a r à possibile ottenere energia e, nello stesso
tempo, produrre nello strato esterno
più combustibile di quanto non ne
v e n g a consumato nell' interno.
È
probabile che l'avvenire delle centrali
atomiche
dipenda in
gran
parte dal successo di questo impianto sperimentale.
In t a l modo, in silenzio e lontani
da ogni sguardo, biologi, fisici ed
i n g e g n e r i lavorano a creare le condizioni indispensabili per l'impiego
dell'energia atomica a scopi pacifici: come i pionieri dei r a g g i X e
del radio, essi stanno facendo una
g a r a con la rivoluzione che essi
stessi contribuiscono a suscitare e
corrono dei rischi che non tutti
comprendono, m a l'energia atomica,
g r a z i e alla loro abnegazione, è g i à
diventata
parte
integrante
della
n o s t r a esistenza.
31
n
o
t
e
CRONACA
d i
O
L A i\ O M I IVA D È I M E M B R I
DELLE
COMMISSIONI
TECNICO-CONSULTIVE
C o n deliberazione della Giunta camerale del novembre
c. a., si è proceduto alla nomina dei Membri delle C o m m i s sioni tecnico-consultive costituite con provvedimento in
data 7 luglio 1952. Riportiamo qui di seguito i nomi delle
persone nominate :
CAMERALE
Bracco Savino — Crema Carlo — Catella geom. Primitivo
— Suppo Livio — Demaria Teresio — R u f f i n o Celso Perruquet Emanuele;
b) Confederazione
Generale del Lavoro :
leardi Pietro;
c) Unione Italiana dei Lavoratori :
Borio Ferdinando;
d) Unione Liberi Sindacati dei Lavoratori :
COMMISSIONE
PER
TECNICO-CONSULTIVA
L'INDUSTRIA
N o m i n a t i d i r e t t a m e n t e dalla G i u n t a
Arnaud Gian
camerale:
Calandra avv. prof. Antonio — Fiorio ing. Sandro —
Piazza dr. Luigi — Rossi di Montelera conte dr. Napoleone
— Mottura dr. Ferdinando — Rosazza rag. Guido —
Prever c o m m . Arturo — Olivetti dr. Arrigo — Enrico
Mario — Gribaudo Luigi
Designati dalle O r g a n i z z a z i o n i
Aldo.
COMMISSIONE TECNICO-CONSULTIVA
PER L'AGRICOLTURA
N o m i n a t i d i r e t t a m e n t e dalla G i u n t a c a m e r a l e :
Peyronel prof. Beniamino — San Germano ing. Casimiro — Avataneo Giovanni — Morgando dr. A l d o —
Vidotto Giuseppe — Allais Massimo — Ferroglio Michele
— Grosso Giovanni — Antonioli Giovanni — Franceschetti
prof. dr. Giuseppe.
Sindacali:
a) Unione industriale :
Cainerana conte dr. Gian Carlo — Derossi ing. dr. D a niele Agostino — Bertolone ing. dr. Pietro — Merlonghi
Pietro — Chiaudano prof. ing. Salvatore — Vottero dottor
Vittorio — Soffietti rag. Giuseppe — Derossi ing. dr. Paolo
— A o n z o dr. Arnaldo — Borini ing. dr. Franco —
Gianet dr. Ernesto — Pacces avv. Attilio;
Ceresa
b) Confederazione Generale del Lavoro :
Bianchi Ferdinando;
Designati dalle O r g a n i z z a z i o n i
a) Associazione
Sindacali:
Agricoltori :
Arcozzi Masino ing. Luigi — Prunas T o l a conte V i t torio — Zini Lamberti avv. Gaetano — Barberis cavalier Francesco — R e v i g l i o cav. uff. Giovanni — Fossa conte
Fausto ;
b) Federazione Provinciale Coltivatori
Diretti :
M a i o c c o avv. Augusto — R o n c o Francesco — Carossa
Carlo — Baracchi dr. Cesare — Albarin Carlo — R o g g e r o
cav. Michele;
c) Unione Italiana dei Lavoratori :
A r v o n i o Giosuè;
d) Unione Liberi Sindacati dei Lavoratori :
Donat Cattin Carlo.
c) Confederazione
Generale del Lavoro :
Bertora Giovanni;
COMMISSIONE TECNICO-CONSULTIVA
P E R IL C O M M E R C I O I N T E R N O
Nominati
direttamente
dalla G i u n t a
d) Unione Italiana dei Lavoratori :
Rivalta R e n a t o ;
e) Unione Liberi Sindacati Lavoratori :
camerale:
Corti Carlo — Fellini Napoleone — Massara dr. Quirino
— Cappabianca Francesco — Demarchi Enrico —
Giraudo Costanzo —
Designati dalle O r g a n i z z a z i o n i
a) Associazione
Garzena
Rolfo
—
Actis
COMMISSIONE
PER
Giovanni.
Sindacali:
Nominati
Commercianti :
Giulio
Giovanni.
Gugliel-
minetti rag. T i t o — Catellino dr. M a r i o — Pollone ragionier Giovanni —
Campo
TECNICO-CONSULTIVA
L'ARTIGIANATO
direttamente
dalla G i u n t a
camerale:
Formagnana prof. Piero — Mare Massimo —
Dana
Antonio
—
Fiandra
Alessandro — Ferrerò R i c c a r d o — Zanotti rag. A n g e l o
—
relli arch. Mario —
Jorio Felice —
Biancamano
McncaArturo
— Zocca Bartolomeo.
33
Designati dalle Organizzazioni Sindacali:
a) Unione Artigiana di Torino e Provincia :
Aimerito dr. Enrico — P o g g i o Alfredo — Villa Giuseppe;
b) Artigianato di Torino e Provincia :
Vergnano
Angelo
—
Vasconi dr. Mario —
Murra
Antonio ;
c) Sindacato Provinciale Artigiani :
Conti Domenico — Enrico dr. Marco —
b) Associazione Nazionale Imprese Assicuratrici :
Acutis dr. Franco — Demarchi dr. Sante Brano
Taccone dr. ing. Annibale;
c) Sindacato Autonomo Provinciale Bancari :
Fangareggi rag. Antonio;
d) Sindacato Provinciale Assicuratori :
Frigero geom. Luigi.
Casalegno
COMMISSIONE T E C N I C O - C O N S U L T I V A
P E R IL C O M M E R C I O E S T E R O
cav. Luigi.
PER
COMMISSIONE T E C N I C O - C O N S U L T I V A
I T R A S P O R T I E LE C O M U N I C A Z I O N I
Minola c o m m . Cesare — Gaicomelli c o m m . Fulvio
Bussa avv. Giovanni — Viglino ing. Giuseppe —
Nominati direttamente dalla Giunta camerale:
—
Nominati direttamente dalla Giunta camerale:
—
Albenga
prof. Giuseppe.
Designati da Enti e Organizzazioni:
—
Marchisio rag. R o b e r t o — Laguidara dr. ing. R o c c o
Gouthier rag. Amilcare — Discacciati rag. Emilio.
Designati dalle Organizzazioni Sindacali:
Associazione Commercianti :
R i g n a n i Ferdinando — Cavassa c o m m . Emilio
—
Fusco rag. Antonio — Demarchi dr. Enrico — Ravera
dr. Edoardo — Berutto Giacomo.
a) Ente Provinciale Turismo :
R o b o t t i rag. Federico;
©
CONFERENZE DI MILANO E DI GENOVA
PER GLI ORARI
FERROVIARI
MAGGIO 1953
b) Automobile Club di Torino :
Mussino ing. Luigi;
c) Artigianato di Torino e Provincia :
Graziola C a r l o ;
d) Associazione
Esercenti Autolinee
in concessione :
Poletti ing. E r m a n n o ;
e) Associazione Aziende Trasport < e Esercenti Servizi
Traffico e Trasporti Complementari :
Ausiliari
N e i giorni 17 e 18 n o v e m b r e 1952 e nei giorni 20 e 21
stesso mese hanno avuto luogo, rispettivamente, a Milano
ed a Genova le Conferenze per gh orari ferroviari che entreranno in vigore nel maggio 1953.
D i a m o qui di seguito i risultati dei lavori per quanto ha
Tabacco Gaetano;
attinenza alle proposte formulate dalla Camera di C o m -
f) Delegazione Piemontese Federazione Nazionale
Trasporti in
mercio di Torino.
Concessione FENIT :
Garella rag. Pilade;
g) Associazione Piemontese
Ippotrasportatori :
C O N F E R E N Z A DI M I L A N O
Spedizionieri
Delmastro Calvetti col. c o m m .
Autotr.
Corrieri
e
Riccardo;
h) Confederazione Generale del Lavoro :
Bianchi Stefano ;
In apertura alla Conferenza, ed in relazione anche alle
unanimi lamentele circa i costanti e gravi ritardi che i treni
subiscono, i rappresentanti delle FF. SS. hanno reso n o t o :
x) che l'esercizio ferroviario risulta deficiente a causa
dell'ancora limitato parco del materiale rotabile, insuffi-
i) Unione Italiana dei Lavoratori :
Italiano Giovanni;
ciente a smaltire il traffico fortemente aumentato in con-
1) Unione Liberi Sindacati Lavoratori:
Morra Lauro.
a quello di allora. Il bisogno maggiormente sentito è quello
COMMISSIONE C O N S U L T I V A P E R IL C R E D I T O
E L'ASSICURAZIONE
dovuta a deficienze degh impianti, comprese le stazioni
fronto all'anteguerra, mentre lo stesso materiale è inferiore
delle automotrici;
2) altra grave causa di difficoltà di esercizio è quella
(ad es. quella di Milano è ingorgata a tal punto che non
può più smaltire il traffico), molti dei quah, affrettatamente
Nominati direttamente dalla Giunta camerale:
e sommariamente ricostruiti dopo la guerra, richiedereb-
Accusani barone Cesare — Traina c o m m . A g a t i n o —
C o d a dr. A n t o n Dante — Ricaldone prof. Paolo — Ceriana
cav. A m e d e o — Parodi dr. prof. Carlo.
bero il rifacimento od una completa revisione;
Designati dalle Organizzazioni Sindacali:
a) Associazione
Piemontese del Credito :
Brignone a w . Carlo —
3) l'Amministrazione Ferroviaria non viene dotata dei
mezzi finanziari necessari a risolvere i problemi
sovrac-
cennati;
4) per quanto riguarda particolarmente i ritardi, questi
sono anche dovuti all'eccessivo numero di obbligati colle-
Guglielmone sen. dr. Teresio
gamenti e coincidenze di treni, per cui la regolarizzazione
R u f f i n i cav. di gr. croce nob. Carlo — Venesio dr. C a m i l l o ;
della marcia dei treni non potrà ottenersi che colla rinunzia
34
ai collegamenti meno necessari. È stato inoltre annunziato
che, al fine di ehminare l'inconveniente, coll'orario di
piaggio 1953 i tempi di percorso dei treni verranno adeguati
a quelli reali.
Per quanto riguarda i voti di massima circa i miglioramenti della rete piemontese, specie con l'uso di automotrici
e lo sganciamento delle comunicazioni a breve raggio da
quelle a lungo percorso, i rappresentanti delle FF. SS., pur
trovandosi d'accordo, hanno fatto presente le attuali impossibilità di attuazione per la mancanza dei mezzi.
Circa l'estensione della 3 a classe a tutti i rapidi, richiesta
da parecchi Enti, le Ferrovie si sono dichiarate contrarie
per l'eccessivo affollamento che ne deriverebbe.
Per quanto riguarda l'estensione dei servizi di carrozzeletto, è stato contrapposto che ciò dipende esclusivamente
dalla Compagnia, la quale, dove vi è un movimento sufficiente e quindi un interesse proprio, non manca di soddisfare le richieste. Comunque non tutte le carrozze-letto
sono bene utilizzate.
In merito alle specifiche richieste avanzate da questa
Camera si espongono brevemente le seguenti notizie:
Linea Torino-Milano-Venezia e diramazioni.
N o n è stata accolta la richiesta di ulteriori nuove comunicazioni dirette e rapide tra Torino e Venezia per la mancanza di mezzi idonei. Sono state date assicurazioni che col
rimaneggiamento dell'orario sarà fatto il possibile per migliorare le comunicazioni stesse, nonché quelle diramantisi
su Trieste e sul Brennero e verso le altre principali località
del Veneto.
Le comunicazioni con Milano verraimo invece migliorate con l'istituzione di un nuovo treno diretto in partenza
da Milano verso le 9.30 e probabilmente di un corrispondente in senso inverso, in ora da studiare, con il ripristino
di una coppia di diretti nelle prime ore pomeridiane (D. 189
e D . 190) in istudio e che si spera di attuare, con l'anticipo
di arrivo a Torino dell'A. 1212 per le necessità operaie.
Su questa linea si prevede che col nuovo orario il R . 462
(Milano p. 8.15) verrà anticipato, mentre il D . 182 (Milano
p. 7.05) verrà posticipato. D i conseguenza dovrebbe venire
anticipata la partenza da Torino del R . 461 (ora alle 11.30).
Probabilmente verrà posticipato anche l'A. 1213 in partenza da Torino alle 9.14, e di conseguenza anche l ' O . 3209
in coincidenza a Novara per Milano.
C o n la posticipazione del D . 182 si otterrà un miglioramento delle comunicazioni dalla linea di Milano per il
Canavese in quanto la sosta a Chivasso sarà abbreviata.
Comunicazioni verso Domodossola.
Nessuna assicurazione di miglioramento si è avuta, se
non la promessa di tenere presente le necessità di Torino in
occasione del nuovo orario per ottenere ad Arona le migliori
coincidenze con buoni treni, non essendo possibile l'istituzione di altre vetture dirette sia per la scarsità del traffico
che per le difficoltà tecniche ad Arona.
La mancanza di automotrici non rende possibile l'istituzione di corse autonome e rapide con Domodossola sulla
via di Borgomanero-Orta, le quali legherebbero e servirebbero anche la zona del Lago d'Orta con Torino.
Comunicazioni con Pavia.
Il previsto leggero spostamento di orario del D. 191 da
Torino (ora alle 16.50) consentirà la coincidenza a Vercelli
coll'A. 1285 per Mortara e Pavia.
Le comunicazioni mattutine, di cui alla pratica in corso,
dovranno essere determinate d'intesa con le tre Provincie
interessate.
Linea Torino-Biella (via Santhià).
Nulla di nuovo e concreto su questa linea.
Linea Torino-Asti (Chivasso).
E stato promesso un miglioramento, mediante un maggiore sfruttamento di mezzi, su questa linea.
C O N F E R E N Z A DI G E N O V A
In linea preliminare il Rappresentante della Direzione
Generale FF. SS. ha confermato che i ritardi attualmente
lamentati verranno regolarizzati in quanto messi in orario.
Il Rappresentante dell'E.P.T. di Genova ha insistito nel
sostenere la sua vecchia tesi per cui le comunicazioni GenovaR o m a non corrispondono alle necessità di Genova, in quanto
facenti parte delle comunicazioni Torino-Roma. Pertanto
le comunicazioni stesse dovrebbero essere rese indipendenti,
sdoppiando così la linea nei due tronchi Roma-Genova e
Genova-Torino.
Il nostro Rappresentante si è energicamente opposto a
tale tesi, in ciò pienamente appoggiato dal Rappresentante
delle Ferrovie il quale ha fatto presente che Genova ha già,
per conto suo, comunicazioni con la Capitale.
Il Rappresentante della Camera di Commercio di M i lano, a sua volta ha richiesto l'istituzione di treni diretti —
via Genova — colleganti Milano con la Riviera di Levante
ed oltre. Ha suggerito, per ovviare alle difficoltà che tale
proposta presenta, che venga tolto qualche treno della linea
di Torino dei numerosi in atto.
Il nostro Rappresentante si è opposto energicamente a
tale richiesta. Il Rappresentante delle Ferrovie ha escluso
l'istituzione di tali treni, nonché la diminuzione di convogli
in servizio di Torino, in quanto la linea T o r i n o - R o m a
dovrà essere ancora maggiormente potenziata. Genova e la
Riviera del Levante è già servita, oltre che con carrozze
dirette, da propri treni sulla Pontremolese.
Alla richiesta di aumento delle corse tra l'Italia e la
Francia — via Modane — il Rappresentante delle Ferrovie
ha comunicato che le FF. SS. da ben tre amii insistono in
tal senso ma che purtroppo le Ferrovie Francesi si sono
dimostrate sinora assolutamente contrarie, e ciò anche alla
recente Conferenza Europea di San R e m o , nella quale sede
le FF. SS. avevano richiesto una coppia in aggiunta alle
due attuali.
Sempre sulla linea T o r i n o - R o m a il Rappresentante delle
Ferrovie ha preannunziato alcune modificazioni, anche in
relazione all'orario internazionale, modificazioni che probabilmente apporteranno benefici a Torino.
In particolare il D D . 10 ( R o m a 22.10 - Torino 9.02),
che giunge a destino sempre in ritardo, verrà anticipato, in
accoglimento anche ai voti ripetutamente espressi da Torino.
(segue a pag. 3$)
35
I AGRICULTURE & .FISHERIES
2 FOOD a KINDRED PRODUCTS
3 TOBACCO MANUFACTURES
4 TE>XTILE MILL PRODUCTS
5 APPAREL
6 LUMBER 6 - W 0 0 D PRODUCTS
7 FURNITURE a FIXTURES
8 PAPER a ALLIED PRODUCTS
9 PRINTING a PUBLISHING
10 CHEMICALS
11 PRODUCTS OF PETROLEUM & COAL
12 RUBBER PRODUCTS
13 LEATHER a LEATHER PRODUCTS
14 STONE, CLAY a CLASS PRODUCTS
15 IRON a STEEL
16 NONFERROUS METALS
17 PLUMBING a HEATING SUPPLIES
18 FABRICATED STRUCTURAL METAL PRODUCTS
19 OTHER FABRICATED METAL PRODUCTS
20 AGRIC'L, MINING & CONST. MACHINERY
21 METALWORKING MACHINERY
22. OTHER MACHINERY (except electric)
23 MOTORS a GENERATORS
24 RADIOS
25 OTHER ELECTRICAL MACHINERY
26 MOTOR VEHICLES
>7 OTHER TRANSPORTATION fcQUIPMENT
Ì8 PROFESSIONAL a SCIENTIFIC EQUIPMENT
!9 MISCELLANEOUS MANUFACTURING
SO COAL, GAS a ELECTRIC POWER
31 RAILROAD TRANSPORTATION
S2 OCEAN TRANSPORTATION
13 OTHER TRANSPORTATION
.4 TRADE
.5 COMMUNICATIONS
.6 FINANCE a INSURANCE
.7 RENTAL
'8 BUSINESS SERVICES
9 PERSONAL a REPAIR SERVICES
0 MEDICAL, EDUC. & NONPROFIT ORG'S.
* l AMUSEMENTS
.2 SCRAP a MISCELLANEOUS INDUSTRIES
•3 UNDISTRIBUTED
•4 EATING a DRINKING PLACES
5 NEW CONSTRUCTION a MAINTENANCE
6 1NVENTORY CHANCE (depletions)
7 FOREIGN COUNTRIES (imports from)
SETTORI COMPRATOSI
SETTORI
VENDITORI
valori d e l l e vendite
dal settore a s i n i s t r a
al settore in a l t o .
>8 GOVERNMENT
9
0
GROSS PRIVATE CAPITAL FORMATION
HOUSEHOLOS
TOTAL GROSS OUTLAYS
DE!
19,166]
44.2'.
* Each row shows distribution oi
Economics, U.S. Bureau of Lab.. '
I H P U T - O U T P U
2
O <
FORNITURE INTERNE
LAVORO
£
<
MACCHINE
<
E
-U
^
£ E
A L T R I SETTORI
StóÉÉ^WWi^PSW : si :
t-
z
Z
LLJ
_J
u
PRIVATI
Un n u o v o m e t o d o
. . . .
d e n d o in A m e r i c a .
O U T P U T o anche
-
. ,.
CLIENTI
di indagine economica si va d i f f o n ZA
aa ..
A iimmiiT
E il m e t o d o c o s i d d e t t o dell I N P U T delle « relazioni i n t e r i n d u s t r i a l i » .
£-1
.
„
COMMERCIALI
F O R N I T U R E
INTERNE
AUMENTO
INIZIALE
DELLA D O M A N D A
DI A U T O V E I C O L I
L . 100 m i l i o n i
Q Z
O
N N
<
>
oc
m
UJ
!/!
IO
cC
<
Jt
t
5
al
<
0C
D
I—
O
A L T R I SETTORI
^
u
<
cC
v ,L i n t e r a economia viene divisa in un c e r t o n u m e r o
di s e t t o r i (50 s e t t o r i nello s t r a l c i o di tabella q u i r i p r o d o t t o ) e q u i n d i si calcolano i v a l o r i di t u t t i g l i
scambi di m e r c i t r a s e t t o r e e s e t t o r e . N e l l a tabella
PETROLIO
che r i p o r t a questi dati, su ogni riga si leggono i v a l o r i
L. 5 m i l i o n i
GOMMA
delle v e n d i t e , e in ogni c o l o n n a i v a l o r i degli acquisti,
L. 6 m i l i o n i
v a l o r i r i f e r i t i al s e t t o r e n o m i n a t o a l l ' i n i z i o della riga
o in testa alla colonna. O L'uso della tabella è assai
MACCHINE
interessante, e lo i l l u s t r i a m o con d u e esempi, a t t i E MANUFATTI
n e n t i a l l ' i n d u s t r i a americana degli a u t o v e i c o l i e baDI M E T A L L O
sati sui dati p u b b l i c a t i d a l l ' U . S. Bureau of Labor
L . 21 m i l i o n i
Statistics. <c> È possibile, in p r i m o luogo, conoscere
d o n d e p r o v e n g o n o le f o r n i t u r e a l l ' i n d u s t r i a degli aut o v e i c o l i ; per il 3 0 % dalla stessa i n d u s t r i a degli autoFERRO
veicoli ( f o r n i t u r e i n t e r n e ) , per il 2 3 % dai l a v o r a t o r i
E ACCIAIO
ai quali l ' i n d u s t r i a degli a u t o v e i c o l i paga salari o stiL. 24 m i l i o n i
pendi, per il 15% dal s e t t o r e delle macchine e dei man u f a t t i di m e t a l l o , ecc. • In secondo luogo, si veng o n o a conoscere le d i r e z i o n i delle v e n d i t e d e l l ' i n AUMENTO
d u s t r i a degli a u t o v e i c o l i : ancora il 3 0 % allo stesso
DELLA
s e t t o r e ( f o r n i t u r e i n t e r n e ) , il 2 1 % ad a u t o m o b i l i s t i
DOMANDA
p r i v a t i , il 2 0 % a c l i e n t i c o m m e r c i a l i , il 7 % al s e t t o r e
FINALE
dei servizi di r i p a r a z i o n i , ecc. O Ma ancora più i n t e DI A U T O V E I C O L I
ressante, per la p r o g r a m m a z i o n e economica, è che i
L . 146 m i l i o n i
dati d e l l ' I n p u t - O u t p u t p e r m e t t o n o d i r i s p o n d e r e a
una d o m a n d a di q u e s t o g e n e r e : n e l l ' i p o t e s i che il
p u b b l i c o a u m e n t i la domanda di a u t o v e i c o l i di 100 m i l i o n i di l i r e , quali r i p e r c u s s i o n i si hanno in t u t t a l'economia? 0
La risposta è che la d o m a n d a di
p r o d o t t i tessili a u m e n t e r à , di conseguenza, di 4 m i l i o n i di l i r e ; di 5 m i l i o n i quella di p e t r o l i o e benzina; di 6 quella d i g o m m a ; e cosi via per t u t t i gli a l t r i
s e t t o r i d e l l ' e c o n o m i a , d i r e t t a m e n t e o i n d i r e t t a m e n t e collegati con l ' i n d u s t r i a degli a u t o v e i o l i . E poiché questi s e t t o r i , che v e d o n o a u m e n t a t e le p r o p r i e
v e n d i t e , a l o r o v o l t a a u m e n t e r a n n o gli acquisti, f r a l ' a l t r o anche d i a u t o v e i c o l i , si giunge in d e f i n i t i v a a questa c o n c l u s i o n e : un a u m e n t o iniziale d i 100
m i l i o n i della d o m a n d a di a u t o v e i c o l i d i v e n t a un a u m e n t o finale di 146 m i l i o n i di l i r e di a u t o v e i c o l i .
(seguito dalia pag.
35)
Verrà invece posticipato il D. 8 che attualmente precede
il D D . io.
È stato inoltre dato affidamento sul prolungamento per
e da Torino dell'attuale coppia di rapidi Genova-Roma
e viceversa.
Il R . 57 (Torino p. 15.22) verrà anticipato di qualche po'.
Il R . 50 (Torino a. 15.35) verrà invece ritardato.
Il D D . 12 verrà invece, su richiesta delle Ferrovie Francesi in relazione alle comunicazioni con la Spagna, anticipato.
Il R . 50 avrà assicurate migliori coincidenze in arrivo
a R o m a dal Sud verso e poco prima delle 8.
La richiesta di vettura-ristorante per il R . 50 è difficile
che venga accolta dalla Compagnia, data la scarsa affluenza
di viaggiatori.
In proposito il Rappresentante delle Ferrovie ha voluto
far presente che, purtroppo, l'afflusso di viaggiatori sulla
Torino-Roma e notevole sulla tratta Roma-Genova, mentre
risulta scarso sulla Genova-Torino. Ha soggiunto che molte
comunicazioni che servono Torino vengono mantenute
nonostante la scarsa frequentazione che su certi treni, permanentemente, è dato riscontrare.
In considerazione della posticipazione del R . 50 non è
possibile l'accoglimento della sua messa in coincidenza col
D . n o per oltre Modane.
Per le comunicazioni locali fra Torino ed Asti, da migliorare con nuovi treni accelerati, è stata opposta la mancanza di materiale. Sono state date assicurazioni di tenere
presenti queste necessità, riconosciute giustificatissime.
Per le comunicazioni Torino-Bardonecchia si sono avute
assicurazioni di miglioramento secondo le possibilità. In particolare sarà tenuta presente l'istituzione di un treno in partenza da Torino verso le 11.30, nonché l'istituzione di treni
festivi.
Per i villeggianti, i turisti e gli sportivi che frequentano
le località dell'Alta Valle di Susa, sarà fatto il possibile di
ottenere le migliori e comode coincidenze a Torino coi
treni di Milano e di Genova.
Linea Torino-Piacenza-Bologna ed oltre.
Ancora una volta la richiesta di comunicazioni dirette
con e da Bologna, appoggiate dalla consorelle di Asti, Alessandria, Genova, Parma, R e g g i o Emilia, Modena e B o logna, non è stata accolta per mancanza di idonee
automotrici.
Linea Torino-Cuneo.
Si è avuta assicurazione di presa in considerazione della
richiesta di istituire una coppia di diretti, in ascesa al mattino
ed in discesa nella stessa mattinata. Sarà fatto inoltre il possibile per mettere il primo treno da Cuneo (O. 3080 in arrivo
alle 6.55) col R . 91 per Milano.
Linea Torino-Savona ed oltre (via Mondovì).
Alle rimostranze circa la risposta negativa data al C o m partimento dalla Direzione Generale per la messa in coincidenza del D D . 145 da Savona col D . 248 Savona-Torino
(p. 18.53 - a. 21.42), provvedimento dato per certo nella
passata Conferenza, il Rappresentante delle Ferrovie ha assi-
38
curato che la questione verrà riesaminata. Fa comunque
presente che tale provvedimento comporta l'attesa obbligata
del D D . 145 a carattere internazionale e quindi soggetto a
frequenti ritardi. Tah ritardi verrebbero a ripercuotersi, oltre
che sul 248, anche su tutte le diramazioni di questo treno.
La questione comporta comunque uno studio approfondito
per le ripercussioni su numerose altre linee coincidenti i cui
orari dovrebbero essere modificati.
Sarà fatto il possibile per addivenire al ritardo della partenza dell'A. 1117 (ora alle 15.02) per le necessità operaie
esposte dalla nostra Camera.
Per la mancanza di movimento viaggiatori 11011 e stata
accolta la richiesta di mantenimento in tutto l'anno dei
diretti estivi 243 e 250.
Il Rappresentante delle Ferrovie ha fatto presente che,
eccettuata la stagione estiva in cui il movimento è fortissimo, nel rimanente periodo dell'anno il traffico diventa
esiguo. Per la stagione estiva ha assicurato che verranno
presi provvedimenti perchè il traffico venga comodamente
smaltito.
Linea Torino-Bra-Savona.
E stato promesso l'accoglimento delle seguenti richieste:
a) anticipo di qualche minuto all'arrivo a Torino dell'A. 1332 (ora alle 8.54);
b) anticipo come sopra dell'O. 3588 (ora alle 14.10) in
relazione alla posizione che verrà ad assumere col nuovo
orario il 224 da Cuneo;
c) la fermata a Cherasco del D . 232 e del D . 235.
Per le comunicazioni Alba-Torino non ha potuto essere
accolta la richiesta di una coppia rapida e comoda, a mezzo
automotrici, per mancanza di tah mezzi.
Linea Torino-Chivasso-Asti.
E stato dato affidamento che sarà presa hi considerazione
la richiesta di istituzione di un treno accelerato in partenza
da Chivasso verso le ore 8 e per l'anticipo dell'A. 777 attualmente hi partenza da Chivasso alle 9.50.
Verrà inoltre studiato il prolungamento da Chivasso e
la effettuazione giornaliera dell'A. 775 attualmente limitato
ai giorni di mercoledì e sabato sul percorso Cunico-Asti.
Linea Torino-Torre Pellice e diramazione AirascaSaluzzo-Cuneo.
La richiesta di istituzione di un nuovo treno da Torre
Pellice alle 8.30-9.00 è stata rinviata per ulteriori accertamenti sulla necessità ed opportunità dell'ora.
L'anticipo dell'A. 1012, in arrivo ad Airasca da Cuneo
alle 6.55, con proseguimento su Torino dell'A. 1000, trova
difficoltà per l'entrata in Torino. N o n potrebbe però essere
ulteriormente accelerato per cui l'arrivo a Torino hi ora
anticipata comporterebbe l'anticipata partenza da Torre
Pellice: occorre pertanto sentire le Autorità della Val Pellice.
Per la mancanza di materiale non è stata accolta la richiesta di un nuovo treno in partenza da Torino per oltre
Airasca verso Saluzzo con partenza verso le ore 19. L'unica
soluzione possibile è quella prospettata dal Compartimento,
come da pratica in corso, soluzione avversata però dai vari
C o m u n i interessati.
Per il posticipo dell'O. 3105 (Saluzzo 15.18 - Airasca 14.05)
occorre accertare le necessità, per il sabato, degli operai che
usufruiscono del coincidente accelerato 1005 in partenza da
Torino alle 13.05.
Per la posticipazione dell'A. 3072 sulla diramazione
Barge-Bricherasio, come da pratiche in corso, in considerazione della patente discordanza fra i desideri unanimi dei
C o m u n i e la F I A T , la Camera di C o m m e r c i o di Torino è
stata incaricata, anche da quella di Cuneo, di esperire definitivi accertamenti in merito, in base ai quali l'Amministrazione Ferroviaria provvederà.
Linea Torino-Chieri.
La posticipazione dell'O. 3035 Trofarello-Chieri è subordinata a quella eventuale dell'A. 1117 per Fossano-Savona,
di cui in precedenza.
Per l'anticipazione dell'A. 1024, la Conferenza si è rimessa
all'esito della pratica in corso.
Linea Torino-Chivasso-Casale Monferrato.
Si ha avuto notizia che la richiesta a suo tempo avanzata
da questa Camera, in accordo con quelle di Alessandria e
Vercelli, per l'istituzione di una nuova coppia di diretti,
come da intese intervenute nella passata Conferenza, non
ha potuto essere accolta dalla Direzione Generale FF. SS. in
quanto impegnava due mezzi che l'Amministrazione non
poteva e non può disporre.
Il Rappresentante delle Ferrovie ha suggerito la seguente
soluzione che, impegnando un solo mezzo, potrebbe essere
accolta, soddisfacendo per intanto le presenti necessità dei
Casalesi verso T o r i n o : T o r i n o p. 7.20 circa - ritorno da
Casale verso le ore 9-9.30.
Le Camere di C o m m e r c i o interessate si sono riservate
di confermare tale orario.
N o n ha potuto essere accolta la richiesta dell'estensione
della 3 a classe alle A T . 643 e 646, perchè, dato l'attuale
affollamento, non avrebbero la capacità di assolvere al
servizio suddetto.
L ' A . 1204 (Casale 12.33 - T o r i n o 15.10) sarà ritardato per
quanto possibile, c o m e da richiesta della Camera di Alessandria.
Linea Torino-Chivasso-Aosta.
Il miglioramento in genere delle comunicazioni su questa
linea è tuttora legato e subordinato alla ultimazione dei
lavori ili corso.
A l termine di detti lavori, che dovrebbe essere prossima,
verrà presa in esame tutta la questione degli orari. Per ora
non è possibile addivenire ad una accelerazione della marcia
dei treni, salvo che per l ' A . 1187 in partenza da T o r i n o alle 17.
Sarà fatto il possibile perchè l ' A T . 624, in arrivo a C h i vasso, da Aosta alle 7.44 possa avere la coincidenza col D . 261
per Biella.
Così l ' A T . 634 in arrivo a T o r i n o alle 21.47 verrà fatta
coincidere col D . 9 per R o m a e col D . 127 per Piacenza.
Per quanto riguarda l'istituzione di n u o v e corse, la m a n canza di automotrici rende impossibile l'immissione di tali
ijtezzi sulla linea. Il Rappresentante delle Ferrovie ha però
date buone speranze circa l'istituzione di una nuova coppia
di diretti in ore da studiare.
Linea Torino-Asti-Acqui.
Nessun affidamento si è ottenuto per qualche miglioramento su questa linea dato che — secondo le affermazioni
dei Rappresentanti delle FF. SS. — il traffico riscontrato
appare esiguo e già sufficientemente servito coi mezzi attuali.
©
RIFORMA
DELLA LEGGE
PER
L'ALDO DEGLI
ESPORTATORI
ORTOFRUTTICOLI
Il Ministero dell'Industria e C o m m e r c i o ha di recente
invitato ad avanzare proposte di modifica alla legge 31 dicembre 1931, n. 1806, che istituisce gli albi provinciali per
gli esportatori di prodotti ortofrutticoli.
A tal fine l'argomento è stato sottoposto alla C o m m i s sione per la tenuta dell'albo la quale dopo ampio esame e
discussione della materia in unione ai rappresentanti della
categoria interessata ha espresso un v o t o nel quale si prospettano alcuni emendamenti ed integrazioni alla legge
in parola.
La Giunta ha successivamente esaminato tali proposte e
ha deliberato di farle proprie.
I voti formulati sono i seguenti:
a) Istituzione di un Ruolo provvisorio della durata di anni 3
cui possono essere ammesse le ditte che sono in possesso
di requisiti pari a quelli fissati dalla legge del 1931 per
l'iscrizione all'albo. Decorso il triennio la Commissione
per la tenuta dell'albo (la cui composizione dovrà rimanere identica a quella attuale) prenderà in esame oltre
la persistenza dei sopramenzionati requisiti anche ed
essenzialmente l'attività delle ditte durante il triennio,
iscrivendole quindi d'ufficio all'albo o cancellandole dal
ruolo provvisorio, previo regolare interpello.
b) L'Albo provinciale esportatori dovrà essere revisionato ogni
triennio. La Commissione per la tenuta dell'Albo provvederà, previo interpello, alla cancellazione di quelle ditte
che abbiano svolta nel triennio esigua o nulla attività
esportatrice. Non si ritiene opportuno che venga determinato per legge il quantitativo minimo di merce esportata.
c) Le ditte cancellate dall'albo per mancanza di attività
esportatrice potranno essere iscritte al ruolo p r o v v i sorio in qualunque momento. Le ditte radiate per m o tivi disciplinari non potranno essere iscritte prima di
un periodo che può variare dai tre ai cinque anni a
giudizio della Commissione.
d) L'Istituto per il C o m m e r c i o con l'estero dovrà c o m u nicare alle singole Camere di C o m m e r c i o le eventuali
contestazioni avvenute all'estero e le manchevolezze
riscontrate a carico delle ditte esportatrici.
e) In aggiunta ai documenti di cui alla lettera c) dell'art. 2,
la domanda dovrà essere corredata anche del certificato
dei carichi pendenti.
/ ) Che, in attesa di dette modifiche, venga disposto per
una revisione generale degli attuali A l b i nel 1953, in
base ai criteri sovraesposti e previo interpello degli
interessati.
39
o
P IJ E M I A Z IO A E D E L L A F E D E L T A
AL L A V O R O E DEL P R O G R E S S O
ECONOMICO
Il bando di concorso indetto dalla nostra Camera per
l'assegnazione di premi a favore dei lavoratori che prestano
da lunghi anni servizio alle dipendenze delle nostre aziende
industriali, commerciali, agricole e artigiane ha avuto un
grande successo come lo dimostra il numero veramente
cospicuo delle domande pervenute che raggruppiamo qui
di seguito secondo gli anni di servizio prestato dai singoli
concorrenti :
n.
7
da 61 a 60
da 62 a 67 anni
»
»
—
da 59 a 55
»
»
12
da 54 a 50
»
»
52
da 49 a 44
»
»
188
da 43 a 40
»
»
248
da 39 a 37
»
»
199
da 36 a 34
»
»
149
da 33 a 30
»
»
278
da 29 a 15
»
»
243
Totale n. 1376
e
A seguito degli accordi presi in seno alla Commissione
— una volta risolte le questioni di principio —
il lavoro
procederà ora con ritmo accelerato. La Camera fa assegnamento però sulla collaborazione degli operatori delle varie
LA R E V I S I O N E DELLA R A C C O L T A
DEGLI USI E C O N S U E T U D I N I
È in corso presso la nostra Camera la revisione della
Raccolta degli usi e consuetudini compilata per la nostra
provincia nel 1935 dal cessato Consiglio dell'Economia.
Il lavoro riveste, com'è facile comprendere, una importanza eccezionale non solo per la delicata materia in esame,
ma anche per il fatto che durante il periodo bellico, molti
usi e consuetudini non sono stati più praticati a causa delle
varie discipline che furono istituite nel commercio di molti
prodotti. E la restituzione dei mercati alla normalità non
ancora è completa, e non tutto, com'è naturale, è ritornato
come prima.
LE DECALCOMANIE
PITTURE TRASFERIBILI
D ( J R A M O
Decalcomanie con adesione ad acqua (scivolanti semplici, a doppio
uso, opache o trasparenti, giganti Impermeabili che sostituiscono le
Insegne), od alcool, a vernice. Decalcomanie In rilievo a fuoco
• I CONSEGNE RAPIDE H
( " P 0 ' " g 1 ^ ) per vetro e « r a m l e a .
applicazione facile e sicura, colori Intensi, brillanti * r 111 m
nt l i r i i L
FRÀSSINELLI • T O R I N O • TELEF. 49.646
V I A C O N T E VERDE 7
40
La revisione non ha potuto essere condotta a termine
entro il tempo previsto, perchè la Commissione che cura
il lavoro si è trovata a dover risolvere importanti questioni
di natura giuridica per la innovata disciplina degli usi
contenuta nel nuovo Codice. Nel nuovo sistema, qualunque
sia l'indole del rapporto regolato, gli usi costituiscono,
com'è noto, una fonte giuridica applicabile soltanto quando
la legge scritta vi si richiami; mentre, come si ricorderà, in
base al vecchio Codice di commercio essi costituivano una
fonte sussidiaria, invocabile, cioè, nel silenzio delle leggi
commerciali e con prevalenze, di regola, sullo stesso diritto
civile. La Raccolta, quindi avrebbe finito col limitarsi a
pochi usi, mentre nel mondo degli affari si stabiliscono
spesso pratiche che, a mano a mano, assumono importanza
normativa. « Ex facto oritur jus »: la norma giuridica sorge
dal fatto della ripetizione consuetudinaria. Si è stati perciò
del parere di accertare, comunque, quanto consuetudinariamente avviene nelle contrattazioni, dando speciale rilievo
a quegli usi che già possono considerarsi normativi, senza
tralasciare però quelli che possono essere semplici « praticati», « u s i tecnici», «pratiche d ' u s o » , « n o r m e di prudenza », « forme d'uso », ecc. e che possono servire a configurare meglio la pratica di mercato.
categorie a cui rivolge la viva preghiera di dare alla Commissione il prezioso apporto della propria competenza ed
esperienza.
Saranno distribuiti ai singoli operatori degli estratti della
Raccolta —
di cui purtroppo possediamo solo pochissime
copie, essendo andate le altre distrutte durante il bombardamento che colpi il Palazzo camerale —
e poscia gli
operatori stessi, per gruppi merceologici, saranno convocati
presso la sede camerale per concorrere al lavoro di aggiornamento: si confida in una larga partecipazione, e si sarà
grati a quanti, anche se impossibilitati ad intervenire alle
riunioni, vorranno ugualmente dare il loro contributo alla
revisione,
inviando
osservazioni scritte.
alla
Commissione
degli
appunti
e
IL NUOVO AUDITORIUM
DELLA R.A.I. A TORINO
La R A I dopo l'incendio del Teatro
Il Teatro Vittorio che in passato era
ampi locali durante gli intervalli. Si è
di via Verdi, non disponeva più di una
stato adibito a numerosi usi, compreso
addivenuti così allo sdoppiamento degli
sala capace di ospitare il grande com-
quello iniziale di circo, doveva essere
ingressi: quello per la galleria è stato
completamente trasformato sia per ciò
posto sulla sinistra della via Rossini con
plesso Lirico-Sinfonico di Torino.
Nell'intento di provvedere a questa
che riguarda l'architettura, in modo da
un portico antistante; ai posti di platea
necessità, fu presa in esame la possibilità
renderlo più adatto, più moderno allo
e balconata si accede invece per numerosi
di utilizzare il Teatro Vittorio Emanuele
scopo, sia soprattutto per quello che ri-
altri passaggi situati sulla destra della
e trasformarlo in Auditorium.
guarda l'acustica che trattandosi di un
stessa fronte e anche sul lato più grande
auditorio rappresentava
che fronteggia la piazzetta.
Per questa trasformazione la R A I volle
valersi della collaborazione di architetti
esterni alla propria organizzazione e affidò perciò ad Aldo Morbelli e a Carlo
uno dei pro-
blemi più importanti.
Furono ampliati anche i servizi di ingresso, di bighetteria, il foyer, ecc.
V i è anche una pensilina che protegge
questi passaggi
e permette
l'accosta-
mento degli automezzi. L'accennato
Mollino l'incarico di elaborare il pro-
Gli ingressi sono stati ampliati in modo
getto di sistemazione generale dell'edi-
da facilitare l'accesso e il deflusso del
determinato la linea direttrice per i la-
pubblico e la sua sosta all'interno in
vori di trasformazione del vecchio tea-
ficio.
L'interno'del
di
nuovo ' • Auditorium
Torino"
fase Jìnale
schema di movimento del pubblico ha
della
dei
R.A.I.
nella
lavori.
41
tro ed ha consigliato la costruzione del
teatro all'aperto invece è soltanto una
da teatro mentre la zona cori-organo è
nuovo corpo di fabbrica di un volume
conchiglia nella cui zona focale ven-
a struttura di « cemento armato ». Due
superiore a 6000 metri cubi, il quale è
gano disposti gli strumenti dell'orche-
elevatori posti ai fianchi del podio del
occupato al piano terreno dal nuovo
stra, che ha il compito di riverberare il
direttore d'orchestra, ed uno al centro
grande atrio-ridotto, mentre ospita nel
suono nella sala, la quale deve unica-
gradinata permettono il rapido trasferi-
sottosuolo la sala del coro e vari ser-
mente assorbire questo suono, senza più
mento dei pianoforti e della console del-
vizi, nei piani superiori
permettere delle riflessioni che potreb-
l'organo a seconda che tali strumenti
bero dar luogo ad echi e quindi a disturbi
intervengano o meno nel complesso or-
acustici.
chestrale. L'organo da concerto ha quat-
vimento e numerosi
zionari artistici
e
sale di rice-
uffici per
tecnici
i fun-
addetti
al
complesso.
Poiché la sala propriamente detta, pos-
Per migliorare questo
assorbimento
tro tastiere, è composto di 100 registri
acustico tutto il Teatro è stato rivestito
e circa 10.000 canne, è collocato in tre
sedeva già una buona resa acustica con-
con
assorbente.
sezioni distinte la cui principale, il grande
fermata dalle misurazioni con gli stru-
Alle colonne massicce che reggevano le
organo è al centro sul fondo dell'or-
menti appositi si rendeva necessario non
balconate del vecchio teatro sono state
chestra, mentre le altre due il positivo e
turbarne le essenziali caratteristiche du-
sostituite
di acciaio di se-
il recitativo, nei corpi laterali, indivi-
rante il rimaneggiamento architettonico.
zione molto ridotta e che quindi in-
duati dalle grandi aperture aiettate al di
Questo prese spunto dalla possibilità di
tralciano
sopra delle finestre di regia. Sono stati
migliorare ancora la già buona situa-
pubblico.
zione della sala a pianta centrale ridu-
una
speciale
colonnine
materia
molto meno la visibilità del
Altro lavoro costruttivo importante è
cendo il poligono di perimetro ad una
stato l'allargamento di quasi sei metri
forma quasi completamente circolare. La
del vecchio boccascena.
rifatti completamente gli impianti tecnologici
in m o d o
da soddisfare
alle
nuove esigenze.
Tutti gli impianti di riscaldamento c
soluzione scelta per l'acustica della sala
C i ò ha permesso di ottenere quella
condizionamento dell'aria, estivo ed in-
è quella che si basa sul principio adot-
continuità tra la platea e la gradinata
vernale, impianti elettrici, ecc. sono stati
tato per i teatri all'aperto. Normalmente
d'orchestra con una notevole conquista
progettati e realizzati in modo da garan-
invece l'acustica di locali chiusi, teatri si
visiva e spaziale. Della gradinata la zona
tirne l'esercizio con larghi margini di
serve delle forme stesse della sala; nel
bassa è costruita con normali praticabili
sicurezza.
42
BONIFICA A G R A R I A IN I N G H I L T E R R A
lluc articoli
•li G E O R G E M A R T E L L I
e di CLIFFORD
SELLI
In Inghilterra la necessità di produrre
una maggiore quantità di generi alimentari
ha portato a un'intensificazione degli studi
nel campo delle ricerche scientifiche per
l'agricoltura, con conseguente bonifica di
terreni finora ritenuti improduttivi.
Il A L L ' E S P E R I M E N ' I
0
ALLE
G
COMUNITÀ
Ha illustrato un esperimento
DEI
realizzato
per raggiungere tale scopo lo scrittore
eco-
nomista George Martelli in un articolo intitolato « La bonifica aumenta la produzione
alimentare » che di seguito
riportiaìno.
I.a penuria dei prodalli alimentari nel dopoguerra.
A partire dalla metà del secolo scorso l'economia inglese si è basata sopratutto sull'industria, mentre i prodotti alimentari venivano in massima parte importati. Dopo
la fine della seconda guerra mondiale la situazione è completamente cambiata poiché
ogni anno che passa diminuisce la disponibilità di prodotti alimentari sui mercati
mondiali dato che i Paesi esportatori ne
consumano ora un quantitativo maggiore, a
scapito naturalmente della parte destinata
all'esportazione: le conseguenze di questo
stato di cose sono gravi perchè anche la
popolazione inglese è oggi più numerosa
che in passato ed è quindi indispensabile
far fronte alle accresciute necessità sia intensificando la produzione agricola sia ponendo a cultura le zone ancora incolte.
D 1
L O R D
• VANI
I V E A G H
AGRICOLTORI
Queste ultime sono di solito cosi povere
da essere ritenute inadatte a qualsiasi coltivazione ma la moderna tecnica agricola fa
miracoli e già in molte zone se ne notano
gli effetti: basti pensare all'esperimento effettuato da Lord Iveagh ad Elveden, nella
Contea di Suffolk. Elveden era formata da
oltre 2000 ettari di terra poverissima, di
boschi e di zone ricoperte di erica, il tutto
infestato dai conigli: il terreno sot;os ante
al primo strato sabbioso era però ricco di
gesso e questo fatto unito alla constatazione
che le zone cosparse di erica erano state una
volta coltivate e poi lasciate in abbandono
convinse Lord Iveagh che, adoperando culture adatte, la terra avrebbe potuto essere
sfruttata per la produzione di generi alimentari.
Giovani entusiasti per l'agricoltura, aiutano un agricoltore della contea inglese del Derbyshire ad erigere un nuovo muro divisorio in pietre. Questi
giovani sono soci del Club dei Giovani agricoltori, un movimento che si sta rapidamente estendendo in Inghilterra.
Per incrementare la zootecnica.
Si cominciò con l'aumentare il numero
dei capi di bestiame il cui concime fornisce
l'humus di cui il suolo era privo: con ciò
venne a crearsi un nuovo problema perchè
i pascoli erano insufficienti e non sembrava
possibile far crescere l'erba in una zona così
arida. La soluzione la fornì il trifoglio che,
oltre ad essere un ottimo foraggio, con le
sue radici profonde resiste alla siccità ed
assorbe azoto cosicché, una volta sprofondato nel terreno con l'aratura, si rivela in
capo a quattro o cinque anni un ottimo
fertilizzante. Su queste due basi — ripopolamento del bestiame e prati di trifoglio —
Lord Iveagh ideò e sviluppò un originale
sistema di coltivazione che, dopo 20 anni
di lavoro, ha radicalmente trasformato una
delle zone più povere dell'Inghilterra: il terreno è stato rinvigorito ed altri 1000 ettari
di terra sono stati sottratti all'erica e resi
produttivi, tanto che oggi Elveden è perfettamente arabile e produce forti quantitativi di grano, barbabietola da zucchero,
latte e carne.
Come si sviluppò l'esperimento
ad Elveden.
II problema che Lord Iveagh dovette affrontare in principio era quello di trovare
un sisrema che permettesse la coltivazione
continua delle nuove terre: dopo molte pro-
ve e molti tentativi si è visto che un metodo di rotazione completamente nuovo, insieme ad una concimazione adatta, risolve
tutte le difficoltà. Anzitutto, quando si ha
a che fare con zone incolte, bisogna fare
l'analisi del terreno per accertare con esattezza le deficienze di calcio, fosfato e potassio, poi, dopo aver tolto gli ostacoli maggiori, come alberi ed arbusti, si ara profondamente interrando così l'erica, le felci e
la ginestra se non sono state in precedenza
bruciate: dopo di che il terreno viene coltivato con i sistemi normali.
Il metodo migliore è quello di fare due
colture successive a grano mentre la terra
è ancora rotta, dopo di che è necessario ottenere un certo grado di fertilità per la coltivazione del trifoglio che deve seguire immediatamente: ciò è possibile facendo soggiornare sul terreno pecore o altro bestiame
o piantando segale e lupini, e, dopo quattro
anni dalla prima aratura, si può procedere
alla semina del trifoglio. L'anno della semina non c'è raccolto, ma nei successivi
quattro o cinque i raccolti possono essere
fino a tre per stagione: se poi il bestiame
viene lasciato pascolare sul posto e non viene spostato neanche per la mungitura, il
terreno beneficia ancora del letame che viene deposto. Quando poi il foraggio è stato
raccolto e la terra arata nuovamente, l'azoto
che il trifoglio ha assorbito dall'aria rimane
« fissato » nel terreno e permette la coltivazione per almeno quattro anni di grano e
barbabietole da zucchero, dopo di che il
ciclo ricomincia.
Con questo sistema si possono ottenere
in continuazione ottimi raccolti senza correre il rischio di esaurire il terreno mentre
prima se una terra così poco fertile fosse
stata coltivata allo stesso modo due anni di
seguito avrebbe avuto bisogno di almeno
dieci anni di riposo per poter essete usata
nuovamente.
Queste comunità sono tratteggiate in uno
scritto del corrispondente
agricolo
del
« Daily Herald » Clifford Selly il cui argomento è compendiato sotto il titolo « Per
aiutare i giovani a divenire dei buoni agricoltori ».
Come si preparino i giovani dei Clubs dei
giovani agricoltori, il cui numero è più
che triplicato negli ultimi anni è descritto
nel seguente articolo.
Clubs 1300, soci 64.000.
I Clubs per giovani agricoltori, che costituiscono dei centri di attività sociali ed
educative per i membri più giovani delle
famiglie di agricoltori, hanno in alcuni
Paesi una parte importante nello svìuppo
di una bene informata ed abile comunità
agricola.
Sotto lo stimolo della seconda guerra
mondiale il numero di questi clubs in In-
Questo ragazzino ili 12 anni, socio di uno dei Clubs inglesi per Giovani agricoltori si esercita nella guida di un trattore lungo un sentiero traccialo.
Questi Clubs, che nel Regno Unito assommano oggi a 1300, forniscono ai giovani tra i 10 e i 25 anni una serie completa di attività sociali e culturali.
--
gh il terra era salito dal 1939 al 1945 da 412
a 1234, ed il numero dei soci si era più
che quadruplicato passando da 15.000 a
64.000. D o p o la fine della guerra il numero
dei clubs è ulteriormente aumentato superando i 1300.
Man mano che il movimento si è andato
estendendo, anche il suo raggio d'azione si
è allargato, fino a coprire gradualmente tutti
gli aspetti della vita rurale.
Oggi i limiti d'età per l'appartenenza ai
clubs sono stati portati da 21 a 25 anni,
ma la grande maggioranza dei soci è costituita da ragazzi e ragazze tra i 15 e i 21 anni. Essi provengono da tutti i mestieri e da
tutte le classi sociali. Alami sono figli di
agricoltori o braccianti agricoli, altri lavorano negli uffici, nei negozi e nelle fabbriche.
Cordialità e responsabilità.
La completa libertà che hanno i giovani
di regolare i propri affari all'interno di ogni
club incoraggia uno spirito democratico responsabile. Le riunioni vengono in genere
dirette con grande efficacia dai giovani presidenti e dai segretari che rimangono in
carica per un anno. Ogni club ha inoltre
un dirigente adulto ed un consiglio consultivo di adulti che offrono la loro guida e
il loro consiglio. Vi sono circa 12.000 persone che offrono la loro opera volontariamente; anch'esse provengono da tutte le
professioni ed in genere i locali ecclesiastici,
insegnanti ed agricoltori prendono una parte attiva a quest'opera consultiva.
Essi non hanno diritto di voto negli affari dei clubs e hanno cura di lasciare ai
giovani la massima libertà possibile, ma non
vi è dubbio che il movimento deve molto
del suo successo a queste persone che offrono con tanta buona volontà il loro tempo
e le loro energie.
I programmi dei clubs variano a seconda
dei gusti dei soci, dell'ubicazione dei clubs
stessi, e del tipo di coltivazione più diffuso
nella regione, ma in ognuno di essi i dirigenti cercano di mantenere un buon equilibrio tra le attività agricole e quelle sociali
e culturali.
Le riunioni della sessione invernale tra
ottobre e marzo vengono in genere temi e
al chiuso. Un programma tipico potrebbe
includere istruzioni su questioni pratiche,
quali la contabilità di una tenuta agricola,
la manutenzione dei trattori, la salatura del
lardo, gli incroci nel bestiame, la cura del
pollame, unite a proiezioni di documentar',
balli e spettacoli filodrammatici. Durante
l'estate molti clubs approfittano delle giornate più lunghe per visitare fattorie e fabbriche, e per effettuare un po' di lavoro
pratico all'aperto.
Le gare tra i vari clubs hanno una parte
importante nello sviluppo dello spirito di
corpo. Esse vanno dalle gare locali di aratura e di tosatura tra circoli vicini, fino a
quelle nazionali che implicano mesi di preparazione e di studio.
Soci di un Club per Giovani agricoltori, vicino a Northampton, imparano quali punti debbono osservare quando sono
chiamati a valutare il bestiame. I Clubs inglesi sono oggi ljoo e comprendono 64.000 soci, tutti giovani interessati ai
problemi agricoli.
Gare di valutazione del bestiame.
Un onore molto ricercato è quello di
prendere parte alle famose gare di valutazione del bestiame che hanno luogo alla
Dairy Show e alla Royal Show. Queste attività a carattere nazionale sono organizzate
dalla Federazione Nazionale dei Clubs per
giovani agricoltori, che ha la sua sede centrale a Londra.
Ogni club è affiliato ad una federazione
regionale che ha un segretario che lo aiuta
nel progettare la sua attività. Tutte queste
federazioni organizzano una riunione annuale nella quale il pubblico può rendersi
conto del lavoro fatto dai vari clubs.
Le organizzazioni regionali sono collegate
all'ente nazionale da sette comitati di zona,
e una volta l'anno il lavoro di tutto il movimento è passato in rassegna alla conferenza annuale a Westminster a cui prendono parte 3000 delegati, provenienti da tutte
le parti dell'Inghilterra.
Alla conferenza sono in genere presenti
visitatori stranieri perchè vengono mantenuti stretti contatti con i movimenti simili
negli Stati Uniti, in Canadà, in Scandinavia,
in Nuova Zelanda, in Australia, nei Paesi
dell'Europa Occidentale e nelle Colonie Britanniche. Per cementare i legami di amicizia vengono effettuate frequenti visite scambievoli e nel 1948 fu tenuta a Londra con
successo la prima conferenza internazionale
tra le organizzazioni di giovani agricoltori.
Crearsi una coscienza rurale.
Un numero sempre crescente di giovani
agricoltori in Inghilterra e al di là degli
oceani viene guidato dagli ideali preposti
qualche anno fa al movimento dal Duca di
Norfolk, quando era Presidente della Federazione Nazionale: imparare a comprendere
il suolo, gli animali e le piante; coltivare la
terra e vivere una vita sana e utile; incoraggiare il vigore del corpo e la prontezza
della mente attraverso l'amore per gli sport;
sviluppare il rispetto di se stessi, l'umiltà
e il senso umoristico rendendosi conto di
quale sia la parte che ognuno di loro deve
avere nella vita dell'universo.
45
L'edizione
1952
del
Una delle sorprese della Mostra era costituita dall'annuncio che le Rolls-Royce e
Salone
Internazionale
dell'Automobile
a
Londra
le Bentley sarebbero state dotate di cambi
completamente
automatici
e
trasmissioni
idrauliche della General Motors, e questo
avvenimento inatteso rivela l'indirizzo che
la tecnica automobilistica seguirà nel pros-
motore
simo futuro: senza dubbio l'industria in-
bile tenuta quest'anno a Londra costituisce
a sei cilindri della potenza di 100 HP e la
glese riuscirà a montare cambi automatici
un'altra
della
testa dei cilindri in speciale lega leggera;
di un tipo anche più semplice di quello in
industria automobilistica britannica. Negli
il tipo esportazione della due litri Lanchester
uso su molte macchine costruite negli Stati
ultimi dodici mesi nel mercato interno in-
« Loda » ; la Morris Minor a quattro por-
Uniti.
glese la domanda ha superato l'offerta ed
tiere, con
il cambiamento, subito avvertito per l'au-
803 cmc, capace di sviluppare una velocità
mentato
avuto
di 100 chilometri orari; il modello sport
meccanici:
delle ripercussioni anche sulle vendite al-
Triumph a due posti, con motore a quattro
doppia scarpa ma non c'è dubbio che il
l'estero: la richiesta interna è notevolmente
cilindri e due carburatori, cambio di velo-
freno del futuro sarà quello a dischi che
superiore alle possibilità della
produzione
cità a quattro marce e velocità massima di
funziona idraulicamente mediante la pres-
specie per quanto riguarda le autovetture
144 chilometri orari; la 1,4 litri Wolseley
sione di un cuscinetto su un ampio disco.
La
Mostra
Internazionale
pietra
costo
miliare
delle
dell'Automo-
nella
storia
macchine,
ha
di tipo popolare e questa situazione continuerà ancora per un certo tempo
La Mostra di Londra ha avuto sempre
carattere
internazionale
e infatti, oltre a
quelle inglesi, comprendeva quest'anno anche macchine americane, canadesi, francesi,
italiane ed una spagnola.
Alla Mostra era esposta tutta una serie
un attento esame degli stessi rivela che i
tipi utilitari sono destinati a soddisfare le
richieste.
Anzitutto
la
3,4
litri
Armostrong-Siddeley Sapphire, una berlina
a sei posti molto veloce a marce sincronizzate e con cambio controllabile elettricamente; una nuova Humber
Super
Snipe
con motore a valvole in testa ed una velocità massima di
motore
a valvole
in
testa
di
152 chilometri orari; la
due posti Allard « Palm Beach », destinata
I freni a completo funzionamento idraulico
hanno
ormai
molti
sostituito
quelli
idro-
sono ancora del tipo a
Four Forty-Four, una berlina elegante, ve-
In tal modo si ha una possibilità di raffred-
loce ed economica;
damento molto maggiore, un maggior con-
infine un nuovo tipo
della Austin a quattro posti, montato sul
telaio della A. 40, una delle macchine inglesi maggiormente esportate, e la Healey
Hundred col motore della Austin A. 90 capace di sviluppare una velocità di 160 chilometri orari.
di modelli britannici interamente nuovi ed
maggiori
leggera; la tre litri Daimler con
trollo ed un frenaggio più agevole.
Si sono avuti dei miglioramenti
anche
nelle carrozzerie e si è notato un ritorno
verso quelle trasformabili: la comodità dei
viaggiatori
è stata particolarmente
curata
il che ha portato in certi casi a forme del
Continua la tendenza verso maggiori rap-
tutto nuove. Anche gli impianti di riscal-
porti di potenza rispetto al peso e quindi
damento
verso i motori maggiormente compressi ed
cienti e sono a doppio uso in quanto forni-
appaiono
ora
quanto
mai
effi-
i telai più leggeri: nello stesso tempo si
scono aria calda quando la temperatura e
cura anche il risparmio di carburante e dei
fredda ed aria fredda quando fa molto cal-
pneumatici. Gli chassis sono più rigidi e
do. Altre novità, il rivestimento al cromo
robusti di una volta, poiché i costruttori
dei cilindri, specie intorno alla testa, pe--
hanno compreso l'importanza di mantenere
ridurne il logorìo, il crescente uso dei cilin-
rigide le estremità dei telai, requisito questo
dri in linea e quello ormai generale
indispensabile per l'applicazione
so-
supporti leggeri che agevolano la lubrifica-
spensioni indipendenti. Le sospensioni più
zione ed aumentano l'efficienza del motore.
comuni sono quelle anteriori ad anelli con-
Nello stand dei carrozzieri erano esposti
delle
di
all'esportazione negli Stati Uniti, che può
centrici e quelle posteriori
montare indifferentemente un motore Ford
ma sono state apportate delle varianti con
Consul o lo Zephyr; la Bentley tipo « Con-
quanto di meglio vi sia oggi al mondo: un
le barre di torsione e le sospensioni indi-
tinental », silenziosissima e con carrozzeria
reparto interamente dedicato ai motoscafi
pendenti tanto anteriori che posteriori.
rivela con quanta poca spesa i costruttori
46
semi-ellittiche,
dei
modelli
magnifici
che
rappresentar»;
Come di consueto la Mostra dell'Auto-
riescano a dotare le cabine dei natanti di
è
stata
mobile
allogata
per il 1953 è costituita da nuove edizioni
per campeggio si andava da un automezzo
nella Earls Court, a Londra e la sua aper-
di modelli già noti, il segno del progresso
a due letti fino a quello di gran lusso for-
tura coincideva con il cinquantesimo anni-
è dato da tutta una serie di modelli inte-
nito di camera da letto per quattro persone,
versario
Britain's
ramente nuovi, progettati proprio per au-
di stanza da pranzo, cucina e perfino di
Society of Motor Manufacturers and Tra-
mentare la portata, pur conservando il tipo
stanza da bagno.
ders che ne ha curato l'organizzazione.
di carrozzeria tradizionale.
della
magnificamente
mentre la maggior parte degli automezzi
ogni comodità. Nel settore degli automezzi
costituzione
della
La responsabilità
di usare nel
miglior
modo possibile autocarri, rimorchi e automezzi per servizi pubblici non è più la-
Moderni
sviluppi
dei
sciata interamente ai rispettivi proprietari,
poiché gli industriali ed i tecnici hanno
trasporti
Più di 400 fra automezzi e telai sono stati
commerciali
mentre quella di parti di ricambio e di
esposti alla X V I Mostra Internazionale dei
telai è salita dal 14,5 %
Trasporti Commerciali tenuta recentemente
per cento: un aumento notevole si è avuto
a Londra, la più importante dal
anche nell'esportazione, in valore, di veicoli
1907 a
per servizio pubblico e di filobus che è
questa parte.
Nei due anni dall'ultima edizione i costruttori
inglesi,
del totale al 16,6
nonostante
le
difficoltà
economiche, non solo sono riusciti a mantenere ad un livello sorprendentemente alto
la produzione dei tipi correnti, ma hanno
anche perfezionato la propria tecnica fino
passata da 4.900.000 sterline nel 1950 ad
oltre 8 milioni. Il totale delle esportazioni
di veicoli commerciali ha raggiunto i 319
milioni
di sterline, con un aumento del
18,1 o/o rispetto al 1950.
Il risultato più notevole ottenuto dalla
alla
industria automobilistica britannica è stato,
soluzione dei problemi che preoccupavano
come dimostrato dalla Mostra di Londra,
gli operatori all'estero. La capacità di pro-
l'eliminazione, mediante l'applicazione della
duzione in Inghilterra è attualmente
più
scienza metallurgica, dei pesi superflui ne-
al punto da contribuire validamente
studiato ogni particolare costruttivo proprio
dal punto di vista pratico di coloro che
dovranno adoperarli. I costruttori inglesi di
oggi non si limitano infatti a studiare un
modello che si presenti bene dal punto di
vista della guida o che si comporti soddisfacentemente in condizioni di lavoro relativamente favorevoli: prima di mettere in
commercio un nuovo tipo di automezzo i
costruttori sottopongono i prototipi a prove
massacranti e solo dopo che queste hanno
dato buoni risultati si da il via alla produzione in serie. Questo genere di prove si è
dimostrato
di
incalcolabile
lavoro
grazie
anche ai terreni sperimentali messi a disposizione dalla Motor
Industry Research
Association.
I notevoli progressi della tecnica meccanica non si riscontrano solo nella costru-
alta di quella del periodo prebellico ed il
gli chassis e nelle carrozzerie, senza danno
mercato interno non è certo in grado di
alla praticità ed alla durata dei veicoli, e
assorbire la massa di veicoli che l'industria
con notevoli vantaggi per l'economia
automobilistica riesce a produrre: per que-
trasporti. La vastissima esperienza accumu-
tamente studiate per i trasporti. In defini-
sto l'industria inglese impiega tutte le sue
lata da tutti quelli
automezzi
tiva la Mostra di Londra è riuscita quanto
risorse per mantenere e rafforzare la sua
inglesi in tutte le parti del mondo è stata
mai interessante ed il merito di ciò deve
posizione sui mercati esteri. A riprova di
diligentemente sfruttata, insieme agli ultimi
essere attribuito sia agli organizzatori, la
ciò sta il fatto che nel 1951, l'anno migliore
ritrovati della tecnica meccanica, dai tecnici
Society of Motor Manufacturers and Trades,
per la produzione di veicoli
e dai progettisti
sia alle ditte partecipanti.
commerciali
che usano
delle
fabbriche:
dei
infatti,
zione di veicoli completi, ma anche in quella
di carrozzerie, motrici, accessori, pneumatici
e di tutta una serie di attrezzature apposi-
dopo la fine della guerra, su un totale di
259-200 automezzi l'esportazione ha toccato
una percentuale del 5 3 % .
L'esportazione di automezzi con motore
Diesel è almeno triplicata rispetto al 1950,
La
Mostra
Agricola
Alla « Smithfield Show and Agricultural
Londra
naggio, e lo sterzo simile a quelli
delle
Machinery Exhibition », la Mostra Agricola
automobili; inoltre esso è di semplice uso
tenutasi a Londra, nei locali dell'Earls Court,
e di facile manutenzione. Un trattore leg-
dall'8 al 12 dicembre, è stata esposta tutta
gero « Garner » a 4 ruote, da 7 HP è stato
la più recente produzione —
esposto dalla « Garner Mobile
agricoli
ai recinti
tori agli
aratri —
dai trattori
elettrici, dagli
spruzza-
delle varie ditte
bri-
tanniche.
Equipment
Ltd. », North Acton Road, London, N.W.10.
Con
questo trattore possono venire usati
tra diversi tipi di aratro, oltre a tutta una
Nel campo dei trattori, la « Ford Mo:or
MISCELATELO
AL F OSTRO
CARBURANTE
PER LA PERFETTA
LUBRIFICAZIONE
DELLA
PARTE
SUPERIORE
DEI CILINDRI
E
VALVOLE
di
serie standardizzata di utensili per zappare,
Company », di Dagenham ha esposto il suo
tagliare, seminare, raccoglier tuberi, spruz-
nuovo
zare insetticidi, ecc. Il motore può funzio-
trattore
« Fordson
Major»,
una
macchina da usare nei climi più diversi e
nare sia a petrolio che a nafta. La stessa
sui terreni più difficili. Il trattore ha sei
ditta ha esposto anche un altro trattore leg-
marce in avanti e due all'indietro, un nuo-
gero « Garner » a 4 ruote da 5/6 HP, ideato
vo sistema idraulico con pompa ad ingra-
per fattori di soli 2-4 ettari di terreno. Il
47
particolarmente
adatto per
arature
medie
su terreni umidi. Le sue caratteristiche principali
leyland
consistono
in
timoni
di
acciaio a
« c o l l o di c i g n o » , di spessore triplo dove
la tensione è maggiore, e di supporti ad
arco per timoni. L'aratro
« Dragoon »
—
che ha sempre dato ottimi risultati in ogni
parte del m o n d o sin dalla sua introduzione
sul mercato nel 1935 — ha un alto rendimento, unito a un costo di manutenzione
modesto, sia sui terreni duri che su quelli
soffici e sabbiosi. L'aratro montato « TS 59 »
è stato ideato per venire unito direttamente
ai trattori con sollevamento idraulico e unisce la facilità di manovra alla massima economia. L'erpice a dischi « H R 20 » è collegabile al trattore, formando così un insieme di alto rendimento. Esso spezza le zolle
lasciate
dall'aratro
e
polverizza
completa-
mente la superficie del terreno. Può venire
Alla mostra del veicolo commerciale a Londra è stato esposto questo automezzo con 6 ruote motrici della portata di 100 tomi.
Il motore è costruito dalla casa Rolls-Royce ed il cambio ha 12 velocità.
fissato a scelta sui due fianchi del trattore.
Il raccogli-arachidi « Minor », infine, è stato
costruito per raccogliere, pulire e insaccare
le arachidi in maniera rapida ed economica.
suo motore è a cilindro singolo e p u ò fun-
convogliare le balle di
zionare a petrolio o a nafta. Questo trattore,
Inoltre,
l'angolo
fieno
dell'elevatore
e di
paglia.
può
venire
Un'altra
importante
ditta,
la
« E.
V.
Twose Ltd. », di Tiverton, Derbyshire, ha
che ha tre marce in avanti e una all'indietro,
modificato rapidamente, mediante una ma-
presentato l'aratro
è di uso assai economico e di facile ma-
novella, in m o d o da raggiungere le diverse
i bordi dei campi. Questo aratro, di una
novra.
altezze richieste.
robustezza eccezionale, traccia un solco unico
e si trova
Un nuovo elevatore a molti usi è stato
La « Harvest Saver and Implement Co. »,
esposto dalla « The Hart Foundry Co. », di
di Kirby Moorside, Yorkshire, ha presen-
fianco
« Headland », per arare
in posizione
inclinata
sul
del trattore. Ha un coltro mobile e
tato alla Mostra i « portapylen », dei sup-
un vomere che p u ò venire facilmente cam-
in
porti leggeri e maneggevoli per sostenere il
biato. Questo aratro può essere usato con
elettrica-
filo metallico dei recinti elettrificati per il
trattori
rapidamente
bestiame. Questi supporti sono isolati, in-
« David-Brown » ed altri.
carichi di vario genere, dal grano ai foraggi
frangibili e di facile montaggio dato che
Ryland
Street, Birmingham.
tratta di
quattro
elevatori
un'unica
macchina,
In effetti, si
incorporati
funzionante
mente e capace di rimuovere
triturati, dalle balle di paglia ai sacchi. 1
non occorrono
lati della macchina possono assumere quat-
supplementari. Attrezzature per recinti elet-
tro diverse posizioni, con una semplice ope-
trificati sono stati anche esposti dalla « Sheep
razione di pochi
l'ausilio
Shearing
Co. », Wolseley
di alcun utensile. Quando i lati sono « chiu-
Avenue,
Witton,
si »
minuti
la macchina
e senza
diventa
un
tunnel, capace di convogliare
il grano;
quando
elevatore
i Iati vengono
nella prima posizione
un canale a « U »
a
rapidamente
disposti
« a p e r t a » , si forma
per
trasportare
radici,
chiodi, viti e fili metallici
Works,
Birminghan
6,
Electric
oltre
a
macchine varie per tosare e raccorciare il
pelo del bestiame.
La
nota
ditta
britannica
« Ransomes
Sims & Jefferies, Ltd. », ha presentato alla
« Forguson »,
« Fordson
Major»,
La stessa ditta ha esposto anche un portautensili inteso a ridurre i costi di acquisto
di utensili separati
per erpicare,
zappare,
scavare, sarchiare, ecc. Si tratta di un solido
telaio sul quale possono esser fissati mediante
ramponi
interscambiabili
i
vari
utensili richiesti. Il cambio di utensile viene
compiuto in tempo assai breve.
Infine, questa ditta ha esposto pure una
perforatrice
a pala
per
interrare
i
semi.
Creata per risparmiare la manodopera oltre
Mostra l'aratro « Proconsul » per 4 solchi,
tuberi, spighe, ecc.; con i lati nella seconda
che le semente, la perforatrice funziona con
l'aratro
per 4 solchi, l'aratro
posizione
la massima esattezza; è specialmente adatta
montato
per
per la semina di cavoli, barbabietole, rape
« aperta »
la macchina
può
ri-
« Dragoon »
« TS
59 »
3 solchi,
l'erpice
muovere i sacchi; disponendo infine i lati
montato a dischi « H R
in
arachidi « M i n o r » . L'aratro « P r o c o n s u l »
posizione
orizzontale,
l'elevatore
può
è
e piselli
ed è regolabile per formare
uno a sei filari a scelta.
T. S. DRORY'S IMPORT/EXPORT
IMPORTS : Raw materiate, solvente, fine and heavy
chemicals.
T O R I N O
EXPORTS: Artsilk (rayon) yarns
worsted yams silk schappe yarns - textile piece gcods in wool,
cotton, silk, rayon and mixed qualities - upholstery and diapery fabrics - hosiery and underwear
- locknitt and ali kind of knitted fabrics.
0ffìce:
cORSO
GALILEO FERRARIS
Cables : DRORIMPEX,
48
20 » e il raccogli-
TORINO
57 - Telephone
- Code : BENTLEY'S
:
45.776
SECOND
da
.
-ASSEGNA
TECNICO • I N D U S T R I A L E
SVILUPPO
DELLA T U R B I N A A G A S
PER USI I N D U S T R I A L I
Il lavoro sperimentale dei tecnici aeronautici sulle turbine a gas ha portato alla formazione di un vasto corredo di cognizioni che è
attualmente a disposizione dell'industria. Si calcola ad esempio che in Inghilterra si siano realizzati, sulla carta o in officina, oltre 100 tipi
di turbine a gas di potenze diverse fino a
20.000 HP. Parte di esse sono già installate
per scopi industriali.
Una turbina da 700 kilowatt a ricupero di calore è in funzione, ed un'altra da 1.700 kilowatt
è stata progettata per il funzionamento a metano. Essendosi constatato che la bassa concentrazione di metano nelle miniere di carbone può
essere sfruttata per azionare una turbina a gas,
si sta costruendo, a tale scopo, una macchina
da 2.000 kilowatt. Si prospetta così la possibilità di impiantare le centrali elettriche in vicinanza delle miniere, evitando il costoso processo di estrazione e trasporto del carbone per
produrre elettricità. I vari tipi di turbina a gas
inglesi funzioneranno a carbone, nafta, petrolio,
metano, torba, calore di recupero e perfino a
residui della lavorazione della canna da zucchero.
Le attività intese a progettare e costruire impianti di turbine a gas di vario tipo sono sostenute da un incessante lavoro sperimentale e di
ricerca. Data la necessità di leghe speciali, i perfezionamenti nel campo metallurgico non hanno
mai avuto un momento di sosta; lo stesso dicasi nel campo della combustione, agli effetti
di sfruttare ogni tipo di combustibile. Per realizzare la massima economia di combustibile
ha grande importanza lo scambiatore di calore,
cioè un dispositivo che recupera dai gas di scarico il maggior quantitativo di calore possibile.
Da un punto di vista industriale la turbina
a gas ha parecchi vantaggi potenziali; è più
compatta e più leggera di altri motori di uguale
potenza; ha una quasi totale assenza di vibrazioni, dato che il movimento è completamente
rotatorio; non richiede acqua e solo pochi accessori; ha bisogno di un basamento molto leggero; il calore di scarico è recuperabile e sfruttabile; si scalda e funziona nel giro di pochi
minuti.
La turbina a gas compie in sostanza lo stesso
lavoro dei suoi più anziani rivali: i motori a
benzina, Diesel e a vapore. Col passare del
tempo essa lo farà anche meglio, con un note-
vole risparmio di peso, spazio, spese d'impianto
e costo di manutenzione. Tutti questi vantaggi
sono preziosi, specie in un momento in cui
sta verificando nel mondo una crescente
penuria di carburanti e di materie prime.
La tecnica delle turbine a gas, di mano a
mano che si evolve, abbraccia un campo sempre
più vasto rispetto a quello del mezzo di locomozione in sè stesso. Se ne sente già l'influenza
nei progetti di compressori industriali, di impianti di combustione ed anche di turbine a
vapore. Le soluzioni date ai molti problemi
metallurgici, posti dalla evoluzione delle turbine a gas, sono applicabili anche in molti
altri campi tecnici. Diverranno anche sostanzialmente modificate la forma e le caratteristiche degli automezzi, delle locomotive e delle
navi.
Esaminando il futuro, i tecnici sostengono
che le turbine a gas verranno usate per il trasporto su strada, probabilmente cominciando
dagli autocarri pesanti, e non richiederanno nè
cambio nè frizione. Si prevede inoltre la costruzione di navi e locomotive in cui le turbine
non occuperanno più spazio di quello attualmente occupato dalla caldaia. Inoltre, le nozioni
derivanti dalla tecnica delle turbine a gas potranno essere sfruttate per i processi chimici,
la deidratazione e il congelamento dei viveri, ecc.
Indubbiamente, l'industria delle turbine a gas
occupa oggi nel mondo un posto preminente
e il suo ampio programma di ricerche coordinate e lungimiranti garantisce che tale posizione
verrà mantenuta anche in futuro.
L A P R O D U Z I O N E DI M O T O R I
A COMBUSTIONE INTERNA
IN G R A N
B R E T A G N A
Il Consiglio Anglo-Americano della Produttività ha pubblicato recentemente una relazione sull'attività dell'industria inglese dei motori a combustione interna: la relazione descrive
i progressi compiuti dalla Gran Bretagna fin
dal 1950, quando cioè i membri del Consiglio,
che l'anno precedente avevano visitato gli
Stati Uniti, pubblicarono il loro primo rapporto.
Questa relazione è la quinta della serie e,
come le altre, ha lo scopo di esaminare i progressi compiuti da un determinato settore dell'industria e di descrivere l'aumento della produttività verificatosi in questi ultimi anni: bisogna tener presente, tuttavia, che, come nei
casi precedenti, anche questo è solo un breve
rapporto basato su contatti avuti soltanto con
alcuni dei fabbricanti inglesi di motori a com-
Utta delle più moderne e più potenti turbine a gas : il turboreattore Bristol « Olympus >.
degli impianti hanno già permesso a numerose
società di aumentare considerevolmente la produzione: il sistema americano della produzione
a catena si è rivelato più vantaggioso per i
fabbricanti di piccoli e medi motori che per
quelli che costruiscono i tipi più grandi, conio
i motori marini.
La visita compiuta nel 1949 in America dal
Consiglio della Produttività ha dato senza dubbio
buoni frutti poiché, nonostante le fondamentali
differenze fra le industrie dei due paesi, è ormai
chiaro che in questo, c o m e in altri campi, una
maggiore standardizzazione ed una sostanziale
riduzione dei tipi e della varietà delle parti
usate per la costruzione di un determinato tipo
di motore, costituiscono il mezzo migliore per
aumentare la produzione e per ridurre al minimo
i costi.
TELECOMUNICAZIONI
NUOVE TECNICHE
E NUOVI SVILUPPI
NEI SERVIZI
DI
TELECOMUNICAZIONI
Nessun servizio merita tanto l'appellativo di
internazionale » c o m e quello delle poste e delle
telecomunicazioni non soltanto perchè il suo
Un ripetitore sottomarino per l'amplificazione dei segnali telegrafici, ideato nel centro studi di Dollis Hill, dipendente
dal
cam
p o d'attività si identifica si può dire col
Post Office.
m o n d o intero, ma anche perchè fra le c o m p e tenti autorità di molti paesi c'è un continuo c
bustione interna e su informazioni ricevute dal-
staccate e gli accessori la cifra del 1951 sale a
libero scambio di informazioni sugli sviluppi
l'associazione che raggruppa i fabbricanti stessi.
33 milioni.
della tecnica dei servizi postali, per cui
Più difficile è il calcolo del valore delle espor-
L'industria inglese dei motori a combustione
interna ha subito, dopo la fine della
guerra,
tazioni indirette
poiché
grandi cambiamenti: anche più che negli altri
i m o t o r i a combustione
settori
interna v e n g o n o
dell'industria
meccanica
è
difficile
in
spesso
questo caso distinguere fra l'influenza che b i -
compresi nella fornitura
sogna
di vari impianti ed il l o -
attribuire
alla
relazione
del
Consiglio
della Produttività, e la riorganizzazione
gene-
ro costo n o n è distinto
rale dell'industria britannica nel suo complesso,
da
oltre all'espansione delle singole società. La rior-
complesso: si è calcolato
quello
dell'intero
ganizzazione c stata effettuata prendendo a base
tuttavia che le
le raccomandazioni contenute nel rapporto sti-
zioni indirette sono sali-
lato dal Consiglio nel
1950, rapporto
esporta-
che è
teda 3 milioni di sterline
stato ampiamente discusso dagli industriali in-
nel 1947 ad oltre 8 m i -
teressati. V ' è chi sostiene che i suggerimenti del
rapporto sono troppo elementari per una parte
dei produttori di piccoli m o t o r i i quali si interessano più ai metodi dei fabbricanti inglesi e
americani di automobili che a quelli dell'industria
americana dei motori a combustione
interna:
nello stesso tempo, i suggerimenti stessi v e n g o n o
considerati troppo radicali per altri costruttori
che preferiscono restar fedeli alla tradizione dell'ingegneria britannica, quantunque abbiano riconsiderato lo schema dei propri impianti ed
il sistema di i m p i e g o dei materiali alla luce del
rapporto del Consiglio della Produttività.
lioni nel 1951, di m o d o
clic
in
quest'anno
il
valore totale delle esportazioni, sia
dirette
che
indirette, si p u ò calcolare in oltre 41 milioni di
sterline. La
produzione
totale di motori a c o m bustione
interna,
surata in
HP,
da
due
oltre
nel
1948
a
mi-
è salita
milioni
4.500.000
nel 1951.
L'industria inglese dei m o t o r i a combustione
Il processo di razio-
interna si è sempre indirizzata in gran parte
nalizzazione, iniziato nel
verso l'esportazione, e per questo ha risentito
dopo-guerra,
gravemente dei periodi di depressione mondiale :
ancora : si tende in gene-
nell'ultimo ventennio tuttavia ha c o m p i u t o n o -
realla
tevoli progressi per l'aumentato uso dei m o t o r i
grandi complessi i n d u -
Diesel in tutti i tipi di autotrasporti, nell'industria,
strialied alla riunione di
nelle centrali elettriche ausiliarie e nel c a m p o
delle macelline agricole in tutti i paesi del m o n d o .
Le esportazioni inglesi di questi m o t o r i
sono
salite da 3400.000 sterline nel 1938 a 2$ m i lioni nel 1 9 5 1 : se p o i si a g g i u n g o n o le parti
50
varie
una
scoperta fatta o g g i a Londra o a Parigi potrà
continua
formazione
di
società, di m o d o
che il processo produttiv o risulterà m o l t o s e m plficato. La riorganizzazione ed il r i n n o v a m e n t o
La registrazione dei segnali per la radio-navigazione degli aerei, come viene effettuat
al centro studi del Post Office : la riproduzione dei segnali registrati viene proiettata s
uno schermo per il controllo visivo.
introdotti dai tecnici di
Dollis Hill; èstato ideato
anche un sistema sempl
ificato di radio telefoni
per assicurare il collegamento di località fuori
mano, come le isole al
largo della costa scozzese, dove la posa di un
cavo sottomarino e la
costruzione di una norm a l e l i n e a telefonica
sarebbero troppo difficili
e costose.
Molti altri lavori di
importanza internazionale sono stati recentemente condotti a termine nei laboratori del
centro studi di Dollis
Hill. Da poco è stato
ultimato il p r o t o t i p o
di un n u o v o « o r o l o g i o
parlante » costruito per
conto
del
governo
australiano: questo apparecchio è munito di
un oscillatore il cui perfetto funzionamento è
assicurato da una qualità
di cristallo di quarzo
che vibra con eccezionale costanza. In Inghilterra
la
registrazione
ufficiale del t e m p o è
La torre serbatoio, alta circa jo metri, in cemento armato, dal peso di circa 2000 tonacompito
dell'Astronoche è stata trasportata recentemente su cuscinetti a sfere ad una distanza di circa 300 mer
metri R o y a l e questo
dal punto dove era stata costruita. L'operazione è stata condotta a termine in due settimane.
c o m p i t o è stato a g e v o lato dal Post Office con
il perfezionamento di speciali segnalatori m u domani rendere più agevoli i servizi postali
niti di oscillatori di quarzo: questi segnalatori
anche in altre parti del m o n d o .
sono così precisi e stabili da gareggiare quasi,
I dicasteri preposti alle comunicazioni in
in fatto di esattezza, con il m o v i m e n t o di r o molti paesi hanno un proprio centro studi il
tazione della terra.
cui c o m p i t o costante è quello di migliorare gli
Il sempre crescente uso delle onde corte nei
servizi telegrafici e telefonici ha aumentato il
pericolo di disturbi al funzionamento degli aerei
delle stazioni radio, disturbi causati da altri
aerei o da fabbricati circostanti. In passato il
solo m o d o di provare la convenienza di una
determinata località agli effetti dei disturbi, era
costituito da costosi tentativi e continui errori:
o g g i invece i tecnici del Post Office hanno c o struito un modello in scala di un aereo a onde
corte, della grandezza di un centocinquantesimo
rispetto a quella di un aereo normale e facendo
ruotare questo modello accanto ad altri m o delli delle possibili ostruzioni, alberi, fabbricati
e così via, si possono agevolmente constatare
le possibilità di disturbo che si incontrerebbero
in realtà.
U n n u o v o sistema di provare in laboratorio
le difficoltà di comunicazione su differenti lince
telefoniche, uno speciale detector a gas infiammabile per cavi sotterranei, un n u o v o metodo
per tagliare i cristalli sintetici, costituiscono il
risultato dell'attività dei tecnici di Dollis Hill,
risultato che è posto a disposizione di tutti i
paesi del m o n d o .
APPLICAZIONE
DELLE SCALE MOBILI
NELL'INGEGNERIA CIVILE
L e scale mobili stanno trovando un i m p i e g o
sempre maggiore negli Stati U n i t i perchè costituiscono un m e t o d o rapido, senza scosse, sicuro
e conveniente per facilitare un forte traffico
di passeggeri da un piano all'altro. D i adoperano
soprattutto
nei
grandi
magazzini
di
vendita,
n e g b opifici, ai capolinea ferroviari, negli edifici adibiti
ad ufficio e sulle navi
portaerei.
Questi impianti sono diventati un sistema talmente diffuso di trasporto in senso verticale,
nei grandi edifici d o v e bisogna trasportare con
sicurezza e con rapidità, forti correnti di traffico
che la progettazione e i tipi di queste installazioni
si basano
su alcune
pratiche
standard.
impianti e la tecnica dei servizi postali, della
radio,
del
telefono,
del
telegrafo.
Il
centro
studi britannico del Post Office a Dollis Hill
(Londra), istituito nel
1922, ha già
dato
un
contributo notevole alla scienza delle c o m u n i cazioni: tanto per fare qualche esempio, ha p e r fezionato il sistema di segnalazione sulle linee
telefoniche a lungo raggio (sistema attualmente
standardizzato dal Post Office), ha ideato il sistema di cavi che collegano gli impianti televisivi londinesi con i trasmettitori di B i r m i n g h a m
e Manchester. La sua creazione più recente è
costituita da un n u o v o tipo di
marino
per
grandi
profondità
ripetitore
per
sotto-
il
cavo,
l u n g o 1126 chilometri, che verrà posato l'anno
prossimo fra T e r r a n o v a e la N u o v a Scozia per
conto della Società C a b l e and Wireless Ltd. 1
II Post Office è stato, si p u ò dire, un pioniere
nel c a m p o dei ripetitori sottomarmi; si tratta
ili apparecchi a f u n z i o n a m e n t o elettronico che
amplificano
i segnali
telegrafici ed
un
certo
n u m e r o di essi è già stato applicato ai cavi fra
l'Inghilterra
e l'Europa,
posati in acque
non
molto profonde. Il n u o v o ripetitore è il p r i m o
che sia stato ideato per le grandi profondità che,
c o m e nel caso del c a v o fra T e r r a n o v a e la N u o v a
Scozia, possono sorpassare anche e 2000 metri.
Ma questo è soltanto uno dei perfezionamenti
La elettrificazione della linea Parigi-Lione è una delle importanti opere eseguite dalle ferrovie Francesi. La fotografia mostra la " Gare de Lyon „ con il fascio di binari di accesso riordinati.
Le scale mobili sono costruite in diversi
pezzi da montare sul posto. Le capriate sono
costruite e spedite, di solito, in tre pezzi. Ogni
pezzo è costruito in modo da combaciare perfettamente con l'altro onde permettere, a montaggio avvenuto, un funzionamento silenzioso
e liscio per conseguenza, nel progettare la disponibilità dello spazio, i calcoli delle misure debbono essere il più precisi possibile per evitare
di trovarsi poi di fronte a noiose difficoltà
quando si fa la messa in opera dell'impianto.
Per esempio, il progetto della scala tollera una
variazione verticale di mezzo pollice, nell'elevazione delle travi di sostegno, sulle particolari
e specifiche altezze tra piano e piano. Tuttavia
questa variazione richiede di portare al suo
livello lo spessore della scala. Errori di calcolo
maggiori di questi, comportano costose alterazioni, nonché antieconomiche perdite di tempo.
Le scale mobili, di solito, si mettono in
opera a due a due, una per trasportare il traffico verso l'alto e una per portarlo in basso.
Esse possono essere messe parallelamente una
all'altra, oppure incrociate. Nelle sistemazioni
parallele, le scale mobili su piani alterni sono
La nuova raffineria sorta a Dunkerque sulla Manica per la Anglo-lranian Oil Co. La potenzialità sarà di 40.000 barili
separate dall'ampiezza delle due scale mobili
al giorno (2.000.000 tonn. annue). Volto lubrificante prodotto sarà sulle 60.000 tomi, annue.
per i piani adiacenti.
Nella sistemazione incrociata o a forbice, la
scala mobile utilizza lo stesso spazio su ogni
piano, uno sull'altro. Per esempio, al primo
scala mobile ed esso dovrebbe essere determiQuesti fattori fondamentali, che verranno
piano, la scalo mobile in ascesa si muove in dinato soprattutto dopo un attento esame deldescritti in seguito, possono essere di preziorezione nord-est, mentre la scala in discesa viagsissimo aiuto ai progettisti di stabili, dove si
l'esistente flusso di traffico. La scala mobile deve
gia in direzione sud-est; al secondo piano, la
utilizzano impianti del genere.
essere messa in opera nel punto di maggior
direzione è nord-ovest per la scala in ascesa e
traffico,
di
maggiore
comodità
per
il
passeggero
Quando si progetta una scala mobile,
sud-ovest per la scala in discesa; la direzione,
e dove può essere di rapido accesso per il pubbisogna tener conto di alcuni importanti fattori :
insomma, cambia da est a ovest su piani alterni.
blico.
tipo, velocità, capacità di carico, collocamento,
Il sistema incrociato è il preferito perchè ocsupporti strutturali e modifiche necessarie negli
Progettando una costruzione nuova, si deve
cupa meno spazio è più comodo per il pubblico
edifici già esistenti.
calcolare di disporre di uno spazio adeguato e
e non è necessario camminare da una scala alFondamentalmente una scala mobile si
bisogna prevedere di disporre di sostegni di
l'altra su ogni piano.
disegna come un ponte inclinato con una intecemento armato o di acciaio. Quando invece
Nella scelta tra scale mobili e altri sistemi
laiatura sostenuta da capriate di acciaio, con
la scala mobile deve essere messa in opera in
di trasporti in massa verticali, il costruttore
corrimani e un nastro senza fine di gradini che
edifici già esistenti, occorre studiare scrupolonon deve tener conto dei costi di impianto.
abbraccia la distanza fra un piano e l'altro.
samente gli obiettivi relativi alle condizioni
Le spese di funzionamento per le scale mobili
Il meccanismo generalmente consiste in un paio
vigenti, per determinare le modifiche indispensono molto inferiori di quelle necessarie per
di ingranaggi a catena azionati a motore alle
sabili per trovare lo spazio necessario e per
gli ascensori, perchè non occorrono sorveglianti,
due estremità, superiore e inferiore, della scala;
mettere i sostegni richiesti.
consumano meno corrente elettrica e il logorio
in una trasmissione a ingranaggi a vite senza
Nel determinare i carichi da mettersi sui
dei pezzi è meno forte di quello dei pezzi delfine, sita all'estremità superiore; in due catene
membri di sostegno, bisogna considerare la
l'ascensore. Inoltre, le scale mobili occupano
a rulli di precisione, che passano sugli ingranaggi
distanza o altezza esistente tra un piano e l'altro
meno spazio degli ascensori e nei grandi magaza catena, per tirare il nastro della scala su una
dato che le scale mobili si progettano in modo
zini di vendita stimolano l'impulso all'acquisto,
coppia di binari fissati sulle capriate; e di quatda abbracciare la distanza verticale massima,
perchè permettono alla clientela di godere di
tro rulli resilienti per sostenere ogni gradino.
per determinate altezze di piano. Per esempio,
una vista panoramica della merce.
Sebbene questo meccanismo possa essere
ie scale larghe ottanta centimetri servono per
regolato a diverse velocità, di solito si regola
una distanza verticale massima di sette metri
a 27 metri al minuto circa. La capacità di carico
e mezzo e se l'altezza del piano è inferiore a
COSTRUZIONI
della scala è determinata dalla larghezza dei
sei metri, il sostegno strutturale è necessario
gradini. Le larghezze standard variano da 60
solo all'apertura superiore e all'apertura infeVIBRAZIONI
a 120 centimetri circa e le capacità di portata
riore della scala. Questi sostegni strutturali
DEL
CALCESTRUZZO
variano da 4.000 a 8.000 persone all'ora.
possono essere fatti, sia con travi di cemento
Una scala mobile di tipo economico, recenUna macchina speciale è stata studiata dalla
armato, sia con travi di acciaio e debbono essere
temente introdotta, è larga 80 centimetri, larRoad Research Laboratory per la ricerca delle
di misura sufficiente per sopportare un peso
ghezza opportuna per trasportare un adulto e
variabili che entrano in gioco nei procedimenti
uguale al carico vivo e al carico morto della
un bambino su un gradino solo, e può traspordi vibrazione applicati alle lastre di calcestruzzo.
scala, oltre al peso del piano. Bisogna installare
tare 5.000 persone all'ora. Lo spazio richiesto
Questa macchina permette di studiare l'inuna intelaiatura strutturale di cemento o di
per due di queste scale mobili, una vicina alfluenza della frequenza, dell'ampiezza, della
acciaio anche ai lati dell'apertura della scala
l'altra, deve avere due metri e novanta circa di
direzione e del senso delle vibrazioni, della
per sostenere il piano e il binario. Negli edifici
larghezza e diciotto metri circa di lunghezza,
forma dell'onda, della velocità di propagazione
già costruiti, i sostegni strutturali esistenti debcompresi tre metri di spazio di accesso per ogni
nel calcestruzzo.
bono essere ulteriormente rinforzati e le travi
estremità della scala.
che debbono essere tagliate per permettere 0
Essa consiste in un livello cavo contenente
Agli effetti dell'efficienza massima del trafpassaggio della catena di trasmissione, debbono
il meccanismo che produce la vibrazione;
fico, è molto importante il collocamento della
anch'esse essere rinforzate successivamente.
questo livello è munito di una lastrina avente
52
una forma speciale e può spostarsi a velocità
variabile su rotaie disposte all'esterno delle
casseforme.
Si può regolare l'altezza del livello al di
sopra della superficie di calcestruzzo. Il livello
ha una lunghezza di m. 1,23, una larghezza di
cm. 30 e pesa 320 Kg.
Il meccanismo generatore di vibrazioni
comprende tre alberi paralleli situati sullo stesso
piano orizzontale e mossi da ingranaggi che
imprimono loro la medesima velocità; i due
alberi esterni girano in un senso, l'albero centrale nel senso inverso. Ciascuno degli alberi
porta degli eccentrici costituiti ciascuno di due
parti; l'eccentricità può essere regolata.
Le masse sugli alberi esterni sono rispettivamente uguali alla metà di ciascuna delle
masse corrispondenti sull'albero centrale.
Quando tutte le masse hanno la medesima
eccentricità, la reazione risultante è rettilinea,
ha direzione orizzontale, verticale o inclinata
secondo la « fase » degli alberi. Se s'impegnano
degli eccentrici diversi la reazione può divenire
ellittica o circolare.
oggetti d'arte, i prodotti farmaceutici ed i coloniali, gli oggetti di vetro nonché i prodotti
alimentari) lavorando un minerale molto comune, che assomiglia alla mica. Questo minerale è la vermiculite. La ditta in questione, la
General Mills, Inc. Minneapolis, Minnesota,
trasforma la vermiculite, che è un silicato idrato
duro, in palline, mediante un trattamento termico molto simile a quello che comunemente
si usa per ridurre i chicchi di cereali in fiocchi.
Siccome le palline di vermiculite sono state
originariamente studiate per facilitare la spedizione di commestibili deperibili, sono state in
primo luogo sperimentate commercialmente con
fette di focaccia e di torta. La pasticceria che era
servita di prova (e che era stata avvolta in una
stagnola di alluminio, poi messa in una comune
scatola di cartone di spedizione e circondata da
pacchetti di carta contenenti palline di vermiculite) era ancora fresca dopo sei giorni di viaggio
su treni espressi, senza riportare danni di nessun
genere.
Oltre ad essere un cuscinetto resistente e
assorbente gli urti (che contribuisce quindi ad
evitare le rotture) la vermiculite trattata in
Il sistema, perfettamente equilibrato dal
questo modo, agisce da assorbente in caso di
punto di vista delle vibrazioni di torsione, è
perdita di sostanze liquide. Inoltre resiste, a
azionato elettricamente a velocità variabile da
temperature normali, all'azione degb acidi e
un motore elettrico montato sul portico.
degli alcalini. Le palline di vermiculite sono
(Dal Colmerete and Constructional Engineering, virtualmente non infiammabili, dato che sopgennaio 1950).
portano le temperature del processo di lavorazione, che superano i mille centigradi. Sono
anche isolanti, contribuendo ad evitare il deteIMBALLAGGIO
rioramento della merce dovuto ai cambiamenti
di temperatura. Le palline di vermiculite sciNUOVO MATERIALE
volano facilmente e circondano completamente
P E R I M B A L L A G G I O l'oggetto sul quale si versano, facendo risparmiare il tempo che di solito ci vuole per mettere
Una ditta di conserve alimentari ha studiato
i materiali ammortizzati nei recipienti di speun nuovo tipo di materiale da imballaggio ecodizione.
nomico (che può essere usato per imballare
merci fragili da spedire, come: gli strumenti
Le palline di vermiculite sono pulite, senza
di precisione e gli utensili di precisione, gli
polvere e non sono tossiche, sicché non causano
irritazioni della pelle; inoltre siccome non hanno
alcun valore nutritivo per i parassiti e per i roditori, evitano i danni che questi potrebbero procurare alla merce. Il loro impiego può anche
diminuire i costi di spedizione, perchè pesano
soltanto da 5 a 6 libbre al piede cubo. Infine
non si decompongono e non imputridiscono
anche se tenute all'umido e sono inodore.
PURIFICAZIONE
DELL'ACQUA MARINA
Si apprendono nuovi particolari sul procedimento, recentemente annunciato negli Stati
Uniti, per depurare l'acqua del mare dei sali
dannosi in essa contenuti e per renderla adatta
sia ad usi alimentari che ad usi agricoli o industriali. L'importanza di questo nuovo procedimento esposto da alcuni scienziati americani ad
un congresso dell'American Research and Development Corporation, consiste soprattutto nel
suo costo estremamente basso e nella sua straordinaria praticità, che lo rende adatto al trattamento continuo di enormi quantità di acqua. Il
metodo è basato sull'impiego contemporaneo
di speciali membrane sintetiche e di energia
elettrica ed esclude qualsiasi ricorso a reagenti
chimici o a metodi basati sull'impiego del calore.
Il flusso deE'acqua è continuo e la depurazione
avviene appunto mentre il liquido scorre attraverso le apparecchiature, le quali non possiedono alcun organo in movimento che potrebbe
complicarne il regolare funzionamento.
Il consumo di energia elettrica, con questo
procedimento, è estremamente basso. Per portate relativamente piccole esso può scendere
sino a 5,284 kilowattore per ogni 1000 litri di
acqua depurata. Le membrane adoperate sono
delle pellicole continue di materia plastica con
uno spessore generalmente compreso fra 0,0254
e 0,1016 mm. Esse possono essere prodotte
per via sintetica dai derivati del petrolio e dai
L'interno del nuovo modello di aereo a reazione passeggeri « Comet » costruito dalla De-Havilland.
prodotti di distillazione del carbon fossile in
grandissima quantità e ad un costo bassissimo.
La semplicità e l'economia di questo n u o v o
procedimento aprono orizzonti del tutto insperati per un possibile sviluppo agricolo di zone
desertiche che potranno essere trasformate in
piantagioni rigogliose mediante irrigazione con
acqua di mare depurata. Altre interessanti applicazioni si potranno avere nel c a m p o industriale,
dove il n u o v o metodo offre anche la possibilità
di depurazione delle acque di lavaggio, la cui
eliminazione rappresenta spesso un problema di
non facile soluzione per le sostanze tossiche che
in dette acque possono trovarsi e che d e v o n o
essere sempre accuratamente rimosse.
ENERGIA
ATOMICA
IN C O S T R U Z I O N E UN IMPIANTO
SPERIMENTALE
A T O M I C O PER LA P R O P U L S I O N E DEI S O M M E R G I B I L I
La
Commissione
americana
per
schermo v e n g o n o proiettate successivamente tre
immagini dello stesso quadro (una rossa, una
verde ed una azzurra) ma l'occhio, per il fen o m e n o della persistenza delle immagini, non
apprezza che il risultato complessivo e cioè una
figura con colori abbastanza prossimi a quelli
dell'originale.
La semplicità del principio su cui è fondato
il sistema « Eidophor » n o n elimina tuttavia le
complicazioni pratiche. L'olio deve, ad esempio,
essere mantenuto a temperatura costante e la
lente sferica, su cui incide la luce dell'arco, deve
essere raffreddata con un sistema di refrigerazione a circolazione forzata di acqua. Inoltre il
cannone elettronico deve essere mantenuto in
un v u o t o quasi perfetto. A questo p r o v v e d e
una p o m p a speciale che mantiene all'interno del
sistema elettronico una pressione sempre inferiore a i o milionesimi di millimetri di mercurio.
PROTONI
C O N T R O LA R U G G I N E
Il logorìo provocato dalla corrosione nei
materiali metallici costa ogni anno somme n o tevolissime all'economia mondiale. I metodi
finora adoperati per trovare sistemi protettivi,
pur avendo dato notevoli risultati, non hanno
portato alla soluzione del problema. Scienziati
americani hanno realizzato uno strumento che,
sottoponendo i campioni ad un bombardamento di protoni, permette un esame accurato
degli strati superficiali i quali possiedono una
struttura chimica e fisica diversa da quella del
metallo sottostante. Questa analisi *e la c o n o scenza delle m o d i f i c h e provocate dagli agenti
corrosivi permetterà di trovare metodi efficaci
per proteggere i materiali metallici dall'insidia
della ruggine.
l'energia
atomica ha disposto per l'immediata costruzione
di un impianto sperimentale
atomico per la
propulsione dei sommergibili.
L'impianto-pro-
totipo che, nelle parole del comunicato
della
Commissione, sarà utilizzato « per l'ultima fase
delle ricerche relative
alla costruzione
di
un
m e z z o per l o scambio di energia nucleare ai
fini della propulsione
di
un
sommergibile »,
servirà anche agli studi ed alle esperienze pratiche
concernenti l'impostazione dei reattori atomici
per la generazione di potenziale ai fini industriali e commerciali.
Il reattore per sommergibile sarà costruito
in una località dello Stato di N e w Y o r k . N e l l o
Stato dell'Idaho è già in corso di costruzione un
altro reattore di tipo diverso.
ELETTRONICA
TELEVISIONE
SU SCHERMI
A COLORI
NORMALI
U n nuovissimo sistema, denominato « E i d o phor », renderà possibile la proiezione diretta di
trasmissioni televisive a colori anche su schermi
di notevoli p r o p o r z i o n i c o m e quelli ordinariamente in uso nei locali destinati ai
pubblici
spettacoli.
L e onde televisive, captate da una apposita
antenna, v e n g o n o , c o m e in tutti i c o m u n i apparecchi riceventi per televisione, inviati a m o dulare
un
pannello
elettronico.
Nel
sistema
« E i d o p h o r », però, l ' i m m a g i n e n o n si f o r m a direttamente
sullo
schermo
fluorescente
di
un
tubo a raggi catodici, m a su una sottile pellicola di olio depositata su una lente sferica i n
perpetuo m o v i m e n t o . Facendo incidere la luce
emessa da un arco elettrico sulla lente si ottiene
una proiezione altrettanto nitida c o m e se si trattasse di una ordinaria pellicola cinematografica.
L'olio
adoperato
è
naturalmente
di
tipo
speciale e contiene in soluzione un sale di m e tallo conduttore. L e i m m a g i n i si f o r m a n o per
fenomeno
elettronico
sulle
singole
particelle
dello strato oleoso il cui spessore viene manten u t o costante da una lama tagliente che sfiora
appena la lente sferica. I colori adottati sono
soltanto tre: il rosso, il verde e l'azzurro. Sullo
54
L'Istituto « Fulmer » a Stolte Poges (Inghilterra) ha celebrato il suo 5° anno di vita, come Centro indipendente. L'Isti
è stato creato per eseguire ricerche per l'industria, nel campo della metallurgia, chimica, fisica, ingegneria, ceram
attrezzature sono molto moderne e complete. La figura mostra il direttore dell'Istituto Mr. E. A. G. Liddiard che
osserva il dispositivo per la preparazione del titanio per distillazione indiretta. Il titanio è un metallo che ha
carico di rottura maggiore dell'acciaio e peso specifico minore dell'alluminio. Si presenta perciò particolarment
interessante nel settore aeronautico.
fabbricanti
di: articoli casalinghi, da regalo e novità - sliantung di seta per abiti
da uomo e signora, cotone e misto per
accappatoi
da bagno, tessuto
cardato e
pettinato di lana e Mohair.
Lelenco dei nominativi dei richiedenti è
a disposizione
degli interessati
presso la
Sezione Commercio
Estero della Camera
di Commercio
di Tormo.
A R G E N T I N A
La Camera di Commercio Italiana nella
Repubblica Argentina
Paraguay
1110,
Buenos Aires
allo scopo di aggiornare i
propri schedari, invita le Ditte italiane che
abbiano già rapporti col mercato
argentino o che comunque abbiano interesse ad
essere tenute in nota per venire
informate
di eventuali richieste dei loro prodotti, a
mettersi
in diretto contatto
con i suoi
uffici.
In seguito alla ripristinata possibilità di
determinate
importazioni dati Italia in Argentina,
tornano infatti
ad affuire
alla
Camera predetta le richieste da parte di
interessati
locali, dell'indicazione
di produttori, fabbricanti
ed esportatori
italiani
di diverse merci che sono oggetto del recente
accordo
commerciale
italo-argentino. Uno schedario aggiornato e completo
potrà quindi facilitare
i compiti di tale
Ente, il quale avrà così la possibilità di
stabilire
i contatti
desiderati
con
maggiore
tempestività.
A US TI! ALI A
Nei primi tre mesi del 1952 la bilancia
del commercio
estero australiano
presenta
un attivo di Lst. 2-2,8 milioni, mentre nel
periodo corrispondente
dello scorso
anno
presentava
un passivo di Lst. 112,7 milioni. Per l'intero esercizio 1951-52, il passivo è stato di Lst. 378 milioni.
Il mese di settembre
è stato il quarto
mese successivo
con un bilancio
attivo:
Lst. 11,3 milioni. Le importazioni
sono
ammontate
a Lst. 1/2,6 milioni, le esportazioni a Lst. 53,9 milioni.
FILIPPINE
P i e r a di Manila. - Il Ministero del Commercio con l'Estero rende noto che l'Italia
parteciperà
alla 1" Fiera
Internazionale
che si effettuerà
a Manila, sotto
l'auspicio
del Governo
delle Filippine,
dal 1° febbraio al 30 aprile 1953.
L'organizzazione
ed il coordinamento
della
partecipazione
collettiva
italiana sono stati affidati
all' Istituto
Nazionale
per
il
Commercio
Estero.
La 1" Fiera Internazionale
di Manila è
anche la prima manifestazione
del genere
che dalla fine della guerra viene
tenuta
in estremo Oriente, da notare la imponente
posizione geografica
di questa città, punto
di incontro dei traffici aerei e
marittimi
del Pacifico e dell'Asia.
Gli scambi fra l'Italia e le Filippine non
raggiungono
cifre rilevanti, anche a causa
delle restrizioni
alle importazioni
adottate nel 191/9 da quelle Autorità;
molti
prodotti
essenziali
alla ricostruzione
del
Paese e reperibili in Italia sono
peraltro
esenti da restrizioni,
ad esempio:
i macchinari ed i motori, gli impianti elettrici e
il materiale elettrico, gli apparecchi
scientifici di controllo, i prodotti
chimico-farmaceutici. Comunque le norme riguardanti
i
controlli
alll'importazione
vengono
continuamente rivedute per esaminare
l'opportunità di consentire
l'importazione
di articoli già vietati. Le Autorità Filippine hanno
dato al riguardo assicurazione
alla Legazione d'Italia a Manila che, in ogni caso,
verranno rilasciate
le licenze di
importazione per i campionari
esposti,
appunto
perchè la Fiera vuole essere un banco di
prova per vagliare l'utilità delle merci
estere in rapporto alle necessità del Paese.
Le Filippine sono poi uno dei Paesi dell'Asia Sud-Orientale
che godono
dell'assistenza tecnica ed economica
della Mutual
Security
Agency
di Washington;
diviene
così possibile
vendere
nelle Filippine
attraverso
la partecipazione
delle aste indette periodicamente
dal Philippine
Council
for United States Aid (PHILCUSA)
beni
strumentali
e beni di cotisumo che
ven-
gono pagati in dollari e la cui
importazione non è soggetta a licenza.
Alla Fiera di Manila affluiranno
visitatori dei Paesi vicini pure assistiti
dalla
M.S.A.
(Indonesia,
Indocina,
Thailandia.
Formosa,
India, Pakistan,
Giappone).
GERMANIA
F i e r a Industriale di Hannover - Primavera 1953 : F i e r a Campionaria dal 1" al
5 marzo, F i e r a Tecnica dal 26 aprile al
5 maggio.
La Fiera Industriale
di Hannover
ha
raggiunto in pochi anni grande
importanza internazionale
per gli scambi
commerciali non solo con la Germania, ma anche
con tutti i Paesi europei e
d'oltremare,
ed in modo particolare
con quelli
settentrionali d'Europa, i cui commercianti
trovano più facile e comodo visitare la Fiera
di Hannover per i loro
acquisti.
Oltre a ciò la situazione
della bilancia
commerciale
italiana rende sempre più necessario
ed urgente
un incremento
delle
esportazioni,
ampliandolo,
oltre il
settore
tradizionale
ortofrutticolo,
a quegli
altri
prodotti industriali italiani la cui
esportazione è ancora suscettibile
di un ulteriore sviluppo, quali i prodotti tessili (fra
cui in primo luogo quelli serici),
l'abbigliamento,
le
creazioni
dell'artigianato
(pelletterie
decorate, ceramiche
d'arte, bigiotterie
ed argenterie,
filigrane, coralli e
cammei, bambole), nonché i prodotti
alimentari e voluttuari ivi compresi i vini e
l'industria
conserviera.
Oltre ai prodotti
da presentarsi
alla
Fiera Campionaria
non vanno
trascurati
quelli della Fiera Tecnica, dove anche varie industrie italiane, in costante
ascesa
e perfezionamento
tecnico, hanno la possibilità di affiancarsi
da pari a pari a
quelle degli altri Paesi e di
affermarsi.
Esportazione paste alimentari verso gli
U.S.A. - L'Ufficio
Commerciale
presso il
Consolato Generale d'Italia a New
York
ha riferito in merito all'andamento
della
esportazione
di paste alimentari verso gli
Stati Uniti.
Nel corso del 1952 si è manifestato
su
quella piazza un certo risveglio della domanda per le paste alimentari italiane; nel
primo semestre
dell'anno in corso si è
registrata una importazione aggirantesi intorno alle 17.000 casse. Per quanto, dato
l'enorme
sviluppo
assunto
dall'industria
americana del settore, noti è pensabile che
la nostra esportazione
possa in qualche
modo avvicinarsi al volume
dell'anteguerra,
il predetto
Ufficio Commerciale
ha ritenuto opportuno interpellare
vari
operatori
locali, allo scopo di ottenere
qualche indicazione utile per un suo possibile
incremento.
Quegli operatori
hanno confermato
la
recente ripresa delle vendite,
ascrivendola,
da un lato, alla novità di una
importazione che era stata interrotta
per vari
anni, e, dall'altro,
ad una certa
preferenza tuttora
esistente,
in alcuni
strati
della comunità americana
di origine
italiana, per il nostro prodotto.
Una delle
prime Ditte americane
a riprendere
gli
acquisti sul mercato italiano ha fatto presente che le nostre paste alimentari
potrebbero essere vendute in misura più ampia, se i nostri fabbricanti
si
attenessero
con maggiore
scrupolo
alle norme
della
Food & Drug Administration,
soprattutto
per quanto riguarda l'etichettatura,
l'indicazione
esatta
del peso netto,
esatta
denominazione
del prodotto,
ecc.
L'Addetto
Commerciale
presso il Consolato Generale d'Italia a Hong Kong segnala le seguenti
richieste
ed offerte
di
merci pervenute
da Ditte
locali:
Richieste italiane:
medicinali
vari
filati di raion - prodotti
chimici
industriali - antibiotici - sulfamidici - prodotti
chimico-farmaceutici
- tessuti
di lana filati di cotone - chiusure lampo - applicazioni elettriche
ed accessori
- aspirina
in polvere,
fenacetina,
DDT, vitamine
in
polvere - solfato di ammonio.
Offerte di merci: cascami
di cotone
e
treccie di paglia - semi oleosi, olii vegetali,
olio di legno, ed ogni genere di prodotti
cinesi - cassia lignea - semi di cotone prodotti caratteristici
cinesi - erbe
medicinali - oggetti d'arte in giada, quarzo, lapislazzuli ed altre pietre
semi-preziose.
Gli elenchi
dei nominativi
delle
Ditte
richiedenti
ed offerenti
sono a
disposizione degli interessati
presso
la
Sezione
Commercio
Estero della Camera di Commercio di Torino.
Produzione mondiale della gomma. - Il
Dipartimento
del Commercio
comunica le
seguenti notizie riguardanti la produzione
mondiale della
gomma.
La produzione
mondiale di gomma
naturale nei primi 8 mesi del 1952 è stata
di tonnellate 1.157.500, di circa il 9 % inferiore
alle tomi, 1.275.000 dello
stesso
periodo del 1951, stando alle cifre
fornite
dal Segretario
del Gruppo
Internazionale
di Studi sulla Gomma. La produzione
totale nel mese di agosto è stata
valutata
a 11/2.500 tonnellate.
Le esportazioni
di gomma naturale dall'Indonesia, che nei primi 8 mesi del 1951
avevano totalizzato
550.567 tonnellate,
nel
corrispondente
periodo del 1952 sono discese
a 1/83.180 tonnellate.
Il
consumo
mondiale, dalle 1.022.500 tonnellate del periodo gennaio-agosto
1951 è pertanto
disceso a 995.000 tonnellate
nel
corrispondente periodo del 1952.
Per contro, un sensibile balzo in avanti
si è veriticato nella produzione di gomma
sintetica:
infatti dalle complessive 581/.000
tonnellate del periodo gennaio-agosto
1951,
si è passati, per il medesimo
periodo del
1952, a 605.000
tonnellate.
Parimenti il consumo mondiale di gomma sintetica, da 530.000 tonnellate nei primi 8 mesi del 1951, è asceso a 575.000 tonnellate nel corrispondente
periodo del 1952.
STATI
SUD
HONG
KONG
UNITI
Richieste a m e r i c a n e di prodotti italiani. L'Ufficio
Commerciale
presso il Consolato
Generale d'Italia a New York segnala le
richieste dei seguenti prodotti italiani pervenute da ditte locali: berretti e cappucci
d'angora per signora
- pomodori
e conserve in scatola
- giocattoli
carrettini
siciliani in miniatura - articoli
casalinghi,
da regalo e novità - macchine per la vulcanizzazione
della gomma
- borsette
di
pelle per signora - materie
per
l'impermeabilizzazione
di tessuti - lastre e pellicole
fotografiche
non impressionate
macchine da cucire - spatofluore,
tantalite
e talco, steatite
in blocchi - tessuto
elastico - acido
citrico.
Inoltre Ditte americane
vorrebbero
assumere la rappresentanza
di Ditte
italiane
AFRICA
L'ammontare
complessivo
delle
importazioni da parte dell'Unione
e
dell'Africa
del Sud-Ovest
nel giugno
1952 fu di
Lst. 1,1 milioni al disotto della cifra
relativa al mese precedente,
e di Lst. 12,3
milioni inferiore alla cifra relativa al giugno dell'anno
scorso.
L'ammontare
delle
esportazioni
in giugno fu di Lst. 1/,1/ milioni al disotto della cifra
corrispondente
dì maggio, cosicché il deficit salì a Lst. 16
milioni, rispetto
ai 12,8 milioni del mese
precedente.
Nei primi sei mesi del 1952 il deficit della
bilancia commerciale
ammontò a Lst. 87,7
milioni, mentre negli ultimi sei mesi dello
scorso anno aveva raggiunto
i 105,6 milioni di lire
sterline.
55
JL
MONDO
OFFRE
ARABIA
Mohamed Sadik Ai-Awazi & Co.
Souk A l - K h o d a r
K U W A I T - P. G.
Desiderano prendere contatti
con ditte produttrici di tessuti
in genere, tessuti in pezza, coperte di lana, tappeti (scendiletto), tessuti di lana, seta, rayon, cotone, abiti confezionati. Legumi, f r u t t a e conserve
alimentari in genere, latte in
scatola, ecc.
(corrispondenza
in inglese).
BELGIO
H. Sanders
74, rue Fernand
BRUXELLES
Neuray
Importa statuette in ceramica.
Desidera prendere contatti con
fabbricanti italiani che desiderino affidare la rappresentanza
per il Belgio (corrispondenza
in
francese).
BRASILE
Rio Trading LTD.
R u a Rodrigo Silva 18
S a l a 603
RIO DE J A N E I R O
Desiderano prendere contatti
con Ditte italiane produttrici
di: filo di ferro spinato, biciclette, macchine per cucire,
linoleum, lampadine elettriche
e thermos (corrispondenza
in
spagnolo,
inglese,
francese
e
portoghese).
COLOMBIA
Empresas Comisionistas LTDA
A p a r t a d o A è r e o 6653
BOGOTA'
Importano : maioliche, cristallerie,
chincaglierie,
articoli
smaltati, coltellerie,
prodotti
di acciaio, articoli per regalo,
articoli novità, articoli di c a r t a
e prodotti dell'industria cartaria. Sono interessati ad as-
56
sumere la rappresentanza di
importanti ditte italiane dei
suddetti prodotti
(corrispondenza in
spagnolo).
CIPRO
K. J. Tsokkos
P. O. B o x 175
FAMAGUSTA
Desidero importare macchine
per m a g l i e r i a
(corrispondenza
in
inglese).
F. F. Cirilli & Co. LTD
P . O. B o x 271
NICOSIA
Desiderano mettersi in contatto con ditte produttrici di
macchine per la lavorazione
del legno interessate ad esport a r e i loro macchinari.
E
CHIEDE
canti italiani che desiderino
affidare la rappresentanza per
tale P a e s e per i seguenti articoli: tessuti in genere: drapperie, seterie, tessuti novità;
m a g l i e r i a in lana e cotone, calzetteria in genere, nastri, passamanerie, pizzi e ricami, tulli,
bottoni e mercerie in genere
(corrispondenza
in
francese).
The Arab World Suppliers Agency
P. O. B. 2219
CAIRO
Si occupano del collocamento
di ogni genere di merci di produzione italiana,
in
Egitto,
nei P a e s i A r a b i del Medio
Oriente e del Nord A f r i c a .
Sono attualmente
interessati
all'importazione di: case prefabbricate, materiale da costruzione, mattonelle e piastrelle di ceramica, articoli ed
impianti sanitari
(corrispondenza in
italiano).
I m p o r t a : f e r r o in lastre, verghe e tubi; articoli elettrici;
t e r r a g l i e ; chincaglieria;
prodotti alimentari
(corrispondenza in italiano).
EGITTO
G. Salpata - Pereira
P. O. B. 843
ALESSANDRIA
Leon Dana
B. P. N. 1873
LE CAIRE
Importatore
bene
introdotto
sul m e r c a t o egiziano desidera
prendere contatti con f a b b r i -
Sono interessati a mettersi in
contatto con ditte italiane che
desiderino importare i seguenti
prodotti: ossa di bestiame in
genere e particolarmente di
bovini, dromedari, cavalli, asini e muli (corr. in inglese).
FRANCIA
Shnerb Frères & Cie.
16, rue J-J Rousseau
P A R I S 1°
Desidera prendere contatti con
commercianti di lana g r e g g i a
della nostra circoscrizione.
Foreign
I m p o r t a n o : orologi, a t t r e z z a ture elettriche, giocattoli meccanici, articoli per regalo, pelletterie, braccialetti, radio ed
accessori per radio, articoli
sportivi, ecc. Desiderano prendere contatto con ditte produttrici dei suddetti articoli ed
interessate ad esportare i loro
prodotti in E g i t t o
(corrispondenza in
inglese).
Edouard Pinel
Bonneeousse
M A Z A M E T (Tarn)
Produttore di L a n e di Mazamet, desidera prendere cont a t t i con agente bene introdotto al quale affidare la rappresentanza di tale articolo
per il Piemonte
(corrispondenza in
francese).
The Orientai Office for
Products
19 rue de F r a n c e
ALEXANDRIA
D'EGITTO
Desidera prendere contatti con
f a b b r i c a n t i italiani di: c a r t e e
i m b a l l a g g i per pasticceria ed
in particolare : c a r t e paraffinate, c a r t e cellofane s t a m p a t e ,
c a r t a alluminio incollata con
c a r t a paraffinata, ecc.
(corrispondenza in
francese).
Sayed Salim A. Aliifri
Import & Export
P. O. B. 1483
ADDIS ABEBA
Etablissements I.oridan
305 rue Pierre de Roubaix
ROUBAIX
I m p o r t a n o : filati di cotone per
la fabbricazione di calze di
filo per signora
(corrispondenza in italiano e
francese).
ECUADOR
Marcos S. Herrera M.
L. G a r a i c a o 2410
GUAYAQUIL
ETIOPIA
ERITREA
« E.C.O. » Organizzazione Commerciale Eritrea
P. O. B o x 698
ASMARA
D e s i d e r a prendere contatti con
ditte locali che abbiano interesse al lancio ed alla vendita
dei loro prodotti in E r i t r e a ,
Etiopia e Somalia francese, e
che, nello stesso tempo siano
disposte ad affidare la rappresentanza
esclusiva
per
tali
P a e s i (corrisp. in italiano).
Les Fils De A Gerst et Co.
C a s e P o s t a l e 97
B E S A N Q O N (Doubs)
E s p o r t a articoli da viaggio,
valigeria, bauli di ogni modello e di ogni genere. Desidera prendere
contatti
con
rappresentante al quale affidare la vendita per l'Italia
(corrispondenza
in
francese).
Appareils electriques A. J.
6 R u e F r a n g o i s Villon
P A R I S 15°
F a b b r i c a specializzata, esporta apparecchi estetici ed elettromedicali,
mobili
metallici
ad
uso sanitario.
Desidera
prendere contatto con importatori italiani. Documentazione
i l l u s t r a t i v a presso l'Ufficio
Commercio Estero di Torino,
via Lascaris 10
(corrispondenza in francese).
GERMANIA
Otto Schiumi & Co. K. G.
Sturmbtihlstrasse 182
SCHWENNINGEN/Neckar
Esporta orologi da polso
rispondenza in italiano).
per la lavorazione dei bottoni); scatole per sigarette e
scatole per gioielli in legno;
chiodini per croci; chiodini per
croci in ottone; chiodini in ottone per piccole scatole in legno di olivo; fogli di stagno,
di ottone, tubi di ottone, tubi
di acciaio per la fabbricazione
di Ietti (corrisp. in inglese).
GRAN
(cor-
Dr. Bohumila Wierer
Luitpoldstrasse 15
ERLANGEN
Esportano:
giocattoli,
binocoli, lampade tascabili, occhiali
da sole, macchine per tagliare
i capelli, articoli di cancelleria, pelletterie
(corrispondenza in italiano).
Raaden A. G.
Postfach
MUENCHEN-FUNEF
Desiderano esportare in Italia
i loro trattori Diesel. Cercano
una ditta bene introdotta sul
mercato italiano disposta ad
assumere la loro rappresentanza. Condizioni ed informazioni presso la Sezione Commercio E s t e r o della C a m e r a di
Commercio, v i a L a s c a r i s 10
(corrispondenza
in italiano ).
A.C.R.T.T. - Catignani & Bolduan
P a r i s e r Str. 61
B E R L I N W . 15
Sono interessati ad importare:
tessuti leggeri per primaveraestate (corrisp. in italiano).
Gustav Hessmert
Werkzeufabrik
B R U G G E (Westf.)
Esporta: martelli. Cataloghi e
listini prezzi presso la Sezione
Commercio Estero della Camera
di Commercio di Torino (corrispondenza in tedesco).
GIORDANIA
General Trading & Travel Agency
Co. LTD
P. O. B o x 66
B E T H L E H E M - H. K.
Desiderano
importare i seguenti prodotti : crine di cavallo,
lucidatrici
per
pavimenti, cerniere di ottone per
piccole scatole ed altri articoli, rifiniture di ottone e rame per la fabbricazione di scatole in legno; fili d'argento e
argentati, f e r m a g l i per corone e rosari, piccoli e grandi
crocifissi da applicare su croci,
in metallo argentato, ossidato
e in plastica; medaglie religiose in metallo; f e r m a g l i d'argento e a r g e n t a t i per braccialetti e collane, scatole cromate e a r g e n t a t e , dorate per sigarette,
portacipria;
ceselli,
fili, seghe e seghetti speciali
per la lavorazione della m a dreperla, m a c c h i n e per la lavorazione
della
madreperla
( f a t t a eccezione
per
quelle
BRETAGNA
Knglish Exporters (London) LTJ)
9/10 Marble A r c h .
L O N D O N W. 1
Desiderano
importare
pelli,
pelli conciate, pelli non conciate, pelli scamosciate, pelli
di vitello al cromo, cuoio conciato e non, ritagli di pelle,
pelli grezze, ecc. ( corrispondenza in inglese).
HAITI
Alphonse Maguet
P.O.B. 166
PORT-AU-PRINCE
Importa: calzetteria di cotone
per uomo, donna e bambini, coperte e copri-letto di cotone con
o senza frange. Desidera prendere contatti con fabbricanti
italiani (corrispondenza in francese).
8, St. Andrews Road
Golders Green
LONDON - N. W. 11
Desiderano allacciare rapporti
con ditte italiane produttrici di
tessuti di vario tipo (corrispondenza in inglese).
GRECIA
Anastasios Raptis
ARGOS
E s p o r t a : stracci di lana e di
cotone (corrisp. in italiano).
Commercial House « Pama »
P. O. B O X 424
ATENE
I m p o r t a : macchinario completo per la fabbricazione di materassi con molle di acciaio e
macchine per la fabbricazione
di lana d'acciaio.
Desidera
prendere
contatti
immediati
con fabbricanti-esportatori italiani (corrisp. in
francese).
George Katsikadellis
A l k e d y Street
MYTILENE
(corrispon-
particolare un tipo di macchina che contemporaneamente impasti e fabbrichi i maccheroni, e separatamente una
macchina per impastare e una
macchina per pressare. Prega
le ditte interessate di inviare
cataloghi ed esauriente materiale
descrittivo
(corrispondenza in inglese).
La Camera di Commercio
Industria
e Agricoltura
di Torino
e < Cronache Economiche
> non
assumono
responsabilità
per gli annunci
qui
pubblicati.
C . O . V . N . I. C .
Via Arsenale 42 - Telefono 62.11.77
TORINO
IRAQ
Isaac S. M. Kazaz - Import-Export
British Middle E a s t B a n k Bldg.
BAGHDAD
A. Trenite
Importa: biciclette
denza in
francese).
Alexander Dimitriou & Sons
P. O. B. 35
FAMAGUSTA
Importa: macchinario per la
fabbricazione di mattoni e tegole (corrisp. in inglese).
E s p o r t a : datteri, succo di datteri, cotone, semi oleosi, lana,
ecc. Importa: tessuti e prodotti chimici
(corrispondenza
in
inglese).
E. Huppert
P.O.B. 1159, 10 Melchetti Street
TEI^AVIV
Importa: stampi per pettini e
giocattoli in materia plastica
(corrispondenza
in
francese).
MADEIRA
Herbert & Co. LTD
P. O. B o x 245
FUNCHAL
I m p o r t a : macchine per la f a b bricazione di maccheroni e paste alimentari. Richiedono in
0
Traduzioni di carattere tecnico,
commerciale, legale e scientifico da e in inglese, francese,
spagnolo, tedesco
e
russo.
(fa C o n s u l e n z a l e g a l e in atti
e c o n t r a t t i con
l'estero.
A disposizione di :
Imprese industriali, per traduzione
di cataloghi, preventivi, brevetti, domande ed offerte, stralci, sunti o
versioni integrali di informazioni di
carattere tecnico nei vari rami del
p r o g r e s s o industriale mondiale.
Ditte commerciali e rappresentanti,
p e r corrispondenza
commerciale,
traduzione di listini, organizzazione
stesura e ricognizione di contratti in
lingue estere, informazioni economiche, ecc.
Editori, per traduzioni di qualunque tipo, escluso
le
letterarie.
Professionisti, per traduzione di
materiale bibliografico.
Agenzie pubblicitarie e turistiche,
p e r traduzioni di programmi, avvisi
e pubblicità.
Nonché di tutti coloro cui occorrano prestazioni del g e n e r e per
ragioni di lavoro
o di studio.
AMARO
AVALLE
D. M. Calvocoressi
Tsakaloff 2
ATHENE
Importa: macchine ed apparecchi per materie plastiche, forme
per materie plastiche, lenti per
occhiali da sole, riduttori a ingranaggi da applicare su articoli in materia plastica, in legno dipinto ed in metallo verniciato; termostati con termometro da 100 a 200°, piccole cerniere per montature per occhiali in materia plastica
(corrispondenza in inglese).
tonico
e
dicinali, o t t e n u t o con
melavo-
razione
e
procedimenti
classici
che
garantiscono
i n a l t e r a t a la p r o p r i e t à d e l l e
erbe
di
cui
L'esperienza
C. B. Xanthos
è
composto.
antica
ne
ottenuto
un
superlativo
riconosciuto
ha
prodotto
e
p r e m i a t o in t u t t o il m o n d o .
Santaroza Street 3
ATHENE
Importa: macchinario ed impianti completi per la lavorazione e la raffinazione dello zucchero (corrispondenza
in francese).
Aperitivo, digestivo,
di p u r e e r b e a l p i n e
TORINO
• Via
Ormea
137
57
PRODUTTORI
P R O D U C T E U R S
ITALIANI
COMMERCIO -
INDUSTRIA
ITALIAN
TRADE
-
PRODUCERS-MANUFACTURERS
INDUSTRY
- AGRICOLTURA
Confections —
ABBIGLIAMENTO
IT A L I E N S
COMMERCE - INDUSTRIE - A G R I C O L T U R E - IMPORTATION - E X P O R T A T I O N
-
AGRI CULTURE
- IMPORTAZIONE
-
-
IMPORT
-
EXPORT
ESPORTAZIONE
Clothing
A . C. Z A M B E L L I s. p. a
Manifattura B L A N C A T O
T O R I N O - Corso V i t t . Emanuele, 96
Telefono 43.552
SPECIALITÀ
BIANCHERIA
MASCHILE
Fabrique specialisée dans les confections
de luxe pour hommes - Maison de confiance - Exportation
Specialists
in the manufacture
underwear - Exportation
of men's
throughout
T O R I N O Corso Raffaello, 20
Telefoni - 6-29-33 - 6-29-34
Apparecchi per laboratori scientifici,
industriali, clinici, farmaceutici - Termostati Viscosimetri - Forni per laboratori - Pompe
Centrifughe per analisi - Autoclavi per sterilizzaper alto vuoto
zione - Vetreria soffiata - Mobili per laboratorio - Distillatori
ALIMENTARI
dans tous les Pays
high .class
shirts
" S A N T A
and
F O U R N I E R
C L O T I L D E "
Importazioni ed Esportazioni - Rappresentanze Nazionali ed Estere
the world
V i a Consolata, n
LA
Foodstufis
Alimentaires
T O R I N O
(Italia)
Corso Francia,
120
Industria abbigliamento, specializzata in camicie seta e cotone, pigiama estivi ed invernali, camicie sportive - Confezioni con popeline
delle migliori marche - Esportazione in tutto il mondo
Maison specialisée dans la production de chemises en soie et en
coton, pyjama d'été et d'hiver, chemises sportives - Confections avec
les popeline des meilleures marques - Exportation
dans tous les
Pays du monde
- Tel. 40-584 - T O R I N O (704) Italia
RAPPRESENTANTE
ESCLUSIVA
PER TUTTO IL
MONDO
« B I S C O T T I C A M P I D O G L I O » Gallettine - Novellini - Wafers
- Amaretti — « G E L A T I N A I D E A L » Istantanea
a base di
carne (Prodotto Rebaudengo) — C A R A M E L L E (Fra-Ber) Cioccolato - Torroncino - Menta - Caffè '- Frutto - Liquore, ecc.
CIOCCOLATO
in blocchetti
e tavolette di prima
qualità
APPARECCHI
ELETTROTECNICI
INDUSTRALl
Appareils electrotecliniques industriels
Industriai electro-technic
appliances
A firm specialized in men's silk &• cottoti shirts, winter &• summer pyjama, gentlemen's outfits, manufactured with popeline of
the best brands - Exportation to ali foreign countries
A N G E L O
M. I. M. E. T.
MANIFATTURA ITALIANA ELASTICA - TORINO
TORINO
—
MARSILLI
Via
Rubiana,
11
—
Telefono
73-827
T O R I N O - Ufficio: V i a Consolata, 11 - Telef. 45-811
Fabbrica: V i a Sparone,
A V V O L G I T R I C I
18 - Telefono 291-693
Fabrique de bas élastiques en filé « Lastex » (m. r.) - corsets serreflancs - ceintures - serre-ventres — Manufactures
of elastic
stockings « Lastex » (reg.) yarn - corsets - beits
S P O R T & M O D A s. K. L.
PER
TUTTE
LE
APPLICAZIONI
ASTUCCI - CAMPIONARI
- VALIGERIE PER LA PRES E N T A Z I O N E DEI P R O D O T T I
C A R L O
T O R I N O - V i a Artisti, 19 - Telefono 82-844
CREAZIONI
CONFEZIONI
S P O R T I V E
RADIO-ELETTRICHE
Etuis - Marmottes pour collections d'échantillons — B o x e s
- Sample cases for salesmen
R A N A B O L D O
T O R I N O - V i a Giaveno, 23 - Telef. 23-864
Fabbrica di astucci e campionari per viaggiatori - Valigeria per
la presentazione
dei prodotti — Fabrique d'etuis et marmottes
d'échantillons pour représentants et voyageurs de commerce
Impermeabili
per uomo, donna e ragazzi - Giacche a vento Confezioni uomo - Soprabiti - Pantaloni - Giacche caccia, ecc.
Imperméables - Jaquettes pour Ski - Confections
hommes - Exportations dans tous les Pays
de luxe
pour
M. MARCHISIO
TORINO
APPARECCHI
SCIENTIFICI
Instruments Scientifiques
Scientific Instruments
Commerce
T O R I N O - V i a dei Mille, 16 - Telefono 41-472
SCRIVERE
induclinici
AGLI
da rappresentanti
31-365
per la presentazione
dei
ecc.
d'échantillons
pour
en tous
Représentants
genres
et
Voyageurs
de
pour
bijouterie,
orfèvrerie,
for
jewellery,
silverware,
etc.
Sample
cases
cutter y,
etc.
INSERZIONISTI
Telef.
100
in genere per oreficeria, argenteria, posateria,
- Ecrins
coutellerie,
Forniture complete per laboratori di chimica
striale, biologici, bromatologici, batteriologici,
NELLO
campionario
prodotti - Astucci
Marmottes
Dr. M A R I O DE L A P I E R R E
58
Valigie
- V i a Spalato,
for
salesmen
CITATE
-
tìoxes
"CRONACHE
ECONOMICHE'
AROMI PER
E LIQUORI
Aromes pour vermouth et liqueurs
Flavours for vermouth and liquore
VERMOUT
ERBORISTERIA
OFFICINE M E C C A N I C H E
P O N T I & C.
MARCHISIO
Via Venaria, 22 - Telefono 29-06-92
V i a Caluso, 3 - Telefono 29-04-56
T O R I N O - Via Drovetti, 8 - Telef. 46-319
Esportazione specialità: Polveri aromatiche per Vermouth-Torino, Bitter, Elisir di Rabarbaro e di Camomilla
Produits de spécialités: poudres aromatiques pour les préparations des Vin
Vermouth-Turin,
Bitter, Rhubarbe et
Elixir
de Camomille
ERBORIITCRIA
AROMATICA
MEDICI N A H
flAIKIIIIIO
W j s . V i y
•OBI fÌO
Cercasi
—
Rappresentanti
On
cherche
des
Reparto impianti saldatura: Impianti
per salda-tura autogena
Reparto accessori auto: Segnalatori luminosi ed
acustici, paraurti, portabagagli, autotrasf orinazioni, lavorazioni in lamiera
, I 1 A L Y I
Représentants
Equipement pour machines-outils
A T T R E Z Z A T U R E PER
MACCHINE UTENSILI
Machines tools equipment
ITI
-
E
I R
•
ri
S.
A. C. V I D O T T O
TORINO
completi
F.
A.
OFFICINE PIEMONTESI - T O R I N O
Via B a l a n g e r o , 1 - Telefono 29-05-56
Industria specializzata fabbricazione frese utensili
ed attrezzi per la lavorazione meccanica del legno
Contachilometri
metri
indici
- Tachimetri
- Indicatori
livello
direzione
-
- Orologi - Manobenzina
Microviteria
e
Comandi
decoltaggio
l.
HANS PFISTER s.
Scalpelli, ferri, pialla, ecc.
Ciseaux de menuisiers, fers de rabots, etc.
Firmer and joiners chisel, piane irons, etc.
Formones para carpinteros, Hierros para cepillos, etc.
L E U M A N N
(Torino)
- T e l e f o n o
79-206
O. G. I. T.
Guernizioni
per testate di mo-
tori e guernizioni
OFFICINA GUERNIZIONI
Via
INDUSTRIALI TORINO
in
genere
Monginevro,
106
Telefono 38-00-94 - T O R I N O
PASQUINI M A R I O
U T E N S I L E R I A
C A R B U R A T O R E
T O R I N O - Corso Peschiera, 209 - Telefono 32-987
Punte
Maschi
AUTO
elica - Lime
e
filiere
- MOTO
- Seghetti - Mandrini
-
Strumenti
di
- Contropunte
misura
-
Barrette
rotanti
T O R I N O
trattate
- CICLI
Accessoires pour auto - moto - cycles
(Accessori e parti staccate per)
Accessoires for cars - motors - cycles
Controllate
il marchio
REGINA
Nizza,
SOLEX
SERVIZIO
NEI
PRINCIPALI
ITALIANA
VALVOLE
PER
T O R I N O
VINCEN*°
Z ET T E
Cristina,
- Via
55
-
MICROMOTORI
P E R
Madama
Telefono
BIC
2 tempi - 50 cmc.
61-544
T O R I N O - Corso Dante, n o (di fronte alla Fiat) - Tel. 693-386
"LEONE"
Specialità: Fodere per interno vetture
C L E T T E
di cilindrata
S. R. L.
INDUSTRIA TORINESE MECCANICA
V i a Consolata u
Accessori ciclo: Cerchi ferro viaggio e sport - Pedali con gomme
nere e bianche - Manubri sport e corsa - Forcelle elastiche per
micromotori
AUX
ANNONCEURS
PRIÈRE
- Tel. 40-584 - T O R I N O (704) Italia
C A R T O L I N E I L L U S T R A T E (Tecnofoto) —
PIASTRELLE
di C E R A M I C A per gabinetti, cucine, ecc. — S A C C H I C A R T A
chiusura a valvola di 3-4-5-6 fogli — D I S C H I di tutte le migliori
Case Italiane — C A L Z E N Y L O N di prima scelta e di prima qualità
Micromotori: Forcella-Motore: gruppo brevettato forcella elastica
— Motore: ciclo a 2 tempi - Cilindrata 48 cmc. Trasmissione
a rullo - Velocità 30 km-ora
ÉCRIVANT
C L O T I L D E "
Importazioni ed Esportazioni - Rappresentanze Nazionali ed Estere
T O R I N O - V i a Francesco Millio, 4 - Telefono 31-286
EN
Maisons
spécialisées
pour
l'importation-exportation eri
général — General importexport specialized firms
CASE SPECIALIZZATE PER
L'IMPORT AZIONE-ESPORTAZIONE
IN
G E N E R E
" S A N T A
M
ACCESSORI
E SELLERIA PER AUTO
11 miglior motorino per semplicità, rendimento e durata
Moteurs auxiliaires pour bicyclettes « LEONE » - Production de
qualité garantie - Caractéristiques:
petit moteur a axe vertical,
SO cmc. de cylindrée, traction à chaine, applicable au centre de gravite de n'importe quelle bicyclette - Simple, pratique, puissant, robuste
O
CENTRI
DI
PNEUMATICI
FABBRICA
I T
p. a.
Ul&ukio.
FABBRICA
T O R I N O - V i a Coazze, 18 - Tel. 70-187
LElfNt
8.
133 - Telefoni 690-720 - 690-854
OLTRE
DODICI
MILIONI
DI
CARBURATORI
IN CIRCOLAZIONE
IN
EUROPA
IL
CARBURATORE
ADOTTATO
IN
SERIE
DA TUTTI
I
COSTRUTTORI
DI AUTOMOBILI
IN ITALIA
E IN
EUROPA
STAZIONI
CatMb
- Via
Casa
DE
CITER
attrezzata
per
" C R O N A C H E
l'esportazione
di
qualsiasi
ECONOMICHE'
articolo
59
Fabriques de papier —• Paper mills
CARTIERE
C A R T I E R A ITALIANA
8.
C O S T R U Z I O N I
ELETTRO-MECCANICHE
Constructions électromécaniques
Electromechanical appliances
p. A.
C. R . A . E. M .
T O R I N O - Via Valeggio, 5 - Telefoni: 47-945 - 47"94 6 - 47-947
Telegr: C A R T A L I A N A
TORINO
Stabilimenti di Serra valle Sesia, fondati nel XVII
Secolo - Carta
da sigarette, da Bibbia « India », per copialettere, per calchi e lucidi,
per valori, da lettere, da disegno, da filtro, da registro, per offset,
quaderni, buste, ecc. - Stabilimento di Quarona: brevettata produzione di « membrane e centratori per altoparlanti » e prodotti vari
« Presfibra » (imballi per 6 bottiglie vermouth, custodie per fiaschi,
cassette imballo frutta, recipienti diversi, barattoli, flaconi, ecc.)
C A R T I E R A SUBALPINA S E R T O R I O S.PA.
Sede: T O R I N O - Corso Vinzaglio, n. 16 - Telefoni 45-327 - 45-337
Costruzioni
-
Riparazioni Applicazioni
Elettro
Meccaniche-Controllo Regolazione Automatismi Elettro Meccanici
T O R I N O - V i a Reggio, 19 - Tel. 21-646
Macchinario
elettrico - Avvolgimenti
dinamo, motori, trasformatori - Impianti elettrici automatici a distanza Regolazione automatica dell'umidità, temperatura, livelli, pressioni
- Impianti industriali alta e bassa tensione - Impianti e riparazioni
montacarichi - Forni elettrici industriali - Pirometri - Termostati
- Teleruttori
COSTRUZIONI METALLICHE,
MECCANICHE
ELETTRICHE E FERR O T R A N V I A R I E
Constructions métalliques,
mécaniques, électriques pour trains et tramways — Metallic, mechanical, electrical
constructions for rails and t r a m w a y s
Stabilimenti in Coazze (Torino) Tel. 705 (Giaveno)
Depositi: Torino, via A m . Vespucci, 69 - Bologna, via U g o Bassi, 10
Officine Meccaniche
- Genova, via Marcello Durazzo, 3 - Milano, via Presolana, 6
- Roma,
Concession.
Italia
Centro-Meridionale
U.C.C.I.,
via
8
Bertoloni,
Macchine
Produzione :
CARTE
FINI,
FINISSIME
E
COLORATE
DI
Chaìnes de transmission
TRASMISSIONE
Drive-chaines
C A T E N E
POCCARDI
V i a Martiri del X X I , 34 - P I N E R O L O
per
cellulosa
la
fabbricazione
- Fonderia
Ditta
della
ghisa,
bronzo
carta
BENEDETTO
PASTORE
Serrande
avvolgibili
ripiegabili
MOTO
-
V I A
T E L E F O N O
M A Z Z I N I
N .
CHIODI - VITI
AMI D A PESCA
N .
13
4 4 - 4 1 1
Clous - Vis - H a m e c o n s
Nails - Screws - Fishing-hook
O. M U S T A D & FIGLIO
Chiodi
per
ferrare
« D a r d o » metallici
- Cancelli
- Porte
P I N E R O L O
- Viti per legno
-
Ami
da
CONTATORI PER ACQUA
nafta - metano - vapore ecc.
di L a n e
Telefoni:
60
& C. TORINO
693-333
WHEIV
-
693-334
WRITIìXG
Via
Buenos
Telegr.
Esportazione
in
TO
Aires,
4
A D V E B T 1 9 E R 8
in
Borgosesia
M A N I M A Z
cotone,
rayon
e
fiocco
M A N I F A T T U R A
-
Via
Esportazione
e
tinti
P L E A 3 E
T O R I N O
di tessuti stampati e tinti,
pezze 'di
T O R I N O
MISACQUA
Portoni
« Lampo »
T O R I N O - V i a San Domenico, 11 - Tel. 46 732
Donati,
Telegrammi:
BOSCO
scorrevoli
-
M A N I F A T T U R A
M A Z Z O N I S
pesca
Compteurs d'eau et appareils de
contróle thermique — W a t e r meters
and thermic control instruments
avvolgibili
riducibili
S. A. Capitale interamente versato L . r .500.000.000
Sede e Direz. Gen. in T O R I N O , Corso Galileo Ferraris, 26
Telefono 45-976 - T e l e g r a m m i : M E R I N O S T O R I N O
Filatura con tintoria in Borgosesia - Telefono 3-11
Filiale in M I L A N O - V i a Leopardi, r - Tel. 8 o - g n
Filati
di lana pettinata greggi e tinti
Raw and dyed Threads of combed Wool
T e l e g r a m m i :
C O N T A T O R I PER A C Q U A ED
A P P A R E C C H I P E R IL C O N TROLLO TERMICO
« La
« L a corazzata » tubo-
Filés - Tissus - Fibres textiles
Y a r n s - Cloths - Textile fibres
Manifattura
SACCONE
avvolgibili
« L a c o r a z z a t a » - Finestre
FILATI - TESSUTI
FIBRE
TESSILI
INDUSTRIA
T O R I N O
avvolgibili
« L a corazzata » in duralluminio
AUTO
&
Esportazione
« La corazzata » - Serrande
corazzata » a maglia - Serrande avvolgibili
lare - Finestre
di M A R E N G O
Telefono 2r-024
Filiali: Milano - R o m a - Genova
C A T E N E
'della
leggere
di L U I G I e D O M E N I C O P A S T O R E - S. r. 1.
T O R I N O - Corso Firenze ang. via Parma, 71
CAMI
e
e leghe
di
in
M E N T I O N
di
11
12
-
MANIPONT
tessuti
pezze
DI
tinti
cotone,
CHO NACHE
P O N T
Telef.
42-835
TORINO
in
raion
filo
e
fiocco
E C O N O M I C H E
-
FONDERIE
SOC.
IN A C C .
SEMPL.
WILD
& C .
T O R I N O - Corso Galileo Ferraris 60 - Tel. 40-056 - 40-057 - 40-058
Telegrammi: W I L D E C O
Agenzie
Telefono
di v e n d i t a : M I L A N O
892-192 - Telegrammi:
TORINO
- Foro Bonaparte,
iz
BRUSABIGLI
MILANO
Tessuti di cotone candeggiati in semplici e doppie altezze - Tissus de
colon bianchi en simple et doublé largeur - Bleached cotton, sheetings
Herboristeries - E x t r a i t s pour vermouths et liqueurs — Herbs E x t r a c t s for vermouth and liquors
E R B O R I S T E R I E
ESTRATTI PER VERMOUTH E LIQUORI
TOMMASO C A R R A R A
Grams: C A R R A R A T O
Code Used A. B. C. 5 t h
TORTVn
R
Fonderies
Ditta S P A G N O T T O AGOSTINO
(dei F.lli Guido e Giuseppe Spagnotto)
TORINO
(Collegno) - Telefono 79-140
Fonderia e torneria metalli - « Fabbrica forniture ombrelle n Specialità fusioni in conchiglia
IMPIANTI
Installations électriques industrielles et civiles — Industriai
and civil electric establishings
ELETTRICI
INDUSTRIALI
E
CIVILI
M A S S E R A
,,
T O R I N O - V i a Belfiore, 19
Telefono 61-618
& 6 th E d . - B e n t l e y ' s
V
S. I. L . E .
E x t r a i t s pour liqueurs et pàtisserie
Confectionery and liquors extracts
Società Italiana Lavor. Estratti Aromatici
A .
delle a t t i v i t à della D i t t a O E H M E
&
N
C
Ufficio:
E
Via
Officina:
impianti e l e t t r i c i
industriali
T o r i n o
T O R I N O - Largo Bardonecchia, r75 - Tel. 70-008
Aggiudicataria
I
N
Z
O
TORINO
Import-Export. Erbe aromatiche medicinali, droghe - Polveri aromatiche per la preparazione di Vermouth dolce e secco - Fernet - Bitter
ecc. — Aromatic and medicinal herbs and drugs - Aromatic powders
for the preparalion of dry and sweet Vermouth - Fernet - Bitter eie.
E S T R A T T I PER
LIQUORI E PASTICCERIA
Foundries
Massena,
28
Telefono
48-042
Telefono
694-702
IMPIANTI
ELETTRICI
INDUSTRIALI
-
CIVILI
BAIER
di Torino - Provvedimento Ministeriale N. 414892 del 2 r - X I - i 9 4 8
E S T R A T T I
ESSENZE
per
industrie
per
fabbriche
- OLII
dolciarie
di
e conserviere;
liquori,
sciroppi,
INNOCUI
per pasticcerie,
vermout
e
acque
gelaterie;
gassate
Fournitures pour Fonderie
F o u n d r y Supply
désmfectants
disinfectants
S. A . C. I. T .
SPECIALITÀ ANTISETTICI
TORINO
FORNITURE
PER FONDERIE
Insecticides,
Insecticides,
INSETTICIDI
DISINFETTANTI
N A T U R A L I
- COLORI
- V I A VILLA
CHIMI
GIUSTI 9 -
TEL.
32.133
Prodotti chimici per
l'industria
per Vagricoltura Disinfettanti
Deodoranti
Insetticidi
Detersivi
- Cere
preparate
L A M I N A T U R A PIOMBO,
STAGNO, ALLUMINIO
Laminage en plomb, étain et aluminium
Lead, tin and aluminium rolling w o r k s
Soc. An. " I N D U S T R I A
STAGNOLE"
Capitale L. 48.000.000 interamente versato
T O R I N O - V i a Bologna, 120 - Tel. 21-326
Capsule
metalliche
per bottiglie
e spumanti
- Stagnole
bianche,
colorate, goffrate, litografate, per avvolgere cioccolato, formaggi, torroni, tabacchi ecc. - Qualsiasi
tipo di stagnola mista senza 0 con
carta paraffinata od incollata a strisele - Piombina
a vite per dentifrici,
in
stagno puro,
in fogli - Tubetti
vaseline, lanoline, colori e lucidi per scarpe ecc.
in piombo
placcato
stagno ed in piombo
puro
J
F O R N I T U R E
PER
INDUSTRIA EDILIZIA,
A G R I C O L T U R A
Fournitures pour industrie, édilité,
agriculture — Industriai, edile,
agricultural supplies
P A O L O S C R I B A N T E & C.
ARTUSIO & BUCHER
T O R I N O - V i a Principi d ' A c a j a , 61 - Telefoni: 73-774 - 70-600
Impianti
Materiali per costruzioni industriali, edilizie, ferroviarie - T r a f i l a t i Nastri - Laminati a freddo - Materiali ferroviari e decauville - Ferri
Machines et fournitures pour l'industrie
de la pàtisserie et confiserie — Machines
and supplies for confectionery industry
MACCHINE
PER L'INDUSTRIA DOLCIARIA E FORNITURE
per
T O R I N O
- Poutrelles - T u b i - Lamiere in ferro zincate - Metalli - A t t r e z z i
Costruttori
impresa ed agricoltura - Materiali leggeri per edilizia e per copertura
Biscotti
l'Industria
Alimentare,
Chimica
e
Dolciaria
- V i a Valentino Carrera, 67 - Telefono 77-20-60
macchinario
Wafer
-
per
Forni
pasticceria
elettrici
-
WENN SIE AN DIE ANNONCEURE SCUREIBEN, BEZIEHEN SIE SICH B I T T E AUF " CRONACHE ECONOMICHE "
Riparazioni
in
genere
61
C A R L O
S. I. M. U.
R A N A B O L D O
T O R I N O - V i a Giaveno, 23 - Telef. 23-864
Società Istrumenti e Macchine Utensili
Fabbrica di astucci e campionari per viaggiatori - Valigeria per
la presentazione dei prodotti — Fabrique d'etuis et marmottes
d'échantillons pour représentants et voyageurs de commerce
T O R I N O (411) - V i a Lamarmora, 58 - Telefoni: 53-001 - 48-844
Officine
TORINO
-
Meccaniche
VIA
LANUSEI,
19
GARETTO
-
TELEFONO
31-319
Tutte le macchine per la fabbricazione del cioccolato - Macchine
per pasticcerie (Nuove e d'occasione - Permute - Riparazioni)
Mulini a palle per vernici, da 200 a 1000 kg. di capacità
Reparto stampaggio lamiere
O. M. S. - O f f i c i n e M e c c a n i c h e
Sala
T O R I N O - V i a Piedicavallo, 19 - Tel. 70-054
Macchinari
e forni elettrici fissi, continui
a catene ed a nastro d'ac-
ciaio per biscotti, pasticceria e Wafers - Machines et fours électriques
fixes,
en continuité
patisserie
à chatnes
et à ruban
et Wafers - Fastened,
and electric - Furnaces
d'acier
pour
chained, steel banded -
for Biscuits,
Wafers
M A C C H I N E
LAVABIANCHERIA
Filiale di M I L A N O - V i a M. Macchi, 38 - Telefono 206-981
Rappresentante
per l'Italia
delle seguenti
Ditte:
ACIERA S. A. - Fabrique de Machines de Précision - Le Locle
ALFRED J. AMSLER & Co. - Sciafiusa
BAMMESBERGER & Co. - Leonberg b. Stuttgart
W. O. BARNES Co. INC. - Detroit
ANDRÉ BECHLER S. A. - Fabrique de Machines - Moutier
BILLETER & Co. - Neuchatel
F. BIRINGER - Constructions Mécaniques - Strasbourg
G. BOLEY - Werkzeug u. Maschinenfabrik - Esslingen - Neckar
BOHNER & KOHLE - Esslingen a. N.
DIAMETAL S. A. - Bienne
S. A. GIORGIO FISCHER - Sciaffusa
OSWALD FORST - G. m. b. H. - Solingen
FORTUNA WERKE A. G. - Stuttgart - Bad Cannstatt
SOC. GENEVOISE D'INSTRUMENTS DE 'PHYSIQUE - Ginevra
ERNST GROB - Zurigo - GROB BROTHERS - Grafton
LA RIGIDE S. A. - Rorschach
MOVOMATIC S. A. - Neuchatel
REISHAUER WERKZEUGE A. G. - Zurigo
ALFRED H. SCHUTTE - Werkzeugmaschinen - KSln-Deutz
SMERIGLIFICIO SVIZZERO S. A. - Winterthur
ALBERT STRASMANN KG. - Remscheid - Ehringhausen
GUSTAV WAGNER - Maschinenfabrik - Reutlingen
biscuits,
C A M U T soc. p. AZ.
Machinery
and Pastry
works
Machines à laver le linge
L a u n d r y washing machinery
T O R I N O - V i a Nicola Fabrizi, 42 - Telefono 77-36-72
Costruzione di rettificatrici idrauliche per superfici piane
CAMUT
Mod. 1400 - Torni paralleli - Torni a revolver K 25 e K 4
Costruzioni meccaniche in genere
Agente esclusivo di vendita: Ditta F R A N C E S C O C A P P A B I A N C A
" L A S O V R A N A " di Favaro Baldassarre
T O R I N O - V i a Villa Giusti, 8 - Tel. 31-136
Macchine
lavabiancheria
di
per uso domestico
lavanderia
per
istituti,
MATERIE
- Impianti
alberghi,
TORINO
completi
ecc.
-
Corso
PLASTICHE
Svizzera,
52
- Telefono
Matières plastiques —
B R E Z Z O & C. -
COSTRUZIONI
70-821
Plastic materials
MECCANICHE
T O R I N O - V I A M A S S E N A N . 70 - T E L E F O N O N. 62-28-11
MACCHINE UTENSILI
E
I N D U S T R I A L I
Ditta F R A N C E S C O C A P P A B I A N C A
T O R I N O
Commercio
Torni
di
Corso
Svizzera,
macchine
Marelli-Samas:
52
utensili
di ogni tipo - Fresatrici
Agente esclusivo
di vendita per l'Italia
Mod.
nuove
e
70-821
d'occasione
- Presse
della produzione
idrauliche
paralleli
meccaniche
STAMPAGGIO
PLASTICHE
tecnici - Rulli numerati
e ogni particolare d'auto
- Tastini
MATITE
AUTOMATICHE
-
Magneti
- Torni
per
calcolatrici
Porte-mines automatiques
A u t o m a t i c pencils
ecc.
F A C E R T
Fabbrica Articoli
a
CAMUT
per superfici
- Torni
Soc. p.
piane
Cancelleria
e Reclame
Torino
V i a Spalato, 94 - Tel. 380-808
Az.:
CAMUT
a revolver K 25 e K 4 -
in genere
CO. MA. U. R A .
COMMERCE
Particolari
Pomelleria
E
MATERIE
BOLEY
di rettificatrici
14.00 - Torni
Costruzioni
Telefono
- Rettifiche
Agente esclusivo di vendita della produzione
Costruzioni
-
Torni a revolver S. 36 tipo PITTLER
revolver 26 N. tipo
STAMPI
Machines industrielles et outillage
Tools and industriai machinery
MACHINES
OUTILS
-
Matite
matite
automatiche
speciali
—
a mina continua e cadente - Portapastelli
Porte-mines
automatiques
- Porte-mines
pastels et crayons
spéciaux
MATERIALI E APPA-
Matériels et
RECCHI
Electrical
ELETTRICI
e
à
appareils^électriques
materials
and
engines
REPRÉSENTATIONS
T O R I N O - C. Dante, 125 - Telef. 60-142
Fraiseuses mécaniques universelles
engrenages « Pfauter » automatiques
lèles mono et conopulie
conopulie
- Tours automatiques
EN
- Tours
- Rectifieuses universelles
- Perceuses sensitives
« Petermann
nental » pour tours parallèles
62
- Tailleuses pour
à différentiel
F A B B R I C A
M A T E R I A L I
E
A P P A R E C C H I
P E R L' E L E T T R I C I T À "
paral-
- Tours revolver - E t a u x l i m e u r s mono et
- Scies alternatives
internes, hydrauliques
et verticales
«
et pour
à banc et à colonne
» - Tourelles porte-fers « Conti-
- Pantographes pour gravures
ÉCRIVANT
AUX
etc.
ANNONCEURS
PRIÈRE
DE
CITER
"CRONACHE
ECONOMICHE"
SIAM
Iron furnitures
Meubles en fer
MOBILI IN FERRO
Società
Italiana
Arredamenti
PRODOTTI CHIMICI
Ditta
Metallici
F R A T E L L I
CATRAME E PRODOTTI DERIVATI
Catrame distillato fluido - CARBOLINEUM
- OLIO
MEDIO
- OLIO DI ANTRACENE
- OLIO
PER
IMPREGNAZIONE
LEGNO
OLI
NEUTRI
PECE
GRASSA
(Holzement) - CEMENTO
PLASTICO
(per riparazione
screpolature
di
terrazze,
manti
impermeabili,
cornicioni,
converse
ecc.)
VERNICI
NERE
AL
CATRAME
ed al
BITUME
OSSIDATO
- Idrofughe, elastiche, antiacide,
antiruggine, per protezione del ferro, legno e cemento
Mobili e schedari per ufficio - Arredamenti
navali - Arredamenti per ospedali e cliniche
Meubles et casìers pour bureau - Equipements
navals - Equipements
pour hópitaux et
Optique —
Opticalgoods
P R O D O T T I
ILOS
INDUSTRIA
S. B. L.
TORINO
Prodotti : Occhiali
LENTI
Via
sole - Occhiali
OCCHIALI
Nizza,
82
-
DA
SOLE
Telefono
693-345
vista in celluloide
- Lenti
gra-
in tutto il mondo
RAPPRESENTANTE :
Produits: Lunettes à soleil - Lunettes optiques en celluloide - Lentilles graduès blanches et couleur - Verres neutres en couleurs
lunettes à soleil —
Exportation
S P E C I A L I
A NTIBRINA
« ECLISSE
»
per
uso
agricolo
A N T I S C H I U M A
« P O R T E N T O «
COMPOSTO
PER
CAVI
ELETTRICI
EMULSIONI
BITUMINOSE
«EMULBIT»
MASTICE
PLASTICO
per serramenti e lucernari
SOLVENTE
PER
LAVAGGIO
« LINDEX
»
duate bianche e colorate - Vetri neutri colorati per occhiali sole —
Esportazione
dans le monde
ROSSI
pour
ENRICO
-
Stylos —
Fountain Pens
Saffi,
Il
-
PRODOTTI
Pompes
IDRAULICHE
hydrauliques
Hydraulic
FAR-
" VIRITAS "
Produits pharmaceutiques
Pharmaceutical
-
ISTITUTO
BIOCHIMICO
Manufactureers
and exporters of OPEIN
VIRITAS
the welknow
collyrium, SOL-JOD
« Viritas » collictorium, and other pharmaceutical specialties, and medicinal produits
Persiennes roulantes —
Lockings, rolling shutters
hydrauliques
Hydraulic
presses
PESTALOZZA
Corso IRe Umberto, 68
Telef. 40 849
a colonne per stampaggi bachelite, lamiere ecc.
in lamiera acciaio per stampaggio gomma
Persiane
Presses à colonne pour moula'ge de bakélite, estampage
de la téle etc. - Presses en tole d'acier pour le moulage
du caoutchouc
WRITING
TO
C.
T O R I N O
V i a Pietro Cossa, 22 - Tel. 77-42-70
WHEN
&
F.lli S A N D R E T T O
T O R I N O
Presse
Presse
S. p . A .
Producteurs et exportateurs de l'OPEIN
VIRITAS
le bien connu
collyrium, SOL-JOD
« Viritas » collutoire, et d'autres
spécialités
pharmaceutiques et médicinaux
SERRAMENTI
MECCANICHE
products
T O R I N O - Corso Vittorio Emanuele, 6-A
Tel. 81-420 - Telegr.: V I R I T A S T O R I N O
Pompe per alte pressioni a stantuffi e
rotative - Accumulatori
idropneumatici
- Distributori a comando - Macchine
idrauliche per ogni
applicazione
Pompes pour hautes pressions, rotatives et à pistons Accumulateurs
hydropneumatiques
- Distributeurs
à
comande
- Machines
hydrauliques
pour toutes
applications
Presses
- Tel. 40-584 - T O R I N O (704) Italia
pumps
F.lli S A N D R E T T O
IDRAULICHE
C L O T I L D E "
MACEUTICI E AFFINI
T O R I N O - V i a Pietro Cossa, 22 - Tel. 77-42-70
COSTRUZIONI
Milano
RAPPRESENTANTE
ESCLUSIVA
FER TUTTO
IL
MONDO
« A Z O T A N » Nitrogen vita naturale pregiato - Fertilizzante
humus
concentrato (Brevetto Ing. Tanzarella) — Colorante « T E A » Uso
famiglia (Prodotto Rebaudengo)
M E D I C I N A L I : Histophil - Toss - Neurophil della L.P.M.
Clorargil Gengivario - Clorargil Colluttano - Polvere adesiva per
dentiere - Polvere dentifricia - Antinevral cachet della Ossan
LA STILOGRAFICA C A P O L A V O R O
STILOICCNICA PAGLIETO TORINO-SETTIMO JJ
PRESSE
A.
Importazioni ed Esportazioni - Rappresentanze Nazionali ed Estere
V i a Consolata, n
POMPE
Via
entier
" S A N T A
PENNE STILOGRAFICHE
COSTRUZIONI MECCANICHE
MELLÉ
Via G. Fagnano, 27 (ang. via Avellino) - Tel. 70-050
T O R I N O
Sede in Torino
Corso Massimo D'Azeglio, 54-56
Capitale L. 66.000.000
OTTICA
Produits chimiques -— Chemicals
ADVERTISERS
PLEASE
Tende
Ì11ENTION
"CRONACHE
ed
autotende
ECONOMICHE"
avvolgibili
brevettate
63
SPEDIZIONIERI
SPECIALIZZATI
C O S T R U Z I O N I
A V V O L G I B I L I
PIETRO
T E N D E
S.
P.
A C C E S S O R I
N u o v i
A.
E L E M E N T I
T O R I N O - V i a Giotto, 25
O S C U R A N T I
Tel.: 6g.47.27 - 69.07.72
COSTA
ALBERTO
Posa
-
persiane
Corrispondenti:
-
V
Liquid
M
l
i
Maschi e filiere di precisione
Assortimenti in cassetta per filettare
ANTISETTICI
Tarauds et filieres de precision
Assortiments en boite de bois pour fileter
Disinfettanti
Insetticidi
Precision taps an dies
Threading sets in wooden-box
GRAFITE
Cercasi A g e n t i in tutti i Paesi del Mondo
On cherche des représentants dans tous les P a y s
W a n t e d agents for ali the world
Tale graphite — Tale graphite
S O C I E T À T A L C O E G R A F I T E V A L CHISONE
T O R I N O
Soc. p. Azioni
PINEROLO
Talco e Grafite d'ogni qualità - Elettrodi in grafite
naturale per forni elettrici - Materiali
isolanti
in Isolantite
e Talco ceramico per elettrotecnica
(Jtaly) - Corso Casale, 130 - Telefono N . 81.101
VINI
Filières
—
Wiredrawing
Wines
Vins
FRATELLI
TRAFILERIE
l
FABBRICA ITALIANA UTENSILI
FABRIQUE ITALIENNE D'OUTILS
I T A L I AN T O O L S
FACTORY
Soaps
CHIMICI
INDUSTRIALI
Torino: Via Villa Giusti 9 - Tel. 32.133
TALCO
Tools
Outils
erniciatuva
Savons liquides —
Saponi liquidi D eodoranti
-
YORK
UTENSILI
S. A . C . I. T .
SPECIALITÀ
d'Europa
- BASILEA - NEW
O
SAPONI LIQUIDI
TRASPORTI
E
Internazionali terrestri e marittimi
in tutte le principali città
Case alleate: V I E N N A
avvolgibili
Riparazioni
SPEDIZIONI
Agenzie: C H I A S S O - L U I N O - D O M O D O S S O L A - T R I E S T E
VENEZIA
T O R I N O - V i a Ricaldone, 51 - Tel. 35-608
Fabbrica
SICCO
Sede: T O R I N O - V i a Cialdini, 19-21 - Telefoni: 70-744 - 73-228
Filiali: M I L A N O : V i a Tartaglia, 7-9, Tel. 95-678, 981-406 R O M A : V i a Ger. Benzoni, 55, Tel. 571-064, 571-252 - V i a Arco
della Ciambella, 8 A, Tel. 53-158 - G E N O V A : V i a Cairoli, 14,
Tel. 25-690 - N A P O L I : V i a Giovanni Manna, 27; V i a S. Giovanni
in Corte, 25, Tel. 21-490 - B I E L L A : Viale G. Matteotti, 29,
Tel. 35-13 - B O R G O M A N E R O : V i a Arona, 31, Tel. 167 - B O R G O S E S I A : V i a Gilodi, 7, Tel. 319 - O M E G N A : V i a G. Ferraris
(Piano Egro), Tel. 298
T A P P A R E L L E
C.A.T.T.A.N.E.O.
Maisons spécialisées de transports
Specialized forwarding Agents
OCCHETTI
DI
PIETRO
T O R I N O - Corso Venezia, 8
Works
Telefoni:
22-113/14
C O M F E D E
Vini
LAMINATI
TORINO
-
-
TRAFILATI
via
Vochieri,
8 -
BULLONERIA
Telefono
- Vini
Wines
3-12-23
Vins
liquorosi
- Sweet Thick
- Vins
- Mistelle
Wines
liquoreux
-
Esportazione
- Mistelle
- Vin Mistelle
Wine -
Exportation
Exportation
r;= CateMo jAt&asxo
REGINA
FABBRICA
TORINO
M I E
GIRAUDO,
TUTTE
- VIA
l i r a
AMMENDOLA
LE L A V O R A Z I O N I
ITALIANA
COAZZE
N. 18 - TELEFONO
m u s i
&
AL C R O M O
PEPINO
ED AL
DI
VEGETALE
V A L V O L E
PER
PNEUMATICI
70.187
/Qwministrazìone:
TORINO
- VIA ANDREA DORIA, 7 - TELEF. INT. 47.28S - 42.007
•Stabilimento:
CASTELLAMONTE
- TELEFONO 13 - C. C. I. TORINO 64388
La collaborazione a Cronache Economiche è per invito. L'accettazione degli articoli dipende dal giudizio insindacabile della Direzione. La responsabilità per gli articoli firmati spetta esclusivamente ai singoli autori. La riproduzione totale o parziale del contenuto della rivista può essere
consentita soltanto dalla Direzione.
Abbonamento annuale
L. 2500
Direzione - Redazione e Amministrazione
Versam. sul c/o postale Torino n. 2/31608
Semestrale
. 1300
TORINO - PALAZZO CAVOUR
Spedizione in abbonamento (3° Gruppo)
,,
Via Cavour, 8 - Telef. 553.322
lascerò li uoppio)
Autorizzazione del Tribunale di Torino
. I n s e r z i o n i p r e s s o g l i U f f i c i di
Una copia costa L. 250 (arretratali doppio)
in data 25-3-1949 - N. 430
Amministrazione
della
Rivista
STAMPATO
64
SU C A R T A
FORNITA
WENN SIE AN DIE A N NO N CE I R E
DALLA
CARTIERA
SUBALPINA
SCHREIBEN, BEZIEHEN S1E SICH B I T T E A L I
SERTO
RIO
S.
p .
A
CRONACHE ECONOMICHE "
CAMERA
DI
COMMERCIO
INDUSTRIA
E
AGRICOLTURA
DI
( Cont,Intuizione
da
pagina
7)
238.034 - P I O V A N O T T O ERMENEGILDO - combustibili solidi Torino, v. G u a s t a l l a 25.
238.035 - BEVIONE V I T T O R I O comm. paste alimentari e lav.
pasta fresca - Torino, v. Spotorno 25.
2.'8.036 - G A R R O N E CONIUGI Eoe.
di f. - commestibili e drogher à - Torino, v. Ceresole 2, ang.
\. Belmonte 12.
31-10-1952
238.037 - POR-GEN C A R T A , F O R NITURE G E N E R A L I C A R T E IMBALLO di GIUSEPPE V O T T E RO - vendita all'ingrosso carta
Imballo - Torino, v. Ormea 33.
238.038 - FILLIA VINCENZO - lattoniere - Torino, c. Sommelller
n. 29.
238.039 - CHETTA APOLLONIO O T T O R I N O - falegname - Torino,
v. Malone 34.
238.040 - C A S E L E T T O & C. s. di f.
- fabbr. tendaggi e tessuti Chleri, v. Angelo Mosso.
238.041 - B O R T O T G U I D O - carpenteria edile - Torino, c. Palestra 3.
238.042 - BONA V E G L I O GIUSEPPE
vini, liquori
in
recipienti
chiusi - Moncalieri, v. Gorizia 2.
238.043 - A R I O T T O DOMENICO pastificio - Candla C.se. v. Roma 35.
238.044 - SAMPO' G I U S E P P E - riparazione mobili a n t i c h i - T o rino, p. Bottesini 1.
238.045 - R O B E R T O S I L V I O - commissionarlo e mediatore di autoveicoli - Torino, v. B a v a 19.
238.046 - S. P. A. P O Z Z O L I - comm.
e rapp.za di burro, formaggi,
salumi, importazione ed esportazione - Torino, v. Lamarmora
n . 60.
238.047 - M O N T E R S I N O A R T U R O c o m m . amb. pesce fresco - T o r i no, v. Pisa 13.
238.048 - MOLINO F R A T E L L I PEILA s. di f. - molino cereali Valperga C.se, v. G a l l e n c a 25.
238.049 - M A R R O DOMENICA a m b u l a n t e mercerie - Torino,
v. Passo Buole 17-24.
238.050 - L A N A R O U M B E R T O &
A R R O B I O A L D O - rlquadratore
edile - Torino, v. P i f f e t t l 42,
238.051 - G I A R G I A L U C I A . amb.
scampoli - Torino, v. S. T o m maso 1.
238.052 - G H I O T T I RENZO - comm.
mobili al m i n u t o - Torino, via
Chiesa della S a l u t e 81.
238.053 - I N D U S T R I A
CHIMICA
LAVORAZIONE
AUSILIARI
I.C.L.A. s. r. 1. - P r o d u z . e
comm. di prod. chimici ausiliari per le Industrie - Torino, via
G i o l i t t i 20.
238.054 - C O O P E R A T I V A P R O D U T TORI LATTE
QUATTRO CASE
s. r. 1. - industr.a di raccolta e lavorazione del latte Caselle Torinese, v. Torino.
238.055 - C O N S O R Z I O F R A C O M MERCIANTI
GROSSISTI
DI
S P E C I A L I T À ' MEDICINALI soc.
cons. - comm. ingr. specialità
medicinali - Torino, c. Vittorio
E m a n u e l e 80.
238.056
SOC.
IMMOBILIARE
V E G G I A s. r. 1. - l ' a c q u i s t o di
terreni e di immobili in genere
- Torino, c. S. M a r t i n o 2.
TORINO
MOVIMENTO
ANAGRAFICO
238.057 - SOCIETÀ' IMMOBILIARE
A S S I E T T A 53 s. p. a. - compravendita, costruzione e amm. di
immobili - Torino, v. Cenischìa
n. 50.
238.058 - P R O D O T T I INDUSTRIALI
MATERIE
PLASTICHE
P.I.M.P. s. r. 1. - lavorazione delle materie plastiche - Torino,
v. Cesare Battisti 1.
238.059 - IMMOBILIARE GEMMA
s. r. 1. - l'acquisto, la c o n d u zione di beni immobili - Torino,
v. Tonco 18.
238.060 - IMMOBILIARE C R O C E T T A s.r. 1. - acquisto, amm.,
vendita di beni immobili - Torino, c. Re Umberto 23.
238.061 - S O U B E R A N ANNA ISOLINA in MAS'SET - comm. all'Ingrosso ed al m i n u t o vini,
liquori, cartoleria, mercerie, ecc.
- Bardonecchia, v. Giolitti 20.
238.062 - MANZONE B E N E D E T T O comm. generi di salumeria - Torino, v. Celimi 26.
238.063 - V A C C A G I U S E P P I N A in
ALBESANO - paste alimentari,
pane, pasticceria secca e dolciumi - Torino, v. G i o l i t t i 40.
238.064 - A R T U S I O GIUSEPPINA pettinatrice - Torino, v. M o n t e vecchio 7.
238.065 - T R E S O L D I T E R E S A in
A M A T O - torrefazione, c o m m e stibili, drogheria e vini all'ingrosso - Torino, v. P. Amedeo
n. 27.
NOVEMNNE
1 9 ,-. -2
3-11-1952
238.066 - C A T T E L I N O MICHELE comm. all'ingrosso legnami, abb a t t i m e n t o p i a n t e - Lemie, via
Villarettl 18.
238.067 - C O S T E L L I GIUSEPPINA
ved. B A R D O N - a m b u l a n t e m a glieria - Torino, v. B e l m o n t e 1.
238.068 - C A V A L O T IDA in F E R R O G L I O - comm. carni ovine, caprine, pollame e uova - T o r i no, v. S a l a b e r t a n o 70.
238.069 - DI G E N N A R O M A R I A a m b u l a n t e olio, f o r m a g g i - Venaria, c. A v i a z i o n e 60.
238.070 - F L E R I A N T O N I N O - a m b u l a n t e m a n u f a t t i e tersuti Torino, v. F r a n c o Bonelli 2.
238.071 - G A L L O G I O V A N N I - a m bulante berretti, g u a n t i , g i u b b e
in pelle - Torino, v. Melezet 6.
238.072 - P A T R U N O R O C C O - barbiere - Torino, v. S a n t a Chiara
li. 54.
238.073 - P.E.R.C.H.I.M., P R O D O T T I
E
RICERCHE
CHIMICHE
di
RONCO A D O L F O - ricerche chimiche, produzione e vend. prod.
chimici in genere - Torino, corso Rosselli 11.
238.074 - SOLA G I O V A N N I - costruzioni edili - Torino, corso
Belgio 118.
238.075 - S.I.R.E. S O C I E T À ' IMPORTAZIONI RAPPRESENTANZE E S T E R E s. r. 1. - i m p o r t a z .
rappr. estere di articoli di u t e n sileria - Torino, c. Vittorio E m a nuele 100.
238.076 - S O C I E T À ' I M M O B I L I A R E
S. T E R E S A s. r. 1. - costruzione
casa civile e c o n d u z i o n e i m m o bili - Torino, c. U n i o n e Sovietica 217.
238.077 - S O C I E T À ' I M M O B I L I A R E
S. R I C C A R D O s. r. 1. - c o m p r a v e n d i t a di i m m o b i l i rustici ed
urbani, lavori di costruz. edile
- Torino, c. F r a n c i a 210.
238.078 - IMMOBILIARE WAMPA
s. r. 1. - acquisto, amm. immomobili - Torino, v. Carlo Alberto 18.
238.079 - C A L V O CARLO - riparaz i o n i elettromeccaniche - Torino,
v. Rondissone 9.
238.080 - C A V A L L O STEFANO f u
Giacomo e MORELLO ROSINA
f u Dalmazzo s. di f. - osteria Torino, v. M. Cristina 137.
238.081 - I N D U S T R I A L A V O R A Z I O NI CONCIARIE e A F F I N I I.L.
C.E.A. s. p. a. - ind. conciaria,
comm. di materie prime - Torino, v. Borgosesia 56.
238.082 - SOC. AZIONARIA IMMOBILIARE
GESTIONI
FONDI
A G R I C O L I S A I G F A s. p. a. l'acquisto, l'amministrazione di
f o n d i rustici, ecc. - G e n o v a e
Torino, v. A. Doria 15.
5-11-1952
238.083 - S T E L L A AC.RI. s. r. 1. commercio e rappr. accessori e
pezzi di ricambio per moto, a u to, scooters, n o n c h é off. riparaz.
- Torino, v. Pinerolo 4.
238.084 - M A G I S T R A L E F I L I P P O edile - Torino, v. R e a n o 2.
238.085 - R E G E LORENZO - a u t o trasporti c o n t o terzi - Giaveno,
v. Ollasio 21.
238.086 - T R I N C H E R Ò MARIA all'ingrosso vino - Torino, via
Beinasco 14.
238.087 - B A R B E R A SECONDINO comm. cereali, foraggio, legna Verolengo, fraz. Borgo Revel.
238.088 - CASALONE TERESINA a m b u l a n t e verdura - Torino, via
V e n t i m i g l i a 34.
238.089 - G I R I V E T T O G I U S E P P E artig. m i n u t e r i e m e t a l l i c h e - T o rino, v. Gravere 28.
238.090 - N E G R O L U I G I & MONAS T E R O L O B A R T O L O M E O SOC.
di f . - materiali edili all'ingrosso - Torino, v. Pomaro 5.
238.091 - M A R C H E T T I G I U S E P P E vendita al m i n u t o mobili - T o rino, v. Revello 58.
238.092
SOC.
IMMOBILIARE
S A O R G I O s. r. 1. - acquisto,
vendita,
costruzione,
gestione
Immobili - Torino, v. Saorgio 18.
238.093 - SOC. I M M O B I L I A R E S.
A L F R E D O s. r. 1. - l ' a c q u i s t o di
terreno per la costruz. di stabile
e la gestione i m m o b i l i - Torino,
c. Unione Sovietica 217.
238.094 - S O C I E T À ' I M M O B I L I A R E
S A N T A C A T E R I N A s. r. 1. l'acquisto di u n terreno per la
costruzione di case abitazione,
la c o n d u z i o n e e la gestione dell'immobile - Torino, c. Unione
Sovietica 217.
238.095 - S O C I E T À ' I M M O B I L I A R E
S A N T A L U C I A N A s. r. 1. - acquisto di terreno per la costruzione dì case abitazione, la c o n duzione e la gestione d e l l ' i m m o bile - Torino, c. Unione Sovietica 217.
238.096 - S O C I E T À ' G E S T I O N E AUT O R I M E S S E S O G E A s. r. 1. acquisto di u n terreno per la
costruzione e la gestione i m m o bili - Torino, c. Unione Sovietica 217.
238.097 - R I G E N E R A Z I O N E L A V O RAZIONE
FERRO
RI.LA.FER.
s. p. a. - commercio di materiali
ferrosi, m e t a l l i in genere e lavorazione del ferro - Torino, via
T r o n z a n o 10.
compravendita tessuti all'ingrosso ed al dettaglio - Torino, via
Casteldelflno 79.
238.098 - TESSILZETA s. r. 1. industria costruzione, m a n u t e n zione edile e stradale - Torino,
v. Garibaldi 23.
238.100 - S. R. L. IMMOBILIARE
S'. ONOFRIO - l'acquisto, la vendita. l'amministrazione di immobili - Torino, v. Pietro Mlcca
n. 8.
238.101 - D E Z Z U T I CAROLINA osteria - Torino, c. P. Oddone
n. 14.
238.102 - DI V A J O MARIA LUISA comm.
biancheria,
maglieria,
ecc. - Torino, v. Asinarl di Bernezzo 72.
238.103 - T U R C O DORINA - latteria - Torino, v. Germanasca
n. 4.
238.104 - MONDINO G E R V A S I O lattoniere idraulico - Ivrea, vicolo Borgetti 6.
6-11-1952
238.105 - D O T T . E R N E S T O BALMA
- rappresentante - Torino, piazza Stampalia 5.
238.106 - BUFFA GIUSEPPE - a m bulante olio, scatolame, burro,
ecc. - Torino, v. S. Donato 62.
238.107 - F A C I T , FASSINO ANGELO, Confezioni Ingrosso Tessuti
- comm. tessuti, abiti, impermeabili all'ingrosso - Torino, via
Ormea 140.
238.108 - PIA GIUSEPPINA - riv.
pane e pasticceria - Torino, via
Frassinetto 36.
238.109 - T U R S O S A L V A T O R E impresa pulizia - Moncalieri, via
Sestriere 50.
238.110 - L.A.R.E., L A B O R A T O R I O
A P P A R E C C H I B R E V E T T A T I EL E T T R I C I di T O Z Z I ALBINO riparazione apparecchi elettrici.
- Torino, v. Spalato 82.
238.111 - A L B E R G O S T E L L A A L P I NA di B O V O F R A N C E S C A in
C A N O V A - locanda, ristorante Andrate, p. Felice Cavallotti 29.
238.112 - B I A N C O R O S S O G I U S E P P E
- a m b u l a n t e f r u t t a e verdura Venaria v. S. Marchese 9.
238.113 - B E R T A L M I A PIO - parrucchiere per signora - C a r m a gnola, v. Ferruccio Valobra 72.
238.114 - B A R B I E R I P A O L O - amb.
maglierie e calze - Torino, p i a z za. Vittorio Veneto 2.
238.115 - A S I L O B. S. V A L F R E ' .
SCHIAVINO
di
BACCHIORRI
rag. A D O L F O - propaganda e
v e n d i t a a scopo benefico articoli
di cancelleria, detersivi ed affini - Torino, v. Garibaldi 53.
238.116 - A L O I MARIA - comm. al
m i n u t o cartoleria e giocattoli Torino, str. Cuorgné 57.
238.117 - A L E S S I O A N T O N I O - amb u l a n t e verdura - Torino, via
Saluzzo
238.118 - C L A U D I O D E L M A S T R O di
G I O V A N N I - artig. stamperia
tessuti - Chleri, viale F i u m e 9.
238.119 - B O V E N Z I T E R E S A in A C CARDO - ambulante manufatti
- Torino, c. Peschiera 163.
238.120 - G A I D A N O D O M E N I C O &
B I O R A M A R I O s. di f. - a u t o trasporti c o n t o terzi - Torino,
v. Caprera 24.
238.121 - C R A V A N Z O L A ANNA di
C A R L O - l a t t e r i a - Torino, via
Salerno 9.
238.122 - M A T T E O N I RENZO
a m b u l a n t e pesce fresco - Torino,
v. C o t t o l e n g o 43.
65
238.123 - M A G G I U L L I L U I S A - a m b u l a n t e fiori - Torino, c. R e g i n a
Margherita 121.
238.124 - L O I O D I C E G I U S E P P E a m b u l a n t e cravatte, pelletterie,
ecc. - Torino, v. F.lll C a l a n d r a
n. 11.
238.125 - I S T I T U T O E D I T O R I A L E
EUROPEO di T R A B U C C O R E MO & C A R L U C C I
GIUSEPPE
s. n. coli. - p u b b l i c a z i o n e e d . f f u s l o n e di opere editoriali - T o rino, c. S. M a u r i z i o 73.
238.126 - L A V A R I N O & C. - eoe.
n. coli. - gestione autorimessa e
officina riparazioni autoveicoli Torino c. Vittorio E m a n u e l e 24.
238.127 - G U G L I E L M I N O T T I E R MELINDA - a m b u l a n t e maglieria
e calze - Torino, v. M o m b a r c a r o
n . 34.
238.128 - G A R D I N NORMA - a m b u l a n t e fiori - Torino, v. Borgo
Dora 3.
238.129 - F R A N C O C O S T A N T I N O autotrasporti c o n t o terzi - T o rino, c. E m i l i a 29.
238.130 - F A N T O L I N O G I N O G I U SEPPE - a u t o t r a s p o r t i c o n t o terzi - Torino, v. L u c e n t o 124.
238.131 - D E M A T T E I S ILDA - s t o f fe al m i n u t o - Borgone di S u s a
(Torino), v. A. A b e g g 1.
238.132 - M U S S O G I U S E P P E - art i g i a n o edile - Cuceglio, v. B i a n co 75.
238.133 - R A C C A G I O V A N N I B A T T I S T A - lavorazione art'giana
grassi a n i m . - Rivoli, v. F i o r i t o
n . 10.
238.134 - M O S S O B E R N A R D I N O artig. c o n f e z . f o d e r a m e per a u to - Torino, v. G . C o l l e g n o 49.
238.135 - M O S C H E T T O E M I L I O amb. p a l l o n c i n i di g o m m a - T o rino, v. S t a m p a t o r i 15.
238.136 - B E R G O G L I O E D O A R D O osteria - Torino, v. C a n o v a 40.
238.137 - S P E R O N E G I O V A N N I c o m m . al m i n u t o
cancelleria,
cartoleria, e libreria - Torino,
v. Duchessa J o l a n d a 14 A .
238.138 - S P I L O T R I R E D A O L I M P I A in R O G G I E R O - c o m m e stibili - Torino, v. C u m i a n a 29.
238.139 - B R U S T O L I N L U I G I - osteria - Torino, c. P a l e r m o 93.
238.140 - D E M A R I A LUIC-I R O B E R T O - a m b . f e r r a m e n t a ed
a r t : c o l l a f f i n i - Clrlè, v. M o n t e
G r a p p a 27.
238.141 - V O U C H G I O V A N N I A N T O N I O - a m b . mercer.e e c h i n caglierie - Ciriè, v. G . M a t t e o t t i
n. 14.
238.142 - E R M A N I S R O S A - c a f f è bar - T o r i n o , v. A n d o r n o 34.
238.143 - M A R I E T T A G I A C O M O bar - T o r . n o , v. A n d o r n o 34.
238.144 - B O N O E L S A - fiori in g e nere al m i n u t o - C a s t e l l a m o n t e ,
v. Carlo B o t t a 41.
238.145 - E L I A G I U S E P P E - c o m m .
ingrosso e m i n u t o l e g n a m i G a r z i g l i a n a , v. P i a v e 6.
238.146 - N I C O L A P I E T R O - l o c a n da con r i s t o r a n t e - C a r m a g n o l a
v. F r a t e l l i Vercelli 13.
238.147 - S A R A C C O M A R G H E R I T A
ved. D E L L A C R O C E - vend. a l l'Ingrosso v i n i - Cercenasco, via
R o m a 10.
238.148 - R O S E L L I N I M A R I O
m e c c a n i c o - Caluso, v. D o b e r d ò
n . 2.
238.149 - M U S S I N O E R C O L I N A c a l z a t u r e al m i n u t o - A l m e s e ,
v. A v l g l l a n a 5.
238.150 - C A F F É ' D ' O R I E N T E di
CHIANTARETTO BRUNO - caff è - C a s t e l l a m o n t e , v. Crosa 12.
238.151 - A L L I A N O A R C H I M E D E m a c e l l e r i a b o v i n a e rlv. al m i n u t o s a l u m i - Almese f r a z . R i vera, borg. T e t t i S. M a u r o 71.
7-11-1952
238.152 - G I A N O T T I P I E T R O
m e c c a n i c a - T o r i n o , v. M a r c o
P o l o 26.
238.153 . C O R S I A N G E L O - v e n d i t a
calze al m i n u t o - T o r i n o , v. C l brarlo 57.
238.154 - A U T O R I M E S S A
MOLIN E T T E di B E L F O R T E E M I L I O rlp. a u t o e a u t o r i m e s s a - T o r i no, v. M e n a b r e a 9.
238.155 - B A S I L E R A F F A E L E , F E R MANN - t r a s f o r m a z i o n e d e l l ' a l c o o l in p r o f u m i , cosmesi ed a f fini - T o r i n o , v. G r a d . s c a 75 A.
238.156 - A L O V I S I O M A R I O - f a b bro m e c c a n i c o - T o r i n o , v. B o g l n o 10.
238.157 - V I G N E T T A S E R G I O - c o s t r u t t o r e edile - Plnerolo, v S i l vio P e l l i c o 4.
66
238.158 - F R A T E L L I
TORRETTA
s. di f. - m e c c a n i c a - T o r i n o ,
c. T o r t o n a 36.
238.159 - P E T T O R R U S O MICHELE
- a m b u l a n t e f r u t t a - Torino, via
L a n z o 11.
238.160 - MENZIO G I A C O M O - tess i t u r a a r t i g i a n a - Chieri, v. del
G i a r d i n i 4.
238.161 - L O T I T O A N T O N I O - vini
ad esportarsi al m i n u t o - V e n a ria, v. S. Marchese 9.
238.162 - L A P I E R U M B E R T O - a m bulante
formaggi
Venaria,
str. Caselle 40.
238.163 - G I A C O M E L L I B I A N C A in
P A R I S S E N T I - cartoleria e gioc a t t o l i - Torino, v. F r e j u s ang.
c. Peschiera.
238.164 - F E R R A R I S M A R I A - c o n f e z i o n i per signora e t e s s u t i al
m i n . - Torino, v. C a r r ù 9.
238.165 - C E R R I N A G I O V A N N I v e n d i t a vino all'Ingrosso - C h i u sa S. Michele, str. S t a t a l e 26.
238.166 - C O N T I N F U L L E R - a m b .
c h i n c a g l i e r i e - T o r i n o , v. M o r o z z o 30.
238.167 - C A C E, C O N F E T T U R E
ALIMENTARI
CONCENTRATI
E L E T T R O C H I M I C I di A N T O N I NI A L B E R T O - r a p p r e s e n t a n z e
- T o r . n o , v. Barge 5.
238.168 - A.M.A.F., A P P L I C A Z I O N I
MANOMETRI
FLUIDOSTATICI
di M A R Z I A N N A M A R I A - i n d .
manometri fluidostatici brevett a t i , ecc. - T o r i n o , v. F i l a n g i e r i
n. 11.
238.169 - S. C E S A R E I M M O B I L I A RE s. r. 1. - c o n d u z i o n e degli
i m m o b i l i diversi - T o r i n o , v.a
V a g n o n e 3.
238.170 - I M M O B I L I A R E G U A S S O
& S P A G N O L I s. r. 1. - a c q u . s t o ,
vendita, permuta e conduzione
degli i m m o b i l i - T o r i n o , corso
Lecce 25-9.
238.171 - T E R R E R E F R A T T A R I E E
D E R I V A T I T E . R E .DE. s. r. 1. lav. e c o m m . di m a t e r i a l i ref r a t t a r i e d e r i v a t i - T o r i n o , via
S a l a b e r t a n o 92.
238.172 - A L M A s. r. 1. - c o n d u z i o n e e a m m i n i s t r a z i o n e di i m m o b i l i - T o r i n o , v. delle O r f a n e
n . 10.
238.173 - M A R O s. p. a. - i n d . e
c o m m . di q u a l u n q u e g e n e r e n e l
r a m o edile - T o r . n o , v. delle
O r f a n e IO.
238.174 - IBE, B R E V E T T I I R A C I
s. r. 1. - s f r u t t a m e n t o b r e v e t t i
r i g u a r d a n t i f a r i , ecc. - T o r . n o ,
v. S. B e r n a r d i n o 29.
238.175 - S O C . I M M O B I L I A R E N A V I L E < S E T T E > s. r. 1. - l ' a c q u i s t o terreno, c o s t r u z . f a b b r i c a t i e l ' a m m . degli stessi - M o n calierl, v. G o i t o 5.
238.176 - S O C . I M M O B I L I A R E N A V I L E < O T T O > s. r. 1. - l ' a c q u i sto terreno, c o s t r u z . f a b b r i c a t i e
l ' a m m . degli stessi - T o r . n o , v i a
G a r i b a l d i 20.
238.177 - S O C . I M M O B I L I A R E N A V I L E < D I E C I » s. r. 1. - l ' a c q u i s t o t e r r e n o c o s t r u z . di f a b bricati e l'ammlnlstraz.
degli
stessi - T o r i n o , v. G a r i b a l d i 20.
238.178 - S O C . I M M O B I L I A R E N A V I L E i U N D I C I » s. r. 1. - l ' a c q u i s t o t e r r e n o c o s t r u z . di f a b b r i c a t i e l ' a m m . degli stessi T o r i n o , v. G a r i b a l d i 20.
238.179 - S O C . I M M O B I L I A R E N A V I L E < D O D I C I > s. r. 1. - l ' a c q u i s t o t e r r e n o c o s t r u z . di f a b b r i c a t i e l ' a m m . degli stessi T o r i n o , v. G a r i b a l d i 20.
238.180 - S O C . I M M O B I L I A R E N A V I L E . Q U I N D I C I » s. r. 1. - l ' a c q u i s t o terreno, c o s t r u z . f a b b r i c a t i e l ' a m m . degli stessi
T o r i n o , v. G a r i b a l d i 20.
238.181 - S O C . I M M O B I L I A R E N A V I L E < S E D I C I » s. r. 1. - l ' a c quisto terreno, costruz. f a b b r i c a t i e l ' a m m i n . degli stessi , T o r i n o , v, G a r i b a l d i 20.
238.182 - S O C . I M M O B I L I A R E N A V I L E < D I C I A S S E T T E » s. r. 1. l'acquisto terreno, costruz. f a b b r i c a t i e l ' a m m . degli stessi T o r i n o , v. G a r i b a l d i 20.
238.183 - S O C . I M M O B I L I A R E N A V I L E < D I C I O T T O > s. r. 1. l'acquisto terreno, costruz. f a b b r i c a t i e l ' a m m . degli stessi T o r i n o , v. G a r i b a l d i 20.
238.184 - S O C . I M M O B I L I A R E N A V I L E , D I C I A N N O V E > s. r. 1. l'acquisto terreno, costruz. f a b b r i c a t i , e l ' a m m . degli stessi T o r i n o , v. G a r i b a l d i 20.
238.185 - S O C . I M M O B I L I A R E N A V I L E < V E N T I , s. r. 1. - l ' a c q u i s t o terreno, costruz. f a b b r i cati, e l ' a m m . degli stessi - T o rino, v. G a r i b a l d i 20.
238.186 - S O C . I M M O B I L I A R E N A V I L E < V E N T U N O > s. r. 1. l ' a c q u i s t o terreno, costruz. f a b b r i c a t i e l ' a m m . degli stessi Torino, v. G a r i b a l d i 20.
238.187 - S O C . I M M O B I L I A R E N A VILE < V E N T I D U E » s. r. 1. l ' a c q u i s t o terreno, c o s t r u z . f a b bricati e l ' a m m . degli stessi T o r i n o , v. G a r i b a l d i 20.
238.188 - C A M A N D O N A L U I G I A &
I R M A - s. di f. - mercerie -al
m i n u t o - T o r i n o , c. S. M a u r i z i o
n. 67.
238.189 - P I A N T A V I N C E N Z O - osteria - T o r i n o , v. L u c e n t o 8.
238.190 - M O L I N A M A R I O - c a l z a t u r e al m i n u t o - T o r i n o , via
D a n t e di N a n n i 72.
238.191 - M I R Y A M di D O R I G H E L L I
M I R Y A M in P A S O T T O - m e r c e rie e chincaglierie, saponi, prof u m i , ecc. - T o r i n o , p. C a s t e l l o
n . 60.
238.192 - B O U R C E T F E L I C I N A l a t t e r i a - T o r i n o , v. C a p r i o l o
n . 50.
238.193 - C U M I N A T T O A L D O - r i s t o r a n t e - G r u g l l a s c o , v. G . L u p o 29.
238.194 - R A S T E L L O C A R L O
commestibili e drogheria - Torino, v. C o t t o l e n g o 21.
238.195 - L O L L O U M A N O A N T O NIO - a m b u l a n t e c h i n c a g l i e r i e
e s t a m p a t i - M o n t a n a r o , v. G .
C e n a 38.
238.196 - O B E R T I N O E Z I O - I d r a u lico e l a t t o n i e r e - R i v a r o i o C.se,
v. M. F a r i n a 2.
238.197 - A R C H E T T O F E D E L E panetteria con forno - Rivaroio
C.se. c. T o r i n o 22.
238.198 - M A R T U C C I C L E M E N T I N O
- osteria - M o m p a n t e r o , f r a z . S a n
Giuseppe.
238.199 - F E R R E R Ò G I U S E P P E osteria - C a r m a g n o l a , f r a z . C a sanova.
8-11-1952
238.200 - Z I N C O S T A M P A a. r. 1. fotoinclsori e similari - Torino,
c. V a l d o c c o 2.
238.201 - M A C A R I O CUIA A L E S S A N D R O - f a b b r l c a z . o n e tedie
in g e n e r e - Grosso C.se. v. C i t t a d e l l a 18.
238.202 - S O C . I M P R E S E
EDILI
M O N T E N E R O S.I.E.M. s. p. a. ricostruzione, r.p. e m a n u m e n z i o n e e d . l i z i a - T o r i n o , v. M o n t e n e r o 7.
238.203 - C A S A L E M A G G I O R I N O f u
S E C O N D O - v i n i all'Ingrosso F i a n o , f r a z . V a l l o 78.
238.204 - F U R L A N & P A R O N E T T O di F U R L A N P I E T R O & P A R O N E T T O E N R I C O s. di f . - o f ficina m e c c a n i c a - T o r i n o , v i a
Corrado C o r r a d l n l 8.
238.205 - G A T T E R A B A T T I S T A c o s t r u z i o n i ed.li i n g e n e r e V a u d a C a n a v e s e , v. B a r o a n . a 83.
238.206 - L I L L I N M A R I O - a m b u lante maglieria - Torino, via
B e l l e z i a 25.
238.207 - N E G R O V I N C E N Z O - a r t i g i a n o edile - R i v o l i , c. X X V
aprile 31.
238.208 - A R Z I N I E U S E B I O - t u bista in genere - Torino, via
G r o p p e l l o 14.
238.209 - B O R L A A N N A - s c a m poli stoffe e m e r c e r . e al m i n u t o
- Caselle T o r . n e s e , v. M a r t i r i
della L i b e r t à 5.
238.210 - B O V O L E N T A S E C O N D O p a r r u c c h i e r e - Caselle T o r i n e s e ,
fraz. Mappano, str. Provinciale
n . 30.
238.211 - D R O E T T O E L I D I O - a b battimento piante e commercio
l e g n a m i - A l a di S t u r a , f r a z i o n e
M o n d r o n e 8.
238.212 - P E R O G L I O A N T O N I O s a l u m e r i a - T o r i n o , c. D u c a d e gli A b r u z z i 59.
238.213 - T I R O N E B E A T R I C E G I U S E P P E in M O N T A N E L L A - b a r t o r r e f a z i o n e - T o r i n o , v. B e l l e z i a 15.
238.214 - N E G I U S E P P I N A - c a f f è ,
super a l c o o l l c l - T o r i n o , v. N i z za 155.
238.215 - O C C E L L I G I U S E P P I N A c a f f è - T o r i n o , c. T o r t o n a 2.
238.216 - G I L A R D I M A R I O - p a netteria e pasticceria - Torino,
v. S o s p e l l o 159 B .
238.217
ROSSO
VITTORIO
c o m m . pesce f r e s c o e c o n g e l a t o - T o r i n o , v. S p o t o r n o 25.
238.218 - R O S S I L U C I A in R A S E T T O - c o m m e s t i b i l i - Brlcheraslo.
p. S. Maria 3 A.
10-11-1952
238.219 - S. R . L.; E D I F I C I O SAN
DONNINO - costruzione e a m m i n i s t r a z i o n e stabili - Torino,
v. M o m b a r c a r o 13.
238.220 - IMM. LIMONE s. acc. s.
di C O S C I A M A R I A & B U R Z I O
M A R I A - a c q u i s t o terreno e la
c o s t r u z i o n e stabili - Torino, corso Siccardl 11 bis.
238.221 - C O T O N I I D R O F I L I SANIT A R I A F F I N I C.I.S.A. s. r. 1. i n d u s t r i a e commercio delle ov a t t e e degli idrofili, ecc. - Borgosesia - Torino, v. Massena 49.
238.222 - Z O L A M A R G H E R I T A in
F A L O T T I - c o m m . fiori freschi
- T o r i n o , c. R . P a r c o 162.
238.223 - B A R O N I U M B E R T O
c o m m . m a c c h i n e per ufficio, a f fini - Torino, v. Arsenale 35 bis.
238.224 - B I A N C O C A R L O - c o m m .
a m b u l a n t e articoli sacri - T o r i no, v. V l g o n e 4.
238.225 - CHIONO M A R T I N O
c o m m . colori, vernici e m a t e r i a l e
t e c n i c o per l'edilizia In genere Trofarello, v. T o r i n o 24.
238.226 - LA R O C C A A N G I O L I N A a m b u l a n t e m a n u f a t t i - Torino,
v. L. De B e r n a r d i 2.
238.227 - P O N C I N I L U I G I A - caffè
crudo, t o s t a t o , z u c c h e r o al m i n u t o - T o r i n o , v. A s l n a r l di
B e r n e z z o 74.
238.228 - P O R T A E R N E S T O - a u t o t r a s p o r t i per c o n t o terzi Torino, strad. C a s c i n o t t o 107.
238.229 - P O Z Z A L L O L U I G I A ANNA
di A n t o n i o - a u t o t r a s p o r t i c o n t o
terzi - S a n t ' A m b r o g i o , c. U m berto I, 3 A.
238.230 - R A S E T T O A N T O N I O a u t o t r a s p o r t i c o n t o terzi - C a r i g n a n o , v. Z a p p a t a 34.
238.231 - F R A T E L L I S T E L L A - tess i t u r a m e c c a n i c a - Chieri, via
V i t t o r i o E m a n u e l e 49.
238.232 - S T O R E L L I R O S A - a m bulante chincaglierie - Torino,
c. R e g i n a M a r g h e r i t a 228.
238.233 - T E S T I I T A L I A - c o n f e z i o n i per b a m b i n i al m i n u t o T o r i n o , v. C a n d i a 3.
238.234 - A U T O R I P A R A Z I O N E , L I N O V I S C O N T E di
VISCONTE
ANGELO detto LINO - riparazione auto e motoscooter - Torino, v. G e n o v a 23.
238.235 - L A N O C E B O N A V E N T U R A
- c o m m . articoli caccia e pesca
al m i n . - T o r i n o , v. D o m o d o s sola 26.
238.236 - B R A C C O A L D O di G I U S E P P E - a m b u l a n t e f o r m a g g i all'Ingrosso e m i n u t o - L a u r l a n o ,
v. R o m a 4.
238.237 - T E N C O N I E L D A - c o m m e s t i b i l i - T o r i n o , v. P e r t ' n a c l 21.
238.238 - C E R N I G L I A G I U S E P P E b a r b i e r e - T o r i n o , v. Martorelli
n . 51.
238.239 - L A N Z I O P I E T R O - a r t i coli c a s a l ' n g h l , elettr., idraulici,
c o m m . - T o r i n o , v. Verolengo 144.
238.240 - C E R U T T I M A R I O - osteria - T o r i n o , v. V a l r a l l c e 72.
238.241 - F R E A O R E S T E - m a c e l leria - C a r l g n a n o , v. Q u a r a n t a 1.
238.242 - C A M A di P R E T E G I U S E P P I N A - mercerie al m i n u t o T o r i n o , p. P a l a z z o di C i t t à 8-B.
238.243 - T A M A G N O N E G I A C O M O latteria,
analcoollcl
Torino,
c. Reg. M a r g h e r i t a 72.
238.244 - A L I N A
BARBERIS
in
A M E L O T T I - c o n f e z . per b a m b i n i , filati, m a g l i e r i a al m i n u t o
- T o r i n o , v. B a r g e 4.
238.245 - P A L M I T E 3 S A S A V I N O s a l u m e r i a - T o r i n o , v. Maria V i t toria 28.
238.246 - B O S C O & C. d' B O S C O
FRANCESCO & CERUTTI GIOV A N N I s. n . coli. - prod. r i c a m bi per m o t o l e g g e r e , a u t o m e z z i ,
l a v o r a z . m e c c a n i c a - T o r i n o , via
Or+a 1.
238.247 - S O C . AN. B A R I B A R L E T T A s. p a. - c o m p r a v e n d ' t a g e s t i o n i m o b i l i a r i ed i m m o b i l i a r i ,
ecc. - T o r i n o , v. delle O r f a n e 10.
238.248 - T I B I A N T O N I O - c o m m e stibili, rlv. p a n e - T r a v e r s e l l a ,
v. R o m a 6.
238.249 - C O B E T T O V I T T O R I A vino, l i q u o r i ad erportarsi al m i nuto
- Pavone
C.se,
Canton
Dossi, str. T o r i n o 17.
238.250 - B A U D I N O A N G E L O - c o m m e s t i b i l i , p a n e - Al ce S u p e r i o r e
(Torino), fraz. Cauna.
238.251 - M O R A S C H I N E L L I I T A L O
- comm. lane gregge e lavorate
- U l z l o . v. R o m a 5.
238.252 - RUMIANO RESPIZIO di
CESARE - lngr. e min. dolciumi
- Villarfocch'ardo, v. Comba 19.
238.253 - BARET ADOLFO - vini
all'lngr. ed al minuto - Perosa
Argentina, Fraz. Pomaretto, via
Balalglla.
11-11-1952
238.254 - C A S S E T T I BRUNO - commercio rottami in ferro e ghisa,
c:c. - Torino, v. Filadelfia 40.
238.255 - CAPRIOLO ANTONIO amb, cancelleria - Torino, via
E. Glachlno 71.
238.258 - BUSANA R O B E R T O - ambulante f r u t t a e verdura - Torino, c. G. Celare 23.
238.257 - P R O D O T T I CHIMTCI V. 3
di B O R E L L I ADA in R O S S E T T I
- c n u m . orod. <-himicl - Torino,
c. Pr. Oddone 72.
238.258 - BINELLO STEFANO - amb u l a n t e f r u t t a secca e dolciumi
- Torino.
238.259 - AUDERO ANDREA - amb.
agrumi - Tor'no, r. I e " f e 33.
238.960 - AIMONE AGNE=E - amb.
fiori - T o r ' n o . v. Trioo'.i 75.
238.261 - S A V A Z Z I ENZO - comm.
articoli ottici, fotografici - Tor'no. v. Bologna 2 d 4.
238.262 - P E R A G I N E V I T O - COnfez.
abiti su misura - Torino, via
L. Cadorna 1.
238.263 - PEPE MICHELINA - amb.
f r u t t a - Torino, v. Genova 47.
238.264 - P A R A C C A MARIO - v e n dita caffè crudo e tostato, z u c chero. pasticceria, c'occola+o, ecc.
- Torino, v. Sa'a^ertano 44.
238.265 - M O R A N D O LUCIANO amb. cieli, motocicli ed accessori - Torino, v. Oddlno Morgari 2.
238.266 - K A I L G I O V A N N I - riv.
p i n e e dolciumi - Torino, corso
IV Novembre 193.
238.267 - G I O V E T T I MARIO - amb.
i m b i a n c h i n o - Torino, v. P a dova 9.
238.268 - SOC. ITALIANA C A L C I O
DA T A V O L O s. r. 1. (Alessandria) - produzione e comm. di
apparecchi per gioco calcio da
tavolo - Torino, v. Perosa 72
(filiale).
M
OTTOBRE
O
D
I
F
1952
9-10-1952
150.635 - C O M E T T O GEOM. A L B E R T O - costruz. edili, civili e
stradali - Torino, v. B. Galllarl
n. 31. — Modifica: trasf. in corso
M o n t e C u c c o 14.
234.645 - BRIMEZ O R O L O G I s. r. 1.
- Ingrosso e m i n u t o orologeria e
bisotterie - Torino, v. G . Medici
n. 5. — Modifica: trasf. in via
Arsenale 35.
194.797 - G I A C O N E F . L L I - escavazione meccanica, autotrasporti conto terzi - Torino, v. G u i d o
Reni 180. — Modifica: trasf. in
v. Veglia 6.
228.519 - S A N T I F R A N C E S C O bombole i t a l m e t a g a s e fornelli
domestici - Orbas-ano, p. M u nicipio 8 B. — Modifica: a g g i u n to la v e n d i t a art. casalinghi.
115.C67 - P A G L I A N I E P R O V E N Z A LE .PA-PRO» s. p. a. - s t a m p a g gio e lav. lamiera - Torino, corso Rosselli 214. — Mod fica: agg i u n t o il c o m m . m e t a l l i ferrosi
e n o n ferrosi, ecc.
192.516 - B E M A R s. r. 1. - prod. e
lav. del m'ele e cera, ecc. Ivrea, c. Vercelli 23. — Modific a : trasf. a Torino, e. V a l d o c c o
n. 1; a u m e n t o capitale.
236.034 - P L O N s. r. 1. - prod. e
comm. detergenti, cere e a f f i n i
- Torino, v. B. B u o z z i 3. —
Modifica: trasf. in v. P. G i u r i a
n . 46.
235.349 - S C A L A R E N A T O - a m b .
l a t t i c i n i , f o r m a g g i - Collegno,
c. F r a n c i a 305. — Modifica.- n u o vo oggetto; a m b . f r u t t a e verdura.
158.743 - R O S S I S T E F A N O - appalto
posteggio
occupazione
spazi e aree p u b b l i c h e - A l m e se. — Modifica: c e : s a t a la precedente
a t t vita.
Iniz'ato
il
commercio all'ingrosso olii c o m mestibili e saponi in Rivoli, via
A r n a u d 11 bis.
238.269 - GALLEA EMILIO - amb.
f r u t t a e verdura - Revlgllasco
T.se, v. Berla Maurizio 2.
238.270 - GAIDANO MARGHERITA
- comm. amb. fiori di carta artificiali - Torino, c. Franc'a 81.
238.271 - S.P.E.L.T.. S'OCIETA' PIEMONTESE L A V O R I EDILIZI T O RINO s. r. 1 - compravendita e
ammlnlstraz, stabili, comm. materiale da costruz. di ogni genere - Torino, v. M. Voli 2.
238.272 - LEVANNA IMMOBILIARE
s. p. a. - acquisto, costruz. e
gestione di beni immobiliari, r u stici o civili - Torino, v. Volta 3.
238.273 - COMOEDIA FILM s. p. a.
- produz. c'nematografica, ecc. Torino, v. Lamarmora 43.
238.274 - CASTELLO ELIGIO - a u totrasporti c o n t o terzi - Torino,
v. G. Mameli 5.
238.275 - R A C C A FERDINANDO calzature a m a n o e riparazioni Voivera, v. Pongati 5.
238.276 - TEMPORELLI & C. - t i pografia - Torino, e. Rosselli 200.
238.277 - DENADIER IRMA - amb.
fru+ta e verdura - Leini. via
G. G r e m o 8.
238.278 - M A Y FELICE - acoe"-sori
per auto e moto al m i n u t o Torino, v. G . M a ^ e ' l R-D.
238.279 - BONO G I U S E P P E - macelleria bovina al m i n u t o - T o r i no v. Artisti 18.
238.280 - LFONE M A U A - oren-er'a e orologeria - Torino, v. B e l fiore 33.
238.281 - C A T T A N E O ANTONIO panetteria e paH'ccerJa - T r r ' no. v. A n t o n ' o
61: eià 36.
238.282 - V A L E N Z A N O G I O V A N N I commestibili - Torino, v. B u e n o s
A'res 71.
238.283 - MICHELA P A N I S - c o m m .
calzature - Torino, v. Po 10.
238.284 - T R A I - TORTNFSE R A P PRESENTANZE
ATTREZZATO.
RE I N D U S T R I A L I s. r. 1. - rappresentanze attrezzature i n d u striali. ecc. - Torino, v. Perrorie 4.
238.285 - LENTA A N T O N I O - amb.
pollame e uova - S a n t ' A m b r o g i o
d' Torino, v. Umberto I n. 160.
238.286 - F R A N C O C E S A R E C A R L O
- Ristorante Centrale - Nichelino, v. Torino 126.
I
C
H
E
10-10-1952
205.515
LOVERA
GIOVANNI
L U I G I - macelleria - Torino,
v. Bidone 3; v. S p o n t i n l 20. —
Mod'flca: c e d u t o l'esercizio di
V. Bidone 3.
231.076 - LA M E C C A N I C A s. r. 1. off. m e c c a n i c a - Torino, v. Chiesa della S a l u t e 109. — Modifica:
trasformaz. In soc. in n. coli,
con la rag. soc.: LA M E C C A N I C A
di C u g i n i e R a i m o n d o .
204.882 - E V E R Y W H E R E - fabbr.
e comm. m a c c h i n e utensili ed
affini - Torino, c. S ccardi 11 bis.
— Modifica: in liquidazione.
60.201 - B O E R O A R M A N D O - a u totrasporti e c o m m . vini, legna
e f r u t t a - V i ù , v. R o m a 34. —
Modifica: cessata l ' a t t i v i t à
di
autotrasporti.
176.894 - SAONER G I O R D A N O c o m m . moto e accessori - T o r i no, v. Cardinal Massa'a 7. —
Modifica: a g g i u n t o l ' a t t i v i t à di
rip. motocicli e auto, trasf. in
c. S. Maurizio 31.
227.757 - C A S T A G N E R I & C A Z Z A N I G A - lav. e a t t r e z z a t u r a occhiali da sole - Torino, via
F. B a r a c c a 30. — Modifica: n u o va rag. soc.: C A Z Z A N I G A I T A LIA di V u l c a n o .
208.321 - C O R N A G L I A M. & C. gestione cinematografi e sale di
arte varie - Torino, v. Po 30. —
Modifica: a g g i u n t o l ' a t t i v i t à di
sala danze d e n o m i n a t a « Faro
C l u b Danze > in v. S. Massim o 1.
137.813 - T U R C O C A L O G E R O a m b . mercerie e chincaglierie T o r i n o , v. S. A n s e l m o 23. —
Modifica: in f a l l i m e n t o .
11-10-1952
116.452 - C E R R A T O T E R E S A - c o n f e t t e r i a e pasticceria - M o n c a lieri, v. S. M a r t i n o 11. — Modifica: a g g i u n t o l ' a t t i v i t à di riv.
pane.
59.541 - BOARIO M. - comm. strumenti musicali - Torino, via
Bertola 23. — Modifica: aggiunto l'attività di edizioni musicali.
236.588 - P U G L I A R O MARIO - carburanti e lubrificanti - Torino,
v. Caramagna 6. •— Modifica:
aggiunto l'attività di
autorimessa pubblica e off. rip.
236.295 - C A S T A G N O MARGHERITA - ingrosso vini In recipienti
chiusi - Torino, v. S. Tartini 8.
— Modifica: a g g i u n t o il comm.
al m i n u t o vini.
234.011 - MILONE G I O V A N N I autorimessa e off. riparazioni Torino, v. Nizza 89. — Mod'fica:
nuova rag. soc.: AUTORIMESSA
DANTE di MILONE GIOVANNI.
230.871 - IMMOBILIARE D R O S S O
s. r. 1. - compra-vendita immobili rustici ed urbani, ecc. Torino, v. C. Alberto 18. — Modifica: a u m e n t o cap'tale.
229.695 - PANERÒ STEFANO - f a legnameria - Moncalieri, v. Praciosa 18. — Modifica: a g g i u n t o
il comm. mob'li.
226.610 - M A G I S T R A L I F . L L I soc.
di f. - costruz. edili - Torino,
v. Vigone 54. — Modifica: n u o v a
rag. soc.: M A G I S T R A L I R I C CARDO.
221.924 - B A R B E R I S MICHELE pratiche automobilistiche, a u t o nolesglo - Torino, v. F r e ' u s 35.
— Mod'flca: a g g i u n t o l ' a t t i v i t à
di autorimessa e autoriparaz'onl in v. Asinarl d' Berne^zo 43.
189.471 - O.C.I., O R G A N I Z Z A Z I O N E
COMM.
INTERNAZIONELE
comm. internazionale - Torino,
v. C. Balbo 19. — Modifica: in
liauidaz'one.
189.322 - G I A C O T T O A L B E R T O comm. bestiame - Noie C a n a vese. — Modifica: a g g i u n t o l ' a t tività di osteria e commestibili.
13-10-1952
198.175 - DI G R A Z I A R O S A R I O ingrosso prodotti ortofrutticoli Torino, v. G . B r u n o 181. — Modifica: a g g i u n t o l ' a t t i v i t à di autotrasporti c o n t o terzi.
210.206 - C R I S T I G L I O P I E T R O costruz. e rip. carrozzerie per
autoveicoli, autorimessa e rip.
a u t o - Torino, v. Roberto Ardtgò 6. — Modifica: trasf. in via
T a g g i a 65 dove e-ercita la sola
a t t i v i t à di carrozzer'a e r'p.
217.880 - F E R R E R Ò F R A N C E S C O
& C. s. r. 1. - c o m p r a - v e n d ' t a
prodotti ortofrutticoli - Torino,
v. G. B r u n o 181. — Modifica
in liquidazione.
62.045 - B I S A C C O F R A N C E S C O fabbr. mobili - T o r i n o , v. T o r ricelli 53. — Mod fica: n u o v a
rag. soc.: B I S A C O O F R A N C E S C O
& F I G L I b. di f.
226.499 - V I V I A N I NELLA - m e r cerie - Torino, v. T u n i s i ang.
v. S p a v e n t a 49. — Mod'flca: agg i u n t o la v e n d i t a chincaglierie,
cancelleria, ecc.
213.634 - P O R R A T O G I U S E P P E caffè - Torino, v. Vibò 37. —
Modifica: a g g i u n t o l ' a t t i v i t à di
degustazione vini e liquori in
v. S t r a d e l l a 110.
14.10-1952
234.720 - M A R A S S I R O M A N O - i n grosso olii c o m m e s t i b i l i - C h i vasso, v. G. Basso 7. — Modifica: a g g i u n t o il c o m m . al m i n u t o
olii.
203.014 - S O C . I N D U S T R I E E L E T T R O C H I M I C H E ED A F F I N I S.I.E.C. - f a b b r .
condensatori
elettrolitici ed a f f i n i - Torino,
v. G a r i b a l d i 57. —
Modifica:
trasf. in v. L a Loggia 38.
195.499 - BIONE P I E R I N O - i n grosso prodotti c h i m i c i e lav.
detersivi - T o r ' n o , v. A r d u i n o
n. 56. — Modifica: a g g i u n t o la
a t t i v i t à di a u t o t r a s p o r t i c o n t o
terzi.
21.506-A - I N D U S T R I A A. R A S T E L LO di R A S T E L L O B A L M A MION
M A R G H E R I T A - off. m e c c a n i c a
— P o n t Canavese. — Modifica:
trasf. In G r u g l i a s c o , v. Carlo del
Prete 7.
218.853
- ANNIBALETTI
DOTT.
GUIDO - rappresentanze industriali, art. per i m p i a n t i elett a c i e i d r a u l i c i all'ingrosso Torino, v. C a v o u r 5. — Modific a : trasf, in v. S a l u z z o 64.
97.523 - S A R I G I U S E P P E - c o n f .
c a l z a t u r e - Torino, v. B e a u m o n t
n. 23. — M o d i f i c a : a g g i u n t o il
comm. calzature.
209.487 - GALLIONE FRANCESCA osteria bottiglieria
Torino,
c. Moncalieri 236, v. Ch'esa della Salute 41. — Modifica: ceduto
l'e--ercizlo di v. Chiesa della Sal u t e 41.
226.945 - CONDO R A G . F R A N C E SCO - autorimessa - Torino, via
Tassoni 80. — Mod'fl-a nuova
ra?. soc.: AUTOSALONE T A S SONI di CONDO R A G . F R A N CESCO.
205,935 - G A T T I & C. - comm.
rappr. costruz. macchine u t e n sili ed affini - Torino, c. Unione Sovietica 16. — Modifica: aumento capitale,
143.792 - SOC. IMM. TESORIERA
ANONIMA TORINO S.I.T.A.T Immobiliare terriera - Torino,
v. Martorelll 4. — Modifica: In
liquidazione.
191.382 - ZENITRON s. r. 1. - costruzione e fabbr. apparecchi e
m a t . rad ofonico, ecc. - Torino,
v. Caraglio 59. — Modifica: in
liquidazione.
15-10-1952
188.218 - COCIRIO C A R L O & C.
s. r. 1. - lav. e comm. mat. apparecchi ed utensili domest'cl,
idraulici, ecc. - Torino, v. Maria Vittoria 5. — Mod'flca: trasferimento In v. P e t t i n e n g o 10.
226.419 - MUSSO GIUSEPPE & FIG L I - raccolta materiale r e f r a t tario - Torino, v. Sospel'o 158.
— Modifica: a g g i u n t o l'attività
di autotrasporti conto terzi.
190.281 - B E L T R A M I GINO - amb.
f r u t t a e verdura - Tor'no, corso
G. Ferraris 12. — Modifica: cessato il comm. amb. Iniziata la
a t t i v i t à di autotrasporti conto
terzi in v. S. Secondo 9.
111.708 - U G O G I U S E P P E - art. casalinghi, elettricista - Torino,
v. Monginevro 52. — Modifica:
n u o v a rag. soc.: U G O G I U S E P P E
di R O C C O M A R G H E R I T A ved.
UGO.
54.465 - SUCC. C A V . P I E T R O G A B U T T I s. n. coli. - fabbr. e
smercio generi di confetteria,
pasticceria, ecc. - Torino, via
Po 48. — Modifica: proroga d u rata della società.
172.729 - R I V A V A L E R I O - a u t o noleggio e autotrasporti - T o rino, v. R . Martorelll 3. — Mod fica: cessata l ' a t t i v i t à di a u totrasporti.
16-10-1952
175.368 - AZIENDA L A V O R A Z I O N E
I N F I S S I - A.L.I. s. r. 1. - fabbr.
infissi e serramenta, lavoraz. e
c o m m . legname - Torino, via
A. Cecchi 57. — Modifica: in liquidazione.
233.182 - P U B L I N D s. r. 1. - p u b blicità - Torino, v. Moncalvo 34.
— Modifica: In llqu dazione.
193.424 - C A N O V A ANTONIO - calzoleria - Clrlè, v. V l t t . E m a n u e l e
n. 62. — Modifica: rilevato 11 negozio di calzoleria in Clrlè, corso V i t t . E m a n u e l e 99.
205.011 - SOC. E S T R A Z I O N E M A R MI - S E M - s f r u t t a m e n t o cave
di m a r m o - Torino, v. Garibaldi
n. 31. — Modifica: trasf. in via
Brlcarello 9.
172.375 - P I C C A G A R I N DOMENICO - autotrasporti - Corio, via
Vigo 15. — Modifica: n u o v a rag.
SOC.: P I C C A G A R I N DOMENICO
& F I G L I O s. di f.
166.276 - I M M O B I L I A R E G R E N c o m p r a - v e n d i t a , gestione i m m o bili - Torino, c. Re Umberto 12.
— Modifica: trasf. in v. R o m o l o
Gessi 12 - a u m e n t o capitale.
217.870 - D A R L I N G s. r. 1. - fabbr.
comm., rappr. dolciumi, cioccolato, ecc. - Torino, v. P l a n a 7.
— M o d i f i c a : In liquidazione.
113.972 - O B E R T O E G I D I O - sellaio
e materassaio - Orbassano, via
R o m a . — Modifica: a g g i u n t o la
v e n d i t a m a c c h i n e da cucire.
79.664 - M U S S I N A T T O MARIA labor. e n e g o z ' o i m p e r m e a b ' l i Torino, v. S. Francesco da Paola
n . 2. — Modifica: deces o della
p r o p r ' e t a r ' a - n u o v a rag. soc.:
M U S S I N A T T O MARIA di M A RENGO SILVIO.
219.446 - B E R T E L L O G I U L I O - ingrosso sabbia, ghiaia e mater.
edili - Moncalieri, v. M. Berlo 5.
— Modifica: a g g i u n t o l ' a t t i v i t à
di a u t o t r a s p o r t i c o n t o terzi.
67
147.372 - A . R . S . A . di V E R R I G I U SEPPE - traforarla meccanica T o r i n o , c. R. P a r c o 3. — M o d i fica- n u o v a rag. s o c . : A.R.S.A.,
ARTIGIANI RIUNITI SERV. ART I S T I C I di V E R R I & C . s. di f .
230.389 - B I G O A N G E L O - l e g n a e
carbone all'ingrosso - Torino, via
G . D i n a 90. — M o d i f i c a : a g g i u n to l'attività di autotrasporti conto terzi.
177.561 - C U M I N O P I E T R O - a u t o t r a s p o r t i - T o r i n o , c. R o s s e l l i
n. 236. — M o d ' f l c a : c e s s a t a l ' a t t i v i t à di a u t o t r a s p o r t i - i n i z i a t o
il c o m m . l n g r . v i n o in b o t t i g l i e
in G r u g l i a s c o , v. S t a m p a l l a 3.
200.465 - F A R M A C E U T I C A
PINER O L E S E S. r. 1. - l n g r . p r o d o t t i
farmaceutici, specialità medicinali. ecc. - P l n e r o l o , p. C a v o u r
n 3. — M o d i f i c a : t r a s f o r m a z . i n
s n . coli, c o n la r a g . soc.: F A R MACEUTICA
PINER.OLESE
di
D O T T M A R I N O U G O & C.
232 505 - P I C C I O N I N I C O L A - e s t r a zione sabbia e ghiaia - Torino,
v. L a S a n e 12. — M o d i f i c a : c e s s a t a la p r e c e d e n t e a t t i v i t à - Iniz i a t a l ' a t t i v i t à di a u t o t r a s p o r t i
conto terzi.
17-10-1952
70.289 - G A S V E R D E P I E T R O - c o n ducente - Carlgnano. — Modifica m o d i f i c a o g g e t t o i n a u t o t r a s p o r t i c o n t o ter 1 ?!.
•>20 POH S O C . - I T A L I A N A L A V O R A Z .
FERRO ACCIAIO STAMPAGGIO
S.I.L.F.A.S. s. r. 1. - s t a m n a T g i o
e lavoraz. meccanica - Rivara
c.se. — Modifica: trasf. in via
G u ' c c l a r d ' n l 1.
201 °53 - I S T I T U T O P R O F I L A T T I C O I T A L I A N O T O R I N O - I.P.I.T.
s r. 1. - f a b b r . e v e n d ' t a s p e c i a l i t à m e d i c i n a l i - T o r i n o , v. C e r n a l a 6. — M o d i f i c a : a u m e n t o c a p'tale.
188.531 - G A L F I O N E F I R M I N O cereali e derivati - Piobesl T.se.
— M o d i f i c a : c e s s a t a la p r e c e d e n t e a t t i v i t à - i n i z i a t o il c o m m e r c'o iner. latte e prodotti caseari
in O r b a v a n o , v. S a n R o c c o .
222.501 _ A U T O T R A S P O R T I L A P I E M O N T E S E s. r. 1. - t r a s p o r t i T o r ' n o , c. U . S o v i e t i c a 47. —
M o d i f i c a : i n iVotulrta'lone.
224.659 - B A R CTTANDUJA di R O M E O A R M A N D O - bar. caffè T o r i n o , v. P r . A m e d e o 28. — M o d'fl"a- nuova rag. sic.: CAFFÉ'
GTANDUJA
MANDO.
di
ROMEO
AR-
160.366 - F E L A C E G U I D O - s c a t o laio - T o r i n o , c. P r . O d d o n e 24.
— M o d i f i c a : t r a s f . in v. R o c h e m o l l e s 10. T o r i n o .
171.187 - A U D A N O M A T T E O M A RIO - ingrosso art. da rigatt'ere,
m a t e r . f e r r o s i - T o r i n o , c. M o n c a l i e r l 261. — M o d i f i c a : a g g i u n t o
l'attività di a u t o t r a s p o r t i c o n t o
terzi.
89.062 - P I A S E N Z A A N G E L O & B A R A T T O PIERA - argenteria, oreficeria - T o r i n o , v. S . T e r e s a 20-B.
— Mod'flca: n u o v a rag. sociale:
P I A S E N Z A A N G E L O di B A R A T T O P I E R A ved. P I A S E N Z A . P I A SENZA
GUIDO
&
PIASENZA
BIANCA.
150.999 - P O L T R O N A F R A U s. r. 1.
— produz. e vendita poltrone, div a n i . e c c . - T o r i n o , v. T r i p o l i 25.
— Modifica: n u o v a rag. sociale:
P O L T R O N A F R A U di R O B E R T O
C A N Z I A N I & C . s. a c c . s.
198.627 - B O N D I A L E S S I O - c o m mestibili, droghe, f r u t t a e verdura, autotrasporti conto terzi T o r i n o , v. M a d . C r i s t i n a 96. —
Modifica : cessata
l'attività
di
autotrasp. - Istituito un recapito
a m m i n i s t r a t i v o In v. S . Q u i n t i n o 21.
135.882 - S A N L O R E N Z O G I U S E P P E
— costruz. in legno, lavanderia e
stireria m e c c a n i c a - Torino, via
M o n t e b e l l o 21, v. N i z z a 161. —
Modifica: la lavanderia e stireria
di v . N i z z a 161 c o r r e s o t t o l a r a g i o n e s o c i a l e : V E L O X N O V A di
SANLORENZO GIUSEPPE.
234.559 - O R G A N I Z Z A Z I O N E V E N DITA
ARTICOLI SPORTIVI
O V A S s. r. 1, commerc'o,
rappr. cicli, m o t o , m o t o s c c o t e r s .
e c c e t e r a - T o r i n o , v. B e r t o l a 29.
— Modifica: aperto u n lab. per
le r i p a r a z . m o t o s c o o t e r s .
18-10-1952
209.537 - A L L A S I N A A G N E S E - c o m mestibili e riv. p a n e - Torino,
v. O r t a 30, c. Q i n t l n o S e l l a 141.
— M o d i f i c a : cessa la r i v . p a n e .
68
157.228 - M A N I F A T T U R A D I C A R M A G N O L A s. p. a. - f o r n i t u r e
m i l i t a r i e c i v i l i - T o r i n o , v. P a l m i e r i 47. — M o d i f i c a : i n l i q u i d a z .
183.177 - T O S I M A R I O - a m b . t e s s u t i - T o r i n o , v. A s s i e t t a 23. —
M o d i f i c a : cessa il c o m m . a m b . ,
i n i z i a l ' a t t i v i t à di c o n s u l e n z a e
svolgimento pratiche automobil i s t i c h e i n T o r i n o , v. A r s e n a l e 10.
153.054 - T . F . G L A R A Y di G R O S S I
TERESA - articoli cartoleria e
cancelleria al m i n . - T or i n o, via
C h i v a s s o 10. — M o d ' f i - a : n u o v a
rag. soc.: T E R E S A G R O S S O f u
GIACOMO.
236.942 - V I V I A N I R E N Z O - r i p a r .
apparecchi e mater. radioelettrico - T o r i n o , c. S o m m e i l l e r 17. —
M o d i f i c a : a g g . il c o m m .al m i n .
art. elettr. e app. radio.
230.697 - S A R T O R I F E R R U C C I O riparaz. motocicli - Torino, corso C a s a l e 18. — M o d i f i c a : a g g .
la v e n d i t a di a c c e s s o r i .
210.817 - T E R N A V A S I O S T E F A N O industria concimi chimici e relat'vo commercio, autotrasporti
c o n t o terzi - Torino, str. B r a m a f a m e . — M o d i f i c a -.[ h a c e s s a t o
l'edere. d i I n d . e c o m m . c o n c i m i
chimici.
212.384 - F I O R E L U I G I - c o m m .
ali'ingr. e m i n u t o legna e carboni, segantino legna da ardere
a m b . - T o r i n o , str. S e t t i m o 5. —
M o d i f i c a : c e s s a il c o m m . a l l ' i n g r o s s o di l e g n a e c a r b o n e .
64.645 - B U S C A L D I G I O V A N N I l a v o r a z . r i c u p e r i m e t a l l i c i , off.
l a v o r a z . del f e r r o e v e n d i t a f e r r a m e n t a - T o r i n o , v. V i l l a r b a s s e
n . 45. — M o d i f i c a : a g g . 11 c o m m .
al m i n . m a t e r i a l e di r i c u p e r o
ferroso e non ferroso.
211.857 - S O C I E T À ' I T A L I A N A S P E DIZIONI A U T O T R A S P O R T I T O R I N O di R A G . Z A N F E I , M O N D I G L I O & C . - S . I . S . A . T . s. a c c .
s. - I m p r e s a t r a s p o r t i e s p e d i z i o n i i n g e n e r e - T o r i n o , v. G i u l i a di B a r o l o 34. — M o d i f i c a :
n u o v a rag. f o " . : S.I.S A T.. S O CIETÀ' ITALIANA
SPEDIZIONI
AUTOTRASPORTI
TORINO
di
R A G . Z A N F E I & C . s. a c c . s.
202.354 - O S T E L L I N O G I U S E P P E capomastro
Collegno,
viale
X X I V M a g g i o 18. — M o d i f i c a :
nuova
rag.
soc.:
OSTELLINO
G I U S E P P E & F I G L I O s. d i f .
200.191 - S O C . I M M O B I L I A R E T I C I N O a r. 1. - a c q u i s t i , v e n d i t a
m o b i l i - T o r i n o , c. G . C e s a r e
n . 97 b i s . — M o d i f i c a : a u m e n t o
capitale.
161.990 - T E T T I A L B I N O - a b b a t timento piante, comm. lngr. e
m i n . l e g n a m e da l a v o r o e d a
a r d e r e - A l a di S t u r a , v. P i a n d e l t e t t o 36. —
Modifica:
agg.
costruzioni edili.
217.433 - T E T T I M A R C E L L I N O abbattim. piante e comm. legna
- A l a di S t u r a , v. C r e s t o 2 - A . —
Modifica: agg. costruz. edili.
210.550 - R A P I S A R D A R O S A R I O &
D R O G A G A E T A N O s. d i f . - b a r b i e r i - T o r i n o , v. R e g g i o 16. —
M o d i f i c a : n u o v a rag. soc.: A S M A RU'
SALVATORE
&
DROGA
GAETANO.
192.945 - U C R E, U F F I C I O C O M MERCIALE
RAPPRESENTANZE
E S T E R O di M A T T I O
GIUSEPPINA - rappresent. bigiotterie e
m i n u t e r i e v a r i e - T o r i n o , v. C o r d e r ò d i P a m p a r a t o 7. — M o d ' f i c a :
n u o v a r a g . soc.: U C R E , U F F I C I O
COMM.
RAPPR.
ESTERO
di
MATTIO
GIUSEPPINA
&
C.
s. di f.
1.193 - S O C . P. A Z . F . R . A . M . , F A B BRICA DI MOLLE ED ACCESS.
P E R R O T A B I L I - f a b b r . access,
p e r r o t a b i l i - T o r i n o , v. M o n d o v l 17. — M o d i f i c a : a u m e n t o c a pitale.
20-10-1952
108.708 - B O N I N O G I O V A N N I M A RIO - autonoleggio, ristorante
d e l l a T o r r e - P i a n e z z a , v. M a s s o
G a s t a l d i 4. — M o d i f i c a : c e s s a
l'att. di noleggio a u t o .
222.614 - E D I L P I E M O N T E s. r. 1. fabbr. e comm. palchetti, carpenterie, m a t e r i a l i edili, ecc. T o r i n o , v. A s s a r o t t i 10. — M o d i fica: t r a s f . i n v. G a t t l n a r a 7.
201.757 - S O C . A R . L . M A R P O L amm. beni immobili - Torino,
v. C a s s i n i 45. — M o d i f i c a : a u mento capitale.
217.100 - M A R T I N S. C O . F A R M A CEUTICI TORINO - SCAFARM A C O s. r. 1. - p r o d . e v e n d i t a
s p e c i a l i t à m e d i c i n a l i ed a f f i n i T o r i n o , v. M a z z i n i 42. — M o d i fica: t r a s f . i n c. S . M a u r i z i o 39
- in liquidazione.
235.163 - V O L P E M A R I O - m o n t a tore e l e t t r i c i s t a - T o r i n o , v i a
V i l l a r b a s s e 27. — M o d i f i c a : t r a s f .
in v. M o n g i n e v r o 146.
169.665 - A B B O N A M A R I A R O S I N A
- p e t t i n a t r i c e - T o r i n o , c. A l t a c o m b a 72. — M o d i f i c a : t r a s f . In
c. S v ì z z e r a 72.
160.8501 - O F F . M E C C A N I C A di V I T TORIO
CASTELLAZZO
&
C.
s. a c c . s. - c o s t r u z . di a t t r e z z .
s t a m p i e m a c c h i n e In g e n e r e T o r i n o , v. B o u c h e r o n 1. — M o d i f i c a : t r a s . In p. V e r o n e s e 253.
183.089 - E. P I S A N I & C . s. r. 1. c o m m . autoveicoli, rappr., ecc. C u n e o ; filiale i n P l n e r o l o , c o r s o
T o r i n o , 13. — M a d i f i c a : t r a s f o r m a t a i n s. p. a.
200.726 - T O R I N O
ESPOSIZIONI
s. p. a. - m a n i f e s t a z . ed e s p o s l z .
- Torino, Palazzo Esposizioni. —
Modifica: a u m e n t o capitale.
95.796 - M O N O S E R V I Z I O s. p. a. ind. e comm. scatolami - Torin o , v. M o r e t t a 55. — M o d i f i c a :
a u m e n t o capitale.
21-10-1952
i
62.182 - M A R E N G O T E R E S A f u G .
B. v e d . Z E A N O - p a n e t t e r i a c o n
forno, commercio legna e carb o n i - T o r i n o , v. I s s i g l i o 18. —
M o d i f i c a : cessa il c o m m e r c i o di
legna e carboni.
125.776 - N I N G H E T T O M A R G H E R I T A - c a p p e l l i p e r s i g n o r a al m i n .
- T o r i n o , c. A l t a c o m b a 35. —
M o d i f i c a : c e s s a il c o m m . m o d e e
c a p p e l l i , i n i z i a il c o m m . al m i n .
g e n e r i di d r o g h e r i a - T o r i n o , v i a
F r a t e l l i C a r l e 6.
229.528 - S C I O L L A M A R I A in P I SAN - amb. maglierie - Torino,
v. M a d d a l e n e 30. —
Modifica:
c e s s a il c o m m . a m b . m a g l i e r i e ,
i n i z i a il c o m m . d i b i b i t e , d o l c i u m i , f r u t t a , e c c . i n c. R e g i n a
M a r g h e r i t a 130.
186.812 - D E C R I S T O F O R O M A R I A
- comm* mercerie, chincaglierie
e c a l z e - C h i e r i , v. V i t t . E m a n u e l e 42. — M o d i f i c a : n u o v a r a g .
SOC.: C C A S A D E L L A C A L Z A » di
DE
CRISTOFORO
MARIA
fu
LORENZO.
97.944 - B O E L L A A N G E L O - c o m m .
droghe coloniali, liquori, profum i . e c c . - T o r i n o , c. P o n t e M o s c a 3. — M o d i f i c a : t r a s f . i n c o r so G i u l i o C e s a r e 7.
2.131 - T I P O G R A F I A L U I G I C H E C CHINI - tipografia - Tor'no, via
F r . C a l a n d r a 18. — M o d i f i c a : a g giunto edizioni musicali.
160.942 - U N I V E R S A L D A s. r. 1. COSTRUZ. ELETTROTERMICHE
S A L D A N T I T O R I N O - costruz.
e l e t t r . s a l d a n t i - T o r i n o , v. S a n
D o n a t o 82. — M o d i f i c a : a u m e n t o
capitale.
237.327 - T A B O N E F R A N C A In C A N Z E R I - g i o c a t t o l i al m i n . - T o r i n o , v. d e l l e R o s i n e 8. — M o d i f i c a : c e s s a il c o m m .
giocattoli,
i n i z i a il c o m m . c a r t o l e r i a e c a n celleria.
212.431 - • E S E R C I Z I O
FORNACE
LATERIZI DI RIVA DI CHIERI >
di T E S S I O R E C A V . A L B E R T O industria r e f r a t t a r i ed a f f i n i R i v a di C h i e r i e T o r i n o , s t r . d e l
N o b i l e 59. — M o d i f i c a : c e s s a l ' a t tività di F o r n a c e L a t e r i z i di R i va di Chieri.
233.451 - D E R S E d i D E R O S S I S E R G I O - c o m m . e c o n f e z . di drapperle e t e s s u t i al m i n . - T o r i n o ,
c. M o n t e G r a p p a 58. — M o d i f i c a :
n u o v a r a g . soc.: D E R O S S I S E R GIO fu GIOVANNI.
192.003 - R A P E T T I M A R I A , G I U S E P P I N A & P I E T R O s. di f. riv. p a n e e pasticceria - Torino,
v. C a s s i n i 5. — M o d i f i c a : n u o v a
rag. soc.: R A P E T T I G I U S E P P I NA & C.
203.939 - C A R T E L L A A N T O N I O amb. tessuti - Torino,
piazza
T . C a m p a n e l l a 4. —
Mod'flca:
t r a s f . i n v. C a r l o C a p p e l l i 90.
232.493 - C O N T I V I T T O R I O - f e r ravecchi e mobili usati al m i n .
- T o r i n o , c. R e g . M a r g h e r i t a 77.
M o d i f i c a : t r a s f . In v. P a r m a
n. 3.
22-10-1952
188.218 - C O C I R I O & C. - l a v o r a z .
e c o m m . m a t e r i a l i , a p p a r e c c h i ed
u t e n s i l i d o m e s t i c i , i d r a u l i c i , san i t a r i , e l e t t r i c i ed a g a s - T o r i n o , v. M a r i a V i t t o r i a . — M o d i f i c a : t r a s f . i n v. P e t t i n e n g o 10.
214.175 - S O C . C O M M I S S I O N A R I A
COMPRA VENDITA AUTOMEZZ I P E R C O N T O T E R Z I di S E R R A & P E L I S S ' E R O s. di f . c o m m . a u t o v e i c o l i al m i n . - T o r i n o , c. F r a n c i a 21. — M o d ' f l c a :
n u o v a rag. soc.: « S E R R A & P E L I S S E R O » s. d i f.
213.529 - P R O C E S S I
F E R R I T s. r. 1.
e tratt. termico
zione impiantì
r i n o , v. T a s s o
in liquidazione.
CARBONITRAL- fabbr., produz.
metalli, costruin g e n e r e - T o 10. — M o d i f i c a :
221.135 - C O N C E R I A
ARTIGIANA
C A R L O P I S O N I & C . soc. coli. c o n c i a p e l l a m i In g e n e r e , c o n f e z .
e c o m m . p e l l a m i - R i v o l i , v. AI
C a s t e l l o 31. — M o d i f i c a : In l i quidazione.
215.180 - G A L F R E ' M I C H E L E
&
G A L F R E ' D O M E N I C O s. di f. m u r a t o r i - T o r i n o , v. B U g n y 10.
— Modifica: n u o v a rag. sociale:
• GALFRE' MICHELE f u DOMEN I C O ».
191.469 - F R A T E L L I B R O N Z O s. d i f.
- calze all'ingrosso - Torino, via
d e l l e O r f a n e 17. — M o d i f i c a : r i l e v a t o esercizio sito in Torino,
e. R o s s e l l i 92, p e r l a v e n d . al
m i n u t o calze.
217.130 - C A L Z I F I C I O C E N A - f a b b r ' c a z i o n e e r i f i n i t u r a cal^e ed
a f f i n i - T o r i n o , c. R o s s e l l i 92. —
M o d i f i c a : in f a l l i m e n t o .
159.924 - R A T T I M A R I O - ofT. c r o m a t u r a - T o r i n o , v. C . C o l o m b o
n . 2 b i s . — M r d ' f l c a : cessa l ' e s e r c i z i o d i v. C. C o l o m b o 2 bis,
i n i z ' a l a c o n f e z i o n e m a g l i e r i e In
v. P a r m a 50.
165.864 - M U T T I G L I E N G O A L B E R T O - calderaio tubista - Torino,
v. V e n a r ' a 3. — M o d i f i c a : t r a s f .
i n v. V e n a r ' a 15.
232.226 - M O L T N A R I O R E N A T O
IL
RAPIDO DEI FIORI » - autotras p o r t i c o n t o t e r z i - T o r ' n o . vìa
S ' i v i o P e l l i c o 2 bis. — M o d i f i c a :
a g g . il c o m m e r c i o fiori al m i n u to con d e n o m l n a z . < R I V I E R A
DEI
F I O R I » di
MOLINARIO
RENATO.
208.070 - D E L I S I A N N A - c o m b .
solidi a l i ' i n g r . - T o r i n o , c. M o n c a l i e r l 27. — M o d ' f l c a : a g g . a u totrasporti conto terzi - Torino,
v. O r m e a 50.
111.253 - S O C . A N O N . E S E R C I Z I
DEL S E S T R I E R E - S.A.E.S. ind. alberghiera - T o r i n o , via
P. G o b e t t i 19. — M o d ' f l c a : i n i z i a
l ' e s e r c i z i o di g e n e r i a l i m e n t a r i e
maceller'a, f r u t t a e verdura, vin o ad e s p o r t a r e , l a t t e , e c c . n e l
C o m u n e di Sestriere.
23-10-1952
53.273 - E L I A & C . s. a c c . s. - f a b b r i c a t e s s u t i In c o t o n e - C h i e r i .
— M o d i f i c a : n u o v a r a g . soc'a'e-,
E L I A & S C A L E R Ò di R O M O L O
E L I A & C.
102.517 - S I L M O C A M I L L O M I C H E L E - c o m m . fiori f r e s c h i , l e g n a mi tranciati, morsetti e colle T o r i n o , p. S t a t u t o 11.
100.857 - V I T A L E G I O V A N N I - m e r cerie, c r a v a t t e e sciarpe - T o r i n o , v. S. A n s e l m o 3. — M o d i f i c a :
t r a s f . In v. O r m e a 39 - o g g . :
c o n f e z . l n d u m . da l a v o r o .
180.322 - B E N E D E T T O
ALESSAND R O - comm. lngr. e min. prod.
a g r i c o l i e s e m e n t i - S e t t i m o T.Ee,
v. I t a l i a 69. — M o d i f i c a : a g g .
a u t o t r a s p . c o n t o t e r z i , t r a s f . in
v. M i l a n o 7.
236.679 - S F S d i S E R G I O & F A U S T O S T E L L A s. n . coli. - r a p p r .
c o m m . , f a b b r i c a z . di a r t i c o l i t e c n i c i i n d u s t r i a l i - T o r i n o , v. P l nerolo 4-C. — Modifica: trasf.
v. B e r t o l a 9.
237.207 - G A R A V I N I S A N D R A in
N E G R O - comm. articoli sportivi
- T o r i n o , v. C . C o l o m b o 33. —
Mod'flca: n u o v a rag. soc.: < MIR A B E L L S P O R T » di G A R A V T N I
SANDRA.
177.558 - C I R I O T T I C L E L I A f u G I U S E P P E - latteria - T o r i n o , via
B o n a f o u s 6. — M o d ' f l c a : n u o v a
rag. sociale: E R E D I
CIRIOTTI
CLELIA.
132.274 - SOC. P. AZ. COMMISSIONARIA - compravendita, commissioni finanziarle su autoveìcoli industriali e macchine agricole, autotrasporti conto proprio
e conto terzi - Torino, c. G. Cesare 183. — Modifica: Inizia 11
comm. di autoveicoli, macchine
agricole, access, e pezzi di ricambio al minuto in v. Nizza 31.
24-10-1952
115.067 - PAGLIANI & PROVENZALE s. p. a. - stampaggio e lavorazione della lamiera in genere
- Torino, c. Rosselli 214. — Modifica: agg. 11 comm. del metalli ferrosi, non ferrosi, ecc.
192.638 - IMMOBILIARE S. BENED E T T O s. r. 1. - acquisto, vendita, gestione immobili - Torino,
viale X X V I Aprile 65. — Modifica: a u m e n t o cap.tale.
185.018 - RAPPRESENTANZE ESTERE NAZIONALI TORINO - R.E.
N.T. s. r. 1. - rappr. estere e n a zionali, import-export - Torino,
v. Cesare Battisti 1. •— Modifica:
a u m e n t o capitale.
185.490 - GIUSEPPE JACHIA & F I G L I O s. n. coli. - rappresentanza
- Torino, v. Juvara 10. — Modifica: nuova rag. soc.: GIUSEPPE
JACHIA & F I G L I O di JACHIA
ALFREDO.
204.029 - G I O C C A P I E T R O - mototrasporti - Torino, v. Gravere 91.
Mcdifica: agg.: autotrasporti
conto terzi.
159.7J.6 - BEINEDETTO LORENZO inototrasp. e macellazione - T o rnio, v. r o l i g n o 27. — Modifica:
agg. autotrasporti conto terzi.
59.1iu - r i i i t i t n i i O (jE^ArtE - i n d u stria molitoria - Settimo T.se,
v. Molino Isola. — Modifica: tras f o r m a t a in s. di f. - n u o v a rag.
SOC.: HSHKERO CESARE <Ss F I GLI.
197.897 - O.M.S., OFF. MECCANICA
STAMPAGGIO
di
CA V A G L I A '
G I O V A N N I - off. mecc. stampaggio metalli - 'l'orino, v. Braiidizzo 58. — Modifica: trasf. in soc.
di f. < C A V A G U A ' «te S C U R S A T O N E » di CA VAGLIA' G I O V A N NI & S C U R S A T O N E G I O V A N N I .
237.194 -
AJNGELIEU
ALMA
-
car-
toleria, giocattoli - T o n n o , via
Mad. Cristina 40. — Modifica:
n u o v a rag. soc.: c LO STUDENTE » di A N G E L I L L I ALMA.
182.543 - C O S T R U Z I O N I E R I C O S T R U Z I O N I EDILIZIE C A B R I O
& T R E V E S s. n. coli. - costruz.
civili e industriali - Torino, via
Rivarossa 25. — Modifica: n u o v a
rag. SOC.: C A B R I O & ING. T R E VES, C O S T R U Z . CIVILI INDUSTRIALI,
CEMENTI
ARMATI
s. n. coli. - trasferita a Biella,
v. Torino 31.
215.730 - VESCO L U I G I - macello
e q u i n o - Mercenasco, v. Donio
n. 47. — Modifica: agg. m a c e l lazione ovini, caprini, ecc.
210.706 - S.A.R.E.S., S O C . A U T O T R A S P O R T I RIUNITI E SrEDIZIOiNI s. r. 1. - esercizio trasp.
c o n t o proprio e conto terzi T o n n o , v. Sacchi 16. — Mod.fica: trasf. in v. Pr. D ' A c a j a 26
235.339 - B A R B E R I S L U I G I - riparazioni auto, moto - Villafranca
P.te, v. Piave 8. — Modifica- agg
il commercio olii minerali, pezzi
di ricambio.
25-10-1952
46.119 - M O N A T E R I GEOM. P. ind. edile - T o n n o , v. Naplone
22. — Modifica: n u o v a rag. soc.M O N A T E R I GEOM. P. di G E O M
FELICE GARELLI.
209.597 - P A S T A & Z U C C A s. di f.
- ingr. mat. edili e affini - M o n calieri, V. Tenivelli 27. — M o d i fica: aggiunto l'attività di a u t o trasporti c o n t o terzi.
226.862 - F A L C O G I O V A N N I - c o m mercio ed estrazione sabbia e
ghiaia - Villar Perosa, v. al Castello. — Mod fica: n u o v a rag
soc.: F A L C O G I O V A N N I & F I G L I s. di f.
99.190 - M O L I N A R F . L L I - a u t o r i messa, l u b r i f i c a n t i e c a r b u r a n t i
- Venaria, v. R o m a 7. — Modifica: aggiunto l'attività di c o n c e s sionaria ricambi e lubrificanti
Fiat.
232.626 - A M O S T di DE M A R I A
M A R I O - f o r n i t . m a n o d'opera
c o m u n e , q u a l . f i c a t a e specializzata - Torino, v. Belfiore 18. —
Modifica a u m e n t o capit. - istituzione di u n a filiale in Novara,
v. P. Azzario 6.
233.701 - A G U I A R I ANTONIO idraulico - Settimo T.se, v. Alfieri 5. — Modifica: aggiunto la
vendita generi di ferramenta in
Settimo T.se, v. Alfieri 8.
226.352 - AUTORIMESSA
ASTOR
8. r. 1. - autorlm. ed off. ripar.
autoveicoli - Torino, v. Cavour 7.
- Modifica: in liquidazione.
228.852 - IMMOBILIARE SI.DE.MA.
s. p. a. - acquisto, gestione beni
Immobiliari, rustici e civili - Torino, v. U. R a t t a z z i 11. — Modifica: a u m e n t o capitale - trasf.
in v. Volta 3.
27-10-1952
113.727 - AIMO P I E T R O - panetteria e pasticceria con forno - Torino, v. S. Giulia 34, v. E. G i a chino 16. — Mod.flca: specifica
attività.
171.328 - SOC. P. AZ. CHIMINDUS T R I A - ind. e comm. medicinali, p r o f u m i , specialità farmaceutiche. ecc. - S. Mauro T.se.
- Mod.flca: in liquidazione.
166.276 - IMMOBILIARE G R E N
s. p. a. - Torino, e. Re Umberto
11. 12. — Mod-flca: trasf. in via
Marco Polo 42.
234.489 - MEDICO F R A N C E S C O autotrasp. conto terzi - Torino,
c. Casale 2. — Modifica: a g g i u n to il comm. sabbia e ghiaia.
28-10-1952
70.814 - F A B B R I C A IT AL. VERNICI
F.LLI R O S S I f u A D O L F O di
R O S S I MARIO - fabbr. vernici T o n n o , v. Bologna 41-43. — Mod-fica: a g g i u n t o la fabbr. abrasivi flessibili.
170.262 - C I P R I A N I & C. s. r. 1. spedizionieri e servizio trasporti
- Torino, v. A q u i l a 8. — Modifica: in liquidaz.one.
21.123-A - R U F F I N O F I R M I N O carradore e segheria elettrica Ivrea, str. Vercelli 36. — Modifica: a g g i u n t o il comm. m a c c h i ne agricole ed accessori in Ivrea,
c. Vercelli 122.
237.469 - F O N T A N A MICHELE amb. latticini, formaggi, ecc. Orio C.se, v. Carbonero 8. — Modifica: a g g i u n t o la v e n d i t a m e r cerie e filati.
176.370 - F.LLI L O R E N Z I - c o m m ,
ricambi elettrici per auto e off.
riparaz. a u t o - T o n n o , v. B. G a l liari 14. — Modifica: trasformaz.
in s. r. 1. con la rag. eoe.: M.E.
A.T., M A T E R I A L E E L E T T R I C O
A U T O T O R I N O s. r. 1.
44.799 - C O N T I U M B E R T O & F I G L I O - pelli per pellicceria all'ingrosso - Torino, v. G i o r d a n a
n. 5. — Modifica: trasf. in v. Arsenale 35.
232.500 - P E R A R D I L U I G I . ingr.
l e g n a m i e osteria - B u s a n o , via
G . I g o n e t t i 27. — Modifica: agg i u n t o l ' a t t i v i t à di a u t o t r a s p o r t i
c o n t o terzi.
230.825 - DE L U I G I G I N O - lavori
in legno - T o n n o , v. Di N a n n i
n. 4. — Modifica: trasf. i n via
B a r d o n e c c h i a 82-A.
236.034 - f L O N s. r. 1. - prod. e
c o m m . detergenti, cere e a f f i n i
- T o n n o , v. f . G i u r i a 16. — Modifica: i n i z i a t o il c o m m . al m i n u t o detergenti e cere.
138.698 - T I R O N E A N G E L O - l a t t e ria - T o n n o , v. P o n t 12. — Modifica : decesso del propTietario n u o v a rag. soo. : T i n O n E REMO
& GHEREONE A N G I O L I N A .
228.451 - T E R M A S s. r. 1. - costruz.
e i m p i a n t i di app. e l e t t r o t e c n i ci per uso domestico ed i n d u striate - T o n n o , v. B a r e t t i 20. —
Mod.fica: t r a s f o r m a z . in s. n.
coli, con la rag. soc.: T E R M A S
di G I A J M A R I O & C.
215.606 - C O M P A G N I A G E N E R A L E
DI C O M M E R C I O - C.G.C, s. r. 1.
- commercio in genere - Torino,
c. Re U m b e r t o 23. — M o d i f i c a :
in liqu.dazione.
218.025 - V I B A , S O C . I N D U S T R I A LE - imortaz. ed esportaz. - T o rino, v. Cernala 22. — Modifica:
trasf. in c. Sommelller 17.
29-10-1952
214.175 - S E R R A &
PELIS3ERO
s. di f. - c o m m . autoveicoli Torino, c. F r a n c i a 21. — Modifica: n u o v a rag. soc.: S O C . C O M MISSIONARIA COMPRA
VEND I T A A U T O M E Z Z I PER C O N T O
DI T E R Z I di S E R R A & P E L I S S E R O s. di f.
226.924 - ELIA P A T R I Z I A in FASCIOLA - comm. paste ailment.
- Torino, p. della Repubblica,
mercato n. 4. — Modifica: aperto
u n laborat. per la lavoraz. paste
alimentari fresche in Torino,
v. Fiocchetto 3.
218.166 - P.E.A. s. r. 1. - comm.
macchine per pizzi - Brandizzo,
v. Gorizia 2. — Modifica: in liquidazione.
228.178 - TERMO-CARPENTERIA IN
F E R R O s. r. 1. - termo-carpenteria in ferro - Torino, v. G. Pacc h i o n i 8. — Modifica: in liquidazione.
231.117 - CEVI s. r. 1. - pubblicità
in genere - Torino, v. S. Dalmazzo 12. — Modifica: nuova ragione soc.: A F F I S S I P U B B L I C I T A R I s. r. 1. CEVI - Torino, via
P. Mlcca 21.
236.778 - CASA DI SPEDIZIONI E
AGENZIA C O R R I E R I
CARDON E T T I di MORELLO & R A G
B O R C A s. di f. - casa di spedizioni - Torino, v. Alessandria
n. 48. — Modifica: n u o v a ragione
sociale: C A R D O N E T T I di MORELLO T O M M A S O & B O R C A
PIER GIUSEPPE.
2.705 - V I O T T I N I B E R N A R D O minuterie - Torino, c. Reg. Margherita 108. — Modifica: trasf. in
v. L u n g o Dora Voghera 84
158.599 - C.A.S.A., C O T O N I A F F I N I
s. p. a. - comm. cotoni greggi e
lavorati di fibre tessili naturali
ed artificiali - Torino, c. Mediterraneo 6. — Modifica: trasf in
v. A. Avogadro 19.
134.734 - DE G I O R G I S L U I G I autonoleggio di rimessa - Clrlè,
str. Torino 4. — Modifica: trasf.
in Clrlè, v. R o m a 36.
185.799 - V O L P A T T O A T T I L I O amb. f r u t t a e verdura - Torino,
v. G . G a l l i a n o 18. — Modifica
trasf. in v. M. Polo 14
218.199 - B E R N S T E I N M A Y E R O R O L O G I BECO - importazione
orologi a pendolo e vendita ingrosso e dettaglio e comm. calze
- Milano .e filiale Torino, corso
Belgio 24. — Modifica: trasf. in
v. Nizza 57.
191.224 - C I C C O L A DR. R A U L rappresentante - Torino, v. Consolata 2. — Modifica: trasf. in
v. Allioni 8, Torino.
30-10-1952
235.180 - SOC. I N D U S T R I A P E Z Z A MI A F F I N I s. r. 1. - S.I.P.A. - la
raccolta, classificaz. pezzami e
lavanderia - Torino, v. Reggio 19.
- Modifica: trasf. in v. S. Massimo 44 - i s t i t u i t o in Moncalieri,
reg. Borgo Vittoria u n o stabilirò,
per la raccolta e classificaz. p e z z a m i e lavanderia.
236.821 - T O S C O F R A N C E S C O - p a netteria e a f f i n i - Orbassano, via
Piossasco 25. — Mod.fica: agg i u n t o la v e n d i t a al m i n u t o
commestibili, drogheria.
205.647 - C E A G L I O L O D O V I C O a m b . art. casalinghi - Torino,
v. F e l e t t o 7. — Modifica: trasf.
in V. R. Martorelli 62.
202.346 - LUBIAN E D O A R D O - a m b .
uova, polli, conigli - Torino, corso R. Parco 139. — Modifica,
n u o v a a t t i v . t à : a m b . fiori.
163.781 - R I V O I R O M A T T E O - a m b .
foglie e parti di p i a n t e sempreverdi - Torino, c. Reg. M a r g h e rita 138. — Modifica: trasf. in
v. B a r b a r o u x 20 - oggetto: fiori
freschi al m i n u t o .
213.846 - N A V O N E G I U S E P P E - i m p i a n t i idraulici, sanitari e ris c a l d a m e n t o - Torino, c. M o n c a lieri 192. — Mod.fica: trasf. in
c. Moncalieri 240.
153.411 - I.G.E., I N D U S T R I A G I A R R E T T I E R A E L E G A N T E di LA
B R U N A N I C O L A - biancheria
per signora - Torino, v. Foscolo
n. 9. — Modifica: trasf. in v.a
P. G i u r i a 39.
200.392 - P E D R I N I A M I L C A R E c o m m . concimi, sementi, cereali,
eccetera - Cuorgnè, v. Milite
Ignoto 7. — Mod-flca: t r a s l . in
p. Morgando 3, C u o r g n è .
117.260 - P A S Q U E R O G I U S E P P E pittore e decoratore di a p p a r t a m e n t i - T o n n o , v. V a n c h i g l i a
n. 2 b.s. — Modifica: trasf. in
v. P a r m a 53, ang. v. Reggio 17.
208.811 - O R G A N I Z Z A Z I O N E C O R I N A L D I - E S P O R T A Z I O N E IMP O R T A Z I O N E - O.C.E.I. s. r. 1. c o m m . i n Italia e con l'Estero
sia per commissioni e rappresent a n z e - Torino, v. G u i c c i a r d i n i
n. 3. — M o d i f i c a : in l i q u i d a z .
31-10-1952
216.665 - SOC. L A V O R A T O R I INDUSTRIA TORINO di A. TORELLI & C. - S.L.I.T. s. acc. s. assunzione lavori di manodopera - T o n n o , Largo Saluzzo 36.
- Modifica: aumento capitale nuova rag. soc.: SOC. L A V O R A T O R I ITALIANI di A. TORELLI
& C.
217.130 - CALZIFICIO CENA di
CARDILLO MICHELE - calze al
min. - Torino, v. Bardonecchia
n. 71, c. Rosselli 92. — Modifica: ceduto il negozio sito in
c. Rosselli 92.
236.363 - S'OC. IMMOBILIARE R O ME s. p. a. - compra-vendita,
gestione, ammlnlstraz. immobili
- Torino, c. Siccardl 11 bis. —
Modifica: a u m e n t o capitale
236.412 - 8 . E . C . A . N . T . ,
STUDIO
ESPERIENZE COSTRUZ. A R T I COLI NUOVI s. di f. - Torino,
v. Boucheron 13. — Mod.ficanuova rag. sociale: S.E.C.A.N T
STUDIO ESPERIENZE C O S T R U ZIONI A R T I C O L I
NUOVI
di
BERTOLINA & C A L L I G A R O
193.740 - M O S S E T T O A T T I L I O gelateria - Volpiano. v. Umberto I, 5. — Modifica: aggiunto
1 attività di artigiano edile.
225.646 - T E X T O M E T E R s. r. 1. produz. e comm. attrezzature industriali - Torino, v. S. Teresa
n. 3. — Modifica: in liquidaz.
111.265 - M A R O C C O F R A N C E S C O panetteria ed affini - Riva presso Ch.eri, v. V. Veneto 3U. —
Modifica: a g g i u n t o l'attività di
drogher.a, paste aliment. all'ingrosso e al m i n u t o .
225.173 - VENDRAME E T T O R E &
F E R R A R E S I F R A N C O s. di f. autotrasporti c o n t o terzi - Ton n o , v. Veneto 1. — Modifican u o v a rag. sociale: VENDRAME
ETTORE.
213.538 - B O S C H E T T I A R T U R O fiaschetteria
- Torino (S' A m brogio), v. Umberto I, 100. —
Modifica: a g g i u n t o l'attività di
caffé, bar in Torino, p. C. Bozzolo 8.
133.259 - M A R A N G O N A N T O N I O trasporto merci conto terzi Tor.no, v. Garibaldi 39. — Modifica: trasf. in v. Don Bosco 3.
292.615 - C O T T I & VILLA s. n. coli.
- conf. oggetti in legno tornito
e verniciatura dei prodotti Pianezza, p. L e u m a n n 4-A. —
Mod.flca: in liquidazione.
233.325 - I.C.A. s. r. 1. - ind., comm.,
rappr. prodotti ind. meccanica
- i n d . cuscinetti a f f i n i - Torino,
v. S. Pellico 5. — Modifica: in
liquidazione.
236.8b5 - SOO. A P P R O V V I G I O N A M E N T O C A R N I s. r. 1. - S.A.C. ingr. e dettaglio bestiame, carni
macellate, congelate, ecc. - Ton n o . c. D u c a degli A o r u z z i 30.
- Modifica: a u m e n t o capitale.
NOVEMBRE
1 05:2
3-11-1952
176.945 - M U S S I N A T T O MICHELE
- s a l d a t u r a a u t o g e n a e elettrica
- T o n n o , v. S. It-aoiO 74. — Modifica: trasf. in v. B a r l e t t a 139 a g g i u n t o l ' a t t i v i t à di lavoraz.
lamiera.
226.179 - B R O V A R O N E R O D O L F O
- ingrosso tessuti - T o n n o , via
Pr. uiot.lde 24-bls. — Modifica:
n u o v a rag. soc.: E R E D I B R O VARONE RODOLFO.
222.671 - F U M E R Ò S E B A S T I A N O mg-r. e m i n u t o legna da ardere,
carbone i n genere e l e g n a m i aa
lavoro - Carmagnola, v. S p a n z o t t i 8. — Modifica: trasf. in
Carmagnola, v. S p a n z o t t i 12.
153.920 - BONA A L D O - p a n e t t e r i a
con f o r n o - T o n n o , v. Mad. Cristina 28. — Modifica: a g g i u n t o
la v e n d i t a generi da pasi.a.o in
c. Vercelli H7, T o n n o .
86.797 - F . L L I F O N T A N A s. di f. f e r r a m e n t a - Tor.no, v. C h i a brera 48. — Mod.fica: trasform a z i o n e in s. acc. s. con la rag.
soc.: F . L L I F O N T A N A di F O N T A N A A D R I A N O & C.
237.161 - C.A.B., C O N C E S S I O N A R I A
ARTICOLI
BREVETTATI
di
T A L L A R I D A G I O A C H I N O - art.
b r e v e t t a t i - Torino, v. T a l u c c h l
11. 27. — Mod.fica: trasf. in via
G u a s t a l l a 2.
195.171 - C O M I M E X di COPPA & C.
s. acc. s. - i m p o r t a z . ed esportazione - Torino, v. D o n Minzoni
n. 2. — Modifica: trasf. in via
Casteldeifino 2.
69
J05.757 - T R U F F O G I U S E P P E - sarto - Torino, V. C. A l b e r t o 1. —
Modifica: trasf. In v. B. B u o z z i 6.
218.274 - IMPRESA EDILE F.LLI
BENA s. r. 1. - lavori edili Torino, v. P. Amedeo 14. — Mod-fica: trasf. In v. F o l i g n o 99.
5-11-1952
236.638 - S E R R A S T E F A N O - a u t o trasporti c o n t o terzi - Torino,
v. Monastir 22. — M o d i f i c a : agg i u n t o la v e n d i t a c o m b u s t i b i l i
solidi.
224.574 - T E S S I T U R A S A N D R O DAMIANI - tersitura - Ch eri, via
V i t t . E m a n u e l e 23. — Modifica:
a g g i u n t o l ' a t t i v i t à di rappr. elettrodomestici e radio in v. S a n
Pio V n. 18-bis, Torino.
184 241 - C A M - C R E A Z I O N I A L T A
MODA di T R A D I T O G I O V A N N I
- bigiotterie in genere - Torino,
c Vercelli 82. — Modifica n u o v a
ra<* £02.: C.A.R.M.,
COSTRUZIONI
ACCESSORI
RICAMBI
M O T O S C O O T E R S di T R A D I T O
G I O V A N N I - cessata la precedente a t t i v i t à - i n i z i a t a l ' a t t i vità di costruz. accessori e ric a m b i per motoscooters, articoli
sportivi.
220.492 - M A R T U C C I ANGEiLO biciclette ed affini - Susa, corso
S t a t i U n i t i 27. — Modifica: agg i u n t o l ' a t t i v i t à di offic. ripar.
moto-cicli.
164 714 - I N D U S T R I A D O L C I A R I A
SOC. P. AZ. S.A.I.D. - ind. dolciaria - Torino, v. A r t ' s t l 29. —
Modifica: in l i q u i d a z i o n e .
234.109 - I M B E R T I M A R I O - c o m m .
ferri e trafilati - T o r i n o , corso
F r a n c i a 68. — M o d i f i c a : a g g i u n to l ' a t t i v i t à
di
mototrasporti
c o n t o terzi.
200.652 - P O G G I O U G O - a z i e n d a
agricola - Poirlno. F r a z . Torre
Valgorrera. — Modifica: n u o v a
rag. soc.: P O G G I O U G O di L U I GIA POGGIO.
6-11-1952
74.250-A - G I L L O N E MICHELE c a l z a t u r e al m i n u t o e zoccolaio
— Vische, v. R o m a 56. — M o d i fica: a g g i u n t o la v e n d i t a c a l z a t u r e In Caluso, p. U b e r t i n i 9.
180.344 - S A R D I &
GRAMIGNI
s. di f. - s a l d a t u r a e l e t t r i c a e
a u t o g e n a - T o r i n o , v. U r b i n o 25.
— M o d i f i c a : decesso del sig. Sardi E r m i n i o .
164.354 - B R I C C O M I C H E L E . f a b brica m o b i l i - T o r i n o , c. V i t t .
E m a n u e l e 86. — Modifica: cess a t a la f a b b r . m o b i l i - i n i z i a t o
la v e n d i t a a p p a r e c c h i e l e t t r o d o mestici.
234.689 - C O M E T s. r. 1. - comm.,
rappr, p r o d o t t i m e d i c i n a l i e a f fini - T o r i n o , c. Pr. O d d o n e 3.
— M o d i f i c a : a g g i u n t o il c o m m .
lngr. prodotti chlmico-farmaceuticl e spec. m e d i c i n a l i .
120.692 - O B E R T G I U S E P P E & C.
— s t a m p a g g i o e lavoraz. m e c c a n i c a ferro - T o r ' n o . v. S. Q u i n t i n o 19. — Modifica: trasf. In via
V i t t . A m e d e o I I n. 24.
107.083 - R I S T O L D O G I U S E P P E a u t o t r a s p o r t i - T o r i n o , c. Pr.
Oddone 9. — M o d i f i c a : n u o v a
rag. soc.: R I S T O L D O G I U S E P P E
& GIACOMO.
156.299 - G R O S S O G A S P A R E - drogher a - T o r i n o , v. C l b r a r l o 76.
— Modifica: decesso del t i t o l a r e
— nuova ragione sociale: B A V A
TERESA.
237.288 - C E V O L A N I P I E T R O & C O S T A M A R I O s. di f. - bar - T o rino, v. Pr, T o m m a s o 3. — M o difica: n u o v a rag. soc.: C E V O LANI PIETRO & ALBARETTO
SILVIO.
170.885 - F A C C A R O P I E R I N O - i n grosso cancelleria - T o r i n o , via
A. A v o g a d r o 16. —
Modifica:
n u o v a rag. soc.: F A C C A R O P I E RINO - F A P I T .
195.425 - G I R A U D I D O M E N I C O c o m m . m a t e r i a l e e l e t t r i c o ed a f fini - C a r m a g n o l a , v. F. Valobra
n. 100. — Modifica: a g g i u n t o il
c o m m . app. radio e m a t e r i a l e
radioelettrico.
189.789 - M O - L E di M O R E L L O &
L E V I s. n. coli. - c o m m . e r a p p r .
articoli o t t i c i - T o r i n o , v. B o g i no 27. — M o d i f i c a : trasf. in via
A s s a r o t t i 5.
224.524 - R.A.T.I.M. di R A V I O L A
N A T A L E - ingr. m a c c h i n e i n d u striali - T o r i n o , v. R o s s a n a 18.
— Modifica: n u o v a r a g . sociale
RAVIOLA
70
NATALE.
231.327 - S C U O L A R A D I O E L E T T R A - S'.R.E. s. r. 1. - i n s e g n a m e n t o di r a d i o - t e c n i c a per corr i s p o n d e n z a - Torino, v. G a r i baldi 57. — M o d i f i c a : trasf. in
v. La Loggia 38.
185.545 - F A G G I A N I P O M P E O m e c c a n i c o ciclista e rip. cicli e
m o t o c i c l i - Collegno, vie. San
Pietro 2. — Modifica: a g g i u n t o
la v e n d i t a c i c l i - m o t o c i c l i .
7-11-1952
199.336 - R A S T E L L O E M I L I O - drogheria
c o m m e s t i b i l i - Torino,
c. Emilia 5; v. C o t t o l e n g o 21. —
Modifica: c e d u t o l'esercizio di
v. C o t t o l e n g o 21.
155.195 - T A D D E I L U I G I - m e r c e rie, chincaglierie, p r o f u m i , ecc.
— Torino, p. C. Felice 22; p. C a stello 60. — M o d i f i c a : c e d u t o l'esercizio di p. Castello 60.
135.759 - V I E C C A G I U S E P P E - c a l z a t u r e - T o r i n o , v. Po 39; via
D a n t e Di N a n n i 72. — M o d i f i c a :
c e d u t o il n e g o z i o sito i n via
D a n t e Di N a n n i 72.
223.640 - C A R L E V A R I S F . L L I F R A N CESCO E PIETRO & BONETTO
NICOLAO - autotrasporti - Pancalieri, v. P l n e r o l o 53. — Modifica: n u o v a rag. soc.: B O N E T T O
NICOLAO.
144.068 - B O N I N O C O R I N O - a m b .
v e r d u r a - T o r i n o , v. A b b a d i a di
S t u r a 27. — Modifica: cessata
l ' a t t i v i t à di a m b . v e r d u r a - i n i z i a t o il c o m m . a m b . t e s s u t i .
175.320 - L E N C I A G I U S E P P E - c o m mestibili, drogheria, ecc. - T o rino, v. M'ad. C r i s t i n a 23. — M o difica: a g g i u n t o l ' a t t i v i t à di f a b bricazione detersivi In T o r i n o ,
Str. M a g r a 44 c o n la r a g . soc.:
E L L E G I di L E N C I A G I U S E P P E .
7.371 - C A N T E R O A N T O N I O - c o m mercio r e c u p e r i m e t a l l i c i - T o rino. v. C a r r ù 13; v. P o l e n z o 20.
Modifica: c e s s a t o l'esercizio di
v. .Pollenzo 20.
173.283 - R O L G I O V A N N I - c i n e m a t o g r a f o - T o r i n o , v. G . di B a rolo 24. — M o d i f i c a : cessato l'esercizio di c i n e m a t o g r a f o - i n i ziata la fabbr. concimi organici,
chimici e minerali in Torino,
Str. C a s t e l l o M i r a f i c r e 306.
167.293 - S A V I O A D O L F O - r a p p r e s e n t a n t e - T o r i n o , v. Niz?a 121.
— M o d i f i c a : c e s s a t a l ' a t t ' v i t à di
rappres. - i n i z i a t o il c o m m . i n grosso mercerie.
223.285 - O R C O R T E V I T T O R I O rip. e l e t t r o d o m e s t i c i ,
macchine
da cucire, ecc. - T o r i n o , via
G. Reni
(Città Giardino).
—
M o d i f i c a : a g g i u n t o il c o m m . a p parecchi elettrodom., macchine
da cucire, ecc.
223.393 - F R E S I A G I O V A N N I - i n grosso l i q u o r i e i n g r . e' m i n u t o
cassette propaganda (Torino) C a r m a g n o l a , v. S. G . B o s c o 21.
— M o d i f i c a : n u o v a r a g i o n e sociale:
ALPESTRE
PRODOTTI
M A R I S T I di G I O V A N N I F R E S I A
fu AGOSTINO.
218.054 - I M P R E S A T O R I N O di B O RIS DELLACASA - assunzione
da p r i v a t i , e n t i p u b b l i c i , lavori
edili, s t r a d a l i , ecc. - T o r i n o , via
B a v a 10. — M o d i f i c a : n u o v a rag.
SOC.: D E L L A C A S A B O R I S
IMPRESA COSTRUZ. EDILI.
202.550 - G A L L O G I U S E P P E - p a n e t t e r i a - Chieri, v. P a l a z z o di
C i t t à 6. — M o d i f i c a : a g g i u n t o
u n n e g o z i o di p a n e t t e r i a e p a s t i c c e r . a in v. V a r a i t a 9, T o r i n o .
182.807 - M A Z Z O N I O R F E O - a m b .
f r u t t a e verdura - Moncalierl,
v. Sestriere 31. — M o d i f i c a : agg i u n t o il c o m m . fisso f r u t t a e
v e r d u r a i n M o n c a l i e r l , v. P a l l i 2.
144.855 - B A S S I N O A N G E L O - m a celleria, c o m m i s s i o n a r i o in b o vini - M o n t a n a r o , v. U m b e r t o I
n. 7. — M o d i f i c a : a g g i u n t o l ' a t t i v i t à di m a c e l l e r i a b o v i n a e ovina i n M o n t a n a r o , v. G a r i b a l d i 8.
187.988 - R O S S I N O M A S S I M A - al
m i n u t o e i n g r . cereali, c r u s c a mi, ecc. - Rivoli, v. M o n t e G r a p p a 16. — M o d i f i c a : a g g i u n t o l ' a t t i v i t à di l a v a n d e r i a a s e c c o i n
v. F. Piol, Rivoli, c o n la r a g i o n e
sociale: L A V A S E C di R O S S I N O
MASSIMA.
8-11-1952
110.757 - C O R I A S C O G I O V A N N I ind. carrozzeria autoveicoli ind u s t r i a l i - T o r i n o , v. S a l a b e r t a no 80. — M o d i f i c a : a g g i u n t o la
vendita app. e materiale radioelettrico per automobili.
176.920 - B U G N A N O G U I D O - lav.
In t e l a Juta sacchi n u o v i e u s a ti - T o r i n o , c. S v i z z e r a 153. —
Modifica: a g g i u n t o la v e n d i t a
sacchi Juta n u o v i e u s a t i all'ingrosso.
170.908 - C E R U T T I A L B I N O - pescherìa, m a c e l l e r i a e q u i n a , c o m b u s t ì b i l i - T o r i n o , v. S p o t c r n o
n. 25. — Modifica: c e d u t o l ' a t t i v i t à dì pescherìa.
45.806 - O R L A N D I N I M A R I A EMMA
ved. F E R R E R - c o m m . t u r a c c i o li - T o r i n o , v. X X S e t t e m b r e 8.
— M o d i f i c a : n u o v a rag. soc.- JOSE' F E R R E R & C. di C A R M E N
F E R R E R In B O R R A S .
178.382 - G A M M A s. r. 1. - applic a z i o n i m e c c a n i c h e , vend. m a t e riale e l e t t r i c o e g r a m m o f o n i c o T o r i n o , v. B a r b a r o u x 37. — Modifica: in l i q u i d a z i o n e .
204.855 - EDIL O M N I A di S C A M U Z ZI R A G . G E N N A R O - ingrosso
mater. da c o s t r u z . - T o r i n o , via
F. Carle 69. — M o d i f i c a : trasf. in
v. Tripoli 31.
115.222 - S A M M A R T I N O G I O V A N NI - art. c a s a l i n g h i , idraulici,
ecc. - T o r i n o , v. Di N a n n i 100.
— M o d i f i c a : n u o v a rag. soc.:
SANMARTINO MARGHERITA.
10-11-1952
237.889 - L A N Z I O M A R I A - c o m m .
mercerie - T o r i n o , v. N. F a b r i zl 75. — Modifica: i n i z i a t o 11
c o m m . art. da ì a t t o n i e r e , e l e t tricista,
casalinghi
e
ceduto.
C o n t i n u a l a v e n d i t a mercerie.
210.453 - S T A M P I T R A N C I A T U R A
IMBOTTITURA LAMIERE STIL
di F A L C O & P I E R S A N T E L L I T o r i n o , v. B u n i v a 24. — M c d . f i ca: n u o v a rag. sociale: S T I L di
FALCO CATALDO.
226.926 - M A L O R G I O R O M O L O amb. dolciumi e pasticceria T o r i n o , c. Vercelli 28. — M o difica: c e s s a t a la p r e c e d e n t e a t t i v i t à . I n i z i a t o il c o m m . f e r r a vecchi e stracci.
!
O T T O B R E
C
E
S
S
A
10 5 2
9-10-1952
122.235 - L A B O R A T O R I O C H I M I C O
I T A L I A N O di L I S A M A T T E O f a b b r i c a p a s t e abrasive - T o r i n o ,
v. M i c h e l e Lessona 33.
228.028 - P E T T I N E L L I R O D O L F O verniciatore a spruzzo - Torino,
v. A r q u a t a 22.
203.729 - B E R R I N O C L A U D I N A rip. pelliccerie - T o r i n o , v. S a n
F r a n c e s c o da P a o l a 10 bis.
192 287
- OTTINO
EUGENIO
e
Ì T A L O F R A T E L L I 8. di f. riparazione e commercio pneum a t i c i p e : a u t o , m o t o , cicli T o r i n o , c. Reg. M a r g h e r i t a 103
e c. S. M a u r i z i o 1.
162.482 - L I S A M A T T E O - s a l d a t u r a
a u t o g e n a - T o r i n o , v. M a t e r a 3.
88.526 - N O V I N A F E L I C I T A - c o m m e r c i a n t e v e r d u r a all'ingrosso T o r i n o , v. G . B r u n o 181.
232.451 - F R I G O L M di L O N G O e
M O N T A L B E T T I s. dì f. - f r i g o risti - T o r i n o , v. G . R e n i 80.
206.841 - C A P R A E R M A N N O - a m b u l a n t e f o r m a g g i - Caluso, f r a z .
Arè, v. D u c a degli A b r u z z i 1.
10-10-1952
218.099 - B O R T O L I R I C C A R D O e
G I A N O T T I G I A C O M O S. di f. commercio vini e liquori all'ingrosso - Ivrea, v. C i r c o n v a l l a z i o n e 38.
235.349 - S C A L A R E N A T O - c o m m .
amb. latticini, formaggi - Collegno, c. F r a n c i a 305.
214.991 - M O S S O C A T E R I N A M A RIA - corim. articoli casalinghi,
s t u f e e c o n o m i c h e , ecc. - G a s s i n o
T o r i n e s e , v. S. M a r t i n o 8.
222.503 - SA V A R I N O P R O S P E R I N A
- amb. chincaglierie, mercerie,
m a n u f a t t i in lana, lana in m a tassa, ecc. - B o r g a r o T o r i n e s e ,
viale del M a r t i r i 23.
217.574 RAVERDINO-ROBIONEB R U G N O L I S.C.R.I.E. s. di f. costruz. riparaz. apparecchiature
radioelettriche e meccan. - Torino, c. P. O d d o n e 20.
173.304 - V E N E Z I A N I M A R I O - i m presa edile - T o r i n o , v. M a z z i n i
n. 12.
5.520 - B E N E D E T T O F I O R E N Z O l a t t e r ì a e commestibili - T o r i no. c. S. Maurizio 71. — Modifica: n u o v a rag. soc.: EREDI
DI B E N E D E T T O F I O R E N Z O .
142.800 - T O U R N O U D F R A N C E S C O
- a m b . pesce fresco, uova, ecc. B a r d o n e c c h . a , fraz. Melezet. —
Modifica: cessata la p r e l e d e n t e
attività. Iniziata
l'attività
di
a u t o t r a s p o r t i c o n t o terzi in Bardonecchia. v. Medail 114.
204.939 - R I S S O F R A N C E S C O - Ingrosso burro - Torino, v. Pragelato 7. — Modifica: cessato 11
c o m m . Ingrosso burro. Iniziato
11 c o m m . a m b . burro, f o r m a g g i ,
ecc. in T o r i n o , v. Monte O r t i gara 1.
199.471 - I N D U S T R I E T I P O G R A F I CHE
EDITORIALI
RIUNITE
I T E R - tipografia - Torino, corso M a t t e o t t i 61. — Modifica: in
liquidazione.
225.104 - C A M P A N I L E & C. - lav.
m e c c a n i c h e - T o r i n o , v. Cenls c h ì a 38. —- Modifica: in l i q u i dazione.
180.350 - C . & R. F . L L I C A V A L L E R O
s. acc. s. - f a b b r . c ì n g h i e e
g u a r n i z i o n i di cuoio e c o m m .
art. tecnici, ecc. - Torino, corso
S v i z z e r a 70. — Modifica: t r a s f o r m a z i o n e In s. p. a. con la rag.
soc.: S. P. A. C A V A L L E R O .
235.475 - M I S P A di P A R I S I A N T O NIO - art. p r e v e n z i o n e i n f o r t u ni e sportivi - T o r i n o , v. G . Collegno 37. — Modifica: n u o v a rag.
soc.MANIFATTURA
INDUMENTI SPECIALI PROTEZIONE
A N T I N F O R T U N I O MISPA di P A RISI ANTONIO.
216.802 - G I G L I O L O R E N Z O - art.
agricoli - Ivrea, c. Vercelli 46.
— M o d i f i c a : a g g i u n t o la v e n d i t a
f r u t t a , verdura, pane, ecc.
5.578 A - C H I R I L U C I A - c o m m e stibili, p r i v a t i v e - V i a l f r è . —
Modifica: a g g i u n t o la v e n d i t a
concimi chimici.
Z
I
O
N
I
163.830 - O.I.C.E.,
ORGANIZZAZIONI INIZIATIVE CULTURALI
E D I T O R I A L I di G I U S E P P E U G O
B E f t T A T O T . T A - editoriali, a t t i v i t à libraria - Torino, v. Alfieri
n. 20.
217.259 - I M P R E S A C O S T R U Z I O N I
EDILI, D A V I ' G I U S E P P E & P E L L A R I N I G e o m . U G O s. di f. impresa c o s t r u z i o n i edili - A v i g l i a n a , v. D a v i 5.
235.546 - D ' A N N A P A S Q U A L E - a m b u l a n t e m a n u f a t t i - T o r i n o , via
T h e s a u r o 6.
221.019 - S E R R A M A R I A f u P I E T R O
in A R T U F F O - c o m m e s t i b i l i e
drogheria - T o r i n o , c. R a c c o n i g i 13.
231.597 - D I M I C C O C R I S T O F O R O
di F E L I C E e di M E O L U C I A c o m m e s t i b i l i e drogheria al m i n u t o - T o r i n o , v. V a l d e l l a t o r r e
n. 105.
212.043 - V E R N A
CATERINA
c o m m . v e r d u r a , f r u t t a e bibite
a n a l c o o l i c h e . - V e n a r i a - via
L a n z o 319.
216.497 - F . A . T . T . - F O R N I T U R A
ARTICOLI TABACCHI TORINO
- di G I O V A N N I B A R A C C O c o m m . ingrosso e m i n u t o c a n celleria, cartoleria, c h i n c a g l i e r i e ,
p r o f u m i ecc. - T o r i n o v. G a r i b a l d i 9.
11-10-1952
96.962 - R A C C A G I U S E P P E & D A F F A R A L U I G I A - SOC. di f a t t o macelleria
bovina
Torino,
v. M u r i a g l l o 17.
132.328 - M O L I N G I O V A N N I - ind u s t r i a l a v o r a z i o n e del l a t t e O r b a s s a n o - v. T o r i n o 12.
225.215 - B A R B E R O
MARIO
&
F A S S I O D O M E N I C O - osteria e
c o m m e s t i b i l i - Noie C.se, F r a zione Grangie.
230.294 - V A N A R A G I O V A N N I c o m m e s t i b i l i e droghe - T o r i n o ,
v. della R o c c a 4.
232.667 - E U R O P A A U T O R I M E S S A
di M O N T I C O N E G I U S E P P E - a u torimessa - T o r i n o , v. P l g a f e t t a
n. 62.
6824 - A N S E L M I N O G I U S E P P E ved.
N E G R O - c o m m . a r t i c o l i casal i n g h i e m i n u t e r i e al m i n u t o T o r i n o , c. F r a n c i a 83.
188.399 - P A U T A S S O L O D O V I C O osteria del P a s s a t e m p o - Carlg n a n o - fraz. T e t t i I-erettl 32.
113.657 - B E R T O C C O MICHELE forniture Industriali - Torino,
v. Bligny 10.
125.653 - C A R U Z Z O N A T A L I N A di
L u i g i In G A N D O L P O - v e n d i t a
mercerie e a b b i g l i a m e n t o in genere per b a m b i n i - T o r i n o via
M. Martnrem 72.
214.678 - MINOLA B A R T O L O M E O
orologeria e oreficeria - Poirlno,
v. I n d i p e n d e n z a 40.
13-10-1952
199.724 - A.C.E. A. di G H I R A R D I
ADOLFO - Azienda cromatura
e affini - Torino, c. B o l z a n o 14.
218.714 - S O C . A.R.L. < LA PINEROLESE PETROLI > - commercio c a r b u r a n t i - Plnerolo, v. P o poratl 2.
224.342 - P A R I G I & C. di P A R I G I
F E R R E R Ò & S T E L L A - tessitura
m e c c a n i c a , cotone, r a j o n e a f fini - Ch'eri, V. Vittorio E. 49.
227.394 - S A N D R O N E N I C O L A f u
FRANCESCO E TURIN
GIOV A N N I di Carlo c o m m . f r u t t a e
ve-dura - Ulzlo, v. R o m a 27.
218.279 - MIT.MAR di M I L A N A C C I O
E M A R I N E T T I - soc. di f. r a p p r e - e n t a n z e - T o r i n o , v. C a r lo A l b e r t o 40.
206.050 - E X C E L S I O R F I L M di G I O VANELLI OLGA - distribuzione
pellicole c i n e m a t o g r a f i c h e - T o rino, p. B o d o n i 1.
222.764 - C A N T A P I E T R O - d e g u s t a z i o n e vini e l i q u o r i e esport a z i o n e - Torino, v. S t r a d e l l a
n. HO.
176.921 - C A S E L L A N A T A L E - calzolaio - T o r i n o , v. C i b r a r i o 48.
158.813 - R E Y M O N D E M I L I O - cos t r u z i o n i edili - T o r i n o - v. G .
Medici 56.
230.425 - S O C . A R T I G I A N A F A L E G N A M I - S.A.F. di B E R T O L D I
A N G E L O e B O N A D E ' s. di f.
- l a v o r a z i o n e del l e g n o - S e t t i m o T o r i n e s e - v. T r e n t o 6.
129.013 - R I C H I A R D I C A R L O - p a netteria
con
forno - Torino,
c. Moncalierl 41.
171.406 - A L O V I S I G I U L I O - p a n e t t e r i a c o n f o r n o , pasticceria e
bar - T o r i n o , v. Nizza 39 bis.
209.516 - B O R G H E S E G I U S E P P E p a n e t t e r i a con f o r n o - T o r i n o ,
v. M a z z i n i 13.
14-10-1952
229.547 - B R O G L I N O
GIACOMO
A T T I G L I O - a t t i v i t à edilizia T o r i n o , v. P a d o v a 4.
222.405 - O D D O L O G I U S E P P E a m b . articoli c a s a l i n g h i - T o r i no, v. C a s e l l e t t e 13.
236.328 - L O C I U R O N I C O L O ' a m b u l a n t e salumi, f o r m a g g i T o r i n o , c. R e g i n a
Margherita
n . 138.
236.331 - M A S S I M I N O A N T O N I O &
REINERI GIUSEPPE - autotrasporti c o n t o terzi - V ì l l a f r a n c a
P i e m o n t e , v. V a l z a n i a 4.
CANDELLERO
GUIDO
M A U R I Z I O - spaccio b e v a n d e
a l c o o l l c h e - Moncalierl, B o r g a t a
S. Maria.
230.865 - C A V A G N E R O L U I G I G I U S E P P E - c o m m . all'ingrosso ed
al m i n u t o v i n i , liquori, sciroppi
in r e c i p i e n t i c h i u s i - T o r i n o ,
v. M o n t e r o s a 14.
232.034 - G I O V A C C H I N I B R U N O c a f f è - T o r i n o , c. Q u i n t i n o S e i la 85.
16035 - M A N U E T T I G I U S E P P E comm. pasticceria e commestibili - B a l a n g e r o , v. L a n z o 4.
159.855 - C A M B I A N O
MARIA
commestibili, drogheria, banane
al m i n u t o - T o r i n o , v. B e l l i n i 4.
223.104 - M O N T I C O N E
MARCELLINA - c o m m e s t i b i l i - T o r i n o ,
v. Moroslni 3.
134.736 - R O L F O G I U S E P P E - c o m m e r c i o c a l z a t u r e ed a r t i c o l i in
g e n e r e - B r i c h e r a s l o - v. V i t t o rio E m a n u e l e 10.
183.038 - F R O L A F R A N C E S C O a m b u l a n t e f r u t t a e verdura C h i v a s s o , v. S. M a r c o 7.
224.199 - D E M A R C H I S P I R I T O carpentiere
Chivasso,
fraz.
Montegiove.
224.198 - D E M A R C H I P A O L O - c a r pentiere - C h i v a s s o , v. P a l e o logl 4.
209.985 - S A N D R O N E N I C O L A
commestibili, frutta e verdura
- Ulzlo, v. R o m a 27.
138.348 - F A B B . C O N C I M I M A T TEODA di M A T T E O D A BENEDETTO - fabbr. concimi chimici - Grugliasco. v. del G e r bido 35.
194.476 - B E N A G I U S E P P I N A
trattoria, commestibili, c a n c e l leria, chincaglieria, riv. p a n e Chlvasso, fraz. Torassl.
15-10-1952
230.593 - G I O V A N N E T T I S C A L E N GHE - edilizia - Torino, v. Nizza 381.
163.191 - F O R T U N A T O L E T I Z I A c o m m e r c i o e f a b b . a c q u a da b u cato,
ecc. - Torino,
v.
Luigi
Capriolo 5 Int.
221.907 - P U P P O B E N E D E T T O c o m m . all'ingrosso c a r b u r o di
calcio - Torino, c. T r a p a n i 70.
216.394 - P E Z Z A A G O S T I N O - a u t o t r a s p o r t i - B r a n d i z z o , v. T o r i no 60.
42.217 - F E R R E R Ò F R A N C E S C O C a p o m a s t r o - V o l p i a n o , v. Circ o n v a l l a z i o n e 40.
235.639 - M I G L I O R I N I V I T T O R I O a m b u l a n t e s c a m p o l i - Torino,
v. C i m arosa 40.
224.127 - P E L I T I F I L I P P O - al m i n u t o articoli t e c n i c i e r i p r o d u zione disegni - T o r i n o , v. M e l chior G i o i a 6-2.
233.470 - S C O N O S C I U T O A N T O N I O
- c o m m . all'ingrosso olio e v i no - T o r i n o - v. Oropa 5.
219.271 - C E D R I N O G I O V A N N I riv. al m i n u t o p a n e e d o l c i u m i ,
bar I t a l i a - Perosa A r g e n t i n a V. U m b e r t o l e v . M a g e n t a 4.
16-10-1952
207.017 - S O T T O M A N O M A R I A a m b . d o l c i u m i , caffè i n g r a n a T o r i n o , v. B a l f o 53.
228.759 - S O C . A R . L. C A S A E D I TRICE VOGA - TORINO - pubb l i c a z i o n e libri, riviste, giornali
eccetera - T o r i n o , v. X X S e t t e m b r e 38.
228.970 - R O B I O L A L U I G I - c o s t r u zioni edili ed a f f i n i - C h l v a s s o ,
v. B o r g o Posta 8.
230.160 - B I T O N T I A N T O N I O
a m b . d o l c i u m i , f r u t t a secca T o r i n o V. Sospello 172.
235.429 - B I A N C H I P I E T R O - a m bulante ferravecchi e stracci T o r i n o v. Ferrerò, 1.
235.822 - M A G I S T R E L L I M I C H E L E
- vini esportarsi - Ciriè, v. L a n zo 43.
67.932 - S T A B I O O R S O L A f u C A R LO
ved. M A C C H I O R L A T T I
calzoleria - Cirlè, v. V i t t . E m a n u e l e 99.
120.860 - I M P R E S A E D I L E P O M A
G I O V A N N I - c o s t r u z . edili - C e res, f r a z . B r a c c h i e l l o 21.
214.549 - S O C . I M M O B I L I A R E C A S T E L V E C C H I O s. r. 1. - a m m .
i m m o b i l i - T o r i n o , v. A r s e n a l e
n. 42.
208.034 - B E L L E Z Z A F O N T A N A T E RESA - comm. f r u t t a e verdura
- L a n z o T.se, v. M a t t e o t t i 556.
208.418 - B E L L O D I D O L O R E S f u
A R T U R O - commestibili - Tor i n o , v. F r a b o s a 16.
225.016 - V A I R O L G A In P A L A Z Z I
f u ACHILLE - profumeria e big i o t t e r i a - T o r i n o , v. C h i e s a della S a l u t e 11.
234.293 - I T A L F R U T T A di C O S T A N T I N O C O N C E T T I N O - f r u t t a al
m i n u t o - T o r i n o , v. S a n Sec o n d o 55-A.
231.317 - A V A T A N E O &, B R U N O
s. di f. - n e g . di m a g l i e r i a e
b i a n c h e r i a - T o r i n o , c. R a f f a e l lo 21.
125.072 - B U S C A G L I O N E A D E L A I DE ved. C O R N O - c o m m . g e n e r i
di d r o g h e r i a - T o r i n o , c. G i u l i o
Cesare 50.
237.770 - A M E D E I T E R E S A - sarta
- T o r i n o , v. G i o t t o 1.
17-10-1952
209.499 - B A G L I A N I A L E S S A N D R O
E F O R N E R I S M A R C O S. di f. riparaz. automobili - Plnerolo,
c. T o r i n o 27.
228.300 - R O G G E R O M A R I A - l a t teria
- Carmagnola,
v.
delle
C h e r c h e 7.
235.626 - M A M I N O G I U S E P P E , M O N E T T I & V I G N O L O s. di f. edili - V ì l l a f r a n c a P i e m o n t e .
215.702 - I M P O R T A Z I O N I
PARTI
A U T O , c I M P A ) di A L T I S S I MO S E R G I O - foderami, accessori per a u t o - T o r i n o , v. T a r i n o 5.
196.205 - R I N A L D I A D E L M O - a m b u l a n t e burro, formaggi, ecc. Collegno, v. T a m p e l l i n i T. N. 1.
209.217 - A M A D O R I LIDIA - c o m mestibili - Torino
(Collegno),
v. A. Costa 17.
218.453 - C A L V O CECILIA in MONT A G N I N O - l o c a n d a del Centro,
commestib., generi vari - Caprie,
p. del M u n i c i p i o 4.
195.189 - T O R T O L O N E G I O V A N N I
- commestib.,
fiaschetteria,
cartoleria, cancelleria, riv. p a n e Chlvasso. f r a z . B o s c h e t t o ,
via
S. A n n a 51.
219.307 - A L T I N A E S T E R ved. M O R I O N D O - cartoleria - Torino,
e. B e l g i o 39.
230.429 - C A P R I O G L I O F E R D I N A N DA - c o m m e s t i b i l i e drogheria T o r i n o , v. M o n g i n e v r o 3.
233.851 - C E R R U T I M A R I N A f u A L BINO & COMOGLIO CATERINA
f u G I O V A N N I s. di 1. - cartoler à - T o r i n o , v. M o n f e r r a t o 15.
235.480 - LA I G N I F E R A di M A S S A
A N G E L A - c o m b u s t i b i l i solidi T o r i n o , v ' a V e n a r i a 27.
216.311 - M O N A C O & C. s. n. coli. c a r p e n t e r i a m e c c a n i c a e calderai
- T o r i n o , v. Vlstrorio 93.
211.025 - B O S C O & M O N T A L I s. n.
coli. - rapp.za m a c c h i n e da scrivere e accessori - T o r i n o , v. A l fieri 22,
210.102 - C H I R I O T T I A T T I L I O pratiche automobilistiche - Plnerolo. v. V l g o n e 8.
219.390 - V E R N E T T I C A R L O - cos t r u z i o n i edili - T o r i n o , v. C o n s o l a t a 1 bis.
233.211 - O D E L L O E D O A R D O L A N F R A N C O - macelleria bovina T o r i n o , v. B l b l a n a 117.
134.010 - C U I S S E B A S T I A N O - a m bulante frutta e verdura - Torino, v, B r a n d i z z o 4.
18-10-1952
104.744 - E U S E B I O L U I G I - rip. e
v e n d i t a cicli ed accessori - T o rino, c. R a c c o n i g i 5.
221 906 - S.A.T.A., S F R U T T A M E N TO APPARECCHI TECNICI E
A U T O M O B I L I S T I C I S. n . coli Rivoli, v. C a p e l l o 11.
206 764 - P A C T A G I O V . B A T T I S T A
- t r a t t o r i a - L e y n l , v. T e d e s c h i
n . 17.
220 719 - E R C O L E C A R O L I N A
c o m m e s t i b i l i , drogheria,
bottiglieria - T o r i n o , v. M o n t e Asol o n e 66.
221 504 - B A R A L F I E R I di C A P U Z Z O G I U S E P P E - bar - T o r i n o ,
v. Alfieri 8.
226.075 - P E L A Z Z A M A R G H E R I T A
- s a l u m e r i a - Rivoli, v. R o m a 54.
229.256 - D O G L I A N I M A D D A L E N A
- osteria - T o r i n o , v. S o m m a r i v a 23.
235.617 - R O S S O C A R L O & O C CHETTI CARLA - commestib. T o r i n o , v. G i a c h l n o 24.
191 889 - V E N A F R O V I T T O R I O mercerie - T o r i n o , v. S. S e c o n d o
n . 14.
26 112 - B E R T I N E T T I F R A N C E S C O
- m a c e l l e r i a - G a s s i n o , v. T u b i n o 9.
98 832 - F A S S I N O D O M E N I C O &
S E R R A R O S A - macelleria - T o r i n o v. C o t t o l e n g o 51.
206 502 '- G O B E T T I G I U S E P P I N A l a t t e r i a e d e r i v a t i - S e t t i m o T.se,
v. T o r i n o a n g . v. G i o t t o .
235 476 - O F F . M E C C A N I C A E L E T T R I C A T O R I N O di L O C A S T R O
& C., O.M.E.T. - off. m e c c a n i c a
- T o r i n o , v. B a v a 17.
226.877 - V I C O A N G E L A - m a c e l l e ria - R i v o l i , v. F. P l o l .
214.855 - A.C.D. di C O M B A M A R I O
& C. - Ind. e c o m m . a b i t i c o n f .
e d r a p p e r i e - T o r i n o , c. R e g i n a
M a r g h e r i t a 272.
20-10-1952
209.302 - A U G U S T O
BOZZALLA
s. p. a. - l m p o r t a z . , esportaz.,
comm. e lavoraz. lane gregge e
s e m i l a v o r a t e - T o r i n o , p. S a n
C a r l o 197.
204.747 - F I L T E X di E D O A R D O
F R O N T E R O - filati e a f f i n i T o r i n o , c. L e c c e 3.
227.262 - C I . G I . E M M E s. r. 1. f a b b r . , c o m m . p r o d o t t i detersivi
- T o r i n o , v. C a s t e g g i o 17.
90.407 - B E S S I O G I O V A N N A - ris t o r a n t e - P i a n e z z a , v. G a s t a l d i
n . 4.
232.364 - T R E V I S A N M A D D A L E N A
- commestibili e drogheria - T o rino, v. T h e r m i g n o n 7.
122.360 - F R A N C I S C O N O DOMENIC O - latteria, l a t t i c i n i - G r u gliasco. p. 66 Martiri, 13.
203.535 - NELLI VANDA - rosticceria - Torino, v. S a l u z z o 32.
21-10-1952
- CAPUZZO LUIGIA - bottiglieria - T o r ' n o , v. Ormea 18.
138.977 - M O N A T E R I PIERINA rlv. pane e drogheria - Torino,
v. V a n c h i g l l a 19.
144.969
- VARVELLO SABINO drogheria - Torino, v. F. Carle 6.
172.873 - G U I D I P A S Q U A L E - amb.
maglieria - Torino, c. G. Cesare
n. 146.
214.265 - MENSIO G I U L I O - amb
mercerie e chincaglierie - T o r i no, v. Martorelll 2.
222.181 - T O S C O Z G I U S E P P E - a u tonoleggio da rimessa - Torino,
v. Artisti 28.
230.434 - P U C C E T T I V I R G I N I A drogheria - T o r i n o , v. P. T o m maso 16.
234.035 - C A R O S S O R O D O L F O a m b . u o v a , burro, ecc. - Torino,
v. T i c i n o 25.
234.333 - B R I N O M A R I O - costruz,
edili - T o r ' n o , v. C h a b e r t o n 7.
235.804 - A L L I S O N E IDO - t r a t t o r i a
- Caselette, v. A l p i g n a n o 26.
236.881 - V E C C H I A T I A R M A N D A mercerie - T o r i n o , v. Pr. T o m maso 11.
22-10-1952
163.013 - M O I S O MICHELE G I A CINTO - ferramenta - Torino,
v. Aosta 28.
220.955 - C O S T E L L I A D A L G I S A latteria - T o r i n o , v. S. F r a n c e s c o
da Paola 29.
135.793 - B O S T I C C O A N G E L A E R N E S T A - mercerie - T o r i n o , via
N. F a b r i z l 75.
109.633 - F E R R E R Ò M A U R O - oster'a - T o r i n o , v. E. C a c h i n o 63.
135.417 - R O P O L O G I O V A N N I &
GIUSEPPE - macelleria e salum e r i a - Torre Pellice, v. A r n a u d
n. 8.
138.294 - O R I G L I A A N D R E A - osteria - T o r i n o , v. P e r t i n a c e 49.
155.207 - C A R E N Z O T E R E S A - p a n e t t e r i a , pasticceria e d o l c i u m i
- T o r i n o , v. C e s a n a 46.
23-10-1952
202.919 - P A N I A T I D A R I O - s a l u meria e c o m m e s t i b i l i - T o r i n o ,
v. L a g r a n g e 16.
219.529 - P E R R O N E R A F F A E L E & C.
- Ind. i n c i s i o n e c h i m i c a su m e talli ed ossidazioni - T o r i n o , via
F o n t a n e s l 28.
130.693 - R O N C O G I O V A N N I - a m b .
d o l c i u m i - T o r i n o , p. G ' u l i o 8.
125.668 - B A L L A T O R E G I U S E P P E latteria e gelateria - Torino,
p. C a r d u c c i 132 bis.
24-10-1952
132 675 - S O C . AN. S V I L U P P O T E C NICO E ORGANIZZAZIONE PROP A G A N D A , S A S T O R - Studio
sviluppo tecnico e organizzazione p r o p a g a n d a - T o r i n o , v. C a v o u r 1.
178.460 - T A G I N I G I U S E P P E E R E D I
- r i c a m b i ed accessori per a u t o mezzi, art. t e c n i c i , a t t r e z z i ed
u t e n s i l i per a u t o r i m e s s a ed o f f i c i n a - T o r i n o , v. M a t t e o t t i 57.
189.460 - B A R T O R E L L O C O R N E L I O
- t e s s u t i - T o r i n o , v. M o n t a n a r o
n . 35.
178.691 - P E R I O L O G I O V A N N I a m b . c h i n c a g l l e r ' e . mercerie T o r i n o , c. R e g . M a r g h e r i t a 132.
170.106 - V I T T A D E L L O A L E S S A N D R O - i m p e r m e a b i l i e vestiti
f a t t i - V e n e z i a , v. V i s t a di S p a g n a 233 - T o r i n o , v. B ( w » 48.
SCAGLIONE GIOV. BATTISTA osteria - T o r i n o , v. Pr. A m e d e o
n . 33.
223.907 - M O N T E C A T E N A A Q U I L I NA & V A L L E S I L V I A 6. di f. c o m m e s t i b i l i e drogheria - T o r i n o , v. A d a m e l l o 24.
212.864 - T O S E T T O V I T T O R I O commestibili, vini e llauorl all ' i n g r o s s o - T o r i n o , v. N i z z a 356.
223.020 - A V E Z Z A M A G G I O R I N O v i n i - T o r i n o , v. T r o n z a n o 7.
230.372 - R O G N A A G O S T I N A - l a t t e r i a - T o r i n o , v. S. C h i a r a 4.
10.688-A - C U L L A T I L U I G I A - c a s a l i n g h i - Ivrea, v. A r d u i n o 130.
152.077 - G A R A B E L L O L U I G I c o m m e s t i b i l i - T o r i n o , v. L. R o s si 32.
71
25-10-1952
232.035 - MELLANA GIUSEPPE caffè-bar - Torino, c. Rosselli
n. 206.
139.640 - U S B E R T I IDA - alimentarlo - Torino, v. Plgafetta 65.
139.113 - RADIO ARDUINO - comm.
accessori radio - Torino, v. Bogino 9.
226.994 - NEON ALPA di R O S S O
JOLANDA - lavoraz. vetro bianco per Insegne luminose al neon
- Torino, v. A. Peyron 26-A.
236.749 - BAUDUCCO CARLO & T O RASSA DOMENICO s. di f. calderai, saldat. - Torino, via
P. Giuria 14.
N I - CASSANO LUCIA, PENSIONE MARIA V I T T O R I A - pensione - Torino, v. Carlo Alberto 11.
27-10-1952
221.449 - DI MASE SAVINO - ambulante tessuti - Torino, v. Bronl, 12.
140.723 - P I T T A T O R E CATERINA cartoleria - Torino, v. Bidone 15.
117.000 - P I T T A T O R E G I O V A N N I commestibili, drogheria, banane,
ecc. - Torino, c. Francia 307.
28-10-1952
237.335 - B A R B E R I S G I O V A N N I amb. saponi, saponette e detersivi - Torino, v. Consolata 12.
219.462 - G E S T I O N I EDILIZIE INDUSTRIALI, G.E.I. s. p. a. amm., conduz. stabilimenti industriali - Torino, v. San T o m maso 22.
204.096 - PENNA G O T T A R D O esportai, vini all'ingrosso, importazione formaggi e cascami
tessili - Torino, p. G a l i m b e r t i 22.
169.245 - I T A L M A R M I di P R O N T E RO EDOARDO - rappresentanza
- Torino, c. Francia 165.
177.742 - SOC. A R. L. C A R L O B E R TOLOD & C. (in liquidazione) industria forgia, stampa e trancia metalli - Torino, v. Fabro 8.
177.370 - G R O S S O PIERINA - amb u l a n t e pesce fresco - Torino,
p. Cesare A u g u s t o 3.
164.140 - C O L O M B O A M B R O G I O stucchi - Torino, v. V. Vela 36.
206.095 - S'OC. A R. L. F R A R I &
CARPEGNA - comm., rappr. ferramenta, eco. - Torino, v. Garibaldi 28.
230.020 - F.LLI B E R S A N O - comm.
legna e carbone - Torino, v. del
Ridotto 18.
11.634 - B R A C C H I A N G E L O - c o m mercio calzature - Torino, via
M. Pescatore 16,
112.097 - F R A N C E S E MARIA - cartoleria e libri scolastici - Torino,
v. Reggio, 14.
29-10-1952
201.599 - G I O R D A N O SCIPIONE amb. f r u t t a e verdura - Venaria,
v. T r u c c h i 31.
218.902 - BRUNO & C A S A L I N I studio e costruz. di m a c c h i n e
tessili - Torino, v. Vigliano 9.
216.695 - RUFFINI, OFFICINA MECCANICA
DI PRECISIONE
di
R U F F I N I RENZO - off. m e c c a nica - Plnerolo, v. Fenestrelle 15.
193.978 - NEPOTE G I A C I N T O - all'ingrosso e m i n u t o latte e derivati - S e t t i m o T.se, v. Don Sales.
213.555 - F E N O G L I O ANNA - generi
di cartoleria, articoli fotografici,
giocattoli al m i n u t o - Torino,
c. Francia 310 bis.
208.684 - F O R N E R O ANNA ved. R I G O L I - articoli casalinghi, giocattoli - Grugllasco, v. G . L u p o
n . 15.
225.513 - T O R R E D I M A R E C E L E S T E
- biancheria, maglieria ed affini,
al min. - Torino, v. Sacchi 20.
230.407 - CESANO M A R G H E R I T A di
MICHELE - commestibili, spaccio bevande alcoollche - Torino,
v. Sobrero 24.
232.400 - G I L I B E R T O MADDALENA
di GIUSEPPE - commestibili Torino, v. S. G i u l i a 53 ang. via
B a v a 30.
494 - C A R R I E R G I O V A N N I V I T T O R I O - comm. articoli elettrici e riparaz. - Torino, v. Cottolengo 6. SATET
72
30-10-1952
167.192 - MUSSO EUGENIO - osteria - Torino, v. G. Berchet 3.
210.949 - M O N T A N A R I JONE - combustibili solidi al m i n u t o - Torino, v. Guastalla 25.
215.317 - ROMAGNOLO FELICE riparaz. e comm. orologi e generi
di orologeria - Torino, v. Palazzo di Città (chiosco).
225.225 - C O M M I S R A T di B A R B A RO ROMEO - rapp., tessuti Torino, v. Cernala 15.
222.548 - B U S S A N O LUISA - commestibili,
drogheria,
dolciumi,
pasticceria fresca e secca, ecc. Orbassano, v. Piossasco 2-A.
228.641 - PILONE GIUSEPPINA pasta alimentare e lavoraz. pasta fresca - Torino, v. Spotorno
n. 25.
231.664 - P A V A N MARIA - commestibili, drogheria - Torino, v. Ceresole 2 ang. v. B e l m o n t e 12.
232.958 - DALL'ARMELLINA E T T O RE - amb. ferravecchi - Torino,
v. Fossata 6.
31-10-1952
142.614 - G. M. CINQUANTA - commercio combustibili solidi - T o rino, c. Pr. Oddone 37.
186.328 - C O R N A G L I A A N G E L O rappr. cioccolato, biscotti, ecc. Torino, v. C. B a t t i s t i 17.
188.831 - G E R A R D ALDO - comm.
vini e liquori all'ingr. e al m i nuto, cancelleria, cartoleria, articoli sportivi, ecc. - Bardonecchia, v. G i o l i t t i 20.
193.720 - M E O T T O G I O V A N N I - salumeria - Torino, v. Cellini 26.
216.520 - NORDAL. NUOVA O R G A NIZZAZIONE
RAPPRESENTANZE D E P O S I T O A L I M E N T A R I di
B A Z Z I N I & CAMANDONE s. n.
coli. - rappresentanze deposito
alimentari - Torino, c. D a n t e 40.
222.725 - F L O R I D A V I T T O R I A p e t t i n a t r i c e - Torino, v. Montevecchio 7.
225.697 - VIALE C A R L O - comm.
caffè-bar - Torino, p. C. Bozzolo 8.
227.671 - M A R C H E T T I REMO - torrefazione, commestlb., drogheria
e vini all'ingr. - Torino, v. Pr.
Amedeo 27.
227.797 - F A L A N E S C A P I E T R O ingrosso carta da macero - T o rino, v. Stresa 38.
228.877 - C O M M E R C I O I N T E R N A ZIONALE, C O M I N T s. r. 1. comm., lmportaz., e-portaz. di
prodotti e merci - Torino, via
Torricelli 61.
229.023 - A U T O R I M E S S A R A V A dei
F . L L I R A V A ORESTE, G U I D O
ed A L D O s. n. coli. - e'ercizio
autorimessa e off. riparazioni Torino, v. T e n l v e l l i 16.
231.143 - P A L M I E R I EMILIO - a m b u l a n t e chincaglieria - Torino,
v. G. D i n a 52.
234.680 - S A R T O R I ANNA MARIA
in M A R C H I & A L E S S I O R O S A
s. di f. - pane, pasta alimentare,
cereali, past'cceria, ecc. - T o r i no, v. G i o l i t t i 40.
235.964 - T A R T A G L I A A N G E L O industria, f o n d e r i a ghisa - T o rino, v. S c a p a c i n o 21.
NOVEMBRE
1952
3-11-1952173.837 - F.I.T.E.M. - F A B B R I C A
ITALIANA TINELLI E MOBILI
di IRENE A L I V E R T I - i n d u s t r i a
mobili - Torino, v. Esiile 6.
219.165 - P R E L A T O D O M E N I C A ambulante zucchero, caffè in
grana, dolciumi - Torino, piazza Repubblica.
230.305 - A M E R I O GEMMA - a m b .
maglieria e calze - Torino, via
S. Massimo 45.
5-11-1952
208.078 - R E P P R E S E N T A N Z E I N D U STRIALI COMMERCIALI ARTIG I A N E T O R I N O R.I.C.A.T. SOC.
a r. 1. - c o m m . e rappr. materie
prime - Torino, v. G a r i b a l d i 24.
235.380 - M A S S A N O A N D R E A
a m b u l a n t e l i m o n i - Torino, via
F a à di B r u n o 2.
192.716 - SOC. A R T I C O L I TECNICI
E S A N I T A R I S.A.T.E.S. s. r. 1. compravendita
all'ingrosso
e
m i n u t o articoli tecnici, ecc. Torino, v. Vassalli Eandl 25.
232.656 - M.A.I.S., M A N I F A T T U R A
A B B I G L I A M E N T O IN SERIE di
M I G L I O R E GIUSEPPINA e DA
LAMA PIER G I O V A N N I s. n.
col. - confezione In ser e di abbigliamento civile e militare Torino, v. O t t a v i o Revel 19.
226.799 - LANFRANCHINI ALDA in
REBOLA - comm. biancheria,
maglieria - Torino, v. Asinarl
di Bernezzo 72 A.
218.450 - SCAPINO VINCENZO latteria - Torino, v. G e r m a n a s c a
n. 4.
6-11-1952
196.742 - M A S O E R O G I O V A N N I osteria - Torino, c. Palermo 93.
217.953 - MERLO LUCIA - c o m m e stibili, drogheria - Torino, via
C u m i a n a 29.
135.566 - R O S S I E R N E S T O & B A R BESINO MARIA - c a n c l i e r l a ,
cartoleria - Torino, v. D. Jolanda 14.
211.123 - B O N G I O V A N N I E T T O R E
- osteria - Torino, v. Canova 40.
130.992 - R O N C A L I MARIA - amb.
mercerie - Torino, v. lesinilo 14.
228.307
C.A.R.E.S..
COSTRUZ.
APPARECCHIATURE RADIO ELETTRICFfE S P E C I A L I di BAIMA & S T O R T A - Torino, corso
P. Oddone 20.
201.758 - L A N T F R W O f t F A S C I O
F A B B R I C A IT. O V A T T E F.I.O. ind. dell'ovatta ed o v a t t i n a Torino, v. Juvara 10.
228.306 - M O N A S T E R O L O G I O V A N NI - trasporti c o n t o terzi - T o r'no, v. Cadorna 20.
234.690 - T O S " 0 C A T E R I N A - l a t ter'a - Torino, v. Salerno 9.
218.690 - M a s s o E. di B A U D U C C O
ETISA-R-BITTA & M 0 S ? 0 B E R NARDINO - f o d e r ' n a per a u t o Torino, v. G. Collegno 49.
210.599^- R O B O T s. r. 1. - fabbr.
e Isrv. prodotti chimici per ind.
^onn'ar'e - Torino v. Vassalli
F-and' 28.
19°.692 - I.L.M.. IND. L A V O R A Z I O NI METALMEHCANI^HE - lav.
m e t a l m e c c a n i c h e - Torino, via
Cavallermaggiore 15.
231.144 - VAI,LINO F E L I C E - fabbr.
art. in ceramiche - Torino, via
Beaulard 56.
183.422 - G R U A C A R O L I N A - amb.
f r u t t a e verdura - Torino, largo
Sempione 164.
79.211 - M O N T A B O N E G I O V A N N I
- macelleria bovina - Almese,
borg. T e t t i S. Mauro 71.
11.909 - CHIANT A R E T T O A N T O N I E T T A - caffè - Castellamonte.
231.243 - R O S A A N G I O L I N A - calzature - Almere.
229.399 - M E R L I P I E R I N O - noleggio di rimessa - C h i u s a S. M i chele.
238.142 - E R M A N I S R O S A - bar Torino, v. A n d o r n o 34.
7-11-1952
212.068 - SANZONE T E R E S A - OSter'a - Carmagnola, f r a z . Casanova.
191.330 - C O M O G L I O N I C O L A macellazione e v e n d i t a
carne
bovina e ovina - M o n t a n a r o , via
Garibaldi 8.
232.650 - BINA ADA - riv. pane e
past.iccer'a al m i n u t o - Torino,
v. Varalta 9.
230.771 - C I P R A N I FILOMENA ved.
T O R I S - sapone deter-'vl - T o rino, v. Chiesa della S a l u t e 32.
234.442 - CLEMENTINA S'^INOGLIO
- a m b u l a n t e generi d! m a e l i e r'a e b i a n c h e r i a c o n f e z i o n a t a Torino, v. S. T o m m a s o 2.
220.354 - L . E G . ,
LABORATORIO
ELETTROCHIMICO GALVANICO
di A N D R E A S ! O M E R O - c - o m a tura - Torino, v. G u a s t a l l a 23.
225.814 - B A R B E R O M A R I A M A D DALENA - r r e r - e r ' e al m i n u t o
- Torino, c. S. Maurizio 67.
213.461 - C H I A P P E R Ò ANTONIA osteria - Torino, v. L u c e n t o 8.
175.963 - M A R I E T T I B A T T I S T A latteria - T o r i n o , v. L. Capriolo
n. 50.
150.408 - D A G A MARIA - ristorante A n g e l o - Grugllasco, v. G .
L u p o 29.
- SOCIETÀ P. A Z I O N I T I P O G R A F I C O E D I T R I C E T O R I N E S E
- VIA
VILLAR
8-11-1952
235.842 - MAROFIL s. r. 1. - prod.
e vendita filati di lana, ecc. Torino, str. del Nobile 53.
228.440 - S. P. A. IMMOBILIARE
FORMICA
compravend ta,
permuta, beni immobiliari, ecc.
Torino, v. Viotti 1.
219.197 - PERRONE GIUSEPPE bar torre'azione - Torino, via
Bellezia 15.
223.659 - S A L V A T I C O LUIGTA caffè, super alcoollci - Torino,
v. Nizza 155.
195.025 - R O S S I ARCHIMEDE caffè - Torino, c. Tortona 2.
229.790 - B E R A R D O
GIOVANNI
B A T T I S T A - panetter a e pasticceria - Torino, v. So spello
149 B.
231.734 - C O S T R U Z I O N I E RICOSTRUZIONI
IMMOBILIARI
l'acqu'sto di terreni per la costruzione di immobili - Tor'no,
v. P. T o m m a s o 4.
165.782 - MORERO C L A R A in RIVA
- comme-tib'li
Bricheras'o.
p. S. Mar'a 7.
217.C60 - CHIURA ANTONIO - salumeria - Torino, e. Duca degli
A b r u z z i 59.
215.437 - T ^ A N N O Y PAOLINA ved.
F A C C A R D I - a m b u l a n t e fiori Torino, v. S. Anselmo 52.
10-11-1952
237.554 - SOC. F.I.B.S., F A B B R I C A
I T A L I A N A B R U C I A T O R I SOLE
s. r. 1. - lavoraz. meccaniche
per costruz. bruc'atori a n a f t a Torino, v. Vicoforte 6.
187.741 - VIOLA ANGELO - a u t o trasporti per conto terzi - T o rino, v. Clemente 3.
231.^92 - B A S C H I R O T T O V A L E N T I NO - vend, all'ingr. materiali
ed'Il - Torino, v. Sostegno 57.
228.774 - BOLCHINO
MARIA
commestibili - Torino, v. Pertinaci 21.
233.593 - CHIESA ALDO - barbiere
- Torino, v. R. Martorelll 51.
75.841 - B A U D U C C O ANGELO macelleria - Carignano, v. Q u a r a n t e 2.
173.867 - CAMA di P E S C A R O L O
GIUSEPPINA - comm. calze e
maglierie - Torino, v. Palazzo
di C i t t à 8 B.
213.243 - VERCELLONE G I A C O M O
- latteria, analcoolici - Torino,
c. Regina Margherita 72.
222.143 - G I O R D A N O CESARINA conf. per b a m b i n i , filati, m a glieria al m i n u t o - Torino, via
Barge 4.
230.586 - LUCHINI MARIA - salumeria polli, olii e vini - Torino, v. Maria V i t t o r i a 28.
196.316 - T E T T I G U I D O - costruzioni edilizie - A l a di S t u r a ,
fraz. Cresta 2.
11-11-1952
86.470 - A S C H E R I
ERNESTO
comm. ingrosso f r u t t a e verdura
- Torino, v. G i o r d a n o B r u n o 181.
222.362 - A M B R O G I O MARIANNA Ristorante Centrale - Nichelino,
v. Torino 126.
231.201 - AIMONE ; S E B A S T I A N O
G I O R G I O - m o l ' n o cereali - S a n
Ponso C.se, v. Molino 2.
223.892 - D E I R O MICHELE - c o m m .
legna all'ingrosso - Lombardore.
str. S. B e n i g n o 9.
235.613 - W O V E N N E T E X di CAMC A G N O P I E T R O - applicaz, fibre vegetali - Torino, v. B o g e t t o
n. 15.
223.248 - C O N T I CLEMENTINO macelleria b o v i n a - Torino, via
Ormea 10.
3.664 - F E D E R I C O F E R R A R I S del
rag. PIO F E R R A R I S & C. EOCacc. s. - commissionarla della
Borsa Valori e ogni cperaz. relativa - Torino, v. Arsenale 19.
234.265 - C A L C A G N O G I O R G I O orologeria, oreficeria - Torino,
v. Belfiore 33.
148.185 - R O L L E F E L I C E - p a n e t teria e pasticceria - Torino, via
A n t o n i o Cecchl 60.
230.339 - T O R I N E S E R A P P R E S E N T A N Z E A T T R E Z Z A T U R E INDUS T R I A L I T R A I - rappce3entanza
con assistenza tecnica - Torino,
v. Perrone 4.
2 - TELEF. 290.754, 290.777 -
TORINO
ts
(Oi
n
3W
é)
o ?
a
8 t & m
£
t
SS1
8 0
0 * 5
8
e
*
>in|
F
Zo
I
5 8
CM
0»«
lO
6
8lO*£Sfè2ft «
3 £ o
91
Si
@
9
IN)
Divisumma
Non esiste oggi nel mondo
nessun altro calcolatore elettrico scrivente che riunisca in sè tutto il complesso di prestazioni della Olivetti Divisumma. Esegue le
quattro operazioni, compie
la moltiplicazione abbreviata, fornisce i saldi negativi, scrive addendi, fattori,
dividendi, divisori, quozienti e resti.
Ing. C. Olivetti & C., S . p . A . - Ivrea
HHHHHHHHHI^^HI
PNEUMATICI
CEAT
1113

Similar documents

` I e ".`i* O -

` I e CAMERA COMMERCIO INDUSTRIA AGRICOLTURA DI TORINO

More information

Olivetti Lexikon

Olivetti Lexikon 246.988 - CASSEZ C E S A R I N A A m b u l a n t e mercerie - San Secondo di Pinerolo, v. Della Repubblica 22. 246.989 - Z A N A G A P I E T R O - barbiere - Volpiano, v. Giuseppe R a i m o n d o 1...

More information

torino

torino 250.516 - D E F I L I P P I D O M E N I CO & F I O R I N A S T E F A N O autotrasporti conto terzi S a n G i o r g i o C.se. vie. B a r b a c a n a 2. 250.517 - DELLA T O R R E M A S SIMO - a u t o...

More information