clicca qui per il della rivista

Comments

Transcription

clicca qui per il della rivista
In questo numero: STOP ALLE ZANZARE • IDEE PER LA CASA VERDE
SPECIALE
IDEE PER ARREDARE
GLI SPAZI ESTERNI
MOBILI PER L’ESTERNO
Stanze da vivere
nel verde e nei fiori
OMBREGGIARE GLI
SPAZI ALL’APERTO
Le nuove idee
eleganti e pratiche
BARBECUE
Scegliere il modello
giusto e cucinare
in allegria
PIANTE E FIORI
n° 2 / 2010
Aromatiche e colori
in giardino e in vaso
IDEE PER LA TAVOLA • FIORI: UN TOCCO DI ESOTICO • DéCOR PER L’ESTATE
Una splendida estate di benessere
con le idee e i consigli di Giardinia
Giardinia Scarl
Concorezzo (MI)
www.giardinia.it
[email protected]
Progetto editoriale, ideazione,
testi, realizzazione grafica
Garden Servizi Editoriali,
Lorena Lombroso e
Simona Pareschi
Hanno collaborato
Tiziana Flori, Elena Tibiletti
Ricerca iconografica
Enzo Valenti, Veem Pictures
Foto: archivi Garden Pictures
e Shutterstock
In copertina
peonia: ph. Nastya22,
Ag. Shutterstock
Stampa
Fidenza
lI gruppo Giardinia
comprende punti
vendita che trattano aree
merceologiche diverse.
Per sapere le aree presenti in
ciascuno dei punti vendita
elencati in IV di copertina,
ecco la legenda, che
identifica anche i servizi
e le rubriche all’interno di
questa rivista.
Verde vivo
Attrezzature
Arredo da esterni
Vita all’aperto, in balcone, terrazzo o giardino
con gli arredi e gli ombreggiamenti più belli e pratici.
Piacere e benessere curando le piante e i fiori in vaso e nelle aiuole, i cespugli
e le siepi, gli alberi. E ancora: sapori genuini dall’orto e dal frutteto,
profumi di erbe aromatiche e di splendidi fiori estivi.
Il benessere e la natura, la bellezza e la qualità dell’ambiente:
ecco quello che puoi trovare nei punti vendita del gruppo Giardinia.
Diversi per dimensioni e scelte merceologiche,
ma uguali nella scelta di base: la strada della qualità.
Torna nella sua versione estiva questa rivista che abbiamo voluto
su carta naturale FSC, per rispettare l’ambiente.
Troverete in queste pagine informazioni utili che potrete approfondire
visitando i punti vendita Giardinia, per scoprire dal vivo che la natura
vi aiuta a vivere meglio, e per trovare
personale esperto, tante novità
e tanta amicizia.
Sommario
3 Balcone e giardino,
stanze da vivere nel verde e nei fiori
Arredare lo spazio esterno con fantasia,
classe e praticità
8 Comfort e freschezza: l’ombra
elegante e pratica
Come creare ombra: le scelte di stile,
sicure e facili
13 Qualcosa di tropicale
Il tocco di esotico per dare colore
a balconi e giardini
Pet - Animali
Décor
2
14 Un’estate colorata e profumata
in giardino e in vaso
Pronto effetto per decorazioni
spettacolari e a bassa manutenzione
18 La casa verde
Estate di benessere negli ambienti di casa
ricchi di verde e di fiori
20 BBQ, la sigla dell’allegria
Tre lettere per dire “barbecue” ed evocare
atmosfere rilassate e sapori squisiti...
26 Stop alle zanzare: ecco come si fa
Liberi e tranquilli senza i fastidiosi insetti grazie
a una serie di accorgimenti e di sistemi efficaci
29 Anche i fiori aiutano!
I profumi di certe piante sono preziosi per
allontanare le zanzare...
30 Un’estate gioiosa
Idee per decorare e arredare la tavola dei
momenti di benessere
Idee arredo per gli spazi all’aperto
Balcone e giardino, stanze
da vivere nel verde e nei fiori
Per un’estate di benessere, con la famiglia e gli amici o in pacata solitudine...
ecco le soluzioni migliori che rendono lo spazio verde confortevole e pratico.
L’estate è in arrivo: il tempo che potremo trascorrere all’aperto, in giardino e in terrazzo, è
prezioso e dà qualità alla vita. Vale dunque la
pena di pensare a spazi esterni che sappiano
unire bellezza ed eleganza a requisiti come la
qualità, il comfort e la praticità. Una visita al
votro centro Giardinia potrà aiutarvi ad avere un panorama degli elementi di arredo che
possono trovare spazio nel vostro ambiente
esterno, e una chiachierata con il personale di
vendita sarà importante per farsi consigliare
bene, perché la scelta è ampia sia in fatto di
stile che di materiali: metallo, legno di teak,
legno di kerouing, fibra sintetica e alluminio
sono materiali che vi garantiranno comfort
e lunghissima durata degli arredi, anche se
esposti alle intemperie.
Metallo: intrecci preziosi
Il metallo è tornato ad essere protagonista degli spazi esterni, e ciò è avvenuto anche grazie
a una grande marca italiana, la Emu. L’azien-
Benessere all’aperto
Qui sopra, tre delle linee
proposte nei centri Giardinia
per arredare con praticità
e stile: i mobili in ferro di
Gaia, trattati con sistemi che
ne garantiscono la durata
all’aperto; l’inconfondibile stile
dei prodotti Emu; eleganti
lettini da sole Royal Botania.
3
Il teak, una storia straordinaria per arredi di alta classe
• Il legno di teak proviene dal Tectona
grandis, un albero che, in condizioni di
crescita favorevoli, può raggiungere i
45 m di altezza e un diametro di fusto
di 2,4 metri. La sua durezza trae origine
da un tenore elevato di oli naturali.
Essendo minimo l’assorbimento di
acqua, il legno ha una stabilità enorme
e offre un’elevata resistenza all’azione
dei prodotti chimici e dei parassiti.
Per queste qualità, per il colore e per
una struttura eccezionali, il teak è
considerato come il più nobile di tutti
i legni.
• Il teak è originario del triangolo
d’oro, la regione costituita da Laos,
Myanmar e Thailandia; in seguito le
piantagioni si sono diffuse in Africa,
America del Sud e in altri paesi del
Sudest asiatico, ma solo il legno
indonesiano del Tectona grandis
vanta qualità altissime.
• Dopo l’epoca coloniale, le piantagioni
indonesiane sono oggi passate sotto
il controllo della popolazione locale
con la supervisione di un organo
pubblico, il Perum Perhutani. Il legno
è pronto per essere tagliato solo dopo
75/80 anni per poter avere la migliore
qualità. Gli alberi subiscono una
scortecciatura ad anello, per eliminare
lo strato inferiore della corteccia. In
seguito a quest’operazione, perdono
anche la maggior parte della loro linfa
4
e si induriscono; dopo circa 2 anni,
sono abbattuti e segati. Il legno è poi
selezionato in base alla sua struttura.
La stagionatura che segue costituisce
una tappa fondamentale e determina
largamente il suo comportamento
ulteriore. Anche il trattamento
successivo alla stagionatura è molto
importante, soprattutto per i mobili da
esterno dato che sono sottoposti
a dure prove.
• La resistenza del prodotto finale è,
in effetti, principalmente determinata
dalla precisione del trattamento. Uno
scarso assemblaggio del legno e una
tolleranza troppo grande provocano
rapidamente un’instabilità della
costruzione mentre aggiustamenti
troppo stretti possono causare fessure.
• Nel mondo degli arredi in teak, da
ricordare il marchio Royal Botania, che
non accetta compromessi sulla qualità:
per gli arredi prodotti da questa
azienda viene selezionato solo legno di
teak maturo di prima scelta, prelevato
seguendo le rigide politiche ambientali.
Tra le collezioni più importanti in
teak di Royal Botania c’è la Solid,
con i tavoli Ixit, Leyton, Malibu. Tra le
sedute, le intramontabili pieghevoli,
le impilabili e le classiche Heritage.
La collezione Mixt Royal Botania
rivela il concetto di abbinamento
di materiali. La struttura è in teak
maturo, il tessuto Batyline è fissato
alla struttura mediante un sottotelaio
di acciaio inossidabile. La collezione
Ninix si identifica per il minimale e il
massimale. Una contraddizione? No, se
si tiene conto che in fatto di selezione
del materiale, comfort e raffinatezza
è offerto il massimo. Perfetta finitura
della struttura in acciaio inossidabile,
accurata lavorazione del legno di teak,
ergonomia ottimizzata... Minimale si
riferisce alle linee del disegno. Quasi un
peccato l’uso fuori casa. Sono presenti
nella linea tavoli allungabili di grandi
dimensioni, tavoli fissi, lettini, chaise
longue, panche, sedute basse. La
collezione O-Zon si caratterizza per le
sue linee circolari e l’abbinamento di
teak, acciaio inox e vetro.
da, con più di cinquant’anni
di esperienza nella produzione di arredamenti per esterni, crea un’identità a un materiale forte attraverso l’estro
di grandi nomi del design. Le
linee sinuose e morbide delle nuove collezioni vengono
interpretate da un metallo
non più rigido e freddo, ma
“plastico”. L’acciaio viene
intrecciato come un tessuto
prezioso. Emu nobilita il metallo reinterpretandolo attraverso il design di Jean Marie
Massaud, Christophe Pillet
e Rodolfo Dordoni. Grazie
ai più avanzati processi industriali di protezione del
metallo quali l’Emu Coat, la
cataforesi, la plastificazione
a caldo e i più rigorosi test
di resistenza, l’azienda è in
grado di garantire altissima
qualità del prodotto. Tra le
collezioni Emu da tenere
d’occhio per arredare con
classe lo spazio esterno c’è
Heaven, caratterizzata da
linee sinuose in cui l’acciaio
viene intrecciato come un
tessuto prezioso originando una trama di movimenti
imprevedibili e sensuali. Le
strutture sono composte da
tubo in acciaio verniciato e
la scocca da una rete di filo
di acciaio prezincato verniciato.
La collezione Round ha linee
arrotondate e grande eleganza; i tavoli dal design rigoroso si adattano ai contesti più
raffinati.
Tra i prodotti della linea
Classic ci sono le sedute sinuose Vera in tubolare di
acciaio e lamiera prezincata
a maglia, con un caratteristico intreccio retrò, da affian-
care al monumentale tavolo
Minuetto che ricorda lo stile
Liberty. Nelle sedute Sole,
da abbinare ai tavoli Piano e
Pigalle, la lamiera si intreccia
con eleganza e gusto conferendo una forte personalità
all’arredo. Le seggiole sono
impilabili. Anche le sedute
Ronda sono sovrapponibili
e sobrie, caratterizzate dalla solidità del design e della
struttura. Si combinano con i
tavoli Piano, Pigalle, Cambi.
La sedia pieghevole Axa, dal
design contemporaneo, ha
struttura in acciaio e componenti in telo da esterni.
I tavoli Piano sono estensibili, con geometrie essenziali
rettangolari e ovali. Robusti
e stabili, con piani in lamiera
antigraffio, si abbinano alle
sedute Ronda e Sole.
La fibra sintetica
Si tratta di un materiale ideale per esterni perché non necessita di manutenzione; viene sapientemente intrecciata
a mano da abili artigiani su
strutture in alluminio verniciate. Resistente al caldo e
al gelo, si presta bene nella
realizzazione di divani, poltrone basse e lettini da sole
e relax. In fatto di materiale
sintetico, la Emu propone
Continuum, uno dei pochi
tavoli in fibra allungabili che
esistono sul mercato, con design contemporaneo e angoli
arrotondati. Una sofisticata
leggerezza, accresciuta dal
piano in vetro, per un arredo
dalle dimensioni importanti:
aperto, sfiora i 3 metri. Si
abbina molto bene alla poltrona Delta, sempre in fibra
sintetica. La poltrona Dafne
La nuova tendenza degli arredi Emu si orienta verso linee
dall’aspetto leggero, con intrecci sottili e raffinati. In alto, sedute
Antonietta con tavolo Orbital dei designer Chiaramonte e Marin;
sotto, arredi della linea Heaven dal disegno molto originale
firmato da Jean-Marie Massaud.
5
Metallo e materiale sintetico con un accento di stile
inconfondibile per le collezioni 2010 Royal Botania.
in fibra Emu wicker evoca
antiche forme del passato
presentando una moderna
rilettura delle sedute in midollino di gusto coloniale.
Si inserisce bene nelle sale
da giorno, verande e portici,
evocando le suggestioni delle
ville dell’800. Si sposa molto
bene con i tavoli Nilo.
Nella sedia Tebe, forme di
memoria rivivono grazie
all’abilità artigiana che realizza il sapiente intreccio del
midollino. Elegante reinterpretazione dei tavoli tondi a
gamba centrale, Nilo trova
nel pregiato rivestimento di
midollino e nella possibilità
di munirsi di piano in cristallo il segreto della sua singolare bellezza. Si combina con
la poltrona Dafne, la poltrona Delta e la sedia Tebe nelle
misure più piccole.
Il divano e poltrona bassa
Luxor sono una proposta bivalente valida per l’outdoor
come per l’indoor. Hanno
geometrie squadrate e sono
caratterizzati dal fascino esotico del midollino intrecciato
secondo secolare tradizione.
La profondità delle sedute
e le dimensioni dei cuscini
rendono queste sedute basse
estremamente confortevoli,
per momenti di assoluto relax. Il lettino Luxor è munito di comode ruote in legno
per rendere facile ogni spostamento. L’ergonomia del
design, la sagomatura del
cuscino, le suggestioni del
midollino fanno di Horus un
lettino dal fascino “nature”.
Pratico e leggero, è dotato di
schienale reclinabile e ruote
in legno che ne facilitano lo
spostamento.
Intrecci raffinati e robustissimi nelle poltrone Emu Dafne qui
abbinate al tavolo Nilo: la fibra sintetica ne garantisce la lunga
durata anche se esposte agli agenti atmosferici.
Sopra: il nuovo lettino da sole Vera di Emu.
Stile italiano di alta qualità
• Un inconfondibile stile italiano: è la cifra distintiva di Gaia, linea di
arredi e strutture prodotti totalmente all’interno della casa madre, con
l’arte antica e prestigiosa del ferro forgiato made in Italy. Gaia effettua
un trattamento di zincatura a caldo sul metallo, preservandolo così per
decenni dalla ruggine. Una leggera patina di morbida vernice, mai cotta,
veste il mobile con eleganza. Gli arredi sono completati da cuscinerie in
fresco lino, in cotone o in indistruttibile tessuto acrilico.
•Tra le linee più importanti c’è la Impero, realizzata in tubolare a sezione
quadra con tre diversi tipi di sedute, un divano e le basi, fisse o smontabili,
per piani in marmo, cristallo e smaltati. Sirio è invece una linea con sedute,
tavoli, un barbecue, un carrello, un lettino e un letto a baldacchino; per
questa serie viene utilizzato il ferro di sezione circolare piena che, pur
senza compromettere la stabilità, conferisce una leggerezza estetica.
6
Kerouing, un legno eccezionale
• Il kerouing è un legno tropicale noto per le sue caratteristiche di resistenza e durevolezza. Gli arredi in kerouing di Re-Garden sono realizzati da abili artigiani che
danno forma agli oggetti rifiniti esclusivamente a mano con carta vetrata, oli e cere
vegetali. Il colore dai riflessi mogano e la lavorazione artigianale di ottima fattura
fanno di questi mobili l’arredamento ideale per terrazze e ambienti esterni.
• Re-Garden produce un completo assortimento, che include tavoli larghi solo
70 cm allungabili, ideali anche sui balconi più stretti, oltre a tavoli di grande dimensioni, sedute pieghevoli, lettini, dondoli, chaise longue, sdraio, panche, salottini, gazebo e ombrelloni.
La gamma Jati & Kebon si
compone di due linee. Quella più economica comprende
le sedute Brema con e senza
i braccioli, in abbinamento a
tavoli nel colore chocolate o
bianco con i piani in vetro,
uno stile che incontra molto
successo. La linea di maggiore pregio include il divano e
le poltrone basse Ohio e una
poltrona da pranzo da abbinare ai tavoli Lotus in teak
invecchiato: questo legno
pregiato deriva dal recupero
di serramenti e mobili di abitazioni indonesiane ricostruite, ed è quindi un “riciclo”
di alta qualità. Sempre di Jati
& Kebon le soluzioni in teak,
in abbinamento sia con l’acciaio inox che con l’alluminio silver o bianco, con una
scelta di modelli di sedute
pieghevoli e impilabili, tavoli allungabili e fissi, lettini e
chaise longue.
Anche il marchio Royal Botania comprende arredi in
fibra sintetica nella collezione
Sunday. L’intreccio utilizzato
si chiama Coaxxs ed è quello
che ha l’aspetto più naturale sul mercato. Una garanzia per un stile di classe sia
all’interno che all’esterno. La
struttura in alluminio è stata
plasmata rispettando l’ergonomia e miscelando linee
dritte e curve. Solo un esperto può intrecciare la fibra
Coaxxs nello stesso modo in
cui è intrecciata sulla Sunday.
Il risultato parla da solo.
Molti altri sono i materiali e gli stili per arredare gli
spazi esterni ed arricchirli con
vasi, complementi d’arredo e cuscinerie; il personale dei centri Giardinia è a disposizione per aiutarvi
a conoscere i prodotti e a sceglierli
bene, affinché vi siano le garanzie
di una lunghissima durata e di un
grande comfort.
Sinuose sedute in tubolare d’acciaio e lamiera prezincata
lavorata a maglia con un caratteristico intreccio retrò per la linea
Vera di Emu firmata da Alfredo Chiaramonte e Marco Marin.
Alluminio, design contemporaneo
• Ottimo materiale per l’esterno, in quanto inattaccabile dalla ruggine e di facile manutenzione. Inoltre la sua leggerezza favorisce lo
spostamento dei mobili senza fatica. La disponibilità comprende
tavoli allungabili, sedie e lettini impilabili. L’azienda di riferimento
è Fast Garden con splendide collezioni di stile contemporaneo in
cui l’alliuminio viene proposto in combinazione con altri materiali
come il vetro e il Batyline.
7
Ombreggiare giardini e terrazzi
Comfort e freschezza:
l’ombra elegante e pratica
L’ambiente esterno diventa vivibile quando è ben ombreggiato da sistemi
efficaci, comodi e pratici, che rendono godibili gli spazi troppo assolati.
Per creare spazi esterni vivibili, il punto di partenza
è la creazione di strutture
ombreggianti efficaci, sicure e molto pratiche. Oggi
esistono modelli innovativi
di tende, gazebi, pergole,
porticati e verande che consentano di ampliare lo spazio della casa verso l’esterno e di rendere godibili aree
troppo assolate o esposte,
trasformandole in piccole
oasi di eleganza e di relax.
Ogni struttura può essere
ombreggiata da rampicanti,
o protetta da diversi tipi di
copertura studiati per resistere all’esterno.
Le strutture in legno e ferro
I materiali utilizzati per
costruire tali strutture sono
prevalentemente il legno
di pino nordico o abete di
prima scelta; il legno viene
sottoposto a trattamenti di
impregnazione a pressione
con sali minerali ecologici.
In alternativa si impiega il
ferro zincato a caldo o in
cataforesi, preservandolo in
tal modo, per anni, dall’aggressività della ruggine.
Sebbene la copertura vegetale sia romantica e spettacolare, molto più pratiche
ed efficaci sono le coperture
leggere in telo acrilico o pvc
Nel caso delle strutture in legno, autoportanti (nella foto in alto,
un modello di Il Ceppo) o a parete, è indispensabile che il legno
sia di ottima qualità e correttamente impregnato.
Le strutture in metallo (a destra un elegante gazebo di Gaia)
sono durevoli se zincate a caldo o in cataforesi per preservarle
dalla ruggine e renderle estremamente durevoli.
Un tetto verde e fiorito? Ecco le piante da scegliere...
• Se avete scelto di coprire la pergola o il gazebo con piante
e fiori, ricordatevi che l’’edera rimane aderente alla struttura
portante e garantisce una copertura folta; rincospermo al Nord
e gelsomino al Sud associano alla foglia persistente la gradevole
e fragrante fioritura. Le coperture decidue lasciano scoperta la
pergola in inverno ma possono offrire altri pregi. Indicata la vite
americana ma anche quella da uva scelta in varietà da vino o da
tavola; l’uva fragola è rigogliosa e resistente.
8
• Buganvillea: ideale
nei climi miti, esiste in
colori diversi. In vaso
non dà grande esito: per
coprire una pergola è
indispensabile che abbia
spazio per affondare le
sue robuste radici.
impermeabile, anche chiudibili a pacchetto, oppure
veri e propri tetti in legno e
tegole ramate, legno e tegole canadesi e legno e tegole
in polipropilene.
Tutte queste realizzazioni
possono essere arricchite
e completate con grigliati
laterali, fioriere e complementi di arredo di grande
prestigio.
Oltre alle splendide strutture
pronte, se ne possono realizzare anche su misura in base
alle esigenze del cliente.
Ombrelloni: pratici e belli
Dove non sia possibile montare strutture stabili, per motivi architettonici o urbanistici, l’ombra è garantita da
ombrelloni e vele che in un
attimo si aprono per creare
spazi ombreggiati e freschi.
Design moderno, grande robustezza e utilizzo di tessuti
innovativi sono le caratteristiche degli ombrelloni Flexy di Fim; se a queste doti
si aggiungono la modularità
e la possibilità di avere la dimensione su misura, si ottie-
ne un sistema ombreggiante
davvero unico.
Un altro modello interessante della gamma Fim
è Tendasole: la peculiare
struttura e l’armonia delle
linee ne fanno la soluzione
ottimale per ombreggiare
vasti spazi, senza ingombro
centrale sotto l’ampio telo
dall’inclinazione regolabile
con possibilità, in tal modo,
di utilizzare tavoli di grandi
dimensioni.
Retrattile Rodi di Fim è un
ombrellone pensile dal design moderno e pratico, con
possibilità d’inclinazione per
ottenere una maggiore zona
d’ombra. In questi modelli
la tecnica è al servizio della
praticità: in fase di chiusura
un particolare meccanismo
affianca la copertura al palo,
riducendo così l’ingombro
ed evitando quindi di dover
spostare i mobili sottostanti.
La struttura può essere ruotata di 360° sulla sua base,
seguendo il movimento del
sole e permettendo quindi
avere un’ombra costante per
vivere senza limiti la giorna-
Il classico ombrellone diventa tecnologico, grazie a materiali
di alta qualità e ad accorgimenti tecnici che semplificano
l’orientamento e la chiusura della copertura. A destra in alto il
modello Flexy, sotto il modello California Elite, entrambi di Fim.
• Clematide: bella ed
elegante, da far salire
sui pilastri della pergola,
inadatta però a formare
una fitta copertura.
Esistono varietà che
fioriscono in primavera
e altre che proseguono
la fioritura fino a tarda
estate.
• Gelsomino e
rincospermo: il primo
solo per climi miti, il
secondo ideale anche
nel Settentrione (non
teme il freddo ed è
sempreverde). Entrambe
le specie sono vigorose e
adatte anche a coprire il
tetto della pergola.
9
La grande tradizione artiginale italiana, espressa da
Ombrellificio Poggesi, offre oggi interpretazioni di gran classe;
nelle foto i modelli Junior Gold, Gold ed Elegant.
Linee contemporanee e alta tecnologia costruttiva per gli
innovativi sistemi ombreggianti Sunwing di Glatz.
ta all’aria aperta. Le coperture degli ombrelloni, oltre
che nel classico ed elegante
colore écru, sono disponibili anche in nuovi colori per
integrarsi con arredamenti
dalle linee giovani, moderne e innovative.
L’affascinante
ombrellone decentrato è un must:
l’Ombrellificio Poggesi
ha iniziato la sua attività
alla metàSunwing
degliC anni Sessanta quando, con lo spirito imprenditoriale tipico
degli artigiani di un tempo,
l’azienda iniziò producendo
ombrelloni da pioggia.
Nacquero poi gli ombrelloni da bancarella in seguito
evoluti nel classico ombrellone da giardino in legno,
con palo centrale e telo in
cotone écru.
Da quel momento in poi, il
cambiamento delle esigenze
del vivere quotidiano, che
intende sempre più il giardino come un ampliamento
dello spazio abitativo, ha
portato l’Ombrellificio Poggesi a progettare, realizzare
®
+
e brevettare degli ombrelloni decentrati esteticamente
affascinanti e tecnicamente
sorprendenti, con abbinamenti di colori molto particolari che ne fanno modelli
pregiati come capi di alta
moda. Da un’idea innovativa è scaturito l’ultimo
brevetto: un ombrellone
che si può aprire e chiudere con un tocco e una spinta, lasciando tutto il resto
all’opera di una complessa
serie di molle.
Tra i modelli più interessanti di Ombrellificio Poggesi
c’è il classico ombrellone
lusso in legno, regolabile in
altezza. La sapiente unione
di legno e alluminio, armonizzati in varietà di colorazioni, fa di questo modello
un arredo di prestigio.
La presenza di due arganelli
consente l’agevole rotazione
e oscillazione dell’ombrello,
utile a realizzare una copertura facilmente orientabile,
ampia e flessibile. Il soffietto
appoggiato ne arricchisce la
linea e la funzionalità.
Elegantie en functie verenigt Sunwing C+ op overtuigende
wijze. Naast het voortreffelijke design presteert deze parasol
met vrije arm ook optimaal op het gebied van ergonomie.
Aangezien de zon niet op één plek aan de hemel staat,
moet een parasol flexibel blijven. Wie hierbij onhandige
verdraaiingen wil voorkomen, kiest voor Sunwing C+. Het
ergonomische concept garandeert dat alle bedienings-
elementen overeenkomen met de menselijke motoriek. Op
deze wijze bedient u de Sunwing C+: Staand naast uw pa-
rasol opent, sluit en draait u het schermdak spelenderwijs
gemakkelijk naar wens naar iedere positie. Als parasol met
vrije arm biedt Sunwing C+ bovendien veel plaats onder het
schermdak.
Het sobere, moderne design geeft Sunwing C+ gratie en
noblesse en past uitstekend bij alle architectuur.
Ook de materiaalkeuze van Sunwing C+ is een lust voor het
oog. Vervaardigd uit hoogwaardig aluminium houdt deze
parasol zon en wind tegen. En dat jarenlang.
36
37
• Glicine: ideale in
giardino, non dà sempre
grandi risultati in vaso.
Rami robustissimi che
richiedono una struttura
molto solida: vive per
decenni se non per
secoli, diventando anche
enorme e pesantissimo.
10
• Vite canadese e vite
americana: entrambe
le viti ornamentali
coprono rapidamente
grigliati e tetto della
pergola offrendo in estate
un’ombra fitta e piacevole.
Vigorose, hanno bisogno
di terreno fertile e
profondo.
La versione in alluminio,
anch’essa regolabile in altezza, è una sintesi di contenuti estetici e di tecnologia;
questo ombrellone offre soluzioni d’avanguardia per
rispondere al desiderio di
bellezza e di comfort del
cliente più esigente.
La presenza di due arganelli ne permette l’agevole
rotazione e oscillazione, indispensabile per realizzare
una copertura ampia e facilmente orientabile. Il soffietto rigido rialzato migliora
linea e funzionalità.
L’ombrellone Junior Elegant è un altro modello con
grandi doti di robustezza,
semplicità, sicurezza; bello
e maneggevole, è stato studiato per ombreggiare con il
minimo ingombro e grande
semplicità d’uso.
Derivazione diretta dal successo dell’ombrellone Junior, la versione Junior Gold
ha soffietto rigido rialzato
che ne arricchisce l’estetica
e la funzionalità.
Per la sua praticità d’impiego e semplicità d’uso risponde adeguatamente alle più
svariate esigenze del vivere
all’aperto come anche alle
diverse necessità del professionista.
Novità assoluta per il 2010,
ecco una famiglia di ombrelloni realizzata dal centro
ricerche di Emu in collaborazione con il designer francese Christophe Pillet. La
gamma propone materiali
innovativi e design accattivante per prodotti eleganti e
rifiniti, ideali per porticati e
verande residenziali. Qualità, resistenza e bellezza fanno di questi ombrelloni gli
accessori perfetti per completare l’arredamento degli
spazi all’aperto. Disponibili
in diverse dimensioni, nella
versione palo laterale e centrale.
Un’altra gamma di grande
qualità è la svizzera Glatz,
che ha scelto materiali e tecnologie d’avanguardia per
ottenere coperture prestigiose, durevoli e di grande
bellezza e praticità.
Che sia rotondo o quadrato, l’ombrellone Sunwing di
Glatz mette all’ombra garantendo protezione contro
i raggi UV secondo le severe norme australiane. Il suo
look moderno dal design
senza volants si unisce alla
facile e comoda inclinazione
del tetto, regolabile su ambedue i lati, fino a un angolo
di 90°, con il facile impiego
• Bignonia: pianta
davvero facile, molto
durevole, di rapidissimo
sviluppo, molto fiorita
in piena estate. Non ha
problemi di terreno e
resiste bene al gelo e al
pieno sole. Da adulta
richiede poche irrigazioni
grazie alle radici profonde.
Stile italiano di gran classe per le eleganti strutture
ombreggianti proposte nella gamma Unosider.
Novità da Emu: i nuovi ombrelloni Shade con design di classe
e particolari tecnici che li rendono perfetti per una lunghissima
durata. Disponibili con braccio centrale o laterale.
• Rose rampicanti:
hanno un effetto
molto decorativo ma
non sono compatte e
lasciano filtrare il sole:
sconsigliabili come tetto
se la pergola viene usata
molto durante il giorno.
Ideali anche da far salire
sui pilastri laterali.
11
Sombrano, un modello di Glatz
Sombrano
declinabile in molte versioni
diverse, particolarmente
comodo, pratico e
adattabile a contesti di stile
contemporaneo.
della manovella e dell’asta
di guida integrata. Il telo
di copertura è sostituibile
e viene automaticamente
rimesso in tensione tramite
le punte flessibili delle stecche. L’insieme degli elementi portanti e la struttura del
tetto dell’ombrellone sono
realizzati con profili in alluminio verniciato a polvere
grigio grafite.
In inverno è possibile piegare il tutto in modo pratico e
poco ingombrante: nel suo
fodero di protezione, in un
luogo asciutto e riparato dal
40
vento, Sunwing aspetterà
paziente la nuova estate.
Vele: eleganza subito pronta
Un’alternativa affascinante rispetto all’ombrellone è
quella delle vele, di forme,
dimensioni e colori diversi,
che consentono di ombreggiare ampi spazi creando
giochi con la luce del sole.
Vele che sono sinonimo di
bellezza e flessibilità del vivere lo spazio aperto.
®
Facili da usare, grazie ai pali
in alluminio dotati di un sistema semplice e veloce per
la rimozione e il tensionamento della vela, hanno un
design moderno ed elegantissimo.
La gamma Umbrosa offre vele di vari modelli, tutti prestigiosi per la qualità
del progetto e del prodotto.
Sempre di Umbrosa la linea
Paraflex, ombrelloni da an-
• Passiflora: bella scelta
per grigliati e recinzioni,
meno adatta come
copertura. Se il terreno è
idoneo ha uno sviluppo
rapido e vigoroso. Ai
fiori stranissimi seguono
piccoli frutti arancioni
che durano per diverse
settimane.
12
corare direttamente al muro
oppure da fissare su un palo
in alluminio sia singolarmente oppure a gruppi di
2, 4 o 5 ombrelloni per ottenere grandi coperture. Si
tratta di modelli molto versatili: si possono ruotare in
due sensi in modo da seguire totalmente l’andamento
del sole per tutto il giorno
e consentire quindi un ombreggiamento completo.
Numerosi altri modelli
di coperture sono disponibili presso i centri
Giardinia. Per trovare la
soluzione giusta, la scelta migliore è quella di consultare il
nostro personale esperto che
saprà trovare modelli e materiali perfetti per un’estate
all’ombra, in tutta comodità, immersi nella pace fiorita
del proprio giardino, terrazzo o cortile.
• Edera: ideale per
ottenere coperture
stabili sempreverdi,
ricordando che poi
d’inverno sotto la
pergola non passa il sole
e si può formare una
certa umidità. Pianta
molto facile, dura per
decenni.
Idee per l’estate
Qualcosa di tropicale
Avete voglia di sognare mete esotiche? Ecco le piante che vi
aiutano a dare un accento tropicale a balcone e giardino...
La spettacolare mandevilla produce fiori enormi e
affascinanti di colore rosa o bianco. Ideale in vaso.
Datura, meravigliosa per le sue trombe fiorite in vari colori,
ideale in grandi vasi, fiorisce in estate e fino a ottobre.
Arriva l’estate e la tentazione
di fuga verso mete esotiche e
tropicali cresce... Ma giardino e terrazzo possono offrire
lo stesso intenso piacere di
relax, libertà e benessere, se
vengono dotati delle giuste
attrezzature e se vengono
arricchiti con qualche nota
di colore intensa e vibran-
te. Una passeggiata nel vostro centro Giardinia potrà
suggerirvi qualche nuova
idea per l’estate. Oggi molte piante subtropicali dalla
ricca fioritura estiva sono
proposte in vaso, pronte per
allestire scene di suggestione.
Al classico e durevole ibisco
dagli enormi fiori si possono
aggiungere specie dai nomi
difficili e dalla cura facilissima: thunbergia, mandevilla,
dipladenia, datura, lantana...
Portate a casa le piante e collocatele in piena terra se il
clima invernale è mite, o in
grandi vasi decorativi dove la
stagione invernale è fredda.
E il gioco è subito fatto!
• In terrazzo e in
giardino la thunbergia
può essere interessante
in vaso, nell’Italia
settentrionale, e in piena
terra nelle zone miti e
protette del Centro e
del Sud. Produce grandi
fiori blu-violetti e ha
poche esigenze; i suoi
tralci rampicanti salgono
su tralicci, grigliati e
pali, con un effetto
sorprendente.
13
Piante e fiori in giardino e in vaso
Un’estate colorata e profumata
Ambienti fioriti a pronto effetto per decorazioni spettacolari e a bassa
manutenzione, che resteranno splendide a lungo anche nel caldo sole dell’estate.
Arriva la stagione del piacere, giardino e terrazzo
aspettano i nostri momenti
di relax. Indispensabile dunque che siano anche ricchi
di colore per allestire scene
fiorite durevoli a lungo.
Uno dei requisiti importanti per raggiungere questo
obiettivo riguarda la scelta
dei vasi. Recatevi presso il
vostro centro Giardinia per
individuare materiali e modelli adatti al vostro ambiente, tenendo presente che la
terracotta, bella e pregiata,
è anche traspirante e dove
tira il vento il terriccio al suo
interno può asciugarsi più
rapidamente. La plastica
non è tutta uguale: i vasi in
resina rotazionale sono pregiati e il loro aspetto non ha
nulla da invidiare al cotto.
Provate anche a pensare ai
nuovi vasi dalla struttura innovativa, che consentono di
installare un sistema di autoirrigazione al loro interno
(modelli Lechuza). In generale occorre ricordare che è
meglio scegliere vasi grandi
e profondi, perché le piante
si sviluppano meglio e non è
indispensabile bagnare ogni
sera.
Se decidete di creare vasi
con piccoli arbusti, preferite quelli che non crescono
troppo in fretta per evitare
frequenti potature e rinvasi. Una coppia interessante
può essere quella composta
da un piccolo bosso nano
con foglie variegate insieme
a un paio di solanum dalla
fioritura bianca o viola, che
continua fino a ottobre.
Pronto effetto subito in fiore. In alto: un vaso Lechuza a
riserva d’acqua, ideale per ridurre al minimo le irrigazioni e
lo spreco di acqua, con una fioritura di ortensie. Qui sopra:
lantana, mandevillea, bacopa e torenia, piante a fioritura estiva.
A sinistra: le petunie Million Bells a fiore piccolo hanno una
fioritura instancabile se vengono concimate generosamente.
14
Risparmiare tempo si
può... I vasi Lechuza hanno
una particolarità: sono a
riserva d’acqua e possono
essere dotati di un sistema
di autoirrigazione che
conserva il terriccio umido.
Modelli eleganti di sapore
contemporaneo risolvono
bene il problema di arredare
con stile e praticità. Nella foto,
una vaschetta con superficie
a effetto intrecciato, molto
nuovo e decorativo.
Se invece preferite le piante
da fiore, in aiuola o in vaso
è importante che esse siano
concimate con generosità,
perché sono le specie con
maggiori esigenze nutritive.
Nel vostro centro Giardinia
troverete i concimi classici e
anche le nuove formulazioni
ad alto potere nutritivo, particolarmente indicate per fiori come geranio, impatiens,
petunia, fucsia e altre specie
che instancabilmente continuano a fiorire in estate.
Ricordate però che il geranio può rallentare la produzione di fiori in luglio, quando anche le notti diventano
molto calde: è un fatto del
tutto normale. Continuate a
innaffiare senza eccessi (l’acqua nel sottovaso deve poter
essere assorbita entro una
mezz’ora) e a concimare;
verso agosto riprenderà vigore, con le notti più corte e
un po’ più fresche, per fiorire
di nuovo generosamente fino
a ottobre.
Se andate in vacanza, prima
di partire tagliate tutti i fiori
già aperti lasciando solamente i boccioli: in questo modo
la pianta sarà stimolata a
produrre ancora boccioli e
la troverete fiorita al vostro
ritorno, se il regime di irrigazione sarà stato conservato da qualcuno che vi aiuta
a innaffiare o da un sistema
automatico di irrigazione.
Il vostro giardino o terrazzo ha delle zone d’ombra?
Non è certo un problema.
Impatiens, fucsia, begonie e
coleus sono perfetti, aggiungete anche delle belle hosta
dalle grandi foglie ed ecco
che l’allestimento sarà piacevole per tutta l’estate.
Non dimenticate di proteggere il vostro spazio fiorito
creando privacy: i grigliati
in legno possono essere una
soluzione subito pronta, abbinabili a cassette nelle quali
far crescere dei rampicanti.
Esistono anche dei pannelli
intrecciati che svolgono un
ruolo protettivo oltre che decorativo.
In alternativa create delle
barriere vegetali con piante
da siepe o con una bella cortina di bambù, apprezzabile
per il suo effetto sonoro molto piacevole quando viene
accarezzato dal vento: sarà
la vostra musica dell’estate.
2010, i classici che non chiedono quasi nulla. Qui sopra,
impatiens bicolore: fiorisce fino a ottobre, in estate ama
l’ombra luminosa. Gerani: acqua e concime, e sono sempre in
fiore. Coleus: fogliame meraviglioso (al sole solo alla mattina).
15
Manutenzione minima. In alto la fioritura di Lavatera rosea,
spettacolare tipo di malva dalle corolle enormi, in piena estate
e fino a settembre. Sotto: gazania, soluzione ideale anche
laddove le bordure sono colpite da aria salmastra.
Nelle bordure e aiuole al sole fate
ancora in tempo a
piantare specie facilmente reperibili presso
il vostro centro Giardinia.
Zinnie, coreopsis. cosmea,
gaillardia, girasole, astro,
rudbeckia, gazania... Potete seminarle direttamente,
irrigando generosamente
(e coprendo i germogli con
una rete ombreggiante finché non si sono irrobustiti),
ma la soluzione migliore è
quella di mettere a dimora
le piantine acquistate in vasetti o contenitori alveolari.
Per la piantagione utilizzate
del terriccio nuovo, del tipo
per piante da fiore, da usare sia nei vasi che in aiuola
dove va eliminato lo strato
superficiale di terriccio vec-
chio e impoverito. Ricordatevi che il terriccio di marca
di prima qualità ha una resa
molto maggiore rispetto a
quello economico: al costo
iniziale di acquisto, più alto,
fa riscontro la crescita più
soddisfacente con un minore consumo idrico.
In terrazzo non dimenticate
di sfruttare anche gli spazi
in verticale, utilizzando vasi
da appendere con surfinie,
bidens, sanvitalia, verbena...
Alle piante da fiore potete
unire le aromatiche: basterà
sfiorare il fogliame del timo
o dell’elicriso per assaporarne la fragranza.
AcquA e concime, ecco come fAre
• Se volete andare in vacanza sereni
procuratevi presso il vostro centro Giardinia
un sistema di irrigazione automatico: esistono
modelli molto semplici adatti anche a terrazzi
o piccole aiuole, dove si può collocare un
tubo poroso o microforato oppure un sistema
di tubi con microirrigatori a goccia che
mantengono il suolo umido riducendo lo
spreco idrico al minimo.
• Le piante da fiore richiedono concime, ma
non è indispensabile che esso sia nella forma
liquida: potete anche utilizzare il concime
in granuli o in bastoncini a rilascio graduale,
che cedono nutrimento al terriccio quando
“sentono” l’umidità.
• Non dimenticate la pacciamatura, ovvero
la copertura del terriccio: nei piccoli spazi
può essere anche in graniglia o sassolini,
nelle aiuole è preferibile usare la corteccia
sminuzzata: riduce l’evaporazione e mantiene
fresco il terreno anche quando il sole scotta.
16
Dall’orto alla tavola
Melone e anguria
Buono e dissetante, perfetto nell’orto di casa, per assaporarne
sapore e profumo in menu rinfrescanti ideali nei caldi giorni estivi...
Coltivazione facile... ma tanta acqua!
Melone e anguria (o cocomero, come molti amano chiamare questo grosso frutto) si
coltivano facilmente nell’orto di casa, occupando parecchio spazio per la loro vigorosa
vegetazione, anche se oggi esistono varietà di
anguria di piccola dimensione, praticamente
monoporzione. Richiedono molto sole in un
buon terreno fertile ma senza eccessi di letame, e irrigazioni molto regolari e abbondanti
quando si ingrossano i frutti per poi ridurre
un po’ la fornitura di acqua: in questo modo
si otterranno meloni e angurie dolcissime.
Le virtù alimentari
Rispetto all’anguria, composta da acqua per
il 95%, il melone è più nutriente, anche se
poco calorico: cinque o sei fette di prosciutto
crudo e quattro fette di melone apportano
solo 200 calorie, l’ideale per una dieta light
e saporita. Entrambi questi bei frutti estivi
hanno potere rinfrescante e diuretico, sono
molto dissetanti e digeribili. Ricco di vitamine, di antiossidanti (licopene) e
di sali minerali, il cocomero è indicato come merenda o come
spuntino di metà mattinata,
magari dopo una nuotata in
piscina o al mare. La polpa del
melone può essere frullata e spalmata
sulle scottature per lenire il dolore e l’infiammazione. Alcuni meloni detti “invernali”, in
genere con buccia gialla e polpa bianca (ma
esistono anche varietà del classico color arancione) maturano in tarda estate e inizio autunno e sono facilmente conservabili al fresco
per il consumo prima di Natale. è vero che
freschi sono ottimi, ma anguria e melone
sono anche eccellenti ingredienti di marmellate e gelatine, insieme
ad altri frutti come
mele e zucca.
C’è anche l’anguria mini
Cercate nel vostro centro
Giardinia i semi o le piantine
in diverse varietà: ci sono
anche le micro-angurie
monoporzione.
freSchezzA dA bere
Frullato di anguria
Tenete la polpa di anguria in
frigorifero per almeno un’ora
prima della preparazione.
Privatela dei semi e
tagliatela a pezzetti in una
ciotola, bagnate con succo
di limone e distribuitevi
sopra un po’ di zucchero.
Mescolate delicatamente
il composto, mettete la
ciotola in frigorifero e fate
macerare per almeno un’ora.
Trascorso questo tempo,
mettete il composto nel
bicchiere del frullatore
e frullate fino a ottenere
un composto omogeneo.
Versatelo in bicchieri di vetro
tenuti per almeno 15 minuti
in frigorifero, aggiungete
ghiaccio e, se volete, un
bicchierino di vodka.
SApore inSolito: melone Al porto con mentA
Il melone deve essere ben freddo. Lavatelo, asciugatelo,
tagliatelo a metà ed eliminate i semi usando un cucchiaio. Fate
delle incisioni nella polpa dei due mezzi meloni realizzando
un motivo decorativo, versate un bicchierino di Porto in
ciascuna e mettete a riposare in frigo per un quarto d’ora.
Al momento di servire decorate con qualche fogliolina di menta.
17
Verde vivo
La casa verde
Estate di benessere con la casa verde e fiorita: e se andate
in vacanza, ci sono i sistemi giusti per irrigare in automatico.
Le piante prima delle vacanze
Se avete solo piante d’appartamento, il problema dell’irrigazione durante le vacanze si
può semplificare con una serie di tecniche
che vi permettono un’assenza di 15-20 giorni. Ovunque le mettiate, ricordatevi di non
lasciarle al buio: occorre che abbiano luce e,
se possibile, anche un certo ricircolo d’aria,
altrimenti il caldo, la carenza di luce e l’aria
soffocante le possono mettere a dura prova.
Al buio potete lasciarle solamente per un’assenza occasionale di un giorno o due.
1) Raggruppatele nella vasca da bagno,
foderandone il fondo con 4-5 fogli di quotidiani. Fate scendere due dita d’acqua e
poggiatele senza il sottovaso. Con la stessa
tecnica, per piante piccole, potete usare bacinelle o vaschette. In una stanza luminosa
ma lontano dai raggi solari diretti stendete
un foglio di plastica pesante, pinzandone
gli angoli con una molletta in modo da sollevarli e creare un “contenitore” dai bordi
rialzati. Appoggiatevi i fogli di quotidiano e
versatevi sopra uno strato di ghiaia o argilla
espansa. Inumidite bene i giornali e ponete
i vasi sopra la ghiaia.
Per assenze dai 15 giorni in su, utilizzate gli
appositi coni con la bottiglia d’acqua rovesciata, che cederà il liquido al substrato. Per
assenze di durata superiore ai 15-20 giorni
è indispensabile il kit d’irrigazione costituito
da un contenitore d’acqua e dai tubi a esso
collegati con gli irrigatori da infiggere nei
singoli vasi.
Speciale bambini: giardinaggio in casa
per capire i ritmi della natura
• La cura delle piante è un metodo efficace per affidare
ai bambini un ruolo di responsabilità che aiuta a
crescere e a maturare il senso del rispetto per la vita.
• Recatevi insieme a loro nel vostro garden center
Giardinia per scegliere qualche bella pianta e una
piccola dotazione di attrezzi e stabilite insieme a loro
quando e come curare le loro creature verdi: è un gioco
affascinante che li porta a osservare e capire i ritmi
della natura molto meglio... di una lezione di scienze!
18
Metodi per non farle
Morire di sete...
• Familiari, amici, portinaia,
colf: tutti sistemi adottabili
se c’è una ragionevole
certezza che si tratta di
persone affidabili, capaci di
capire se la pianta è troppo
bagnata (è questo il rischio
più frequente!). In caso di
dubbio, ponete dei foglietti
con un numero su ogni pianta
e preparate una tabella di
indicazioni, tipo: pianta
n° 1, innaffiare una volta
alla settimana; pianta n° 2,
innaffiare ogni tre giorni, ecc.
• I sistemi di fornitura idrica
con bottiglia capovolta,
inserita nel terriccio sono
efficaci solo se l’assenza da
casa non supera i 7-10 giorni.
• I kit automatici sono una
scelta pratica e sicura;
sperimentateli per alcuni
giorni prima di installarli e
partire, per controllare che la
portata idrica sia confacente
alle necessità delle piante.
Via la polvere
Mantenere pulite le piante significa ridurre il
rischio di malattie. Pulite con cura il fogliame
lucido e coriaceo con un fazzolettino imbevuto
di lucidante per piante. L’operazione va fatta
nelle ore più fresche ed è importante non
esporre la pianta al sole dopo la lucidatura.
Si può anche usare un batuffolo di cotone
imbevuto in acqua con qualche goccia di latte.
p iante
Quanto concime?
In estate le piante da
appartamento e da
balcone richiedono
concime ogni 8-10
giorni: solo in questo
modo si riesce a
rispondere alle loro
esigenze nutritive.
fiorite , una bella idea regalo per l ’estate
• Nel periodo compreso tra maggio
e settembre è possibile trovare nei
garden center Giardinia una ricca scelta
di piante da appartamento fiorite.
Alcune sono decisamente spettacolari,
come l’ibisco (a destra), altre
hanno la capacità di fiorire davvero
continuamente, come la begonia (a
sinistra).
• Ottime come idee regalo, queste
piante possono essere accompagnate
da un bel portavasi per completare un
dono elegante e carico di significati
simbolici positivi. Nel linguaggio
floreale, per esempio, l’ibisco è un
segno di buona fortuna.
Quando i fiori parlano: un bel mazzo colorato per dire...
Usare i fiori per parlare: ecco un modo simpatico ed efficace per esprimere tante
emozioni diverse. In questo periodo dell’anno nel vostro garden center Giardinia
c’è davvero di tutto. Un mazzo di gerbere e girasoli, che esprime bene la vitalità
dell’estate, è l’ideale per esprimere la gioia e per questo ormai moltissimi matrimoni estivi vedono il girasole protagonista anche nel bouquet della sposa.
Il giglio, bianco per esprimere
la purezza, diventa colorato e
splendido in mazzi che manifestano il rispetto per la lealtà e
la fiducia. Per un mazzo che
manda un messaggio di ammirazione per la bellezza, il
fiore giusto sarà la calla, mentre
una composizione che dice “per
me sei un mistero, che voglio
scoprire” vedrà protagonista la
fresia, simbolo dell’arcano e del
misterioso.
19
Arredo da esterni
Bbq, la sigla dell’allegria
Tre lettere per dire “barbecue”, evocando così le atmosfere rilassate,
i momenti in compagnia, i sapori sani e gustosi di una bella grigliata...
L’aroma invitante e inconfondibile dei cibi cucinati
sul barbecue è per molti
“l’odore dell’estate”, una
fragranza che fa pensare al
tempo libero, alla piacevole compagnia di familiari e
amici e al sapore di piatti
genuini e sani che, volendo,
saranno decisamente light.
Oggi il barbecue, o BBQ la
sigla con cui viene chiamato
negli USA, è un sistema di
cottura ideale per giardino
e terrazzo: esistono modelli
per ogni esigenza e per ogni
spazio, fissi o portatili, in alcuni casi perfetti anche per i
viaggi e la vita all’aperto.
A carbone: il sapore
della tradizione
Uno dei marchi leader è
senz’altro Weber, azienda
statunitense specializzata
in barbecue a carbone che,
grazie a una serie di accesso-
ri “intelligenti”, possono diventare una cucina all’aperto da usare tutti i giorni: in
alcuni modelli esiste una
ciminiera d’accensione che
rende pronte le braci in soli
20-30 minuti. Con una dotazione adeguata è possibile
cucinare sul barbecue a carbone qualsiasi tipo di pietanza: pizze, verdure, uova,
pesce, carne, arrosti, roastbeef, pollo alla birra, cucina
wok, torte, pane, focacce...
Il segreto per un buon barbecue è legato alla qualità
della carbonella: se proviene
da legno tenero si consuma
rapidamente. Meglio dunque orientarsi sui bricchetti
di carbone di qualità superiore, derivati da legno duro
(faggio, quercia): assicurano
una conduzione del calore
che permette il controllo
della temperatura e una
cottura perfetta con lunga
durata di combustione.
Per cucinare bene e ottenere una cottura sana e perfetta, è
Superficie di cottura
49 cm.
importante che il barbecue sia di ottima qualità.100
In xalto,
bbq a
gas linea Genesis Weber. Sotto, un modello Dolcevita Euro su un
• Potenza
kW
elegante
carrellomassima:
in legno26,0
di eucalipto.
EURO 5
• 5 bruciatori in ghisa smaltata
Le buone erbe da coltivare per insaporire le grigliate al barbecue
Piastra
double-face
• Nella zona intorno al barbecue può essere una buona idea
quella di creare una collezione di erbe aromatiche, ideali per
insaporire i cibi. Procuratevi quindi presso il vostro garden
center Giardinia una serie di vasi con erbe diverse; potrete
poi scegliere se collocarle in un’aiuola o se trasferirle in grandi
vasi da tenere sempre a portata di mano. Oltre al valore
gastronomico, queste erbe hanno anche una non trascurabile
valenza estetica ed è piacevolissimo sentirne l’aroma.
20
88 cm.
Griglia
grande
Griglia
grande
• Timo: ideale per
GUSTO
le carni
e ilfiammate e bruc
Una cottura saporita, uniformeinsaporire
ed igienica,
senza
pesce. Ha una graziosa
Diventa un vero chef all’aria aperta!
fioritura in primavera e
una buona resistenza
anche in terreno povero
e sassoso purché in
pieno sole.
A cArbonellA, A gAs o elettrico... come scegliere il bArbecue
• I test effettuati da chef e nutrizionisti indicano che non vi è praticamente alcuna
differenza tra i tre metodi di cottura a carbone, a gas o su griglia riscaldata
elettricamente, se la cottura viene fatta correttamente e se il bbq è di qualità. Si tratta
quindi di una scelta che deve corrispondere al vostro stile di vita. Vi piace più di ogni
altra cosa domare le braci? Scegliete un bbq a carbone. Cercate un barbecue semplice,
per grigliate frequenti? Indirizzatevi verso i modelli a gas. Possedete un balcone o un
piccolo giardino in città? Adottate la versione elettrica (scegliendo un modello di qualità,
che annulli il rischio di fastidiose emissioni di fumo, per evitare questioni con i vicini).
• Posizionate il barbecue, se possibile, non lontano dalla cucina di casa, con un
rubinetto di acqua potabile nelle vicinanze, su una superficie ampia e piana, meglio se
pavimentata e lavabile, riparata dal vento e ben illuminata di sera, per cucinare in libertà.
Nella gamma Weber sono
disponibili dei bricchetti di
carbone di origine minerale,
derivati da legno duro fossilizzato. La durata di combustione si aggira sulle 2 ore e
mezzo, a 200 °C. Se il vostro
aperitivo si prolunga all’infinito, avrete la certezza che il
fuoco non si spegnerà! Non
dovrete neppure ricaricare
il barbecue e le braci saranno sempre pronte al punto
giusto. Potrete far cuocere
grossi pezzi di carne per 3
ore e più senza problemi.
Molti altri accessori sono
utili per cucinare bene: per
esempio il wok Weber, il
cesto di riscaldamento, la
piastra per la pizza e quella
in ghisa, il tagliere, il piano
di lavoro rimovibile, la ciminiera di accensione ecc.
Per facilitare la pulizia dei
barbecue a carbone è bene
procurarsi una spazzola con
setole in ottone, un guanto,
del detergente specifico a
pH neutro (disponibili nella
gamma Weber). Una volta
tolti gli alimenti dalla griglia, essa va grattata con la
spazzola finché è calda, per
eliminare tutte le particelle.
Se necessario pulite l’interno e l’esterno del braciere
e del coperchio con gli appositi prodotti di manutenzione Weber. Passate un po’
di acqua calda e sapone con
una spugna o uno straccio.
Fate attenzione a chiudere
le valvole di aerazione dopo
l’utilizzo. Con queste semplici attenzioni il bbq a carbone si manterrà perfetto e
sempre pronto all’utilizzo!
• Basilico: va sempre
cimato, eliminando lo
stelo fiorale appena
si forma, in modo che
la piantina continui
a produrre foglie in
abbondanza per tutta
la stagione. Esistono
anche varietà a foglia
rossa.
Barbecue per
ogni spazio: qui
sopra un modello
Weber perfomer; a
sinistra un piccolo
bbq Weber linea
Q, ideale anche in
balcone.
• Salvia: provate la
varietà ‘Jicterina’ a
foglia variegata, molto
profumata, oppure la
‘Tricolor’ che ha anche un
notevole valore estetico.
Non ama gli ambienti
umidi, dove rischia di
ammalarsi.
21
tre tipi di cotturA per grigliAte memorAbili
Nei barbecue a carbone di
alta qualità la cottura può
avvenire con tre diversi
metodi che danno
risultati eccellenti.
• La cottura
diretta è
indicata per i
cibi che hanno bisogno
di meno di 25 minuti di cottura
(salsicce, spiedini...). I bricchetti vengono
posizionati direttamente sotto gli alimenti. La
cottura si effettua con il coperchio chiuso, al fine di evitare
le fiammate e l’essiccamento degli alimenti. Questi vengono
girati una volta sola e si cuociono bene grazie a un calore
omogeneo, che conserva gli aromi naturali.
• La cottura indiretta è indicata per prosciutti, arrosti,
cosciotti di agnello e per pesce e piatti delicati. I bricchetti
vengono disposti su ogni lato del braciere. Il coperchio
chiuso e il sistema di aerazione permettono al calore di
salire e di avvolgere gli alimenti in modo uniforme.
• La cottura 50/50 è ideale per gli alimenti che
necessitano di essere scottati in un primo tempo e
poi essere cotti a fuoco medio più a lungo.
Anche nei bbq a gas si possono fare due tipi di
cottura. Con la cottura diretta si cucina la carne
conservandone i succhi naturali. è sufficiente
posizionare gli alimenti sulla fonte di calore. Nei
bbq Weber, quando il liquido di cottura cola sulle
barre Flavorizer evapora e genera un profumo che
darà alla pietanza il gusto irresistibile della grigliata.
La cottura indiretta è simile a quella di un forno,
adatta a polli, selvaggina, pesce e verdure. è
sufficiente accendere i bruciatori davanti e dietro
a fuoco ridotto. Il calore circola bene e cuoce in
modo uniforme.
• Rosmarino: in giardino,
nell’orto e in vaso, va
coltivato con terreno
calcareo misto a sabbia,
in posizione ben riparata
e illuminata dal sole
per gran parte della
giornata; resiste al
freddo proteggendone
la base.
22
Una vera cucina completa: i bbq Dolcevita Turbo hanno uno
speciale coperchio che cuoce i cibi con metodo di cottura
indiretta e sono dotabili di vari accessori tra cui il fornello laterale.
A gas: veloce
e pratico
In questa linea di barbecue
le aziende di riferimento
sono Weber, Dolcevita e
Broil King. I modelli a gas
sono indicati per chi vuole
un barbecue semplice e di
alta qualità, per grigliate
frequenti. Grazie al sistema
esclusivo di barre Flavorizer, che eliminano i grassi
e vaporizzano i sughi di
cottura, i barbecue a gas
Weber offrono una resa elevata che soddisfa anche gli
chef esigenti. Si tratta di
barbecue che si puliscono
facilmente e con semplicità:
basta accendere al massimo
i bruciatori, lasciare bruciare i grassi e i depositi e
raschiare con le apposite
spazzole Weber... In pochi
minuti le barre e la griglia
di cottura saranno perfettamente pulite.
Affiancati ai classici modelli
a gas, con barre aromatizzanti, c’è la linea Weber
“Q” con braciere e coperchio dal design originale.
Anche per i bbq a gas Weber sono disponibili vari accessori: coperture, piastre in
ghisa, girarrosti, pietra per
pizza, lampade, carrelli pieghevoli, ecc. Molti modelli
• Maggiorana: viene
spesso confusa con
l’origano per l’aspetto
e l’odore, ma ha un
aroma più delicato e
un gusto più dolce.
Ama il sole e va irrigata
con moderazione; il
suo sapore rende più
digeribili i cibi.
bArbecue in frettA e bene: i sistemi per rispArmiAre tempo e fAticA
Accendere la carbonella è un’operazione che richiede un certo tempo e un po’ di pazienza.
Ma ci sono alcuni accorgimenti per preparare il bbq in fretta e ottenere cotture “perfette” in
breve tempo.
• Cesto accenditore e pastiglie di accensione. Il primo permette di accendere
perfettamente e in pochissimo tempo la carbonella; le pastiglie rendono semplice la
formazione delle braci senza odore né fumo e nel rispetto dell’ambiente.
• Bricchetti di carbone. Sono concepiti per una buona combustione e una resa migliore.
La durata della combustione può arrivare fino a 4 ore con temperature, all’interno del
barbecue, che superano i 200 °C. Ciò significa che non sarà necessario ricaricare il carbone:
le braci saranno sempre pronte e, grazie alla potenza del calore generato dai bricchetti,
tutti gli alimenti saranno sempre cucinati alla perfezione.
Una cucina su ruote: i bbq Weber a carbone One-Touch sono
molto pratici e hanno una linea di inconfondibile eleganza.
• Finocchetto:
profumatissimo, ama
il terreno povero e
sabbioso in posizione
riparata ma ben
illuminata dal sole per
gran parte della giornata.
Ideale per insaporire
pesci, insalate e piatti di
uova.
possono essere completati
con il fornello laterale, per
poter scaldare una salsa,
fare una spaghettata o preparare il caffè alla fine della
grigliata. Per l’alimentazione è consigliabile la bombola a gas propano, adatto
in tutte le condizioni meteo:
gela solo a -42 °C, requisito
che permette di utilizzare il
bbq anche in pieno inverno
all’aperto.
Sempre nella linea di bbq
a gas c’è il marchio Dolcevita, a roccia lavica di alta
qualità. Anni di ricerca, innovazioni e cura nei particolari offrono una risposta
a chi cerca un barbecue con
caratteristiche importanti:
• praticità: basta un sem-
plice gesto e il barbecue è
acceso, pronto per grigliare,
in soli 4 minuti.
• sapore: la cottura è
uniforme e igienica, senza fiammate e bruciature.
Cappa forno, friggitrice,
piani cottura ed accessori
costituiscono una vera e
propria cucina all’aperto,
da comporre secondo le varie esigenze.
• sicurezza: tutti i barbecue Dolcevita hanno la
certificazione CE, sia per
uso a gas liquido sia a metano, collaudati uno a uno
e garantiti 5 anni. Tutti i ricambi sono disponibili per
15 anni dall’acquisto. In
presenza di predisposizioni
esterne si consiglia l’uso del
• Erba cipollima: pianta
facilissima e resistente,
indispensabile per
insaporire qualunque
piatto. Va coltivata al
sole dove in primavera
fiorisce vistosamente
con grossi ciuffi di petali
rosa. Non richiede molte
irrigazioni.
23
Tradizione canadese di altissima qualità: è la caratteristica di
Broil King, barbecue a gas nei quali si fanno notare le grandi
capacità di cottura e la scelta dei materiali utilizzati per la
costruzione: la griglia è in ghisa porcellanata, il sistema
Flaw-R-Wave® garantisce una perfetta distribuzione del calore e
consente di vaporizzare i succhi di cottura ed eliminare i grassi
in eccesso. Alcuni modelli sono dotabili di fornello laterale ed è
disponibile una vasta gamma di accessori.
• Calendula: bel fiore
arancione, i cui petali
si impiegano crudi per
dare colore a insalate,
risotti e frittate, oppure
si pestano assieme alle
foglie per applicarli
su ferite e scottature.
Cresce al sole in terreno
fertile.
24
gas metano, a cui il barbecue può essere convertito
anche successivamente.
I carrelli dei barbecues Dolcevita sono in eucalipto di
prima scelta FSC (proviene
cioè da foreste gestite con
sistemi ecosostenibili). Si
può scegliere tra la gamma
Euro, senza cappa forno, e
gamma Turbo con coperchio che permette di cucinare arrosti, pizze, spiedi,
dolci, sughi e fritture…
I barbecue Dolcevita si
prestano a essere inseriti in
strutture fisse, soluzione apprezzata anche in verande e
terrazze e, grazie alla smaltatura porcellanata, resistono alle intemperie, alla salsedine e all’uso prolungato.
Naturalmente è disponibile
una vasta gamma di accessori: piastra per pizza, pietra ollare, coperture, legnetti aromatizzanti in 7 aromi
diversi, girarrosto, prodotti
per la pulizia e gli utensili
come spatole, pinze, forchettoni, pennelli ecc.
Tra i marchi leader nel
mondo dei bbq a gas c’è anche Broil King: gamma di
alta qualità, di linea moderna e caratterizzata da alta
tecnologia per una cottura
perfetta ed estremamente
controllabile, a partire dalle valvole del gas a regolazione infinitesimale, per
il perfetto controllo della
temperatura all’interno del
barbecue, fino al sistema
Flaw-R-Wave®, che consente di vaporizzare i succhi di cottura ed eliminare i
grassi in eccesso. Braciere e
coperchio sono in fusione di
alluminio per cotture dirette e indirette da realizzare
a coperchio chiuso, per un
risultato di cottura perfetto
e uniforme.
Modelli come la serie Imperial, sui loro carrelli a
rotelle, sono vere e proprie
cucine dotati di girarrosto,
bruciatore posteriore e fornello laterale. Le griglie in
ghisa porcellanata, grazie
alla loro inerzia termica,
consentono di limitare la
perdita di temperatura durante le eventuali fasi di
apertura del coperchio.
Per avere ogni ulteriore informazioni e per scoprire
queste e altre gamme di
barbecue di qualità, come
i danesi Dancook a carbone, non esitate a visitare un
punto vendita Giardinia e
a chiedere consulenza ai
nostri esperti che potranno
dare i consigli utili.
• Prezzemolo:
indispensabile in cucina,
si coltiva nell’orto e
anche in vaso, al sole
o a mezz’ombra, su
terreno fertile e ricco di
humus, ben drenato e
regolarmente bagnato.
Cresce piuttosto
lentamente.
Ricette per il barbecue
Per un bbq in compagnia...
Il barbecue moderno offre requisiti tecnici tali da assicurare
tre vantaggi: cibi saporiti, cottura sana, facilità di gestione.
il basso e cuocete per 4-8 minuti a seconda
delle dimensioni. Aiutandovi con le pinze,
girate le aragoste e terminate la cottura per
altri 4-8 minuti grigliandole con il carapace
rivolto verso il basso. Spremete il succo di
lime direttamente sulla polpa delle aragoste
in cottura e irroratele abbondantemente e
più volte con la salsa al burro e basilico. Trasferite le aragoste su un piatto da portata e
servite immediatamente, accompagnandole
con il restante burro al basilico.
Gamberi alla salsa di melone
Preparazione: 10 minuti - Cottura: 5 minuti
Ingredienti per 4 persone: 12 gamberoni, 1 melone
maturo, 1 cucchiaio di prezzemolo tritato, 1 bicchierino di vermouth secco, sale e pepe appena macinato
Aragosta al barbecue
Preparazione: 10 minuti - Cottura 8-16 minuti
Ingredienti per 4 persone: 4 code di aragosta, sale e
pepe nero macinato al momento, 120 g di burro salato, 12 g di basilico fresco tritato grossolanamente, 2
lime tagliati a metà
Tagliate le code di aragosta nel senso della
lunghezza con un coltello molto affilato. Eliminate le vena intestinale aiutandovi con una
forchetta. In un tegamino fate fondere il burro senza farlo soffriggere. Pennellate la parte tagliata dell’aragosta con un po’ di burro
fuso. Salate e pepate a piacere. Preparate una
salsa con il restante burro e il basilico tritato.
Ponete sul fuoco e lasciate sobbollire per 2
minuti. Preriscaldate il barbecue per la cottura diretta a calore alto. Quando il barbecue
sarà pronto, spazzolate bene le griglie e ungetele con un po’ di olio. Sistemate le aragoste
sulla griglia con la parte tagliata rivolta verso
Tagliate il melone a pezzetti dopo aver eliminato la buccia e i semi. Tenetene da parte
una fetta per la decorazione finale del piatto.
Mettete il resto nel mixer insieme ai semi di
finocchio, una macinata di pepe nero e uno
spruzzo di vermouth secco e frullate fino a ottenere una crema piuttosto densa. Distribuite
il composto nelle quattro fondine e conservate al fresco fino al momento di servire. Lavate e pulite le code di gambero. Preriscaldate
il barbecue e quando la griglia è ben calda
ungetela leggermente per evitare che il cibo
si attacchi. Cuocete i gamberi con cottura
diretta a calore medio per qualche minuto girandoli una sola volta. Spruzzate con il
vermouth e lasciate raffreddare. Per servire,
completate ogni piatto con fettine sottili di
melone, qualche gambero e un po’ di prezzemolo tritato.
• Per trovare ottime ricette da cucinare al
barbecue: www.isignoridelbarbecue.com
e per finire... pesche
Al bArbecue
• Intorno alla griglia,
per completare un menu
accattivante e leggero,
servite una porzione
di pesche al cartoccio
insaporite con salsa di
more.
Frullate le more (potete
usare anche lamponi)
con 2 cucchiai di acqua,
ottenendo una purea.
Zuccherate a piacere. In un
pentolino, fate sciogliere
il burro a calore basso,
aggiungete un po’ di
zucchero e mescolate bene.
Pennellate questo sciroppo
sulle pesche, sia all’interno
che sulla buccia.
Cuocete le pesche sul
barbecue con cottura
diretta a calore medio
fino a quando non sono
leggermente abbrustolite e
ben calde anche all’interno,
per 8-10 minuti, girandole
ogni 3 minuti circa.
Potete servire questo
delizioso dessert di frutta
in porzioni individuali,
mettendo sul piattino
una pesca calda con un
cucchiaio di salsa di more
e, volendo, una pallina di
gelato.
25
Attrezzature per la vita all’aperto
Stop alle zanzare: ecco come si fa
Un’estate libera e tranquilla senza ospiti fastidiosi... Un risultato da ottenere
facilmente grazie a una serie di efficaci e durevoli accorgimenti.
C’era una volta la zanzara
comune (Culex pipiens), che
i libri descrivono come in
grado di riprodursi solo deponendo le uova in acque
pulite. Poi è arrivata una
forma “mutante”, della stessa specie ma incurante di
acque putride o persino inquinate da piombo, pesticidi
e altro. Più recentemente nel
nostro Paese è arrivata una
terza tipologia di zanzara,
la famigerata “tigre” (Aedes
albopictus), così chiamata per
il corpo nero a righe chiare.
Le basta un po’ di acqua per
deporre le uova, vola pure di
giorno ed è un vero fastidio.
Sono solo le femmine a
Antizanzara portatile.
I nuovi modelli di
antizanzara stanno persino
in tasca... Si alimentano con
micro bombolette di gas
butano simili a quelle che
si usano per ricaricare gli
accendini.
pungere e succhiare il sangue, necessario alla maturazione delle uova. Per suggere il nutrimento, l’insetto
inietta una sostanza anticoagulante e anestetica, che
mantiene fluido il sangue
e impedisce di avvertire la
puntura stessa; ma nel giro
di pochi minuti la stessa sostanza scatena appunto la
famigerata irritazione pruriginosa.
Come vincere la guerra
Molti Comuni italiani si
sono attivati programmando interventi con prodotti
capaci di limitare lo sviluppo delle zanzare; molti di
questi prodotti sono a base
di Bacillus thuringiensis, un
batterio che va distribuito
nelle acque di laghetti, fossi, tombini e canali, ed è del
tutto innocuo per l’uomo e
la fauna selvatica. Esistono
oggi anche prodotti di natura chimico-sintetica che
hanno prestazioni simili; fatevi consigliare dal personale del vostro garden center
Giardinia.
Dire stop alle zanzare
Per ottenere un risultato efficace e proteggere il benessere delle serate estive occorre
però agire su più livelli.
26
Luci e profumi contro le nemiche dell’estate. In alto: presso
il vostro punto vendita acquistate delle belle torce da
alimentare con olio alla citronella o con altro olio a base di
repellente antizanzare. Anche le candele sono efficaci e creano
un’atmosfera profumata e piacevole in casa e in giardino.
Sistemi efficaci.
Le torce antizanzara
sono utili e creano
una piacevole
atmosfera. Esistono
anche apposite
lampade portatili,
ideali per il giardino e
la vita all’aperto.
Si possono impiegare insetticidi a base di piretro o di
piretroidi sintetici efficaci e
di basso impatto ambientale;
di grande aiuto sono le apparecchiature che attraverso
un processo catalitico producono anidride carbonica
simulando il respiro umano
e attirando così gli insetti per
intrappolarli. Questi apparecchi possono coprire fino a
migliaia di mq di superficie.
Il vostro garden center Giardina può aiutarvi a trovare
un modello con prestazioni
idonee all’area che volete
proteggere. Utilissimi anche
Ecco gli amici anti-puntura
i piccoli accessori antizanzara portatili e le lampade da
alimentare con insetticida
piretroide, per coprire aree
che possono arrivare a 2030 mq.
Torce e candele alla citronella e altre efficaci essenze
antizanzara sono anch’esse
consigliabili, anche perché
la loro luce aiuta a creare
in giardino, in terrazzo e
in casa un’atmosfera molto
suggestiva.
Sono importanti anche alcune semplici accortezze.
Tenete sempre l’erba ben
rasata (l’erba alta è l’habi-
Easy Trap e Magic Trap: soluzioni efficaci
• Le “macchine mangia-zanzare” Easy Trap e Magic Trap
hanno prestazioni di grande efficacia nella lotta agli insetti.
• Easy Trap agisce attirando gli insetti tramite una lampada
UV, mentre Magic Trap utilizza luci a led da 7 watt (quindi
con un consumo irrisorio) e un processo di fotocatalisi che
produce anidride carbonica. A ciò si associa l’impiego di un
prodotto attrattivo che aumenta del 30% l’efficacia della
macchina; è a base di acido lattico animale ed ammoniaca,
e in esterni non è né tossico né fastidioso. Richiedete Easy
Trap e Magic Trap presso il vostro garden center Giardinia.
Rispettate i nemici naturali delle zanzare: ranocchie, rettili,
pipistrelli, rondini e altri uccelli sono di grande aiuto per
ridurre il numero di insetti.
Mantenete l’equilibrio naturale del vostro spazio verde:
libellule, lucertole, pesci (gambusia e pesci rossi ) sono
vostri alleati, grandi divoratori di larve di zanzara.
27
Mosquito Magnet: dimenticare il fastidio delle zanzare è facile!
• Ecco una soluzione innovativa: Mosquito Magnet Defender è un sistema efficacissimo,
progettato per eliminare le zanzare in aree di dimensioni fino a 2.000 mq. Maneggevole e
flessibile, protegge perfettamente il giardino e il terrazzo attirando ed eliminando le zanzare.
• Tra i diversi modelli disponibili della linea Mosquito Magnet è possibile trovare quello più
idoneo per le proprie esigenze; il sistema è molto efficace anche per locali all’aperto, bar, piscine...
Informatevi presso il vostro garden center Giardinia.
Bat box: la casa per i pipistrelli. Innocui e utili, i pipistrelli
volano silenziosi. In una notte, un pipistrello divora oltre 2.000
zanzare. In alcuni Comuni viene incentivata l’installazione dei
nidi per pipistrelli (nella foto), da appendere sui muri di casa.
tat naturale della zanzara).
Eliminate completamente
l’acqua dai sottovasi e da
ogni vaschetta in cui possa
rimanere stagnante. Chiudete ermeticamente i bidoni per la raccolta d’acqua
piovana o copriteli con una
zanzariera; controllate periodicamente che le grondaie non siano intasate e che
non vi si formino raccolte
d’acqua; pulite i tombini
di scolo almeno una volta
all’anno, in primavera, eliminando la sporcizia accumulata; popolate il laghetto
di pesci e favorite l’arrivo
di animali e insetti come libellule, rane e rospi, perché
queste creature sono grandi
divoratrici di larve di zan-
zara. Inoltre è importante
incentivare la presenza di
lucertole, lasciando fessure
tra i sassi del muretto, e di
uccelli (soprattutto rondini)
e pipistrelli, disponendo i
nidi appositi nei quali questi innocui e utilissimi mammiferi volanti, grandi mangiatori di zanzare, trovano
rifugio durante il giorno.
Combinando l’azione delle
nuove ed efficaci attrezzature antizanzara con queste
attenzioni legate alla tutela
della biodiversità ambientale, il problema zanzare
si riduce drasticamente e
ritroverete serenamente la
libertà di passare le serate
all’aperto... senza ronzio e
senza fastidi.
Zanzare, addio: ci pensa la macchina mangia-zanzare
• La tecnologia ha fatto importanti passi avanti, e oggi è facile
proteggere lo spazio all’aperto grazie a particolari “macchine”,
evolute ed efficaci, che cattuano le zanzare. Funzionano con
la conversione di un gas, il propan-butano, in un composto di
anidrire carbonica (CO2), calore e umidità, che combinati con
Activix, una speciale fragranza attira-zanzare, diventano un
richiamo irresistibile per qualsiasi tipo di zanzara.
• Una volta giunte vicino alla macchina, un gioco di luci e colori
le fa avvicinare ulteriormente, mentre una potente e silenziosa
ventola le risucchia al suo interno.
• Acti Power Trap è una soluzione ad alta tecnologia
completamente atossica: informatevi presso il vostro garden
center Giardinia.
28
Piante per combattere le zanzare
Anche i fiori aiutano!
Arricchire terrazzo e giardino di piante “antizanzara” è un contributo importante
per limitare la presenza di questi fastidiosi insetti nel proprio spazio verde.
Nessuna pianta è capace di
far sparire del tutto le zanzare. Ma un’efficace combinazione di alcune specie,
che hanno una certa capacità repellente, è di grande
aiuto per combattere il problema. Non perdete dunque
tempo e decorate giardino, terrazzo e davanzali
con geranio, rosmarino,
menta, lavanda, elicriso, edera, felce, basilico,
tagete e timo. L’aroma di
queste piante, peraltro gradevolissimo, risulta infatti
sgradito alle zanzare. Il gera-
nio è particolarmente efficace, tanto che esistono molti
prodotti antizanzare proprio
all’olio di geranio; le varietà
più efficaci nell’allontanare
le zanzare sono i gerani a
foglia molto profumata, che
non fanno fiori molto vistosi
ma emanano un’aroma piacevolissimo appena sfiorati.
Gli estratti di queste e altre
piante sono utilizzati anche
nelle candele ed essenze da
bruciare nei diffusori; l’aria
sarà così permeata da gradevoli profumi che risultano
sgraditi agli insetti.
Un giardino di fiori antizanzara. Tutti i gerani hanno un potere
repellente contro questi insetti, e in particolare i gerani a foglia
profumata. Anche il tagete dai bei fiori gialli e la fragrante
lavanda sono efficaci, così come il timo (a sinistra).
Proteggere la Pelle con Prodotti delicati
• La protezione contro le zanzare si basa oggi su essenze naturali efficaci e durevoli. Oltre alla citronella e
all’olio di geranio si impiegano anche erbe aromatiche come menta e timo.
• Potete anche preparare una lozione fai-da-te ponendo in una bottiglia da mezzo litro a
chiusura ermetica una manciata di foglie di menta e timo, 4 dl di olio extravergine di oliva
e un cucchiaio di aceto di vino bianco; agitate forte e ponetela al sole per almeno
2 settimane. L’olio antizanzara è pronto quando il profumo rimarrà sulla pelle
(eventualmente aggiungete 4-5 gocce di olio di mandorle come fissatore).
Basta passarne qualche goccia sulla pelle per ottenere una efficace e naturale protezione.
29
Idee per la casa e gli amici animali
Un’estate gioiosa
Atmosfere fresche e stimolanti per la casa, i momenti
conviviali e i regali. E per chi ama l’esotico, sogni africani...
Migliorare la casa, il balcone e lo spazio all’aperto
è un’operazione semplice
e appagante, capace di far
ritrovare il piacere dello stare all’aperto e di aumentare
sensibilmente la qualità di
vita della famiglia e con gli
amici.
Per operare piccole, ma fondamentali trasformazioni
dello stile nel proprio spazio
abitativo, la scelta da fare è
una visita al vostro punto
30
vendita Giardinia, dedicando particolare attenzione
al settore Décor: idee per
la tavola e la casa, tessuti
e cuscini, quadri, vasi, cesti, complementi d’arredo,
cornici, piante artificiali di
alta qualità, e naturalmente
candele, torce e lampade.
In questa stagione gli allestimenti realizzati puntano
sulle atmosfere estive, miscelando stili, tessuti e materiali con originalità.
Le idee esposte possono
anche essere trasformate
in suggerimenti per regali
e diventare una parte interessante di liste di nozze inconsuete ed eleganti, capaci
di definire uno stile di vita
legato al benessere, alla natura e alla vita nel verde.
• La tavola in estate
potrà essere semplice e
allegra, giocata su toni
cromatici forti che ben
si abbinano ai colori dei
frutti estivi (nelle foto,
una serie di stoviglie
decorate con allegri
fragoloni).
Ma per chi preferisce
lo stile minimalista
declinato in versione
“mare”, ecco qui sopra
una proposta sobria e
raffinata: piatti bianchi
con bordo nero dal
disegno sinuoso, perfetti
sulla bella tavola di teak.
Speciale PET: attenzione al sole e al caldo...
Alcuni cani e gatti amano molto stare al sole. Attenzione, però: il sole
è un rischio anche per loro. Potete proteggere pelo e pelle con uno
specifico prodotto protettivo contro i raggi UV, ricordando che sono
maggiormente a rischio gli animali con pelo corto, mantello chiaro e
cute rosa. Poiché l’epidermide di cani e gatti è molto più sottile di quella
umana, le radiazioni solari possono raggiungere più facilmente gli strati
più profondi del derma provocando danni anche seri.
Decorazione e iDee regalo, un gioco sempre nuovo
• Che si tratti di un ricevimento importante o di uno spuntino con gli
amici, di un aperitivo in compagnia o una cena in famiglia, di un regalo
fiorito o della scelta di elementi decorativi per lo spazio in casa e all’aperto,
visitate il vostro punto vendita Giardinia per individuare le nuove
tendenze di stile 2010. Troverete temi che richiamano l’Africa e l’Oriente,
materiali per allestire un wedding
day indimenticabile o per una
tavola colorata da stoviglie e
complementi sui toni di colore che
preferite, introducendo candele
e lampade che, suggestive e
romantiche, vi saranno complici
nelle notti d’estate per creare le
atmosfere più suggestive...
31
mondo Verde
Via Tonelli, 30/C
Taneto-Gattatico (Reggio Emilia)
Tel. 0522.67.18.88
[email protected]
www.mondoverde.org
FlorAmArket
Via Firenze, 74
Livorno
Tel. 0586.40.70.60
[email protected]
www.ghiomelli.it
AziendA FloricolA donetti
Via Martiri, 151
Romagnano Sesia (Novara)
Tel. 0163.83.33.20
[email protected] - www.donetti.it
AcerBis GArden
Via Unione, 1
Castelli Calepio (Bergamo)
Tel. 035.44.25.058
lA corte dei Fiori
Via Zannoni, 27
Casalecchio di Reno (Bologna)
Tel. 051.57.55.33
[email protected]
[email protected]
www.lacortedeifiori.it
BAViccHi
Via della Valtiera, 293-295
Ponte S. Giovanni (Perugia)
Tel. 075.39.39.41
[email protected]
www.bavicchi.it
centro del Verde toppi
SS Varesina Saronno-Origgio km 12
Origgio (Varese)
Tel. 02.96.73.23.23
[email protected]
www.toppi.com
centro Verde cArAVAGGio
Via Treviglio
Caravaggio (Bergamo)
Tel. 0363.53.134
[email protected]
www.centroverde.com
GreenHouse srl
Via Fiorentina km 28
Loc. Bottegone - Pistoia
Tel. 0573.54.49.17
[email protected]
www.greenhousegarden.it
spAzio Verde
Strada Maratta Bassa km 4,300
Terni
Tel. 0744.24.81.05
[email protected]
www.spazioverdeterni.com
G-liFe
Via del Pino, 33
Olginate (Lecco)
Tel. 0341.65.08.80
[email protected]
cAsA noVA GArden center
Via San Zenone, 81
Boldeniga di Dello (Brescia)
Tel. 030.99.71.192
www.casanovaweb.it
centro Verde
Via Volta, 1
S. Stefano Magra (La Spezia)
Tel. 0187.63.32.62
[email protected]
Green center mAtteucci
Via Radicofani, 1
San Cesareo (Roma)
Tel. 06.95.59.50.44
[email protected]
www.greencentermatteucci.it
AGri BriAnzA
Via Dante, 191
Concorezzo (Milano)
Tel. 039.611.68.11
www.agribrianza.it
pAGAni Home sHow
SS 9 km 267+702
Guardamiglio (Lodi)
Tel. 0377.45.12.15
www.paganisrl.it
centro Verde GioVAnnelli
Via Massa Avenza, 55
Massa
Tel. 0585.25.03.18
[email protected]
FeBo GArden
Via Lungofino, 151
Città S. Angelo (Pescara)
Tel. 085/95311
www.gruppofebo.it
lineA Verde
Via G. Galilei, 2
24050 Orio al Serio (Bergamo)
Tel. 035.52.69.69
[email protected]
Verde cHiArA
Via per Piavon, 10
Oderzo (Treviso)
Tel. 0422.71.27.93
www.verdechiara.it
GiArdini dellA VersiliA
Via Aurelia Sud, 107 bis
Pietrasanta (Lucca)
Tel. 0584.79.37.44
[email protected]
lA modernA AGricolturA
Via Mazzini, 128/B
S. Venerina (Catania)
Tel. 095.95.00.56
[email protected]
Verde vivo
Attrezzature
Arredo esterni
Pet - Animali
Décor

Similar documents

clicca qui per il della rivista

clicca qui per il della rivista Per eriche, callune e viole non occorre un vaso profondo ma bisogna evitare di collocarlo al sole se i mesi di settembre e ottobre sono ancora molto caldi. • Sassolini decorativi: utili per rifinir...

More information