Intero - XIII Legislatura

Comments

Transcription

Intero - XIII Legislatura
Atti
Parlamentari
-
XIII LEGISLATURA — ALLEGATO B
17233
-
AI RESOCONTI —
Camera
SEDUTA DEL 18
MAGGIO
356.
dei
Deputati
1998
Allegato B
ATTI DI CONTROLLO E DI INDIRIZZO
INDICE
PAG.
Mozione:
Turroni
1-00264
17235
Interrogazioni a risposta immediata in
Commissione:
I Commissione
Interpellanza urgente
(ex articolo 138-bis del regolamento):
Cornino
2-01132
17237
Interpellanze:
Garra
5-04458
17247
Massa
5-04459
17247
Armaroli
5-04460
17248
Jervolino Russo
5-04461
17248
Giovanardi
5-04462
17248
Stucchi
5-04463
17248
Brunetti
2-01129
17238
Mantovani
2-01130
17239
Volontè
2-01131
17239
Vozza
5-04453
17250
17240
Nardini
5-04454
17250
Bono
5-04455
17251
Nardone
5-04456
17252
Muzio
5-04457
17252
Turroni
2-01133
Interrogazioni a risposta orale:
Interrogazioni a risposta in Commissione:
Mantovano
3-02376
17242
Bono
5-04464
17254
Borghezio
3-02377
17242
Galdelli
5-04465
17255
Manzione
3-02378
17242
Galletti
3-02379
17243
Taradash
3-02380
17243
Copercini
4-17523
17259
Romano Carratelli
3-02381
17245
Mitolo
4-17524
17259
Siniscalchi
3-02382
17246
Copercini
4-17525
17260
Interrogazioni a risposta scritta:
N.B. Questo allegato, oltre gli atti di controllo e di indirizzo presentati nel corso della seduta, reca anche
le risposte scritte alle interrogazioni presentate alla Presidenza.
Atti
-
Parlamentari
XIII LEGISLA TURA —
ALLEGATO B
17234
Camera
-
AI RESOCON TI
— SEDUTA DEL 18
MAGGIO
dei
1998
PAG.
PAG.
Chiavacci
Bergamo
Savarese
Pecoraro Scanio
Armaroli
4-17526
4-17527
4-17528
4-17529
4-17530
17261
Saraceni
4-17541
17270
17261
De Biasio Calimani
4-17542
17271
17262
Siniscalchi
4-17543
17271
17263
Massidda
4-17544
17272
17263
Gramazio
4-17545
17272
Sciacca
4-17546
17273
Cuccù
4-17547
17273
Marinacci
4-17548
17274
Volente
4-17549
17276
Volente
4-17550
17277
Corsini
4-17551
17277
Apposiz ione di una Arma ad una interrogazione
17278
Trasformazione di documen ti del sindacato ispettivo
17278
Lucchese
4-17531
17264
Lucchese
4-17532
17264
Cordoni
4-17533
17264
4-17534
17265
Carrara Carmelo
4-17535
17266
Malavenda
4-17536
17267
Boghetta
4-17537
17267
Gambato
Boghetta
Deputati
4-17538
17268
Turroni
4-17539
17268
Malavenda
4-17540
17270
Atti
Parlamentari
-
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17235
-
AI RESOCONTI —
MOZIONE
La C a m e r a ,
p r e m e s s o che:
lo s t r a o r d i n a r i o paesaggio di Urbino, così a r m o n i c a m e n t e fuso s i n o r a col
c e n t r o storico e col s u o P a l a z z o Ducale, h a
rischiato u n a ferita violenta e n o n r i m e diabile a d o p e r a dello S t a t o c h e i n t e n d e v a
r e a l i z z a r e u n p r o g e t t o Anas che, p e r u n
collegamento (fra l'altro m o n c o ) t r a la sup e r s t r a d a F a n o - G r o s s e t o e la z o n a di Urbino, prevedeva la c o s t r u z i o n e di u n viad o t t o con piloni alti d a 20 a 30 m e t r i . La
valle interessata, d e t t a « Fosso degli Angeli », si s n o d a in u n a posizione delicatissima
e fin qui integra fra il c e n t r o storico u r b i n a t e e il colle di S a n B e r n a r d i n o dove
sorge il Mausoleo dei Duchi di F r a n c e s c o
di Giorgio M a r t i n i . La « bretella » d o v r e b b e
poi proseguire oltre Urbino, verso P e s a r o e
la R o m a g n a : n o n si sa a n c o r a con quali
finanziamenti (il t r a t t o a p p a l t a t o costa 50
miliardi p e r m e n o di 4 k m ) né, s o p r a t t u t t o ,
con q u a l e i n c i d e n z a sul paesaggio m o n t e feltresco;
u n p r e s s a n t e appello è s t a t o rivolto
agli allora Ministri Paolucci (beni culturali)
e B a r a t t a (ambiente) affinché r i c h i a m a s sero q u e s t o d e v a s t a n t e progetto, al fine di
rivederlo a fondo. « Così c o m ' è esso costituisce u n n u o v o c r i m i n e c o n t r o il paesaggio
italiano più suggestivo e i n t a t t o , valore
culturale in sé p e r il m o n d o i n t e r o e risorsa eccezionale p e r u n t u r i s m o colto e
intelligente. Il n e c e s s a r i o p o t e n z i a m e n t o
della viabilità fra U r b i n o e la s u p e r s t r a d a
Fano-Grossetto non può passare da un
b r u t a l e viadotto, t e s t i m o n i a n z a in ogni
senso di t e m p i bui, d a c a n c e l l a r e p e r s e m p r e se vogliamo salvare q u a n t o r e s t a del
Belpaese » recitava l'appello sottoscritto da
Antonio Cederna, Pier Lugi Cervellati, Vezio De Lucia, Italo Insolera, A n d r e a E m i liani, Desideria Pasolini, F l o r i a n o Villa,
E d o a r d o Salzano, Luigi Scano, B e r n a r d o
Rossi Doria, A n t o n i o Casellati, A n t o n i o
Camera
SEDUTA DEL 18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
Iannello, Teresa C a n n a r o z z o , T o m m a s o
G i u r a Longo, M a r i o Fazio, Filippo Ciccone,
M a n l i o M a r c h e t t a , M a u r o Parigi, Silvano
Bassetti, Ezio R a i m o n d i , R o b e r t o B a d a s ,
P a o l o Berdini, Stefano Boato, A l e s s a n d r o
Dal Piaz, Valentino Podestà, D u s a n a Valecich;
il progetto, c h e n o n fu m a i discusso
in consiglio c o m u n a l e , e n o n v e n n e m a i
esposto in a l c u n a sede pubblica, inclusa la
m o s t r a d e d i c a t a al n u o v o p i a n o regolatore,
h a s e m p r e i n c o n t r a t o e c o n t i n u a a d inc o n t r a r e l'opposizione dei c o m u n i vicini
p e r c h é p r e v e d e u n costosissimo (oltre 50
m i l i a r d i p e r m e n o di 4 chilometri) « spezzone » autostradale totalmente sconnesso
dalla r e t e viaria esistente;
esso è s t a t o r e d a t t o e rifatto p i ù
volte, e v i t a n d o la p r e s c r i t t a v a l u t a z i o n e di
impatto ambientale;
la « bretella » - d i v e n u t a nel fratt e m p o il s i m b o l o dell'aggressione al p a e saggio italiano più bello ed integro - è
s t a t a bloccata P8 maggio 1996 dall'allora
M i n i s t r o d e l l ' a m b i e n t e Paolo B a r a t t a , con
u n decreto molto motivato e argomentato
d o p o l ' a c c u r a t a indagine del Noe;
l'Anas, allo scopo di e l u d e r e la
legge, p a r e i n t e n z i o n a t a a r i d u r r e le corsie
d a q u a t t r o a d u e col fine d i c h i a r a t o di
evitare così la v a l u t a z i o n e di i m p a t t o a m bientale;
10 sfregio c e m e n t i z i o al Fosso degli
Angeli e al paesaggio di Raffaello e di
Barocci così r e a l i z z a t o r i m a r r à in e t e r n o e
i vantaggi p e r la circolazione s t r a d a l e sar a n n o , a fronte dei costi, irrisori;
l ' a d e g u a m e n t o della r e t e viaria u r b i n a t e deve essere « c o m p a t i b i l e » col
g r a n d e p a t r i m o n i o r a p p r e s e n t a t o dal p a e saggio di quella città e dei suoi borghi;
11 d e c r e t o B a r a t t a q u e s t o p e r l'app u n t o prescrive. Saggezza e b u o n a a m m i n i s t r a z i o n e a v r e b b e r o voluto c h e i mesi
t r a s c o r s i d a l l ' e m a n a z i o n e del d e c r e t o ven i s s e r o impiegati p e r u n a r i p r o g e t t a z i o n e
d e l l ' o p e r a sulla b a s e delle prescrizioni del
decreto medesimo;
Atti
-
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17236
AI RESOCONTI
la cosa più realistica d a fare c o m u n q u e s a r e b b e il semplice a l l a r g a m e n t o
della sede s t r a d a l e della statale Ti-bis o p p u r e la realizzazione di u n t r a c c i a t o in
galleria;
fino a d o r a i titolari dei lavori p u b blici, Di Pietro e Costa, h a n n o r i s p e t t a t o
q u a n t o p r e s c r i t t o dal d e c r e t o i l l u m i n a t o
del collega e p r e d e c e s s o r e B a r a t t a ;
s a r e b b e grave se, m a g a r i con u n
escamotage, la s o s t a n z a di quella decisione
venisse v u l n e r a t a ;
l ' i n t a s a m e n t o del traffico in q u e l
breve t r a t t o e r a e s s e n z i a l m e n t e p r o v o c a t o ,
fino a pochi mesi fa, dal passaggio di
c a m i o n cavatori r o m a g n o l i i quali u s a v a n o
la statale li-bis c o m e scorciatoia verso la
loro regione;
la cava d e l l ' e n t r o t e r r a u r b i n a t e a
cui si fa r i f e r i m e n t o è stata di r e c e n t e
chiusa dalla regione M a r c h e :
i m p e g n a il Governo:
al p i ù rigoroso r i s p e t t o e alla più d o verosa tutela del paesaggio e del t e r r i t o r i o
u r b i n a t e , del Fosso degli Angeli e dei l u o ghi r a p p r e s e n t a t i d a Raffaello e Barocci;
ad i m p e d i r e che PAnas m e t t a in a t t o
artifici al fine di s o t t r a r r e il progetto,
b e n c h é immodificato nella s o s t a n z a e r i -
— SEDUTA DEL 18
Camera
MAGGIO
dei
Deputati
1998
d o t t o a sole d u e corsie, alla v a l u t a z i o n e di
impatto ambientale;
a d i m p e g n a r s i a verificare se la sistem a z i o n e e l ' a d e g u a m e n t o della statale 7 3 bis siano capaci in sé a d assolvere alle
esigenze di traffico esistenti, o p p u r e se n o n
sia d a preferirsi u n t r a c c i a t o in galleria;
a far sì che u n n u o v o p r o g e t t o di sis t e m a z i o n e e a d e g u a m e n t o della viabilità
esistente sia r e a l i z z a t o s e c o n d o le migliori,
p i ù m o d e r n e e rispettose tecniche progettuali c h e i m p o n g o n o a d ogni o p e r a di
a d e g u a r s i alle esigenze del t e r r i t o r i o , dell ' a m b i e n t e e del paesaggio, collocandovisi
nel p i ù rigoroso r i s p e t t o delle l o r o c a r a t teristiche e qualità.
(1-00264) « T u r r o n i , B o a t o , Cento, Dalla
Chiesa, De Benetti, Gardiol,
Galletti, Leccese, Paissan, Pec o r a r o Scanio, Procacci, Scalia, Albanese, Boghetta, B o nato,
Brunetti,
Eduardo
Bruno, Buontempo, Burani
Procaccini, Cangemi, De Cesaris, De M u r t a s , G u a r i n o ,
Guidi, Lenti,
Malentacchi,
Meloni, Michelangeli, Moroni,
Nardini,
Nesi,
Ortolano,
Ostillio, Pistone, P o z z a Tasca,
Saia, S e r r a , S t r a m b i , Tosolini,
Valpiana, Volpini ».
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17237
-
AI RESOCONTI —
INTERPELLANZA URGENTE
(ex articolo 138-bis del regolamento)
I sottoscritti c h i e d o n o di i n t e r p e l l a r e il
Ministro delle finanze, p e r s a p e r e - p r e m e s s o che:
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
3) tale finestra, n o n e s s e n d o p r o tetta, c o n s e n t e a c h i u n q u e :
u n a facile visione dell'intero frontespizio delle d i c h i a r a z i o n i , nel q u a l e s o n o
indicati t u t t i i d a t i p e r s o n a l i ed alcuni dati
sensibili, c o m e le convinzioni religiose e
quelle politiche;
agli i n t e r p e l l a n t i risulta che n u m e r o s i
cittadini, residenti in diverse città, h a n n o
p r e s e n t a t o ricorsi al G a r a n t e p e r la p r o tezione dei d a t i p e r s o n a l i c h i e d e n d o c o n
urgenza:
u n a facile e s t r a z i o n e della dichiar a z i o n e , c o n la possibilità di p r e n d e r e visione di altri d a t i sensibili, c o m e quelli
relativi alla salute, o l t r e n a t u r a l m e n t e ai
redditi, p a t r i m o n i o , p a r t e c i p a z i o n i , eccetera;
a) di avviare u n a p r o c e d u r a di infrazione a carico del Ministro delle finanze
ai sensi della legge 31 d i c e m b r e 1996,
n. 675;
la possibilità di s o t t r a r r e q u a d r i o
documenti.
b) di inibire, c o m e c o n s e g u e n z a di
tale p r o c e d u r a di infrazione, l'utilizzo della
b u s t a prevista dal d e c r e t o ministeriale del
30 m a r z o 1998 p e r la p r e s e n t a z i o n e delle
dichiarazioni che le p e r s o n e fisiche d e v o n o
p r e s e n t a r e n e l l ' a n n o 1998 ai fini delle i m poste sui redditi, dell'imposta sul valore
aggiunto e in q u a l i t à di sostituto di i m p o s t a
se h a n n o effettuato r i t e n u t e a n o n p i ù di
dieci soggetti. Il fac simile di tale b u s t a è
stato p u b b l i c a t o nel s u p p l e m e n t o o r d i n a r i o
della Gazzetta Ufficiale n. 77 del 2 aprile
1998;
agli interpellanti risulta che i motivi
dei vari ricorsi, della cui esistenza il m i nistero è p r o b a b i l m e n t e già a conoscenza,
in e s t r e m a sintesi s o n o i seguenti:
1) la legge 31 d i c e m b r e 1996,
n. 675, p r e v e d e u n a t u t e l a generica e specifica di ogni d a t o p e r s o n a l e ;
2) il m i n i s t e r o delle finanze h a p r e visto, p e r la p r e s e n t a z i o n e delle d i c h i a r a zioni, l'obbligo di utilizzare u n a p a r t i c o l a r e
b u s t a c a r a t t e r i z z a t a d a u n ' a m p i a finestra
che risulta n o n essere p r o t e t t a in a l c u n
modo;
i vari r i c o r r e n t i r i t e n g o n o che questi
e l e m e n t i c o m p o r t i n o u n a evidente violazione dell'articolo 15 della legge 31 d i c e m b r e 1996, n. 675, c h e r i c h i e d e l'utilizzo di
p r o c e d u r e a t t e a g a r a n t i r e la m a s s i m a sic u r e z z a e riservatezza, e a n o n c o n s e n t i r e
l'accesso a p e r s o n e n o n a u t o r i z z a t e ;
gli i n t e r p e l l a n t i c h i e d o n o la « b u s t a
c o n finestra n o n p r o t e t t a » i m p o s t a ai cont r i b u e n t i dal m i n i s t e r o delle finanze in
effetti c o n s e n t a t u t t e le c o n s e g u e n z e indicate dai cittadini che h a n n o p r e s e n t a t o
r i c o r s o al G a r a n t e p e r la p r o t e z i o n e dei
dati personali —
quali u r g e n t i p r o v v e d i m e n t i i n t e n d a
a d o t t a r e p e r a s s i c u r a r e ai c o n t r i b u e n t i u n a
p i e n a ed effettiva t u t e l a della l o r o privacy,
s o s t i t u e n d o le « b u s t e finestrate » di cui in
p r e m e s s a con a l t r e c h e i m p e d i s c o n o a soggetti terzi n o n legittimati a c o n o s c e r e e
m a n i p o l a r e i « dati sensibili » c o n t e n u t i
nelle d i c h i a r a z i o n i .
(2-01132) «Cornino, Pagliarini, B a l l a m a n ,
Borghezio, G i a n c a r l o Giorgetti ».
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17238
AI RESOCONTI —
INTERPELLANZE
I sottoscritti c h i e d o n o di i n t e r p e l l a r e il
P r e s i d e n t e del Consiglio dei ministri ed i
Ministri degli affari esteri e della difesa,
p e r s a p e r e - p r e m e s s o che:
in c o n s e g u e n z a della politica del
F o n d o m o n e t a r i o i n t e r n a z i o n a l e e della
B a n c a m o n d i a l e di taglio radicale della
spesa sociale, a d o t t a t a
dal
dittatore
S u h a r t o , la situazione in I n d o n e s i a sta
r a p i d a m e n t e p r e c i p i t a n d o , la polizia e
l'esercito h a n n o c e r c a t o di r e p r i m e r e p a cifiche manifestazioni di studenti, s e m i n a n d o m o r t e e t e r r o r e a G i a k a r t a ed in
a l t r e p a r t i del paese;
q u e s t a volta il r i c o r s o alla r e p r e s s i o n e
(si calcolano in oltre 500 i m o r t i a c a u s a
degli incidenti di questi giorni) s e m b r a n o n
t r o v a r e sbocchi e lo stesso p r e s i d e n t e del
P a r l a m e n t o H a r m o k o h a chiesto al dittat o r e S u h a r t o di farsi d a p a r t e ;
l'Indonesia h a visto in questi a n n i lo
svilupparsi convulso di u n a selvaggia econ o m i a di m e r c a t o b a s a t a sullo sfruttam e n t o della m a n o d o p e r a a basso costo
sulla r e p r e s s i o n e poliziesca sulla violazione
di e l e m e n t a r i diritti sindacali ed u m a n i ;
S u h a r t o , definito « il Pinochet asiatico », h a g o d u t o della p i ù totale c o p e r t u r a
d a p a r t e di Stati uniti ed E u r o p a n o n o s t a n t e c h e l'invasione di T i m o r o r i e n t a l e
n o n sia m a i stata riconosciuta dalla comunità internazionale;
risulta agli interpellanti che i consiglieri militari del P e n t a g o n o s a r e b b e r o a c cusati d a diversi testimoni e d a p r o v e
d o c u m e n t a b i l i di a d d e s t r a r e alla t o r t u r a i
corpi di r e p r e s s i o n e indonesiani; i consiglieri militari a d d e s t r e r e b b e r o , p e r e s e m pio, r e p a r t i dell'esercito di G i a k a r t a al
p i a n o d e n o m i n a t o « J-cet » (Joint
combined
exchange training) che p r e v e d e r e b b e il r a p i m e n t o e la s c o m p a r s a di attivisti politici,
sindacali e dei diritti u m a n i ;
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
la gravissima s i t u a z i o n e dell'Indonesia è stata del t u t t o colpevolmente sottov a l u t a t a d a l l ' a t t u a l e G o v e r n o italiano che,
con d u e visite successive a G i a k a r t a - la
p r i m a del Ministro A n d r e a t t a con il gotha
dell'industria bellica n a z i o n a l e al seguito,
l'altra n e l l ' o t t o b r e 1997 del P r e s i d e n t e del
Consiglio dei m i n i s t r i d u r a n t e la q u a l e si è
f o r m a l i z z a t o u n invito al d i t t a t o r e S u h a r t o
a r e c a r s i in Italia - h a c o n t r i b u i t o a leg i t t i m a r e il r e g i m e e la s u a politica di
repressione antipopolare;
il sottosegretario agli affari S e r r i ris p o n d e n d o ad u n a i n t e r r o g a z i o n e dell'onorevole F r a n c e s c a Chiavacci che chiedeva
spiegazioni delle ragioni che avevano
s p i n t o la F a r n e s i n a a d a u t o r i z z a r e la rip r e s a del c o m m e r c i o di a r m i italiane con
G i a k a r t a , r i s p o n d e v a c o n l'incredibile tesi
che la c o m m i s s i o n e diritti u m a n i dell'Onu
n o n aveva r i n n o v a t o la c o n d a n n a p e r violazioni dei diritti f o n d a m e n t a l i e c o m e tale
venivano m e n o le motivazioni restrittive
nei confronti dell'Indonesia previste dalla
legge italiana p e r il c o m m e r c i o di a r m a m e n t i ; inutile è s t a t o r i c o r d a r e al Governo
che la c o m m i s s i o n e diritti u m a n i dell'Onu
n o n aveva m a i r e v o c a t o tale c o n d a n n a ;
i n t e r p e l l a n z e ed i n t e r r o g a z i o n i sulla
visita del Ministro A n d r e a t t a e del presid e n t e P r o d i in I n d o n e s i a p r e s e n t a t e d a
d e p u t a t i di diversi g r u p p i s o n o r i m a s t e
significativamente s e n z a risposta;
il r e c e n t e vertice del G8 di B i r m i n g h a m n o n h a s a p u t o d a r e u n a seria risposta alla crisi i n d o n e s i a n a , rifiutandosi di
p r e n d e r e a t t o del fallimento delle politiche
neoliberiste, della B a n c a m o n d i a l e e dei
p i a n i di a g g i u s t a m e n t o s t r u t t u r a l e del
Fondo monetario internazionale;
se il G o v e r n o n o n i n t e n d a - a n c h e
c o m e f o r m a di r i s a r c i m e n t o nei confronti
dei d e m o c r a t i c i i n d o n e s i a n i - revocare
p u b b l i c a m e n t e , l'invito al d i t t a t o r e S u h a r t o
a r e c a r s i in Italia;
se il G o v e r n o a b b i a provveduto a
bloccare i c o n t r a t t i di cessione di a r m i
stipulati dalla n o s t r a i n d u s t r i a bellica n a zionale con il r e g i m e di G i a k a r t a ;
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17239
AI RESOCONTI —
quali iniziative i n t e n d a a s s u m e r e p e r
c a m b i a r e gli indirizzi di n e o l i b e r i s m o selvaggio p o r t a t i avanti dagli o r g a n i s m i finanziari i n t e r n a z i o n a l i , responsabili dell'esplosione di i n t e r e Nazioni;
se n o n r e p u t i n e c e s s a r i o avviare u n a
politica di c o n d o n o del debito e s t e r o c o n t r a t t o dai Paesi p i ù poveri c o n d i z i o n a n d o l o
alla r i p r e s a di u n a politica di p r o t e z i o n e
sociale delle classi p i ù deboli.
(2-01129) « B r u n e t t i , Mantovani,
Michelangeli ».
-
Nardini,
I sottoscritti c h i e d o n o di i n t e r p e l l a r e il
P r e s i d e n t e del Consiglio dei ministri, p e r
s a p e r e - p r e m e s s o che:
i c i n q u e test atomici effettuati dall'India ed il test di risposta a n n u n c i a t o dal
P a k i s t a n s e g n a l a n o u n a gravissima escalation dalle conseguenze imprevedibili, m e t t e n d o a n u d o al c o n t e m p o la strategia
fallimentare delle p o t e n z e a t o m i c h e e la
loro a s s u r d a p r e t e s a di d e t e n e r e , loro sol a m e n t e , le a r m i nucleari;
i n d i p e n d e n t e m e n t e d a chi le detiene,
le a r m i n u c l e a r i d e v o n o essere d i c h i a r a t e
illegittime e c o n t r a r i e sia al diritto intern a z i o n a l e che a quello u m a n i t a r i o , avv i a n d o su q u e s t a b a s e u n a n u o v a stagione
di d i s a r m o a t o m i c o che p o r t i al b a n d o
definitivo di questi s t r u m e n t i di m o r t e ;
la stagione del d i s a r m o a t o m i c o è
stata b r u s c a m e n t e i n t e r r o t t a a n c h e dall'irr e s p o n s a b i l e decisione di a l l a r g a m e n t o di
u n p a t t o militare n u c l e a r e , la Nato, a p a r t e
dell'Est e u r o p e o , e m a r g i n a n d o l'Osce e
l'Onu c o m e o r g a n i s m i di tutela collettiva;
q u e s t a decisione h a infatti finito p e r
spingere la Russia a r i p r e n d e r e u n r u o l o di
p o t e n z a verso l'Asia c o n t r i b u e n d o alla r i cerca a t o m i c a dell'India; p a r i m e n t i la Cina
h a replicato, in q u e s t a folle corsa, sosten e n d o il potenziale a t o m i c o p a k i s t a n o - :
se il G o v e r n o n o n ritenga n e c e s s a r i a
u n a forte iniziativa italiana ed e u r o p e a p e r
la r i p r e s a su scala p l a n e t a r i a dei negoziati
sul d i s a r m o n u c l e a r e , a c o m i n c i a r e dalle
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
potenze che maggiormente detengono questi a r m a m e n t o di d i s t r u z i o n e di m a s s a , e,
c o n s e g u e n t e m e n t e , l'adozione di u n a politica c h e affidi la s i c u r e z z a ad o r g a n i s m i
r a p p r e s e n t a t i v i della totalità della c o m u nità u m a n a ( O n u in primis) d e p o t e n z i a n d o
e s c o r a g g i a n d o invece p a t t i militari di
parte;
se il G o v e r n o n o n ritenga, o r a c h e
l'incubo n u c l e a r e s e m b r a p r e p o t e n t e m e n t e
riaffacciarsi sulla faccia della t e r r a , di b a n d i r e dal t e r r i t o r i o della R e p u b b l i c a italiana
le a r m i a t o m i c h e p r e s e n t i nelle basi militari, c o m e c o n t r i b u t o fattivo al d i s a r m o e
c o m e gesto di inequivocabile volontà del
n o s t r o Paese di dissociarsi d a questi s t r u m e n t i di m o r t e .
(2-01130) « M a n t o v a n i , Diliberto, B r u n e t t i ,
N a r d i n i , Michelangeli ».
I sottoscritti c h i e d o n o di i n t e r p e l l a r e il
M i n i s t r o delle finanze p e r s a p e r e - p r e m e s s o che — :
sul q u o t i d i a n o / / Sole 24 ore del 14
maggio 1998 è a p p a r s o u n i n t e r v e n t o di u n
d i r e t t o r e c e n t r a l e p e r gli affari a m m i n i strativi del m i n i s t e r o delle finanze dal titolo, « c o n g i u n t a s e n z a r i m p i a n t i », nel
q u a l e viene d a t a a m p i a giustificazione, di
fronte alle critiche già espresse in diverse
sedi dell'abolita facoltà dei coniugi di p r e s e n t a r e d i c h i a r a z i o n e c o n g i u n t a con la
possibilità di c o m p e n s a r e i debiti e i crediti
r e c i p r o c i od a n c h e di effettuare u n u n i c o
v e r s a m e n t o o di r i c h i e d e r e u n u n i c o r i m b o r s o od a n c o r a di r i p o r t a r e in t u t t o o in
p a r t e il c r e d i t o alla successiva d i c h i a r a zione;
tale facoltà è s t a t a i n t r o d o t t a d a u n a
legge del 1977;
il dirigente ministeriale, p e r giustific a r e l ' e s a u r i m e n t o della funzione di c o m p e n s a z i o n e delle d i c h i a r a z i o n i congiunte,
h a fornito d a t i sulla p o c a rilevanza di tale
t i p o di d i c h i a r a z i o n e , alla q u a l e in p a s s a t o
a v r e b b e r o fatto r i c o r s o il 20 p e r c e n t o dei
contribuenti;
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17240
-
AI RESOCONTI —
l ' e s a u r i m e n t o della funzione c o m p e n sativa, s e m p r e a giudizio del dirigente delle
finanze, è a n c h e d e t e r m i n a t a dalla i n t r o d u z i o n e nel modello 730 della funzione
c o m p e n s a t i v a t r a tributi, i n t r o d o t t a con
d e c r e t o ministeriale n. 241 del 1997;
il r i c h i a m o al d e c r e t o ministeriale
n. 241 del 1997 è a s s o l u t a m e n t e n o n afferente alla q u e s t i o n e della d i c h i a r a z i o n e
congiunta, in q u a n t o la citata n o r m a t i v a è
riferita esclusivamente alla c o m p e n s a z i o n e
t r a diversi tributi;
le notevoli difficoltà nella compilazione del m o d e l l o u n i c o e n e l l ' a t t u a z i o n e
dei v e r s a m e n t i sono rilevate dallo stesso
dirigente e n o n sono a l t r o c h e la conseg u e n z a di u n a r i f o r m a che doveva essere
i m p r o n t a t a alla semplificazione;
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
m e n t e d i c h i a r a t o di n o n condividere la
scelta o p e r a t a dal Ministro delle finanze — :
p u r n e l l ' a m b i t o della libera facoltà,
a s s i c u r a t a a t u t t i dalla Costituzione, di
e s p r i m e r e l i b e r a m e n t e il p r o p r i o pensiero,
se il M i n i s t r o delle finanze sia in g r a d o di
v a l u t a r e a tutti gli effetti la p o r t a t a dell'articolo nel q u a l e s o n o c o n t e n u t e consid e r a z i o n i n o n r i s p o n d e n t i alla realtà;
in r e l a z i o n e alla m a n c a t a espressa
a b r o g a z i o n e della legge n. 11 del 1977
quali p r o v v e d i m e n t i i n t e n d a a d o t t a r e , con
l'urgenza c h e il caso richiede, p e r r i m u o vere tale palese violazione di legge determ i n a t a c o n p r o v v e d i m e n t i legislativi delegati p a l e s e m e n t e incostituzionali e con
conseguenti illegittimi p r o v v e d i m e n t i a m ministrativi.
lo stesso articolista rileva a n c o r a che
c o n il n u o v o sistema viene e l i m i n a t a la
responsabilità solidale dei coniugi congiuntamente dichiaranti;
(2-01131) « Volontè, Teresio Delfino, Tassone, M a n z i o n e , Marinacci,
F r o n z u t i , De Franciscis ».
o c c o r r e r e b b e verificare se l'esimio dirigente sia a c o n o s c e n z a c h e il 20 p e r c e n t o
delle d i c h i a r a z i o n i congiunte r a p p r e s e n t a n o u n a platea di 5 milioni di c o n t r i buenti;
Il sottoscritto chiede di i n t e r p e l l a r e il
Ministro dei beni culturali e a m b i e n t a l i ,
p e r s a p e r e — p r e m e s s o che:
la legge 13 aprile 1977 n. 114, n o n
risulta e s p r e s s a m e n t e a b r o g a t a d a n o r m e
di p a r i livello;
la d i c h i a r a t a possibilità di c o m p e n s a zione t r a i coniugi dal p r o s s i m o a n n o
n e l l ' a m b i t o del modello 730 esclude tutti i
c o n t r i b u e n t i c h e n o n svolgono e n t r a m b i
attività di lavoro d i p e n d e n t e e p e r t a n t o la
d i c h i a r a z i o n e congiunta n e l l ' a m b i t o del
modello 730 a p p a r e di d u b b i a costituzionalità in q u a n t o n o n a s s i c u r a la par condicio t r a lavoratori d i p e n d e n t i e lavoratori
autonomi;
l'asserita responsabilità solidale dei
coniugi c o n g i u n t a m e n t e d i c h i a r a n t i è u n a
libera scelta dei coniugi stessi;
u n autorevole m e m b r o del Governo,
cui fra l'altro è d e m a n d a t o il c o m p i t o di
i n s t a u r a r e c o r r e t t i r a p p o r t i fra la p u b b l i c a
a m m i n i s t r a z i o n e e i cittadini, h a ufficial-
è in via di u l t i m a z i o n e u n cosiddetto
i n t e r v e n t o di riqualificazione di p i a z z a
M o n t e c i t o r i o che, i n t e r v e n e n d o su u n o
spazio u r b a n o p e r f e t t a m e n t e configurato,
c o s t r u i t o a t t r a v e r s o u n a stratificazione di
interventi succedutisi nel t e m p o , n e a l t e r a
le c a r a t t e r i s t i c h e sulla b a s e di u n a a r b i t r a r i a r i c o s t r u z i o n e di u n a s o p r a e l e v a z i o n e
della p i a z z a e d e l l ' i n s e r i m e n t o di e l e m e n t i
del t u t t o nuovi e gratuiti, grossi lastroni di
t r a v e r t i n o , m e r i d i a n e , stelle in t i t a n i o ed
altro;
l'intervento n o n si limita a modificare
la morfologia della piazza, m a interviene
p e s a n t e m e n t e sull'accesso, r i c o p r e n d o di
c e m e n t o la scala r e a l i z z a t a d a l l ' a r c h i t e t t o
Basile a d inizio secolo e p r o g e t t a t a organ i c a m e n t e con gli altri interventi che
h a n n o c o m p l e s s i v a m e n t e r i o r g a n i z z a t o il
palazzo;
il p r o g e t t o sottoposto alla c o m p e t e n t e
s o p r i n t e n d e n z a ai beni culturali indicava, a
p r o p o s i t o della scala r i c o p e r t a di c e m e n t o ,
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17241
-
AI RESOCONTI — SEDUTA DEL
a l c u n e discontinuità nella n u o v a p a v i m e n tazione p e r consentire, c o m e si legge in u n
libretto illustrativo del p r o g e t t o m e d e s i m o ,
« di p r e s e r v a r l a i n t a t t a sotto la n u o v a
rampa, come u n nuovo reperto archeologico, e se n e p e r m e t t e la visione a n c h e in
alcuni p u n t i »;
in r e a l t à tali p u n t i si configuravano
c o m e « b u c h i » nella p a v i m e n t a z i o n e ai lati
delle t r e p o r t e del p a l a z z o , pericolosi p e r
l'incolumità fisica dei passanti, d i m o s t r a n d o l'assoluta superficialità di u n p r o getto che n o n sa c o n f r o n t a r s i c o n la storia,
i luoghi, gli elementi c h e li costituiscono e
n e p p u r e con le esigenze di sicurezza di chi
li frequenta. Perciò le p r e d e t t e a p e r t u r e ,
celebrate dal p r o g e t t o c o m e e l e m e n t o di
rispetto p e r l'opera di u n e m i n e n t e a r c h i tetto del passato, vengono o r a r i e m p i t e di
c e m e n t o e r i c o p e r t e di t r a v e r t i n o ;
il p a r e r e del s o p r i n t e n d e n t e Zurli,
reso su u n p r o g e t t o diverso, n o n p r e n d e in
c o n s i d e r a z i o n e la modifica i n t r o d o t t a in
opera;
l'effetto conclusivo dell'intervento
p a r e celebrativo di u n a c u l t u r a edilizia
nulla h a a che fare c o n il r e s t a u r o e
a p p a r e d e s i d e r o s a solo si i m p r i m e r e
segno di sé, m o r t i f i c a n d o nei dettagli,
apche
che
un
so-
Camera
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
p r a t t u t t o là dove i nuovi e l e m e n t i si accos t a n o a quelli antichi, ogni e l e m e n t o costruttivo del p a s s a t o - :
p e r q u a l e m o t i v o il m i n i s t r o i n t e r p e l lato n o n a b b i a r i t e n u t o di dover s o t t o p o r r e
il p r o g e t t o di cui t r a t t a s i al c o m p e t e n t e
c o m i t a t o di s e t t o r e p e r i beni culturali, in
r e l a z i o n e allo s t r a o r d i n a r i o valore dei l u o ghi interessati dall'intervento;
q u a l i s i a n o le valutazioni c h e h a n n o
c o n s e n t i t o al s o p r i n t e n d e n t e l'espressione
del p a r e r e favorevole;
se le modifiche in c o r s o a p r o p o s i t o
della scala s i a n o s t a t e oggetto di u n a r e golare v a r i a n t e al p r o g e t t o , se essa sia stata
f o r m a l m e n t e e s a m i n a t a dagli uffici del m i n i s t e r o e q u a l e sia s t a t o il p a r e r e espresso;
se n o n i n t e n d a f o r n i r e direttive p i ù
rigorose al fine di a s s i c u r a r e u n a t u t e l a p i ù
efficace del p a t r i m o n i o storico artistico, in
c o n s i d e r a z i o n e della insufficiente a z i o n e di
talune soprintendenze, soprattutto quando
esse risulta s i a n o s t a t e invitate dalla d i r e zione g e n e r a l e dei b e n i a r c h i t e t t o n i c i a « verificare la r i s p o n d e n z a degli interventi c o n
il p r o g e t t o a p p r o v a t o e a n c h e la possibilità
di m i g l i o r a r l o in sede esecutiva, in r a p p o r t o
a q u a n t o e m e r s o dai c o n t r i b u t i critici ».
(2-01133)
«Turroni».
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17242
AI RESOCONTI — SEDUTA DEL
INTERROGAZIONI
A RISPOSTA ORALE
MANTOVANO. - Al Ministro degli affari esteri. — P e r s a p e r e — p r e m e s s o che:
in base a q u a n t o riferito a R i m i n i il
23 agosto 1996, in occasione del m e e t i n g
p e r l'amicizia dei popoli, dal vescovo cattolico di Torit m o n s i g n o r P a r i d e T a b a n , nel
S u d a n a p a r t i r e dal 1983 è u n c o r s o u n
p e s a n t e p r o c e s s o di islamizzazione, guid a t o dal p r e s i d e n t e El-Tuorabi, che p a s s a
a t t r a v e r s o la p e r s e c u z i o n e di coloro c h e
p r o f e s s a n o la religione cristiana. Il p r e l a t o
h a riferito che, dei sei milioni di cristiani
residenti all'inizio degli a n n i 80 nel S u d del
S u d a n , d u e milioni s o n o stati d e p o r t a t i al
Nord, dove vivono in condizioni di inferiorità rispetto ai s u d a n e s i di fede islamica
e u n milione è s t a t o e l i m i n a t o fisicamente
a t t r a v e r s o m a s s a c r i ed esecuzioni s o m m a rie. La r e s t a n t e p a r t e vive q u a s i t u t t a al
Sud in c o s t a n t e pericolo di m o r t e ; chi p u ò
r i p a r a nella vicina U g a n d a — :
quali iniziative i n t e n d a a d o t t a r e p e r
c o n o s c e r e le attuali condizioni di vita dei
cristiani nel S u d a n , e c o m u n q u e di coloro
che n o n p r a t i c a n o la religione islamica;
se n o n i n t e n d a c o n d i z i o n a r e la p r o secuzione dei r a p p o r t i economici e c o m merciali fra Italia e S u d a n all'effettivo rispetto d a p a r t e di q u e s t ' u l t i m o dei p i ù
e l e m e n t a r i diritti civili nei confronti dell'intera p o p o l a z i o n e ;
se n o n i n t e n d a o r g a n i z z a r e aiuti
u m a n i t a r i p e r s o c c o r r e r e i s u d a n e s i in
fuga, a l l ' i n t e r n o del S u d a n e nelle n a z i o n i
vicine.
(3-02376)
Camera
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
t u a z i o n e d a t e r z o m o n d o di essere s e n z a
p o s t a a c a u s a della s c o p e r t u r a di b e n 42
« z o n e » della città prive di p o r t a l e t t e r e ;
q u e s t a s i t u a z i o n e a cui in d a t a 11
maggio 1998 i vertici dell'Ente Poste avev a n o d a t o a s s i c u r a z i o n e di p o r r e i m m e d i a t o r i m e d i o , vede l'area t o r i n e s e d e p a u p e r a t a di c e n t i n a i a di a d d e t t i ai servizi
postali, a c a u s a di scelte centraliste sbagliate che — n o n c e r t o s e n z a concreti indizi
di clientelismo politico - h a n n o privilegiato ai d a n n i di T o r i n o e del P i e m o n t e
a l t r e regioni del p a e s e - :
quali urgentissimi provvedimenti n o n escluso l'impiego di militari di leva p e r
lo s m a l t i m e n t o della c o r r i s p o n d e n z a a r r e t r a t a giacente a t o n n e l l a t e nei m a g a z z i n i
delle poste di T o r i n o - si i n t e n d a n o att u a r e al fine di risolvere q u e s t a situazione
che umilia la città di T o r i n o la q u a l e - a
fronte di u n gettito fiscale rilevante, p u r t r o p p o a n c o r a i n t e r a m e n t e d r e n a t o dalle
voraci fauci d e l l ' a m m i n i s t r a z i o n e centralista dello S t a t o - c o n t i n u a a ricevere d a
tale a m m i n i s t r a z i o n e servizi inefficienti,
p e r s o n a l e insufficiente, e risposte i r o n i c h e
o fuorvianti alle p r o p r i e legittime e b e n
motivate p r o t e s t e .
(3-02377)
MANZIONE. - Al Ministro del tesoro,
del bilancio e della programmazione
economica. — P e r s a p e r e - p r e m e s s o che:
alcuni o r g a n i di i n f o r m a z i o n e di oggi
(ad e s e m p i o il q u o t i d i a n o il
Giornale)
d a n n o c o n t o dei « tagli » disposti dal Min i s t r o del t e s o r o p e r r a g g r a n e l l a r e i 110
miliardi n e c e s s a r i p e r il f i n a n z i a m e n t o
p u b b l i c o ai partiti;
in p a r t i c o l a r e , la « t o r t a d a dividere »
s a r e b b e s t a t a c r e a t a t a g l i a n d o sensibilm e n t e s t a n z i a m e n t i già destinati ai n o n
vedenti, alla r i c e r c a ed alla p r e v e n z i o n e
B O R G H E Z I O . - Al Ministro delle co- c o n t r o i t u m o r i , alla c u r a delle m a l a t t i e
municazioni.
— P e r s a p e r e — p r e m e s s o che: r a r e ed alla f o r m a z i o n e degli insegnanti;
d a circa u n a s e t t i m a n a u n n u m e r o
crescente di famiglie torinesi, a t t u a l m e n t e
circa t r e n t a m i l a m a c o n il rischio sicuro di
a m p l i a m e n t o , si trova nell'inconcepibile si-
p e s a n t i s a r e b b e r o a n c h e stati i tagli
dei c o n t r i b u t i destinati a d associazioni
c o m e « Italia N o s t r a » ed al « F o n d o P e n sioni p e r le Casalinghe »;
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17243
-
AI RESOCONTI —
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
t u t t o ciò in a p e r t a violazione del m e s s e c o n d o le d e n u n c e dei sindacati, u n
saggio inviato dal P r e s i d e n t e della R e p u b - e s a g e r a t o r i c o r s o al lavoro s t r a o r d i n a r i o
blica che rivendicava la necessità di p r e - p o t r e b b e avere dei riflessi sulla s i c u r e z z a
vedere u n a c o r r e t t a i n d i v i d u a z i o n e della del t r a s p o r t o ferroviario - :
c o p e r t u r a dell'onere finanziario d e r i v a n t e
se n o n r i t e n g a n o c h e l'assetto r e t r i dalla legge sul f i n a n z i a m e n t o p u b b l i c o — :
butivo delle F e r r o v i e dello S t a t o spa, c h e
se r i s p o n d a n o al v e r o le notizie indi- p r e v e d e tali livelli n o n occasionali di stip e n d i , sia c o n f o r m e alla politica di r i d u cate in p r e m e s s a ;
zione del sostegno e c o n o m i c o p u b b l i c o al
in c h e m o d o siano stati disposti ef- t r a s p o r t o ferroviario, a p a r i t à di q u a l i t à di
fettivamente i tali e su quali capitoli;
servizi offerti, c h e il G o v e r n o d o v r e b b e
c o n d u r r e , s e c o n d o le r e c e n t i indicazioni
se tale i n t e r v e n t o sia effettivamente d a t e dal P a r l a m e n t o .
(3-02379)
compatibile con il messaggio inviato alle
C a m e r e il 23 m a r z o 1998 dal Capo dello
Stato.
(3-02378)
TARADASH, CASCIO, DI COMITE,
F O N G A R O , PENNA; R O D E G H I E R O , NICCOLINO FILOCAMO, COLLA VINI, CALZAGALLETTI. - Ai Ministri dei trasporti e VARA, SCOCA, ARMAROLI, DEL BAdella navigazione, del tesoro, del bilancio e RONE, TARDITI, FRAU, SAPONARA,
della programmazione
economica e del la- GALDELLI,
FRAGALÀ,
RUZZANTE,
voro e della previdenza sociale. — Per sa- MAIOLO, CREMA, NIEDDA, MARINACCI,
p e r e - p r e m e s s o che:
GARRA, MALGIERI, DIVELLA, T E R E S I O
DELFINO, COSTA, BONO, REBUFFA,
da notizie a p p a r s e sulla s t a m p a r i - VALDUCCI, FEI, SCAJOLA, ALEFFI, LAsulta che nei c o m p a r t i m e n t i delle Ferrovie VAGNINI, SANTORI, BIONDI, CUCCÙ,
dello S t a t o di Milano, Napoli, F i r e n z e e
URSO, P E C O R A R O SCANIO, PILO, ARR o m a il r i c o r s o al lavoro s t r a o r d i n a r i o dei
MOSINO, TORRONI, MANCUSO, LUCmacchinisti s a r e b b e m o l t o elevato;
CHESE,
CALDERISI,
BOATO,
ZACsecondo q u a n t o d e n u n c i a n o i s i n d a - CHERA, MITOLO, SELVA e GUIDI. - Al
e al
cati di categoria, esistono c e n t i n a i a di casi Presidente del Consiglio dei ministri
Ministro
di
grazia
e
giustizia.
—
P
e
r
s
a
pere
di macchinisti che h a n n o s u p e r a t o i tredici
p
r
e
m
e
s
s
o
chemilioni mensili di s t r a o r d i n a r i o , con epile s e n t e n z e e m e s s e dalla Corte di A p sodi di lavoro s t r a o r d i n a r i o p a r i a d oltre
pello
di Napoli, p r i m a , e dalla Corte di
480 o r e mensili;
Cassazione, poi, n e l l ' a m b i t o del p r o c e s s o a
ad avviso dell'interrogante, l'attuale E n z o T o r t o r a , avevano f o r t e m e n t e evidenn o r m a t i v a di lavoro, « s u p e r g a r a n t i s t a » ziato, c o n le gravissime c e n s u r e ivi c o n t e p e r i circa 19.000 macchinisti, viene uti- n u t e , la palese illegalità della fase istrutlizzata in m o d o clientelare p e r a t t r i b u i r e t o r i a e d i b a t t i m e n t a l e c h e c a r a t t e r i z z ò il
u n n u m e r o eccessivamente elevato di o r e p r o c e s s o di p r i m o g r a d o ;
di lavoro s t r a o r d i n a r i o a c o m p a r t i m e n t i
p o c h i mesi p r i m a della s u a m o r t e ,
con organici insufficienti;
E n z o T o r t o r a diede inizio all'azione di
l'Italia è u n o dei p o c h i paesi in cui r e s p o n s a b i l i t à civile c o n t r o i m a g i s t r a t i n a alla guida dei t r e n i vi s o n o d u e m a c c h i n i s t i p o l e t a n i c h e lo avevano i n g i u s t a m e n t e ace secondo le Ferrovie dello S t a t o spa, le o r e cusato, a r r e s t a t o e Poi c o n d a n n a t o , in
i m p e g n a t e d a ogni m a c c h i n i s t a alla guida p r i m o g r a d o , alla p e n a di dieci a n n i di
del m e z z o s o n o 14/15 alla s e t t i m a n a , m e n - r e c l u s i o n e p e r associazione a d e l i n q u e r e di
t r e il t u r n o p i ù lungo n o n p u ò s u p e r a r e le s t a m p o c a m o r r i s t i c o e traffico di stupefa32 o r e settimanali;
centi, f o r m u l a n d o u n a richiesta di risarei-
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17244
AI RESOCONTI
m e n t o d a n n i di c e n t o miliardi espressam e n t e destinati alla F o n d a z i o n e p e r la
giustizia E n z o T o r t o r a , d a lui concepita e
costituita con a t t o t e s t a m e n t a r i o , che p r o seguì il p r o c e d i m e n t o d o p o la sua m o r t e , in
esecuzione del legato t e s t a m e n t a r i o ;
d o p o circa t r e a n n i , la Corte Costit u z i o n a l e d i c h i a r ò l'incostituzionalità della
nuova legge sulla responsabilità civile dei
magistrati, a p p r o v a t a a seguito del referendum i n d e t t o p r o p r i o sulla scia della vic e n d a p r o c e s s u a l e di E n z o T o r t o r a , nella
p a r t e in cui n o n prevedeva u n regime
t r a n s i t o r i o di « filtro » delle azioni p r o p o s t e
p e r fatti a n t e c e d e n t i alla sua e n t r a t a in
vigore, così d e t e r m i n a n d o la c a d u c a z i o n e
dell'azione p r o p o s t a d a E n z o T o r t o r a ;
in t e m p i successivi, u n o degli accusatori di E n z o T o r t o r a , il n o t o pentito,
Gianni Melluso, d i c h i a r a v a i n o p i n a t a m e n t e
e p u b b l i c a m e n t e che le accuse a suo t e m p o
mosse nei confronti di T o r t o r a e r a n o a s s o l u t a m e n t e false ed e r a n o state d a lui
f o r m u l a t e p e r espressa richiesta dei magistrati che avevano inquisito ed a r r e s t a t o
Enzo Tortora;
tali d i c h i a r a z i o n i d e t e r m i n a v a n o inevitabilmente l ' a p e r t u r a di indagini p r e l i m i n a r i a carico di quegli stessi magistrati che
e r a n o stati convenuti in giudizio civile d a
E n z o T o r t o r a , p r i m a , e dalla sua F o n d a zione, poi; ma, successivamente, e con alt r e t t a n t a tempestività, venivano - a q u a n t o
risulta d a notizie di s t a m p a - c l a m o r o s a m e n t e e p r e t e s t u o s a m e n t e r i t r a t t a t e dallo
stesso Melluso;
q u a l e esito di q u e s t a p a n t o m i m a p r o cessuale si è avuto che, lo scorso aprile, il
Giudice p e r le indagini p r e l i m i n a r i p r e s s o
il T r i b u n a l e di Potenza, che h a c o n d o t t o le
indagini, h a archiviato ogni ipotesi accus a t o r i a nei confronti di quei m a g i s t r a t i
napoletani;
tale archiviazione, p u r n o n e s s e n d o n e
n o t e le ragioni, t e r m i n i e p r e s u p p o s t i , è
d e s t i n a t a a costituire u n ostacolo forse
i n s o r m o n t a b i l e alla p r o s e c u z i o n e
nell'azione di r e s p o n s a b i l i t à avviata d a E n z o
T o r t o r a nei confronti di quei magistrati;
Camera
—
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
infatti, in forza dell'articolo 19 ( n o r m a
t r a n s i t o r i a ) della legge n. 117 del 1988, nel
caso di E n z o T o r t o r a , t r o v a n o a n c o r a a p plicazione gli articoli 55 e 56 del codice di
p r o c e d u r a civile; i n u t i l m e n t e a b r o g a t i con
referendum
d a milioni di cittadini italiani;
con la c o n s e g u e n z a c h e i m a g i s t r a t i r i s p o n d e r e b b e r o delle p r o p r i e azioni solo se venisse p r o v a t o che essi agiscono con dolo, ai
sensi dell'articolo 5 della m e d e s i m a legge,
ciò c h e p r e s u m i b i l m e n t e è s t a t o escluso dal
provvidenziale p r o v v e d i m e n t o di archiviazione del Giudice p e r le indagini p r e l i m i n a r i di P o t e n z a ;
tale articolo 5 della legge n. 117 del
1988 p o n e u n filtro ingiustificato rispetto
alle d o m a n d e giudiziali di r i s a r c i m e n t o dei
cittadini p e r i d a n n i agli stessi cagionati
con dolo o colpa grave e impedisce, in
a s t r a t t o ed in c o n c r e t o , il legittimo esercizio di d e t t e azioni; ciò a p p a r e c o n t r a r i o
ai diritti e s p r e s s a m e n t e stabiliti dall'articolo 6 della Convenzione e u r o p e a dei diritti d e l l ' u o m o sui p r i n c i p i dell'equità del
processo, t a n t o più che le Sezioni Unite
della Corte di Cassazione, c o n s e n t e n z a 23
n o v e m b r e 1988, h a n n o r i t e n u t o c h e « l e
n o r m e della Convenzione s o n o di i m m e d i a t a a p p l i c a z i o n e nel n o s t r o Paese e
v a n n o c o n c r e t a m e n t e v a l u t a t e nel p i ù a m pio c o m p l e s s o n o r m a t i v o c h e si è v e n u t o a
d e t e r m i n a r e in c o n s e g u e n z a del l o r o inser i m e n t o n e l l ' o r d i n a m e n t o italiano;
la I Sezione della Corte S u p r e m a (C.
Cass., I sez., 12 maggio 1993) h a stabilito,
inoltre, che « in virtù della Convenzione, in
Italia, il giudice n a z i o n a l e n o n è oggi sol a m e n t e c h i a m a t o a verificare nel m o m e n t o a s t r a t t o della sua f o r m u l a z i o n e la
c o n f o r m i t à costituzionale del sistema n o r m a t i v o d a a p p l i c a r e , m a deve v a l u t a r e , alla
luce dei p r i n c i p i sanciti nella Convenzione
e u r o p e a , tale s i s t e m a o p e r a t i v o nella sua
c o n c r e t a ed effettiva applicazione, p e r evit a r e c h e lo stesso, d i s t o r t a m e n t e i n t e r p r e tato, possa risolversi nella violazione dei
f o n d a m e n t a l i diritti della p e r s o n a a d essa
riconosciuti e tutelati » - :
se il Ministro di G r a z i a e giustizia n o n
ritenga di dover d i s p o r r e a p p o s i t e ispezioni
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17245
AI RESOCONTI
nei confronti del GIP di Potenza, finalizzata ad eventuali iniziative di tipo disciplinare, che ricostruisca lo svolgimento
dell'indagine e, in p a r t i c o l a r e , accerti:
a) t e m p i e m o d i delle d i c h i a r a z i o n i
accusatorie del Melluso e delle successive
ritrattazioni;
—
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
se n o n r i t e n g a n o i n d i s p e n s a b i l e assum e r e iniziative volte a c h i a r i r e , a n c h e di
fronte agli altri Paesi a d e r e n t i alla Convenzione, il valore i n d e r o g a b i l e della stessa
nel n o s t r o o r d i n a m e n t o al fine di evitare
c h e si c o n t i n u i n o a p e r p e t r a r e ingiuste
d i s c r i m i n a z i o n i e inammissibili violazioni
dei p r i n c i p i s u p r e m i in esso affermati.
(3-02380)
b) se sia vero che vi furono a n a l o ghe d i c h i a r a z i o n i a c c u s a t o r i e di a l t r o p e n tito del p r o c e s s o T o r t o r a , sig. Giovanni
P a n d i c o e se esse f u r o n o acquisite alle
indagini, se ci fu r i t r a t t a z i o n e e in quali
termini;
R O M A N O CARRATELLI. - Al Ministro
delle comunicazioni.
— Per sapere - prem e s s o che:
c) quali a l t r e indagini s i a n o state
svolte dal Giudice p e r le indagini p r e l i m i n a r i di P o t e n z a su quella incredibile vic e n d a giudiziaria;
in Calabria l'Ente poste, a c a u s a della
p l u r i e n n a l e e c r o n i c a c a r e n z a di p e r s o n a l e ,
n o n riesce a g a r a n t i r e u n servizio efficiente, p a r a g o n a b i l e ai livelli nazionali;
se c o r r i s p o n d a al vero che il Giudice
p e r le indagini p r e l i m i n a r i di Potenza, c h e
h a disposto quell'archiviazione,
abbia
svolto il p e r i o d o di tirocinio q u a l e u d i t o r e
giudiziario p r e s s o u n o degli i n q u i r e n t i c h e
disposero l'arresto di T o r t o r a ;
tale s i t u a z i o n e è s t a t a p i ù volte d e n u n c i a t a dai dirigenti regionali dell'Ente e
dalle o r g a n i z z a z i o n i sindacali del p e r s o nale;
quale provvedimenti, a n c h e di tipo
n o r m a t i v o i n t e n d a n o a d o t t a r e a fronte dell'ipotesi che il più g r a n d e s c a n d a l o giudiziario degli ultimi a n n i resti definitivam e n t e privo di responsabili;
quali provvedimenti i n t e n d a n o a d o t t a r e al fine di g a r a n t i r e l'effettiva applicazione della Convenzione e u r o p e a dei diritti
d e l l ' u o m o a n c h e in Italia, c o n s i d e r a n d o
che il m a n c a t o r i s p e t t o delle d e t e r m i n a zioni ivi c o n t e n u t e , oltre a r a p p r e s e n t a r e
u n a violazione degli impegni assunti, p r o d u c e irragionevoli d i s c r i m i n a z i o n i e gravissime lesioni dei diritti f o n d a m e n t a l i , e
che la stessa Corte Costituzionale, con sent e n z a del 12 g e n n a i o 1993, n. 10, h a r i t e n u t o che l'articolo 6, c o m m a 3, della Convenzione m e d e s i m a , « e s p r i m e u n c o n t e n u t o di valore implicito nel r i c o n o s c i m e n t o
costituzionale, a favore di ogni u o m o , del
diritto inviolabile alla difesa (articolo 24
della Costituzione) in ragione della n a t u r a
di q u e s t ' u l t i m o q u a l e p r i n c i p i o f o n d a m e n tale ai sensi dell'articolo 2 della Costituzione »;
in c o n s e g u e n z a di ciò s o n o stati soppressi molteplici servizi, s o n o state abbin a t e z o n e di r e c a p i t o e s o n o stati ridotti gli
o r a r i di a p e r t u r a degli uffici s o p r a t t u t t o
p r e s s o le d i p e n d e n z e locali di « m i n o r e »
importanza;
n o n o s t a n t e ciò, la regione Calabria è
s t a t a esclusa dalle a s s u n z i o n i con c o n t r a t t o
a t e r m i n e e p a r a d o s s a l m e n t e tali a s s u n zioni s o n o state a u t o r i z z a t e in regioni che
g o d o n o di migliori servizi e h a n n o c e r t a m e n t e u n m i n o r e tasso di disoccupazione;
in q u e s t o c o n t e s t o d o v r a n n o essere
attivate le filiali previste dalla n o r m a t i v a
p e r le n u o v e p r o v i n c e di Vibo Valentia e di
Crotone;
n o n o s t a n t e tale situazione, s e m b r a
a d d i r i t t u r a che sia s t a t o p r e d i s p o s t o u n
p i a n o che p r e v e d a u n t r a s f e r i m e n t o di
p e r s o n a l e dagli uffici calabresi in altre
regioni - :
se r i s p o n d a al vero che esiste l'indic a t o p i a n o di t r a s f e r i m e n t o di u n i t à lavorative dalla regione Calabria in a l t r e r e gioni d'Italia;
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
— ALLEGATO B
17'246
AI RESOCONTI —
se sia stata valutata la necessità di u n
p i a n o di rilancio dei servizi postali delle
regioni, tali d a r e n d e r e i livelli di riferim e n t o della Regione Calabria uguali a
quelli delle a l t r e Regioni d'Italia, a n c h e in
relazione alla crescente d o m a n d a turistica
ed in vista del decollo dei c o n t r a t t i d ' a r e a
in alcuni t e r r i t o r i ;
quali siano le iniziative i n t r a p r e s e p e r
l'attivazione delle istituende filiali di Vibo
Valentia e di C r o t o n e e quali t e m p i siano
previsti p e r la loro attivazione. (3-02381)
SINISCALCHI. - Al Presidente del Consiglio dei ministri ed ai Ministri
dell'interno
e di grazia e giustizia.
— Per s a p e r e p r e m e s s o che:
dal q u o t i d i a n o l'Unità del 5 maggio
1998 viene descritta a m p i a m e n t e la rivelazione che, in occasione della p r e s e n t a zione del libro Convergenze parallele, Alb e r t o F r a n c e s c h i n i , c o n d a n n a t o p e r reati
di t e r r o r i s m o , h a fatto d i c h i a r a n d o di
avere a p p r e s o f o r m a l m e n t e dal c a p i t a n o
dei c a r a b i n i e r i G i r a u d o , c o l l a b o r a t o r e del
giudice Salvini, c h e i n d a g a su connessione
t r a i servizi segreti deviati e stragi t e r r o ristiche, c h e u n a p p a r t e n e n t e al n u c l e o
storico delle Brigate rosse, i m p e g n a t o in
azioni t e r r o r i s t i c h e dal 1971 al 1975, e r a
d a identificarsi in F r a n c e s c o M a r r a , filt r a t o c o m e agente provocatore, sotto il
falso n o m e di « Rocco », a d o p e r a dei servizi;
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
lo stesso F r a n c e s c h i n i , s e c o n d o il r e s o c o n t o giornalistico, a v r e b b e affermato:
« ...a quel p u n t o , a n c h e se s o n o dissociato,
h o deciso di p a r l a r e : voglio c h e si s a p p i a
che M a r r a e r a con noi nelle Brigate rosse.
T a n t o i reati s o n o tutti c a d u t i in p r e s c r i zione e lui n o n rischia n i e n t e . Ma p e r m e
le cose s o n o c h i a r e : settori dello S t a t o
h a n n o c e r c a t o di s t r u m e n t a l i z z a r e le Brigate rosse, ci lasciavano fare invece di
f e r m a r c i ». C o n t i n u a n d o , F r a n c e s c h i n i affermava a n c o r a : « Q u a n d o il nucleo storico, l i b e r a n d o Sossi, si d i m o s t r ò ai loro
occhi inaffidabile a t t r a v e r s o u n a serie di
o p e r a z i o n i m i r a t e , fu a r r e s t a t o t u t t o il
g r u p p o storico. E così il r a p i m e n t o M o r o è
a n d a t o c o m e è a n d a t o »;
dalle stesse d i c h i a r a z i o n i di F r a n c e schini, e s o p r a t t u t t o dalle rivelazioni cont e n u t e nel libro del s e n a t o r e Flamigni Convergenze parallele
emerge, dunque, una
s c o n c e r t a n t e ipotesi di coinvolgimento dei
servizi segreti nella r e a l e titolarità di venti
a p p a r t a m e n t i nel c o n d o m i n i o dove e r a
u b i c a t o l ' a p p a r t a m e n t o di via Gradoli
n. 96 ove v e n n e t e n u t o prigioniero p e r 55
giorni l'onorevole Aldo M o r o — :
quali iniziative di inchiesta o di d e n u n c i a n e l l ' a m b i t o delle l o r o c o m p e t e n z e
essi i n t e n d a n o a s s u m e r e su q u e s t e gravissime rivelazioni che p o s s o n o c o n d u r r e alla
individuazione di r e s p o n s a b i l i t à , fino ad
oggi occultate, di complicità nella strage di
via F a n i e nella uccisione dell'onorevole
Aldo M o r o .
(3-02382)
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17247
-
AI RESOCONTI —
INTERROGAZIONI
A RISPOSTA IMMEDIATA
IN COMMISSIONE
I Commissione
GARRA. — Al Ministro per la funzione
pubblica e gli affari regionali. — P e r s a p e r e
- p r e m e s s o che:
l'articolo 3 c o m m a 6, della legge
n. 127 del 1997 h a abolito il limite di età
p e r l'accesso ai concorsi « salvo d e r o g h e
d e t t a t e d a r e g o l a m e n t i delle singole a m ministrazioni, connesse alla n a t u r a del servizio o a d oggettive necessità d e l l ' A m m i n i strazione;
n o n s e m b r a che le a m m i n i s t r a z i o n i
statali e p u b b l i c h e in g e n e r e stiano agevol a n d o l'applicazione del « c o m a n d o legislativo » s o p r a r i c h i a m a t o ;
e s e m p i se n e colgono sovente: il
p r i m o si riferisce alla indizione di u n c o n corso ad o p e r a della Avvocatura generale
dello Stato che c o n t i n u a v a a p r e s c r i v e r e il
limite di 30 a n n i , p r o c e d u r a q u e s t a c h e
riuscì a d essere p o s t a nei giusti b i n a r i a
seguito di interventi dello scorso a n n o del
Ministro i n t e r r o g a t o , all'uopo sollecitato
dal sottoscritto i n t e r r o g a n t e ;
a l t r o cattivo s c a m p o l o di violazione
del p r e c e t t o dell'articolo 3, c o m m a 6, della
legge n. 127 del 1997 lo r i t r o v i a m o in
Gazzetta Ufficiale n. 24 del 27 m a r z o 1998
p e r l'indizione di c o n c o r s o a 184 posti nel
Corpo dei vigili del fuoco, giacché n o n
risulta che sia i n t e r v e n u t o (dopo l ' e n t r a t a
in vigore della legge n. 127 del 1997) a l c u n
r e g o l a m e n t o r e c a n t e q u a l e n o r m a generale
ed astratta, a n c h e la d e r o g a al citato a r t i colo 3 e c h e r e i n t r o d u c a il limite di età di
30 a n n i ;
di r e c e n t e in d a t a 9 aprile 1998 la
Sezione di c o l l o c a m e n t o di Caltagirone h a
escluso d a u n a g r a d u a t o r i a p e r l'avvio al
lavoro di 10 autisti alle d i p e n d e n z e del
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
AST i c a n d i d a t i con oltre 30 a n n i , ignor a n d o a n c h ' e s s a l'articolo 3, c o m m a 6,
della legge n. 127 del 1997 - :
se i fatti suesposti s i a n o a c o n o s c e n z a
del Ministro;
se n o n ritenga elusiva la p r a s s i invalsa
(cito t r a i t a n t i il M i n i s t e r o dell'interno) di
p r e l u d e r e la p a r t e c i p a z i o n e a concorsi
pubblici o p r o c e d u r e selettive in b a s e a
r e g o l a m e n t i di vecchia d a t a ed in violazione del p r i n c i p i o della g e r a r c h i a delle
fonti, d a l q u a l e d i s c e n d e l'illegittimità sop r a v v e n u t a di r e g o l a m e n t i in c o n t r a s t o con
leggi s o p r a v v e n u t e .
(5-04458)
MASSA. — Al Ministro per la
pubblica
e per gli affari regionali.
s a p e r e - p r e m e s s o che:
funzione
— Per
la legge n. 127 del 1997 h a semplific a t o di m o l t o l'approccio d a p a r t e dei
cittadini c o n la p u b b l i c a a m m i n i s t r a z i o n e ,
in p a r t i c o l a r e r i d u c e n d o il n u m e r o dei
certificati c h e d e b b o n o essere p r e s e n t a t i a
c o r r e d o di i s t a n z e alle varie a m m i n i s t r a zioni e a m p l i a n d o gli spazi dell'autocertificazione;
p u r t r o p p o , in occasione di i n c o n t r i
con a m m i n i s t r a t o r i e dirigenti degli enti
locali - t e n d e n z i a l m e n t e p i ù sensibili ris p e t t o alle p r o b l e m a t i c h e in q u e s t i o n e di
a l t r e a m m i n i s t r a z i o n i - h o d o v u t o rilevare
c h e spesso gli altri uffici (delle regioni e
delle a m m i n i s t r a z i o n i d e c e n t r a t e dello
S t a t o ovvero di enti a u t o n o m i ) , d e s t i n a t a r i
delle i s t a n z e dei cittadini, n o n a c c e t t a n o
Pautocertificazione, r i c h i e d e n d o invece la
p r o d u z i o n e dei d o c u m e n t i in originale - :
q u a l e a z i o n e a b b i a svolto, possa e
d e b b a svolgere il G o v e r n o p e r sensibilizz a r e le varie p u b b l i c h e a m m i n i s t r a z i o n i e
i cittadini sulle o p p o r t u n i t à e sugli obblighi
previsti d a l l ' a t t u a l e n o r m a t i v a e quali
azioni d e b b a n o essere e v e n t u a l m e n t e poste
in essere dalle p u b b l i c h e a m m i n i s t r a z i o n i
c h e a d e m p i o n o alla n o r m a t i v a nei confronti di quelle c h e c o n t i n u a n o a d essere
r e f r a t t a r i e all'innovazione.
(5-04459)
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17248
-
AI RESOCONTI —
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
ARMAROLI,
SELVA, MENIA,
MIGLIORI, NUCCIO CARRARA, COLA e
FRAGALÀ. — Al Ministro per la funzione
pubblica e gli affari regionali. — Per s a p e r e
- p r e m e s s o che:
1988, s o n o disciplinati i casi e le m o d a l i t à
con le q u a l i s o n o ceduti a titolo g r a t u i t o ai
c o m u n i , alle p r o v i n c e ed alle regioni beni
i m m o b i l i dello S t a t o inutilizzati d a a l m e n o
dieci a n n i ;
il Ministro, nella s e d u t a del Consiglio
dei ministri del 15 maggio scorso, h a indicato gli indirizzi e i criteri d a seguire p e r
l'attuazione delle deleghe relative alla riorganizzazione del G o v e r n o e degli a p p a r a t i
ministeriali;
l'applicazione di q u e s t a n o r m a , di ind u b b i o valore positivo, è vivamente attesa
dalle regioni e dalle a m m i n i s t r a z i o n i locali - :
nella stessa s e d u t a del Consiglio,
q u a n d o è stata affrontata l'emergenza dell'alluvione in C a m p a n i a , si è registrato
l'ennesimo s c o n t r o t r a i ministri Costa e
Ronchi, t a n t ' è che è s t a t a rinviata a d altra
s e d u t a la discussione del decreto-legge che
rafforza il d i c a s t e r o dell'ambiente, sott r a e n d o ai lavori pubblici il controllo delle
a r e e ad alto rischio idrogeologico;
lo s l i t t a m e n t o della discussione si è
reso necessario dal m o m e n t o che, c o m e
r e g o l a r m e n t e a c c a d e nei governi di coalizione (e quello g u i d a t o dall'onorevole R o m a n o P r o d i lo è in specialissimo m o d o ,
t e n u t o c o n t o dell'alto n u m e r o dei partiti
p r e s e n t i nella c o m p a g i n e ministeriale), il
m i n i s t r o Costa è s t a t o a p e r t a m e n t e difeso
dai colleghi A n d r e a t t a , Bindi e Pinto;
se, d a t e queste poco incoraggianti
p r e m e s s e , n o n ritenga che i b u o n i propositi
d a lui manifestati nella p r e d e t t a s e d u t a
assai difficilmente si t r a d u r r a n n o in atti
n o r m a t i v i soddisfacenti, in p a r t i c o l a r e p e r
q u a n t o r i g u a r d a il n u m e r o dei dicasteri,
che egli v o r r e b b e lodevolmente r i d u r r e a
q u a t t o r d i c i o, a d d i r i t t u r a , a dodici.
(5-04460)
q u a n d o v e r r à e m a n a t o il r e g o l a m e n t o
previsto dalla citata disposizione della
legge n. 127 del 1997.
(5-04461)
GIOVANARDI. - Al Ministro
per
funzione pubblica e gli affari regionali.
P e r c o n o s c e r e - p r e m e s s o che:
la
—
in sede di p r i m a a p p l i c a z i o n e della
n u o v a n o r m a t i v a sui segretari c o m u n a l i
s e m b r a n o essere più di mille i segretari
revocati dai sindaci;
tale c o m p o r t a m e n t o m e t t e in crisi la
categoria e si va b e n al di là delle p i ù
pessimistiche previsioni - :
q u a l i iniziative i n t e n d a i n t r a p r e n d e r e
p e r far fronte alla s i t u a z i o n e e g a r a n t i r e la
migliore funzionalità degli uffici dei segretari comunali.
(5-04462)
STUCCHI. — Al Ministro per la funzione
pubblica e gli affari regionali. — Per c o n o scere - p r e m e s s o che:
JERVOLINO RUSSO. - Al Ministro per
la funzione pubblica e gli affari regionali. —
P e r s a p e r e - p r e m e s s o che:
la legge n. 127 del 1997 p r e v e d e specificatamente c h e il rilascio delle a u t o r i z zazioni e delle concessioni edilizie spetti
n o n p i ù all'organo politico m a alla s t r u t tura burocratica comunale tramite i propri
f u n z i o n a r i tecnici;
il c o m m a 65 dell'articolo 17 della
legge n. 127 del 1997 prevede che, con
r e g o l a m e n t o d a e m a n a r e ai sensi dell'articolo 17, c o m m a 2, della legge n. 400 del
tale previsione h a fatto sorgere n u m e r o s e questioni e p r o b l e m i che spesso
h a n n o c o m p o r t a t o r i t a r d i nel rilascio delle
concessioni stesse;
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
— ALLEGATO B
17249
AI RESOCONTI —
inoltre, alcuni tecnici c o m u n a l i e s t r e mamente prudenti hanno instaurato un
processo di acquisizione di « p a r e r e legale »
su t u t t e le p r a t i c h e , a volte a n c h e p e r
quelle semplicissime;
tale fatto h a i n c r e m e n t a t o notevolm e n t e i costi p e r le casse c o m u n a l i aggra-
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
v a n d o altresì p e s a n t e m e n t e le p r o c e d u r e di
rilascio;
q u a l e sia la v a l u t a z i o n e del Ministro
i n t e r r o g a t o r e l a t i v a m e n t e al p r o b l e m a sop r a esposto, con p a r t i c o l a r e r i f e r i m e n t o
agli aggravi p r o c e d u r a l i c h e n e d e r i v a n o .
(5-04463)
Atti
-
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
— ALLEGATO B
17250
AI RESOCONTI —
INTERROGAZIONI
A RISPOSTA IN COMMISSIONE
VOZZA, BARBIERI, CENNAMO, DE SIMONE,
GAMBALE,
GATTO,
GIARDIELLO, JANNELLI, NAPPI, NARDONE,
PETRELLA, RANIERI SINISCALCHI e
SIOLA. — Al Presidente del Consiglio dei
ministri ed ai Ministri dell'interno,
dei lavori pubblici e dell'ambiente.
— Per s a p e r e
- p r e m e s s o che:
è la s e c o n d a volta, dagli eventi calamitosi del 5 maggio 1998 che h a n n o colpito
la C a m p a n i a , che la penisola s o r r e n t i n a
r i m a n e bloccata p e r la c a d u t a di massi
sulla s t r a d a ;
la z o n a i n t e r e s s a t a a questi fenomeni
è la stessa dove nel gennaio del 1997 si
verificò u n a f r a n a c h e provocò la p e r d i t a
di vite u m a n e ;
d a t e m p o i sindaci dei c o m u n i interessati h a n n o d e n u n c i a t o che d o p o u n
a n n o e m e z z o , n i e n t e è s t a t o fatto p e r
p r e d i s p o r r e u n p i a n o di interventi p e r ris a n a r e l'intero costone, c o m e d e n u n c i a t o
dalle i n t e r r o g a z i o n i già p r e s e n t a t e 1*11
aprile 1997 e il 14 giugno 1997;
in p a r t i c o l a r e risulta del t u t t o assente
l'iniziativa e il r u o l o del P r e s i d e n t e - C o m m i s s a r i o Rastrelli, a cui e r a stato affidato
il c o m p i t o di p r e d i s p o r r e u n p i a n o e gli
interventi necessari;
risulta inspiegabile e inaccettabile che
d o p o la frana del 1997 e d o p o la c a d u t a dei
p r i m i massi d o p o gli eventi del 5 maggio ad
oggi, n o n s i a n o stati effettuati controlli e
verifiche p e r e l i m i n a r e eventuali pericoli
su u n t r a t t o di s t r a d a , che in p a r t i c o l a r e
con l ' a p p r o s s i m a r s i del p e r i o d o estivo, è
p e r c o r s a d a migliaia di m a c c h i n e e di
pullmans
-:
se siano state effettuate delle verifiche
da p a r t e di tecnici della p r o t e z i o n e civile e
della regione;
Camera
SEDUTA DEL 18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
se sia s t a t a svolta u n ' a z i o n e di controllo nei confronti del p r e s i d e n t e - c o m m i s sario su c o m e a b b i a esercitato i p o t e r i
conferitigli dal Governo;
quali m i s u r e i m m e d i a t e si i n t e n d a n o
p r e d i s p o r r e p e r e l i m i n a r e eventuali p e r i coli e p e r avviare u n r i s a n a m e n t o dell'int e r o costone.
(5-04453)
NARDINI. - Al Ministro della difesa. —
Per c o n o s c e r e — p r e m e s s o che:
il 22 aprile 1998 l'interrogante h a
chiesto con a l t r a i n t e r r o g a z i o n e i n f o r m a zioni r i s p e t t o alla gestione disciplinare e
m o r a l e del 183° r e g g i m e n t o p a r a c a d u t i s t i
« N e m b o » di Pistoia;
nella s u d d e t t a i n t e r r o g a z i o n e veniva
in p a r t i c o l a r e citato il caso del maresciallo
A n d r e a Poletto che e r a stato oggetto, p e r
q u a n t o a c o n o s c e n z a dell'interrogante, di
sistematiche violazioni di suoi diritti e di
u n a « p r e s s a n t e » a t t e n z i o n e d a p a r t e del
C o m a n d o che aveva i toni e le c a r a t t e r i stiche di u n ' a z i o n e d i s c r i m i n a t o r i a , se n o n
p e r s i n o p e r s e c u t o r i a , p e r ragioni che s o n o
ignote;
il 27 aprile 1998 il m a r e s c i a l l o Poletto
h a p r e s e n t a t o richiesta di licenza p e r il
giorno 29 dello stesso mese; tale richiesta
e r a s t a t a c o n t r o f i r m a t a sia dal c o m a n d a n t e
della p r o p r i a c o m p a g n i a , c h e dal c o m a n d a n t e del battaglione ed e r a già s t a t a r e gistrata all'ufficio contabilità del Reggimento;
il g i o r n o successivo il m a r e s c i a l l o Poletto aveva d o v u t o r e c a r s i p e r u n a visita
all'Ospedale m i l i t a r e di F i r e n z e e, al rientro, aveva chiesto t e l e f o n i c a m e n t e inform a z i o n i sulla s i t u a z i o n e della p r o p r i a licenza; gli veniva r i s p o s t o c h e il t e n e n t e
colonnello P o l i m a n t e , facente funzioni di
c o m a n d a n t e di r e g g i m e n t o e r a stato assente e che la licenza n o n e r a a n c o r a s t a t a
controfirmata;
il m a t t i n o successivo, dovendosi r e c a r e al c e n t r o di assistenza fiscale p e r la
p r e s e n t a z i o n e della d e n u n c i a dei redditi,
c h i a m a v a in c a s e r m a r i u s c e n d o a c o m u -
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17251
AI RESOCONTI
n i c a r e con il suo c o m a n d a n t e di c o m p a gnia soltanto verso le o r e 111, il q u a l e
c o m a n d a n t e di c o m p a g n i a dichiarava di
n o n essere a c o n o s c e n z a della situazione
della sua licenza;
solo successivamente veniva a s a p e r e
della m a n c a t a firma e gli chiedeva di r i e n t r a r e in servizio nel pomeriggio;
il m a r e s c i a l l o Poletto si p r e s e n t ò in
servizio alle o r e 12 e v e n n e successivam e n t e avvisato che s a r e b b e s t a t o s o t t o p o sto a p r o c e d i m e n t o disciplinare p e r l'erogazione della consegna di rigore;
risulta a l l ' i n t e r r o g a n t e che t u t t e le
a l t r e licenze p r e s e n t a t e p e r quel giorno e
i giorni vicini s i a n o state r e g o l a r m e n t e
vistate dal c o m a n d a n t e di reggimento, e
che solo quella del Poletto n o n sia stata
firmata, s e n z a p e r a l t r o avvisare di ciò l'interessato, e che d ' a l t r a p a r t e di q u e s t o
rifiuto n o n sia s t a t a d a t a a l c u n a motivazione al Poletto m e d e s i m o — :
ad avviso dell'interrogante, l'atteggiam e n t o del t e n e n t e colonnello p o t r e b b e essere in d i r e t t a r e l a z i o n e con la p r e s e n t a zione della r i c o r d a t a i n t e r r o g a z i o n e conc e r n e n t e lo stesso m a r e s c i a l l o Poletto, e
pertanto potrebbe ritenersi come un inaccettabile tentativo di i n t i m i d a z i o n e a n c h e
nei confronti di u n m e m b r o del P a r l a m e n to - :
se n o n i n t e n d a d i s p o r r e u n a i m m e d i a t a inchiesta p e r a c c e r t a r e le ragioni
d e l l ' a n o m a l o a t t e g g i a m e n t o del C o m a n d o
del 183° reggimento p a r a c a d u t i s t i ;
se n o n ritenga che nel c o m p o r t a m e n t o del t e n e n t e colonnello P o l i m a n t e si
ravvisino c h i a r a m e n t e gli e s t r e m i di u n a
sistematica volontà p e r s e c u t o r i a nei confronti di u n sottufficiale che h a forse avuto
il solo t o r t o di difendere i p r o p r i diritti;
se n o n ritenga in ogni caso che l'int e n z i o n e di c o m m i n a r e u n a s a n z i o n e c o m e
la consegna di rigore n o n sia assolutamente sproporzionata rispetto ad una
m a n c a n z a che p u ò essere al più classificata
c o m e u n a b a n a l e negligenza, t a n t o più che
il Poletto è r i m a s t o a s s e n t e dal C o r p o p e r
—
Camera
SEDUTA DEL 18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
sole q u a t t r o o r e e c h e s a r e b b e s t a t o più
u t i l m e n t e o p p o r t u n o ai fini del servizio
fargli s e m p l i c e m e n t e r e c u p e r a r e . (5-04454)
BONO. — Al Presidente del Consiglio dei
ministri ed ai Ministri del tesoro, del bilancio e della programmazione
economica e
dell'industria,
commercio
e artigianato.
—
Per sapere:
se sia v e r a la notizia d i r a m a t a nei
giorni scorsi dagli o r g a n i di s t a m p a , che il
m i n i s t e r o del t e s o r o , del bilancio e della
p r o g r a m m a z i o n e e c o n o m i c a h a r i t e n u t o di
dover « tagliare » i p r o g r a m m i multi-regionali p e r il t u r i s m o nel Mezzogiorno, gestiti
dalla P r e s i d e n z a del Consiglio, d i p a r t i m e n t o t u r i s m o , c h e risultava in r i t a r d o
eccessivo nella spesa dei f i n a n z i a m e n t i eur o p e i e, in tal caso, quali s i a n o le ragioni
c h e h a n n o d e t e r m i n a t o u n d a n n o alle p o litiche di riequilibrio t e r r i t o r i a l e così grave
e ingiustificato;
se risulti v e r o che, a seguito della
decisione del m i n i s t e r o del tesoro, del bilancio e della p r o g r a m m a z i o n e e c o n o m i c a
il p r o g r a m m a p e r il t u r i s m o nel Mezzog i o r n o si è t r o v a t o c o n 100 m i l i a r d i in
m e n o r i s p e t t o ai 600 m i l i a r d i di d o t a z i o n e
iniziale e c h e il G o v e r n o si è i m p e g n a t o con
Bruxelles a d u t i l i z z a r e il 100 p e r c e n t o
degli s t a n z i a m e n t i r e s i d u i e n t r o fine a n n o ,
q u i n d i dodici mesi p r i m a della s c a d e n z a
n a t u r a l e , p e n a u n u l t e r i o r e taglio d a p a r t e
dell'Unione e u r o p e a ;
q u a l i iniziative il G o v e r n o i n t e n d a
a s s u m e r e sia p e r a c c e r t a r e t u t t e le r e s p o n sabilità politiche e a m m i n i s t r a t i v e c h e p e r
evitare c h e il M e z z o g i o r n o e, in p a r t i c o l a r
m o d o , u n s e t t o r e strategico p e r le politiche
p e r l ' o c c u p a z i o n e c o m e il t u r i s m o possa
u l t e r i o r m e n t e essere p e n a l i z z a t o d a r i t a r d i
e inefficienze della m a c c h i n a b u r o c r a t i c a ,
s e m p r e p i ù i n a d e g u a t a alla sfida della
competitività c h e la globalizzazione dei
m e r c a t i e l'Urne i m p o n g o n o .
(5-04455)
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17252
Camera
-
AI RESOCONTI — SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
NARDONE. - Al Ministro
dell'ambiente.
— Per s a p e r e - p r e m e s s o che:
se n o n i n t e n d a a c c e r t a r e gli eventi
descritti; le c a u s e e i d a n n i provocati;
il consigliere c o m u n a l e , Giuseppe De
Lorenzo, h a segnalato, con p u n t u a l i a r g o m e n t a z i o n i , al prefetto di Benevento la
situazione di irregolarità esistente nella
discarica di c o n t r a d a P i a n o Borea;
q u a l e sia lo s t a t o dell'indagine p r o m o s s a dalla P r o c u r a della R e p u b b l i c a di
Benevento;
già con p r e c e d e n t i atti ispettivi e r a
s t a t o segnalato il p r o b l e m a della localizzazione i n o p p o r t u n a di u n a discarica, nell'ambito del p i a n o regionale c o o r d i n a t o d a l
prefetto di Napoli, nel c o m u n e di B e n e vento, in c o n t r a d a Piano Borea, lungo la
s t r a d a che c o n d u c e a Pietrelcina, p a e s e
nativo di P a d r e Pio;
nella r e a l i z z a z i o n e della s u d d e t t a discarica è e m e r s a con t u t t a evidenza l'app r o s s i m a z i o n e tecnica che h a fatto d a s u p p o r t o alla scelta del sito;
n o n a p p e n a realizzate le vasche si
s o n o r i e m p i t e di a c q u a n o n solo, come si
vuol far c r e d e r e , piovana, m a ci s o n o state
infiltrazioni p e r c h é la discarica è s t a t a
localizzata su u n a falda;
si è p e n s a t o b e n e di risolvere il p r o b l e m a a t t i v a n d o m o t o p o m p e p e r il p r o s c i u g a m e n t o delle vasche (cosa difficile se
n o n impossibile) e, con d i s p r e z z o del lavoro degli altri ed in p a r t i c o l a r e dei coltivatori della zona, l'acqua è stata c a n a lizzata con u n t u b o in u n a c a n a l e t t a della
a d i a c e n t e ferrovia B e n e v e n t o - C a m p o b a s s o
(altezza k m 5) e d a lì verso i c a m p i posti
a valle p r o v o c a n d o d a n n i alle colture, t r a s c i n a m e n t o del t e r r e n o , fino a m e t t e r e i n
difficoltà l'intero sistema di scolo delle
acque;
in u n a delle d u e vasche (anche p e r le
difficoltà a d utilizzare la s e c o n d a vasca) il
livello dei rifiuti h a s u p e r a t o i previsti
c i n q u a n t a c e n t i m e t r i dal suolo, così d a
r e n d e r e impossibile il r i p r i s t i n o a m b i e n tale del sito;
nel m e r i t o d o v r e b b e essere in c o r s o
u n a indagine avviata dalla P r o c u r a della
R e p u b b l i c a di Benevento su esposti p r e sentati dai cittadini e d o c u m e n t a t i d a t e c nici - :
se n o n ritenga o p p o r t u n o p r o m u o v e r e
u n i n t e r v e n t o u r g e n t e tale da i m p e d i r e
l'utilizzazione della s e c o n d a vasca d u r a n t e
l'estate, a p p r o f i t t a n d o d e l l ' a b b a s s a m e n t o
n a t u r a l e della falda.
(5-04456)
MUZIO. — Al Ministro dell'ambiente.
Per s a p e r e - p r e m e s s o che:
—
nel m e s e di aprile 1998 sono state
rese n o t e le r i s u l t a n z e del p r o g e t t o definitivo p e r la m e s s a in s i c u r e z z a e bonifica
d e l l ' i m p i a n t o di l categoria di Castel Ceriolo, c o m u n e di Alessandria, n o n c h é sullo
s t a t o di fatto d e l l ' i n q u i n a m e n t o in a t t o
della m e d e s i m a discarica;
a
dalla r e l a z i o n e p r e s e n t a t a si evince
che, a t t r a v e r s o u n m o n i t o r a g g i o con l'impiego di m e z z i tecnologici di sicura affidabilità, si s o n o r i s c o n t r a t i : c e d i m e n t i in
o r d i n e all'isolamento elettrico con s t r a p p i
nella g e o m e m b r a n a ; c a d u t a di tensione;
dalle analisi c h i m i c h e e chimico-fisiche
r e d a t t e dalla I d r o c o n s srl, vengono conferm a t e p r e s e n z e di s o s t a n z e i n q u i n a n t i d a
p e r c o l a t o nella falda freatica, circa le car a t t e r i s t i c h e qualitative dei rifiuti, conseg u e n t e m e n t e all'effettuazione di t r e saggi
sui c a m p i o n i sottoposti a d analisi di labor a t o r i o d a p a r t e del Politecnico di Torino,
il c a m p i o n e è s t a t o classificato ai sensi
delle n o r m e del d e c r e t o del P r e s i d e n t e
della R e p u b b l i c a 915 del 1982 c o m e rifiuto
speciale conferibile in d i s c a r i c h e di tipo 2B
e n o n invece in q u e s t o i m p i a n t o ;
le c a u s e d e l l ' i n q u i n a m e n t o della falda
freatica e del t e r r e n o c i r c o s t a n t e s o n o d a
a t t r i b u i r e alle soluzioni progettuali adott a t e p e r la c o s t r u z i o n e , a l l ' i n c r e m e n t o vol u m e t r i c o a b n o r m e della discarica rispetto
alle previsioni p r o g e t t u a l i dovuto a n c h e
allo s m a l t i m e n t o di rifiuti di tipo alluvio-
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
— ALLEGATO B
17253
AI RESOCONTI
naie n o n conferibili in discarica di I categoria ed alla gestione d e l l ' i m p i a n t o di
smaltimento;
a
si evince altresì c h e le soluzioni p r o gettuali a d o t t a t e p e r la c o s t r u z i o n e dei lotti
di discarica, p u r in linea con le c o n s u e t u dini progettuali del p e r i o d o 1985-1992 n o n
si r i t e n g o n o c o r r e t t e poiché; a) lo s t r a t o
d r e n a n t e p e r la c a p t a z i o n e dell'eventuale
percolato, p o s i z i o n a t o i m m e d i a t a m e n t e al
di sotto della g e o m e m b r a n a in H d p e , è
trasferito, in seguito a r o t t u r a della geom e m b r a n a stessa, a q u o t a - 0,25 m e t r i . Dal
telo stesso, la diffusione del p e r c o l a t o ; corr e t t a m e n t e , a c o n t a t t o della g e o m e m b r a n a ,
a v r e b b e dovuto collocarsi lo s t r a t o di a r gilla e/o il m a n t o b e n t o n i c o che, in virtù
delle loro c a r a t t e r i s t i c h e mineralogiche,
a v r e b b e r o consentito, a t t r a v e r s o l ' a u m e n t o
v o l u m e t r i c o della m a t e r i a , l ' o t t u r a z i o n e del
foro p r a t i c a t o a c c i d e n t a l m e n t e nel telo p r i m a r i o ; b) lo spessore dello s t r a t o d r e n a n t e
di 25 c e n t i m e t r i p e r l'alloggiamento dei
tubi di c a p t a z i o n e il p e r c o l a t o risulta insufficiente; infatti la t u b a z i o n e di 300 millimetri di d i a m e t r o è p o s t a a s t r e t t o cont a t t o con il rifiuto, p o t e n d o così c a u s a r e
degli i n t a s a m e n t i i n d e s i d e r a t i nella t u b a zione stessa con c o n s e g u e n t e r i d u z i o n e
della c a p a c i t à di e m u n g i m e n t o ; c) la r e t e di
c a p t a z i o n e p e r c o l a t o e di monitoraggio è
p r a t i c a m e n t e assente, quella prevista in
progetto è l a r g a m e n t e insufficiente; d) la
c a p t a z i o n e del p e r c o l a t o e del m o n i t o r a g gio avviene c o n gli elementi di acciaio che
o p p o r t u n a m e n t e flangiati « p i z z i c a n o » il
telo in H d p e . È di t u t t a evidenza c h e u n a
leggera p r e s s i o n e d o v u t a alla m a s s a dei
rifiuti su tali elementi provoca inesorabilm e n t e la r o t t u r a del telo in H d p e ; e) gli
elementi verticali di c a p t a z i o n e del p e r c o lato e di monitoraggio (pozzi) s o n o stati
realizzati all'interno della discarica; più
c o r r e t t a m e n t e essi a n d a v a n o posizionati
sulle s p o n d e e al di fuori del b a c i n o di
contenimento;
la discarica è stata p r o g e t t a t a , ipotizz a n d o u n a sopraelevazione m a s s i m a di
circa 5 m e t r i dell'attuale p i a n o c a m p a g n a .
A c o m p l e t a m e n t o del r e c u p e r o a m b i e n t a l e
della superficie finale d e l l ' i m p i a n t o si rag-
—
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
giungerà u n i n c r e m e n t o sulla s o m m i t à di
circa 13 m e t r i . Allo stato a t t u a l e l'increm e n t o m e d i o di carico r i g u a r d a u n a sop r a e l e v a z i o n e di circa 10 m e t r i oltre a
quella di 5 m e t r i di cui s o p r a . È di t u t t a
evidenza c h e tale i n c r e m e n t o , r e a l i z z a t o
p e r lo p i ù c o n m a t e r i a t e di t i p o alluvionale
m i s t o a m a t e r i a l e coersivo e a m a c e r i e , h a
certamente comportato un incremento
dello s t a t o t e n s i o n a l e sul fondo della discarica, g e n e r a n d o quei f e n o m e n i deformativi differenziali c h e s o n o alla b a s e dello
s t a t o d e l l ' i n q u i n a m e n t o in atto. I n p a r t i colare, le lesioni della g e o m e m b r a n a a r t i ficiale c h e si s o n o m a n i f e s t a t e sul fondo
vasca s o n o s i c u r a m e n t e d a a d d e b i t a r s i a
i n c r e m e n t i di d e f o r m a z i o n i nel telo in
H d p e n o n compatibili con lo stato di t e n sione i n d o t t o dal sovraccarico;
•
la gestione d e l l ' i m p i a n t o di smaltim e n t o , così c o m e è s t a t a c o n d o t t a , specialm e n t e p e r i p r i m i 9-10 m e t r i di coltivazione, h a c o n t r i b u i t o a n c h ' e s s a a d aggrav a r e lo s t a t o d e l l ' i n q u i n a m e n t o . Infatti
s o n o d a a d d e b i t a r s i alla gestione dell'imp i a n t o di s m a l t i m e n t o : a) la c o p e r t u r a dei
rifiuti solidi u r b a n i avvenuta con m a t e r i a l e
ghiaioso m i s t o in m a t r i c e argillosa limosa
in luogo di quella p e r m e a b i l e . Tale copert u r a h a c o m p r o m e s s o la c a p t a z i o n e in
senso verticale del biogas c r e a n d o delle
z o n e di a d d e n s a m e n t o sia del p e r c o l a t o
che del biogas nel c o r p o della discarica;
c o n s e g u e n t e m e n t e il biogas p r i m a e il p e r colato subito d o p o h a n n o « r i c e r c a t o » delle
vie preferenziali di uscita; b) l'assenza della
installazione sul fondo della discarica dei
c a m i n i di c a p t a z i o n e verticali p e r il convogliamento del biogas (tubi in acciaio a
becco di flauto o p p o r t u n a m e n t e protetti).
F e n o m e n i relativi all'attrito negativo p r o d o t t o dalla m a s s a dei rifiuti, che h a n n o di
fatto c o n t r i b u i t o allo s p r o f o n d a m e n t o del
p o z z o di m o n i t o r a g g i o , p o t r e b b e r o aver
g e n e r a t o delle r o t t u r e localizzate del telo
in H d p e in c o n s e g u e n z a di a b b a s s a m e n t i
delle t u b a t u r e verticali del biogas; c) la
m a n c a n z a del c o l l e g a m e n t o della p a r e t e
della discarica lato s u d con l'argine perim e t r a l e a d i a c e n t e p o s t o sul p i a n o di c a m p a g n a con telo in H d p e e, conseguentem e n t e , l'assenza delle o p e r e di colletta-
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
— ALLEGATO B
17254
AI RESOCONTI
m e n t o del p e r c o l a t o e del biogas; d) l'insufficiente a r g i n a t u r a dei lati sud, sud-est,
sud-ovest della discarica; la realizzazione
delle b a n c h i n e a q u o t a + 5 m e t r i circa dal
p i a n o c a m p a g n a in c o n t r o p e n d e n z a , che
innesca fenomeni gravitativi sulle p a r e t i in
conseguenza di eventi meteorologici legati
alla bassa p r e s s i o n e atmosferica e a p r e cipitazioni di consistente intensità;
con decreto-legge 23 giugno 1995,
n. 244, convertito in legge 8 agosto 1995,
n. 3 4 1 , f u r o n o definiti i nuovi s t r u m e n t i di
rilancio dell'attività e c o n o m i c a e p r o d u t tiva nelle a r e e depresse, d e n o m i n a t i patti
territoriali;
nel p e r i o d o o t t o b r e / d i c e m b r e 1995
v e n n e c o m p i u t a u n a p r i m a i s t r u t t o r i a delle
idee i m p r e n d i t o r i a l i a c u r a della Società
p e r l'Imprenditorialità Giovanile SpA, inc a r i c a t a dal Cnel. I n tale sede dai funzion a r i della p r e d e t t a Società fu sottolineato
alle i m p r e s e che a v r e b b e r o sottoposto le
loro idee progettuali la necessità di utilizz a r e il n e o n a t o s t r u m e n t o « p a t t o t e r r i t o riale » solo ed esclusivamente p e r attività
e c o n o m i c h e escluse d a a l t r e forme agevolative;
in d a t a 12 luglio 1996, il Cipe individuò con a p p o s i t a delibera i p u n t i c a r d i n e
p e r la gestione del p a t t o t e r r i t o r i a l e ;
nel luglio 1996 v e n n e c o m p i u t a la
s e c o n d a i s t r u t t o r i a delle idee i m p r e n d i t o riali, s e m p r e a c u r a della Società p e r l'Imp r e n d i t o r i a l i t à Giovanile e p e r a s s i c u r a r e
l'omogeneità nella p r e s e n t a z i o n e dei dati
economici, v e n n e utilizzata la modulistica
—
Camera
SEDUTA DEL 18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
« p r e s a in p r e s t i t o » d a leggi agevolative
preesistenti, q u a l e la legge n. 44/1986 e la
legge n. 488/1992;
in d a t a 21 o t t o b r e 1996, le p a r t i sociali i n t e r e s s a t e sottoscrissero il protocollo
d'intesa s o t t o p o s t o dal Cnel. Il valore agg i u n t o del p a t t o t e r r i t o r i a l e , r i s p e t t o ad
a l t r e agevolazioni di legge, v e n n e individ u a t o in:
quali iniziative urgenti il Ministro dell ' a m b i e n t e i n t e n d a a d o t t a r e p e r verificare
le cause c h e h a n n o d e t e r m i n a t o q u e s t o
grave i n q u i n a m e n t o e quali m i s u r e i n t e n d a
a d o t t a r e p e r l ' a p p r o n t a m e n t o della b o n i fica n e c e s s a r i a del sito.
(5-04457)
BONO. — Al Ministro
del tesoro, del
bilancio e della programmazione
economica. — P e r s a p e r e - p r e m e s s o che:
-
a) p r o c e d u r e r a p i d e ;
b) c o n f e r e n z e di servizi;
c) flessibilità dei r a p p o r t i di lavoro;
in d a t a 18 d i c e m b r e 1996 il Cipe
d e l i b e r ò l ' a p p r o v a z i o n e dei p a t t i t e r r i t o riali di E n n a e Siracusa, i n d i c a n d o n o m i n a t i v a m e n t e le a z i e n d e d e s t i n a t a r i e dei benefìci;
in d a t a 2 giugno 1997, la p r e d e t t a
delibera Cipe E v e n n e p u b b l i c a t a nella
Gazzetta Ufficiale della R e p u b b l i c a Italiana;
in d a t a 3 giugno 1997, il Cosvis com u n i c ò alle i m p r e s e le prescrizioni p e r la
p r e s e n t a z i o n e dei progetti esecutivi;
in d a t a 29 luglio 1997, i progetti esecutivi v e n n e r o p r e s e n t a t i al Cosvis che ne
c u r ò la t r a s m i s s i o n e al Ministero e n t r o il
I agosto 1997;
o
in d a t a 16 o t t o b r e 1997, il Cosvis inviò
richiesta alle i m p r e s e di u l t e r i o r e d o c u m e n t a z i o n e relativa ai progetti e la d o c u mentazione venne regolarmente prodotta
nei t e r m i n i indicati;
in d a t a 18 d i c e m b r e 1997 il m i n i s t e r o
del tesoro, del bilancio e della p r o g r a m m a z i o n e e c o n o m i c a , e m a n ò il d e c r e t o gen e r a l e provvisorio di concessione n. 663, e
a p a r t i r e dal v a r o di q u e s t o decreto, l'int e r a i m p o s t a z i o n e e filosofia di a t t u a z i o n e
del P a t t o s o n o state stravolte e travisate;
in p a r t i c o l a r e , gli elementi di novità
che h a n n o d e t e r m i n a t o u n a modificazione
sostanziale delle originarie i m p o s t a z i o n i
del P a t t o consistono:
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17255
AI RESOCONTI
a) nell'indicazione, p e r la p r i m a
volta, della legge n. 488/1992 q u a l e s t r u m e n t o p e r la r e a l i z z a z i o n e delle iniziative
inserite nel Patto;
b) nella scollatura circa q u a n t o indicato quali possibili fonti di finanziam e n t o p e r la q u o t a di m e z z i p r o p r i , p a r i al
30 p e r c e n t o dell'investimento, r i s p e t t o ai
p r e c e d e n t i provvedimenti, quali la delibera
Cipe del 12 luglio 1996 e il d e l i b e r a t o del
Cosvis, relativo al c o m m e n t o della delibera
Cipe dell' 1° agosto 1997;
c) nella n o n ammissibilità alle agevolazioni di legge p e r alcuni progetti già di
fatto a p p r o v a t i con d e l i b e r a Cipe del 18
d i c e m b r e 1996 e nella c o n t e s t u a l e ipotesi
di possibile sostituzione dei m e d e s i m i con
ulteriori e diverse iniziative;
d) nell'indicazione che le i m p r e s e
s o n o c h i a m a t e ad osservare, nei confronti
dei d i p e n d e n t i le n o r m e dei Ceni, m e n t r e
nel protocollo d'intesa le o r g a n i z z a z i o n i
sindacali avevano sottoscritto l'impegno
p e r la m a s s i m a flessibilità dei r a p p o r t i di
lavoro;
e) nell'indicazione, p e r a l t r o i n c o m prensibile, c h e gli o n e r i delle fidejussioni a
fronte delle anticipazioni dei c o n t r i b u t i ,
g r a v e r a n n o sulla finanza del P a t t o ;
f) nella i n d i c a z i o n e che il m a n c a t o
rispetto dei livelli o c c u p a z i o n a l i c o m p o r t e r e b b e l ' a n n u l l a m e n t o del d e c r e t o provvisorio di concessione e il r e c u p e r o delle
agevolazioni, m e n t r e la d e l i b e r a Cipe del
12 luglio 1996, prevedeva invece, c o m e
conseguenza, la r i p r o p o s i z i o n e del P a t t o al
Cipe;
quali ragioni a b b i a n o i n d o t t o il Gov e r n o a modificare in m a n i e r a così devas t a n t e gli originari a c c o r d i e c r e a r e u n
p r o f o n d o disagio t r a gli i m p r e n d i t o r i a d e r e n t i al p a t t o t e r r i t o r i a l e di Siracusa, il cui
u n i c o t o r t o è quello di avere c r e d u t o agli
impegni della confusionaria e inaffidabile
A m m i n i s t r a z i o n e p u b b l i c a italiana;
se sia a c o n o s c e n z a del d a n n o econ o m i c o a r r e c a t o a g r a n p a r t e dei soggetti
a d e r e n t i al p a t t o c h e h a n n o dovuto affron-
—
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
t a r e spese e costi c e r t a m e n t e n o n indiffer e n t i e c h e si t r o v a n o allo s t a t o nella
incredibile c o n d i z i o n e di vedersi n e g a t o il
d i r i t t o all'agevolazione, p e r c h é lo S t a t o h a
c a m b i a t o in c o r s o d ' o p e r a , le regole del
gioco;
quali iniziative i n t e n d a a s s u m e r e , con
la m a s s i m a u r g e n z a , p e r r i m u o v e r e ogni
ostacolo alla c o r r e t t a a t t u a z i o n e del p a t t o
t e r r i t o r i a l e di Siracusa, r e c u p e r a n d o la
p a r t e c i p a z i o n e di t u t t i i soggetti originar i a m e n t e a m m e s s i all'agevolazione e restit u i r e n o n solo c e r t e z z a del d i r i t t o e corr e t t e z z a nella delicatissima questione, m a
a n c h e attivare nel p i ù breve t e m p o possibile gli s t r u m e n t i p e r la r e a l i z z a z i o n e di
attività e c o n o m i c h e valide e d e s t i n a t e a d
essere n u o v e occasioni di lavoro, n e l l ' a m bito di u n a provincia che soffre d a t e m p o
di p r e o c c u p a n t i tassi di d i s o c c u p a z i o n e che
g e n e r a n o i n e v i t a b i l m e n t e condizioni p e santi di d e g r a d o e di e m a r g i n a z i o n e civile
e sociale.
(5-04464)
GALDELLI e D E CESARIS. - Al Ministro dell'ambiente.
— Per sapere - prem e s s o che:
il d e c r e t o legislativo n. 22 del 1997 nel
r e c e p i r e le direttive c o m u n i t a r i e in m a t e r i a
di gestione dei rifiuti h a c o n f e r m a t o , nell ' a m b i t o delle diverse attività di r e c u p e r o ,
la p r i o r i t à e la preferibilità del riutilizzo e
del riciclaggio c o m e m a t e r i a l i delle singole
frazioni c o n t e n u t e nei rifiuti u r b a n i r i s p e t t o al loro « r e c u p e r o energetico »;
diverse risoluzioni del Consiglio e del
P a r l a m e n t o E u r o p e o e v i d e n z i a n o che la
preferibilità del riciclaggio è dovuta:
a maggiori effetti sulla p r e v e n z i o n e
della p r o d u z i o n e dei rifiuti;
a u n m i n o r e utilizzo di m a t e r i a l i e
migliori r e n d i m e n t i energetici;
alla r i d u z i o n e degli i m p i a n t i a m bientali, in p a r t i c o l a r e in r i f e r i m e n t o alle
emissioni n o n c h é in m e r i t o alla pericolosità dei r e s i d u i d e l l ' i n c e n e r i m e n t o ;
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
— ALLEGATO B
17256
-
AI RESOCONTI —
ad effetti p i ù desiderabili in t e r m i n i
occupazionali;
il d e c r e t o legislativo n. 22 del 1997
all'articolo 6 i n t r o d u c e la categoria di
« combustibile d a rifiuti », n o n previsto
nelle direttive c o m u n i t a r i e , e agli articoli
31 e 33 i n t r o d u c e le cosiddette « p r o c e d u r e
semplificate » sia p e r le attività di r e c u p e r o
di m a t e r i a che p e r il « r e c u p e r o energetico »;
il d e c r e t o legislativo n. 22 del 1997
d i c h i a r a c h e tali p r o c e d u r e semplificate
devono c o m u n q u e « g a r a n t i r e u n elevato
livello di p r o t e z i o n e a m b i e n t a l e e controlli
efficaci » n o n c h é limiti alle emissioni in
a t m o s f e r a n o n s u p e r i o r i a quelli indicati
nelle direttive c o m u n i t a r i e (89/369, 89/429
e 94/67) e del d e c r e t o ministeriale 16 genn a i o 1995;
le p r o c e d u r e semplificate p e r q u a n t o
c o n c e r n e i « rifiuti n o n pericolosi » s o n o
state e m a n a t e con il d e c r e t o ministeriale 5
febbraio 1998;
il d e c r e t o ministeriale n. 503 del 19
n o v e m b r e 1997 h a recepito le direttive
c o m u n i t a r i e sulle emissioni degli i n c e n e r i tori p e r rifiuti u r b a n i e pericolosi defin e n d o altresì in m o d o c h i a r o cosa si int e n d a p e r « i m p i a n t o di i n c e n e r i m e n t o » e
p r e v e d e n d o p e r a l c u n e emissioni (acido
cloridrico e ossidi di zolfo) limiti s u p e r i o r i
a quelli indicati nella direttiva n. 94/67 CE;
t r a la definizione di « i m p i a n t o di
i n c e n e r i m e n t o » c o n t e n u t a nel d e c r e t o m i nisteriale n. 503 del 19 n o v e m b r e 1997 e la
definizione degli i m p i a n t i di c o m b u s t i o n e
prevista dal d e c r e t o ministeriale 5 febbraio
1998 n o n si colgono sostanziali differenze;
m a il d e c r e t o ministeriale 5 febbraio 1998
p a r l a a n c h e di « i m p i a n t i dedicati » alla
c o m b u s t i o n e di CDR o di altri rifiuti: si
t r a t t a di u n s u r r e t t i z i o c a m b i o di d e n o m i n a z i o n e finalizzato u n i c a m e n t e a facilitare
la realizzazione di i m p i a n t i di « c o m b u stione » evitando così di sottoporli alle n o r mali a u t o r i z z a z i o n i e alla dovuta p r o c e d u r a di V a l u t a z i o n e di I m p a t t o A m b i e n tale; il fatto che gli « i m p i a n t i dedicati »
o p e r i n o u n « r e c u p e r o energetico » n o n p u ò
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
n a s c o n d e r e la r e a l t à che la loro finalità
p r i n c i p a l e è c o m u n q u e quella di smaltimento;
i limiti della direttiva 94/67 a n c o r c h é
riferiti ai rifiuti pericolosi s o n o d a a n n i
applicati d a diverse Regioni p e r le p r e s c r i zioni dei limiti di emissioni previste ai
sensi del d e c r e t o del P r e s i d e n t e della R e p u b b l i c a n. 203 del 1988 p e r q u a l u n q u e
i m p i a n t o di c o m b u s t i o n e di rifiuti, a n c h e
u r b a n i ; i n o l t r e la CE i n t e n d e e s t e n d e r e tali
limiti a n c h e agli i n c e n e r i t o r i p e r rifiuti n o n
pericolosi; m a i limiti indicati nell'allegato
2 suballegato 2 del d e c r e t o ministeriale 5
febbraio 1998 a p p a i o n o in alcuni casi p i ù
elevati, a n c o r c h é espressi in p a r t e in m o d o
diverso, in q u a n t o :
il limite dell'acido cloridrico (valore
m e d i o su 30 m i n u t i ) è p a r i a 60 m g / m c
a n z i c h é al già elevato limite di 40 m g / m c
(valore m e d i o o r a r i o nel d e c r e t o ministeriale 503/97);
il r i s p e t t o dei valori m e d i sui 30
m i n u t i p e r polveri, Cot, a c i d o cloridrico,
acido fluoridrico e ossidi di zolfo si ritengono rispettati a n c h e nel caso in cui n o n
vengono s u p e r a t i i valori indicati nella
c o l o n n a B p a r . I lettera b) dell'allegato
citato p e r u n a q u o t a del 97 p e r c e n t o
a n n u o a n z i c h é p e r tutti i valori c o m e indicato nel d e c r e t o m i n i s t e r i a l e n. 503 del
1997;
i valori m e d i su 30 m i n u t i p e r polveri, Cot, a c i d o cloridrico, a c i d o
fluoridrico
e m o n o s s i d o di c a r b o n i o s o n o p i ù elevati
r i s p e t t o ai valori m e d i o r a r i indicati dal
d e c r e t o ministeriale 16 g e n n a i o 1995 p e r
l'RDF;
il d e c r e t o ministeriale 5 febbraio 1998
nel definire le tipologie e le condizioni
delle attività di r e c u p e r o dei rifiuti ai fini
dell'accesso alle p r o c e d u r e semplificate indica, t r a gli altri, la p r o d u z i o n e e la c o m bustione/gassificazione di CDR e altri rifiuti speciali;
le c a r a t t e r i s t i c h e del CDR indicate nel
d e c r e t o ministeriale 5 febbraio 1998 s o n o
state modificate in senso peggiorativo ris p e t t o a quelle dell'analogo R D F previste
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
— ALLEGATO B
17257
-
AI RESOCONTI —
nel d e c r e t o m i n i s t e r i a l e 16 g e n n a i o 1995:
in p a r t i c o l a r e p e r q u a n t o c o n c e r n e i contenuti m a s s i m i di c l o r o si va dallo 0,7 del
R D F allo 0,9 p e r c e n t o del CDR, p e r diversi
metalli p e s a n t i (sostanze c h e in b u o n a
p a r t e r i e n t r a n o t r a i costituenti che r e n d o n o pericolosi i rifiuti, v. allegati G e H
del d e c r e t o legislativo n. 22 del 1997) si
elevano le c o n c e n t r a z i o n i fino a livelli sos t a n z i a l m e n t e c o r r i s p o n d e n t i a quelle riscontrabili nei rifiuti u r b a n i tal quali;
il d e c r e t o ministeriale 5 febbraio 1998
di fatto p o n e sul m e d e s i m o p i a n o p r o c e d u r a l e le attività di riutilizzo/riciclaggio di
frazioni c o n t e n u t e nei rifiuti u r b a n i e speciali e le attività di i n c e n e r i m e n t o che
utilizzano c o m e combustibile il CDR o altri
rifiuti speciali, t u t t o ciò in a p e r t a c o n t r a d dizione con la p r i o r i t à e la preferibilità del
riciclaggio e r e c u p e r o di m a t e r i a r i s p e t t o
alla c o m b u s t i o n e con r e c u p e r o energetico;
il principio (espresso nelle direttive c o m u nitarie e t e o r i c a m e n t e a n c h e nel d e c r e t o
legislativo n. 22 del 1997) s e c o n d o cui è
meglio riciclare che b r u c i a r e d o v r e b b e essere a p p l i c a t o differenziando o p p o r t u n a m e n t e le p r o c e d u r e autorizzative ed agevolando il riciclaggio c o m e m a t e r i a a n z i c h é
l'utilizzo dei rifiuti c o m e combustibile;
s e m p r e nel d e c r e t o ministeriale 5 febb r a i o 1998 agli articoli 8 e 9 vengono
definite le m o d a l i t à di analisi di cessione e
di c a m p i o n a m e n t o dei rifiuti in r e l a z i o n e
alle diverse attività di r e c u p e r o , p r e v e d e n d o tali rilevazioni all'inizio dell'attività
e q u i n d i ogni d u e a n n i , f r e q u e n z e c h e n o n
si vede c o m e p o s s a n o costituire i « controlli
efficaci » sanciti dal d e c r e t o legislativo
n. 22 del 1997;
a n a l o g a m e n t e le f r e q u e n z e delle a n a lisi sulle emissioni in a t m o s f e r a indicate sia
dal d e c r e t o ministeriale n. 503 del 1997
che dall'allegato 2 suballegato 2 del d e c r e t o
ministeriale 5 febbraio 1998, p e r i p a r a m e t r i n o n soggetti a rilevazioni in contin u o , n o n a p p a i o n o c o r r i s p o n d e r e a controlli efficaci in q u a n t o è prevista semplic e m e n t e u n a periodicità n o n inferiore ad
u n a n n o o la definizione della periodicità
da p a r t e delle Regioni;
Camera
SEDUTA DEL 18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
il d e c r e t o m i n i s t e r i a l e 5 febbraio 1998
all'articolo 4 indica i r e n d i m e n t i energetici
m i n i m i c h e le attività di r e c u p e r o energetico d e v o n o r i s p e t t a r e al fine di p o t e r
u s u f r u i r e delle p r o c e d u r e semplificate; in
tale articolo n o n a p p a i o n o convenientem e n t e c o n s i d e r a t e m o d a l i t à di calcolo del
r e n d i m e n t o in caso di c o m b u s t i o n e e nel
caso di utilizzo di combustibili ausiliari; n é
vengono specificate le m o d a l i t à di controllo p e r la verifica del r i s p e t t o dei r e n d i m e n t i fissati;
il d e c r e t o m i n i s t e r i a l e 5 febbraio 1998
all'articolo 5 i n t r o d u c e « le attività di r e c u p e r o a m b i e n t a l e » p e r le quali n o n è
c h i a r o se p o s s o n o essere svolte u n i c a m e n t e
con le singole tipologie di rifiuti indicate
nel d e c r e t o m i n i s t e r i a l e stesso o se le R e gioni p o s s o n o c o n s i d e r a r e c o n d i z i o n e sufficiente il fatto che s i a n o utilizzati rifiuti
n o n pericolosi, a p r e n d o così la s t r a d a in
p a r t i c o l a r e all'utilizzo di frazioni organic h e « igienizzate » o t t e n u t e d a t r a t t a m e n t i
con i m p i a n t i di selezione dei rifiuti indifferenziati; in ogni c a s o le u n i c h e n o r m e
t e c n i c h e di utilizzo definite s o n o relative
all'esecuzione di test di cessione, c o n le
f r e q u e n z e s o p r a indicate e n o n in relazione a d altri p a r a m e n t i di accettabilità, in
c o n t r a d d i z i o n e a q u a n t o stabilito dal d e c r e t o legislativo n. 22 del 1997 articolo 18,
c o m m a 2, lettera c);
analoghi p r o b l e m i di insufficiente d e finizione di s t a n d a r d di accettabilità sono
p r e s e n t i p e r le attività di r e c u p e r o di alcuni rifiuti p e r l'utilizzo p r e s s o cementifici;
in p a r t i c o l a r e n o n a p p a i o n o a d e g u a t a m e n t e c a r a t t e r i z z a t e la c o m p o s i z i o n e e le
condizioni di utilizzo delle ceneri p e s a n t i
da i n c e n e r i m e n t o (codice CER 190101)
previste al p u n t o 13.3 dell'allegato 1 del
d e c r e t o ministeriale 3 febbraio 1998, in
funzione del c o n t e n u t o nelle scorie in p a r ticolare di metalli p e s a n t i a d elevata capacità di m i g r a z i o n e , e p e r i quali s o n o
stati evidenziati in diversi studi l'elevata
p r o b l e m a t i c i t à a m b i e n t a l e in t e r m i n i di
cessione di tali e l e m e n t i dai m a n u f a t t i r e a lizzati con c e m e n t o o t t e n u t o da scorie;
a seguito del c o m b i n a t o disposto dell'articolo 33 c o m m a 6 del d e c r e t o legisla-
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17258
AI RESOCONTI —
tivo n. 22 del 1997, delle sue n o r m a t i v e
t r a n s i t o r i e e dell'articolo 3 della direttiva
91/689/CE risulta che dall'11 g e n n a i o 1998
è cessata l'applicabilità dei decreti m i n i steriali 5 s e t t e m b r e 1994 e 16 g e n n a i o 1995
r e l a t i v a m e n t e alla assoggettabilità alle p r o c e d u r e semplificate di attività di r e c u p e r o
di rifiuti pericolosi — :
se n o n ritenga necessario e l i m i n a r e
l'anomalia italiana (presente nel d e c r e t o
legislativo n. 22 del 1997 e r i b a d i t a nel
d e c r e t o ministeriale 5 febbraio 1998, m a in
c o n t r a s t o sia con le direttive c o m u n i t a r i e
che con il d e c r e t o ministeriale n. 503 del
1988) p e r cui la c o m b u s t i o n e dei rifiuti con
r e c u p e r o energetico n o n è c o n s i d e r a t a u n a
f o r m a di i n c e n e r i m e n t o e p e r t a n t o si p u ò
avvalere delle stesse p r o c e d u r e agevolate
previste p e r il riciclaggio;
in p a r t i c o l a r e se n o n ritenga in assoluto c o n t r a s t o con le direttive 94/67/CE e
con il d e c r e t o ministeriale n. 503 del 1988
definire d i v e r s a m e n t e l ' i n c e n e r i m e n t o e la
c o m b u s t i o n e con r e c u p e r o energetico, sap e n d o che ciò c o m p o r t a sia diverso t r a t t a m e n t o p e r le p r o c e d u r e autorizzative, le
condizioni operative e le m i s u r e di salvag u a r d i a a m b i e n t a l e , che p e r i limiti alle
emissioni in atmosfera, la periodicità dei
controlli p e r i p a r a m e t r i n o n soggetti a
rilevazioni in c o n t i n u o , i limiti dei c o m p o n e n t i pericolosi p r e s e n t i nel CDR (che
s o n o più elevati r i s p e t t o ai c o r r i s p o n d e n t i
limiti fissati in p r e c e d e n z a dal d e c r e t o
ministeriale 16 g e n n a i o 1995, in p a r t i c o l a r e p e r il cloro e diversi metalli pesanti);
se n o n si ritenga o p p o r t u n o (ai fini di
u n a c o e r e n t e politica di p r i o r i t à e preferibilità t r a le diverse attività di r e c u p e r o
oltreché p e r g a r a n t i r e elevati livelli di p r o tezione a m b i e n t a l e ) assoggettare le attività
di r e c u p e r o energetico (previste dall'allegato 2 suballegato 2 del d e c r e t o m i n i s t e riale 5 febbraio 1998) o a l m e n o le attività
riferite ai p u n t i 1, 6, 8, 9, 10, 11, 12 e 14
Camera
SEDUTA DEL 18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
(per la p r e s e n z a di c o m p o n e n t i pericolosi)
n o n c h é le c e n t r a l i t e r m o e l e t t r i c h e ove alim e n t a t e con rifiuti o CDR {ex articolo 17
del d e c r e t o del P r e s i d e n t e della R e p u b b l i c a
n. 203 del 1988) alle p r o c e d u r e a u t o r i z z a tive previste agli articoli 27 e 28 del d e c r e t o
legislativo n. 22 del 1997 c o m p r e n s i v e degli
obblighi relativi alle p r o c e d u r e di Valutazione di I m p a t t o A m b i e n t a l e previste dalla
legge n. 349 del 1986 e dal d e c r e t o del
P r e s i d e n t e della R e p u b b l i c a 12 aprile 1996;
se n o n r i t e n g a o p p o r t u n o fissare o b blighi di analisi di concessione e di c a m p i o n a m e n t o di rifiuti sottoposti ad attività
di r e c u p e r o c o n maggiori f r e q u e n z e e com u n q u e idonei a g a r a n t i r e controlli effett i v a m e n t e efficaci, n o n c h é di definire p u n t u a l m e n t e s t a n d a r d di accettabilità definiti
p e r le attività c o n n e s s e con i « r e c u p e r i
a m b i e n t a l i » previsti dall'allegato 1 del dec r e t o m i n i s t e r i a l e 5 febbraio 1998;
se n o n ritenga o p p o r t u n o fissare specifici s t a n d a r d sia p e r q u a n t o c o n c e r n e le
c a r a t t e r i s t i c h e dei rifiuti utilizzati nei cementifici, c o m e combustibili o p e r essere
inglobati nel clincker, sia p e r q u a n t o rig u a r d a le c a r a t t e r i s t i c h e dei c e m e n t i risult a n t i a d o t t a n d o , a d esempio, l'obbligo di u n
marchio per i cementi prodotti utilizzando
rifiuti ed in p a r t i c o l a r e scorie d a i n c e n e ritori;
se risulti c h e l'Italia a b b i a notificato
alla C o m m i s s i o n e CE u n p r o g e t t o di n o r m e
tecniche p e r Passoggettabilità alle p r o c e d u r e semplificate p e r il r e c u p e r o dei rifiuti
pericolosi, o p p u r e , a n c h e in r e l a z i o n e alla
avvenuta cessazione di applicabilità delle
norme precedentemente e transitoriam e n t e vigenti, n o n si ritenga o p p o r t u n o
assoggettare tali attività alle p r o c e d u r e a u torizzative previste dagli articoli 27 e 28
del d e c r e t o legislativo n. 22 del 1997 incluse quelle di v a l u t a z i o n e di i m p a t t o a m bientale.
(5-04465)
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17259
AI RESOCONTI
INTERROGAZIONI
A RISPOSTA SCRITTA
COPERCINI. - Al Presidente del Consiglio dei ministri ed ai Ministri
dell'industria, del commercio
e dell'artigianato
e di
grazia e giustizia. — P e r s a p e r e - p r e m e s s o
che:
Camera
— SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
lo Stato, con i suoi a m m i n i s t r a t o r i
locali, ed i sindacati, o v v i a m e n t e interveng o n o a cose fatte, con belle p a r o l e : « attiv a r e la mobilità », « corsi di f o r m a z i o n e »
p e r la ricollocazione delle m a e s t r a n z e , ...:
altri soldi spillati alla collettività, c o n i 190
d i p e n d e n t i rimasti, dai 240 a regime, senza
s t i p e n d i o e senza lavoro;
o c c o r r e che siano i n t r a p r e s e azioni di
r e s p o n s a b i l i t à nei confronti di chi, p e r la
s u a posizione di forza nel m o n d o e c o n o mico-politico p a r m e n s e , a b b i a agevolato
e/o i m p o s t o linee di c r e d i t o p e r l o m e n o
inopportune - :
la d i c h i a r a z i o n e del fallimento, del 14
aprile 1998, della società S e r i n spa di
Coltaro di Sissa ( P a r m a ) , « p a s s a t a » in
s o r d i n a sulla s t a m p a q u o t i d i a n a , con il
solo i n t e r e s s a m e n t o del s e t t i m a n a l e Polis,
oltre che p o r r e sul lastrico 190 lavoratori
di u n t e r r i t o r i o c h e n o n brilla c e r t o p e r
l'occasione di nuovi posti di lavoro, m e t t e
in evidenza u n a specie di p r a s s i gestionale
di a n d a m e n t o o r m a i c o n s u e t o in quella
zona: si p o t r e b b e r o fare diversi altri
esempi, t r a cui la stessa società M a n n e r
spa, fallita, nella cui sede, a suo t e m p o , la
Serin è s u b e n t r a t a ;
se n o n ritenga di invitare la B a n c a
d'Italia a d e s e r c i t a r e le p r o p r i e funzioni di
vigilanza circa l'attività p o s t a in essere dai
diversi istituti di c r e d i t o c h e h a n n o concesso f i n a n z i a m e n t i a l l ' a z i e n d a nel p e r i o d o
già s o s p e t t o p e r le sue condizioni e c o n o m i c h e , al fine di verificarne l'eventuale
c o n t r a s t o c o n leggi vigenti;
la p r o c e d u r a m e d i a t a e a d o t t a t a in
questi analoghi casi, p o t r e b b e essere letta,
nella sostanza, in m a n i e r a m o l t o semplice:
d o p o aver s p r e m u t o fondi pubblici reperiti
nei risvolti di legge ad hoc d o p o aver
« inglobato » potenziali c o n c o r r e n t i ( u n a
s o r t a di dumping, a c r e a r e m o n o p o l i o sulla
piazza), d o p o l ' a c c a p a r r a m e n t o di c o m m e s s e s p e c i a l m e n t e d a enti pubblici ( m a gari con l ' i n t e r e s s a m e n t o di personaggi del
sottobosco governativo ed istituzionale),
viene c r e a t a u n a s t r u t t u r a che, in u n a
girandola di m u t a m e n t i societari, viene poi
a b b a n d o n a t a a se stessa, d o p o essere s t a t a
r i m p i n g u a t a , a c o p r i r e i b u c h i di bilancio,
d a u n credito c o m p i a c e n t e ed avventato;
MITOLO e GASPARRI. - Al Presidente
del Consiglio dei ministri
ed ai
Ministri
dell'interno,
degli affari esteri e per la funzione pubblica e gli affari regionali — Per
s a p e r e - p r e m e s s o che:
se così fosse, quello che r i s u l t e r e b b e
dai fatti e dal c o m p o r t a m e n t o degli a m m i n i s t r a t o r i e finanziatori, è che i r i s p a r m i
dei cittadini vengono volatilizzati in attività
che h a n n o p r e s u m i b i l m e n t e il loro t o r n a c o n t o p r i m a e d o p o l'attività, vera e p r o p r i a i m p r e n d i t o r i a l e e s t a t u t a r i a , dell'opificio;
se n o n ritenga di far c o n o s c e r e gli
esiti di tale ispezione al P a r l a m e n t o con
particolare
riferimento
all'ammontare
delle « s c o p e r t u r e » degli stessi nei confronti dell'azienda e alle d a t e di concessione del c r e d i t o .
(4-17523)
il consiglio provinciale di B o l z a n o h a
a p p r o v a t o a m a g g i o r a n z a u n a m o z i o n e in
cui « fatto salvo il d i r i t t o a l l ' a u t o d e t e r m i n a z i o n e » (sic) si r i b a d i s c o n o le tesi di u n
p r o g e t t o t e n d e n t e alla s o p p r e s s i o n e della
regione T r e n t i n o - A l t o Adige e che c o n s e n t a
la elevazione a r a n g o di regioni a u t o n o m e
le d u e a t t u a l i p r o v i n c e di T r e n t o e di
Bolzano;
analoga richiesta è s t a t a p o s t a in sede
di a u d i z i o n e p r e s s o la C o m m i s s i o n e p a r l a m e n t a l e p e r le r i f o r m e costituzionali dal
p r e s i d e n t e della giunta provinciale di Boi-
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
— ALLEGATO B
17260
AI RESOCONTI —
z a n o s u s c i t a n d o notevoli p r e o c c u p a z i o n i in
tutti gli a m b i e n t i politici della regione, ed
in p a r t i c o l a r e a B o l z a n o — :
se il P r e s i d e n t e del Consiglio dei m i nistri ed i Ministri interpellati n o n r i t e n g a n o che con tali richieste si r i m e t t a in
discussione l'accordo De G a s p e r i - G r u b e r e
le successive intese c o n l'Austria, m i n a n d o
t u t t o q u a n t o d a q u e l l ' a c c o r d o è derivato;
se n o n si ritenga che il c o n t i n u o r i c h i a m a r s i al cosiddetto « diritto di a u t o d e t e r m i n a z i o n e », diritto che a p p a r t i e n e ai
popoli e n o n è previsto p e r le m i n o r a n z e ,
n o n costituisca p r o v o c a z i o n e grave, tale d a
i n c r i n a r e alla r a d i c e ogni p r o p o s i t o di convivenza, ed attesti u n a volta di più Pinaffidabilità dei dirigenti politici del g r u p p o
etnico di lingua tedesca;
quali valutazioni dia il G o v e r n o della
situazione in t u t t a la regione, dove si m o l tiplicano le manifestazioni a r r o g a n t i dell'organizzazione p a r a m i l i t a r e degli Schuetzen, che s o n o giunti a c h i e d e r e p r o p r i o
d o m e n i c a s c o r s a nel T r e n t i n o l'eliminazione delle lapidi a r i c o r d o dei caduti della
p r i m a g u e r r a m o n d i a l e e sostengono d a
s e m p r e il distacco della regione dall'Italia
ed il r i t o r n o all'Austria p e r ricostituire il
vecchio Tirolo asburgico;
se n o n si ravveda in q u e s t o c r e s c e n d o
di manifestazioni u n preciso disegno di
c a r a t t e r e irredentistico, che già fu alla base
del t e r r o r i s m o degli a n n i sessanta e successivi;
quali p r o v v e d i m e n t i si i n t e n d a n o
m e t t e r e in a t t o a g a r a n z i a e salvaguardia
degli interessi della c o m u n i t à italiana dell'Alto Adige.
(4-17524)
COPERCINI. - Al Presidente del Consiglio dei ministri
e ai Ministri dei beni
culturali
e ambientali,
dell'ambiente,
dell'industria, commercio e artigianato con incarico per il turismo.
— Per sapere p r e m e s s o che:
la f r e q u e n t a z i o n e u m a n a della z o n a
del m o n t e « L a m a », sullo s p a r t i a c q u e t r a
Boccolo d e ' Tassi di B a r d i ( P a r m a ) e G r o p -
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
pallo (Piacenza) risale alla n o t t e dei t e m p i :
è scientificamente d i m o s t r a t o che già nel
« Paleolitico » m e d i o g r u p p i di cacciatoriraccoglitori (homo sapiens,
neanderthalensis) e r a n o interessati alla l a v o r a z i o n e del
« d i a s p r o » p e r r i c a v a r n e i l o r o utensili d a
utilizzare nella caccia e p e r la lavorazione
delle pelli e del cibo; si t r a t t a in verità di
u n a vera e p r o p r i a i n d u s t r i a litica, classificata c o m e « M u s t e r i a n o di tecnica n o n
Levallois » c o m e a p p a r e evidente dalla g r a n
m a s s a di scarti di lavorazione, a c c u m u l a tasi p e r secoli in q u e i siti del m o n t e così
c o m e p e r a l t r o in altri siti, p u r di m i n o r
i m p o r t a n z a quantitativa, nelle alte valli
emiliane e adiacenti liguro t o s c a n e ;
a Boccolo la storia u m a n a è signific a t i v a m e n t e « t r a n s i t a t a » fino ai nostri
giorni d e l l ' a b b a n d o n o , d a p a r t e della gente
e delle istituzioni, c o n significativi r i c h i a m i
fisici e d o c u m e n t a l i d e n o t a n t i l ' i m p o r t a n z a
del p o s t o p e r « ligures » « r o m a n i » e genti
medioevali;
l'antico borgo conserva d u e « i m p o r t a n t i » edifici in p i e t r a storici: u n p a l a z zetto del « c i n q u e c e n t o », a r m a t o d a « a r chibugiere » su d u e lati, sulla via della
« c r o c e t t a » (direttrice B o b b i o - via di
m o n t e B a r d o n e ) e il p a l a z z o dei signori
feudali (sede del C o m u n e di Boccolo, fino
al 1928 della scuola, eccetera); u n a incisione su u n a p i e t r a a r e n a r i a facente c o r p o
di q u e s t ' u l t i m o edificio lo d a t a con precisione (F. Basinius a n n o 1624); e n t r a m b i
p u r t r o p p o r i s c h i a n o di a n d a r e persi, così
c o m e a l t r e significative c o s t r u z i o n i in pietra, coeve, dell'antico borgo;
l'economia della p o p o l a z i o n e resid e n t e s t o r i c a m e n t e b a s a t a sullo sfruttam e n t o dei boschi di faggio, sull'allevam e n t o e pascolo, sulla p r o d u z i o n e del carb o n e ( n u m e r o s e s o n o le t r a c c e di « c a r b o naie » nelle r a d u r e delle faggete) e su u n a
delle p r i m e p r o d u z i o n i tipiche di insaccati
a l i m e n t a r i suini della provincia, n o n è
stata sufficiente, a p a r t i r e dal secolo
scorso, a s o s t e n e r e le n u m e r o s e famiglie
del c o m p r e n s o r i o , c o s t r i n g e n d o all'emigrazione, s o p r a t t u t t o in F r a n c i a , n u m e r o s i
boccolesi; il f e n o m e n o è s t a t o p e r a l t r o co-
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
— ALLEGATO B
17261
-
AI RESOCONTI —
m i m e a n c h e a d a l t r e località delle alte valli
p a r m i g i a n o p i a c e n t i n e a d i a c e n t i ed è cont i n u a t a , s t a n t e l'insensata politica di i n u r b a m e n t o i n d u s t r i a l e nelle città lungo la via
Emilia, in m o d o massivo in q u e s t o s e c o n d o
d o p o g u e r r a , d i s s a n g u a n d o la m o n t a g n a a p penninica, p r i v a n d o l a via via del presidio
u m a n o , oggi limitato a d a n z i a n i u l t r a s e t t a n t e n n i , privi dei servizi essenziali di u n
consesso civile c h e tuttavia p r e s e r v a n o
q u a n t o è loro p e r v e n u t o — :
se n e l l ' a m b i t o di u n a politica di r e c u p e r o a m b i e n t a l e c h e c o n s e n t a la sopravvivenza u m a n a in q u e s t e a n t i c h e valli, i
Ministri i n t e r r o g a t i n o n r i t e n g o n o o p p o r t u n o i n t e r v e n i r e con gli s t r u m e n t i di p r o p r i a c o m p e t e n z a p e r c h é questi a n t i c h i edifici a m e m o r i a storica siano r e c u p e r a t e ed
adibiti a m u s e o p e r la m a s s a di r e p e r t i
archeologici, o r a dispersi in a l t r e s t r u t t u r e ,
a c r e a r e nuove condizioni di vita e sopravvivenza in q u e s t e c o n t r a d e ;
se n o n r i t e n g a n o di s o t t o p o r r e a vincolo, altresì, il p a r c o n a t u r a l e dei boschi
i n c o n t a m i n a t i e il c o m p l e s s o archeologico
del m o n t e L a m a s o t t o p o n e n d o l o a r i c e r c h e
sistemiche o n d e definirne nei p a r t i c o l a r i la
frequentazione umana, per consegnarlo
i n a l t e r a t o alle future generazioni.
(4-17525)
CHIAVACCI. - Al Ministro dei trasporti
e della navigazione.
— Per sapere - prem e s s o che:
la situazione in cui si t r o v a n o i cittadini di q u i n t o Basso, nel c o m u n e di Sesto
F i o r e n t i n o è p a r t i c o l a r m e n t e difficile a
causa dell'alto i n q u i n a m e n t o acustico d o vuto alla vicinanza d e l l ' a e r o p o r t o di P e r e tola e allo scalo m e r c i dell'ente ferrovie:
d a alcuni mesi il r u m o r e p r o v o c a t o
dall'uso dei l o c o m o t o r i diesel a l l ' i n t e r n o di
detto scalo m e r c i sia in o r e d i u r n e c h e in
ore n o t t u r n e h a raggiunto livelli altissimi;
q u e s t o avviene in a p e r t a violazione
sia delle n o r m e nazionali sull'inquinam e n t o acustico, sia di u n ' o r d i n a n z a del
sindaco del c o m u n e di Sesto F i o r e n t i n o
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
(n. 91 del 23 f e b b r a i o 1995) c h e fa e s p r e s s a m e n t e divieto dell'uso di tale tipo di
locomotore — :
se n o n ritenga o p p o r t u n a la sostituzione dei l o c o m o t o r i diesel con altri m o delli di tipo m e n o r u m o r o s o , i n t e r v e n t o già
avvenuto in p a s s a t o (nel d i c e m b r e scorso)
s e n z a a l c u n aggravio p e r le ferrovie.
(4-17526)
BERGAMO. — Al Ministro delle
— P e r s a p e r e — p r e m e s s o che:
finanze.
i c o n c e s s i o n a r i dei lotti di t e r r e n i
d e m a n i a l i r i c a d e n t i nel c o m p e n d i o d e m a niale m a r i t t i m o di P r a i a a M a r e , s o n o in
agitazione a c a u s a della m a n c a t a applicazione della legge n. 113/1983;
su tali t e r r e n i molti c o n c e s s i o n a r i e
o c c u p a n t i h a n n o r e a l i z z a t o d a t e m p o abitazioni civili e, alcuni i m p r e n d i t o r i , h a n n o
c o s t r u i t o delle s t r u t t u r e turistico-ricettive,
previo regolare rilascio delle concessioni
edilizie;
in p a r t i c o l a r e , gli alberghi n e c e s s i t a n o
di interventi u r g e n t i di r i s t r u t t u r a z i o n i , p e r
meglio qualificare l'offerta turistica e, sop r a t t u t t o , p e r a d e g u a r e le s t r u t t u r e in term i n i di s i c u r e z z a e di servizi alle n o r m e
comunitarie;
la c i t t a d i n a di P r a i a a M a r e è u n
p u n t o di r i f e r i m e n t o del t u r i s m o b a l n e a r e
calabrese, e la p r o p r i a e c o n o m i a , n o n c h é i
n u m e r o s i posti di lavoro c h e il s e t t o r e
assorbe, sopravvive grazie agli introiti del
p e r i o d o estivo; grazie a q u e s t a forte vocazione turistica, l ' a m m i n i s t r a z i o n e c o m u n a l e nel 1990, a p p r o v a n d o il p i a n o regol a t o r e generale, h a previsto t r a l'altro a n c h e u n p r e m i o di c u b a t u r a p e r le r i s t r u t turazioni alberghiere;
m a , i p r o p r i e t a r i , n o n o s t a n t e tale incentivazione e p u r a v e n d o p r e s e n t a t o d a
t e m p o i progetti alla C o m m i s s i o n e edilizia
del c o m u n e , n o n r i e s c o n o a d o t t e n e r e l'aut o r i z z a z i o n e a c a u s a della m a n c a n z a della
d i c h i a r a z i o n e di « disponibilità » del terr e n o d a p a r t e d e l l ' I n t e n d e n z a di finanza;
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17262
AI RESOCONTI —
il p r o b l e m a specifico di q u e s t o blocco
consiste, infatti, nell'atavico c o n t e n z i o s o in
a t t o t r a c o m u n e e i n t e n d e n z a di finanza,
p r o p r i o p e r la m a n c a t a c o n c r e t i z z a z i o n e
della legge n. 113/1983 r e l a t i v a m e n t e al
p r e z z o d a p a g a r e p e r la vendita;
la legge stabilisce che l ' I n t e n d e n z a di
finanza possa v e n d e r e il c o m p e n d i o d e m a niale m a r i t t i m o di P r a i a a M a r e esclusiv a m e n t e al c o m u n e e che questi, successivamente alieni i singoli lotti ai concessionari e agli o c c u p a n t i ;
è evidente che tale c o n t r a s t o d a n n e g gia solo i p r o p r i e t a r i delle abitazioni e gli
i m p r e n d i t o r i , p e r c h é n o n p o s s o n o realizz a r e nelle loro p r o p r i e t à gli interventi consentiti e, t r a l'altro, n o n p o s s o n o u s u f r u i r e
dei benefìci derivanti dall'inclusione di
queste i m p r e s e nel P a t t o t e r r i t o r i a l e dell'alto T i r r e n o Cosentino, sottoscritto al
Cnel il 23 s e t t e m b r e 1996 - :
quali siano le c o n s i d e r a z i o n i in m e rito alla q u e s t i o n e r a p p r e s e n t a t a e quali
interventi ritenga di a d o t t a r e p e r evitare la
p e r d i t a di n u m e r o s i posti di lavoro e dell ' o p p o r t u n i t à del P a t t o territoriale, n o n c h é
p e r s c o n g i u r a r e la crisi e c o n o m i c a e sociale che ne deriverebbe;
se n o n ritenga o p p o r t u n o e u r g e n t e
u n p r o v v e d i m e n t o legislativo che c o n s e n t a
la vendita d i r e t t a dei lotti ai singoli p r o p r i e t a r i d a p a r t e d e l l ' I n t e n d e n z a di fin a n z a , s e c o n d o le stime dell'Ute;
se, in alternativa, n o n sia utile e m e t t e r e u n p r o v v e d i m e n t o che c o n s e n t a l'Int e n d e n z a di finanza di rilasciare la dichiar a z i o n e di « disponibilità » dei t e r r e n i ai
concessionari e o c c u p a n t i , d i e t r o regolare
p a g a m e n t o del c a n o n e , rinnovabile di a n n o
in a n n o , fino a q u a n d o n o n s a r à risolto il
contenzioso in a t t o con il c o m u n e di P r a i a
a Mare.
(4-17527)
SA VARESE. — Al Ministro dei trasporti
e della navigazione.
— Per sapere - prem e s s o che:
Camera
SEDUTA DEL 18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
la linea ferroviaria
CivitavecchiaR o m a Termini-Civitavecchia serve q u o t i d i a n a m e n t e migliaia di p e n d o l a r i e studenti universitari;
molti di questi, s o p r a t t u t t o gli studenti universitari, u t i l i z z a n o q u e s t a t r a t t a
u s u f r u e n d o dei convogli inter-city previsti
negli o r a r i 9.04 ( p a r t e n z a d a Civitavecchia)
e 20.05 ( p a r t e n z a d a R o m a Termini);
a t t u a l m e n t e il costo previsto p e r q u e sta t r a t t a è così distribuito: lire 7.400 di
tariffa o r d i n a r i a , lire 5.000 di s u p p l e m e n t o
inter-city ( e n t r a m b i sola a n d a t a ) p e r u n
totale di lire 24.800 p e r a n d a t a e r i t o r n o ;
le agevolazioni previste dal convenzionale Birg (biglietto i n t e g r a t o regionale),
p e r m e t t o n o di r i d u r r e q u e s t o costo e di
p o r t a r l o a lire 23.000 totali p e r a n d a t a e
ritorno;
d a d i c h i a r a z i o n i ufficiali le Ferrovie
dello S t a t o s e m b r e r e b b e r o i n t e n z i o n a t e a
t r a s f o r m a r e questi d u e convogli da intercity a d e u r o - s t a r , con il c o n s e g u e n t e a u m e n t o tariffario;
l ' a u m e n t o s a r e b b e tale d a n o n consentire p i ù u n u s o f r e q u e n t e di q u e s t o
convoglio c a u s a gli alti costi che, a q u a n t o
d i c h i a r a t o , a n d r e b b e r o a fissarsi i n t o r n o
alle lire 36.000, se previa p r e n o t a z i o n e
effettuata a l m e n o u n g i o r n o p r i m a , e lire
56.000, se acquistati in e s t e m p o r a n e a , a m m e s s o di t r o v a r e posti liberi d a p r e n o t a zione;
Civitavecchia r a p p r e s e n t e r e b b e , s t a n d o alle n u m e r o s e d i c h i a r a z i o n i fatte in
questi ultimi t e m p i dai vari e s p o n e n t i delegati d a q u e s t o G o v e r n o nelle diverse sedi
istituzionali, in vista del Giubileo 2000, u n
grosso polo d ' a t t r a z i o n e turistica e/o di
s m i s t a m e n t o ferroviario p e r le decine di
migliaia di pellegrini che c o n t i n u a m e n t e
a r r i v a n o ed a r r i v e r a n n o nel p o r t o della
m e d e s i m a con l'intento di raggiungere la
capitale;
in r e l a z i o n e a q u a n t o s o p r a esposto,
la Provincia di R o m a h a a n c h e a p p r o v a t o
r e c e n t e m e n t e , il 26 m a r z o 1998, u n p r o getto esecutivo, p e r u n a spesa complessiva
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17263
-
AI RESOCONTI —
di 1 m i l i a r d o e d u e c e n t o milioni, volto alla
realizzazione di u n parcheggio di s c a m b i o
p e r la s u i n d i c a t a linea ferroviaria che p e r m e t t e r e b b e l'acquisizione di circa 165 posti
auto, di 4 p e r p o r t a t o r i di handicap di 4
p u n t i sosta p e r a u t o b u s e di n u m e r o s i posti
p e r motocicli, in u n ' a r e a complessiva di
circa 12.000 m e t r i q u a d r i , nelle i m m e d i a t e
vicinanze della stazione ferroviaria, la così
d e n o m i n a t a « a r e a Feltrinelli »;
t u t t o ciò evidenzia u n forte c o n t r a s t o
t r a gli impegni di sviluppo garantiti, gli
investimenti « v i r t u a l m e n t e » stanziati ed il
raffronto organizzativo effettivamente p r o dotto, poiché la t r a s f o r m a z i o n e d a i n t e r city a d e u r o - s t a r , p r i v e r e b b e la collettività
di u n t r e n o p e r l ' a n d a t a ed u n o p e r il
r i t o r n o , c a u s a gli insostenibili costi;
q u e s t o s t a t o di cose c a u s e r e b b e , all'intera c o m u n i t à civitavecchiese e dell'hint e r l a n d a d esso collegato, n u m e r o s i disagi
economici — :
q u a l e d e s t i n a z i o n e sia stata d a t a al
« p i a n o » m e d i a n t e il q u a l e le Ferrovie
dello S t a t o a v r e b b e r o d o v u t o p o r t a r e a
Civitavecchia u n maggior n u m e r o di treni,
a c a d e n z a d e t e r m i n a t a , che prevedeva intervalli n o n p i ù distanti dalla m e z z ' o r a u n o
dall'altro;
q u a l o r a il s u d d e t t o p i a n o fosse a n c o r a al vaglio delle valutazioni, quali t e m p i
di realizzo si p r e v e d a n o ;
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
c i a n o l'assenza del G o v e r n o nel p r e n d e r e
serie e c o n c r e t e iniziative a t t e a d evitare la
cessazione delle attività d e l l ' i m p o r t a n t e
r e a l t à p r o d u t t i v a che, t r a l'altro, risulta
essere l'unico v e r o sbocco o c c u p a z i o n a l e
del t e r r i t o r i o p r e v a l e n t e m e n t e agricolo dell'area di B o i a n o e della provincia di C a m p o b a s s o —:
q u a l i iniziative i n t e n d a u r g e n t e m e n t e
p o r r e in essere p e r p e r m e t t e r e u n v e r o
rilancio delle attività p r o d u t t i v e della ex
S a m di B o i a n o ed evitare che c e n t i n a i a di
cassintegrati r i m a n g a n o t r a q u a l c h e settim a n a s e n z a a l c u n a fonte di s o s t e n t a m e n t o .
(4-17529)
ARMAROLI. — Al Ministro delle
— Per s a p e r e — p r e m e s s o che:
finanze.
il m o d e l l o « Unico '98 », t a n t o p u b b l i cizzato dal M i n i s t r o delle finanze c o m e
n u o v o d o c u m e n t o p e r la d i c h i a r a z i o n e dei
redditi, è introvabile a Genova;
le p r i m e casse di « Unico '98 » s o n o
state r e c a p i t a t e negli uffici finanziari di via
F i u m e e in quelli di Chiavari, m a allo
s c o p o di essere a d esclusiva disposizione
del p e r s o n a l e c h e deve effettuare i corsi di
a g g i o r n a m e n t o p e r fornire t u t t i i consigli
n e c e s s a r i ai genovesi su c o m e c o m p i l a r e la
n u o v a d i c h i a r a z i o n e dei redditi;
se n o n sia o p p o r t u n o , p e r il m o m e n t o ,
s o s p e n d e r e q u e s t o t i p o di t r a s f o r m a z i o n e ,
in attesa di u n a effettiva r a z i o n a l i z z a z i o n e
del p i a n o ferroviario relativo a Civitavecchia.
(4-17528)
a R o m a , Trieste, Venezia e a l t r e città
i c o n t r i b u e n t i p o s s o n o già c o n t a r e sulla
disposizione g r a t u i t a degli o r m a i famosi
modelli fiscali c o n le relative spiegazioni
sulla c o m p i l a z i o n e degli « Unico '98 », m e n t r e a Genova i vari m o d u l i b a s e di p o s s o n o
t r o v a r e s o l t a n t o nelle c a r t o l e r i e specializz a t e e in a l c u n e t a b a c c h e r i e che li m e t t o n o
in vendita al p u b b l i c o a u n p r e z z o c h e
oscilla t r a le 1.000 e le 4.500 lire - :
PECORARO SCANIO. - Al
Presidente
del Consiglio dei ministri. — P e r s a p e r e p r e m e s s o che:
se n o n ritenga o p p o r t u n o i n t e r v e n i r e
u r g e n t e m e n t e al fine di evitare al c o n t r i b u e n t e genovese r i t a r d i e disagi n o n dip e n d e n t i dalla p r o p r i a volontà nella p r e s e n t a z i o n e della d i c h i a r a z i o n e dei redditi;
i lavoratori cassintegrati della ex
Aziende agricole molisane, S a m , a p p a r t e n e n t e al g r u p p o « pollo A r e n a », d e n u n -
se n o n consideri a s s u r d o e ingiustific a t o dover p a g a r e p e r o t t e n e r e i m o d u l i di
« Unico '98 », c o s t r i n g e n d o in tal m o d o i
quali motivazioni e spiegazioni e s a u rienti si p r o d u c a n o a giustificazione di tali
evidenti i n c o n g r u e n z e ;
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
— ALLEGATO B
17264
AI RESOCONTI —
genovesi a v e r s a r e u n a vera e p r o p r i a tassa
sulla tassa.
(4-17530)
LUCCHESE. - Al Presidente del Consiglio dei ministri ed ai Ministri
dell'interno
e della funzione pubblica e gli affari regionali — Per s a p e r e :
se i n t e n d a n o a d o p e r a r s i p e r u n int e r v e n t o n o r m a t i v o volto a p e r m e t t e r e ai
cittadini, p r o p r i e t a r i di immobili, d a loro
stessi abitati, in z o n e turistiche di p a r t e cipare alla scelta del s i n d a c o e dei consiglieri c o m u n a l i , dal m o m e n t o che t r a t t a s i
di c o n t r i b u e n t i che p a g a n o r e g o l a r m e n t e
t u t t e le tasse c o m u n a l i (lei, ritiro rifiuti,
eccetera), e h a n n o q u i n d i diritto a essere
partecipi della vita e delle scelte nel com u n e dove a b i t a n o p e r p a r e c c h i mesi dell'anno.
(4-17531)
LUCCHESE. - Al Presidente del
glio dei ministri ed al Ministro del
del bilancio e della programmazione
nomica. — P e r s a p e r e :
Consitesoro,
eco-
se n o n r i t e n g a n o c h e o r m a i si sia
s u p e r a t o il limite della d e c e n z a nel finanziare c o n p u b b l i c o d e n a r o filmetti a d avviso d e l l ' i n t e r r o g a n t e stupidi e di vario
genere, che n o n t r o v a n o n e a n c h e spettatori;
se n o n i n t e n d a n o sollevare i t a r t a s s a t i
c o n t r i b u e n t i d a q u e s t o peso;
se n o n si voglia e l i m i n a r e la vergogna
delle sovvenzioni a pioggia, che costituisce
u n o dei t a n t i scandali ed oscenità di q u e s t o
n o s t r o paese;
se,
conseguentemente,
intendano
a d o t t a r e con u r g e n z a le o p p o r t u n e iniziative, a n c h e di tipo n o r m a t i v o , p e r c h é sia
sospesa e cancellata ogni f o r m a di finanz i a m e n t o alla cinematografia.
(4-17532)
CORDONI, EVANGELISTI e VELTRI. Ai Ministri del lavoro e della
previdenza
sociale e della sanità. — Per s a p e r e p r e m e s s o che:
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
m a r t e d ì 28 aprile 1998 si è verificato
l ' e n n e s i m o i n f o r t u n i o m o r t a l e in u n a cava
situata
nel
comprensorio
delle
Alpi
Apuane;
la n u o v a t r a g e d i a è costata la vita a
d u e giovani cavatori, che si aggiungono a d
u n a lista di vittime t r a le p i ù lunghe p e r
infortunistica dell'intera E u r o p a ;
la cava a v r e b b e t r a l'altro dovuto
essere chiusa, in q u a n t o d u e s e t t i m a n e
p r i m a dell'incidente la Asl n e aveva disposto la c h i u s u r a p e r la m a n c a n z a dei r e quisiti di sicurezza;
nel c o r s o del 1997 sulle cave a p u a n e
ci s o n o stati sette incidenti m o r t a l i ;
le Commissioni lavoro p u b b l i c o e p r i vato di C a m e r a e S e n a t o h a n n o c o m p l e t a t o
i lavori relativi alla i n d a g i n e conoscitiva
sulla p r e v e n z i o n e e sulla s i c u r e z z a nei
luoghi di lavoro, i cui atti, p u b b l i c a t i nelle
scorse s e t t i m a n e , forniscono analisi e p r o poste dettagliate sull'applicazione delle m i s u r e di sicurezza sui luoghi di lavoro — :
se sia o p e r a t i v o a livello n a z i o n a l e e
regionale e se sia previsto a livello t e r r i toriale il c o o r d i n a m e n t o t r a i m i n i s t e r i del
lavoro e della p r e v i d e n z a sociale, della
sanità, d e l l ' i n t e r n o con il c o o r d i n a m e n t o
della p r o t e z i o n e civile e dell'industria, del
c o m m e r c i o e dell'artigianato p e r la p r e venzione e la sicurezza;
a q u a l e a u t o r i t à od o r g a n i s m o spetti
la funzione di far c h i u d e r e gli i m p i a n t i a
seguito d e l l ' a c c e r t a m e n t o della m a n c a n z a
dei requisiti di sicurezza;
a q u a n t e ispezioni a b b i a p r o v v e d u t o
n e l l ' a n n o 1997 e nei mesi scorsi l'Ispettor a t o del lavoro di M a s s a C a r r a r a nel c o m p r e n s o r i o delle cave a p u a n e , in c o n s i d e r a zione dei n u m e r o s i i n f o r t u n i verificatisi;
se c o r r i s p o n d a al v e r o che l'Ispettor a t o di Massa C a r r a r a a b b i a 16 posti effettivi in o r g a n i c o sui 42 previsti;
se la n o r m a t i v a in vigore p r e v e d a
l'erogazione della cassa i n t e g r a z i o n e a seguito della m e s s a in s i c u r e z z a degli i m -
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17265
-
AI RESOCONTI —
pianti e, in caso c o n t r a r i o , cosa si i n t e n d a
fare p e r g a r a n t i r e interventi di sostegno al
reddito;
se risulti c h e nelle i m p r e s e delle cave
a p u a n e siano stati n o m i n a t i i responsabili
della sicurezza e si sia p r o v v e d u t o alla
obbligatoria f o r m a z i o n e dei lavoratori.
(4-17533)
GAMBATO e CAVALIERE. - Al Ministro della pubblica istruzione. — Per s a p e r e
- p r e m e s s o che:
d a t e m p o la scuola m e d i a statale
« Vittore C a r p a c c i o » di Ca' Savio è oggetto
di totale disinteresse d a p a r t e della presid e n z a dell'istituto e del p r o v v e d i t o r a t o agli
studi di Venezia;
tale disinteresse h a costretto, in m o l teplici occasioni, i genitori degli a l u n n i
f r e q u e n t a n t i la scuola a s c e n d e r e in p i a z z a
p e r p r o t e s t a r e r i s o l u t a m e n t e c o n t r o il m e t o d o gestionale a d o t t a t o dai dirigenti di
competenza;
il p r o v v e d i t o r e h a a s s e g n a t o alla
S.M.S. « Vittore C a r p a c c i o » u n n u m e r o di
classi p r i m e p a r i a t r e ;
si p a v e n t a la possibilità della m a n c a t a
attivazione della classe p r i m a nella sede di
Cavallino (Venezia);
i vincoli relativi al n u m e r o di a l u n n i
p e r classe p e n a l i z z a n o l ' u t e n z a nel t e r r i t o r i o di Cavallino, a r e a t r a s c u r a t a dal com u n e di Venezia;
s e c o n d o q u a n t o previsto dall'attuale
n o r m a t i v a , p e r l'attivazione di u n a classe è
sufficiente u n n u m e r o di a l u n n i p a r i a 15
iscritti;
il p r e s i d e della S.M.S. « Vittore Carpaccio », nel corso di u n a r i u n i o n e p u b blica t e n u t a s i il 2 aprile 1998, aveva ass u n t o p u b b l i c a m e n t e l'impegno f o r m a l e di
attivare la classe p r i m a se il n u m e r o degli
iscritti avesse raggiunto q u o t a 15;
u n c o m i t a t o di genitori ha, d u n q u e ,
sollecitamente p r o d o t t o u n a lista di 15
nominativi al provveditore di Venezia;
Camera
SEDUTA DEL 18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
d o p o p o c h e ore, e p r e c i s a m e n t e d o p o
aver ricevuto la lista di n o m i n a t i v i p r o d o t t a d a i genitori, il p r e s i d e dell'istituto si
è rimangiato quanto sostenuto pubblicam e n t e ed h a a u m e n t a t o la richiesta di
iscritti utili all'attivazione della classe
p r i m a a q u o t a 20, p r o v v e d e n d o , t r a l'altro,
a c o n t a t t a r e le famiglie i n t e r e s s a t e al fine
di convincerle a t r a s f e r i r e l'iscrizione dei
p r o p r i figli in altri plessi;
la progressiva d i m i n u z i o n e di iscritti
nella scuola m e d i a di Cavallino, registrata
negli ultimi a n n i , è s t a t a c a u s a t a p r i n c i p a l m e n t e dalla p e s s i m a gestione dell'istituto, c h e h a obbligato molti genitori a
« d i r o t t a r e » i p r o p r i figli a n c h e fuori dal
territorio comunale;
q u e s t o disinteresse p o t r e b b e a n c h e
d i s c e n d e r e d a l fatto c h e molti provveditori
e funzionari scolastici, o r i g i n a n d o d a r e gioni del sud, n o n c o m p r e n d o n o le reali
esigenze delle p o p o l a z i o n i del n o r d Italia - :
se n o n i n t e n d a p r o v v e d e r e :
a) alla c o m p l e t a revisione dell'organico di diritto, s t a b i l e n d o l'attivazione di
u n a q u a r t a classe p r i m a p r e s s o la S.M.S.
« Vittore Carpaccio » e, c o m u n q u e , g a r a n t e n d o la p r i m a m e d i a c o n 15 a l u n n i a
Cavallino;
b) previa ispezione alla r i m o z i o n e
i m m e d i a t a dall'incarico di p r e s i d e n z a del
d o t t o r A l b e r t o Solesin e al s u o trasferim e n t o in a l t r a sede;
c) affinché sia i n s e r i t o in t u t t e le
disposizioni relative alla c a r r i e r a e ai t r a sferimenti dei docenti, n o n c h é in m a t e r i a
di r a z i o n a l i z z a z i o n e scolastica, il r i c o n o s c i m e n t o della r e a l t à del c o m u n e di Venezia c e n t r o storico, litorale del Cavallino,
Pellestrina, Lido e M u r a n o , q u a l e a r e a
specifica che gode degli stessi vantaggi
delle « piccole isole »;
d) ad u n c a m b i a m e n t o dell'attuale
politica scolastica, c e s s a n d o di fare tagli
sull'istruzione specie nelle regioni del n o r d
e i n c e n t i v a n d o l ' a t t r i b u z i o n e di incarichi
dirigenziali a p e r s o n e originarie della z o n a
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
— ALLEGATO B
17266
AI RESOCONTI
in cui si esplica l'incarico, che meglio p o s s o n o c o m p r e n d e r n e le esigenze. (4-17534)
CARMELO CARRARA. - Al
Ministro
della pubblica istruzione e dell'università
e
della ricerca scientifica. — Per conoscere p r e m e s s o che:
la legge n. 341 del 19 n o v e m b r e 1990,
Riforma degli o r d i n a m e n t i didattici u n i versitari, all'articolo 16, c o m m a 1, così
recita: « Nella p r e s e n t e legge, nelle dizioni
"ricercatori" o "ricercatori c o n f e r m a t i "
s ' i n t e n d o n o c o m p r e s e a n c h e quelle di "assistenti di r u o l o ad e s a u r i m e n t o " e di "tecnici l a u r e a t i " in possesso dei requisiti p r e visti dall'articolo 50 del d e c r e t o del Presid e n t e della R e p u b b l i c a 11 luglio 1980,
n. 382, alla d a t a di e n t r a t a in vigore del
p r e d e t t o d e c r e t o »;
la legge n. 341 del 1990 s o p r a citata,
d i v e r s a m e n t e da q u a n t o e r r o n e a m e n t e aff e r m a t o dall'onorevole Ministro nella risposta
fornita
alla
interrogazione
n. 4-10759, n o n fa r i f e r i m e n t o a l c u n o a
t o r n a t e a giudizi d'idoneità a professore
associato; invero, l'intera legge si riferisce
alla r i f o r m a degli o r d i n a m e n t i didattici
universitari. In p a r t i c o l a r e , l'articolo 16
attribuisce ai tecnici laureati, ex articolo 50
del d e c r e t o del P r e s i d e n t e della R e p u b b l i c a
n. 382 del 1980, le m e d e s i m e prerogative
dei r i c e r c a t o r i c o n f e r m a t i e degli assistenti
del r u o l o a d e s a u r i m e n t o ;
la q u e s t i o n e p o s t a dall'interrogante,
con l'interrogazione n. 4-10759 è relativa,
invece, ad a r g o m e n t o diverso; infatti si
chiedeva p e r c h é l'Università di P a l e r m o
avesse rifiutato di c o n s i d e r a r e d e s t i n a t a r i
della citata legge n. 341 del 1990 i coordinatori, c h e alla d a t a di e n t r a t a in vigore
del d e c r e t o del P r e s i d e n t e della R e p u b b l i c a
n. 382 del 1980, e r a n o nel r u o l o dei tecnici
l a u r e a t i ed in possesso dei requisiti previsti
dall'articolo 50 dello stesso d e c r e t o del
P r e s i d e n t e della Repubblica;
l ' a v a n z a m e n t o di c a r r i e r a d e t e r m i n a t o d a l l ' i n q u a d r a m e n t o , a seguito della
legge n. 23 del 1986, dei tecnici l a u r e a t i ex
articolo 50 del d e c r e t o del P r e s i d e n t e della
Camera
— SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
R e p u b b l i c a n. 382 del 1980, alla qualifica
di c o o r d i n a t o r i , n o n inficia la posizione d a
essi rivestita nel 1980, t a n t o è vero che la
successiva legge n. 341 del 1990, li identifica c o m e già detto, in b a s e alla posizione
giuridica p o s s e d u t a nel 1980 e n o n successivamente, c o m e p u r e , il legislatore
a v r e b b e p o t u t o fare;
a n c o r a r e c e n t e m e n t e in d a t a I aprile
1998 la I C o m m i s s i o n e p e r m a n e n t e affari
costituzionali della C a m e r a dei d e p u t a t i , in
o r d i n e al disegno di legge a t t o C a m e r a
n. 4206, nel d a r e p a r e r e favorevole r a c c o m a n d a di s a l v a g u a r d a r e la posizione di
quei tecnici l a u r e a t i « o r i g i n a r i a m e n t e ass u n t i nel r u o l o dei tecnici l a u r e a t i e riconosciuti dal d e c r e t o del P r e s i d e n t e della
R e p u b b l i c a n. 382 del 1980 e successivam e n t e e q u i p a r a t i p e r l'attività didattica ai
r i c e r c a t o r i c o n f e r m a t i e agli assistenti ord i n a r i dalla legge n. 341 del 1990» - :
o
se risultino i motivi p e r i quali p r e s s o
l'Università di P a l e r m o , s e c o n d o l'interrog a n t e in dispregio delle leggi dello S t a t o e
degli o r i e n t a m e n t i espressi dal P a r l a m e n t o ,
si a d o t t i n o p r o v v e d i m e n t i illegittimi, n e g a n d o il diritto al c o n f e r i m e n t o degli affid a m e n t i , delle s u p p l e n z e , i n q u a d r a m e n t o
nei settori scientifico-disciplinari e q u a n t ' a l t r o previsto dalla legge n. 341 del 1990
al p e r s o n a l e u n i v e r s i t a r i o
proveniente
dalla c a r r i e r a dei tecnici l a u r e a t i , c o m e
individuati nel 1980 dal d e c r e t o del P r e sidente della R e p u b b l i c a n. 382 e quali
p r o v v e d i m e n t i i n t e n d a p r e n d e r e affinché
p r e s s o l'Università di P a l e r m o , nei r i g u a r d i
del p e r s o n a l e in oggetto, si a p p l i c h i n o le
stesse n o r m e a d o t t a t e nelle a l t r e università;
se risultino i motivi p e r cui, in m e r i t o
alla stipula di c o n t r a t t i d ' i n s e g n a m e n t o con
p e r s o n a l e tecnico, l'Università di P a l e r m o ,
in c o n t r a s t o con q u a n t o previsto all'articolo 25 del citato d e c r e t o del P r e s i d e n t e
della R e p u b b l i c a n. 382 del 1980 che p r e vede la stipula di c o n t r a t t i d ' i n s e g n a m e n t o
s o l t a n t o con p e r s o n a l e p r o v e n i e n t e dal
m o n d o « e x t r a u n i v e r s i t a r i o », a b b i a invece
stipulato con l'ingegner C o s i m o F r a n c e s c o
Q u a t t r o c c h i , c o o r d i n a t o r e tecnico p r e s s o il
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17267
AI RESOCONTI
d i p a r t i m e n t o di r a p p r e s e n t a z i o n e della
stessa Università, p i ù c o n t r a t t i a n n u a l i
consecutivi d ' i n s e g n a m e n t o p r e s s o il polo
didattico di Agrigento e q u a l i iniziative di
c o m p e t e n z a i n t e n d a a d o t t a r e a n c h e in r i ferimento a q u e s t a d e n u n c i a t a illegalità.
(4-17535)
MALA VENDA. — Ai Ministri del lavoro
e della previdenza sociale, dell'industria,
del
commercio e dell'artigianato,
del tesoro, del
bilancio e della programmazione
economica. — P e r s a p e r e - p r e m e s s o che:
l ' i n t e r r o g a n t e a t t e n d e d a oltre c i n q u e
mesi u n a risposta all'interrogazione n. 414059 del 25 n o v e m b r e 1997, p r e s e n t a t a ai
Ministri in indirizzo, r i g u a r d a n t e la cessione dei c e n t r i di Genova, T e r n i e Tar a n t o , m e d i a n t e t r a s f e r i m e n t o di r a m o
d'azienda, dall'Ifap Iri (Società di F o r m a zione del G r u p p o Iri m e s s a in l i q u i d a z i o n e
nel d i c e m b r e del 1994) all'Enfap (Ente di
F o r m a z i o n e della Uil);
a giudizio dell'interrogante, la cessione dei t r e centri Ifap Iri p r e s e n t a aspetti
del t u t t o a n o m a l i e, c o m e già d e t t o nell'interrogazione r i c h i a m a t a il trasferim e n t o effettuato a condizioni di assoluto
favore p e r il cessionario che al p r e z z o di
700 milioni di lire acquisiva risorse u m a n e ,
c o m m e s s e , beni mobili ed u n i m m o b i l e a
Genova di 7.700 m e t r i q u a d r a t i ; inoltre
riceveva dal c e d e n t e la s o m m a di 4 m i liardi e 277 milioni c o m e fondo o n e r i p e r
il p e r s o n a l e ;
l'episodio d e n u n c i a t o a p p a r e grave
p e r d u e o r d i n i di motivi: il p r i m o a t t i n e n t e
al m e t o d o seguito p e r la scelta del cession a r i o , il s e c o n d o al m e r i t o della t r a n s a zione ed in p a r t i c o l a r e al corrispettivo del
trasferimento;
q u a n t o al m e t o d o , la Uil q u a l e associazione s i n d a c a l e di categoria a livello
n a z i o n a l e h a stipulato con l'Ifap Iri tutti gli
accordi c h e h a n n o p o r t a t o q u e s t ' u l t i m a
alla liquidazione; a p p a r e davvero s t r a n o ,
p e r n o n d i r e scandaloso, che successiva-
—
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
m e n t e la stessa Uil acquisisca p r o p r i o dalla
società in l i q u i d a z i o n e u n a cospicua p a r t e
degli assetti p a t r i m o n i a l i ;
q u a n t o alle c o n d i z i o n i e c o n o m i c h e
del t r a s f e r i m e n t o , p i ù c h e u n a c o m p r a v e n dita l ' o p e r a z i o n e p o t r e b b e configurarsi,
p e r le rispettive p r e s t a z i o n i , c o m e u n a
d o n a z i o n e dell'Ifap Iri alla Uil, a t t u a t a
n e l l ' a m b i t o di o s c u r e relazioni industriali
t r a Iri (quale azionista di riferimento) e
Uil;
o c c o r r e che in r e l a z i o n e ai fatti d e n u n c i a t i sia fatta c h i a r e z z a e s i a n o definite
le r e s p o n s a b i l i t à p e n a l i e v e n t u a l m e n t e esistenti - :
c o m e i n t e n d a n o a d o p e r a r s i , s e n z a ult e r i o r i indugi, p e r fare c h i a r e z z a su u n
episodio c h e a d o m b r a u n i n q u i n a m e n t o
grave nei r a p p o r t i fra Ifap Iri ed E n f a p Uil
e suscita forti d u b b i sull'intera vicenda che
h a p o r t a t o alla m e s s a in l i q u i d a z i o n e dell'Ifap Iri.
(4-17536)
BOGHETTA. - Al Ministro della
— P e r s a p e r e - p r e m e s s o che:
sanità.
l'oftalmologia h a beneficiato nell'ult i m o d e c e n n i o di u n a p p o r t o tecnologico
c u l t u r a l e c h e l'ha p r o f o n d a m e n t e m u t a t a ,
i n t e r e s s a n d o a n c h e i livelli locali, q u a l i a d
esempio, la Clinica del S a n Orsola-Malpighi;
tale sviluppo r i c h i e d e la c r e a z i o n e di
é q u i p e s oculistiche m o n o t e m a t i c h e
in
g r a d o di e s p r i m e r s i con elevati c o n t e n u t i
assistenziali di r i c e r c a l e di d i d a t t i c a (norm a l m e n t e la disciplina si suddivide in d u e
a r e e di c o m p e t e n z e : a) s e g m e n t o a n t e r i o r e ;
b) s e g m e n t o p o s t e r i o r e ) ;
al c o n t r a r i o la Clinica oculistica dell'Ospedale S a n Orsola-Malpighi è divisa in
d u e divisioni con m a n s i o n i e funzioni sovrapponibili, con 24 letti totali gestiti d a t r e
apicali di t r e relative m i c r o - s t r u t t u r e , n o n o s t a n t e si o p e r i nel m e d e s i m o c o n t e n i t o r e
e c o n p e r s o n a l e p a r a m e d i c o ed i n f e r m i e ristico c o m u n e ;
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17268
AI RESOCONTI —
m a n t e n e r e 3 apicalità con 8 letti cias c u n a r a p p r e s e n t a u n evidente s p r e c o econ o m i c o e organizzativo che c o n t r a s t a c o n
le stesse direttive ufficiali tese a r i d u r r e le
apicità;
tale situazione è stata già p i ù volte
d e n u n c i a t a nelle sedi o s p e d a l i e r e s e n z a
risultato, al c o n t r a r i o il 1° n o v e m b r e 1996
è stato p r o l u n g a t o il r u o l o (fino a 72 anni)
del professor Schiavi che h a m a n t e n u t o la
sola didattica;
nel f r a t t e m p o è stata a t t r i b u i t a la
responsabilità assistenziale della divisione
oculistica al professor C a m p o s m a n c a n d o
l'occasione di r i d u r r e le apicalità, violando
la legge p e r e r r o n e a e falsa applicazione
dell'articolo 85 e dell'articolo 102 del d e c r e t o del P r e s i d e n t e della R e p u b b l i c a
n. 382 del 1980 e dell'articolo 3 della legge
n. 241 del 1990 e i n c o r r e n d o in eccesso di
p o t e r e p e r violazione delle p r o c e d u r e p e r
falsi ed e r r o n e i p r e s u p p o s t i ;
quali n o r m a t i v e il Ministro i n t e n d a
a d o t t a r e affinché in casi quali quello esposto e nell'intera sanità sia ristabilita la
n o r m a l e p r a s s i a m m i n i s t r a t i v a prevista
dalle leggi, c o n t r a s t a n o sprechi e u n a o r ganizzazione contraddittoria e irrazionale,
e n o n v e n g a n o posti in essere provvedim e n t i a c a r a t t e r e lobbistico e p e r s o n a l i stico che nulla h a n n o a che fare con la
b u o n a a m m i n i s t r a z i o n e e l'efficienza del
servizio.
(4-17537)
BOGHETTA e EDUARDO BRUNO. - Al
Ministro dei trasporti e della navigazione. —
Per s a p e r e - p r e m e s s o che:
le officine di S a n t a M a r i a La B r u n a
f a n n o p a r t e dell'Asa Rete Ferrovie dello
S t a t o e svolgono p r e v a l e n t e m e n t e lavori di
m a n u t e n z i o n e e r i s t r u t t u r a z i o n e del m a teriale r o t a b i l e o c c u p a n d o u n totale di 500
a d d e t t i t r a o p e r a i e impiegati;
nell'ultimo i n c o n t r o t r a o r g a n i z z a zioni sindacali e dirigenza delle Ferrovie
dello S t a t o avvenuto il 28 aprile 1998, le
p a r t i h a n n o c o n c o r d a t o u n a u l t e r i o r e dim i n u z i o n e dei carichi di lavoro che p a s -
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
s e r a n n o dalle 540.000 a 509.000 a n n u e .
Sulla b a s e di q u e s t o s c a r t o si p u ò p a r l a r e
di a l m e n o 25 posti di lavoro a rischio nei
p r o s s i m i mesi;
negli ultimi a n n i si è avuto u n forte
r a l l e n t a m e n t o della p r o d u z i o n e delle officine c a u s a t a dalla m a n c a n z a di m a t e r i a l e
p e r le lavorazioni o l'invio di m a t e r i a l e
i n a d a t t o alle lavorazioni p r o g r a m m a t e . Ciò
h a r e s o impossibile la p r o d u z i o n e o n e h a
c a u s a t o forti r i t a r d i m i n a n d o la c o m p e t i tività di q u e s t a s t r u t t u r a p r o d u t t i v a ;
n o n o s t a n t e lo s t a t o di crisi della p r o d u z i o n e la dirigenza delle officine assegna
ai lavoratori o r e di s t r a o r d i n a r i o (allungam e n t o t u r n i serali e g i o r n a t e lavorative il
sabato) s e c o n d o n o n c h i a r i a c c o r d i con le
o r g a n i z z a z i o n i sindacali;
s e m b r a che a l c u n e istituzioni a livello
locale con l'appoggio di forze politiche
della stessa m a g g i o r a n z a s t i a n o l a v o r a n d o
p e r r e a l i z z a r e la r i c o n v e r s i o n e delle officine di S a n t a M a r i a La B r u n a in u n polo
orafo p e r la l a v o r a z i o n e del corallo — :
quali iniziative i n t e n d a
prendere
p e r c h é si individuino le r e s p o n s a b i l i t à
dello s t a t o di crisi delle officine di S a n t a
M a r i a La B r u n a e si arrivi al rilancio della
produzione;
se, c o m e è lecito s o s p e t t a r e , risulti
essere in a t t o u n a o p e r a z i o n e tesa alla
dismissione delle officine di S a n t a M a r i a
La B r u n a a favore della r e a l i z z a z i o n e del
polo orafo, e e v e n t u a l m e n t e quali iniziative
i n t e n d a p r e n d e r e p e r bloccarla. (4-17538)
TURRONI. - Ai Ministri
dell'ambiente,
dei beni culturali
e ambientali
e dei trasporti e della navigazione.
— Per s a p e r e p r e m e s s o che:
p e r l u n e d ì 18 maggio 1998 risulta sia
convocata u n a c o n f e r e n z a dei servizi, ind e t t a dall'assessore alla p r o t e z i o n e civile
della regione Emilia R o m a g n a , allo scopo
di a p p r o v a r e u n p r o g e t t o p e r l ' i m m e d i a t o
taglio dello S c a n n o di G o r o in provincia di
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17269
-
AI RESOCONTI —
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
F e r r a r a a l l ' i n t e r n o del P a r c o del Delta del
Po, in z o n a vincolata dalla legge n. 431 in
u n sito Bioitaly;
g u e n t e r i d u z i o n e della m a s s a algale, che
n o n s o n o d i m o s t r a t i d a studi effettuati in
proposito;
lo stesso p i a n o paesistico dell'Emilia
R o m a g n a riconosce Pimmodificabilità della
z o n a di m a s s i m a tutela della costa;
i n o l t r e n o n s o n o verificate in alcun
m o d o le possibili c o n s e g u e n z e p e r lo stesso
a b i t a t o di G o r o in caso di eventi m e t e o climatici di p a r t i c o l a r e gravità a c a u s a di
u n i n t e r v e n t o sulla b a r r i e r a n a t u r a l e s a b biosa di p r o t e z i o n e della Sacca;
le motivazioni di tale i n t e r v e n t o d e r i v e r e b b e r o dalla eutrofizzazione p r o v o cata d a m a c r o a l g h e nei confronti delle
quali n o n sono state m e s s e in a t t o m i s u r e
di raccolta;
n o n risulta che l'intervento in q u e stione sia s u p p o r t a t o d a a l c u n a verifica
sugli effetti nei confronti di u n delicato
sistema a m b i e n t a l e q u a l e quello deltizio, il
cui eccezionale valore è riconosciuto sia
dalla pianificazione regionale sia dalle leggi
vigenti a tutela d e l l ' a m b i e n t e e dei b e n i
culturali e paesaggistici;
anzi, la C o m m i s s i o n e tecnico-scientifica, n o m i n a t a con o r d i n a n z a dell'assessore ai p r o g r a m m i d ' a r e a - q u a l i t à edilizia
c o m e vice c o m m i s s a r i o del 31 luglio 1997,
h a r e d a t t o il « P i a n o degli interventi di
e m e r g e n z a p e r la m e s s a in sicurezza della
Sacca di G o r o » (articolo 2 o r d i n a n z a Min i s t r o d e l l ' i n t e r n o delegato al c o o r d i n a m e n t o della p r o t e z i o n e civile n. 2628 del
1997);
tale d o c u m e n t o è stato a p p r o v a t o e
t r a s m e s s o al m i n i s t e r o d e l l ' a m b i e n t e c o n
o r d i n a n z a del vice c o m m i s s a r i o del 28
agosto 1997;
in tale d o c u m e n t o , il C o m i t a t o tecnico-scientifico p r o c e d e v a a d u n a a c c u r a t a
valutazione degli effetti a m b i e n t a l i di u n
u l t e r i o r e taglio nello S c a n n o n e in p r o s s i m i t à della località « F a r o » (Valle di Gorino), c o n c l u d e n d o che tale ipotesi progett u a l e p r e s e n t a v a possibili conseguenze sull'assetto geomorfologico ed i d r o d i n a m i c o
della Sacca di G o r o tali d a r e n d e r e i n o p p o r t u n a la sua realizzazione;
non risultano neppure particolari benefici alla circolazione delle a c q u e all'int e r n o della Sacca di G o r o n é la conse-
l'area, oltre al pregio a m b i e n t a l e e
paesaggistico, è di e s t r e m o interesse in
q u a n t o risulta l'unico t e r r i t o r i o di nidific a z i o n e della beccaccia di m a r e , specie
rara e protetta —:
se n o n r i t e n g a n o c h e l'intervento p r o p o s t o possa a l t e r a r e e m a n o m e t t e r e in
m o d o assai grave u n ecosistema fragile e di
s t r a o r d i n a r i o valore paesaggistico e a m bientale;
se n o n r i t e n g a n o di dover d a r e i m m e d i a t e disposizioni ai p r o p r i uffici p e r far
sì che nell'espressione del p a r e r e in sede di
c o n f e r e n z a dei servizi i n d e t t a dalla regione
Emilia R o m a g n a , t e n e n d o c o n t o dell'eccezionale valore dei luoghi interessati, si
espliciti u n f e r m o diniego, e v i t a n d o q u a l siasi f o r m u l a z i o n e i n t e r p r e t a b i l e c o m e via
libera a d u n p r o g e t t o distruttivo;
se n o n r i t e n g a n o in via p r e l i m i n a r e di
dover a c c e r t a r e la regolarità e la legittimità
del p r o c e d i m e n t o al q u a l e s o n o c h i a m a t i a
p a r t e c i p a r e con p r o p r i r a p p r e s e n t a n t i , atteso che n o n r i s u l t a d e c r e t a t a a l c u n a cal a m i t à n a t u r a l e n é che tale i n t e r v e n t o ric a d e fra quelli consentiti a t t r a v e r s o l'esercizio dei p o t e r i di p r o t e z i o n e civile così
c o m e essi s o n o definiti dalle leggi in m a teria;
se n o n r i t e n g a n o di dover s o t t o p o r r e
u n i n t e r v e n t o q u a l e quello p r o p o s t o alle
p i ù rigorose verifiche, r i c o r r e n d o a n c h e a
modelli e simulazioni, al fine di verificarne
gli effetti sull'ecosistema e sui beni a m bientali e paesaggistici tutelati n o n c h é sui
sistemi idraulico, costiero, sulla linea di
costa e sui f e n o m e n i di erosione;
se n o n r i t e n g a n o inoltre di dover verificare se l'area nella q u a l e deve avvenire
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17270
AI RESOCONTI —
l'intervento sia nella disponibilità e nel
possesso della Regione o n o n sia p i u t t o s t o
u n ' a r e a a p p a r t e n e n t e al d e m a n i o dello
Stato sulla q u a l e spetta esclusivamente a
q u e s t ' u l t i m o a u t o r i z z a r e eventuali i n t e r venti e/o t r a s f o r m a z i o n i ;
quali azioni i n t e n d a a s s u m e r e il Min i s t r o d e l l ' a m b i e n t e a difesa e tutela di u n
sito Bioitaly c o m p r e s o all'interno del P a r c o
del Delta del Po e s o p r a t t u t t o se n o n
ritenga di dover i m m e d i a t a m e n t e p r o c e d e r e all'istituzione del P a r c o N a z i o n a l e del
Delta del Po, in c o n s i d e r a z i o n e delle gravi
m i n a c c e c h e i n c o m b o n o su quel delicato
ecosistema p e r o p e r a della stessa Regione,
che d a u n lato riconosce l ' i m p o r t a n z a ed il
valore dei luoghi e dall'altra n e p r o g e t t a la
manomissione;
quali azioni i n t e n d a c o m p i e r e il Min i s t r o dei beni culturali e a m b i e n t a l i p e r
evitare che beni sottoposti alla tutela della
legge n. 431 del 1985, c o m p r e s i a l l ' i n t e r n o
del p e r i m e t r o del P a r c o e posti sul m a r e ,
n o n siano nei fatti a d e g u a t a m e n t e e sufficientemente tutelati d a s t r u m e n t i di pianificazione generale quali il p i a n o paesaggistico regionale che n o n riesce a proteggere le a r e e di maggior valore e q u i n d i se
ritenga, in ogni caso, di dover r i c o r r e r e ai
poteri di a n n u l l a m e n t o previsti dalle leggi
n. 431 del 1985 e n. 1497 del 1939;
infine, se siano i n f o r m a t i dei p r o p o siti espressi dalle associazioni a m b i e n t a l i ste di investire la stessa m a g i s t r a t u r a , nel
caso in cui si decidesse di avviare u n
i n t e r v e n t o c h e a p p a r e privo di qualsiasi
legittimità.
(4-17539)
MALA VENDA. — Al Ministro dei lavori
pubblici. — Per s a p e r e - p r e m e s s o che:
il
p e r la
regioni
cessato
C o m m i s s a r i o regionale di G o v e r n o
r i c o s t r u z i o n e del t e r r e m o t o nelle
C a m p a n i a e Basilicata h a o r m a i
le sue funzioni;
il G o v e r n o h a p r e d i s p o s t o con la legge
n. 341, ex articolo 21-bis c o m m a 3, dell'8
agosto 1995, il t r a s f e r i m e n t o di alloggi a
titolo g r a t u i t o ai legittimi assegnatari;
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
gli alloggi in q u e s t i o n e s o n o c a r e n t i di
m a n u t e n z i o n e s t r a o r d i n a r i a che gli asseg n a t a r i n o n p o t r a n n o m a i assegnare: all ' i n t e r n o di balconi e t e r r a z z e c'è p r e s e n z a
di a m i a n t o , la p e n e t r a z i o n e d e l l ' a c q u a piov a n a a l l ' i n t e r n o degli alloggi stessi provoca
u m i d i t à e muffa fra i solai a p a r e t e e tutti
i p a v i m e n t i r i s u l t a n o staccati a c a u s a dei
m a t e r i a l i scadenti e di u n a cattiva esecuzione dei lavori - :
se e c o m e si i n t e n d a i n t e r v e n i r e p e r
bonificare detti alloggi;
se n o n i n t e n d a r i a p r i r e i t e r m i n i della
legge 341 dell'8 agosto 1995 ex articolo
21-bis, c o m m a 3.
(4-17540)
SARACENI. - Al Presidente del Consiglio dei ministri e ai Ministri del tesoro, del
bilancio
e della programmazione
economica, del lavoro e della previdenza
sociale.
— P e r s a p e r e - p r e m e s s o che:
in t e r r i t o r i o di Castrovillari è insed i a t a la p i ù i m p o r t a n t e fabbrica tessile
della Calabria (Gtc), che o c c u p a a t t u a l m e n t e oltre 300 lavoratori;
il c o m p l e t a m e n t o del p r o g e t t o i n d u striale relativo alla p r e d e t t a fabbrica p o t r e b b e c o m p o r t a r e l ' a u m e n t o del livello
o c c u p a z i o n a l e a 526 u n i t à lavorative;
il c o m p l e t a m e n t o del p r o g e t t o è d'alt r a p a r t e i n d i s p e n s a b i l e ed u r g e n t e al fine
di c o n s e n t i r e a l l ' i m p i a n t o di r e c u p e r a r e
livelli p r o d u t t i v i validi e r e m u n e r a t i v i ;
in u n a r i u n i o n e svoltasi il 12 maggio
1998 p r e s s o il C o m i t a t o p e r il Coordinam e n t o delle iniziative p e r l'occupazione presenti, t r a gli altri, i r a p p r e s e n t a n t i del
Ministero del t e s o r o - si è c o n v e n u t o sulla
necessità di m a n t e n e r e e sviluppare l'iniziativa i n d u s t r i a l e relativa alla Gtc, di cui
si è riconosciuta la p e r s i s t e n t e validità economica;
o c c o r r e p e r t a n t o s c o n g i u r a r e il p e r i colo di cessazione dell'attività della Gtc p r e a n n u n c i a t a dalla p r o p r i e t à nel caso in
cui n o n siano a d o t t a t i a d e g u a t i provvedim e n t i e n t r o il 26 maggio 1998 - che c o m -
Atti
-
Parlamentari
XIII LEGISLATURA —
ALLEGATO B
Villi
AI RESOCONTI —
p o r t e r e b b e u n gravissimo d a n n o alla già
p r e c a r i a situazione o c c u p a z i o n a l e della
z o n a e si p o r r e b b e in palese c o n t r a s t o c o n
l ' a n n u n c i a t o i m p e g n o del G o v e r n o nel r i lancio economico del Mezzogiorno - :
quali iniziative i n t e n d a n o p r e n d e r e
p e r c h é già s a l v a g u a r d a t o e sviluppato il
p r o g e t t o i n d u s t r i a l e relativo al G r u p p o
Tessile di Castrovillari.
(4-17541)
DE BIASIO CALIMANI. - Al
dei trasporti e della navigazione.
s a p e r e - p r e m e s s o che:
-
Ministro
— Per
il c o m u n e di Battaglia T e r m e è att r a v e r s a t o dalla t r a t t a ferroviaria PadovaMonselice, i m p e g n a t a dal t r a n s i t o di 150
t r e n i giornalieri, c h e p r o s s i m a m e n t e a u m e n t e r a n n o fino a d a r r i v a r e al n u m e r o di
240 al giorno a seguito d e l l ' a d e g u a m e n t o
della linea p e r il passaggio dei convogli a
200 c h i l o m e t r i o r a r i ( a t t u a l m e n t e 160 chilometri o r a r i ) e del p o t e n z i a m e n t o del traffico merci;
notevole è il disagio p r o c u r a t o dai
t e m p i di c h i u s u r a dei passaggi a livello (6-7
m i n u t i / t r e n o p e r u n totale di 17,5 o r e al
giorno);
si i n t e n d e risolvere la p r o b l e m a t i c a
dell'eliminazione del passaggio a livello
m e d i a n t e la c o s t r u z i o n e di d u e o p e r e sottopassanti, di cui u n o leggero a d u s o citt a d i n o , l'altro d e s t i n a t o al traffico p e s a n t e ,
che i n s i e m e g a r a n t i r e b b e r o u n m i n o r e i m p a t t o a m b i e n t a l e in u n t e r r i t o r i o d a salv a g u a r d a r e p e r le i m p o r t a n t i c a r a t t e r i s t i che n a t u r a l i e paesaggistiche - :
q u a l e i m p e g n o finanziario i n t e n d a a s s u m e r s i l'ente Ferrovie, a c c a n t o a quello
della regione Veneto, della provincia di
Padova e del c o m u n e di Battaglia T e r m e , e
quali siano i t e m p i di r e a l i z z a z i o n e assic u r a t i p e r le o p e r e .
(4-17542)
SINISCALCHI. — Al Ministro del lavoro
e della previdenza sociale. — P e r s a p e r e p r e m e s s o che:
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
n e l l ' a n n o 1997 n u m e r o s i borsisti del
B a n c o Napoli F i n r e t e Sim c o n sede in
Napoli, alla Via S. Lucia 20 h a n n o inviato
i loro profili professionali a svariate società
ai fini d e l l ' a t t u a z i o n e di u n r a p p o r t o di
lavoro ex articolo 26 legge n. 97/196 (Norm e in m a t e r i a di p r o m o z i o n e dell'occupazione);
nel m e s e di g e n n a i o 1998, i p r e d e t t i
borsisti h a n n o s o s t e n u t o t r a i tanti, u n
colloquio alla BN F i n r e t e S p a che aveva
p r e s e n t a t o richiesta p e r i m p e g n a r e nell'attività della società 10 borsisti ( n u m e r o
m a s s i m o c o n s e n t i t o dalla r i c h i a m a t a legge);
d u r a n t e lo svolgimento delle m a n s i o n i
si viene a c o n o s c e n z a della esistenza di u n a
d e l i b e r a del B a n c o di Napoli avente a d
oggetto la m e s s a in s t a t o di liquidazione
della BN F i n r e t e ;
d e t t a l i q u i d a z i o n e e r a già s t a t a decisa
fin dal 12 d i c e m b r e 1997 con indicazione
di m e s s a in l i q u i d a z i o n e della BN F i n r e t e
con d e c o r r e n z a 15 a p r i l e 1998;
s o l a m e n t e in d a t a 16 aprile è s t a t o
c o m u n i c a t o ai s u d d e t t i borsisti che la loro
attività n o n poteva essere più p r e s t a t a
p r e s s o i locali della BN F i n r e t e , siti al 5°
e 6° p i a n o dell'edificio di Via S. Lucia 20,
m a c h e doveva essere sviluppata al p i a n o
t e r r a dello stesso edificio-deposito p e r
svolgere funzioni di « e t i c h e t t a m e n t o plichi »;
in d a t a 27 a p r i l e 1998 è i n t e r v e n u t o
l i c e n z i a m e n t o dei 10 borsisti, p u r titolari
di l a u r e e e diplomi, c o n la m o t i v a z i o n e c h e
« a c a u s a dell'esodo è v e n u t o a m a n c a r e
l'effetto i n c r e m e n t a l e delle b o r s e di lavor o »;
la p r e m e s s a della d o m a n d a dei b o r sisti s e c o n d o la legge n. 196 p r e v e d e r e quisiti di stabilità c h e e v i d e n t e m e n t e n o n si
e r a in g r a d o di p o t e r a s s i c u r a r e — :
q u a l i iniziative si i n t e n d a n o a d o t t a r e
affinché il B a n c o di Napoli provveda a d
u n a a d e g u a t a collocazione dei borsisti al
fine di c o n s e n t i r e l o r o il prosieguo dei
Atti
-
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
Villi
AI RESOCONTI —
corsi di lavoro in a p p l i c a z i o n e della legge
n. 196.
(4-17543)
MASSIDDA. - Al Presidente del Consiglio dei ministri ed al Ministro di grazia e
giustizia. — Per s a p e r e - p r e m e s s o che:
con d e c r e t o ministeriale 5 d i c e m b r e
1997, il Ministro di grazia e giustizia, di
c o n c e r t o c o n il Ministro del tesoro,
a v r e b b e dovuto d i s p o r r e l ' a d e g u a m e n t o d e gli o n o r a r i a vacazione, invariati dall'agosto del 1988, s p e t t a n t i ai periti, c o n s u l e n t i
tecnici, i n t e r p r e t i e t r a d u t t o r i ;
tale a d e g u a m e n t o relativo al p e r i o d o
agosto 1988-agosto 1994, è s t a t o quantificato nella m i s u r a del 37,4 p e r c e n t o sulla
base dell'indice Istat di variazione dei
p r e z z i al c o n s u m o p e r famiglie di o p e r a i ed
impiegati;
nel s u d d e t t o d e c r e t o n o n v e r r e b b e
c o n t e m p l a t o l ' a d e g u a m e n t o degli o n o r a r i a
c o m p e n s o fisso, liquidati ai Consulenti m e dicolegali nelle c a u s e di lavoro p e r invalidità Inps, Inail, ed invalidità civile;
tali c o m p e n s i s a r e b b e r o invariati dal
1991, a n c h e se a v r e b b e r o dovuto essere
adeguati, ogni t r e anni, sulla b a s e delle
variazioni Istat - :
se
quanto
esposto
-
corrisponda
al
vero;
se l'omissione sia d o v u t a a m e r a dimenticanza o errore materiale;
se si sia t r a t t a t o di omissione volont a r i a in previsione di u l t e r i o r e d e c r e t o m i nisteriale d a e m a n a r e specificatamente in
m a t e r i a di o n o r a r i a c o m p e n s o fisso;
in caso c o n t r a r i o , quali iniziative int e n d a n o p o r r e in essere p e r r i m e d i a r e all'evidente t r a t t a m e n t o sperequativo.
(4-17544)
GRAMAZIO. - Al Presidente del Consiglio dei ministri
e ai Ministri dei beni
culturali ed ambientali con incarico per lo
Camera
SEDUTA DEL
18
dei
MAGGIO
Deputati
1998
sport e lo spettacolo
e per la
funzione
pubblica e gli affari regionali. — P e r s a p e r e
- p r e m e s s o che:
m e n t r e è t u t t o r a irrisolta (ad avviso
d e l l ' i n t e r r o g a n t e colpevolmente) la conclusione delle r i s u l t a n z e della r e l a z i o n e ispettiva della funzione pubblica, dalle quali
s e c o n d o l ' i n t e r r o g a n t e si evince s e n z a o m b r a di d u b b i o c h e al t e a t r o dell'Opera
nell'assetto del p e r s o n a l e - c o m e già illus t r a t o in p r e c e d e n t i i n t e r r o g a z i o n i t u t t o r a
inevase - si s o n o di volta in volta violate le
n o r m e , c o m m e s s i abusi, c o m p i u t i reati di
falso in a t t o pubblico, omissioni in atti di
ufficio e si è c r e a t a u n a situazione di
c o n t i n u a t a e p e r s i s t e n t e illegalità, il consiglio di a m m i n i s t r a z i o n e nella s e d u t a del
giorno 11 maggio 1998 a v r e b b e d e l i b e r a t o
di r e c u p e r a r e p r e s s o il p e r s o n a l e le m a g giori s o m m e p e r c e p i t e a seguito delle p r o m o z i o n i i n d i s c r i m i n a t e votate dal Consiglio
di a m m i n i s t r a z i o n e dell'Ente negli a n n o
1991 e 1992;
quelle p r o m o z i o n i v e n n e r o a n n u l l a t e
a seguito di u n a ispezione e su indicazione
della funzione p u b b l i c a . I n seguito, a t t r a verso i lavori di u n a c o m m i s s i o n e tecnica,
i cui risultati oggi s o n o stati sconfessati d a
u n a n u o v a ispezione della funzione p u b blica - sollecitata d a u n esposto del sind a c a t o Libersind-Confsal e d a i n t e r r o g a zioni d e l l ' i n t e r r o g a n t e e del collega o n o r e vole G a s p a r r i - si provvide a r e i n q u a d r a r e
n o v a n t a p e r s o n e , c o n u n a delibera del p r e sidente dell'Ente in o r d i n e alla q u a l e è in
c o r s o u n a v e r t e n z a giudiziaria. In seguito,
d o p o la v o t a z i o n e della a p p l i c a z i o n e di u n
n u o v o o r d i n a m e n t o funzionale del p e r s o nale e dei servizi, n o n o s t a n t e la n o m i n a del
n u o v o i s p e t t o r e della funzione pubblica, il
vice p r e s i d e n t e si affrettò a c r e a r e il fatto
c o m p i u t o , f i r m a n d o e p r o t o c o l l a n d o le lett e r e di a s s e g n a z i o n e dei nuovi i n q u a d r a m e n t i p r i m a che l'ispettore, la cui n o m i n a
e r a s t a t a a n n u n c i a t a al segretario generale
N a n n i , potesse m e t t e r e piede in t e a t r o ;
le r i s u l t a n z e di quella
ispezione, oggi agli atti a n c h e
stratura inquirente, hanno
q u a n t o s o p r a e n u n c i a t o circa
defatigante
della magiconfermato
le illegitti-
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17273
-
AI RESOCONTI —
m i t à e le irregolarità gestionali che a n d r e b b e r o risolte alla r a d i c e p r i m a di a s sumere qualunque altro provvedimento.
P u r tuttavia, il consiglio di a m m i n i s t r a zione, si s a r e b b e p r o n u n c i a t o sul r e c u p e r o
di s o m m e che, c o m u n q u e , ad avviso degli
organi vigilanti, q u a l o r a a c c e r t a t o il d a n n o
all'erario, v a n n o r e c u p e r a t e p r e s s o gli a m m i n i s t r a t o r i c h e n e f u r o n o responsabili.
Infatti il d i p a r t i m e n t o spettacolo, interven e n d o sulle delibere dei r e i n q u a d r a m e n t i
di 301 d i p e n d e n t i poste in essere d a l l ' E n t e
nel 1991 e 1992, esplicitamente (vedi lett e r a 5 g e n n a i o 1996, Dir. IV, p r o t . 46T16)
avvertiva l'Ente: « si ribadisce p u r e c h e il
d a n n o e c o n o m i c o effettivamente c a u s a t o
all'ente dagli i n q u a d r a m e n t i poi n o n c o n fermati, postula la m e s s a in m o r a degli
a m m i n i s t r a t o r i che n e furono r e s p o n s a b i li », e il 23 g e n n a i o 1996, u n a n o t a dell'ente
precisava: « si a s s i c u r a che p e r l'eventuale
d a n n o e c o n o m i c o c a u s a t o all'ente dagli inq u a d r a m e n t i n o n confermati, n o n si m a n c h e r à di p r o c e d e r e alla m e s s a in m o r a
degli a m m i n i s t r a t o r i c h e a d o t t a r o n o quei
provvedimenti »; la stessa esigenza veniva
c o n f e r m a t a dal collegio dei revisori dei
conti nel verbale n. 487 del 7 agosto 1996,
(vedi pagine 15 e 17 della r e l a z i o n e dell'ispettore d o t t o r e s s a Accardo);
gli organi vigilanti s o n o incorsi in u n
m a c r o s c o p i c o e r r o r e nel c h i e d e r e il r e c u p e r o delle s o m m e d a cui è derivato il
d a n n o all'erario, p r i m a di c o n o s c e r e le
r i s u l t a n z e sulla situazione c h e va n o r m a lizzata in c o n s e g u e n z a della r e c e n t e ispezione della funzione p u b b l i c a . Il d a n n o
all'erario, infatti, deve e p u ò essere q u a n tificato solo q u a n d o si c o n o s c e r a n n o le
reali situazioni dei singoli lavoratori, i r e lativi diritti alle nuove collocazioni a far
d a t a dal 1° m a r z o 1991 e ai successivi
i n c r e m e n t i di c a r r i e r a ; a c c l a r a t o q u a n t o
sopra, si p o t r a n n o q u a n t i f i c a r e le s o m m e
da recuperare e addebitarle, come sopra
esposto agli a m m i n i s t r a t o r i c h e a d o t t a r o n o
quei provvedimenti. Ogni a l t r a p r o c e d u r a
va c o n s i d e r a t a i m p r a t i c a b i l e - :
se i n t e n d a n o , p e r q u a n t o di rispettiva
c o m p e t e n z a e nei p r o p r i p o t e r i di vigilanza
r i p o r t a r e a n o r m a e in che m o d o l'intera
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
m a t e r i a del c o n t e n d e r e al fine di evitare
o l t r e alla beffa a n c h e il d a n n o e c o n o m i c o
agli incolpevoli d i p e n d e n t i del t e a t r o dell'Opera di R o m a e i conseguenti onerosi
strascichi legali.
(4-17545)
SCI ACCA. — Al Ministro del lavoro e
della previdenza
sociale. — P e r s a p e r e —
p r e m e s s o che:
i l a v o r a t o r i della società italiana delle
C o n d o t t e d ' a c q u a h a n n o d e c r e t a t o lo stato
di agitazione a c a u s a della situazione di
p r e c a r i e t à in cui v e r s a n o gli a d d e t t i ai
c a n t i e r i di C o n d o m e t r o e A r m a m e n t o p e r
la c o s t r u z i o n e del p r o l u n g a m e n t o della « lin e a B » della m e t r o p o l i t a n a di R o m a ;
p e r t e n t a r e di s a n a r e tale c o n t e n z i o s o
t r a le p a r t i si è allestito u n tavolo di
t r a t t a t i v e i n sede di m i n i s t e r o del lavoro e
della p r e v i d e n z a sociale, m a il p r i m o inc o n t r o ufficiale fissato p e r il g i o r n o 15
maggio 1998 h a fatto r e g i s t r a r e la n o n
volontà d a p a r t e dell'azienda di r i c e r c a r e
c o n c r e t e soluzioni;
tale s i t u a z i o n e m e t t e in serio pericolo
l ' o c c u p a z i o n e di circa 120 lavoratori, c h e
r i s c h i a n o di v e d e r e recesso il p r o p r i o cont r a t t o a lavoro u l t i m a t o ,
nonostante
l'azienda sia in p r o c i n t o di a p r i r e altri d u e
c a n t i e r i p e r u n v a l o r e complessivo di circa
240 miliardi;
i n o l t r e tale agitazione rischia di r i m e t t e r e in discussione i t e m p i di consegna
del t r a t t o di p r o l u n g a m e n t o della linea B
(Ottaviano-Mattia Battistini), o p e r a di t r a s p o r t o m e t r o p o l i t a n o p r i o r i t a r i a p e r la
z o n a n o r d della città di R o m a — :
q u a l i iniziative i n t e n d a a s s u m e r e il
M i n i s t r o p e r c h é s i a n o g a r a n t i t i i livelli
o c c u p a z i o n a l i in u n s e t t o r e q u a l e quello
dell'edilizia che, in p a r t i c o l a r e nella città di
R o m a , h a r e g i s t r a t o negli scorsi a n n i gravi
perdite.
(4-17546)
CUCCÙ. — Ai Ministri degli affari esteri
e del lavoro e della previdenza sociale. —
P e r s a p e r e - p r e m e s s o che:
n u m e r o s i cittadini italiani c h e h a n n o
l a v o r a t o in Svizzera p e r periodi p i ù o
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17274
AI RESOCONTI —
m e n o lunghi n o n riescono a r e c u p e r a r e
sotto a l c u n a f o r m a u n a p a r t e della c o n t r i b u z i o n e previdenziale integrativa, versata negli a n n i di lavoro nella Confederazione, il c h e d e t e r m i n a u n grave ed ingiusto d a n n o p e r n u m e r o s i l a v o r a t o r i - :
c o m e si i n t e n d a o p e r a r e p e r t u t e l a r e
gli interessi legittimi di t a n t i n o s t r i c o n nazionali che, a causa della m a n c a n z a di
occasioni di lavoro nel n o s t r o paese, h a n n o
d o v u t o c e r c a r e u n a fonte di r e d d i t o all'estero, c o n evidenti sacrifici e c o m e in
p a r t i c o l a r e si i n t e n d a s u p e r a r e la resis t e n z a c h e o p p o n g o n o gli Istituti a s s i c u r a tivi svizzeri al p i e n o e celere r e c u p e r o della
p r e d e t t a c o n t r i b u z i o n e integrativa.
(4-17547)
MARINACCI, GRILLO, VOLONTÈ e
PANETTA. — Al Presidente del Consiglio dei
ministri e ai Ministri per le politiche
agricole, del tesoro, del bilancio e della programmazione
economica e per la
funzione
pubblica e gli affari regionali — P e r s a p e r e
- p r e m e s s o che:
il m i n i s t e r o p e r le politiche agricole,
c o n la p r o p r i a direzione generale p e r le
risorse agricole, a l i m e n t a r i e forestali, r i sulta essere in c o m p l e t o sfascio istituzionale e giuridico;
dalla d i r e z i o n e generale delle risorse
forestali, m o n t a n e ed i d r i c h e d i p e n d o n o il
C o r p o forestale dello S t a t o (corpo a r m a t o
militarizzato) e la gestione ex Asfd (Aziend a di S t a t o foreste demaniali) c o n bilancio
e p a r t i t a Iva a u t o n o m i , sino al 31 d i c e m b r e
1997;
la gestione ex Asfd n o n o s t a n t e il s u o
p i n g u e bilancio, usufruisce e h a usufruito
p e r gli a n n i passati, oltre ai fondi p e r t i n e n t i ai p r o p r i specifici capitoli di bilancio,
a n c h e dei fondi di altri capitoli della dir e z i o n e generale delle risorse forestali,
m o n t a n e e idriche, i cui capitoli e r a n o
gestiti, più specificatamente, dalle ex divisioni ministeriali I, VII, Vili e XII;
la gestione ex Asfd utilizzava ed u t i lizza più di 640 u n i t à di p e r s o n a l e militare
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
e n o n del C o r p o forestale dello Stato, dislocate nei suoi vari uffici a m m i n i s t r a z i o n e
s p a r s i in t u t t a Italia;
il C o r p o forestale dello S t a t o m a n tiene in s t r u t t u r e regionali p e r s o n a l e gestito d a f u n z i o n a r i delle Regioni;
la gestione ex Asfd, nei suoi diversi
uffici a m m i n i s t r a z i o n e , sparsi p e r t u t t o il
Paese, nelle a z i e n d e così dette pilota e c h e
n o n si sa b e n e cosa pilotino, p r o d u c e a
p r e z z i e s o r b i t a n t i e v e n d e a p r e z z i irrisori
capretti, formaggi, mozzarelle, pinoli, vino,
olio, s a l u m i , p i a n t e e frutta t r o p i c a l e ed
a l t r o a n c o r a , ed i n o l t r e gestisce macellerie,
allevamenti ovicaprini, allevamenti di fagiani, allevamenti di cavalli, bufali, buoi,
eccetera, o l t r e alla piscicoltura. P e r fare u n
esempio, p r e s s o l'ufficio a m m i n i s t r a z i o n e
gestione ex Asfd di Follonica, si p r o d u c e
vino che d u e a n n i fa e r a v e n d u t o a 1260
lire a bottiglia di 750 centilitri m e n t r e
l'effettivo costo al litro e r a di u n milione;
i f u n z i o n a r i a m m i n i s t r a t o r i dei vari
uffici a m m i n i s t r a z i o n e delle gestioni ex
Asfd g o d o n o di i m m e n s i privilegi c o m e :
a) a b i t a r e g r a t u i t a m e n t e in alloggi
d e m a n i a l i q u a s i s e m p r e lussuosi ed in alc u n i casi ville patrizie, r e g o l a r m e n t e a m mobiliati, e siti in palazzi storici catalogati
t r a i beni artistici e m o n u m e n t a l i n a z i o n a l i
come ad
e s e m p i o Cecina,
Follonica,
T r e n t o , e c h e c o m u n q u e gli altri alloggi
n o n sono d a m e n o , c o m e ad e s e m p i o M o n giana, Lucca, Pisa;
b) fruire di telefoni, elettricità, acq u a , a u t o v e t t u r e , p e r u s o p e r s o n a l e , familiare, con bollette e c a n o n i a carico degli
uffici a m m i n i s t r a z i o n e ;
c) utilizzare p e r s o n a l e
operaio
c o m e c a m e r i e r i p e r s o n a l i , cuochi, famigli,
ed a l t r e m a n s i o n i ;
d) avere la disponibilità dei p r o d o t t i
agricoli e di a l l e v a m e n t o provenienti dai
c e n t r i pilota;
e) utilizzare e fare utilizzare a n c h e
a favore di amici e p a r e n t i le foresterie e
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17275
-
AI RESOCONTI —
le s t r u t t u r e di p r o p r i e t à d e m a n i a l i , p e r
soggiorni estivi ed invernali o p e r fine
settimana;
la gestione ex Asfd sino al 1997 r i m borsava alla d i r e z i o n e g e n e r a l e delle r i sorse forestali, m o n t a n e e idriche, lire t r e cento milioni p e r stipendi, r e t r i b u z i o n i ed
altri assegni fissi del p e r s o n a l e civile e
militare del Corpo forestale dello S t a t o d a
q u e s t o utilizzato c o m e r i p o r t a t o sulla fin a n z i a r i a 1997 (pagina 202, c a p . 131 s t a t o
di previsione gestione dell'ex a z i e n d a di
Stato p e r le foreste d e m a n i a l i ) ;
la spesa degli stipendi e degli altri
e m o l u m e n t i delle oltre 640 u n i t à del p e r sonale del Corpo forestale utilizzate dalla
gestione ex Asfd a m m o n t a a n n u a l m e n t e a
circa 5 miliardi, e n o n si sa p e r c h é q u e s t a
r i m b o r s a alla Direzione delle r i s o r s e forestali, m o n t a n e e i d r i c h e solo 300 milioni
l'anno, perciò, c o n s i d e r a n d o i p e r i o d i p r e cedenti, e cioè da q u a n d o è s t a t o istituito
il capitolo 131 r i m b o r s o allo Stato, deve
centinaia di miliardi;
la gestione ex Afsd a p p a r e un'istituzione inattuale, la cui u n i c a finalità sec o n d o gli i n t e r r o g a n t i s e m b r e r e b b e quella
di d a r e privilegi a funzionari a m m i n i s t r a tori e a c o m m e r c i a n t i c h e h a n n o r a p p o r t i
economici con q u e s t e e si p o n g o n o in
c o n t r a s t o con i p r o g r a m m i di r i f o r m a legislativa in m a t e r i a di c o n f e r i m e n t o di
a t t r i b u z i o n e di c o m p e t e n z e alle Regioni;
nella legge finanziaria del 1998 s o n o s c o m p a r s i tutti i capitoli di bilancio a t t i n e n t i la
Gestione ex Asfd e p e r c o m p e n s a z i o n e al
loro p o s t o s o n o c o m p a r s i capitoli di bilancio r i g u a r d a n t i la Direzione G e n e r a l e delle
risorse forestali, m o n t a n e e idriche, e cioè
i capitoli 4005 (ex 103), 4006 (ex 104), 4007
(ex 105), 4151 (161), 4040 (ex 142), 4041 (ex
140), 4061 (ex 140), 4061 (ex 150), 4089 (ex
115), 4094 (ex 133), 4095 (ex 141, 143, 144,
147), 4400 (fondi residui), 4046 (ex 138 e
531), 4165 (ex 166 e 520), 4092 (ex 182),
4096 (ex 134, 137, 148, 149, 151), 4097 (ex
147), 8235 (ex 521), 8236 (ex 507 e 546),
8237 (ex 508 e 530), 8238 (ex 509, 525 e
132), il t u t t o p e r 26 miliardi di provvisorietà;
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
il decreto-legge 4 giugno 1997, n. 143
( C o n f e r i m e n t o alle regioni delle funzioni
a m m i n i s t r a t i v e in m a t e r i a di agricoltura e
pesca e riorganizzazione dell'Amministraz i o n e c e n t r a l e ) agli articoli 1 e 4 stabilisce
i b e n i e le risorse finanziarie ed u m a n e ,
s t r u m e n t a l i ed organizzative, d a t r a s f e r i r e
alle regioni, ivi c o m p r e s i i beni e le risorse
finanziarie,
u m a n e strumentali e organizzative del C o r p o forestale dello S t a t o n o n
n e c e s s a r i alle funzioni di c o m p e t e n z a statale m e n t r e all'articolo 3 recita: « Gli enti,
istituti, ed a z i e n d e sottoposti alla vigilanza
del m i n i s t e r o delle politiche agricole, s o n o
soppressi... »;
q u a s i tutti gli a m m i n i s t r a t o r i degli
uffici a m m i n i s t r a z i o n e gestione ex Asfd,
o l t r e a r i c o p r i r e l'incarico di c a p o ufficio al
q u a l e s o n o i s t i t u z i o n a l m e n t e preposti, cum u l a n o altri i n c a r i c h i ad interim
mentre
n u m e r o s i f u n z i o n a r i r i m a n g o n o in posiz i o n e s u b a l t e r n a e sotto utilizzata; p e r c i ò
si c o n f i g u r a n o situazioni in cui p o c h e p e r s o n e gestiscono i m m e n s i p o t e r i e c o n o m i c i
e gestionali n o n c h é politici;
la d i r e z i o n e g e n e r a l e delle risorse forestali, m o n t a n e e i d r i c h e h a al s u o i n t e r n o
delle ex divisioni, p o c o o n i e n t e funzionali,
esistenti solo sulla carta, s e n z a mezzi, r i s o r s e u m a n e , finanziarie e s t r u t t u r e il cui
u n i c o s c o p o è quello di servire c o m e « cim i t e r o degli elefanti » p e r quei dirigenti
r i t e n u t i i n o p p o r t u n i e n o n integratisi nell'inefficienza del sistema, c h e n o n si p r e s t a n o ai giochi di p o t e r e finalizzati u n i c a m e n t e al r a g g i u n g i m e n t o e alla conservazione dei privilegi p e r s o n a l i d e r i v a n t i dagli
incarichi;
a l c u n i p r i m i dirigenti del C o r p o for e s t a l e dello S t a t o n o n solo rivestono inc a r i c h i di p r i m a r i a i m p o r t a n z a p r e s s o la
d i r e z i o n e g e n e r a l e delle risorse forestali e
idriche, c h e r i c h i e d e r e b b e r o u n c o s t a n t e
i m p e g n o dirigenziale, m a r i c o p r o n o altri
i n c a r i c h i ad interim
quali, p e r esempio,
a m m i n i s t r a t o r i delle gestioni ex Asfd, capi
c o o r d i n a m e n t o regionali, capi c e n t r i Aib
c h e r e n d o n o q u i n d i inefficienti le s t r u t t u r e
cui s o n o p r i o r i t a r i a m e n t e destinati — :
se s i a n o a c o n o s c e n z a dell'esistenza
della gestione ex Asfd e della sua « allegra »
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17276
-
AI RESOCONTI —
c o n d u z i o n e , c o m e si c o n s t a t a dalla circos t a n z a che, n o n o s t a n t e il suo pingue bilancio, essa utilizza ed h a utilizzato fondi
attinenti a capitoli di bilancio n o n p r o p r i
a p p a r t e n e n t i a d altre ex divisioni della
direzione generale delle risorse forestali,
m o n t a n e e idriche, e se i n t e n d a n o d a r e
r e n d i c o n t o di tali s o m m e utilizzate dalla
gestione ex Asfd n o n di p r o p r i a p e r t i n e n z a ;
q u a l e sia l'attività dei vari uffici a m m i n i s t r a z i o n e della gestione ex Asfd c o m prensiva dei dati relativi alle coltivazioni,
agli allevamenti, alle gestioni (macellerie,
salumifici, i m p i a n t i ittici, caseifici, stabilim e n t i semi, p a r c h i , riserve, beni p e r c o n t o
E n e l Spa eccetera) e quali s o n o i costi di
p r o d u z i o n e e i p r e z z i di vendita dei p r o dotti;
quali siano le r i s u l t a n z e scientifiche
o t t e n u t e dalle così dette a z i e n d e pilota,
a l m e n o dal 1976 sino ad oggi, c o n d o t t e dai
vari uffici a m m i n i s t r a z i o n e gestione ex
Asfd p e r essere in g r a d o di v a l u t a r e cosa
h a n n o pilotato e p i l o t a n o a n c o r a oggi c o n
l'auspicio che n o n si siano limitati alla
conservazione della biodiversità del fagiano, dei maiali da c a r n e , delle c a p r e e
p e c o r e e della frutta e p i a n t e tropicali, o,
a n c o r a , delle a r a g o s t e dell'isola di M o n t e cristo pescate e ritirate, c o m e p a r r e b b e ,
c o n il battello di crociera t a r g a t o Cfs a
favore d e l l ' a m m i n i s t r a t o r e della gestione
ex Asfd di Follonica;
se siano a conoscenza d e l l ' e n o r m e
spesa p e r stipendi ed altri o n e r i delle o l t r e
640 u n i t à del p e r s o n a l e del Cfs utilizzato
nella gestione ex Asfd di cui s o n o r i m b o r sati allo S t a t o s o l a m e n t e 300 milioni
l'anno, e quali provvedimenti i n t e n d a n o
a s s u m e r e in m e r i t o al v e r s a m e n t o delle
centinaia di miliardi accumulatisi negli
a n n i che l'ex Asfd deve r i m b o r s a r e ;
se s i a n o a c o n o s c e n z a che i bilanci dei
vari Uffici a m m i n i s t r a z i o n e della gestione
ex Asfd, e q u i n d i della gestione ex Asfd,
a n n u a l m e n t e c h i u d o n o leggermente in attivo o alla p a r i , e che in detti bilanci n o n
figurano i circa 5 miliardi a n n u a l i di m a n c a t o r i m b o r s o degli stipendi del p e r s o n a l e
Camera
SEDUTA DEL 18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
del Cfs d a q u e s t a utilizzato, oltre i fondi
attinti d a capitoli di bilancio n o n p r o p r i ;
se s i a n o a c o n o s c e n z a degli e n o r m i
privilegi di cui g o d o n o i f u n z i o n a r i a m m i n i s t r a t o r i ex Asfd, ed alcuni altri uffici e
della diversità di t r a t t a m e n t o che si riscont r a c o n altri capi uffici di p a r i g r a d o ;
q u a l e sia l'elenco organico dei ruoli
dei p r o p r i funzionari e dirigenti, distinto
p e r regione e gli incarichi attribuiti a d
o g n u n o di loro;
se s i a n o a c o n o s c e n z a che alcuni funz i o n a r i del Cfs r i c o p r o n o incarichi i n c o m patibili t r a l o r o c o m e avviene, a d esempio,
a Reggio Calabria e Castrovillari dove i
funzionari
sono
amministratori
delle
Aziende foreste regionali e nel f r a t t e m p o
capi dei c o o r d i n a m e n t i t e r r i t o r i a l i p e r la
salvaguardia dei t e r r i t o r i dei P a r c h i n a z i o nali d e l l ' A s p r o m o n t e e del Pollino, rives t e n d o , q u i n d i , sia il r u o l o di controllori e
di controllati;
se s i a n o consapevoli della necessità di
r i m u o v e r e t u t t e le i n c o m p a t i b i l i t à e m e t t e r e o r d i n e nella r i p a r t i z i o n e degli i n c a r i chi, i m p r o n t a t i a t t u a l m e n t e s e c o n d o gli
i n t e r r o g a n t i a ragioni clientelari e n o n
a t t r i b u i t i in b a s e ai meriti, p r o c e d e n d o a
d i s t r i b u i r e e q u a m e n t e gli incarichi dirigenziali fra tutti i funzionari, e di p r o c e d e r e
alla r o t a z i o n e degli i n c a r i c h i al fine di
r i d a r e t r a s p a r e n z a a m m m i s t r a t i v a a tale
settore pubblico;
se s i a n o i n t e n z i o n a t i a trasferire alle
regioni, e in tal caso in q u a n t o t e m p o , gli
uffici a m m i n i s t r a z i o n e gestione ex Asfd
c o m e previsto dal decreto-legge n. 143 del
4 giugno 1997.
(4-17548)
VOLONTÈ. - Al Ministro
degli affari
esteri. — P e r s a p e r e - p r e m e s s o che:
nei mesi scorsi d u e scuole cattoliche
delle periferia di K h a r t o u m (Sudan) s o n o
state r a s e al suolo dai bulldozer
scortati
dalla polizia s u d a n e s e ;
nei giorni scorsi è s t a t o o c c u p a t o d a
t r u p p e in p i e n o assetto a n t i - s o m m o s s a il
Atti
Parlamentari
XIII LEGISLATURA —
ALLEGATO B
17277
-
AI RESOCONTI —
« Club cattolico », u n c e n t r o sociale di a s sistenza gestito dalla Chiesa, n o n o s t a n t e gli
appelli dell'arcivescovo Gabriel Z u b e r i
Waco, che aveva c o m p i u t o diversi passi p e r
evitare il sequestro;
secondo fonti dei p a d r i c o m b o n i a n i il
c e n t r o è d e s t i n a t o a d i v e n t a r e la n u o v a
sede del F r o n t e n a z i o n a l e islamico — :
quali urgenti iniziative d i p l o m a t i c h e
i n t e n d a a s s u m e r e p r e s s o le a u t o r i t à del
Governo s u d a n e s e al fine di r i a p r i r e la
missione confiscata ai p a d r i c o m b o n i a n i e
di evitare nel f u t u r o il ripetersi di analoghi
fenomeni di i n t o l l e r a n z a religiosa nel
paese africano.
(4-17549)
VOLONTÈ, MARINACCI e T E R E S I O
DELFINO. - Al Ministro degli affari esteri
— Per s a p e r e quali iniziative d i p l o m a t i c h e
nei consessi e u r o p e i ed i n t e r n a z i o n a l i int e n d a u r g e n t e m e n t e attivare p e r i m p e d i r e
il p e r p e t r a r s i dei m a s s a c r i o p e r a t i dal gov e r n o del S u d a n nei confronti delle m i n o r a n z e religiose in c o n s i d e r a z i o n e delle
gravi notizie che giungono d a q u e l Paese,
nel q u a l e s o n o i m p e g n a t e o l t r e t u t t o varie
associazioni di volontariato, e dove è in
a t t o u n a a u t e n t i c a pulizia etnica nei c o n fronti delle popolazioni di m o n t a g n a e del
p o p o l o N u b a in p a r t i c o l a r e ; il colpevole
silenzio delle a u t o r i t à di governo, c h e si
a c c o m p a g n a a quello dei maggiori o r g a n i
di i n f o r m a z i o n e , e q u i v a r r e b b e a d u n a r e sponsabilità m o r a l m e n t e grave e u n a forte
c o n t r a d d i z i o n e con le linee di politica
estera i m p r o n t a t a a favorire la m u l t i r a z zialità e i diritti u m a n i t a r i delle m i n o r a n z e
etniche.
(4-17550)
CORSINI e ZANI. - Al Ministro
delVinterno. — P e r s a p e r e - p r e m e s s o che:
a d i s t a n z a di 20 a n n i dal s e q u e s t r o
dell'onorevole Aldo M o r o e dall'uccisione
degli u o m i n i della s u a scorta, le m o d a l i t à
e le responsabilità di quel gravissimo a t t o
eversivo s o n o b e n lungi dall'essere c o m p i u t a m e n t e a c c e r t a t e . R e c e n t e m e n t e u n lib r o dell'ex s e n a t o r e Sergio Flamigni, già
Camera
SEDUTA DEL
18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
m e m b r o delle C o m m i s s i o n i p a r l a m e n t a r i
d'inchiesta sul caso M o r o e sulla Loggia P2,
ha riproposto, con accuratezza e abbond a n z a di dati, a l c u n i aspetti n o n chiari,
i n t r o d u c e n d o nuovi elementi di d u b b i o ed
interrogativi i n q u i e t a n t i che r i g u a r d a n o
delicati e i m p o r t a n t i o r g a n i s m i dello Stato;
è p e r t a n t o d o v e r o s o che il G o v e r n o fornisca r i s p o s t a alle seguenti questioni evidenziate nel citato l i b r o - :
se r i s p o n d a a verità che nelle società
di c o p e r t u r a del Sisde sottoposte nel 1994
a s e q u e s t r o p e n a l e p e r lo s c a n d a l o dei
« fondi n e r i » del Servizio c o m p a i o n o n o m i
di soci e/o di a m m i n i s t r a t o r i c h e nel 1978
e r a n o p r e s e n t i nelle società i m m o b i l i a r i
p r o p r i e t a r i e di circa 20 a p p a r t a m e n t i di
via G r a d o l i 96;
se r i s p o n d a a verità che il c o m m e r cialista Aldo Bottai, a m m i n i s t r a t o r e della
società M o n t e Valle Verde, i n t e s t a t a r i a di
b e n 8 a p p a r t a m e n t i di via Gradoli 96, il 21
a p r i l e 1978 (cioè 3 giorni d o p o la « scop e r t a » del covo B r di via G r a d o l i 96) si
dimise dalla carica, e c h e nell'aprile 1981
la f i n a n z i a r i a Nagrafin Spa, della q u a l e il
Bottai e r a socio f o n d a t o r e , p a r t e c i p ò alla
costituzione della C o p t u r e I m m o b i l i a r e ,
u n a società di c o p e r t u r a del Sisde che nel
g e n n a i o 1994 è s t a t a p o s t a sotto s e q u e s t r o
giudiziario d u r a n t e l'inchiesta sui fondi
n e r i del servizio segreto civile;
se r i s p o n d a a verità che p r o p r i e t a r i a
di u n a l t r o a p p a r t a m e n t o di via Gradoli 96
e r a la società i m m o b i l i a r e G r a d o l i della
q u a l e dal 30 aprile 1977 e r a s i n d a c o revis o r e G i a n f r a n c o B o n o r i , il q u a l e B o n o r i e r a
poi d i v e n u t o u n o s t r e t t o c o l l a b o r a t o r e di
M a u r i z i o Broccoletti (funzionario Sisde), e
q u i n d i s e g r e t a r i o della Gattel, società p r e p o s t a alla gestione del p a r c o m a c c h i n e e del
s e t t o r e t e l e c o m u n i c a z i o n i del Sisde;
se r i s p o n d a a verità che allo stesso
G i a n f r a n c o B o n o r i sia poi s t a t a affidata
a n c h e l ' a m m i n i s t r a z i o n e di beni mobili e
i m m o b i l i del Viminale;
se r i s p o n d a a verità c h e il ragioniere
c o m m e r c i a l i s t a Giovanni Colmo, nel 1978
p r e s i d e n t e del collegio sindacale della I m m o b i l i a r e Savellia Spa ( p r o p r i e t a r i a di Pal a z z o Orsini, edificio situato nei pressi di
Atti
-
Parlamentari
XIII LEGISLATURA
—
ALLEGATO B
17278
AI RESOCONTI —
via Caetani) sia diventato poi segretario (e
suo figlio A n d r e a a m m i n i s t r a t o r e unico)
della I m m o b i l i a r e P a l e s t r i n a III, a l t r a società di c o p e r t u r a del Sisde che nel 1994
r i s u l t e r à coinvolta nello s c a n d a l o dei fondi
n e r i del Servizio;
se r i s p o n d a a verità che nel 1979
l'allora funzionario del Sisde Vincenzo Parisi sia divenuto i n t e s t a t a r i o di alcuni a p p a r t a m e n t i nel p a l a z z o di via Gradoli 96 e
che a b b i a affidato l ' a m m i n i s t r a z i o n e degli
i m m o b i l i di sua p r o p r i e t à al signor D o m e nico Catracchia, a m m i n i s t r a t o r e dell'intero
stabile, il q u a l e riscuoteva p e r s o n a l m e n t e
gli affitti d a tutti gli inquilini p e r c o n t o di
società i m m o b i l i a r i riconducibili ai Servizi;
se r i s p o n d a a verità c h e dagli archivi
del Catasto U r b a n o di R o m a sia s c o m p a r s a
la d o c u m e n t a z i o n e relativa a l l ' a p p a r t a m e n t o di via Gradoli 96, scala A, i n t e r n o
11, cioè l ' a p p a r t a m e n t o che funse d a base
operativa p e r p r e p a r a r e e a t t u a r e il s e q u e s t r o Moro;
se r i s p o n d a infine a verità
l'archivio del c o m m i s s a r i a t o
Nuovo della Polizia di S t a t o
s c o m p a r s i i d o c u m e n t i relativi
p e r t a , il 18 aprile 1978, del covo
Gradoli 96.
Camera
-
che dalFlaminio
risultino
alla scoB r di via
(4-17551)
Apposizione di una firma
ad una interrogazione.
L'interrogazione M a n t o v a n o n. 5-00502,
p u b b l i c a t a nell'Allegato B ai resoconti della
SEDUTA DEL 18
MAGGIO
dei
Deputati
1998
s e d u t a dell'11 s e t t e m b r e 1996, è s t a t a successivamente sottoscritta a n c h e dal d e p u t a t o Fei.
Trasformazione di documenti
del sindacato ispettivo.
I seguenti d o c u m e n t i sono stati così
t r a s f o r m a t i su richiesta dei p r e s e n t a t o r i :
i n t e r p e l l a n z a Mitolo e G a s p a r r i n. 200452 del 13 m a r z o 1997 in i n t e r r o g a z i o n e
a risposta scritta n. 4-17524;
i n t e r p e l l a n z a Volontè ed altri n. 200753 del 28 o t t o b r e 1997 in i n t e r r o g a zione a r i s p o s t a scritta n. 4-17550;
i n t e r r o g a z i o n e a risposta o r a l e Volontè n. 3-01950 dell'11 febbraio 1998
in
interrogazione
a
risposta
scritta
n. 4-17549;
i n t e r r o g a z i o n e a risposta in C o m m i s sione M a n t o v a n o n. 5-00502 dell'11 sett e m b r e 1996 in i n t e r r o g a z i o n e a risposta
o r a l e M a n t o v a n o n. 3-02376;
i n t e r r o g a z i o n e a risposta in C o m m i s sione R o m a n o Carratelli n. 5-02985 del 2
o t t o b r e 1997 in i n t e r r o g a z i o n e a risposta
o r a l e n. 3-02381;
i n t e r r o g a z i o n e a r i s p o s t a in C o m m i s sione Galletti n. 5-03143 del 30 o t t o b r e
1997 in i n t e r r o g a z i o n e a risposta o r a l e
Galletti n. 3-02379.

Similar documents