Programma - Associazione Artistico Musicale Nino Rota

Comments

Transcription

Programma - Associazione Artistico Musicale Nino Rota
Ministero Per i Beni
e Le Attività Culturali
Provincia di Brindisi
Assessorato alla cultura
Comune di Brindisi
Assessorato alla cultura
Regione Puglia
Assessorato alla cultura
ASSOCIAZIONE ARTISTICO MUSICALE
Nino Rota
C
BRINDISI
LASSICA
STAGIONE CONCERTISTICA 2014/2015 | XXX EDIZIONE
BRINDISI, NOVEMBRE 2014 - MAGGIO 2015
Riconoscimento del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per l’attività svolta dalla
Associazione Musicale “Nino Rota” in occasione del XXV anniversario della fondazione
PRESENTAZIONE
Questa edizione di “BrindisiClassica” segna l’importante traguardo di trent’anni d’impegno della
“Nino Rota” nell’attività di diffusione della cultura musicale sul territorio, ove si distingue per identità, prestigio e prossimità al contesto socio-culturale. L’Associazione è grata ai soci, ai collaboratori,
agli sponsor, alla stampa e agli Enti per il loro sostegno, che ha reso possibili tali buoni risultati. I
sedici concerti in programma sono il frutto di una non facile opera di sintesi, che concilia al meglio
il mantenimento degli standard qualitativi raggiunti con la sensibile riduzione delle risorse e con
l’aumento dei costi organizzativi. Determinante per tale conciliazione è la straordinaria sensibilità e
disponibilità degli artisti a contenere i loro cachet in omaggio all’arte e di ciò si dà apertamente atto.
Il cartellone conferma i contenuti della manifestazione, incentrata sulla musica “classica” ma aperta
ad ogni genere musicale e a contaminazioni culturali fra le diverse espressioni dell’arte.
L’evento inaugurale è “Carmen” del Balletto del Sud, con le coreografie di Fredy Franzutti: una delle
produzioni di punta della Compagnia per l’impianto scenografico, le calde atmosfere e l’interpretazione dei protagonisti. Il repertorio più propriamente “classico” è presente nel recital pianistico del
quindicenne Leonel Morales Herrero, in quello del grande Antonio Soria (entrambi spagnoli), nei
concerti del duo pianistico a 4 mani Marchegiani/Schiavo, del duo Cardinale/Magnasco (vl/pf ) e del
“Sonor Piano Trio” (vl/vlc/pf ).
L’Orchestra Filarmonica Nino Rota affronta un repertorio “Dal Barocco al Contemporaneo” con
l’impegno di direttori di due generazioni: il grande Ermir Krantja e l’emergente Andrea Crastolla
con la collaborazione di solisti quali Vincenzo Cipriani (pf ), Alessandro Buccini (vl), Francesca
Salvemini (fl) e Giovanna Tricarico (cemb). Anche il Trio composto dai due giovanissimi Emilia
e Riccardo Zamuner e dalla pianista Maria Sbeglia propone un repertorio esteso “Dal Classico al
Musical”. Per il jazz c’è il “Maurizio Di Fulvio Quartet” con la vocalist Alessia Martegiani mentre per
il canto sono attese due “stelle”, quali i soprani Eugenia Boix, accompagnata al pianoforte da Anna
Ferrer, e Ivanna Speranza, in trio con Andrea Candeli (chit) e Matteo Ferrari (pf ).
Per la “musica antica” è in programma una “Festa rinascimentale a Corte”, con il gruppo strumentale
“Ensemble Concentus” e quello di danze storiche “Tempus Saltandi”. Per la musica sacra e della
tradizione non mancano il Concerto di Natale con il Coro Polifonico AVIS diretto da Domenico
Profico e quello per la Santa Pasqua con l’Ensemble di fiati “T. Schipa”, diretto da Giovanni Pellegrini, che eseguirà “Le 14 Stazioni della via Crucis” di Padre Serafino Marinosci. La festa della
donna vedrà protagonista il singolare duo Albertini/Bruni (armonica a bocca/pf ). Chiude la rassegna
“Il fascino dell’armonica a cristalli” del duo Grisi/Salvetti. L’Associazione rinnova la collaborazione
con Telethon e con il Rotary Club Brindisi “Valesio” e si pregia di ospitare il grande Maestro Mons.
Marco Frisina al Concerto di Natale, la soprano e accademica libanese Hiba Al Kawas per l’omaggio
a Maria Callas e la scrittrice Anna Laura Giannelli per la festa della donna.
4
Autumn concerts
Sabato 8 novembre 2014, ore 21.00 | Nuovo Teatro Verdi
NOV
08
Evento Inaugurale in esclusiva regionale
CARMEN
Balletto in due atti - Coreografie di Fredy Franzutti
op.28/FF -08 - da un racconto di Prosper Mérimée
musiche di Bizet, Albeniz, Chabrier, Massenet scene di Francesco Palma
BALLETTO DEL SUD
6
“CARMEN” - Balletto in due atti di Fredy Franzutti è una delle produzioni più di successo della sua
compagnia “Balletto del Sud”, oggi una delle più apprezzate nel panorama nazionale. In una versione della
celeberrima eroina di Prosper Mérimée si esalta il carattere della bellezza medusea, che seduce il pubblico
di sempre anche grazie alla popolarissima musica di Georges Bizet, al quale testo dedicò un’opera lirica.
Carmen è ambientata (nel testo e nella versione musicale) in una Spagna letta da un punto di vista non autoctono, ovvero da autori che ne colorano la componente esotica aumentando il fascino delle caratteristiche
tipiche della tradizione popolare di una terra che fu crocevia di popoli e culture. Alle musiche di Bizet si
affiancano opere di altri autori (Albéniz, Chabrier e Massenet) che guardano nella stessa maniera il paese
e il popolo spagnolo dalla raffinatissima Parigi. Il modo in cui i personaggi vivono elementi come il fato,
il destino avverso, la superstizione, la passione, il tradimento, la gelosia fino all’omicidio d’onore è tutt’ora
invariato in produzioni teatrali o cinematografiche contemporanee a cui la coreografia fa riferimento. La
Carmen di Fredy Franzutti ha avuto circa 80 repliche nei più prestigiosi teatri e festival italiani e nel 2010
all’opera di Tirana alla presenza di Sali Berisha e di numerose autorità albanesi.
FREDY FRANZUTTI - Nasce a Lecce
e dopo essersi formato in Italia, Scozia, Spagna e
Francia, inizia il suo percorso coreografico fondando nel 1995 la Compagnia del Balletto del Sud. É
considerato da subito il ragazzo prodigio delle coreografie continuando negli anni ad essere sempre
ben apprezzato da pubblico e critica. Con i suoi lavori partecipa a manifestazioni in Russia, a Roma,
Bilbao, Montecarlo e Sofia. Si distingue inoltre per
aver creato coreografie per diverse partecipazioni in
televisione, che sono state trasmesse in Eurovisione.
Sempre invitato a Festival nazionali ed internazionali tra i quali : Teatro Lirico di Cagliari, Terme di Caracalla di Roma, Teatro Bellini di Catania, ROF di Pesaro, Festival della Versiliana, Paestum, Vignale Danza e
tanti altri. Franzutti prende parte anche a diverse stagioni di opera lirica firmando altre produzioni di grande
valore e successo di critica. Ha collaborato con artisti come Carla Fracci, Lindsay Kemp, Alessandro Molin,
Giorgio Albertazzi, Katia Ricciarelli, Vittoria Cappelli, Paola Pitagora, Arnoldo Foà, Ugo Pagliai e Michele
Mirabella. Inoltre è nota anche la sua collaborazione con grandi musicisti e compositori come Lorin Maazel, Richard Bonynge, Francesco Libetta, Karl Martin. Franzutti ha diretto anche il film-corto dal titolo
“Se questo è un uomo” con Michele Placido e Emilio Solfrizzi. La critica di balletto e non solo continua ad
interessarsi al suo lavoro, sottolineandone il suo significato e la sua originalità.
7
Giovedì 13 novembre 2014, ore 20.30 | Auditorium ex Convento Santa Chiara
NOV
13
DAL BAROCCO AL CONTEMPORANEO
ORCHESTRA FILARMONICA NINO ROTA
Direttori: Ermir Krantja e Andrea Crastolla
Solisti: Vincenzo Cipriani pianoforte | Alessandro Buccini violino
Francesca Salvemini flauto | GIOVANNA TRIcarico clavicembalo
Programma
ASTOR PIAZZOLLA (Mar del Plata 1921– Buenos Aires 1992)
Ave Maria per flauto, pianoforte e archi
ANTONIO VIVALDI (Venezia 1678 - Vienna 1741)
Concerto in Fa minore op. 8
“Inverno” per violino, archi e basso continuo
ASTOR PIAZZOLLA “Invierno Porteño” n. 4 in Fa diesis minore
per violino e archi
ANTONIO VIVALDI Concerto in Fa maggiore op.10
“La tempesta di mare” per flauto, archi
e basso continuo
VINCENZO CIPRIANI
(Bad Cannstatt 1969)
My father’s eyes - Doctor Elio
Time goes by - Eclectic inside - Insanity
L’ORCHESTRA FILARMONICA NINO ROTA
Nasce nel 2011 per iniziativa del M° A. Crastolla e, in omaggio al grande Maestro Nino Rota, nel centenario della nascita, ne prende il nome.
Composta da esperti professori d’orchestra e da giovani talenti, si dedica con successo all’approfondimento e alla divulgazione del repertorio
cameristico realizzando in breve tempo una cospicua e brillante attività
concertistica.
8
ERMIR KRANTJA – Nato a Tirana nel 1947, vi si è formato sotto l’influen-
za della cultura ceca e slovacca. Diplomato in Violino, Armonia, Direzione d’orchestra, Orchestrazione, Musicologia e direzione corale, è stato direttore delle orchestre
della Radio Televisione Albanese, dell’Orchestra Sinfonica di “Scutari” e del Teatro
dell’Opera di Tirana. Ha insegnato dell’Accademia delle Arti di Tirana e, per i suoi
meriti artistici, nel 1974 ha ricevuto il Primo premio al “Festival della Musica Albanese” e nel 1985 il titolo onorifico di Artista Emerito della Repubblica Albanese. Di
recente ha ricevuto il premio alla carriera “Ordine d’Oro Naim Frashëri” e la “Stella
d’oro” come Accademico Imperiali Onorario. Nella sua lunga carriera ha diretto prestigiose orchestre in ogni
parte d’Europa e USA, ove ha collaborato con la San Francisco Opera, il Metropolitan di New York e la
Chicago Symphony Orchestra.
ANDREA CRASTOLLA - Diplomato con il massimo dei voti in Composi-
zione Corale, Direzione di Coro, Canto e Direzione d’orchestra, si è perfezionato con
eminenti musicisti in Musica rinascimentale, Composizione, Direzione di coro, Musica
barocca e sacra all’Accademia Europea di Fano, ai Corsi Internazionali “M.Ventre” e
all’Accademia Musicale Pescarese. Vincitore di concorsi musicali nazionali e internazionali, si esibisce da Direttore d’Orchestra e di coro in Italia e all’estero. Numerose le
collaborazioni con Cericola, Lioy, Kalaja, Agiman, Bressane e le esecuzioni in prima
assoluta di produzioni sinfoniche e cameristiche. Ha diretto il coro dell’Accademia del Teatro di Cagli ed è
stato docente per direttori di coro dell’International Study Tour presso la International Singing week Alpe
Adria Cantat.
VINCENZO CIPRIANI - Diplomato in Organo, Composizione organistica, Pianoforte e Musica Jazz, è compositore dallo stile originale e suggestivo. Ha pubblicato il cd “Weke
– music for piano & strings”, che racchiude sue composizioni per pianoforte e orchestra. Accompagnato da prestigiose orchestre ed ensemble, esegue le sue composizioni con straordinario
successo in Italia, Brasile, Turchia, Egitto, USA, Messico, Canada.
ALESSANDRO BUCCINI - Ha tenuto concerti in tutta Europa e nelle Americhe.
E’ stato primo violino di spalla dell’Orchestra del Laboratorio Musicale Europeo di Acqui
Terme e ha collaborato con le più importanti orchestre sinfoniche italiane, quali l’Orchestra
della Rai, Orchestra Giovanile Italiana, Filarmonica Italiana e altre. Si dedica da diversi anni
allo studio della viola d’amore ed effettua registrazioni per Mediaset e Rai.
FRANCESCA SALVEMINI - Diplomata al Conservatorio “G. Verdi” di Milano,
ha conseguito il Prix de Virtuosité al Conservatorio Superiore di Ginevra. Si esibisce in ogni
parte del mondo da solista, con prestigiose orchestre e con ensemble. Con la madre Silvana
Libardo ha effettuato incisioni e si è esibita in ogni parte del mondo. E’ stata premiata dal Club
Rotary Valesio di Brindisi per i meriti artistici e come testimonial del territorio nel mondo.
GIOVANNA TRICARICO - Clavicembalista, organista e pianista, ha studiato in
Italia e in Germania con, tra gli altri, E.Fadini, K.Haugsand, K.Schnorr, P.Bordoni. Vincitrice
di concorsi e borse di studio, si è esibita in Francia, Germania e Italia. Ha inciso per Armelin
e per Baryton, e pubblicato per Florestano Edizioni. Negli ultimi anni accademici è stata
cembalista accompagnatrice presso il Conservatorio di Bolzano e ha insegnato presso il Conservatorio di L’Aquila e l’ISSM di Livorno.
9
Venerdì 21 novembre 2014, ore 20.30 | Salone di Rappresentanza della Provincia
NOV
21
DAL CLASSICO AL MUSICAL
Emilia ZAMUNER voce | Riccardo ZAMUNER violino
Maria SBEGLIA pianoforte
Programma
10
GIUSEPPE TARTINI (Pirano 1692 - Padova 1770)
Sonata “Il Trillo del Diavolo” (per vl. e pf.)
MEL LEVEN (Chicago 1914 - California 2007)
Crudelia Demon (da La carica dei 101)
ALAN MENKEN (New Rochelle 1949)
Part of your world (da La Sirenetta)
Be Our Guest (da La bella e la bestia)
NICOLÒ PAGANINI (Genova 1782 - Nizza 1840)
2 Capricci (per violino solo)
GEORGE GERSHWIN
(Brooklyn 1898 - Hollywood 1937)
Someone to watch over me
Summertime
RAY CHARLES (Albany 1930 - Beverly Hills 2004)
Georgia on my mind
JULES MASSENET (Saint-Étienne 1842 - Parigi 1912)
Meditation dalla Thaïs (per vl. e pf.)
RICCARDO COCCIANTE (Saigon 1946) Ave Maria pagana (da Notre Dame de Paris)
Zingara (da Notre Dame de Paris)
PABLO DE SARASATE (Pamplona 1844 - Biarritz 1908)
Zingaresca (per vl. e pf.)
EMILIA ZAMUNER - Nata a Napoli nel 1993, fre-
quenta il triennio di Canto Jazz al Conservatorio “S. Pietro a
Majella di Napoli”. Ha iniziato lo studio di canto lirico sotto la
guida del soprano Marilena Laurenza. Come allieva della Scuola di Teatro del “Teatro delle Palme di Napoli” ha partecipando
alla messa in scena del musical “Notre Dame de Paris”. Ha vinto
il Primo Premio del Contest “Next Sound” in qualità di voce
solista del gruppo “Tasso street notes”. Nel 2010 è stata la voce
solista della Suite Disney, di Nicola Scardicchio, accompagnata
dall’Orchestra della Magna Grecia, nell’ambito del prestigioso Festival “Dal Barocco al Jazz” ad Anacapri. Nell’estate 2013
è stata la voce solista, sempre con l’Orchestra Sinfonica della
Magna Grecia, in importanti concerti in ricordo di Whitney
Houston.
RICCARDO ZAMUNER - Sedicenne, ha studiato il violino al Conservatorio “San Pietro a
Majella” di Napoli e frequenta masterclass tenute dai Maestri Salvatore Accardo, Aldo Matassa e Fabrizio
Von Arx. Vincitore di numerosi primi premi e primi premi assoluti in prestigiosi concorsi (“Le Camenae
d’Oro”, “Luigi Denza”, “Nettuno d’Oro”, “V.Mennella”, “Premio Crescendo”), ha vinto la borsa di studio “Il
Rotary per i giovani talenti musicali” e nel 2013 ha ricevuto il premio “Civicrazia Napoli per l’eccellenza” per
la sezione Musica. Ha tenuto concerti in ogni parte d’Italia in duo col pianoforte e, nel 2012, da solista con
l’Orchestra da Camera “I Suoni del Sud”. Ha suonato al Teatro San Carlo di Napoli e nel maggio 2013 ha
effettuato con grande successo una tournèe in Spagna. È componente del “Quartetto d’archi San Pietro a
Majella”, con il quale si è esibito alla Fiera della Musica di Cremona e in Parlamento. Si è anche esibito in
RAI in occasione del Premio Internazionale della Danza e nella trasmissione “Uno Mattina in Famiglia” in
rappresentanza del Conservatorio di Napoli. E’ componente dell’Orchestra del Conservatorio San Pietro a
Majella di Napoli, con la quale ha suonato sotto la direzione del M° Riccardo Muti.
MARIA SBEGLIA - Ha iniziato lo studio del pianoforte a tre anni ed ha tenuto il suo primo
concerto all’età di cinque anni. Diplomata con lode e menzione sotto la guida della pianista Annamaria
Pennella, si è perfezionata alla Scuola del M° Aldo Ciccolini. Vincitrice di primi premi assoluti in numerosi
concorsi nazionali ed internazionali, ha suonato per la prima rete RAI nelle trasmissioni “Voglia di musica”
e “Buona Fortuna”. Ha al suo attivo una prestigiosa attività concertistica in Italia e all’estero da solista e in
varie formazioni cameristiche con musicisti quali B. Canino, O. Maione, F. Zigante, A. Bonucci, I. Jonescu,
M. Rigillo, C. Rossini, M. Zurzolo, G. Conte. Si è anche esibita da solista con importanti orchestre (Filarmonica di Skopje, Orchestra da Camera di Tolbuchin, Sinfonica di Bari, Orchestra di Saint-Saëns). In duo
pianistico dal 1991 con il M° Umberto Zamuner ha tenuto oltre 500 concerti in Italia e all’estero. (Svizzera,
Francia, Kuwait). È docente presso il Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli.
11
Lunedì 24 novembre 2014, ore 20.30 | Salone di rappresentanza della Provincia
NOV
24
LA DANZA
Duo pianistico a quattro mani
SERGIO MARCHEGIANI | MARCO SCHIAVO
Programma
FRANZ SCHUBERT Deutscher con 2 Trii e 2 Ländler D 618
JOHANNES BRAHMS 16 Waltzes op. 39
EDVARD GRIEG Due Waltz-Caprices op. 37:
n. 2 in Mi minore: Tempo di Valse
(Vienna 1797 - Vienna 1828)
(Amburgo 1833 - Vienna 1897)
(Bergen 1843 ‐ Bergen 1907)
n. 1 in Do diesis minore: Tempo di Valse moderato
JOHANNES BRAHMS Undici Danze Ungheresi (Secondo Libro):
n. 12 in Re minore: Presto
12
12 Valses Nobles op. 77 D 969
n. 11 in Re minore: Poco andante
n. 13 in Re maggiore: Andantino grazioso
n. 14 in Re minore: Un poco andante
n. 15 in Si bemolle maggiore: Allegretto grazioso
n. 16 in Fa minore: Con moto
n. 17 in Fa diesis minore: Andantino
n. 18 in Re maggiore: Molto vivace
n. 19 in Si minore: Allegretto
n. 20 in Mi minore: Poco allegretto
n. 21 in Mi minore: Vivace
SERGIO MARCHEGIANI e MARCO SCHIAVO - Dopo aver conseguito il diploma
in Conservatorio, Sergio Marchegiani e Marco Schiavo hanno studiato con grandi didatti quali Ilonka
Deckers Küszler, Alexander Lonquich, Bruno Canino, Franco Scala, Aldo Ciccolini e Sergei Dorenski.
Parallelamente all’intensa attività solistica, dal 2006 formano un duo stabile con il quale hanno suonato in
tutto il mondo nelle sale più prestigiose: Sala Grande della Carnegie Hall a New York, Sala d’Oro del Musikverein e Sala Grande del Konzerthaus a Vienna, Sala Grande della Philharmonie di Berlino, Smetana e
Dvorak Hall a Praga, Sala Sao Paulo a San Paolo del Brasile, Teatro Solis a Montevideo e inoltre a Roma,
Parigi, Washington, Città del Messico, Baku, Astana, Hong Kong, Bangkok, Singapore. Si sono esibiti con
importanti orchestre come i Berliner Symphoniker, la Budapest Symphony Orchestra, la New York Symphonic Orchestra, l’Orchestra Sinfonica dello Stato del Messico, la North Czech Philharmonic Orchestra,
le Orchestre da Camera di Città del Messico e di Madrid, l’Orchestra Filarmonica di Stato dell’Azerbaijan
e l’Academy Chamber Soloists. Il duo Schiavo-Marchegiani è apprezzato dal pubblico e dalla critica internazionale per lo stile personalissimo, per la naturalezza del discorso musicale, per la bellezza del suono,
per l’intensità e la travolgente energia delle loro interpretazioni. Attualmente insegnano nei Conservatori
di Alessandria e Matera. Sono invitati frequentemente a far parte di giurie di concorsi internazionali e tengono masterclass in tutto il mondo (Spagna, Serbia, Turchia, Stati Uniti, Messico, Kazakhstan, Giappone,
Australia, Brasile, ecc.).
13
Sabato 29 novembre 2014, ore 20.30 | Istituto Professionale Alberghiero “Sandro Pertini”
NOV
29
CARINHOSO, BRAZIL FOREVER
MAURIZIO DI FULVIO QUARTET
Maurizio Di Fulvio chitarra | Alessia Martegiani voce
Ivano Sabatini contrabbasso | Giacomo Parone percussioni/batteria
Programma
ALFREDO VIANA (Pixinguinha) (Rio De Janeiro 1897- Rio De Janeiro 1973)
Carinhoso
ANTONIO JOBIM Chega de saudade
(Rio De Janeiro 1927 - New York 1994)
ASTOR PIAZZOLLA Oblivion
(Mar del Plata 1921– Buenos Aires 1992)
GORDON SUMNER (Sting)Fragile
(Wallsend 1951)
MAURIZIO DI FULVIO San Liberatore a Maiella Abbey
(Chieti 1964)Fusion
LUIS BONFÀ Manhã de Carnaval
(Rio De Janeiro 1922 - Rio De Janeiro 2001)
HEITOR VILLA-LOBOS Bachiana brasileira
(Rio De Janeiro 1887 - Rio De Janeiro 1959)
STEVIE WONDER Isn’t she lovely
(Saginaw 1950)
CONSUELO VELASQUEZ Besame mucho
(Ciudad Guzmán 1916- Città del Messico 2005)
ERNESTO NAZARETH Odeon
(Rio de Janeiro 1863 - Jacarepaguá 1934)
HAROLD ARLEN Over the rainbow
(Buffalo. N.Y. 1905 - New York 1986)
ZEQUINHA ABREU Tico Tico
(Santa Rita do Passa Quatro 1880 - São Paulo 1935)
14
MAURIZIO DI FULVIO - Chitarrista, si è formato con musicisti quali J. Bream, A. Carlevaro, J.
Scofield, P. Metheny e ha ottenuto primi premi e vari riconoscimenti in concorsi internazionali. Svolge una
brillante carriera concertistica, in qualità di solista e con formazioni varie, suonando in tutto il mondo nei
festival più prestigiosi a fianco dei più autorevoli chitarristi e musicisti contemporanei e ottenendo lodevoli
testimonianze del pubblico. È stato docente di chitarra nei Conservatori italiani e tiene corsi di perfezionamento in Università e Istituzioni musicali di diversi paesi sulla letteratura chitarristica tradizionale e
sull’impiego della chitarra classica nel jazz.
ALESSIA MARTEGIANI - E’ una delle voci italiane più richieste ed apprezzate a livello internazionale per l’approfondita conoscenza del repertorio bossa-nova e samba-cançao. Ha partecipato a
seminari sull’improvvisazione jazz con J. Clayton, J. Taylor, A. Jackson e si è laureata all’Università DAMS
di Bologna. Ha effettuato tournèe in Brasile, ove ha collaborato con importanti musicisti latino-americani.
Ha fondato il gruppo Trem Azul con Massimiliano Coclite e Bruno Marcozzi, con il quale nel 2006 ha
prodotto il suo primo lavoro da band leader ed i CD “Trem Azul” e “Amigdala”, pubblicati dall’etichetta
Wide Sound e scelti dall’Egea per la distribuzione.
IVANO SABATINI - Contrabbassista esperto e dalla solida preparazione, che passa da accompagnatore a voce solista, creando atmosfere ricche di
bellezza melodica e pregevole musicalità.
GIACOMO PARONE - Batterista e percussionista, che, con equilibrato senso dell’estetica
musicale, sottolinea ogni momento dell’esecuzione
con effetti strumentali e particolari trovate ritmiche.
15
Venerdì 5 dicembre 2014, ore 20.30 | Salone di rappresentanza della Provincia
DIC
05
OPERA, CANCION Y ZARZUELA
Celebri arie da camera, Operette, Romanze, Canzoni
Eugenia BOIX soprano | Anna FERRER pianoforte
Programma
VINCENZO BELLINI Quattro ariette da camera:
(Catania 1801 - Puteaux 1835)
Malinconia, Ninfa gentile
Vaga Luna, che inargenti
Ma rendi pur contento
Per pietà, bell’idol mio
GAETANO DONIZETTI “Quel guardo il cavaliere ...... So anch’io la (Bergamo 1797- Bergamo 1848)virtù magica” dall’opera Don Pasquale
FRANZ LEHAR “Meine Lippen, die küssen so heiß”
(Komárom 1949 - Bad Ischl 1948)
dall’operetta Giuditta
JOHANN STRAUSS “Mein Herr Marquis”
(Neubau 1825 - Vienna 1899)
dall’operetta Die Fledermaus (Il pipistrello)
ENRIQUE GRANADOS Canciones Amatorias:
(Lleida 1867 - La Manica 1916)
El tra la la y el punteado
Amor y odio
No lloreis ojuelos
La maja dolorosa
El majo discreto
FRANCESCO P. TOSTI Ideale
(Ortona 1846 - Roma 1916)Sogno
L’ultima canzone
ALESSANDRO SISCA Core ‘ngrato
(San Pietro in Guarano 1875 - New York 1940)
EDUARDO DI CAPUA
(Napoli 1865 - Milano 1917)
16
‘O sole mio
EUGENIA BOIX - Inizia gli studi di canto al Conservato-
rio di Musica “Miguel Fleta” di Monzón, completandoli, sempre
con il massimo dei voti, al Conservatorio Superior de Música di
Salamanca. Postgrado di canto a l’ ESMUC e al Conservatorio
Superior di Bruxelles, nel 2007 riceve il 1° premio nella “Becas
Montserrat Caballé – Bernabé Martí”. Nel 2009 e 2010 riceve
personalmente dalla Regina Doña Sofia una borsa di studio da Juventudes Musicales di Madrid. Ha interpretato numerosi ruoli, tra
cui Belinda in “Dido & Aeneas” e “The Fairy Queen” di H.Purcell
al Teatro della Maestranza di Sevilla e nel Festival Mozart a La
Coruña, Morgana in “Alcina” di Händel (Pilar Montoya), Norina
in “Don Pasquale” di G.Donizetti, Ángel in “Compendio Sucinto
de la Revolución Española” di R.Garay e Amina in “La Sonnambula” di V.Bellini ( Javier Castro). Frasquita in “Carmen” de G.Bizet, “Réquiem” di Mozart (Alejandro Posada, Orquesta Sinfónica
de Castilla y León).
ANNA
FERRER
Una personalità eccezionale che lascia emergere
una sensibilità e un’espressione musicale che evocano immagini di delicatezza con una
forza che affascina il pubblico. Mani, espressione musicale anche
evocano immagini di delicatezza e la forza che affascina il pubblico
(La Stampa, Italia). Anna Ferrer è nata a Girona (Spagna), quinta generazione di una famiglia notevole di musicisti. Ha studiato
presso i Conservatori di Girona e Barcellona e successivamente si è
perfezionata con Edith Fisher, Paul Badura-Skoda e Luiz de Moura
Castro, ricevendo anche consigli da Aquiles delle Vigne. Svolge attività concertistica in formazioni cameristiche e come solista con orchestre quali l’Orchestra da camera di Bucarest, Chamber Orchestra
Vivaldi, Artur Rubinstein Symphony Orchestra, Orchestra Camerata di Mosca, Torun Symphony Orchestra, Orchestra Filarmonica
di Stato turco di Bursa, la Camerata Mediterranea, OCE. Si è esibita in tutta Europa e in Asia partecipando ai festival più prestigiosi.
17
Venerdì 12 dicembre 2014, ore 20.30 | Salone di rappresentanza della Provincia
DIC
12
POETICHE MUSICALI A CONFRONTO
Piano recital
LEONES MORALES HERRERO
Programma
LUDWIG van BEETHOVEN Sonata n. 23 in Fa minore Op. 57
(Bonn 1770 - Vienna 1827)“Appassionata”
Allegro assai
Andante con moto
Allegro ma non troppo
ENRIQUE GRANADOS Goyescas N. 5, El Amor y la Muerte
(Lleida 1867 - La Manica 1916)
ERNESTO LEUCONA Varias piezas
(Guanabacoa 1895 - Santa Cruz de Tenerife 1963)
C. GOUNOD /F. LISZT Waltz from Faust, Concert paraphrase
(François Louis Gounod: Parigi 1818 - Saint-Cloud 1893)
(Franz Liszt: Raiding 1811 - Bayreuth 1886)
18
LEONEL MORALES HERRERO - Figlio del
grande pianista Leonel Morales, ha iniziato gli studi con due
suoi studenti: Nuria Belando e Javier Gómez Dòlera. Attualmente si perfeziona sotto la guida di suo padre al Conservatorio di Musica di Castellón. Ha vinto il Primo Premio nei concorsi “Marisa Montiel” con premio speciale per la musicalità
(2013), “Xativa Competition” (2012), “Concorso Internazionale di Santa Cecilia” di Segovia (2010), “Antón García Abril”
di Teruel (2009) e “Hazen Competition” di Madrid (2009).
Al concorso “Infanta Cristina Piano Competition” di Madrid
(2012) è stato selezionato per esibirsi nella Groben Saal der
Laeiszhalle di Amburgo in rappresentanza della Spagna al Festival Internazionale “Steinway”. Si è classificato al terzo posto
nei concorsi internazionali “Frechilla Zuloaga” (Spagna 2013)
e “A. Scriabin” (Italia 2014). Ha partecipato in vaie parti del
mondo a Masterclass del padre e dei Maestri Vincenzo Balzani, Boris Berman, A. Froelich e P. Reach.Nel
marzo 2011 si è esibito da solista con orchestra in Turchia suonando il Concerto n. 1 di Prokofiev con la
“Cukurova State Symphony Orchestra” sotto la direzione di Emin Güven Yasliçam. Per il successo ottenuto
è stato nuovamente invitato ed ha suonato il Concerto n ° 1 di Tchaikovsky. Ha anche suonato il Concerto
n° 4 di Beethoven sotto la direzione di Giuseppe Mancini. Si è esibito in sale prestigiose a Siviglia, Granada,
Parigi, Taurisano, Varallo e Mantova e ancora nella Wiener Saal di Salisburgo, in Olanda e, in Messico, al
Festival di Santa Cecilia-Parnasso Monterrey. Nel maggio 2011, ha eseguito la prima mondiale “Tres Piezas
Alejandrinas” del compositore Antón García Abril, ottenendo un grande trionfo. García Abril ha dedicato
a lui e al fratello un brano per due pianoforti dal titolo “Homenaje a Copérnico”
19
Winter concerts
Giovedì 18 dicembre 2014, ore 20.30 | Salone di rappresentaza della Provincia
DIC
18
Concerto di Natale
Insieme con telethon
in collaborazione con il Rotary Club Brindisi “Valesio”
CORO POLIFONICO AVIS | Direttore: DOMENICO PROFICO
Soprano TERESA PANUNZIO
Con la partecipazione straordinaria del M° Mons. MARCO FRISINA
Programma
AVE MARIA (Bepi De Marzi)
GO TELL IT ON THE MOUNTAIN (Spiritual)
RISE UP SHEPHERDS AND FOLLOW (Spiritual)
I’M GONNA SING (Spiritual)
AMAZING GRACE ( John Newton)
OH HAPPY DAY (Spiritual)
AVE MARIA (W. A. Mozart)
PUER NATUS (Nino Prosdocimi)
QUANNO NASCETTE NINNO (Alfonso Maria de’ Liguori)
LITTLE DRUMMER BOY (Simeone – Davis – Onorati)
PASTORES A BELÈN (Tradizionale spagnolo)
ASTRO DEL CIEL (Franz Gruber)
WHITE CHRISTMAS (Irving Berlin)
E’ NATU LU BAMBINELLU (Giuseppe Mignemi)
HARK HOW THE BELLS (Peter Wilhousky)
MAGNIFICAT (Marco Frisina)
21
MONS. MARCO FRISINA - Nato a Roma nel 1954 è
stato ordinato sacerdote nel 1982. É Presidente della Commissione
Diocesana per l’Arte Sacra, Consultore del Pontificio Consiglio per la
Promozione della Nuova Evangelizzazione, Rettore della Basilica di
Santa Cecilia in Trastevere, docente universitario e Maestro Direttore
della Pontificia Cappella Musicale Lateranense. Nel 1984 ha fondato
il Coro della Diocesi di Roma per l’animazione delle più importanti
liturgie diocesane. Ha collaborato al progetto internazionale della Rai “Bibbia” come biblista e autore delle
musiche; ha composto tantissime colonne sonore di film a tema storico e religioso per Rai e Mediaset. Ha
collaborato per importanti incisioni con Paddy Moloney. Per Mina ha composto il “Magnificat” e “Nada te
turbe”. E’ autore oratori sacri e di opere teatrali quali “La Divina Commedia” e “Il miracolo di Marcellino”. É
Accademico Virtuoso Ordinario della Pontificia Insigne Accademia di Belle Arti e Letteratura dei Virtuosi
al Pantheon. Nel 2011 ha diretto il Coro della Diocesi di Roma nella sua prima tournée negli Stati Uniti,
esibendosi nella Cattedrale di N.Y. e nei più importanti teatri del New Jersey. Premi e riconoscimenti: 1994
due nominations per il CableACE Award in USA per Abraham e Jacob. 1995 vincitore del CableACE
Award per Joseph. 1998 Premio “Colonna sonora 1998” dell’Ente dello Spettacolo per la musica della Bibbia televisiva. 2002 Premio “Colonna sonora 2002” dell’Ente dello Spettacolo per la colonna sonora del film
“S. Giovanni l’Apocalisse”. 2005 Premio internazionale per la cultura “G.Verdi”, insieme al M° C.Abbado.
2006 Premio nazionale Fabriano Artisti dello spettacolo. 2006 Premio G.Ammannati - Grandi Maestri del
Cinema. 2007 Diploma di benemerenza e Medaglia d’oro della Società Dante Alighieri per il progetto e le
musiche de “La Divina Commedia”. 2011 Premio Int. per il Dialogo tra i popoli e le loro culture “S. Francesco e Chiara d’Assisi”. Il 15 dicembre 2012 è nominato Commendatore dell’Ordine Equestre del Santo
Sepolcro di Gerusalemme.
DOMENICO PROFICO - Nato a Brindisi nel 1960,
oltre che allo studio e all’attività professionale di medico, si è
dedicato prima allo studio della chitarra classica e poi al canto
corale. Ha fatto parte del Coro universitario di Padova, del coro
“Gli amici cantori” di Brindisi e nel 1998 ha fondato all’interno
dell’A.V.I.S. l’omonimo “Gruppo Vocale”, del quale è direttore
artistico. Ha frequentato il seminario su “Il metodo funzionale
della voce di Gisela Rohmert” e il corso “Madrigale rappresentativo e la Commedia madrigalesca tra il ‘500 e ‘600” e il “Laboratorio di canto corale” tenuto dal M° Filippo
M. Bressan.
GRUPPO VOCALE AVIS - É stato fondato nel
marzo del 1998 all’interno dell’Associazione Volontari Italiani del Sangue. Da allora ne è direttore artistico Domenico Profico. Il Gruppo Vocale si propone di approfondire e
di proporre al pubblico un repertorio musicale inconsueto e di grande difficoltà tecnica quale il canto corale
polifonico “a cappella”. Il repertorio comprende la polifonia rinascimentale e barocca, lo spiritual, la musica
popolare, la musica leggera, i canti di montagna.
22
GEN
28
Mercoledì 28 gennaio 2015, ore 20.30 | Auditorium ex Convento Santa Chiara
SONATEMI UN BALLETTO
“ENSEMBLE CONCENTUS”
“TEMPUS SALTANDI” Gruppo di Danze storiche
Programma
Suite da Terpsichore (1612) | Michael Praetorius (1571 - 1621)
Sonatemi un balletto | Giovanni Giacomo Gastoldi (1554 ca .- 1609)
Chiara stella | Fabritio Caroso (1526 ca. - 1620 ca.)
A lieta vita | Giovanni Giacomo Gastoldi
Alta Mendozza | Cesare Negri (1535 ca. - 1605 ca.)
So ben mi ch’ha bon tempo | Orazio Vecchi (1550 – 1605)
Branles “d’Ecosse” - “des Lavandières” | Thoinot Arbeau (1519 -1595)
Pastime with good company | Enrico VIII d’Inghilterra (1491 -1595)
My lady Carey’s Dompe | Anonimo (1524 ca.)
Jouissance vous donneray | Thoinot Arbeau (1519 - 1595)
Suite da Dansereye (1551) | Tylman Susato (1510 ca.-1570)
In questo ballo | Anonimo (XVI sec.)
Canario | Johannes Hieronymous Kapsberger (1580 ca. - 1651)
Oy comamos y bebamos | Juan del Encina (1468 – 1530)
Lo spagnoletto | Cesare Negri (1535 ca. - 1605 ca.)
Spagnoletta nuova | Fabritio Caroso (1525 ca. - 1605 ca.)
Schiarazula Marazula | Giorgio Mainerio (1535-1582)
Piva | Joan Ambrosio Dalza (XVI sec.)
Ciaccona “A la vida bona” | Juan Aranes (15.. - 1649 ca.)
23
“ENSEMBLE CONCENTUS” - È un gruppo strumentale specializzato in musica antica fon-
dato da Maurizio Ria nel 1992. L’Ensemble è formato da apprezzati musicisti che da molti anni sono presenti sulla scena artistico-musicale, svolgendo un’intensa attività concertistica con formazioni che vanno dal
Duo all’Orchestra Sinfonica, collaborando con numerose compagini specializzate in esecuzioni filologiche
come Le Concert des Nations diretto da Jordi Savall, la Confraternita de’ Musici, il Collegium Musicum
Almae Mater (Bologna), l’Accademia Montis Regalis (Mondovì), l’Accademia di Terra d’Otranto e molte
altre ancora effettuando svariate incisioni discografiche e tournée in Italia e all’estero (Svizzera, Francia,
Germania, Austria, Spagna, Portogallo, Grecia, Montenegro, Rep. Ceca). L’ensemble “Concentus” fa parte
dei Gruppi da Camera della Fondazione I.C.O. “Tito Schipa” di Lecce.
“TEMPUS SALTANDI” - E’ il Gruppo di Danze Storiche diretto dalla Dott.ssa Rita Cantoro
che, dopo una lunga formazione nella danza classica con esami annuali sostenuti con la Royal Ballet Society
di Edimburgo fino al grado ‘Advanced’, si è poi dedicata esclusivamente alle danze storiche ricercando e studiando i trattati e i manuali coreutici dei secoli passati, frequentando i corsi internazionale della Fondazione
Italiana per la Musica Antica a Urbino e quelli organizzati dall’Associazione culturale “Il Canto delle Muse”
per Rovigo Musica Antica, partecipando a stage e masterclass con docenti di fama internazionale (Barbara
Sparti, Gloria Giordano, Bruna Gondoni, Lieven Baert, Ana Yepes).
24
Sabato 14 febbraio 2015, ore 20.30 | Istituto Professionale Alberghiero “Sandro Pertini”
FEB
14
OMAGGIO A MARIA CALLAS
in collaborazione con il Rotary Club Brindisi “Valesio”
Andrea CANDELI chitarra | Matteo FERRARI flauto
Ivanna SPERANZA soprano
Con la partecipazione straordinaria di HIBA AL KAWAS
Grande dame della composizione e dell’opera lirica araba
Programma
WOLFGANG AMADEUS MOZART (Salisburgo 1756 – Vienna 1791)
Marcia Turca
GIOACHINO ROSSINI (Pesaro 1792 - Passy 1868)
Danza Rossini
FRANZ PETER SCHUBERT (Vienna 1797 – Vienna 1828)
Die Nacht
GIACOMO PUCCINI (Lucca 1858 - Bruxelles 1924)
O mio babbino caro
JOHANNES BRAHMS (Amburgo 1833 - Vienna 1897)
Danza ungherese n. 5
GIACOMO PUCCINI Quando m’en vo’
Tradizionale Butterfly
GEORGES BIZET (Parigi 1838 – Bougival 1875)
Habanera
VITTORIO MONTI Czarda Monti
(Napoli 1868 – 1922)
FRANZ LEHAR (Komárom 1949 - Bad Ischl 1948)
La Vilja
ASTOR PIAZZOLLA Libertango
(Mar del Plata 1921 – Buenos Aires 1992)
25
IVANNA SPERANZA - Soprano lirico
di agilità, nasce a Cordoba, in Argentina. Trasferita in Italia, si perfeziona con Arrigo Pola e Mirella Freni. Nel 1999 debutta in L’elisir d’amore e
Don Pasquale. Nel 2003 vince il concorso “Opera
laboratorio” al Teatro Massimo di Palermo e inizia una brillante carriera nei più importanti teatri
d’Italia e all’estero nei ruoli di Gilda (Rigoletto),
Musetta (La Bohème), Nannetta (Falstaff ), Lisa
(La sonnambula), Zerlina (Don Giovanni). Tiene anche recital con orchestre e incide rarità mozartiane nel disco “Mozart da vicino”, distribuito
da Rizzoli. Nel 2009 debutta a Buenos Aires come Violetta (La Traviata) e come Serafina (Il Campanello)
al Comunale di Firenze. Nel 2010 si esibisce al Maggio Musicale Fiorentino, debutta nel ruolo di Romilda
nel Serse di Haendel a Buenos Aires e accompagna Josè Carreras in un importante Festival a Singapore.
Nel 2011 vince alla RAI un concorso canoro e due partecipazioni televisive, condotte da Fabrizio Frizzi e
da Antonella Clerici. Nel 2012 apre la stagione a Buenos Aires e realizza recital accanto ad Andrea Griminelli e ai Tango Spleen. Nel 2013 ha tenuto recitals in Spagna, Italia e Corea del Sud ed ha debuttato nella
prima mondiale dell’opera “Lo sposo al lotto” di F. Stabile, diretta da D. Belardinelli. Nel 2014 debutta nel
“Barbiere di Siviglia” come protagonista e si esibisce in Italia, Corea del Sud e Finlandia, ove riceve il premio
“Belcanto 2013”.
MATTEO FERRARI - Nato a Sassuolo, si è diplomato
con il massimo dei voti al Conservatorio “L. Campiani” di Mantova, perfezionandosi poi con i più grandi flautisti del mondo.
Premiato in molti concorsi nazionali e internazionali si esibisce in
festival, rassegne e concerti. Ha collaborato con Salvatore Sciarrino in rassegne e trasmissioni RAI; ha affiancato il premio Nobel
Dario Fo nella produzione di “Pierino e il Lupo” come solista
dell’Orchestra Giovanile della Comunità Europea. Collabora con
i gruppi “Amarcord” e “Cormac” in spettacoli musicali e per incisioni anche di sue composizioni.
ANDREA CANDELI - Modenese, si diploma in chi-
tarra classica all’Istituto Musicale “O. Vecchi” di Modena e si
perfeziona a Parigi con il M° A.Ponce. Premiato come solista in
numerosi concorsi nazionali ed internazionali (Riviera dei Fiori,
Pasquale Taraffo, Giovani Musicisti Gargano 92, Ottocento Festival), è ideatore di un nuovo metodo d’insegnamento della chitarra. Ha fondato l’Accademia Musicale del Frignano di Pavullo. Nel 1995 gli è stato
assegnato il prestigioso “Premio Ghirlandina” della Città di Modena per meriti nel campo musicale. Nel
2002 si è esibito nella Sala Nervi in Vaticano in diretta Rai, presente Giovanni Paolo II.
26
HIBA AL KAWAS
E’ nata a Sidone in Libano nel
1972. Ha studiato all’Università
Libanese conseguendo le lauree in Scienze sperimentali e in
Psicologia clinica. In seguito si è
dedicata alla musica, intraprendendo gli studi di Canto lirico e
conseguendo con lode il diploma
al “Lebanese National Higher
Conservatory”.
Ha ampliato la sua formazione
musicale con lo studio di Composizione e di Musicologia e arricchendo la sua personalità artistica con lo studio del pianoforte
fino a conseguirne il Diploma.
Vincitrice di una borsa di studio,
ha compiuto gli studi di alto perfezionamento in Italia, all’Accademia Chigiana di Siena, sotto
la guida del famoso tenore Carlo
Bergonzi per il Canto lirico e
del M° Franco Donatoni per la
Composizione.
“One of the remarkable women in
the world of music today, is the Lebanese composer and opera singer
Hiba Al Kawas: Remarkable for
talent, creativity, artistic and intellectual personality”.
Dr. George Zughbi
“Inspiring Opera Singer, Moving
Soprano, Talented Composer, Brilliant Educator, Pioneering Artist,
Compassionate person, and Gentle Soul, all words used to describe
world renowned Opera Singer and
Composer Hiba Al Kawas”.
Dr. Toufic Kerbage
27
FEB
27
Venerdì 27 febbraio 2015, ore 20.30 | Salone di rappresentanza della Provincia
IL TRILLO DEL DIAVOLO
Concerto del duo
Andrea CARDINALE violino | Alessandro MAGNASCO pianoforte
Programma
GIUSEPPE TARTINISonata in sol minore “Trillo del Diavolo”
(Pirani 1692 - Padova 1770)
Larghetto
Allegro energico
Grave
Allegro assai
LUDWIG van BEETHOVEN Sonata in fa maggiore op. 24 - “Primavera”
(Bonn 1770 - Vienna 1827) Allegro
Adagio molto espressivo
Scherzo: Allegro molto
Rondò: Allegro ma non troppo
EDVARD GRIEG Sonata in sol maggiore n. 2 op.13
(Bergen 1843 - Bergen 1907)
Lento doloroso
Allegro vivace
Allegretto tranquillo
Allegro animato
PABLO de SARASATE Romanza Andalusa op. 22 n. 1
(Pamplona 1844 - Biarritz 1908)
ENRIQUE GRANADOS Danse Espagnole
(Lleida 1867 - La Manica 1916)
28
ANDREA CARDINALE Si è di-
plomato presso il Conservatorio “N. Paganini”
di Genova nel 1992 e si è perfezionato nelle
più importanti Accademie Italiane, al Peabody
Conservatory di Baltimora (USA) e al Blonay
(Svizzera). Vincitore di numerosi premi e riconoscimenti nazionali e internazionali, svolge
attività concertistica come solista e in formazioni da camera in ogni parte d’Europa, Stati
Uniti, Brasile, Malesia nelle sale più prestigiose (L.J.Lefrak Concert Hall e Madison Tower
Hall di New York, l’Italian Culture Center di Washington D.C., la City Council Hall di Manchester, il
Palazzo della Cultura di Varsavia, la Tohnhalle di Zurigo, il Gasteig di Monaco di Baviera, la Europa Haus
di Meirhofen (Austria), il Teatro e l’Auditorium A.Segovia di Linares (Spagna), il Teatro Carlo Felice e
Casa Paganini di Genova, la Sala Nervi in Vaticano ecc.). Specializzato nel repertorio virtuosistico per violino solo, ha eseguito in concerto l’integrale dei 24 Capricci di Nicolò Paganini. Ha effettuato registrazioni
televisive per RAI, Mediaset, LA7 e Tele +. Ha inciso oltre 15 CD per etichette italiane, inglesi, tedesche e
americane, diffusi in più di 30 paesi. Suona un violino “Vuillaume” del 1864 (collez. Devoto).
ALESSANDRO MAGNASCO - Diplomatosi brillantemente in Pianoforte al Conservatorio
di Genova, si è perfezionato con illustri Maestri. Si è anche diplomato con il massimo dei voti in Didattica
della Musica ed ha continuato gli studi di Organo, Clavicembalo e Composizione. Si esibisce nelle principali sale della Riviera Ligure e per centinaia di Istituzioni musicali Italiane ed Estere (Francia, Spagna,
Portogallo, Svezia, Norvegia, Inghilterra, Belgio, Germania, Svizzera, Austria, Macedonia, Bahrein, Russia,
USA, Brasile, Uruguay, Giappone) entusiasmando per le personali doti musicali ed espressive. Si è classificato primo in diversi concorsi internazionali ed ha effettuato registrazioni televisive
e radiofoniche per la RAI, per la Televisione
di Stato spagnola e brasiliana e per la Radio Nazionale Australiana. Si occupa della
divulgazione della Musica Classica organizzando stabilmente concerti e opere per
Istituzioni liguri. E’responsabile musicale
della “Paganini Philharmonic Orchestra”,
impegnata in ambiti internazionali e incide
per l’etichetta “Dyno Record”.
29
Spring concerts
Sabato 7 marzo 2015, ore 20.30 | Istituto Professionale Alberghiero “Sandro Pertini”
MAR
07
A LEI
Santo ALBERTINI armonica a bocca | Edoardo BRUNI pianoforte
Con la partecipazione di Sara BEVILACQUA e Anna Laura GIANNELLI
Programma
La donna nella religione
BACH/GOUNOD Ave Maria - FRANZ SCHUBERT Ave Maria
La donna nel cinema
ENNIO MORRICONE
Nuovo Cinema Paradiso - Playing Love - Nocturne with no moon
C’era una volta in America - C’era una volta il West
La donna come ispirazione artistica
EDOARDO BRUNI
Per Anna - Due Valzer per Milena (piano solo)
La donna e la sensualità: il Tango
EDOARDO BRUNI Tango di Alice - ASTOR PIAZZOLLA Invierno Porteno
Liriche di : Alda Merini, Ada Negri, Annie Vivanti, Maria Luisa Spaziani
SARA BEVILACQUA Attrice, pedagoga teatrale e regista, ha realizzato
con successo numerosi lavori teatrali (“Furie de sanghe”, regia L. Lanera, “Astri e
disastri” regia E. Toma, “Rondini e pinguini” regia di E. Toma, “Studio su un Barbablù” di A. Viganò, “Ulisse il narratore” di E. Catalano, “Adriatic express 9-99”,
“Legàmi”) e ha curato la regia di numerose opere, corti teatrali e spettacoli (“Delitti
quasi perfetti”, “Ritratti”) vincendo prestigiosi premi. Ha fondato l’associazione artistica culturale Meridiani.
ANNALAURA GIANNELLI - Scrittrice brindisina, risiede a Bari dove
fa l’avvocato e si occupa del pianeta donna. E’ autrice del romanzo “Di terra e d’anima”, edito da Mario Adda, distribuito in tutta Italia da Feltrinelli e classificato ai
primi posti su scala nazionale. Ambientato nel Salento il romanzo affronta il tema
dell’emancipazione femminile, riuscendo a divulgare tutto ciò di cui responsabilmente si fa portavoce: i valori, il coraggio, la speranza, la forza di non arrendersi mai
e soprattutto “l’amore in tutte le sue forme”.
31
L’ARMONICA A BOCCA - E’ ormai molto raro ascoltare in concerto l’armonica a bocca. Le
potenzialità di questo strumento sono enormi e forse maggiori di molti altri strumenti a fiato: per citare solo
alcune sue caratteristiche, basti ricordare che l’estensione supera le quattro ottave, il suono è prodotto sia
espirando che inspirando, è possibile eseguire note doppie ed accordi, esistono diversi tipi di vibrato e numerosi effetti timbrici particolari (glissando, mandolino, trillo con registro...). L’armonica a bocca ha origine
da uno strumento molto antico risalente a più di 3000 anni fa, che si suonava e si suona ancora in estremo
oriente: l’organo a bocca orientale. L’organo a bocca occidentale, o armonica, appare solo agli inizi del XIX
secolo e inizia la sua diffusione in tutto il mondo alla fine dello stesso secolo.
SANTO ALBERTINI - Nato a Trento nel 1938, ha studiato l’armonica a bocca a Milano, con il M°
Luigi Oreste Anzaghi, fondatore e direttore della Scuola di Armonica di Milano e autore dei più prestigiosi
metodi a livello mondiale. E’ stato direttore, arrangiatore e armonica solista del celebre Trio Palbert. Ha
fondato a Trento un’associazione volta a promuovere la conoscenza e la divulgazione dello strumento, con
l’organizzazione di corsi, concerti e meeting. Dal 1997 è impegnato in una feconda attività concertistica in
duo con il pianista Edoardo Bruni, in Italia ed all’estero.
EDOARDO BRUNI - Nato a Trento nel 1975, è pianista e compositore. Diplomato in pianoforte
col massimo dei voti presso i Conservatori di Trento e di Rotterdam, si è perfezionato con grandi didatti.
Svolge attività concertistica in Italia ed in ogni parte d’Europa al fianco di artisti del calibro di Yo Yo Ma,
Bruno Canino, Ivo Pogorelich, Stefano Bollani. Diplomato in composizione col massimo dei voti, si è perfezionato con Mullenbach, Corghi, Bacalov. Sue composizioni sono state eseguite dall’Orchestra Haydn di
Bolzano e Trento, dall’Ensemble La Pluma De Hu, dall’Ensemble Alternance, dal Trio Debussy, dal Trio di
Genova. E’ laureato in filosofia e ricerca musicologica.
32
Venerdì 20 marzo 2015, ore 20.30 | Salone di rappresentanza della Provincia
MAR
20
SONOR PIANO TRIO
Gregorio IACOBELLI pianoforte | Carmine SCARPATI violino
Giuseppe CARABELLESE violoncello
Programma
CLAUDE DEBUSSY Première Trio en Sol
(Saint-Germain-en-Laye, 1862 – Parigi 1918) Andantino con moto Allegro
Scherzo-Intermezzo
Andante espressivo Finale (Appassionato)
PETR ILIC CIAIKOVSKIJ Il Valzer dei fiori
(Kamsko-Votkinsk, Vjatka 1840 - San Pietroburgo 1893) (dallo Schiaccianoci)
trascrizione di Gregorio Iacobelli
ASTOR PIAZZOLLA Inverno Porteno
(Mar del Plata, 1921 – Buenos Aires, 1992)
NINO ROTA Valzer dal film “Il Gattopardo”
(Milano, 1911 – Roma, 1979) Giulietta e Romeo dal film omonimo
HENRY MANCINI The Days of Wine and Roses
(Cleveland, 1924 – Beverly Hills, 1994) Moon River
The Pink Panther
33
Il SONOR PIANO TRIO è un complesso di altissima valenza artistica, nato per offrire al pubblico, accanto ai classici, quanto di nuovo emerge nel panorama musicale internazionale nei generi più
diversi, dalla musica da film e quella leggera, al jazz studiando originali arrangiamenti. Dotato di strumenti
di pregiata liuteria, il trio si distingue per il suono e per l’insieme compatto e affascinante. La formazione
ha debuttato a livello internazionale in Canada nell’ottobre 2012 presso l’Istituto Italiano di Cultura e tiene
concerti per Istituzioni quali Sonora Corda, Dvorak, Auditorium e Amadeus. Attualmente sta curando la
realizzazione di un DVD con una sintesi della propria produzione.
CARMINE SCARPATI - Si è diplomato al Conservatorio
“San Pietro a Majella” di Napoli e si è perfezionato con Felix Ayo e Riccardo Brengola. Già primo violino del “Quartetto Gagliano”, si è perfezionato con il “Quartetto Amadeus” alla Royal Academy of Music di
Londra. E’ stato primo violino di spalla nelle più importanti orchestre
pugliesi. Attualmente è primo violino di spalla nella Nuova Orchestra
A. Scarlatti di Napoli, nell’ Orchestra della Magna Grecia di Taranto,
nell’Orchestra G. Verdi di Salerno e nel Collegium Musicum di Bari. E’
titolare di violino al Conservatorio “N. Piccinni” di Bari.
GIUSEPPE CARABELLESE - Si è laureato da solista alla Hoch-
schule für Musik und Theater di Amburgo, all’Accademia Nazionale di Santa
Cecilia in Roma, all’Accademia del Teatro alla Scala di Milano e alla International
Menuhin Academy Gstaad in Svizzera. La passione per la ricerca tecnica e la
predilezione per il repertorio virtuosistico lo portano a collaborate con importanti orchestre e con artisti quali A. Lysy, J. Starker, R. Aldulescu, A. Bonucci,
W. Mehlhorn, F. Helmerson, D. Grosgurin, V. Paterno-ster, G. e S. Laffranchini,
S. Pagliani. E’ stato insignito dal Presidente della
Repubblica Italiana della medaglia di “Benemerito della Scuola della Cultura e dell’Arte”. Suona
un violoncello Lorenzo Ventapane appartenuto al
grande violoncellista Arturo Bonucci.
GREGORIO IACOBELLI - Diplomato in Direzione d’Orchestra e Strumentazione per Banda, si è perfezionato con i Maestri Michele
Marvulli, Nicola Samale e Franco Ferrara. Ha studiato Composizione con il
Maestro Raffaele Gervasio e Pianoforte con Pierluigi Camicia. Si interessa,
oltre che alla musica sinfonica, al teatro lirico e al jazz con un proprio Trio,
con il Baroque Jazz Ensemble e con l’Academy Big Band. E’ Direttore stabile
dell’Orchestra Sonora Corda. Nel Sonor Piano Trio è pianista e arrangiatore.
E’ docente di Teoria della Musica, di Ritmica Contemporanea e di Orchestrazione Sinfonica Jazz al Conservatorio “G. Piccinni” di Bari.
34
Mercoledì 1 aprile 2015, ore 20.30 | Auditorium Ex Convento Santa Chiara
APR
01
CONCERTO PER LA SANTA PASQUA
in collaborazione con il Rotary Club Brindisi “Valesio”
ENSEMBLE DI FIATI DEL CONSERVATORIO “T. SCHIPA” DI LECCE
Direttore: M° Giovanni PELLEGRINI
Padre SERAFINO MARINOSCI
Le quattordici Stazioni della Via Crucis
Testi dell’abate Pietro Metastasio
ORCHESTRA DI FIATI DEL CONSERVATORIO “T. SCHIPA” DI LECCE
La memoria storica è un presupposto essenziale per pensare e ben costruire il futuro”: con questo spirito nel 2000 i Docenti
del Dipartimento di Strumenti a fiato del Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce hanno costituito l’Orchestra di Fiati dell’Istituto di Alta Formazione Musicale Salentino. Le bande musicali sono un fenomeno musicale precipuamente del meridione
d’Italia e un fatto culturale di enorme portata. Se la gente del Sud conosce e apprezza la musica classica il merito va alla
Banda, che nelle piazze ha divulgato il messaggio dei grandi musicisti e operisti dell’Ottocento. Sul podio dell’Orchestra di
fiati si sono alternati Fulvio Creux (direttore della Banda Nazionale dell’Esercito Italiano), Leonardo Ingrosso (direttore
della Banda Nazionale della Guardia di Finanza), Nicola Samale, Daniele Carnevali, Giovanni Pellegrini.
GIOVANNI PELLEGRINI - Compie gli studi musicali al Conservatorio “N. Piccinni” di Bari e si avvia allo studio della direzione d’orchestra
con i maestri G. Serembe, M. Atzmon e F. Nagy. Successivamente frequenta
il corso triennale in direzione d’orchestra presso l’Accademia Musicale Pescarese sotto la guida del M° Donato Renzetti, conseguendo il diploma di
alto perfezionamento. Giovanissimo entra a far parte dell’Orchestra del teatro
Petruzzelli di Bari in qualità di primo trombone, collaborando con grandi
direttori d’orchestra e partecipando a varie tourné e internazionali. Ha diretto
concerti con l’Orchestra ICO “T. Schipa” di Lecce, l’Orchestra della Magna
Grecia, l’Orchestra MAV di Budapest, l’Orchestra M. Gusella di Pescara,
l’Orchestra del Conservatorio “T. Schipa” di Lecce, l’Orchestra di Puglia e
Basilicata, l’Orchestra della Fondazione Lucana, l’Orchestra da camera di
Durazzo e l’Orchestra da Camera Paisiello di Lecce. Nell’anno 2009 ha debuttato in campo operistico dirigendo in prima esecuzione l’opera “Ghetonia” di F. Muolo. Nell’anno 2010 ha diretto il
concerto inaugurale del Festival Internazionale di Avignon e l’opera “Il Matrimonio Inaspettato” di
G. Paisiello con la regia di Elena Barbelich. Nell’anno 2011 ha diretto l’opera “L’Elisir d’Amore” di
G. Donizetti con la regia di Katia Ricciarelli. Nel 2012 ha diretto “La Traviata” di G. Verdi con la
regia di Lev Pugliese. Vincitore di concorso, è titolare di Musica d’insieme per strumenti a fiato e di
Musica da camera vocale e strumentale al Conservatorio di Musica “T.Schipa” di Lecce.
35
Lunedì 20 aprile 2015, ore 20.30 | Salone di rappresentanza della Provincia
APR
20
Tra il sospiro e la Festa
Piano recital
ANTONIO SORIA
Programma
FRANZ LISZT (Raiding 1811 - Bayreuth 1886)
“Un sospiro” S 144 n. 3 (studio da concerto)
ENRIQUE GRANADOS (Lérida, 1867 – Canal de la Mancha 1916)
Escenas románticas (selezione)
1) Mazurka Poco lento con abbandono · 2) Berceuse Lento · 3) El poeta y el ruiseñor Lento con extasis
6) Epílogo Andante spianato, con exaltación poética
FRYDERYK CHOPIN (Żelazowa Wola, 1810 – París, 1849)
Andante spianato e grande polacca brillante
SERGEJ RACHMANINOV (Semiónovo, 1873 - Beverly Hills, 1943)
Elegie & Polichinelle dai Morceaux de Fantasie op. 3
MANUEL de FALLA y MATHEU (Cádiz, 1876 - Alta Gracia (Argentina), 1946)
Danza ritual del fuego (de El amor brujo)
Allegro ma non troppo
JOAQUIN TURINA (Sevilla, 1882 – Madrid, 1949)
Fiesta en San Juan de Aznalfarache (da Sinfonía sevillana, op. 23)
Allegro Vivo, Andante, Vivo, Andante, Allegretto, Andante, Vivo, Menos vivo, Andante
Versione originale per pianoforte
(Eseguito in prima mondiale da A. Soria nel Teatro del Centro Culturale Conde di Madrid il 6 maggio 1999)
MANUEL CASTILLO (Sevilla, 1930-2005)
Tocata (1952)
Allegro
36
ANTONIO SORIA - Concertista e docente accademico di pianoforte, musica da camera, organo
e teoria musicale. La sua maturazione artistica è stata molto influenzata da Walid Akl, Alexis Weissenberg
e Alicia de Larrocha. Quest’ultima ha sostenuto la prima registrazione mondiale del “Piano Integrale di
Joaquín Turina” (IPJT ), eseguita su 16 CD, Premio Miglior Produzione spagnola della rivista Ritmo 1995,
Compact CD Prize 1997. Soria sii esibisce in recital e concerti in ogni parte d’Europa, Messico, Stati
Uniti, Egitto, Brasile, Russia collaborando con l’Orchestra di Mosca, Leos Janaceck Chamber Orchestra,
Camerata Mediterranea, Sofia Soloists Chamber Orchestra, FM Classics Symphonic Orchestra, Orquesta
Sinfónica Estatal de México, Greensboro Philharmonia, Orquestra della Magna Grecia, Orchestra Nazionale di Craiova, Orquesta Sinfónica de la Universidad de Guanajuato, Cappella Istropolitana, Sinfónica de
la Universidad Autónoma de Nuevo León (Monterrey). Ha accompagnato, tra gli altri, Elena Obraztsova
(mezzo-soprano), Ana María Sánchez (soprano), Robert Expert (controtenore), Marçal Cervera (violoncello), Paul Meyer (clarinetto) e Paul Badura- Skoda (a quattro mani per pianoforte). È stato anche ritratto
sulla copertina di Audioclasica, Ritmo, CD Compact, e la critica internazionale lo presenta come “un grande
continuatore dei grandi pianisti come Iturbi e De Larrocha”. Nel 1994, come pianista del duo Reinecke, è
stato il vincitore del concorso “Libro de Música de Capellades”. Antonio Soria ha un dottorato in Estetica
e Creatività Musicale, Diploma in Advanced Studies presso l’Università di Valencia. Insegna nel Conservatorio “Oscar Esplá” di Alicante dal 1995 ed è professore presso il Conservatorio Superior de Música
“Salvador Seguí” de Castellón dal 1998. Egli è anche un insegnante ospite presso vari corsi internazionali
di interpretazione musicale: Callosa d’en Sarrià, Corso di Benidorm, il “Corso estivo internazionale” di Denia, Festival-Academie aux Arcs. Antonio Soria è direttore accademico e artistico dei corsi universitari di
Castilla-La Mancha e la Cervantes Filarmonica. Membro di giuria in concorsi nazionali ed internazionali.
37
Sabato 9 maggio 2015, ore 20.30 Istituto Professionale Alberghiero “Sandro Pertini”
MAG
09
Concerto di chiusura
IL FASCINO DELL’ARMONICA A CRISTALLI
Concerto del duo
Gianfranco GRISI cristallarmonio - Elvio SALVETTI chitarra
Programma
GABRIEL FAURÉ Pavane op. 50
(Pamiers, Ariège 1845 – Parigi 1924)
FRANZ SCHUBERT Ständchen (Serenata)
(Lichtenthal Vienna 1797 – Vienna 1828)
JOHANN SEBASTIAN BACH Arioso
(Eisenach 1685 – Lipsia 1750) “Herz und Mund und Tat und Leben”
Corale dalla Cantata n°147
POPOLARE EBRAICO Tre brani della tradizione popolare Klezmer
WOLFGANG AMADEUS MOZART (Salisburgo 1756 – Vienna 1791) Adagio KV 617a
per sola glassharmonica
GIANFRANCO GRISI Medsommernat
(Mori, Trento 1953)
Dai Codici di
SANTIAGO DE COMPOSTELA De Todo Mal (Cantiga)
(circa XII/XIII secolo) Como Podens
ERIK SATIE Gymnopedie I
(Honfleur 1866 – Parigi 1925)
Il concerto sarà preceduto da un intervento del
Dott. Agostino Grassi - Segretario della Fondazione Dieta Mediterranea
sul tema: “Dieta Mediterranea patrimonio culturale immateriale dell’umanità”
38
GIANFRANCO GRISI - Si dedica da anni allo studio ed allo sviluppo dell’armonica a bicchieri
ossia una glassharmonica manuale, dove sono le dita a girare sui bordi dei calici, che si contrappone alla
successiva glassharmonica meccanica di Benjamin Franklin, dove sono i dischi di cristallo a girare. Dopo
anni di ricerche Grisi ha messo a punto uno strumento unico dove la disposizione dei 37 calici consente
all’esecutore, che usa tre dita di ogni mano, di eseguire accordi sino a sei suoni e di suonare in tutte le tonalità.
Grisi ha da sempre preferito lo strumento manuale dove è l’esecutore stesso a creare il suono sfregando di
volta in volta con i propri polpastrelli sui bordi inumiditi e sgrassati dei calici di cristallo. Con questo strumento manuale riesce anche ad eseguire i brani che Wolfgang Amadeus Mozart scrisse espressamente per
l’armonica meccanica. Non dobbiamo dimenticare il grande virtuoso tedesco Bruno Hoffmann, anch’egli
costruttore di uno strumento affine, l’arpa di cristallo, al quale Grisi si è ispirato.
ELVIO SALVETTI - Diplomato al Conservatorio “F.E. Dall’Abaco” di Verona, si è perfezionato
sul repertorio chitarristico e sulla La didattica della chitarra con i docenti Walter Zanetti, Paolo Pegoraro
e Alvaro Pierri. Si esibisce come solista in varie formazioni cameristiche. Da Alcuni anni ha affiancato alla
chitarra lo studio del mandoloncello e della concertina inglese, che integra nelle sue performance. Insegna
chitarra e Musica d’insieme alla Scuola Musicale dei Quattro Vicariati “OperaPrima”.
39
9.078 542
www.southproductions.it
2132.700
CLIENTI
Onestà e serietà sono valori
imprescindibili che da tre
generazioni rappresentano
la miglior garanzia di
qualità e competenza.
Piazza Matteotti, 2/4 - Brindisi
Tel. 377 2089084
Laboratorio Orafo
Via Romolo, 90 - Brindisi
Le Gioie
Viale Commenda, 34 - Brindisi
ASSISTENZA TECNICA - VENDITA - SERVIZIO CLIENTI
Via San Giovanni Bosco - OSTUNI (BR) - Tel./Fax 0831 3311173 - Cell. 368 7206029
www.farinapianofor ti.it - [email protected] ti.it
Viale San Giovanni Bosco 59 - 72100 Brindisi - Tel. 0831542572
Trattamenti superficiali dei metalli - Verniciature Automatiche - Ponteggi - Coibentazioni
Metal Surface Treatments - Aeronautics Painting - Scaffolding - Insulation
verniciatura di un elicottero civile
Agusta Westland AW139
Via E. Maiorana Z.I. - Brindisi 72100, Italy - Tel. +39 0831 546560 - Fax +39 0831 546586
[email protected] - www.tsmsrl.com
Corso Umberto I, 27 - Brindisi - Tel. 0831 522038
Orario continuato 9.00 - 17.30
Boutique
MILLA + ART.365
THE SEASONLESS WARDROBE
MARELLA.COM
BRINDISI c.so Roma 9
T 0831 527791
organizzazione
Presidente onorario
Mimma Piliego
Presidente
Stefano Salvemini
Direzione artistica
Silvana Libardo I Francesca Salvemini
COORDINAMENTO ATIVITà PROMOZIONALI
Maurizio Beniamino Parisi
Advertising manager
Vincenzo Leo
Assistenza al pianoforte
Giovanni Farina
Ringraziamenti
Preside Istituto Professionale Alberghiero “S. PERTINI”
Luigi Melpignano
Direttore “Agenda Brindisi”
Antonio Celeste
Presidente Consorzio di Tutela del Salice Salentino DOC e del Negroamaro
Angelo Maci
Presidente del Consorzio di Tutela vini DOC Brindisi e DOC Squinzano
Giovanni Nardelli
IMPAGINAZIONE GRAFICA E Stampa
eacstudio.it
Supporto tecnico e fotografico
Maurizio De Virgiliis