21 Gennaio 2015 - Comune di Vittoria

Comments

Transcription

21 Gennaio 2015 - Comune di Vittoria
CITTÀ DI VITTORIA
UFFICIO STAMPA
RASSEGNA STAMPA
MERCOLEDI' 21 GENNAIO 2015
LA SICILIA
MERCOLEDÌ 21 GENNAIO 2015
RAGUSA .25
Vittoria
I CONTROLLI
DELLA FINANZA
in breve
FEDERFIORI
Carmelo Riccotti La Rocca vince la Coppa Sicilia
Le Fiamme gialle trovano
rimorchio-cisterna della
capacità di circa 55mila litri
per riscaldare le serre in
un’azienda agricola senza
certificati attestanti la
sicurezza dell’installazione
Il rimorchiocisterna di 55mila
litri sequestrato
dalle Fiamme
gialle in
un’azienda
agricola
Se il metano non dà una mano
Denunciati un agricoltore e il proprietario dell’impianto. Sequestrata la struttura
NADIA D’AMATO
La Guardia di Finanza ha sottoposto a
sequestro un impianto di distribuzione di gas metano non a norma. L’impianto, installato nei pressi di un’azienda agricola che ha sede sulla strada che collega Vittoria a Scoglitti, era
costituito da un rimorchio-cisterna,
della capacità di circa 55.000 litri, collegato ad una centrale di conversione
della pressione del gas, dalla quale poi
si snodavano le condotte che alimentavano i bruciatori siti all’interno delle serre per riscaldare gli impianti serricoli nelle fredde giornate invernali.
L’operazione è iniziata quando, nel
corso di un’attività di controllo del
territorio e di ricognizione delle aree
rurali vittoriesi, una pattuglia di finanzieri della Tenenza di Vittoria ha
notato il rimorchio-cisterna nei pressi di un’azienda agricola. Sospettando
che vi fosse in atto la violazione della
normativa sulla detenzione in sicurezza di prodotti infiammabili, i militari si sono recati sul posto per effettuare un controllo. Una volta individuata l’azienda ed il titolare, hanno
chiesto chiarimenti sulla certificazione della cisterna e della centrale di
erogazione del gas metano, anche
perché il collegamento tra la cisterna
e la centrale avveniva tramite 2 tubi
volanti ad alta pressione. Le Fiamme
Gialle hanno quindi provveduto a richiedere al titolare dell’impresa tutta
la documentazione utile ad attestare
la regolare installazione del complesso di distribuzione del gas dalla cisterna all’interno delle serre. Tuttavia,
il responsabile dell’azienda agricola è
TACCUINO
IL METEO:
Bel tempo. Temperature comprese fra 7 e
14 gradi. I venti, deboli, soffieranno da
Sud-Ovest con intensità di 13 km/h.
Possibili raffiche fino a 19 km/h. Il sole
sorge alle 7.11 e tramonta alle 17.13. La
luna, crescente, leva alle ore 7.31 e cala
alle 18.39. Mare da poco mosso a mosso.
Altezza onde da 45 a 84 cm.
NUMERI UTILI:
POLIZIA:
Via Emanuela Loi, 40. Tel: 0932-997411.
VIGILI DEL FUOCO:
Contrada Mendolilli, s. n. Tel: 0932804694 oppure 0932- 981735.
POLSTRADA:
via Pietro Nenni, 86. Tel: 0932-981920.
CARABINIERI:
via Garibaldi, 397. Tel: 0932.981200
oppure 0932-981370.
Scoglitti, tel: 0932-980106
GUARDIA DI FINANZA:
Viale Vol. Libertà, 16
Tel: 0932-981894
CAPITANERIA DI PORTO:
Piazza Sorelle Arduino, 22.
Tel: 0932-980976
POLIZIA MUNICIPALE:
Via S. re Incardona, s. n.
Tel: 0932-514811.
Scoglitti, Tel: 0932-514700
COMUNE DI VITTORIA: 0932-984392
DELEGAZIONE SCOGLITTI: 0932980105
OSPEDALE
Centralino: 0932-981111
FARMACIE
Orari apertura: 9-12.30; 16.30-20.30.
Pomeridiano: Emaia. Via Garibaldi, 441/A.
Tel. 0932.981483;
Notturno: Emaia. Via Garibaldi, 441/A. Tel.
0932.981483.
ORARI AUTOLINEE GIAMPORCARO
Vittoria-Ragusa: 6.45; 7.00 (scolastico);
8.00; 10.15 (scol) 11.15; 13.15; 14.30;
16.45; 18.15 (feriali). 10.30-15.00 (festivi).
stato in grado di fornire esclusivamente la documentazione attestante
l’acquisto del prodotto. Non ha fornito nulla, invece, sulla regolare installazione dell’impianto stesso che, seppur funzionante, era sprovvisto del
certificato di prevenzione incendi
(ora S. C. I. A., Segnalazione certificata di inizio attività). Si tratta di un
documento essenziale per la detenzione e l’utilizzo di materiali infiammabili e pericolosi nell’ambito di
un’attività di impresa.
Mancando l’attestazione, è scattato
il sequestro del
rimorchio, della
cisterna, dei tubi
di collegamento
e della centrale di
conversione del
gas metano. I due
responsabili, rispettivamente il
titolare dell’azienda agricola e
quello della società proprietaria
dell’impianto, sono stati denunciati per l’omessa richiesta del
certificato di prevenzione incendi. I controlli della Guardia di Finanza
sono mirati anche alla tutela dei lavoratori dal rischio incendi. E’ infatti fondamentale lo scrupoloso controllo del
rispetto delle normative da parte degli imprenditori che installano ed utilizzano gli impianti di distribuzione di
gas metano per evitare qualsiasi tipo
di pericolo.
INDAGINI DELLA POLIZIA
Incastrato dall’impronta digitale
Ai domiciliari ladro di 19 anni
Adem Bousrih
incastrato dai
rilievi relativi alle
impronte digitali
della scientifica
Un giovane di 19 anni, Aderm Bousrih, è
stato arrestato dalla polizia di Stato con
l’accusa di aver commesso un furto in
un’abitazione nell’aprile del 2013. Il ragazzo, che vanta ben quattro precedenti per reati contro il patrimonio, secondo
quanto emerso
dalle indagini, si
era introdotto nell’abitazione di un
altrettanto giovane cittadino ed
aveva rubato due
computer, uno
portatile ed uno
fisso, oltre che bigiotteria varia per
un valore complessivo di circa
2.500 euro. A denunciare il furto la
stessa vittima che
aveva riferito di
aver lasciato la sua
abitazione di via
Rosolino Pilo alle 11 del mattino, chiudendo regolarmente a chiave la porta. Al
suo ritorno, alle 17 circa, ha trovato tutto a soqquadro, accorgendosi che qualcuno era entrato dalla porta sul terrazzo.
La polizia era intervenuta immediatamente sul posto ed aveva svolto approfonditi accertamenti. La polizia scientifica aveva poi eseguito rilievi descritti-
vi, fotografici e dattiloscopici, rinvenendo sull’anta di una finestra dell’immobile, forzata dal ladro, l’impronta papillare
di un dito. Immesso in banca dati, il
frammento utile di impronta è risultato
appartenere a Bousrih, già foto-segnalato dal Commissariato di Vittoria nel
2010. Tale importante riscontro era stato comunicato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa che
aveva inoltrato al Giudice per le indagini preliminari richiesta di applicazione
di misura cautelare. Quest’ultimo, ritenendo sussistere i gravi indizi di colpevolezza, ritenendo sussistere il concreto ed attuale pericolo di reiterazione di
reati della stessa specie, in considerazione dei numerosissimi precedenti
specifici dell’indagato, che dimostra
una personalità sprezzante ed indifferente alle prescrizioni di legge, oltre alla gravità nelle modalità di commissione dell’azione e dell’orario di consumazione, in pieno giorno, che dimostrano spregiudicatezza e rendono attuali i rischi da garantire in via cautelare, ha applicato all’uomo la misura degli arresti domiciliari.
Il provvedimento è stato notificato
all’indagato a Catania, all’Istituto Penale per Minorenni dove sta scontando
una pena definitiva in ordine a tre fatti
di reato.
d. c.) Si sono sfidati a colpi di “fiori” e hanno vinto i
migliori. Vincitore della Coppa
Sicilia Federfiori ospitata a
Vittoria è stato l’ibleo Carmelo
Riccotti La Rocca (foto) con
l’assistente Ivana Paolino. Sul
podio anche i palermitani
Giovanni Brancato e Roberto
Motisi che si sono aggiudicati
il secondo e terzo posto. Uno
scettro conteso realizzando
un mazzo legato, un bouquet da sposa e un tema a
sorpresa. “Ringraziamo – dice il presidente del
sindacato provinciale fioristi aderente a
Confcommercio Giovanni Salerno - l’azienda
AssoVerde per il sostegno ricevuto, che ha permesso di
concretizzare questo speciale evento nell’area iblea”.
TEATRO APERTO
Burrafato e l’Atto unico di Cechov
d. c.) Il teatro e il dopo teatro. Una formula che
caratterizza la chiusura di tutti gli spettacoli di “Teatro
Aperto”. E ogni volta il suo direttore
artistico, Andrea Burrafato, richiama
sul proscenio la “compagnia”
invitandola ad interagire con il
pubblico. E sabato scorso,
l’appuntamento è stato con la
compagnia di Rustioni che ha portato
sul palco del Colonna Atto Unico di
Anton Cechov ed intervistati da
Andrea Burrafato (foto) la compagnia
ha ammesso di avere modellato le nevrosi dei
personaggi sui loro comportamenti.
CONFLITTO D’INTERESSI
Nicosia: «Esterrefatto da Cirica»
gi. cas.) “Resto esterrefatto soprattutto
dall’approccio di Cirica che, nel denunciare
pubblicamente la propria situazione di conflitto
d’interessi, pretende di
sottrarvisi in quanto
consigliere comunale”. Così
replica il sindaco, Giuseppe
Nicosia (foto), alla denuncia
fatta dal consigliere Cirica
nel riferire l’atteggiamento,
a suo dire non corretto, del
primo cittadino nel valutare
la sua personale situazione
rispetto a quella del neoassessore Cannizzo in
merito a presunti conflitti di interesse.
MOVIMENTO CINQUE STELLE
Sette attivisti lasciano il Meet up
gi. cas.) Frattura all’interno del Meetup di Vittoria.
Sono sette attivisti (Francesco Giongrandi,
Valentina Argentino, Carmelo Spata, Gregorio
Moncada, Stefania Baglieri, Alessandro Passarello e
Salvatore Agosta) che dopo un periodo di
riflessione hanno deciso di dissociarsi dall’attuale
Meetup di Vittoria del Movimento 5 Stelle perché,
secondo loro, non sposa i principi del M5S.
N. D. A.
LA SICILIA 21 GENNAIO 2015
Cuccioli abbandonati, una moda pericolosa
Randagismo. Dopo il caso del recinto Mangione, stavolta i cagnolini sono stati lasciati davanti alla casa di Carmelo Comisi
DANIELA CITINO
Se l’abbandono dell’ennesima cucciolata
di cani davanti alla “ruota” del recinto
Mangione, da una parte, ha gettato nello
sconforto i volontari dell’Aida sempre più
consapevoli di stare gestendo una struttura ormai “satura”, dall’altra parte, ha fatto riaccendere le luci della politica sulla
questione randagismo. Ultima posizione,
in ordine di tempo, appartiene ai Fratelli
d’Italia-An. “Ci risulta che sia le sterilizzazioni che le microchippature siano ferme
così come è ancora in attesa di completamento il rifugio sanitario iniziato nel
2011” precisano i consiglieri Moscato e
Nicosia chiedendosi anche il perché non
sia stato nemmeno predisposto l’avvio
dell’Ufficio veterinario. E non solo. Per i
due consiglieri comunali, ben poco è stato fatto anche sul fronte delle adozioni.
“Prendiamo infatti atto che l’amministrazione comunale non ha ancora preso
in considerazione la mozione consiliare
che, approvata un anno fa, impegnava
l’ente a concordare, con le associazioni,
iniziative utili a favorire l’adozione dei
cani, il che avrebbe certamente prodotto
un notevole risparmio sulle casse comunali” aggiungono Moscato e Nicosia che,
confidando nella nuova delega assessoriale, sperano in un cambio di rotta. E dal
suo canto, il neo assessore all’ambiente,
Enzo Cilia, si dichiara pronto ad istituire
un Ufficio per i diritti degli
animali. “Occorre una grande sinergia istituzionale e
insieme civica” ribatte Cilia
ammettendo l’esistenza di
un fenomeno in crescita
esponenziale. “Siamo in piena emergenza, mancano le
risorse e non solo. Manca
anche un’adeguata cultura
amministrativa” precisa
l’assessore che da oggi sarà
al lavoro per la messa a punto e approvazione del regolamento dei diritti degli animali. “Alla cui
redazione ho già lavorato come consigliere comunale insieme alle associazio-
Carmelo Comisi da poco
nominato consulente
del sindaco
ni, del resto ritengo che la strada maestra
da percorrere sia quella delle regole condivise” prosegue l’assessore annunciando
una riunione sul tema in commissione Affari Generali per lunedì prossimo. Intanto una buona notizia arriva in merito alla
cucciolata di cani, questa volta, lasciata
nientemeno che davanti il portone di casa di Carmelo Comisi. “I cuccioli stanno
bene e sono stati presi in custodia da una
volontaria, comunque sia si tratta di una
risposta singola ad un’emergenza” ribatte Cilia che aveva preso atto dell’impossibilità da parte dell’ente di non potere
consegnare i cuccioli alla struttura convenzionata di Piazza Armerina a seguito
di alcune insolvenze.
AMBIENTE: SABATO L’INIZIATIVA ALLA LANTERNA
«Fare Verde» a caccia di rifiuti in spiaggia
I volontari
cercano e
raccolgono rifiuti
in spiaggia.
L’iniziativa di
«Fare Verde» dello
scorso anno ha
riscosso molto
successo
Caccia grossa ai rifiuti nella spiaggia del Mare Nostrum. “Torna la manifestazione “Il mare d’inverno”:
per ricordare a tutti che l’inquinamento dei litorali
è un problema che esiste per dodici mesi all’anno e
non solo durante il periodo estivo” spiega il gruppo
locale di Fare Verde dando appuntamento ad amici, volontari, amanti del territorio sabato 24 gennaio
dalle 10 alle 12, presso la spiaggia della Lanterna.
“La giornata ci vedrà inizialmente impegnati in
una lezione di ecologia rivolta alle V classi della
scuola primaria dello “Sciascia” di Scoglitti e successivamente dalle 10, in attività di pulizia di una parte del litorale, insieme a tutte le persone sensibili
che alle parole preferiscono il buon esempio”aggiungono gli ambientalisti pronti anche a stilare una
speciale hit-parade dei rifiuti che verranno trovati.
“Coglieremo l’occasione per fare anche un censimento dei rifiuti raccolti. Una specie di “hit – parade” dove saranno elencati i tipi e le quantità di immondizia raccolta. Questo per dimostrare che sulle
spiagge ormai si trova di tutto ed è dovere dei cittadini e delle pubbliche amministrazioni cooperare
per tenerle pulite” precisa il gruppo ambientalista
pronto a distribuire a tutti i partecipanti guanti di
plastica e sacchi per il conferimento dei rifiuti. Un’azione di pulizia che “simbolicamente” vuole tradursi anche in monito critico nei confronti dell’amministrazione comunale per alcune emergenze della
costa che continuano ad essere trascurate.
D. C.
LA SICILIA
MERCOLEDÌ 21 GENNAIO 2015
RAGUSA .25
Vittoria
I CONTROLLI
DELLA FINANZA
in breve
FEDERFIORI
Carmelo Riccotti La Rocca vince la Coppa Sicilia
Le Fiamme gialle trovano
rimorchio-cisterna della
capacità di circa 55mila litri
per riscaldare le serre in
un’azienda agricola senza
certificati attestanti la
sicurezza dell’installazione
Il rimorchiocisterna di 55mila
litri sequestrato
dalle Fiamme
gialle in
un’azienda
agricola
Se il metano non dà una mano
Denunciati un agricoltore e il proprietario dell’impianto. Sequestrata la struttura
NADIA D’AMATO
La Guardia di Finanza ha sottoposto a
sequestro un impianto di distribuzione di gas metano non a norma. L’impianto, installato nei pressi di un’azienda agricola che ha sede sulla strada che collega Vittoria a Scoglitti, era
costituito da un rimorchio-cisterna,
della capacità di circa 55.000 litri, collegato ad una centrale di conversione
della pressione del gas, dalla quale poi
si snodavano le condotte che alimentavano i bruciatori siti all’interno delle serre per riscaldare gli impianti serricoli nelle fredde giornate invernali.
L’operazione è iniziata quando, nel
corso di un’attività di controllo del
territorio e di ricognizione delle aree
rurali vittoriesi, una pattuglia di finanzieri della Tenenza di Vittoria ha
notato il rimorchio-cisterna nei pressi di un’azienda agricola. Sospettando
che vi fosse in atto la violazione della
normativa sulla detenzione in sicurezza di prodotti infiammabili, i militari si sono recati sul posto per effettuare un controllo. Una volta individuata l’azienda ed il titolare, hanno
chiesto chiarimenti sulla certificazione della cisterna e della centrale di
erogazione del gas metano, anche
perché il collegamento tra la cisterna
e la centrale avveniva tramite 2 tubi
volanti ad alta pressione. Le Fiamme
Gialle hanno quindi provveduto a richiedere al titolare dell’impresa tutta
la documentazione utile ad attestare
la regolare installazione del complesso di distribuzione del gas dalla cisterna all’interno delle serre. Tuttavia,
il responsabile dell’azienda agricola è
stato in grado di fornire esclusivamente la documentazione attestante
l’acquisto del prodotto. Non ha fornito nulla, invece, sulla regolare installazione dell’impianto stesso che, seppur funzionante, era sprovvisto del
certificato di prevenzione incendi
(ora S. C. I. A., Segnalazione certificata di inizio attività). Si tratta di un
documento essenziale per la detenzione e l’utilizzo di materiali infiammabili e pericolosi nell’ambito di
un’attività di impresa.
Mancando l’attestazione, è scattato
il sequestro del
rimorchio, della
cisterna, dei tubi
di collegamento
e della centrale di
conversione del
gas metano. I due
responsabili, rispettivamente il
titolare dell’azienda agricola e
quello della società proprietaria
dell’impianto, sono stati denunciati per l’omessa richiesta del
certificato di prevenzione incendi. I controlli della Guardia di Finanza
sono mirati anche alla tutela dei lavoratori dal rischio incendi. E’ infatti fondamentale lo scrupoloso controllo del
rispetto delle normative da parte degli imprenditori che installano ed utilizzano gli impianti di distribuzione di
gas metano per evitare qualsiasi tipo
di pericolo.
INDAGINI DELLA POLIZIA
Incastrato dall’impronta digitale
Ai domiciliari ladro di 19 anni
Adem Bousrih
incastrato dai
rilievi relativi alle
impronte digitali
della scientifica
Un giovane di 19 anni, Aderm Bousrih, è
stato arrestato dalla polizia di Stato con
l’accusa di aver commesso un furto in
un’abitazione nell’aprile del 2013. Il ragazzo, che vanta ben quattro precedenti per reati contro il patrimonio, secondo
quanto emerso
dalle indagini, si
era introdotto nell’abitazione di un
altrettanto giovane cittadino ed
aveva rubato due
computer, uno
portatile ed uno
fisso, oltre che bigiotteria varia per
un valore complessivo di circa
2.500 euro. A denunciare il furto la
stessa vittima che
aveva riferito di
aver lasciato la sua
abitazione di via
Rosolino Pilo alle 11 del mattino, chiudendo regolarmente a chiave la porta. Al
suo ritorno, alle 17 circa, ha trovato tutto a soqquadro, accorgendosi che qualcuno era entrato dalla porta sul terrazzo.
La polizia era intervenuta immediatamente sul posto ed aveva svolto approfonditi accertamenti. La polizia scientifica aveva poi eseguito rilievi descritti-
vi, fotografici e dattiloscopici, rinvenendo sull’anta di una finestra dell’immobile, forzata dal ladro, l’impronta papillare
di un dito. Immesso in banca dati, il
frammento utile di impronta è risultato
appartenere a Bousrih, già foto-segnalato dal Commissariato di Vittoria nel
2010. Tale importante riscontro era stato comunicato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa che
aveva inoltrato al Giudice per le indagini preliminari richiesta di applicazione
di misura cautelare. Quest’ultimo, ritenendo sussistere i gravi indizi di colpevolezza, ritenendo sussistere il concreto ed attuale pericolo di reiterazione di
reati della stessa specie, in considerazione dei numerosissimi precedenti
specifici dell’indagato, che dimostra
una personalità sprezzante ed indifferente alle prescrizioni di legge, oltre alla gravità nelle modalità di commissione dell’azione e dell’orario di consumazione, in pieno giorno, che dimostrano spregiudicatezza e rendono attuali i rischi da garantire in via cautelare, ha applicato all’uomo la misura degli arresti domiciliari.
Il provvedimento è stato notificato
all’indagato a Catania, all’Istituto Penale per Minorenni dove sta scontando
una pena definitiva in ordine a tre fatti
di reato.
d. c.) Si sono sfidati a colpi di “fiori” e hanno vinto i
migliori. Vincitore della Coppa
Sicilia Federfiori ospitata a
Vittoria è stato l’ibleo Carmelo
Riccotti La Rocca (foto) con
l’assistente Ivana Paolino. Sul
podio anche i palermitani
Giovanni Brancato e Roberto
Motisi che si sono aggiudicati
il secondo e terzo posto. Uno
scettro conteso realizzando
un mazzo legato, un bouquet da sposa e un tema a
sorpresa. “Ringraziamo – dice il presidente del
sindacato provinciale fioristi aderente a
Confcommercio Giovanni Salerno - l’azienda
AssoVerde per il sostegno ricevuto, che ha permesso di
concretizzare questo speciale evento nell’area iblea”.
TEATRO APERTO
Burrafato e l’Atto unico di Cechov
d. c.) Il teatro e il dopo teatro. Una formula che
caratterizza la chiusura di tutti gli spettacoli di “Teatro
Aperto”. E ogni volta il suo direttore
artistico, Andrea Burrafato, richiama
sul proscenio la “compagnia”
invitandola ad interagire con il
pubblico. E sabato scorso,
l’appuntamento è stato con la
compagnia di Rustioni che ha portato
sul palco del Colonna Atto Unico di
Anton Cechov ed intervistati da
Andrea Burrafato (foto) la compagnia
ha ammesso di avere modellato le nevrosi dei
personaggi sui loro comportamenti.
CONFLITTO D’INTERESSI
Nicosia: «Esterrefatto da Cirica»
gi. cas.) “Resto esterrefatto soprattutto
dall’approccio di Cirica che, nel denunciare
pubblicamente la propria situazione di conflitto
d’interessi, pretende di
sottrarvisi in quanto
consigliere comunale”. Così
replica il sindaco, Giuseppe
Nicosia (foto), alla denuncia
fatta dal consigliere Cirica
nel riferire l’atteggiamento,
a suo dire non corretto, del
primo cittadino nel valutare
la sua personale situazione
rispetto a quella del neoassessore Cannizzo in
merito a presunti conflitti di interesse.
MOVIMENTO CINQUE STELLE
Sette attivisti lasciano il Meet up
gi. cas.) Frattura all’interno del Meetup di Vittoria.
Sono sette attivisti (Francesco Giongrandi,
Valentina Argentino, Carmelo Spata, Gregorio
Moncada, Stefania Baglieri, Alessandro Passarello e
Salvatore Agosta) che dopo un periodo di
riflessione hanno deciso di dissociarsi dall’attuale
Meetup di Vittoria del Movimento 5 Stelle perché,
secondo loro, non sposa i principi del M5S.
N. D. A.
TACCUINO
IL METEO:
Bel tempo. Temperature comprese fra 7 e
14 gradi. I venti, deboli, soffieranno da
Sud-Ovest con intensità di 13 km/h.
Possibili raffiche fino a 19 km/h. Il sole
sorge alle 7.11 e tramonta alle 17.13. La
luna, crescente, leva alle ore 7.31 e cala
alle 18.39. Mare da poco mosso a mosso.
Altezza onde da 45 a 84 cm.
NUMERI UTILI:
POLIZIA:
Via Emanuela Loi, 40. Tel: 0932-997411.
VIGILI DEL FUOCO:
Contrada Mendolilli, s. n. Tel: 0932804694 oppure 0932- 981735.
POLSTRADA:
via Pietro Nenni, 86. Tel: 0932-981920.
CARABINIERI:
via Garibaldi, 397. Tel: 0932.981200
oppure 0932-981370.
Scoglitti, tel: 0932-980106
GUARDIA DI FINANZA:
Viale Vol. Libertà, 16
Tel: 0932-981894
CAPITANERIA DI PORTO:
Piazza Sorelle Arduino, 22.
Tel: 0932-980976
POLIZIA MUNICIPALE:
Via S. re Incardona, s. n.
Tel: 0932-514811.
Scoglitti, Tel: 0932-514700
COMUNE DI VITTORIA: 0932-984392
DELEGAZIONE SCOGLITTI: 0932980105
OSPEDALE
Centralino: 0932-981111
FARMACIE
Orari apertura: 9-12.30; 16.30-20.30.
Pomeridiano: Emaia. Via Garibaldi, 441/A.
Tel. 0932.981483;
Notturno: Emaia. Via Garibaldi, 441/A. Tel.
0932.981483.
ORARI AUTOLINEE GIAMPORCARO
Vittoria-Ragusa: 6.45; 7.00 (scolastico);
8.00; 10.15 (scol) 11.15; 13.15; 14.30;
16.45; 18.15 (feriali). 10.30-15.00 (festivi).
Cuccioli abbandonati, una moda pericolosa
Randagismo. Dopo il caso del recinto Mangione, stavolta i cagnolini sono stati lasciati davanti alla casa di Carmelo Comisi
DANIELA CITINO
Se l’abbandono dell’ennesima cucciolata
di cani davanti alla “ruota” del recinto
Mangione, da una parte, ha gettato nello
sconforto i volontari dell’Aida sempre più
consapevoli di stare gestendo una struttura ormai “satura”, dall’altra parte, ha fatto riaccendere le luci della politica sulla
questione randagismo. Ultima posizione,
in ordine di tempo, appartiene ai Fratelli
d’Italia-An. “Ci risulta che sia le sterilizzazioni che le microchippature siano ferme
così come è ancora in attesa di completamento il rifugio sanitario iniziato nel
2011” precisano i consiglieri Moscato e
Nicosia chiedendosi anche il perché non
sia stato nemmeno predisposto l’avvio
dell’Ufficio veterinario. E non solo. Per i
due consiglieri comunali, ben poco è stato fatto anche sul fronte delle adozioni.
“Prendiamo infatti atto che l’amministrazione comunale non ha ancora preso
in considerazione la mozione consiliare
che, approvata un anno fa, impegnava
l’ente a concordare, con le associazioni,
iniziative utili a favorire l’adozione dei
cani, il che avrebbe certamente prodotto
un notevole risparmio sulle casse comunali” aggiungono Moscato e Nicosia che,
confidando nella nuova delega assessoriale, sperano in un cambio di rotta. E dal
suo canto, il neo assessore all’ambiente,
Enzo Cilia, si dichiara pronto ad istituire
un Ufficio per i diritti degli
animali. “Occorre una grande sinergia istituzionale e
insieme civica” ribatte Cilia
ammettendo l’esistenza di
un fenomeno in crescita
esponenziale. “Siamo in piena emergenza, mancano le
risorse e non solo. Manca
anche un’adeguata cultura
amministrativa” precisa
l’assessore che da oggi sarà
al lavoro per la messa a punto e approvazione del regolamento dei diritti degli animali. “Alla cui
redazione ho già lavorato come consigliere comunale insieme alle associazio-
Carmelo Comisi da poco
nominato consulente
del sindaco
ni, del resto ritengo che la strada maestra
da percorrere sia quella delle regole condivise” prosegue l’assessore annunciando
una riunione sul tema in commissione Affari Generali per lunedì prossimo. Intanto una buona notizia arriva in merito alla
cucciolata di cani, questa volta, lasciata
nientemeno che davanti il portone di casa di Carmelo Comisi. “I cuccioli stanno
bene e sono stati presi in custodia da una
volontaria, comunque sia si tratta di una
risposta singola ad un’emergenza” ribatte Cilia che aveva preso atto dell’impossibilità da parte dell’ente di non potere
consegnare i cuccioli alla struttura convenzionata di Piazza Armerina a seguito
di alcune insolvenze.
LA SICILIA 21 GENNAIO 2015
AMBIENTE: SABATO L’INIZIATIVA ALLA LANTERNA
«Fare Verde» a caccia di rifiuti in spiaggia
I volontari
cercano e
raccolgono rifiuti
in spiaggia.
L’iniziativa di
«Fare Verde» dello
scorso anno ha
riscosso molto
successo
Caccia grossa ai rifiuti nella spiaggia del Mare Nostrum. “Torna la manifestazione “Il mare d’inverno”:
per ricordare a tutti che l’inquinamento dei litorali
è un problema che esiste per dodici mesi all’anno e
non solo durante il periodo estivo” spiega il gruppo
locale di Fare Verde dando appuntamento ad amici, volontari, amanti del territorio sabato 24 gennaio
dalle 10 alle 12, presso la spiaggia della Lanterna.
“La giornata ci vedrà inizialmente impegnati in
una lezione di ecologia rivolta alle V classi della
scuola primaria dello “Sciascia” di Scoglitti e successivamente dalle 10, in attività di pulizia di una parte del litorale, insieme a tutte le persone sensibili
che alle parole preferiscono il buon esempio”aggiungono gli ambientalisti pronti anche a stilare una
speciale hit-parade dei rifiuti che verranno trovati.
“Coglieremo l’occasione per fare anche un censimento dei rifiuti raccolti. Una specie di “hit – parade” dove saranno elencati i tipi e le quantità di immondizia raccolta. Questo per dimostrare che sulle
spiagge ormai si trova di tutto ed è dovere dei cittadini e delle pubbliche amministrazioni cooperare
per tenerle pulite” precisa il gruppo ambientalista
pronto a distribuire a tutti i partecipanti guanti di
plastica e sacchi per il conferimento dei rifiuti. Un’azione di pulizia che “simbolicamente” vuole tradursi anche in monito critico nei confronti dell’amministrazione comunale per alcune emergenze della
costa che continuano ad essere trascurate.
D. C.
LA SICILIA
MERCOLEDÌ 21 GENNAIO 2015
RAGUSA .25
Vittoria
LA SICILIA 21 GENNAIO 2015
I CONTROLLI
DELLA FINANZA
in breve
FEDERFIORI
Carmelo Riccotti La Rocca vince la Coppa Sicilia
Le Fiamme gialle trovano
rimorchio-cisterna della
capacità di circa 55mila litri
per riscaldare le serre in
un’azienda agricola senza
certificati attestanti la
sicurezza dell’installazione
Il rimorchiocisterna di 55mila
litri sequestrato
dalle Fiamme
gialle in
un’azienda
agricola
Se il metano non dà una mano
Denunciati un agricoltore e il proprietario dell’impianto. Sequestrata la struttura
NADIA D’AMATO
La Guardia di Finanza ha sottoposto a
sequestro un impianto di distribuzione di gas metano non a norma. L’impianto, installato nei pressi di un’azienda agricola che ha sede sulla strada che collega Vittoria a Scoglitti, era
costituito da un rimorchio-cisterna,
della capacità di circa 55.000 litri, collegato ad una centrale di conversione
della pressione del gas, dalla quale poi
si snodavano le condotte che alimentavano i bruciatori siti all’interno delle serre per riscaldare gli impianti serricoli nelle fredde giornate invernali.
L’operazione è iniziata quando, nel
corso di un’attività di controllo del
territorio e di ricognizione delle aree
rurali vittoriesi, una pattuglia di finanzieri della Tenenza di Vittoria ha
notato il rimorchio-cisterna nei pressi di un’azienda agricola. Sospettando
che vi fosse in atto la violazione della
normativa sulla detenzione in sicurezza di prodotti infiammabili, i militari si sono recati sul posto per effettuare un controllo. Una volta individuata l’azienda ed il titolare, hanno
chiesto chiarimenti sulla certificazione della cisterna e della centrale di
erogazione del gas metano, anche
perché il collegamento tra la cisterna
e la centrale avveniva tramite 2 tubi
volanti ad alta pressione. Le Fiamme
Gialle hanno quindi provveduto a richiedere al titolare dell’impresa tutta
la documentazione utile ad attestare
la regolare installazione del complesso di distribuzione del gas dalla cisterna all’interno delle serre. Tuttavia,
il responsabile dell’azienda agricola è
stato in grado di fornire esclusivamente la documentazione attestante
l’acquisto del prodotto. Non ha fornito nulla, invece, sulla regolare installazione dell’impianto stesso che, seppur funzionante, era sprovvisto del
certificato di prevenzione incendi
(ora S. C. I. A., Segnalazione certificata di inizio attività). Si tratta di un
documento essenziale per la detenzione e l’utilizzo di materiali infiammabili e pericolosi nell’ambito di
un’attività di impresa.
Mancando l’attestazione, è scattato
il sequestro del
rimorchio, della
cisterna, dei tubi
di collegamento
e della centrale di
conversione del
gas metano. I due
responsabili, rispettivamente il
titolare dell’azienda agricola e
quello della società proprietaria
dell’impianto, sono stati denunciati per l’omessa richiesta del
certificato di prevenzione incendi. I controlli della Guardia di Finanza
sono mirati anche alla tutela dei lavoratori dal rischio incendi. E’ infatti fondamentale lo scrupoloso controllo del
rispetto delle normative da parte degli imprenditori che installano ed utilizzano gli impianti di distribuzione di
gas metano per evitare qualsiasi tipo
di pericolo.
INDAGINI DELLA POLIZIA
Incastrato dall’impronta digitale
Ai domiciliari ladro di 19 anni
Adem Bousrih
incastrato dai
rilievi relativi alle
impronte digitali
della scientifica
Un giovane di 19 anni, Aderm Bousrih, è
stato arrestato dalla polizia di Stato con
l’accusa di aver commesso un furto in
un’abitazione nell’aprile del 2013. Il ragazzo, che vanta ben quattro precedenti per reati contro il patrimonio, secondo
quanto emerso
dalle indagini, si
era introdotto nell’abitazione di un
altrettanto giovane cittadino ed
aveva rubato due
computer, uno
portatile ed uno
fisso, oltre che bigiotteria varia per
un valore complessivo di circa
2.500 euro. A denunciare il furto la
stessa vittima che
aveva riferito di
aver lasciato la sua
abitazione di via
Rosolino Pilo alle 11 del mattino, chiudendo regolarmente a chiave la porta. Al
suo ritorno, alle 17 circa, ha trovato tutto a soqquadro, accorgendosi che qualcuno era entrato dalla porta sul terrazzo.
La polizia era intervenuta immediatamente sul posto ed aveva svolto approfonditi accertamenti. La polizia scientifica aveva poi eseguito rilievi descritti-
vi, fotografici e dattiloscopici, rinvenendo sull’anta di una finestra dell’immobile, forzata dal ladro, l’impronta papillare
di un dito. Immesso in banca dati, il
frammento utile di impronta è risultato
appartenere a Bousrih, già foto-segnalato dal Commissariato di Vittoria nel
2010. Tale importante riscontro era stato comunicato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa che
aveva inoltrato al Giudice per le indagini preliminari richiesta di applicazione
di misura cautelare. Quest’ultimo, ritenendo sussistere i gravi indizi di colpevolezza, ritenendo sussistere il concreto ed attuale pericolo di reiterazione di
reati della stessa specie, in considerazione dei numerosissimi precedenti
specifici dell’indagato, che dimostra
una personalità sprezzante ed indifferente alle prescrizioni di legge, oltre alla gravità nelle modalità di commissione dell’azione e dell’orario di consumazione, in pieno giorno, che dimostrano spregiudicatezza e rendono attuali i rischi da garantire in via cautelare, ha applicato all’uomo la misura degli arresti domiciliari.
Il provvedimento è stato notificato
all’indagato a Catania, all’Istituto Penale per Minorenni dove sta scontando
una pena definitiva in ordine a tre fatti
di reato.
d. c.) Si sono sfidati a colpi di “fiori” e hanno vinto i
migliori. Vincitore della Coppa
Sicilia Federfiori ospitata a
Vittoria è stato l’ibleo Carmelo
Riccotti La Rocca (foto) con
l’assistente Ivana Paolino. Sul
podio anche i palermitani
Giovanni Brancato e Roberto
Motisi che si sono aggiudicati
il secondo e terzo posto. Uno
scettro conteso realizzando
un mazzo legato, un bouquet da sposa e un tema a
sorpresa. “Ringraziamo – dice il presidente del
sindacato provinciale fioristi aderente a
Confcommercio Giovanni Salerno - l’azienda
AssoVerde per il sostegno ricevuto, che ha permesso di
concretizzare questo speciale evento nell’area iblea”.
TEATRO APERTO
Burrafato e l’Atto unico di Cechov
d. c.) Il teatro e il dopo teatro. Una formula che
caratterizza la chiusura di tutti gli spettacoli di “Teatro
Aperto”. E ogni volta il suo direttore
artistico, Andrea Burrafato, richiama
sul proscenio la “compagnia”
invitandola ad interagire con il
pubblico. E sabato scorso,
l’appuntamento è stato con la
compagnia di Rustioni che ha portato
sul palco del Colonna Atto Unico di
Anton Cechov ed intervistati da
Andrea Burrafato (foto) la compagnia
ha ammesso di avere modellato le nevrosi dei
personaggi sui loro comportamenti.
CONFLITTO D’INTERESSI
Nicosia: «Esterrefatto da Cirica»
gi. cas.) “Resto esterrefatto soprattutto
dall’approccio di Cirica che, nel denunciare
pubblicamente la propria situazione di conflitto
d’interessi, pretende di
sottrarvisi in quanto
consigliere comunale”. Così
replica il sindaco, Giuseppe
Nicosia (foto), alla denuncia
fatta dal consigliere Cirica
nel riferire l’atteggiamento,
a suo dire non corretto, del
primo cittadino nel valutare
la sua personale situazione
rispetto a quella del neoassessore Cannizzo in
merito a presunti conflitti di interesse.
MOVIMENTO CINQUE STELLE
Sette attivisti lasciano il Meet up
gi. cas.) Frattura all’interno del Meetup di Vittoria.
Sono sette attivisti (Francesco Giongrandi,
Valentina Argentino, Carmelo Spata, Gregorio
Moncada, Stefania Baglieri, Alessandro Passarello e
Salvatore Agosta) che dopo un periodo di
riflessione hanno deciso di dissociarsi dall’attuale
Meetup di Vittoria del Movimento 5 Stelle perché,
secondo loro, non sposa i principi del M5S.
N. D. A.
TACCUINO
IL METEO:
Bel tempo. Temperature comprese fra 7 e
14 gradi. I venti, deboli, soffieranno da
Sud-Ovest con intensità di 13 km/h.
Possibili raffiche fino a 19 km/h. Il sole
sorge alle 7.11 e tramonta alle 17.13. La
luna, crescente, leva alle ore 7.31 e cala
alle 18.39. Mare da poco mosso a mosso.
Altezza onde da 45 a 84 cm.
NUMERI UTILI:
POLIZIA:
Via Emanuela Loi, 40. Tel: 0932-997411.
VIGILI DEL FUOCO:
Contrada Mendolilli, s. n. Tel: 0932804694 oppure 0932- 981735.
POLSTRADA:
via Pietro Nenni, 86. Tel: 0932-981920.
CARABINIERI:
via Garibaldi, 397. Tel: 0932.981200
oppure 0932-981370.
Scoglitti, tel: 0932-980106
GUARDIA DI FINANZA:
Viale Vol. Libertà, 16
Tel: 0932-981894
CAPITANERIA DI PORTO:
Piazza Sorelle Arduino, 22.
Tel: 0932-980976
POLIZIA MUNICIPALE:
Via S. re Incardona, s. n.
Tel: 0932-514811.
Scoglitti, Tel: 0932-514700
COMUNE DI VITTORIA: 0932-984392
DELEGAZIONE SCOGLITTI: 0932980105
OSPEDALE
Centralino: 0932-981111
FARMACIE
Orari apertura: 9-12.30; 16.30-20.30.
Pomeridiano: Emaia. Via Garibaldi, 441/A.
Tel. 0932.981483;
Notturno: Emaia. Via Garibaldi, 441/A. Tel.
0932.981483.
ORARI AUTOLINEE GIAMPORCARO
Vittoria-Ragusa: 6.45; 7.00 (scolastico);
8.00; 10.15 (scol) 11.15; 13.15; 14.30;
16.45; 18.15 (feriali). 10.30-15.00 (festivi).
Cuccioli abbandonati, una moda pericolosa
Randagismo. Dopo il caso del recinto Mangione, stavolta i cagnolini sono stati lasciati davanti alla casa di Carmelo Comisi
DANIELA CITINO
Se l’abbandono dell’ennesima cucciolata
di cani davanti alla “ruota” del recinto
Mangione, da una parte, ha gettato nello
sconforto i volontari dell’Aida sempre più
consapevoli di stare gestendo una struttura ormai “satura”, dall’altra parte, ha fatto riaccendere le luci della politica sulla
questione randagismo. Ultima posizione,
in ordine di tempo, appartiene ai Fratelli
d’Italia-An. “Ci risulta che sia le sterilizzazioni che le microchippature siano ferme
così come è ancora in attesa di completamento il rifugio sanitario iniziato nel
2011” precisano i consiglieri Moscato e
Nicosia chiedendosi anche il perché non
sia stato nemmeno predisposto l’avvio
dell’Ufficio veterinario. E non solo. Per i
due consiglieri comunali, ben poco è stato fatto anche sul fronte delle adozioni.
“Prendiamo infatti atto che l’amministrazione comunale non ha ancora preso
in considerazione la mozione consiliare
che, approvata un anno fa, impegnava
l’ente a concordare, con le associazioni,
iniziative utili a favorire l’adozione dei
cani, il che avrebbe certamente prodotto
un notevole risparmio sulle casse comunali” aggiungono Moscato e Nicosia che,
confidando nella nuova delega assessoriale, sperano in un cambio di rotta. E dal
suo canto, il neo assessore all’ambiente,
Enzo Cilia, si dichiara pronto ad istituire
un Ufficio per i diritti degli
animali. “Occorre una grande sinergia istituzionale e
insieme civica” ribatte Cilia
ammettendo l’esistenza di
un fenomeno in crescita
esponenziale. “Siamo in piena emergenza, mancano le
risorse e non solo. Manca
anche un’adeguata cultura
amministrativa” precisa
l’assessore che da oggi sarà
al lavoro per la messa a punto e approvazione del regolamento dei diritti degli animali. “Alla cui
redazione ho già lavorato come consigliere comunale insieme alle associazio-
Carmelo Comisi da poco
nominato consulente
del sindaco
ni, del resto ritengo che la strada maestra
da percorrere sia quella delle regole condivise” prosegue l’assessore annunciando
una riunione sul tema in commissione Affari Generali per lunedì prossimo. Intanto una buona notizia arriva in merito alla
cucciolata di cani, questa volta, lasciata
nientemeno che davanti il portone di casa di Carmelo Comisi. “I cuccioli stanno
bene e sono stati presi in custodia da una
volontaria, comunque sia si tratta di una
risposta singola ad un’emergenza” ribatte Cilia che aveva preso atto dell’impossibilità da parte dell’ente di non potere
consegnare i cuccioli alla struttura convenzionata di Piazza Armerina a seguito
di alcune insolvenze.
AMBIENTE: SABATO L’INIZIATIVA ALLA LANTERNA
«Fare Verde» a caccia di rifiuti in spiaggia
I volontari
cercano e
raccolgono rifiuti
in spiaggia.
L’iniziativa di
«Fare Verde» dello
scorso anno ha
riscosso molto
successo
Caccia grossa ai rifiuti nella spiaggia del Mare Nostrum. “Torna la manifestazione “Il mare d’inverno”:
per ricordare a tutti che l’inquinamento dei litorali
è un problema che esiste per dodici mesi all’anno e
non solo durante il periodo estivo” spiega il gruppo
locale di Fare Verde dando appuntamento ad amici, volontari, amanti del territorio sabato 24 gennaio
dalle 10 alle 12, presso la spiaggia della Lanterna.
“La giornata ci vedrà inizialmente impegnati in
una lezione di ecologia rivolta alle V classi della
scuola primaria dello “Sciascia” di Scoglitti e successivamente dalle 10, in attività di pulizia di una parte del litorale, insieme a tutte le persone sensibili
che alle parole preferiscono il buon esempio”aggiungono gli ambientalisti pronti anche a stilare una
speciale hit-parade dei rifiuti che verranno trovati.
“Coglieremo l’occasione per fare anche un censimento dei rifiuti raccolti. Una specie di “hit – parade” dove saranno elencati i tipi e le quantità di immondizia raccolta. Questo per dimostrare che sulle
spiagge ormai si trova di tutto ed è dovere dei cittadini e delle pubbliche amministrazioni cooperare
per tenerle pulite” precisa il gruppo ambientalista
pronto a distribuire a tutti i partecipanti guanti di
plastica e sacchi per il conferimento dei rifiuti. Un’azione di pulizia che “simbolicamente” vuole tradursi anche in monito critico nei confronti dell’amministrazione comunale per alcune emergenze della
costa che continuano ad essere trascurate.
D. C.
LA SICILIA
MERCOLEDÌ 21 GENNAIO 2015
RAGUSA .25
Vittoria
LA SICILIA 21 GENNAIO 2015
I CONTROLLI
DELLA FINANZA
in breve
FEDERFIORI
Carmelo Riccotti La Rocca vince la Coppa Sicilia
Le Fiamme gialle trovano
rimorchio-cisterna della
capacità di circa 55mila litri
per riscaldare le serre in
un’azienda agricola senza
certificati attestanti la
sicurezza dell’installazione
Il rimorchiocisterna di 55mila
litri sequestrato
dalle Fiamme
gialle in
un’azienda
agricola
Se il metano non dà una mano
Denunciati un agricoltore e il proprietario dell’impianto. Sequestrata la struttura
NADIA D’AMATO
La Guardia di Finanza ha sottoposto a
sequestro un impianto di distribuzione di gas metano non a norma. L’impianto, installato nei pressi di un’azienda agricola che ha sede sulla strada che collega Vittoria a Scoglitti, era
costituito da un rimorchio-cisterna,
della capacità di circa 55.000 litri, collegato ad una centrale di conversione
della pressione del gas, dalla quale poi
si snodavano le condotte che alimentavano i bruciatori siti all’interno delle serre per riscaldare gli impianti serricoli nelle fredde giornate invernali.
L’operazione è iniziata quando, nel
corso di un’attività di controllo del
territorio e di ricognizione delle aree
rurali vittoriesi, una pattuglia di finanzieri della Tenenza di Vittoria ha
notato il rimorchio-cisterna nei pressi di un’azienda agricola. Sospettando
che vi fosse in atto la violazione della
normativa sulla detenzione in sicurezza di prodotti infiammabili, i militari si sono recati sul posto per effettuare un controllo. Una volta individuata l’azienda ed il titolare, hanno
chiesto chiarimenti sulla certificazione della cisterna e della centrale di
erogazione del gas metano, anche
perché il collegamento tra la cisterna
e la centrale avveniva tramite 2 tubi
volanti ad alta pressione. Le Fiamme
Gialle hanno quindi provveduto a richiedere al titolare dell’impresa tutta
la documentazione utile ad attestare
la regolare installazione del complesso di distribuzione del gas dalla cisterna all’interno delle serre. Tuttavia,
il responsabile dell’azienda agricola è
stato in grado di fornire esclusivamente la documentazione attestante
l’acquisto del prodotto. Non ha fornito nulla, invece, sulla regolare installazione dell’impianto stesso che, seppur funzionante, era sprovvisto del
certificato di prevenzione incendi
(ora S. C. I. A., Segnalazione certificata di inizio attività). Si tratta di un
documento essenziale per la detenzione e l’utilizzo di materiali infiammabili e pericolosi nell’ambito di
un’attività di impresa.
Mancando l’attestazione, è scattato
il sequestro del
rimorchio, della
cisterna, dei tubi
di collegamento
e della centrale di
conversione del
gas metano. I due
responsabili, rispettivamente il
titolare dell’azienda agricola e
quello della società proprietaria
dell’impianto, sono stati denunciati per l’omessa richiesta del
certificato di prevenzione incendi. I controlli della Guardia di Finanza
sono mirati anche alla tutela dei lavoratori dal rischio incendi. E’ infatti fondamentale lo scrupoloso controllo del
rispetto delle normative da parte degli imprenditori che installano ed utilizzano gli impianti di distribuzione di
gas metano per evitare qualsiasi tipo
di pericolo.
INDAGINI DELLA POLIZIA
Incastrato dall’impronta digitale
Ai domiciliari ladro di 19 anni
Adem Bousrih
incastrato dai
rilievi relativi alle
impronte digitali
della scientifica
Un giovane di 19 anni, Aderm Bousrih, è
stato arrestato dalla polizia di Stato con
l’accusa di aver commesso un furto in
un’abitazione nell’aprile del 2013. Il ragazzo, che vanta ben quattro precedenti per reati contro il patrimonio, secondo
quanto emerso
dalle indagini, si
era introdotto nell’abitazione di un
altrettanto giovane cittadino ed
aveva rubato due
computer, uno
portatile ed uno
fisso, oltre che bigiotteria varia per
un valore complessivo di circa
2.500 euro. A denunciare il furto la
stessa vittima che
aveva riferito di
aver lasciato la sua
abitazione di via
Rosolino Pilo alle 11 del mattino, chiudendo regolarmente a chiave la porta. Al
suo ritorno, alle 17 circa, ha trovato tutto a soqquadro, accorgendosi che qualcuno era entrato dalla porta sul terrazzo.
La polizia era intervenuta immediatamente sul posto ed aveva svolto approfonditi accertamenti. La polizia scientifica aveva poi eseguito rilievi descritti-
vi, fotografici e dattiloscopici, rinvenendo sull’anta di una finestra dell’immobile, forzata dal ladro, l’impronta papillare
di un dito. Immesso in banca dati, il
frammento utile di impronta è risultato
appartenere a Bousrih, già foto-segnalato dal Commissariato di Vittoria nel
2010. Tale importante riscontro era stato comunicato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa che
aveva inoltrato al Giudice per le indagini preliminari richiesta di applicazione
di misura cautelare. Quest’ultimo, ritenendo sussistere i gravi indizi di colpevolezza, ritenendo sussistere il concreto ed attuale pericolo di reiterazione di
reati della stessa specie, in considerazione dei numerosissimi precedenti
specifici dell’indagato, che dimostra
una personalità sprezzante ed indifferente alle prescrizioni di legge, oltre alla gravità nelle modalità di commissione dell’azione e dell’orario di consumazione, in pieno giorno, che dimostrano spregiudicatezza e rendono attuali i rischi da garantire in via cautelare, ha applicato all’uomo la misura degli arresti domiciliari.
Il provvedimento è stato notificato
all’indagato a Catania, all’Istituto Penale per Minorenni dove sta scontando
una pena definitiva in ordine a tre fatti
di reato.
d. c.) Si sono sfidati a colpi di “fiori” e hanno vinto i
migliori. Vincitore della Coppa
Sicilia Federfiori ospitata a
Vittoria è stato l’ibleo Carmelo
Riccotti La Rocca (foto) con
l’assistente Ivana Paolino. Sul
podio anche i palermitani
Giovanni Brancato e Roberto
Motisi che si sono aggiudicati
il secondo e terzo posto. Uno
scettro conteso realizzando
un mazzo legato, un bouquet da sposa e un tema a
sorpresa. “Ringraziamo – dice il presidente del
sindacato provinciale fioristi aderente a
Confcommercio Giovanni Salerno - l’azienda
AssoVerde per il sostegno ricevuto, che ha permesso di
concretizzare questo speciale evento nell’area iblea”.
TEATRO APERTO
Burrafato e l’Atto unico di Cechov
d. c.) Il teatro e il dopo teatro. Una formula che
caratterizza la chiusura di tutti gli spettacoli di “Teatro
Aperto”. E ogni volta il suo direttore
artistico, Andrea Burrafato, richiama
sul proscenio la “compagnia”
invitandola ad interagire con il
pubblico. E sabato scorso,
l’appuntamento è stato con la
compagnia di Rustioni che ha portato
sul palco del Colonna Atto Unico di
Anton Cechov ed intervistati da
Andrea Burrafato (foto) la compagnia
ha ammesso di avere modellato le nevrosi dei
personaggi sui loro comportamenti.
CONFLITTO D’INTERESSI
Nicosia: «Esterrefatto da Cirica»
gi. cas.) “Resto esterrefatto soprattutto
dall’approccio di Cirica che, nel denunciare
pubblicamente la propria situazione di conflitto
d’interessi, pretende di
sottrarvisi in quanto
consigliere comunale”. Così
replica il sindaco, Giuseppe
Nicosia (foto), alla denuncia
fatta dal consigliere Cirica
nel riferire l’atteggiamento,
a suo dire non corretto, del
primo cittadino nel valutare
la sua personale situazione
rispetto a quella del neoassessore Cannizzo in
merito a presunti conflitti di interesse.
MOVIMENTO CINQUE STELLE
Sette attivisti lasciano il Meet up
gi. cas.) Frattura all’interno del Meetup di Vittoria.
Sono sette attivisti (Francesco Giongrandi,
Valentina Argentino, Carmelo Spata, Gregorio
Moncada, Stefania Baglieri, Alessandro Passarello e
Salvatore Agosta) che dopo un periodo di
riflessione hanno deciso di dissociarsi dall’attuale
Meetup di Vittoria del Movimento 5 Stelle perché,
secondo loro, non sposa i principi del M5S.
N. D. A.
TACCUINO
IL METEO:
Bel tempo. Temperature comprese fra 7 e
14 gradi. I venti, deboli, soffieranno da
Sud-Ovest con intensità di 13 km/h.
Possibili raffiche fino a 19 km/h. Il sole
sorge alle 7.11 e tramonta alle 17.13. La
luna, crescente, leva alle ore 7.31 e cala
alle 18.39. Mare da poco mosso a mosso.
Altezza onde da 45 a 84 cm.
NUMERI UTILI:
POLIZIA:
Via Emanuela Loi, 40. Tel: 0932-997411.
VIGILI DEL FUOCO:
Contrada Mendolilli, s. n. Tel: 0932804694 oppure 0932- 981735.
POLSTRADA:
via Pietro Nenni, 86. Tel: 0932-981920.
CARABINIERI:
via Garibaldi, 397. Tel: 0932.981200
oppure 0932-981370.
Scoglitti, tel: 0932-980106
GUARDIA DI FINANZA:
Viale Vol. Libertà, 16
Tel: 0932-981894
CAPITANERIA DI PORTO:
Piazza Sorelle Arduino, 22.
Tel: 0932-980976
POLIZIA MUNICIPALE:
Via S. re Incardona, s. n.
Tel: 0932-514811.
Scoglitti, Tel: 0932-514700
COMUNE DI VITTORIA: 0932-984392
DELEGAZIONE SCOGLITTI: 0932980105
OSPEDALE
Centralino: 0932-981111
FARMACIE
Orari apertura: 9-12.30; 16.30-20.30.
Pomeridiano: Emaia. Via Garibaldi, 441/A.
Tel. 0932.981483;
Notturno: Emaia. Via Garibaldi, 441/A. Tel.
0932.981483.
ORARI AUTOLINEE GIAMPORCARO
Vittoria-Ragusa: 6.45; 7.00 (scolastico);
8.00; 10.15 (scol) 11.15; 13.15; 14.30;
16.45; 18.15 (feriali). 10.30-15.00 (festivi).
Cuccioli abbandonati, una moda pericolosa
Randagismo. Dopo il caso del recinto Mangione, stavolta i cagnolini sono stati lasciati davanti alla casa di Carmelo Comisi
DANIELA CITINO
Se l’abbandono dell’ennesima cucciolata
di cani davanti alla “ruota” del recinto
Mangione, da una parte, ha gettato nello
sconforto i volontari dell’Aida sempre più
consapevoli di stare gestendo una struttura ormai “satura”, dall’altra parte, ha fatto riaccendere le luci della politica sulla
questione randagismo. Ultima posizione,
in ordine di tempo, appartiene ai Fratelli
d’Italia-An. “Ci risulta che sia le sterilizzazioni che le microchippature siano ferme
così come è ancora in attesa di completamento il rifugio sanitario iniziato nel
2011” precisano i consiglieri Moscato e
Nicosia chiedendosi anche il perché non
sia stato nemmeno predisposto l’avvio
dell’Ufficio veterinario. E non solo. Per i
due consiglieri comunali, ben poco è stato fatto anche sul fronte delle adozioni.
“Prendiamo infatti atto che l’amministrazione comunale non ha ancora preso
in considerazione la mozione consiliare
che, approvata un anno fa, impegnava
l’ente a concordare, con le associazioni,
iniziative utili a favorire l’adozione dei
cani, il che avrebbe certamente prodotto
un notevole risparmio sulle casse comunali” aggiungono Moscato e Nicosia che,
confidando nella nuova delega assessoriale, sperano in un cambio di rotta. E dal
suo canto, il neo assessore all’ambiente,
Enzo Cilia, si dichiara pronto ad istituire
un Ufficio per i diritti degli
animali. “Occorre una grande sinergia istituzionale e
insieme civica” ribatte Cilia
ammettendo l’esistenza di
un fenomeno in crescita
esponenziale. “Siamo in piena emergenza, mancano le
risorse e non solo. Manca
anche un’adeguata cultura
amministrativa” precisa
l’assessore che da oggi sarà
al lavoro per la messa a punto e approvazione del regolamento dei diritti degli animali. “Alla cui
redazione ho già lavorato come consigliere comunale insieme alle associazio-
Carmelo Comisi da poco
nominato consulente
del sindaco
ni, del resto ritengo che la strada maestra
da percorrere sia quella delle regole condivise” prosegue l’assessore annunciando
una riunione sul tema in commissione Affari Generali per lunedì prossimo. Intanto una buona notizia arriva in merito alla
cucciolata di cani, questa volta, lasciata
nientemeno che davanti il portone di casa di Carmelo Comisi. “I cuccioli stanno
bene e sono stati presi in custodia da una
volontaria, comunque sia si tratta di una
risposta singola ad un’emergenza” ribatte Cilia che aveva preso atto dell’impossibilità da parte dell’ente di non potere
consegnare i cuccioli alla struttura convenzionata di Piazza Armerina a seguito
di alcune insolvenze.
AMBIENTE: SABATO L’INIZIATIVA ALLA LANTERNA
«Fare Verde» a caccia di rifiuti in spiaggia
I volontari
cercano e
raccolgono rifiuti
in spiaggia.
L’iniziativa di
«Fare Verde» dello
scorso anno ha
riscosso molto
successo
Caccia grossa ai rifiuti nella spiaggia del Mare Nostrum. “Torna la manifestazione “Il mare d’inverno”:
per ricordare a tutti che l’inquinamento dei litorali
è un problema che esiste per dodici mesi all’anno e
non solo durante il periodo estivo” spiega il gruppo
locale di Fare Verde dando appuntamento ad amici, volontari, amanti del territorio sabato 24 gennaio
dalle 10 alle 12, presso la spiaggia della Lanterna.
“La giornata ci vedrà inizialmente impegnati in
una lezione di ecologia rivolta alle V classi della
scuola primaria dello “Sciascia” di Scoglitti e successivamente dalle 10, in attività di pulizia di una parte del litorale, insieme a tutte le persone sensibili
che alle parole preferiscono il buon esempio”aggiungono gli ambientalisti pronti anche a stilare una
speciale hit-parade dei rifiuti che verranno trovati.
“Coglieremo l’occasione per fare anche un censimento dei rifiuti raccolti. Una specie di “hit – parade” dove saranno elencati i tipi e le quantità di immondizia raccolta. Questo per dimostrare che sulle
spiagge ormai si trova di tutto ed è dovere dei cittadini e delle pubbliche amministrazioni cooperare
per tenerle pulite” precisa il gruppo ambientalista
pronto a distribuire a tutti i partecipanti guanti di
plastica e sacchi per il conferimento dei rifiuti. Un’azione di pulizia che “simbolicamente” vuole tradursi anche in monito critico nei confronti dell’amministrazione comunale per alcune emergenze della
costa che continuano ad essere trascurate.
D. C.
GIORNALE DI SICILIA 21 GENNAIO 2015
GIORNALE DI SICILIA 21 GENNAIO 2015
@Documento elettronico rilasciato per uso personale. DRM - 4843298d2b92e70d0fc015032d332c6a52c9ecbe24dd4f4035acf820631efe6bd910393915409e92b4f2513c2b347fcddfb0acbc27e251ff557f5026c3d0343c
MERCOLEDÌ 21 GENNAIO 2015
LA SICILIA
RAGUSA SPORT .29
BASKET SERIE A1/F. Battuta Battipaglia. Sedici vittorie di fila. Eguagliato il primato di Taranto e Napoli
E’ una Passalacqua da record
Il presidente: «Grande risposta di tutta la squadra anche senza l’americana Pierson»
LAURA CURELLA
Il PalaMinardi di Ragusa è tornato a vibrare, all’unisono con le aquile della
Passalacqua spedizioni che hanno giocato tra le mura amiche dopo oltre un
mese. Domenica pomeriggio il roster
allenato da Nino Molino, sostenuto da
un grande pubblico, ha collezionato il
sedicesimo successo consecutivo
eguagliando il record di vittorie consecutive iniziali in regular season nel
nuovo millennio (cioè dal 2000 in poi)
che appartiene alla blasonata Taranto
Cras Basket ed alla Phard Napoli.
Contro la Techmania Battipaglia è
stata una dimostrazione di forza e di
grande attaccamento alla maglia. Prive di pedine importanti, le biancoverdi erano chiamate a rifarsi delle prestazioni certamente poco brillanti delle
ultime due trasferte. Una vittoria che
ha acquisito ancora più valore perché
conquistata senza l’americana Plenette Pierson, che venerdì pomeriggio si
era infortunata in allenamento, e la
cui assenza si andava ad
aggiungere a quella di Lia
Valerio.
Giocatrici “contate”,
dunque, per coach Nino
Molino, che si attendeva
una risposta importante
to iniziale al poda parte della propria
sto dell’infortusquadra. E la risposta c’è
nata Pierson. L’istata. 80-66 il punteggio
talo-canadese
finale della partita, nella
mette a referto 18
quale, dopo il primo
punti (8/12 da
strappo operato nel terzo GIANSTEFANO PASSALACQUA
due e 2/2 dalla luquarto, le aquile hanno
netta). Stesso riulteriormente allungato nell’ultima sultato e medesime percentuali realizfrazione dove hanno chiuso definitiva- zative per la guardia croata Jelena Ivemente la contesa e dove alla fine c’è zic. Certamente importante il contristato spazio per tutte.
buto di Debora Gonzalez, che si conferSono state ben quattro le giocatrici ma una pedina vincente. Domenica la
di Ragusa ad andare in doppia cifra. Su play italo-argentina ha chiuso il match
tutte una travolgente Ashley Walker, in doppia cifra, 10 i punti con una imche nei 37 minuti spesi sul parquet placabile precisione dalla linea della
piazza la doppia doppia (23 punti e 11 carità (6/6, che contribuisce al percorrimbalzi dei quali 6 offensivi) che le va- so netto ai tiri liberi dell’intera squadra,
le un 32 di valutazione finale. Buonis- 15/15).
sima la risposta di Jenifer Nadalin,
Entusiasta, al termine della partita, il
chiamata da coach Molino nel quintet- presidente Gianstefano Passalacqua:
E intanto le lupe
mangiano Napoli
«Sono davvero contento della risposta
della squadra – ha dichiarato il patron
biancoverde – perché anche senza
Pierson, giocatrice dalla quale passano
tantissimi palloni, le nostre ragazze
hanno fatto una grande gara. È una risposta importantissima e una bella
conferma per il prosieguo della stagione».
Sulla stessa lunghezza d’onda, coach
Nino Molino: «Sono davvero molto
soddisfatto della prestazione della
squadra – ha dichiarato il tecnico –
non era facile, intanto perché Battipaglia ha buoni numeri, e poi perché eravamo senza Pierson, tra l’altro scoprendo solo poche ore prima che non
avrebbe potuto scendere in campo. Invece la squadra si è dimostrata in crescita ed ha confermato grande personalità, riuscendo a giocare una buona
pallacanestro. Sono quindi contento –
ha continuato Nino Molino – al di là
del sedicesimo risultato utile consecutivo che fa sempre molto piacere, perché abbiamo avuto buone risposte. Alcune atlete hanno preso più responsabilità senza Pierson e quindi è venuta
fuori una buona prestazione, con una
vittoria netta che ci fa ben sperare per
il futuro. Tra l’altro quello della statunitense non si tratta di un infortunio
grave e dunque – ha concluso il coach
della Passalacqua Ragusa – speriamo
di poterla avere la prossima settimana
insieme a Canova che dovremmo potere tesserare».
Prossimo impegno per la formazione biancoverde, quello in programma
domenica prossima sul parquet della
Pallacanestro Vigarano, vincente sul
Lavezzini Parma.
l. c.) I risultati della terza
giornata di A1
femminile confermano
la buonissima stagione
delle Lupe del Fila San
Martino (avversarie
della Passalacqua
Ragusa nella semifinale
di Final Four 2015 in
programma il 21
febbraio al
PalaEvangelisti di
Perugia). Le umbre, con
una prova di grande
coraggio e carattere,
hanno espugnato con il
risultato di 58-61 il
PalaVesuvio di Napoli,
prime a riuscirci da
quando la Saces Mapei è
guidata da Roberto
Ricchini. Vittoria che
consente alle ragazze di
Abignente di balzare al
terzo posto in classifica.
Per il resto vincono
tutte le squadre in casa
(e quindi Gesam Gas
Lucca su Azzurra Ceprini
Orvieto, Reyer Venezia
su Acqua&Sapone
Umbertide e
Pallacanestro Vigarano
su Lavezzini Parma)
tranne la Triestina
Calligaris che, come da
facile pronostico, è
stata sconfitta tra le
mura amiche dal Famila
Schio per 45-89. Riposo,
infine, per il Cus
Cagliari, alla luce del
ritiro dalla massima
competizione di basket
femminile della Virtus
La Spezia.
BASKET SERIE C2
Una Vigor sorprendente
supera Capo D’Orlando
La Emmolo S. & C. srl Vigor (foto) continua a
sorprendere, superando anche la Nuova
Agatirno Capo D’Orlando con il punteggio di
75-82. Superlativa la prestazione del roster
allenato da coach Di Stefano, su un campo
difficile e contro un avversario che non ha
mai mollato, fortemente sostenuto dal
proprio pubblico. «Stiamo vivendo un bel
momento – afferma Di Stefano – cerchiamo
di godercela domenica dopo domenica.
Siamo consapevoli che ci troviamo in una
posizione importante, utile per poter
proseguire nel progetto, anche se non
programmato, di raggiungere la C unica».
Domenica prossima alle ore 18,30 al
palazzetto Santa Rosalia la Vigor ospiterà il
Gravina, squadra con la quale attualmente
condivide la seconda posizione in classifica.
L. C.
BASKET 1ª DIVISIONE
Savio Ragusa ci crede
Real Chiaramonte ko
Bella vittoria (la terza consecutiva) della Savio
Ragusa che ha regolato con un netto 61-43 il
Real Chiaramonte nella quinta giornata di
andata del campionato di Prima Divisione.
Coach Occhipinti può ritenersi soddisfatto per la
prestazione dei suoi giocatori. La Savio ha infatti
mostrato importanti segnali di miglioramento,
limitando al massimo le amnesie difensive di
inizio stagione e fornendo una buona prova
corale (tutti utilizzati i giocatori della formazione
ragusana) in attacco con circolazione di palla e
fiducia al tiro. Nella prossima giornata di
campionato, in programma sabato prossimo, la
Domenico Savio affronterà la Rainbow Ispica, in
casa, per cercare di risalire ulteriormente la
classifica ed approfittare degli eventuali passi
falsi di Rosolini e Scicli.
M. F.
LA SICILIA 21 GENNAIO 2015
KARATE. Il forte atleta vittoriese si conferma inserito a pieno titolo nel progetto della Nazionale dei giovani
Un oro e un bronzo per Panagia in Croazia
LA PALLAMANO RAGUSA FESTEGGIA DOPO IL PARI CON IL CUS PA
Il gradino più alto del podio conquistato nel
combattimento a squadre mentre nella singola
l’ipparino è stato battuto da un ungherese
HANDBALL
GIOVANNA CASCONE
La Pallamano Ragusa
imbavaglia la capolista
Un oro nel combattimento a squadre e un
bronzo nella gara singola. L’azzurrino
Giuseppe Panagia, vittoriese doc e atleta
di spicco nel panorama del karate nazionale, continua la sua ascesa e conquista
ben due podi nel corso del 24° Gran Prix
di Croazia, evento sportivo europeo tenutosi nella città di Sambor.
Panagia inaugura la nuova stagione
agonistica nel migliore dei modi, conquistando ad appena 16 anni un’altra
medaglia d’oro e una di bronzo con la Nazionale Italiana Juniores di karate nell’ambito di una importantissima competizione che ha visto confrontarsi circa
1500 giovani atleti tra i più forti d’Europa
sui vari tatami. A rimarcare la valenza
della manifestazione, la volontà della Nazionale italiana a considerare tale appuntamento come la preparazione finale e di controllo delle condizioni sportive
degli azzurrini che parteciperanno ai
Campionati europei per Cadetti, Juniores
e Seniores U21 in Svizzera che si terranno a Zurigo i prossimi 6, 7 e 8 febbraio.
La sfida che è valsa l’oro per Panagia è
stata avvincente e spettacolare. Nel combattimento a squadre Panagia ha indossato la fascia di capitano, è stato affiancato da Sacristani e Nekoofar e ha ben diretto la finale battendo i fortissimi atleti
della Serbia. Dura la gara singola che gli è
valsa la medaglia di bronzo. Panagia, infatti, è riuscito a conquistare il podio dopo aver combattuto ben cinque durissimi
e intensi incontri, perdendo solo contro
l’ungherese Peter Mihály.
La trasferta degli atleti italiani, dunque,
MICHELE FARINACCIO
Un’autentica impresa quella della Pallamano Ragusa che
domenica scorsa ha costretto al pari (24-24) la corazzata
Cus Palermo che, proprio prima di incontrare i ragusani
aveva sempre vinto ogni partita, con sette successi di fila. A
dimostrazione dell’ottimo stato di forma del sette di Saro
Cappello, stavolta i palermitani sono stati costretti a dividere la posta in palio. E, addirittura, i locali si mordono le mani per quel pizzico di inesperienza che ha condizionato certi attacchi nella fase conclusiva e che avrebbero potuto consegnare agli iblei un successo
prestigioso.
“Ma non vogliamo fare voli Il sette di Cappello
pindarici – afferma il tecnico blocca sul pari il
Cappello – ci accontentiamo di
Cus Pa che aveva
quello che siamo già riusciti ad
ottenere anche perché il nostro sempre vinto
organico non era certo assortito come in altre occasioni a causa degli infortuni occorsi ad
alcuni elementi. Eppure, il gruppo che è sceso in campo ha
basato sulla difesa, sul contropiede e sul gioco veloce la propria azione, mettendo sovente in difficoltà la prima della
classe”. Al riposo, la Pallamano Ragusa si trovava sotto di
ben cinque lunghezze (10-15, infatti, il parziale). Musica
completamente differente nella ripresa con i padroni di casa che sono scesi in campo con un piglio autoritario sino ad
arrivare alle concitate fasi finali quando la Pallamano Ragusa ha consumato il sorpasso salvo farsi riprendere, poi, nel
finale. E dire che i giocatori iblei avrebbero avuto tra le mani l’occasione di chiudere il match a proprio favore. Alla fine un pari che per il sodalizio ragusano è oro colato.
si chiude con grande soddisfazione della
commissione tecnica nazionale che vede
crescere nel futuro del karate un vivaio di
grande spessore con Panagia inserito a
pieno titolo in questo progetto. Prossimo
evento per l’atleta vittoriese, i campionati Europei giovanili che si disputeranno a
Zurigo dove gareggerà nel combattimento singolo e a squadre indossando la fascia di capitano. L’auspicio per il giovane
atleta è quello di ripetere e possibilmente migliorare quanto fatto nel precedente campionato Europeo di Lisbona del
2014 dove conquistò la medaglia di bronzo. L’anno appena trascorso, in effetti, è
stato contrassegnato da diversi successi.
Possiamo dire che, per il 16enne Giuseppe Panagia, è stata una stagione da incorniciare. Un continuo susseguirsi di
successi nella categoria esordienti B,
WKF Cadetti e Juniores: il terzo posto ai
campionati Europei di Lisbona, unico
atleta della categoria WKF Cadetti a rappresentare la Nazionale italiana; primo
posto ai Campionati italiani di Ostia; ha
conquistato il gradino più alto del podio
anche agli internazionali di Lignano Sabbiadoro Open Mondiale; stessa cosa agli
internazionali Open di Firenze, categoria
esordienti B nella categoria Cadetti. Ma
ancora, primo posto agli internazionali di
Biella e Open d’Italia, nella categoria juniores agli Open internazionali di Polonia, nella categoria juniores e nella categoria cadetti agli internazionali Venice
Cup di Caorle ed infine, a dicembre, ultima gara del 2014 il primo posto nella categoria cadetti agli Open internazionali di
Napoli. Un medagliere di tutto rispetto
per un giovane che punta in alto.
Giuseppe Panagia
festeggia con
i compagni
di squadra
del gruppo
della Nazionale
la conquista
dell’oro dopo
la disputa
di una serie di
combattimenti di
elevato spessore
tecnico
TENNIS TAVOLO
Un torneo per ricordare don Alibrandi
Un torneo per ricordare un sacerdote che a Modica ha lasciato un ricordo indelebile per l’entusiasmo nello stare in mezzo ai ragazzi che frequentavano l’istituto salesiano Don Bosco di Modica Alta
e nell’aiutarli - attraverso la pratica dello sport - ad
integrarsi nella società. Organizzato dalla Pgs Orsa
si è svolto nell’ultimo week end, il “Memorial Don
Alibrandi”, torneo interprovinciale di tennis tavolo che rientra nei programmi per ricordare il sacerdote deceduto nel 2005 a Pedara (Ct); che ha prestato il suo servizio sacerdotale presso l’oratorio salesiano “San Domenico Savio” dal 1994 al 2000.
A contendersi il primo posto circa 50 atleti divisi in categoria Assoluta e Giovanile, provenienti da
Avola, Noto, Ragusa, Scicli, Vittoria e Gela, oltre al-
la rappresentanza modicana. A trionfare nella categoria assoluta è stato Ivan Casto dell’Asd Tt Robur
Noto, che ha superato in finale per 3 a 2 Carmelo
Piccione dell’Asd Tt Scicli sport. Nella categoria
Giovanissimi lo sciclitano Francesco Causarano ha
sbaragliato i suoi avversari vincendo in finale contro Alessandro Calendi dell’Asd Tt Gela. Nel doppio
vincono i modicani Cristian Modica e Agostino Filingieli che hanno ricomposto il duo foriero di successi ai tempi in cui erano seguiti dallo stesso don
Alibrandi; come quelli ottenuti ai campionati italiani Pgs tenuti a Senigallia (An) nel 2000. Attualmente la Pgs Orsa è presente con tre formazioni nei
campionati Fitet di serie D1 e D2.
GIOVANNI CALABRESE
@L'uso o la riproduzione, anche parziale - con qualunque mezzo e a qualsivoglia titolo - degli articoli e di quant'altro pubblicato in questo giornale sono assolutamente riservate, e quindi vietate se non espressamente autorizzate. Per qualunque controversia il Foro competente quello e' di Catania
@Documento elettronico rilasciato per uso personale. DRM - 4843298d2b92e70d0fc015032d332c6a52c9ecbe24dd4f4035acf820631efe6bd910393915409e92b4f2513c2b347fcddfb0acbc27e251ff557f5026c3d0343c
MERCOLEDÌ 21 GENNAIO 2015
LA SICILIA
28.
RAGUSA SPORT
ALLIEVI
GIOVANISSIMI
Sportispica kappaò
Salvezza possibile
E’ andata male all’undici dello Sportispica
«Marcomonaco» nel turno di domenica scorsa
relativamente al campionato Allievi. La squadra
è stata sconfitta di misura dal San Pio X, un
undici che in atto è saldamente al comando
della classifica del girone E. Ma onore ai vinti che
hanno retto bene la prima frazione di gioco,
subendo lo svantaggio all’inizio della ripresa, un
goal che ha frenato un poco l’agonismo dei
padroni di casa. Hanno comunque continuato a
battersi, subendo quasi nel finale la seconda
rete, subito annullata dalla rabbiosa reazione
concretizzata dalla rete di Zaccaria. La sconfitta?
Se ne è preso atto, l’obiettivo resta sempre la
salvezza, in atto non messa in discussione. Per i
ragazzi di Salvuccio Monaca domenica impegno
non difficile in trasferta, l’avversario il Meta
Sport, fanalino di coda della classifica.
Nel finale della seconda frazione di gioco è
sfumata la speranza per i Giovanissimi dello
Sportispica «Marcomonaco», impegnato al
«Peppino Moltisanti» di contrada Crocefia nel
derby con il Per Scicli. La sconfitta diventa
pesante, non tanto nel risultato e nella
prestazione ma nella considerazione che le
due compagini sono impegnate nella lotta
per evitare la retrocessione diretta. Alla luce
dei risultati maturati, l’Hellenika, fanalino di
coda, ha avuto la possibilità di limitare ora ad
una sola lunghezza lo svantaggio in classifica
nei confronti dello Sportispica, mentre La
Pinetina ha raddoppiato la distanza, ora due
lunghezze più avanti. La prestazione dello
Sportispica, nel complesso viene considerata
positiva, la retrocessione può e deve essere
evitata. Il prossimo avversario il Meta Sport.
GIUSEPPE FLORIDDIA
G. F.
Lo Sporting
batte Messina
e insegue
la capolista
FINORA SOLO VITTORIE (BEN DICIASSETTE) PER LA NEW TEAM NEL TORNEO DI PRIMA CATEGORIA
New Team ormai imprendibile
Diciassette vittorie di fila e tredici punti di vantaggio sulla seconda: che impresa
Ultima (ed importante) vittoria, in ordine di
tempo, è stata quella conquistata a domicilio
Tredici punti di vantaggio sulla seconda in classi- contro il forte Pozzallo, formazione infarcita di
fica e nove giornate al termine di una stagione a giocatori che hanno militato e potrebbero milidir poco strepitosa. La New Team dei record con- tare tuttora in ben altre categorie. Tre punti che,
tinua a viaggiare come un treno, non conoscen- in virtù del pareggio della Florenzia, sono servido altro risultato se non la vittoria. Diti per allungare ulteriormente il passo.
ciassette le vittorie consecutive, su alLa promozione al piano superiore
In
Prima
trettante partite di campionato fin qui
sembra essere cosa fatta. Ma l’intento
disputate: la squadra di Fabrizio Vacca
Categoria della squadra di Vacca è proprio quelha tutto quello che serve, dalla supedi lasciare il segno. A parlare, dopo
i ragusani lo
riorità tecnica, alla saggezza tattica,
la vittoria di domenica scorsa, è stato
ma in mezzo c’è anche tanto cuore ed
il direttore sportivo Massimo Vitale,
stanno
una sana amicizia a cementare il grupche su Facebook ha elogiato i propri
facendo
un
po e lo spogliatoio.
giocatori: “Abbiamo dimostrato di
A tutto questo si aggiungono il mo- campionato avere carattere da vendere, e pensare
rale e la convinzione nei propri mezche c’è stato chi ha esultato per l’ea parte
zi che aumentano esponenzialmente
spulsione per due turni di Pellegrino.
ogni settimana proprio grazie alle vitQuesto post lo dedico a tutti quelli che
torie. Insomma, gli ingredienti affinché il mo- sono scesi in campo e a tutti quelli che dalla panmento magico possa durare ancora a lungo sem- china e dalla tribuna hanno sofferto e gioito per
brano esserci tutti. Anche perché nessuno in la dura vittoria conquistata in campo. Questo poseno alla squadra ragusana, sembra essere sazio st lo dedico alla New Pozzallo, degna avversaria
dei successi.
e ottima squadra”.
MICHELE FARINACCIO
Il calendario
Sabato in casa
con la Netina
m. f.) Questo il cammino
della squadra di Fabrizio
Vacca da qui al termine
del campionato. Nel
prossimo turno di
campionato la New
Team è attesa dal match
casalingo che vedrà la
formazione iblea in
campo sabato
pomeriggio all’ex Enal
di via Archimede con la
Rinascitanetina 2008; a
seguire è in programma
il derby con il Marina di
Ragusa, che si disputerà
sul campo della
formazione marinara di
Gianni Gurrieri. La New
Team tornerà quindi a
giocare in casa il sabato
successivo, 7 febbraio,
per affrontare il Real
Biscari. Sarà l’ultima gara
prima della pausa lunga
di tre settimane riservata
dal calendario.
Nell’ottava giornata
impegno in trasferta sul
campo dell’Atletico
Scicli, quindi ancora
trasferta sul terreno
dell’Arcobaleno Ispica,
per poi tornare in casa,
nella decima giornata,
con la Florenzia. Nelle
ultime tre partite il
sodalizio caro al
presidente Giovanni
Vitale se la vedrà
rispettivamente sul
campo del Real Avola, in
casa con l’Hellenika ed
ancora fuori casa con il
Frigintini. L’auspicio della
società iblea è quello che
gli ultimi incontri non
debbano servire ai fini
della classifica
PROMOZIONE. La squadra verso la retrocessione
UN CROSS DI MASCARA (COMISO) AL CENTRO DELL’AREA DI RIGORE
ANTONELLO LAURETTA
La sconfitta patita dal Comiso in casa contro il Pachino ha
lasciato segni profondi. La squadra verdearancio ha ricevuto proprio dal Pachino il fanalino di coda del girone D
del campionato di Promozione che ora condivide con lo
Sporting Battiati. Doveva essere, quella di domenica scorsa, la partita del rilancio, della riscossa dopo tre sconfitte consecutive condite da quindici gol al passivo, cinque
per partita. Si è risolta in una nuova disfatta, con altre tre
gol subiti, che fanno della difesa comisana la peggiore del
girone D con ben 41 gol presi in sedici partite. Piove sul
bagnato.
Il tecnico Gaetano Lucenti, nell’anticipo di sabato scorso contro il Belvedere, dovrà fare a meno di Kevin Valerio
espulso per doppia ammonizione e di Oscar Mascara,
ammonito nel corso della stessa partita e già diffidato. Il
fantasista verdearancio, pertanto, dovrebbe essere squa-
LA SICILIA 21 GENNAIO 2015
Comiso, per la salvezza
servono alcuni puntelli
lificato anch’egli. Se consideriamo che Lucenti ha i giocatori davvero contati, contro il Pachino Francesco Guarino
ha giocato benché non avesse dormito tutta la notte precedente per disturbi influenzali, e già contro il Pachino non
aveva cambi spendibili in panchina, si comprende come la
certa assenza di Valerio e quella assai probabile di Mascara, complicheranno non poco la vita a Lucenti che dovrà
mettere insieme undici giocatori da mandare in campo.
“Non so come, ma in qualche modo faremo – si è limitato a dire il tecnico del Comiso -. Viviamo alla giornata.
Spero che nel frattempo la società riesca a ingaggiare
qualche giocatore svincolato perché la situazione è molto difficile”. Al Comiso servono come il pane almeno tre
giocatori. Intendiamoci, giocatori “veri”, non ex atleti. Ne
è ben cosciente il direttore sportivo Franco Pluchino il quale spera di poter ingaggiare un giocatore per ogni ruolo.
“C’è in programma un incontro col presidente Luigi Mascara per decidere il da farsi – ha anticipato Pluchino -. Mi
pare evidente che la squadra così com’è faticherà moltissimo e rischia di non salvarsi”. Il “diesse” del Comiso, evidentemente, fa il diplomatico. Allo stato attuale delle cose, non c’è alcun dubbio che il Comiso è il team più debole delle quattordici squadre superstiti. Sulla stessa sintonia d’onda il direttore generale Giovanni Di Prima. “Il Comiso, se non cambierà qualcosa di importante, è il candidato principale alla retrocessione. Penso domani, incontrerò il presidente Mascara per capire le sue intenzioni. La
squadra va rafforzata anche se ora non è facile. Con le liste
di trasferimento chiuse non si può fare molto. Vengono al
pettine errori macroscopici che sono stati commessi dall’estate scorsa fino a poche settimane fa. Forse c’è ancora
tempo per salvare la categoria, ma sicuramente occorrono decisioni coraggiose ed efficaci”. Tradotto in termini
espliciti, ciò vuol dire che l’unica strada percorribile è
“investire” tre-quattro mila euro per ingaggiare almeno tre
giocatori di sicuro affidamento.
Ancora un successo per il Vittoria Sporting
Futsal (nellla foto alcune giocatrici) nel
campionato regionale di Serie C1 femminile di calcio a 5. Per continuare a mettere
pressione alla capolista Zafferana - avanti
di un punto - le ragazze vittoriese sono
“costrette” a vincere e lo fanno con molta
naturalezza, forti di un organico che potrebbe ben figurare anche nella categoria
superiore. Dopo il periodo di appannamento, che è coinciso con il periodo dei
trasferimenti (con l’abbandono di alcune
atlete) è ripresa, quindi, la marcia inarrestabile del Vittoria Sporting Futsal che domenica pomeriggio al palazzetto dello
Sport di Vittoria ha archiviato la pratica
Messina con un sonoro 9 a 2. Una gara a
senso unico, che ha visto le atlete ospiti
cercare di arginare l’offensiva dirompente
di capitan Palumbo e compagne, ma con
scarsi risultati.
Prima dell’inizio del match il gruppo
che attualmente compone il roster della
squadra ha ricevuto gli applausi, convinti e
gratificanti, dei tifosi presenti al palazzetto dello sport per la conquista della Coppa
Italia; con il trofeo che ha fatto bella mostra per tutta la durata della gara con le
messinesi. L’andamento della gara con il
Messina è stato a senso unico e già alla prima azione è il palo a negare il gol alla capitano Palumbo. Che arriva al 3’ di gioco per
merito di Maria Carmela Cicero. Poi, dopo
un palo della formazione ospite, arriva il
raddoppio della Polizzi e poco dopo il gol
del Messina per il 2-1. Una sferzata per le
calciatrici del Vittoria che ristabiliscono le
distanze ancora con la Palumbo che allunga ancora poco prima della chiusura del
primo tempo; per un match che a questo
punto è virtualmente chiuso.
Infatti, il secondo tempo non offre possibilità di recupero per le messinesi e sono
invece la Palumbo e compagne ad allungare ancora con il punteggio che assume man mano che trascorrono i minuti - proporzioni significative. I gol di Michela Lunetta e poi quelli di Catalina Barbu, Verdiana Polizzi, ancora la Palumbo e la Cicero
chiudono il confronto - per la soddisfazione di mister Assenza - sul risultato di 92. Le dichiarazioni post gara riflettono l’attuale stato di forma della squadra e se ne fa
interprete il vicepresidente Carmelo Giunta. “Abbiamo disputato un’ottima gara - afferma il dirigente - ad altissima intensità
tecnica ed agonistica. Il mio plauso va alle
nostre ragazze che sono riuscite ad interpretare al meglio una partita che solo sulla carta era definita facile. Nonostante il risultato importante, il Messina ha giocato la
sua onesta partita difendendo in maniera
arcigna. Abbiamo saputo mantenere la calma, facendo girare palla e riuscendo a colpire l’avversario al momento opportuno.
Un successo importante che ci consente di
essere fiduciosi per il futuro. I nostri obiettivi sono lì e risaputi, a portata di mano. Oltre al campionato, siamo in corsa per la
Coppa Italia nazionale, una manifestazione di grande visibilità che affronteremo
con grande concentrazione. Mercoledì 28
gennaio a Cosenza la prima gara di andata
che ci farà capire la nostra dimensione”.
GI. CA.
CALCIO A CINQUE FEMMINILE
Vittoria, un pareggio che non soddisfa
GIOVANNI CALABRESE
Il Vittoria calcetto (nella foto la formazione) - che partecipa al campionato nazionale di Serie A femminile di calcio a 5 - ritorna imbattuto dalla trasferta in Basilicata. Non è stata sufficiente nemmeno la
doppietta realizzata da Claudia Ricupero
per avere ragione delle padrone di casa,
che avevano l’assoluta necessità di non
uscire sconfitte dal loro parquet amico;
per non peggiorare la classifica che al
momento attuale li vede in terz’ultima
posizione con 15 punti, ad un punto dal
Real Stigliano, a due dal Real Bisceglie e a
cinque dalle biancorosse di mister Nobile e dalle Formiche Siracusa.
Una classifica che al momento attuale
dà un po’ di margine di sicurezza alla
squadra vittoriese, ma non bisogna cullarsi troppo perché la zona pericolosa non è
poi così lontana. Quella con il Rionero è
stata una gara dai continui capovolgimenti di fronte e dal risultato che cambiava a fasi alterne. Entrambe le formazioni
hanno avuto la possibilità di aggiudicarsela, ma alla fine le maggiori recriminazioni sono per le biancorosse che hanno
avuto le occasioni per chiudere in loro
favore il match e non le hanno sfruttate.
L’andamento del match ha visto le due
formazioni duellare senza esclusione di
colpi, ma sempre nel rispetto delle regole del gioco. Ad aprire “le danze” la capocannoniera biancorossa Claudia Ricupero,
che ha siglato la rete dello 0-1 dopo appena un minuto dal fischio d’inizio e all’8’ ci
pensava Concetta Primavera ad allungare
le distanze (0-2). Il Rionero non restava a
guardare e 3 minuti dopo Huchitu realizzava la prima rete delle padrone di casa
(1-2). La seconda rete delle bianconere al
15’ con la Porcelli, che portava il risultato
sul 2-2. Il primo tempo si chiudeva con il
gol di Guercia che portava in vantaggio
temporaneo il Rionero sul 3-2.
Nel secondo tempo le biancorosse annullavano le distanze riportando il risultato sul pareggio grazie ad una rete di
Corrao (3-3), al 6’. Al 12’ una rete di Guercia portava nuovamente avanti le bianconere locali (4-3), ma ancora una volta la
Ricupero riportava a galla la sua squadra
per il definitivo 4-4. “Avremmo potuto
chiudere la partita nel primo tempo commenta il tecnico, Davide Nobile -, ma
abbiamo sprecato qualcosa di troppo nelle varie conclusioni sotto rete; e, forse
perché troppo sicure del vantaggio, abbiamo permesso all’avversario di rimontare.
Dobbiamo lavorare molto sotto porta e
tentare di non soffrire dopo aver agguantato il risultato”.
Un punto
dalla
trasferta
in terra
lucana.
Il tecnico
Nobile:
«Avremmo
potuto fare
molto
di più ma
abbiamo
sprecato
troppo»
@L'uso o la riproduzione, anche parziale - con qualunque mezzo e a qualsivoglia titolo - degli articoli e di quant'altro pubblicato in questo giornale sono assolutamente riservate, e quindi vietate se non espressamente autorizzate. Per qualunque controversia il Foro competente quello e' di Catania
MERCOLEDÌ 21 GENNAIO 2015
LA SICILIA
26.
RAGUSA PROVINCIA
INFRASTRUTTURE. La destinazione di fondi ex Insicem
SVILUPPO E DINTORNI
Comiso e Pozzallo
arriva nuova linfa
«Il sistema coop
può rigenerare
l’economia iblea»
LUCIA FAVA
COMISO. Sì all’unanimità alla proposta del
commissario straordinario Dario Cartabellotta di destinare parte dei ribassi d’asta dei fondi ex Insicem all’implementazione delle rotte dell’aeroporto di Comiso.
Ieri mattina, il commissario provinciale
ha illustrato al tavolo dei sottoscrittori dell’accordo del 2006, il
piano predisposto dalla
Soaco Spa, società che
gestisce il Pio La Torre,
con i numeri che lo
scalo comisano potrebbe raggiungere
da qui ai prossimi anni grazie al prospettato
investimento. Sindaci,
rappresentanti del partenariato socio-economico e deputati regionali, all’unanimità, hanno
detto sì al piano della società di gestione,
decidendo di stanziare 1,6 milioni all’aeroporto casmeneo e 300 mila euro al porto di Pozzallo, altra infrastruttura provinciale ritenuta strategica per il territorio.
Il piano della Soaco prevede l’attivazione di 6 nuove rotte, 3 nazionali (Comiso-
Milano, Comiso-Venezia e Comiso-Bologna) con 7 frequenze settimanali e 3 internazionali con 6 frequenze settimanali.
Tali rotte dovranno venire effettuate per
un periodo minimo di 4 anni, 2 dei quali
sostenuti dal contributo di incentivazione. Soddisfatto il commissario Cartabellotta. “E’ stato raggiunto un grande risultato non solo per Comiso e Pozzallo – ha commentato–, bensì
per tutta la provincia, poiché porto e aeroporto
sono di tutto il territorio ibleo”.
Cartabellotta ha
sottolineato la grande condivisione che
ha portato all’obiettivo. “Nel piano di Soaco –
ha aggiunto – c’è anche l’ipotesi di un Comiso-New York
(sarebbe un charter) che rientra nel lavoro che stiamo portando avanti con Expo
di proporre nel 2015 quello che fu lo sbarco degli americani nel Sud Est della Sicilia. Stavolta, sarà uno sbarco turistico”.
Spetterà alla provincia regionale di Ragusa, indire la gara per l’utilizzo di tali
fondi. Come tempi, per il commissario
Per
l’aeroporto
stanziati
1.6 milioni,
per il porto
300mila
euro.
Incremento
delle rotte
aeree
nazionali e
un charter
per New
York nei
programmi
dello scalo
anche in
chiave
Expo
duce risultati paradossali. E’ il caso dei terreni di
Scicli, di Santa Croce, di Vittoria, di Pozzallo e di
Acate, posseduti da coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali, che saranno soggetti al pagamento dell’Imu mentre quelli di Marina di Ragusa, pur essendo in continuità territoriale con i primi, saranno esenti perché il comune di Ragusa è ubicato nella fascia fra 281 e 600
metri. In ogni caso, sosteniamo che non devono
pagare né gli uni né gli altri perché la pressione
fiscale è insopportabile per chi, come i nostri
agricoltori, sta cercando di salvaguardare un’economia in grave difficoltà”.
La cooperazione potrebbe essere la chiave di lettura
per una ripresa occupazionale ed economica. Lo
dicono i numeri e sembra averlo capito anche il
Governo. “Anche il Governo nazionale – spiega Gianni
Gulino, presidente di Confcooperative Ragusa - ha
preso atto che la nascita di imprese cooperative può
aiutare a fronteggiare la grave crisi economica che
imperversa su tutto il territorio nazionale. Ecco perché
Confcooperative Ragusa, in sintonia con questa linea
di indirizzo, farà il possibile per assicurare che le
applicazioni del decreto pubblicato il 4 dicembre
scorso dal ministero dello Sviluppo economico
possano trovare la massima concretizzazione nell’area
iblea”. Il dispositivo normativo è finalizzato a
promuovere la nascita e lo sviluppo di società
cooperative con ricadute positive in termini
occupazionali. Le agevolazioni sono concesse,
sull’intero territorio nazionale per sostenere la nascita
di società cooperative costituite in misura prevalente
da lavoratori provenienti da aziende in crisi e di società
cooperative che gestiscono aziende confiscate alla
criminalità organizzata. “Possono beneficiare delle
agevolazioni in questione – chiarisce Gulino – le
cooperative costituite ed iscritte nel
delle imprese che non sono
Gulino (Conf- registro
in liquidazione volontaria o
cooperative) sottoposte a procedure concorsuali. Il
esclude, però, alcune
«Siamo pronti decreto
cooperative, come quelle agricole,
a sostenere della pesca e acquacoltura, del
carboniero e quelle che non
l’applicazione settore
hanno restituito contributi ricevuti
illecitamente”. Le agevolazioni sono
del decreto
attraverso le società
Mise sul nostro concesse
finanziarie partecipate dal Ministero
dello Sviluppo Economico. “Gli aiuti –
territorio»
dice ancora Gulino – consistono in
finanziamenti agevolati erogati dalle
società finanziarie in questione. La durata massima,
compreso l’eventuale preammortamento, è di 10
anni; il rimborso è previsto secondo un piano di
ammortamento a rate semestrali costanti. Il tasso di
interesse applicato è pari ad un quinto del tasso di
riferimento stabilito dalla commissione Ue; tuttavia,
questo non potrà essere inferiore allo 0,8%.
L’importo del finanziamento non può superare 4
volte il valore della partecipazione detenuta dalla
società finanziaria nella cooperativa beneficiaria e
comunque non può superare 1 milione di euro. Se la
cooperativa realizza nuovi investimenti, il
finanziamento può coprire fino al 100% dell’importo
degli stessi”. Per avere maggiori informazioni e per
esporre la propria idea progettuale, ci si può rivolgere
agli uffici di Confcooperative Ragusa.
A. L. M.
ANTONIO LA MONICA
LA TORRE DI CONTROLLO DELL’AEROPORTO DI COMISO. NEL TONDO, DARIO CARTABELLOTTA
non dovrebbero essere lunghi. “L’altro
via libera dato dal tavolo – ha aggiunto
Cartabellotta – è per il bando che servirà
a favorire sia la partecipazione delle imprese ragusane all’Expo, che per le azioni
di incoming tese a far arrivare, da Milano,
i turisti in provincia di Ragusa”.
Ipotizzando una media di riempimento degli aeromobili del 70% (127 posti occupati per volo, andata e ritorno), i nuovi
collegamenti dovrebbero portare a un incremento di passeggeri del “Pio La Torre”
di circa 190.000 unità per anno. Numeri
che andrebbero sommati a quelli ottenuti con le rotte attuali (nel 2014 i passeggeri sono stati 315mila). I dati forniti dal-
le maggiori associazioni di categoria del
settore e dall’Istat parlano chiaro: il 50 %
dei passeggeri in arrivo nel territorio è
rappresentato da turisti che, mediamente, restano 3 notti nelle strutture di destinazione. Le nuove rotte porterebbero a
150 mila pernottamenti (con una spesa
media pari a circa 400 euro a persona),
ovvero 20 milioni di euro annui per il territorio. Inoltre, ogni 1000 nuove presenze
generano 1 nuovo posto di lavoro.
Soddisfatti i deputati regionali Dipasquale e Digiacomo, per i quali “ancora
una volta la provincia di Ragusa ha dimostrato di saper centrare importanti
obiettivi”.
«Imu agricola, la protesta deve essere corale»
Il provvedimento. L’on. Ragusa presenta mozione all’Ars che impegna il governo a dire no al provvedimento
IMU AGRICOLA PENALIZZANTE PER GLI IBLEI
Il deputato regionale Orazio Ragusa presenterà
una mozione in aula per impegnare il Governo
regionale, e in particolare gli assessorati al Bilancio e all’Agricoltura, ad attuare forme di protesta
contro gli effetti del decreto interministeriale del
28 novembre 2014 che riguarda l’introduzione
dell’Imu sui terreni agricoli. “Gli effetti del decreto – sottolinea l’onorevole Ragusa – sono stati
per il momento sospesi, sino al 21 gennaio, dal
Tar del Lazio dopo il ricorso congiunto presentato dall’Anci Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto e
però rischiano di essere nuovamente attivati
con un gravissimo danno per gli operatori del
comparto”. Il decreto suddivide i Comuni in tre
fasce, in base all’altitudine sul livello del mare”.
Una suddivisione che non convince. “E’ evidente – prosegue Ragusa – l’irrazionalità dei parametri, e su questo aspetto ha fondato la propria
decisione di sospensiva il Tar del Lazio, che ha
fissato l’udienza per la decisione nel merito nella data di domani mentre oggi dovrebbe riunirsi il Consiglio dei ministri per rivedere lo stesso
decreto. L’auspicio è che il Tribunale amministrativo confermi definitivamente la sospensione del pagamento dell’Imu sui terreni agricoli e
che il Governo nazionale decida altrimenti”.
“Anche perché - continua - il pagamento, correlato all’altezza in cui è ubicato il comune, pro-
in breve
S. CROCE. I lavoratori dei cantieri di servizio protestano. Aprile: «Soluzione a giorni»
ISPICA
Anche l’Assod coinvolta nella settimana dedicata alla Santa Famiglia
g. f.) Quella in corso è la settimana dedicata ad Ispica alla Santa Famiglia, coinvolta
anche l’associazione Assod-Casa Chiara. Venerdì nella Chiesa Madre San Bartolomeo
Apostolo, alle ore 18, santa messa con la partecipazione dei volontari e dei ragazzi con
disabilità dell’Assod. A seguire, nello spazio urbano de «Il Mercato» Agape fraterna,
ricorrendo il 15° anniversario di fondazione dell’Assod. La serata sarà allietata da Peppe
Firera. Sempre nell’ambito dei festeggiamenti in onore della Sacra Famiglia, registrati
con successo gli appuntamento dei Centri di ascolto
tenuti nel Circolo Enal e nella società operaia «Giuseppe
Garibaldi».
ISPICA
Via dell’Architettura, sarà ristrutturato l’asilo nido
g. f.) Con la delibera numero 6 del 17 gennaio scorso la
Giunta municipale di Ispica (nella foto palazzo di Città) ha
approvato il progetto definitivo relativamente ai lavori di
adeguamento e ristrutturazione dell’asilo nido comunale
di via dell’Architettura per un importo complessivo di
80mila euro. L’importo dei lavori 50 mila 766,48 euro di cui 14mila 142,48 per oneri di
sicurezza e 981,39 per manodopera, non soggetti a ribasso d’asta. Le somme a
disposizione dell’amministrazione 29mila 233,52 euro. Per l’intervento finanziario in
questione sarà presentata istanza all’assessorato regionale della Famiglia, delle politiche
sociali e del lavoro in base all’avviso pubblico allegato al decreto assessoriale numero
2252/2014.
MONTEROSSO
Il sindaco Buscema ha convocato un’assemblea pubblica
«Pagateci il mese di dicembre»
ALESSIA CATAUDELLA
SANTA CROCE. Hanno bussato alla porta di palazzo del Cigno per avere risposte. E la certezza che non ci sarà ancora da aspettare per pagare le bollette
della luce, per comprare il latte da far
trovare a tavola ogni giorno. Ieri di
buon mattino gli operai dei cantieri
dei servizi di Santa Croce Camerina
hanno messo in azione una protesta
davanti al Comune per richiedere il
pagamento della mensilità di dicembre. In via Carmine, lì dove pochi mesi prima si era saputo che anche a
Santa Croce Camerina, dopo un iter
durato più di un anno, sarebbe stato
avviato un programma di lavoro che
con i suoi assessori, ha discusso della
questione già ieri mattina. L’assessore
all’Urbanistica e ai lavori pubblici Dino
Aprile chiarisce che il Comune ha fatto sforzi enormi già prima di Natale
anticipando alcune somme per venire
incontro alle richieste avanzate, considerato che i trasferimenti dell’ente di
palazzo d’Orleans si fanno ancora attendere. L’attenzione, quindi, per chi si
rimbocca le maniche per adoperarsi
tra le vie della città del Sole, nonostante il periodo non sia dei più felici, non
è mai mancata: “Abbiamo avviato –
assicura Aprile – una procedura per
dare qualche altra risposta, ma ci vorrà
ancora qualche giorno e l’ok del direttore dell’istituto di credito”.
LA PROTESTA DEI LAVORATORI
Beato Allegra, arrivano le reliquie
Ispica. Domani l’accoglienza in via Capponi. Programmate tre giornate di iniziative
r. r.) L’Amministrazione comunale di Monterosso Almo ha indetto per oggi con inizio
alle 19,30, nei locali del Centro Giovanile, in Piazza San Giovanni, un’assemblea
pubblica. Interverrà il primo cittadino Paolo Buscema (nella foto), gli assessori
componenti la Giunta, ancorché sospesi, ed i consiglieri
comunali che fanno riferimento al sindaco. Molte le
novità di interesse generale che verranno riferite e
discusse. Sarà fatto cenno anche alla prossima
composizione dell’esecutivo con cui Buscema sarà
chiamato a completare il mandato di primo cittadino.
MONTEROSSO
Domani concerto per clarinetto e pianoforte
r. r.) L’Amministrazione comunale di Monterosso Almo ha
organizzato per domani prossimo un “Concerto per
clarinetto e pianoforte”. L’evento musicale si svolgerà nella chiesa di Sant’Anna, in
piazza San Giovanni, con inizio alle 19,30. Protagonisti saranno i due maestri
monterossani Giampaolo Castello e Sebastiano Romano. Saranno presenti le autorità
civili, militari e religiose. L’obiettivo è di fare in modo che, attraverso iniziative culturali
del genere, si possa in qualche modo ravvivare l’ambiente cittadino con riferimento ad
iniziative di intrattenimento di un certo spessore come accadrà nel caso in questione.
avrebbe impegnato 40 persone, 40
storie di vita. I lavoratori dei cantieri
istituiti dalla Regione per alleviare il
grave problema occupazionale ed
economico di tante famiglie che non
hanno un impiego hanno voluto dire
che aspettare, quando ci sono scadenze in casa, non si può. I soggetti
coinvolti a Santa Croce lavorano in
quattro diversi settori e le casacche
arancioni non si fermano da oltre sessanta giorni.
La paga è arrivata a conclusione del
primo mese di attività e, ora che è
gennaio e ancora di vedere una lira
non se ne parla, si chiede il conto alla
compagine amministrativa retta dal
sindaco Franca Iurato che, in riunione
IL BEATO GABRIELE MARIA ALLEGRA
ISPICA. Domani pomeriggio ad Ispica, alle ore 18, raduno in via Capponi per l’accoglienza della reliquia del Beato Gabriele Maria Allegra e breve processione verso il
Santuario della Madonna del Carmelo, evento organizzato dai Frati
Minori del Convento di Santa Maria di Gesù.
Prevista nel Santuario la proiezione del filmato fra’ Gabriele Maria
Allegra, apostolo della Parola in Cina. A seguire la celebrazione eucaristica. A conclusione le reliquie
verranno trasferite nel Convento
dei Frati Minori. Venerdì previsti, a
partire dalle ore 9, turni di adorazione con la partecipazione dei movimenti ecclesiali della città. Il programma poi prevede per sabato,
dalle ore 16 alle ore 18, la testimonianza missionaria di Gabriella e
Roberto Ugolini, missionari in Turchia e alle ore 21 una veglia di preghiera. Domenica, nel ricordo sempre del Beato - nato a San Giovanni
La Punta il 26 dicembre 1907, viene
ordinato sacerdote a Roma il 20 luglio 1930, noto anche per aver tradotto la Sacra Bibbia in cinese, nel
1948 si trasferisce in Cina, muore a
Hong Kong il 26 gennaio 1976, le
spoglie riposano ad Acireale nella
Chiesa di San Biagio – alle ore 9 celebrazione Eucaristica presso la casa di riposo delle Suore della Santa
Famiglia. La celebrazione cucaristica conclusiva nella chiesa di Santa
Maria di Gesù alle ore 19.
GIUSEPPE FLORIDDIA
GIORNALE DI SICILIA 21 GENNAIO 2015

Similar documents

giovedi` 19 marzo 2015

giovedi` 19 marzo 2015 protocollo per la legalità quindi, con un occhio all’Expo, dove il Parco sarà presente. Un fenomeno emerso in tutta la sua eclatanza, quello delle truffe agricole, anche qualche settimana fa, con g...

More information