Seimei desu ga nani ka?

Comments

Transcription

Seimei desu ga nani ka?
Salve carissimiiii *-* finalmente torniamo con un'altra
fantastica edizione della S.M. con questa edizione ci
abbandona la sezione dedicata alla Religione perché ormai
abbiamo parlato di tutto, torna però il Kokoro ni Nihon che
non si vedeva da un po’ ^^, ma le sorprese non sono finite,
infatti lo Staff della s.m si è occupata dell’organizzazione del
contest di scrittura per questo saranno pubblicati i racconti
degli utenti *-*
Lo Shoujonk Team e lo Shoujonk
Magazine cerca staff
Click
Helpaci xD e fai parte dello staff anche
tuuuu!!
1
Indice:
Pag. 3 - 11: Il Manga Soko:
- Candy Doll
- Sugars
- Natsu Yasumi Zero Zero Nichime
Pag. 12-26: Kokoro ni Nihon
Pag. 27-28: News:
…il Gufo Transformer dal Giappone!..
Pag. 29: Densetsu
Pag. 30 - 34 : Cultura e tradizione:
Fede Baha'i
Hinamatsuri
Pag. 35 - 38 Arte:
Yayoi Kusama
Pag.39 - 42:Sport:
Il Kyudo
Pag. 43 – 49:Musica:
Yui
Pag. 50: Cinema:
Tomaki Matsumoto
Pag. 51 – 52: Dorama
Pag. 53 - 64: Anime:
One Piece – Black Lagoon
Pag. 65 - 67: Uscite manga
Pag. 68 - 71: Contest SM
Pag. 72 - 73: Giochi
2
( Il Manga Sōko)
Nei manga conclusi vi presentiamo:
Seimei desu ga nani ka?
di Sarachi Yomi
Candy Doll
di Morishita Miu
Monster and Child
di Okino Maho
I manga attivi che vi presentiamo sono:
Karakuri Odette
Sugars
di YAMAMORI MikaI
di Julietta Suzuki
manga sospesi che vi presentiamo sono:
Natsu Yasumi Zero Zero Nichime
di Akizuki Sorata
3
Seimei desu ga nani ka?
Come discendente del famoso esorcista, Abe no Seimei,
Yuuichirou è sempre stato in grado di vedere i fantasmi.
Yuuichirou, da bambino, era orgoglioso di essere il figlio del
Seimei Shrine e voleva seguire le orme del padre e diventare un
esorcista, prima di essere vittima di bullismo alla scuola
elementare da parte di Ishida. Ora, ormai adolescente, Yuuichirou
ha perso la fede in Seimei. Potrà una visita di Abe no Seimei,
l'esorcista, ripristinare la fiducia di Yuuichirou e rimarginare la
frattura tra padre e figlio?
Seimei desu ga nani ka? (清明ですがなにか?) di Sarachi Yomi è un One-Shot di 37
paggine, di genere commico, shoujo e sovranatturale, la storia può risultare banale, ma
se si comprende e si legge attentamente non si ha solo quel poco di dolcezza della
storia, ma anche il suo insegnamento, non lasciarsi sopraffare dall’odio verso gli altri
rischiando di far imposessare i demoni della nostra mente, ma cercare di risolvere i
problemi e capire le persone ^^ è abbastanza carino da questo punto di vista, però
come diciamo sempre troppo corto <.<
Sarachi Yomi
Ed eccoci al primo mangaka di questa nuova edizione, si può dire che lo
staff della S.M non abbia trovato molto, infatti le
ricerche all’inizio non portarono buoni frutti ed ancora
oggi noi non sappiamo se sia di sesso maschile o femminile
( secondo noi è una femminuccia *-* hahahaha), ma non ci
siamo datti per vinti e abbiamo continuato a cercare e
cercare. Sarachi yomi (さら ちよみ) è nata il 12 novembre
e quindi è del segno dello scorpione, la nostra mangaka è famosa per aver
pubblicato Hi no Kagutsuchi ( ヒ の カグツチ ) nel 2008, dalle nostre
informazioni il manga è composto da 3 volumi ancora in corso, nel 2009
pubblica poi Steins;Gate (シュタイン ズ · ゲート)composto da 3 volum, nel
2010 pubblica Seimei desu ka ga nani?
E infine nel 2013 esce Datte
Daisuki Nanda lun (だって 大好き な ん だ もん.) di un solo volume.
4
Candy Doll
Rika può considerarsi fortunata: ha il ragazzo dei suoi sogni,
Ando-senpai, ma pensa che le cose tra loro non stiano andando
molto bene. Ando salta sempre i loro appuntamenti e la
citazione "Sei come una bambola" di un compagno di classe di
Ando, Kijima-senpai, la confonde. E' per il suo nome oppure
perchè lei si comporta sempre in maniera accondiscendente
con Ando? Perchè dovrebbe importarle?
Candy Doll di Morishita Miu è anch’esso un’ One-Shot, di
genere dramatico, romantico e shoujo. L’One-shot è composta
da 31 paggine, la storia risulta banale ( secondo i nostri gusti
xD) potremmo dire che è simile a tutti gli shoujo solo che la
storia si concentra sulla figura della bambola, ma anche
questo manga ha il suo significato, non cambiare mai per
nessuno sii te stessa non diventare una bambola :D
Morishita Miu
Raga pultroppo non possiamo farci nulla, anche stavolta abbiamo
avuto alcuni problemini, abbiamo spedito la nostra squadra di
aggenti per indagare sulla misteriosa mangaka, il quale non si sa
nulla, attendevamo notizie dai nostri colleghi quando una
chiamata ha fatto scattare l’allarme… Ebbene si i nostri aggenti
non sono riusciti a trovare molto su Morishita Miu (森 下 深 羽)
dopo aver cercato in lungo e in largo l’appartamento finalmente
una luce, che si spense dopo aver ’analizzato alcune impronte
ritrovate, che ci hanno portato ad un vero e proprio… FIASCO… ma non si sono arresi e
alla fine abbiamo scoperto dopo una lunga lotta contro formiche assasine che stavano
mangiando le informazioni criptate che la nostra misteriosa mangaka è famosa per due
manga, dopo l’uscita nel 2009 di Candy doll nel 2012 riapare con Perfetto Blue Sky,
pultroppo non si hanno altre notizie questo è un vero Mistero e la S.M indagherà xD
5
Monster and Child
Un mostro immortale e senza età, che si nutre di sangue, vive
in una casa circondata da una foresta avvolta dalla nebbia.
Solitamente non è in cerca di problemi con nessuno e la sola
cosa che vuole è morire. Un giorno, un ragazzino muto capita
alla sua porta. Non sapendo cosa fare del bambino lo lascia
entrare in casa, e diventa così un suo compagno inseparabile. Il
semplice ed innocente amore di un bambino silenzioso sarà
abbastanza per ridare vita alla cupa esistenza di un vampiro?
Monster and Child (モンスター アンド チャイルド) di Okino
Maho è un One-shot composta da 56 pagine è di genere tragico, azione, fantasy,
Shounen. Sinceramente non so cosa dire di questo manga, forse perché è triste…
Okino Maho
Stavoltà la colpa non è dello staff ma bensì di una tragedia, una
calamità che ha colpito la terra si annunciamo che a causa di un
blackout non abbiamo potuto svolgere i nostri compiti, ma siamo
riusciti comunque ad avere piccole informazioni sul nostro
mangaka ò.ò. Di Okino Maho (冲 野 真 歩) sono stati trovati solo
due manga, pubblicati entrambi nello stesso anno ovvero nel 2010,
questi due manga sono Monster and Child e Enma (エンマ) anche
questo è un one-shot. Pultroppo non abbiamo altre informazioni al
momento riguardo Maho, ma riusciremmo primo o poi a trovar ne
delle altre ;)
6
Karakuri Odette
Odette è un'androide progettata dal Dr. Yoshizawa. Desidera
trovare la differenza fondamentale tra gli esseri umani e lei,
così Odette decide di convincere il dottor Yoshizawa di
iscriverla in un liceo. Seguite le avventure di Odette, scoprite
come si avventura fino alla scuola superiore, alla ricerca del vero
significato di essere un essere umano!
Questa storia è la versione manga di io robot (celebre film) È
interessante capire le problematiche che un robot senziente può
elaborare, specialmente se come me siete fissati con la
tecnologia, i robot e l’intelligenza artificiale!! Ma la storia è interessante anche perché
oltre all’ingenio sbalorditivo nel costruire un androide, qui si parla di vicende che molti
adolescenti vivono. In filosofia si potrebbe quasi dire che noi siamo nati da una entità
superiore (Dio o chiunque voi vogliate) e gli androidi sono nati da noi o meglio sono una
nostra evoluzione, quindi è normale che provino questi sentimenti? Oppure la
complessità della sua cpu mima in maniera quasi identica l’anima umana?? Voi che dite??
Interessante vero!!!! Il titolo originale è カラクリオデット , ed è scritto da: Julietta
Suzuki. Il manga è composto da sei volumi ed è di genere: Commedia, Drama, Harem,
Sci-fi, Sentimentale,Scolastico, Shoujo
Julietta Suzuki
Julietta Suzuki è nata il 6 dicembre nella prefettura di Fukuoka, in
Giappone. Il suo nome d'arte deriva da un personaggio di nome Julietta
Sakamoto dal seinen manga, Air Maestro .Ama i gatti, i koala, e gli
squali. Secondo un'intervista con Hakusensha, in primo luogo ha iniziato
a disegnare quando era al suo secondo anno di scuola elementare in un
taccuino. Durante il suo tempo libero, si incontra con i suoi amici, Ella
afferma che, anche se non legge molto, si diverte a collaborare alle opere di Junji Ito .
Il suo personaggio preferito è Ashia e afferma che personaggi maschili sono più facili
da disegnare in generale. Ha debuttato presentando il suo lavoro, Ura Antico (裏アンテ
ィーク ?) al 44 ° Grande Sfida di Hakusensha. Il suo one-shot è stato poi elencato e
pubblicato nel primo numero di agosto di Hana to Yume nel 2004. Il suo secondo one-
7
shot, Asa ga Kuru (朝が来る), è stato nuovamente presentato,
ma al Hana to Yume Mangaka Course, in cui ha vinto il Great
Effort Award. È stato poi serializzato in Hana al numero 16 di
Yume. Suzuki poi ha scritto un altro one-shot, Hoshi ni Naru Hi
(星になる日) ed è stato pubblicato nel Hana pubblicazione
speciale di Yume, Hana to Yume che è stato rilasciato il 15
Settembre 2004 . Nel numero di novembre di Bessatsu Hana to
Yume, lei aveva un altro one-shot, Mai Pureshasu (マイプレシャ
ス ). Ogami-ya Uradaichō (拝み屋裏台帳 ) è
stato il suo ultimo one-shot per quell'anno. E
'apparso nel 24 ° numero di Hana to Yume. Nel 2005, aveva ancora un
altro one-shot, Mai Buraddi Raifu (マイブラッディライフ), nel numero
di gennaio di Bessatsu Hana to Yume. Ha poi pubblicato Tsubaki Ori (椿
槛) in Hana al numero di febbraio di Yume. Nel mese di aprile,
Sakurachiru (サクラチル) è stato anche pubblicato sulla stessa rivista.
Poi, nel mese di giugno, la sua prima serie intitolata Akuma per
Doruche (悪魔とドルチェ) ha iniziato a serializzare in Hana to Yume.
Poco do po Akuma Dolce, ha iniziato un'altra serie, Karakuri Odetto
(カラクリオデット) in Hana to Yume. Nel 2007, ha avuto un altro
one-shot, Katakoi Akuma-chan (片恋★悪魔ちゃん)
per la 14 ° edizione di Hana to Yume. Nel numero
di gennaio 2008, Karakuri Odette aveva finalmente
terminato la sua serializzazione con 35 capitoli,
compilato in 6 v olumi. Non molto tempo dopo
Karakuri Odette conclusa, ha iniziato un'altra serie,
Kami-sama Hajimemashita (神様はじめました), nella
stessa rivista.Ha frequentato il suo primo evento
firma a Animate situato a Takashima, Nishi-ku , Yokohama, Kanagawa
Prefecture il 24 maggio 2009. A partire dal novembre 2009, sta
attualmente lavorando su Kamisama Kiss, e Akuma Dolce temporaneamente sospeso.
8
Sugars
Una collezione di sei racconti che girano intorno ad una catena di
persone.
1. Nessuno chiede mai a Kie di uscire. Ha 18 anni, perciò la sua vita da
liceale sta per concludersi.Una sua amica le consiglia di mangiare una
caramella che agisce come una pozione d'amore. Tutti i ragazzi ora
sono attratti da lei, persino il suo buon amico Shimon! Ma quando
s'innamora davvero di lui, si preoccupa che il loro amore sia falso...
2. Mami (migliore amica di Kie) viene sempre invitata ad uscire,
ma costantemente rifiuta chiunque. Ma un giorno viene avvicinata
da un amorevole Jack Johnson, uno studente del primo anno che
la invita a testare alcuni dolci. Mami non ama i dolci, ma finisce
per innamorarsi di lui. Purtroppo lui ha già trovato qualcuno che gli
piace...
3. Tomomi è chiamata il giorno prima della
vigilia di Natale per coprire un volontario che non poteva venire a
scuole per aiutare ad infornare le torte. L'unico altro volontario si
scopre essere il presidente del comitato studentesco, che è del
tutto taciturno e noioso/goffo. I due finiscono per divertirsi
assieme, anche se...
4. Maika è innamorata del suo insegnante. Va anche fuori dalle sue
abitudini per stare con lui- Si offre volontaria per cogliere erbe
infestanti dopo scuola. Credeva che sarebbero stati solo lei e
l'insegnante, ma anche un altro ragazzo capita nel volontariato.
Maika si confessa al suo insegnante e finisce per abbandonare il suo
lavoro. L'altro aiutante dice a Maika che lo ha fatto per poter stare
insieme a lei...
9
5. Hiro cambiò completamente quando entrò nella scuola superiore.
E' così popolare che viene chiamato ''Mr. Valentine''! Quando
sopraggiunge il giorno di San valentino, l'unica cosa cui riesce a
pensare è la ragazza che gli diede il cioccolato quand'era brutto
alla scuola media...
6. Ginjirou ha un buon amico, Akira, che gli ruba sempre la sua
popolarità con le ragazze. E' particolarmente umiliante perché
Akira è in realtà una ragazza (ma lei sembra uno splendido ragazzo).
Ogni volta che una ragazza sta con Gin, può capitare che incontrino
Akira e finiscono sempre per innamorarsi di lei. Ma quando un
ragazzo chiede ad Akira di uscire, Gin diventa un po' geloso...
Il titolo originale è Sweet Sweets Stories, scritto da Yamamori
Mika. Composto da 6 (completa) di genere: Sentimentale, Vita
Scolastica, Shoujo
Yamamori Mika
Yamamori Mika (山森三香) è una mangaka di origini giapponesi. È
nata a Ishikawa (Giappone) l’8 ottobre. Abbiamo fatto una mini
intervista alla mangaka così da poter scoprire quali sono le sue
abitudini e anche per impicciarci dei suoi affari XD I suoi hobby
sono disegnare e guardare i film. Il suo punto di forza è
l’indecisione, ed è orgogliosa di aver visto il padre di Jackie Chan.
Il suo motto preferito è: in realtà… (si esatto non ha risposto si
è persa via nei suoi pensieri XD). È una grande raccoglitrice di DVD, adora mangiare i
dolci e la sua rivista preferita è GLITTER. Il suo show favorito è Sekai no shasou kara,
Youga Gekijou e i suoi colori preferiti sono: verde, oro, rosso profondo, blu profondo e
il colore dei fiori di ciliegio…poi stava continuando ad aggiungerne altri ma noi l’abbiamo
fermata XD è proprio una persona indecisa ù.ù. Mika inizia a pubblicare i manga nel
2008 proprio con Sugars, successivamente pubblica nel 2011 Party, Non Stop Days Cinderella Girl Sasaki Nozomi Monogatari, Hirunaka no Ryuusei nel 2012 Kirishima,
Bukatsu Yamerutte yom e recentemente nel 2013 More than Wordsm, Hirunaka
Shikkaku, Hatsukoi Murasaki. La mangaka predilige scrivere manga di genere Shoujo,
Vita scolastica, Commedia, Drama, Romanzo, Adulto
10
La Natsu Yasumi Zero Zero Nichime
E' la cerimonia di chiusura e l'amore sboccia tra
le bolle...
Come direbbe la mia collega questo manga è
Kawaiiiiii!!! Non vi aspettate storie strane o
troppo complicare niente di tutto ciò è un manga
semplice e carino adatto per una lettura leggera
in più è adatta al periodo quindi che aspettate??
Leggetelo subito XD
Il titolo originale è 00 Day of Summer Holiday, scritto da Akizuki Sorata. È
un One-shot di genere: Sentimentale, Shoujo.
Akizuki Sorata
Akiduki Sorata (秋月空太) è una mangaka giapponese nata
nella prefettura di Aichi il 21 marzo. Di lei sappiamo poco
non perché sia difficile trovare info su di lei, ma perché è
una persona mooolto enigmatica XD Però noi della sm non
ci lasciamo intortare tanto facilmente e così abbiamo
scavato a fondo e abbiamo scoperto un pochino di cose, la
prima di tutte è che come molte mangaka anche lei
possiede un blog (cliccate su blog per vedere il sito)dove parla dei suoi
prgoetti dei suoi lavori e delle sue passioni e un profilo twitter dove parla di
se stessa e dei programmi e delle cosse che vuole fare (un profilo normale
come tutti noi XD)
La sua cariera di mangaka inizia nel 2007 dopo che pubblica il suo prima manga
Akagami no Shirayukihime, poco dopo sempre nello stesso anno pubblica
Vahlia no Hanamuko. Nel 2009 pubblica Seishun Kouryakuhon e dopo qualche
anno nel 2012 Natsu Yasumi Zero Zero Nichime. I generi preferiti dalla
mangaka sono:Romantico Shoujo, Commedia, Fantasia, Storici Drama.
11
(Kokoro ni Nihon)
Eccoci finalmente qui, ritorna il nostro amato Kokoro ni Nihon, e dato che nn si vedeva
per un po’ oggi è finalmente qui non uno ma ben due giorni.
RIEPILOGO
Non ci siamo mossi molto, riccordiamo infatti che avevamo trascritto
solo il primo giorno a Tokyo, dopo esserci divertiti in aereo siamo
arrivati finalmente in questa nuova e straordinaria città, trovato
l’albergo che da fuori quel rosso è davero pessimo, ma che dentro è
fantastico e ti fa stare bene come a casa tua siamo andati a gironzolare
fuori per conoscere meglio la città, infatti con la bussola interna della
sottoscritta u.u abbiamo trovato due posti da visitare ovvero il Santuario
Shitaya, e la struttura misteriosa che poi si è rivelata il Mountain Anritsu Choenj.
Dopo aver visitato queste due bellissime strutture siamo tornati in albergo e poi pisolo
( siamo andati a letto ^^) questo è quello che abbiamo visitato il primo giorno, ma se nn
lo ricordate potete rileggere la rivista N°4 dove si ha la descrizione del 1° giorno a
Tokyo.
Detto questo clicchiamo il tasto play, vai che si parte con 2 nuovi giorni…
12
Iniziamo subito a raccontare, vedete nel primo viaggio eravamo sperduti non
sapevamo dove andare, ma siamo riusciti comunque a visitare bei posti, per
questo nel secondo viaggio avevamo pensato di partire già con una mappa,
sapere già cosa visitare, sapere già cosa trovarsi davanti, ma poi abbiamo
riflettuto, ci siamo guardati e ci siamo accorti che noi non siamo persone
sane, perciò siamo partiti senza conoscere le zone da visitare. La mattina
seguente infatti, non sapevamo dove andare, ma mentre si fa colazione, il
cervello si sveglia e pensa, la lampadina si è accesa, perché non visitare la
mitica Shibuya ? ed ecco dove siamo andati il 2° giorno. Ben presto
abbiamo scoperto che non era sicuramente una passegiata, anche se per arrivare alla
stazione di Shibuya ci vuole pochissimo il bello sta nell’arrivare prima alla fermata del
treno, ma comunque iniziamo dal principio, usciti dall’albergo ci dirigiamo ad una
stazione, da qui i problemi aumentano, la città è grande e a piedi non ci si arriva in 5
minuti, per cui dovevamo andare in taxi e qui il bello ( farsi capire è troppo faticoso .-.)
cerchiamo di far vedere la cartina all’autista e dopo una una 20^ di minuti riusciamo ad
arrivare alla più vicina fermata della linea JR Yamanote, dovete sapere che questa
Linea Yamanote (山手线, Yamanote-sen) è la linea
ferroviaria più importante di Tokyo. Si tratta di una linea
circolare che collega i principali centri urbani di Tokyo,
anche se un singolo treno sulla linea Yamanote è lunga
circa 200 metri, ci sono partenze circa ogni 2-4 minuti in
ogni direzione, quindi bisogna solo stare attenti al treno
da prendere e poi aspettare e scendere alla propria
fermata. Arrivati alla stazione eravamo sbalorditi,
sembrava una galleria anche se non si era sottoterra,
dopo aver fatto i biglietti (200 ¥ a testa quindi 1.43 €
ciascuno) bisognava salire le scale per andare a prendere
il treno, siamo usciti fuori, dove diffornte a noi si aveva
una lunga piazzola dove poter attendere il treno, dopo
aver aspettato finalmente ecco il nostro treno saliti e puff
arrivati xD abbiamo superato 14 fermate in 34 minuti ( si ho il
navigatore incorporato <.<), il treno era pieno e quindi non
abbiamo potuto fare foto -.-.
13
Sono le 10.02 ( preso dalla foto l’orario ahaha) quando
arriviamo a Shibuya, ovviamente quaravrete sentito
parlare di questa città soprattutto nei manga e negli
anime xD questa è senza dubbio una delle zone più
dinamiche della città. E infatti è tutto vero solo l’interno
della stazione era tutto
luminoso gigante e
colorato, senza contare
il caos e la gente. Il quartiere è illuminato da
megaschermi, presenti su tutti i palazzi della zona, e vi
si trova una grande varietà di negozi (soprattutto
d’abbigliamento e musica) e ristoranti e love hotel. I
giovani di Shibuya si esprimono attraverso l’arte del cosplay
e la moda ganguro, rendendo così il quartiere ancor più
colorato e particolarmente caratteristico. Il posto migliore
per vedere la fiumana di persone che esce dalla stazione di
Shibuya è il primo piano di Starbucks, dalla vetrina del
caffè si vede l'incrocio principale. Appena scatta il verde da
ogni direzione attraversano i pedoni. Mai visti così
tanti! Oltre a questo sapevate che a Shibuya si
trova la statua del mitico cane Hachiko?, hehehe u.u
noi siamo andati a vederla, la statua si trova
proprio vicino ala stazione dove Hachiko aspettava
il suo padrone ^^.
Dopo aver visto la statua ci siamo messi a camminare nel
quartiere è davvero molto bello, ci si incanta nelle vetrine
dei negozi, ma le attrazioni
principali di questo quartiere
oltre i love hotel è Center Ga
e Lo Shibuya 109.
Ovviamente la sottoscritta
voleva vedere, uno dei negozi di moda femminile più
famosi LoShibuya 109 e quindi ho costretto il mio collega
ad andare a vedere xD dopo aver girato l’immenso negozio anzi palazzo siamo andati a
girare al Center Gai ovvero la via più fotografata di Shibuya, non molto lunga, circa
14
350 metri, che comincia appena passato il
famoso incrocio dirigendosi verso l'enorme
scritta HMV. In questa zona si concentrano
numerosi negozi di musica, di vestiti anche
usati, ristoranti e sale giochi. Può essere
considerato il cuore del cuore di Shibuya.così
abbiamo girato per
tutti quei bellissimi
negozi e dato che il
mio collega mi accontenta sempre e io volevo vedere anche
un'altra cosetta ( lo scoprirette solo leggend o xD) io gli ho
promesso che saremmo andati nella città dell’elettronica :D.
Continuiamo il nostro viaggio per le strade di Shibuya, il
divertimento era assicurato tanti bei negozi da ammirare e
visitare le strade erano tutte colorate le insesce spuntavano
da una parte all’altra ,(per caso vi s
ervono scarpe? Ahahaha xD) girando
girando si è fatta ora di pranzo e ci
siamo cercati un posto per mangiare e di sicuro non dovevamo
scimprarci a cercare un posto ahaha
era pieno di negozi con pasti d
eliziosi che solo a vedere le immaggini delle locandine
faccevano venire l’aquolina in bocca. Dopo aver riempito la
pancia abbiamo continuato a girare e dato che c’eravamo siamo
entrati anche in un negozio di musica ( mai entrata o.o ) era
bellissimo, si si lo so vi state chiedendo dove vivo... ( in una
città piccola,) ma non immaginate
negozi enormi come questi e tutti
colorati non so sembrava un parco
giochi xD o forse è il posto nuovo
che fa vedere i negozi in una luce
diversa ahahaa ^^ fatto sta che il
negozio di musica era molto bello e divertente ( ci
scappava qualche suono dal nulla xD).
Dopo aver girato per questi bellissimi negozi il mio radar cerca sfere… no scusate le
sfere del drago qui non ci apiccicano nulla °_°.. quindi dicevamo, con nostra grande
15
fortuna abbiamo trovato anche il più grande negozio per Otaku di Shibuya ( yeeee la
sottoscritta era in sciock dopo quella visione
xD).
E quindi come non potevamo non entrare,
dopotutto siamo i Repoter dello S.M , quindi
cari utenti noi con grande fatica, nonostante il
pericolo ci siamo avventurati soltanto per voi
nel negozio chiamato Mandarake e ci siammo
immersi nella lettura xD ( come se ci
potessimo capire qualcosa ahaha).
Siamo così entrati. Già l’eltrata mi attirava u.u ( voglio una stanza con tutti i personaggi
dei manga disegnati >.<) dovevamo scendere alcuni gradini e
sopra di noi si estendeva un muro dove erano disegnati vari
personaggi manga, questa si che
sembrava una galleria xD cioè
immaginate di entrare in un posto poco
illuminato e poi come per magia appare
un’altra dimesione, staccata dalla
realtà che avevamo alle spalle ^^.
Potete immaginare come eravamo, siamo rimasti lì un
bel po’ a gironzolare che ci siamo dimenticati delle ore
che passavano, c’era di tutto e di più dalle riviste e
non solo di attrici e cantanti ma c’erano anche le
famose riviste dei manga, una zona nenorme solo per
quelle, ne ho trovate di Skip Beat e di Mei chan *-* poi
tantissimi modellini *-* fighissimi, una vettrina piena
e ovviamente i manga mi sono spoilerata One Piece ( ho
guardato le immagini u.u) e per le fanatiche di Yaoi anche
quelli mi sono guardata xD
ormai leggo di tutto u.u,
eravamo al settimo cielo
peccato che non ci capivamo
un cappero di quello che c’era
scritto hahahaha.
16
Finito di leggere e gironzolare per il negozio (era chiaro che non volevamo andare via
xD) ci siamo accorti che si stava faccendo tardi, ma ormai eravamo a Shibuya e siamo
rimasti ancora a girare e a girare, la gente
che prima sembrava molta si era
quadruplicata O.O non facceva a camminare
era veramente tantissima xD ma non ci siamo
arresi e quindi vi abbiamo scatatto alcune
foto di Shibuya illuminata dalle insegne dei
vari negozi ^^. E dopo aver girato ancora un
po’ siamo ritornati alla stazione per
rientrare in albergho, e così termina la
nostra giornata a Shibuya, ma abbiamo altri
due giorni da descrivere per ciò come avrete già capito il 3° giorno del nostro viaggio
siamo andati nella Città elettrica di Akihabara, ma non solo si sa che questa è anche la
mecca degli Otaku u.u heheheeh xD ( ho
fregato il mio collega ), quindi andiamo a
raccontare la prossima avventura ;)
spero che vi divertiate con noi :D.
Fine Giorno 2
17
Il terzo giorno è sembrato più lungo del solito, infatti abbiamo fatto un bel po’ di cose
xD. Ci siamo alzati con molta lentezza ( specialmente la ragazza ç.ç) quindi per colpa di
questo bradipo u.u siamo dovuti uscire dall’albergo in tutta fretta, e correre nel
quartiere di Akihabara xD ed indovinate la pazzia della ragazza è stata fare tutto il
tragitto a piediiiiii ahahahaha, si ovviamente ho acceso il
mio navigatore incorporato appena usciti dall’albergo
abbiamo svoltato in direzione ovest u.u fino ad arrivare a
una delle strade principali ( in poche parole abbiamo
ripercorso un breve tratto della strada fatta per il
Santuario Shitaya) , ma poi abbiamo svoltato a sinistra
dove dove si ergeva un enorme palazzo marron (cacca xD)
che nn sapevamo cosa fosse mmmh forse un
albergho ma chi lo sa xD, quindi attraversata la
strada , poi camminare dritti per 1.82 m poi
svoltare a destra ahahahaha, continuiamo a
camminare sempre dritto alla conquista
dell’universo… cooomunque fatto stà che tra
camminare a passo moderato ci abbiamo messo
una mezzoretta fermandoci un po’ a vedere in giro, ^^ e quindi
dopo aver percorso circa 1,8 km siamo arrivati ad Akihabara xD.
Ci mettiamo ca girare per il quartiere alla ricerca di qualche
bella attrazione per il mio collega,
girando girando indovinate ci
imbattiamo in un meid-cafè *-*
entrati subitosubitissimo
ahahahaah xD scherziamo e se poi
incontravamo l’alieno pervertito di
Usui xD ahaha ( cosa che nn
accadrà mai lo so… sogno ad occhi aperti xD) dopo aver visitato
il bar era davvero carino e molto accogliente ^^,immaginatelo
con immagini di personaggi manga ovvunque ed è fatto u.u.
continuiamo a girare alla ricerca del vaso di pandora, vedete Akihabara piuttosto che
un quartiere è un immenso supermercato dell’elettronica. Qui è possibile acquistare dal
piccolo e originale gadget all’oggetto estremamente sofisticato. Come in tutti i mercati,
18
la vendita è di norma preceduta da intense trattative. Akihibara è inoltre una sorta di
museo della tecnologia: è possibile infatti trovare ancora funzionanti i primi PC, così
come i robot meccanici degli anni Ottanta. Nonostante tutto ci siamo divertiti, le
strade con gli enorminegozi avevano immense insegne di
personaggi dei manga *-* ovvunque ti giravi era ricco di
colori, i negozi di elettronica avevano di tutto era davvero
bello. Per strada si incontrano le cosplay ovunque. Ma poi il
girando siamo arrivati nella parte più interessante del
quartiere così dice il mio collega (che volete io sono un
tossico di elettronica e tecnologia TZ ù.ù) hahahahahahaha
ma bene per incominciare voglio anticipatamente
ringraziare la mia partner di viaggio perché mi ha permesso
di fare lo psicopatico per tutta la zona elettronicacommerciale e vi assicuro che ci vuole moooolta pazienza
per sopportarmi XD ( vedete mi ha preso pure il posto di
descrizione <.<). Arrivati nella zone che secondo la mia navigatrice era la zona
elettronica e otaku abbiamo subito notato un’impressionante numero di gente e di
negozzi e centri commerciali aperti, ma il mio incredibile fiuto elettronichesco (shhhh
va bene così ù.ù) mi ha fatto avvicinare ad una esposizione offerta dalla Microsoft, si
trattava di una convention amatoriale se così la possiamo definire, di software e
hardware in particolare di un nuovo O.S. che era installato
niente meno che su di un robot *-* ( io nn ci capivo molto
<.< ma dato che avevo promesso di portarlo nella città
dell’elettronica e lo fatto X) heheh ). Ebbene si un robot
che porta la firma della Microsoft :3 purtroppo non
ho potuto osservare i movimenti del robot perché era
probabilmente un modello di prova, ma leggendo un
pochino i complicati schemi elettronici e spulciando la
struttura della sua CPU devo dire che è davvero un
robot ben riuscito e lo ammetto con tranquillità, ho
pensato seriamente di costruire dei mini pinguini robot e poi di conquistare la
terra *-* hahahahahaha. Ovviamente la mia povera collega non sapeva più
come compatirmi così dopo il mio continuo blaterare mi ha servito due belle
19
pappine fumanti sulla testa e mi ha portato via
dal mio robot gigante :(
Sayonaraaaaaaaaaaaaaaaaaa robot!!!! Questo
però non ci ha fermato e come se non ci fosse un
domani abbiamo visitato tutti i centri
commerciali della zona (ormai sbavavo ad ogni
vetrina) c’erano marche di ogni tipo e per ogni
gusto dalle più note case produttrici di giocattoli
e console a quelli che producono PC, Smatphone
e anche elettrodomestici. P.S. Kara ti piaceva quella cucina super tecnologica
che bastava parlargli e lei alzava, abbassava e pensava lei alla cottura ottimale
dei piatti??? ( ma a me piaceva anche il robottino che puliva xD). Per la prima
volta ero a scappare in ogni dove come un pazzo senza fermarmi un’istante a
curiosare e a toccare i vari aggeggini elettronici, incominciai a capire che
stavo esagerando quando vidi una minuscola goccia di sudore che scendeva
dalla fronte della mia collega hahahahahahahaha povera ^^ ( Help my ç.ç io lo
dovevo controllare per non farlo perdere se no
come ci tornava in albergoooo @[email protected])
La cosa più assurda è che in ogni negozio e
centro commerciale vi era una gran quantità di
ragazzi e ragazze molto giovani, parecchi erano
adolescenti e indossavano persino l’abbigliamento
scolastico. Ma del resto è impossibile biasimarli
se avessi avuto un posto simile vicino a casa, non sarei mai più andato a scuola
XD mi sarei aggirato in modalità gollum fra i vari negozzi XD. In più l’ambiente
fresco e molto giovanile attiravano un sacco di persone, le pareti e gli interni
erano sempre estremamente molto colorati e luminosi e in qualsiasi lato della
parete si guardava vi erano schermi lcd, immagini di manga e anime, pupazzetti
e chi più ne a più ne metta . Ovviamente noi ne siamo rimasti completamente
esterrefatti e questo ci ha fatto pensare sul fatto che il Giappone non è solo
una meta turistica piena di storia e cultura, ma trasuda da ogni atomo che la
compone, spiro d’inventiva, il mondo dei giovani è estremamente coinvolto nella
20
società lavorativa, vi assicuro che il 90% dei
negozianti e tecnici informatici che
presidiavano i vari centri commerciali non
superava la trentina d’anni, è d’avvero un paese
molto progredito e siamo felici di farvelo
conoscere!!! Ma noi siamo in vacanza e io
ovviamente mi chiamo Shiku, si ok la società e la
cultura ma siamo nel paese dei balocchi hahahaha e quindi non potevamo che
continuare a perlustrare la zona in lungo e in largo fino a che….non ho trovato
questa insegna… ( seeee come se l’hai trovata te <.<).Per qualche minuto sono
rimasto fermo in mobile a contemplare, il vuoto….la mia
partner si avvicina chiedendomi se stavo bene….e io
rinvenni mi voltai verso di lei con uno sguardo da
psicopatico (potete chiedere conferma a lei hahahaha) e
le chiesi: Kara…noi entreremo e giocheremo vero @_+ lei
rimase un pochino basita poi mi picchiettò sulle spalle e
mi disse si ma rimaniamo poc….e io ero già dentro più
veloce della luce così veloce che lascia di barbastucco anche la guardia armata
all’entrata della sala giochi barra cafè hahahahahahaha XD All’interno vidi la
mecca dei videogame….un’imponente quantità di videogiochi, di ogni tipo vecchi
nuovi colorati in bianco e nero di ogni lingua di ogni
forma…..ero praticamente impazzito, dicono i clienti
nella sala che iniziai a ridere come un deficiente per
tutto la sala saltando da un gioco all’altro in preda
all’euforia più profonda ( se come se ci capivi qualcosa di
quello che dicevano). Dopo qualche minuto vidi che si
avvicina la mia bella partner con un sorriso quasi angelico e io che prendevo a
cazzotti un giochino (non sapevo nemmeno che cosa dovevo fare ma chissene
hahahahaha), ovviamente all’inizio mi rimprovera perché stavo impazzendo XD
21
ma poi riuscii a convincerla a giocare con me X)
hehehehehe e così la sfidai nei
vari giochini a battermi
hahahahahaha TZ e ovviamente
immaginate un pò chi vinceva
sempre mhuahuahauhauha XD (
ovvio ioooooooooo u,u la ragazza
batte il ragazzo <.< ).Provammo ogni genere di gioco ^^ ci
stavamo divertendo da morire poi vidi una vecchia gloria
dei tempi che furono :’) cosa credete io sono vecchio ù.ù
hahahahahaha non penso che se lo ricordano in molti il
gioco di sparare alle oche hahahahahahaha XD era bellino
ma comunque lo conosco pure io e non sono vecchia quindi
non sottovalutare gli utenti u.u) e poi incavolarsi quando si manca il bersaglio e
quel maledetto cagnaccio che se la rideva hahahahaha e per ultimo ci
divertimmo a lanciare l’onda energetica contro majinbu hahahaha. Ma
riprendiamo la descrizione u.u dopo esserci divert…. Hem dopo aver
controllato il funzionamento dei giochi xD la giornata non era finita anzi si
direbbe che era appena iniziata così X) dato che
abbiamo citato il mondo dei balocchi perché non
andarci sul serio e tornare ancora bambini?? E
quindi dove si va? Non si sa hahahaa si ho preso e
sono partita ( è ritornata la ragazza a descrivere
xD) in direzione della stazione ( eravamo
praticamente lì quindi nn ci abbiamo messo nulla,
entrati ci siamo diretti a prendere il treno che portava Ochanomizu Station
dopo 1 fermat ( tempo circa 2 minuti ) prendiamo il prossimo treno della linea
JR Chuo ( 快速)verso Takao circa 8 fermate in 25 minuti, arrivati andiamo
alla fermata di Kichijoji, siamo quasi giunti alla destinazione ^^ ci troviamo a
Mitaka, qui siamo venuti per un unico preciso motivo tornare bambini *-*
quindi scesi dalla fermata, ci siamo incamminati per andare a prendere un
22
pullman ( che stavamo per perdereeeee ci siamo
messi a correre xD) iniziamo così la nostra gita
( come se fosse appena iniziata ) comunque non
chiedete del viaggio in pullman io non sapere
nulla, io dormire ( certo dopo aver fatto da
babysitter al collega ero stanca u.u ) peccato
che è durato poco, alla fine c’erano solo tre fermate, va bhè arriviamo alla
nostra fermata e iniziamo a camminare e sì un tratto a
piedi nonostante tutta la camminata di oggi ce la
potevamo risparmiare… ma va bhè questo bellissimo
tratto di passeggiata hanno fatto sparire la fatica xD.
Continuiamo a camminare in questo piccolo paradiso ^^
che poi ci ha portato in un altro paradiso ( o almeno per
me xD). Quanti di voi hanno sentito parlare di
Miyazaki?? Ebbere ragazzi noi siamo andati a visitare
un museo X) e dato che non ho resistito al non
fotografare un cartello delle indicazioni capirete
subito di che museo si tratta ^^. Abbiamo camminato ancora per un po’ fino a
quando non siamo arrivati e indovinate chi ci ha accolto al museo….no non
Miyazaki così esagerate hahaha ci ha
accolto il mitico Totorooo *-*. Va bene
prima di iniziare a descrivere la nostra
esperienza al museo Chibli per chi non
conoscesse Hayao Miyazaki,deve sapere
che è il grande regista che ha creato
capolavori come La città Incantata
(Spirited Away), Laputa, Mononoke Hime,
Il castello errante di Howl e più in là con gli anni
alcuni dei cartoni animati più belli della nostra
infanzia: Conan, Heidi( questo non tanto xD), il film
23
Lupin e il castello di Cagliostro. E ancora
Nausicaa, Kiki e altri film d'animazione usciti
da noi in dvd e cassetta. Oltre ad alcuni film
purtroppo mai arrivati da noi come Porco
Rosso e Totoro.
Regista pluripremiato
(Oscar, Orso d'oro Berlino, Cannes..) è una persona
umile e semplice, ma geniale. Lo si vede da come ha
voluto che fosse il suo museo. Entrati nel museo
possiamo dire che contrariamente a tutti i musei
giapponesi, non ha un senso di visita: come scritto nel
depliant, ognuno è libero di girellare per le stanze
senza seguire un ordine precostituito.
Purtroppo non abbiamo potuto fare molte foto perché
all'interno è proibito, ma cercheremo comunque di farvi divertire ;) e di
descrivere il museo. Salendo ci sono le stanze che ricostruiscono gli studi di
animazione dove il regista e gli
assistenti disegnano, colorano,
ritagliano, montano, provano le sequenze
di ogni singolo fotogramma.
Secondo me è la parte più bella del
museo si respinon solo perché si ha
l’opportunità di vedere dove Miyazaki
lavora, ma anche perché entri in un altro
universo non si spiega come, l'aria e l’ambiente sono unici, ci sono libri di
illustrazioni e foto, ci sono colori, matite,
poster, disegni alle pareti, e materiale di ogni
tipo che possa ispirare qualche scena.. tutto in
un ordinato caos! *-* stupendoooo ( sbavavooo
:Q) se voi non lo dite a nessuno di nascosto due
fotine le abbiamo fatte <.< schhh mi
raccomando acqua in bocca :D.
24
All'ultimo piano c'è una stanza con il
gattone autobus di Totoro: un'enorme
peluche grande diversi metri, dove i bambini
possono salire, infilarsi, appoggiarsi e in
poche parole giocare, non ho mai desiderato
tanto essere una bambina!!!
Dopo il giro all’interno del museo ci siamo fermati
al ristorante a mangiucchiare qualcosa, era
davvero carino si poteva scegliere se mangiare
dentro o fuori, ma dato che la giornata era molto
bella volevamo stare all’aria aperta, così dopo un
panino e un dolce ( era
squisito xD) e un po’ di
riposo siamo andati a fare un giretto intorno al museo
in modo da poter ammirare la sua struttura da fuori,
non immaginate sembrava di essere davvero dentro un
cartone, perché la struttura non è normale come in un
museo qualunque ahahahaa, la struttura sembrava
fatta a posta per accogliere i bambini.
Girando girando intorno
arriviamo finalmente
all’enorme colosso che si
vedeva da lontano al cancello
del museo di cosa sto parlando? Siamo saliti sul
terrazzo per poi ammirare il robottone di Laputa *_*
era una figata pazzescaaaaaa ahahahah xD. Dopo
averlo ammirato siamo finalmente giunti all’assalto
del negozio con diciamo i souvenir ^^, a dire il vero
mi aspettavano molti più gadget.
Ma forse per lo spazio limitato, forse per scelta,
c'ra materiale solo degli ultimi lavori, ma questo non
25
mim ha obligato di comprarmi un
mini Totoro yeeeeeeeeee *-*
ahahaha è troppo carino non
trovateee :D. Va bhè dopo aver
fatto la piccola spesa folle u.u il
giro al museo era completo perciò
abbiamo fatto retromarcia dove in
un’oretta buona, forse anche di più
dopo un altro pasto ( cenaaaa )
siamo tornati in albergo stremati, ma felici di
questa giornata dove siamo divintati bambini un po’
cresciuti. Così finisce il nostro 3° giorno di questa
fantastica gita, e voi che ne pensate, vi è piacita,
vi siete divertiti, e allora votateci, è aperto il
televoto digitate 1 se vi è piaciuto più il secondo
giorno o 2 per il terzo giorno, potete votare dal
telefono fisso al 123234 oppure dal cellulare al 6799 al costo di 2 € ahahaha.
E così termina per questa edizione il nostro Kokoro ni Nihon speriamo vi siate
divertiti, quanto noi a raccontare questi due bei giorni ^^, nella prossima
edizione si andraaaaaa….. NON SI SA…. SE-GRE-TO hahahahaah .
FINE 3° GIORNO
26
Giappone, la tecnologia che fa lievitare la casa in caso di
terremoto
In Giappone il problema terremoto è
un argomento molto sentito, dato
che è una zona altamente sismica.
Tra le varie tecnologie sviluppate si
è pensato addirittura di far lievitare
le case in caso di forte sisma.
L’invenzione è del Gruppo Danshin,
che si prepara ad installare questa
tecnologia in 88 edifici sparsi sul
territorio giapponese. Ecco come funzionerebbe: le scosse di terremoto
azionano un congegno che rilascia un costante flusso d’aria, quindi l’edificio si
solleva per qualche centimetro, vedere per credere. Un particolare sensore
rileva il terremoto e quindi un serbatoio spinge l’aria nelle le fondamenta,
sollevando la casa di 3 centimetri. La casa torna a terra una volta che il
terremoto è finito: potrebbe salvare molte vite! Noi della Sm siamo entusiasti
di questa nuova tecnologia, rimangono ancora degli ostacoli da sormontare
come i soldi e il problema estetico, ma chissà, questo è solo l’inizio magari
questa tecnologia verrà modificata e sarà alla portata di tutti. Nello schema
raffigurato sopra si vede un dispositivo che viene installato in casa, dovrebbe
trattarsi di un georadar, che viene collegato ad una centralina e quindi ad un
motore che aziona il pompaggio dell’aria nelle fondamenta delle case, nelle
fondamenta si creerà una specie di cusinetto d’aria (come l’air hokey) al di
sotto della casa ci saranno dei sensori che faranno in modo di stabilizzare il
flusso d’aria, quando il sismpa sarà cessato la stessa centralina di prima
spegnerà la pompa e quindi attraverso un sistema di tubazioni comandate da
dei regolatori di pressione faranno diminuire il flusso d’aria permettendo alla
casa di adagiarsi comodamente sul terreno.
27
il Gufo Transformer dal Giappone!
Non sappiamo esattamente come si chiami la
razza di questo particolare gufo, davvero
stranissimo! Direttamente dal Giappone, questo
gufo viene messo di fronte a tre altre razze della
stessa specie: guardate il video per vedere le sue
incredibili reazioni. Si trasformerà
letteralmente, prima aprendosi similmente in un
pavone, poi rimpicciolendosi fino a diventare “il
gufo del male”! Questo gufo fa morire dal ridere purtroppo nemmeno i nostri
agenti segreti sono potuti avvicinarsi a questo gufo e quindi non abbiamo
potuto capire la sua razza, diciamo che potrebbe essere il primo gufo
pockèmon esistente hahahaha vi diamo la possibilità di guardare il video che
gira in internet, ma vederlo dal vivo vi assicuro che è totalmente diverso XD
(per guardare il video cliccate sulla foto)
Servizio giapponese aiuta gli uomini a trasformarsi in… principesse
Mary Mariee è un azienda giapponese che
affitta vesti da cerimonia per donna, ma
recentemente si è data ad un nuovo business.
Per l’equivalente di circa 500 euro, l’azienda
infatti offre agli uomini la possibilità di fare un
servizio fotografico vestiti e truccati da
principessa, in un abito a loro scelta. La
domanda è molto alta e finora hanno avuto oltre
100 clienti. In realtà il servizio era nato per le donne, per dare loro la
possibilità di avere delle foto di sé stesse vestite secondo i loro sogni. Ma
presto sono iniziate ad arrivare richieste di uomini, talmente tante che
l’azienda ha deciso di creare un pacchetto apposito per gli uomini. “Abbiamo
capito che anche molti uomini vogliono sentirsi principesse”, spiegano.
L’azienda ha creato un guardaroba di un centinaio di vestiti che possono
essere indossati dagli uomini, appositamente disegnati per misure e taglie.
Mary Mariee ha anche stretto una collaborazione con alcuni parrucchieri nei
dintorni, in modo che gli uomini possano essere anche perfettamente sbarbati
prima del servizio fotografico.
28
Siamo finalmente nelle leggende Giapponesi, a volte parlano di sentimenti
ricchi d’amore altre magiche e sovrannaturali, ma altre volte si hanno racconti
di notti buie e tenebrose, notti di paura, di oscurità di creature di cui la loro
esistenza è alquanto misteriosa e sconvolgente, come le leggende HORROR.
Ebbene di cosa si parla oggi? Creature misteriose si avviastano in Giappone chi
sono?di chi staimo parlando?
Jinmenken (cani dai volti umani)
I jinmenken sono sostanzialmente dei cani dai volti
umani che ipoteticamente appaiono la notte nelle aree
urbane giapponesi aggirandosi e muovendosi tra le
autostrade a grande velocità. Il jinmenken sembra
essere in grado anche di comunicare con gli esseri
umani, ma il più delle volte si dimostra scortese
chiedendo di essere lasciato solo. Al contrario delle più
famose leggende giapponesi, il cane dal volto umano non
è famoso per uccidere le sfortunate persone che si
trovano sul suo cammino, si pensa piuttosto abbia avuto
origine da un errato esperimento scientifico o che sia
l’incarnazione degli spiriti di vittime di incidenti
stradali. Le ricerche di questo strano essere sembrano
non aver portato a nulla, che cosa è veramente il
Jinmenker? E se fossero veramente esperimenti
scientifici andati male, cosa volevano creare?
29
Fede Baha'i
La religione Baha'i arrivò in Giappone nel 1875 grazie all'opera
di `Abdu'l-Bahá, mentre il primo giapponese che si convertì
alla fede Baha'i fu Kanichi Yamamoto nel 1902, e il secondo
Saichiro Fujita. Il primo convertito sul suolo giapponese fu
invece Kikutaro Fukuta nel 1915. La ARDA (Association of
Religion Data Archives) stima ci fossero 15 650 giapponesi di
fede Baha'i nel 2005. La fede Bahá'í è una religione monoteistica nata in Iran
durante la metà del XIX secolo, i cui membri seguono gli insegnamenti di
Bahá'u'lláh (1817-1892), il fondatore. Tale religione sottolinea l'unità
spirituale di tutta l'umanità. Tre principi fondamentali stabiliscono la base
degli
insegnamenti Bahá'í: l'unità di Dio (un solo Dio che è la fonte di
tutta la creazione), l'unità della religione (tutte le
grandi religioni hanno la stessa origine spirituale e
provengono dallo stesso Dio) e l'unità dell'umanità
(tutti gli uomini sono stati creati uguali e le
diversità di razza e cultura sono considerate
meritevoli di apprezzamento e accettazione). La
fede bahá'í spiega il rapporto dell'uomo nel suo
storico e dinamico legame con Dio attraverso il concetto di
relatività e progressività della religione; riconciliando così
la Storia con ogni monoteismo e anche con le ere precedenti Abramo. La
religione bahai conta circa 7 milioni di fedeli sparsi in oltre duecento Paesi e
territori del mondo. Gli aderenti alla fede bahá'í sono chiamati bahá'í.
30
Una delle parti più belle della rivista (non che le altre siano brutte sono stupende *-*
ve lo dice la sottoscritta xD) dove le antiche tradizioni anche se un po’ cambiate sono
piano piano consegnate ai giovani, raccontate dai nonni, dove le usanze non vengo solo
dette, ma vengono vissute…
Oggi si parla di una festa per sole ragazze (scusate maschietti, accontentatevi xD),
quella di oggi è una festa tradizionale che si svolge a marzo e si chiama:
Hinamatsuri
Il terzo giorno del terzo mese dell’anno, cioè il 3 Marzo, è un giorno di festa per i
giapponesi soprattutto per le bimbe. Si festeggia l’Hina Matsuri (雛祭り), la “festa
delle bambole”. È un giorno importante in
cui si prega per la buona e sana crescita
delle bambine e giovani ragazze augurando
loro tanta salute e felicità. L’antico nome
con cui veniva chiamata questa festa e che
ancora oggi viene usato è( 桃の節句 )
“Momo no sekku” che significa festa dei
peschi riferendosi a questo come il periodo
della fioritura dei peschi o anche “Hina no
sekku”, appunto festa delle bambole. In
questa occasione sono preparate delle
piattaforme con un tappeto rosso (雛人形
hi-mōsen), sulle quali è esposto un insieme di bambole ornamentali (雛人形 hina-ningyō)
le quali raffigurano l'imperatore, l'imperatrice, gli attendenti e i musicisti della corte
imperiale con vestiti di corte del periodo Heian. La
piattaforma è costituita da sette gradini. Al piano superiore in
cima hinamatsuri - bonboridell’esposizione abbiamo le “
bamboline imperiali”, i (内裏雛) Dairi-bina, rappresentanti la
coppia imperiale. Accanto alle due figure imperiali possono
essere collocate anche dei (雪洞) Bonbori, cioè delle lanterne
di carta su un piede (come candelabri) decorati spesso con
fiori di sakura o pesco o altri ornamenti floreali. A completare
questo gradino vi sono dei vasetti con rametti di pesco e
31
sakura tra i due sovrani. Nel secondo gradino vengono collocate le tre dame di corte, o
( 三人官女) sannin kanjo, che tengono ciascuna del sakè e delle quali una sola ha i denti
pitturati di nero secondo l’usanza detta (お歯黒) o-haguro. Tra le dame c’è il (高坏
)Takatsuki, un ibrido tra un vassoio e un calice, diciamo, che regge in genere dolcetti
stagionali, tortine di riso (mochi), simili agli (菱餅) Hishimochi più tradizional.
Nel terzo gradino sempre a partire dall’alto troviamo cinque musicisti, i (五人囃子)
Gonin-bayashi: ciascuno di loro tiene uno strumento musicale tranne uno che canta e
tiene un piccolo ventaglio in mano.
Per la precisione da sinistra verso destra, vi sono rappresentati:
Il primo seduto è il (太鼓 )Taiko, colui che suona un tamburo.
Il secondo in piedi suona il( 大鼓) Ootsuzumi, un tamburo più grande.
Il terzo invece è in piedi ed ha un altro tipo di tamburo, molto più piccolo, ovvero il (小
鼓 ) Kotsuzumi, che tiene appoggiato sulla
spalla.
Il quarto suona da seduto un flauto
traverso, lo (横笛) Yokobue .
Il quinto infine sta in piedi e con un
ventaglietto in mano canta.
Al gradino successivo (scendendo verso il
basso), troviamo poi i ministri: il Ministro di
Destra (右大臣 Udaijin) rappresentato da una
persona giovane, e il Ministro di Sinistra (左大
臣 Sadaijin), rappresentato da un uomo più
anziano. Spesso portano archi e frecce e tra i
due vengono posizionati tazze per il tè e
dolcetti di riso. Appena sotto i due ministri
sulla destra viene collocato il 右近の橘 Ukon
no Tachibana, cioè un piccolo albero di mandarancio e dall’altra parte a sinistra il 左近
の桜 Sakon no Sakura, un piccolo albero di fiore di ciliegio. Il gradino ancora sotto, ha
per protagonisti aiutanti, dal lato dell’imperatrice, e samurai, dal lato dell’imperatore,
che al banchetto regale berranno e canteranno in onore dei due sovrani. I gradini più
32
bassi solitamente presentano una varietà di mobili, attrezzi
vari, carrozze e altri
oggetti usati all’interno
del palazzo imperiali, i
più importanti di questi oggetti per esempio
sono:
Nagamochi (長持): un oggetto simile a un baule o a una cassapanca dove
si raccoglieva biancheria, abiti, kimono…
Kyoudai (鏡台): un ripiano che oggigiorno puòhinamatsuri - kyoudai 2
essere simile a un tavolino, ma un tempo era una piccolissima
cassettiera, che poggiava a terra quindi, senza le gambe di un tavolino.
Le dimensioni del mobile reale sono variabili ed in genere erano a metà
tra quelle di un (grande) portagioie e quelle di una (piccolissima) cassettiera. Una parte
importante del mobile però era lo specchio annesso (anch’esso
di dimensioni (e forme) variabili Daisu (台子): un ripiano
appoggiato a terra con un “tettuccio”, sempre
rigorosamente di legno: serviva a raccogliere e “mettere in
mostra” gli utensili della cerimonia del tè. E ancora varie
scatole laccate, piccoli calessi, carrozze trainate da buoi,
oggetti vari e ornamenti floreali.Quest’usanza di esporre
così queste bambole e oggetti nasce nel periodo Heian 平安時代 (Heian-jidai, 794 –
1185) e inizialmente si credeva fosse un modo per mandare via gli spiriti malvagi come
in tante altre ritualità. Risale a una credenza secondo la quale delle bambole venivano
messe su delle barchettine e lasciate andare nel fiume affinché portassero via con sé
tutti i problemi e i pensieri negativi. Ancora oggi questa usanza è molto in voga a Kyoto
nel tempio Kamo, dove vengono fatte galleggiare delle bamboline durante delle
preghiere propiziatorie per la sicurezza di tutte le bambine. Tuttavia il perché
dell’esposizione di tali bambole in ogni casa potrebbe essere un altro. Le bambole sono
destinate a rallegrare la casa e a portare augurio a bambine e giovani ragazze che si
apprestano a diventare donne, ma è anche un modo per cominciare a spiegare alle
bambine quale sia il ruolo che da adulte dovranno andare a ricoprire nella società. Con
quella graziosa scenetta della bella dama accanto al proprio marito in un elegante
decoro domestico, si cerca di educare le giovani donnine a quello che sarà il loro ruolo:
dame che affiancheranno un giorno il loro amato sposo. Per festeggiare le bambine
inoltre si mangia un particolare cibo che assomiglia a dei craker insaporiti con salsa di
soia e si beve il tradizionale 甘酒 amazake, “sakè dolce” (il sake è un alcolico
derivato dal riso fermentato), che avendo un basso contenuto alcolico può essere
bevuto anche dai minorenni. Alle bambine poi vengono offerti gli 菱餅 Hishimochi che
33
sono dei dolci speciali fatti apposta per questo giorno e sono costituiti in genere da tre
strati di mochi di tre colori diversi: rosso/rosa, bianco e verde. Il rosso allontana gli
spiriti malvagi, il bianco indica la purezza e il verde è un augurio di buona salute e lunga
vita. Gli strati però possono essere anche 5 o addirittura 6 o 7 …anche 9 a dire il vero.
Un altro aspetto, forse più interessante, sta nelle usanze legate alla festa che
anch’esse possono variare molto da regione a regione. Ad esempio in certe zone sono
ragazzi e ragazze, se non addirittura gli adulti, a travestirsi da bambole della corte del
periodo Heian. In altre si conserva l’antica tradizione detta (雛流し) hinanagashi in
cui le bambole sono messe a scivolare sull’acqua d’un fiume con delle lanterne, ma come
in tutte le feste non poteva non mancare la canzone d’accompagnamento cantata dalle
bambine chiamata proprio “Ureshii Hina matsuri” (Felice Hina matsuri)
明かりをつけましょう
ぼんぼりに
Akari o tsukemashou bonbori ni
Accendiamo le luci delle lanterne
お花をあげましょう
桃の花
Ohana o agemashou momo no hana
Abbelliamo tutto con dei fiori, fiori di pesco
五人ばやしの
笛太鼓
Go-nin bayashi no fue taiko
al suono di flauto e tamburo del quintetto di musici
今日は楽しいひな祭り
Kyou wa tanoshii Hina Matsuri
oggi sarà un felice Hina matsuri…
34
Sonkiani siamo arrivati anche qui, dove la nostra interiorità, le nostre emozioni
fuoriescono e fanno dell’arte un capolavoro assoluto, che ci fa sognare e talvolta ci
impressiona e ci lascia senza fiato, oggi abbiamo come artista * rullo di tamburi*
Yayoi Kusama
La nostra protagonista nasce a Matsumoto nel
1929, più avanti studia la pittura Nihonga, uno
stile di grande rigore formale, nel 1958 si
trasferisce a New York attirata dal potenziale
sperimentale della scena artistica dell’epoca.
Yayoi Kusama è oggi considerata fra i più
importanti artisti giapponesi contemporanei.
Ha lavorato in una vasta gamma di discipline:
arti visive, danza, moda, design fino alla
scrittura e alla composizione musicale. Dalla
pittura Nihonga però passa poi alla corrente
surrealista, l’Espressionismo astratto, il
Minimalismo, l’Art Brut, la Pop Art, la Land Art
e persino lo Psichedelismo.
Ma è scavando nel suo vissuto più
remoto che troviamo la chiave
interpretativa del suo percorso
artistico. Fin da piccola Yayoi soffre di
disturbi ossessivo-compulsivi e
allucinazioni plurime dovute a
perpetrate violenze domestiche.
Durante una crisi, all’età di 12 anni, il
motivo a fiori rossi di una tovaglia da
tavola comincerà a riprodursi all’infinito
nella stanza, popolando da allora in poi il
suo universo in modo ossessivo.
35
Pois e fiori giganti, reti, protuberanze molli e forme falliche. Sarà la riproduzione, la
moltiplicazione e l’aggregazione ossessiva di questo ristretto vocabolario di forme la
firma stilistica delle sue opere. Come Louise Bourgeois, un’altra Signora dell’arte
contemporanea, Yayoi Kusama ricrea attraverso il fare artistico le sue visioni come
mezzo per dominarle, convertendo questa proliferazione minacciosa in una via di
salvezza e fuga verso un’entropia liberatoria.
36
L’intento della sua arte è quello di condurre
un’indagine sul concetto di percezione del cosmo e
di infinito, oltre che un inno alla bellezza della
vita. I suoi giganteschi fiori dai colori vivi e
brillanti intendono esprimere il senso di
rigenerazione, di crescita e transizione propri del
ciclo naturale. I pois, invece, una forma di
smaterializzazione paragonabile ai palpiti del
cosmo, ai movimenti dei corpi celesti.
Kusama continua ad esplorare il concetto di
infinito con le “Infinity Mirror Room”, passando dalla superficie bidimensionale delle
tele ad un ambiente di riflessione speculare, dovuto all’effetto caleidoscopico delle
superfici specchianti che genera uno spazio inesauribile; il corpo viene frammentato
dalle pareti a specchio e riprodotto all’infinito.
37
Altro delirio visuale è l’installazione “Gleaming lights of the Souls“. Reinterpretando la
tecnica pollockiana dell’“All-over” l’artista sfrutta una stanza interamente tappezzata
di specchi, trasformandola in una scatola ottica dal cui soffitto decine di led sospesi
emanano luce intermittente. Un pullulare di immagini che si moltiplicano e si
confondono all’infinito. Dal 1977 Kusama vive nell'ospedale psichiatrico Seiwa, in
Giappone, per scelta personale, ma dipinge quasi quotidianamente nello studio a
shinjuku.
38
In Giappone lo sport non è solo sport, è passione, determinazione, controllo della
mente, ma anche purificazione dell’anima.
IL KYUDO: l'Arte Marziale del tiro con l’arco
L'arte del tiro con l'arco venne rivoluzionata nel XV
secolo dall’eroe mitico della tormentata storia
giapponese, Heki Danjo Masatsugo , grazie alla sua
straordinaria abilità e conoscenza. I suoi insegnamenti
vennero seguiti e codificati dai guerrieri che li
trasmisero per generazioni. In questo modo la scuola
Heki si diffuse in tutto il Giappone differenziandosi in
vari stili. Uno di questi aveva la sua sede a Kyoto, dove
viveva il Maestro Yoshida Issuiken Insai, che, agli inizi del XVII secolo (dopo la
battaglia di Sekigahara, ottobre 1600), fu chiamato dallo Shogun Tokugawa perché gli
insegnasse la via dell'arco (il kyudo ). Da allora questa scuola, che gli altri tiratori
chiamano Heki Ryu Insai Ha (scuola Heki stile Insai), ha potuto fregiarsi del
titolo di Heki To-ryu, dove To-ryu sta ad indicare proprio la casata dello
shogun. La tecnica e il sapere di questa scuola, che si sono sviluppate a
partire dalle necessità del tiro in battaglia per i guerrieri a piedi (hoshashajutsu), sono state tramandate intatte fino ai nostri giorni da una catena
ininterrotta di maestri. In anni recenti il Maestro Inagaki Genshiro
Yoshimichi , come titolare della cattedra di kyudo all'università di Waseda,
ha inaugurato una serie di studi tecnici sperimentali per approfondire,
spiegare e confermare, anche dal punto di vista scientifico, la profonda
qualità dell'insegnamento degli antichi testi della scuola. Alcuni di questi
riguardano appunto la tecnica e i suoi dettagli più sottili, altri invece riportano la
filosofia e l’etica dell’arte marziale. Si può iniziare per diporto o curiosità, poi la
tecnica, la disciplina, l’estetica dell’arte del tiro con l’arco portano alla passione. La
caratteristica peculiare del tiro Heki è il lavoro della mano sinistra (TSUNOMI NO
HATARAKI ) che spinge e torce l’arco: una tecnica tramandata nei secoli. Dopo alcuni
movimenti preparatori molto precisi la freccia tocca lo zigomo (TSUMEAI) e si arriva a
39
NOBIAI, gli ultimi secondi prima dello sgancio, in cui si concentra tutta l’essenza del
tiro. Allo sgancio (HANARE), la freccia scocca,
inizialmente, per volontà dell’arciere grazie al
lavoro armonico di mano destra e mano sinistra e
ad una corretta tensione del corpo. Dopo anni di
allenamento assiduo l’arciere è in grado di
sganciare con efficacia, naturalezza e colpisce il
bersaglio (mato). Ciò è possibile se la tecnica è
vera e corretta e se lo spirito (kokoro) è sincero.
Il kyudo non pone di fronte due contendenti,
bensì un arciere davanti ad un bersaglio, che attesta la corretta
esecuzione. In un certo senso si può dire che il kyudoka con la
pratica si pone di fronte a se stesso, ai propri limiti, alle proprie
potenzialità. Si tira a piedi nudi su di un pavimento in legno, in un
dojo (luogo dove si pratica la Via), in ogni stagione. I bersagli sono
situati in un terrapieno coperto, detto azuchi. All’inizio della
giornata e, soprattutto per i principianti, si tira al makiwara
(paglione a distanza di due metri). Questo consente di studiare
bene la forma senza la distrazione e
l’ansia che può creare il bersaglio. Si usa
una freccia in bamboo senza penne. Una
lezione ordinaria prevede 100 frecce al mato, ovvero un
bersaglio del diametro di 36cm, di carta di colore bianco, con
alcuni centri concentrici di colore nero, posto a distanza di 28
metri. Durante un allenamento completo, ma soprattutto in caso di particolari
ricorrenze o in presenza di ospiti, vengono effettuate due frecce cerimoniali (TAI
HAI ) al bersaglio: una in piedi e una in ginocchio. Saltuariamente viene effettuato il
tiro a 60 metri (ENTEKI) , ad un paglione del diametro di circa un metro. La tecnica è
la medesima, ma vengono utilizzate frecce più leggere, con penne più basse; la mira
viene leggermente alzata. Il Kyudo è considerato un'Arte Marziale e viene praticato
anche da persone che mirino al raggiungimento di un particolare stato d'animo, al
dominio del corpo, a una disciplina del comportamento che poi pervadano il quotidiano
per rifletterne la benefica influenza su tutta la vita. Il progresso nel tiro e nella sua
tecnica è frutto del miglioramento ottenuto con l'esercizio in quanto tale, insieme con
l'irrobustimento dello spirito ottenuto con la pratica. Il fine del kyudo consiste nel
raggiungere la conoscenza dello “spirito dell’arco” (yumi no kokoro), uno stato che
40
spesso viene indicato usando il
termine tipicamente zen di satori.
Un tiratore potrà raggiungere lo st
ato di “massimo livello di
comprensione dell'essenza delle
cose” di mente libera, serena e
vuota da futili pensieri, quando sarà
in grado di eseguire il giusto
NOBIAI. Scopo di chi si esercita
nel vero Kyudo è raggiungere
gradualmente uno stato d'animo
limpido, esercitando tenacemente proprio quella giusta tecnica che coltiva il tirare per
colpire forte, con piena energia. La comprensione è intesa principalmente come
mentale, l’apprendimento come fisicocorporale, insieme costituiscono il “capire per
averlo fatto”, per esperienza. Le qualità proprie del Bushido (quale morale eroica del
guerriero giapponese) come la determinazione, l’assiduità nello sforzo, l’intelligenza
(l’intuizione), la rettitudine, la serenità, l’equilibrio, la sincerità e la generosità
nell’azione possono essere coltivate solo con il perfezionamento della tecnica, seguendo
con fedeltà le regole della tradizione. Il detto “kan chu kyu”, colpire con potenza il
centro sempre, riassume nel modo più sintetico possibile lo spirito della scuola. Il
Maestro Inagaki sosteneva a tale proposito che “visione serena dei doveri” nel suo
insegnamento significa accogliere l'esercizio dei propri doveri come occasione di
miglioramento, naturalmente non solo nella giusta pratica del Kyudo, ma anche nel
quotidiano.
“Affinare spirito e volontà” è dovuto in ogni occasione per contribuire allo spessore e
alla maturità della persona. La pratica di
tiro è soltanto una parte dell'allenamento
complessivo dell'individuo: disciplina,
sacrificio e generosità non si esercitano
solo tirando quando la mano duole, quando
gela o andando a recuperare le frecce
proprie e altrui. In breve, le regole del
kyudo e la disciplina del Dojo hanno
ragione d'essere per esemplificare ed
influenzare il quotidiano.
La tecnica di tiro comprende forme e
41
azioni proprie; essa può assumere taluni lineamenti
delle tecniche Zen, ma il Kyudo non è solo questo
perché soltanto l'unione dei tre elementi, forma,
azione e spirito fusi insieme, può considerarsi vera
e completa Arte nella sua forma migliore. Innanzi al
bersaglio il kyudoka fa i suoi passi e si dispone in
posizione di tiro senza che la mente se ne occupi, i
suoi gesti incoccano la freccia poi eseguono
TORIKAKE: si sviluppa la massima energia possibile
del corpo e della mente, l'arco viene teso fino allo
stremo, infine la freccia è scoccata. Ecco che
hanno agito assieme, con la massima intensità,
l'energia di tutto il corpo e lo spirito, dal profondo
del cuore.
42
Bene bene stiamo per conclude ( ce ne vuole ancora hahaha ) quindi continuate a
leggere perché oggi nella sezione musica avremmo una cantante….
YUI
Yui (漫画 ) è nata il 26 marzo 1987nella
Prefettura di Fukuoka, inizia a pensare
di voler diventare una cantante
professionista già dalla scuola
elementare, incoraggiata dalla madre
che la spronava a scrivere i suoi
sentimenti in un diario che lei
trasformava in poesie, dal liceo
incomincia a tramutarle in canzoni.
Molto timida e poco propensa a parlare
con le altre persone, porta la chitarra
spesso con sé cantando in posti come la spiaggia di Shingu e in mezzo a piantagioni di
riso a Kaminofu. Durante il liceo lavora part-time in un ristorante cinese per
contribuire a pagare le tasse scolastiche, dividendosi tra scuola, lavoro e carriera
musicale. Situazione che la porta ad ammalarsi, e una volta in ospedale capisce di dover
fare una scelta tra la scuola e la musica. Decide quindi di abbandonare il liceo e di
iniziare a studiare chitarra a Fukuoka, esibendosi alla stazione di Fukuoka Tenjin. La
sua carriera da professionista comincia nel marzo 2004, quando canta tre canzoni a
un'audizione organizzata da Sony Music Japan. Nonostante le regole stabilissero che
ogni partecipante potesse cantare solo due canzoni, tutti i giudici le danno il massimo
dei voti, causando una gara tra le diverse etichette discografiche per farle firmare un
contratto. La sua prima canzone cantata durante l'audizione è Why Me (canzone poi
inclusa nel suo singolo di debutto con una major), quindi It's Happy Line e infine I
Know. It's Happy Line è anche il primo singolo indie, con I Know come lato-b. Prima di
trasferirsi da Fukuoka a Tokyo, Yui scrive la canzone Feel My Soul, la canzone è un
tributo alla sua città natale, viene ascoltata dal signor Yamaguchi, produttore per Fuji
TV, che poi viene usata nel dorama Fukigen na Gene in prima serata su Fuji TV, e poi
43
pubblicata 23 febbraio come suo primo singolo.Tutte le
musiche nel dorama sono per la maggior parte basate su
canzoni di Yui, come Feel My Soul e It's Happy Line. Grazie
anche alla comparsa nel dorama, Feel My Soul riesce a
vendere oltre 100.000 copie. I successivi tre singoli di Yui,
Tomorrow's Way, Life e Tokyo hanno un successo più
contenuto rispetto a quello del singolo precedente. Dopo la
pubblicazione di quattro singoli, Yui presenta il suo primo album From Me to You: anche
questo un discreto successo, con più di 200.000 copie vendute. Molti mesi dopo, Yui
recita nel film Taiyou No Uta, proiettato al Festival di Cannes del 2006. Per questo
film compone il suo quinto singolo Good-bye Days che, con 200.000 copie vendute, è il
suo singolo di maggior successo. Il nuovo singolo I Remember You vende abbastanza
bene, grazie all'effetto-traino prodotto dalla popolarità di
Good-bye Days. Poco dopo, il suo settimo singolo Rolling Star
viene scelto come quinta opening dell'anime Bleach;
precedentemente il suo terzo singolo, Life, viene scelto come
quinta ending dello stesso anime. Che.R.Ry, il suo ottavo
singolo, viene usato come colonna sonora dello spot del
servizio “Listen Mobile Service” della compagnia di
telecomunicazioni giapponese KDDI. Il suo secondo album,
Can't Buy My Love, debutta bene nella classifica Oricon,
piazzandosi per due settimane consecutive al primo posto e polverizzando le vendite
record del precedente album in una settimana. Ad ora, Can't Buy My Love ha venduto
oltre 500.000 copie. Grazie al successo di quest'album, quello precedente rientra nella
classifica e vende altre 9.000 copie circa.Il 13 giugno 2007 Yui lancia il suo nono
singolo, My Generation/Understand. È la prima volta che Yui pubblica un singolo con un
doppio lato-a. My Generation viene usata come colonna sonora del dorama Seito
Shokun!, mentre Understand è la colonna sonora del
film Side car ni Inu. Il suo decimo singolo, Love &
Truth, viene pubblicato il 26 settembre e viene usato
come colonna sonora del film di Erika Sawajiri,
Closed Note. Nell'adattamento per la TV di Taiyou
no Uta, Erika Sawajiri interpreta Amane Kaoru, lo
stesso personaggio interpretato da Yui. Love & Truth
ha raggiunto il primo posto nella classifica
44
settimanale dei singoli Oricon e il terzo posto in quella
giornaliera. Il 19 settembre 2007 Yui tiene il suo primo
concerto al Nippon Budokan. Nel 2008 esce il suo undicesimo
singolo, Namidairo, uscito il 27 febbraio[. Una settimana dopo
l'uscita del suo undicesimo singolo, esce il video promozionale
della nuova canzone Laugh Away che viene successivamente
pubblicata come singolo digitale il 10 marzo 2008. Il suo terzo
album in studio esce in data 9 aprile 2008 con il nome di I
Loved Yesterday. Ben presto conquista la prima posizione nelle classifiche Oricon
Weekly vendendo più di 400.000 copie, leggermente al di sotto delle vendite del primo
album. La decima traccia dell'album, dal titolo Oh Yeah, è stata usata come sigla di
apertura per Mezamashi TV, un programma televisivo mattutino. La versione in
edizione limitata dell'album include un DVD che
contiene i video musicali dei suoi singoli precedenti e
riprese dal vivo del suo show al Budokan. L'album è
composto principalmente da semi-ballate, dove la
chitarra acustica e la voce di Yui hanno un ruolo
fondamentale. Il 2 luglio 2008, Yui pubblica Summer
Song, che balza nuovamente al numero uno delle
classifiche settimanali Oricon. Summer Song ha
venduto 83.440 copie in una settimana, rendendolo il
secondo singolo più venduto al suo debutto dopo Love
& Truth. Yui pubblica il 12 novembre 2008 la “B-side” compilation My Short Stories,
che include tutti i brani B-side contenuti in tutti i suoi singoli pubblicati fino ad allora,
oltre ad una nuova canzone I'll Be. Dopo una pausa di cinque mesi, intervallata
solamente dalla co-composizione del brano per le Stereopony, I Do It, uscito il 22
aprile 2009, il 25 marzo 2009 esce il brano Again, utilizzato come opening dell'anime
Full Metal Alchemist Brotherhood. Il 27 luglio 2009 esce il doppio singolo It's All Too
Much/Never Say Die, con entrambe le canzoni facenti parte dell'adattamento
cinematografico di Kaiji. Il singolo ha debuttato al numero uno, vendendo 75.000 copie
nella sua prima settimana di vendite, il quinto singolo che
raggiunge la prima posizione. Il 20 gennaio 2010 esce Gloria
che vende 80.000 copie nella prima settimana. Un altro
singolo, To Mother viene pubblicato il 2 giugno 2010. In
data 14 luglio 2010, Yui pubblica il suo quarto album in
studio Holidays in the Sun, che comprende i precedenti
45
singoli. È il suo quarto album che debutta direttamente al top della classifica Oricon,
vendendo più di 300.000 copie, divenendo disco di platino.
Il suo singolo Rain viene pubblicato il 24 novembre 2010, seguito dal doppio singolo It's
My Life/Your Heaven, il 26 gennaio 2011. Yui si reca in Svezia
per le riprese del video musicale Your Heaven nel quale viene
mostrato il viaggio di Yui in vari posti e negozi della Svezia. Yui
Tour DVD, Holidays in the Sun esce il 9 marzo. Il suo nuovo
singolo, Hello (Paradise Kiss), esce il 1 giugno 2011, con le due
canzoni presenti a fare, rispettivamente, opening e ending del
live-action Paradise Kiss. In data 16 giugno 2011, Yui fa meta a
Hong Kong per il suo primo concerto all'estero alla AsiaWorldExpo Arena, davanti a un pubblico di 14.000 persone. Il 7 luglio 2011 Yui visita le scuole
nelle zone colpite dal terremoto e maremoto del Tōhoku del 2011, seguito da un
concerto di beneficenza.
Il suo singolo Green a.Live risente delle emozioni e dei
pensieri al momento della visita; viene pubblicato il 5
ottobre 2011. Il 2 novembre 2011, esce il sesto album
di Yui How Crazy Your Love. L'album ha debuttato al
numero uno delle classifiche giornaliere, vendendo poco
meno di 50.000 copie il primo giorno dell'uscita, e
stazionando al primo posto anche nelle classifiche
settimanali. Yui inaugura il suo quinto tour l'11 novembre 2011 che ha il mare e le
crociere come tema principale. L'ultimo singolo di Yui viene annunciato attraverso la
sua partecipazione a Ncon (N コン), un concorso nazionale per scuole di musica in cui gli
studenti gareggiano per interpretare al meglio brani composti da artisti selezionati per
un tema specifico per tale anno. Yui ha composto la canzone Fight per la “R non
Housoku” (R の 法則), uscita nei negozi il 5 settembre 2012..
Dopo una leggera lettura della sua carriera ecco a voi la traduzione di….
46
Yume no Tsuzuki Oikaketeita Hazu Nano ni, Magarikunetta Hosoi Michi Hito ni Tsumazuku
"Ano Goro ni Mitai Ni"tte Modoritai Wake Ja Nai no Nakushitekita Sora wo Sagashiteru
Wakattekuremasu You ni Gisei ni Natta You na Kanashii Kao wa Yamete yo Tsumi no Saigo wa Namida Ja Nai yo
Zutto Kurushiku Seottekunda. Deguchi Mienai Kanjou Meiro ni Dare wo Matteru no
Shiroi Nooto ni Tsuzutta you ni Motto Sunao ni Hakidashitai no
Nani Kara Nogaeretain da Genjitsutte Yatsu ka, Kanaeru Tame ni Ikiterundatte
Wasurechai Sou na Yoru no Mannaka, Bunan ni Nante Yatterannai Kara
Kaeru Basho mo Nai no, Kono Omoi wo Keshiteshimau ni wa Mada Jinsei Nagai Desho
Natsukashiku Naru Konna Itami mo Kangei Jan, Ayamaranakucha Ikenai yo ne Aa gomen ne
Umaku Ienakute Shinpaikaketa Mama Datta ne
Ano Hi Kakaeta Zenbu Ashita Kakaeru Zenbu Junban Tsuketari wa Shinai kara
Wakattekuremasu you ni Sotto me wo Tojitanda Mitakunai Mono Made Mienda Mon
Iranai Uwasa ni Chotto Hajimete Kiku Hatsugen Docchi
Mukai Attara Tomodachi Datte Uso wa Yamete ne
Akai Hatto ga Iradatsu you ni Karada no Naka Moeteirunda
Hontou wa Kitaishiteiru no Genjitsutte Yatsu ka
Kanaeru Tame ni Ikiterundatte, Sakebitakunaru yo Kikoeteimasu ka
Bunan ni Nante Yatterannai Kara Kaeru Basho mo Nai no
Yasashisa ni wa Itsu mo Kanshashiteiru Dakara Tsuyoku Naritai
Susumu Tame ni Teki mo Mikata mo Kangei Jan
Dou Yatte Tsugi no Doa Akerundakke Kangaeteru
Mou Hikikaesenai Monogatari Hajimatterunda, Me wo Samase, Me wo Samase
Kono Omoi wo Keshiteshimau ni wa Mada Jinsei Nagai Desho
Yarinokoshiteru Koto Yarinaoshitemitai Kara Mouichido Yukou
Kanaeru Tame ni Ikiterundatte
Sakebitakunaru yo Kikoeteimasu ka
Bunan ni Nante Yatterannai Kara Kaeru Basho mo Nai no
Yasashisa ni wa Itsu mo Kanshashiteiru Dakara Tsuyoku Naritai
Natsukashiku Naru Konna Itami mo Kangei Jan
47
I will pursue this dream, 'cause I know it's expected that I be serene
Upon this winding road, in the face of the crowds that bustle all around
Although it seems like I am chasing after the past,
What I want is a place where the sky is alive and like home to me
Please try to understand the truth That this is no choice
And I wish you'd stop with that look of despair You're giving me
Tears are nothing but the shape of our weakness And they won't bring any absolution
I do not see an end to this labyrinth Who am I waiting for~
And I write it down in the pages of my notebook
'Cause I'm looking for the me that is still honest
I am running but I don't even know why From this reality
To chase my wishes I'll carry on living
And I will always remember the depths of the darkness
I'll face my demons and I'll no longer run away There isn't a place to go
I'll lose this feeling of being so helpless 'Cause my whole life is ahead of me
I'll quash the numbness 'Cause pain's better than the emptiness
I must apologize, I've really messed up and
I am so ashamed I may not say it much,
But I know that I make you worry all the time
Back then you always could accept the things I'd done
And you're still the same today so I'll try not to burden you
But try to realize that I have closed my eyes
Just because the world is too harsh And I'm willing to blind myself
Rumors that they have spread about us I do not know which was the first one
"We were friends from the second that we met,"
Just stop with the lies already And my heart turned red with this passion
And it almost consumed my very being 'Cause in truth I'd held onto hope
From this reality To chase my wishes I'll carry on living
And I really want to scream out, but can you even hear me?
I'll face my demons, and I'll no longer run away
There isn't a place to go I still am grateful for the care you've shown me
So I'll find the strength to make it count
I'll always move onward Facing my friends and foes alike
How do you unlock this door that has no key? Can you think of a way?
We can't go back to the beginning
The story is set, and our destinies too Open up your eyes Open up your eyes
I'll lose this feeling of being so helpless
'Cause my whole life is ahead of me And the things I once abandoned
I want to try and find again Come on, just one more time To chase my wishes I'll carry on living
And I really want to scream out, but can you even hear me?
I'll face my demons, and I'll no longer run away
There isn't a place to go I still am grateful for the care you've shown me
So I'll find the strength to make it count
I'll quash the numbness
'Cause pain's better than the emptiness
48
Mi sono detta che dovevo perseguire i miei sogni
anche se qualcuno mi ha intralciato in questa strada piena di persone
Non che io voglia tornare indietro nel passato
sto solo cercando il cielo che ho perso spero tu capisca
non mostrare quel viso triste come se sacrificassi qualcosa Le lacrime non fanno terminare il dolore
Dobbiamo portarlo dentro di noi Tra questa miriade di sentimenti chi sto aspettando?
Ho scritto su un foglio bianco "Voglio essere più onesta"
Da cosa sto scappando? E' questa quella che viene chiamata "realtà"? "Per cosa sto vivendo?"
Nel bel mezzo della notte i miei ricordi scompaiono
non c'è neanche un posto dove andare a rifugiarsi perchè ho sempre attaccato per prima
La vita è troppo lunga per cancellare questi sentimenti?
Perchè non so accettare questo dolore e lasciarmelo alle spalle?
Devo scusarmi. Ah mi dispiace non posso dirlo come vorrei perchè sono preoccupata
Ogni cosa che ho cambiato quel giorno ogni cosa che cambierò domani
Non le metterò in ordine Spero tu capisca. Chiudo i miei occhi
ma potrei vedere cose che non possono essere viste
Voglio far in modo di non sentire più voci(rumors) inutili
Non mentirò più agli amici il mio cuore si sta agitando dal profondo
una sensazione struggente percorre il mio corpo Attualmente la sto aspettando. La realtà intendo.
" Per cosa sto vivendo?" Voglio gridarlo ad alta voce. Mi senti?
non c'è neanche un posto dove andare a rifugiarsi
perchè ho sempre attaccato per prima Ti sono grata per tutta la tua gentilezza
per questo motivo voglio diventare più forte (I'm on the way)
Accoglierò amici e nemici Come apro la prossima porta? Sto pensando
una storia da cui non si può fuggire è iniziata apri i tuoi occhi, apri i tuoi occhi
La vita è troppo breve per cancellare tutti questi sentimenti?
voglio ricominciare tutto da capo in questo modo completerò tutte le cose che ho lasciato incompiute
Ricominciamo da capo "Per cosa sto vivendo?" Voglio gridarlo ad alta voce. Mi senti?
non c'è neanche un posto dove andare a rifugiarsi perchè ho sempre attaccato per prima
Ti sono grata per tutta la tua gentilezza e per questo motivo voglio diventare più forte.
Perchè non so accettare questo dolore e lasciarmelo alle spalle?
49
In questa edizione, non ci accompagna un’ attrice famosissima ed esperta, ci
accompagna una ragazza giovanissima, si pensa abbia iniziato la sua carriera a soli 3
anni è ancora molto giovane e pure ha già una grande esperienza e un po’ di carriera alle
spalle, chi è scopritelo leggendolo xD.
La nostra protagonista è…
Tamaki Matsumoto (松本环季) nata il 7 Febbraio 1999 nella
prefettura di Kanagawa diciamo che è una
doppiatrice e un’attrice bambina, infatti ha doppiato
la voce di molti film di animazione col ruolo di bambina
come nel film intitolato 20th Century Boys 1 dovela
sua voce appare nell’inizio dell’ultimo episodio nel
2008 e Masked Rider Den-o The Movie Final
Countdown, poi la ritroviamo in 20th Century Boys
2: The Last Hope, 20th Century Boys 3: Redemptio
e in Cho Kamen Rider Den-O & Decennio generazioni
NEO: La Onigashima Battleship nel 2009 e ancora in Masked Rider Deno Trilogy The Movie nel 2010 e ha doppiato la voce nel film Benvenuti
alla fiera SPACE sempre nel 2010 . la incontriamo anche in serie tv
come nel 2004 in Kamen Rider Den-O, Ragazzi Over Flowers 2
Shinsengumi! Poi nel 2006 in Dottore in Love eTop Caste infine ne 2007
in Operazione d’amore della Fuji Tv e nel 2008 in Daisuki! In oltre
troviamo la sua voce anche nell’ anime di Cosette all’età di 3 anni e
anche in un film di doraemon come Miwako Mangetsu da giovane, ora
come ora non si hanno altre informazioni su di lei, ma si dice che la sua popolarità stia
crescendo velocemente xD
50
Qui in questa edizione per onorare la sacra rivista del Sonk u.u abbiamo scelto per voi
un dorama in cui la protagonista è una redattrice per una rivista ^^ ecco a voi…
Hataraki Man
La devozione di Hiroko al lavoro è davvero enorme,
soprattutto se c'è qualche scadenza o qualche scoop in
arrivo; in queste occasioni, Hiroko smette di essere una
donna e diventa praticamente "un uomo": lavora il doppio di
quanto fa normalmente, mette da parte la sua vita privata
e il suo fidanzato Shinji, non cura troppo la sua
immagine..insomma, quasi non è in sé! L'unica persona con
cui mantiene un rapporto 'sano' è la sua amica Araki Masami, sua coetanea che però si
occupa di tutt'altro, essendo igienista dentale. E' a lei che Hiroko a volte confessa che
la sua vita non è che le piaccia particolarmente..anche se poi non esita nemmeno un
secondo quando deve preferire un'intervista o la stesura di un articolo ad una cena col
suo fidanzato o con gli amici! Insomma, un caso disperato!
Il dorama veniva mandato in onda di mercoledì sulla NTV, è un live action basato sul
manga di Anno Moyoko, ancora inedito in Italia. Malgrado il titolo sia 'Uomo al Lavoro',
la serie ha come protagonista una bella ragazza! Lei è Matsukata Hiroko, ha ventotto
anni e lavora come redattrice per la rivista Jidai..e quando si mette al lavoro è così
appassionata che alla fine i colleghi le hanno affibiato il soprannome, appunto, di
Hataraki Man, è composto da 11 episodi prodotto in Giappone nel 2007.
Vediamo i protagonisti:
Kanno Miho interpreta Matsukata Hiroko, la protagonista
(MEEEEN) ahahahaa xD
51
Tanaka Kunio interpretato da Hayami Mokomichi è un giovane
redattore di ventidue anni che preferisce
decisamente la sua vita privata al lavoro!
Nagisa Mayu interpretato da Hirayama Aya è
una giovane apprendista che adora Hiroko e la
considera un modello di vita.
Kobayashi Akihisa, interpretato da
Yoshiyoshi Arakawa si occupa degli inserti di
eventi e di cucina.
Kaji Maiko interpretato da Kichise Michiko
si occupa di arte e letteratura.
Sugawara Fumiya interpretato da Tsuda Kanji
è un redattore che non ama affatto Hiroko..
Umemiya Tatsuhiko interpretato da Ibu
Masato è il capo redattore del giornale.
Narita Kim interpretato da Sawamura Ikki è il curatore dei
testi.
O.O voglio anche io uno staff così numeroso ç.ç sarebbe molto più
divertente e molto più semplice <.<
52
One Piece
One Piece (ワンピー) è un manga di Eiichiro Oda la cui
pubblicazione sulla rivista Shōnen Jump di Shūeisha, iniziata
il 4 agosto 1997, è tuttora in corso. In patria, ha raggiunto il
capitolo 751. Questi capitoli sono stati, finora, raccolti in 74
tankōbon (fino al capitolo 742), dei quali il primo fu
pubblicato nel dicembre 1997. In Italia è distribuito dal 2001
da Star Comics che, finora, ha pubblicato i primi 71 volumi.
Dal fortunato manga, nel 1999, è stato tratto un anime,
prodotto dalla Toei Animation, che, attualmente, conta 650
episodi. L'anime è noto nella versione italiana, doppiata ed
adattata dalla Merak Film e trasmessa da Italia 1, Italia 2 e
Boing, anche come All'arrembaggio!, Tutti all'arrembaggio! a
partire dalla seconda stagione, One Piece - Tutti all'arrembaggio! dalla quinta ed infine
One Piece dalla settima. L'autore Eiichiro Oda originariamente aveva programmato di
concludere One Piece in cinque anni ed aveva anche già
pianificato la fine, tuttavia, la storia gli piacque troppo
per portarla a termine in così poco tempo ed ora non ha
idea di quanto manchi alla conclusione. In ogni caso, nel
luglio del 2007, l'autore ha dichiarato che la fine è
ancora la stessa che aveva deciso fin dall'inizio e che è
determinato a vedere il suo lavoro completo,
indipendentemente da quanti anni ciò richiederà. Il titolo
originale dell'opera è scritto in caratteri latini ed è volutamente tutto in maiuscolo:
ONE PIECE. Questa peculiare caratteristica non è, però, stata recepita fuori dal
Giappone dove il titolo comunemente scelto dalle case editrici (compresa la Star
Comics) è il più generico One Piece. Monkey D. Rufy è un giovane pirata sognatore che
da piccolo ha inavvertitamente mangiato il frutto del diavolo Gom Gom che lo rende un
"uomo di gomma", permettendogli di allungarsi e deformarsi a piacimento, a scapito,
però, della capacità di nuotare. L'obiettivo che lo ha spinto in mare è quello ambizioso
di diventare il Re dei pirati. Dovrà, dunque, ritrovare il leggendario "One Piece", il
53
magnifico tesoro lasciato dal mitico pirata Gol D. Roger probabilmente sull'isola di
Raftel, alla fine della Rotta Maggiore, mai ritrovato e sogno di ogni pirata. Nella sua
avventura, Rufy riunirà intorno a sé una ciurma e si troverà in mezzo a situazioni
bizzarre e stravaganti, tanto almeno quanto lo sono i personaggi, amici o nemici,
presenti nell'universo che lo circonda, che raggiungono spesso livelli assurdi e
grotteschi e che donano all'opera un'atmosfera surreale e divertente.
I personaggi principali di One Piece sono:
Monkey D. Rufy (detto Cappello di Paglia): è il
capitano della ciurma che, attualmente, contando lui,
vanta nove membri. È figlio del capo dei rivoluzionari
Monkey D. Dragon, fratello adottivo di Portuguese D.
Ace (comandante della seconda flotta di Barbabianca)
e di Sabo, e nipote del viceammiraglio della Marina
Monkey D. Garp. Da piccolo, mangiò il frutto Gom Gom, un Paramisha recuperato da
Shanks il rosso che donò al suo corpo una struttura elastica estensibile ed
invulnerabile ai proiettili ed ai colpi fisici. È un convinto idealista, disposto a tutto per
realizzare il sogno di diventare il Re dei pirati. Sotto l'apparenza dell'ingenuo e
dell'ingordo, si nasconde un grande cuore ed una forte determinazione se si tratta di
aiutare chi come lui è alimentato da un sogno. Dopo gli avvenimenti di Marineford, la
sua taglia ammonta a Berry 400.000.000.
Roronoa Zoro (detto Il cacciatore di pirati): prima
di entrare nella ciurma era un temutissimo
cacciatore di pirati, più che altro per necessità,
ma con il sogno di divenire il "miglior spadaccino
del mondo"; si unisce a Rufy dopo essere stato
salvato da un'imminente condanna a morte. La sua abilità è quella di combattere con
tre spade (una per mano e la terza stretta fra i denti). Come Rufy è animato da una
fortissima determinazione. La sua taglia dopo Enies Lobby ammonta a Berry
120.000.000.
Nami (detta La gatta ladra): ladra di professione, si
unisce, inizialmente per interesse, alla ciurma di Rufy: il
suo sogno era, infatti, quello di comprare per
100.000.000 Berry il suo villaggio natale, il Villaggio di
Coco, catturato otto anni prima della vicenda dalla banda
di uomini-pesce di Arlong. Dopo la sconfitta di Arlong
54
nello scontro con Rufy e la liberazione del villaggio, sceglie di rimanere nella ciurma con
il sogno di riuscire a disegnare la mappa del mondo intero. È una navigatrice
fenomenale ed ha un sesto senso molto sviluppato nell'avvertire i cambiamenti
climatici. Per ammissione dello stesso Eiichiro Oda, Nami è la terza persona più
intelligente del Mare Orientale. La sua taglia dopo Enies Lobby ammonta a Berry
16.000.000.
Usop (alias Sogeking, il re dei cecchini): noto nel
suo villaggio (Shirop) come un gran bugiardo. Usop è
il figlio di Yasop (membro della ciurma di Shanks).
Si unisce alla ciurma per inseguire il sogno di
diventare un pirata coraggioso come il padre. È un
formidabile cecchino ed un esperto di "combattimento psicologico"; Usop è ricordato
anche per il suo talento da inventore e per essere un vero artista con il pennello. Fino
all'entrata in ciurma di Franky si occupa spesso delle riparazioni della Going Merry,
fino a quando l'amata nave, dopo avere salvato ancora una volta la ciurma, si rompe
definitivamente costringendo la ciurma a darle il funerale vichingo (in cui si brucia la
nave in mare). La sua taglia dopo Enies Lobby ammonta a Berry 30.000.000 sotto
l'identità fittizia di Sogeking.
Sanji (detto Gamba nera): un eccellente
cuoco-combattente, erede spirituale del
grande cuoco-pirata Zef Gamba rossa che lo
ha cresciuto come un figlio; ricopriva il ruolo
di vice-capocuoco nel ristorante galleggiante
Baratie. Ha un debole per il gentil sesso che
esprime anche in battaglia: non esita a soccorrere qualsiasi donna e non ha la forza di
colpirne una. Si unisce al gruppo dopo la sconfitta di Don Creek, che intendeva
requisire la Baratie, ad opera di Rufy, per cercare l'All Blue, un luogo leggendario dove
si ritiene che si trovino tutte le specie esistenti di pesce. La sua tecnica è basata sui
calci. La sua taglia dopo Enies Lobby ammonta a Berry 77.000.000; è l'unico a non
avere una fotografia sul manifesto della taglia, ma un disegno vagamente somigliante.
TonyTony Chopper (detto Il tenero peluche): una renna
che, ingerito il frutto Homo-Homo (uno Zoo-Zoo), ha
ottenuto la capacità di assumere forma umana e con
essa la possibilità di parlare e di imparare, ed è stata
educata e cresciuta da due medici dell'isola di Drum,
55
Hillk e Kureha. Si unisce al gruppo di Rufy per poter realizzare il sogno di Hillk, guarire
tutte le malattie ancora senza cura. La sua taglia dopo la battaglia di Enies Lobby
ammonta solo a Berry 50, attribuitagli come valore simbolico poiché la Marina crede
che sia soltanto la mascotte della ciurma. Chopper ha, inoltre, inventato le Rumble Ball
che aumentano il numero delle sue trasformazioni da tre a sette.
Nico Robin (detta La bambina demoniaca): la donna è
inizialmente ostile verso l'equipaggio di Rufy essendo la
vice presidente dell'organizzazione criminale nota come
Baroque Works (sotto il nome di Miss All Sunday). Dopo
il tradimento del suo capo ed il suo salvataggio per
opera di Rufy, la donna si unisce al gruppo per ricercare
il Real Poignee Griffe, la stele che si ipotizza racconti la
storia del Secolo Vuoto, il periodo storico del quale apparentemente non rimane più
alcuna traccia. Ha mangiato il frutto Fior Fior, un Paramisha, che le permette di far
"germogliare" dal nulla, su ogni tipo di superficie ed in numero illimitato, le parti del
suo corpo (arti, occhi, ecc.). Il frutto è particolarmente utile nell'immobilizzare gli
avversari. La sua taglia dopo Enies Lobby ammonta a Berry 80.000.000.
Franky (detto Il cyborg): è un abilissimo
carpentiere, forse figlio di pirati ignoti, cresciuto
a Water Seven come apprendista del carpentiere
Tom insieme ad Iceburg; è anche capace di
improvvisarsi musicista. Il suo vero nome, Cutty
Flam, è stato tenuto nascosto per non essere
scoperto dal Governo mondiale: Franky era infatti
in possesso dei progetti dell'arma ancestrale Pluton. In seguito allo scontro con il
treno marino il suo corpo venne ricostruito da lui stesso e riempito di armi letali di ogni
sorta, armi con le quali riesce sempre a stupire gli avversari. Il suo "carburante" è
costituito da tre bottiglie di Cola: se è a secco perde tutta la sua forza. Sotto
richiesta della Franky Family (una banda criminale di ladri e smantellatori di navi di cui
lui era divenuto il boss), dopo aver ricevuto una taglia per gli avvenimenti di Enies
Lobby e grazie ad alcuni espedienti da parte della ciurma di Rufy, entra a far parte
dell'equipaggio, sebbene in principio avesse deciso di restare a Water Seven per
proteggere la sua banda. Il suo sogno è quello di costruire una nave che possa giungere
alla fine della Rotta Maggiore. È il progettista e principale costruttore della nave
Thousand Sunny, costruita col pregiatissimo legno dell'albero Adam, da lui acquistato
con i 200.000.000 Berry rubati ad Usop. La sua taglia dopo Enies Lobby ammonta a
Berry 44.000.000.
56
Brook (detto Il canterino): decenni addietro
faceva parte dei pirati Rumba di cui era il
vicecapitano. Con la sua ciurma si diresse nella
Rotta Maggiore lasciando indietro il compagno
Lovoon, un cucciolo di balena che seguiva la ciurma,
promettendo di tornare a prenderlo; tuttavia,
l'intera ciurma venne prima decimata da una malattia e poi sterminata definitivamente
nel Triangolo Florian da un altro gruppo di pirati non noti. Ciononostante, grazie al
potere del frutto Yomi Yomi, Brook ritornò in vita, ma siccome la sua anima impiegò un
anno per ritrovare il corpo tra le nebbie del Triangolo Florian, di questo erano ormai
rimaste solo le ossa, facendo diventare Brook uno scheletro vivente. Si unirà alla
ciurma in seguito alla sconfitta di Gekko Moria (che gli aveva rubato l'ombra) per
realizzare il suo sogno di percorrere tutta la Rotta Maggiore e tornare da Lovoon dalla
parte opposta della Linea Rossa. Quando era in vita aveva una taglia di Berry
33.000.000 e, dopo la scoperta da parte della Marina che è ancora in circolazione, la
sua taglia è stata ripristinata.
Oltre ai nove protagonisti, in One Piece sono presenti moltissimi personaggi secondari
più o meno rilevanti che divideremo in alcune categorie:
Governo mondiale ed alleati:
Il potere nel mondo di One Piece è nelle mani del Governo mondiale, un'organizzazione
che detiene il controllo di 180 paesi del mondo, sparsi nei
quattro mari e nella Rotta Maggiore. Il Governo è in continua
lotta con i pirati e con l'armata rivoluzionaria guidata da
Monkey D. Dragon. La principale forza armata sotto il
controllo del Governo mondiale è la
Marina, organizzazione con lo scopo di mantenere la pace e
punire i criminali. I suoi membri si scontrano più volte con i
protagonisti e sono anche incaricati di decidere le loro taglie,
così come quelle degli altri pirati. A capo della Marina c'è il gran
ammiraglio (inizialmente Sengoku il Buddha, poi Akainu,
promosso dal rango di ammiraglio), al quale sottostanno tutti gli
altri membri; i membri con ruoli di spicco sono gli ammiragli e i
viceammiragli.
57
Al servizio del Governo, ci sono anche i Cipher Pol che
ricoprono il ruolo di servizio segreto. È confermata
l'esistenza di otto sezioni mentre la nona sezione, il
CP9, è sempre stata ritenuta dalla gente comune una
leggenda da guardare con terrore in quanto i suoi
membri hanno enormi poteri e la licenza di uccidere; i
membri del CP9 compaiono a Water Seven ed Enies Lobby dove vengono sconfitti dalla
ciurma di Rufy con l'aiuto di Franky e di altri.
Per arginare il dilagante problema della pirateria, il Governo ha, inoltre, stretto un
patto ufficioso di mutua collaborazione con sette tra i pirati più potenti del mondo
dando vita alla Flotta dei 7; questo organo è formato da sette pirati potentissimi ai
quali, in cambio di collaborazione, della promessa di non cospirare contro il Governo
stesso e di una parte dei loro guadagni, è stata cancellata la taglia e concesso il
perdono. Attualmente, fanno parte della Flotta dei 7:
Drakul Mihawk (detto Occhi di Falco),
Donquijote Doflamingo (detto Demone celeste),
Orso Bartholomew (detto Il tiranno),
Boa Hancock (detta L'imperatrice pirata),
Trafalgar Law (detto Il chirurgo della morte)
Bagy il Clown. Prima degli eventi di Marineford, ne facevano
parte anche Gekko Moria, Jinbe (detto Il cavaliere del mare)
58
Marshall D. Teach (detto Barbanera; quest'ultimo a sua volta
aveva preso il posto di Crocodile, escluso dalla Flotta dei 7 dopo
che aveva cospirato contro il Governo stesso per impadronirsi, con
un colpo di stato, di Alabasta e dell'Arma Ancestrale Pluton).
Pirati:
In seguito all'esecuzione di Gol D. Roger, molti sono
diventati pirati per cercare il suo tesoro nascosto e la
maggior parte di quelli che compaiono durante il corso del
manga hanno ideali o sogni che
cozzano con quelli dei protagonisti e
che li portano, dunque, a scontrarsi
con loro; fra questi troviamo ad esempio Arlong. Tutti questi
pirati sono nemici del Governo e buona parte di essi ha una
taglia sulla testa che è più alta a seconda delle malefatte da
loro commesse e dalla pericolosità del loro potere. Tuttavia,
vi sono anche pirati in buoni rapporti coi protagonisti:
Shanks il rosso, membro dei 4
imperatori, ha ispirato Rufy a
diventare un pirata e Portuguese
D. Ace che è il fratellastro del
protagonista, oltre a Boa Hancock, imperatrice di Amazon Lily
e membro della Flotta dei 7 che ha un debole particolare per
lo stesso Rufy, ma che egli non ricambia.
Molte organizzazioni che svolgono azioni criminali non sono, però, pirati; una di queste è
la Baroque Works, comandata da Crocodile (effettivamente, un pirata passato dalla
parte del Governo), che ha come obiettivo finale un colpo di stato nel regno di
Alabasta. A Water Seven troviamo la Franky Family, un'organizzazione criminale che si
rivela essere poco più di un manipolo di sbandati che diventeranno, in seguito, alleati
della ciurma contro il Governo mondiale; nel Triangolo Florian, Thriller Bark, un gruppo
capitanato da Gekko Moria che mira a creare un esercito di immortali zombie per far
diventare Moria il re dei pirati. A Skypiea inoltre il potere è in mano ai Sacerdoti di
Skypiea e ad Ener, che lo hanno conquistato cacciando il vecchio dio Gan Forr ed
instaurando un regime di terrore.
59
Stagioni Italia:
L'anime in Italia viene trasmesso da Italia
1 e, dal 2012, da Italia 2, ed il primo
episodio è andato in onda nel novembre del
2001. Attualmente, sono state trasmesse
interamente le prime quattordici stagioni
originali mentre la quindicesima non è stata
ancora completata. Le stagioni scelte da
Mediaset, differenti dai DVD della Toei
Animation, sono elencate di seguito:
Titolo: All'arrembaggio!
Prima stagione: 53 episodi (1-53), trasmessa dal 5 novembre 2001 al 29 gennaio 2002.
Titolo: Tutti all'arrembaggio!
Seconda stagione: 37 episodi (54-90), trasmessa dal 30 gennaio 2002 al 6 febbraio
2003.
Terza stagione: 40 episodi (91-130), trasmessa dal 7 febbraio al 3 aprile 2003.
Quarta stagione: 13 episodi (131-143), trasmessa dal 22 novembre all'8 dicembre
2004.
Quinta stagione: 52 episodi (144-195), trasmessa dal 9 dicembre 2004 al 7 marzo
2005.
Titolo: One Piece - Tutti all'arrembaggio!
Sesta stagione: 60 episodi (196-255), trasmessa dall'8 luglio al 30 settembre 2008.
Settima stagione: 54 episodi (256-309), trasmessa dal 1º ottobre 2008 al 15 gennaio
2009.
Titolo: One Piece
Ottava stagione: 91 episodi (310-400), trasmessa dal 15 settembre 2009 al 19 luglio
2010.
Nona stagione: 52 episodi (401-452), trasmessa dall'11 ottobre al 21 dicembre 2010.
Decima stagione: 55 episodi (453-508), trasmessa dal 6 maggio al 3 luglio 2012.
Undicesima stagione: 54 episodi (509-563), trasmessa dal 7 aprile al 2 giugno 2014.
60
Black Lagoon
Black Lagoon (ブラックラグーン) è un manga scritto e disegnato
da Rei Hiroe, pubblicato dal 19 aprile 2002 da Shogakukan sulla
rivista seinen Sunday GX. Dai primi sei volumi del manga sono
state realizzate due serie anime, dirette da Sunao Katabuchi
nel 2006, e dai volumi dal sesto al nono una serie OAV diretta
sempre da Sunao Katabuchi e pubblicata fra il 2010 e il 2011.
L'anime è stato presentato al Tokyo International Anime Fair
nel marzo 2006. La prima serie è stata trasmessa in Giappone
dall'8 aprile al 24 giugno 2006. La seconda
serie Black Lagoon-The Second Barrage, è
stata invece trasmessa a partire dal 2
ottobre al 18 dicembre 2006. La terza serie,
Roberta's Blood Trail, è composta di cinque
OAV ed è stata pubblicata in Giappone
direttamente in DVD e Blu-ray, dal 17 luglio
2010 al 22 giugno 2011. La trama di Black
Lagoon segue le avventure di Rokuro Okajima, un semplice impiegato giapponese che
viene usato inconsapevolmente dalla propria compagnia per i loro loschi affari. La sua
vita cambia per sempre quando viene catturato come ostaggio da un gruppo di
mercenari, conosciuti come Lagoon Company, che per denaro non esita a sporcarsi le
mani. Sviluppa una forte empatia con i propri rapitori e sceglie di tagliare i ponti con la
propria vita grigia e unirsi al gruppo di mercenari, diventando semplicemente Rock. I
membri della Lagoon Company sono specializzati nella consegna delle più disparate
merci (compresi esseri umani) e sono in affari con diversi clienti, in particolar modo
con l'Hotel Moscow, un'organizzazione legata alla mafia russa. Durante le loro missioni
vengono spesso coinvolti in violenti scontri a fuoco, combattimenti all'arma bianca e
diverse battaglie navali. La loro base operativa è localizzata nell'immaginaria città di
Roanapur in Thailandia, e effettuano i colpi con la loro barca. I membri della Lagoon
Company amano ristorarsi allo Yellow Flag, un bar di Roanapur gestito da Bao. Mentre
gli altri membri della Lagoon Company, Dutch e Benny, bene o male apprezzano le
qualità intellettive di Rock, il rapporto con Revy (l'unica donna del gruppo) appare
immediatamente burrascoso e rischia più di una volta di sfociare in una colluttazione
mortale.
61
Personaggi principali di Black Lagoon:
Rock (ロック)È il protagonista della serie. Preso come
ostaggio dalla Black Lagoon, quando la sua società lo
abbandona dopo averlo usato per i propri loschi affari,
Rock, di origini giapponesi, sceglie di restare con i propri
rapitori e unirsi al gruppo. Non sembra però tagliato per
la violenza e l'avventura e in particolare si scontra spesso
con Revy. Continua ad indossare camicia e cravatta fino alla fine e riesce ad aiutare la
compagnia grazie al suo senso pratico e alle sue conoscenze in vari campi. Ha inoltre
una buona capacità deduttiva, di osservazione e di negoziazione diplomatica. Si lascia
alle spalle il suo vero nome (Rokuro Okajima) per tagliare i legami col passato ed essere
semplicemente Rock.
Revy (レヴィ) È la coprotagonista della serie. Vero nome
Rebecca, cresciuta tra violenza e soprusi, è una ragazza cinese
dal carattere forte e orgoglioso. Senza scrupoli e cinica, non
esita ad uccidere a sangue freddo chiunque le si pari davanti e
più volte è sul punto di uccidere persino Rock, il quale è il suo
opposto e preferisce sempre la via diplomatica alla violenza. È molto conosciuta
nell'ambiente con il soprannome "Two Hands", per il semplice fatto di essere
specializzata nel combattimento con due mani (le sue letali 9mm oppure abbinando
mitragliatore e lanciagranate). È una ragazza sanguinaria dal passato oscuro e
controverso, e spesso cade in una specie di estasi omicida che la rende spietata e
letale. Chiama spesso Balalaika "Sorellona" ed ha una forte rivalità/amicizia con Eda,
suora killer della Chiesa della Violenza.
Dutch (ダッチ)Leader del gruppo, di origini non
specificate e nero di pelle, guida la barca della Lagoon
Company ed è spietato quanto Revy, anche se riesce a
mantenere un maggior controllo rispetto alla collega.
Solitamente adopera una letale Magnum, e predilige i
fucili a pompa. Indossa sempre i suoi occhiali da sole
scuri, è di fisico imponente e muscoloso e, nonostante tutto, è molto legato ai suoi
uomini. È lui che mantiene i contatti coi datori di lavoro, specialmente con Balalaika,
con la quale sembra abbia molti favori in sospeso.
62
Benny (ベニー ) L'esperto di elettronica e meccanica del
gruppo. Non è portato per l'azione, proprio come Rock.
Ebreo di nascita, si è trasferito nell'università della
Florida ma è stato quasi ucciso dopo un audace colpo
cibernetico, dove si è ritrovato contro sia la mafia sia
l'FBI. Revy l'ha salvato, ed ora Benny (soprannominato
Benny Boy da Dutch) si occupa dell'apparato tecnologico della Lagoon.
Balalaika (バラライカ ) Leader di Hotel Moscow, è
un ex-militare sovietico e metà del suo volto è
deturpato da una ferita, ricordo della guerra in
Afghanistan. Ha ottimi rapporti con la Lagoon
Company a cui, oltre ad assegnare incarichi,
concede anche favori. Solitamente chiama i suoi
colleghi "compagno sergente" o con simili appellativi, e sembra essere molto ben
disposta nei confronti di Rock, che chiama "Japonski", però è totalmente spietata e
non appena chiunque interferisca lei non esita a sbarazzarsene, Lagoon compresa. Ai
suoi ordini, oltre ai normali mafiosi, ha anche il suo vecchio gruppo di soldati scelti
sovietici, con cui ha combattuto in Afghanistan.
Roberta (ロベルタ ) Questo singolare
personaggio compare la prima volta
nell'episodio Rasta Blasta. Appare come
un'innocua tata, ma come tutte le donne di
questo anime/manga è anche un'abile
assassina. Nello stesso episodio Balalaika
svelerà parte del suo passato; Roberta, il
cui vero nome è Rosalita Cisneros, in
passato era un soldato al servizio delle FARC, specializzata negli assassini e nell'uso
delle armi. Dopo aver scoperto di essere al servizio di persone che si erano vendute
alle organizzazioni mafiose in cambio di soldi, tuttavia, decise di rinunciare al suo
passato per vivere assieme alla nuova famiglia, i Lovelace, e al suo signorino Garcia. Era
conosciuta come "Il Mastino di Florencia", perché non lasciava mai la preda fino a che
non l'aveva eliminata, ma ora è conosciuta
semplicemente come "Roberta".
63
Eda (エダ) All'apparenza una suora, fa parte della
"Chiesa della violenza". È amica di Revy, anche se le
due litigano spesso a causa del loro carattere forte e
ribelle. Verso la fine degli episodi della Second
Barrage, si scopirirà che in realtà Eda è una agente
della CIA infiltratasi nei loschi giri della malavita di
Roanapur.
Mr. Chang (チャン) Capo delle Triadi stanziato a
Roanapur. Come Revy, anche il boss cinese
maneggia con esperienza incredibile (persino
superiore della stessa "Two Hands") una coppia di
calibro 22 Beretta con inciso sul calcio il simbolo
delle Triadi (un dragone dorato con lo Yin e Yang)
e
due caratteri cinesi che significano «Il Dio che controlla ogni essere vivente». Mr.
Chang è dotato di molto stile e carisma, non si scompone mai davanti a niente ed è un
feroce killer.
Shenhua (シェンホア ) Killer taiwanese che lavora per
Mr. Chang, le viene affidato spesso il compito di aiutare
Revy, ma le due litigano.
Hänsel (ハンサー) e Gretel (グレテー) Hansel e
Gretel sono due bambini dall'aspetto angelico; due
killer: nati nei Carpazi e subito abbandonati a causa
della politica anti-abortista di Nicolae Ceausescu,
crescono in orfanotrofio. Dopo la caduta del regime, i
due ed altri bambini come loro vengono venduti al
mercato nero della pedofilia. A seguito degli abusi a cui vengono sottoposti si
trasformano in due pazzi sadici, passando dalla parte delle vittime a quella dei
carnefici. I due soffrono di disturbi della personalità multipla, il che li porta ad avere
sia la personalità maschile che quella femminile, che si scambiano di tanto in tanto. In
battaglia, Hansel usa un'ascia, Gretel un BAR. Nella serie, Hansel e Gretel sono forse i
personaggi più crudeli e feroci ma anche i più tragici e commoventi.
64
Salve Sonkiani xD ecco finalmente i manga di giugno ^^ quali comprerete?? Io lo so già
u.u ovviamente Maironovich n ° 6 che esce il 26 di giugno, ma vediamo alcune uscite di
questo mese.
Crazy for You 2
Il secondo volume lo trovate a partire dal 1° giugno.
Sachi è una diciassettenne sincera e pura che non ha mai avuto un
ragazzo, avendo frequentato esclusivamente scuole femminili. Un
giorno, durante un appuntamento di gruppo con ragazzi di una scuola
maschile, incontra Yuki, verso il quale inizia a provare qualcosa.
Imbattendosi in lui in più occasioni, finisce per innamorarsene. Lui le
racconta di avere poche occasioni per frequentare perone dell’altro
sesso e di non essere popolare, proprio come la protagonista, ma
l’amica Akemi le consiglia di starne alla larga, perché in realtà è un bugiardo don
Giovanni e le farebbe solo versare lacrime amare… Poco dopo, come volevasi
dimostrare, la protagonista assiste per puro caso ad un bacio tra Yuki e l’ultima
persona che si sarebbe mai aspettata, che tra l’altro è super fidanzata e frequenta il
migliore amico di Yuki…. Il manga di Karuho Shiina è uno shoujo di genere comico,
scolastico e sentimentale composto da 6 volumi edito dalla Star Comics a 4.30 €
Tre ragazze scatenate 1
Il nuovo manga è disponibile a partire dal 7 giugno
Yuuta è uno studente universitario del primo anno di lettere. Lui e
la sorella maggiore sono rimasti orfani e sono cresciuti da soli
insieme, fino al giorno in cui lei decide si sposarsi con un uomo già
padre di altre due figlie. Yuuta si distanzia progressivamenta dalla
nuova famiglia della sorella e va a vivere da solo. Dopo tre anni dalla
nascita della propria figlia, la sorella chiede a Yuuta di badare alle
sue figlie durante le vacanze estive... Ma è allora che accade un
tragico imprevisto... Il manga scritto da Tomohiro Matsu e
disegnato da Youhei Takemura è composto da 3 volumi, è uno Shounen di genere
comico, sentimentale ed ecchi, edito dalla Planet Manga a 4.20€.
65
Wolf Children 3
Finalmente si conclude col 3° volume il 21 giugno
La storia tratta dell’amore tra genitori e figli, e per la
precisione tra Hana ed i suoi due “bambini-lupo” nati da una
relazione con un affascinante e fiabesco "uomo-lupo". La figlia
maggiore si chiama Yuki (neve), poiché data alla luce in un
giorno nevoso, e il minore Ame (pioggia), nato invece in una
giornata uggiosa.
La famiglia conduce una vita serena e riservata per nascondere
la natura non proprio umana dei bambini, anche per questo Hana
un giorno decide di trasferirsi in un villaggio rurale.
Il manga scritto da Mamoru Hosoda e disegnato da Yuu è composto da 3 volumi è un
Seinen drammatico fantasy e si può trovare in fumetteria a 4.50€ edito dalla Planet
Manga. Attenzione il 14 giugno è uscito anche il Nolvel di un unico volume sempre della
Planet manga a 6.90 €.
Forget me not - Sarà ancora primavera
Nuovo manga che esce il 30 giugno
Shinozaki Umeno ha trascorso brillantemente gli anni delle
scuole medie, ma entrata al liceo è stata vittima di bullismo con
conseguente tentativo di suicidio. Ricoverata in ospedale, Umeno
è circondata dai pazienti del posto, tra cui spicca un ragazzo di
nome Yukiyoshi con cui instaurerà un legame speciale.
Il manga di Yuuki Obata è composto da due volumi ancora in
corso, è uno Shoujo drammatico, psicologico edito dalla
Flashbook Edizioni a 5.90€.
66
Psycho-Pass Box 2 (4 giugno)
Blu-ray, 275 minuti, Italiano e Giapponese (DVD) con
contenuti extra.
L’unico modo per mettere le mani su Makishima
sembra essere quello di condurre un’indagine non
ufficiale basandosi su tecniche investigative
tradizionali.
Akane, che sembra essersi ripresa dal trauma
dell’uccisione a sangue freddo dell’amica Funahara,
mettendo a rischio il proprio Psycho Pass, si presta a
sottoporsi al Memory Scoop, una tecnica in grado di
tracciare un identikit del criminale, rievocando le
memorie dell’accaduto.
La sfida tra Makishima e Kogami porterà la Sezione 1 verso l’autodistruzione, mentre il
segreto che si cela dietro il Sybil System verrà finalmente svelato…
Steins;Gate Box 2 (25 giugno)
Blu-ray, 325 minuti, Italiano dts-HD Master Audio 5.1
Italiano e Giapponese dts-HD Master Audio 2.0
Sottotitoli Italiano, 16:9
Trama
Mentre Okabe e gli altri si trovano nel laboratorio,
vengono sorpresi da un commando di uomini mascherati
guidati da Moeka, che intima a Okabe, Kurisu e Daru di
seguirla e uccide Mayuri davanti ai loro occhi!
La situazione sembra disperata ma, se il 42 pollici al piano
inferiore fosse acceso, esiterebbe ancora un’ultima
speranza per Mayuri!
Riuscirà Rintaro a salvarla, cambiando nuovamente il passato? La corsa attraverso il
tempo, inizia ora!
67
Ciao a tutti!! In questa sezione parleremo del Contest della scrittura che si è appena
svolto sullo Shoujonk Team
Il il tema del contest era:
-Una notte di fredda estate
I partecipanti del contest erano:
-Manu-Chi
-Ririchiyo-chan
-Occia
La vincitrice del contest è:
Ririchiyo-chan Complimenti!!.
Continuate a leggere per il suo racconto…
68
IL RISVEGLIO DELLA PRIMAVERA
C'era una volta un mondo normale, in cui le quattro stagioni si alternavano ogni
anno. Ma un giorno tutto cambiò. Fuyu, l'inverno, si innamorò di Haru, la
primavera. Però non riusciva più a sopportare l'idea di poterla vedere un solo
giorno all'anno, quando si scambiavano di posto.
Il giorno dell'equinozio di primavera Fuyu andò nella dimora di Haru, per celebrare
il cambio della stagione ed accomiatarsi dalla sua amata prima di ricadere nel suo
sonno profondo, come ogni anno.
Ma una volta a palazzo, Fuyu non volle più andar via. Haru tentò di convincerlo:
doveva andare, la primavera doveva arrivare. Ma lui non volle sentire ragioni. In
presenza di Fuyu la bellezza di Haru iniziò pian piano a svanire, e anche la sua
forza vitale diminuiva. Il gelo che l'inverno porta con sé la stava distruggendo. In
quelle condizioni la primavera non sarebbe riuscita a tornare mai più. Haru
sarebbe morta. Il solo pensiero lo fece impazzire. Decise quindi di congelare tutto.
A Fuyu non importava se la primavera non sarebbe più arrivata nel mondo, purché
lei continuasse a stare al suo fianco. Haru si rassegnò. Il suo cuore era gelido.
Non riusciva a reagire. Nulla avrebbe più potuto scaldarlo.
Poi venne Natsu, l'estate. Ma non vedendo la sorella come d'abitudine, si
rattristò e divenne cupa. La nuova stagione faticava ad entrare nel vivo. Era già
luglio, eppure l'aria era ancora fredda.
Una notte, sfidando il freddo e la sorte, un gruppo di studenti in campeggio
decise di organizzare una prova di coraggio. Si diceva che, nel bosco dove si
trovavano, esistesse un luogo stregato, un vecchio castello dal quale non si
potesse più far ritorno. Nessuno credeva che fosse vero: i castelli non mangiano
le persone e i fantasmi non esistono. Era deciso: per confermare che fosse solo
una frottola, il gruppo di amici si inoltrò nel bosco.
Dopo aver a lungo camminato, videro una vecchia costruzione in pietra, coperta di
erbacce secche.
Entrarono. Era buio pesto.
-Accidenti, non si vede nulla- esclamò Shiro- ehi, Taiyo, che fai? Perché hai
spento la tua torcia?
I ragazzi si voltarono verso di lui, puntandogli le loro torce contro.
69
-Smettetela. Qui si vede benissimo! Dal soffitto si vede la luna!
I suoi amici avevano un'espressione incredula sul volto.
-Ta-Taiyo? Dove sei? Dove ti sei cacciato?
-Eh? Sono qui, scemi! Di fronte a voi.
I ragazzi iniziarono a guardarsi intorno e a chiamarlo. Era come se non lo
vedessero.
“Non mi vedono?” pensò tra sé e sé. I suoi compagni si stavano allontanando.
-Ehi, dove andat...aaah!!
Non appena si mosse per inseguirli, il pavimento sotto i suoi piedi crollò.
-Ahi, che male!
Era caduto, poco più sotto, lungo una specie di cunicolo. Sembrava un passaggio
segreto. Non sapendo che altro fare, decise di seguire la via. Una luce apparve
all'orizzonte. Davanti ai suoi occhi apparve un immenso giardino dagli alberi spogli.
-Vattene!
Una voce. Era debole ma risoluta allo stesso tempo.
-Vattene. Non c'è nulla che possa interessarti qui. Non c'è nulla. Non c'è nulla
da fare. Chiunque tu sia...non c'è nulla da fare.
Una figura in lontananza apparve come dal nulla. Una fanciulla: bella ma...spenta.
Una bellezza triste e malinconica. Gli occhi vuoti, privi di vivacità. Davano i brividi.
-I...io-iniziò balbettando Taiyo- io non voglio nulla. Sto solo cercando
l'uscita...se anche tu ti sei persa, possiamo cercarla assieme.
La fanciulla lo guardò con i suoi occhi tristi e rispose quasi ghignando:
-Io non posso. Io non posso uscire. Per me tutto è perduto, ormai da tempo. La
primavera non tornerà mai più...
Taiyo la guardò perplesso.
-La primavera? Siamo in estate, anche se non sembra...è un po' presto...però
tornerà! Senza dubbio tornerà! È vero, ultimamente sta accadendo qualcosa di
strano, ma la primavera tornerà. Ne sono certo. La primavera tornerà a colorare
questo mondo. Che senso ha l'inverno se non c'è “lei”? Se non c'è lei...tutto è
70
triste. L'inverno non trova la sua felicità e resta freddo e cupo. E anche l'estate
non è la stessa. Io amo la primavera. Ne sono certo: tornerà. E io la aspetterò.
Taiyo sorrise e in uno slancio si avvicinò a lei. La afferrò per mano, trascinandola
via. La mano della ragazza era gelida come l'inverno, la sua, invece, calda come il
sole capace di sciogliere il più freddo dei ghiacci.
Gli occhi della fanciulla ripresero vigore. Una lacrima le rigò il viso e cadde a
terrà. La terra si illuminò. Era così scuro che Taiyo non se ne era reso conto:
tutto in quel luogo era cristallizzato, come coperto da un incantesimo. Al cadere
di quella lacrima, il giardino riacquistò colore. Tutto riprese vita. E lei era
scomparsa.
-Taiyo, Taiyo!
Una voce lo chiamava. Shiro e gli altri arrivarono correndo verso di lui.
-Taiyo, finalmente ti abbiamo trovato. Ci hai fatto spaventare. Dai, andiamo a
casa.
-S..sì.
Balbettò lui, mentre gli amici lo trascinavano via.
Il giorno dopo il clima era molto più estivo. Taiyo aprì la finestra per respirare la
brezza del mattino. Una folata di vento lasciò entrare dei petali di ciliegio nella
sua camera, che leggermente si posarono su di un quaderno aperto. Un messaggio
apparve sul foglio:
“Quando il gelo si scioglierà, prometti che mi aspetterai?”
Haru
Così, in una notte di fredda estate, un caldo sole restituì al mondo la primavera.
71
Ed ora la sezione dei giochi della SM. Ma prima le soluzioni della precedente rivista:
Ed ora i giochi nuovi:
ecco a voi il puzle ufficiale di Black Lagoon (ufficiale per la sm, non fate i polemici ù.ù)
72
ed ora il labirinto di One Piece:
Ed ora un nuovo gioco per voi sulla SM, visto che il server dove prendevamo il
cruciverba ha chiuso i battenti, vi proponiamo il sudoku
Bene questo è tutto, grazie a coloro che leggeranno la rivista, vi comunchiamo che per
colpa del tempo le prossime uscite della SM non saranno più mensili ma bimensili, quindi
ci rivedremo ad Agosto!!! Buona estate da parte della SM Ciauuuu.
73

Similar documents

itis magazine - ITIS "ETTORE MAJORANA" di Cassino (FR)

itis magazine - ITIS Il giorno della finale è stato emozionante a cominciare dal mattino; in classe non si pensava ad altro che alla partita! In campo, subito dopo il fischio di inizio, ci siamo portati in vantaggio, m...

More information

Lo Shoujonk Team e lo Shoujonk Magazine cerca staff

Lo Shoujonk Team e lo Shoujonk Magazine cerca staff velocità nelle cammere. L’albergo, è situato in una zona con un buon accesso, per arrivare ad Asakusa ci si mette meno di 20 minuti a piedi, inoltre in 10 minuti sempre a piedi si arriva alla stazi...

More information