Year XIII - N° 1

Comments

Transcription

Year XIII - N° 1
Anno XIII - N° 1
www.minoan.gr
G rimaldi M agazine
ITALY - GREECE
20%
SHOW YOUR
CARD
20%
MINOAN LINES
BONUS CLUB
up to
20%
For information & reservations
please visit www.minoan.gr
or contact your travel agent.
Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - 70% - DCB NA
FRIENDS &
FAMILIES
Grimaldi Magazine Mare Nostrum
Ancona - Igoumenitsa - Patras
Trieste - Igoumenitsa - Patras
Piraeus - Heraklion
Costa Smeralda
Forte dei Marmi
Mondanità, natura, cultura La perla della Versilia
The jet set,
The pearl of the
nature and culture
Riviera della Versilia
Barcellona
Sicilia
El Born,
movida a suon di arte
El Born: artistic and vibrant
Da Palermo a Trapani:
magia di una costa
From Palermo to Trapani:
a magical stretch of coast
Roma
Gli itinerari giubilari
The Jubilee
walking itineraries
Grecia
La meravigliosa area
del fiume Acheronte
The wondrous
Acheron River area
Napoli
Posillipo dal mare
Posillipo from the sea
L’intervista: Massimo Ranieri
copia in omaggio
/
your complimentary copy
SCOPRI LE OFFERTE
SU GRIMALDI-LINES.COM
Grimaldi Lines. Il tuo modo di viaggiare
SPAGNA, GRECIA, TUNISIA, MAROCCO
SARDEGNA E SICILIA
Editoriale
Editorial
C
Dear Guest,
Gianluca Grimaldi
Presidente / President
Grimaldi Group S.p.A.
Emanuele Grimaldi
Presidente /President
Grimaldi Euromed S.p.A.
Welcome aboard! We’d like to take this opportunity to tell you about
the new offers that the Grimaldi Group has launched for summer 2016,
continuing our expansion and business development in Sardinia and
announcing important news for passenger and freight transport.
Together with Sicily, we consider Sardinia the natural continuation of
the Continent and, accordingly, the increasingly close ties between
our shipping Group and the Sardinian community are reflected
by our major investment in the island as a destination with the
deployment of the best and newest ships in our fleet. In addition to
the Civitavecchia-Porto Torres line, with 5 departures a week in the
summer, we recently introduced a daily Civitavecchia-Olbia service
and the Livorno-Olbia line with two departures a day from June to
October.
As part of this Sardinian development plan, the Grimaldi Group – in
partnership with Mec Shipping and Carimar, the Group’s longestablished local agents in Sardinia – recently set up an agency called
Grimaldi Sardegna s.r.l. headquartered in Cagliari with branches in the
island capital, Porto Torres and Olbia. The agency has a 30-strong
workforce (all local people) and will be in charge of the Group’s sales
and operations in Sardinia.
The Grimaldi Group has also expanded services to and from Sicily,
with the introduction of the new Livorno-Palermo route with three
departures a week, which has been added to the Salerno-Palermo
and Civitavecchia-Palermo lines.
Moving beyond the islands, the Group also offers international routes
to Spain, Greece, Tunisia and Morocco, with special fares valid all year
round and temporary promotions offered for these destinations. Details
of our special offers for passenger shipping services can be found in
this magazine and online at grimaldi-lines.com.
The Grimaldi Group also operates in the Baltic Sea through our
subsidiary Finnlines as well as in Greece with Minoan Lines.
In this issue of the magazine you will find articles by leading
journalists written to help you tailor your holiday to suit your tastes and
demands. There’s also an interesting interview with one of our (and
Italy’s) favourite performing artists: Massimo Ranieri.
We hope to have the pleasure of welcoming you on board again and,
in the meantime, we wish you an enjoyable voyage.
marenostrum
aro Ospite,
nel darti il benvenuto a bordo, è nostro piacere segnalarti le nuove
offerte che il Gruppo Grimaldi ha lanciato per quest’estate 2016. Centrale è il progetto di espansione e rafforzamento della presenza in Sardegna con l’annuncio di importanti novità sia per il trasporto passeggeri
che merci.
La Sardegna, così come la Sicilia, viene da noi considerata una naturale continuazione del Continente, pertanto, a dimostrazione dello
stretto rapporto tra il nostro Gruppo armatoriale e le Comunità sarde,
abbiamo investito tanto per la destinazione ed impegnato le navi più
belle e moderne della nostra flotta. Oltre alla linea Civitavecchia-Porto
Torres, che raggiunge in estate le 5 partenze alla settimana, abbiamo
di recente inaugurato il collegamento Civitavecchia-Olbia, con partenze
giornaliere, ed il Livorno-Olbia con due partenze al giorno da giugno ad
ottobre.
A fronte di questo recente piano di sviluppo sul territorio sardo, il
Gruppo Grimaldi ha recentemente costituito, in partenariato con Mec
Shipping e Carimar, agenti storici del Gruppo in Sardegna, una propria
agenzia denominata Grimaldi Sardegna s.r.l. con sede legale a Cagliari
e sedi operative, oltre che nel capoluogo sardo, anche nei porti di Porto
Torres ed Olbia. L’agenzia, con un organico di circa 30 dipendenti tutti
sardi, si occuperà della gestione dei servizi commerciali ed operativi del
Gruppo in Sardegna.
Il Gruppo Grimaldi ha potenziato anche i servizi per la Sicilia, con
l’introduzione del nuovo collegamento trisettimanale Livorno-Palermo,
che si va ad affiancare ai preesistenti Salerno-Palermo e CivitavecchiaPalermo.
Oltre alle isole, il Gruppo offre inoltre collegamenti internazionali verso
Spagna, Grecia, Tunisia e Marocco, con tariffe speciali valide tutto
l’anno e promozioni a tempo anche per queste destinazioni. Le offerte
speciali che proponiamo sui collegamenti passeggeri per tutte le destinazioni sono consultabili all’interno della rivista, e ampiamente descritte
su grimaldi-lines.com.
Il Gruppo Grimaldi è, infine, presente nel Mar Baltico con la Compagnia
Finnlines ed in Grecia con Minoan Lines.
In questo numero della rivista, attraverso la lettura di articoli redatti da
esperti giornalisti, potrai scegliere la vacanza che più si addice ai tuoi
gusti ed alle tue esigenze. Segnaliamo inoltre un’interessante intervista
ad un noto artista che ci sta particolarmente a cuore: Massimo Ranieri.
Con l’obiettivo di averti di nuovo con noi a bordo, ti auguriamo una piacevole traversata.
3
ADV
Sommario
Contents
23
L’intervista / The interview
Il cantattore marinaio che non sa nuotare
The “actor-singer” who can’t swim
29
Costa Smeralda
Mondanità, natura ma anche cultura
The jet set, nature and culture
37
Barcellona / Barcelona
El Born, movida a suon di arte
El Born: artistic and vibrant
45
Roma / Rome
Gli itinerari giubilari
The Jubilee walking itineraries
53
Forte dei Marmi
La perla della Versilia
The pearl of the Riviera della Versilia
5
Sommario
Contents
60
Sicilia / Sicily
Da Palermo a Trapani: magia di una costa
From Palermo to Trapani: a magical stretch of coast
69
Grecia / Greece
La meravigliosa area del fiume Acheronte
The wondrous Acheron River area
76
Napoli / Naples
Posillipo dal mare e la storia delle «sue» ville
Posillipo from the sea and the history of its villas
8 Grimaldi News
86 Grimaldi Lines partners
Rivista di bordo, omaggio
del Gruppo Grimaldi
anno XIII, numero 1
Primavera / Estate 2016
Complimentary on board magazine
of the Grimaldi Group
year XIII, issue 1
Spring / Summer 2016
Registrazione Tribunale di Napoli
numero 144 del 12 luglio 2004
Direttore Responsabile / Editor in Chief
Luciano Bosso
Progetto grafico / Graphic design
Marco Di Lorenzo
Pubblicità / Advertising
[email protected]
Stampa / Print
Rossi s.r.l. - Nola (Napoli, Italy)
Società editrice / Publishing house
Grimaldi Euromed SpA di Navigazione
91 Benvenuti a bordo / Welcome OnBoard
Ristorante / Restaurant
Bar in piscina / Pool Bar
Centro benessere / Health Centre
Negozi / Shopping
Flotta / Fleet
Rotte /Network
marenostrum
PhotoCredits
Alamy Stock Photo: pagg. 55, 57, 71, 74
Federico Vacalebre: pagg. 25, 26,27
Fotolia: pagg. 40, 42, 47, 52, 59, 60, 62, 66, 68, 81
iStock: pagg. 31, 36, 40, 44, 48, 49, 50, 65, 69, 77, 82, 83 86
Kayak Napoli: pagg. 78, 84, 85
SIME: pagg. 28, 32, 35
6Spiros Tzakos (Piges Hotel): pagg. 73,75
Orari / Timetable
Via Marchese Campodisola, 13
80133 Napoli, (Italy)
tel +39 081 496 111
[email protected]
Risparmi tutto l’anno
con Sconti BancoPosta!
Sconti BancoPosta è il programma di Poste Italiane
che ti consente di risparmiare sui tuoi acquisti in oltre
30.000 negozi convenzionati di tutte le categorie
merceologiche, in tutta Italia, semplicemente utilizzando
la tua Carta BancoPosta presso i punti vendita aderenti.
ADV
Sconti BancoPosta è anche nell’App BancoPosta, dove puoi trovare facilmente
le promozioni in corso e i punti vendita vicini che ti offrono sconti. L’App BancoPosta
ti permette inoltre di gestire i tuoi Conti BancoPosta e le tue Carte Postepay,
effettuare ricariche del telefono cellulare, pagare i bollettini postali e inviare denaro
in Italia e nel mondo. Scarica l’App gratuitamente da App Store o Google Play.
Anche su Grimaldi Lines,
Sconti BancoPosta ti fa risparmiare!
Utilizzando le Carte BancoPosta per acquistare il tuo prossimo viaggio sulle navi della Grimaldi Lines:
per te uno sconto del 5%*! Lo sconto è valido per gli acquisti online sul sito www.grimaldi-lines.com
o contattando il Call Center Grimaldi Lines al numero 081496444.
* Lo sconto sarà accreditato in cash back sul tuo Conto BancoPosta o sulla tua carta prepagata Postepay al raggiungimento di 5€ (o di multipli di 5€)
di valore oppure in ogni caso, a fine anno o in caso di estinzione del conto o della carta.
Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per conoscere tutte le caratteristiche, le limitazioni, le ipotesi di esclusione dell’iniziativa Sconti
BancoPosta, è necessario consultare la descrizione completa dell’iniziativa disponibile su www.scontibancoposta.it o contattare il Servizio Clienti
BancoPostarisponde al numero gratuito 800.00.33.22. Per le condizioni economiche e limiti di utilizzo delle Carte BancoPosta, consulta i Fogli Informativi
presso gli Uffici Postali e sul sito www.poste.it.
Grimaldi
news
In Sardegna tutto
l’anno con Grimaldi!
G
rimaldi Lines inaugura l’estate 2016 con numerose
novità e ricche offerte per le sue destinazioni, in particolare per Sardegna e Sicilia.
marenostrum
La Sardegna sarà la destinazione protagonista della
stagione estiva: la Compagnia ha infatti recentemente
inaugurato due nuovi collegamenti giornalieri, dedicati a
passeggeri e merci, che uniscono Civitavecchia e Livorno ad Olbia; le due linee si affiancano alla CivitavecchiaPorto Torres-Barcellona, offrendo così una ricca rete di
collegamenti frequenti e diversificati, abbinati ad una
politica tariffaria low cost.
Il giornaliero Civitavecchia-Olbia è servito dalla
nave “Cruise Olbia”: lunga 204 metri e capace di trasportare 1.600 passeggeri, 1.900 metri lineari di carico rotabile e 650 auto passeggeri al seguito. La Cruise Olbia è
dotata di 242 confortevoli cabine con servizi ed aria condizionata, per un totale di 834 posti letto, un ristorante
p.10
8
ulteriori informazioni su / more info on : www.grimaldi-lines.com
Grimaldi
news
In Sardinia all year long
with Grimaldi Lines
I
n summer 2016 Grimaldi Lines is introducing a number of innovations and special offers for our destinations,
especially Sardinia and Sicilia.
• Sardinia features prominently this coming summer season: the Company recently launched two new passenger
and freight services linking Civitavecchia and Livorno to
Olbia; the two routes have been introduced alongside the
Civitavecchia-Porto Torres-Barcelona line, thereby providing a number of options with frequent sailings and a low
cost pricing policy.
• The daily Civitavecchia-Olbia service is provided by the
1,600-passenger capacity ship “Cruise Olbia”: 204 metres
in length, 1,900 linear metres of rolling cargoes and 650
vehicles. The Cruise Olbia has 242 comfortable cabins
with amenities and air conditioning, with a total of 834
berths, one self-service restaurant and another à la carte,
three bars, a shop, a children’s playroom and a disco.
• And that’s not all: the pricing policy catering to the
demands of all our customers makes Grimaldi Lines’ offer
even more attractive! Three mutually exclusive special
promotions are valid for all passenger services to and
from Sardinia, for departures on or before 30 November
2016. Advanced Booking 30% offers a special 30% discount on tickets for crossings without reserved cabins or
seating and on supplements for accommodation and vehicles (excluding fixed charge and optional extras), for bookings made by 31 May and mid- and high season sailings.
ulteriori informazioni su / more info on : www.grimaldi-lines.com
marenostrum
• Starting in June, there will be two departures a day on
the Livorno-Olbia route thanks to the introduction of the
1,500-passenger capacity “Cruise Smeralda”: 209 comfortable cabins with amenities and air conditioning plus
181 recliners, over 2,100 linear metres of rolling cargoes
and 110 vehicles. Facilities for guests include one self-service restaurant and another à la carte, two bars, a pool and
solarium, boutique, slot machine area and children’s playroom. This ship will be operating alongside the 1,500-passenger capacity “Zeus Palace”, which has been deployed
on the Livorno-Olbia line since January, linking the two
ports in just 8 hours. The Zeus Palace’s other “vital statistics” are as follows: 2,000 linear metres of rolling cargoes
and 110 vehicles, 202 cabins with amenities and air conditioning plus 215 recliners, a pool, spa, one self-service
restaurant and another à la carte, three bars, video game
room, boutique and children’s playroom.
9
Grimaldi
news
self service ed uno à la carte, tre bar,
negozio, saletta giochi per bambini e
discoteca.
marenostrum
A partire da giugno, il collegamento
Livorno-Olbia avrà una frequenza di
due volte al giorno grazie all’ingresso
della “Cruise Smeralda”: unità capace
di trasportare circa 1.500 passeggeri,
sistemati in 209 confortevoli cabine
con servizi ed aria condizionata e 181
poltrone reclinabili, oltre a 2.100 metri
lineari di carico rotabile e 110 auto al
seguito. A disposizione degli ospiti un
ristorante self service e uno à la carte,
due bar, piscina e solarium, boutique,
area slot machine e saletta per bambini. Questa nave affiancherà la “Zeus
Palace”, già operativa da gennaio
sulla linea Livorno-Olbia, percorsa in
sole 8 ore di navigazione. Capace di
trasportare 1.500 passeggeri, 2.000
metri lineari di carico rotabile, oltre
a 100 auto al seguito, la “Zeus Palace” è dotata di 202 cabine con servizi ed aria condizionata e 215 poltrone
reclinabili, piscina, centro benessere,
ristorante self service e à la carte, tre
bar, sala videogiochi, boutique e saletta giochi per bambini.
10
in passaggio ponte ad € 1,00 + € 25,00
di diritti fissi, per tutte le prenotazioni
effettuate entro il 30 novembre, con
un anticipo di massimo sette giorni
dalla data di partenza.
Ma non c’è solo la Sardegna nei
piani di sviluppo della flotta Grimaldi:
anche la Sicilia ha avuto un incremento delle partenze dal centro Italia, grazie al moderno traghetto “Europalink”,
in grado di trasportare 1.000 passeggeri e oltre 4.300 metri lineari di carico, che collega da Livorno il porto di
Palermo tre volte la settimana.
E non è tutto: la politica tariffaria attenta alle diverse esigenze dei clienti rende l’offerta di Grimaldi Lines ancora più attraente!
Tre promozioni speciali, tra loro
non cumulabili, sono valide su tutti i
collegamenti passeggeri da e per la
Sardegna, per partenze da effettuarsi
entro il 30 novembre 2016. L’ Advanced Booking 30% offre uno sconto
speciale del 30% sui biglietti relativi a passaggio ponte, supplemento
sistemazioni e veicoli al seguito (diritti
fissi e supplementi facoltativi esclusi), per prenotazioni effettuate entro
il 31 maggio ed unicamente per partenze di media ed alta stagione. L’offerta Super100 Sardegna prevede
100.000 passaggi ponte completamente gratis (diritti fissi inclusi) dalla
Sardegna al Continente solo per viaggi a/r prenotati entro il 31 maggio.
Con Last Minute Sardegna Grimaldi
Lines offre il viaggio per la Sardegna
ulteriori informazioni su / more info on : www.grimaldi-lines.com
Grimaldi
news
Super100 Sardegna guarantees 100,000
deck passages totally free of charge
(including fixed charges) from Sardinia to
the Continent for return tickets reserved
by 31 May. Meanwhile, thanks to Last
Minute Sardegna, Grimaldi Lines offers
deck passage to Sardinia for €1.00 +
€25.00 fixed charge, for all bookings by
30 November provided they are made
no more than 7 days before the date of
departure.
• Grimaldi’s fleet development plan goes
beyond Sardinia: Sicily has benefited
from an increase in crossings from central Italy thanks to the ultramodern
1,000-passenger capacity ferry “Europalink”, with over 4,300 linear metres of
rolling cargoes, sailing between Livorno
and the Port of Palermo three times a
week. There’s no shortage of special
deals for Sicily either: Advanced Booking 30% with a 30% discount on bookings made by 31 May for deck passage
and on supplements for accommodation
and vehicles (excluding fixed charge and
optional extras). For anyone born and/or
resident in Sicily, as well as for any passengers they are travelling with, there are
Siciliani Doc special low fares: 10% discount on deck passage, and on accom-
ti fissi, i veicoli al seguito ed eventuali
supplementi facoltativi). La Compagnia propone infine un’interessante
Riduzione Bambini, con passaggio
ponte a € 0 fino a 12 anni non compiuti (esclusi i diritti fissi e eventuali
supplementi per sistemazione o altro).
Inoltre, Grimaldi Lines offre collegamenti per Spagna, Grecia, Marocco
e Tunisia, effettuati con moderni traghetti e cruise ferry di ultima generazione. Anche per queste destinazioni
la Compagnia offre offerte speciali,
tutte consultabili visitando il sito www.
grimaldi-lines.com
modation, or recliners free of charge (in
either case excluding fixed charge, vehicles and optional extras). The Company
also offers an interesting Reduction for
children, namely deck passage free of
charge for children under 12 (excluding
fixed charge and supplements for accommodation etc.).
• In addition, Grimaldi Lines provides
services to Spain, Greece, Morocco
and Tunisia on state-of-the-art ferries
and cruise ferries. For details of the
special deals on offer for these destinations go to www.grimaldi-lines.com
ulteriori informazioni su / more info on : www.grimaldi-lines.com
marenostrum
Anche per la Sicilia non mancano
appetibili offerte destinate ai clienti:
per chi prenota entro il 31 maggio è
in vigore l’Advanced Booking 30%,
con sconti del 30% su passaggio
ponte e sui supplementi sistemazioni
e veicoli al seguito (diritti fissi e supplementi facoltativi esclusi). Per tutti
i nativi e/o residenti in Sicilia, nonché per tutti gli altri passeggeri inclusi nelle loro prenotazioni, ci sono le
tariffe agevolate Siciliani Doc: 10%
di sconto sul passaggio ponte, sul
posto letto e sulla sistemazione in
cabina, oppure posto poltrona a € 0
(in entrambi i casi sono esclusi i dirit-
11
events
Eventionboard
TRAVEL GAME: viaggio in nave
tra studio e divertimento
S
i c h i a m a Trave l G a m e l a
n u ova f r o n t i e ra d e i v i a g g i
d ’i s t r u z i o n e . Te c n o l o g i e
m u l t im e d i a l i a l s e r v iz i o
d e l l ’a p p r e n d i m e n to s c o l a s t i c o
e c u l t ura l e , un v i a g g i o in n ave
c o n c l a s s i p r ove n i e n t i d a t u t t a
I t a l i a , un a f o r te s o l i d a r i e t à t ra
s t u d e n t i e d o c e n t i e t a n to s a n o
d i ve r t i m e n to: q u e s t a l a r i c e t t a
v in c e n te d i “ Trave l G a m e ”, un
av v in c e n te p r o g e t to d i d at t i c o
o r g a n iz z ato in e s c l u s i va n az i o n a l e
d a P l a n e t M u l t im e d i a e G r im a l d i
L in e s To ur O p e rato r c h e s f r u t t a
o g n i m o m e n to d e l c l a s s i c o
v i a g g i o c u l t ura l e s c o l a s t i c o,
p e r l o s v i l up p o n o n s o l o d e l l a
c o n o s c e n z a , m a a n c h e d i n u ov i
m o d i d i v i ve r e i l l avo r o d i g r up p o
e i l ra p p o r to d o c e n t i - a l un n i.
N e p a r l i a m o c o n R i t a M a c r ì,
r e f e r e n te n az i o n a l e d e l P r o g e t to
I
marenostrum
l nome “Travel Game” non deve trarre in inganno.
C’è il viaggio, c’è il gioco – perché i viaggi culturali
delle scuole sono anche un momento ludico – ma
soprattutto c’è l’arricchimento culturale e la motivazione ad essere adeguatamente preparati.
12
Primo cambiamento, il modo di viaggiare. Il vecchio
pullman lascia il posto ad una moderna nave, che
offre un ambiente accogliente e flessibile per le classi, libere di poter svolgere attività didattiche e ricreative durante la navigazione verso mete ad alto valore
culturale come Barcellona o Atene, assistite da uno
staff specializzato che garantisce la massima sicurezza, consentendo ai genitori e ai dirigenti di dormire
sonni tranquilli.
Seconda innovazione: non più singole classi di uno
stesso Istituto ma decine di classi di vari istituti provenienti da tutta Italia: 1.200 studenti, insieme per
6 giorni, che socializzano, condividono esperienze
e si sfidano in gare di cultura scolastica secondo il
modello utilizzato dall’ormai noto Concorso Didattico Nazionale High School Game. Le scuole, rimanendo in tema di sfida, nel corso del viaggio mettono in campo in un talent show anche le proprie
doti artistiche cimentandosi anche in prove di canto,
ballo e recitazione.
Altra novità: una formula low cost che si avvale
dell’attività di tour operating di Grimaldi Lines, Compagnia di Navigazione che mette a disposizione le
proprie navi per offrire alle scuole servizi e comfort
di alta qualità, ma a prezzi assolutamente accessibili
sia alle famiglie, che alle scuole.
In compagnia della referente nazionale del progetto
Rita Macrì cercheremo di capire meglio che aria si
respira a bordo partecipando ad un Travel Game
ulteriori informazioni su / more info on : www.grimaldi-lines.com
events
Eventionboard
“T
TRAVEL GAME: maritime travel
between study and fun
T
he name “Travel Game” is more
than the sum of its parts. Sure,
there’s the travel and the game –
because school trips are meant to be
enjoyable – but above all there’s the
cultural enrichment and motivation
associated with being properly
prepared for an intellectual challenge.
The first change is the means
of transport. Instead of hiring a
coach, a class comes on board
a state-of-the-art ship offering a
welcoming, flexible environment
for teenagers, who are free to take
part in educational and recreational
activities while sailing to great
“cultural” destinations like Barcelona
and Athens, with the assistance
of dedicated staff guaranteeing
maximum safety. This way, parents
and head teachers can rest easy.
A second major innovation is that
rather than just the one group, these
school trips involve dozens of classes
from secondary schools all over Italy:
1,200 students, together for 6 days,
socializing, sharing experiences and
competing in quizzes based on the
school curriculum and on the popular
High School Game. Also during
marenostrum
r a v e l Ga m e ” i s t h e n a me o f
a ne w k i nd o f sc h o o l t ri p
that i s b e c om i n g a st a r a t t ra c t i o n .
Mult i m e di a t e c h n o l o g i es
desi g ne d t o t e s t a n d ex t en d
gene r a l k no w l e d g e, a c ru i se
with h i gh s c h o o l st u d en t s f ro m
all o v e r It a l y, a s t ro n g sen se o f
solida r i t y b e t w e en p u p i l s a n d
their t e a c he r s a n d , l a st b u t n o t
least , l o t s o f go o d o l d -f a sh i o n ed
e nter t a i nm e nt : t h i s i s t h e h i g h l y
succe s s f ul f o r m ul a f o r “Tra vel
G am e ” , a n e x c i t i n g ed u c a t i o n a l
proje c t or g a ni s e d ex c l u si vel y a n d
nationw i de b y P l an et M u l t i med i a
and Gr i m a l di Li n es To u r Op era t o r,
whic h m a x i m i s e s t h e a m o u n t o f
qual i t y t i m e o n t h e t ri p , n o t o n l y
foste r i n g k no w l ed g e b u t a l so
devel o p i ng ne w k i n d s o f g ro u p
work a nd e n ha nc i n g t h e t ea c h erpup i l r e l a t i ons h i p .
ulteriori informazioni su / more info on : www.grimaldi-lines.com
13
events
Eventionboard
Cosa prova nell’accompagnare i
gruppi scolastici in viaggio?
“Vivo ogni volta profonde emozioni nel condividere 6 giorni con gli
studenti, che si sfidano in quiz di
cultura generale e scolastica
preparati dai loro docenti in base
al programma di studi. Gli stessi,
accompagnati dai docenti delegati
dai loro istituti, utilizzano le ore
di navigazione verso le due mete
(Barcellona, con partenza da Civitavecchia e Atene, con partenza da
Ancona) per rispondere a domande con opzioni multiple davanti
ad un maxischermo e muniti di
telecomando. Durante il viaggio di
ritorno, le sfide riguardano, invece,
argomenti culturali, storici, artistici, letterari e geografici, appresi e
direttamente sperimentati durante
la permanenza nelle città di destinazione.
Inoltre, gli studenti possono mettere alla prova le proprie competenze
anche in settori come l’arte, la
danza, la recitazione, il canto.
La formula, già sperimentata con
successo da cinque anni, consente
ai ragazzi di impegnarsi con spirito
di squadra nella preparazione alle
gare e di sviluppare una sana competizione”.
Insieme a lei viaggia anche uno
staff di animazione a supporto dei
docenti?
“Sì sempre, sia in nave che in hotel
siamo a disposizione delle scuole.
La nostra presenza rassicura gli
accompagnatori che hanno una
grande responsabilità”.
marenostrum
Parliamo di ruolo: cosa cambia
in quello del docente?
14
“Nel corso del Travel Game si
determina una vera e propria rivoluzione anche riguardo il ruolo dei
docenti che accompagnano le classi. Infatti si trasformano nei ‘supporter’ dei propri studenti nelle
gare aumentando, quindi, il grado
di solidarietà e di “complicità” con
la propria classe”.
“I docenti delle classi che hanno
partecipato al viaggio-studio in
nave l’anno scorso – afferma Emanuele Gambino, amministratore
delegato di Planet Multimedia
- hanno notato nei loro studenti
un netto miglioramento della preparazione scolastica, un aumento
dell’interesse verso la conoscenza
e lo studio. A questo si aggiunge
un forte spirito di gruppo che coinvolge studenti e docenti. I ragazzi
vivono la competizione che si svolge a bordo delle navi – aggiunge
Gambino – con straordinario entusiasmo e voglia di impegnarsi per
essere ben preparati”.
La validità del progetto Travel
Game è confermata dal successo
che ha ottenuto presso molti istituti che lo hanno inserito nel Piano
triennale dell’Offerta Formativa
(POTF).
“Abbiamo conosciuto il progetto
culturale Travel game presso la
ulteriori informazioni su / more info on : www.grimaldi-lines.com
events
Eventionboard
Another original idea is the
low cost formula offered
by the shipping companycum-tour operator Grimaldi
Lines, which makes its
ships available for schools
and provides quality
services and facilities at
very affordable prices.
How do you find it,
accompanying school groups
on these cruises?
“Each time I get a thrill
out of spending 6 days
with these students,
who compete in general
knowledge and school
curriculum quizzes prepared
by their teachers. The
contest is held on board as
they sail to either of two
destinations (Barcelona with
departure from Civitavecchia
or Athens with departure
from Ancona) and takes
the form of multiple choice
questions projected on a
big screen; the contestants
answer by means of
handheld remote controls.
On the way back, there are
cultural, historical, artistic,
literary and geographical
quiz questions about the
places the students have
just visited. As well as
that, the youngsters can
showcase their artistic
talents and perform on
stage, dancing, acting
and singing. We’ve been
arranging these cruises for
five years now and they’ve
proved hugely successful;
they promote team spirit
while each class prepares
for the contest and also
foster healthy competition.”
You and the teachers are
also assisted by dedicated
entertainment staff on
board, right?
“That’s right and we’re
always there to help the
schools, both on the ship
and in the hotel. This is very
reassuring for the teachers
and carers accompanying
the school groups, who
have a great responsibility.”
How about the teacher’s
role: how does that change
on the trip?
“During the Travel Game
the teachers accompanying
their classes find that their
role changes radically.
The reason is that they
turn into ‘supporters’ of
their students during the
competition, increasing the
solidarity and ‘camaraderie’
with their class.”
Planet Multimedia CEO
Emanuele Gambino says:
“The teachers who came on
one of these cruises with
their pupils last year found
that their students improved
markedly in terms of their
academic performance and
showed more interest in
studying generally. On top
of that is the real sense
of team spirit that forms,
embracing students and
teachers alike. The kids
ulteriori informazioni su / more info on : www.grimaldi-lines.com
marenostrum
the cruise, the different
schools compete against
each other in a talent
show with participants
displaying their singing,
dancing and acting skills.
15
events
Eventionboard
fiera dell’Orientamento di Roma nello
stand della Presidenza del Consiglio dei
Ministri – ha dichiarato una delle professoresse che ha accompagnato la sua
classe - e siamo rimasti affascinati dalla
valenza culturale di una proposta di
viaggio di istruzione che rompe gli schemi tradizionali. Riteniamo che l’elemento
vincente di questo format sia il giusto
connubio tra cultura e divertimento.
Grazie alla formula del game abbiamo
verificato che anche lo studio si è trasformato per i ragazzi in un’occasione di
divertimento”. “Lo staff è stato sempre
attento a rispondere alle esigenze dei
nostri ragazzi in una fase delicata della
loro età”, ha aggiunto un altro professore. “Noi docenti abbiamo particolarmente apprezzato l’attenzione rivolta
a proteggere gli studenti dal consumo
di alcolici e la proposta di divertimento
sano da condividere con gli altri”.
compete on board with incredible
passion and enthusiasm. They take
it very seriously and do their best to
be as well prepared as possible.”
The validity of the Travel Game
is confirmed by the fact that the
project has been officially recognised
by many secondary schools, which
have included it in their 3-Year
School Plan, the so-called PTOF.
Ma cosa ne pensano gli studenti?
marenostrum
“Il fatidico viaggio del quinto anno è
stata una meravigliosa esperienza, sei
giorni in cui abbiamo conosciuto nuovi
amici… Provando un mix di emozioni.
Questo viaggio sarà uno dei momenti
indimenticabili che porteremo sempre
nel nostro cuore”.
16
Per l’edizione primaverile 2016 del Travel
Game sono stati effettuati 7 viaggi in
nave - 6 a Barcellona e 1 ad Atene - tutti
della durata di cinque giorni, per un totale di oltre seimila studenti coinvolti.
One of the teachers who’s been
on the cruise tells about her
experience: “We found out about
the Travel Game cultural project
at the Department of the Prime
Minister and Cabinet’s stand at the
orientation fair in Rome and we
were very impressed by the cultural
value of a proposal for an alternative
type of school trip, which breaks
with tradition. We feel that the
trump card in this educational cruise
holiday is the right blend of culture
and entertainment: thanks to the
game show formula we found that
our students actually realised that
study can be fun”. Another teacher
adds: “The staff on board were very
attentive to the needs and demands
of our kids, who are at a difficult
age. We particularly appreciated the
efforts they made to make sure the
students didn’t drink alcohol and
to keep them entertained with a
series of fun and productive activities
they could enjoy with their peers.”
But what do the students
themselves have to say?
“Our long-awaited school trip in 5th
year was a fantastic experience, 6
days when we made new friends…
It was exciting, really awesome.
We’ll treasure the memories of
what was one of the highlights
of our high school years.”
The spring 2016 edition of the Travel
Game included seven trips by ship: 6
to Barcelona and 1 to Athens, with a
total of more than 6,000 students.
ulteriori informazioni su / more info on : www.grimaldi-lines.com
coming soon
Prossimamente onboard
25 - 28 Giugno / June
un mare di birra
2-5 Luglio / July
A sea of beer
swing on board
16 - 19 Luglio / July
Grimaldi dance
fit cruise
29 ottobre / october1
Novembre / November
SAMCRUISE
CAPODANNO A
BARCELLONA
New Year's day
in Barcelona
ulteriori informazioni su / more info on : www.grimaldi-lines.com
marenostrum
30 dicembre / December
4 gennaio / January
17
La “Buona Scuola” viaggia in nave!
Grimaldi Educa è il progetto dedicato alla formazione dei giovani
studenti delle scuole secondarie inferiori e superiori di Grimaldi Lines, divenuto nel corso dell’a.s. 2015/2016 oggetto del Protocollo d’intesa con il
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.
Obiettivo dell’intesa è diffondere e sperimentare un modello di alternanza
scuola–lavoro in grado di fornire agli studenti competenze che li rendano
maggiormente occupabili, in linea con i fabbisogni aziendali e settoriali,
supportandoli nell’orientamento professionale, stimolando le eccellenze scolastiche e contribuendo alla mobilità dei giovani con visite guidate e viaggi
d’istruzione sicuri, economici e nel rispetto dell’ambiente.
In linea con questi obiettivi Grimaldi Lines propone
ogni anno molteplici opportunità formative:
Alternanza scuola-lavoro con i programmi
Navigando Si Impara:
percorsi educativi per Istituti Nautici, Turistici, Alberghieri e Tecnici ad
indirizzo industriale, elettrotecnico, informatico, meccanico, trasporti e
logistica.
I programmi si sviluppano a bordo della navi Grimaldi Lines e prevedono
attività di familiarizzazione ed avvicinamento alle professioni del mare.
Una soluzione per individuare ed orientare le scelte dei giovani verso i
mestieri a loro più vicini e sviluppare competenze ed abilità professionalmente riconoscibili e spendibili nel mercato del lavoro.
A
gli studenti di tutte le scuole secondarie inferiori e superiori sono
dedicati i programmi Tutti a bordo: viaggi d’istruzione ad
alto contenuto formativo in formula solo nave o nave+hotel con
destinazione Spagna, Grecia, Sicilia e Sardegna. Tra questi segnaliamo gli eventi organizzati a bordo delle ammiraglie della flotta
Grimaldi, le Cruise Roma e Cruise Barcelona, in navigazione tra
Civitavecchia, Porto Torres e Barcellona.
marenostrum
N
18
ovità del 2016 è stato il FabLab In Viaggio con Albert, realizzato in
collaborazione con Bottega Scientifica e Top Class. L’iniziativa, accolta con successo,
ha visto dal 4 al 9 marzo circa quattrocento studenti degli Istituti Secondari Superiori coinvolti in un viaggio ad alto contenuto scientifico e tecnologico, durante il
quale hanno lavorato al progetto di Coding “Super Sensi” con cui sono stati realizzati
modelli elettronici dei sensi di alcuni animali. Dal 12 al 16 aprile e dal 4 all’8 maggio
protagonisti del Viaggio con Albert sono stati gli studenti delle scuole medie inferiori.
ulteriori informazioni su / more info on : www.grimaldi-lines.com
Protagonista della primavera di Grimaldi Lines è stata la grande sfida
multimediale tra studenti del Travel Game on board, organizzata da Grimaldi Lines Tour Operator in collaborazione con Planet
Multimedia: quattro viaggi da marzo ad aprile hanno coinvolto migliaia di
studenti in una sfida multimediale a squadre con quiz a risposta multipla
(personalizzato con domande inerenti il programma di studi) e prove di
abilità ed astuzia.
Per gli amanti della lettura si è tenuto dal 12 al 15 marzo il Festival della
Letteratura per ragazzi sul mare aMare Leggere, realizzato in collaborazione con Leggere:tutti. Durante il viaggio gli studenti hanno potuto
confrontarsi con scrittori, giornalisti e fotografi del panorama italiano.
Dal 16 al 19 aprile protagonista è stato il cinema con la II edizione di Grimaldi Movie
Campus, l’evento dedicato ai giovani cinefili realizzato in collaborazione con Cinemadamare con l’intento di avvicinare i ragazzi al mondo del cinema e scoprire giovani talenti.
Per agevolare la mobilità dei giovani studenti è stata
confermata anche nel 2016 la collaborazione con
Io Studio – La Carta dello Studente.
Gli studenti e le loro famiglie possono fruire di sconti a
partire dal 10% sull’acquisto dei collegamenti marittimi per Spagna, Grecia, Marocco, Tunisia,
Sicilia e Sardegna e dei pacchetti nave+hotel Grimaldi Lines Tour Operator.
Per agevolare gli spostamenti dei gruppi scolastici è stata
rinnovata la partnership con Trenitalia, grazie alla
quale le scuole possono fruire di tariffe vantaggiose per
gli spostamenti in treno verso e da i porti di imbarco Grimaldi Lines.
La Compagnia si conferma anche per il 2016 main sponsor del concorso didattico nazionale
glie della flotta e mettendo in palio un viaggio d’istruzione a Barcellona per la classe vincitrice.
La manifestazione, rivolta agli studenti del IV e V anno degli Istituti Secondari Superiori, pubblici e paritari, è ideata e organizzata da Planet Multimedia ed ha l’obiettivo di promuovere
la cultura con tecnologie interattive e multimediali che coinvolgono attivamente i ragazzi.
Per conoscere di più sulle offerte Grimaldi Lines dedicate all’universo scolastico
si può visitare la sezione Grimaldi Educa del sito www.grimaldi-lines.com,
per richieste inviare una mail ad [email protected]
ulteriori informazioni su / more info on : www.grimaldi-lines.com
marenostrum
High School Game, ospitando le finali il 22 e 23 maggio a bordo di una delle ammira-
19
MareNostrum
a tavola
di / by Bianca d'Antonio
marenostrum
AL 151:
tre “numeri”
da gustare
20
AL 151:
three “tasty little
numbers”
Una sosta al ristorante di Fiumicino di Giacomo Aiello e dello chef Magurno per riscoprire
i prodotti naturali e bio rigorosamente del territorio.
A visit to this restaurant at Fiumicino
run by Giacomo Aiello and the chef
Danilo Magurno allows you to rediscover
strictly local natural and organic products.
151
151
non è solo il numero civico del nuovo ristorante in
Via della Scafa a Fiumicino che, a fine settembre, ha
cambiato “pelle”, ma è molte altre cose. Significa cambio di
rotta, significa innovazione, significa vincere una scommessa:
dare cioè alla cittadina laziale qualcosa di nuovo, di moderno
e diverso, il concentrato di tutto ciò che una famiglia può desiderare quando va a pranzo fuori casa. A scommettere sul 151
sono, da un lato, Giacomo Aiello, splendida carriera di avvocato di stato, gastronomo ed amante della buona cucina per
hobby, alla ricerca di un nuovo traguardo e con un sogno nel
cassetto: aprire appunto un ristorante e, dall’altro, lo chef ed
executive manager Danilo Magurno, una lunga esperienza
nei locali di Via Veneto, ritornato oggi a Fiumicino, sua terra
natale. Si sono incontrati, hanno scoperto - l’imprenditore e
lo chef - di avere lo stesso sogno ed hanno deciso di iniziare
insieme questa bella avventura. Entrambi concordano
sul nuovo corso di “Al 151”,
ovvero recuperare i prodotti ed i sapori del territorio
rispettandone anche la stagionalità e puntano ad un
nuovo concept di ristorante:
stop a prodotti modificati
o provenienti da altri paesi.
“Abbiamo verdure, frutta e
pescato della zona, cosa di
meglio che mangiare sano e
is not just the street number of the new restaurant
in Via della Scafa in the coastal town of Fiumicino,
near Rome. At the end of September last year, this eatery
changed identity and embarked on a new adventure marked
by an innovative approach and a new challenge: that of
offering the local community something new, modern and
different – a concentration of everything you could ask for
when dining out with the family. The entrepreneurs behind
“Al 151” are Giacomo Aiello, who boasts a successful career
as a state attorney and is also a gourmet who has fulfilled
his pipe dream by opening this restaurant, and the chef &
executive manager Danilo Magurno, who has come back
from the fashionable establishments of Via Veneto to his
hometown of Fiumicino. When the two met, they realised
they shared the same dream and so decided to work together.
Together they agreed on
the new concept for “Al
151”, namely, sourcing
of local produce based
on seasonal availability,
fostering of local cultural
roots and the discarding
of any modified or
foreign products. “We
have local fruit and
vegetables
plus
fish
caught in these waters
– what more could
you want in terms of
a healthy food experience enhancing the taste of the raw
ingredients?” says the young chef Danilo Magurno. Indeed,
there’s an even greater guarantee of the origin of the food
served here because Giacomo Aiello uses organic produce
from his own property in the Tuscia Viterbese district. Also,
special attention is paid to vegan and vegetarian dishes as well
as gluten-free fine dining. In addition, there’s a modern and
extremely functional wood-burning pizza oven used to make
various types of pizzas for patrons and takeaway customers
and there’s also a special area devoted to street food. There’s
a wide range of beverages from draft beer to a selection of
craft beer as well as an extensive cellar with some 25 different
wines. The new restaurant is located on very spacious and
attractive premises: the splendid open restaurant kitchen with
modern striped wallpaper;
the inviting grill where the
catch of the day is cooked
right in front of you; and
the rooms accommodating
up to 180, in particular the
one with large windows,
arranged as a bistro but
easily converted – when
required – into a formal
dining area and another
inner room decorated more
conventionally but featuring
an
ingenious
innovation:
a children’s area where a
babysitter plays with and
feeds the kids leaving their
parents to enjoy their meal in
a relaxing atmosphere. And
that’s not all: there’s also an al fresco dining area with an
enticing bar that’s just perfect for a an aperitif with finger
food while, in the summer months, there’s an outdoor
playground with jumping castles for the little ones. Oh, and
before I forget, Al 151 has its own private parking area, which
is especially handy in a place like Fiumicino. And, though
very central, the location is very attractive, with the nearby
shady pine forest and, just beyond, the canal with elegant
recreational vessels and industrious fishing boats. I started
by talking about dreams and plans. Giacomo Aiello makes
no secret of his ambition to make the restaurant not only an
establishment where you dine well on local dishes created
by Danilo Magurno (highlights include the delicious tagliolini
noodles with the charcuterie delicacy lardo di colonnata, the
highly original red shrimp with a sprinkling of fried bread,
the excellent risotto with melon and red shrimp cream, the
superb tiramisu) and the price is right (averaging 35 euros
per person), but also a place where patrons can meet, chat,
exchange opinions and arrange to see each other again like
old friends. By the way, the company that owns the “Al 151”
restaurant is called “Metis”, a Greek word indicating the
concept of creative intelligence. This is an implicit invitation to
rise to new challenges.
marenostrum
gustarne tutta la fragranza?” commenta il giovane chef Danilo
e, per avere la garanzia della provenienza, Giacomo Aiello utilizza nel proprio ristorante prodotti biologici che produce nella
sua proprietà della Tuscia viterbese.
Sempre in tema di prodotti naturali, particolare attenzione è
dedicata anche alla cucina vegana e vegetariana senza dimenticare i celiaci. Ma c’è anche molto altro: per gli amanti della
pizza c’è il moderno e super funzionale forno a legna che sforna vari tipi di pizze non solo per i clienti presenti ma anche per
l’asporto oltre ad una zona speciale per lo street food. Ampia
la scelta del beverage dalla birra alla spina ad una selezione di
birre artigianali per finire con una accurata lista di vini con ben
25 etichette.
Il nuovo ristorante è anche strutturalmente ampio e bello:
splendida la cucina a vista abbellita da una tappezzeria moderna a doghe, invitante la griglia dove far cuocere il pesce fresco scelto da un banco con il pescato del giorno in bella
vista; le sale sono ampie in grado di ospitare 180 persone, una con grandi e luminose vetrate arredata a bistrot
ma pronta, a seconda delle esigenze, a trasformarsi in
un più classico ristorante ed una più interna per pranzi
e cene tradizionali ma
con una innovazione
geniale: un angolo per
i bambini dove una
baby sitter si occupa di
farli mangiare e giocare mentre i genitori riescono a godersi in tutta tranquillità il proprio
pranzo.
E non è finita qui:
una veranda-salotto
all’esterno dispone di
un bar invitante per
un ricco aperitivo e
d’estate, nello spazio
all’aperto, viene allestito un parco giochi
con gonfiabili per la
gioia dei piccoli ospiti. Dimenticavo, nessun problema neppure per l’auto: “Al 151”
è dotato di un ampio parcheggio, particolarmente prezioso per
una località come Fiumicino. Accattivante la location: pur posizionata al centro della cittadina, alle spalle ha una ombreggiante pineta e, poco distante, il canale dove sono ormeggiate
eleganti barche da diporto e operosi pescherecci.
Parlavo all’inizio di sogni e progetti. Giacomo Aiello non
nasconde la propria ambizione di fare del ristorante non solo
un luogo dove si mangia bene, si gustano le cose genuine del
territorio, si apprezzano le saporite e particolari creazioni di
Danilo (gustosissimi i tagliolini con il lardo di colonnata, originali i gamberi rossi con spolverata di pane fritto, eccellente
il risotto mantecato con il melone e gambero rosso, strepitoso il tiramisù) pagando il giusto prezzo, 35 euro in media, ma
anche un luogo di incontro dove per i clienti sia bello ritrovarsi,
parlare, scambiarsi opinioni e darsi appuntamento come vecchi
amici. E, a questo proposito, la dice lunga la scelta del nome
della società cui fa capo il ristorante “Al 151”: Metis, che, in
greco, indica il concetto di intelligenza creativa. Un implicito
invito a sempre nuove sfide.
21
ADV
marenostrum
L’intervista / The interview : Massimo Ranieri
Il cantattore
marinaio
che non sa
nuotare
di / by Federico Vacalebre
The "actor-singer"
who can’t swim
23
marenostrum
Il grande cantattore napoletano
ripercorre intensi tratti della sua vita
in cui si misura con il mare.
Con “Viviani” in viaggio per Buenos
Aires e con «Ulisse», sulla rotta
Napoli-New York, nasce nel 1978
«La faccia del mare»
È
napoletano, ma ha imparato a cantare, ormai lo
sanno quasi tutti, solo perché altrimenti sarebbe stato costretto a tuffarsi nelle acque di Castel
dell'Ovo. Ha attraversato per la prima volta l'oceano a 13
anni, viene dal quartiere di Santa Lucia, storico insediamento di pescatori, ma ha imparato a nuotare a 44 anni.
«Si può abbracciare il mare?», si chiede ancora oggi, a 64
anni, Massimo Ranieri, cantattore stakanovista, uomo dai
mille mestieri e dai mille saperi scenici, unico italiano ad
aver assimilato davvero la lezione dell'Actors Studio, immedesimandosi in ogni ruolo, personaggio, sfida, imparando
a boxare e a camminare su una palla, a cantare stando su
un filo e a dar di scherma, a ballare il tip tap e a misurarsi
– è l'ultima sfida, quella di «Malìa» – con i grandi del jazz
italiano.
••Davvero Giovanni Calone, luciano verace, era uno
scugnizzo che non amava il mare?
«Per me il mare era un orizzonte che si stagliava mentre
scendevo le scale di casa, una presenza quotidiana, un
odore che invadeva il Pallonetto, arrivava sino al quinto
piano di casa nostra, non certo una spiaggia, l'orizzonte
di una vacanza. Vivevamo tutti in una stanza ed io, come
si faceva, come si doveva fare, cercavo di contribuire al
bilancio familiare come potevo. Ho fatto il garzone del
panettiere, il fattorino, il ragazzo del bar, lo strillone... E ho
scoperto di avere una voce esibendomi per i turisti su uno
scoglio».
••La famigerata storia di «Canto perché non so nuotare», diventata persino il titolo di uno spettacolo da
record di spettatori?
«Certo. Al Borgo Marinari i miei amici si tuffavano e chiedevano due spiccioli a chi usciva dagli alberghi e andava
nei ristoranti. Io non sapevo nuotare, avevo paura che mi
costringessero a tuffarmi, così restavo su uno scoglio e
cantavo. I soldini arrivavano più a me che a loro. Piacevo,
ma dovevo aspettare il resto della truppa che mi venisse a
riprendere: non potevo tornare a nuoto sulla terraferma. E
alla fine si divideva il ricavato».
••Restiamo sull'argomento: hai imparato decisamente
tardi a nuotare.
«A dir la verità non ho mai imparato, anzi forse sapevo nuotare da sempre ma non lo sapevo. L'ho scoperto un giorno
24
The great Neapolitan singer looks
back over his life and his ongoing
relationship with the sea.
His variety show "Viviani" en route
to Buenos Aires, his interpretation of
Ulysses on the Naples-New York route
and in 1978 his album “La faccia del
mare” (“The Face of the Sea”)
M
assimo Ranieri is from the city of Naples, which has
a great musical heritage, but – as everyone in Italy
knows – he only learnt to sing because otherwise
he’d have been forced to dive off the rocks at Castel dell'Ovo.
He crossed the ocean for the first time at 13, he comes from
the historical fishing district of Santa Lucia but he didn’t learn
to swim until he was 44. “Can you embrace the sea?”, he asks
today. Singer-actor Ranieri, 64, is a workaholic, a man of many
talents, the only Italian to have really assimilated the lessons of
the Actors Studio, to adopt the method acting approach and
really identify with each new role, character and challenge; he
has learnt how to box, to walk on a ball, to sing while standing
on a tightrope, to do sword fight scenes, to tap dance and now
– his most recent venture, in his latest album “Malìa” – to foster
the tradition of the greats of Italian jazz.
•Is it true that Giovanni Calone [Ranieri’s real name], born
and raised in Santa Lucia, was one of the few Neapolitan
streetwise kids who didn’t like the sea?
“For me the sea was a horizon in the background as I went
down the stairs at our place, a daily presence, a smell that
permeated the Pallonetto area, as far as our house on the fifth
floor; it certainly wasn’t a beach or a holiday. We all lived in
one room and I did my bit to contribute to the family income. I
worked in a bakery, as a delivery boy, in a bar, as a paperboy...
And I discovered I could sing when, perched on a rock, I started
entertaining tourists.”
•The well-known story of “I sing because I can’t swim” was
actually used as the name of one of your shows that attracted
record audiences?
“That’s right. The story goes like this: at Borgo Marinari my
friends used to dive off the rocks and ask for money from
the people on their way from hotels to restaurants. I couldn’t
swim and I was scared my mates would force me to jump in as
well so I stayed put and sang instead. I ended up making more
money than them. I was successful but I had to wait for the
others to come and get me since I couldn’t swim back to shore.
So they ‘rescued’ me and we shared the proceeds.”
•Yes, you decided rather late to start swimming.
“I never learnt actually, maybe I always knew how to swim but I
just wasn’t aware of it. I found out one day by chance. I was 44
at the time and I was looking after my nephew in the swimming
pool. He was happy, continuously splashing around, getting out
of the water and diving back in. Anyway, eventually he pushed
me in as well and, by some miracle, I found that I could stay
marenostrum
per caso. Avevo 44 anni e stavo badando a mio nipote in
piscina. Lui era felice, si tuffava, schizzava, si rituffava.
Finì per spingermi in acqua e io, miracolo, galleggiavo, anzi
sapevo come muovermi».
••C'è il mare di mezzo anche per la tua prima vera
esibizione.
«Il maestro Gianni Aterrano mi aveva notato in un bar.
Diceva che ero intonato, che potevo fare strada. Avevo 13
anni e mi portò in America dopo avermi ribattezzato Gianni
Rock. Debuttai all'Academy di Brooklyn come spalla di
Sergio Bruni, 'a voce' e Napule, decretò Eduardo, che aveva
sempre ragione».
••Eppure Bruni non gradì il successo riscosso da
quello scugnizzetto.
«Così dissero, ma di sicuro lui era un maestro e io nemmeno un allievo. Io, comunque, nel mare ci sguazzo bene. Nel
afloat and I even knew how to move in the water.”
•The sea is also associated with your first proper performance.
“The musician and composer Gianni Aterrano spotted me in a
bar. He said that I sang in tune and that I had potential. I was 13
years old when he took me with him to America and gave me
the stage name Gianni Rock. I made my debut at the Brooklyn
Academy as the support act for Sergio Bruni, who Eduardo
De Filippo called ‘the voice of Naples’, and Eduardo was never
wrong.”
•And yet Bruni wasn’t as successful as you.
“So they said but he was the master and I was a complete
novice. In any case, I love to wallow in the sea. In my sea.”
25
marenostrum
mio mare».
••Ovvero?
«Sono un'isola in mezzo al mare del pubblico, che mi circonda, mi sta davanti, ma mi guarda anche le spalle, mi
fa sentire meno solo quando la solitudine pesa troppo. Mio
padre Umberto mi ha trasmesso un carattere solitario, mi
ha insegnato a non disturbare. Io sono un'isola su un'isola:
il palcoscenico. Un'isola che però è penisola e collegata al
resto del mondo da molto più di un ponte: le emozioni della
platea, gli applausi, il rito dei saluti in camerino, le prove,
le cene e gli scherzi con la compagnia... E in questo mare
mi è dolce naufragare».
••Il mare vero torna anche sul fronte lavorativo.
«E come altrimenti? E' uno degli elementi fondamentali,
per noi napoletani poi... Ho girato un film tratto da Verne
con Yul Brynner e Kirk Douglas che si chiamava ''Il faro
in capo al mondo'', ho recitato con Strehler in ''L'isola degli
schiavi'' e mi è costato anche una caduta in scena, poi ho
addirittura messo in scena uno spettacolo che raccontava
uno spettacolo che nasceva in mezzo all'oceano, rifacendo
la rotta che avevo fatto da ragazzino verso l'America».
••«Varietà Viviani».
«Quello è stato il viaggio in mare più bello che ho fatto:
sono troppo attaccato al lavoro per avere il coraggio di
concedermi una bella crociera, cosa che a chiacchiere mi
attrae, ma so già che poi mi ritroverei ad invadere il palcoscenico di bordo, per allenarmi, fare provini per il corpo
da ballo, immaginare un nuovo allestimento, improvvisare
un concerto con l'orchestra... Quello spettacolo è uno dei
momenti più recenti della mia storica collaborazione con
Maurizio Scaparro, uno degli incontri più importanti della
mia carriera. La vicenda è ambientata nel 1929, sul piroscafo Duilio che partiva da Napoli per arrivare a Buenos
Aires. Io vestivo i panni del grande Viviani, pronto a tentare la fortuna oltreoceano. A bordo si provava il varietà
da mettere in scena, addirittura si azzardava un'anteprima
per i passeggeri festeggiando il passaggio dell'Equatore tra
quegli emigranti che, proprio come i teatranti di don Raffaele, cercavano un'altra chance. Una storia vera, e non solo
per Viviani. Anche Carosone, un altro mito, mi ha raccontato di aver provato su un bastimento, parola oggi desueta,
lo spettacolo per cui lo avevano ingaggiato in Etiopia: la sua
carriera cominciò, così, per caso, inventando uno show sulle
onde del mare. Alla compagnia andò malissimo, lui partì da
quel flop per rivoluzionare la canzone napoletana, e quindi
italiana. E naufragar ci è dolce in questo mare, lo dico di
nuovo, questa volta pensando a tutti noi: cantanti, attori,
ballerini, funamboli, isole nelle acque dello spettacolo che
deve continuare sempre e comunque».
••Poi c'è un LP dimenticato, «La faccia del mare»
26
•Can you elaborate?
“I’m an island in the middle of the sea that is the audience;
they’re all around me, in front of me but also watching my back,
which is a source of comfort at times when I feel lonely. I take
after my father Umberto in that I’m a solitary man; he also
taught me not to disturb others. They say no man is an island
but I’m an island on an island: the stage. An island that’s connected to the rest of the world by much more than a bridge
– by the emotion conveyed by the audience, by the applause, by
the rituals of the dressing room, rehearsals, dinners and jokes
with the stage crew... I’m happy to be shipwrecked in this sea.”
•The sea is also a recurring theme in your work.
“That’s inevitable. The sea is a vital element, especially for us
Neapolitans... I appeared in a film called "The Light at the Edge
of the World" based on a Jules Verne novel and starring Yul
Brynner and Kirk Douglas, I acted with Strehler in "Island of
Slaves" and actually fell off the stage during one performance,
then I staged a production about a show that was conceived in
the middle of the ocean, on the same route to America that I’d
sailed as a teenager.”
•That was your variety show "Viviani".
“That’s the best voyage I’ve ever been on: I’m too much of a
workaholic to go on a cruise, although the idea appeals to
me. The trouble is I know I’d end up barging in on the ship’s
theatre, going on stage to rehearse and try out routines with
the dancers, working on a new show, doing a surprise performance with the orchestra... That variety show is one of the
most recent things I did in my long working relationship with
Maurizio Scaparro; meeting him was a major step in my career.
It’s set in 1929 on the steamship Duilio, sailing from Naples to
Buenos Aires. I played the great playwright, actor and musician
Raffaele Viviani, who was seeking fortune on the other side of
the Atlantic. On board, he and the cast rehearse the various
acts and try them out on the passengers, who are celebrating
crossing the Equator and who, rather like Viviani and his company, are emigrating in search of a second chance. This is based
on a true story, and it doesn’t just apply to Viviani. Another
iconic Neapolitan performer Renato Carosone also told me
that he previewed on a passenger ship a show he’d been
marenostrum
A sinistra, con Little Tony e Iva Zanicchi
On the left, with Little Tony and Iva Zanicchi
hired to put on in Ethiopia: his career started out by chance,
inventing a production on the open sea. Actually, that show was
a flop but Carosone used it as a starting point to revolutionise
Neapolitan – and later Italian – songs. So let me say it again:
being shipwrecked in this sea is such sweet sorrow for all of
us singers, actors, dancers, tightrope walkers and other performers – we’re islands in the waters of a show that must and
will always go on.”
(Odyssea) del 1978.
«È vero, che cosa sei andato a scavare dal cascione dei
ricordi. Era un concept album incentrato sull'«Odissea»,
una decina di brani che cantavano il viaggio della vita, in
una serie di avventure vissute tra mare e amore. Un viaggio
autobiografico, io ero un giovane Ulisse ancora una volta
sulla rotta Napoli-New York alla ricerca delle motivazioni
per fare il mestiere che faccio. Testi di Vito Pallavicini
e Michelle Vasseur, musiche di Gianni Guarnieri e Victor Bacchetta, per tutti Victor Bach, che curò anche gli
arrangiamenti».
•Then there’s a forgotten LP “La faccia del mare” (Odyssea)
from 1978.
“That’s right, how did you unearth that? It was a concept album
based on the story of the Odyssey, ten tracks about life’s
journey in a series of adventures full of love and the sea. It was
an autobiographical voyage really: I was a young Ulysses back
on the Naples-New York route and in search of motivation for
my chosen trade. Lyrics by Vito Pallavicini and Michelle Vasseur,
music by Gianni Guarnieri and Victor Bacchetta (better known
as Victor Bach), who did the arrangement.”
••Insomma, non sapevi nuotare, o forse sapevi nuotare ma non lo sapevi. E cantavi, nel brano che dà il
titolo al disco: «Il mare... io ho la faccia sua, lui mi
è cresciuto dentro, ed è per questo che non potrò
restare. Il mio, non assomiglia sai, a questo tuo
mare, ha uno sguardo che, tu non puoi capire, il mio
mare...».
«Strana la vita, no? Cantavo di lotofagi e di naufragi, scappavo via da Napoli per cercare nella Grande Mela quello
che l'erba di casa mia non riusciva a darmi. Quante cose
che raccontano i vecchi dischi».
•So you couldn’t swim, or at least you didn’t know that you
actually knew how to swim. And in the title track of that
album you sang: “The sea... I have the face of the sea, the
sea has grown inside me and that’s why I can’t stay. My sea
doesn’t look like this sea of yours you know, my sea has an
expression you can’t understand...”
“Life’s strange, isn’t it? I sang about lotus-eaters and shipwrecked
souls, and I was escaping from Naples to the Big Apple to seek
those opportunities I couldn’t find at home. Old records can
tell you lots of stories”.
27
marenostrum
28
marenostrum
Costa Smeralda
Mondanità,
natura ma
anche cultura
di / by Susanna Lavazza
Costa Smeralda:
the jet set, nature and culture
29
marenostrum
Itinerario / Route
Collegamenti Grimaldi / Grimaldi Links
Livorno
Civitavecchia
PORTO TORRES
Barcellona
OLBIA
COSTA SMERALDA
29 km
Cinquant'anni hanno cambiato il
luogo ma, dall'Aga Khan all'Emiro del
Qatar, la Costa rimane sempre una
meta crocevia di mondanità e lusso.
Una serie di eventi, principalmente
eno-gastronomici caratterizzerà la
prossima stagione.
S
OLBIA
PORTO TORRES
121 km
embra una grande fiera. Del lusso. Della vanità.
Dell’ostentazione. Ma la Costa Smeralda è anche
altro. Una ricchezza che si cela al di là dell’Imam
Aga Khan e del mito da lui creato mezzo secolo fa con un
pugno di architetti geniali (Couelle, Busiri Vici, Vietti,
Simon Mossa) o dell’emiro del Qatar che la sta compran-
do come nel Monopoli, Meridiana compresa. Oggi, tra le
pieghe della vita smeraldina, si avverte un dinamismo in
equilibrio tra mondanità, cultura e natura. Qualcosa che
sopravvive ai tempi, alle mode, alle minacce di Flavio Briatore di portarsi via il Billionaire con veline al seguito.
Quel tratto di costa a circa un’ora d’auto da Olbia delimitato
da due grandi massi in granito continua a regalare scenari
da urlo dopo ogni curva. Spiagge dalle acque trasparentissime su fondali che digradano lentamente, di sabbia
candida, conchiglie e coralli sbriciolati dal vento e dalle
onde. Profumi di mirto, lentischio, rosmarino selvatico.
Orizzonti liberi davanti a Cale come Liscia Ruja o Razza
di Juncu e persino il Romazzino, dove sorge l’omonimo
hotel 5 stelle, perché quasi tutte le spiagge hanno un angolo senza lettini, ombrelloni, baywatch di vari alberghi e
vicini a distanza prestabilita. Questa terra non ha perso
il suo fascino originale. C’è chi l’ha conosciuta quando
la bellissima penisola di Capriccioli che si estende nel
mare turchese tra graniti e macchia mediterranea non era
30
50 years ago the Aga Khan changed this coastal strip
forever, turning into a playground for the rich and
famous, and the Emir of Qatar continues the tradition.
This coming season a series of events are planned,
mainly focusing on food & wine.
O
n first sight it looks like a big fairground of luxury,
vanity and ostentation. But the Costa Smeralda is
more than this. Its wealth goes beyond the legend
of the Aga Khan, who allegedly stumbled on the charms of
this jagged coast half a century ago and unleashed a pool of
talented architects (Couelle, Busiri Vici, Vietti, Simon Mossa)
to bring about its five-star development, or his contemporary
counterpart the Emir of Qatar, who is buying up big here and
has even put in an offer for the struggling Sardinian airline
Meridiana. Today, this area has achieved a dynamic balance
between the demands of the jet set, culture and nature. This is
something that is continuing over time, outliving the passing fads
and Flavio Briatore’s threats to close his Billionaire Club and
force its supermodels to find their fun elsewhere.
This short stretch of the coast is about an hour’s drive from
Olbia, hemmed in between two granite gulfs and marked by
spectacular scenery at every turn. Pristine beaches with sublime
shells and coral slope down gently into crystal clear waters
marenostrum
Spiagge dalle acque trasparentissime su fondali che digradano
lentamente, conchiglie e coralli sbriciolati dal vento e dalle onde.
Pristine beaches with sublime shells and coral slopes down gently into
crystal waters framed by wind-sculpted mountains.
31
marenostrum
ancora l’approdo preferito da Jacqueline Onassis
e Monica Vitti. E cerca di mantenerla come quel
pezzo di Paradiso perduto che molti di noi hanno
nell’immaginario. Soprattutto fuori stagione. In
effetti la Costa Smeralda cambia completamente
di mese in mese. Basti pensare che Porto Cervo,
frazione di Arzachena, ha 150 abitanti in inverno e
circa 300 mila villeggianti in estate. Gli stranieri
sempre più preferiscono evitare agosto, quando
i prezzi salgono alle stelle e il traffico allunga le
distanze. Anche perché negli ultimi tempi vige la
long season: gli eventi si susseguono da maggio
a ottobre. Ad aprire le danze è di solito il Wine
Festival, organizzato dalla Starwood Hotels, che
quest’anno coincide con il Food Festival, dal 13
al 15 maggio. Un week end di degustazioni, show
cooking, ricette di chef stellati, incontri con i protagonisti del panorama eno-gastronomico e di cene
gourmet nei ristoranti degli alberghi 5 stelle Cervo
e Cala di Volpe. Tutti i pomeriggi è previsto un
appuntamento al Cervo Conference Center, poco
lontano dalla Piazzetta: venerdì ha per tema “Sar-
32
framed by wind-sculpted mountains. There’s a heady
scent of myrtle, mastic trees and wild rosemary. There
are delightful bays and coves like Liscia Ruja, Razza
di Juncu and even Romazzino, where the 5-star
hotel of the same name is located, because almost
all the local beaches have strips of sand without sun
loungers, umbrellas, lifeguards, hotel staff and fellow
sunbathers at elbow’s length. This area has lost none
of its charm. That same charm that the marvellous
Capriccioli Peninsula with its turquoise sea, granite wilderness and Mediterranean scrub exuded on visitors
long before it became the playground for the likes of
Jacqueline Onassis and Monica Vitti – the same visitors who do their utmost to ensure that this corner
of Paradiso lost retains its original image. Especially in
the off season. Indeed, the Costa Smeralda changes
radically depending on the time of year. Suffice to
say that the “capital” Porto Cervo, which is actually a
district of Arzachena, has just 150 inhabitants in the
winter as against around 300,000 holidaymakers every
summer. More and more foreigners now prefer to
avoid August, when prices skyrocket and the traffic is
at its worst. In fact, in recent years “the season” has
marenostrum
degna l’isola della longevità” con la partecipazione
dell’attrice Caterina Murrino, sabato i “Signori del
vino” e domenica il “caso” Giallozafferano con l’ideatrice del sito di cucina più visitato in Italia. Per
il food festival il programma è ancora da definire
(info: www.portocervofoodfestival.com). E se il sito
www.visitcostasmeralda.it non bastasse per tenersi
aggiornati su tutti gli appuntamenti o i luoghi di
ritrovo dell’estate, si può scaricare l’App iSmeralda
sullo Smartphone o cercare tra i profili Facebook il
neonato CoastApp che è aggiornatissimo e anch’esso scaricabile. Crocevia della mondanità resta la
Piazzetta di Porto Cervo con il suo contorno di
negozi extralusso delle migliori firme, i ristoranti con terrazza sul mare e i lounge bar dai conti
eccezionali. Ma chi cerca qualcosa di nuovo deve
proseguire su un sentiero a destra e attraversare
un ponticello di legno fino al vecchio porto. Da lì
si estende la Promenade du Port, nome in francese
che lascia intuire il movimento del passeggiare e
un po’ lo spirito della Costa Azzurra. Tra portici,
piazze pedonali, scorci di mare si aprono gallerie
been getting longer and longer: the calendar of events
stretches from May to October. The program kicks off
with the Wine Festival, organized by Starwood Hotels,
which this year coincides with the Food Festival, from
13 to 15 May: a long weekend of wine tasting, cooking
demonstrations with recipes by Michelin-starred chefs,
meetings with food & wine experts and gourmet dinners in 5-star Cervo and Cala di Volpe hotel restaurants. Each afternoon there’s an event at the Cervo
Conference Centre, not far from the Piazzetta: on
the Friday the subject is “Sardinia, island of longevity”
with a special guest appearance by the actor Caterina
Murrino, on Saturday “Masters of wine”, while on
the last day the topic for discussion is Giallozafferano
with the designer of the leading cooking portal in
Italy. The food festival program is still being finalised
(for info: www.portocervofoodfestival.com). If the
website www.visitcostasmeralda.it is insufficient to
keep you up to date on happenings here during the
summer, you can download the App iSmeralda to your
smartphone or look among the Facebook profiles for
the new CoastApp, which has all the latest news and
events and can also be downloaded. The centre of
33
marenostrum
d’arte, negozi di design, enogastronomie
con il meglio della tradizione sarda, show
room della Vespa e della Rolls Royce, e
una gelateria dalla tradizione centenaria,
punto di ritrovo non solo per i sorbetti e i
coni a base di ingredienti selezionatissimi.
Teatro di eventi, concerti e mostre, questa
zona si anima di giovani fino a settembre
(info: www.promenadeduport.com). Passeggiando si incontra anche il Museo dei
Monti di Mola o MdM Museum dove ogni
anno si tiene un’importante esposizione:
questa estate - dal 1° giugno al 30 settembre - sarà dedicata al Mare visto dai
rappresentanti della Street Art. Un consiglio? Salire sul rooftop per ammirare il
panorama. Ma altrettanto affascinante può
essere quello dalla terrazza dello Yacht
Club Costa Smeralda, in stile bostoniano,
con vista su 600 panfili e barche a vela
ormeggiati nella Marina. Chi non è socio
può comunque visitarlo e concedersi un
trattamento nell’esclusivo beauty center.
Proprio sul promontorio di fronte si trova
la chiesetta Stella Maris, che merita almeno una visita perché abbellita da grandi
artisti, tra i quali El Greco. Interessante
dal punto di vista architettonico anche lo
Yacht Club di Porto Rotondo. Vi si accede
dopo una lunga passeggiata tra negozietti
di design, di abbigliamento stile marinaresco e centri diving o escursioni. Chi
invece vuole rimanere sulla terraferma
può andare alla scoperta del Pevero Golf
Club, uno dei 50 migliori al mondo, o di
San Pantaleo, bel paesino dell’entroterra
dove il giovedì si tiene un mercatino molto
social e dai pezzi originali. Oppure dirigersi verso Arzachena: presso il bivio per
Cannigione si visitano il nuraghe Albucciu e il tempietto Malchittu, in direzione
Calangianus-Luogosanto ecco la tomba
dei giganti di Coddu Vecciu, con la stele
alta 4 metri. Una delle più suggestive
della Sardegna.
34
attention is the Piazzetta in Porto Cervo with
its grotto-like shopping arcade, restaurants
with terraces overlooking the sea and lounge
bars all for the ultra-rich. If you want to try
something different, take the footpath to
the right and cross the little wooden bridge
leading to the old harbour. Here, you come to
the Promenade du Port, a French name that
suggests a seaside stroll and a Cote d’Azur
spirit. Amidst porticoes, pedestrian precincts
and glimpses of the sea there are art galleries, design shops, eateries offering the best
of the Sardinian tradition, Vespa and Rolls
Royce showrooms and a century-old gelateria
serving sorbets and ice creams made using
carefully selected ingredients. This area is also
the venue for events, concerts and exhibitions and is a popular attraction for young
people in the summer well into September
(info: www.promenadeduport.com). If you
walk on, you come to the Museo dei Monti di
Mola (aka MdM Museum), which hosts a major
annual exhibition: this year – from 1 June to
30 September – the theme will be the sea as
depicted in street art. Don’t forget to climb to
the rooftop to admire the vista. Another view
worth the walk can be had from the terrace
at the Costa Smeralda Yacht Club, in Bostonian style, where you can see some 600 recreational vessels moored in the marina. You
don’t have to be a member to visit the club or
use the exclusive spa. The yachting marina is
overlooked by the Stella Maris church, which
houses works by several famous painters
including El Greco. Also interesting architecturally is the Porto Rotondo Yacht Club. It’s a
long walk and you get there via small design
shops, boutiques with nautical fashion, diving
centres and places selling local tours and
excursion. Other attractions are the Pevero
Golf Club, one of the top 50 in the world, and
San Pantaleo, a pretty village inland where the
Thursday market has lots of original articles on
sale. Or you can head for Arzachena: near the
junction for the resort village of Cannigione
you can visit the Albucciu nuraghe (Sardinian
stone-built construction) and the Malchittu
temple. In the Calangianus-Luogosanto direction is the Coddu Vecciu Nuragic mass grave
with the 4-metre high stele (or upright stone
slab), one of the most evocative in Sardinia.
marenostrum
35
marenostrum
36
marenostrum
El Born,
movida a
suon di arte
di / by Giusy Federici
El Born: artistic
and vibrant
37
marenostrum
Itinerario / Route
Collegamenti Grimaldi / Grimaldi Links
Livorno
Civitavecchia
BARCELLONA
Porto Torres
Tangeri
Barcellona
Centrale nel barrio, Santa Maria del Mar, tra le cattedrali
più belle, maestose dell'intera città. E, tra passato e futuro,
l'antico Mercato di frutta e verdura oggi trasformato in centro
culturale d'avanguardia.
«G
38
uarda, Arnau - disse
Bernat al figlio che
dormiva placidamente
oggi centro culturale d’avanguardia.
Intorno, negozi per shopping griffato
o comunque particolare e una serie
sul suo petto. Barcellona: qui saremo
di locali notturni dove gustare ottime
liberi». Quando Ildefonso Falcones
tapas, bere un drink, mangiare bene
nel 2006 ha scritto La Catedral del
o ballare. Benvenuti a El Born, parti-
Mar, da cui è tratto il virgolettato, dif-
colare barrio di Barcellona, città che
ficilmente avrebbe immaginato che il
non smette mai di stupire, che si fa
libro sarebbe diventato un best seller.
assaporare in modo ogni volta diverso.
È un dramma storico, protagonista un
In questa città che non dorme mai,
piccolo Arnau Estanyol portato nella
ogni quartiere, ogni strada, hanno una
città catalana dal padre, un servo
vita propria, collegati tra loro eppure
in fuga. Qui crescerà, in mezzo a
ognuno diverso. Una matrioska di
guerre, lotte religiose, amori e odi in
intrigante curiosità. Anche per questo
una Barcellona del XIV secolo. Sullo
Barcellona è una città da girare a
sfondo, la costruzione di Santa Maria
piedi, per cogliere attimi e sfumature.
del Mar, essa stessa coprotagonista
El Born è tra i suoi luoghi uno dei
del romanzo, emozionante e bellissima
più caratteristici, storico e allo stesso
anche oggi. Una chiesa antica dedica-
tempo proiettato nel futuro. Tra Bar-
ta a Maria protettrice del mare e dei
celoneta e Laietana, vicinissimo alle
naviganti, davanti a un mercato storico
Ramblas e un quarto d’ora a piedi
L’antica Chiesa
Santa Maria del Mar,
dedicata a Maria
protettrice del mare e
dei naviganti.
The ancient Santa
Maria del Mar Church,
dedicated to the Virgin
Mary in her role as a
guide and protector of
seafarers.
marenostrum
In the middle of the Barrio El Born is Santa
Maria del Mar, one Barcelona’s most
beautiful and majestic cathedrals. Also here,
a blend of past and future, is the former
fruit and vegetable market, now converted
into a state-of-the-art cultural centre.
“L
ook Arnau,” Bernat said to his son, who
was sleeping peacefully strapped to his
chest. There’s Barcelona: we’ll be free
there.” When Ildefonso Falcones wrote his historical
thriller The Cathedral of the Sea in 2006, from which
this quote comes, little did he imagine that the book
would become a best seller. The main character is
the young Arnau Estanyol, brought to the Catalan
city by his father, a fugitive serf. It is set in the 14th
century amidst wars, passions and the Inquisition.
Throughout, the story is counterpointed by the
building of Santa Maria de la Mar, hence the title.
This splendid church is still standing today; it is dedicated to the Virgin Mary in her role as a guide and
protector of mariners and is located opposite what
was once a market and is now the site of a futuristic
cultural centre. All around are boutiques, tapas bars,
pubs, trendy restaurants and night clubs. Welcome
to El Born, a special neighbourhood in Barcelona,
a town that never fails to amaze and always offers
something different. In this city that never sleeps,
each district and each street is full of life and has its
own distinctive atmosphere. The end result is like a
Matryoshka doll. Barcelona is best savoured on foot.
El Born is one of the most picturesque quarters, full
of history but at the same time projected towards
the future. It’s in a strategic position between Barceloneta and Laietana, very close to Las Ramblas
and just a quarter of an hour from the sea. The star
attraction is Santa Maria del Mar, in the 14th century
Catalan Gothic style with alterations made subsequently. It has a central nave and two flanking aisles.
The architect Berenguer de Montagut built a structure that seems like a fortress of faith, with monumental towers giving the impression of sublime
height and airiness, as if gravity had been reversed
and pulled the immense blocks of stone upwards.
It was constructed for the local inhabitants using
revenue from foreign trade and was also a place of
devotion for seafarers, who would bring their votive
offerings in the form of model ships. These donations to the patron saint were destroyed by fire in
39
marenostrum
dal mare, è in una posizione ideale
per godersi la città. E regina assoluta
di bellezza è Santa Maria del Mar, in
stile gotico catalano del XIV secolo
con interventi successivi. Suddivisa in
tre navate, l’architetto Berenguer de
Montagut ha voluto giocare anche con
le altezze, dandoci l’impressione di un
unico ambiente, una foresta incantata
della fede. Voluta e costruita dagli
abitanti del quartiere Born - la Ribera
con i proventi dei commerci fuori dalla
madrepatria, è stata luogo di devozione
anche delle genti di mare che alla loro
Patrona, da sempre, hanno portato
piccoli ex voto a forma di barca. C’erano ancora nel 1936 quando, durante
la guerra civile, un incendio li ha
distrutti. La chiesa è ancora li, fruibile e maestosa e, se fortunati, si può
assistere a un matrimonio celebrato
con i tipici abiti catalani. In questo
barrio, la Barcellona medioevale ha
visto tornei cavallereschi e roghi di
streghe, anarchici e moti politici catalani e oggi è forse il luogo più trendy
della città, anche per la bravura tutta
spagnola di coniugare passato e futuro. Un esempio su tutti, il Mercat del
Born, oggi El Born Centre Cultural,
inaugurato nel 2013. Nato nel XVIII
secolo, nel 1921 è diventato mercato
all’ingrosso di frutta e verdura, fino
al 1971. Oggi il Centro ospita mostre
temporanee e iniziative culturali, spettacoli teatrali, eventi dedicati anche
alle famiglie. Costruito in ferro e vetro,
è un esempio di quel modernismo
catalano che ha avuto la massima
espressione con Antoni Gaudì, Josep
Puig i Cadafalch, Lluís Domènech i
Montaner, solo per citarne pochi. Da
una balconata che circonda il Centre
Cultural, si poggia lo sguardo su scavi
archeologici del mercato del Settecento
e ci si rifocilla nel ritrovo gastronomico annesso, magari con una Moritz, la
nota birra catalana che accompagna
40
In alto, il Mercat del Born, al lato le stradine
del Barrio, con botteghe artigiane, vintage e
numerosi bar de tapas.
Above, the Mercat del Born, at the side the
narrow streets of the Barrio, with artisan shops,
vintage and many tapas bars
marenostrum
1936 during the Spanish Civil War. The
church is still there in all its remarkable
harmony and, if you’re lucky, you might
see a wedding in progress featuring
typical Catalan costumes. In this barrio,
once a hotbed of anarchy and Catalan
political skulduggery, medieval Barcelona
witnessed jousting and the burning of
witches. Now it’s perhaps the trendiest
district in town, partly on account of that
very Spanish knack of combining past
and future to telling effect. An obvious
example is the Mercat del Born, now the
El Born Centre Cultural, which opened
in 2013. Built in the 18th century, it
became a wholesale fruit and vegetable
market in 1921 and functioned as such
until 1971. Today the Centre stages
temporary exhibitions and cultural initiatives as well as plays and family events.
Made of iron and glass, it’s an example of
Catalan Modernism, whose best known
practitioners include Antoni Gaudì, Josep
Puig i Cadafalch and Lluís Domènech i
Montaner, to name but a few. From the
gallery overlooking the Centre Cultural,
you can see the archaeological excavations of the 18 th century market and
stop for a snack at the adjoining facilities
– maybe with a Moritz, the well-known
Catalan beer, which goes well with tapas.
Nearby, Carrer Montcada is the location
of a museum with one of the most complete collections of works from Picasso’s
youth and formative years. Meanwhile,
for those who think that culture nourishes the body as well as the soul, only
a few metres away is the Chocolate
Museum, where the admission ticket is a
bar of chocolate! The narrow streets in
the barrio are named after the trades of
the past and you’re spoilt for choice in
terms of shops, from old time cobblers
to vintage clothing and designer wear
boutiques, as well as gift items of all kinds
from hats to silverware. The common
denominator here is joie de vivre. If you
don’t fancy a siesta, you can socialise on
41
marenostrum
bene le tapas. Nei dintorni, la Carrer
ci del Sud America che qui stanno
a bench or on the beach; especially in
Montcada ospita il museo dedicato
benissimo vista la natura cosmopolita
summer the waterfront is humming with
alle opere più giovanili di Picasso e,
di Barcellona, tra tapas, musica e
chiringuitos, the kiosk bars on the sand
per chi pensa che la cultura nutra le
mojitos.
typical of South America but very much
cellule non solo cerebrali ma anche
gustative, a pochi metri il museo del
Cioccolato, dove il biglietto d’ingresso
è una dolce barretta, fa al suo caso.
Girando a piedi per le stradine del
barrio, dove ogni via prende il nome
dai mestieri di un tempo, non si finisce di visitare un negozio che subito
c’è un altro che invoglia a entrare,
anche lo zoo, sotto un albero secolare
at home here in cosmopolitan Barcelona,
amidst the tapas, music and mojitos.
si fa amicizia con turisti e studenti,
At the Parc de la Ciutadella, which is
si ascolta musica perché c’è sempre
also home to the city zoo, under age-old
qualcuno che suona, soprattutto ci si
trees you can meet tourists and students,
rigenera, per poi riprendere il cammi-
listen to live music (never in short supply
no. Il quartiere, tra piazzette e vicoli,
here) or simply relax before setting off
è un susseguirsi di bar e locali, per
again. The little squares and alleyways are
ogni gusto, anche per il vermouth del
lined with bars and clubs; you can sample
Born battezzato Bormuth dal bar omo-
the Born vermouth called “Bormuth”
alla moda più griffata, fino a quelli di
nimo o per il Cava, l’ottimo spumante
served in the bar of the same name or
oggettistica di ogni tipo, dai cappelli
locale. E visto che non di solo cibo si
try a glass of “Cava”, the excellent local
agli argenti. Tutto è un inno alla vita
vive, anche la scelta di locali notturni
spumante. The nightlife here is extremely
e a godersela. Varie anche le opzioni
e discoteche è ampia, che sia per un
vibrant, whether you want to sip a cock-
per il riposo che non sia la “siesta”,
cocktail o per ballare fino all’alba.
tail or dance until dawn. It’s entirely up
dalle panchine alla spiaggia, dove
Quel che si vuole e come si preferisce,
to you because – and after all this is what
soprattutto d’estate ci si imbatte nei
non per niente Barcellona è sinonimo
matters – Barcelona is synonymous with
“chiringuitos”, i bar all’aperto tipi-
di libertà.
freedom of choice.
dalle botteghe artigiane di scarpe
con pezzi unici ai vestitini vintage
42
Al Parc de la Ciutadella, dove si trova
ADV
marenostrum
44
Roma
marenostrum
Gli itinerari
giubilari
di / by Morena Pivetti
The Jubilee
walking itineraries
45
marenostrum
Itinerario / Route
Collegamenti Grimaldi / Grimaldi Links
Porto Torres
I quattro «cammini» si concludono
tutti davanti Castel Sant'Angelo.
Si snodano per il centro di Roma
e passano davanti le tre chiese
giubilari. Come registrarsi
per proseguire fino alla Porta
Santa. Dice Papa Francesco: «Il
pellegrinaggio è un segno peculiare
nell’Anno Santo, perché è icona del
cammino che ogni persona compie
nella sua esistenza».
Barcellona
CIVITAVECCHIA
Olbia
Tunisi
Civitavecchia
82 km
ROMA
I
l più famoso a raccontarlo in versi fu Dante Alighieri,
nella Divina Commedia. E precisamente nel canto
XVIII dell’Inferno, laddove spiegava che nell’anno
del Giubileo l’afflusso di pellegrini a Roma era tale che fu
necessario regolamentare il senso di marcia dei pedoni sul
ponte di fronte a Castel Sant’Angelo.
Ancora oggi tutti gli itinerari si concludono nello stesso
luogo: davanti a Castel Sant’Angelo, in origine la tomba
dell’imperatore Adriano. In questo anno santo sono quattro
gli itinerari che si snodano per il centro di Roma, da per-
corrersi rigorosamente a piedi, per raggiungere la Basilica
di San Pietro, con partenza o dalla Basilica di San Giovanni in Laterano o dalla Basilica di Santa Maria Maggiore.
Sono i percorsi giubilari scelti dal Pontificio Consiglio per
la promozione della Nuova Evangelizzazione. Lungo questi
quattro tragitti i credenti che si preparano ad attraversare la Porta Santa della Basilica di San Pietro, potranno
sperimentare il pellegrinaggio che, come ha indicato Papa
Francesco nella sua bolla di indizione del Giubileo della
Misericordia, “è un segno peculiare nell’Anno Santo, perché è icona del cammino che ogni persona compie nella sua
esistenza” e che “per raggiungere la Porta Santa… ognuno
dovrà compiere secondo le proprie forze ”.
I quattro percorsi passano accanto alle tre chiese giubilari,
San Salvatore in Lauro, Santa Maria in Vallicella (Chiesa
Nuova) e San Giovanni Battista dei Fiorentini, che garantiscono la presenza costante di sacerdoti di varie lingue
per le confessioni, l'adorazione eucaristica e momenti di
catechesi sulla misericordia. Per preparare in tal modo
i pellegrini ad attraversare la Porta Santa con spirito di
46
All four routes converge near Castel Sant’Angelo.
They wind through the centre of Rome and go via the
three churches that are the points of departure for
the “final pathway”, as registered pilgrims prepare
to cross the Holy Door. Pope Francis: “Pilgrimage is a
distinctive sign of the Holy Year of Mercy as it is the
icon of the path that every person must walk in his or
her existence”.
T
he most famous source – written in verse – of relevance
is Dante Alighieri’s Divine Comedy. In Canto XVIII Inferno,
he noted that so many pilgrims poured into Rome during
the year of Jubilee that it was necessary to erect a barrier along
the middle of the bridge under Castel Sant’Angelo so that
people going in opposite directions would not obstruct each
other.
Today as in the past, all roads lead to Rome and end in the
same place: at Castel Sant’Angelo, the mausoleum the Emperor
Hadrian built for himself. This Holy Year there are four different walking itineraries winding their way through the centre
of Rome to St Peter’s Basilica, leaving either from the Basilica
di San Giovanni in Laterano or from the Basilica di Santa Maria
Maggiore.
The routes were chosen by the Pontifical Council for Promoting
New Evangelisation. En route, the faithful preparing to cross
the Holy Door of St Peter’s can take part in the pilgrim experience which, as Pope Francis underlined in the Bull to convoke
the Jubilee of Mercy, “is a distinctive sign of the Holy Year of
marenostrum
Il Cammino Mariano, intitolato alla vergine, approda alla chiesa giubilare
di Santa Maria in Vallicella, dedicata alla natività di Maria.
The Cammino Mariano, named after the Virgin Mary, ends up in the
Jubilee church of Santa Maria in Vallicella, dedicated to the Nativity of Mary.
47
marenostrum
conversione.
I percorsi giubilari, in media 5-6 chilometri, si percorrono in mezza giornata. Si concludono tutti davanti a Castel
Sant’Angelo; per proseguire fino alla Porta Santa, occorre
registrarsi al sito ufficiale del Giubileo (www.iubilaeummisericordiae.va).
Il “Cammino Papale”, il primo degli itinerari previsti,
è il percorso compiuto per secoli dai Papi, in occasione
della loro elezione, per prendere possesso di Roma come
Vescovi della città. Nella versione giubilare, si procede
a ritroso, con partenza dalla Basilica di San Giovanni in
Laterano, passando per il Colosseo; si prosegue per Via dei
Fori Imperiali, per poi svoltare verso il carcere Mamertino,
dove furono rinchiusi i Santi Pietro e Paolo; si attraversa il
Campidoglio e si continua verso il Teatro Marcello, anche
noto come “Piccolo Colosseo”; a seguire si incontrano piazza Campitelli e Largo di Torre Argentina, per arrivare al
Pantheon e quindi a piazza Navona; dalla piazza si prende
via di Pasquino, che conduce alla chiesa giubilare di Santa
Maria in Vallicella, dove riposa San Filippo Neri; infine,
passando per via dei Banchi Vecchi, ci si dirige verso
Castel Sant’Angelo.
Il “Cammino papale” si snoda a fianco di monumenti e
luoghi turistici che fanno della capitale d’Italia una delle
cinque città più desiderate al mondo: dal Colosseo a piazza
del Campidoglio, il gioiello del Rinascimento disegnato da
48
Mercy as it is the icon of the path that every person must walk
in his or her existence” and “to reach the Holy Door […] each
person must carry out, according to his or her strengths, a pilgrimage”.
The four itineraries go via the three Jubilee churches – San
Salvatore in Lauro, Santa Maria in Vallicella (aka Chiesa Nuova)
and San Giovanni Battista dei Fiorentini – where pilgrims are
invited to stop and take advantage of the spiritual assistance
provided throughout the Holy Year by priests available for confessions (in various languages), continuous Eucharistic adoration
and catechesis on mercy. The idea is help the faithful initiate a
path of conversion and spiritual recollection as they prepare to
set out on the final step of their pilgrimage.
The Jubilee paths are an average of around 5 to 6 km each,
about half a day’s walk. They all end in front of Castel
Sant’Angelo; if you intend to continue to the Holy Door, you
must first register online on the official Jubilee website (www.
iubilaeummisericordiae.va).
The first designated route is the “Cammino Papale”, i.e. the
same one followed for centuries by Popes following their election, when they claimed possession of Rome as the city’s new
Bishop. The Jubilee version goes in the opposite direction, with
departure from the Basilica di San Giovanni in Laterano; from
there, you head past the Colosseum to Via dei Fori Imperiali,
and then to the Mamertine Prison, where the apostles Peter
and Paul are said to have been captives; you proceed from
here to the Campidoglio and then on to the Teatro Marcello,
aka the Piccolo Colosseo; next, it’s on to Piazza Campitelli and
Largo di Torre Argentina before reaching the Pantheon and
Piazza Navona; you head out of the square via Via di Pasquino,
marenostrum
Michelangelo, dal Pantheon, sempre del
periodo di Adriano alla barocca piazza
Navona, dove si sfidarono due giganti
dell’arte come Gian Lorenzo Bernini e
Francesco Borromini.
Il “Cammino della Misericordia”,
il secondo degli itinerari, è una variante
del “Cammino Papale” e si differenzia
solo nell’ultimo tratto tra piazza Navona
e Castel Sant’Angelo. Da piazza Navona
si punta a nord verso via dei Coronari, si
passa per la chiesa giubilare di San Salvatore in Lauro fino ad arrivare al Castello.
Il terzo percorso è il “Cammino del
Pellegrino”, lo storico tragitto dei fedeli
che, dall’Italia e dall’Europa giungevano
a Roma. Inizia dalla Basilica di San Giovanni in Laterano
e fino a piazza Campitelli corre parallelo agli altri due
cammini. Poi devia verso le rive del Tevere, per proseguire
verso ponte Sant’Angelo, un altro dei luoghi più suggestivi
e fotografati di Roma. Sul tracciato si incontrano la chiesa
della SS. Trinità dei Pellegrini – tradizionale punto di accoglienza per le decine di migliaia di pellegrini accorsi nella
capitale della cristianità durante i giubilei del XVI e XVII
secolo -, piazza Farnese, via Giulia ed infine la chiesa giubilare di San Giovanni dei Fiorentini.
which leads to the Jubilee church of Santa Maria in
Vallicella housing the remains of San Filippo Neri;
finally, you go up Via dei Banchi Vecchi and head
from there to Castel Sant’Angelo.
The “Cammino Papale” takes in some of the key
monuments and tourist attractions that make
the capital of Italy one of the five best cities to
visit around the world: the Colosseum, the Campidoglio, one of Rome’s most elegant squares
designed by Michelangelo, the Pantheon, again
dating back to Hadrian, without forgetting the
baroque splendour of Piazza Navona, featuring
masterpieces by the arch-rivals Gian Lorenzo
Bernini and Francesco Borromini.
The “Cammino della Misericordia”, the
second of the itineraries, is a variation on the
“Cammino Papale” insofar as only the last part from
Piazza Navona to Castel Sant’Angelo is different.
From Piazza Navona you head north towards Via dei Coronari,
and from there to the Jubilee church of San Salvatore in Lauro
before reaching the castle.
Path number three is called the “Cammino del Pellegrino”
and follows the historic route taken by pilgrims past on their way
to Rome from all over Italy and Europe. It starts at the Basilica
di San Giovanni in Laterano and runs parallel to the other two
Jubilee walks as far as Piazza Campitelli. From here you head for
the banks of the River Tiber and then on to Ponte Sant’Angelo,
another of the city’s most picturesque and photographed places.
On the way you come to the church of Santissima Trinità dei
Pellegrini (a hospice church that welcomed tens of thousands of
49
marenostrum
Il quarto itinerario è il “Cammino Mariano”. Questo
percorso intitolato alla vergine prende avvio dalla Basilica
di Santa Maria Maggiore e attraverso le viuzze del rione
Monti conduce a via dei Fori Imperiali; da qui si sovrappone al “Cammino Papale”. Il “Cammino Mariano” unisce
idealmente diversi luoghi sacri dedicati a Maria, come
Santa Maria dei Monti e Santa Maria in Campitelli, per
approdare alla chiesa giubilare di Santa Maria in Vallicella, dedicata alla natività di Maria.
Lungo i percorsi giubilari sono stati annunciati interventi
di pedonalizzazione, ampliamento dei marciapiedi, messa
in sicurezza, abbattimento delle barriere architettoniche e
segnaletica adeguata. Non tutto è stato realizzato, ma ciononostante i percorsi giubilari sono piuttosto ben indicati e
sicuri. E percorribili (per esperienza diretta) dalle due alle
quattro ore… a seconda delle soste.
L’Opera Romana Pellegrinaggi, l’organizzazione del Vicariato che gestisce l’evento giubilare, ha messo a disposizione Iubitinera, una app che aiuta i pellegrini a gestire
i quattro itinerari. L’app, disponibile gratuitamente sia in
App Store che in Google Play, accompagna i credenti indicando i diversi cammini e fornendo informazioni storiche,
artistiche e religiose su oltre 60 luoghi di interesse. Iubitinera garantisce anche informazioni dettagliate ed aggiornate sugli orari di apertura delle chiese e delle Sante Messe,
la disponibilità di confessori in diverse lingue, i momenti
di preghiera e indicazioni sulle fermate dell’Open Bus di
Roma Cristiana e delle linee urbane di bus.
50
pilgrims to the capital of Christianity during the Jubilees of the
16th and 17th centuries), Piazza Farnese, Via Giulia and finally the
Jubilee church of San Giovanni dei Fiorentini.
The fourth and final itinerary is the “Cammino Mariano”,
named after the Virgin Mary. Departure is from the Basilica
di Santa Maria Maggiore and this route takes you through the
narrow streets of the Rione Monti district to Via dei Fori Imperiali; here, the walk joins the “Cammino Papale”. The “Cammino
Mariano” includes several Marian shrines, notably Santa Maria
dei Monti and Santa Maria in Campitelli, before ending up in
the Jubilee church of Santa Maria in Vallicella, dedicated to the
Nativity of Mary.
Last year Rome announced a makeover ahead of the Jubilee
celebrations with public works projects including pedestrian
walkways, road surfacing, pavements, disabled access and traffic
signals. Not everything has been done but the official routes for
pilgrims are well marked and generally safe. They can be completed (and this is based on direct experience) in from two to
four hours … depending on how many stops you make along
the way.
Opera Romana Pellegrinaggi, which is basically the Rome Pilgrim Office and is the organisation managing the Jubilee, has
launched Iubitinera, an app designed to help pilgrims find their
way around the four itineraries. Available free of charge in both
App Store and Google Play, it accompanies the faithful on the
way and provides historical, artistic and religious information
about more than 60 places of interest. Iubitinera also guarantees detailed and up to date information regarding church
opening times and masses, the availability of confessors in different languages, prayer meetings as well as route and timetable
information for the “Roma Cristiana” Hop On Hop Off Open
Top Sightseeing Bus and ordinary city bus services.
ADV
marenostrum
52
marenostrum
Forte dei Marmi
La perla
della Versilia
di / by Massimo Belli
Forte dei Marmi, the pearl
of the Riviera della Versilia
53
marenostrum
Itinerario / Route
Collegamenti Grimaldi / Grimaldi Links
LIVORNO
Barcellona
Olbia
Palermo
Tangeri
FORTE dei Marmi
58 km
Livorno
E' sempre stata meta di nobili, artisti,
intellettuali ed imprenditori. Ed oggi
come allora il tempo è scandito tra
giornate al mare e cene, tra shopping
ed eventi, mostre e concerti che si
susseguono tra maggio ed ottobre.
I
l passeggero che sbarca da una nave al porto di Livorno
a conclusione di una piacevole traversata, può cogliere
l’occasione per visitare la Toscana, scegliendo tra mille
località.
Chi cerca un luogo che sappia conciliare le attività legate
al mare con la cultura e la moda, non può non recarsi nella
“perla” della Versilia: Forte dei Marmi, già dal primo dopoguerra meta turistica tra le più esclusive d'Italia. A ridosso
delle Alpi Apuane che rendono il clima mite, è caratterizzato da una lunga e profonda spiaggia di sabbia dorata
finissima.
Le sue origini sono legate all’estrazione del marmo. Dalla
Via di Marina che Michelangelo Buonarroti tracciò dal 1518
al 1520 su incarico di Papa Leone X, figlio di Lorenzo de
Medici. Strada percorsa dai “carratori” che trasportavano il
marmo su carri trainati da buoi dalle pendici delle Apuane
fino al mare. Qui era imbarcato sui navicelli e dopo aver
risalito l’Arno fino a Firenze, usato per la facciata della chie-
54
It has always been a favourite
with the elite, artists, intellectuals and entrepreneurs. Today,
as in the past, the local routine
consists of days by the sea plus
dinners, shopping, events, exhibitions and concerts during the
season from May to October.
P
assengers disembarking in the
Port of Livorno after a pleasant
crossing can take advantage of
the chance to visit Tuscany, where
you’re spoilt for choice.
For anyone looking for an upmarket
seaside resort with an eye for culture
and fashion, Forte dei Marmi – the
“pearl” of the Versilia – is a must: it has
been one of Italy’s exclusive tourist
destinations since the end of World
War I. Looming behind the town are
the Apuan Alps, which give the region
a mild climate, and Forte dei Marmi is
also blessed with the area’s prettiest
beaches.
The origins of the place are linked
to the marble trade. At the behest
of Pope Leo X, the son of Lorenzo
de Medici, between 1518 and 1520
Michelangelo Buonarroti built the Via di
Marina, the road that would be used to
carry slabs of the raw material on oxcarts from the quarries on the Apuane
marenostrum
55
marenostrum
sa di S. Lorenzo.
Nel 1788 terminò la costruzione del Fortino dello
Scalo dei Marmi, da cui prende nome il paese, tuttora
visibile nella centrale Piazza Garibaldi, voluto dal
Granduca di Toscana Pietro Leopoldo d’Asburgo Lorena a protezione del deposito di marmi.
Per facilitare il commercio di questa preziosa roccia,
a metà Ottocento fu realizzato un pontile che si estendeva verso il mare per 250 metri con una gru all’estremità. Nel 1943 fu distrutto dall’esercito tedesco a
difesa della Linea Gotica. L’attuale pontile, del 1958,
ha perso la sua valenza commerciale, diventando meta
di passeggiate e luogo d’incontro dei fortemarmini, dal
quale nelle giornate di cielo terso si può ammirare un
panorama che va dal Golfo della Spezia a Livorno.
Già nei primi anni del 900, Forte dei Marmi fu
scelto da nobili, artisti, intellettuali e imprenditori
non solo italiani, come meta di villeggiatura estiva
che nel quartiere "Roma Imperiale" fecero costruire
importanti ville disegnate dai migliori architetti. In
quell’epoca Forte dei Marmi era frequentato da Thomas Mann, Gabriele D’Annunzio, Italo Balbo, Curzio
Malaparte, ma anche Guglielmo Marconi, lo scultore
Henry Moore, per non parlare della famiglia Agnelli e
molti altri.
Da borgo di pescatori e deposito di marmi, iniziò la
sua trasformazione con la nascita dei primi stabilimenti balneari e pensioni per accogliere i forestieri.
Nell’estate 1929, l'albergatore Achille Franceschi
decise di ripulire un vecchio capanno per gli attrezzi
sulla spiaggia, dotandolo di un bancone da bar, un
grammofono e tavolini per giocare a carte. Nacque
così “La Capannina di Franceschi”, locale storico
della Versilia.
Oggi i turisti trovano accoglienza in oltre cinquanta
hotel, dai prestigiosi 5 stelle le cui hall ospitano rinomate gallerie d’arte e antiquari, a quelli più economici. Numerose le case in affitto e grandi ville, gradite
soprattutto ai russi, anche se negli ultimi tempi stanno
occupando zone più decentrate.
Per trascorrere le giornate al mare, si può scegliere
tra cento stabilimenti balneari: dai più esclusivi e
mondani con le famose tende con lettini, sdraio, tavolo
e teli mare, ad altri con dotazioni più comuni, dove
sono organizzate feste e si può cenare in riva al mare.
Ovunque, però, il comportamento dei bagnanti è sempre in stile “Forte”.
Altra attività prediletta è lo shopping. Partendo da
Piazza Garibaldi, magari dopo aver gustato una delle
celebri “focaccine” di Valè proprio davanti al pozzo
del 1800, si cammina per le vie del centro, dove si
56
marenostrum
slopes to the coast, from where it was sent on boats up
the Arno River to Florence and used for the facade of
the church of San Lorenzo.
In 1788 work ended on the construction of the Fortino
dello Scalo dei Marmi, after which the town is named;
this fortress, which can still be seen in the central Piazza
Garibaldi, was commissioned by the Grand Duke of
Tuscany Pietro Leopoldo of Habsburg-Lorraine and
designed to protect the marble deposits.
To facilitate the trade of the precious stone, in the
middle of the 19 th century a pier 250 metres long was
built out to sea with a crane at the end. In 1943 the
wharf was destroyed by the German army defending
the Gothic Line. Rebuilt in stone in 1958, the current
pier is no longer used for commercial shipping and
has become a place where the locals meet and promenade; on a clear day, there’s a splendid view from here
extending all the way from the Gulf of La Spezia to
Livorno.
By the early 20 th century, Forte dei Marmi had become
a popular destination for the nobility, artists, intellectuals and entrepreneurs from other parts of Italy and
abroad; the choice area to stay in during the summer
was “Roma Imperiale”, in one of the purpose-built villas
designed by the leading architects of the day. Regular
visitors included the likes of Thomas Mann, Gabriele
D’Annunzio, Italo Balbo, Curzio Malaparte, Guglielmo
Marconi, the sculptor Henry Moore, the Agnelli family
and many other notables.
Forte dei Marmi turned from a fishing village and a
marble depot into a fully fledged resort with the establishment of the first private beach clubs and dedicated
accommodation for out-of-towners. In the summer
of 1929, the hotelier Achille Franceschi decided to do
up an old shed on the beach and equip it with a bar
counter, a grammophone and card tables. These were
the beginnings of La Capannina di Franceschi, which was
to become a Versilia landmark.
Today’s tourists can choose between over 50 hotels,
from prestigious 5-star resorts with lobbies that are
veritable art galleries and antique collections, to budget
accommodation. There are also lots of houses for rental
as well as large villas, particularly sought after by Russians, although they’ve recently started opting for places
further away from the town centre.
For a day by the seaside the choice is no less impressive:
around 100 bathing establishments ranging from the
most exclusive beach clubs – a playground for the rich
and famous – equipped with canvas tents, sun loungers,
deck chairs, tables and beach towels to other less lavish
establishments where you can organise parties and dine
by the sea. No matter which one you choose, however, bathers always observe the rules of “Forte” style
behaviour.
Another favourite pastime here is shopping. If you set
off from Piazza Garibaldi, maybe after having one of
57
marenostrum
affacciano negozi di lusso delle maggiori maison di moda
internazionali, come si possono trovare solo nelle più grandi
città del mondo, accessibili a pochi. Per tutti, invece, l’imperdibile mercato in Piazza Marconi ogni mercoledì mattina e
da Pasqua a Ottobre anche la domenica dove si trova di tutto:
abbigliamento alla moda e low cost.
Alle vetrine delle boutiques, si alternano bar, ristoranti (tre
dei quali stellati: Bistrot, Lorenzo, La Magnolia) e trattorie,
dove gustare la cucina tradizionale versiliese a base di pesce
fresco che ha negli spaghetti alle arselle il suo piatto tipico.
Celebri gli eventi organizzati ogni anno: il 23 Maggio, 6 e 20
Giugno il Campionato mondiale di fuochi d’artificio; il 12,
13 e 14 Giugno il primo Festival degli artisti di strada; il 21
Agosto il Palio dei Bagni, tradizionale sfida tra bagnini a
bordo dei pattini da salvataggio. Poi la fiera di Sant’Ermete,
patrono del Comune che si celebra il 26, 27 e 28 Agosto.
Quella di San Francesco d’Assisi, nella frazione di Vittoria
Apuana, il 9 Ottobre. Il mercatino dell’antiquariato, ogni
secondo fine settimana del mese, in Piazza Dante. Nella
pineta davanti al pontile, tutte le sere vanno in scena spettacoli e animazione per ragazzi.
Numerosi anche gli appuntamenti con l'arte e la cultura.
Villa Bertelli ospita mostre, spettacoli e concerti. Nei locali
del Fortino ha sede il Museo della Satira e della Caricatura.
Il 17 Settembre alla Capannina si assegna il 44° Premio
Satira Politica. Altro luogo importante per la sua attività culturale è la Casa Museo Ugo Guidi. Senza dimenticare il Teatro della Versiliana a Marina di Pietrasanta e per gli amanti
della lirica il Festival Puccini nella vicina Torre del Lago dal
15 Luglio al 13 Agosto.
58
Valè’s famous focaccine opposite the 19 th century well, you can
stroll around the centre of town, lined with international High
Street boutiques and luxury stores; the streets are awash with
big name brands normally associated only with high-end shopping in the world’s biggest cities. More affordable is the mustsee market in Piazza Marconi held every Wednesday morning
and – from Easter to October – also on Sundays: fashion and
all sorts of bargains.
There are of course also lots of bars, restaurants (those with
Michelin stars are Bistrot, Lorenzo and La Magnolia) and trattorias serving traditional Versiliese fare, notably seafood and the
local staple spaghetti alle arselle (with clams).
An impressive series of events takes place every year: on 23
May and 6 and 20 June, the International Fireworks Festival; on
12, 13 and 14 June the first Festival of Street Performers; on 21
August the Palio dei Bagni, a traditional race between lifeguards
rowing their rescue boats. The Fiera di Sant’Ermete, dedicated
to the town’s patron saint, is held from 26 to 28 August while
the Fiera di San Francesco d’Assisi is on 9 October in Vittoria
Apuana. There’s also an antique market in Piazza Dante on the
second weekend of every month. Meanwhile, each evening in
the pine grove opposite the pier, there are shows and entertainment for young people.
There’s also a packed artistic and cultural calendar. Villa Bertelli
stages exhibitions, performances and concerts. On the premises of the Fortino is the Museo della Satira e della Caricatura.
On 17 September this year, the 44th edition of the Political
Satire Awards will be held at the Capannina. Another local
cultural venue is the Casa Museo Ugo Guidi. Mention should also
be made of the Teatro della Versiliana in Marina di Pietrasanta
and – for opera lovers – the Puccini Festival in nearby Torre del
Lago from 15 July to 13 August.
ADV
O U T L E T
Arcus GrimaldiL 216x286.indd 2
22/03/16 11:24
marenostrum
Da Palermo
a Trapani:
magia di una
costa
di / by Nino Aiello
60
From Palermo to Trapani:
a magical stretch of coast
marenostrum
61
marenostrum
Itinerario / Route
Collegamenti Grimaldi / Grimaldi Links
Livorno
Salerno
PALERmO
Tunisi
Palermo
Immediatamente fuori dal capoluogo,
a Terrasini, il Museo del “ figlio del re
dei Francesi”. Una sosta nel golfo di
Castellammare, quindi a piedi tra i profumi
dello Zingaro, poi proiettati nel bagliore
delle saline ed infine, Erice.
U
n approccio dall’aria all’aeroporto di Palermo FalconeBorsellino regala al viaggiatore curioso e attento un primo
colpo d’occhio del Golfo di Carini e di quello assai più
esteso di Castellammare. Sono solamente alcuni minuti di volo, ma
bastano a dare un’idea della bellezza dei luoghi e della costa sino
a San Vito Lo Capo. E’, però, tutto il percorso che dalla capitale
dell’Isola conduce a Trapani che merita una visita non svagata e
superficiale, per il fascino del paesaggio, la natura rigogliosa, le
importanti opere d’arte, le incantevoli spiagge, la Storia e le storie
che l’avvolgono, il richiamo di una gastronomia che ha pochi eguali
per ricchezza e bontà.
Porto peschereccio e località turistica, Terrasini attrae, oltre che
per le sue lingue di sabbia dorata, per l’affascinante piazza Duomo,
un’area pedonale movimentata da bei bar e luoghi di ristoro. Immancabile la visita a Palazzo d’Aumale, sede dell’interessante “Museo
Interdisciplinare di storia naturale e mostra permanente del carretto
siciliano”, ricordo indelebile di Henri d’Orleans, duca d’Aumale,
figlio del re di Francia Luigi Filippo e di Maria Amelia di Borbone,
l’uomo più ricco del suo tempo, che amò tanto questo comprensorio
da acquistarvi e mettere a coltura un feudo di 3.300 ettari in cui
produceva il famoso vino dello “Zucco”, dal nome dell’immensa
tenuta dove, peraltro, morì, per sempre immortalato come “il vino
del figlio del re dei Francesi”.
Fra rigogliose colline e infinite distese a vite, il golfo di Castellammare lascia basiti per la scintillante bellezza delle sue spiagge di
sabbia finissima. Niente di meglio di una sosta rinfrescante, quindi,
62
Trapani
107 km
Not far from Palermo is Terrasini with the
Museum of the “son of the king of the
French”. Next stop is the Gulf of Castellammare, with a walk in the Zingaro Nature
Reserve, followed by the dazzling salt plains
and – last but not least – Erice.
I
f you fly to Palermo, when the plane makes its final
approach to Falcone-Borsellino Airport you can
see breathtaking views of the Gulf of Carini and the
larger Gulf of Castellammare. Already this gives you
a good idea of the beauty of this stretch of coastline
extending as far as San Vito Lo Capo. Then again,
all of the coast from the Sicilian capital to Trapani is
worth exploring for the landscape, the luxuriant natural scenery, the important works of art, the superb
beaches, the history writ large and small, plus the culinary offerings that are hard to match elsewhere.
Terrasini is a fishing port and a tourist resort that has
beaches with golden sand and a splendid cathedral
square, the latter being a pedestrian precinct with
attractive bars, cafés and restaurants. A must see is
the Palazzo d’Aumale, housing the interesting “Interdisciplinary Natural History Museum and permanent
exhibition of the Sicilian cart”, with lasting traces of
Henri d’Orleans, Duke of Aumale, the son of the
marenostrum
63
marenostrum
64
marenostrum
in un delizioso e curato albergo sui toni del bianco e dell’azzurro,
adagiato sulla stupenda spiaggia di Alcamo Marina. Una pur breve
escursione ad Alcamo darà grandi sorprese sotto il profilo artistico.
L’importante centro, infatti, è stato sede di innumerevoli ordini religiosi, che hanno lasciato chiese e conventi di non comune armonia
ed eleganza, fra le quali merita una visita almeno la slanciata quattrocentesca chiesa Madre.
Antichissimo porto della vicina Segesta - imperdibile must per il suo
spettacolare e ben conservato tempio dorico del V secolo a.C. e il
meraviglioso panoramico teatro del III secolo a. C., sede di affollate
rappresentazioni artistiche estive - Castellammare del Golfo è località turistica assai ambita. Di notevole appeal le lunghissime spiagge
sabbiose, ma non è da meno l’aspetto artistico e architettonico, che
ha nel fascinoso castello di matrice araba, a picco sul mare, una
delle sue massime espressioni.
La vicina Scopello accoglie i numerosi ospiti con la scintillante bellezza del paesaggio, le squisite calette di acqua cristallina, i faraglioni, le vecchie torri di guardia, i resti dell’antica tonnara del XIII
secolo. Siamo in un suggestivo piccolo borgo contadino, abbracciato
ad un baglio settecentesco, che ha preso il posto di un antico casale
arabo ed è diventato, con i suoi animati localini, trattorie, negozi di
ceramiche e prodotti gastronomici, uno dei più amati siti turistici
della Sicilia Occidentale.
Adagiata fra Scopello e San Vito Lo Capo, la Riserva Naturale
King of France Louis-Philippe and Marie Amalie of
Bourbon; the Duke was the richest man of his day
and he loved this area so much that he purchased a
3,300-hectare property and used it to produce the
famous “Zucco” wine, named after his estate. Henri
died here and was immortalised thanks to his vino,
which became known as “the wine of the son of the
king of the French”.
Amidst lush hills and endless vineyards, the Gulf of
Castellammare takes the visitor’s breath away with
its stunningly beautiful beaches of fine sand. The
beach at Alcamo Marina is just the place for an
invigorating stopover, in a delightful blue and white
waterfront hotel. A brief excursion to Alcamo offers
no shortage of artistic surprises. This important
centre was home in the past to countless religious
orders who built some fine ecclesiastical architecture,
notably the narrow 15th century Chiesa Madre.
Castellammare del Golfo was the ancient port of
nearby Segesta – a compulsory tourist stop on
account of the spectacular and well preserved 5th
century BC Doric temple and the wonderful panoramic amphitheatre dating back to the 3rd century
BC, a popular venue for summer performances
– and is a sought after tourist resort with great
beaches and appealing art and architecture; one of
the highlights is the castle of Arabic influence built
on the hefty rocky promontory.
It’s not far from here to Scopello, which attracts
many visitors due to its picturesque landscape with
the tiny coves of crystal clear water, sea stacks, old
watchtowers and the remains of the 13th century
tonnara or tuna fishery. The actual village of Scopello
perches on a ridge and comprises little more than
the enclosed courtyard of the 18 th century baglio,
or manor house, now the focus of local life with its
busy bars, restaurants, trattorias, food shops and
ceramicists’ workshops. In high summer this is one of
Western Sicily’s most popular tourist destinations.
Between Scopello and San Vito Lo Capo, the Riserva Naturale Orientata dello Zingaro is a veritable
corner of paradise. Completely unspoiled, it is only
reachable via one of the nature trails and offers
a remarkable cocktail of Mediterranean scrub –
asphodel, irises, daffodils, broom– sheltered by large
carob trees and dwarf palms and combined with the
salty air from the craggy coves; meanwhile the eagles
soar above as the mischievous seagulls hover closer
overhead.
San Vito Lo Capo, at the very tip of the north-
65
marenostrum
Orientata dello Zingaro è un vero angolo di paradiso. Percorribile
solo a piedi, offre un effluvio di numerosissime essenze della macchia mediterranea quali asfodeli, iris, narcisi, ginestre, le quali,
protette da grandi carrubi e palme nane, mescolano i loro profumi a
quelli salmastri delle azzurre onde delle calette, mentre in cielo volteggiano le aquile e i dispettosi gabbiani disegnano i loro fantasiosi
ghirigori.
Incantevole località balneare, San Vito Lo Capo ha un tessuto urbano di viuzze e case basse, che circondano una adamantina spiaggia
sabbiosa di singolare gradevolezza. Sede di attività legate alla pesca
e all’agricoltura, ha conosciuto negli ultimi tre lustri un forte sviluppo turistico per una manifestazione internazionale di grande successo, il Cous Cous Fest, Festival Internazionale dell’Integrazione
Culturale, che si tiene a settembre.
L’arrivo a Trapani, città operosa e moderna, è segnato dall’incantevole centro storico, un vero gioiello di architettura e opere d’arte.
66
western headland, is a seaside resort with a residential feel and low houses around the superb sandy
beach. In the last 15 years or so the traditional local
activities of fishing and farming have been joined by a
booming tourism industry thanks to the international
success of the Cous Cous Fest, Festival Internazionale
dell’Integrazione Culturale, which takes place in September.
Trapani is a predominantly modern and congenial
port town, though it also has an elegant old centre.
It is a departure point for the hydrofoils going to the
magnificent nearby Egadi islands (Favignana, Levanzo
and Marettimo). The old town has a medieval Jewish
quarter (half of the Jewish community left Sicily in
1493). A must is the Good Friday procession of the
Misteri, which has been held for more than 400 years
and attracts a huge crowd; it starts at 2 pm, continues
marenostrum
Dal porto - da cui salpano gli aliscafi per le magnifiche vicine isole
for 24 hours and involves the carriage around town
Egadi (Favignana, Levanzo e Marettimo) - il viaggiatore si addentre-
of a group of life-sized 18th century wooden statues
rà in quella che fino al 1493 era la Giudecca ebraica, e ne coglierà
depicting scenes from the Passion. The Riserva Natu-
le tenui tracce rimaste. Imperdibile la processione dei misteri del
rale Integrale Saline di Trapani e Paceco, 1,000 hec-
Venerdì Santo, che, in una straordinaria cornice di folla, da oltre
tares of rugged beauty, comprises the recently revital-
400 anni inizia immancabilmente alle ore 14 per concludersi 24
ised salt pans with their colourful windmills, canals and
ore dopo. La Riserva naturale integrale Saline di Trapani e Paceco,
tanks.
1.000 ettari di rutilante bellezza, permette di vedere ancora oggi
Proud and majestic, the sacred mountain haunt of
all’opera i salinari, le piccole abbaglianti montagne di questo pre-
Erice has retained intact its creeping medieval hillside
zioso prodotto e i colorati mulini a vento d’epoca.
alleys, stone buildings and silent charm. It was founded
Maestosa e fiera, Erice mantiene intatta la sua trama urbana medie-
by the Elymnians, who claimed descent from the Tro-
vale e offre le indescrivibili attrattive di un panorama che coglie
jans, and a magnificent temple dedicated to the Medi-
terra e mare a perdita d’occhio. Sede di un celebre tempio dedicato
terranean goddess of fertility once topped the moun-
alla dea della fecondità, fu nei millenni roccaforte dei misteriosi
tain. The views from the terraces are stupendous and
Elìmi e vive ancora oggi, come per magia, di cortiletti fioriti, prezio-
scouting around is highly rewarding: every street and
se chiese e infiniti arcani silenzi.
piazza is a delight.
67
marenostrum
68
marenostrum
Esplorando la
meravigliosa
area del fiume
Acheronte
di / by Kostas Farmakis
Exploring the wondrous
Acheron River area
69
marenostrum
Itinerario / Route
Collegamenti Grimaldi / Grimaldi Links
Trieste
Ancona
Brindisi
IGOUmENITSA
PATRASSO
52 km
Igoumenitsa
ACHERONTE
220 km
Patrasso
La mitica porta d'ingresso agli inferi
è un paradiso per gli appassionati di
storia, natura e attività all'aria aperta.
I
l fiume Acheronte e i suoi dintorni, uno dei luoghi più
affascinanti del sud Europa, si trova a meno di un'ora
di auto dal porto di Igoumenitsa, e a tre ore da Patras-
so, nella Grecia occidentale. Partendo dall’area a ridosso
del fiume, i visitatori possono fare trekking fluviale lungo
un percorso caratterizzato da catene montuose mozzafiato,
profondi canyon attraverso i quali il fiume scorre intensamente, fino alla sua foce, camminando lungo sentieri
antichi e su vecchi ponti ad arco in pietra, visitando oracoli
dell'antichità, e concedendosi i piaceri culinari unici della
regione.
70
The mythical gateway to the underworld
is a paradise for enthusiasts of history,
nature, and outdoor activities.
A
cheron River and its surrounds, one of southern
Europe’s most captivating spots, is located less than
an hour’s drive from Igoumenitsa port, or three hours
from Patras, in western Greece. Using the river areas as a base,
visitors may go river trekking along a route featuring breathtaking mountain ranges with deep canyons, through which
the river rushes fiercely, all the way to the estuary, walk along
ancient paths and over old arched stone bridges, visit oracles
from antiquity, and also indulge in the region’s unique culinary
pleasures.
Gateway to the underworld
According to Greek mythology, the souls of all deceased
reached Hades after crossing to the other side of the Acheron
La porta di ingresso agli inferi
River, guided by Hermes, or Mercury, in the Roman adaptation
Secondo la mitologia greca, le anime di tutti i defunti
of the Greek pantheon. Ancient Greeks placed an obolus coin
raggiungevano l’Ade dopo aver attraversato l'altra riva del
(period currency) under the tongues of the deceased as pay-
fiume Acheronte guidati da Ermes, o Mercurio, l'omologo
ment to Charon, the ferryman of the souls, for passage across
romano del dio greco. Gli antichi Greci collocavano una
the river to the world of the dead. Those whose passage fee
moneta di obolo (moneta antica) sotto le lingue dei defunti
could not be provided were condemned to wander the river’s
come corrispettivo da pagare a Caronte, il traghettatore
banks for one hundred years.
marenostrum
La gola del fiume
Acheronte, con i
suoi stretti passaggi
e imponenti massi
alti fino a duecento
metri, è uno
scenario di rara
bellezza.
The Acheron River
canyon, with its narrow
wide passages and
towering boulders
reaching an height of
200 metres, is a natural
setting of rare beauty.
71
marenostrum
delle anime, per il passaggio, attraverso il fiume, al mondo
Riferimenti al fiume si trovano in numerosi testi di antichi
dei morti. Coloro che non riuscivano a pagare la quota
scrittori e poeti, tra cui "L'Odissea" di Omero, "Antigone"
del passaggio venivano condannati a vagare sulle rive del
di Sofocle, "Alcesti" di Euripide, così come nelle poesie
fiume per cento anni.
di Saffo. Si narra che i Titani, secondo la mitologia greca,
L'oracolo di Acheronte, o Oracolo dei morti, era situato
abbiano bevuto l’acqua dal fiume Acheronte per dissetarsi
dove sorge attualmente il villaggio di Mesopotamos. La
durante la Battaglia dei Titani, una serie di battaglie tra
sua funzione non era quella di fornire previsioni sul futu-
titani (una vecchia generazione di dei) e gli dei dell'Olim-
ro, come avveniva negli oracoli di Delfi e Dodona, ma di
po, la generazione più giovane che avrebbe poi regnato
facilitare la comunicazione tra le persone vive e le anime
sul monte Olimpo. Per punire i Titani, uno Zeus infuriato
dei familiari morti. L'oracolo è stato in attività dal V seco-
avrebbe annerito e reso amara l'acqua del fiume.
lo a.C. fino al 167 a.C., quando fu distrutto dai Romani.
In quei secoli, gli ospiti dovevano soddisfare una serie di
72
Lungo i canyon dell’Acheronte
richieste fisiche e mentali, lasciando anche diverse offerte,
Esplorare il fiume Acheronte, il suo canyon e le zone circo-
così da far recuperare ai sacerdoti le anime, che appari-
stanti, è un'esperienza unica. La sorgente del fiume Ache-
vano come ombre. Le rovine dell’Oracolo possono essere
ronte (Piyes), a circa due chilometri dal villaggio di Glyki,
visitate ancora oggi.
si posiziona come punto più emozionante del percorso. I
marenostrum
The Necromantic oracle of Acheron, or oracle of the dead,
to have drunk water from the Acheron River to quench their
was located where the modern-day village Mesopotamos
thirsts during the Battle of the Titans, a ten-year series of bat-
stands. Its purpose was not to provide predictions of the
tles between the Titans (an older generation of gods) fighting
future, as was the case at the oracles of Delphi and Dodoni,
against the Olympians, the younger generation who would
but to facilitate communication between living persons and
come to reign on Mount Olympus. To punish the Titans, an
the souls of dead family members. The oracle functioned from
enraged Zeus blackened and made bitter the river’s water.
the
5th
century BC until 167 BC, when it was destroyed by the
Along the Acheron River straits
Romans. During its day, guests had to meet a series of physical
Visiting the Acheron River, its canyon and surrounding areas is
and mental demands, and also leave various offerings, in order
a unique experience. The Acheron river source (Piyes), about
for the priests to recover souls, which appeared in the form of
two kilometres from the village Glyki, ranks as the route’s most
shadows. The oracle’s remains may be visited today.
impressive spot. The plane trees and crystal-clear waters make
References to the river are made in texts by ancient writers
for a magical setting. The river’s entire gorge, beginning from
and poets, including “The Odyssey” by Homer, “Antigone”
the village Serziana in the wider Ioannina area and running to
by Sophocles, “Alcestis” by Euripides, as well as poems by
Glyki, a five to six hour trek, is a natural setting of rare beauty.
Sappho. The Titans, according to Greek mythology, are said
It features narrow two-meter wide passages, towering boulders
73
marenostrum
platani e le acque cristalline rendono l’ambiente magico.
L’intera gola del fiume, a partire dal villaggio Serziana
nella zona più ampia di Ioannina e fino a Glyki, un trekking di 5-6 ore, è uno scenario naturale di rara bellezza. E’
caratterizzato da stretti passaggi di due metri di larghezza,
imponenti massi alti fino a duecento metri e un ambiente
ultraterreno che aveva spinto gli antichi Greci a credere
che quel luogo fosse la porta verso il mondo sotterraneo. La
lunghezza della gola è di circa dieci chilometri, e può essere percorsa sia in acqua (rafting, kayak, ecc) sia facendo
trekking.
Uno dei percorsi di trekking più utilizzati inizia alla sorgente del fiume e termina al ponte Dalas. Questo tratto
richiede circa 90 minuti. Proseguendo per un'altra mezz'ora
si arriva all’altopiano di Souli. Sulla strada si notano i resti
di un vecchio mulino ad acqua.
L'altro itinerario, da Glyki a Trikastro, che costeggia il
fiume, dura circa quattro ore. Un percorso meno impegnativo inizia dal chiosco informativo di Glyki fino a Skala
Tzavelenas e Spilia tou Drakou (Grotta del Drago), da dove
sgorga l'acqua, prima di tornare al punto di partenza lungo
il fiume.
Un paradiso all’aria aperta
Il fiume offre innumerevoli opportunità per attività all’aperto, dalla sua sorgente in montagna fino alla sua foce. I
visitatori possono scegliere tra attività di rafting, kayak, e
canoa-kayak lungo le forti correnti d’acqua tra ambientazioni spettacolari. Si nuota nelle acque fredde, oppure si fa
canyoning nelle gole del fiume, mountain-bike, equitazione
a Piyes, parapendio a Paramythia, una mini crociera in
caicco, e anche godere di immersioni subacquee e sport
acquatici a Ammoudia, dove il fiume Acheronte incontra
il Mar Ionio. I visitatori possono anche coprire in barca
il tratto di fiume dalla zona a monte fino a Mesopotamos,
osservando il ricco ecosistema della zona, formato da 150
specie di uccelli e più di 400 specie di piante e alberi. La
zona più ampia appartiene a “Natura 2000”, la rete europea di aree naturali protette.
Altri punti di interesse
Una camminata di circa 30 minuti dal villaggio di Samoniva porta al castello di Kiafa, una incredibile fortezza del
XVII secolo. Il famoso oracolo di Dodoni si trova a un'ora
di macchina da Glyki, così come ad un'ora c'è Igoumenitsa.
Due delle più belle spiagge della Grecia, Sarakiniko e
Karavostasi, si trovano lungo il percorso da Ammoudia, l'estuario, a Sivota, con una distanza di sessanta chilometri.
74
marenostrum
reaching as high as two hundred metres, and an otherworldly
setting that had prompted the ancient Greeks to believe this
location was the gateway to the underworld. The gorge’s
length runs approximately ten kilometres, in total, and can be
covered either over the water (rafting, kayak etc) or trekked.
One of the most popular trekking routes begins at the river
source and ends at the Dalas bridge. This stretch requires
about ninety minutes. Carrying on for a further half hour leads
to the Souli plateau. The remains of an old water mill are
passed along the way.
The other route, from Glyki to Trikastro, running alongside the
river, takes about four hours to complete. A less demanding
route begins from the Glyki information kiosk, to the Skala
Tzavelenas point and Spilia tou Drakou (Cave of the Dragon),
from where water gushes, before returning to the starting
point along the river.
An outdoors paradise
The river and gorge offer countless opportunities for outdoor
Dove soggiornare
Where to stay:
Piges Hotel
Vouvopotamos, Piges Acheronta,
Greece
www.acheronsprings.gr
[email protected]
activities, stretching from the river source on the mountain to
the estuary. Visitors may engage in rafting, kayak, and canoekayak activities along the river’s strong flowing waters amid
spectacular settings, go swimming in the cold waters, canyoning
at the river straits, mountain-bike riding along the river, horse
riding at Piyes, the river source, paragliding at the Paramythia
location, take a mini caique cruise, and also enjoy scuba diving
and water sports in Ammoudia, where the Acheron River
meets the Ionian Sea. Visitors may also cover the river stretch
from the upstream area to Mesopotamos by boat and observe
the area’s rich ecosystem – 150 bird species and over 400
plant and tree species have been recorded. The wider area
belongs to Natura 2000, the EU-wide network of nature protection areas.
Other points of interest
A thirty-minute walk from the village Samoniva leads to the
Kiafa castle, an amazing 17th century fortress. The renowned
Dodoni oracle is located one hour away by car from Glyki,
as well as an hour from Igoumenitsa. Two of Greece’s most
beautiful beaches, Sarakiniko and Karavostasi, are located along
the route from Ammoudia, the estuary, to Syvota, a sixtykilometre distance.
75
marenostrum
Posillipo dal
mare e la storia
delle «sue» ville
di / by Vanni Fondi
Posillipo from the sea
and the history of its villas
76
marenostrum
77
marenostrum
Itinerario / Route
Collegamenti Grimaldi / Grimaldi Links
CIVITAVECCHIA
Porto Torres
Barcellona
Olbia
SALERNO
Palermo
Tunisi
Civitavecchia
294 km
Napoli
55 km
SALerno
Il nostro viaggio parte dalla baia di
Trentaremi e si conclude all'ex Sea
Garden. C'è villa Rosebery, antica
residenza dei reali ora del Presidente
della Repubblica.
La “rosso pompeiana” dei Barracco,
villa Volpicelli di “Un posto al sole”,
villa Lauro, palazzo Donn'Anna e
… centinaia di altre, importanti,
imponenti, molte nobili.
N
obile e popolare, misteriosa e solatia. Vista dal
mare, Posillipo è ancor più bella. Il fascino immobile e poeticamente scrosticciato delle antiche,
antichissime ville, il gioioso brulichio delle barche, fra cui
le ultime lampare dei pescatori che circolano a pochi metri
dalla costa, tutto qui è il sintomo di una contaminazione
virtuosa che rende più vivace e originale l’intero quartiere.
E che rende la famosa collina napoletana non solo un luogo
privilegiato di vacanza, anche mentale, ma anche e soprattutto una fonte di ispirazione. Per tutti.
78
Our tour starts from the Bay of Trentaremi and
ends at the ex-Sea Garden. Highlights include Villa
Rosebery, originally a royal palace and now one of the
Italian President’s official residences, the “Pompeian
red” Villa Barracco, Villa Volpicelli (the location for Un
posto al sole), Villa Lauro, Palazzo Donn’Anna and
… hundreds of other important (very) stately homes
fronting the seashore.
N
oble and plebeian, mysterious and sunny. Seen from
the sea, the view of Posillipo is even lovelier. The
timeless and poetically fading charm of the ancient
villas, the joyously swarming boats, notably the last lampare
(boats used for fishing by lamplight) hugging the coast, everything here is synonymous with the unique blend of influences
and experiences that makes this area so lively and romantic.
The famous Naples hillside district is not only an exclusive place
to holiday and recharge your batteries but also and above all a
source of inspiration. For everyone.
The ideal starting point for a coastal tour from here heading
towards the city is the Bay of Trentaremi and its natural grottoes once said to have been inhabited by ravenous moray eels
that would devour the enemies of the mighty Romans who
lived on and embellished the tufa cliffs. From here you can see
the archaeological excavations of the former Pausilypon, with
marenostrum
Un tour sotto costa verso la città può partire idealmente
dalla baia di Trentaremi e dalle sue grotte un tempo popolate da fameliche murene pronte, secondo le leggende, a
divorare i nemici dei potenti romani che abbellivano e
abitavano i tufacei promontori del luogo. Nemici buttati
giù dall’alto, da dove si stagliano i resti del complesso
archeologico del Pausilypon, con la villa di Vedio Pollione
e l’anfiteatro, raggiungibili attraverso la grotta di Seiano.
O dalla Gaiola. Solo da queste parti si possono trovare le
cozze gobbate, lisce e non pelose, vicino a queste rocce un
tempo anche loro lisce e ora rimodellate dall’uomo che le
aveva trasformate in cave. Che ora circondano l’area marina
protetta attorno alle mura di ville che hanno ospitato illustri
ospiti ai quali però non hanno portato fortuna. Superato
il porticciolo della Gaiola e Villa Tozzoli, ecco altri resti
romani collegati alla villa del Pausilypon, quelli della
Villa dei Misteri, inserita fra gli scogli della vecchia Villa
Beck, un tempo bagno gestito da contadini, ora un vero e
proprio stabilimento chiamato Villa Imperiale. Un po’ più
avanti ecco svelarsi il fascino del borgo di Marechiaro, con
la spiaggia frequentata dagli arzilli vecchietti, notabili e
scugnizzi amanti del mare che fanno il bagno tutto l’anno,
lo scoglione, un paio di lidi noti ai posillipini e in rada
the Villa of Vedius Pollione and the amphitheatre, which can be
reached via the spectacular Seiano (or Gaiola) Grotto, a tunnel
through the Posillipo hill itself. This is the only place you can
find humped mussels, which are smooth as opposed to hairy.
The tunnels now surround the marine protected area containing the promontory and the walls of villas that once housed
illustrious but often ill-fated guests. Once you leave the marina
and Villa Tozzoli at the small island of Gaiola, you come to the
Roman ruins of Villa Pausilypon and Villa dei Misteri, perched
on the rocky outcrop of the former Villa Beck, once a bathing
establishment run by local peasants and now an exclusive club
called Villa Imperiale. A bit further on you come to the picturesque former fishing village of Marechiaro, now a resort with a
beach where people (a rich mix of sprightly seniors, notables
and streetwise kids) swim all year round, the scoglione rocks
and a couple of lidos popular with the locals. There’s also a
boat-cum-restaurant offering short tours on the water. Another
option is to walk up past the Fenestrella (“lover’s window”) to
the trattoria da Cicciotto for fresh seafood followed by delicious babà (Neapolitan sponge cake soaked in rum with a fruit
filling). The village, topped by the church of Santa Maria del
Faro, continues amidst sparsely inhabited greenery as far as Villa
Fattorusso, overlooking Rocce Verdi, another popular bathing
spot on Zafferana Bay, before you come to the Parco Sud Italia.
Next are two large, well-known villas, the superb “Pompeian
79
marenostrum
una barca-ristorante con la quale poter effettuare un minigiro cittadino del Golfo ordinando il pranzo da consumare
in acqua. A meno che non ci si voglia inerpicare su per
la “Fenestrella”, fino ai tavoli di Cicciotto per una scorpacciata di pesce fresco chiusa da un bel babà preparato
sapientemente da una signora del luogo. Il borgo, sovrastato
dalla chiesa di Santa Maria del Faro e abitato un tempo
da pescatori, prosegue nel verde, più o meno abitato, fino
a Villa Fattorusso, che domina le Rocce Verdi, altro lido
frequentato sulla cala della Zafferana, prima del Parco Sud
Italia. A seguire, due grandi e conosciute ville, la bellissima magione dei Barracco, color rosso pompeiano, e la bianca residenza napoletana della presidenza della Repubblica,
Villa Rosebery, tempo fa residenza dei reali d’Italia e prima
ancora di nobili cosmopoliti che la lasciarono in eredità
alla Stato. Alla fine del grande parco, ecco Villa Volpicelli,
ai più nota col nome televisivo di Villa Palladini, ovvero la
sede stabile della soap opera napoletana dei record, “Un
posto al sole”, e dei suoi decennali protagonisti. Dalla baia
di Riva Fiorita si arriva poi a quella del Cenito, frequentissima da yacht e gozzi pure d’inverno, quando la giornata
permette un fuori programma a mare (e cioè spesso). Da
qui si vedono Villa Fernandez, Villa Gallotti, Villa Rae
(ex Craven) e Villa Ricciardi (ex Karnap), da dove i nobili
abitanti scendevano spesso in barca a “mischiarsi” con gli
scugnizzi del luogo. Fra le più belle, Villa Lauro, costruita
su mura secentesche e originariamente chiamata Rocca
Matilde e poi Villa Peirce. E, mentre sul lato alto della
collina si estende il verde del Parco Ruffo, sulla costa,
senza soluzione di continuità, fino a vedere piazza San
Luigi, si susseguono Villa Riario Sforza, la Villa Carunchio
dei Matacena, recentemente ristrutturata, Villa d’Avalos,
la merlata villa d’Abro e Villa Elisa. Sotto la piazza, l’ex
Villa Martinelli, dove una volta c’era l’omonima pensione,
meta prescelta per le vacanze da ospiti provenienti da tutto
il mondo, ora chiusa e tristemente deturpata da moderni e
brutti palazzi. A seguire, Villa Mazziotti di Celso, anche
questa d’impianto secentesco, Villa Roccaromana con la
sua caratteristica pagoda orientale, Villa Bracale e Casa
Tafone, fino alla baia di San Pietro ai due frati. Un tempo
qui c’erano due scogli, Pietro e Paolo, ma quest’ultimo fu
portato via da una mareggiata e Pietro rimase solo. La baia
è nota per essere stata centro nevralgico del traffico dal
mare del contrabbando di sigarette, che una volta consegnate venivano stoccate proprio nei pressi di piazza San
Luigi. Il tour in barca verso Mergellina prosegue con Villa
Cottrau e la Villa Grottamarina dei Rivelli, recentemente
coinvolta anche in un film horror, la bellissima Villa Pavon-
80
p.86
red” Barracco mansion and Villa Rosebery, the Neapolitan
“white house” used by Italy’s President and originally owned by
cosmopolitan aristocrats who bequeathed it to the State. At
the end of the big park is Villa Volpicelli, aka Villa Palladini or the
permanent location for the long-running Neapolitan TV soap
opera Un posto al sole. From the Bay of Riva Fiorita the next
stop is the Bay of Cenito, popular with yachts and fishing boats
even in winter, when the weather is often good enough for a
day on the water. From here you can see Villa Fernandez, Villa
Gallotti, Villa Rae (ex-Craven) and Villa Ricciardi (ex-Karnap),
where the local aristocrats would often stop messing about in
their boats for long enough to “mix” with the local streetwise
youth. One of the prettiest residences is Villa Lauro, built on
17th century foundations, originally called Rocca Matilde and
later Villa Peirce. On the hilltop is the green stretch of the
Parco Ruffo, while on the coast there is an unbroken series
of villas all the way to Piazza San Luigi: Villa Riario Sforza, the
recently renovated Villa Carunchio dei Matacena, Villa d’Avalos,
the crenellated Villa d’Abro and Villa Elisa. Below the square is
the former Villa Martinelli, once the premises of the pensione
of the same name, a sought after holiday destination for guests
from around the world, now closed down and sadly spoiled by
the presence on all sides of ugly modern buildings. The next
stately home is Villa Mazziotti di Celso, which also dates back
to the 17th century, followed by Villa Roccaromana with its
characteristic oriental pagoda, Villa Bracale and Casa Tafone,
after which you reach the Bay of San Pietro ai Due Frati. Originally, there were two large rocks here – Pietro and Paolo – but
Paolo was washed away in a gale and Pietro was left on its own.
This bay used to be the nerve centre for the local cigarette
smuggling operation, with the goods arriving by boat and being
stored near Piazza San Luigi. Our boat tour in the direction of
Mergellina continues with Villa Cottrau and Villa Grottamarina
dei Rivelli, the latter having recently been used as one of the
p.86
marenostrum
81
marenostrum
Dal kayak con vista su Posillipo
Tra i giudizi su TripAdvisor si legge: “esperienza unica”, “assolutamente da
ripetere”, “idea turisticamente apprezzabilissima”. Qualcuno si spinge in un
«eccellente non basta».
Parliamo di Kayak Napoli alla cui iniziativa partecipano Giovanni Brun,
Alessandro Sangiovanni e Francesco Marra, tre entusiasti e gentilissimi
ragazzi. Età media tra i 30 e 35 anni.
“L'attività inizia nel 2011 –spiega Giovanni Brun– l'idea ci ha affascinato subito.
Vedere, visitare la meravigliosa costa di Posillipo, con le sue antiche e storiche
ville, la marina protetta della Gaiola, la baia di Trentaremi è un'esperienza
davvero unica. Come unica risulta l'escursione notturna, sotto la luna piena”.
Kayak Napoli è posizionato nel cuore di Posillipo. Si accede dal civico 65 sulla
omonima via, poi giù lungo pochi tornanti verso il mare, alle Rocce Verdi.
Ampio parcheggio per moto e auto. 40 canoe sono a disposizione, sia singole
sia biposto, per passeggiate guidate per «vedere la città da un altro punto di
vista». Così recita la breve presentazione sul loro sito www.kayaknapoli.com
Il costo dell'escursione, circa due ore, varia dai 20 ai 30 euro a persona e
comprende canoa, accompagnatore e, per chi volesse, bagno alla Gaiola
e piccola attività di snorkeling a vedere, a Trentaremi, i resti della antica
villa romana. A seconda dei periodi nei 30 euro è compreso l'ingresso allo
stabilimento Rocce Verdi dove è possibile completare la giornata con bagno,
doccia, e spogliatoio compreso.
In a kayak with a view of Posillipo
According to the comments on TripAdvisor it’s an “amazing experience”, “highly
recommended”, and “absolutely gorgeous”. One reviewer even goes as far as to
call it the “best experience in Naples”.
This is “Kayak Napoli”, a tour run by the guides Giovanni Brun, Alessandro
Sangiovanni and Francesco Marra; all three are in their early 30s, very
enthusiastic and easygoing.
“We started in 2011,” explains Giovanni Brun, “and the idea proved popular
straightaway. Seeing and visiting the superb Posillipo coastline with its historic
villas, the sheltered marina of Gaiola and Trentaremi Bay is a unique experience.
You can make it even more memorable by choosing the full moon kayak tour.”
Kayak Napoli is based in the heart of Posillipo. In fact, access is from Via Posillipo
no. 65; from here, you go round a few bends leading down to the sea at Rocce
Verdi, where there’s a big parking area. They have 40 canoes
and kayaks available, carrying one or two people, the aim
being to “allow people to see the city from a completely
different point of view” as they say on the homepage of their
website www.kayaknapoli.com
Each excursion lasts around two or three hours and costs
between €20 and €30 per person; this includes rental of the
boat, equipment, the guide and – for those interested – a swim
at the Gaiola marine park and snorkeling at Trentaremi, where
you can see the remains of an ancient Roman villa. Depending
on the time of year, the price also covers admission to the
Rocce Verdi private beach club where you can enjoy a dip and
use their facilities (showers and changing rooms).
82
marenostrum
83
marenostrum
celli e l’ospizio marino per i pescatori, naturale sbocco a
locations for a horror film, the beautiful Villa Pavoncelli and
mare di quella che una volta era proprio la loro strada, il
the nursing home for fishermen, the Parco Carelli, from where
Parco (o rione) Carelli, dalla quale scendevano a pescare
nelle acque antistanti il Palazzo Donn’Anna, esempio d’architettura secentesca, progettato dal Fanzago. Incompiuto,
by Fanzago but never completed because of the death of Anna
però, per la morte della nobildonna alla quale era dedicata,
Anna Carafa. E misterioso per grotte, corridoi e meandri,
che, secondo letterarie leggende, sarebbero popolati da fantasmi. A fianco, la lunga e nota spiaggia di Donn’Anna, con
i lidi (Bagno Elena, Sirena, ecc.) e ora anche una spa vista
mare, il Pausilya. La spiaggia finisce con la rossa Villa
Quercia, Villa Doria d’Angri, una volta sede della Santa
Dorotea, ora della Parthenope, il circolo nautico Posillipo
e il suo molo e Villa Chierchia. Posillipo finisce qui, all’ex
84
they used to go down to fish in the waters in front of Palazzo
Donn’Anna, an example of 17th century architecture designed
Carafa, the noblewoman to whom it was dedicated. Shrouded
in mystery, this ancient ruin seems to blend in with the surrounding natural grottoes; over the centuries, the legends
surrounding the villa and its owner have fuelled the fantasy of
poets and writers. The nearby Donn’Anna Beach with its lidos
(Bagno Elena, Sirena, etc.) is now also the site of the Pausilya Spa overlooking the sea. The beach ends at the red Villa
Quercia, Villa Doria d’Angri (once the premises for the Santa
Dorotea Catholic School and now the campus for Naples “Parthenope” University), Posillipo Yacht Club and its jetty, and Villa
Sea Garden, ora circolo Relax, all’altezza del largo Sermo-
Chierchia. Posillipo ends here, at the ex-Sea Garden, now called
neta, prima di quella spiaggetta popolare da cui iniziano i
the Relax Club, at Largo Sermoneta, before you come to the
movimenti del Molo Luise e del porto turistico di Mergel-
popular little beach and the Molo Luise Marina, which is part of
lina, sovrastato dalla Torre del Sannazaro. Fra i libri più
the tourist port of Mergellina, Naples’ second biggest; standing
recenti che hanno trattato di Posillipo, ultimi di una lunga
above is the Torre del Sannazaro. Among the recent publica-
serie, quelli di due giornalisti, Pietro Treccagnoli (“Il lun-
tions dealing with Posillipo – the latest in a long series – are
gomare”) e Vittorio Del Tufo (“Trentaremi”). Ma da citare
two books by journalists: Il lungomare by Pietro Treccagnoli and
assolutamente, se si vuole capire il senso del luogo, sono
Trentaremi by Vittorio Del Tufo. Also very deserving of a men-
anche i (sei) volumetti del “figaro” di quartiere, Antonio
tion are the (six) short volumes by the local reporter and writer
Esposito, da sempre cantore delle storie e delle curiosità
Antonio Esposito, who has been chronicling Posillipo’s doings
posillipine.
and happenings for many years now.
SmartSi è Partner di
Fai una scelta intelligente
Il programma gratuito per i clienti CartaSi
che propone offerte personalizzate
per i tuoi acquisti. SmartSi è Partner
di Grimaldi Lines: acquista il tuo prossimo
viaggio con SmartSi e scopri la convenienza.
www.cartasi.it/smartsi
ADV
Scopri SmartSi dall’App
Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.
Condizioni e regolamenti SmartSi sono disponibili sul sito cartasi.it
Con Grimaldi Lines per ogni viaggio un vantaggio!
Grazie ai partner di Grimaldi Lines viaggiare è scontato!
Verifica nella sezione partner del sito www.grimaldi-lines.com i vantaggi a te riservati!
Thanks to the Grimaldi Lines partners traveling is descounted! Check the partner
section in www.grimaldi-lines.com the advantages reserved to you!
BANCHE E CARTE DI CREDIT0 Banks and Credit Cards
SERVIZI
Services
ASSOCIAZIONI E CLUB
Associations & Clubs
FEDERAZIONI
86
ulteriori informazioni su / more info on : www.grimaldi-lines.com
Federations
SPECIALE SARDEGNA
Livorno
Porto Torres
Barcellona
Civitavecchia
olbia
Scopri le tariffe agevolate!
riservate ai clienti di:
• Consorzio STS
•Faita Sardegna
•Fiaip Sardegna
• Consorzio Costa Smeralda
• ITI Marina Hotel
• Consorzio Costa Paradiso
Scopri tutti i vantaggi nel sito
www.grimaldi-lines.com
87
Con Grimaldi Lines per ogni viaggio un vantaggio!
Sali a bordo con Io Studio!
Get on board with Io Studio!
Con Io Studio sali a bordo delle navi Grimaldi Lines
con il 10% di sconto* (cumulabile con le tariffe speciali
attive al momento della prenotazione) sul biglietto di
viaggio! L’agevolazione è valida sull’acquisto dei collegamenti marittimi, la formula "hotel on board" a Barcellona e i pacchetti “Nave+Hotel” Grimaldi Lines Tour
Operator.
With Io Studio get on board Grimaldi Lines vessels
EF ITALIA 10% DI SCONTO PER STUDIARE
ALL’ESTERO
10% DISCOUNT TO STUDY ABROAD
with 10% discount* (combined with the special rates
active at the time of booking) on the travel ticket!
The offer is valid on any maritime route, the "hotel on
board" formula to Barcelona and the “Ship+Hotel”
packages of Grimaldi Lines Tour Operator.
Gli studenti che nell’a.s. 2015/2016 viaggiano con Grimaldi Lines, per un viaggio formativo d’istruzione, hanno
diritto ad uno sconto del 10% sui programmi EF Vacanza
Studio o EF Corso di Lingue all’estero 2016, l’agevolazione
è del 5% sul programma EF Anno Accademico all’Estero
2016/2017.
Scegliendo la Spagna come destinazione del tuo Corso
EF ricevi uno sconto del 10% per viaggiare con Grimaldi
Lines sulle tratte da/per Barcellona.
Students of the academic year 2015/2016 travelling with
* lo sconto si applica al netto dei diritti fissi e del supplemento carburante.
Verifica le condizioni sul sito www.grimaldi-lines.com e www.istruzione.
it/studenti.
* The discount is applied net of any fixed charges and fuel surcharge. Check
the conditions on www.grimaldi-lines.com and
www.istruzione.it/students
88
Grimaldi Lines for an educational journey, are entitled
to a 10% discount on EF programmes or EF Language
Courses abroad in 2016. The 5% discount is on the EF
Academic Year Abroad 2016/2017.
By choosing Spain as the destination of your EF course,
you will receive a 10% discount to travel with Grimaldi
Lines on the routes to/from Barcelona.
Info www.ef.com/grimaldieduca
ulteriori informazioni su / more info on : www.grimaldi-lines.com
With Grimaldi Lines advantages on every trip!
Sfreccia a bordo!
Con Grimaldi Lines & Trenitalia
Sconti Speciali e Punti Extra!
S
e sei titolare CartaFRECCIA e raggiungi con le Frecce
Trenitalia i porti di imbarco di Civitavecchia, Livorno, Brindisi e Salerno puoi usufruire di sconti speciali e punti extra:
• Sconto del 15%* sull’acquisto dei collegamenti marittimi
per Spagna, Grecia, Sicilia e Sardegna.
• 1 punto ogni 10 euro spesi in biglietteria marittima Grimaldi Lines.
Promozione valida per acquisti effettuati nel sito www.grimaldi-lines.com, presso i punti vendita Grimaldi Tours e contattando il Call center Grimaldi Lines al numero 081496444.
*lo sconto si applica sul passaggio nave, sono esclusi diritti fissi, supplemento
carburante, pasti, veicoli, animali e supplementi sistemazione.
Jump on board!
With Grimaldi Lines & Trenitalia
Special Discounts and extra points!
If you are a CartaFRECCIA card holder and you reach with
the Frecce TRENITALIA the ports of Civitavecchia, Livorno,
Brindisi and Salerno you will get special discounts and extra
points:
- 15% discount on the tickets to Spain, Greece, Sicily and
Sardinia.
- 1 point every 10 euros spent in any Grimaldi Lines
maritime ticket office.
Promotion valid for purchases made on the website www.
grimaldi-lines.com, at the Grimaldi Tours points of sale
and by contacting the Grimaldi Lines call center at the ph.
number +39 081496444.
Viaggiare in Europa è
facile e conveniente!
Travelling in Europe
is easy and convenient!
S
cegli il Pass e viaggia con Grimaldi Lines per te
uno sconto del 20% sul passaggio nave e del 10%
sul supplemento sistemazione (poltrona, posto letto
e cabina) tutto l’anno.
Verifica i dettagli della promozione nei siti
www.eurail.com, www.interrail.eu e www.grimaldi-lines.com
Choose the Pass and travel with Grimaldi Lines,
for you a 20% discount on the ticket and 10%
on the accommodation surcharge (seat, bed and
cabin) throughout the year.
Check the promotion details on the websites www.
eurail.com, www.interrail.eu and www.grimaldilines.com
*Discounts are applied on the ticket, but not on
fixed charges, fuel surcharge, meals, pets and
accommodation surcharge.
Info: www.trenitalia.com, www.grimaldi-lines.com
ulteriori informazioni su / more info on : www.grimaldi-lines.com
89
ADV
WelcomeOnBoard
Ristorante
Restaurant
Bar in Piscina
Pool Bar
Centro Benessere
Health Centre
Negozi
Shopping
Flotta
Fleet
Rotte
Network
Menu "à la carte"
Menu Restaurant CRUISE ROMA - CRUISE BARCELONA
ANTIPASTI
STARTERS
Polpo scottato alla paprika dolce su tortino di Seared octopus with sweet paprika served on a
patate aromatizzate
bed of scalloped potatoes
Crudo irpino con tortino di fregola alle verdurine Irpino prosciutto with Sardinian fregola pasta,
e triangolo di feta
crudities and feta cheese triangle
Involtini di melanzane alla parmigiana con
Parmesan and eggplant rolls with roasted
mandorle tostate e basilico
almonds and basil
PRIMI PIATTI
FIRST COURSES
Risotto scampi e gamberi mantecato al limone Scampi and shrimp risotto with lemon and
e rosmarino
rosemary dressing
Spaghettone tonno pomodorini e menta
Spaghetti with tuna, cherry tomatoes and mint
Linguine all'astice
Linguine (ribbon pasta) with lobster
SECONDI PIATTI
SECOND COURSES
Filetto di san Pietro con patate zucchine e
Filet of John Dory with potatoes, zucchini and
pomodorini
cherry tomatoes
Filetto di manzo all'aceto balsamico con patate Fillet of beef with balsamic vinegar and boiled
tornite nature
potatoes
Pesce fresco alla griglia o al cartoccio
Fresh fish grilled or baked in foil
CONTORNI
SIDE DISHES
Insalata mista
Mixed salad
Patate al forno
Baked fries
Contorno dello chef
Chef' s side dish
FORMAGGI
CHEESES
Degustazione di formaggi italiani
Italian cheese platter with a selection
con confetture al carrello
of preserves
DESSERT E FRUTTA
DESSERT & FRUITS
Chef’s dessert
Dolce dello Chef
(Red velvet - Trilogy chocolate - Cocco Nocciola - (Red velvet - Trilogy chocolate - Coconut
Soufflè al cioccolato)
Hazelnut – Chocolate Sufflè)
Tagliata di frutta fresca
Fresh fruit platter
Ananas al naturale
Fresh pineapple
Macedonia di frutta con gelato
Fruit salad with icecream
Caffè
Espresso Coffee
Caffé corretto
Liqueur coffee
Grappe/Amari
Bitters/brandy
Acqua 1lt
Water
Coperto
Cover Charge
euro
13,00
13,00
12,00
13,00
14,00
15,00
16,00
18,00
16,00
3,50
4,00
4,00
10,00
5,00
4,00
4,50
5,00
1,50
2,00
4,50
2,20
2,00
Vino /Wine List
Bianco / White
Falanghina Campi Flegrei DOC 75cl
Muller Thurgau Trentino 75cl
Fiano IGT Salento 75cl
Vermentino di Gallura DOCG 75cl
Traminer DOC Friuli 75cl
euro
15,00
18,00
18,00
15,00
21,00
Rosso / Red
Chianti DOCG 75cl
Cabernet Sauvignon Veneto 75cl
Primitivo del Salento IGT "Piluna"
Le Focaie Sangiovese Maremma IGT 75cl
16,00
18,00
18,00
24,00
Rosè
Rosè dei Castelli Romani
15,00
Spumanti / Sparkling wines
Berlucchi "Cuvée 61" 75cl
Ferrari "Perlè" 75cl
40,00
40,00
Champagne
Moet Chandon Brut Imperial cl.75
75,00
onBoard shopping
Panino espresso
Maxitoast farcito
Pizza spicchio margherita
Patatine fritte
Crepes alla Nutella
Roll with a filling
Maxitoast with a filling
Portion of margherita pizza
French fries
Chocolate crepes
Combinazioni
Mixed dishes
Cotoletta + patatine fritte
Hot Dog + patatine fritte
Hamburger + patatine fritte
Cutlet & french fries
Hot Dog & french fries
Hamburger & french fries
euro
5,00
4,00
5,00
3,50
4,00
8,00
8,00
8,00
Drinks
Sangria in caraffa
Jug of Sangria
Caffetteria / Coffee shop
12,00
Espresso
Cappuccino
Caffè americano / American Coffee
Cioccolato / Hot chocolate
Infusi / Herbal teas
Correzione caffè / Liqueur added to coffee
Latte (bicchiere)/ Milk (glass)
Acqua / Water (50 cl)
euro
1,20
1,60
1,50
2,00
1,50
0,50
1,60
1,40
Coca Cola - Sprite - Aranciata / Orangeade
Tonica / Tonic water
Succo pomodoro / Tomato juice
Succhi di frutta / Fruit juices
Spremute / Fresh fruit juices
Té freddo / Ice tea
Sciroppi (menta-orzata)/Syrop (mint – barley water)
2,60
2,60
2,60
2,60
3,00
2,60
2,60
Bibite / Soft drinks
Birre / Beers
Nazionale / Italian
Estera / Foreign
Analcolica / Alcohol-free
Aperitivi / Aperitif
Cocktails
Long drinks
Amari / Bitters
Grappe / Grappas
Vino / Wine
3,50 / 3,90
3,80 / 4,30
3,50
3,40
6,00 - 7,50
6,00
3,50
3,60
Bicchiere bianco o rosso/ White/Red wine glass
Prosecco Flute
3,50
3,30
5 anni / 5 years old
12 anni / 12 years old
3,60
4,50
Normal
Superior
3,40
3,60
Italiano / Italian
Estero / Foreign
3,40
3,60
3,60
3,60
Whisky
Cognac
Brandy
Vodka / Rhum / Gin
Liquori nazionali / Italian spirits
Pool Bar
Snack bar a bordo
piscina per chi ama
vivere all’aria aperta
Have your lunch at
the Snack Bar on the
Sun Deck / Pool area
to better enjoy the
beauty of cruising
the Mediterranean
onBoard services
Cafeteria & Bar
onBoard services
Ingressi – Entrance
Fitness (solo palestra)
Fitness (gym only)
Completo
Full entrance Lampada esafacciale
Face tanning (6 UVA lamps) Doccia solare
Vertical tanning
€ 10,00
€ 15,00
12 min. - € 6,00
13 min. - € 12,00
MASSAGGI • MASSAGES
Collo e schiena - Back & Neck
Rilassante - Relaxing
Antistress - Anticellulite - Anti-Cellulite
Rassodante - Firming treatment
25 min. - € 20,00
50 min. - € 30,00
50 min. - € 30,00
50 min. - € 35,00
50 min. - € 35,00
VISO • FACIAL
Trattamento ad idratazione profonda
Exceptional deep hydration
Trattamento di pulizia profonda
Purifying and rebalancing treatment
€ 30,00
€ 30,00
CORPO • BODY
Benvenuti all’ “Aquae & Gymnasium”
il Wellness Center delle navi Grimaldi Lines*
dove potrete trascorrere parte del vostro viaggio
vivendo una piacevole esperienza Wellness.
Sauna, bagno turco, jacuzzi, sala relax, lampade e docce abbronzanti sono completate da
un menù di trattamenti estetici per il viso e per il
corpo mentre per i più attivi è disponibile una
moderna palestra con attrezzature Technogym©.
Welcome to “Aquae & Gymnasium” our
Wellness Center * where you can enjoy your time on
board living a memorable Wellness experience.
Sauna, steam room, jacuzzi, relax area, tanning
lamps and beauty treatments are offered for your
face and body.
A modern fully furnished fitness room is also
available with Technogym© equipment.
* su navi Cruise Roma, Cruise Barcelona, Cruise Europa e Cruise Olympia
on Cruise Roma, Cruise Barcelona, Cruise Europa and Cruise Olympia only
Trattamento con olii essenziali
Treatment with essential oils Trattamento idratante Body Scrub
Scrubbing nourishing treatment
€ 40,00
€ 40,00
DEPILAZIONE • EPILATION
Gamba - Leg
Mezza gamba - Half leg
Ascelle - Underarms
Sopracciglia -Eyebrows
Completa - Whole body
Manicure
Pedicure € 30,00
€ 20,00
€ 10,00
€ 5,00
€ 50,00
€ 12,00
€ 18,00
SHAMPOO E MESSA IN PIEGA**
SHAMPOO AND HAIR SET ** € 15.00
I minori di 18 anni devono essere accompagnati da
un adulto.
Access is permitted to those under 18 (but over 14
years old) if accompanied by an adult.
**Servizio non disponibile su Cruise Europa e Cruise
Olympia.
Service not available on board m/v Cruise Europa
and Cruise Olympia.
onBoard shopping
Pastelli in Astuccio /
Pastel-pencil box
euro 5,50
Penna / Pen
euro 3,00
Portachiavi Spagna o Italia /
Key holder Spain or Italy
euro 2,50
Set matite / Pencil set
euro 7,50
Orologio / Watch
Classic Mariner
euro 18,00
Orologio / Watch
Chrono Navy Blue
euro 58,00
Portacellulare - MP3 /
Mobile phone case MP3
euro 6,50
Shopper in cotone con portacellulare /
Cotton shopper with mobile phone case
euro 12,90
fino ad esaurimento scorte / as long as stocks
Flotta / Fleet
Cruise Roma - Cruise Barcelona
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Passeggeri / Passengers
Cabine / Cabins
Poltrone / Reclining seats
Ristorante a’ la carte - Self Service / Restaurant & Self Service
Drivers’ Club / Drivers’ Club
Area Piscina con bar e fast food / Swimming Pool area, bar, fast food
Salone Principale / Main Lounge
Bar, Caffetteria, Internet point / Bar, Cafeteria, Internet point
Centro Benessere: sauna, massaggi, palestra / Spa: Sauna, Massages, Gym
Sala Conferenze / Conference Room
Casinò con area fumatori / Casino with smoking area
Videogiochi, Slot machine / Arcade, Slot machines
Sala giochi bambini / Kids Play Area
Discoteca / Disco
Boutique, Mini market / Boutique, Mini Market
225
55.000
27,5
2.300
479
150
Cruise Olbia
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Passeggeri / Passengers
Cabine / Cabins
Poltrone / Reclining seats
Ristorante a’ la carte - Self Service / Restaurant & Self Service
Salone, Bar / Lounge, Bar
Boutique / Boutique
Sala giochi bambini / Kids Play Area
Discoteca / Disco
204
32.728
1.600
242
48
Euroferry Olympia - Euroferry Egnazia
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Passeggeri / Passengers
Cabine / Cabins
Poltrone / Reclining seats
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Ristorante a’ la carte- Self service / Restaurant & Self Service
Salone, Bar / Lounge, Bar
Sala giochi bambini / Kids Play Area
Negozio / Shop
Zeus Palace
183
32.534
21,30
570
34
409
3.200
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Passeggeri / Passengers
Cabine / Cabins
Poltrone / Reclining seats
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Ristorante / Restaurant
Salone, Bar / Lounge, Bar
Boutique / Boutique
Video giochi / Video games
Piscina / Swimming Pool
211
31.730
32
1.380
202
151
1.950
onBoard shopping
Cruise Smeralda
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Passeggeri / Passengers
Cabine / Cabins
Poltrone / Reclining seats
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Ristorante / Restaurant
Salone, Bar / Lounge, Bar
Boutique - Mini market / Boutique - Mini Market
Cinema
Piscina / Swimming Pool
200
29.968
27
1.528
197
181
110
2.130
Europalink
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Passeggeri / Passengers
Cabine / Cabins
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Ristorante / Restaurant
Salone, Bar / Lounge, Bar
Boutique / Boutique
219
45.923
25
930
201
4.200
Cruise Europa - Cruise Olympia
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Passeggeri / Passengers
Cabine / Cabins
Poltrone / Reclining seats
Ristorante a’ la carte- Self service / Restaurant & Self Service
Casinò con area fumatori / Casino with smoking area
Centro benessere: sauna, massaggi, palestra / Spa: Sauna, Massages, Gym
Discoteca / Disco
225
55.000
27,5
2.850
413
542
Knossos Palace - Festos Palace
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Passeggeri / Passengers
Cabine / Cabins
Poltrone / Reclining seats
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Ristorante / Restaurant
Salone, Bar / Lounge, Bar
Boutique - Mini market / Boutique - Mini Market
Cinema
Piscina / Swimming Pool
214
24.000
31,5
2.500
231
742
110
1.500
Flotta / Fleet
classe / class
Grande Europa
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
classe / class
Grande Italia
classe / class
Spes
Eurocargo Valencia
unità/units
Eurocargo Napoli
3
195
29.412
20
1.000
2.500
64
65
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
2
178
33.825
18
1.500
1.000
400
50
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
classe / class
4
176
37.726
20
4.500
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
classe / class
183
51.714
18,5
2.500
2.500
400
150
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
3
1
175
21.357
18,5
400
1.940
classe / class
Grande Ellade
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
classe / class
Grande Anversa
182
52.485
19,5
2.500
2.000
400
200
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
classe / class
Grande Roma
unità/units
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
Eurocargo Genova
2
214
56,625
18,5
2.500
Grande Lagos
classe / class
4
176
38.650
20
4.600
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
classe / class
2
6
236
31.600
20
5.700
1.800
40
10
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
200
32.647
22,3
400
4.000
onBoard shopping
classe / class
Grande Africa
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
classe / class
Repubblica del Brasile
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
classe / class
Grande Benin
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
10
classe / class
214
56.650
18,5
2.500
2.500
800
150
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
unità/units
2
208
51.925
19
1.200
1.700
800
180
unità/units
5
210
47.300
21
2.000
2.000
800
250
classe / class
Grande Angola
unità/units
Grande Marocco
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
ACL G3
2
210
47.115
21
2.500
2.500
800
250
unità/units
5
211
47.300
20
2.000
2.000
800
250
4
classe/class
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
292
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
57.255
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
17,5
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
1.262
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
2.940
Capacità container TEU / Container capacity TEU
2.000
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
420
classe / class
ACL G4
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
unità/units
2
296
100.430
18
1.307
28.900 m2
3.800
Flotta / Fleet
classe / class
Finnstar
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
Passeggeri / Passengers
classe / class
Finnmerchant
classe / class
Finnclipper
Finnmill
classe / class
Finnbreeze
Finntrader
classe / class
Finnhawk
6
188
28.082
21
3.291
2
183
21
3.050
100
270
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
classe / class
2
187
25.732
20
3.259
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
Passeggeri / Passengers
3
188
33.958
22
3.079
100
440/480
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari / Ro-Ro capacity linear meters
classe / class
18
2.606
150
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari / Ro-Ro capacity linear meters
1
193
23.235
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
Passeggeri / Passengers
classe / class
219
45.923
22
4.215
100
554
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
4
Finncarrier
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Ice Class 1A Super
2
162
11.671
20
1.853
unità/unit
1
154
12.251
20
1.775
Grimaldi Motorways of the Sea Network
Rauma Uusikaupunki
Naantali Helsinki
Långnäs
Turku
Kotka
Hanko
Kapellskär
St. Petersburg
Ust-Luga
Paldiski
Aarhus
Malmö
Hull
Immingham
Tilbury
El Ferrol
Santander Bilbao
Barcelona
Valencia
Travemünde
Lübeck
Rostock
Gdynia
Amsterdam
Zeebrugge
Antwerp
Trieste
Venice
Genoa Ravenna
Savona
Ancona
Livorno
Civitavecchia
Porto
Torres
Bari
Salerno
Olbia
Brindisi
Cagliari
Tunis
Palermo
Catania
Malta
Bar
Igoumenitsa
Patras
Piraeus
Tangier
Heraklion
Tripoli / Al Khoms
Benghazi
N
Mediterranean Short Sea
Baltic Short Sea
Adriatic Short Sea
Grimaldi Euro Med Network
Wallhamn
Rauma Uusikaupunki
Naantali Helsinki
Långnäs
Turku
Kotka
Hanko
Kapellskär
St. Petersburg
Ust-Luga
Paldiski
Aarhus
Esbjerg
Hull
Immingham
Bristol
Tilbury
Portbury
Southampton
Cork
El Ferrol
Santander Bilbao
Barcelona
Valencia
Travemünde
Lübeck
Emden Hamburg
Amsterdam
Zeebrugge
Flushing
Antwerp
Fos
Malmö
Rostock
Gdynia
Monfalcone Trieste
Venice
Koper
Genoa Ravenna
Savona
Ancona
Livorno
Civitavecchia
Porto
Torres
Bari
Salerno
Olbia
Brindisi
Cagliari
Setubal
Tunis
Palermo
Catania
Malta
Bar
Yenikoy
Derince
Gemlik
Igoumenitsa
Patras
Piraeus
Izmir
Lattakia & Tartous
Tangier
Heraklion
Tripoli / Al Khoms
Mersin
Limassol
Beirut & Tripoli
Haifa
Benghazi
Ashdod
Alexandria
N
EuroMed Network
Finnlines Network
Minoan Network
N
Houston / Galveston
Jacksonville
Savannah
Norfolk
Baltimore
New York
Halifax
Zarate
Montevideo
Vitoria
Paranagua
Rio De Janeiro
Santos
Banjul
Dakar
Casablanca
Valencia
Bilbao
Malabo
Marseille
Cotonou
Lome
Lagos
Tema
Abidjan
Takoradi
San Pedro
Monrovia
Freetown
Conakry
Nouakchott
Lisbon
Leixoes
Sete
Genoa
Douala
Luanda
Pointe Noire
Port Gentil
Bata
Libreville
Salerno
Livorno
Civitavecchia
Emden Hamburg
Amsterdam
Antwerp
Rouen
Le Havre
Tilbury
Liverpool
Gothenburg
Bar
Gemlik
Atlantic Network
SHORT SEA Linee / Lines
Linee Spagna / Spain Lines
Linee Sicilia / Sicily Lines
Genova Ravenna
Savona
Livorno
barcellona
Civitavecchia
Salerno
Porto Torres
Valencia
Livorno
Salerno
Brindisi
Cagliari
Cagliari
Patrasso
Valencia
PalerMo
Palermo
Tunisi
Tangeri
per / to Valencia
da
from
Savona
Livorno
Salerno
Cagliari
Palermo*
per / to Catania
per / to Barcellona
partenze x settimana
departures x week
6
6
3
3
2
da
from
da
from
partenze x settimana
departures x week
Savona
Civitavecchia
Livorno
Porto Torres
Tangeri
* Via Salerno
per / to Palermo
partenze x settimana
departures x week
Genova
Livorno
Malta
Patrasso
Salerno
Brindisi
Ravenna
6
6
4
5
1
catania
Malta
da
from
5
4
4
1
6
3
3
partenze x settimana
departures x week
Genova
Livorno
Salerno
Cagliari
Tunisi
Valencia *
4
6
2
4
2
3
* Via Cagliari
Consulta tutti gli orari su / Find all timetables on: www.grimaldi-lines.com - http://cargo.grimaldi-lines.com
Linee Tunisia / Tunisia Lines
Linee Sardegna / Sardinia Lines
Genova
Genova
Livorno
Civitavecchia
Livorno
Porto torres
Salerno
Barcellona
olbia
Valencia
Palermo
Civitavecchia
Salerno
cagliari
Palermo
tunisi
per Tunisi / to Tunis
da
from
Genova
Livorno
Civitavecchia
Salerno
Palermo
partenze x settimana
departures x week
2
2
1
2
2
Passeggeri e Merci / Passengers & Freight
per / to Porto Torres
da
from
per / to Cagliari
partenze x settimana da
departures x week from
Civitavecchia
Barcellona
5
5
Salerno
Valencia
Palermo
Genova
Livorno
Solo Merci / Freight Only
per / to OLBIA
partenze x settimana da
departures x week from
3
3
4
4
4
Civitavecchia
Livorno
partenze x settimana
departures x week
6
6
Linee Malta / Malta Lines
Linee Adriatico / Adriatic Lines
Venezia
Ravenna
Genova
Genova
Ravenna
Livorno
Salerno
Bar
Bari
Brindisi
Brindisi
Catania
Catania
Malta
per / to Malta
da
from
per / to BARI
partenze x settimana
departures x week
Genova
Livorno
Salerno
Catania
Brindisi *
Ravenna*
3
3
1
4
3
3
da
from
per / to Brindisi
partenze x settimana
departures x week
Venezia
Ravenna
3
3
da
from
per / to BAR
partenze x settimana da
departures x week
from
Ravenna
3
partenze x settimana
departures x week
Genova
Catania
1
1
* Via Catania
Consulta tutti gli orari su / Find all timetables on: www.grimaldi-lines.com - http://cargo.grimaldi-lines.com
Linee Marocco / Morocco lines
Linee Grecia / Greece lines
Venezia
Genova Ravenna
Savona
Livorno
Trieste
Ancona
Civitavecchia
Salerno
Barcellona
Bari
Brindisi
igouMenitsa
Patrasso
Catania
tangeri
per Tangeri / to Tangier
da
from
Savona
Livorno
Civitavecchia
Barcellona
partenze x settimana
departures x week
1
1
1
1
Passeggeri e Merci / Passengers & Freight
per Patrasso / to Patras
da
from
Ancona
Genova
Brindisi
Catania
Trieste
Ravenna
Venezia
Bari
partenze x settimana
departures x week
6
1
6
1
3
3
3
3
Solo Merci / Freight Only
per / to Igoumenitsa
da
from
Ancona
Brindisi
Trieste
partenze x settimana
departures x week
6
6
3
Porti / Ports
Brindisi
Civitavecchia
Igoumenitsa
Livorno
Olbia
Palermo
Patras
Porto Torres
1
SH
UT
TLE
BU
S
Barcelona
CONTROLLO BUS
N16
CONTROLLO AUTOVETTURE
3
2
CONTROLLO PEDONI
P
GATE 2
4
5
8
7
6
STAZIONE MARITTIMA
Bus e Pedoni
ZONA DI IMBARCO
6
N1
Percorso Autovetture
Percorso Pedonale
Salerno
Tangier
GATE 3
Autovetture
Percorso Bus
Tunis
SCOPRI LE OFFERTE
SU GRIMALDI-LINES.COM
Grimaldi Lines. Il tuo modo di viaggiare
SPAGNA, GRECIA, TUNISIA, MAROCCO
SARDEGNA E SICILIA
Anno XIII - N° 1
www.minoan.gr
G rimaldi M agazine
ITALY - GREECE
20%
SHOW YOUR
CARD
20%
MINOAN LINES
BONUS CLUB
up to
20%
For information & reservations
please visit www.minoan.gr
or contact your travel agent.
Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - 70% - DCB NA
FRIENDS &
FAMILIES
Grimaldi Magazine Mare Nostrum
Ancona - Igoumenitsa - Patras
Trieste - Igoumenitsa - Patras
Piraeus - Heraklion
Costa Smeralda
Forte dei Marmi
Mondanità, natura, cultura La perla della Versilia
The jet set,
The pearl of the
nature and culture
Riviera della Versilia
Barcellona
Sicilia
El Born,
movida a suon di arte
El Born: artistic and vibrant
Da Palermo a Trapani:
magia di una costa
From Palermo to Trapani:
a magical stretch of coast
Roma
Gli itinerari giubilari
The Jubilee
walking itineraries
Grecia
La meravigliosa area
del fiume Acheronte
The wondrous
Acheron River area
Napoli
Posillipo dal mare
Posillipo from the sea
L’intervista: Massimo Ranieri
copia in omaggio
/
your complimentary copy

Similar documents

Cerveteri Spagna Puglia Napoli Grecia Marocco L`intervista

Cerveteri Spagna Puglia Napoli Grecia Marocco L`intervista Rabat’s millenary history 8 Grimaldi News 84 Offerte Grimaldi

More information

EECE 50% 10 - Grimaldi Group

EECE 50% 10 - Grimaldi Group 93 cabine- tra interne, esterne e suitee 62 comode poltrone; numerosi inoltre sono i servizi offerti a bordo, quali ristorante- self service, caffetteria, saletta club Vesuvio, area videogiochi e s...

More information

Barcellona Roma Sardegna Italia/Expo2015 Grecia Caserta Liguria

Barcellona Roma Sardegna Italia/Expo2015 Grecia Caserta Liguria Nella roccia il paesaggio delle Cinque Terre Savage cliffs and stone villages at Cinque Terre

More information