di Laura Biazzi Alla crisi rispondiamo con l` eccellenza

Comments

Transcription

di Laura Biazzi Alla crisi rispondiamo con l` eccellenza
DICEMBRE 2012
SPECIALE
Sped. in ap. - 45% - art. 2 comma 20/B legge 662/96 - Milano
COVER
Azimut 55S
La fabbrica delle idee
• Adi Design Index
• Concorso Barca lariana
• Master Iuav Venezia
• Benetti Design Innovation
• Bénéteau Montecarlo 5
• Jeanneau Voyage 42
• Heesen Yachts
IL MEGAYACHT
Sanlorenzo 104 Indigo
A BORDO DI
Bénéteau Flyer GT 44
Pirelli 1400 Sport
SPORT
Record New York-Bermuda
Regata Les Voiles de Saint Tropez
ANNO 19 • N° 12 • UK £ 6,50 - CH CHS 11,90 - CH Ticino CHS 9 - D € 9 - F € 8,50 - E € 7 - A € 9,90 - GR € 7 - P Cont € 8,10 - B € 7,50
DICEMBRE 2012 Only Italy EURO 6
la fabbrica
delle idee Adi Design Index
S
È una selezione dei migliori prodotti italiani
che riunisce, in una pubblicazione annuale, progettisti, imprese,
scuole, università ed esperti. E in questo gotha del design
non mancano importanti nomi dell’industria
nautica di Laura Biazzi
Alla crisi rispondiamo
con l’
eccellenza
42
BARCHE dicembre 2012
i parla sempre di made in Italy e
di eccellenza del design italiano,
ma non è così semplice distinguere che
cosa sia davvero innovativo, all’avanguardia e allo stesso tempo bello, esteticamente prezioso ed efficiente. Come interpretare le miriadi di forme che si integrano
con le funzioni più disparate? Come valutarne gli equilibri e le armonie? Ci viene
incontro uno strumento, studiato da Adi, che dal 2000 ci
aiuta a individuare “i primi della classe” del settore del
disegno industriale: l’Adi Design Index 2012.
In questo volume, dalla grafica originale e intuitiva studiata dallo Studio Zup Design, sono raccolti 111 prodotti,
selezionati come i migliori realizzati lo scorso anno dai progettisti e dai produttori italiani, cui si aggiungono 17 progetti elaborati da studenti delle migliori scuole di design
italiane (in queste pagine vi proponiamo solo una piccola
parte dei progetti). Sono inquadrati in un ritratto del design
italiano: una fotografia scattata in un periodo particolarmente critico, che vuole anche offrire alcuni spunti per individuare delle ipotesi d’uscita. Infatti il volume, aggiungendo alle immagini e alle schede dei prodotti numeri, grafici
e saggi, unisce alla rassegna della qualità l’approfondimento dei motivi su cui questa qualità può contare per
continuare ad affermarsi.
I criteri di valutazione sono inevitabilmente calati nel contesto generale in cui tali decisioni sono prese e, in tempo
di crisi, si fa più minuziosa e attenta la ricerca dei contenuti d’innovazione di ciascun prodotto/servizio, per attivare meccanismi virtuosi che portano alla realizzazione di
qualcosa che corrisponda alle necessità di consumatori e
utenti. La ricerca della qualità presuppone il porsi degli
interrogativi generali e i contributi critici presenti nel libro
formulano domande sulla situazione contingente cercando di dare alcune risposte o suggerendo chiavi di lettura.
I prodotti presenti sono stati selezionati tra i 778 che si
sono candidati, articolati in 10+1 sezioni: Design per l’abitare (39), Design per l’ambiente (8), Design per il lavoro (14),
Design per la persona (8), Design dei materiali e dei componenti (11), Design dei servizi (3), Ricerca per l’impresa
(4), Visual design (7), Exhibition design (12), Ricerca teorico, storico critica e progetti editoriali (5). La selezione dei
progetti candidati alla Targa Giovani (17) chiude la raccolta dei lavori inseriti nell’Adi Design Index 2012. La Commissione di selezione finale era composta da Maria Cristina Tommasini (curatrice), Gianni Arduini, Evelina Bazzo,
Mia Pizzi, Alceo Serafini.
La panoramica dei prodotti selezionati fotografa una realtà profondamente cambiata rispetto a quella in cui il primo
Index è stato presentato (2000, selezione del prodotti del
biennio 1998-1999). Sono assenti intere tipologie di prodotto e si può ipotizzare una perdita di vivacità (o addirittura di scomparsa) di interi settori produttivi dell’industria
italiana. Inoltre sono stati evidenziati aspetti (sostenibilità,
design for all, food, servizi) in cui il design può avere un
ruolo trainante. Per raggiungere davvero il meglio del Made
in Italy, è necessario esplorare territori di confine tra diversi processi produttivi, analizzarne di nuovi, mettere in luce
i contributi che il design può dare. Innovazione e qualità
faranno sempre più la differenza nella competizione globale: bisogna portarle alla luce, ovunque si manifestino.
43
la fabbrica
delle idee Adi Design Index
Revolver 42
Costruttore Mini Spa
Progetto Michael Peters Yacht Design con Matteo Vandoni
(architettura navale) • H3O (concept e interni)
Tipologia Motoscafo day-cruiser
Revolver 42 è un monocarena poliedrico, con due redan trasversali, due pattini di sostentamento e spigolo laterale. Le due
facce dello scafo sono piane, senza stellatura. È una carena
fatta per la velocità, anche in dure condizioni di mare.
I pesi sono stati concentrati a centro barca, grazie alla posizione centrale dei serbatoi strutturali, e contenuti ricorrendo a
tecniche costruttive adeguate (l’infusione di resina vinilestere,
con tecnologia di SP Corecell, e a un uso intelligente del carbonio (impiegato nei punti di maggior carico e per l’hardtop).
Può raggiungere una velocità di 68 nodi con due motori
benzina o di 64 nodi con due motori diesel.
La scheda
Lunghezza m 12,63-9,80 • larghezza m 3,412,99 • pescaggio m 1,10-0,78 • peso kg 8.400
Cosa è l’Adi?
È l’Associazione per il disegno industriale,
fondata nel 1956 a Milano su iniziativa di un gruppo di
architetti, designer e imprenditori impegnati nella definizione
di una nuova estetica industriale. Da allora è protagonista e
interprete della cultura del progettare, del produrre, distribuire e
consumare. Attua strategie innovative per favorire e divulgare l’eccellenza
del prodotto, in rapporto all’innovazione tecnologica, alle tendenze socioeconomiche e alle problematiche ambientali; promuove norme e procedure,
eventi e mostre, convegni e pubblicazioni ed è impegnata nel processo di
riconoscimento giuridico del ruolo del designer nello scenario normativo
nazionale, europeo e internazionale. Lo Statuto e il Regolamento dell’Adi
prevedono la fornitura di servizi ai designer e alle imprese, attraverso
il Registro dei Progetti, che favorisce la tutela del diritto
d’autore e il Giurì del Design, collegio di giuristi ed
esperti costituito nel 1992 con Confindustria.
45
I prodotti pubblicati entreranno in gara per il XXIII Compasso d’Oro Adi, mentre i lavori realizzati nelle
scuole concorreranno nella sezione Progetto Giovane del premio.
Galileo G
Costruttore Gruppo Perini Navi
Progetto Philippe Briand (architettura navale) • Paolo Genta (interni)
L’imbarcazione possiede la configurazione denominata “winterization”,
necessaria per navigare e operare in
zone geografiche caratterizzate da
temperature ambientali molto basse.
Possiede i requisiti per raggiungere
l’Artico attraverso il passaggio a
nord-ovest che va dall’oceano
Atlantico al Pacifico tramite l’arcipelago artico del Canada. Oltre ai
requisiti di robustezza strutturale e
di potenza dell’impianto di propulsione necessari per la navigazione tra i ghiacci, l’imbarcazione è stata sviluppata
con caratteristiche progettuali, impiantistiche e dota44
BARCHE dicembre 2012
zioni specifiche che permettono l’operatività in modo continuo e sicuro anche
tra i ghiacci.
Sullo scafo è predisposta una cintura
protettiva rinforzata nella parte di
fasciame della murata (ice belt) che si
sviluppa su tutto il perimetro del galleggiamento dello scafo, specialmente
nelle zone di prua, centro barca e
poppa. In particolare, l’acciaio dello
scafo e il fasciame presentano un maggiore spessore (25-30% rispetto al normale) per resistere a possibili urti con il
ghiaccio.
La scheda Lunghezza m 55,70-54,33 •
larghezza m 10,37 • immersione m 3,35
• peso ton 769 • velocità 16 nodi •
motori 2 di cv 1.600 • classificazione
Abs: Malta Cross A1 Commercial Yachting Service - Accu - Ams + Mca Ly2,
Ice Class 1B
la fabbrica
delle idee Adi Design Index
Design per l’ambiente
Bitta
Azienda Torremato -Il Fanale Group
Progetto Enzo Berti
Le bitte nautiche sono situate sulle banchine dei porti o
sui ponti delle imbarcazioni e servono per avvolgere i
cavi d’ormeggio. Perché non trasformarle in un apparecchio d’illuminazione? Bitta è una lampada per
esterni a power led della linea Torremato dove
il Cor-ten incontra il legno, dando corpo
a prodotti che suscitano immediata empatia.
SW 94 Kiboko
Costruttore Southern Wind Shipyard
Progetto Reichel Pugh Yacht Design (architettura navale) •
Nauta Design (concept e interni) • Gurit (progetto strutturale)
Maneggevole e veloce, SW 94 Kiboko ha linee eleganti
e ampie sezioni di poppa, ponte pulito e basso dislocamento, caratteristiche che lo rendono uno yacht ad alte
prestazioni, o meglio un vero racer-cruiser. Lo scafo è in
sandwich composito (fibra di carbonio, Kevlar, resina
A sinistra, Jim Pugh, in alto
John Reichel, a fianco
Massimo Gino e Mario
Pedol di Nauta Design.
46
BARCHE dicembre 2012
epossidica e Corecell) ed è costruito usando una tecnica di infusione di carbonio a tre stampi che permette un
preciso controllo e la distribuzione ottimale della resina.
Nell’organizzazione degli spazi, si apprezzano la multifunzionalità dell’area open space del salone (pranzo,
conversazione, tv lounge) e l’abolizione dei livelli sopra
e sotto coperta.
La scheda Lunghezza m 28,64-25,96 • larghezza m 6,66 •
immersione m 4,50 • peso ton 51,50 • superficie velica mq
463 • motore Yanmar 4Lh-Ste di cv 230
Wider 42
Costruttore Wider Srl,
Progetto Fulvio De Simoni di
Italprojects (interno ed esterno) •
Mark Wilson, Wider e Wave
ingegneria Srl (navale)
È un day cruiser unico nel suo
genere: allargandosi grazie a due
estensioni laterali dello scafo,
raddoppia le superfici calpestabili e,
al tempo stesso, aumenta la propria
stabilità. La configurazione dello scafo
a doppio-step crea un cuscino d’aria
tra la superficie del mare e la carena e
permette alla barca di sollevarsi e
mantenere un assetto di navigazione
molto dinamico. Inoltre, lo scafo
stepped hull (a scalini) garantisce
all’imbarcazione una navigazione
sempre in assetto orizzontale
sull’acqua, migliorando le
prestazioni e garantendo una
visibilità costante. Le superfici
verticali interne della cabina
mostrano il laminato con
carbonio a vista, mentre le
paratie strutturali sono rivestite
da una tessitura di lino con
finitura lucida. La poppa può
avere due diverse configurazioni:
con moto d’acqua di 3,40 m in un garage
scoperto; con prendisole e hangar per un
tender (da 2,75 m) e un ulteriore spazio di
stivaggio, utilizzabile per l’attrezzatura da
sub. È anche possibile decidere di avere
entrambe le configurazioni,
intercambiabili tra loro.
Può raggiungere i 50 nodi
di velocità massima e i
40 di crociera con
due Cummins di
480 cavalli.
La scheda
Lunghezza m
13,31 • larghezza
m 3,50-6,60 •
immersione m 0,88
• peso kg 8.500 •
motori due
Cummins di
cv 480
47
la fabbrica
delle idee Adi Design Index
Design dei materiali
e componenti
Lithoverde
Azienda Alfredo Salvatori
Progetto Alfredo Salvatori
È un materiale in lastre
disponibile nelle varianti pietra
d’Avola, bianco di Carrara,
crema d’Orcia, piombo ed è
un composto costituito al
99% di scarti provenienti dalla
produzione del materiale
lapideo e all’1% di una
resina naturale.
Design per la persona
Recline Personal
Azienda Technogym
Progetto Antonio Citterio
La bike riunisce in uno spazio ridotto tante
caratteristiche che soddisfano la voglia di
muoversi in modo divertente e confortevole.
Utilizza vetro temperato e alluminio e
presenta particolari costruttivi inediti.
(Photo credits Wolfgang Scheppe).
Il volume, pubblicato
dall’Adi insieme con l’editore
Corraini, è a cura di Maria
Cristina Tommasini e il progetto
grafico dello Studio Zup è stato
ripensato per facilitare la
consultazione e per mettere
meglio in rilievo i prodotti
selezionati.
49
Ricerca per l’impresa
Lecco Innovation Hub
Progetto Politecnico di Milano - Dipartimento Indaco - Adimember, Dipartimento Di Meccanica, con Sebastiano Ercoli,
Silvia Tieghi
È un progetto del Politecnico di Milano (polo territoriale di
Lecco) per la realizzazione di un centro di ricerca applicata
focalizzato sulla nautica e settori affini, con lo scopo di promuovere e assistere l’implementazione di tecnologie e innovazioni di prodotto e di servizio tra le imprese. La barca laboratorio e la struttura posta sulla piattaforma sono state costruite e attrezzate con la collaborazione delle imprese locali, mettendo a frutto le loro competenze tecniche e produttive. Tra le
entità che costituiscono il Lecco Innovation Hub c’è la barca
laboratorio: a vela, lunga 10 metri, è dotata di strumentazione
per la rilevazione di dati sul comportamento dello yacht e dei
suoi diversi componenti, fondamentali per un approccio scientifico alla progettazione. È concepita per funzionare come
bilancia dinamometrica e consentirà pertanto l’acquisizione in
scala reale di dati inediti relativi ai carichi aerodinamici e idrodinamici agenti sullo yacht al vero, nonché la misura diretta dei
carichi agenti nei diversi componenti dell’attrezzatura velica, e
lo studio della forma geometrica assunta dalle vele nelle reali
condizioni di utilizzo delle stesse in navigazione.
48
BARCHE dicembre 2012
Exhibition design
Il futuro nelle mani.Artieri domani
Luogo Officine Grandi Riparazioni, Torino
Committente Comitato Italia 150
Curatore Enzo Biffi Gentili (con Seminario Superiore di Arti
Applicate della Congregazione dell’Oratorio di Torino Miaao)
Direttore artistico Enzo Biffi Gentili
Comitato scientifico Riccardo Bedrone, Luciano Lanna, Anne
Leclercq, Luisa Perlo/A.Titolo
Progettazione architettonica,layout 5+1 AA, Studio Kha
Progettazione dell’identità visiva e grafica Undesign - Michele Bortolami, Tommaso Delmastro
È una mostra a rotazione in cui l’artigiano militante diventa artiere, figlio della controcultura, pirata della meccanica. Per la zona di filtro e avvicinamento al clou della
mostra, i progettisti hanno usato il linguaggio grafico
delle ferrovie.
la fabbrica
delle idee Adi Design Index
Ricerca teorica
On The Road.Bob Noorda,
Il grafico del viaggio
Editore Aiap Edizioni
Mostra e catalogo a cura di Cinzia Ferrara,
Francesco E. Guida con Lorenzo Grazzani
Progetto Aiap + Centro Di Documentazione
Sul Progetto Grafico con Touring Club Italiano, Noorda Design
Design dei servizi
Progetto grafico Alessandro Costariol
Traduzioni Giovanna Pistillo, Cosmonapolitan
La mostra “On the road. Bob Noorda, il
grafico del viaggio”, organizzata nel 2011,
ha reso omaggio a Bob Noorda attraverso la rilettura e l’esposizione del grande
lavoro che ha svolto per il Tci. Il progetto di
esposizione era completato dal libro catalogo.
Agorà
Committente Loccioni
La selezione, opera
come di consueto dell’analisi
dell’Osservatorio permanente del
design Adi, mostra equilibri diversi
rispetto al passato: tipologie e settori
produttivi negli anni scorsi ben
rappresentati cedono il passo ad
altri settori e ad altri
prodotti.
Luogo Aou Ospedali Riuniti Di Ancona
Progetto Isao Hosoe con Lorenzo De Bartolomeis
Design Team Gruppo Loccioni, Aou, Isao Hosoe Design
È un servizio che monitora in tempo reale i processi di cura
ospedalieri e rende fruibili le informazioni al personale sanitario. La rete wireless disaccoppia i dati clinici per gli operatori sanitari dall’accesso gratuito alla rete da parte dei
pazienti. Gli operatori sanitari possono scambiarsi dati clinici, comunicare con i reparti e compiere molteplici operazioni.
51
Design per il lavoro
Visual design
Libero Point
Azienda Electrolux Professional
Progetto Industrial Design Dept. Electrolux Professional -
Moroso World’s Travel Guide
Committente Moroso
Direzione artistica Patrizia Moroso
Progetto grafico Ferruccio Montanari
Michele Cadamuro, Davide Benvenuti
È una stazione di cottura mobile per cuocere o bollire in
pochi secondi, in ogni momento della giornata: dalla sala
in cui servire colazioni e brunch, al bordo piscina o al giardino. Un sistema di aspirazione e filtraggio assicura l’eliminazione di fumi e odori anche negli ambienti chiusi.
Con il suo Moroso World’s Travel Guide, l’azienda friulana racconta come i propri prodotti, dopo aver solcato cieli
e mari, siano diventati protagonisti di situazioni molto speciali. Ogni luogo toccato dal viaggio è raccontato con
immagini fotografiche, mappe, schizzi, brevi testi (là dove
è il caso, scritti anche nell’alfabeto del Paese).
Design per l’abitare
Targa Giovani
Copernico
Azienda Artemide
Progetto Carlotta De Bevilacqua, Paolo Dell’Elce
Stereotype
Anno 2010-2011
Autore Marianna Calagna
Scuola Università Degli Studi Della Repub-
Quando è chiusa, la lampada si presenta completamente
piatta. La tecnologia led è spinta al massimo: attraverso
la rivoluzione meccanica degli elementi, la sorgente puntiforme diviene una macchina ottica che distribuisce il
flusso luminoso equamente nello spazio.
50
BARCHE dicembre 2012
blica Di San Marino - Università Iuav Di
Venezia, Corso Di Laurea In Disegno Industriale
Relatore Massimo Pitis
Correlatore Gianni Sinni, Sergio Brugiolo
Il progetto esposto in questa tesi di laurea
intende agevolare la memorizzazione e
l’immediata riconoscibilità delle varie font,
associando ciascuna di esse a un personaggio evocativo dell’universo simbolico e
figurativo al quale appartiene il carattere (la
sua funzione, la sua origine storica, il suo
disegno).