Rassegna stampa - Provincia di Ravenna

Comments

Transcription

Rassegna stampa - Provincia di Ravenna
Ufficio stampa
Rassegna stampa
sabato 17 agosto 2013
Pagina 1 di 97
INDICE
Il Resto del Carlino Ravenna
La ruota non gira (prima pagina)
17/08/13
5
Prima pagina
Allarme bomba (prima pagina Lugo)
17/08/13
6
Prima pagina
Lo sponsor non c’è, salta la tradizione
17/08/13
Economia e Territorio, Turismo, Cultura, Spettacoli
Niente palio della cuccagna e la ruota sparisce: Marina smobilita
17/08/13
Economia e Territorio, Turismo, Cultura, Spettacoli
Festa in spiaggia: ventenne sfregia a bottigliate un coetaneo, arrestato
17/08/13
Economia e Territorio, Turismo, Cultura, Spettacoli
Anche TeleRomagna sotto l’antenna della Curia
17/08/13
Turismo, Cultura, Spettacoli
Un ‘Capodanno’ last minute Tanti turisti,ma mordi e fuggi
17/08/13
Economia e Territorio, Turismo, Cultura, Spettacoli
A Marina Romea un giovedì da leoni
17/08/13
19
Economia e Territorio
Via Rossi, scatta la terza fase
17/08/13
20
Edilizia e Infrastrutture
Chiude il ponte della Cella
17/08/13
21
Edilizia e Infrastrutture
Egitto, domani un presidio
17/08/13
22
Sanità e Politiche sociali
Un mese in più per il Ponte lungo
17/08/13
23
Edilizia e Infrastrutture
Trenta milioni per riammodernare la piattaforma Angela Angelina
17/08/13
Edilizia e Infrastrutture
Sequestrati i marchi contraffatti da attaccare alle borse
17/08/13
Economia e Territorio
Una festa lunga quasi 24 ore
17/08/13
Turismo, Cultura, Spettacoli
Strocchi e Pingani, due poeti a confronto sul sagrato di Santa Maria Maggiore
17/08/13
24
25
26
Economia e Territorio
D’Annunzio, poeta da ricordare con una notte di versi e letture
17/08/13
13
17
Cronaca
«Frutta e verdura, è concorrenza sleale»
17/08/13
12
16
Sanità e Politiche sociali
Lettere e opinioni
17/08/13
10
15
Turismo, Cultura, Spettacoli
Dal dormitorio al mercatino
17/08/13
8
11
Economia e Territorio
Visite guidate dagli ‘antichi romani’ La giornata alternativa fa il pieno
17/08/13
7
Turismo, Cultura, Spettacoli
27
28
Corriere Romagna Ravenna
Sfregiato al volto durante una lite in spiaggia
17/08/13
29
Prima pagina
Sfregiato al volto durante una lite in spiaggia
17/08/13
30
Cronaca
Marchi falsi pronti da attaccare alla merce
17/08/13
31
Economia e Territorio
Bagno in acque portuali, multati Sanzionati piadinari abusivi
17/08/13
Economia e Territorio
Spacca una bottiglia e ferisce al volto il rivale
17/08/13
33
Cronaca
Trovati con le armi rubate, arrestati
17/08/13
32
34
Cronaca
Pagina 2 di 97
Sequestrata cabina di uno stabilimento
17/08/13
35
Economia e Territorio
La ruota panoramica chiude la stagione ma ritornerà
17/08/13
Edilizia e Infrastrutture
Un colosso da mille tonnellate
17/08/13
37
Edilizia e Infrastrutture
Il Comitato invoca la messa in sicurezza
17/08/13
38
Cronaca
Ai Giardini Speyer il mercatino dell’usato di Brinquedo
17/08/13
Economia e Territorio
Rifacimento della condotta del gas: terza fase dei lavori in via Girolamo Rossi
17/08/13
Cronaca
«Agricoltori favoriti a scapito di altri»
17/08/13
Economia e Territorio
Nuova associazione per la valorizzazione dei prodotti tipici
17/08/13
Economia e Territorio
Danni da lupi e predatori, arrivano i risarcimenti
17/08/13
44
45
46
Economia e Territorio
Abusivi sorpresi ad applicare false griffe vicino alla spiaggia
17/08/13
40
43
Economia e Territorio
Poco prodotto ma di qualità e a prezzi soddisfacenti per i produttori del Faentino
17/08/13
39
41
Economia e Territorio
Il libro di Mazzuca su Raul Gardini
17/08/13
36
Economia e Territorio
47
La Voce di Romagna Ravenna
Rom in trasferta per rubare in casa (prima pagina)
17/08/13
Prima pagina
Sfregia in faccia 19enne con una bottiglia rotta
17/08/13
49
Cronaca
Ai Giardini Speyer l’evento ‘Diversi ma uguali’
17/08/13
Sanità e Politiche sociali
50
Turismo, Cultura, Spettacoli
51
ZAPPING
17/08/13
A Marina sfregia in faccia 19enne a bottigliate
17/08/13
52
Cronaca
Via Girolamo Rossi Proseguono lavori di restyling della condotta gas
17/08/13
Edilizia e Infrastrutture
Usavano la cabina del bagno come deposito per i tarocchi
17/08/13
Economia e Territorio
Nuovo guard rail: da lunedì chiuso il ponte di via Cella
17/08/13
Edilizia e Infrastrutture
Al ravennate Danilo Ghirelli il Premio Dolmen
17/08/13
Cronaca
“Ho contato 35 bottiglie in una mattina”
17/08/13
Economia e Territorio
“Assurdo consentire alle aziende agricole di far consumare i loro prodotti sul posto”
17/08/13
Economia e Territorio
Strage Egitto Domani corteo in piazza
17/08/13
65
Turismo, Cultura, Spettacoli
Già finito a Roncalceci il progetto della nuova Scuola Calcio
17/08/13
Edilizia e Infrastrutture
‘Tanti dubbi sulla legge sui parchi’
17/08/13
68
Politica
Della Monica ci svela D’Annunzio
17/08/13
66
67
Parchi
Numeri da record per Reggio Emilia
17/08/13
61
64
Politica
“Classense chiusa 15 giorni? Indignate”
17/08/13
60
63
Economia e Territorio
Nei cieli ravennati l’aereo pro-Berlusconi
17/08/13
57
62
Sanità e Politiche sociali
Tripadvisor Sul podio le piadinerie
17/08/13
55
59
Economia e Territorio
La ruota panoramica se ne va a in anticipo Il gestore: “Impegni improrogabili”
17/08/13
54
58
Cronaca
A Ferragosto la piadina diventa abusiva
17/08/13
53
56
Sanità e Politiche sociali
A nuoto dentro la diga foranea e con l’acquascooter tra i bagnanti
17/08/13
48
69
Turismo, Cultura, Spettacoli
Pagina 3 di 97
Cultura “I due apostoli Giovanni e Paolo predicatori del verbo poetico…”
17/08/13
Turismo, Cultura, Spettacoli
70
Turismo, Cultura, Spettacoli
71
Concerti
17/08/13
Buone notizie per allevatori e agricoltori La Regione (forse) rimborsa i danni dei predatori
17/08/13
Economia e Territorio
72
Turismo, Cultura, Spettacoli
73
Lettori
17/08/13
Corriere della Sera
IMU, SERVICE TAX E PRIMA RATA CANCELLATA
17/08/13
Pubblica Amministrazione, Economia Nazionale
Sole e fresco, il Ferragosto perfetto Quando la festa è anche in città
17/08/13
Turismo, Cultura, Spettacoli
75
77
Il Sole 24 Ore
Sotto tiro la residenza e le iscrizioni al Catasto
17/08/13
78
Pubblica Amministrazione
Italia Oggi
La Tares si paga anche se l’immobile è inutilizzato
17/08/13
Pubblica Amministrazione
Farmacie, niente paletti alla concorrenza
17/08/13
80
Pubblica Amministrazione
Imu imprese, detrazioni a rate
17/08/13
79
Pubblica Amministrazione, Economia Nazionale
81
Nuovo Diario Messaggero
Rinnovarsi per far ripartire l'economia (prima pagina)
10/08/13
Prima pagina
Tribunale, l'addio è vicinissimo In città resta solo il giudice di pace
10/08/13
Edilizia e Infrastrutture
Raddoppiano le vendite della Romagna Visit Card
10/08/13
Economia e Territorio
Dall'ambiente una spinta per far ripartire il lavoro
10/08/13
Economia e Territorio
Per Cavim più spazi di mercato grazie all'accordo con Caviro
10/08/13
Economia e Territorio
83
84
85
86
87
Risveglio 2000
Artigiani in spiaggia
03/08/13
88
Turismo, Cultura, Spettacoli
Ma quale risanamento?
03/08/13
89
Ambiente
Medicina riabilitativa più vicina agli utenti
03/08/13
90
Sanità e Politiche sociali
Settembre Dantesco 2013
03/08/13
91
Turismo, Cultura, Spettacoli
Ravenna Festival: le alchimie popolari hanno funzionato
03/08/13
Turismo, Cultura, Spettacoli
Il futuro del porto
10/08/13
94
Economia e Territorio
La chimica a Ravenna
10/08/13
95
Lavoro
Sulla revisione dell'isee
10/08/13
92
96
Economia e Territorio
Unità
I sindaci: subito chiarezza sulla nuova service tax
17/08/13
Pubblica Amministrazione
Pagina 4 di 97
97
17/08/2013
il Resto del Carlino
pressunE
RAVENNA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
h \V\
ta
~h
hEsh
direstodetcartincitai rravenna
e-mail:[email protected]€ino.net
[email protected]
Sabato 17 agosto 2013
Redazione: via Sa1ara 40, 48121 Ravenna Tel. 0544 249611 Fax 0544 39019
aa.
a PubbIicità: S.P.E. Ravenna - L.13 Aiberti, 60 Tel. 0544 278065/ Fax 0544 270457
,it 15, Corsini
,
.<.Strano››
OGGI SU
Confesercenti critica
www.i[restodelcartinajthwiN:
\
«Frutta
venduta
sul posto?
Ora basta»
La magia dei fuochi
di Ferragosto
nA
r FOTDGALLERY i 2
i A Cervia lo sbarco
degli scrittori
-M,s3
p E To
sfregiato
Jorvaannt la
o A pagina 11
Il 28 agosto
Marina Romea
Dario Fo
sceglie Cervia
per ricordare
Franca
aii,
:.ti
ta ta
aa
ta ta
aa
aa
aa
aa
aa
ait aa
Ferragosto
da leoni
per decine
surfisti
INSIEME Franca. Rame e Dado Fo
FOLLA In 80 sulla tavola
a A pagina 28
a Atte pagine 4-5
Presi a Fornace Zarattini
in manette ventenne marocchina
Rubano tre fu
e tre pistole
Arrestati 4 nomadi
Bolognese sfregiato
con una boitigliata
durante la fbsta
Munizioni e pistole sequestrato
dal Carabinieri (repertorio)
a:. A pagina 7
Un intervento notturno
di Ferragosto
a Alte pagine 2-3
ppopRolvIgkicEsENAggqn00,
I
ashate 24 IROCta
h
h
h\ h4:1
TA $
hYL4.,
piadina con Asieda
e pizza a/ taglio
E .„ TANTA MUSICA
' 515al» atCh Paint
2,ZUM,
Via Lunga,77 Osteria (Ra)
349 0576786
‘:S"WI,~3.1WW‘N‘WA~Wl"n
kek;a
, z4
kk~, ,,g&k&juK
\
Pagina 5 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
i MIGLIORI DRIVER ITALIANI SFIDANO
IL CAMPIONE DEL MONDO PIERRE VERCRUYSEE
‘snn
A., mut:.n~'VLkak,
press unE
17/08/2013
il Resto del Carlino
RAVENNA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
an,
A
1.n:
\‘*
Pesto
‘N:.'K. ‘í
tIA ~h haah
•
r
..„
An
)
.S.ER 0270 BAR RiSTORAZIONE
NUOVO Ord.0
g.,Af t ì i 03.ree ì
el*APE4,23
ras
O .t 00
CA.C.I OOO
Tà`g pC5,917W8
www.itrestodetcartino.it
È
e-rnait: [email protected]
[email protected]
Sabato 17 agosto 2013
Redazione: via XX settembre 15, 48018 Faenza - Tet. 0546 26539 Fax 0546 664750
a Pubblicità: S.P.E. via della Repubblica, 2 Fusignano Tel. 0545 50690/ Fax 0545 50287
Briskihella La fine dei lavori era originariamente prevista fra un mese
Ponte lungo, un altro ritardo
Solo a fine ottobre la riapertura
1..9ntervento ha un costo ch oltre due milionì
.
Servizio a A pagina 19
' FUSIGNANO Valigia sospetta lasciata all'Anagrafe:
i evacuato il mercato, centro paralizzato per ore
,
<
'
SCAROOVI
a A pagina 21
„:. ,:...L,, .,:..,. ,., ., Y
. . .k..,\, \:,,,. :.\,-\?. ,,,,. .
...\\
L'ellarnhulanza a San Ruffillo
.,...9.itmz.,..,..:„.
•
La vasca all'aperto Faentina
CasoLa Valsenio
Estate in città
Raffica
di vento,
parapendio
si schiena
,. ■-:‘‘N
. ,.‘,::',4\...\
\\
'''''''—\'2.‘'.4'''.: ,
Viaggio
fra chi
preferisce
la piscina
Servizio a A pagina 19
Servizio a A pagina 21
Lago
Conselice
Telefonino
e liquori,
furti a raffica
nei negozi
Polenúéh.e
per la festa
del Hamadan
al palasport
Servizio a A pagina 21
ROSSI a A pagina 23
Movimento terra
TAMPIERI MARIO
e GIAN BATTISTA
Via Lazzarini, 394 - Castel Bolognese (Ra) TeL 0546/54742 - Celi, 335/8160451
Pagina 6 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
ra con Iaser
tiara
ti e Detooliaload
press unE
il Resto del Carlino
RAVENNA
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Lo sponsor
non c'è, salta
la tradizione
A MARINA di Ravenna sembra
essere finita un'epoca storica,
quella del palio della cuccagna,
una tradizione che proseguiva dagli anni '30. La prima cuccagna
saltata è stata quella dell'anno
scorso, quando purtroppo venne
smarrita la base che doveva sostenere il palo proprio il 15, e che gli
organizzatori non ebbero il tempo di recuperare. Quest'anno, il
secondo Ferragosto senza palio,
ha invece motivazioni più profonde. Nessuno sembra infatti più disponibile a sponsorizzare, e dì
conseguenza a finanziare, la storica tradizione. Dal bar Timone di
Marina di Ravenna, organizzatori dell'evento, raccontano dì aver
passato l'intero inverno alla ricerca di possibili sostenitori, ma fino
ad oggi hanno trovato solo porte
chiuse. «Eravamo disposti anche
a cambiare la data pur di trovare
qualche aiuto — spiegano —, ma
nulla da fare. In tanti ci sono venuti a chiedere quando l'avremmo fatta, ma purtroppo è scalo il
secondo anno senza Cuccagna a
Marina».
NE PARLANO con forte rammarico i titolari del 'Timone', che ricordano le edizioni passate in cui
i partecipanti non erano mai meno di 20 e premi sempre ambitissimi. Anzitutto al vincitore andava una medaglia ricordo, un premio in denaro e tanti prodotti
enogastronomici, con un prosciutto a fare la parte del leone per il
primo classificato. «Vedremo il
prossimo anno che cosa riusciremo a fare», concludono dal bar,
ma anche per loro è chiaro che da
soli non saranno mai in grado di
riproporre lo spettacolo tanto atteso dai cittadini ravennati.
a. eic.
Pagina 7 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
LIG:a
pari w e: Marina smoLilita
press unE
17/08/2013
il Resto del Carlino
RAVENNA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
Niente palio della cuccagna e la
ruota sparisce: M * a smobilita
IN QUASI due mesi ha mostrato
Marina da un altro (e alto) punto
di vista a turisti e non, ma ora è
già ripartita, smontata e impacchettata, per una nuova destinazione.
I titolari della ruota panoramica
itinerante che quest'estate ha finto tappa di di Marina di Ravenna,
non hanno perso tempo e, nonostante all'arrivo dell'attrazione si
parlasse di un soggiorno di due
mesi, cioè fino a fine agosto, hanno deciso di anticipare la partenza, smantellando la ruota proprio
il giorno di Ferragosto.
L'attrazione itinerante della Technical Park, portata in città dal forhvese Rambelli, 'veterano' dell'intrattenimento itinerante, è ora in viaggio verso l'Austria,
prossima tappa del suo tour. Gli
organizzatori smentiscono la 'fuga' anticipata, ma proprio lo scorso week-end, Rambelli aveva però
segnalato che la ruota sarebbe ripartita solo il 19 agosto. «Mi sono
confuso con le date — si è però
corretto l'organizzatore
1119 è
VISTA MOZZAFIATO
La ruota di Marinara durante
l'inaugurazione di fine
giugno, alla presenza
dell'assessore al turismo,
Andrea Corsini, e del
vicepresidente della
Provincia Gianni Bessi
Nell'altra pagina, un
concorrente dell'ultimo palio
EDIZIONI MANCATE
.3 -**\*
)k%
k • `•
sk
„ 3 3.,•33
ha tatto nuovamente
stame VgyggO
to un grande successo. I numeri?
li sanno i proprietari, che ora sono all'estero».
CENA DALL'ALTO
COMMENSALI
Una cinquantina di
persone hanno cenato
netta cabina "vip', con i
vetri furné e un nenia
dai tittotàfit
di
a1a
il giorno in cui la ruota aprirà i
battenti a Vienna. Ci sono scadenze da rispettare».
Quanto al bilancio di fine stagione, per Rambelli è positivo ma
non troppo. «I proprietari sono
stati molto contenti dell'andamento del mese di luglio, un po' meno
di agosto. Anche perché l'invasione di alghe ci ha penalizzato. La
sera del 14 agosto la ruota ha avu-
ANNI SENZA PALIO
L'anno scorso è sparito il
palo proprio a
Ferragosto, questanno
la mancanza di sponsor
MANUEL
RAMBELLI
I proprietari sono stati
motto soddisfatti degli
affari dì Luglio, un po' meno
dì agosto, anche a causa
dette atghe, ma torneranno
DELLA partenza della ruota non
è stato avvisato neanche l'assessore comunale al Turismo, Andrea
Corsini che ha saputo il tutto «grazie all'sms di un amico di Marina.
Non mi stupisce la partenza anticipata, rispetto a fine agosto
I METRI D'ALTEZZA DELLA
RUOTA, LA PIÙ GRANDE IN
EUROPA TRA LE ITINERANTI
NiL1i)un
gn,. e la
3:33.
Pagina 8 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
"•■•‘
r3"313 '3" 3:3-33'333`
press unE
il
17/08/2013
Resto del Carlino
RAVENNA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
commenta l'assessore —, certo è
molto strano che abbiamo scelto
proprio il giorno di Ferragosto
per smontare tutto». In ogni caso
«non erano tenuti ad avvisarci:
l'area su cui è stata allestita l'attrazione è demaniale, quindi gli accordi sono stati presi con l'Autorità Portuale. In ogni caso so che
l'autorizzazione di occupazione
del luogo era valida fino alla fine
dì agosto». In ogni caso, «molto
probabilmente la ruota tornerà anche il prossimo anno», assicura
Ra mbelli,
Non è solo la ruota ad aver fatto
sentire la sua mancanza nel Ferragosto ravennate. Anche le tradizioni sembrano aver trovato ostacoli. Per il secondo anno consecutivo si è infatti sentita la mancanza del palio della cuccagna, la storica tradizione che dagli anni '30
veniva realizzata nei pressi del
bar Timone a Marina di Ravenna, La speranza è dì poter rivedere il palo almeno il prossimo anno, sempre che si trovino sponsor
o finanziatimi.
V. M.
IL TOTALE DELLE CABINE
DECORATE E ILLUMINATE
DA OLTRE 18OMILA LUCI
NWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWW,
GIGANTE DI FERRC
N
\
I POSTI DISPONIBILI. LA
RUOTA È STATA APPREZZATA
MOLTO DALLE FAMIGLIE
«All'inizio puntavamo
Cesenatico
ha detto i
referente Rambell i
atrinaugurazione
rina
la città non è stata
all'altezza di ospitare
un'opera come questa»
k„ „U
"
Il gigante da 1.00
tonnellate, costruito
dalla Technical Park net
2007, è arrivato a Marina
di Ravenna atta fine dì
giugno, per restare fino
atta fine detta sta
Montata s
successivamente, 1
cabina dotata di frigobar,
ha ospitato mina;
cinquantina di persone
che hanno cenato con
una vista d'eccezione
\k„
Trasportata da se
convogli, è stata montat
in quattro giorni. Con
un'altezza di 50 metri è
La più atta d'Europa nett
categoria dette attrazioni
itineranti
Nonostante atcuni
come te alghe che harm
invaso L'area del porto di
Marina, secondo
Rambelti «La ruota
tornerà anche il
prossimo anno»
Pagina 9 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
[Alia ella LaLeagn,... e la
press LinE
il
17/08/2013
Resto del Carlino
RAVENNA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
Diffusione: n.d.
Festa in spiaggia: vente e sfregia
a bottigliate un coetaneo estato
1L7 STATO l'episodio più drammatico di Ferragosto: un ventenne, verosimilmente in preda ai fumi
dell'alcol, con un coccio di bottiglia ha ferito al volto
un ragazzo. L'aggressore è stato arrestato da una Volante della Polizia: si tratta di Ayoub Taous, marocchino di Casablanca, incensurato, abitante con la timiglia a Lido Adriano, idraulico, ma con un lavoro
da cameriere a Ravenna. 11 giudice ha convalidato
l'arresto e disposto l'obbligo di dimora in Comune
di Ravenna, con divieto di uscire di casa dalle 0.30
alle 12 di ogni giorno. Difensore era l'avvocato Sabrina Cavallari, che ha chiesto 'termini' per consentire
un risarcimento alle parti offese. Il processo si terrà
il 3 ottobre. L'episodio è accaduto in uno stabilimento balneare a Marina di Ravenna, dove era in corso
una festa con alcuni fuochi. In base alla ricostruzione poi operata dalla Polizia, Taous sarebbe stato allontanato dopo aver importunato una ragazza. Poco
dopo il giovane è tornato e, afferrato un lettino, l'ha
gettato su uno dei fuochi. Poi, mentre veniva nuovamente allontanalo, da uno zainetto ha preso una bottiglia di vetro, l'ha rotta e quindi si è scagliato contro
il giovane che l'aveva affrontato, un bolognese di 19
anni, ferendolo all'arcata sopraccigliare e allo zigomo destri. Un giovane è intervenuto per disarmarlo
ed è rimasto a sua volta ferito. Taous non è fuggito:
con la maglietta macchiata di sangue, è rimasto in
spiaggia e poco dopo è stato individualo e arrestato
da una Volante. L'ipotesi di reato è lesioni gravissime. Il giovane bolognese è stato medicato con 17
punti di sutura e giudicato guaribile in 15 giorni. Or.
to i giorni di prognosi per l'altro ferito. Ma i control-
li interforze hanno interessato tutto il litorale.
DIVERSE le chiamate al 118 per ragazzi che avevano alzato il gomito e che si sono ritrovati in pre coma etilico. I veicoli controllati sono stati 90, 115 le
persone. Le forze dell'ordine hanno anche sequestrato piccoli quantitativi di droga (i Carabinieri hanno
elevalo contravvenzioni a sei extracomunitari in regola) e tre persone sono state denunciate in stato di
libertà per ricettazione. Ignoti hanno forzato il distributore di macchinette di una tabaccheria di Marina
e rubato il contenuto. Una la denuncia scattata per
furto aggravato e diversi i furti in spiaggia. I controlli hanno riguardato anche le attività: sono stati 12 i
locali finiti nel mirino e 4 le sanzioni amministrative elevate. Tutte e 4 a Marina di Ravenna e tutte e 4
a `piadinari' abusivi: camioncini attrezzati che vendevano piadine ma senza averne l'autorizzazione.
ANCHE i controlli contro l'abusivismo commerciale non si sono fermati. I carabinieri di Marina Romea hanno sequestrato materiale in uno stabilimento dove, in una cabina regolarmente noleggiata per
la stagione, era stato adibito una sorta di deposito di
mercanzia. Il luogo veniva utilizzato anche come piccolo laboratorio perché qui sono state rinvenute decine di placche di vari marchi pronte per incollate sulle borse, il posto Ferragosto ha regalato una spiacevole sorpresa ai turisti di Lido Adriano (foto a destra): la mattina c'erano buche sulla spiaggia e carrelli abbandonati da chi, la notte, si era divertito ad accendere falò.
I CONTROLLI
Forze dell'ordine impegnate
sul litorale.
A sinistra i controlli
anti-droga delle unità cinofile
della Guardia di Finanza (foto
Corellì). Sotto, i carrelli
abbandonati dopo i falò
sulla spiaggia
a Lido Adriano
I TITOLARI
DEL BAR TIMONE
Abbiamo cercato risorse
per tutto l'inverno, ma senza
successo. Eravamo disposti
anche a cambiare data,
ma è stato tutto inutile
Pagina 2
rao:a parrsx: Marina smoLilita
Pagina 10 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
Sol—glite cw,..s,..a.r,st, • —
••■,_
press unE
17/08/2013
il Resto del Carlino
RAVENNA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
Diffusione: n.d.
Anche TeleRomagna
sotto
l'antenna
della
Curia
L 'emittente è già partner del network 'benedetto' da Bologna
PROVE tecniche per dare vita a
un nuovo network radiotelevisivo
che partendo da Bologna copra
con il suo segnale tutta l'Emilia
Romagna. La cordata che si era
proposta di diventare l'azionista
di maggioranza di A' tv si è riorganizzata dando vita a un nuovo progetto, che vede tra i partner anche
TeleRomagna, che a Ravenna ha
una sede operativa. L'idea è quella di raccogliere sotto l'ombrello
di un unico gruppo editoriale una
televisione e una radio a diffusione regionale, oltre a un portale
web che si occupi dell'informazione locale e che rilanci in podcast i
programmi delle due emittenti.
L'accordo con il puoi di aziende a
capo dell'emittente romagnola,
tra cui anche nomi di spicco come Amadori e Orogel, è stato raggiunto. Tutto pronto quindi per
la parinuship tecnica tra le emittenti, che si tradurrà in uno scambio di trasmissioni e immagini.
Tra i promotori di questo disegno
vi è monsignor Ernesto Vecchi,
vescovo ausiliare emerito di Bologna, che in questi mesi si è preoccupato di dialogare con alcuni imprenditori bolognesi. Per concretizzare il progetto, infatti, occorre
l'adesione di un numero di soggetti che varia da un minimo di 10 a
un massimo di 20.
sono Maurizio Marchesini, presidente di Confindustria Emilia Romagna, Alberto Vacch i, presidente di Un industria Bologna, Romano Volta, presidente di Datalogic,
Al bano Guaraldi, presidente del
Bologna calcio. L'obiettivo è raccogliere attraverso il versamento
di quote paritare 1,5 milioni di euro, necessari per far nascere la
nuova emittente. I colloqui proseguiranno fino a lunedì 26, poi inizierà la verifica delle adesioni e se
sarà stato raggiunto il numero minimo di partecipazioni richieste
allora nei primi giorni di settembre verrà costituita la nuova società. Dopo un mese, poi, partirebbero le prime trasmissioni in quanto vi sarebbe già un accordo con
una società che detiene la concessione di diverse frequenze. La Curia non farà parte della compagine societaria, ma parteciperà al
progetto facendo confluire Radio
Nettuno nel nuovo ne/work,
''"
Sentono 1,5 milioni per
realizzare l'emittente
che coprirà L'intero
territorio regionale
,
NNIOCCO,"L§
Con TeLeRomagna una
partnership tecnica,
ovvero scambio di video
e trasmissioni
CANALI
Alcuni antenne su un
condominio della
Darsena; la Curia di
Bologna parteciperà
alla cordata con
Radio Nettuno
TRA gli industriali interpellati vi
,
Pagina 11 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
o,to rante,-un
C9-ia
pressunE
il
17/08/2013
Resto del Carlino
RAVENNA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
Diffusione: n.d.
M.:3 «UN SOLO RAMMARICO: LA SOPRINTENDENZA NON CI HA CONCESSO L'APERTURA SERALE»
Visite guidate dagli 'antichi romani'
I a giornata alternativa fa il pieno
I VOLONTARI vestiti da antichi romani hanno accompagnato i visitatori tra i triciiin, nel tablinum, nello studio del dominus e nel torni:tal-non
e hanno offerto ai turisti curiosi cocomero e mistura bibendi. E stata un
successo la giornata di Ferragosto 'alternativa' organizzata dalla Pro Loco di Russi e dal Gruppo Archeologico ravennate alla Villa Romana di
Russi.
«Durante l'orario di apertura della Villa — racconta Riccardo Morfino
della Pro Loco — sono state più di 300 le persone che ci hanno fatto
visita, per l'esattezza 306. E andata molto bene, Coppie, famiglie con
bambini, moltissimi dal circondario: da Ravenna e Faenza, a Imola e
Forlì. Proprio vista la tipologia del turismo che ha preso parte alle visite abbiamo un rammarico».
Il rammarico riguarda gli orari di apertura concessi dalla Soprintendenza per la Villa Romana. «Lo scorso anno continua Morfino , ci era
stata concessa la possibilità di organizzare le visite fino alle 22: il pubblico ha apprezzato moltissimo, tanto che siamo stati il sito archeologico
più visitato della Regione con 470 presenze. Quest'anno purtoppo non
ci è stato concesso e abbiamo chiuso alle 19.30».
Il bilancio è comunque più che positivo. I volontari impegnati, tra Pro
Loco e Gra, sono stati una ventina e per il terzo anno consecutivo oltre
alle visite sono stati allestiti curioasi laboratori: quello dì mosaico, di
ceramica e quello legato alla cucina romana, in particolare alla preparazione del pane. «Il tutto in un'atmosfera romana — continua Morfino
—. I volontari erano vestiti con abiti da perfetto romano realizzati da
un'attivista del Gra e dopo la visita abbiamo allestito un punto di ristoro con una mistura bibendi che ricalcava le bevande di duemila anni fa:
una sorta di vino arricchito con uva passa, miele, spezie».
La prossima apertura della Villa Romana è prevista per la metà di settmebre quando a Russi avrà luogo la Fira di Sett dulur.
Un
Foto
CoretU-Zartì
tuffo
I volontari delta Pro Loco di Russi e
del Gruppo Archeologico ravennate
hanno accompagnato i turisti in visita
alla Villa Romana vestiti come
duemila anni fa.
Sono stati oltre 300 visitatori.
Pagina 5
ap ..'111e. 123r
•
lat
Pagina 12 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
-,■-■
,
"`s:'
press unE
17/08/2013
il Resto del Carlino
RAVENNA
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
Un 'Capo
Tanti turisti
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
o 'East enute
a mordi e fuggi
Bene i Bed and Brea est e le feste sulla spiaggia
di ALESSANDRO CICOGNAN1
IL FERRAGOSTO si è riempito
all'ultimo minuto per le strutture
ricettive ravennati, ma nessun tutto esaurito. «Siamo lontani dai numeri fatti segnare negli altri anni
— commenta il presidente di Asshotel Filippo Donati —, ma poteva anche andare peggio. Gli italiani vorrebbero andare in vacanza,
ma purtroppo non hanno i soldi».
Una condizione che si è tradotta
in prenotazioni effettuate pochi
istanti prima di mettersi in viaggio per raggiungere i lidi, forse
per cercare di strappare un prezzo
delle camere ancora più vantaggioso. Lo sottolinea anche lo stesso Donati che, sul tema, dice: «A
Ravenna si è scatenata una pericolosissima corsa al ribasso dei prezzi. E gli incassi sono quindi in forte calo».
MA ANCHE se le prenotazioni
non sono di quelle che ti permettono di fare programmi a lungo
termine, il Ferragosto in riviera
sembra essersi salvato alla grande. L'affluenza è stata positiva, in
particolare nella notte del 14 agosto, dove gli stabilimenti balneari
hanno regalato una serata al ritmo di musica tino a notte inoltrata. Ad essere cambiate sono le abitudini di coloro che soggiornano
sul litorale. Le preferenze ricadono quasi sempre sui Bed and Bre-
DOW,T1 (ASSHOTEL
«Siamo lontani dai numeri
fatti segnare
negli anni passati»
akfast. «Per il Ferragosto non ho
avuto grossi problemi — raccontano dal B&B 'Al mare di Greis' di
Lido Adriano , tranne per
quanto riguarda l'organizzazione.
La maggior parte — confermano
sono state prenotazioni fast minute, per non più di due o tre giorni. Pochissimi gli stranieri presenti».
IN EFFETTI quella sui lidi rimane una festa prettamente indiana.
Una tradizione oramai consolidata nel cuore dei frequentatori della spiaggia. Ma se al mare hanno
dato sostanzialmente forli2it, gli
stranieri non sono mancati in centro cittù. Nel B&B 'A casa di Paola' di via Paolo Costa di italiani
non c'era praticamente nessuno.
«Per la maggior parte abbiamo
ospitato turisti russi — spiegano
molto più concentrati sulla visita ai monumenti che sulla tintarella in spiaggia». Quello 2013 è
stato un Ferragosto tranquillo,
partito con un acquazzone che
sembrava dover rovinare la festa,
ma si sa che la 'burrasca ad Ferragose arriva sempre puntuale. Anzi quest'anno ha aiutato anche a
spazzare via il prato di alghe che
da settimane ricopriva la costa ravennate. Il primo anno anche senza i falò di Lido di Classe, grande
tradizione spezzata, ma conclusasi giovedì sera nel migliore dei
modi: con lo spettacolo pirotecnico di Marina di Ravenna, un appuntamento seguitissimo.
Pagina 13 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press unE
il Resto del Carlino
RAVENNA
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
IL DIVERTIMENTO
I FUOCHI
SONO STATE UN SUCCESSO LE FESTE
LUNGO IL LITORALE: TANTA GENTE NEI LOCALI
E NEGLI STABILIMENTI
MEZZORA PIROTECNICA: MARINA DI RAVENNA
SI È ACCESA CON LO SPETTACOLO DEI FUOCHI
D'ARTIFICIO, CHE SONO STATI MOLTO APPREZZATI
SU LL4 TAVOL4
DA NON PERDERE LO SPETTACOLO
OFFERTO DAI SURFISTI NEL TRATTO DI MARE
ANTISTANTE IL BOCA BARRANCA
Pagina 14 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press unE
17/08/2013
il Resto del Carlino
RAVENNA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
A Ma a Romea i giovedì da leoni
Tutti pazzi per il su «Davamo un'ottantina, una giornata di 'grazia' »
'UN MERCOLEDÌ da leoni' è il.
titolo dello storico film di fine anni Settanta dedicato al mondo del
surf e diretto da John Milius.
Quello del 15 agosto, a Marina Romea, è stato invece un 'Giovedì da
leoni'. Con il vento che sin dalla
mattina ha iniziato a spirare verso
la costa, a Ravenna sono arrivati i
mitici 'cavalloni'. Non si sono fatti attendere i surfisti ravennati
che, viste le condizioni, hanno acceso i loro camper, caricato le tavole, e sono partiti alla volta dello
stabilimento balneare Boca Bar-
il vero non eravamo nemmeno
tutti presenti. Ci sono stati. giorni
in cui eravamo anche 120».
IL PROGETTO
«L'anno venturo apriremo
una scuola per chi intende
impratichirsi della tavola»
INSOMMA il surf a Ravenna si
può definire un sport in grande
crescita. «Il territorio si presta infatti molto bene — spiega sempre
Alessandro in particolare gra-
zie alla presenza delle due dighe
foranee». Uno sport che è anche
un motivo di ritrovo, in particolare per i più piccoli, che non si sono fatti sfuggire l'occasione per salire sulla tavola e mostrare la loro
abilità. «Proprio per loro — annuncia sempre lo stesso Ricci Picciloni il prossimo anno al Boca
Barranca organizzeremo una
scuola di surf dedicata ai giovani». Intanto la tribù continuerà a
ritrovarsi in spiaggia, in attesa di
nuove onde come quelle che il mare ha concesso a Ferragosto.
a.cic.
ranca di Marina Romea, da sempre ritrovo degli amanti di questo
sport. Il Boca, in gergo, è infatti
Ìuui
Le condizioni del mare
hanno esaltato L popolo
dei cavalieri delle onde
`>k
uno 'spot', ovvero un luogo dove
si formano un determinato tipo
di onde, particolarmente adatto
per praticare il surf.
• QCATATì iACQUA
Guarda tutte te immagini di
Fabrizio Zani dei surfisti
scatenati davanti al Boca
Barranca. Clicca:
E COSÌ se tanti hanno preferito
passare il Ferragosto stesi sulla
battigia a prendere il sole, la tribù
della tavola non si è fatta sfuggire
questo giorno cli grazia. Oltre 80 i
surfisti che giovedì si sono presentati sulla sabbia cli Marina Romea
con il surf sotto braccio, pronti a
cavalcare il mare. «Quella di giovedì è stata una condizione di.
grande fortuna — racconta Alessandro Ricci Picciloni, grande appassionato di surf, tanto da averne fatto il proprio lavoro —. E stata una giornata fantastica e a dire
SYS,VW, ]reStOde k:atlif LiVElavenna
Atcuni dei surfisti erano
equipaggiati con caschi
e telecamere subaquee
incorporate per
immortalare l'evento
e La 'cavatcata' sui cavalloni
.
Pkc oLi ampwì
C'erano anche giovani
talenti tra te onde: a
sinistra, uno dei tanti piccoli
campioni che non si sono
fatti intimidire né dat mare
né dai surfisti più esperti
Latta
UN INIZIO INCERTO
Erano più di ottanta
LA GIORNATA SI E APERTA CON UNO SCROSCIO
i surfisti che L giorno
DI PIOGGIA CHE PERÒ, FORTUNATAMENTE,
di Ferragosto si sono
PO HA LASCIATO SPAZIO AL SOLE
ritrovati sulla spiaggia
di Marina Romea
per scatenarsi tra te onde
in una giornata 'di grazia'
A 'A
Pagina 15 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
Romea logio.tx5
press unE
17/08/2013
il Resto del Carlino
RAVENNA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
SOL
Da1 do
TS DOMANI AI GARD N SPE R
(3
o a n e cani o
I, ai iardini Speyer è in pr grani a il ttiercatino
dell'usato ma organizzato dall'associazione rlt
quello di I ave na cuna la collaborazione del multicentr Ceas
entro di educazione
sostenibilità) del Comune, oltre che
del ri storante I Cherubini Il tnercatino sarà gestito interam It
dai oci dell'associazione da ospiti dei dormitori; si svolgerà dal
-lea18,Sràposibcqutaendmipro,
basa bini, adulti, accessori dell'abbigliamento utensileria per la
casa, libri e molto altro ancora, La merce sarà in vendita a prezzi
a uno a cinque curo e l'incasso della giornata sarà interamente
d oluto it beneficenza.
!
Anche TeAkohrigna
l'antentr, ePula Curia
' . 01t0
Pagina 16 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
17/08/2013
il Resto del Carlino
press unE
RAVENNA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
Noi ravennati
di ANDREA DEGIDI
E la ruota scomparve all istante
Ieri, una brutta sorpresa: mentre passeggiavo sulla spiaggia di Marina, sentivo che
mancava qualcosa, ma non capivo cosa. Poi
ho compreso: non c'era più la ruota panoramica. Addirittura per un attimo ho pensato
fosse crollata! Invece 13„n bagnino mi ha detto che era stata smontata. Ma secondo voi
non è stata tolta troppo presto? L'estate non
è mica già finita!
proprio. i gestori dicono: era deciso in questo senso fin dall'inizio, ma se fosse veramente così, allora qualcosa non quadrerebbe. In nessuna località turistica si smobilita
un'attrazione al culmine dei festeggiameliti. Cosa direste se in piazza vi smontassero
l'albero di Natale proprio il 25 dicembre?
Adriana Corelli
[email protected]
Le lettere (mox 15 righe) vanno indirizzote o:
A fine giugno un po' tutti avevamo capito
che la ruota panoramica sarebbe rimasta a
Marina oltre Ferragosto, cioè fino al termine del mese. Invece non c'è già più. Possibile che ci siamo sbagliati tutti? Non credo
il Resto del Carlino
via Solara, 40 - 48100 RAVENNA
tel 0544 249611 - fox 0544 39019
[email protected]
V.S'.7ZRVZ.ST
Sant'Alberto, sulla caserma serve un confronto
di SERAFINO FERRUCCI *
La caserma di cui si parla non sarebbe innanzitutto una nuova caserma ma solamente una caserma
dell'arma dei carabinieri, che da
tempo immemore è presente a
Sant'Alberto. Al momento i carabinieri sono infatti ancora assegnati alla zona di Sant'Alberto ma in
ripiegamento temporaneo a .S'avarna dall'anno scorso quando il proprietario della precedente sede ha
comunicato lo sfratto all'arma.
11 21 febbraio 2012 si è svolta
un'asse mblea pubblica alla presenza di tutte le associazioni del territorio, dei cittadini interessati e
dell'assessora Morigi; in quella sede furono poste tre questioni; Adsi, consigli territoriali e vaserma;
in merito a quest'ultima I 'assessora si impegnò nella ricerca della soluzione.
A seguito dell'affollata assemblea
del 13 agosto 2012 organizzata
dall'amministrazione comunale
per spiegare ai santalbertesi la situazione e nella quale era emersa
a più voci un evidente preoccupazione per il futuro; c'è stato l'impegno di molti per mantenere .viva
PRONTO
CRONACA
DEGRADO
E INCURIA IN CITTÀ
Inviate le vostre sepoalazioni
a il Resto del Cadine
tra metà la convivenza degli uffici
decentrati del comune con le associazioni
Pro loco, Anpi e .4user, Bottega dell'Arte
che dal
2009 convivono già sotto lo stesso
tetto, dove oltretutto è presente
una sala polivalente per assemblee, ginnastica per anziani e disa-
Io credo che vi siano in questo dibattito due posizioni ide(.?logiche
(sì alla caserma a tutti i costi, no
alla caserma, si alle associazioni)
altrettanto sbagliate, credo che tut-N:\
t i soggetti interessati saranno disponibili a modeste 'rinunce" e ad
ottimizzare tempi e spazi, nell'edificio comunale di via Cavedone
H H•
r Si- h: H' ,
:
(1.200 mq) possano convivere sia
-•
le associazioni che i carabinieri,
l'attenzione a'.ellAmministrazione
dando risposta alle esigenze di tutti i cittadini. Il consiglio ten-it(.?riaComunale sul problema.
Il progetto presentato il mese scor- le„ che si è preso l'impegno di dare
so dal vicesindaco Ming(.?zzi ai una risposta al vicesindaco entro i
consiglio territoriale, e presentato a primi giorni di settembre, esprimemarzo al comitato cittadino e alle rà il suo parere; sarebbe opportuno
l'assemblea dei cittadiassociazioni presenti in via Cave- riconvocare
ni (come il 1318/2012) con cui condone, prevede l'utilizzo di circa me- dividere la decisione finale.
tà immobile da parte dell'arma
* Presidente della Società
(che attraverso il pagamento
Operaia di Mutuo Soccorso
dell'affitto ripagherebbe il comune
'Don G. Zalambani' Onlus
dell'investimento iniziale) e nell'aldi Sant'Alberto
•.r
'••••. `,••••,'
,
LL"\
•••••
Pagina 17 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press unE
il Resto del Carlino
RAVENNA
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
sz,k,
,
URBA NO
Via Mazzini
è trascurata
e degradata
IL PROGETTO(?) di dedicare la via Mazzini di Ravenna, ai poeti che nel passato
hanno onorato la nostra città,
sarebbe senz'altro encomiabile,
se non fosse per io stridente contrasto con il miserevole stato di
degrado della via cittadina
(forse più di altre), già 'dedicata' ai cani, che la j'anno da padroni. Qui a loro è permesso
tutto, non solo di fare i loro bisogni e viaggiare liberi da museruola e guinzaglio, ma di deliziare soprattutto i loro amati
accompagnatori con lunghi
concerti ogni qualvolta - spesso
c'è un incontro con propri simili di razza canina; qui
quasi tutti i locali pubblici, anche alimentari, in spregio alle
condizioni igieniche e comunque privi di autorizzazioni, sono diventati la succursale del
canile municipale.
Questa Amministrazione insiste a ignorare le più elementari
regole del marketing: l'iniziativa di Marinara, rivelatisi disastrosa perché in abbinamento
alla 'raccolta promozionale'
nelle nostre spiagge della peggiore gioventù del Emilia-Romagia, non ha insegnato niente. L'importante — e non si bada a spese — è ottenere il riconoscimento di città europea della
cultura per il 2019. Purtroppo, i dati recentemente resi noti
dall'Istituto 'Qualità e finanza' tedesco sulle città turistiche
più apprezzate, esclude Ravenna dalla graduatoria delle pri18 località italiane! Non
sarebbe più producente,
curare i servizi (mancano anche quelli igienici!), mettere in
sicurezza la città ed educare i
suoi cittadini, sempre meno autoctoni e sempre più 'disattenti', al rispetto delle regole di
una società civile?
Gianni Celletti
Pagina 18 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
press unE
17/08/2013
il Resto del Carlino
RAVENNA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
Diffusione: n.d.
CON'FSERCE.NT SOLLECITATO U \J DECISO INTERVENTO DEI PARLA1 -NTARI LOCALI
«Frutta e verdura, è concorrenza sleale»
Nel mirino l'emendamento per vendita e consumo 'sul posto' dei prodotti
UN EMENDAMENTO «approvato alla chetichella». E' quello riguardante la vendita e il consumo
«sul posto» dei prodotti agricoli:
le commissioni riunite del Senato
hanno dato il via libera al provvedimento, ora al centro degli strali
di Confesercenti Ravenna. Perchè, afferma l'associazione, «questa decisione dei giorni scorsi, se
messa in pratica, determinerebbe
una inaccettabile violazione e distorsione della concorrenza», trasformando i produttori in aziende di intermediazione commerciale e «garantendo loro un ingiustificato vantaggio, permettendo di aggirare qualsiasi norma relativa alla stessa destinazione urbanistica
della zona e alla destinazione
CRSI NERA
«Nei primi sei mesi dell'armo
cessata rattività
di altri 5 esercizi di ortofrutta»
d'uso dei locali in cui viene svolta
l'attività, senza considerare le diversità fiscali, tributarie, igienicosanitarie e professionali esistenti». Ad aumentare i malumori di.
Confesercenti è la convinzione
che sia stata data «un'ulteriore deroga e opportunità a favore di un
comparto che contribuisce incomprensibilmente a penalizzarne un
altro (quello della distribuzione
commerciale e dei pubblici esercizi) già duramente colpito e indebolito dagli effetti della crisi. In
provincia di Ravenna, solo nei primi 6 mesi dell'anno hanno cessato altri 5 esercizi di ortofrutta,
mentre il saldo degli esercizi pubblici, tra cessati e iscritti, nei primi quattro mesi dell'anno è di -23
nei bar e -31 nella ristorazione».
OLTRE a spiegazioni «di queste
inaccettabili forzature, che alimentano la concorrenza sleale tra
imprese», Confesercenti chiede alle forze politiche di rivedere «immediatamente» la situazione, «anche per non alimentare nuove tensioni sociali ed economiche dovute alle forti disparità di trattamento esistenti. Sono modalità utorizzative di vendita che creano inutili contrasti senza risolvere i problemi veri alla base della struttura
dei prezzi del settore agricolo».
Pagina 19 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press unE
il Resto del Carlino
RAVENNA
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
2 PER RIA. LA CONDOTTA DEL GAS
Via Ross scatta la terza faL
N VIA Girolamo ,ossi, Hera prose -tue
ottaga?u,oIndrie,ativamente lunedì
i lavoterrizpaeirbrsiefa ileel,aecor
k-vede la soppressi scatterà la
Cea
)
l
,
m
zanzan, teueci, Salara (fra via della .z°11a a traff»
trat o (fr\ tía.v rSo7ai'm o Rioe.stsrio;r11‘1'1e(3irtvhrieeoc(u'.eeearv iaa eP '1: 1 imitato
c2(6me' anlo'Prie:t4.3rso?' A
ai
o iel lidivieto a7tte
.:rinA
ransito
\ onesoueiiditited l-tt'
e el sosta
'trattoper manente ,pertui:"
tvieto di ITa
'per tutti i veieoliiieecei‘eitet °
autorizz a ti (tra gli altri: reside
garageNavn automezzi
mezzi
medr i e2neosza cicli,
i interesseel iP1(s3uiI1d1ni)ii; icesl ora;tc'oioevtieliaecsr°)ilofillePtoetinrri 'ea:atz:ti 1()al°1-i
eto i sosia perm.
td.ineico alterniatoi.oriese
‘drs:‘iYzitcdeti
e li'' a
attente capta
' senso
Pagina 20 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
press unE
il Resto del Carlino
RAVENNA
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
Als,11n
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
DA LUNEDÌ A MADONNA DELL'ALBERO
Chiude il ponte della Ce
maso.E' ppr I p e dì via Cella sul Ro
DeA sarà
i
í13 s o altraffico veicolare e a' p d n P e
,i
ne l
o
a, l e di uuna'. una nuova sOlet , iai
d°
e,
gu la\ ori non si protrar
l
; at rurtin
odo d chp s itiaorinanza comunale disponeanche
he,d
ai mai chiusura del ponte, i veicoli provenienti da
reti
1, 56 m onna dell'Albero
p
iiaape.dsiracit-t iírai e chveengnuaelpliopssraonedonssiacritoi dnerSc;:niTteorSetvei3 alnaDos-iS:m
a nda eB
a ;0_
seguire il percorso ' '
ari mano
conseguenza elle. devi a
rr
aranti° istituii
hilm
od t
6 giara
d ì ' a che
oinp
i e il divieto di sorpa t ciela di d
a Cella e via dei Pino
e Nuov
1U3C veAu.a, conc,-menza
Pagina 21 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press unE
il Resto del Carlino
RAVENNA
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
.
Egittol, d
un presidit
LIFEjra onli.slani.
di
cultura
'Unat mo,us' A e Comitato
moschea Per La città
organizza no un presidio
«per condannare it
massacro che resercit
compiuto mercoledì in
Egitto e ribadire diritto '
degli egiziani alla libertà di
espressione e alla difesa
dei diritti civili e politici»..
L'iniziativa è in program rr
domani dalle 1030 alt
12-.30 in piazza XX
e embre a Ravenna.
Pagina 22 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
pressunE
il
17/08/2013
Resto del Carlino
RAVENNA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
Un mese in più per il Ponte lungo
Brisighella, i lavori si concluderanno solo verso fine ottobre
LA CONCLUSIONE dei lavori
al Ponte Lungo slitta di un mese.
La riapertura era prevista il 15 settembre, ma si dovrà invece attendere fino al 20 ottobre. E' la conferma di una notizia che era nell'aria
da tempo. «A breve è previsto un
nuovo incontro tra Provincia, Comune e la ditta appaltatrice per un
nuovo crono-programma conferma il sindaco Davide Missiroli
— con l'apertura di una corsia intorno al 20 ottobre. Il ponte sarà
completato a dicembre»,
«E' UN GRANDE investimento
per il territorio ----- continua e
come Amministrazione ci siamo
sobbarcati l'onere dell'alternativa
'bretella Rio Chiè Via Rovinale'
(circa 50mila curo il costo, ndr), soluzione che subito ha generato
dubbi in parte della popolazione,
ma si è rivelata vincente». Ponte
lungo, quindi, di nome e di fatto.
L'ultimo slittamento è nulla rispetto a quanto seguito all'inadempienza della prima ditta vincitrice
dell'appalto che ha abbandonato i
lavori e rallentato il cantiere di
qualche anno, Dal IO giugno scorso si è inveirci riaperto con Edilturci di Mercato Saraceno, che finora
ha adeguato la base della struttura
agli standard sismici e statici. Ora
,
\
•
IL CANTIERE
A lato un'immagine dai lavori,
iniziati lo scorso O giugno. Sopra,
il sindaco di Brisighella, Missiroli
si dovrà allargare il tracciato stradale (9,5 metri) con due percorsi
protetti laterali ciclabili (due metri ciascuno) e ampliando il raggio
di curvatura in uscita dal ponte
verso Brisighella. I lavori deleDsto complessivo di 2,5 milioni di
euro — sono finanziati dalla Regione e gestiti dalla Provincia.
'restyling' del ponte, necessario
per la sicurezza, ha causato disagi
a pendolari, lavoratori, agricoltori,
imprese, commercianti. «Ne sono
consapevole e chiedo scusa in prima persona — dichiara il Sindaco ma so che la nostra comunità
nei momenti difficili riesce a lavorare assieme dimostrando alto senso civico». Il sindaco vuole ringraziare Tiziana Botti e Carla Bertelli
e ai loro famigliari «disponibili a
concedere gratuitamente il loro
terreno per realizzare la bretella»e
a tutti i residenti che hanno sopportato traffico e polvere «disagio
risolto in un secondo momento,
-
quando ero certo di avere trovato i
soldi». L'intervento ha messo sotto pressione anche «ufficio tecnico
e municipale che hanno fatto gli
straordinari ed è stata fantastica la
collaborazione con il Consorzio di
Bonifica Romagna Occidentale».
Alla riapertura è previsto lo smantellamento della bretella, ma il Comune. sta ottenendo le necessarie
autorizzazioni per mantenerla, per
usarla in caso di necessità.
Margherita Rondinini
Pagina 19
-
Pagina 23 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
1_,D11,1,,e1,1p1P1,111) 7oilelIlql,
(-1
11'2
kPR1thE
press unE
17/08/2013
il Resto del Carlino
RAVENNA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
Trenta om per
nodernare
la piattafo a Angela Angelina
In corso i lavori dell'ai: «Ogni giorno impieghiamo 60 persone»
NEI GIORNI scorsi il Movimento 5 Stelle e Lista per Ravenna si
sono interrogate sui lavori in corso alla piattaforma Angela Angelina, situata a tre chilometri al largo di Lido di Dante. «1 14 pozzi
della piattaforma Angela Angeliria, entrata in produzione nel
1996— spiega Nicola Salmaso, responsabile del distretto Centro
Settentrionale Eni, che ha sede a
Ravenna — producono al 99,9%
gas metano, senza alcuna presenza di liquidi oleosi. Le operazioni
di manutenzione attualmente in
corso interessano i pozzi già esistenti e permettono di verificarne
lo stato di salute, procedendo allo
stesso tempo all'installazione di
apparecchia ture tecnologicamente più avanzate. A seguito degli interventi di manutenzione avremo, perciò, attrezzature nuove,
più moderne, che permettono
una migliore gestione del giacimento e della piattaforma».
DOPO CIRCA 16 anni sono in
corso sulla piattaforma delle operazioni di manutenzione straordinaria che coinvolgono le attrezzature di superficie e 5 pozzi
dell'Angela Angelina. L'in vestimento previsto è di 30 milioni di
curo. Le imbarcazioni notate nei
pressi della piattaforma sono al
servizio di queste attività di manutenzione.
Gli interventi sono iniziati nel novembre 2012 e se ne prevede l'ultimazione in settembre. Attualmente vi lavorano quotidianamente
60 persone. «Gli interventi in corso sulla piattaforma — aggiunge
Salmaso — rappresentano una
%. \ ,
`,..%,,
\' \•.:
\
'''t%
.., ne n ::. Tk
"..''•,`M
,.• ,,,-:*.•,,,„-•„,,m.„.•,•:,‘,„
I••••:.
\':::
"•:.,
‘
La piattaforma
Angela Angelina
e a sinistra il
g.,ng..R. \...,, . \ •,•••\
eK.
tratto di spiaggia
.....,:„..., .•:. .
.‹..:•••,
,.‘.:.
,
,...‘:\
..,....
"<::::;.,:;.%
,,••.•,•••• ,
proprio di
,..,...›..ft,...• ...,,,,:‘,..„
•\.,..„..,..
\•.,,,,
...:::
fronte. Egli
.:3,..
•\
,,,,n
,„::
•,,.,.',.....x3,
•:•:. \‘,,,,,.er .. ,k\ ‘,...,.- . z,k,..:‘,..\ „
,,„ ,:,::-:,,-;5,•..,-,:,..:-,3::
,T...n.,,,,,,,„ • ,:..,:,, \ ,
garantisce che
,w. ,,....,..:>
.
\ . .'s<:.‹.,.',
"N...: ‘. ....»>e•C‘',.
"<\:,.:\-0:::: \<'
•k ,,,...: .• \ ",
,,' gli interventi
..:'
n
•:.':•.':. \\\
.Z.,... .-"\\‘‘\:''':;. ....,,.„..:::,\•.. ' \ ‘‘,,,,,,,,:..\:
,...,.T'.
i,...i*,,
....:2•,:m
k,.".%•:,.,:%
. ..,.w..• ,•:.., sono sicuri
. .:.,,„.
.
.,.:,::••‘•,...,:..\:,•••,....„‘"...",...,....y.,,,,,...
\:
DALLA
SPIAGGIA
,::„•à:::,,,
, :•: .:
:,,,,,, n
••••L
..,•:,
k:.,.„ ,,,•:,
.,.„.„...,..„. .. . . . . .••••••••••••••••••••
„..••:::‘"",,,::.".
.. ,-"----:•,,,,a,,,,::::
' ,:,4,...\•
......„....
.
.•••:,,,,..,...
.....:.: ,„.\\...,...
.
•
,:,.
-- ''••'..::::::a.•••,.....,..•••,-.•
::',. ,•••••„
...... ••• ..‹.....
‹..
,...::I..,
r
••..,. . .. ,.
.T.0,........
••
•••••%='
••••••'‘‘,.. \
materiali utilizzati e
Olg.,''\TTORDIU POZZI
ALI:impianto che sorge
a 3 chilometri dalla costa
sono collegati 14 pozzi
prassi del tutto normale nel settore e sono attuati in linea con più
alti standard di sicurezza, con
180.000 ore lavorate senza nessun
incidente sul lavoro. l'articolare
attenzione è riservata agli aspetti
ambientali. Eni, infatti, assicura
il rispetto della politica zero scarichi a mare ed il riciclo di tutti i
rifiuti
prodotti».
L'eventuale subsidenza
nell'area viene costantemente monitorata ed è disponibile sul sito della regione Emilia Romagna una carta dei fenomeni di subsidenza della Regione
dalla quale si evince come le aree
a maggiore subsidenza non siano
interessate da attività di produzione di idrocarburi. «Il fenomeno
della subsidenza attorno al Lido
di Dante — spiega
— è opportunamente monitorato e vigilato da un gruppo di lavoro formato da rappresentanti di Regione
TECNOLOGIE AVA AT
DUE SEM DI SUPPORTO
GRILLINI E LISTA PER RAVENNA
AVEVANO CHIESTO LUMI.
ENI: «NUOVE TECNOLOGIE»
DALLA COSTA SONO VISIBILI
DUE NAVI CHE FUNGONO
DA MEZZI DI SUPPORTO
Emilia Romagna, Provincia e Comune di Ravenna oltre che da
Eni, attraverso un protocollo di
intesa nel quale è previsto la realizzazione di progetti per mitigare gli eventuali effetti prodotti dalla subsidenza, che hanno raggiunto notevoli successi».
Lorenzo Tazzaiti
Trcntn,.h tu
'1-1
lat_tf. rrì
»ai 11,11.111
\
•
.' •
.
T :
•
T •
=13130=131
Pagina 24 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
,101,,Vh-74
press unE
il Resto del Carlino
RAVENNA
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
CA7ANZXA
Sequestrati
i marchi contraffatti
da attaccare alle borse
GLI UOMINI della Capitaneria dì Cervia, durante le attività
di contrasto all'ambulantato
abusivo, hanno sorpreso nei
retrobagni a Milano Marittima
i venditori abusivi armati di
colla attack, accendino, smalto
e borse da falsificare impegnati
nelle operazioni di
confiezionamento. Tra gli
ultimi sequestri appunto, oltre
a borse, portafogli, cinture ed
accessori vari, sono stati trovati
marchi in ottone ed adesivi
permanenti di note marche.
Sino ad oggi l'attività
dell'ufficio marittimo, ha fatto
registrare un incremento nei
sequestri e rinvenimenti sulla
spiaggia del 30% rispetto al
2012. Oltre 4.500 i pezzi sigillati
sino ad oggi in attesa della
distruzione. Inoltre è stato
denunciato a piede libero un
cittadino senza fissa dimora per
essersi introdotto nella notte a
bordo di uno yacht di 24 metri.
In mare, invece, la motovedetta
CP 552 ha liberato lo specchio
acqueo tra Milano Marittima e
Lido di Savio da due km di reti
da pesca posti a 150 metri dalla
riva e pericolosi per la
balneazione. Il pesce ritrovato è
stato devoluto in beneficenza. Il
bilancio è di 96 sopralluoghi
negli stabilimenti balneari, 45
postazioni di salvataggio
controllate, 30 bollini blu
rilasciati ai dipartisti.
Pagina 25 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
press unE
17/08/2013
il Resto del Carlino
RAVENNA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
BLAN CO D F E R R AG O TO SUCCESSO PER I BAGNI APERTI FINO ALLE 3
Una festa 1 ga quasi 24 ore
Medri: «Ma tante presenze non significano più buoni fatturati»
È DURATO quasi 24 ore il Ferragosto di Cervia, con le feste e gli
eventi che si sono sviluppati
dall'alba di giovedì con il tradizionale concerto in spiaggia, fino alle
feste degli stabilimenti balneari
durate fino alle tre di notte. Un fitto calendario che ha portato a un
innegabile boom di presenze; tuttavia, precisa Terenzio Medri,
«tante presenze non significano
più buoni fatturati per il sistema
ricettivo». Spiega infatti il presidente Ascom-Confcominercio: «I
turisti di Ferragosto sono arrivati
per fermarsi appena una o due
notti, rigorosamente optando per
il solo pernottamento con prima
colazione, dopo un'assidua ricerca nei portali online alla ricerca
della tariffl alberghiera più conveniente. Non a caso, il costo delle
camere d'hotel a Cervia è rimasto
fermo a tre-quattro anni fa: se si
esclude lo zoccolo duro dei clienti.
affezionati che tornano nel medesimo albergo ogni anno, i nuovi
turisti cercano il low cost e sono
presenze effimere».
I PIÙ mattinieri alle 6 erano già
in piedi nella spiaggia libera di.
Milano Marittima per assistere al
concerto all'alba dell'orchestra
giovanile di Cervia, mentre alle
li erano diverse centinaia i presenti sulla battigia davanti al.
Grand Hotel di Cervia per lo sbarco a sorpresa degli autori di Ferragosto, evento culmine della rassegna culturale 'Cervia, la spiaggia
ama il libro'. Tutti gli autori hanno presentato i loro libri sul palco
durante il talk show. La spiaggia
è stata al centro anche delle iniziative serali, con gli stabilimenti
straordinariamente aperti fino alle Ire per offrire cene, concerti e
:'\SCOM CONFCOMMERCIO
«Purtroppo i turisti
sono arrivati per fermarsi
appena una o due notti»
dj set. A Milano Marittima le danze sono iniziate già all'ora dell'aperitivo, con l'atteso happy hour del
Papeete Beach che come sempre
ha registrato il pienone giù da prima del tramonto. Appassionato
pubblico anche al Bicio Papao,
grazie alla musica del di Fabio
Bartolini dal Pineta, e al bagno
Oreste con le note minimal techno dell'israeliano Kasadelica.
Cervia tutto esaurito al Fantini
Club, con l'apprezzata cena di pesce sotto le stelle seguita dal beach party animato dai dj Alex Effe
e Matte Botteghi. e dal vocalist
Marco Serotti.
Pubblico elevato anche al bagno
Medusa, che ha organizzato una
lunga maratona dall'aperitivo
‘Tropicar al concerto cara ibico di
Lord Lovo e i Rubiconians, e al
Praia Do Jacaré che ha allestito
una serata in collaborazione con
il Just, locale del lungomare Deledda con cui era in collegamento
radiofonico. A Pinarella, il bagno
Adriasol ha offerto una tradizionale ma sempre apprezzata grigliata di carne, seguita dal dj set di
Andrea Comandini,
Alex Giuzio
LA FESTA I ragazzi si divertono durante il Capodanno dell'est
Pagina 26 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
e
press unE
17/08/2013
il Resto del Carlino
RAVENNA
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
A MARZNA, :NCO
CAllT
D'Annunzío, poeta da ricorda' r‘e
con una notte di versi e Letture
PER ì1 cìcto dí incontr 'Un
poeta da ricordar e` oi
sta sera Cepa incontra plue-
pane una serata d
al
D'Annunef/doicne
at31
detta sua naso
u m
L'aP ntaen,to èPer itre.
21,15 netta
Cent re civ
' "IcoPlazzetta
dí M " dei
tRavenna, 11ure
ctere
e rinWa dt í
er Detta Maniesa,r' a
tìto
Tond
dal
a, t,ett ere
3 Gíanfranà 3551CO
/n/ e/ ,cornrne -t t o
rí gaetano ChìapriinP, Ber:
ardo Pacírlì e Lui Marte Unì.,
1
Pagina 27 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
press unE
il Resto del Carlino
RAVENNA
Direttore Responsabile: Giovanni Morandi
01"Z'E VERS
Strocchi e Pinganí, due poeti a confronto
sagrato di Santa Maria Maggiore
QUESTA sera, alle 21, sul sagrato dì Santa Maria
Maggiore in via Galla Placidía a Ravenna, sì terrà il
sesto appuntamento dí Musiva Musa' 2013, la rassegna di poesia curata da Franco Costantini, giunta
alla decima edizione. Titolo della serata 'I due apostoli Giovanni e Paolo (Strucchi e Pingani): predicatori del 'verbo poetico.,.'.
Due poeti modernissimi, con robuste radici che affondano nel classico. Ad offrire al pubblico la forza
lirica e 'civile' dei loro versi sarà il duo Ravaglia-Costantini, accompagnato dai colori e dai ritmi dì Maurizio tesero.
Pagina 28 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
.5>A_A •
17/08/2013
orriere
di Ravenna Faenza-Lupo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
press unE
ornere
di Ravenna Faenza-Lugo e Imola
7
REDAZIONE E alliBEINA. SADE , SPEERIO-RANIENNA 11ZDO44l 2182E2E17N544 33791 SPEI7ZIO4E
353133(CliA IN
ARIE i GOMMA ANABEaill AIlai SEDI: rISEiii11-354111),
(0543-35.520), DESEN. (0547-61•1900I, lEACVA (059372d, D511 (1349995141) - A-MAL RAVENNA3CODDIEREROMAGNAHT - IN AREINAMENTO
,AFA
,
e
4
euro 1,20
Anna XXI I N. 226
I
SABATO
il 7 AGOSTO 2013
1
Coli o
.iSt;•
Sfregiato al volto du
.iSt;•
NAI‘ NAI‘ NAI‘ NAI‘ NAI‘ NAI‘ NAI‘ NAI‘ N'A.%.\„\N
te una lite in spi
Arrestalo l'aggressore che a Ferragoslo La ruota panorainica
l)a erito un 19,°i a Illarhia di Ravenna sta 00,,, condlAS'airla
Marina
'i ti nz one riproporla
RAVENNA. E' stato arrestato il venuto in difesa di una ragazza a
[tenne che a Ferragosto a Mari- cui l'aggressore aveva mosso ana ha rotto una bottiglia per col- vonces non gradite.
pire ai volto un coetaneo inter*SERVIZIO a pagina 3
FAENZA
Pesche nettatine:
prodotto di qualità
e prezzi brillanti
FAENZA. Sul mercato
in questi giorni si
apprezzano pesche
nettarine di torma
pezzatura, ottimo'usto e
Multati per il bagno al porto
aspetto ; con ricavi
ancora buoni per i
produttori.
*SERVIZIO a pagina 11
Sanzionati anche quattro piadinari abusivi
INEENNEENNEMENN
RAVENNA. Due baguanti intenti a nuotare
in acque portuali. piadii abusivi sanzionati
sul lungomare, volanfinaggi senza autorizzazione e scorribande in ani
scooter troppo vicine
va in orario non conno. E' vario il camiato di interventi efettuati a Ferragosto dati
le forze dell'ordine lungo
il litorale ravennate.
*SERVIZIO a pagina 3
Una
motovedetta
della
Guardia
CO SI i era in
servizio di
controllo
Vendita e degustazioni
nelle aziende agricole
Confesercenti all'attacco
Nuova
RAVENNA. Un
emendamento al
Decreto del fare"
rischia di incidere pesantemente
sul commercio di
ortofrutta e sulla
ristorazione. Lo
denuncia Conte- Raccolta dell
sercenti, che sollecita i parlamentari locali.
*SERVIZIO a pagina 10
Marittima, dove alcuni
stranieri sono stati colti sui.
fatto intenti ad alterare la
merce con griffes contraffatte. Analoga operazione
ad opera dei carabinieri a
Marina Romea: i marchi
falsi erano in una cabina.
*SERVIZI alle pagine 7 e 33
CASTEL S. PIETRO
Schianto
in autostrada
Gravi padre e figlio
CASTEL SAN PIETRO.
Abusivi scoperti nel corso dei controlli a Milano Mari va e a Marina Romea
Marchi falsi pronti da attaccare alla merce
Padre e figlio di il armi,
residenti in Svizzera,
sono gravi in seguito a
un incidente in AIA.
Feriti anche la madre e
altri 3 figli.
*SERVIZIO a pagina 13
IMOLA
tiera della contraffazione, le griffe separate dai capi Sciopero
RAVENNA. Colpo grosso
in autogrill
della Guardia costiera contro liabusivismo a Milano
ieri
e oggi.
Alianne a ustgo, o
Evacuati niunicipto
alc1,111C abit27,10111
NigAg.o,s3.11
nirkr3,71,,,,WTZ-1137TenTrrns
\\'‘■■
C-\\\,tk,
,„Lueina»AentatitittuSINe
p
A C1TTA' detto SHOPPING
ANO AlDr
Si514
iSelat
3
Pagina 29 di 97
IMOLA. Scioperano
dipendenti dell'Area
Sillaro per il rinnovo del
contratto, ieri in 50 e
oggi altri li. La
proprietà li fa sostituire
durante la protesta.
*SERVIZIO a pagina 13
atueitx.‘x
pressunE
17/08/2013
ornere
di Ravenna Faenza-Lugo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
Sfregiato al volto du te una lite in spi
Arrestato l'aggressore che a Ferragosto
ha ferito un 19enne a Marina di Ravenna
RAVENNA. E' stato arrestato il
Menne che a Ferragosto a Marina ha rotto una bottiglia per colpire al volto un coetaneo inter-
venuto in difesa di una ragazza a
cui l'aggressore aveva mosso avances non gradite.
•SERVIZIO a pagina 3
Pagina 1
Cat,
(»ree Mi
Etti..5
trj
Sfregboai lobo dtinutEe itr:u lie Tiaggia
MdEci pee hepe no.
Pagina 30 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
a.
'kk.‘11,..7.72-RZEM.:17=3.13.7"kn
L
press LinE
orriere
di Ravenna Faenza-Lugo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
17/08/2013
i
Marchi falsi pronti da attaccare alla merce
Abusivi scoperti nel corso dei controlli a Milano Marittima e a Marina Romea
Nuova frontiera della contra azione, le grè separate dai capi
RAVENNA. Colpo grosso
della Guardia costiera contro l'abusivismo a Milano
Marittima, dove alcuni
stranieri sono stati. colti. sul.
fatto intenti ad alterare la
merce con griffes contraffatte. Analoga operazione
ad opera dei carabinieri a
Marina Romea: i marchi
falsi erano in. una cabina.
•SERVIZI alle pagine 7 e 33
Pagina 1
ge2 CfrH
sregooaRono duntnte una:ite h3 spiaggia
MdEci pee hepe no.
N't
Pagina 31 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
a.
'‘,..
n11,..7.1,21MEMIZTEM313."'kn
orriere
di Ravenna Faenza-Lugo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
press unE
Rii ,
17/08/2013
•••,•••••
•:,
.""k.
RAVERNA. Due bagnanti. intenti a nuotare
in acque portuali, piadinon i abusivi sanzionati
sul lungomare, volantinaggi senza autorizzazione e soorriban.de in
acquascooter troppo vicine a riva in orario non
consentito. E' vario il
campionato di interventi effettuati in occasione
del Ferragosto dalle forze dell'ordine lungo il litotale ravennate dove,
in coincidenza con il
lungo ponte festivo, sono stati potenziati i controlli grazie allo spiegamento di un ingente numero di uomini. Solo a
Marina, i servizi interforze hanno portato all'identificazione di un centinaio di veicoli e 115
persone; controlli anche
in dodici attività economiche, tra cui anche locali, con quattro sanzioni elevate ai titolari di
quattro chioschi mobili
per il take away di piadine e panini che, opera-
Parcheggiano vicino
agli ombrelloni, doppia
contravvenzione
o in acque portuali, mul
onati piadinari abusivi
vano senza licenza. Tre
le denunce per ricettazione e una per furto aggravato da parte della
polizia, che ha anche avviato indagini in seguito
al furto commesso ad una tabaccheria alle Bassette dove i malviventi
hanno rotto con un fles-
stile il distributore di
sigarette fuggendo non
solo con i tabacchi ma
anche con la centralina
per le riprese delle telecamere di videosorveglianz
Numerosi anche gli interventi effettuati dalla
Capitaneria di porto
nell'ambito del programma "Mare Sicuro
2013". Nel corso dei controlli effettuati giovedì
sia via terra che via mare, sono stati. sanzionati.
mi diportista alla guida.
di un accuascooter che,
a Lido di Classe, stava
navigando nella fascia
dei 500 metri dalla riva.
in orario non consentito, due automobilisti per
aver parcheggiato i propri veicoli in prossimità
degli ombrelloni (una
violazione costata 206
euro a testa), alcune persone che, a Marina di
Ravenna, stavano effettuando un volantinaggio senza le dovute autorizzazioni e due bagnanti sorpresi all'interno delle acque portuali
comprese tra la diga forauca nord ed il molo
guardiano del porto di
Ravenna. Inoltre, sempre a Marina di Ravenna gli uomini della
Guardia costiera sono
intervenuti insieme al
personale del 118 per
soccorrere una persona.
che rischiava di annegare, mentre nei lidi ferraresi due giovani sono
stati portati a riva dopo
che il pattino su cui erano saliti si stava pericolosamente allontanando dalla cesta.
Furto di sigarette
al tabacchi, rubate
anche videoriprese
Pagina 3
Mbh
Tr77,Tr=
S‘15X2 una bakigliaeferisce volto
Pagina 32 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012 - 2015
orriere
di Ravenna Faenza-Lugo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
.5> i\L \ •
press unE
17/08/2013
Spacca una bottiglia e ferisce al volto il rivale
Aggredito un I enne che aveva difeso un'amica
La polizia arresta un 18enne marocchino
RAVENNA. Sembrava non essere
stato il bollettino di guerra del recente passato. Ma quest'anno la
piega degli eventi "collaterali" del
Ferragosto avrebbe potuto prendere una deriva ben più grave. Questione di centimetri, Siccome è andata bene, il 19enne bolognese colpito al sopracciglio con i cocci dì
In manette, con Facetisa di lesioni personali
gravissime, è finito Ayoub Taous, 18enne cameriere in un locale del
Cinemacity.
Stando a quanto ricostruito dai poliziotti delle volanti, mercoledì sera il ragazzo, dopo aver
finito di lavorare, è andato con una comitiva
di amici in spiaggia a
Marina. Verso le 5 si è
avvicinato ad un gruppo
di giovani riuniti sulla
sabbia ad aspettare l'alba. in quell'occasione avrebbe iniziato a fare
delle avances ad una ragazza.
Un approccio insistente e non gradito, tanto
che la diretta interessata avrebbe cercato di
prendere le distanze.
In suo soccorso è così
sopraggiunto un amico.
Ne è nata una baruffa,
che poi ha preso una piega. tanto violenta, quando inaspettata. il nordafricano, infatti, avrebbe
prelevato una bottiglia
di vetro, rompendola;
una bottiglia rotta da un coetaneo
maghrebino di Lido Adriano - durante una lite per futili motivi - se
l'è cavata con una quindicina di
giorni di prognosi, ma rischia di dover essere sottoposto in futuro ad
un intervento chirurgico estetico
per rimuovere la cicatrice lasciata
dal taglio.
poi con il coccio in mano, ha sferrato un colpo
al volto del i9enne, procura.ndogli una profonda lesione all'arcata sopraccigliare che ha richiesto diciassette punti di sutura.
A quel punto, si sono
avvicinati anche altri
ragazzi di entrambe le
fazioni e nel parapiglia è
rimasto ferito anche un
secondo giovane (medicato, è stato giudicato
guaribile con una prognosi di otto giorni) che
pare avesse cercato di
bloccare l'aggressore.
Aggressore che nel frattempo si era allontanato, ma non più di tanto
dal momento che quando i poliziotti sono intervenuti era ancora in
spiaggia.
Ieri mattina il 18enne
maghrebino incensurato, a suo carico risultano solo due precedenti
di polizia per una modica quantità di stupefacenti per uso personale
e per l'incauto acquisto
di un cellulare risultato
sta avanzata dal pm Roberto Ceroni, il giudice
Milena Zavatti, dopo la
convalida dell'arresto,
ha disposto nei confronti del giovane l'obbligo
di dimora con l'obbligo,
terminato il lavoro, di
rientrare a casa alla sera e di restarvi fino a
mezzogiorno.
il difensore del Menne, l'avvocato Sabrina
Cavalla.ri, ha chiesto un
termine a difesa in vista
della scelta di un rito alternativo previo risarcimento del danno; l'udienza è stata rinviata
al 3 ottobre prossimo.
oggetto di furto - è comparso in tribunale per il
processo per direttissima.
Accogliendo la richieGiovani sulla spiaggia all'alba del giorno di Ferragosto; proprio poco prima dell'alba è andata in
scena l'aggressione a Marina di Ravenna; a lato una delle feste in spiaggia (Foto M. Fiorentini)
Pagina 33 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
orriere
di Ravenna Faenza-Lugo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
17/08/2013
0_1 1_1tA
pressunE
Trovati con le
rubate arrestati
In manette quattro nomadi
solpresi dai carabinieri di Godo
RAVENNA. Li hanno sorpresi a Fornace Zarattini
con la, refurtiva rubata poco prima in un'abitazione di Sant'Alberto, un armadietto blindato
all'interno del quale c'erano tre fucili da caccia
ereditati dal nonno e tre pistole.
Quando i carabinieri di
Godo sono transitati nella tarda serata di giovedì
lungo le strade deserte
dell'area artigianale della frazione, hanno notato
una Nissan Micra parcheggiata e quattro persone che armeggiavano
con fare sospetto. A quel
punto hanno deciso di
procedere ad un controllo
che ha permesso ai militari di bloccare quattro
rom - Nena Marini
32enne di origini serbe,
Ma.nuel Todoro's,ric 24enne nato a Rho, Petroica
Jovanovic, 3lenne macedone e Jagoda Nikolic,
32enne croata risultati
tutti domiciliati in un
campo nomadi nel comune di. Baranzate, nel Milanese.
All'arrivo della pattuglia la macedone, unica
incensurata e arrivata da
appena due settimane in
Italia, stava, cercando di
occultare un sacco con
parte delle armi; resto
del denaro in contanti
(800 euro) rubato nell'abitazione presa di. mira oltre a un dollaro, anche
quello presente nella lista
degli oggetti trafugati
Sant'Alberto.
Trattenuti in camera di
sicurezza. Ieri mattina i
quattro nomadi sono stati accompagnati in tribunale. 11 pubblico ministero ha chiesto per tutti la
custodia cautelare in carcere, richiesta parzialmente accolta dal giudice
Milena Zavatti che per
l'unica incensurata ha invece disposto l'obbligo di
dimora nel campo rom
dove risulta domiciliata
con divieto di uscire di
notte.
Il legale dei quattro,
l'avvocato Andrea Zamperlini del foro di Ferrara, ha chiesto i termini a
difesa per consentire ai
suoi assistiti di risarcire
la parte offesa. L'udienza
è stata aggiornata, al. 23 agosto.
N
della refurtiva era invece
nel, vicino terreno agricolo dove si trovava l'armadietto blindato e un piede
di porco usato per forzarlo. Addosso alla croata sono anche stati ritrovati
180 euro, ritenuti parte
kh'
i rom sono
stati
arrestati dai
carabinieri
e condotti
in Tribunale
a Ravenna
ieri mattina
Pagina 5
C.-opau.[Mr.
TromCmicaluipAtle,arrh.bgi
Pagina 34 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
orriere
di Ravenna Faenza-Lugo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
press unE
All'interno i carabinieri di Marina Romea hanno trovato borse e decine di 'ogni da attaccare
Sequestrata cabina di uno stabilimento
LI otesi è che tingesse (b laboratorio per b contraffazione
RAVENNA. Le imitazioni delle borse e degli articoli di pelletteria delle
più note case del settore
arrivano senza loghi.
inarchi, infatti, vengono
apposti in un secondo
momento.
Questo sembra essere il
nuovo schema del mercato della contraffazione,
almeno stando a quanto ipotizzato dai carabinieri
della stazione di Marina
Romea che nel corso dei
controlli potenziati in occasione del Ferragosto
hanno sequestrato una
cabina regolarmente noleggiata in uno stabilimento balneare.
Lo spazio che viene solitamente sfruttato come
mercio, immigrazione
clandestina, guida senza
patente, possesso di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale
spogliatoio o ripostiglio
per giochi e costumi dai
clienti delle strutture, era stata invece adibita a
deposito di merce e probabilmente anche a labo-
•
A destra,
ratorio per la contraffazione dal momento che
all'interno sono state ritrovate decine di placche
di varie case di abbigliamento e accessori per poi
il materiale
sequestrato
dall'Arma
a Marina
Romea
A sinistra,
borse
essere attaccate in un secondo momento per evitare così, in caso di controlli, la contestazione
della contraffazione.
Complessivamente, nel
contraffatte
in vendita
sull'arenile
corso dei vari accertamenti effettuati nel ponte
festivo, i militari hanno
denunciato sei persone
per violazione delle norme in materia dì com-
Pagina 35 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
17/08/2013
orriere
di Ravenna Faenza-Lugo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
.5> J\ \ •
pressunE
17/08/2013
Marina di Ravenna Soddisfatti gli organizzatori
ica
La ruota pano
chiude la s ione
ma ritornerà
4vviato già nei giorno di Ferragosto
Io srnontqggio della rnavistnIttura
Sono iniziate nel
giorno di Ferragosto le operazioni di smontaggio della Ruota Panoramica a M.arina. di Ravenna, che nell'ultimo fine
RAVENNA.
La ruota panoramica
settimana di agosto, il giorno
25, dovrà, essere già operativa
in Austria.. Con i suoi 50 metri
d'altezza, 18mila luci, per mille tonnellate di peso, e 38 pol-
troncine a forma di gondola,
per un totale di 180 posti, la
ruota panoramica è stata inaugurata a fine giugno e
sembrava dovesse fermarsi sino alla fine del mese di agosto.
Così almeno era stato dichiarato nella giornata inaugurale, come riportato da tutti gli.
organi di stampa.
Così, nel tam-tam su facebook, molti si interrogano sul
perchè del trasloco anticipato.
«Non so perché si sia diffusa
questa informazione - commenta N'alluci Rambeili, che
insieme a Pier Paolo Ferruzzi
ha portato a Marinara la ruota
panoramica itinerante più
grande d'Europa -. Come da
programma l'attrazione si è
chiusa la vigilia di Ferragosto, all'una di notte, ed il giorno dopo sono iniziate le operazioni di smontaggio in vista
dell.a nuova, tappa in Austria».
Le operazioni di smontaggio, che impegnerà dieci per-
sone per quattro giorni, dovrebbero ultimarsi nel giro di
un. paio di giorni., in vista della
partenza dell'intero materiale, collocato a bordo di sei convogli, di cui uno eccezionale,
che potrebbe essere già. organizzata nella giornata di lunedì prossimo.
in un mese e mezzo circa di
permanenza, la ruota pa.noramica ha comunque ottenuto
un riscontro positivo, secondo
gli organizzatori tanto che la
proprietà, una ditta tedesca, è
disposta a tornare anche l'anno prossimo. «Non conosciamo il numero dei biglietti
staccati - commenta Rambeili
-, ma i proprietari sono stati
comunque soddisfatti dell'accoglienza e se l'Amministrazione comunale sarà d'accordo sono disposti a tornare per
il secondo anno consecutivo.
L'unico periodo un po' penalizzante si è verificato all'inizio di agosto, per via delle alghe ed il cattivo odore, particolarmente forte, che ha allontanato la gente dal piazzale esterno di M.arin.ara, dove si ergeva la ruota, all'imbocco del
molo piccolo». (9.0
Pagina 8
C.-opau.nmrcr.
La vista da una delle cabine della grande ruota (Foto M. Fiorentini e M. Argnani)
Pagina 36 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
,...,•,..
+.1'
Laructapanoraulica
diffidelastugione
nra
pressunE
.5> J\ L \
•
17/08/2013
orriere
di Ravenna Faenza-Lupo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
Un Mos,
daill to nellat
ora sfiora 150
1 il al era, conia
8nul
-A e 38
On ci e a
gondola, per un total
O post'. Raggiunge le
'11
nellate di resi
onta„gi o rripe.ria
er 4
.
Pagina 8
C.-opau.nmrcr.
LarEwtnxinor.
Ci113311C1AS1410
ieorpe
Pagina 37 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
pressunE
\
\•
17/08/2013
orriere
di Ravenna Faenza-Lupo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
'
\\`‘.•`-,„
,
•
Il Comitato invoca
la messa in sicurezza.
RAVENNA. Un nuovo incidente solleva le proteste dei cittadini di San Marco che da anni lamentano la pericolosità. di via Carraia Mensa sul
lato destro del fiume, a.
doppio senso di marcia.
Questa volta l'incidente
ha coinvolto un trattore
che a Ferragosto, intorno
alle 16,30, si è rovesciato
sulla strada per via della
banchina instabile. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia municipale peri rilievi del caso.
«Per fortuna non si è ferito
La zona spesso teatro
Incidenti nessuno - lamenta Federico De Maglie del Comitato
cittadino -, ma la strada è stata chiusa per due o
tre ore. La strada è molto pericolosa ma l'Amministrazione comunale dice che non ci sono soldi per metterla, in sicurezza installando un guard
rail o istituendo il senso unico di marcia».
Pagina 8
C.-opau.nmrcr.
LarEwtnxinor.
Ci113311C1AS1410
ieorpe
Pagina 38 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press unE
.9_1Th \
\•
orriere
di Ravenna Faenza-Lugo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
17/08/2013
Solidarietà
Ai Giardini Speyer
il mercatino
dell'usato
di Brinqu.edo
RAVENNA, Domani ai
Giardini Speyer, dalle 10
alle 18, è in programma il.
mercatino dell'usato "Diversi ma uguali", organizzato dall'associazione
Brinquedo di Ravenna
con la collaborazione del
multicentro Ceas (centro
di educazione alla sostenibilità) del Comune, oltre che del ristorante I
Cherubini.
il mercatino è gestito
interamente dai. soci e da
ospiti dei dormitori. Sarà
possibile acquistare indumenti per neonati,
bambini, adulti, accessori, utensilia per la casa, li.bri. e molto altro. La merce sarà in vendita a prezzi
da 1 a 5 euro e l'incasso
della giornata sarà interamente devoluto in beneficenza; per metà servirà a sostenere i progetti.
che l'associazione sta
portando avanti in Brasile e in Italia, la rimanente
metà verrà suddivisa tra
i collaboratori partecipanti iscritti dei dormitori.
Per chi parteciperà
all'iniziativa sarà possibile anche pranzare con
panino e salsiccia o panino e formaggio e gustare
ottimi dolcetti sempre a
un costo da 1 a un massimo di 5 euro.
Pagina 8
C.-opau.nmrcr.
La'rEleZ;ormnica
le! ugen
chorpecii
Pagina 39 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
pressunE
\
\•
orriere
di Ravenna Faenza-Lugo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
)i
17/08/2013
Rifacimento della condotta del gas:
terza fase dei lavori in via Girolamo Rossi
RAVEN MA. in via Girolamo Rossi proseguono i lavori
relativi al rifacimento della condotta gas a cura di Fiera.
Indicativamente da lunedì è previsto l'avvio della terza
fase, che prevede, come le altre due, la soppressione
della Zii nelle vie Pellegrino Matteucci, Sal.ara (fra via
Pellegrino Matteucci e via Pietro Alighieri), Zanzanigola, Pietro Alighieri (fra via Salara e via Girolamo
Rossi). Inoltre nel tratto di via Girolamo Rossi tra il
civico 26 e via Pietro Alighieri, divieto di transito e
sosta permanente con zona rimozione su ambo i lati per
tutti i veicoli (garantito il. transito pedonale), nel tratto
fra il civico 26 e via Pellegrino Matteucci divieto di transito per tutti i veicoli eccetto autorizzati. Senso unico
alternato di circolazione, divieto di sosta permanente
con zona rimozione su ambo i lati per tutti i veicoli.
Pagina 8
C.-opau.nmrcr.
Pagina 40 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
pressunE
orriere
di Ravenna Faenza-Lugo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
17/08/2013
«Agricoltori favoriti a scapito di altri»
Nel mirino etnendanzento ai ".Decirto del fare" che consente di vendere Or consumare i prodotti
«Concorrenza distorta nei confronti di fruttivendoli e ristoratori, già in difficoltà»
RAVENKL Un emendamento al "Decreto del fare"
rischia di incidere pesantemente sul commercio di
ortofrutta e sulla ristorazione. Lo denuncia la Confesercenti. di. Ravenna (che
per la. cronaca, fa notare,
«non ha chiuso neanche un
giorno i propri uffici»), che
pur in questi tempi di "vacanza" ha scritto a Ferragosto una nota ai. parlamentari locali sollecitando
il loro intervento.
Nel mirino l'emendamento (articolo 30 Bis, ora
Legge) - «approvato alla
chetichella dalle commissioni riunite del Senato» al cosiddetto "Decreto del
Fare" sulla vendita e consumo sul posto dei prodotti agricoli, emendamento
che di. fatto da la possibilità alle aziende agricole
di vendere o di. far consumare prodotti, direttamente sul posto.
«Questa decisione se
messa in pratica determinerebbe una inaccettabile
violazione e distorsione
della concorrenza punta
Le aziende agricole potranno vendere direttamente e far degustare i propri prodotti
il dito l'associazione - e trasforma i produttori richiedenti in aziende di intermediazione commerciale,
garantendo loro un ingiustificato vantaggio, permettendo di aggirare qualsiasi norma relativa alla
stessa. destinazione urbanistica della zona. e alla destinazione d'uso dei locali
in cui viene svolta l'attivi
tà e senza considerare le
diversità fiscali, tributarie, igienico sanitarie e
professionali esistenti».
Quello che contesta Confesercenti è che sia stata
data «una ulteriore deroga
e opportunità a favore di
un comparto che contribuisce incomprensibilmente a penalizzarne un
altro (quello della distri
buzione commerciale e dei
pubblici esercizi) già duraniente colpito e indebolito
dagli effetti della crisi».
A supporto delle proprie
tesi Confesercenti adduce
alcune cifre: in Provincia
di Ravenna «solo nei primi
6 mesi. dell'armo hanno cessato altri 5 esercizi di. ortofrutta, (un comparto questo dove la stessa Antitrust
Pagina 10
C.-opau nmrcr.
Pagina 41 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
pressunE
orriere
di Ravenna Faenza-Lugo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
17/08/2013
ha evidenziato nei giorni
scorsi. che la grande distribuzione è sempre più forte
e copre 1172% del mercato),
mentre il saldo degli esercizi pubblici (tra cessati e
iscritti) nei. primi quattro
mesi dell'anno è di -2,3 nei
bar e -31 nella ristorazione». Anche Rete Imprese Italia ha preso una dura posizione contro l'approvazione dell'em.en.damento.
Confesercenti poi, «oltre
alle spiegazioni di queste
inaccettabili forzature,
che alimentano la concorrenza sleale tra imprese,
chiede alle forze politiche
di rivederla immediatamente (eliminandola) anche per non aumentare
nuove tensioni sociali ed
economiche dovute alle
forti disparità di trattamento esistenti».
Le nuove modalità autorizzative, è convinzione
dell'associazione, «creano
inutili contrasti senza risolvere i problemi veri
dell'agricoltura alla base
della struttura dei prezzi
del settore agricolo».
Pagina 10
C.-opau.nmrcr.
Pagina 42 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
pressunE
17/08/2013
orriere
di Ravenna Faenza-Lupo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
0_IM\
'•
il libro di Mazzuca
su Raul Guaii
•.‘•y ,
RAVENNA. Prosegue 1.1.
ciclo di presentazioni reinagnole di Gardini Il
corsaro del giornalista e
scrittore Alberto Mazzuca, edito da Minerva Edizioni in occasione del
ventennale della morte
Raul. Gardini.
Uno straordinario successo editoriale, il libro
di Mazzuca, con due edizioni in appena 10
giorni dalla sua uscita e
una terza di prossima.
pubblicazione. Dopo le
presentazioni a Milano
Marittima (con ospite il
presidente di. Confindustria Giorgio Squinzi),
Marina di Ravenna e a
Cervia, che hanno appassionato il pubblico
nei primi giorni di agosto, questa sera alle 21
l'autore sarà ospite del.
Villaggio Gruber a Casal.
Borsetti.
Pagina 10
C.-opau.nmrcr.
Pagina 43 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
\
pressunE
\•
17/08/2013
orriere
di Ravenna Faenza-Lupo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
\'
''tk N N
N
;,,:,‘■ N
N
N.
\\NS
Poco prodotto ma di qualità
e a prezzi soddisfacenti
per i produttori del Faentino
FAENZA. E' entrata nel
vivo la stagione delle pesche e nettarine con le
produzioni romagnole al
top della qualità e del
prezzo. Sui mercato in
questi giorni si apprezzano le varietà Royal giory e
le nettarine Big top di
buona pezzatura, ottimo
gusto e aspetto, con ricavi
ancora buoni per i produttori. Le condizioni climatiche legate a una primavera lunga, fredda e
piovosa hanno condizionato tutta la campagna
della frutta estiva provocando consistenti cali di
produzione prima di ciliegie e albicocche , poi di
pesche e nettarine, ma le
previsioni per il mercato
sono positive.
Secondo Giancarlo
Minguzzi, presidente della Op Minguzzi e presidente di Fruitimprese Emilia-Romagna (l'associazione che riunisce le
imprese private regionali
dell'ortofrutta., che lavorano i milione di tonnel-
A sinistra,
Giancarlo
Minguzzi
late di prodotto all'anno,
per 700 milioni di. fatturato e il 60% di export),
campagna è iniziata già
dalla metà di giugno con
le precoci. E anche se i calibri non erano sostenuti,
visto il freddo primaverile, ciò non ha influito
troppo sui prezzi che sono
stati ottimi, a scapito però di una minore quantità
raccolta, almeno il 20% in
meno dei 2012».
i prezzi alla produzione
alla metà di luglio sono
continuati a essere soste-
noti anche se dai primi di
agosto si è registrato un
calo sensibile di 1520 centesimi al chilo. «Non vanno sottovalutati - continua Minguzzi - elementi
di rischio come il massiccio arrivo sul mercato
delle produzioni di altre
regioni del nord che potrebbero indurre i grandi
buyer della grande distribuzione italiana. ed europea a giocare sui prezzi.
per abbassarli ulteriormente. Come Fruitimprese facciamo appello a tutti
gli. addetti. ai lavori., in
particolare ai responsabili commerciali delle imprese, perché si collabori
alfine di garantire una tenuta dei prezzi, poiché ci
sono tutte le condizioni.
favorevoli per una buona
campagna».
Anche sul fronte export
arrivano notizie co
tanti, però «solo se farà
calcio in tutta Europa potremo chiudere i conti di
una campagna finalmente positiva»,
«Le produzioni sono
scarse, ma brillanti sotto
l'aspetto della qualità e
dei prezzi, considerati
soddisfacenti - commenta
Massimiliano Pederzoli,
presidente di Coldiretti
il messaggio che mandiamo a tutti gli operatori
della filiera (sia privati
che cooperativi) è quello
di tenere le posizioni e di
non prestarsi a giochetti
già visti in passato, di
concorrenza intestina.
Non bisogna avere troppa
fretta di collocare le produzioni più pregiate in.
quanto sono decisamente
scarse».
Francesco Donati
Pagina 11
Poropnxiogent.b,_
eare~isk.M
mixodurWideihmfit
Pagina 44 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
pressunE
orriere
di Ravenna Faenza-Lugo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
Nuova associazione
per la valorizzazk)ile
dei prodotti tipici
CASOLA VALSEN IO.
Una nuova
associazione tra
imprese agricole e del
turismo per
promuovere il
territorio. A Casola
Valsenio è infatti nata
l'Associazione per la.
valorizzazione delle
erbe e dei frutti
dimenticati. L'intento è
quello di promuovere,
attraverso eventi e
manifestazioni.,
l'identità storica,
culturale, ambientale e
turistica. 11 neonato
sodalizio vuole
promuovere e sostenere
l'offerta. turistica locale
puntando sulla qualità
e sulla salubrità dei
prodotti tipici di Casola
Valsenio con iniziative
proprie e con la
presenza nelle
principali
manifestazioni e eventi
17/08/2013
turistici incentrati
sulle produzioni del
territorio. Fino ad oggi
all'associazione hanno
aderito 33 aziende che
operano in agricoltura,
nel turismo e nella
ristorazione.
Presidente
dell'associazione è
Filippo Gentilini
(agricoltore) e vice
presidente William
Briccolani (ristoratore).
consiglio è composto
da Claudio Agide
(agricoltore), Silvano
Bacchilega (azienda
agrituristica), Bruno
Boni (presidente Pro
loco), Graziano
Donaltini (agricoltore),
Catia Fava
(ristoratore), Alberto
Ghetti (agricoltore),
Leo Iseppi (presidente
Coop montana),
Stefania. Malavolti.
(agricoltore), Franco
Mazzoni (ristoratore),
Antonella Minardi
(agricoltore), Donata
Monducci. (azienda
agrituristica), Sergio
Spada (agricoltore),
Claudio Veroli
(ristoratore).
Pagina 11
Pews,prmiottern.5 qualità
capte.M.A.1.3sace3t3
per iprodottori del henffilo
Pagina 45 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
\
\•
orriere
di Ravenna Faenza-Lugo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
)i
press LinE
17/08/2013
da lupi e predatori arrivano i risarcimenti
,
La Regione definisce misure e criteri per l'erogazione del contribuii ad allevatori e aziende agricole
RIOLO TERME. 11 Comune di
Riolo informa che la Regione ha
definito la misura e i criteri di erogazione dei contributi da destinare agli allevatori e alle aziende
agricole per danni da predatori.
11 contributo viene concesso ai
proprietari di animali appartenenti a specie domestiche o selvatiche di ovidí, cervidi, suidi, ovi-caprini ed equidi. Possono fare
richiesta esclusivamente gli imprenditori agricoli che esercitano l'attività di allevamento e
commercio, regolarmente registrati all'Ausl, e, in caso di alle--
vam_ento di animali selvatici, autorizzati dalla Provincia. L'Imprenditore agricolo deve inoltre
essere iscritto all'anagrafe delle
aziende agricole. La misura del
contributo è pari al 100% del valore medio di mercato desunto
dall'ultimo bollettino dei prezzi
pubblicato dalla Cciaa riferito ad
animali della stessa specie, razza
e categoria. Entro 24 ore dal verificarsi dell'evento dannoso
l'imprenditore, deve chiedere
l'intervento del veterinario
delf Ausl in cui è avvenuto il fatto. Deve poi mostrare e mettere a
disposizione gli animali morti e
feriti da sottoporre ad accerta-.
mento. assicurare che eventuali
indizi presenti nell'area circostame gli animali (tracce, impronte, peli e feci) non. vengano
alterati o rimossi e mettere a disposizione tutte le informazioni
necessarie al fine di accertare la
dinamica dell'attacco subito.
Qualora l'evento si verifichi
all'interno del Parco della vena
del gesso la richiesta di indennizzo può essere presentata anche in
assenza del capo predato. Infatti,
dal momento che l'area nella qua-
le si trovano le aziende zootecniche nel Parco risulta particolarmente accidentata e impervia.
condizioni che rendono difficile,
se non impossibile, il ritrovamento delle carcasse, si ritiene
che la mancanza di capi certificata dal veterinario dall'Ausl
dagli stessi indicate come "probabilmente premiate dai lupi",
debba essere ritenuta valida ed utilizzabile come base per il calcolo dell'in.dermizzo. Per info: Ente
per la gestione dei parchi e della
biodiversita, via Soffi 2, Fognano
di Brisig,hella, tel. 0546 81066.
Pagina 11
Pe.onm.i‘htt.orna.d.i qualità
aireezTisothfisfihrei,t3
periprodottori del henl'ino
: •
Pagina 46 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
orriere
di Ravenna Faenza-Lugo e Imola
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore responsabile: Pietro Caricato
Diffusione: n.d.
0_1Th
pressunE
N
\
knLz,
17/08/2013
NN NN, N
Abusivi sorpresi
ad applicare false
vicino alla spi
CERV1A. Colpo grosso
to gli abusivi, quando pedella Guardia costiera rò è scattato i blitz dei micontro l'abusivismo, che litari.
ha fruttato il sequestro di
Alla vista delle divise
borse, portafogli, cinture bianche i commercianti
e accessori. Ma. soprattut- abusivi si sono dati ad uto, sono caduti nella rete na fuga precipitosa, ladella Locamare alcuni sciando sulla sabbia la. remarchi in ottone e adesi- furtiva, con i pezzi ancora
vi permanenti di Prada, da incollare.
Dolce e Gabbana, Guess,
Il lavoro dell'ufficio maLuxory, Monclair, rittimo si. sta però intenLiu-jo.
sificando a 360 gradi, e il
Gli extracomunitari so- bilancio parla chiaro. Fino stati colti sul fatto da- no ad oggi, infatti, i segli uomini
questri pedella Capitanali sono auneria di. pormentati, coto. Erano ar- Di notte si in troduce
me pure gli
mati di at- su uno yacht ormeggiato: animi nis trataccatutto, denunciato
tiv i e i rinveaccendino,
nimenti
smalto e borsull'arenile;
se da contraffare, pronti. si. calcola. un 30 per cento
per alterare la merce con in più, rispetto allo scorso
le griffe. L'operazione si anno. La media registrata
stava consumando dietro è di due sequestri giornaagli stabilimenti balneari lieri, con 4.500 pezzi sigildi Milano Marittima, do- lati e in attesa di essere
ve erano all'opera appun- distrutti.
Ma i fatti di cronaca evidenziano, nella giornata di Ferragosto, anche una denuncia a piede libero nei confronti di un cittadino senza fissa dimora
residente in Italia. Si era
introdotto furtivamente a
bordo di uno yacht durante la notte, dopo avere scavalcato tutte le recinzioni
del porto turistico Marina. Adesso è accusato di
violazione di domicilio.
da pesca. Erano collocate
a 150 metri dalla riva, costituendo un grave pericolo per la balneazione.
pesce finito in trappola è
stato devoluto in beneficenza.
Complessivamente poi,
sono stati controllati 96
stabilimenti balneari e 45
postazioni di salvataggio,
con 30 bollini blu rilasciati ai. diportisti. in regola.
Massimo Previato
Scoperti 2 km di reti da
esca stese fra Milano
Marittima e Lido di Savio
Il lavoro della Capitaneria è poi continuato in.
mare aperto, dove la motovedetta Cp 552 ha liberato lo specchio d'acqua
compreso fra Milano Marittima e Lido di. Savio da
ben due chilometri. di reti
..2
i
Alcune
delle targhe
con i marchi
delle noie
ariffes
o
sequestrate
dagli uomini
della
Capitaneria
di porto di
Cervia
Pagina 47 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
ANIMMElp
Pagina 33
elno id.,. ricco', Sinone
SMISITNI
21dapplefelsegrRfe
vicisto anasphwia
giouns,,jini •:ii ,dario a Beach socrer
•
FOC E
press unE
17/08/2013
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
NOVITÀ
IL SABATO
Diffusione: n.d.
Adulto 10€
Bambino 7 €
È FAMILY DAY
CESENATICO PARCO ACQUATICO
SABATO
17. AGOSTO 2013
CE
LA V
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LOGO
& IMOLA
'N'75 XVI
It
In quattro da un campo nomadi del milanese per razziare armi e denaro nel ravennate: arrestati
Rom in trasferta per rubare in casa
n trasferta da un campo
nomadi del Milanese per
compiere furti nel Ravennato Quattro rom disoccupati, tre donne e un uomo, originari della ex Jugoslavia sono
stati arrestati dai carabinieri nella notte tra giovedì e ieri a Fornace Zarattini dopo avere rubato 800 curo, un dollaro e sei armi (tre fucili da caccia e tre pistole) e centinaia di munizioni
da un'abitazione di Sant'Alberto.Tutti e quattro sono domiciliati nel campo nomadi di Baranzate (Milano). Il primo intervento dei carabinieri risale alle
22.30 di giovedì: è a quell'ora
che i militari della Stazione di
Alfonsine hanno fatto il sopralluogo alla casa dove ignoti ladri,
dopo avere forzato una finestra,
aveva portato via il danaro e le
armi, regolarmente detenute e
custodite in una cassetta blindata. L'allarme è stato subito diramato a tutte le auto: poco dopo la mezzanotte una pattuglia
dei carabinieri della Stazione di
Godo ha intercettato i quattro
con parte della refurtiva.
I
L'EDITORIALE
Toccare
con mano
Si può fare
Domani comincia il Meeting di Rimini. Il format è
conosciuto così come il beneficio che porta nelle case
e nelle casse della città che
lo ospita Trend confermato
anche quest'anno, nonostante la crisi. Il Meeting di
Cl, è bene chiarirlo, non è
una manifestazione riservata a bigotti col saio o col
cilicio. Ma è un momento
di cui l'Italia ha più che mai
bisogno dove si ritrovano
uomini veri che, diversamente da quello che sostiene una famosa pubblicità,
devono chiedere sempre.
Domandarsi il senso della
vita, per esempio. Che non
è giocare a cinico con le farfalle. Ma fare i conti con la
realtà di un uomo infilato
in un cui de sac che non
può mai smettere di sperare: perché dietro il mimo del
vicolo cieco c'è la possibilità di ricominciare a costruire. Il Meeting è mostra
in tempo reale di esempi
concreti di questa speranza. Siete veramente laici e
radicalmente anticiellini?
Se siete coerenti andate a
conoscere da vicino i sostai
"nemici". Non fidatevi delle
letture strumentali e di parte. Toccate con mano il
Meeting. ll"beati quelli che
pur non avendo visto crederanno" per il Meeting
non vale.
Stefano Andrini
Fusignano Allarme
bomba per una valigetta
Artificieri al lavoro sotto al comune: ma il contenitore
era vuoto. E' stato però necessario evacuare l'area,
compresi gli ambulanti.
A pagina 21
IMOLA
Incidenti tra la via Emilia e la A14
Due paurosi schianti sono avvenuti ieri in località Toscanella. Il primo, in tarda mattinata, ha visto lo scontro frontale tra due automobili lungo la via Emilia. Due i feriti, uno dei quali in gravi condizioni
al "Maggiore" di Bologna. All'ospedale felsineo ricoverati i due feriti
del secondo incidente avvenuto in A14 nel pomeriggio. Coinvolta
una famiglia svizzera e una comitiva di giovani pescaresi.
A pagina 11
A MARINA BYE BYE
PANORAMICA
La giostra
smonta proprio
nel giorno di
Ferragosto e
torna in Austria
tra i malumori
Il gestore
"Impegni
improrogabili"
A pagina 15
A MARINA
A pagina 24
La polizia blocca 20enne di Lido
Sfregia in faccia 19enne
con una bottiglia rotta
CASOLA VALSENIO
Parapendio Sbaglia atteraggio
Momenti di paura per un 45enne
Dramma sfiorato a Casola: un
45enne appassionato di parapendio dopo il lancio da Monte Battaglia e il volo, ha commesso un
errore in fase di atterraggio ed è
precipitato al suolo. La gravità
dell'incidente si è poi ridimensionata ma l'uomo è stato trasportato con l'elimedica all'ospedale.
a impor amalo una ragazza. E quando è stato allontanato, e tornato con un lettino e ha tentato di gettarlo
sul falò ferragostano. Li stato nuovamente allontanato:
ma a quel pulii° ha tirato fuori riarmo zaino una bottiglia di stiro, l'ha spaccala per i erra e ha sfregiato il giovane che
lo aveva affrontato, MI tornale bolognese che ha rimediato 17 punti di sutura in tarda. Per questo all'alba di Ferragosto in uno stabilimento di Marina di Ravenna la polizia ha arrestato un 20enne
cameriere marocebino residen te con la famiglia a I ,ido Adriano.
A pagina 18
A pagina 13
IN SPIAGGIA
Nuotate
e parcheggi
da multa
ha parcheggiato
in spiaggia e chi nuotava
nelle acque del porto.
Sono state varie le sanzioni fatte dalla capitanena di Porto di Ravenna a
Ferragosto. Militari impegnati inoltre a Marina di
Ravenna per soccorrere
una persona che aveva
rischiato di annegare.
793ZWIZE
yAmAHA
~DI
SPIGHE,
SIZE
& VILLA
VIA FAENTINTAE1L225-4R4A4V6E2N3N5A3
C'è chi
Concessionaria Ufficiale
FAX 0544 468615
www.tgrmotor.it
[email protected]
NUOVO DISPOSITIVO
PER L'IGIENIZZAZIONE DEL TUO CASCO
A pagina 14
Pagina 48 di 97
rì YAMAHA
Concessionaria Ufficiale
HELMET
CLEAN
,.wolria, •
press LinE
FOC E
17/08/2013
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
A MARINA La polizia blocca 20enne di Lido
Sfregia in faccia 19enne
con una bottiglia rotta
H
a importunato una ragazza. E quando è stato allontanato, è tornato con un lettino e ha tentato di gettarlo
sul falò ferragostano. E' stato nuovamente allontanato:
ma a quel punto ha tirato fuori da uno zaino una bottiglia di vetro, l'ha spaccata per terra e ha sfregiato il giovane che
lo aveva affrontato, un 19enne bolognese che ha rimediato 17 punti di sutura in faccia. Per questo all'alba di Ferragosto in uno stabilimento di Marina di Ravenna la polizia ha arrestato un 20enne
cameriere marocchino residente con la famiglia a Lido Adriano.
A pagina 13
Pagina 1
19:2:L:2
LA
VOCE kr:
Rom in trasfertaper rubare in casa
. er■
<
L97'
Pagina 49 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
FOC E
press LinE
17/08/2013
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
Diffusione: n.d.
Ai Giardini Speyer
l'evento 'Diversi ma
uguali'
Domenica il mercato benefico
dell'associazione Brinquedo
D
omani, ai Giardini
Speyer, è in programma il mercatino
dell'usato "Diversi
ma uguali", organizzato dall'associazione Brinquedo di Ravenna con la collaborazione del
muhicentro Ceas (centro di educazione alla sostenibilità), oltre
che del ristorante "I Cherubini".
Il mercatino, che si svolgerà
dalle ore 10 alle 18, sarà gestito
interamente dai soci dell'associazione e da ospiti dei dormitori. Sarà possibile acquistare indumenti per neonati, bambini,
adulti, accessori dell'abbigliamento, utensileria per la casa, libri e molto altro ancora. La merce sarà in vendita a prezzi da uno a cinque euro e l'incasso della giornata sarà interamente devoluto in beneficenza; per metà
servirà a sostenere i progetti che
l'associazione sta portando avanti in Brasile e in Italia, la rimanente metà verrà suddivisa
tra i collaboratori partecipanti iscritti dei dormitori.
Per chi parteciperà all'inizia-
A gestirlo
gli ospiti
dei dormitori
tiva sarà possibile anche pranzare con panino e salsiccia o panino e formaggio e gustare ottimi
dolcetti sempre a un costo da uno a un massimo di cinque euro.
Il mercatino, tenutosi per la
prima volta con il titolo "Uguali
e diversi" lo scorso 2 giugno, nasce da un'idea di Barbara Fabbri,
presidente dell'associazione
Brinquedo. Il nuovo titolo è stato
pensato per sottolineare come,
concependo la carità come condivisione del bisogno dell'altro,
le disuguaglianze possono essere abbattute. Si propone sia come occasione di aiuto ai più bisognosi attraverso un'azione che
li coinvolge e li rende partecipi
sia come messaggio di sostenibilità ambientale ed economica
in un momento in cui vi è un
grande bisogno di salvaguardare
l'ambiente che ci è stato donato
e di fare acquisti sostenibili.
L' associazione Brinquedo ha
realizzato in Brasile 11 case, una
cooperativa sociale, una chiesa
dedicata a San Francesco di Assisi,una biblioteca all'interno
della scuola primaria, progetti di
studio, cure odontoiatriche. Ora
è impegnata nella realizzazione
di un asilo. L'opera dell'associazione a Ravenna da circa tre anni si concretizza in iniziative come "Il pane non si butta" e il
pranzo fraterno con i poveri nella parrocchia di San Giovanni
Battista che si svolge ogni prima
domenica del mese.
Pagina 12
Giardini Six,yer
l'evento 'Diversi ma
Pagina 50 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
pressunE
FOC E
17/08/2013
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
Diffusione: n.d.
ZAPPING
"Gardini il corsaro"
a Casal Borsetti
(nella foto), il guru della
house italiana, per una serata all'insegna dei suoni più
Questa sera (ore 20), al
caffé Ovale di via delle Viole a Casalborsetti (area Gruber), il giornalista Alberto
Mazzuca presenta il suo libro "Gardini il corsaro". Introduce Nello Agusani (Info
3663192561).
Anche oggi torna
"InSolitoBus"
eclettici e ritmici.
Anche oggi, come tutti i sabato fino al 7 settembre,
Ravenna ospita il tour più
strampalato e divertente del
turismo italiano: "InSolitoBus - Emozioni con... trasporto". E' consigliata la
prenotazione allo 0544
482838 (dalle 13 alle 19).
A Lido di Savio
il Maremotorfest
Cambio di live
all'Hana-Bi
Torna venerdì 23 agosto, a
Lido di Savio, la VI' edizione del "Maremotorfest
Show", il maxi evento dedicato agli amanti dei motori,
dell'adrenalina e della velocità. L'appuntamento è nella
piazza centrale, a due passi
Per motivi indipendenti dalla volontà di Hana-Bi il concerto dei Diaframma previsto per questa sera è stato
annullato e sostituito dalla
doppia esibizione di Soviet
Soviet e Versailles. Inizio
concerto ore 21.30.
"La parte
degli Angeli"
Prosegue alla Rocca Brancaleone la rassegna "Cinema sotto le stelle". Questa
sera (ore 21) "La parte degli
Angeli" di Ken Loach, mentre domani si proietta "La
vita di Pi" di Ang Lee.
Dj Dario Piana
al Boca Barranca
Anche questa sera (ore 23,
ingresso libero), alla consolle del Boca Barranca di Marina Romea, Dario Piana
dal mare, a partire dalle ore
19.30; fino a mezzanotte si
susseguiranno spettacoli adrenalinici con i migliori
stuntman.
Pagina 12
•
Ai Giardini Speyer
l'evento 'Diversi ma
Pagina 51 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press LinE
FOC E
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
A Marina sfregia in faccia 19enne a bottigliate
FERRAGOSTO
Ragazzo di Lido colpisce coetaneo: arrestato. Per il ferito 17 punti di sutura e rischio segno permanente
rima ha infastidito una ragazza. E quando è stato allontanato, è tornato con un
lettino e ha tentato di gettarlo sul falò ferragostano. E' stato nuovamente allontanato: ma a quel punto ha tirato fuori dal suo zainetto una
bottiglia di vetro, l'ha spaccata per
terra e ha sfregiato il giovane che lo
aveva affrontato, un 19enne bolognese che ha così rimediato una ferita in
faccia proprio sopra ad un'arcata sopraccigliare da ben 17 punti di sutura. Per questo all'alba di Ferragosto
in uno stabilimento balneare di Marina di Ravenna, il Sottomarino, la
polizia ha arrestato Ayoub Taouss,
20enne idraulico marocchino residente con la famiglia a Lido Adriano
e ora impiegato come cameriere in
un ristorante alle porte del centro.
Per il bolognese, prognosi iniziale di
15 giorni anche se il chirurgo non ha
escluso che in faccia possano rimanergli segni permanenti dell'accaduto. Pure un secondo giovane della
stessa comitiva è stato ferito a bottigliate dal marocchino mentre tentava di disarmarlo: in questo caso la
prognosi è di otto giorni.
Il 20enne - secondo quanto riferito
in tribunale da un poliziotto - è stato
bloccato verso le 5.30, cioè subito
dopo l'accaduto, da una Volante che
lo ha individuato in spiaggia dalla
maglietta imbrattata di sangue. In un
primo momento al 113 era giunta segnalazione per un presunto accoltellamento. Ma quando gli agenti sono
giunti sul posto, hanno trovato gli operatori del 118 intenti a medicare il
19enne e hanno realizzato che poteva essersi trattato di una bottigliata
in faccia. Secondo quanto ipotizzato
p
k-•
..~
Una Volante della polizia lo ha bloccato subito dopo l'accaduto grazie alla maglietta ancora imbrattata di sangue
dagli inquirenti, il ragazzo marocchino era forse ubriaco al momento dell'accaduto. Dalle verifiche è emerso
che, sebbene incensurato, il giovane
ha precedenti di polizia per incauto
acquisto di un telefonino e per detenzione per uso personale di una
modica quantità di droga. Ieri mattina davanti al pm di turno Roberto
Ceroni e al giudice Milena Zavatti,
l'imputato - difeso dall'avvocato Sabrina Cavallari - si è avvalso della facoltà di non rispondere limitandosi
a dire che quel giorno aveva lavorato
fino alla mezzanotte. Fuori dall'aula
in attesa c'erano tutti i ragazzi della
comitiva coinvolta nell'episodio.
Processo fissato a inizio ottobre
per dare eventualmente modo all'imputato di risarcire i due giovani
feriti: entrambi hanno già fatto querela. In quella sede il 20enne dovrà
rispondere di lesioni gravissime. E'
stato quindi rimesso in libertà con
obbligo di dimora e divieto di uscire
di casa tra la mezzanotte e mezza e
le dodici e mezza. Provvedimento
questo che gli consentirà di potere
continuare ad andare al ristorante
dalle 19 alle 24, suo consueto orario
di lavoro.
ACo
Pagina 13
Marinasfregiain faccia 19enne a hottigliate
""'
GABRIELE
D'ANNUNZIO
Pagina 52 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press LinE
FOC E
17/08/2013
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Via Girolamo Rossi Proseguono
lavori di restyling della condotta gas
roseguono, in via Girolamo Rossi, i lavori relativi à rifacimento della condotta gas a cura di Hera.
Indicativamente da lunedì prossimo è previsto l'avvio
della terza fase, che prevede, come le altre due, in base a
una apposita ordinanza comunale, la soppressione della zona a
traffico limitato nelle vie Pellegrino Matteucci, Salara (fra via Pellegrino Matteucci e via Pietro Alighieri), Zanzanigola, Pietro Alighieri
(fra via Salara e via Girolamo Rossi) e inoltre: nel tratto di via Girolamo Rossi tra il civico 26 e via Pietro Alighieri divieto di transito e
sosta permanente con zona rimozione su ambo i lati per tutti i veicoli (garantito il transito pedonale), nel tratto fra il civico 26 e via
Pellegrino Matteucci divieto di transito per tutti i veicoli eccetto
autorizzati (cioè veicoli di residenti e domiciliati, veicoli diretti à
garage Navoni, veicoli di emergenza e pronto intervento, automezzi
Hera per operazioni di pulizia e raccolta rifiuti, automezzi Enel,
Hera, Telecom ed altri gestori di servizi di interesse pubblico, solo
per operazioni di emergenza, cicli, veicoli a servizio di persone invalide e taxi), senso unico alternato di circolazione, divieto di sosta
permanente con zona rimozione su ambo i lati per tutti i veicoli.
p
Pagina 13
RAVENNA
Mminasfregiain faccia 19enne abottigliate
•
Pagina 53 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press LinE
FOC E
17/08/2013
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
CARABINIERI IN AZIONE SULLA SPIAGGIA DI MARINA ROMEA
Usavano la cabina del bagno
come deposito per i tarocchi
N
el corso dei servizi straordinari di controllo del territorio effettuati nell'ambito della giurisdizione di
Ravenna, intensificati durante il Ferragosto, i Carabinieri hanno denunciato a piede libero 6 persone per la
contraffazione di marchi, immigrazione clandestina, guida senza patente, possesso di sostanza stupefacente
e resistenza a pubblico ufficiale. I
controlli effettuati anche nell'ambito
del contrasto dell'illecito commercio
di sostanze stupefacenti ha portato i
militari dell'Arma a sanzionare 6 extracomunitari in regola coi documenti di soggiorno. Degno di nota, in
particolare, il sequestro della
Stazione dei Carabinieri di
Marina Romea, presso uno
stabilimento balneare, dove
una cabina, regolarmente
noleggiata per la stagione, era stata adibita a deposito di
mercanzia, ma probabilmente anche a laboratorio
per la contraffazione, poiché
sono stati rinvenute decine
di placche di vari marchi
pronte per essere collocate
sulle borse.
Pagina 13
RAVENNA
Mminasfregiain faccia 19enne abotti.liate
•
Pagina 54 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press LinE
FOCE
17/08/2013
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
VIABILITÀ
Nuovo guard rail: da lunedì
chiuso il ponte di via Cella
Per consentire l'installazione
di guard rail ai bordi del
ponte di via Cella sul fiume
Ronco, a Madonna dell'Albero, nonché di una nuova soletta in cemento armato, da
lunedì prossimo (19 agosto)
il ponte sarà chiuso al traffico di veicoli e pedoni, come
disposto da una specifica
ordinanza comunale. E' previsto che i lavori si protrag-
gano non oltre il 13 settembre. Durante il periodo di
chiusura i veicoli provenienti
da Ravenna e diretti a Madonna dell'Albero potranno
percorrere via Dismano e
via 56 Martiri; quelli provenienti da Santo Stefano San Bartolo e diretti a Ravenna potranno percorrere
via Stradello e via Dismano.
Conseguentemente alle deviazioni di traffico che verranno adottate, sarà istituito
il limite massimo di velocità
di 30 chilometri orari e il divieto di sorpasso nel tratto
di via 56 Martiri tra via Cella
e via del Pino a Ponte Nuovo.
Pagina 13
RAVENNA
Mminasfregiain faccia 19enne abottigliate
•
7," da ncor^dgr^
GABRIELE
D'ANNUNZIO
Pagina 55 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press LinE
FOCE
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
"MEDICO DI GUERRA"
Al ravennate
Danilo Ghirelli
il Premio Dolmen
"Si fa troppo poco per costruire la pace". Con queste
parole ha esordito nel suo
intervento il ravennate Danilo Ghirelli insignito, giovedì
sera, del "Premio Dolmen"
alla sua prima edizione. La
consegna del riconoscimento al professionista è avvenuto prima dell'atteso concerto di Teresa De Sio, nell'ambito della quarta edizione del "Montalbano Folk Fest". Ed è stato proprio il direttore artistico della rassegna Massimo Vinale a spiegare i motivi della nascita
del premio.
"Il Premio Dolmen - ha detto
Vinale - nasce per premiare
coloro che per storia personale hanno saputo scrivere
un inno alla vita e alla sua
bellezza. Un inno che vince
la melodia del disimpegno e
la colonna sonora dell'ignavia. Inno che diventa narrazione di un vissuto operoso,
sempre al fianco di chi, sovente, non ha più nemmeno
la forza di disperare. Di chi,
suo malgrado, resta figlio del
Sud del Mondo. Sono queste
le storie che meritano di essere raccontate e proposte.
Per il 2013, la biografia che
intendiamo proporvi è quella
di un medico assai speciale:
il dott. Danilo Ghirelli, 'medico di guerra - .
Danilo Ghirelli è nato a Ravenna 66 anni fa. Conseguita
la maturità classica, nel 1971
si laurea in medicina e chirurgia all'Università degli
Studi di Bari, ottenendo il
massimo dei voti e la lode.
Prosegue gli studi a Firenze
dove consegue le specializzazioni in Ortopedia e Traumatologia e in Fisiatria. Sempre a Firenze inizia la sua attività professionale, quale assistente della Clinica Ortopedica dell'Università. Nel 1979
è nello Yemen, per la sua prima esperienza di chirurgo di
guerra. Al fianco dei sofferenti e dei moribondi, il dottor Ghirelli resterà sino al
2011. In 32 anni di attività
professionale Danilo Ghirelli
resterà sempre dalla parte
degli sconfitti. Sarà chirurgo
di guerra in Cambogia, Somalia, Eritrea, Afghanistan e
Sudan. Dal 2007 al 2009 è
stato rappresentante dell'associazione Emergency di Gino Strada per l'Afghanistan.
Per l'assistenza prestata alle
vittime di guerra nel 2006 il
Presidente della Repubblica
Carlo Azeglio Ciampi lo ha
insignisce dell'alta onorificenza di Cavaliere al Merito
della Repubblica. Dal 2010
insegna "chirurgia di guerra"
all'Università di Parma.
Pagina 14
RAVEN.
%Ferragosto lapiadinadiventanbusiva
Pagina 56 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press LinE
FOC E
17/08/2013
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
Diffusione: n.d.
CAPITANERIA DI PORTO SANZIONATI ANCHE DUE AUTOMOBILISTI CHE AVEVANO
PARCHEGGIATO IN SPIAGGIA. MULTA ANCHE PER VOLANTINAGGIO AD ALCUNI `PR'
A nuoto dentro la diga foranea
e con l'acquascooter tra i bagnanti
D
ai venditori abusivi agli spericolati
da spiaggia. Una vasta gamma di
interventi da parte della capitaneria
di porto durante Ferragosto, nel
contesto del programma "Mare Sicuro 2013",
che ha impegnato le squadre nelle operazioni
di vigilanza lungo tutte le coste del litorale.
Nell'arco della giornata, sono state impiegate
nell'intensa attività due pattuglie via terra
composte da quattro militari ciascuna e coadiuvate via mare da un battello pneumatico
veloce per completare il
quadro dell'azione e per
assicurare la massima vigilanza.
Diverse le sanzioni amministrative elevate. A partire da quella a carico di un
diportista che a Lido di
Classe si è spinto in sella
al suo acquascooter nella
fascia dei 500 metri dalla
riva, in orario non consentito e con il pericolo di
travolgere qualche bagnante.
Hanno pagato la salata
sanzione di 206 euro invece due automobilisti che
hanno pensato bene di parchggiare il più vicino possibilie al mare. Dove? Direttamente
in spiaggia, in prossimità degli ombrelloni,
dunque sul suolo debaniale.
Poteva andare ben peggio a due persone che
sono state `ripescate' dal bacino portuale, dove si erano spinte a fare il bagno. I militari
hanno notato i due bagnanti mentre stavano
nuotando addirittura all'interno delle acque
comprese tra la diga foranea nord e il molo
guardiano del porto, rischiando di essere travolti dalle imbarcazioni in transito.
Sono invece stati fermati due venditori abusivi, sorpresi sempre nel litorale a vendere
merce contraffatta. In tutto gli uomini della
guardia costiera hanno sequestrato 1.014 pezzi.
Guai anche per alcuni pr, impegnati durante
la notte di Ferragosto a distibuire volantini
senza alcuna autorizzazione per effettuare il
volantinaggio.
A Marina di Ravenna le
pattuglie sono intervenute
per soccorrere una persona che ha rischiato di annegare. E' stata prontamente soccorsa dal personale della pubblica assistenza. Anche nei lidi ferraresi, la guardia costiera
di Ravenna è stata impegnata alla ricerca di un
pattino che si è allontanato pericolosamente dalla
riva. Lo hanno individuato
e recuperato in serata, con
i due giovani occupanti
che si erano smarriti.
Nel complesso, però, al di fuori di questi interventi la centrale operativa della guardia costiera rileva che "considerando il notevole afflusso di turisti e le condizioni meteo ideali
per una giornata al mare, non si sono registrate particolari criticità sulle spiagge del ravennate, confermando un sostanziale buon andamento della giornata di Ferragosto, anche
grazie alla disciplina di diportisti e bagnanti".
Sequestrati 1.014
articoli venduti
abusivamente
Pagina 14
RAVEN.
,% Ferragosto lapiadinadiventanbusiva
Pagina 57 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
pressunE
FOC E
17/08/2013
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
AGLI SPEYER
"Ho contato
35 bottiglie
in una mattina"
Ieri mattina, "dopo quasi
un mese dall'ultimo sopralluogo delle 7, mi sono recato di nuovo al
giardino Speyer. Il risultato è quello descritto
dalle foto...". Ovvero "ho
contato 35 bottiglie di
birra, di vetro, oltre che
alla solita distesa di rifiuti, resti di ossa con la
quale stavano facendo
colazione le formiche...".
E' la denuncia che arriva
da Giulio Bazzocchi, consigliere territoriale di LpRa, il quale in una nota
si chiede "per quanto
ancora" le autorità competenti non prenderanno
"provvedimenti in merito". Il dito è puntato verso quegli extracomunitari clandestini che "occupano il giardino, come
altre zone di Ravenna" e
che "non si sa a quale titolo si trovino ancora sul
territorio italiano e ravennate".
Pagina 14
RAVEN.
%Ferragosto lapiadinadiventanbusiva
Pagina 58 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press LinE
FOC E
17/08/2013
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
Diffusione: n.d.
A Ferragosto la piadina diventa abusiva
CONTROLLI SUI LIDI
Scoperti quattro venditori senza licenza a Marina. Controllati 12 locali e identificate 115 persone
4 a piadina di Ferragosto? Abusiva. Almeno così lo è stato per quattro attività commerciali che sono state scoperte vendere prodotti gastronomici
senza però possedere le necessarie
licenze.
Tra i 12 locali pubblici controllati
dall'Ufficio Commerciale della polizia Municipale durante le serate del
14 e 15 agosto, quattro sono risultati
abusivi. Nella fattispecie quattro piadinerie ambulanti, tutte concentrate
a Marina di Ravenna per intercettare
il pieno di vacanzieri e giovani giunti
sul litorale per trascorrere la serata.
Per tutte è scattata una sanzione
amministrativa.
Si tratta di una parte dei controlli interforze che hanno impiegato decine di pattuglie per controllare i due
giorni più infuocati dell'estate. Anche se tutto sommato, il Ferragosto
2013 del litorale ravennate si è riscoperto entro la norma delle 'notti lunghe' vissute lungo la Riviera. Volendo
fare un paragone, peggio la Notte
Rosa, dove si sono resi indispensabili più interventi per mantenere
l'ordine pubblico.
Al di là dell'episodio di violenza accaduto all'alba a Marina di Ravenna
(l'articolo a pagina 11), non sono
stati registrati particolari disagi oltre
a qualche tafferuglio o litigio.
Sul piano dell'abuso
di alcol, sono stati
segnalati alcuni giovani soccorsi dal 118
con un principio di
coma etilico. Non si
registrano però pazienti in gravi condizioni.
Il pattugliamento ha coinvolto le
pattuglie di polizia di Stato, carabinieri, guardia di finanza, corpo forestale dello Stato, polizia provinciale
e polizia municipale.
Durante i blocchi stradali sono stati
fermati 90 veicoli e identificate in
tutto 115 persone. Tra queste alcune
sono state trovate in possesso di stupefacenti di diverse specie, dalla cocaina all'hashish per finire alla marijuana. Dosi tuttavia di modica rilevanza, spesso inferiori al grammo
e per lo più riconducibili a spinelli
già confezionati per
la serata.
Sono state tre le denunce per ricettazione e una per furto
aggravato. Quest'ultimo capitolo ricalca
il classico scenario dei furti in spiaggia: borsette, cellulari, portafogli, rubati da lettini o teli approfittando
del buio e di un attimo di distrazione.
Non sono state registrate particolari
irregolarità sul fronte dei falò in
Nottata pi
tranquilla rispetto
alla Notte Rosa
spiaggia. Circa una ventina le pattuglie disposte dal corpo forestale dello Stato per sorvegliare i punti critici
lungo le spiagge e a ridosso delle aree verdi. A Lido di Classe, in prossimità dell'inizio della spiaggia libera accanto al bagno GoGo, un mezzo
è rimasto a vigilare fin dalla prima
serata del 14 per controllare che nessuno accedesse al tratto di litorale
con legna da ardere. Lo stop ai falò,
in vigore ormai da anni, ha di fatto
interrotto una tradizione trentennale che nella parte di costa a sud della
foce del Bevano attirava centinaia di
persone con vanghe, legna e carbonella per festeggiare fino al mattino.
Qualche sporadico falò è stato segnalato in altre spiagge, come a Lido
Adriano o a Marina di Ravenna, ma
di dimensioni ben più contenute e
sotto controllo.
Pagina 14
A Ferragosto lapiadim diventa abusiva
Pagina 59 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
FOC E
press LinE
17/08/2013
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
Diffusione: n.d.
La ruota panoramica se ne va a in anticipo
Il gestore: "Impegni improrogabili"
H
a girato per 46 giorni, illuminato le notti della diga
Zaccagnini, sovrastato
Marinara e tutto il litorale
da un'altezza mai raggiunta prima da
una giostra itinerante; ha attirato i
curiosi e, purtroppo, accusato anche
il duro colpo dell'imprevista invasione di alghe. L'ultimo coup de theatre
l'ha dato lei, la ruota panoramica di
Marina di Ravenna: zitta zitta, ha
chiuso i battenti proprio a Ferragosto
per tornare in patria in anticipo. Così
ha iniziato a smontare per abbandonare il piazzale che l'aveva accolta il
29 gennaio scorso.
Tornerà in Austria, paese natale dei
proprietari. Il motivo? La risposta alle
malelingue che già parlavano di flop
la anticipa il gestore, Manuel Rambelli: "Era tutto previsto. Ci sono impegni inderogabili che vogliono la
ruota in una località a un'ottantina
di chilometri da Vienna entro il 20 o
il 22 agosto". I tempi, allora, li hanno
calcolati tenendo conto del lavoro
necessario per disassemblare i 50
metri di attrazione e prepararli al
viaggio: "Ci vogliono quattro giorni
per richiudere la ruota con almeno
sei persone - spiega Rambelli -, più il
viaggio per arrivare a destinazione".
La concessione demaniale, però, lasciava ancora ampio margine alle oltre 20 cabine in grado di portare 180
persone; almeno fino al 31 agosto,
termine del periodo richiesto ancora
con anticipo quando, esclusa Cesenatico, i responsabili hanno ripiegato
sul lido ravennate.
Il numero di biglietti staccati non
centra, assicura Rambelli. Dice di
non conoscere la cifra esatta, ma
continua convinto: "La stagione è an-
La ruota di Marina dice bye bye proprio i giorno di Ferragosto...
data discretamente. Bene a luglio, agosto un po' meno. Colpa forse delle
alghe. C'era una gran puzza qua al
molo, molti turisti non sono venuti
anche per questa cattiva pubblicità".
Nemmeno la bufera del 14 mattina è
responsabile, con alcuni testimoni
che avrebbero visto l'attrazione colpita in pieno da un lampo.
Osservando gli operai al lavoro, c'è
allora chi parla di fulmine a ciel sereno; è un gruppo di imprenditori locali a vederla come un beffa all'im-
!i INNI
tt.
".
I
a- ,-effiw-
magine turistica di Marina di Ravenna: "Il giorno di maggior festa per una località turistico-balneare, un'attrazione per la quale l'amministrazione comunale si è vantata, smonta.
Questa è soltanto la più recente delle
troppe stonature - accusano in una
nota -. La colpa sarà sicuramente dei
privati, del resto la nostra amministrazione non ha mai colpe, o sono
le nostre di imprenditori cittadini o
adducono alla mancanza di soldi
(queste le risposte di sempre)". Tante
"scuse" - continuano inferociti - che
"stanno portando alla chiusura di
troppe attività". Infine esclamano:
"Dimettetevi, per manifesta incapacità".
Anche l'assessore al Turismo Andrea
Corsini, dalla sua, si mostra stupito
dell'addio anticipato. "Non mi hanno
detto nulla - spiega - anche se non erano tenuti a farlo. Mi sembra però
strano che abbiano chiuso proprio
nel giorno di punta. La prossima volta - conclude ironizzando - gli chiederò di rimanere almeno fino al 15 agosto compreso".
Proprio sull'incognita del futuro ritorno della ruota, Rambelli rassicura:
la giostra concederà il bis a Marina
di Ravenna l'estate prossima. "La
ruota tornerà rispettando i patti", garantisce. Con o senza Ferragosto?
Chissà.
Federico Spadoni
Pagina 60 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
Pagina 15
press LinE
FOC E
17/08/2013
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Confesercenti scrive ai parlamentari locali: "Così si legittima la concorrenza sleale"
"Assurdo consentire alle aziende agricole
di far consumare i loro prodotti sul posto"
I a Confesercenti,
2
malgrado il
periodo consacrato alla "vacanza", ha inviato a Ferragosto
una nota ai Parlamentari locali
chiedendo di intervenire in merito all'emendamento - "approvato alla chetichella" (articolo 30 Bis, ora Legge) dalle commissioni riunite del Senato - à
cosiddetto "Decreto del Fare" sulla vendita e consumo sul posto dei prodotti
agricoli, emendamento che, di fatto, dà
la possibilità alle aziende agricole di
vendere o di far consumare prodotti,
direttamente sul posto.
Secondo Confesercenti, "questa decisione dei giorni scorsi, se messa in
pratica, determinerebbe un'inaccettabile violazione e distorsione della concorrenza e trasformerebbe i produttori
richiedenti in aziende di intermediazione commerciale, garantendo loro un
ingiustificato vantaggio, permettendo
di aggirare qualsiasi norma relativa alla
stessa destinazione urbanistica della
zona e alla destinazione d'uso dei locali
in cui viene svolta l'attività. Senza considerare le diversità fiscali, tributarie, igienico sanitarie e professionali esistenti". Nella nota inviata la Confesercenti si chiede "come siano possibili
certe scelte? E' questo il modo per aiutare la crescita?". Per l'associazione "è
stata data un'ulteriore deroga e opportunità a favore di un comparto che
contribuisce a penalizzarne un altro
(quello della distribuzione commerciale e dei pubblici esercizi) già duramente indebolito dagli effetti della crisi. Anche in Provincia di Ravenna, a titolo di
esempio, solo nei primi 6 mesi dell'anno, hanno cessato altri 5 esercizi di ortofrutta, (un comparto questo dove la
stessa Antitrust ha evidenziato nei giorni scorsi che la grande distribuzione è
sempre più forte e copre il 72% del
mercato), mentre il saldo degli esercizi
pubblici (tra cessati e iscritti) nei primi
quattro mesi dell'anno è di -23 nei bar
e -31 nella ristorazione". Anche Rete
Imprese Italia ha preso una dura posizione contro l'approvazione di questo
emendamento.
La Confesercenti, oltre alle spiegazioni di queste "inaccettabili forzature
che alimentano la concorrenza sleale
tra imprese", chiede alle forze politiche
"di rivederla immediatamente (eliminandola) anche per non aumentare
nuove tensioni sociali ed economiche
dovute alle forti disparità di trattamento esistenti".""Sono modalità autorizzative di vendita - conclude l'associazione - che creano inutili contrasti senza risolvere i problemi veri dell'agricoltura alla base della struttura dei prezzi
del settore agricolo".
Pagina 15
Pagina 61 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
pressunE
FOC E
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
IN BACHECA
Strage Egitto Domani corteo in piazza
"Sgomenti di fronte alla strage che l'esercito ha compiuto in Egitto (più di
3mila morti e decine di migliaia di feriti, ndr) contro i manifestanti pacifici
nei sit-in di Rabea al Adaweya e An-Nanda e nelle varie piazze", l'associazione LIFE, l'associazione di Cultura Islamica A.C.I. e il Comitato "Una moschea per la città" invitano la città a partecipare domani (dalle 10.30 alle
12.30) in piazza XX settembre ad una manifestazione di protesta. L'obiettivo - spiegano gli organizzatori - è "condannare il massacro e ribadire il diritto degli egiziani alla libertà di espressione e alla difesa dei loro diritti".
Pagina 15
Pagina 62 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press LinE
FOC E
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
8• IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Tripadvisor Sul podio le piadinerie
E' sempre "La piadina dello Chef" di via Teodorico il punto di ristorazione
ravennate più apprezzato dai cyber-utenti di tripadvisor.it, il portale di
recensioni più cliccato (e controverso) della rete. Su 84 giudizi, ben 71
"eccellenti" ed 8 "molto buono". Sul secondo gradino del podio, "La Piada di Ale" di viale della Lirica (85 recensioni), che precede "Le Schiccherie di Mick" di piazza Harris. Completano la top-five, la piadineria La Farcita di via Bonifica (25 recensioni) e il Friggitorio di viale Dei Lombardi a
Lido di Classe (27 recensioni).
Pagina 15
Pagina 63 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press LinE
FOC E
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
8• IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
FORZA ITLI In FOR Z
ig SIL V
IO
Nei cieli ravennati l'aereo pro-Berlusconi
Ha sorvolato anche le spiagge ravennati, giovedì scorso, giorno di Ferragosto, uno dei nove aerei con lo striscione "Forza Italia - Forza Silvio"
lungo 25 metri.
Si tratta dell'iniziativa a livello nazionale a sostegno di Silvio Berlusconi,
annunciata all'indomani della sentenza della Corte di cassazione che ha
visto sancita la condanna definitiva dell'ex premier per frode fiscale. E si
tratta anche di una nuova iniziativa per annunciare il ritorno di Forza Italia sulla scena politica italiana.
Pagina 15
Pagina 64 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press LinE
LMVO C E
17/08/2013
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
"Classense chiusa 15 giorni? Indignate"
La lettera di due insegnanti: "Può una città come Ravenna rinunciare per così tanto tempo alla sua biblioteca?"
uò la biblioteca Classense, uno dei gioielli indiscussi del
nostro patrimonio culturale,
restare chiusa due settimane
nel mese di agosto? Certo che sì. Ma
non è detto che la scelta incontri l'approvazione di tutti.
Sicuramente non quella di due insegnanti ravennati che, ieri mattina,
munite di un certo numero di libri
letti, si sono recate alla Classense e si
p
"Possibile che scaglionando le ferie o ricorrendo a qualche stagista
non si potesse evitare uno stop così lungo?"
sono accorte - "con grande stupore
ed indignazione" - che la biblioteca
era chiusa.
"Ma la meraviglia - spiegano in una
nota le due docenti - non riguarda
tanto la giornata odierna (ieri, ndr),
ma il fatto che la chiusura sarà di ben
quindici giorni!".
"Siamo davvero indignate - è l'analisi delle due insegnanti - e molto
perplesse sul fatto che una città come
Ravenna, visitata in questo periodo
da tantissimi turisti, chiuda per un
periodo così lungo un luogo non solo
di consultazione di libri, giornali, film
e quanto attiene alla cultura nei suoi
più vari aspetti, ma anche di indiscusso valore artistico".
"Ci sembra - prosegue la nota - che
gli amministratori pecchino di una
presunzione infinita (vedi albero di
Natale 2012 in Piazza del Popolo con
decorazioni 2019). Girando per l'Eu-
ropa ci capita spesso di entrare in
piccolissimi centri in cui Musei e
Chiese sono intelligentemente gestiti
in modo da essere sempre aperti al
pubblico con il semplice accorgimento dello scaglionamento delle ferie al personale in organico e l'ausilio
di studenti che effettuano così stage
estivi per loro interessanti e utili (ricordiamo che a Ravenna esiste una
facoltà universitaria che si chiama
Conservazione Beni Culturali...). Ma,
oltre alla presunzione - è la laconica
domanda finale - per caso questi signori non peccano anche di incompetenza?".
Pagina 16
"Classense chiusa 15 giorni? Indignate"
P
OGGI IN OMAGGIO
CON LA VOCE
IL LIBRO SUL MEETING
Pagina 65 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press LinE
FOC E
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
Zig IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
IL CASO LA RESPONSABILE: 'NESSUNA GARANZIA DALLE ISTITUZIONI'
Già finito a Roncalceci il progetto
della nuova Scuola Calcio
I
I progetto della "Futuri Campioni Soccer", nuovo modello di Scuola
Calcio nel campo sportivo di Roncalceci, non si farà.
Lo annuncia, non senza polemica, la responsabile della Futuri
Campioni, Valeria Chieregato: "La società - spiega - era pronta ad
investire migliaia di euro per il ripristino del manto erboso, l'installazione
di un moderno impianto di irrigazione, l'ampliamento degli spogliatoi,
la creazione di un box-ufficio, un'area bar ed una tribuna per i genitori.
Era un progetto, insomma, nel quale la società credeva molto, tanto da
aver organizzato, nella prima settimana di luglio a Roncalceci, una tappa
del prestigioso 'Parma Day Tour'. Chiedevamo - prosegue la Chieregato
- solamente alcune garanzie in merito alla futura gestione dell'impianto,
in quanto la convenzione scade il 30 settembre di quest'anno. Avevamo,
in questo senso, chiesto rassicurazioni al Comune di Ravenna e al suo
assessore allo Sport, oltre che alla Circoscrizione di Roncalceci, al Comitato Territoriale e al Comitato Cittadino".
In pratica la nuova società, prima di pianificare qualsiasi investimento,
aveva chiesto l'affidamento del campo di Roncalceci per almeno sei anni:
"Era il tempo minimo - spiega la responsabile - per non vanificare un investimento così oneroso. Ma evidentemente, nonostante fossimo stati
relegati nella piccola frazione di Roncaleci, la sola nostra presenza nel
territorio dava fastidio, non faceva dormire. E qualcuno ha mosso bene
le proprie pedine per impedire che una società seria, senza chiedere un
centesimo alla comunità, ripristinasse con i propri soldi un impianto in
disuso sviluppandoci all'interno una Scuola Calcio d'avanguardia. Peccato...".
Pagina 16
RAVEN.
"Classense chi
„..
OGGI IN OMAGGIO
CON LA VOCE
IL LIBRO SUL MEETING
Pagina 66 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press LinE
FOC E
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
`Tanti dubbi
sulla legge
sui parchi'
n'Interpellanza del consigliere provinciale Udc
Gianfranco Spadoni per
esprimere "dubbi sulla
legge regionale sul Parco
della Vena del Gesso".
Dopo aver ripercorso genesi, sviluppo e finalità
gestionali del Parco, che
doveva poter contare sul
"coinvolgimento diretto
degli agricoltori e delle
associazioni portatrici
d'interessi", Spadoni evidenzia come, al contrario, "sin dalla sua costituzione", vi sono state "severe prese di posizione
da parte dei residenti mai
consultati, della Federazione speleologica e, non
ultime, delle associazioni
agricole. In questi giorni,
poi - spiega Spadoni - il
Club alpino italiano (Cai)
e Legambiente sono scesi
sul piede di guerra con una forte protesta contro
la legge regionale che
consentirà ai motociclisti
di percorrere i sentieri riservati alle escursioni".
Secondo l'esponente Udc
"con la nuova legge regionale sono confermate le
limitazioni imposte da
parchi e piano paesistico,
mentre, le prescrizioni
delle Pmpf sono rese opzionali, salvo ordinanze
adottate in seguito dai
sindaci i quali hanno il
potere di vietare l'accesso
ai motori sui sentieri. E'
vero che la competenza
della viabilità locale spetta ai comuni, tuttavia col
provvedimento regionale
concepito così a maglie
larghe - secondo Spadoni
- si corre il forte rischio di
creare disordini e libero
accesso ai motociclisti alle aree sottoposte a vincolo ambientale".
U
Pagina 16
RAVEN.
"Classense chi
„..
15 giorni? Indignate"
OGGI IN OMAGGIO
CON LA VOCE
IL LIBRO SUL MEETING
Pagina 67 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
pressunE
FOC E
17/08/2013
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
FESTA REGIONALE PD
Numeri da record
per Reggio Emilia
"er
--
..,_.5\p5sw'R .:i ;I: Ub:4.t4
Si è chiusa giovedì scorso la 4'
Festa Regionale del Partito Democratico dell'Emilia-Romagna,
svoltasi quest'anno in provincia
di Reggio Emilia (Villalunga di
Casalgrande) dal 30 luglio al 15
agosto. Una chiusura che ha fatto registrare numeri record: circa
5.200 i pasti serviti nell'ultima
sera, oltre 15mila le persone che
hanno atteso la mezzanotte per
il tradizionale spettacolo pirotecnico sulle sponde del fiume Secchia.
Altrettanto importanti sono stati
i numeri di tutti i 17 giorni di Festa: l'incasso complessivo è stato
di circa 1 milione e 100 mila euro,
oltre 150 mila le presenze di visitatori. I ristoranti della Festa hanno servito 42.700 pasti, con un
significativo aumento rispetto agli anni precedenti. Grande rilievo ha avuto la politica: la Festa
ha ospitato i Ministri Andrea Orlando, Cecile Kyenge e Graziano
Delrio. Presenti anche figure di
primo piano del Pd: il segretario
nazionale Guglielmo Epifani, Pier
Luigi Bersani, Pippo Civati, Matteo Renzi, Gianni Cuperlo, la presidente della regione Friuli-Venezia Giulia, Debora Serracchiani e
il segretario del PD dell'EmiliaRomagna Stefano Bonaccini.
Pagina 16
RAVEN.
"Classense chi
„..
15 giorni? Indignate"
OGGI IN OMAGGIO
CON LA VOCE
IL LIBRO SUL MEETING
Pagina 68 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press LinE
FOC E
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Della Monica
ci svela
D'Annunzio
Questa sera a Marina l'omaggio
al "Vate del decadentismo"
etti una sera d'agosto a parlare di
poesia. Una bella
sfida per chi, nel
divertimentificio estivo, considera la "movida" l'unico format
possibile.
Aperto il filone ottocentesco
con Giovanni Pascoli e Giacomo Leopardi, lo studioso Walter Della Monica, cogliendo lo
spunto del 150° della nascita,
propone nella
giornata di oggi per il ciclo "Un
poeta da ricordare" - un'incursione a cavallo dei
secoli, anche se è
riduttivo classificare Gabriele
D'Annunzio
(1863-1938), il
"vate del decadentismo", semplicemente un poeta.
La critica
produzione creativa di D'Annunzio spazia in
molti generi: dalla poesia al romanzo, dalla novellistica al
giornalismo, dai diari alle memorie, dal teatro ai pensieri e
scritti autobiografici alla saggistica per non dire delle sue imprese e gesta che l'hanno fatto
entrare, oltre che nella lettera-
tura, nella storia d'Italia" (Luigi
Martellini).
Nell'occasione però ci si incontrerà per celebrare il poeta,
"oggetto di attenzione e di studio - scrive Walter Della Monica
- fino ai giorni nostri da parte
di generazioni di critici, antologisti, lettori comuni che citano, quasi tutti a memoria, versi
della 'Pioggia nel pineto' o de 'I
pastori', a differenza di altri
poeti pur noti e
tuttavia non similmente citati".
LL'appuntamento
è per questa sera
(ore 21.15) nella
'9111 piazzetta del
Centro Civico di
Marina di Ravenna.
Alla consolle Il
curatore Walter
Della Monica
sarà assistito dalla sua collaudata equipe: il lettore Gianfranco Tondini e i commentatori
Luigi Martellini, Gaetano
Chiappini, Bernardo Pacini.
L'organizzazione è della Capit di Ravenna, con la collaborazione della pro Loco e il sostegno della Banca di Credito
Cooperativo. L'ingresso all'appuntamento è, come sempre,
libero.
r
Pagina 17
Dell 1111011k,
tiraci
IY.Mnunzin
Pagina 69 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
Luce diluita
lite-coach
dogli sportivi
press LinE
FOCE
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
O MUSIVA MUSA
Cultura "I due apostoli Giovanni e Paolo
predicatori del verbo poetico..."
Questa sera (ore 21), sul sagrato di
Santa Maria Maggiore in via Galla
Placidia, sesto appuntamento di 'O
Musiva Musa' 2013, la rassegna di
poesia curata da Franco Costantini,
giunta alla decima edizione. Titolo
della serata "I due apostoli Giovanni
e Paolo (Strocchi e Pingani): predicatori del verbo poetico...". Con Paola Ravaglia, Franco Costantini e
Maurizio Asero (percussioni).
Due poeti modernissimi, con robuste radici che affondano nel classico.
In Strocchi, anche i toni più intimi
svelano 'l'universale' della condizione umana; in Pingani, il privato e il
pubblico (il personale e il politico) si
intrecciano come trama e ordito. Ad
offrire al pubblico la forza lirica e 'civile' dei loro versi sarà il duo Ravaglia-Costantini, accompagnato dai
colori e dai ritmi di Maurizio Asero.
Pagina 17
,
-
'np
Della MonicaLuce diventa
ei svela
==" lite-coal
D'Ammalo
sportivi
Pagina 70 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
pressunE
FOCE
17/08/2013
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
8• IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
CONCERTI
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
CONCERTI
Rising Star Show
a Casal Borsetti
A Villa Marisa
serata di musica
A Casal Borsetti l'estate
non è ancora finita, grazie
alla Pro Loco che per questa sera (ore 21) ha preparato un altro grande spettacolo di musica e danza
per tutti i visitatori della località, il "Rising Star Show"
in piazza Marradi. Sulle note dei più celebri musical
internazionali, un gruppo
di giovani artisti animeranno con danze e canzoni la
centralissima piazza di Casal Borsetti.
Lunedì (ore 21, ingresso
offerta libera) serata di
musica nel giardino di Villla Marisa a Filetto. Ciak col
sound di "Romagna Brass
Ensemble", cui seguiranno
le esibizioni di Mecco Guidi (Hammond), Andrea
Morelli (chitarra), Marco
Rosetti (chitarra) e Lele
Veronesi (batteria). Sul
palco anche Gloria Turrini,
Giò De Luigi, Valter Guidi
ed Enrico Farnedi.
Sabato reggae
al Peter Pan
La "Bucci Band"
a Lido di Dante
Ultimi due giorni per la 15'
sagra di Lido di Dante organizzata dalla A.S.D. Lido
di Dante in collaborazione
col Comitato Cittadino.
Dopo l'orchestra "Gabriele
& Milva" di ieri, gran finale
questa sera (ore 21.30) con
l'Orchestra "Bucci Band" e
domani, alla stessa ora,
con i ballerini "Malpassi".
Oggi (ore 18), al Peter Pan
di Marina di Ravenna, il
raggae degli Steppin Razor, un combo di nove elementi romagnoli che
rende omaggio alla musica giamaicana e, naturalmente, a Bob Marley. Sul
palco Nicola Valtancoli,
Niki Ulacco, Stefano Passeretti, Jack Limoncini,
Francesco Piazzi, Ermanno Fabbri e Bruno Orioli.
Pagina 17
I
Della Monica
Li svela
D'Ammalo
Pagina 71 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
l uce divellta
coach
lugli sportivi
pressunE
FOC E
17/08/2013
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
Diffusione: n.d.
Buone notizie per allevatori e agricoltori
La Regione (forse) rimborsa i danni dei predatori
SOLO PER ISCRITTI CCIAA Contributi
per i proprietari di animali domestici o selvatici sbranati
Indennizzo pari al 100% del valore medio di mercato desunto dall'ultimo bollettino dei prezzi
I a regione Emilia-Romagna ha definito misura e criteri di erogaAzione dei contributi
da destinare ad allevatori e aziende agricole per i danni da
predatori. Il contributo è concesso ai proprietari di animali
domestici, o selvatici (ovidi,
cervidi, suidi, caprini, equidi),
e ne possono far richiesta solo gli imprenditori agricoli iscritti alla Camera di commercio (Cciaa) che esercitano
l'attività di allevamento e
commercio, registrati all'Azienda Usl.
La misura del contributo è
pari al 100% del valore medio
di mercato desunto dall'ultimo bollettino dei prezzi emesso da Cciaa. Entro 24 ore
dall'evento dannoso, o alla
scoperta di esso, l'imprenditore deve chiedere l'intervento del veterinario Usl competente per territorio. E deve
mostrare gli animali morti e
feriti da sottoporre ad accertamento, assicurare che gli in-
dizi sulla presenza di animali
nell'area circostante (tracce,
impronte) non vengano alterati o rimossi; e mettere a disposizione tutte le informazioni necessarie al fine di accertare la dinamica della predazione.
Tuttavia, se l'evento si verifica all'interno del Parco della
Vena del Gesso Romagnola, la
richiesta di indennizzo può
essere presentata anche in assenza del capo predato, come
disposto dal comitato esecu-
tivo del Parco. Infatti, dal momento che l'area in cui si trovano le aziende zootecniche
nel Parco risulta accidentata
e impervia, tanto da rendere
difficile o impossibile il ritrovamento delle carcasse, si ritiene che la mancanza di capi
certificata dal veterinario e indicata come "probabilmente
predate dai lupi", debba essere ritenuta valida e utilizzabile
per il calcolo dell'indennizzo
alle aziende.
Per info: tel. 0546.81066.
Pagina 19
FAENZA
Nuora strage di multe in piazzale Pancrazi
*1t largii liddli,
Pagina 72 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press LinE
LMVOC E
17/08/2013
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
Diffusione: n.d.
r.
IFI ugenio Montale ha scritto di lei: "Maria Giovanna
Maioli sa cogliere come
nessun altro l'intimo respiro di ogni composizione poetica. Fedele al testo sa darne un'autentica ricreazione. È stata
per me una grande sorpresa". Più recentemente io l'ho ringraziata "per l'eterna giovinezza di una voce capace di esprimere le vertigini e gli abissi della vera
poesia". Maria Giovanna Maioli è l'anima di Ravenna Poesia, fonte di estasi acustiche e poetiche in cui il senso
del testo si sposa alla sua musica e i
reconditi significati di ogni verso si
fanno librata vocalità. Nell'appuntamento di O Musiva Musa di giovedì
sera dedicato al "Libro viaggiatore" la
sua presenza troneggiava sul palco allestito in Via Galla Placidia a Ravenna
per una lezione di grazia nel pronunciare con flautata leggerezza e pensosa precisione le meditate parole dei
poeti. La lettura è stata realizzata, oltre
che dalla Maioli, anche da Franco e
Sandra Costantini che hanno consentito una triangolazione di voci capaci
di offrire eleganti svolte recitative sul
tema del libro in quanto microcosmo
autosussistente, autarchica galassia
fluttuante, oggetto vivente dalle caratteristiche uniche. Una sventagliata
d'autori, da Borges, con la sua prospettiva sui babelici scenari della letteratura universale e il suo giocare con
gli infiniti della conoscenza riflessi in
colossali biblioteche mentali, a Pascoli, che ci descrive le virtù del vento che
scombina le carte di uno studio e sfoglia le pagine come un uomo invisibile che segue un vago errare di chimere, fino alle finezze metaforiche del
francese Yves Bonnefoy. "Meglio bru-
ciare insieme che morire dimenticati
nella solitudine", è questo il senso, emergente da alcuni versi, del rogo di
concentrazione e passione che incendia le pagine. In un testo del poeta bolognese Roberto Roversi (nella foto
sotto), fulcro della serata con la sua
raccolta dedicata ai libri, i frati sognano le rose nei loro monasteri attomiati
dai libri schierati in biblioteche immense. Il microcosmo costituito dai
libri si fa universo in espansione, prodigio di parole che può essere inviato
perfino nel remoto Giappone come emissario della cultura occidentale
presso quel popolo curioso, oppure
tesoro temporaneo che può essere
compulsato con frenesia e poi abbandonato, lasciato come un esule in una
città straniera, disperso per sempre tra
gli altri volumi di una libreria domestica. Ogni tanto un'improvvida bicicletta attraversava via Galla Placidia
cigolando contro il selciato e passeggiatori serali irrompevano talvolta nella piazza e si univano al pubblico, trovandosi improvvisamente coinvolti
nell'incanto di trasvolanti parole e
poetici arpeggi che toccano o risve-
gliano la sensibilità facendo delle orecchie antenne per scorgere l'invisibile essenza delle cose. L'appuntamento con gli anagrammi è diventato
una gradita abitudine del direttore artistico della rassegna, Franco Costantini, che sfrutta la sua passione per l'enigmistica e le riposte potenzialità
delle parole per trasformare i nomi dei
suoi ospiti, distillando e rimescolando
consonanti e vocali per dare vita a una
nuova denominazione che riflette le
caratteristiche umane e professionali
del suo possessore, nell'illusione onomastica che nel nome sia già inscritto
il nostro destino. Dopo avere evocato
con la voce grovigli di spade infuocate
e giocose corride di colombe tra liete
campane Maria Giovanna Maioli ha
omaggiato con un affettuoso ricordo
il poeta Roberto Roversi, scomparso a
settembre dello scorso anno. Al centro
della serata, dunque, ha sfolgorato l'amore per i libri, per la loro compagnia
che anima il silenzio di voci, riempie
l'interiorità senza invaderla, insegna
senza arroganza e dona visioni grazie
a codici in grado di riflettere il mondo
o perfino ricrearlo. La raffinata scelta
antologica dei testi poetici è stata compiuta con competenza e
sensibilità da Galilea Maioli. Il
prossimo incontro di "O Musiva
Musa", stasera alle ore 21, sarà
invece dedicato a due poeti della nostra regione, Giovanni
Strocchi e Paolo Pingani, definiti "I due apostoli" nel titolo
della serata, forse per il loro nome evangelico, ma soprattutto
per la loro missione poetica:
l'appuntamento è con due pastori del verbo poetico capaci di
creazioni d'estrema intensità e
di pregnanza lirica.
Emanuele Palli
Pagina 21
Pagina 73 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press LinE
FOC E
DI
ROMAGNA
RAVENNA
FAENZA LUGO
& IMOLA
Direttore Responsabile: Stefano Andrini
Ciascun libro
è immagine
di solitudine:
un oggetto
concreto che
si può aprire
e chiudere
e le sue parole
riflettono
mesi o anni
di solitudine
di un uomo
Paul Auster
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Pagina 21
Pagina 74 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press unE
CORRIERE DELLA SERA
Fondato ne11876
I
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
www.coniere.it.
Tiratura: 609.785
Direttore Responsabile: Ferruccio De Bortoli
Diffusione: 474.395
I\iu, SERVICE TAX E PRIMA RATA CANCELLATA
Il Tesoro cerca risorse per 2,4 miliardi per evitare il pagamento di settembre
rfecnici al lavoro sulla tassazione dell'abitazione principale, i poteri dei sindaci .
Il rompicapo dell'Imu ruota attorno
alle coperture. Per ora l'unica disponibilità data
dal ministero dell'Economia è sulle risorse per
abolire la prima rata del 2013, quella che si doveva
pagare a giugno e che è stata rinviata al 16 settembre. Col decreto che il governo approverà probabilmente nell'ultimo consiglio dei ministri di agosto si stabilirà, in un modo o nell'altro, che quella
rata, appunto, non è più dovuta. Per fare questo
l'Economia sta cercando una copertura di 2,4 miliardi, pari al mancato gettito della prima rata del-Finiti sulla prima casa e sui terreni agricoli. Bendhé si tratti di una copertura una tantum, spiegano al Tesoro, i tecnici stanno faticando a trovarla,
ROMA
—
stando attenti ad evitare aumenti delle entrate, altrimenti per i contribuenti sarebbe fin troppo facile concludere che mentre risparmiano da una
parte pagano di più da un'altra. Insomma, una
presa in giro. Ma la questione si complica maledettamente quando si passa ad esaminare il destino della parte restante dell'Imu 20:13 sulla prima
casa e che cosa fare dal 2014, tenendo conto che il
gettito annuo dell'imposta sull'abitazione principale è di circa 4 miliardi.
In altri termini, le due domande che non hanno
ancora una risposta sono: i) Nel 20131'Imu sulla
prima casa non si pagherà per nulla o solo per metà? 2) Dal 2014, quando rima dovrebbe essere so-
stituita con una nuova imposta, sulla prima casa si
pagherà ancora? Le risposte non ci sono perché finora non è stato trovato un accordo nella maggioranza tra il Pdl, che chiede di abolire del tutto il
prelievo sulla prima casa a partire da quest'anno, e
il Pd, che propone una rimodulazione dell'imposta che esenterebbe dal pagamento i redditi medio
bassi. Potrebbe essere una riunione della cabina di
regia al massimo livello politico ., probabilmente la
prossima settimana a Palazzo Chigi, ad affrontare
la questione. Ma ancora una volta decisivi saranno i costi della riforma. Non a caso, dall'Economia, il sottosegretario Pier Paolo Baretta avverte:
«Se qualcuno pensa che si possa cancellare completamente l'Inm sulla nrirna casa nel 9f) P trascinarsi questa manovra
nella riforma
strutturale, allora deve dire
come copre i 4
miliardi di
mancato gettito per quest'anno e i 4
che servirebbero dal 2011.
in poi».
Al Tesoro
ritengono che
questa sia
un'ipotesi irrealistica e lavorano a soluzioni di compromesso sulla scia del.
dossier tecnico diffuso il 7
Eliardì di euro il valore debita sulla prima casa.
di questa tassa
siffilfica che iI governo deve
tro9are la copertura per que-
agosto cne individua 9 diverse vie
d'uscita mettendone in risalto pregi e
difetti. L'idea principale è quella della cosiddetta
Service tax, una nuova imposta che, nella sostanza, metterebbe insieme l'innE e la Tares cioè la rinnovata tassa sui rifiuti (più cara delle precedenti).
Sarebbero poi i comuni a decidere come modularla fino al punto, se vogliono, di non applicarla alla
prima casa. Per fare questo sarebbero agevolati dal
fatto che lo Stato, con la riforma, aumenterebbe di
due miliardi l'anno i trasferimenti agli enti locali.
Se la Service tax partisse quest'anno con un pagamento a dicembre, formalmente l'Inni sarebbe
cancellata, ma non è detto che tutti i proprietari di
prima casa non pagherebbero più nulla. Per loro,
infatti, il 2013 si concluderebbe certamente col
fatto di non aver pagato l'Imu mentre l'eventuale
versamento della, nuova imposta a dicembre dipenderebbe dalle decisioni del comune dove si
trova l'immobile. In questo schema servirebbe
una copertura una tantum di 2 miliardi quest'anno e di 2 miliardi strutturale dal 2014, che dovrebbero essere trovati soprattutto sul versante della
spending review, cioè con tagli della spesa improduttiva. Se invece la nuova tassa debuttasse l'anno
prossimo, la copertura da trovare per quest'anno
salirebbe a 4 miliardi. Decisamente troppi per il
Tesoro, tenendo conto che bisognerebbe reperire
anche le risorse per evitare ['aumento (leniva a ottobre (un miliardo), per rifinanziare la cassa integrazione in deroga e per tagliare il cuneo fiscale
stEl lavoro.
miliardo di curo le risorse
che il governo deve reperi-re se decide di cancellare
l'aumento dell' iva al 23%
previsto per ottobre.
il governo deve finanziare
anche la Cassa integrazione in deroga
........... stanno, ma anche per tutti i
bilanci statali dal
2014 in poi
Pagina 75 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
Enrico Marro
RPRODUZI ON E RISERVA
press unE
CORRIERE DELLA SERA
Fondato ne] 1876 ••
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
www.coniere.it
Tiratura: 609.785
Direttore Responsabile: Ferruccio De Bortoli
Diffusione: 474.395
Aumento
delle detrazioni
DeetudbilLà
per le imprese
Tra le ipotesi allo studio del ministero
dell'Economia c'è l'incremento non
selettivo della detrazione di base
dell'Imu prevista sull'abitazione
principale. La misura avrebbe un costo
variabile tra 1,3 e 2,7 miliardi di euro.
Allo studio anche la possibilità che le
imprese possano dedurre in modo
parziale dalle imposte sui redditi limi su
capannoni, negozi, botteghe. L'Imu
complessiva vale io miliardi, la
deducibilità costerebbe 1,2 miliardi.
Altri criteri
per esenzioni
Altra ipotesi è la rimodulazione
selettiva dell'esenzione dall'Imu sulla
prima casa con diversi parametri (per
esempio il valore dell'immobile o il
reddito e la condizione economica dei
proprietari). Vale tra i e 2,3 miliardi.
Abolizione
dell'addizionale
Anche l'abolizione dell'addizionale
comunale all'Irpef e il contestuale
incremento dell'Irpef è una delle ipotesi
su cui lavora il governo. In questo caso,
la perdita di gettito ammonterebbe a
circa 3,4 miliardi di curo.
Sgravi Irpef
e afrit ii
Si ragiona anche sull'esenzione dall'Inni
per l'abitazione principale con contestuale
all'eliminazione o riduzione della deducibilità
ai fini Irpef delle rendite della prima casa o la
reintroduzione totale o parziale in Irpef dei
redditi degli immobili non locali.
H caso
capannoni
Il ministero considera anche la
restituzione ai Comuni del gettito
derivante dagli immobili a uso
produttivo classificati nel gruppo
catastale D. L'eliminazione di questo
gettito costerebbe 4,6 miliardi.
Pagina 76 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press unE
CORRIERE DELLA
SERA
••m
Fondato nel 1876
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
www.coniere.it
Direttore Responsabile: Ferruccio De Bortoli
Tiratura: 609.785
Diffusione: 474.395
Le previsioni avevano ben anticipato la giornata: temperature gradevoli e qualche temporak
Sole e fresco, il Ferragosto perfetto
uando la festa è anche in città
Per una volta si va per musei o in spiaggia senza sudare
di ANTONIO PASCALE
1 otto sotto, nei nostri sogni
non proprio segreti) aspettiao di vivere un momento perfetto. Fatto sta che l'a.spettiamo e ne
parliamo, magari segniamo sul calendario una data e immaginiamo che il momento perfetto potrebbe arrivare, che so —
vuoi per contingenze favorevoli, vuoi perché
tutti hanno segnato
quella data alla vigilia di Natale (sotto una
nevicata, in famiglia,
davanti una tavola ricca
e ben imbandita), o a
Capodanno (un festa allegra e l'alba da guardare insieme) oppure a
Ferragosto. Tra l'altro i
momenti perfetti sono
motto più difficili da descrivere. La felicità o
almeno quel tipo di felicità che dovrebbe derivare dalla giornata perfetta — ha un sacco di
sfumature, perché il
tuo corpo reagisce bene
e con sorpresa a un insieme di stimoli: un
vento leggero che ti accarezza il corpo, e gli occhi che si aprono per re–
-
gistrare con stupore
quello che accade intorno e piano piano cadi
in uno stato di piacevole abbandono. E il Ferragosto appena passato
della perfezione ha avuto perlomeno un elemento: temperature
non alte e facili da sopportare. Si stava bene e
spesso il tempo e le
temperature sono causa di benefici (o malefici) cambi
d'umore.
I meteorologi l'avevano ben anticipata questa giornata. mio meteoroLogo preferito, Paolo Sottocorona
chiaro, semplice, uno che non usa
pericolosi e catastrofici aggettivi
ha mostrato tre cartine (derivate da
tra diversi modelli, inglese, americano e 'tedesco) per illustrare il tempo
che avremmo trovato. Tutte e tre le
cartine evidenziavano una scia di DM
N sull'Europa orientale e sull'Italia
si vedeva una coda perturbata, rna
leggera e scodinzolante. E dunque a
Ferragosto avremmo avuto temperature intorno ai 30 gradi — probabili
temporali estivi e qualche zrandinata. E stato proprio così, e bisogna
ammettere che quando uno è preparato al tempo che verrà, poi, appunto, ha. più probabilità di godersi il
tempo che viene: una. specie di abitudine. Cosi è stato, pare.
Quelli che sono rimasti in città si
sono goduti musei aperti. Hanno
passeggiato lungo strade e stradine,
sopra o sotto i ponti, hanno osservato alcuni particolari della città — cli
quelli che sfuggono alla vista quando si sotto stress. E tutto questo senza sudare eccessivamente — e senza
dire che caldo ogni tre parole, usanza che dopo un po' rompe parecchio. Dal mare ho ricevuto molti
messaggi di amici che m'auguravano buon Ferragosto, persone che
non sentivo da anni, ed è probabile
che fossero rilassati e felici, e dunque erupatici. Il fatto è che quando
si sta bene e si è davanti a qualcosa
di bello, difficilmente si riesce a star
soli, si chiama sempre qualcuno, affinché condivida con noi quell'istante. Per questo bisognerebbe cercare
di star bene e impegnarsi a realizzare le condizioni (sociali, politiche,
antropologiche) che ci permettono
di star bene. Mi sono arrivate telefonate anche da altri posti, più ameni,
e le persone si dicevano contente e
insomma l'Italia ha vissuto un Ferragosto perfetto, e questo perché la coda di una perturbazione ci ha regalato una buona ventilazione, un'ottima percentuale di umidità (purtroppo anche qualche grandinata)
chissà: l'empatia ci ha liberati dalla
Pagina 77 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
patologia politica che ci attanaglia.
Ho pensato questo almeno fino a
sera, quando sono uscito — ero in
montagna sotto una luce stellare e
24 gradi di temperatura. Allora mi
sono reso conto che c'era un sacco
di gente che continuava a mangiare
e a bere sotto gli enormi faggi del
Molise. Che io considero miei. Cioè,
che ci faceva questa gente sotto i faggi a quell'ora, con lo stereo a palla?
Ho visto come una visione milioni
di italiani stravaccati e ho cominciato a pensare ai problemi della politica, a quelli delta demografia, al cuneo fiscale, alle tasse, al precariato e
tutto questo perché dei cittadini
non si ritiravano ancora a casa, non
volevano rinunciare al Ferragosto
perfetto. Allora ho cominciato a scrutare il cielo, sperando che la coda della perturbazione si incupisse e venisse giù ['ira di Dio, perché il troppo
storpia, e perché, soprattutto, il problema della perfezione è che la vuoi
solo per te. La mattina dopo, insonne per la via degli schiamazzi notturni dei cittadini felici, ho aspettato
che Paolo Sottocorona mi regalasse
una previsione forte, di quelle che ti
restituiscono per un attimo il buon
umore. Ma niente, lui del resto è
molto pacato e tranquillo.
R, PRODUZIONE fliSEVTA
17/08/2013
press unE
ll'erldOIS
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: 331.753
Direttore Responsabile: Roberto Napoletano
Diffusione: 262.360
Sotto tiro la residenza
e le iscrizioni al Catasto
di Antonio Iorio
controlli più frequenti in tema di casa sono sicuramente quelli effettuati sulle
compravendite. Il principale rischio è di
vedersi disconosciuta l'agevolazione prima
casa. Agevolazione che, va ripetuto, spetta a
chi acquista un immobile per destinarlo ad
abitazione principale senza essere titolare
di altri immobili acquistati con l'agevolazione prima casa e con l'impegno di trasferirvi
la residenza entro 18 mesi (si veda anche la
scheda in pagina).
Il bonus sull'abitazione principale
I requisiti da rispettare per beneficiare della
minor aliquota sono normalmente riscontrati "a tavolino" dagli uffici, attraverso l'utilizzo
delle banche dati a propria disposizione. Tra
i più frequenti c'è il controllo del trasferimento della residenza nel Comune di ubicazione
dell'immobile acquistato entro i i8 mesi previsti dalla norma. La giurisprudenza di legittimità, intervenuta sull'argomento, è uniforme
nell'affermare (si veda tra le più recenti sentenza 14300/2013) che è sufficiente l'impegno
per aver diritto al beneficio, a nulla rilevando
il concreto trasferimento della residenza. Ne
consegue che il vero e proprio obbligo del
contribuente verso il Fisco sta nella realizzazione e dimostrazione di questo impegno. Sarà opportuno, dunque, qualora sia esistita
una causa di forza maggiore che ha impedito
l'adempimento, poterla dimostrare e documentare, al fine di non vedersi disconosciuta
l'agevolazione richiesta.
La base imponibile
Per quanto riguarda eventuali accertamenti
del valore dichiarato nell'atto di compravendita, va preliminarmente ricordato che per le
vendite di immobili a uso abitativo (e relative
pertinenze), effettuate tra persone fisiche, la
base imponibile ai fini delle imposte indirette
può essere costituita dal valore catastale
dell'immobile, anziché dal corrispettivo paga-
to. C'è così una sorta di "automatismo" per il
calcolo delle imposte dovute, riducendo al minimo i casi di rettifica da parte dell'amministrazione. Tuttavia, per beneficiare di questa
possibilità, è obbligo delle parti farne esplicita
richiesta nell'atto notarile oltre che dichiarare, in ogni caso, il prezzo concordato per il trasferimento. Qualora, in sede di verifica, dovesse emergere un occultamento, anche parziale, l'Agenzia è legittimata a disconoscere il beneficio e a pretendere le imposte di registro,
ipotecaria e catastale sul corrispettivo effettivamente pattuito. Inoltre è dovuta una sanzione che va dal 5o al 100% della differenza tra
l'imposta dovuta e quella già versata.
L'iscrizione catastale
La corretta iscrizione catastale dell'immobile, diviene così fondamentale per la tassazione in sede di compravendita. Infatti, per evitare trasferimenti di unità immobiliari urbane
non regolarmente censite presso la ex agenzia del Territorio (immobili non denunciati o
che hanno subito variazioni mai comunicate),
è obbligatorio indicare nell'atto notarile, a pena di nullità, non solo i dati catastali, ma anche
una dichiarazione con la quale le parti confermano che la situazione reale dell'immobile è
conforme a quanto risulta nelle planimetrie
depositate. A questo si aggiunga che i Comuni
hanno canali telematici creati appositamente
per agevolare i controlli, da parte dell'amministrazione, sulla situazione degli immobili, consentendo così di intervenire per operare iscrizioni o rettifiche di rendita, anche d'ufficio. Le
cause che possono rendere necessario un riclassamento, sono riconducibili a due categorie individuate nei commi 335 e 336 dell'articolo i della legge 311/2004. Il comma 335, in sostanza, prevede che il Comune, riscontrando
una modifica di valore degli immobili presenti nella microzona, ne richieda il riclassamento.I1 comma 336, invece, prevede che il Comune richieda al proprietario dell'immobile di accatastare o aggiornare la rendita, in seguito a
interventi di modifica, quali ristrutturazioni o
innovazioni. Gli eventuali atti in tal senso, notificati dagli uffici del Territorio devono in
ogni caso essere dettagliatamente motivati,
evitando espressioni generiche e adattabili a
qualunque situazione (C ass. n370/2012).
Le imposte dirette e gli sconti
controllo sugli immobili da parte
dell'agenzia delle Entrate avviene utilizzando
tutte le banche dati e i servizi telematici a
propria disposizione. Ne consegue che, in linea
di massima, non saranno eseguiti accertamenti
in loco, ma si reperiranno informazioni, per
esempio, da planimetrie catastali,
autorizzazioni richieste in Comune e uffici
anagrafe. I comuni, poi, sono tenuti a informare
gli uffici del Territorio quando notano difformità
dell'immobile iscritto rispetto alla realtà.
La cessione di un immobile potrebbe poi comportare obblighi sotto il profilo delle imposte
dirette. Infatti, qualora sia ceduto entro cinque anni dall'acquisto o costruzione l'eventuale plusvalenza deve essere assoggettata a Irpef. Fa eccezione solo quello che è stato adibito ad abitazione principale per la maggior parte del periodo di possesso che rimane infatti
escluso da tassazione Infine, se il contribuente ha dedotto o detratto oneri e spese quali interessi sul mutuo, ristrutturazioni edilizie,
provvigioni a mediatori o anche oneri notarili, potrebbe essere chiamato dall'Agenzia a
provare la reale sussistenza, producendo fatture e attestazioni di pagamento.
Pagina 78 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
e RIPRODUZIONE RISERVATA
press unE
t
QINUTIOUNO ECIINU1LIED.1:111.11MICII 11: POUTICO
9 az
Direttore Responsabile: Pierluigi Magnaschi
La Tares si paga anche se
l'immobile è inutilizzato
È legittima la pretesa del comune di Bologna di applicare
la Tarsu a un appartamento inutilizzato. Infatti, il cambio
di residenza del contribuente, la denuncia di cessazione
dell'occupazione dell'immobile e il mancato consumo di
energia elettrica non lo esonerano dal pagamento della
tassa rifiuti. Il tributo si paga anche in caso di mancato
utilizzo del servizio di smaltimento svolto dall'amministrazione comunale. Lo ha ribadito la Corte di cassazione,
con l'ordinanza 18022 del 24 luglio 2013. Per i giudici di
piazza Cavour, «dando rilevanza all'avvenuto trasferimento della residenza anagrafica (ed alla concreta idoneità del bene a produrre rifiuti, siccome desumibile per
presunzione dal mancato consumo delle erogazioni di
energia) il giudice del merito ha chiaramente violato le
norme che disciplinano il presupposto dell'imposta». In
effetti, sulla questione della tassabilità degli immobili
inutilizzati si registrano prese di posizione diverse tra
Cassazione, giudici tributari e ministero dell'economia
e delle finanze. Anche le amministrazioni comunali non
hanno quasi mai applicato la regola fissata dalla Suprema
corte, la quale ha sempre posto dei limiti rigidi per l'esonero dal pagamento del tributo sui rifiuti, che è dovuto
a prescindere dal fatto che il contribuente utilizzi l'immobile. Ex lege, vanno esclusi dalla tassazione solo gli
immobili non utilizzabili (inagibili, inabitabili, diroccati).
Non ha alcuna rilevanza la scelta soggettiva del titolare
di non utilizzare l'immobile. Anche il mancato arredo
non costituisce prova dell'inutilizzabilità dell'immobile
e della inettitudine alla produzione di rifiuti. Un alloggio che il proprietario lasci inabitato e non arredato si
rivela inutilizzato, ma non oggettivamente inutilizzabile.
Per la prima volta il principio è stato affermato con la
sentenza 16785 del 30 novembre 2002. Regola ribadita
con le sentenze 9920/2003, 22770/2009, 1850/2010 e altre.
Da ultimo, sempre la Cassazione (ordinanza 1332 del 21
gennaio 2013) ha stabilito che l'esonero dal pagamento
del tributo non spetta neppure quando il contribuente
fornisca la prova dell'avvenuta cessazione di un'attività
industriale. Il Mef invece, nelle linee guida che ha fornito ai comuni sulla corretta applicazione della Tares, ha
precisato che non sono soggetti al pagamento le unità
immobiliari privi di mobili e di allacci alle reti idriche e
elettriche, che di fatto non vengono utilizzate.
Sergio Trovato
Pagina 79 di 97
17/08/2013
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: 127.349
Diffusione: 78.822
press unE
17/08/2013
t
QINUTIOUNO ECIINU1LIE0.1:111.11MICII 11: POUTICO
9
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: 127.349
Direttore Responsabile: Pierluigi Magnaschi
Diffusione: 78.822
Farmacie, niente paletti alla concorrenza
Il farmacista non può impedire al comune di autorizzare l'apertura dell'esercizio
concorrente nel suo rione.
Impossibile bloccare la nuova concorrenza dopo il dl liberalizzazioni. Almeno fra i
farmacisti. É quanto emerge
dalla sentenza 607/13, pubblicata dal Tar Campania,
sezione staccata di Salerno,
seconda sezione.
Il titolare di un esercizio
con la croce verde non riesce a bloccare l'apertura di
un'altra farmacia nel suo
stesso quartiere, debitamente autorizzata dal comune.
La legge 475/68, come modificata dalla legge 27/2012,
di conversione del dl 1/2012,
impone che ciascun comune
debba avere una farmacia
ogni 3.300 abitanti, specificando altresì che la popolazione eccedente consente
l'apertura di un'ulteriore
farmacia, qualora superiore al 50% del parali-retro. Il
punto è che, anche dopo il dl
1/2012, la decisione assunta
dall'amministrazione è frutto di discrezionalità, tecnica
e, nella specie, risulta motivata in modo adeguato. Ha
un bel dire il professionista,
che teme la riduzione degli
affari: un nuovo esercizio
da aprire proprio nel suo
rione finirebbe per privare
del servizio altre zone della
città, che invece ne avrebbero tanto bisogno. Ma per
i giudici è tutt'altro che
irragionevole la scelta del
comune: il quadrante della
città «incriminato» costituisce una delle direttrici di
maggior sviluppo urbanistico dell'area urbana, stando
alla decisione dell'ente locale, che è adottata sul parere conforme dell'azienda
sanitaria locale e dell'Ordine provinciale dei farmacisti. Anche la commissione
consiliare competente del
parlamentino municipale
ha indicato la zona dove c'è
già l'esercizio del farmacista
ricorrente. Niente da fare,
insomma, per il professionista che teme la contrazione
degli incassi.
Sugli effetti delle liberalizzazioni per le farmacie è
intervenuto anche il Consiglio di Stato chiarendo che il
titolare della farmacia risulta tenuto soltanto a rispettare gli obblighi di apertura
dell'esercizio imposti dalle
autorità per un determinato turno oppure un certo
orario.
Per il resto può programmare come meglio crede
l'orario e il calendario
dell'apertura del suo esercizio senza che un provvedimento amministrativo
gli possa imporre di osservare una qualche chiusura
dell'attività commerciale
(sentenza 3555/12).
Dario Ferrara
Pagina 80 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press unE
t
QINUTIOUNO ECIINU1LIE0.1:111.11MICII 11: POUTICO
17/08/2013
9 az
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: 127.349
Direttore Responsabile: Pierluigi Magnaschi
Diffusione: 78.822
La ricetta cli Angelo Rughetti (Pd) per trovare la quadra. Assoedilizia: abolire i moltiplicatori
Imu imprese, detrazioni a rate
Esenzione per il 90% delle famiglie. Gli altri rateizzano
DI FRANCESCO CERISANO
mu da azzerare per il 90%
delle famiglie italiane, con
la possibilità per i restanti
contribuenti e le imprese di
portarla in detrazione in dieci
anni. E dal 2014 via alla service tax. In questo modo non
si creerebbero buchi di bilancio
perché la rateizzazione impatterebbe solo sulla cassa e non
dovrebbe invece essere coperta in termini di indebitamento
netto. È questa la ricetta del
deputato pd Angelo Rughetti per mettere d'accordo le
due anime della maggioranza
ancora piuttosto divise sulla
sorte dell'Imu a 15 giorni dalla scadenza della deadline del
31 agosto. Il punto di partenza
dovrebbe essere la sospensione del pagamento della rata di
dicembre per tutti coloro che
hanno beneficiato dello stop
dell'acconto Imu di giugno (tutti i proprietari di prime case
non di lusso). «Ci sono cause
eccezionali che giustificano
una operazione di questo genere. Occorre trovare il modo di
farlo senza causare danni alla
I
AMINL
Angelo Rughettl
finanza pubblica e senza fare
regali a chi può sopportare il
pagamento di questa imposta»,
ha osservato il deputato vicino a Matteo Renzi, secondo
cui questa ricetta, che ha già
ricevuto l'accoglimento del viceministro all'economia Stefano Fassina, avrebbe il pregio
di trovare un punto di contatto
tra le istanze di Pd e Pdl senza compromettere i conti pubblici. «Per il 2013 si potrebbe
raggiungere l'obiettivo politico
posto dal Pdl (esentare tutte le
prime case), si avrebbe una distribuzione equa del prelievo
come posto giustamente dal Pd
(attraverso la riduzione forfettaria) e si avrebbe un risparmio sui conti pubblici perché
l'operazione costerebbe solo 2
miliardi e forse anche meno.
Dal 2014, invece, occorre ripartire con una imposta locale sui
servizi (service tax) che abbia
l'obiettivo di garantire ai comuni la copertura della spese
necessarie all'erogazione dei
servizi indivisibili. Una imposta molto consistente anche nel
gettito (si aggirerebbe fra i 25
e i 27 miliardi di euro) ma che
sarebbe pagata sia dai proprietari che dai residenti».
Riforma del catasto, abolire subito i moltiplicatori
Imu. La riforma del catasto
non deve tradursi nell'ennesimo salasso per i cittadini. Perché va bene l'aggiornamento
delle rendite verso valori più
corrispondenti alla realtà del
mercato, ma senza un'immediata abolizione dei coefficienti
moltiplicatori dell'Inni, portati
alla stelle dal governo Monti, si
rischiano effetti distorsivi a ca.-
Pagina 81 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press unE
17/08/2013
t
QINUTIOUNO ECIINU1LIE0.1:111.11MICII 11: POUTICO
9
Direttore Responsabile: Pierluigi Magnaschi
rico dei soliti noti: i contribuenti onesti. È questo l'appello
lanciato ieri dal presidente di
Assoedilizia, Achille Colombo Clerici, il quale è intervenuto nel dibattito sulla riforma
della tassazione immobiliare
che si muoverà lungo due
direttrici: restyling dell'Imu
e revisione del catasto. Due
temi apparentemente distinti
che però si intrecciano perché
l'aggiornamento dei valori catastali non solo è destinato a
influire sulle sorti dell'imposta municipale, ma anche su
un paniere molto più vasto di
imposte (registro, successioni,
donazioni, Irpef fondiaria).
Ecco perché, ha sottolineato
il numero uno dell'associazione
milanese della proprietà edilizia, se si vuole davvero realizzare l'equità fiscale, è necessario abolire immediatamente
i coefficienti moltiplicatori introdotti da Monti (160 per abitazioni, magazzini e laboratori,
55 per negozi e botteghe, 65 dal
1° gennaio 2013 per gli immobili di categoria D) che in alcuni comuni già all'avanguardia
sul fronte dell'aggiornamento
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: 127.349
Diffusione: 78.822
catastale hanno creato effetti
distorsivi. È il caso di Milano,
che assieme ad altre 16 città
italiane (tra cui Roma, Bari,
Lecce) ha operato le revisioni per microzone seguendo la
procedura prevista (con scarsa
adesione da parte dei municipi,
a dir la verità) dalla Finanziaria 2005. In questi comuni le
amministrazioni hanno attribuito agli immobili rendite ex
novo (e più elevate rispetto a
quelle precedenti) che sono
state ulteriormente incrementate applicandoci su i super-moltiplicatori del governo
Monti. Con l'effetto, lamenta
Assoedilizia, che in alcuni casi
l'Imu viene pagata su valori
addirittura superiori a quelli
di mercato.
«La verità», ha concluso
Colombo Clerici, «è che, fin
tanto che non si parlerà di invarianza del prelievo a carico
del contribuente e non genericamente di invarianza del
gettito fiscale, si continuerà
a cercare di far quadrare un
cerchio. E nessun contribuente onesto potrà star sicuro di
non esser stangato».
Pagina 82 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
10/08/2013
press unE
3.
•
Periodicità: settimanale
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Andrea Ferri
11 nuovo Diario
Messagger
~ITALIA.
1000 MQ DI RIPOSO
GRANDE SALA PROVA
Produzione e vendita, materassi, reti,
guanciali, letti, biancheria, access ori.
Show Roma Riolo Terme
S.S. 306 km 7 - M. 0546.71309
Show Room Ravenna
IL LETTO Via LO. Albera; 56
Tel. 0544.405550
wommaxitallo.com
Zbite
Settimanale cattolico fondato nel 1900 -
n°
Anno CXIII 31 -10 agosto 2013- san Lorenzo, diacono e martire
Via Emilia 77r/9- Imola fel 0542/22178 -fax 0542/29804 -amai diatiAnuovodiario.coott
Uve
Diffusione: n.d.
d.121` 111/14I
%Dedite il III
Scali l'I
Cd31=1,13(0
VIA MELLONI, 21 - IMOLA
TEL 0542.55851 - FAX 0542.23882
www.nuovodiario.com
Ut unum sint
gj iirj
Pubblicità: COMUNICAZIONE VIDEO - Via Zanelli 1 - Imola - Tel. 0542-682241 - fax 0542-684471
UNACOPIA
' Poste Italiane Spa - sped. in a.p. - D.L 353/2003 (conv. n L 27/02/2004 n° 46) att 1, comma 1, CA/80di Bologna. Foro 160
Le idee dei saggi voluti dall'assèssore Cantelli per far crescere le opportunità di lavoro per le aziende, piccole e grandi
Rinnovamiper far ripartire l'economia
Servizi alle pagine 2-3
MESSAGGIO DEL VESCOVO
h noia in festa con san Cassiano
pagg 25-32
La testimonianza di san Cassiano
La nomina
Don Andrea Querzè
nuovo parroco
a Croce Coperta
Monsignor Tommaso Ghirelli
all'Anno della Fede, la festa del patrono
costituisce un potente richiamo all'approfondimento della identità cristiana a
livello sia personale sia comunitario, con
evidenti ricadute sul plano civile. Nel
contesto di tale tempo sacro infatti il martirio, che
contraddistingue la figura del patrono di Imola e di
altre Chiese, appare chiaramente come l'atto
testimoniale riassuntivo di tutta la vita, più ancora
che come atto di eroismo. La testimonianza resa a
Gesù Cristo "usque ad effusionem sanguinis", fino
all'effusione del sangue, mette in evidenza il
carattere decisivo della presa di posizione a favore
di Uno che ha subito la crocifissione non come un
tragico incidente, non come conseguenza di un
errore giudiziario, ma come suprema
"testimonianza alla verità" (Gv 18,37) e come
supremo atto d'amore per gli uomini, suoi fratelli.
au
Pag 9
A Santa Caterina
quasi pronto
il centro diurno
peri disabili
pag. 11
t "firlt4ggabilk ì
4:4
more
pi eta
gran e i questo: dare a vit a per
Tribunali, l'addio
è vicinissimo
In dttà resti solo
d giudice di pace
i propri amici. Voi siete miei amici, se fate ciò che
io vi comando» (Gv 15,13s).
Cassiano, seguace esemplare di Cristo, non è
ricordato e celebrato come una tra le tante
vittime dell'assolutismo
statale
e
dell'integralismo religioso (di ieri e di oggi), ma
come l'esponente di spicco di una comunità di
discepoli pronta in ogni tempo e in ogni
circostanza a rendere ragione della propria
speranza. Cassiano - soprattutto - non è un
emblema della coerenza con un'idea, ma è un
amico che imita quel Cristo della cui amicizia
gode in comune con tanti altri. Amico nostro
quindi, e per questo - non per altro - patrono,
anche se ci separano diciassette secoli. Amico
per sempre, anche se noi o i nostri posteri
dovessimo dimenticarlo.
Non è retorica: la festa del nostro patrono ha
tutte le caratteristiche per diventare - nell'Anno
della Fede e all'inizio di un nuovo pontificato
che si è fatto subito notare per la sua caratura
missionaria - una pronuncia solenne, una
ratifica della decisione assunta secoli fa dai
nostri concittadini.
Ecco alcune ricadute sociali: l'amicizia "civile", cioè
il passaggio dalla diffidenza alla fiducia reciproca,
accompagnata dalla franchezza, e la ripresa
dell'iniziativa imprenditoriale (con il sostegno
anche del microcredito, ancora poco utilizzato)
lasciandosi alle spalle l'assistenzialismo e il piccolo
cabotaggio politico.
pag. 23
CHIUSURA ESTIVA
Il nostro giornale osserverà
due settimane M fede. Nen uscir* in
edicola sabato 18 e sabato 25 agosto.
68 ulRd e la redazione riapriranno
al pubblico lunerfi 26 agosto
MASSAR
L' Elettrico
di Sentimenti Mato
Impianti elettrici
rottura e posa di infissi interni ed esterni io
pvc e alluminio, part i
blindati, zanzariere e tapparelle
natovi:411fmk'
Antennistica
Vtdeosorveiglianza
Asecemgea fon. Ereat
CLIMATIZZAZIONE
IMPIANTI ANTIFURTO
Preventivi e Sopralluoghi GRATUITI
IL MEGLIO PER LA TUA CASA
QUALITÀ MADE IN ITALY
La nostra azienda vanta esperienza, serietà
e professionalità nel settore dei serramenti.
Rivenditori autorizzati delle marche pia prestigiose
a livello nazionale.
n'
PREVENTIVI GRATUITI, LAVORI ACCURATI
E CLIENTI SODDISFATTI!!!
VIA G.C. CROCE 35137 - IMOLA
Celi. 338.7731559
Tel/Fax 0542.628832
ek
[email protected]
Via Giovanni X, 90d - Imola - Tel. 0542.681437
Fax 0542.699041 • Cell. 335.5441386
e-mait b.a.ragprosi,ntanzeiggalica.lt
www.bsfinfisal.coth
Pagina 83 di 97
Azienda AgrituristiCa
Faunistica e Venatoria
VIA CORONELLA 110-CONSELIC E
TEL 0545/980013 - CELL 335/7443361
Serate speciali "amarcord" riservate alla trudlzione ires ci
e campagnola con [Inadatti dell "agríturismo
AMPIE SALE PER CERIMONIE
CACCIA
Addestramento cani su quaglia con
sparo su 20 campi (da marzo ad agosto)
PESCA
al pesceg atto, carpa ed anguilla (da maggio a sette;
alla trota da ottobre
10/08/2013
222
press LinE
1:-r1
J ij5
Direttore Responsabile: Andrea Ferri
Periodicità: settimanale
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Dal 12 agosto palazzo Rossi sarà uffidalminte inattivo
Intanto il Ministro contrma la presenza dei' mediatore
TribunalélTacklio
è vicinissimo
.
• ,•
In città resta solo
il •u ce di pace
Elena LoW
ntro pochi giorni il tribunale
di Lugo sarà ufficialmente
inattivo, ma almeno in città resterà il giudice di pace. A partire dal
12 agosto, infatti, complice il periodo estivo, ma anche la mancanza di personale, la sezione distaccata del tribunale di Ravenna di via
Matteotti diventerà ufficialmente
inattiva con la chiusura dell'ufficio
giudiziario. «Non abbiamo ancora
istruzioni precise circa la chiusura
del tribunale a Lugo dove, peraltro,
da 15 giorni non si tengono più
udienze né civili, né penali» sottolinea il presidente dell'associazione degli avvocati lughesi Renzo
E
«Non abbiamo ancora istruzioni
precise drca la chiusura del
tribunale a Lugo dove, peraltro, da
15 giorni non si tengono più udienze
né dvili, né penali» sottolinea il
presidente dell'associazione degli
awocati lughesi Renzo Bucchi
Bucchi. In attesa del decreto legislativo che renderà ufficiale la soppressione della sede decentrata - come è già
successo per la vicina Imola, dove dal: —
trasferite in via definitiva a palazzo
Pizzardi a Bologna - sembra ormai
certo però che il Ministero della giustizia avrebbe espresso parere favorevole alla richiesta, presentata dal Comune, di mantenimento a Lugo dell'ufficio del giudice di pace, la cui carica continuerà ad essere ricoperta dal
magistrato onorario Francesco Cersosimo (nella foto in basso). «L'ufficio
giudiziario è rimasto, anche se si tratta di ben poca cosa rispetto ad una sezione distaccata del tribunale - commenta Bucchi È stato un addolcimento della pillola amarissima per la
sottrazione di una sede giudiziaria in
una città che dal 1870 registrava la
presenza di un pretore, prima, e di una
sezione distaccata del tribunale poi. È
una consolazione, ma piuttosto magra - continua l'avvocato -. Staremo a
vedere quali saranno gli sviluppi del
funzionamento della giustizia perché
"7.
2 22 .222.'4°
è auspicabile a questo punto che si ritorni a un sistema simile a quello in-
sturato con ilpretoquato la-sua
oni~a era limitata e rispettalfrW
13setmbrludinzaoste le. Non è da escludere che la figura del
giudice di pace possa acquisire maggiori competenze in futuro al fine di
rendere più praticabile una giustizia
anche in territori minori rispetto alla
sede provinciale». In un prossimo futuro, quindi, a palazzo Rossi (nellafoto in alto) si dovrà affrontare una delicata fase di transizione, necessaria per
la riorganizzazione delle attività forensi; oltre a questo il giudice Cersosimo, sotto la cui giurisdizione ricadono
i comuni dell'Unione, vedrà aumentare il suo carico di lavoro, dato che è
stata prevista un'importante riduzio
ne dell'organico. «Attualmente - conclude Bucchi - sono presenti tre dipendenti che continueranno la loro
attività come funzionari del Ministero
di giustizia presso il tribunale di Ravenna. Dovremo vedere quale sarà la
sistemazione del giudice di pace con il
quale è previsto un organico di tre dipendenti».
Pagina 84 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
Pagina 23
IntitellManodmarna=
Ilibunale:Taddioèvicini,simo
Incittàrestasoloilgiadicedipace
10/08/2013
pressunE
Periodicità: settimanale
Direttore Responsabile: Andrea Ferri
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Raddoppiano le vendite
della Romagna Visit card
nram atfinariziimento dell'asse 4 del Por
Fesr Ernitia-Romagna 2007/13 e atta
collaborazione tra le tre province
rPrO~i'MdSPOttive Camere
commercio, soprintendenze, tutbl ortunt e
le principali istituzioni culturali, nel 2013, è
stata proposta una Romagna Visit card Che
colfefidefirlalmente tutto lj territono
romagnolo e che ‘offre ai turista 100
attrazioni e tanti servizi dì privati a costi
agevolati, e in più alcuni prodotti tipici, dal.
vino Sangiovese fln atte peste romagnole Il
risultate nelle
vendite detta Romagna Visit
•
caro 9101)01- Pri mi quattro mesi (da marzo a
giugno) é incoraggia` nte: saho .state vendute
968 card contro le 416 dell'anno scorso. Con
i primi dati di luglio si $0/10 già superatele
1,100 card vendute superando te vendite
totali del 2012.1 rappresentanti
dell'associazione temporanea d'imprese che,
attraverso gara, gestiscono ta card (I
hanno di Forti ed Econstat di Bologna)
anno evidenziato eh
pur essendo
ancora
la Romagna visit card, come
in
s' i-ca«lirahonuttpoaar tc i
ileaccherin'-eaz?
en,pot
turadoliti
llq
adlzmi
.:101!silatrtu,ris
u impi:cduro
llotev di. un prodot4odmelo21:t0o13
apprezzaatochc‘)
.esn~
nostaelcri mhndesui
consumi delle famiglie.
Pagina 23
ntfxrt,Lmr—z,—
Uffilm&Y;Mioé .ddssimo
heitàresta.dtag2".d0ace
Pagina 85 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
10/08/2013
press unE
3.
Periodicità: settimanale
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Andrea Ferri
Diffusione: n.d.
JY
Dall'Unione prowedimenti che mirano a Semplificare la burocrazia e ridurre le spese a carico dell'imprenditoria locale
Dall ambienteunaspinta
per far Apartire il lavoro
a ripresa del lavoro può partire
dall'ambiente. Questo il mens ggio che l'Unione dei Comuiik
la Bassa Romagna lancia in seguito a
una serie di provvedimenti tesi a sostenere gli interventi sul territorio e
gli investimenti di carattere energetico, perseguendo così gli obiettivi fissati dal piano strategico Bassa Romagna 2020. I provvedimenti approvatf
dai consigli comunali (tra l'ultima settimana di luglio e la prima di agosto)
sollecitano e impegnano tutti gli attori, pubblici e privati ad avviare politi
che virtuose di trasformazione sostenibile del territorio. In particolare il
piano energetico dell'Unione e quello delle azioni per l'energia sostenibile sono provvedimenti che perseguono gli stessi obiettivi di sostenibilità
ambientale e di rilancio del lavoro.
Gli strumenti
Il piano energetico dell'Unione e il
piano delle azioni per l'energia sostenibile (Paes), il bando del piano operativo comunale (Poc) e la modifica
dei valori relativi a oneri, costi di costruzione e monetizzazione previsti e
definiti dal regolamento urbanistico
edilizio, sono tutti provvedimenti che
perseguono gli stessi obiettivi di sostenibilità ambientale e di rilancio del
lavoro, e si inseriscono nel percorso
di omogeneizzazione e semplificazione iniziato già da qualche anno con la
scelta dell'Unione di redigere il piano
strutturale comunale (Psc) in forma
associata.
proprie politiche, con l'obilttivo di
innescare un circolo virtuose che di- venti una cultura di buoni stili di vita».
I vantaggi
Gli strumenti approvati so lecitano
l'avvio di politiche virtuose trasforrnazione sostenibile del territorio,
che, però non è realisticamente perseguibile senza l'impegno clì butti. Le
azioni di risparmio ed efficiérita.mento sul patrimonio pubblico 'xlei Comuni infatti non bastano;' poiché
l'amministrazione pubblic4 incide
solo per il 2-3% sulla torta complessiva dei consumi. È necessario:dunque
coinvolgere tutta la comunità nel p erseguimento degli obiettivi fis'sati dall'Europa, con la condivisionq .e il sostegno delle amministrazioni locali.
Già da alcuni mesi, infatti,íPnione
dei Comuni sta lavorando irieme al
le associazioni, agli ordini gnafessionali e agli attori del territorio' alla costruzione di attività chiave Or il supporto alla realizzazione dei piani
energetici e delle azioni del Paes. «Approfitto dell'occasione - prosegue
Pezzi - per ringraziare tutti ali enti, le
associazioni e i professionisti che
hanno aderito al Protocollo d'intesa
per l'attuazione dei piani euergetici
comunali (Pec) e dei piani d'azione
per l'energia sostenibile (Pas) e che
si stanno impegnando in tute le fasi
di sviluppo delle azioni per W costruzione di una Bassa Romagna ostenibile per gli anni a venire».
I vantaggi derivano dal
piano energetico, il piano
delle azioni per l'energia
sostenibile, il bando del
piano opetatiVo
comunale e la modifica
dei valori relativi a oneri,
costi di costruzione e
monetizzazione previsti e
definiti dal regolamento
urbanistico edilizio
Utilizza questo QR
code per collegarti
al sito dell'Unione
della Bassa Romagna
«Governare un territorio in modo
coerente - sottolinea il vicepresidente dell'Unione e referente per le politiche del territorio Antonio Pezzi - significa semplificare le procedure e, di
conseguenza, gli oneri a carico dell'imprenditoria locale. Tutte queste
azioni sono orientate alla crescita, allo sviluppo e alla sostenibil ità del ter
ritorio della Bassa Romagna, sia in
termini amThientali che economici e„
rappresenta uno degli aspetti prioritari su cui l'Unione ha orientato le
Pagina 24
[111 ambentelausprúa
pc ■ fari tp.ireilla‘oro
EUrtionechiedlgo4=
75,Z1Z
,glovni volo ntad cedro l'abuso di deo]
Pagina 86 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
10/08/2013
press unE
Periodicità: settimanale
Direttore Responsabile: Andrea Ferri
Tiratura: n.d.
Diffusione: n.d.
Per Cavim più spazi di mercato grazie all'accordo con Caviro
Creare una più solida sinergia produttiva e rafforzare il marchio Cavim sul
mercato: sono questi gli obiettivi del progetto approvato dai consigli di
amministrazione di Caviro e Cavim, il consorzio faentino leader nazionale
nel settore vitivinicolo, e la Cantina viticoltori imolesi di Sasso Morelli.
«Abbiamo deciso l'attuazione di un piano che darà vita ad una vera e propria
sinergia produttiva tra le due aziende - spiega Carlo Dalmonte, presidente
del consorzio Caviro -. La cantina Cavim, nostra soda storica e cooperativa
di punta del sistema Confehoperative, ha un portafoglio di prodotti molto
interessante ed è leader nella produzione di Pignoletto Doc e Igt».
Cavim rappresenta circa 450 viticoltori compresi nei comuni dell'imolese.
«Questo progetto di integrazione, fortemente sostenuto da entrambi i
consigli di amministrazione, sarà attivo già dalla prossima vendemmia commenta Giancarlo Bonetti, presidente Cavim -. Una sinergia che, grazie a
sostegno del consorzio Caviro unitamente ai soci dell'area Romagna,
permetterà a Cavim di valorizzare ulteriormente i vitigni dei soci garantiti
dalla Nera».
Ileresco
biolongoicompeiaz
e operatori
SalvaDINAIO
Pagina 87 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press unE
03/08/2013
RisVeglio
Periodicità: settimanale
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Desio
Diffusione: n.d.
Una azzeccata iniziativa di Cna
• • •• •
Artigiani in spiaggia
È partita alcuni giorni
fa, presso il Bagno Bruno
di Pinarella di Cervia l'iniziativa "Artigiani in
spiaggia", con assaggi di
formaggi e marmellate e
proseguirà fino al 28 agosto, presso alcuni degli
stabilimenti balneari di
Cervia, Milano Marittima,
Pinarella e Tagliata che
hanno aderito all'iniziativa, con un ricco calendario
fatto di degustazioni di
prodotti bio e birre artigianali accompagnate da
esposizioni e dimostrazioni di ceramica artistica,
tele stampate romagnole e
molto altro ancora. Si tratta del progetto "Artigiani
in spiaggia", un progetto
voluto fortemente dalla
Cna che associa tutto il
meglio della gastronomia
e dell'artigianato artistico
locale.
La Cna ha realizzato un
progetto per portare le eccellenze del sistema agroalimentare e di quello artistico presso gli stabilimenti
balneari e stanno nascendo
interessanti abbinamenti
che certamente stupiranno
i curiosi: birra e cozze, le
stampe romagnole decorate in spiaggia, i tornianti in
riva al mare che con maestria daranno vita alla creta
e poi, ancora, degustazioni
di 'Meli, formaggi, confetture e vini delle nostre colline in un ideale connubio
mare e monti.
Tutto questo rappresenta sicuramente un grande
valore aggiunto e, nel contempo, offre la possibilità
a tutte le imprese di presentare i loro prodotti e le
loro creazioni a un pubblico ampio e diversificato.
Nello stesso tempo gli stabilimenti balneari possono
allietare e offrire momenti
di svago ulteriori e diversi rispetto alle tradizionali
proposte, "coccolando" i
propri clienti.
Con questo progetto la Cna
mette in rete le imprese
associate, promuovendo
nuove opportunità di business, ancora più importanti
in un momento di difficoltà
economica qual è quello attuale.
Il tutto all'insegna della
tradizione, della tipicità dei
prodotti e delle produzioni locali a chilometro zero:
un territorio e un sistema
economico che si vuole distinguere con le sue peculiarità.
Nella competizione globale
non si vince da soli ed è indispensabile essere innovativi, pur nel mantenimento
dei valori della tradizione:
è questo lo spirito con cui
la Cna, attraverso questo
progetto, che gode di un
contributo della Camera di
Commercio di Ravenna, è
partner attivo al fianco delle imprese nella promozione turistica del territorio,
con una esperienza pilota
che il prossimo anno potrà
essere ampliata e potenziata.
Gli stabilimenti balneari
clic hanno aderito al progetto sono: Bagno Bruno n. 6364 Pinarella; Bagno Dino n.
251-252 Milano Marittima;
Bagno Franco n. 70-71 Pinoretta; Bagno Tre Stelle n. 80
Pinarella; Bagno Picnic n. 4
Tagliata; Ricio Paptio n. 276
Milano Marittima; Bagno
Vittorio n. 124 Pinarella;
Corallo Beach n. 279 Milano
Marittima; Bagno MI.MA. n.
272 Milano Marittima.
I laboratori di artigianato art isiici) e le botteghe di artigianato alimentare che organizzano
presentazioni dei loro prodotti
pensati come veri e propri eventi in spiaggia sono: Birrificio Valsenio, birre artigianali;
Gino Geminiani Ceramiche,
Faenza; Miserocchi Egidio,
tele stampate romagnole San
Pietro in Vincoli; Rondinini
Tiziano, apicultore, Faenza;
QS Qualità e Sapori di Laura
Farolfi, Brisighella.
Pagina 88 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
Pagina 12
glfflEMW
sn i.;elil.ii;3"
press LinE
03/08/2013
RisVeglio
Periodicità: settimanale
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Desio
Diffusione: n.d.
Comitato Difesa Pialassa del Piombone
Ma quale ri sa na men to 7
11 Comitato Difesa Pialassa
del Piombone e Baiona ha indetto una conferenza stampa
inerente il progetto per gli
"Interventi di risanamento
della Pialassa del Piombone
e di separazione fisica delle
zone vallive dalle zone portuali mediante arginatura
artificiale" che si è tenuta venerdì 26 luglio presso la sala
Consiliare della Circoscrizione del Mare, Ex Piazzale Marinai d'Italia 14 a Marina di
Ravenna.
Scopo dell'incontro pubblico era commentare le opere
in corso di realizzazione del
"presunto" progetto di risanamento della Pialassa del
Piombone, contestando i seguenti punti:
1) complessivamente vengono interra ti oltre 60 Ha di
specchio d'acqua (un terzo
del s.i.c.) con un' apporto di
circa 1.000.000 mc di materiale proveniente dai dragaggi
portuali, riducendo drasticamente lo specchio d'acqua;
2) se l'attività portuale è così
inquinante, da rendere necessaria la creazione di un
argine per proteggere la zona
ambientale, tale manufatto
deve essere realizzato all'esterno del perimetro di delimitazione del S.I.C. per non
sottrarre ulteriore superficie
umida a questa zona tutelata;
3) gli interventi proposti (argine di separazione, piazzale
movimentazione mezzi, area
di fitodepu zione) co nporta no il completo sconvolgimento della morfologia e
dell'idrodinamica dei luoghi, clic attualmente funziona da centinaia di anni;
4) la funzione dell'argine di
separazione delle acque, è as-
solutarnente inutile in quanto la zona naturalistica verrà
comunque alimentata dalle
acque della zona portuale;
5) l'arginatura e le bocche a
battente impediscono alla
fauna ittica di entrare e riprodursi all'interno della Pialassa Piombone come avviene
da centinaia di anni;
6) si preclude in maniera irreversibile l'attività della pesca
all'interno della pia tassa ciò
in contrasto, con gli usi civici
d i pesca a cui è soggetta;
7) quale funzione ecologica
svolgerà il piazzale movimentazione mezzi e container?
In conclusione: 1) più che di
un intervento di "risanamento" appare quindi evidente
che si tratti di un vero e proprio intervento di "interramento". 2) Si spendono milioni di euro di denaro pubblico per distruggere quello
che resta della Pialassa del
Piombone oltre alle onerose
spese di manutenzione e di
gestione in futuro.
3) Si trasforma la Pialassa
Piombone in un'enorme
cassa di colmata pronta per
accogliere i materiali di dragaggio dei canali portuali,
dando continuità alla zona
industriale fino a Marina di
Ravenna, alla sua pineta e alla sua spiaggia.
L'incontro è stato accompagnato dalla proiezione di diapositive che mostrano il vol
to della Pialassa prima e d urante l'opera di risanamento.
Dott. Arch. Sergio
Monducci
Presidente del Comitato I)ifesa
Matassa del Piombane(' Baiona
[email protected]
Pagina 13
..,,—
Medicinadabilitatirapiùvkinaagligent
ii;;;;OWA'riOCOntrola Povertà
Pagina 89 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press LinE
03/08/2013
RisVeglio
Periodicità: settimanale
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Desio
Diffusione: n.d.
reparto è stato presentato nei giorni scorsi e comprende due aree
Medicina riabilitativa più vicina agli utenti
"i er noi, oggi, è un momente importante ed atteso che
ci permette di presentare la
ne cova organizzazione delle attività, frutto di lavoro di
questi
esti anni—ha introdotto
cc sì Andrea Neri, coord i
toro del gruppo professi, male per la riabilitazione
dell'Area Vasta Romagna,
sanato 27 luglio presso la Medi , ima Riabilitativa del Cmp
vi e fiume Abbandonato a
Ra venna. In primo luogo ha
sottolineato che avendo l'oprtunità (questo è avventi to
lo ecorso anno) di avere degli
ezi che in precedenza non
er eno disponibili, scaturita
1 n'attivazione del nuovo
I'iln to Soccorso nel nuovo
D(..a e quindi l'opportunità di
a v: Te nuovi spazi anche in o4 Alle c in parte disponibili
, p ciò ha permesso di fare in progetto di quelle a ttivi ta che si ritengono prioritarie I A Medicina riabilitativa
ha avuto quindi la possibilità
di ebbandonare l'edificio che
ech anni era stato destinato
.11H, attività per le quali e-
ra assolutamente inidoneo
sotto il profilo strutturale ed
impiantistico, e grazie ad un
progetto a step successivi si è
potuto realizzare (al momento si sta completando) la nuova organizzazione. Si sono
create due aeree dedicate a
tipologie diverse di pazienti in Ospedale: la prima per
pazienti che necessitano di
interventi riabilitativi come
ricoverati, negli ambienti del
precedente Pronto Soccorso;
si sono realizzati un'ampia
palestra, ambulatori e spazi di lavoro per il personale
della riabilitazione e logopedisti, e adiacente un'area di
day hospital dove i pazienti
afferiscono in Lena situazione
strategicamente posizionata
per un facile accesso sotto i
reparti ed elevatori di fonte
e qui ndi molto rapido per
rispondere alle richieste dei
pazienti della ortopedia, cardiologia, neurologia, medicina interna. La seconda parte
e nella "casa degli esterni"
nel Cmp, una struttura tutta rivolta e orientata alle at-
tività ambulatoriali che si è
potuta ricavare sistemando
gli ambienti e creando un'area con accesso dal retro
con parcheggi dedicati agli
utenti ampliando il numero
di quelli riservati ai portatori di handicap. Sono state
collocate le due palestre, gli
spazi di trattamento riabilitativo e gli ambulatori tra i
quali quello per il pavimento
pelvico, ha illustrato la coordinatrice Claudia Molducci, dotato di uno spazio che
garantisce maggiore privacy
e di un software per un migliore trattamento della persona, area in forte raccordo
con altri operatori sul territorio, interamente dedicati
agli esterni. Giordano Gatta,
responsabile della Medicina
riabilitativa, ha spiegato che
l'attività rivolta al domicilio
riservata a quei pazienti che
sono impossibilitati ad accedere ai servizi ambulatoriali
è sempre più richiesta. Un
ambiente inoltre dedicato
alla prove e personalizzato
di ausili, carrozzine, deam-
bulatori e di consegna ha
favorito una migliore utilizzazione di questi. Nel 2012
sono state effettuate 200mila
prestazioni nel settore di cui
21720 a livello ambulatoriale
per esterni e circa 8 mila a domicilio. Tre coordinatori, cinque logopedisti, 91 collaboratori fisioterapisti formano
il gruppo di lavoro. Dal 2010
a Lugo è stato attivato il nuovo reparto intensivo rivolto
a persone affette da patologie complesse, i ricoveri sono
stati 81 nel 2011, 73 nel 2012 e
40 nei primi sei mesi del 2013.
Inoltre, esiste un raccordo
con la struttura di Montecatone per il rientro dei pazienti traumatizzati. Importante
risulta essere l'aspetto informatico che permette di avere in tempo reale nelle rete
della medicina riabilitativa,
la storia clinica-riabilitativa
del paziente e di poter avere
una comunicazione con gli operatori che sono intervenuti
nella cura della persona.
Cinzi a Med ri
Pagina 12
he;a0ee...beee. e.,,a rly,04.em e.el
Un Patto Aperto contro la Povert
Pagina 90 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
03/08/2013
press unE
RisVeglio
Periodicità: settimanale
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Desio
Diffusione: n.d.
Torna la Divina Commedia nel Mondo
II p ()getto ideato e realizzato
da Walter Della Monica ha perrne ;so al pubblico di incontrare
.bei i/16 traduzioni della Divina
acirnedia nelle lingue più lontani dei vari continenti: Europa,
Am , à•- ica, Asia, Africa. I 'edizione
del prossimo settembre, per tre
serate,
te, ci proporrà ancora tre
voi Ioni dell'opera del Sommo
Poeta: ucraina, gallega, estone.
,I e I , 'sture avranno luogo, come
Len ipre, nella Basilica di San Fran( es , o, a pochi passi dalla lomba
di f ante e corno di consueto alle
ore )1.
Sal ato i settembre potremo
Lsc. >Ilare corno suona la Cornrnr sia nella lingua ucraina nel
la v arsione dello studioso polidIcy ta E. A. Droblazko e grazie
agi esperti Maksyrn Strikha,
dell'Università di Kiev e Giovanna r-c mi dell'Università di Milano
sal. orno corno ù stata possibile
la diffusione dell'Opera in que
sto mese. A conclusione dell'incontro Francesca Sarah Toich
ierà il Canto XVII dell'Inferno
Pie! atre l'esperto Maksyrn Strikha
pro.,equirà in lingua ucraina."11
I duro ad I lonorerdattribuito a
oP )ro clie diffondono la conosce i va della Commedia andrà
al dantista di chiara fama Marco
Far agata.I a seconda serata, ve-
nerdì 20 settembre, avrà luogo la
conversazione che ci porterà in
Galizia, grazie all'ultima versione
della Commedia in lingua gallega che si deve allo scrittore Dario
Xobàn Cabana. Parteciperanno
lo stesso traduttore e l'esperta
Giulia Lanciani dell'Università
di Roma. Seguirà la lettura del VI
Canto del Purgatorio, in italiano
con Alessandro Sorrentino, in lingua gallega con lo stesso traduttore. In questa seconda seratall
Lauro Dantesco"sarà assegnato
a Franco Gàbici, a ringraziamento della riproposta dello storico
"Bollettino Dantesco"
La terza serata, venerdì 27 settembre, avrà luogo la 49°conversazione, questa volta andremo a
scoprire la prima versione della
Divina Commedia in Estonia. Iniziata da Harald Rajamets e completata dall'italianista Ular Ploom,
dell'Università di Tallim, già autore delle note del testo. Con Ular
Ploom sarà presente l'esperto
Mihhail Lotman, anche lui dell'Università di Tallim. La lettura del
VI Canto del Paradiso in lingua di
Dante sarà a cura di Riccardo Pratesi mentre Ular Ploom leggerà
in lingua estone. La consegna de
"Il Lauro dantesco"ad honorem
andrà alla memoria di Corrado
Gizzi, noto studioso e divulgatore
dell'Opera di Dante in Abruzzo.
Tutte le serate saranno condotte
dia Alessandro Gentile e saranno
completate dal prezioso intervento musicale all'organo eseguito da Paola Dessi.
Anna De Lutiis
Pa• ina 15
Pagina 91 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press unE
03/08/2013
RisVeglio
Periodicità: settimanale
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Desio
Diffusione: n.d.
Intervista a Franco Masotti, direttore artistico insieme a Cristina Mazzavillani Muti e Angelo Nicastro
na Festiva': le alchimie popolari hanno funzionato
è sfuggito, Tame Impala, un
gruppo proveniente dall'Australia, sono venuti più di
1500 giovani (17-28 anni) da
varie regioni d'Italia e dall'estero".
Sono passate alcune settimane dalla conclusione di
quella che può essere considerata la parte centrale del
Festival. Parlandone oggi,
cosa pensi sia rimasto o cosa pensi sia da sottolineare,
partendo da un tema che aveva inizialmente suscitato
molte perplessità a proposito ciel "liscio"?
"C( rtamente il tema ha create discussioni e confronti,
c ita per esempio, la pagina
su r acebook di Eraldo Baldini ( he ha espresso opinioni
per sonali contrarie ma utili
perché di lì si è innescata una 'unga serie di interventi. E'
imliortante se un argomento
sus ita interesse. Ci siamo resi canto che per molti il liscio
rar presenta una etichetta
nor
Comunque questo Festival
ha :reato tantissime opportunità per approfondire l'argomento risalendo alle origini del ballo liscio che, piaccia o no, è parte integrante
detta civiltà romagnola, un
patrimonio e un elemento identíficativo.
"Il Programma ha proposto
(- in( he confronti con la musica
popolare di altri paesi che ha
diverse funzioni come, per eser ipio, la musica dei Balcani
( h( accompagna i momenti
for damentali della vita come il matrimonio e i funerali.
[)o re esiste ancora la cultura r ontadina questa musica
rie ane. Nel formulare il proor, rema abbiamo inserito
spettacoli molto interessanti
sul a carta che, poi, andavano ierificati e io dico, sinceraite, che sono soddisfatto
di r ivanto è stato prodotto.
No i bisogna dimenticare an( h( l'incontro tra stili musicali
e li, rguaggi diversi".
Da maggio al 15 luglio, periodo davvero molto lungo,
è andato sempre tutto liscio
oppure ci sono stati momenti che hanno creato preoccupazioni?
Inizialmente il pubblico, dopo la presentazione, pur elogiando la volontà di fare
il Festival, nonostante la crisi, aveva espresso un certo
scetticismo e il dubbio che si
potesse cadere nel banale...
invece ci sono stati spettacoli che hanno quasi suscitato
l'incredulità, vedi Steve Vai,
che un tale personaggio potesse essere a Ravenna.
"Certo, Steve Vai ha rappresentato il rock puro abbinato
all'orchestra sinfonica così come Bacharach ha riproposto
le più belle canzoni del secolo
passato; e ancora il tango è
stato declinato in diverse versioni fino alla serata eccezionale del Sidi Larbi Cherkaoui,
milonga, che ha incantato il
pubblico di Pala De Andrè...
non si può dire che sia stato
un Festival rivolto solo ad una
fascia di pubblico ma, essen
do come da sempre andiamo
ripetendo, rnultidisciplinare,
ha offerto al pubblico la possibilità di scegliere secondo
le proprie preferenze: dal balletto, alla musica sinfonica,
dal ballo liscio, alle canzoni,
dalla musica classica a quella popolare. Ad esempio, per
un concerto che forse a molti
"Preoccupazioni no. Alle serate a Palazzo San Giacomo
abbiamo avuto una buona
presenza, circa 3000 persone,
anche se abbiamo notato che
c'è, in genere, un leggero calo
legato sì, alla crisi, ma anche a
una disaffezione per lo spettacolo dal vivo. I giovani in
particolare non hanno l'abitudine di seguire i concerti di
musica sinfonica, anche se avevamo dedicato a loro offerte incredibilmente ridotte..."
Cosa ti ha deluso in modo
particolare, un esempio...
"Una serata molto attesa era
quella con Martha Argerih
che si presentava con i suoi
Friends. Grande protagonista nota in tutto il mondo che
probabilmente ha fatto una
scelta non appropriata, il suo
tango non era congeniale alle
sue ben note capacità".
A conclusione di questa breve chiacchierata come hai visto la soluzione dei Giardini
con la balera?
"Luogo splendido anche se
non sempre utilizzato al meglio. C'è stata una notevole
partecipazione in modo particolare al Polka Day dove
sembra che fossero presenti
circa 5000 persone. E' stato
bello vedere che il pubblico
entrava nel luogo riservato,
con sedie e tavo
restavano nei p
Pagina 92 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press LinE
03/08/2013
RisVeglio
Periodicità: settimanale
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Desio
Diffusione: n.d.
apparizioni, anche se è stato
sottolineato ripetutamente
che il Festival è una carta molto importante nel programma di Ravenna 2019!".
ti sull'erba e ascoltavano la
musica oppure guardavano i
ballerini che si esibivano nelle
varie versioni di liscio".
Un po' all'inglese, una democratica offerta al pubblico?
"Perché no? In fondo è tipico
del mondo anglosassone offrire al pubblico l'opportunità di acculturarsi; lo dimostra
l'ingresso gratis a molti musei, per esempio. Insomma,
a questo festival il pubblico
non è certamente mancato,
mentre è stata un po' deludente la presenza dei rappresentanti delle istituzioni che
hanno fatto solo sporadiche
Puoi anticipare qualcosa sul
tema della prossima edizione?
"Ci sono già delle idee ma
dobbiamo lavorarci. Una delle certezze è che cercheremo
di usare ancora i luoghi che
abbiamo riscoperto, come i
giardini"
Franco Masotti si concede un
po' di vacanza ma l'appuntamento con il Festival è a novembre con la Trilogia alla quale Cristina sta già lavorando e
che porterà sul palcoscenico
dell'Alighieri le opere verdiane
ispirate al grande Shakespeare:
Macbeth, Otello, Falstaff.
Anna De Lutiis
Pagina 16
Pagina 93 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
10/08/2013
press unE
RisVeglio
Periodicità: settimanale
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Desio
Diffusione: n.d.
Galliano Di Marco ha illustrato i progetti e i nodi da sciogliere
Il futuro del porto
11 2 agosto scorso, presso la
sede dell'Autorità Portuale, il presidente Galliano Di
Marco ha convocato una
conferenza stampa per fare il punto della situazione
sul porto, approfondendo i
temi del Progettone e di Marinara. Per quel che riguarda
il primo punto, il progetto
di sviluppo del porto ha ottenuto la delibera del Cipe
(Comitato Interministeriale
per la Programmazione economica della Presidenza
del Consiglio dei Ministri),
è stato registrato alla Corte
dei Conti il 6/6/2013 ed è
stato assegnato un contributo pubblico di 60 milioni di
curo.
La proposta presentata
dall'Autorità Portuale di
Ravenna, che riguarda l'approfondimento del canale
Candiano, è stata selezionata anche dall'Unione europea nell'ambito del bando
Trans-European Transport
network 2012 e sul costo
complessivo di 4.394.000
euro, è stato ottenuto un cofinanziamento di 2.197.000
euro da parte dell'Ue, approvato il 12 luglio scorso
dall'Agenzia Ten (l'agenzia esecutiva che provvede
all'attuazione tecnica e finanziaria, alla gestione del
programma "Rete transeuropea di trasporto" e che ha
sede a Bruxelles).
Ci sono amerò delle criticità:
le casse c i colmata e i fondali
bassi. Questi ultimi hanno
causato la perdita di traffico portuale verso Venezia
e verso Ancona; inoltre, ha
proseguito Galliano, non
abbiamo siti dove depositare i materiali. A settembre partirà un piano per
affittare o acquistare aree di
deposito, ma è molto difficile trovarle; per questo, ha
continuato, serve un gioco
di squadra che coinvolga
anche le istituzioni. Una
delle aree di nostro interesse
è la Pialassa del Piombone
ma il progetto di intervento attualmente in corso ha
incontrato l'ostilità degli
ambientalisti (per approfondire questo argomento si
può leggere il comunicato di
Sergio Monducci, presidente del Comitato Difesa della
Pialassa, pubblicato su Risveglio n. 30 del 3/8/2013,
in cui viene mossa l'accusa
di voler trasformare l'area
in una enorme cassa di colmata destinata ad accogliere
i materiali di dragaggio dei
canali portuali) ma occorre
decidere se sia più importante salvare il lavoro per
tante persone o evitare un
presunto danno ambientale.
Noi dobbiamo scavare, ha
concluso Di Marco, o scaviamo o moriamo.
"Il Cipe e la sua delibera ci
consentono di espropriare
le aree interessate probabilmente a partire dal 1' gennaio 2014 e così sarà perché
non abbiamo più alternative. Avevamo individuato
inizialmente l'area dietro
la Capitaneria di Porto ma
risulta vincolata". Per quel
che riguarda Marinara, in
vece, Di Marco ha dichiarato
che ora essa è salva, grazie
alle banche, grazie al sindaco di Ravenna Fabrizio
Matteucci e a Davide Senigallia, presidente di Sorgeva
(la società che ha rilevato la
maggioranza del capitale
sociale di Seaser, diventando l'azienda che controlla il
porto turistico di Marina di
Ravenna dopo il fallimento
di Cmr Scarl). Sorgeva è stata infatti in grado di pagare
il canone e ci sono 4.400.000
euro disponibili per i lavori più urgenti. Permangono
anche per questa situazione
alcune criticità da risolvere,
ad esempio la questione del
ristorante Hook: "Il Movimento 5 Stelle ha denunciato che è abusivo, ma noi siamo favorevoli ad una oblazione perché se il ristorante
chiude, sarebbe un danno
per Marinara. Il porto turistico ha conosciuto per otto
anni una gestione sciagurata, è vero, ma noi siamo riusciti ad evitare il fallimento
e abbiamo realizzato una gestione decente".
Anna Cavallo
Pagina 8
Il futuro del porto
S ul la
Pagina 94 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press unE
10/08/2013
RisVeglio
Periodicità: settimanale
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Desio
Diffusione: n.d.
Un accordo tra istituzioni, imprese e sindacati
• •
La chimica a Ravenna
Il 31 luglio scorso, alla presenza del vicepresidente della
Provincia, Gianni Bessi, e dell'assessore comunale alle
attività produttive, Massimo Cameliani, è stato sottoscritto dalle istituzioni, dalle associazioni d'impresa e
dalle organizzazioni sindacali il nuovo accordo per la
qualificazione, l'innovazione e la sostenibilità del settore
chimico in Provincia.
L'accordo è stato preceduto da numerosi incontri preparatori, tenutisi in Provincia e in Comune, che hanno confermato il positivo stato di relazioni tra istituzioni, imprese
e sindacati del distretto chimico che rappresenta un modello in campo nazionale per i livelli di concertazione tra
le parti, la qualità degli impianti e il rigoroso rispetto delle
leggi in campo ambientale e della sicurezza sul lavoro,
per la pratica degli accordi volontari e delle certificazioni
ambientali che hanno consentito di mantenere punti produttivi importanti di aziende nazionali e internazionali del
settore con significativi livelli di occupazione e di indotto.
11 nuovo accordo si pone due scopi: aprire con gli altri territori italiani a vocazione chimica, un confronto col governo
per impostare una politica industriale da troppo tempo
assente in Italia che abbia l'obiettivo di salvaguardare il
patrimonio industriale e professionale nel settore chimico
che rappresenta una risorsa fondamentale per assicurare
uno sviluppo sostenibile, competitivo e innovativo per il
futuro del nostro Paese. A tal fine, il documento propone
l'attivazione immediata dell'osservatorio nazionale della
chimica presso il Ministero dello sviluppo economico, non
solo per compiere un'analisi dettagliata del settore, ma
soprattutto per delineare una strategia efficace per la sua
qualificazione a partire da alcune linee di proposta inserite
nel documento. E' importante che tale richiesta stia emergendo da parte da tutti gli enti locali, delle associazioni imprenditoriali e sindacali dei principali territori a vocazione
chimica. La seconda finalità è di proseguire il confronto, a
livello locale, per migliorare l'esperienza positiva dell'area
ravennate in attuazione del recente Patto per lo sviluppo.
L'obiettivo è quello di favorire nel settore chimico investimenti significativi a livello locale di adegua mento e innovazione degli impianti necessari per rafforzare la tenuta
delle imprese e dell'occupazione nel nostro distretto e per
proseguire l'impegno per la massima eco sostenibilità non
solo rispettando le norme in materia ma proseguendo il
metodo degli accordi volontari che hanno posto la chimica
ravennate in posizione di eccellenza. Il testo del documento sarà inviato al Ministero dello sviluppo e al responsabile
dell'osservatorio della chimica e costituirà la base per avviare a settembre un confronto che approfondisca gli aspetti di livello locale contenuti nell'allegato al documento.
Pagina 95 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
Pagina 8
press unE
10/08/2013
RisVeglio
Periodicità: settimanale
Tiratura: n.d.
Direttore Responsabile: Giovanni Desio
Diffusione: n.d.
È critica la posizione espressa dall'Anmil
Sulla revisione dell'Is
Riportiamo parte del discorso tenuto nei giorni
scorsi dal presidente Roberto Gettoni di Anmil (Associazione nazionale lavoratori e invalidi del lavoro) in
merito al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri - Regolamento concernente la revisione delle
modalità di determinazione
e i campi di applicazione
dell'Indicatore della Situazione Economica Equivalente (Isee). Ricordiamo ai
lettori che l'art. 5 del la L.
n. 214 del 22 dicembre 2011
attribuisce alla Presidenza
del Consiglio dei Ministri
la facoltà di rivedere i criteri di calcolo del modello
Isee, modificando i pesi da
attribuire alle diverse voci
che compongono l'indicatore, ridefinendo le agevolazioni fiscali, i benefici e le
prestazioni a cui applicare
il nuovo 1see.
Gentili Onorevoli,
innanzitutto grazie per averci voluto ascoltare. Lasceremo un documento tecnico
che riassume il pensiero
dell'Associazione, mentre
nella mia breve esposizione
mi'limiterò ad alcune riflessioni di carattere generale.
A nostro giudizio, il provvedimento sul quale le Commissioni sono chiamate ad
esprimere il parere, pur se
a fianco di positive innovazioni, presenta tuttavia aspetti di profonda iniquità
e potenzialmente dannosi
rispetto alla costruzione di
un nuovo modello di welfa-
re più vicino ai bisogni dei
cittadini. Aspetti di profonda iniquità perché stabilisce
l'introduzione nell'indicatore dei trattamenti assistenziali e indennitari: si stabilisce, cioè, che la disabilità
produce ricchezza. Tutto nasce dalla disposizione contenuta nell'art. 5 della legge
214 del 2011, che ha previsto
l'adozione di "una definizione di reddito disponibile che
includa anche la percezione
di somme, anche se esenti da
imposizione fiscale". Una
dicitura generica, che il Governo ritiene oggi di applicare anche con riferimento
ai trattamenti assistenziali e
indennitari. Eppure, non sarebbe certo stato impossibile
prevedere, invece, che nell'Isee fossero inseriti i redditi
esenti da imposizione fiscale, ma con esclusione dei
trattamenti assistenziali ed
indennitari. Così non è stato e, dunque, ne deriva che
c'è la precisa volontà politica
di stabilire che la disabilità
produce ricchezza. E non
deve trarre in inganno il
fatto che vengano introdotte delle franchigie
sulla base della condizione di disabilità, anche se
da una parte del mondo
della disabilità è venuto
il giusto apprezzamento
rispetto al principio clic,
finalmente, si riconosce
che la disabilità produce
costi. Peccato che questo riconoscimento sia
contraddetto dal fatto
che nell'Isee si richiede
l'inserimento dei trattamenti economici legati alla
disabilità. Vero riconoscimento del fatto che la disabi lità produce costi sarebbe
stato, in realtà, l'inserimento
delle franchigie senza il contestuale computo dei relativi trattamenti. Sul fronte,
poi, della disabilità da lavoro — che come Associazione
rappresentiamo direttamente — sussistono molti dubbi
rispetto all'inserimento dei
relativi trattamenti nell'Isee,
stante la loro riconosciuta
natura risarcitoria. E si creano anche disparità rispetto ai trattamenti corrisposti
dalle assicurazioni private,
che non entrano nel computo Isee, se non soltanto eventualmente, con riferimento
alla situazione patrimoniale.
D'altra parte, anche in questo caso si assisterà al paradosso per cui un lavoratore
viene considerato ricco,
per il fatto di aver perso un
braccio sul lavoro e di ricevere un risarcimento da un
ente pubblico, a fronte del
pagamento di un apposito
premio assicurativo da par-
te del datore di lavoro, assicurazione che ha il preciso
scopo di tutelare il datore di
lavoro stesso rispetto alla
propria responsabilità civile. Concludo, ribadendo che,
inascoltati, abbiamo manifestato queste identiche perplessità durante tutte le fasi
di elaborazione dello schema di decreto, pur con l'apprezzamento per le significative e positive innovazioni
in esso contenute; ma il vizio
di fondo rimane e per questo sottoponiamo alle Commisssioni parlamentari la
richiesta di un parere negativo rispetto all'inserimento
nell'Isee dei trattamenti assistenziali ed indennitari, per
riaffermare che non si vuole
fare la lotta all'evasione penalizzando i so t tetti in condizione di disc
F
Sulla revisionedelrlsee
Pagina 96 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015
press unE
1 Unità
Direttore Responsabile: Claudio Sardo
BIANCA Dl GIOVANNI
ROMA
I Comuni vogliono vederci chiaro. Tutte
le indiscrezioni di questi giorni sul superamento dell'In-1u. e il possibile passaggio a una service tra: non li convincono
affatto. ln molti si chiedono cosa ci sia
dentro il ‹,pacchetto Imu-Tares» che il
governo sta preparando. Anche
Tosi, leghista «in odore» di leadership
del centrodestra (almeno stando ad alcune voci) chiede di «vedere questa service tax al più presto». Il fatto è che i sindaci hanno ancora i bilanci aperti (hanno
tempo fino a fine settembre per chiuderli) e temono sorprese dell'ultima ora. Se
davvero si deve iniziare da zero - argomentano all'Anci - allora dobbiamo avere gli stessi soldi che avevamo prima.
Tradotto: non due miliardi ma quattro.
In caso contrario, cioè se due saranno
trasferiti dallo Stato centrale e altri due
dovranno essere chiesti ai cittadini attraverso la sci ace tax, questo andrà chiarito in [nodo esplicito e definitivo. Per
ora. Piero Falsino tace, anche perché è
all'estero. Ma già dalla prossima settimana, in occasione del Consiglio dei ministri del 23 o al massimo del 28 agosto
si pretenderà una COEIVOC:171011e a Palazzo Chigi per esaminare la questione dal
punto di vista delle finanze locali.
k, Tosi chiede che arrivi presto la proposta
o I Comuni temono un taglio di risorse
e l'abolizione delle addizionali
o Entro agosto convocazione a Palazzo Chigi
•••
.••• • •
•••,,,,,•SS,,--,
NON DUE MILIARDI, MA QUATTRO
N .2
Phs,n,
k
0.eike
Periodicità: Quotidiano
Tiratura: 97.468
Diffusione: 35.906
I sindaci: subito chiarezza
sulla nuova service t-ax
Tra i due appuntamenti potrebbe esserci la cabina di regia tra le forze di maggioranza. A chiederla ieri anche il presidente della commissione Lavoro della.
Camera Cesare Damiano. Ma l'obiettivo dell'ex ministro del lavoro è un altro
rispetto all'approfondimento sull'Ima.
‹,La riunione del Consiglio dei ministri
si terrà la prossima settimana - dichiara
Damiano - Ci auguriamo che il governo
convochi preventivamente una cabina
di regia per mettere a punto le priorità
complessive di medio periodo. Non è
possibile, come pretenderebbe il centrodestra, che tutto si riduca all'Imu, con íl
rischio di assorbire la gran parte delle
risorse disponibili per un solo obiettivo:. L'ex ministro ricorda che gli accordi di governo non prevedono l'abolizione
sulla prima casa, rna una
sua rimodulazione. ali Paese aspetta risposte concrete, vista la drammatica situazione sociale esistente: la prima, è il
rifinanziamento della cassa integrazio-
serve uh.c..
dg. regga
17/08/2013
•
Una recente protesta dei sindaci
IsFGPHOK,
ne in deroga - aggiunge Damiano - Si
calcola che si renda necessario un altro
miliardo e mezzo di euro per arrivare a
fine anno, altrimenti centinaia di migliaia di lavoratori resteranno senza reddito. La seconda riguarda le correzioni
al sistema pensionistico. il governo deve dare adesso segnali precisi Cifea. la
strada che intende intraprendere per risolvere definitivamente il problema dei
cosiddetti esodati, delle ricongiunzioni
pensionistiche e dell'introduzione di un
criterio di flessibilità . nel sistema previdenziale. Questi interventi richiedono
anch'essi adeguate coperture finanziarie. Per questo chiediamo con forza al
governo una regia complessiva nella distribuzione delle risorse. ll tempo sta
per scadere e non possono più essere
lasciati nell'incertezza cittadini rimasti
senza lavoro, senza ammortizzatori sociali e senza pensione. Una condizione
di reddito zero non è socialmente sopportabile».
Per ora comunque in prima linea resta l'imposta sugli immobili. Con i sindaci che puntano a correggere il tiro
d ell'esecutivo. Troppo facile, secondo
loro, dire: se volete abbassate le aliquote fino ad azzerarle. Si sa che le casse
comunali sono vuote in moltissimi Comuni. A questo punto i sindaci si domandano cosa potrebbe accadere a dicernQuanto si dovrà chiedere ai cittadia Inni (seppur dimezzata) e Tares.
," posta sui rifiuti è stata sospesa fino
a settembre, ma prima o poi il conto si
dovrà pagare. Ed è un conto salatissimo, se è vero che la Tares vale da un
miliardo e mezzo a due miliardi in più
della vecchia Tarso Tia). Anche su
questo punto la maggioranza si era impegnata a un intervento, ma ultimamente non se ne parla più. L'ultimo rebus,
che non è affatto il mete) importante
per i primi cittadini, riguarda il destino
delle addizionali. I sindaci temono che
in questo passaggio, finiscano per essere abolite. Così si ritroverebbero con
due miliardi in meno e con alcune leve
neutralizzate. Se le cose dovessero rimanere coSi, cioè con un intervento di due
miliardi e il resto lasciato alla scelta dei
sindaci, in alcune città si registrerebbe
urta vera stangata, tra rifiuti, servizi indivisibili secon
sindaci: subito chiarezza
sulla nuova serie tax
I
Pagina 97 di 97
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015