ECO 20_2013 - Eco di Milano e Provincia

Comments

Transcription

ECO 20_2013 - Eco di Milano e Provincia
A Pantigliate e a Paullese
venerdì e sabato apertura 24 ore
MILANO - Strada Nuova Paullese 9 (MM3 San Donato)
Tel. 02.51628137
PANTIGLIATE (MI) - S.P. Vecchia Paullese 13
Tel. 02.90605219
SAN GIULIANO (MI) - c/o C.C. Le Cupole, via Pace 2
Tel. 02.98243132
Prezzo 1 euro
numero 20 - dal 2 - al 8-10-2013
Il punto sui
nostri risparmi
di Osmano Cifaldi
Tutte le Banche Centrali dei Paesi industrializzati (CEE – USA – Giappone) a forte PIL pro-capite, hanno deciso di tenere basso il costo del
denaro per un medio periodo onde evitare i rischi di un avvitamento
inflazionistico difficilmente controllabile.
Quali le conseguenze
per i nostri risparmi e
come impiegarli al meglio?
L’inflazione sembra al
momento sotto controllo
e dunque i titoli obbligazionari di Stato offrono
rendimenti stabili, sempreché nell’area Euro
non si creino rischi più
acuti in Grecia e Spagna
ed anche un poco in Italia con la conseguenza di
un aumento dei rendimenti dei Titoli di Stato.
Non dobbiamo dimenticare, al di là delle fibrillazioni sull’Euro, che ci
sono da più parti avvisaglie di una lenta ripresa
economica generale, per
cui un investimento dei
risparmi in Buoni del Tesoro poliennali (BTP), a
medio termine (5 anni) è
al momento quello che
lascia più tranquilli.
È noto che il BTP è consigliabile per tutti coloro che vogliono incassare una rendita annua fissa ad ogni semestre.
segue a pagina 14
LOCATE
Incidente in palestra,
ferita bimba di 9 anni
CARPIANO
Aggredito un 40enne
senza un perché
DI MILANO E PROVINCIA
Famiglie rovinate dalle slot
In caso di mancato recapito inviare al CPO di Pc
EDITORIALE
NOTIZIE
a
e entr
ale ch miglie
n
r
io
g
Il
io
e le fa
in tutt stro territor
o
n
l
e
d
L’ECO È UN GIORNALE CHE NON RICEVE CONTRIBUTO ALCUNO DALLO STATO E DAI PARTITI
SETTIMANALE D’INFORMAZIONE DEL MERCOLEDÌ
Per la pubblicità telefonare allo 02.36504509 - [email protected]
Direzione, Redazione e Pubblicità Via Conte Rosso 1 - 20134 Milano - mail: [email protected]
Roberto Fronzuti
www.ecodimilanoeprovincia.it
Passa ai comuni il compito di tenere lontano le sale giochi dalle scuole, impianti sportivi e luoghi di culto
Lo Stato incassa 90 miliardi all’anno dalle scommesse, ma solo un terzo viene distribuito attraverso le vincite
Una brutta gatta da pelare
per i comuni: il compito di
tenere lontano le sale giochi
dalle scuole, luoghi di culto, impianti sportivi e centri
ricreativi, passa alle Amministrazioni locali.
Il problema è grande ed ha
come protagoniste le famiglie che si rovinano per giocare con le slot e a video
poker.
Le cifre sono impressionanti: lo Stato incassa 90 miliardi l’anno dai giochi leciti. La quota pro capite di soldi spesi per il gioco è di
1410 euro a testa (la statistica è del 2012).
Nonostante la crisi, il dato
relativo alle somme giocate
è cresciuta anche lo scorso
anno. Solo un terzo dei 90
miliardi viene distribuito at-
traverso le vincite, il resto
rimane nelle casse dell'erario. La questione ha tutti i
connotati del problema sociale.
Ed è per questa ragione che
alcuni amministratori comunali, sindaci in testa, si
sono mobiliati per affrontare il problema. Il comune di
Castellanza ha stanziato un
assegno di 10.000 euro per
tutti i bar che si impegnano
a togliere le slot.
In un momento particolarmente difficile per le famiglie, il comune di Castellanza si è posto da un
segue a pagina 14
Altro servizio sull’argomento a pag. 13
a cura di Ubaldo Bungaro
Nel prosssimo numero
“La via di fuga del gioco d’azzardo”
a cura di Francesca Piragine
SAN GIULIANO
Motociclista muore
dopo lo scontro
di Giovanni Abruzzo
Un terribile scontro fra
un'auto e una moto lungo
la via Emilia a San Giuliano Milanese si è concluso in maniera tragica.
Nell'incidente, verificatosi nel pomeriggio di lunedì scorso, ha perso la
vita il 39enne Giuseppe
Greco, residente a Tavazzano.
Successo per la Festa dello Sport Fermate quell’uomo!
Che fa tanto danno
PESCHIERA / Alla Galleria Borromea per promuovere il benessere
Il servizio a cura di Dall’Aglio a pag. 5
SAN DONATO MILANESE / Inaugurato Hair & Spa
Orlando e Fabrizio hanno fatto “centro”
I servizi a cura di
Giovanni Abruzzo a pag. 2
IL PROSSIMO
NUMERO DE L’ECO
SARÀ IN EDICOLA
MERCOLEDÌ
9 OTTOBRE
Testata del 1968 fondata da
Domenica 29 settembre, alle ore 18 è stato inaugurato
a San Donato il “centro benessere capelli corpo” Hair
& Spa.
Elegante, raffinato, con
l’ampiezza di quattro vetrine, il “nuovo centro” è nato per l’iniziativa di Orlando e Fabrizio, due nomi conosciuti ed esperti, nell’arte dell’acconciatura femminile.
Ad affiancare i titolari Orlando e Fabrizio è stata selezionata una squadra di fidati collaboratori.
segue a pagina 2
SAN DONATO / Butta via le multe e la pubblicità
Un uomo di circa 70 chili,
magro e di bassa corporatura, sta creando seri problemi ai suoi concittadini. Abita a San Donato, nel palazzo di via Gorizia che fa angolo con via Trieste
Prende le multe sulle auto
inflitte da vigili, la pubblicità dei supermercati nelle
buche delle lettere e butta
via il tutto nei cestini della
spazzatura. Noi stessi siamo
vittime dei gesti inconsulti
dell’uomo; prende le copie
che mettiamo in diffusione
gratuita presso alcuni esercizi commerciali e le butta
via.
La conseguenza diretta degli atteggiamenti di questa
persona insana di mente, e
che molti cittadini si vedranno notificare le multe a
casa con importi più che
raddoppiati, nell’inconsapevolezza degli interessati,
segue a pagina 2
PER ANNUNCI DI PICCOLA PUBBLICITÀ GRATUITA TEL. 02.36504509
Orlando e Fabrizio
segue a pagina 2
Manutenzione, trovati i soldi
2
Dal nOstrO terrItOrIO
OttObre 2013
MILANO / Il Comune ha approvato una delibera per i lavori straordinari del Teatro della XIV
MILANO
Il Papa riceve
la figlia
Si tratta della messa in sicurezza della struttura per l’arte, costruita nella sede di via Oglio 18 di Ferrulli
L
di Alberto Tavazzi
a Giunta comunale ha
recentemente approvato una delibera dove si prevede la manutenzione straordinaria del Teatro della XIV, luogo noto alla città come sede della
Compagnia marionettistica
Colla.
Si tratta della messa in sicurezza del teatro a suo tempo
costruito nella sede comunale di via Oglio 18 attraverso interventi che eliminano gli impianti obsoleti e
realizzano un moderno sistema di prevenzione incendi. In particolare saranno
realizzati il nuovo impianto
elettrico, quello di raffreddamento e di riscaldamento
dei locali. Il progetto preliminare, per un importo di un
milione di euro, sarà inserito nel Piano Triennale delle
Opere Pubbliche.
“Dopo anni di abbandono ha dichiarato nell'occasione
l’assessore ai Lavori pubblici Carmela Rozza - que-
sta Amministrazione è intervenuta per rilanciare il
Teatro della XIV, prima con
l’intervento per il tetto deciso nel 2011, adesso con i
nuovi impianti antincendio
e il riordino dei camerini.
Perché quest’ultima opera si
realizzi aspettiamo l’approvazione del bilancio di previsione anche se siamo consapevoli che, purtroppo, non
garantirà il pieno utilizzo
del teatro nella stagione
2013-14“.
Negli anni scorsi il teatro
era già stato oggetto di spiacevoli eventi che hanno
ostacolato l’attività artistica
come l’incendio sviluppato
nel 2006 che ha intaccato i
camerini del teatro. Al momento sono in corso i lavori di ristrutturazione del tetto e dei lucernari, per i quali sono stati stanziati 100mila euro, che saranno completati a fine mese.
Il Teatro della XIV è stato
inaugurato nel 1985 e conta
411 posti. È gestito, unico
caso a Milano di amministrazione decentrata, dal
Consiglio di Zona 4. Dagli
esordi sino agli inizi degli
anni 2000 ha ospitato la
Compagnia Rino Silveri,
guidata dall’attore Piero
Mazzarella, che ha proposto
il suo tradizionale teatro dia-
Larve di parassita in via delle Rose
PIEVE / Preoccupazione per i residenti del quartiere
Una pericolosa invasione di larve di un terribile parassita si è verificata al quartiere di
via delle Rose. Grande preoccupazione tra
i cittadini, residenti del popoloso quartiere
che non sanno più come
difendersi dal proliferare
dei bruchi che stanno minando alcuni alberi e invadono giardini, strade e
anche i porticati delle abitazioni.
La Processionaria di queste larve è pericolosa sia
per l’uomo che per gli
animali domestici, cani in
particolare.
I peli urticanti dell’insetto allo stato larvale provocano reazioni allergiche che possono arrivare allo choc anafilattico, ma finora, come denunciano gli stessi abitanti, a
nulla è servito segnalare la presenza dei fastidiosi bruchi. La processionaria ha questo
nome perché quando i bruchi si spostano
dagli alberi scendono in fila indiana, creando file lunghe anche decine di metri, uno dietro
l’altro, proprio come in
una processione.
Le larve hanno sul dorso
peli urticanti che si staccano facilmente.
Questi peli sono muniti di
piccoli uncini e si attaccano sia agli uomini che
ai cani, provocando nei
casi meno gravi dermatiti alla pelle, e difficoltà a respirare se inalati.
I bruchi per ora hanno creato problemi anUbaldo Bungaro
ch ai cani.
Orlando e Fabrizio... Precipita dalla ringhiera
SEGUITI DALLA PRIMA PAGINA
La sede di Hair & Spa è ubicata al numero 12 della centralissima via Gramsci, nelle vicinanze della farmacia comunale. Con quest'importante iniziativa imprenditoriale, possiamo dire che Orlando e Fabrizio hanno fatto “centro”,
aprendo un negozio che ha tutte le buone promesse per avere successo.
Motociclista muore...
L'uomo, a bordo della sua potente Suzuki stava viaggiando
lungo la via Emilia in direzione di Lodi. Giunto all'altezza
di un distributore non distante dall'Esselunga di San Giuliano si è schiantato violentemente con una Fiat Punto, guidata da una 47enne di Melegnano che viaggiava nella stessa direzione.
Le condizioni del 39enne sono apparse subito disperate; è
morto in ambulanza mentre veniva trasportato all'Ospedale
Predabissi di Melegnano. Le forze dell'ordine, accorse sul
luogo per capire la dinamica e fare luce sull'incidente hanno posto sotto sequestro sia la moto che l'auto. Il sinistro di
lunedì scorso è l'ultimo di una lunga serie verificatisi nel
corso di questi ultimi anni lungo la via Emilia. Il violento
scontro di lunedì fa presumere che la causa principale è da
ricercare nell'elevata velocità, sicuramente della moto e anche dell'auto. I prossimi giorni chiariranno meglio la dinamica. Purtroppo c'è da registrare l'ennesima vittima.
Giovanni Abruzzo
Fermate quell’uomo..
che non possono conciliare, perché non sanno neppure di
aver preso la multa.
Questo strano personaggio spazia su buona parte dei quartieri della nostra città; da via Trieste fino a via Kennedy. Ci
risulta che i vigili sono stati avvertiti, ma che avrebbero fatto spallucce. Quest’uomo va fermato. Così non va; questa
persona fa danni notevoli non solo agli automobilisti, ma
anche alle aziende che investono migliaia di euro per le proprie campagne pubblicitarie.
lettale. Dal 2003 il teatro
viene programmato dalla
“Compagnia Gianni e Cosetta Colla”, storica compagnia di marionette.
LOCATE TRIULZI / Ferita bimba di 9 anni
Poteva avere serie conseguenze, anche tragiche, l'incidente avvenuto mercoledì
pomeriggio nella palestra di
via Milani a Locale Triulzi,
comune del Sud Milano.
Una bambina di nove anni è
precipitata dalla scalinata
che si trova all'esterno della
struttura sportiva. Utilizzando la ringhiera che delimita le scale, forse la bam-
bina ha perso l'equilibrio,
cadendo nel vuoto. Sul posto è subito intervenuta la
Croce Rossa di Opera, poi
un'automedica e l'elisoccorso che ha trasportato la piccola all'ospedale San Raffaele. Per fortuna non ha riportato gravi conseguenze,
ma solo tanto spavento da
parte dei genitori.
G.A.
Aggredito un 40enne
senza un perché
CARPIANO
Forse una rapina, forse altro dietro l'aggressione a 40enne
avvenuta venerdì sera a Carpiano, comune del Sud Milano. L'uomo, residente nel Cremonese, si trovava per motivi che sono tuttora al vaglio delle forze dell'ordine nelle
campagne a pochi metri dalla provinciale Binasca.
All'improvviso sono sono comparsi tre uomini, sembra a
volto coperto, che hanno iniziato a malmenarlo senza un
perché. I carabinieri di Melegnano stanno indagano su questa misteriosa aggressione. Fra i motivi, come detto, forse
una rapina, ma affiora anche quello della vendetta, legata a
uno sgarro. La zona è frequentata da prostitute. L'uomo,
trasportato all'ospedale Predabissi di Melegnano, ha rimediato dieci giorni di prognosi per contusioni.
G.A.
Memoria ad alta voce
IL PROSSIMO
NUMERO DE L’ECO
SARÀ IN EDICOLA
MERCOLEDÌ
9 OTTOBRE
Lo scorso 11 settembre il
Santo Padre ha ricevuto in
udienza i familiari delle vittime di casi giudiziari, “Vittime di Stato” (come si definiscono).
Tra loro c'era anche Domenica Ferrulli, figlia di Michele, l'uomo di 51 anni
morto il 30 giugno 2011 a
Milano per arresto cardiaco.
Papa Francesco riceve in
Vaticano la figlia di Michele Ferrulli, morto durante
un'operazione di polizia.
Al Papa abbiamo consegnato, racconta la donna, “una
cartelletta con dentro tutte le
morti di stato affinché lui
possa sapere che questi soprusi continuano ad aumentare, il nostro scopo è comune, speriamo che altre famiglie non si ritrovino a perdere i loro cari per colpa di
chi non è degno di indossare una divisa”. “Essere ricevuta dal papa e aver parlato
con lui è stata per me - racconta Domenica Ferrulli un'emozione grandissima,
un enorme onore”. “A lui ho
chiesto una preghiera per
tutte noi, per i nostri processi che sono processi molto difficili. Ho chiesto che i
nostri morti possano riposare in pace, fino ad oggi non
hanno ancora avuto giustizia, quindi non stanno riposando in pace e ne hanno bisogno”. Cristina Fabris
Le consulenze
al Centro Donna
SAN GIULIANO / Servizio di assistenza legale
Uno sportello specifico al Centro Donna (SpazioCultura,
piazza della Vittoria) fornisce consulenze in merito a mediazione famigliare, diritto di famiglia e diritto penale, consulenza psicologica, tecniche educative, riguardanti divorzi, separazioni, successioni, affitti di case ecc.
Un avvocato fornisce pareri legali in materia di maltrattamenti e stalking ai danni delle donne. La prima seduta è
gratuita. Per appuntamenti tel. 02/982 29 811-12, ore
8.30/18.30 da lunedì a sabato.
di Milano e Provincia
MILANO / “Accabadora” in Zona 3
Nell'ambito del progetto "Memoria ad alta voce", l'Associazione Familiari e amici di Fausto e Iaio onlus, ha portato in scena, domenica 22 settembre, “ L'Accabadora. Il processo". Due gli spettacoli – patrocinati dal Consiglio di Zona 3 e a ingresso libero - alle 16 primo e alle 21 il secondo, che hanno visto il teatro Campo Teatrale di via Cambiasi 10 tutto esaurito.
“Acabar”, in spagnolo, significa finire e in sardo “accabadora” è colei che finisce. Agli occhi della comunità, il suo
non è il gesto di un'assassina, ma quello amorevole e pietoso di chi aiuta il destino a compiersi.
Lo spettacolo scritto e diretto da Brunella Ardit mette in
scena lo spaccato di una realtà specifica e territorialmente
connotata che rimada all'umanità tutta e alla sottile linea intangibile che separa la vita dalla morte e la sorte dalla volontà, passando dalla tradizione all'etica. Cristina Fabris
Direttore responsabile
Roberto Fronzuti
Vice direttore
Giovanni Abruzzo
Consiglio di direzione
Domenico Palumbo,
Ubaldo Bungaro,
Giuseppe Torregrossa,
Osmano Cifaldi, Roberto Arioli
Coordinatrice di redazione
Serena Natale
Composizione e impaginazione
International Media - Milano
Tel. 02/36504509
Stampa
Seregni Cernusco Srl
Autorizzazione Tribunale
di Milano n. 383 - del 3-6-1988
Gli articoli firmati impegnano
esclusivamente l’opinione dell’autore. Gli articoli non firmati sono
attribuibili al direttore responsabile.
È assolutamente vietato fare fotocopie degli articoli
La riproduzione, anche parziale, degli articoli pubblicati,
a mezzo di fotocopie - o altro - è un reato perseguibile per legge
Eventuali trasgressioni verranno da noi denunciate
I disegni di Leonardo...
stOrIa e Cultura
OttObre 2013
IN ESPOSIZIONE ALLE GALLERIE DELL’ACCADEMIA A VENEZIA
E
3
Il cammino della conoscenza attraverso l’audacia dei suoi progetti
ssere a Venezia è sempre un’emozione. È
l’incredulità di questo
miracolo che risveglia memorie e meraviglie, è il concentrato d’alti “disegni” della mente che si concentrano
in palazzi,
calli, canali,
ponti e ponticelli, silenziose piazzette, chiese,
bottegucce
quasi nascoste, il tutto
di Osmano
galleggiante
Cifaldi
sulle acque
della laguna,
quasi per miracolo.
Venezia vista così, scandita
nei suoi tempi e nelle sue
ineguagliabili storiche ed artistiche vicende, non ha bisogno di palco nè di ribalta
per suscitare clamore interiore, quale espressione
squisita di cultura, naturalezza, verità.
La città lagunare rimane
nel pensiero e nel presente
anche quando ne siamo
lontani.
Fino al primo dicembre la
Serenissima mette in mostra
alle Gallerie dell’Accademia ben 52 disegni autografi del grande genio di Vinci.
25 rarità appartengono al
fondo dell’Accademia ed altre 27 provengono dalle
maggiori raccolte come gli
Uffizi – il Louvre – il Briti-
sch Museum. Con l’ausilio
di questa rassegna possiamo
seguire il cammino della conoscenza di un genio assoluto i cui disegni rappresentano i mezzi per la soluzione dei problemi delle leggi
fisiche, per creare macchine, congegni, edifici milita-
ri e civili, sperimentazioni,
gli studi sulle acque e sul
possibile volo umano, senza tralasciare l’arte della pittura con il “Cenacolo – la
Gioconda – la Battaglia
d’Anghiari”.
Ne sa qualcosa Ludovico
Sforza, detto il Moro, che lo
ospitò per circa un ventennio alla sua Corte in qualità
di uomo di scienza, ingegnere, inventore, uomo
d’arte.
“Omo senza lettere, sa bene
che la mente ha bisogno dell’occhio e della mano...” e
l’Accademia mostra in modo ben documentato in particolare “l’Uomo Vitruviano” ove le proporzioni numeriche sviluppano una magica armonia: “Tanto apre
l’omo nè le braccia, quanto
è la sua altezza...”
I disegni esposti sono veri e
propri mezzi per pensare e
risolvere problemi concreti,
vedi per esempio i suoi progetti nella Milano dei Navigli, del Duomo e del Castello Sforzesco.
I disegni rappresentano pure lo sforzo di un’accorta e
sottile mente umana superiore, rivolta ad escogitare
osservazioni e sperimentazioni, gli strumenti per rendere intelleggibile il mistero della natura ben sapendo
quanto il tempo rimane “...il
veloce predatore delle create cose...”.
Insomma una mostra unica
(t. 0415222247) da vedere e
da godere, ove la forza creativa di Leonardo s’unisce alla magia di Venezia costituendo, nell’insieme, una
potente energia attrattiva davanti al mistero dell’uomo e
del mondo universale.
Presso il quartiere Corvetto
sorge una grande statua di
Cristo benedicente, posta
sulla terrazza di via San
Dionigi. Nei pressi del palazzo d’epoca al numero civico 6, la statua sembra dare il benvenuto a chi entra in
città o di accompagnare con
lo sguardo chi, in senso opposto, si dirige all’abbazia
di Chiaravalle. Per gli abi-
La statua non è però in ottime condizioni: durante alcuni lavori dell’Aem per la
sostituzione di un lampione,
una benna ha troncato la
mano destra del Cristo, alzata in gesto benedicente.
Pare che i vigili di zona abbiano raccolto la mano e
portata in luogo sicuro. L’opera ha perso anche il suo
colore originale (risale al
rantire alle nuove generazioni. In Italia, il Cnel (Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro) e l’Istat
hanno già messo a punto il
Bes (Benessere equo sostenibile) che dovrà affiancare
il Pil.
Ora, qualunque sarà la mappa degli indicatori sui quali
i vari Paesi si accorderanno
definitivamente per confrontare le loro economie,
un dato è certo: sembra sempre più impellente un nuovo
modo di interpretare la felicità di un Paese. Un modo
di esistere che faccia appello a nuovi valori e principi
e che dovrà tener conto dei
mutamenti apportati dalla
crisi. Una crisi gravissima,
scatenata dal crac finanziario del 2008.
Per sintetizzare il dopo-crisi i politologi usano il termine “New Normal”.
Espressione efficace che
sembra alludere ad una ritrovata normalità. Ma si tratta di una normalità nuova,
alquanto ridimensionata rispetto al passato e con ritmi
di crescita più bassi rispetto
a quelli precedenti la recessione.
Così, tra slanci di ottimismo
e atteggiamenti diffidenti è
difficile immagare gli sviluppi futuri della nostra economia. Tutto fa pensare,
però, che saremo più cauti.
E forse più saggi.
tanti del quartiere è semplicemente “El Signurun”,
mentre nei paesi limitrofi è
conosciuto come “El Signurun del Milan”. Un tempo la
statua si affacciava sull’acqua: via san Dionigi, infatti, seguiva per un tratto il
corso della Vettabietta, oggi
ricoperta come la maggior
parte dei navigli milanesi.
Intorno alla statua si sono
create varie leggende che
ancora oggi si raccontano.
La più rinomata è quella del
ritrovamento della statua nel
torrente: gli anziani del
quartiere parlano ancora di
una profonda devozione e
ancora oggi si possono vedere piante fiorite lasciate
dai passanti o da qualche fedele, che si ferma per una
preghiera o per un momento di riflessione personale.
Seicento); oggi è stata restaurata (a parte la mano benedicente) ed è stata ricolorata. La sua posizione elevata fu studiata per fare in
modo che fosse vista da lontano, da quei pellegrini che
ritornavano dall’abbazia di
Chiaravalle. Entrando in
città avrebbero così ricevuto una benedizione per essere accolti a Milano.
Oggi si è perso tutto questo,
rimane soltanto una statua
che, ricolorata in tal modo,
sembra provenire da un bazar; il moncherino destro è
un altro simbolo non solo di
una mancanza di rispetto e
volontà, ma anche di una
Milano antica che va scomparendo a poco a poco, sotto lo sguardo indifferente
dei passanti, non più pellegrini.
Immaginando il dopo crisi...
Saccomanni ritiene che il peggio sia passato e si possa parlare di fine della recessione
di Francesca Piragine
Sui timidi tentativi di ripresa si stanno ormai esprimendo molti economisti. Il
ministro Saccomanni ritiene che il peggio sia passato
e che si possa parlare di fine della recessione.
Ad una ventata di ottimismo
a livello mondiale ha
senz’altro contribuito la dichiarazione del presidente
della banca centrale degli
Stati Uniti con l’annuncio,
per i prossimi mesi, di una
riduzione della politica monetaria espansionistica.
Sul fronte del Pil, anche se
la ricchezza continua a calare, i ritmi di decrescita sono inferiori rispetto ai periodi precedenti.
Da alcune parti si azzarda
addirittura l’ipotesi che l’in-
IL PROSSIMO
NUMERO
DE L’ECO SARÀ
IN EDICOLA
MERCOLEDÌ
9 OTTOBRE
dice, il cui calo è stato dello 0,2 nel periodo” aprile
–maggio –giugno”, possa
registrare valori positivi nel
terzo trimestre.
Anche gli analisti più positivi ci invitano, però, a con-
Il Pil non basta. Non è con
la sola ripresa del Pil che si
potrà parlare di aumento
del benessere né ancor meno di accresciuta qualità
della vita.
Il prodotto interno lordo, infatti, calcola la ricchezza
prodotta da un paese som-
Il ministro all’Economia, Fabrizio Saccomanni
siderare questi dati come segni di un cambiamento di
stagione che non deve far
pensare ad una ripresa veloce.
Infatti, con tutta probabilità
quest’ultima sarà lenta e faticosa. Ed è difficile pensare che la disoccupazione
non mostrerà ancora, nei
prossimi mesi, e forse anche
nei prossimi anni, il suo volto più drammatico e inquietante.
mando consumi, investimenti, spesa pubblica ed
esportazioni (al netto delle
importazioni), ma non tiene
conto di altri elementi come
l’ambiente, il progresso della sanità, la cultura, la qualità dei servizi.
Economisti e sociologi da
tempo ricercano un nuovo
indicatore che faccia riferimento a parametri diversi e
che tenga conto di un benessere reale da poter ga-
Gallerie Accademia
Venezia
Statua del Cristo
benedicente
LA MILANO NASCOSTA
di Daniele Colombi
Premiati i condomini virtuosi...
MIlanO rOgOreDO - CIttà stuDI
4 OttObre 2013
Presentati a Palazzo Marino i risultati di CartaVince 2013, la campagna per la corretta raccolta differenziata della carta
Al secondo posto la Zona 4 che si è aggiudicata un montepremi di 13mila euro, determinato in base alle dimensioni dello stabile
S
di Cristina Fabris
ono stati presentati a
Palazzo Marino i risultati di Cartavince
2013, la campagna per la
corretta raccolta differenziata di carta e cartone ideata da Comieco (Consorzio
nazionale recupero e riciclo
degli imballaggi a base cellulosica), in collaborazione
con il Comune di Milano e
Amsa Gruppo A2A.
Tra i complessi condominiali analizzati, 35 hanno dimostrato una particolare attenzione al rispetto delle regole previste per la raccolta
differenziata di carta e cartone – corretta esposizione
dei bidoncini; presenza di
cartone piegato/sminuzzato
e assenza di evidenti frazioni di rifiuti estranee nel bidoncino bianco; assenza di
carta e imballaggi cellulosici riciclabili nel sacco tra-
sparente della raccolta indifferenziata – e si sono aggiudicati un montepremi
complessivo di 77.000 euro
messi in palio da Comieco.
assegnato, seguita dalla Zona 4 con 13.000 euro aggiudicati e dalla Zona 9 con
12.000 euro, seguiti dai condomini “medi” (12 su 18 i
virtuosi), mentre i complessi più grandi hanno regi-
La Zona 5 si è aggiudicata il
titolo di “più virtuosa” di
Milano, con tutti e 6 i condomini estratti premiati e
14.000 euro di montepremi
strato il maggior numero di
“sviste” nel bidoncino bianco (8 su 18 i non virtuosi).
Questi i condomini premiati della Zona 4: via Giaco-
Nasce a Milano Rogoredo
“Scala F”, un nuovo spazio
destinato al coworking gestito dal network Cowo e
frequentano il nido attiguo,
favorendo lo svolgimento
delle attività lavorative dalle 8.00 alle 18.00.
ospitato all’interno della
cooperativa sociale Spaziopensiero, un open space di
100mq completo di postazioni di lavoro, wi-fi, servizi e cucina. La vera novità
del progetto rappresentata,
tuttavia, dall’attivazione del
co-nursing grazie al contiguo nido d’infanzia ‘Asilo
Bianco’ gestito dalla stessa
cooperativa.
Il fine del progetto è infatti
quello di agevolare i genitori lavoratori dei bimbi che
Dal 14 al 29 settembre è
possibile ricevere maggiori
informazioni sul progetto
Scala F presso lo stand di
Spaziopensiero durante la
Fiera della cooperazione, in
programma proprio a Rogoredo.
Il Comune di Milano, ricordiamo, si sta mostrando
molto sensibile a questi temi e tra le attività in progress vi sono, ad esempio, la
concessione di finanziamenti e spazi a costi agevo-
Festeggiato il patrono
della “Sacro Cuore”
Settembre, come da tradizione, il popoloso quartiere
di Ponte Lambro si trasforma in giornate speciali per
celebrare la festa patronale
della parrocchia “Sacro
Cuore”.
scope” per rendere pulito un
tratto del fiume Lambro lungo la via Camaldoli, per trasformarlo in un parco disponibile alle famiglie a ai
bambini del quartiere.
Particolarmente suggestiva
lati. Ma uno degli obiettivi
del Comune era creare soluzioni innovative superando
l’eccessiva burocrazia, spesso percepita come un ostacolo per i cittadini che vogliano dialogare con l’Amministrazione.
Una prima iniziativa è arrivata: i voucher da 1500 euro per i coworker che utilizzino gli spazi di coworking
mappati dalla Camera di
Commercio (si può presentare domanda per i voucher
in qualsiasi momento), un
incentivo per promuovere
l’utilizzo di una pratica innovativa.
Ma il Comune di Milano sta
facendo anche un lavoro significativo nel comunicare
questi progetti, a partire dall’assessore Cristina Tajani,
che spesso parla di coworking
e prende parte a iniziative per
dialogare con chi opera sul
territorio.
Insomma, il coworing a Milano prende sempre più piede, grazie al Comune e grazie ad idee brillanti come
quella di “Scala F”.
C.F.
La kermesse ha avuto inizio
con la manifestazione “straponte” promossa dal laboratorio di quartiere che ha
organizzato giochi per i ragazzi delle elementari e una
serie bellissima di iniziative
di aeromodellismo. Nei
la processione con la statua
del “Sacro Cuore”, organizzata dal parroco don Agostino Brambilla, che ha percorso le vie del quartiere.
La grande festa ha visto al
centro della sua manifestazione momenti ludici con le
giardini dell’oratorio sono
stati allestiti gazebo con prodotti tipici della nostra terra.
Per la gioia dei bambini sono stati posizionati gonfiabili, l’occasione anche per la
tradizionale pesca benefica.
Molto partecipata l’iniziativa “puliamo il mondo” alla
quale hanno partecipato numerosi volontari “armati di
danze etniche e religiose, il
concerto dei cantori della
parrocchia di Ponte Lambro,
diretto dal maestro Gianni
Lucarelli.
Il cielo costellato dal lancio
di colorati palloncini e i fuochi d’artificio hanno dato un
tocco di classe in più alla
grande festa.
Ubaldo Bungaro
A
Rogoredo
nasce
il
Cowo
Si spaccia
Si fa consegnare 800
euro da un’anziana
come
poliziotto
Mai e poi mai credere alle
persone, a ciò che dicono di
essere, a meno che non esibiscano un distintivo.
È molto facile essere circuiti e quando ci si accorge del
raggiro è troppo tardi.
Così è accaduto, lo scorso 18
settembre al mattino, a una
donna di 83 anni che si trovava nello scantinato del suo palazzo in via Passo Mendola.
Un uomo le si è avvicinato
e si è spacciato per un poliziotto. È stato capace di convincere la donna che stava
compiendo il proprio dovere. Infatti avrebbe dovuto effettuare alcuni controlli in
seguito a diversi presunti
furti avvenuti nell'edificio.
A quel punto la donna si è
fatta accompagnare in casa,
con la tranquillità di essere
scortata da un agente delle
forze dell’ordine.
L’uomo,una volta introdottosi nell’appartamento della anziana signora, è riuscito a impossessarsi di circa
800 euro in contanti ed è
scappato.
COPIE OMAGGIO
A ROTAZIONE
Le copie omaggio che settimanalmente vengono spedite per
posta hanno lo scopo di promuovere L’Eco e i suoi inserzionisti.
Il nostro indirizzario si rivolge
a 92.000 capifamiglia. La spedizione avviene a rotazione, nei
32 comuni di diffusione del
giornale. A tutti i lettori che
hanno apprezzato la copia
omaggio, rivolgiamo l’invito a
sostenerci comprando L’Eco
ogni settimana in edicola.
Comprate il prossimo
numero nelle edicole
PONTE LAMBRO / Allestiti gazebi di
prodotti etnici e gonfiabili per i bambini
mo Zanella 23, corso Lodi
22, via Alfonso Cossa 21,
via Dalmazia10, via Norico 1.
L’ammontare del premio per
ciascun condominio virtuoso è stato determinato in base alle dimensioni dello stabile (1.000 euro per i condomini con unità immobiliari inferiori a 15; 2.000 euro per i condomini con unità
immobiliari compresi tra 15
e 30; 4.000 euro per i condomini con unità immobiliari superiori a 30) e sarà
utilizzato per attività legate
alla raccolta differenziata o
per migliorie e manutenzione delle parti comuni come
rastrelliere per le biciclette,
aree verdi, aree gioco per i
bambini, aree dedicate allo
stoccaggio dei rifiuti, acquisto di sacchi per la raccolta
o interventi di miglioramento dell’efficienza energetica dello stabile.
Un nuovo spazio destinato ad agevolare i genitori che lavorano
Giornata mondiale per il cuore
Nelle sale un giro di prostituzione Il cardiologico Monzino ha messo a disposizione struttare e medici per la prevenzione
Chiusi cinema a luci rosse
Cinema a luci rosse sequestrati in tutta Italia: in
realtà erano bordelli dove ai clienti venivano offerte “prestazioni sessuali a pagamento” da “omosessuali, transessuali” o da “minorenni” e, in alcuni casi, anche da donne. I cinema a luci rosse
Ambra, Garden e Sempione di Milano (insieme al
Piave di Mestre, al Centrale di Genova e al Sarah
di Catania) sono stati chiusi nell’ambito di un’operazione ordinata dal gip Annamaria Zamagni, su
richiesta del pm Ester Nocera, in seguito alle indagini della Polizia locale di Milano che ha portato all’arresto di 3 persone. Nei cinema milanesi “le
prestazioni sessuali potevano svolgersi liberamente
in ogni luogo”: nella sala proiezioni, nei bagni o
anche nell’atrio. E “tutti i presenti all’interno delle sale”, scrive ancora il pm, erano a conoscenza
”degli atti di prostituzione” e ”svolgevano la mansione attribuita, al fine di fare ordinatamente realizzare lo svolgimento della prostituzione”.
Per la giornata mondiale per il cuore 2013, il centro cardiologico Monzino di Ponte Lambro ha organizzato, domenica 29 settembre, una manifestazione dal titolo: “Scegli la strada giusta per il
tuo cuore”.
La manifestazione vuole essere anche un impulso alla raccolta fondi per aiutare la ricerca per le
malattie cardiovascolari.
Per l’occasione, il Centro cardiologico Monzino
ha messo a disposizione le proprie strutture e i
suoi medici per la prevenzione delle malattie cardiache. La Fondazione Italiana per il Cuore è al
fianco del Centro cardiologico Monzino con lo
scopo di attivare una raccolta fondi destinata allo sviluppo della ricerca clinica e sperimentale,
per garantire ai ricercatori la possibilità concreta
di portare avanti il proprio lavoro, e supportare
un istituto di ricerca e cura altamente specializ-
zato e all' avanguardia. Obiettivo di questa collaborazione è quello di favorire il dialogo tra il mondo scientifico, i medici e i pazienti facendo sì che
le nuove scoperte della ricerca si traducano subito in nuove cure a disposizione dei clinici e possano essere trasferite al malato il più rapidamente possibile.
Le donazioni alla Fondazione Italiana per il Cuore, Ente giuridicamente riconosciuto n. 14.12.649,
sono interamente deducibili dalla dichiarazione
dei redditi. “Prendi la strada verso un cuore sano”: questo il tema della Giornata mondiale per
il Cuore focalizzato sulla prevenzione e il controllo della malattie cardiovascolari come approccio per tutta la vita. Particolare attenzione alle donne e ai giovani, perché un sano stile di vita fin da giovani serve a costruire la salute degli
adulti di domani.
U.B.
Ricette per una
città più sicura
PesChIera
La sicurezza urbana in cima alle priorità del sindaco
OttObre 2013
Il sindaco
Antonio
Falletta
La novità sarà l’affiancamento degli uomini della Polizia locale con l’unità cinofila
L
di Gianluca Stroppa
a sicurezza urbana in
cima alle priorità dell’amministrazione di
Antonio Falletta. Il primo
cittadino ha inteso fare il
punto della situazione su un
tema molto avvertito nella
sensibilità della comunità.
“Oggi Peschiera è una città
più sicura- esordisce Falletta- dopo quattro anni di lavoro nei quali abbiamo alzato il livello di guardia per
rendere le nostre frazioni sicure, vive e accoglienti”.
In effetti sono diversi i progetti che il primo cittadino
snocciola, significando con
essi il cambiamento che sta
interessando Peschiera.
“Abbiamo aumentato il rigore nei confronti di chi
non rispetta le regole- prosegue Falletta- e, con l’approvazione del nuovo regolamento di Polizia urbana,
abbiamo dotato la città di
uno strumento importante
per prevenire atti vandalici
e piccoli reati, mettere regole precise e tracciare una
linea verso una soglia sempre più alta della sicurezza
cittadina.
Abbiamo poi riorganizzato
il comando della Polizia lo-
cale verso un rapporto sempre più stretto con i cittadini, mettendo al primo posto
il controllo del territorio e il
dialogo con le persone”.
La “chicca”, se vogliamo,
in tema di sicurezza, è l’affiancamento agli uomini
della Polizia locale di un’unità cinofila, circostanza
che fa di Peschiera un “unicum” nel panorama dell’hinterland milanese.
“Xeno- racconta Fallettaoltre ad essere un ottimo cane antidroga è anche diventato la mascotte della città.
Sul piano operativo sta ottenendo grandi risultati e la
dimostrazione è il numero
di operazioni antidroga con-
cluse in modo brillante”.
Tra gli investimenti più
massicci infine c’è quello
connesso alla videosorveglianza: “A Linate, Bellaria
e S. Bovio- conclude il sindaco abbiamo installato telecamere dotate di black-list per identificare le auto sospette che circolano sul territorio.
Abbiamo potenziato il sistema di videosorveglianza
e stiamo realizzando al comando di via Carducci una
nuova centrale operativa
con la messa in rete delle telecamere per poter intervenire in tempo reale ed avere una mappatura del territorio”.
Simone, vero amico dell’ambiente
Un lavoro certosino, nella continua pulizia dell’ambiente in cui vive
L’ambiente ha un amico vero: Simone
Riva, il “turista spazzino” che perlustra il territorio in cui soggiorna e si
dedica alla sua pulizia. Il paladino del
verde, schierato a difesa della natura,
continua la sua azione seriale nei confronti della tutela dell’ambiente; da oltre vent’anni infatti coltiva un hobby
di grande valore sociale che prevede la
pulizia dei luoghi in cui soggiorna.
La febbrile attività ecologica di Simone, 40 anni, serve per contrastare intelligentemente quei comportamenti
inopportuni che adottano le persone
che inquinano.
Così, anche quest’anno, dopo aver speso gran parte delle vacanze a sanare
coste e scogliere bagnate dall’Adriatico, Simone è tornato a casa, a Peschiera e ha ripreso a pulire i territori
nei quali vive quotidianamente. Gli
ambiti dove si muove Simone riguardano infatti il Peschierese e le zone li-
Simone
Riva
mitrofe: dalla raccolta rifiuti all’interno dell’area di interesse naturalistico
del Carengione fino alla pulitura di
spazi cittadini, come il Parco della Pace, in cui continua a rinvenire mozziconi di sigaretta.
Stessa sorte per la pista ciclabile che
corre fino a Bettolino di Mediglia ai
bordi della quale giacciono plastiche
varie e pneumatici di ogni modello.
Una lotta contro i mulini a vento infinita, ma che non verrà abbandonata.
Al contrario, l’attività si è intensificata e altri fronti sono stati aperti.
Un lavoro certosino, che occupa parecchie ore del suo tempo libero, convogliato in grandi sacchi, successivamente smaltiti negli appositi vani della discarica. A Simone Riva, però, non
pesa più di tanto perché crede nella salvaguardia dell’ambiente e in quello
che fa, sebbene in piena coscienza riconosca che “lo scempio non finirà
mai almeno finché non verranno adottate misure più adeguate per controllare il territorio, quali l’installazione di
telecamere e l’introduzione di punizioni severe”.
G.S.
Progetto “Un pozzo per Andrea”
Uno spettacolo di danza moderna per raccogliere risorse per l’iniziativa
Venerdì sera (4 ottobre
n.d.r.) la comunità peschierese ha l’occasione di mostrare la propria generosità.
Presso il cine-teatro De Sica infatti andrà in scena uno
spettacolo di danza moderna allo scopo di raccogliere
risorse per il progetto “Un
pozzo per Andrea”, il giovane a tutti tristemente noto
per essere rimasto vittima di
un pirata della strada. La regia dell’evento è ascritta alla onlus romana “Vis” che
sta per Volontariato Internazionale per lo Sviluppo.
Tale organismo opera fin dal
1986 in circa quaranta paesi tra i più poveri del mondo, ispirandosi ai principi
cristiani ed in particolare al
carisma di don Bosco. I progetti che sostiene nella maggioranza dei casi hanno l’obiettivo di accogliere, educare ed istruire bambini ex
soldati, di strada, orfani o
abusati, oltre a formare professionalmente i ragazzi più
grandi. In seguito alle gravi
carestie che hanno colpito
l’Etiopia tra 2002 e 2003,
“Vis” decise di ampliare in
questo paese i propri settori
di intervento, affiancando,
alle ormai consolidate attività educative, azioni in ambito idrico-sanitario nelle
aree più colpite dalla siccità.
L’associazione ha così cominciato a contrastare concretamente la cronica emer-
genza idrica, resa ancor più
grave da congiunture climatiche particolarmente sfavorevoli. Oggi vengono costruiti pozzi nel ricordo di
Andrea che, come ricorda
sempre la madre Elisabetta
Cipollone, sognava espressamente di portare acqua in
quelle zone del pianeta che
soffrono per la mancanza
della stessa.
E sono già cinque i pozzi
realizzati oggi nella regione
etiopica di Gambella, grazie
ai quali 6.000 persone hanno accesso all’acqua potabile. Lo spettacolo di venerdì, adatto ad un pubblico
di ogni età, vedrà salire sul
palco quindici ballerine
coordinate dalla coreografa
peschierese Franca Stilo.
G.S.
A Galleria Borromea: obiettivo
è promuovere il benessere
5
Successo per la
Festa dello Sport
La rassegna promossa in
collaborazione con l’assessorato e la consulta per lo
Sport e Tempo libero del
Comune di Peschiera Borromeo.
Peschiera Borromeo in collaborazione con Il centro
commerciale Galleria Borromea Shopping Center ha
raccolto un alto consenso
inaspettato.
Inoltre, al 2° livello, erano
presenti aree ludiche quali,
il campo da minigolf, la parete per l’arrampicata, i simulatori di F1 e l’area ping
pong.
L’iniziativa “Festa dello
Sport a Galleria!” ha centrato l’obiettivo ambizioso
di promuovere sport, benessere e socialità, con l’intento di consolidare al contem-
La “Festa dello Sport a Galleria!”, pensata e realizzata
per promuovere il mondo
dello sport ed i suoi valori
etici, solidali e di fair play
dal 14 e fino al 22 settembre, ha visto protagonisti
po il legame con il territorio
di riferimento.
“Il programma della Festa
dello Sport ha dato spazio
alle realtà esistenti sul territorio che contribuiscono a
dare risposte alle esigenze,
esibizioni, corsi, tornei e
prove libere, che hanno permesso a tutta la clientela di
Galleria Borromea di avvicinarsi al mondo dello sport,
scegliendo tra una vasta
gamma di attività attrattive.
Presso la piazza Centrale di
anche socializzanti, di attività motoria e sportiva dei
cittadini locali” commenta
Diego Negretti direttore del
centro commerciale.
“Tutte le giornate della Festa sono state un’ occasione
imperdibile per far cono-
Galleria Borromea, la fantastica arena polifunzionale
Speedbol (attiva fino al 6 ottobre) dove è possibile divertirsi in avvincenti sfide e tornei di calcio e calcetto, hockey
su prato, tennis, basketball,
pallavolo e beach volley.
scere, in una maniera originale, divertente ed interattiva, a tutta la clientela di Galleria Borromea Shopping
Center l’ampia offerta di
sport che le tante associazioni garantiscono sul territorio”. Sabina Dall’Aglio
“Giornata della Gratitudine”
Omaggio ai tanti che prestano la loro disponibilità nelle situazioni di emergenza
C’era anche un piccolo drappello di volontari peschieresi a Milano in occasione della
“Giornata della Gratitudine”, organizzata nei
giorni scorsi da Regione Lombardia per rendere omaggio ai tanti che prestano la loro disponibilità nelle situazioni di emergenza vestendo le uniformi di Polizia locale e Protezione civile. Nella futuristica cornice di piazza Città di Lombardia, alla presenza del governatore Roberto Maroni e dell’assessore
regionale alla Sicurezza, Simona Bordonali, sono stati insigniti di benemerenze alcuni agenti lombardi che si sono particolar-
mente distinti per il loro operato. Successivamente sono state ricordate le organizzazioni di volontariato che hanno prestato soccorso in occasione del sisma che colpì la Pianura Padana nel maggio di un anno fa. Tra
esse, anche la Protezione civile di Peschiera Borromeo che ha visto tre dei propri uomini, Roberto Casati, Riccardo Pastorelli ed
Oreste Albarano operare per una settimana
nel campo sfollati istituito a S. Giacomo delle Segnate. In rappresentanza del Comune
ha presenziato alla cerimonia l’assessore alla Sicurezza, Donatello De Mercurio.
Scontro fra bande straniere
6
rOzzanO
OttObre 2013
Due sudamericani e due nordafricani hanno dato vita a una violenta rissa in via Franchi Maggi a Quinto de’ Stampi Coinvolte 5 persone
tra cui un bambino
N
Sul posto la pattuglia della radiomobile ha trovato i due uomini a terra doloranti e in stato di ebbrezza
di Ubaldo Bungaro
otte da incubo a
Quinto de’ Stampi
con bottigliate, pugni e calci fra nordafricani e
sudamericani.
E dopo l’aggressione anche
la rapina. L’ennesimo scontro fra bande straniere è avvenuto in via Franchi Maggi (angolo via Brenta).
Prima ne è nata una rissa
violenta: calci e pugni, soprattutto da parte dei due
nord africani nei confronti
dei sudamericani, che poi è
degenerata finendo a bottigliate.
A soccombere sono stati i
dei sudamericani, ricoverati al pronto soccorso dell’Humanitas dove sono in
osservazione, pur non essendo gravi. Più preoccupanti la condizione di un peruviano colpito al volto dai
vetri.
Immediatamente sul posto è
giunta una pattuglia del nucleo radiomobile della compagnia di Corsico, che ha
trovato le due vittime, doloranti a terra e in stato di ebbrezza. Sul posto è stata fatta intervenire anche una ambulanza della Croce viola di
Arrestati due pregiudicati e
un imprenditore con l’accusa di tentata estorsione in
concorso ai danni di un manager di una società commerciale.
I tre hanno minacciato l’uomo perché non interrompesse le trattative per l’acquisto di un terreno nel Piemonte: il gruppo non voleva più completare l’operazione (da 18 milioni di euro) per una serie di inadempienze del venditore.
Visto sfumare l’affare, il
proprietario del terreno, un
imprenditore di Nizza Monferrato di 59 anni, titolare di
una agenzia immobiliare,
aveva pensato bene di ingaggiare due pregiudicati siciliani per terrorizzare il ma-
nager responsabile dell’area
commerciale e legale del
gruppo e far concludere la
vendita.
Una brutta vicenda che ha
portato l’imprenditore in
carcere insieme ai complici,
due trapanesi di 56 e 63 anni, entrambi residenti in Piemonte e non affiliati alla
mafia.
Gli inquirenti sono riusciti
ad identificare i siciliani attraverso i filmati delle telecamere di sorveglianza nelle vicinanze dell’abitazione
del manager, che hanno immortalato l’uomo che lo ha
minacciato.
Ancora da scoprire, invece,
l’identità di altre due persone che avrebbero fatto da
copertura.
Rozzano. Ai carabinieri, i
due sud americani hanno
raccontato di essere stati aggrediti da due sconosciuti in
via Curiel. I due, che erano
scappati per scongiurare il
pestaggio, hanno poi rac-
contato ai carabinieri che
sono stati raggiunti di nuovo dagli aggressori in via
Maggi e rapinati. I due africani si sono impossessati dei
loro telefoni cellulari e di
vari effetti personali.
Giornata del Ciclamino
ALL’HUMANITAS CONOSCERE LA SCLERODERMIA
Anche quest'anno Humanitas, in occasione della XIX Giornata del Ciclamino promossa dal Gils – Gruppo
Italiano Lotta alla Sclerodermia- ha
aperto le porte ai visitatori per effettuare visite gratuite con capillaroscopia con l'équipe dell’Unità operativa
di Reumatologia e Immunologia -clinica.
“La capillaroscopia - spiega il prof.
Carlo Selmi, responsabile di Reumatologia e Immunologia clinica di Humanitas - è un esame strumentale
semplice e non invasivo, che consente di identificare le anomalie vascolari precoci della malattia attraverso
lo studio delle “pellicine” periungueali delle dita delle mani”.
Accusati di estorsione
Arrestati due pregiudicati e un imprenditore
La sclerodermia, chiamata anche
sclerosi sistemica (SSc) è una malattia rara, di tipo autoimmune cronica
che colpisce principalmente la cute
provocandone l’indurimento e l’ispessimento, ma può espandersi anche agli organi interni quali apparato
gastrointestinale, polmoni, reni e cuore (la fibrosi consiste nell'aumento del
tessuto connettivo in vari organi con
possibile danno di questi ultimi).
"Un segno caratteristico quasi costante - prosegue il prof. Selmi - è il
fenomeno di Raynaud, che si manifesta con un tipico pallore delle dita
delle mani, qualche volta anche dei
piedi, dovuto alla diminuzione dell'afflusso di sangue alle dita, seguito
in genere da un colorito bluastro e poi
rossastro e si accompagna, generalmente, ad una diminuzione della temperatura cutanea, a dolore ed ad alterata sensibilità”.
In Italia ci sono circa 70.000 malati
di SSc, soprattutto donne fra i 30 e i
50 anni d'età, ma può presentarsi anche in età fertile. Non è una malattia
ereditaria, ma è possibile trovare tra
i familiari un individuo affetto da altre malattie autoimmuni.
U.B.
Due auto distrutte e cinque
feriti in uno spettacolare incidente fra via Brenta e via
Maggi, dove è stato coinvolto anche un bambino di 5
anni. Due auto, la cui dinamica dell’incidente è ancora
al vaglio degli inquirenti, si
sono scontrate e una di queste si è ribaltata. Immediatamente sul posto sono intervenuti i soccorsi.
Per liberare i feriti sono intervenute due ambulanze
della Croce viola di Rozzano, un mezzo dei vigili del
fuoco di fuoco, oltre ad una
pattuglia della Polizia locale. Nonostante le auto distrutte, dagli abitacoli sono
usciti quasi tutti illesi; solo
due persone sono state portate al pronto soccorso dell’ospedale Humanitas per
accertamenti. Sempre in
città, un ciclista di 80 anni è
stato investito da un’auto.
L’uomo è stato soccorso e
trasportato al pronto soccorso dove è stato ricoverato. In
ospedale anche la donna
27enne alla guida dell’auto.
Bando per l’assegnazioni alloggi
Fino al 26 ottobre prossimo si può ritirare la modulistica per le case popolari
Aperto il bando 2013 per l’assegnazione degli alloggi popolari. La modulistica può essere ritirata fino al 26
ottobre prendendo un appuntamento al
numero verde del Comune
800.31.32.32.
Per partecipare al bando bisogna essere residenti o lavorare da almeno 5 anni consecutivi in Regione Lombardia
e possedere un reddito Isee non superiore ai 16 mila euro.
Fra i requisiti c’è anche quello di non
avere mai occupato una casa abusivamente e di non essere stati sfrattati per
morosità da alloggi di edilizia residenziale pubblica negli ultimi 5 anni.
Chi desidera presentare domanda deve inoltre risiedere o lavorare regolarmente a Rozzano o in un altro comune dove non siano stati indetti per
due semestri consecutivi bandi per
l’assegnazione di case popolari.
Chi proviene da nuclei familiari asse-
BREVI DAL TERRITORIO
In azione la banda dello specchietto Ancora incubo per la banda dello
specchietto che ha messo a segno numerose truffe nel Rozzanese negli ultimi giorni con uno dei più classici imbrogli. Questo il meccanismo: da
un’auto viene lanciato un sasso contro l’auto della vittima prescelta, in
transito. Poi l’inseguimento del truffatore che lampeggia e fa fermare la
vittima e mostrandole lo specchietto
della propria auto penzoloni, accusandola di averlo urtato. In realtà lo
specchietto dell’auto era già rotto. La
banda di truffatori opera principalmente nei confronti di donne e anziani per spillare qualche euro. La frase
per convincere le vittime a pagare è
sempre la solita: “Dammi quello che
hai in contanti perché se facciamo la
constatazione amichevole poi l’assicurazione ti aumenta di molto”.
E, così accade che, purtroppo, sono
ancora troppe le persone che ci cascano e spaventati, anche perché spesso i truffatori sono brutti ceffi, pagano. Per mettere in fuga i malfattori:
Dopo la rissa e la rapina, i
banditi se la sono data a
gambe, imboccando una
viuzza del quartiere Quinto
de’ Stampi riuscendo a fare
perdere le loro tracce nel dedalo di vicoli e vicoletti.
Grave
incidente
stradale
“chiamare il 112 e attendere i carabinieri o la polizia. I truffatori se la daranno a gambe”. Questo è il consiglio
che lanciano dal comando della Polizia locale rozzanese e dalla Tenenza
dei carabinieri. A Rozzano si sospetta che ad agire sia una banda proveniente dal vicino campo nomadi di
Gratosoglio.
Francesco Lupoli
Ripartono i corsi dell’Università
della Terza Età Con l’intento di corrispondere alle esigenze di tante persone appartenenti alla cosiddetta terza età ormai lontane dal mondo del lavoro e libere da impegni professionali, offrendo loro non soltanto nuovi interessi e stimoli intellettuali, ma anche occasioni di incontro e momenti
di socializzazione.
Questa opportunità è rivolta a persone anziane che desiderano arricchire
la propria cultura personale attraverso la partecipazione a lezioni che trattano vari temi di carattere storico, culturale, ambientale e di attualità.
I corsi e le attività culturali sono or-
gnatari di alloggi Aler, con situazioni
di morosità, si dovrà impegnare in un
piano di rientro dalla situazione debitoria. Esiste inoltre una riserva per gli
appartenenti alle Forze dell'Ordine.
La richiesta di alloggi popolari è sempre molto alta e anche quest’anno l'am-
ganizzati dal Comune di Rozzano e
dai Centri anziani in collaborazione
con Auser Milano Onlus. Le lezioni
sono tenute da ex docenti e al termine dei corsi viene rilasciato ai partecipanti un attestato.
Le iscrizioni sono aperte e si ricevono presso tutti i centri anziani della
città fino al 10 ottobre, giornata inaugurale. Il programma dell’anno accademico 2013/2014 è ricco di interessanti iniziative. Per informazioni info
800.31.32.32.
U.B.
Ripartono le attività motorie Ripartono le attività motorie per la grande
età. I corsi di ginnastica antalgica e
posturale, sono organizzati dal Comune in collaborazione con i centri
anziani e hanno lo scopo di prevenire
le patologie provocate dall'invecchiamento e di offrire una positiva occasione di socializzazione.
La durata dell'attività è prevista dal 30
settembre al 30 maggio, con frequenza bisettimanale nella fascia oraria
compresa tra le ore 8 e le ore 16.
ministrazione comunale si impegna al
meglio per supportare i cittadini nella
partecipazione al bando, dal ritiro della modulistica alla riconsegna.
Cresce il numero delle assegnazioni a
chi ha uno sfratto esecutivo da alloggi locati sul mercato privato, a testimonianza della crisi economica in cui
versa il Paese.
Ogni anno sono circa un centinaio gli
alloggi consegnati dal Comune ai cittadini entrati in graduatoria.
In base alla normativa vigente tutti i
nuclei familiari collocati in graduatoria 2012 ancora interessati, possono
rinnovare la domanda anche per il
2013 e segnalare le eventuali modifiche della loro situazione socio-economica come la nascita di un bambino,
la concessione dell'invalidità, l’esecuzione di uno sfratto oppure una sentenza di separazione.
U.B.
In Cascina Grande per conoscere
le associazioni sportive sul territorio
Festa dello sport
Una giornata di festa in Cascina Grande per conoscere
le numerose associazioni
sportive attive sul territorio.
Lo sport è sinonimo di benessere e qualità della vita.
La pratica sportiva favorisce
l’attività fisica e consolida le
relazioni sociali, ma svolge
indiscutibilmente un importante ruolo educativo nel delicato periodo di crescita e di
formazione dei bambini e
dei ragazzi.
Per promuovere la diffusione dello sport locale, il Comune ha organizzato la prima edizione della Festa dello Sport in Cascina Grande.
Un evento che vuole essere
un’occasione per tutte le associazioni sportive locali per
far conoscere le attività ed i
programmi della prossima
stagione. In città è possibile
praticare molte discipline sportive e sono oltre trenta le associazioni attive sul territorio.
Dal calcio al basket, dalla pallavolo al rugby, dal nuoto al fitness, dalle arti marziali alla ginnastica per la terza età.
Le associazioni presenti alla kermesse sportiva si sono
esibite in brevi dimostrazioni e hanno attivato un punto
informativo dove poter dare
i riferimenti e i programmi
della propria disciplina.
L’iniziativa è stata realizzata da Ama Sport in collaborazione con Comunità Nuova e la fondazione Candido
Cannavò.
Via Di Vittorio senza
un “centro prelievi”
san DOnatO
On line la protesta per locali adibiti a esami del sangue e di uno studio medico
È
Gli abitanti del popoloso quartiere costretti a rivolgersi al Policlinico per controllare il proprio stato di salute
di Domenico Palumbo
finita on line l’annosa mancanza di un
centro prelievi del
sangue in via Di Vittorio, su
facebook, dove un noto
personaggio politico, Antonio Marino, ex consigliere
comunale del Pdl di San
Donato Milanese, ha aperto una pagina specifica dedicata ai problemi del popoloso quartiere.
Il sito sembra essere abbastanza seguito e qualcuno
sta già pensando a una raccolta firme da inviare al sindaco Andrea Checchi. In
effetti nella lunga via, abitata da circa 7mila abitanti,
compresi i residenti di via
Parri, si sente la mancanza
di un centro prelievi dove
poter effettuare l’esame del
sangue richiesto dal medico di famiglia. La gente
protesta perchè costretta a
rivolgersi al Policlinico di
piazzale Malan per il controllo del suo stato di salute, facendo delle lunghe code. Il disagio dei cittadini
sarebbe facilmente evitato
se vicino casa ci fosse un
centro prelievi.
Un’altra questione non di
poco conto è pure la mancanza di un altro studio medico da affiancare a quello
A quasi un anno dalla sua scomparsa
la città ha premiato la sua prodigalità
Targa di merito
per Corigliano
già esistente. Anche questo
è finito on line, meravigliando i non residenti. “Un
solo studio medico non basta a soddisfare le esigenze
dei cittadini di via Di Vittorio e via Parri- afferma
Antonio Marino -per cui è
assolutamente necessario
provvedere al più presto
possibile.
Capisco perfettamente –
continua l’ex consigliere
comunale – che le varie
Amministrazioni comunali, quella attuale e quelle
passate, non hanno alcun
potere sulla volontà dei medici, in quanto liberi professionisti, però sono fermamente convinto che, fa-
cendo un po’ opera di persuasione e mettendo loro a
disposizione un locale apposito con un contratto
d’affitto a prezzo agevolato, è molto probabile che il
‘dottore’ accetti di ricevere
gli ammalati di questo
quartiere.
Mi risulta – aggiunge ancora – che il Comune in via
Di Vittorio ha alcuni immobili di proprietà comunale: perché non mettere almeno una stanza a disposizione del medico?”. Lo
stesso discorso, secondo
Marino, vale anche per il
centro prelievi per il quale
le persone da tempo si battono per ottenerlo.
OttObre 2013
7
La compagnia TcomeTeatro in scena
sabato 12 ottobre al cine-Teatro
“Sogno di una notte
di mezza sbornia”
Anche quest’anno la compagnia TcomeTeatro, Associazione culturale del comune di San Donato Milanese, si presenta al suo pubblico in occasione del mese
delle associazioni.
Questa manifestazione, che
ormai da sette anni è diventato un appuntamento fisso
con la cittadinanza, è organizzata dal forum delle Associazioni con il patrocinio
del Comune di San Donato
Milanese.
Immagine di repertorio della
compagnia TcomeTeatro
di mezza sbornia” 3 atti di
Eduardo De Filippo.
Si tratta di una commedia
brillante che si muove a
metà strada tra sogno e
realtà, portando in scena i
vizi e le virtù della gente comune.
Lo spettatore ha sicuramente spunti per divertirsi, ma
al tempo stesso ha motivo
per riflettere sulle piccole
sofferenze e sulle gioie di
ogni uomo.
La rappresentazione si terrà
Come ogni anno, per il mese delle Associazioni viene
individuato un tema, al quale si ispirano le Associazioni che partecipano al Forum
per realizzare i loro lavori.
Il tema di quest’anno è “Il
doppio: sogno o realtà”.
La commedia che TcomeTeatro propone su questo
tema è “Sogno di una notte
sabato 12 ottobre ore 21.00,
presso il cine-Teatro San
Donato – piazza Pio XII alla Pieve.
Gli attori della compagnia
TcomeTeatro si augurano
di offrire agli amici, che
speriamo partecipino numerosi, una serata all’insegna dell’ allegria e spensieratezza.
Non più il suk nell’area della M3 alla domenica mattina. Il sindaco di San Donato Milanese, Andrea Checchi, aveva chiesto al suo
collega di Milano, Giuliano
Pisapia, di spostare il variopinto mercatino domenicale degli extracomunitari e di mandare via
gli ambulanti abusivi
dalla zona esistente fra
i due comuni confinanti, causa di continui malumori dei residenti di
via Kennedy e dintorni,
che si vedevano sopraffatti dallo spaccio di
droga e affini.
Pisapia aveva accolto la
richiesta e un paio di
mesi fa aveva disposto
l’annullamento dell’uso dell’area in questione.
Gli ambulanti, perdipiù nordafricani molti dei quali non
in regola con i permessi,
erano stati invitati ad esporre la loro merce nell’area di
piazzale Alessandrini, zona
Corvetto.
Una decisione che, a quanto pare, non è piaciuta ai
venditori, che da anni sono
abituati a recarsi alla stazione della metropolitana sandonatese per vendere la loro merce.
Il bazar, il mercato tipico
dell’Africa settentrionale,
era oramai diventato un’abitudine per gli espositori.
Domenica 22 settembre, poco prima delle 10, un centinaio di loro ha tentato inu-
tilmente di occupare, come
avveniva un tempo, l’area in
questione, ma sono stati allontanati dalla Vigilanza urbana di Milano e San Donato, con l’ausilio della Polizia stradale. Gli ambulanti
Non più il suk di
domenica al metro
Alcuni ambulanti volevano occupare l’area
Non poteva non essere altrimenti, dopo il premio al lavoro di Regione Lombardia,
ora è toccato all’Amministrazione Comunale, nel corso della festa del Patrono, ricordare la memoria dell’imprenditore sandonatese Angelo Corigliano, con una targa e una menzione speciale.
La città può essere fiera di
aver avuto cittadini che si
sono prodigati per lo sviluppo del territorio e del lavoro, un gesto di generosità
estremo che ha colpito l’opinione pubblica di tutta Ita-
lia con il suo manifesto e testamento, apparso sulla
stampa nazionale nell’ottobre 2012, pochi giorni prima
della sua prematura scomparsa.
Cinquanta meno uno uguale infinito; come infinita è
stata la generosità di Angelo fino alla fine, quando
conscio che la vita lo stava
abbandonado, ha voluto
guardare al futuro della sua
azienda promettendo di assumere giovani a tempo indeterminato e dare un segnale al mondo dell’im-
prenditoria, in un momento
di crisi economica.
A quasi un anno dalla sua
scomparsa, la sua città lo ha
premiato e lo ricorderà per
quello che ha dato e fatto per
essa. A ritirare il premio la
moglie Giusy e i due figli.
Presenti alla cerimonia, il nipote Salvatore Stomeo, parenti ed amici.
Sabina Dall’Aglio
L’anno scorso, rompendo la
tradizione, la Festa per il Patrono di San Donato Milanese era iniziata di sabato
raddoppiando la durata.
Quest’anno i giorni di festa
sono ulteriormente raddoppiati, passando da due a
quattro giorni, da giovedì 19
a domenica 22 settembre,
con una veste rinnovata.
L’edizione 2013 è stata all’insegna della cultura e del
divertimento.
Si è iniziato giovedì 19 in
Cascina Roma con la presentazione del libro di Francesco Zingoni, “Forte come
l’onda è il mio amore”, e
proseguito venerdì 20 in
piazza San Donato dove è
avvenuta l’esibizione al pianoforte di Paolo Ceccarini
nel contesto di un’originale
sintesi di musica, recitazione e giochi di luce, il tutto
basato sull’improvvisazione. Il musicista sandonatese
ha suonato in qualità di so-
lista con l’orchestra sinfonica della Rai. In festa anche
il mondo del volontariato locale, che ha proseguito la
rassegna da venerdì 27 a domenica 29 settembre con un
concerto di musica classica
e canto lirico in Cascina Roma e una cena di solidarietà
al centro parrocchiale di via
Veneto.
“Il volontariato genera cambiamento e coesione sociale”, sintetizza l’assessore alle Politiche sociali, Gianfranco Ginelli.
La programmazione culturale si è chiusa sabato 21
con due eventi, il tradizionale vernissage del Mese
delle Associazioni, sempre
in Cascina Roma, che ha visto il coinvolgimento dei
principali gruppi associativi
della città e l’inaugurazione,
davanti al municipio, della
“Piccola casa delle parole”,
primo rifugio cittadino per
lettori e scrittori.
In contemporanea in via Libertà, affollata di gente ad
ammirare le eleganti vetrine
dei negozi e fermarsi alle
bancarelle, è… scoppiata la
festa vera e propria.
Il “bazar” della centralissima via esponeva bancarelle
di hobbistica e artigianato e
gli stand delle associazioni
locali di volontariato e sportive. La performance di live
painting, poesie di strada,
street art e animazione in diretta con lo staff di Twenty
Radio, ha attirato molti giovani e bambini sul piazzale
del posteggio attiguo.
La domenica si è aperta con
una mostra, con relativa sfilata in via Martiri di Cefalonia, di auto e moto d’epoca della scuderia Legend
Cars.
La santa Messa presso la
chiesa parrocchiale, alle ore
10, a cui hanno partecipato
le autorità comunali, militari e sociali, è stata seguita in
municipio dalla consegna
delle Targhe di riconoscenza e premiazione del personale comunale con 25 anni
di servizio. Nello stesso
tempo in via Libertà, l’Associazione Athena proponeva laboratori creativi per
bambini, precedendo l’appuntamento con il ballo avvenuto nel pomeriggio.
Il gran finale della Festa patronale, dopo la processione
religiosa delle ore 18.45, avveniva con la divertente esibizione di Max Pisu, il noto
comico di punta della squadra di Zelig.
“Avevamo preparato una
ricca programmazione di
eventi per soddisfare tutti i
gusti e tutte le esigenze”, ha
commentato il sindaco Andrea Checchi, in coda, come
un avventore qualsiasi, insieme ad alcuni assessori,
alla cassa di uno stand per
chiedere un panino.
D.P.
I 4 giorni della Festa patronale
GRAN FINALE, DOMENICA 22 SETTEMBRE CON L’ESIBIZIONE DI MAX PISU
hanno quindi ripiegato sulla Paullese dove con i loro
autoveicoli hanno bloccato
la statale per un paio d’ore
nel tentativo di ottenere
l’autorizzazione ad accedere all’area M3. Per precauzione era stato chiusa anche
la tangenziale, all’altezza
dell’ingresso di San Donato. Una situazione che poteva diventare incontrollabile
e pericolosa da un momento all’altro. Fortunatamente,
intorno alle 13, i manifestanti, visti gli inutili tentativi di ottenere ciò che chiedevano, hanno abbandonato le strade, probabilmente
diretti verso piazzale Corvetto, lasciando tranquilla
D.P.
l’area sandonatese.
“Alziamo lo sguardo”
sulla Festa in Città
8
san gIulIanO
OttObre 2013
Domenica prossima, dopo la Messa solenne, in programma mostre, spettacoli e una sfilata di moda
Grazie alla sinergia tra Comune, parrocchie e associazioni, la manifestazione è diventata un’occasione molto attesa
M
di Domenico Palumbo
ostre, spettacoli, dibattiti, concerti,
tornei sportivi, momenti di riflessioni ecc.
È questo il programma complessivo della tradizionale
Festa in Città che quest’anno è associata al messaggio
religioso “Alziamo lo sguardo”. Domenica prossima, 6
ottobre, ci sarà il clou della
manifestazione, la parte centrale del programma, con
molti eventi che si sviluppe-
ranno massimamente nel
centro cittadino e vie limitrofe. Le bancarelle saranno
certamente le più “seguite”
da grandi e piccini. La Festa
è iniziata il 5 settembre con
un concerto di musica classica alla parrocchia di Zivido, e finirà alle 23.30 di domenica 13 ottobre ai Giardini Campoverde con i fuochi
d’artificio musicali fatti
esplodere al termine della
Festa di S. Eufemia.
“La Festa in Città rappresenta la nostra storia e la nostra identità, noi sangiulianesi ci identifichiamo in essa”, esclama l’assessore alla
Cultura, Maria Morena
Lucà, che segue di persona
lo svolgersi degli eventi.
Grazie alla sinergia tra Comune, parrocchie e associazioni, la manifestazione è diventata un evento annuale
molto atteso anche da fuori
del territorio. Molta gente arriva da San Donato, Peschiera e Melegnano per
muoversi tra i gazebo degli
ambulanti e godere un gelato comodamente seduta a tavolino davanti ai bar di piazza Italia, via Turati, nelle due
piazze della Vittoria e Di
Vittorio, e al Parco Nord.
Il tutto esaurito nei locali è
assicurato, facendo la gioia
dei commercianti. Difficile
spostarsi da un punto all’altro senza spintonarsi tra la
folla. Per tutta la giornata di
domenica 6, nelle vie e piaz-
ze del centro ci saranno
esposizioni artistiche e artigianali, iniziative delle associazioni, spettacoli per
bambini ecc.
Al Centro Donna verranno
esposti i lavori realizzati dalle corsiste.
Si dice Festa in Città, in
realtà è quella che in altri posti chiamano Festa patronale. Alle 10 nella chiesa di
San Giuliano Martire, sicuramente gremita al massimo,
verrà celebrata la Messa solenne della Madonna del Rosario con la partecipazione
delle autorità comunali, militari e sociali. Alla sera, ore
21, ci sarà la processione religiosa che si snoderà da
piazza della Vittoria alle vie
attigue.
Alle 15 i bambini potranno
divertirsi con lo spettacolo a
loro dedicato preparato da
Claro e i Compagni di Strada, seguito da un concerto
dei Sound 93. Momento importante alle 17 con la citta-
Vedere fra uno stand di frutta e verdura, di abbigliamento o di scarpe, anche un
piccolo banchetto con la domanda d’iscrizione alla
scuola d’italiano rivolta agli
stranieri, non è proprio
usuale. Anzi, è straordinario
e sicuramente lodevole.
È successo al mercato del
sabato a Campoverde dove,
vicino alla fontana, tra una
bancarella e l’altra, in mezzo alla gente, è collocato un
tavolino e uno striscione con
le fotografie a colori degli
studenti stranieri che hanno
partecipato al corso negli
anni scorsi.
A distribuire i moduli d’iscrizione ai passanti sono tre
personaggi che non hanno
certamente bisogno di presentazioni, Stefano Sportelli, Paolo Rausa e Aniello
Santaniello, due insegnanti
e un istruttore di scuola guida. “Lo facciamo per spirito di solidarietà verso coloro che hanno difficoltà a
parlare la nostra lingua”,
chiarisce Sportelli.
L’ex vicepreside della Milani non ha alcuna soggezione a fermare una donna filippina e chiederle se vuole
iscriversi al corso. Arriva
anche una egiziana e questa
volta è Paolo Rausa, professore di Italiano e Latino, a
bloccare la passante usando
la nostra lingua, non quella
degli antichi romani.
Aniello Santaniello guarda
incuriosito, ma poi anche il
titolare dell’autoscuola GM
di via Giovanni XXIII si
adegua alla situazione spiegando come stanno le cose.
La scuola d’italiano per stranieri è organizzata dal Comitato Serenella, guidato
dall’attivissimo presidente
Giancarlo Piano, sempre attento ai problemi degli immigrati, con l’ausilio degli
altri attivisti, Antonio Mollica, Ettore detto il Factotum
per il suo grande dinamismo, lo stesso Santaniello
ecc. Le lezioni si terranno
nei locali del Luogo Comune di piazza Alfieri a San
Giuliano Milanese due sere
alla settimana, martedì e
giovedì, dalle 21 alle 23.
Nel maggio scorso il sindaco Lorenzano ha premiato i
più meritevoli fra i partecipanti del passato anno scolastico. Le iscrizioni si ricevono il lunedì sera e il sabato pomeriggio.
“Abbiamo già raccolto una
trentina di iscritti e altri ne
Corso d’italiano
al ... mercato
Promosso dal Comitato Serenella per gli stranieri
dinanza onoraria data ai ragazzi nati in Italia da genitori stranieri. Poco dopo in
Sala Previato avverrà la premiazione dei cittadini benemeriti con l’intervento del
sindaco Alessandro Lorenzano, che spiegherà le motivazioni della civica benemerenza.
Molta attesa è la sfilata di
moda maschile e femminile
che sempre attira centinaia
di ragazze e ragazzi intorno
alla passerella che quest’anno verrà aperta in piazza della Vittoria, alle ore 17.
La parata delle modelle, bellissime ed eleganti, è a cura
dei quattro negozi di abbigliamento di San Giuliano,
Valentina Boutique di via
Giganti, Punto Zero e Punto
Zero 2 di via Fratelli Cervi e
via Roma, Angolo 33 di via
Trieste, e Castelli arredamenti di via Labriola, a Borgolombardo.
Anche qui difficilmente si
troverà un posto a sedere e
Stefano Sportelli,
Paolo Rausa e
Aniello Santaniello
arriveranno”, assicura Sportelli.
moltissime persone rimarranno in piedi a vedere sfilare le ragazze in passerella.Gli applausi però saranno
ugualmente garantiti.
La rassegna degli spettacoli
proseguirà mercoledì 9 ottobre con lo spettacolo teatrale all’Ariston “Andrea Lumaga: trasporti rapidi”, della compagnia amatoriale
sangiulianese “I Semper
Giuvin”.
Il ricavato dell’incasso sarà
devoluto all’Associazione
italiana Ricerca sul cancro.
Giovedì 10 alla biblioteca di
via Lombardi, a Sesto Ulteriano, verrà rappresentato
“Aperitivo in Giallo” con
l’intervento di G. Veltri, autore del libro “La dimora del
Santo”. Al Parco della Quercia, in via Risorgimento 27,
sabato 12 e domenica 13 ci
sarà la XVII edizione della
Festa di S. Eufemia a cura
dell’omonimo centro culturale. Quindi gli spettacolari
fuochi d’artificio musicali.
L’inizio del corso è fissato
per martedì 1° ottobre. D.P.
Punto Inps in municipio
MelegnanO
9
Distaccamento dei
vigili del fuoco
OttObre 2013
Ufficialmente aperto, sito al pianterreno, tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.00 In città il presidio è istituito dal 1994
Si archiviano i malumori e i disagi suscitati in città dopo la chiusura della sede storica
È
di Gianluca Stroppa
stato ufficialmente
aperto, alla presenza
tra gli altri del direttore provinciale dell’area
metropolitana milanese, Sebastiano Musco, il nuovo
sportello Inps collocato all’interno del palazzo municipale di piazza Risorgimento.
L’ufficio, sito al pianterreno, osserverà un’apertura
mattutina, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 a mezzogiorno oltre ad un turno pomeridiano (il martedì) dalle
14.30 alle 16 che comprenderà anche un’attività di
consulenza su appuntamento.
Tale servizio verrà reso utilizzando tre unità lavorative, scelte a rotazione fra il
personale proveniente dalla
ex agenzia di Melegnano.
Lo sportello avrà carattere
territoriale poiché ad esso,
oltre agli utenti locali, potranno rivolgersi i cittadini
di Carpiano, Vizzolo Predabissi, S. Giuliano Milanese,
Colturano, S. Zenone al
Lambro, Cerro al Lambro,
Dresano, Mediglia, Paullo,
mori e i disagi suscitati in
città dalla chiusura della sede storica di via Martiri della libertà. Anche il governo,
in estate, sollecitato in me-
Il municipio dove all’interno è stato
collocato il nuovo punto Inps
S. Colombano e Tribiano.
L’apertura del punto Inps archivia finalmente i malu-
rito da un’interrogazione del
deputato leghista Marco
Rondini, aveva spiegato i
successioni, diritto assicurativo e responsabilità civile, risarcimento del danno,
diritto della circolazione
campo d’applicazione civile (contenziosi, assicurazioni, rapporti di vicinato, distanze tra costruzioni…) e ,
stradale, proprietà e diritti
legali, rapporti di condominio e locazioni.
Questa tipologia di consulenze si è ultimamente ampliata ad altri settori del diritto vigente, soprattutto il
da sottolineare, le pratiche
discriminatorie sul posto di
lavoro e nelle società, fenomeni di mobbing compresi,
oltre all’utilizzo delle leggi
riguardanti la conciliazione
dei ruoli parentali e del la-
motivi alla base dell’abbandono dell’edificio in zona
stazione.
Il viceministro Cecilia Guerra chiarì che “… l’Inps ha
fatto sapere che, dopo aver
analizzato l’assetto territoriale dei servizi e valutato le
esigenze dell’utenza di riferimento, ha proposto la chiusura e la trasformazione dell’agenzia in parola ‘Punto
Inps’ con il conseguente assorbimento, da parte dell’agenzia di Milano-Corvetto,
del bacino di utenza appartenente all’agenzia in questione. È stato proposto,
inoltre, il trasferimento delle unità lavorative occupate
a Melegnano presso la sede
di Milano Corvetto. L’Inps
ha precisato che su tale questione il Comitato provinciale ha espresso unanime
parere favorevole”. Ciò che
più conta è che l’Inps manterrà immutato il presidio dei
servizi sul territorio senza
comprometterne la qualità in
termini di funzionalità, accessibilità e prossimità all’utenza.
Servizio consulenza legale gratuita
L’incarico di assistenza legale è stato conferito all’avvocato Veronica Cella
Il Comune ha conferito incarico all’avvocato Veronica Cella per lo svolgimento
di un servizio di consulenza
specialistica ed assistenza
legale a favore dei cittadini
residenti.
L’amministrazione di piazza Risorgimento ha così
chiuso il cerchio aperto a fine giugno allorché venne
manifestata l’intenzione di
riproporre uno Sportello di
consulenza legale gratuita,
consistente nell’attività di
prima assistenza ed ascolto,
di pareri orali per la soluzione dei problemi, nonché
per chiarimenti ed approfondimenti su leggi e
procedure, relativamente alle materie rientranti nel diritto di famiglia e nelle materie giuridiche di ordine generale.
La sfera delle competenze è
naturalmente variegata, spaziando tra diritto di famiglia,
voro di cura con gli obblighi
professionali.
Particolare rilievo viene anche posto nel portare a conoscenza degli utenti le modalità semplificate di accesso alle soluzioni extragiudiziali, che l’utente può governare autonomamente,
con accesso all’assistenza
legale a spese dello Stato.
Resteranno invece escluse
dal servizio di consulenza
gratuita l’eventuale attività
giudiziale e stragiudiziale,
la stesura di atti, la redazione dei contratti, le conferenze di trattazione orali e
scritte con la parte e la controparte.
Entro i termini stabiliti dall’avviso di ricerca emanato
dal Comune sono pervenute due manifestazioni di interesse a ricoprire l’incarico
e l’opzione comunale ha
premiato l’avvocato Cella.
G.S.
Il Comando provinciale di Milano, nella prospettiva di
procedere all’attivazione (in forma “mista” o “volontaria” lo si deciderà più avanti) del distaccamento dei vigili del fuoco a Melegnano, ha promosso la scorsa settimana una ricognizione tra personale volontario e permanente, interessato a prestare servizio in tale sede. Il presidio
melegnanese, forse non tutti lo sanno, è stato formalmente
istituito nell’ormai lontano 1994, ma da allora non è mai
entrato in funzione.
Un presidio esiste in pratica solo sulla carta visto che nella distribuzione nazionale, tra l’altro, non è mai stato assegnato il relativo organico.
E questo anche perché, fondamentalmente, non disporrebbe oggi di una sede, che nelle intenzioni manifestate
da tempo dagli organi competenti dovrebbe in futuro sorgere nei pressi degli svincoli autostradali.
Gli interessati hanno inoltrato le loro istanze all’Ufficio
segreteria del Comando in via Messina (i termini scadevano il 28 settembre) e nei prossimi giorni si passerà al
vaglio delle stesse.
G.S.
Nella “morsa” delle bici
10
MelegnanO
OttObre 2013
L’amore per le due ruote è un dato di fatto consolidato, a certificarlo il sondaggio dell’Abici Fiab
Sono attesi gli sviluppi del Pgt che aumenterebbero i chilometri di pista ciclabile a 22
U
di Gianluca Stroppa
na vera e propria vocazione ecologica
per le due ruote. Nonostante la vita dei ciclisti
non sia affatto facile in una
città congestionata dal traffico, l’amore dei melegnanesi per la bicicletta è un dato di fatto consolidato.
A certificarlo una sorta di
sondaggio informale organizzato dall’Abici-Fiab in
occasione della “Settimana
europea della mobilità ciclabile”.
L’associazione, presieduta
da Giulietta Pagliaccio, ha
raccolto i dati sul passaggio
delle biciclette nel cuore di
Melegnano, ovvero ai quattro varchi d’accesso di via
Predabissi, Zuavi, Marconi
e Dezza; il tutto nelle sei ore
comprese fra le 7.30 e le
13.30.
“In queste sei ore- ha rilevato Pagliaccio dati alla mano- sono transitate dai varchi oltre 3.200 biciclette. È
una quantità non indifferente che non fa altro che consolidare un trend acquisito
da tempo”. Nel dettaglio,
sono passate 966 bici da via
Zuavi, 831 da via Dezza,
709 da via Marconi e 707 da
via Predabissi. “Nelle prime
due ore- prosegue la presidente Fiab- i movimenti sono riconducibili a lavoratori e studenti, diretti in gran
parte alla stazione.
Giulietta
Pagliaccio
Non a caso abbiamo contato poi oltre 250 biciclette lasciate attorno a piazza 25
Aprile. A metà mattinata invece comincia il flusso del-
le persone che si spostano
per raggiungere i negozi del
centro”.
La soddisfazione per i numeri espressi dal censimen-
to induce l’associazione a
tornare alla carica nei confronti della municipalità:
“La città va caratterizzata
sempre più per la sua mobilità sostenibile- conclude
Pagliaccio- con misure idonee per la sicurezza di chi si
sposta in sella ad una bicicletta”. Gli amanti delle due
ruote attendono con fiducia
lo sviluppo delle previsioni
del Pgt che porterebbero gli
attuali chilometri di percorsi ciclabili da poco meno dei
sei attuali a ben ventidue.
Alcune opere ad esempio
già si intravedono come nel
caso dell’ex area Enel e della tangenziale est esterna
che prevede interventi sulla
mobilità ciclabile a carattere compensativo.
Più posti auto al Predabissi
Un intervento atteso dalle migliaia di utenti dell’ospedale
Dopo tante promesse ed altrettanti
rinvii, che facevano dubitare delle
reali intenzioni, ha visto la luce il nuovo parcheggio dell’ospedale Predabissi.
Un intervento a lungo atteso dalle migliaia di utenti che afferiscono al presidio sanitario e che per anni, ogni
mattina, hanno dovuto lottare e perdere tempo alla ricerca di uno stallo
libero prima di una visita specialistica o un esame ambulatoriale.
Ora i 350 nuovi stalli, destinati, per
chiarezza, al personale dipendente
dell’ospedale, libereranno decine di posti che renderanno sicuramente meno affannosa la
ricerca per i visitatori ed i pazienti; anzi l’auspicio è ora di
veder sparite le lunghe colonne di auto in sosta selvaggia e
precaria lungo la Pandina, ma
se il risultato sarà conseguito
lo si vedrà solo in prospettiva.
Il nuovo parcheggio è stato ufficialmente aperto pochi giorni fa nel corso di una cerimonia pubblica alla quale hanno preso parte i dirigenti del no-
L’Amministrazione ha accolto tutte
le richieste d’iscrizione agli asili
È ufficiale, non ci
sarà un nuovo nido
Non ci sarà una nuova
struttura per la prima infanzia a Melegnano.
L’amministrazione di Vito
Bellomo ha atteso che fossero accolte tutte le richieste di iscrizione agli asili
nido comunali per ritenere
così di poter tranquillamente differire nel tempo
la realizzazione di una
nuova struttura educativa.
A tempo debito, dunque,
saranno fatte nuove valutazioni sulla base delle necessità e della sostenibilità
economica in merito alla
gestione.
La giunta di piazza Risorgimento ha riportato all’attenzione il Programma integrato di intervento (Pii),
socomio Sudmilanese e gli amministratori comunali di Vizzolo e Melegnano. L’impegno intanto è quello di
portare ad un migliaio i posti a disposizione.
G.S.
relativo alle aree situate tra
le vie Fermi e M. Luther
King, adottando una variante allo stesso.
La convenzione, stipulata
con i gruppi immobiliari
per la trasformazione urbanistica della zona, prevede la realizzazione di un
comparto residenziale con
l’obbligo in capo agli operatori di realizzare sia opere di urbanizzazione primaria sia opere da eseguirsi come infrastrutture di interesse collettivo, tra le
quali un asilo nido da cedere al comune oltre ad interventi vari di riqualificazione viabilistica tra le vie
Emilia, Carmine e Montorfano per un importo di
1.200.000 euro.
La struttura per l’infanzia,
secondo quanto prospettato dalla convenzione,
avrebbe coperto 300 mq di
superficie e sarebbe costata 600.000 euro, aprendo
alla possibilità di ospitare
trenta piccoli.
Tuttavia, sistemata ora la
questione delle presenze ai
nidi cittadini, l’amministrazione ha chiesto ed ottenuto dagli operatori la
possibilità di incamerare i
600.000 euro (più altri
35.000 per spese tecniche),
comunque dovuti per
adempimento convenzionale.
G.S.
Tribunale per la Tutela della Salute
IN DIFESA DELLE VITTIME DELLA MALASANITÀ
(È POSSIBILE AGIRE ENTRO I 10 ANNI DAL RICOVERO OSPEDALIERO)
Sede Nazionale: Via Conte Rosso, 1 - 20134 Milano, Tel. 02/21711242 - Presidente Iolanda Medici
Sede di S. Donato: Via Croce Rossa, 53 Tel. 347/4358175 - 339/5639428 - Responsabile Maria Di Tommaso
e-mail: [email protected]
La Sede di San Donato Milanese, sarà aperta, nei giorni: LUNEDÌ - MARTEDÌ: dalle 16 alle 18, MERCOLEDÌ: dalle 10 alle 12, GIOVEDÌ: dalle 10 alle 12 per appuntamento
Il Tribunale per la Tutela della Salute dà l'opportunità di avere assistenza legale gratuita e una rosa di medici legali, che non si fanno problemi nell'affrontare qualsiasi struttura sanitaria.
I volontari di questa associazione sono "Veri Volontari" non pagati da
nessuno; l'obiettivo primario è sempre e soltanto aiutare tutti coloro che
si dovessero trovare nell'impossibilità di rispondere ad abusi, soprusi,
errori etc.
l'associazione Tribunale per la Tutela della Salute ha un solo obiettivo, fare in modo che la sanItà PubblICa e PrIVata funzioni davvero; le a.s.l. prima di pensare ai propri budget diano i medicinali a chi ne ha bisogno e mettano le persone in condizioni di curarsi davvero senza elemosinare e fare “Vera PreVenzIOne”
QuanDO un POtere È FOrte genera tIrannIa eD OgnI rIVale VIene elIMInatO (il rivale è
colui che si muove per una giusta causa)-nOI nOn abbIaMO MaI aVutO Paura DI DIFenDere ChI
sI trOVa In DIFFICOltà.
CERCHIAMO PERSONE DISPONIBILI PER VOLONTARIATO DI “ALTO PROFILO” IN DIFESA DEL MALATO
“Fondo di sostegno affitti”
sant’angelO e lODIgIanO
SANT’ANGELO / Apertura del bando per l’erogazione di un contributo per il pagamento della locazione
Il valore massimo erogabile è stato fissato in mille euro, destinato alle famiglie in difficoltà
I
di Giuseppe Livraghi
l Comune di Sant’Angelo Lodigiano ha deciso
per l’apertura del bando
relativo al “Fondo di sostegno affitti”, ossia l’erogazione di un contributo economico destinato a famiglie
in difficoltà con il pagamento dell’affitto sul mercato privato.
Per gli inquilini in grave disagio economico, il valore
massimo erogabile è stato
fissato in mille euro: tale
contributo verrà erogato a
soggetti con un Isee-Fta fino a 4mila 131,66 euro sui
redditi al 31 dicembre 2012.
Ovviamente, ci sono altri
requisiti indispensabili per
l’erogazione; in primis, gli
interessati dovranno avere
residenza anagrafica in
Lombardia ed essere titola-
SANT’ANGELO /
Inizio il 3 ottobre
Festa della
Madonna
del Rosario
Inizio ottobre, periodo di festa nel quartiere “Santa Maria” di Sant’Angelo Lodigiano: infatti, tra il 3 ed il 7
ottobre prossimi avrà luogo,
presso la chiesa di Santa
Maria Regina, la festa della
Madonna del Rosario localmente nota come Madonna
della Vittoria.
Il tutto avrà inizio giovedì 3
ottobre alle ore 20.45, con la
recita del santo Rosario, che
verrà “replicata” anche venerdì 4 e sabato 5, sempre
alla stessa ora.
Domenica 6 ottobre alle ore
9, invece, verrà celebrata
una santa Messa solenne,
quindi, in serata (ore 20.45)
avrà luogo il canto del Vespro, con la successiva processione per le vie del quartiere.
La solennità conoscerà il
suo epilogo lunedì 7 ottobre,
quando (alle ore 20.45)
verrà celebrata una santa
Messa a suffragio dei benefattori defunti della chiesa e
dei devoti residenti nel quartiere “Santa Maria” e nel vicino quartiere “Centro”.
COPIE OMAGGIO
A ROTAZIONE
Le copie omaggio che settimanalmente vengono spedite per posta hanno lo scopo
di promuovere L’Eco e i suoi
inserzionisti. Il nostro indirizzario si rivolge a 92.000
capifamiglia.
La spedizione avviene a rotazione, nei 32 comuni di
diffusione del giornale. A
tutti i lettori che hanno apprezzato la copia omaggio,
rivolgiamo l’invito a sostenerci comprando L’Eco
ogni settimana in edicola.
Comprate il prossimo
numero nelle edicole
ri di contratti d’affitto validi e registrati (o in corso di
registrazione): il contratto
deve riguardare alloggi non
di lusso e con superficie
netta interna non superiore
ai 100 metri quadrati (aumentata del 10% per ogni
componente del nucleo familiare oltre il quarto).
Altra condizione basilare è
l’essere cittadino italiano o
di un altro Stato facente par-
te dell’Unione Europea: per
i cittadini extracomunitari
sono necessari altri requisiti, ossia il possesso della
carta di soggiorno (almeno
biennale), lo svolgimento di
una regolare attività (anche
in modo non continuativo)
di lavoro subordinato o autonomo e la residenza in
Italia da almeno 10 anni,
oppure in Lombardia da almeno 5 anni.
Per ogni informazione e per
la presentazione delle domande è necessario rivolgersi (previo appuntamento) ad uno dei due Caaf cittadini: il Caaf Cisl di via
Cesare Battisti (telefono
0371-933900) oppure al
Caaf Acli di via Monsignor
Rizzi (telefono 0371211445).
Il bando scade il prossimo
31 ottobre.
Tanti i corsi proposti alla cittadinanza
SALERANO / Le varie attività si svolgeranno presso la palestra comunale
Associazioni sportive sempre più attive, in quel di Salerano sul Lambro: sono, infatti, vari i sodalizi che, in questi giorni, propongono alla cittadinanza vari corsi, che si protrarranno fino
al prossimo mese di maggio. Si comincia con l’associazione “Sportime”, che propone
un corso di ginnastica artistica, zumba e
ginnastica dolce,
che avrà luogo nella
palestra comunale il
lunedì, il giovedì ed
il sabato. Sempre
presso la palestra
comunale si terranno i corsi di pallavolo, di danza moderna, di difesa personale e di pallacanestro: per quanto
riguarda la pallavolo, le lezioni, destinate a bambine e ragazze, verranno impartite il lunedì, il
martedì, il venerdì e la domenica dagli addetti dell’associazione “PSP Volley Salerano”.
Il corso di danza moderna, invece, è
fissato per il mercoledì, il giovedì ed
il sabato: destinato a bambine, ragazze e mamme, è organizzato dalla
“Marty Dance”. Per chi, dati i tempi
che corrono, volesse imparare qualche
nozione di difesa personale, ecco l’apposito corso per ragazzi ed adulti: gli
istruttori della “ASD Combact Interstyle” saranno a disposizione il lunedì,
il martedì ed il venerdì. I corsi di pallacanestro, destinati a bambini e ragazzi, invece, avranno luogo il lunedì
e saranno organizzati dall’associazione “Fulgor”.
Molte le iniziative presenti
SALERANO / Dalla musica all’inglese, fino al corso di ricamo
Tempo di corsi, in quel di Salerano
sul Lambro: in questi giorni, infatti, partiranno varie iniziative.
Per gli amanti della musica, partirà
un corso di musica, ad opera del
Gruppo Musicarte “Laura Pietrantoni”: le lezioni avranno luogo il lunedì pomeriggio presso la biblioteca comunale e consentiranno d’imparare ad usare vari strumenti, quali il pianoforte, la chitarra, il violino ed il flauto traverso.
Per chi, invece, volesse affinare il
proprio inglese (oppure impararlo
da zero), ecco il corso di lingua inglese, con insegnate madrelingua:
il corso è indirizzato soprattutto agli
adulti, ed avrà luogo nei locali del
comune, in via Armando Diaz. Per
gli amanti dei lavori manuali, ecco
due interessanti proposte: il corso di
origami e quello di ricamo.
Per quanto concerne il primo, consiste nell’arte giapponese di piegare la carta, dandole varie forme: la
durata di questo corso è stata fissata in 10 lezioni. Il corso di ricamo,
invece, consentirà d’apprendere le
più raffinate tecniche di ricamo: per
gli interessati, l’appuntamento è il
mercoledì in biblioteca, dalle ore
14.30 alle ore 16.30. Nell’era informatica, saper utilizzare il computer
è fondamentale: appunto per questo, avrà luogo anche un corso per
l’utilizzo base e medio del computer, che avrà inizio ad ottobre e sarà
strutturato su 21 lezioni, terminando a maggio. Le lezioni avranno
luogo il giovedì alle ore 17, sempre
presso i locali del comune, in via
Armando Diaz.
Per consentire l’integrazione dei cittadini stranieri, è stato, infine, or-
Fin qui le attività ospitate in palestra,
ma l’offerta non si limita qui, dato che
sono in programma anche corsi di balli caraibici e di calcio. Gli appassionati di balli caraibici potranno contare
sulle lezioni impartite, presso la sala
polifunzionale, dalla scuola “Desà Dance”, mentre
per i giovani
appassionati di
calcio l’appuntamento è presso il campo
sportivo dell’oratorio, dove il sodalizio
“ASD Sporting Salerano”
organizza i
corsi per le varie categorie:
“piccoli amici
autunno” (classi 2007 e 2008), “piccoli amici” (2005 e 2006), “pulcini”
(2003 e 2004), “esordienti” (2001 e
2002) e “giovanissimi” (1999 e 2000).
È, altresì, attiva la prima squadra, formata da adulti.
G.L.
ganizzato un corso base di lingua
italiana per stranieri: le lezioni verranno impartite presso la biblioteca, ogni giovedì pomeriggio per le
donne non lavoratrici ed il giovedì
sera per tutti.
Per richiedere eventuali informazioni è possibile contattare la bi-
OttObre 2013
11
SANT’ANGELO /
Una città insicura?
Furto
in pieno
giorno
Sant’Angelo Lodigiano,
città insicura? Così sembra,
anche alla luce dell’ultimo
furto, avvenuto in pieno
giorno, domenica 15 settembre, in una villa sita in
via Benincori, ossia nelle
immediate vicinanze del
centro commerciale “Il Castello”.
Nella casa è stata aperta la
cassaforte, dalla quale sono
stati asportati mille euro in
contanti, oltre a vari gioielli ed alcuni orologi: complessivamente, il valore degli oggetti trafugati ammonta a 6mila euro.
Stando alle ricostruzioni, i
malviventi devono aver tenuto d’occhio da tempo le
abitudini dei residenti nella
villa: infatti, sono entrati in
azione appena essi si sono
assentati per recarsi al tradizionale mercato domenicale, quindi a metà mattina.
Una volta entrati nella casa
forzando una finestra, i ladri hanno cercato in tutte le
stanze, fino a quando hanno
trovato la cassaforte: a quel
punto, utilizzando un flessibile, l’hanno aperta, asportando il contenuto. Un colpo, quindi, da professionisti:
infatti, l’operazione di scassinamento è rumorosa, quindi deve essere stata effettuata in maniera rapida. Tuttavia, nelle vicinanze nessuno si è accorto (o ha voluto
accorgersi) di nulla e nessuno ha visto i malviventi né
arrivare né andarsene. Una
volta rientrati dal mercato, i
proprietari dell’abitazione si
sono trovati la casa messa a
soqquadro, con la cassaforte aperta: immediatamente
hanno sporto denuncia presso la locale stazione dell’Arma dei carabinieri. Non
è escluso che gli autori di
questo colpo siano gli stessi che, nello stesso modo,
stanno effettuando vari colpi anche in altri centri del
Lodigiano, guadagnandosi
l’appellativo di “banda del
flessibile”: questo di
Sant’Angelo è, però, il colpo più clamoroso.
G.L.
blioteca comunale, telefonando al
numero 0371-73242, oppure inviando un messaggio di posta elettronica all’indirizzo [email protected] Per
le iscrizione, invece, è necessario rivolgersi direttamente in biblioteca.
G.L.
Scuole, chiesto contributo
12
PIeVe
OttObre 2013
L’Amministrazione ha presentato domanda allo Stato per l’assegnazione di 706mila euro Protagonisti della kermesse i tradizionali
stand enogastronomici della Calabria
Messa in sicurezza, riqualificazione e lavori di bonifica per la presenza di amianto
È
di Ubaldo Bungaro
noto come le scuole
di Pieve Emanuele
abbiano bisogno di
numerose manutenzioni per
la sicurezza e il buon funzionamento.
Ed è proprio per tale obiettivo che l’Amministrazione comunale ha presentato domanda allo Stato per
usufruire della nuova legge (cosiddetta del Fare)
per accedere all’assegnazione del contributo di
706 mila euro per l’attuazione di misure urgenti in
materia di riqualificazione
e messa in sicurezza degli
edifici scolastici statali.
Sempre che il Comune di
Pieve Emanuele riesca ad
ottenere il contributo, è
stato redatto dagli uffici un
programma per tali obiettivi. La notizia è stata pubblicata sul sito comunale,
ma come sempre al nostro
giornale non arrivano notizie dettagliate; noi, però
facciamo lo stesso il nostro lavoro di informazione e pubblichiamo la relazione apparsa sul sito.
Previsti una serie di lavori di bonifica di amianto,
manutenzione straordinaria, messa in sicurezza, riqualificazione e adeguamento normativo nella
scuola dell’infanzia Don
Zeno e scuola primaria De
Filippo.
Si procederà alla fornitura e
posa di nuove porte interne
con maniglioni antipanico e
verrà eseguita una imbiancatura generale all’interno
del plesso, oltre che una sistemazione dell’area esterna del plesso scolastico.
“Con il progetto- recita il
documento- si intende rea-
Scuola
primaria
De Filippo
lizzare opere di messa a norma e in sicurezza, secondo
le priorità degli interventi
proposti ed espressi a seguito di accordi intrapresi con
i dirigenti scolastici, il direttore di dell’Area Pubblica Istruzione e il direttore
dell’Area Governo del Territorio e Infrastrutture. L’intervento prevede opere di
adeguamento normativo che
consistono nel rifacimento
degli impianti tecnologici
(impianti idraulici e elettrici); lavorazioni, cioè, atte a
mente, vi sono installati ancora parecchi manufatti in
ferro e vetro non antinfortunistico, che presentano numerose criticità, quali, ad
esempio, spifferi, distacco
di guarnizioni, deformazione dei telai, con conseguenti problemi di sicurezza ai
danni dell’utenza.
Tali anomalie rendono antieconomica e non adeguatamente funzionale risoluzione attraverso interventi manutenzione, per
cui, con il futuro intervento, si è optato per la sostituzione con nuove finestrature, che garantiranno
un maggiore grado di isolamento termo-acustico
oltre che di sicurezza in
caso di rottura accidentale dei vetri.
Le altre opere interne
mantenere in efficienza il comprendono, oltre il rifaplesso scolastico di pro- cimento degli impianti
prietà, al fine di contrastar- idraulici, anche la ristrutturazione dei bagni con nuoScuola materna Don Zeno
ve ceramiche per il rivestimento e la pavimentazione, nonché fornitura e
posa di nuovi apparecchi
sanitari dotati di rubinetteria.
Si procederà alla fornitura e posa di nuove porte
interne con maniglioni antipanico e verrà eseguita
una imbiancatura generale all’interno del plesso,
oltre che una sistemazione dell’area esterna del
plesso scolastico. Infine, è
prevista la bonifica di alne l’usura e di mantenere il cune componenti di amiangrado di qualità.
to ancora presenti nell’ediÈ prevista altresì la fornitu- ficio, quali tubazioni di scara e posa di nuovi serra- rico e canne, sia nel vespaio
menti, in quanto, attual- che nei cavedi.
Espulso rifugiato, scoperto a rubare
In Italia da maggio 2011 ospite al residence Ripamonti è stato arrestato per furto
Era arrivato in Italia, in fuga dalla
guerra in Libia, come profugo a maggio del 2011 ed era stato trasferito a
Pieve Emanuele, ospite del residence
Ripamonti, ma nei giorni scorsi è stato arrestato per furto e per lui ora si
aprono le porte per l’espatrio coatto.
Negli ultimi mesi W.E., 29enne del
Ghana, era anche riuscito a ottenere lo
status di rifugiato politico, ma i carabinieri della stazione di Pieve Emanuele lo hanno sorpreso mentre stava
compiendo un furto in una villa.
Il giovane nordafricano, arrestato in
All’istituto ‘Betulle’ per sistemare il giardino
flagranza di reato, era riuscito a trafugare alcuni oggetti di poco valore quali una radio, un I Pod, delle cuffie, vari cd a altre cose futili.
Stava uscendo dalla villa dove aveva
consumato il furto, quando i carabinieri gli hanno sbarrato la strada e lo
hanno ammanettato. Prima è stato portato al comando dei carabinieri e, dopo le procedure di routine, è stato spedito in cella a san Vittore.
Per lui l’accusa è di furto ed è stato avviato il procedimento di espulsione.
Francesco Lupoli
Genitori in azione nelle scuole Riqualificazione istituti
Genitori a tagliare l’erba e sistemare il giardino dell’Istituto
comprensivo scolastico “Betulle” di via delle Betulle.
Avviene, ormai, sempre più frequentemente, che nelle scuole
la manutenzione e i piccoli interventi pesano sulle spalle dei
genitori, vista la latitanza delle
istituzioni.
Forse la carenza di fondi spinge l’autonomia scolastica, che
sembra sempre più una vicenda relegata solo alla scelta della data di apertura dell’anno
scolastico e a poche altre cose,
così sempre più spesso i genitori a mettono mano al portafo-
glio. Nei vari plessi scolastici,
i genitori hanno fatto di tutto:
hanno sostituito vetri rotti e aggiustato citofoni, ma anche acquistato carta igienica e detersivi.
Insomma, è accaduto che i all’Ics Betulle, vista la situazione di degrado del giardino scolastico, si sono dati appuntamento alcuni genitori per per
tagliare l’erba, rimuovere eventuali cartacce o rifiuti e rendere sicuri i giardini, grazie anche
ad una convenzione fatta dal
Comune con le associazioni dei
genitori.
U.B.
Centomila euro per la messa in sicurezza
Ammonta a centomila euro la spesa investita nella sicurezza delle scuole oggetto di interventi per
garantire un anno sicuro agli alunni. Al centro degli interventi urgenti promossi dall’Amministrazione comunale: le scuole King e Collodi di via
dei Pini, De Filippo e Rodari di piazza Puccini e
la media di via delle Magnolie. Alla scuola King
sono stati sistemati l’ascensore e le infiltrazioni
d’acqua dalle finestre e alla scuola. Collodi invece sono stati messi copricalorifero e ricoperte colonne e pareti. Ancora più complesso l’intervento alla scuola elementare De Filippo visitata dai
vandali in estate dove è stato necessario imbiancare aule e corridoi che erano stati imbrattati dai
teppisti. Anche la scuola Rodari è stata oggetto di
interventi massicci per eliminare le infiltrazioni
nelle aule così come la scuola media di via delle
Magnolie.
Grande festa per
la Magna Grecia
Almeno 5000 persone hanno assisto alla festa della
Magna Grecia.
Ogni anno, nella penultima
settimana di settembre, il
Comune di Pieve su impulso dell’Associazione “Magna Grecia”, presieduta da
Angela Pellicanò (art director di Bovarchè, internazionale d'arte contemporanea), Italo Richichi (presidente Federazione Circoli Calabresi) l’on. Alfonsino Grillo, (assessore Emigrazione Regione Calabria)
Stefano Scuncia, si trasforma in un immenso giardino
che profuma di Mediterraneo, un dedalo di voci, colori e suoni, rutilanti e impetuosi come il peperoncino, spontanei e avvolgenti
come l’aneto.
La rassegna “Colori, Sapori & Musiche”, patrocinata
dal Comune di Pieve, è
giunta alla sua XIV edizio-
Giuseppe Agliano (Presidenza Regione Calabria).
A fare gli onori di casa il
presidente dell’Associazione “Magna Grecia”, Stefano Scuncia. Alla grande festa era presente il cantautore Eugenio Bennato che ha
presentato il suo nuovo libro “Ninco Nanco deve
morire” Viaggio nella storia e nella musica del sud,
Il cantautore Bennato e Tuscano alla presentazione
del libro “Ninco Nanco deve morire”
ne. Quest’anno il tema della keremesse è stato “Il racconto della seta”.
Oltre ai tradizionali stand
enogastronomici, della liuteria e della ceramica artistica calabrese, sono stati
esposti i padiglioni didattici e artigianali dedicati al
baco e alla cultura serica in
Calabria.
Molto partecipato l’incontro-dibattito, che si è tenuto in sala consiliare, intitolato: “Il racconto della seta” al quale hanno partecipato Pasquale Casile (dell’ass. “Magna Grecia”), Silvio Faragò (ricercatore di
Innovhub) “La seta tecnologica”, storia di un tessuto innovativo, tra materiali
sperimentali e utilizzi nell’ambito biomedico, Nello
Serra (imprenditore) “La
seta, filo del destino”, storia di una scelta coraggiosa
e controcorrente d’imprenditoria solidale, riscoprendo l’antica arte della bachicoltura in Calabria.
Il sindaco Paolo Festa e la
sua vice Valentina Dionisio, l’insegnante Giuliana
Berardi, Graziano Cireddu,
Maria Carmela Latella (vicepresidente-segretaria dell’ass. “Magna Grecia”),
con la prefazione di Pino
Aprile.
La manifestazione Colori
Sapori e Musiche della Magna Grecia XIV^ di quest’anno è stato l’appuntamento che ha concluso il
circuito “Calabriasona” che
da musica marginale a “fenomeno popolare”, nel corso degli ultimi anni la
“world music calabrese” ha
conquistato spazi, acquisito credibilità e prestigio tali da trasformarsi in un vero e proprio movimento popolare e culturale trans-generazionale.
Nell’abito della grande festa, anche la “sagra della
melanzana” con chiusura
del cabaret di Gennaro Calabrese “Gli sgommati”
programma di sky.
E ancora: il festival di lire
zampogne, chitarre battenti, organetti, i “Dipende di
te” e gli “zampognari di
Cardeto”.
La manifestazione si è conclusa con il concerto di Ylenia Lucisano, i Taranprojet
con Mimmo Cavallaro&Cosimo Papandrea e il grande
concerto del cantautore Eugenio Bennato in “Questione meridionale”.
U.B.
Contro il gioco d’azzardo Trovata cassaforte
OPera
OttObre 2013
13
Consegnato alla ‘Caffetteria Silvia’ di Noverasco il nono attestato “Bar senza slot” La refurtiva è stata recuperata e restituita
Un comportamento virtuoso che ha visto prevalere i sani valori ai guadagni facili
I
stituzioni, comitati e
commercianti in prima
linea contro il gioco
d’azzardo legalizzato: consegnato a Noverasco il nono attestato “Bar senza
slot”.
Un ringraziamento per il
ne di Opera è stato consegnato da Luca Tafuni, portavoce del comitato dall’importante impegno sociale, dal sindaco Ettore Fusco e dall’assessore regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale e Volontariato,
scere questa piaga per poterla combattere”. Del resto,
i dati che emergono dai servizi ambulatoriali per le dipendenze sono cresciuti rapidamente e sono passati da
866 a 1.477 persone in cura
nel 2012, un incremento del
70% circa. Da sottolineare
che il 71% degli utenti sono
comportamento virtuoso
che, in un momento di crisi
generale, ha visto prevalere
i sani valori ai guadagni facili. È questo, in breve, il
merito dell’attestato “Bar
senza Slot” dedicato a Silvia De Martino, titolare della “Caffetteria Silvia” di via
Fermi a Noverasco.
Il riconoscimento promosso
dal comitato Jenner - Farini
con il patrocinio del Comu-
Maria Cristina Cantù.
“Questo è il nono attestato
che consegnamo, il primo
oltre i confini milanesispiega Luca Tafuni - Sicuramente un buon risultato,
un segnale concreto che la
sensibilizzazione verso questo tema sta crescendo. Una
lotta - quella contro la ludopatia- che vede tra gli antidoti più efficaci la comunicazione; occorre fare cono-
uomini e il 29% donne. Le
vittime del gioco d’azzardo
legalizzato hanno, per la
maggior parte, un’età compresa tra i 30 e i 54 anni.
“Con questo riconoscimento simbolico – spiega l’assessore regionale Maria Cristina Cantù – premiamo un
comportamento virtuoso,
una scelta ben precisa di rinunciare a facili guadagni
per seguire e sostenere, in-
vece, principi sani, i valori
delle famiglia. Un atteggiamento etico e d’esempio, sicuramente più incisivo di
quello dello Stato centrale.
Allo stesso tempo, con la
giunta Maroni in Regione
Lombardia la ludopatia è
stata inserita tra le aree di attenzione e abbiamo già tracciato le linee guida per una
serie di interventi capaci di
prevenire, arginare e contrastare questo fenomeno”.
Un percorso, quello effettuato da Silvia De Martino
che in passato aveva installato alcune slot per poi rimuoverle tutte, che il sindaco Ettore Fusco sta cercando di portare come esempio
sensibilizzando i commercianti del territorio.
“Capisco il riconoscimento
simbolico – spiega il primo
cittadino – ma per combattere questo fenomeno e mettere un freno ai disagi che ne
conseguono occorrono regole certe e incentivi che
spingano gli esercenti a dire no al gioco d’azzardo legalizzato dal Governo stesso, una vergogna all'italiana. Punti fermi e più poteri
ai sindaci nella dislocazione
degli impianti di slot-machine, ma anche per l’apertura di sale giochi tra i confini comunali.
Una lotta che sia io che la
mia giunta, questa mattina
presente alla consegna del
riconoscimento, stiamo portando avanti a spada tratta”.
Due discariche abusive rinvenute nell’arco di poche
ore in città: la Polizia locale sulle tracce dei trasgressori.
Gli agenti della Polizia lo-
geneo, rilevato in entrambi
i luoghi, sembra avere provenienze simili: si tratta di
sacchi contenenti rifiuti, latterizi, arredamenti e pneumatici.
dritti ai trasgressori. Purtroppo, sono sempre più le
persone che, trasgredendo
alle leggi, non utilizzano
l’apposita discarica comunale per liberarsi dei loro ri-
di Ubaldo Bungaro
Armato di taglierino si
fa consegnare il denaro
Rapinata la
farmacia di
Noverasco
Un giovane incappucciato
ha rapinato la farmacia del
centro commerciale Sporting di Noverasco.
Il rapinatore solitario ha minacciato il farmacista con un
taglierino e si è fatto consegnare il denaro, circa 200
euro. Poi è fuggito a piedi
dirigendosi verso l’ex Strada statale 412 della Valtidone. Qui probabilmente doveva esserci un complice ad
attenderlo in auto.
Sul posto sono intervenuti i
carabinieri della stazione di
Opera che stanno visionando le videocamere del centro. Non è escluso infatti che
il rapinatore sia finito sotto
il raggio d’azione di alcune
videocamere che riprendono la zona.
F.L.
IL PROSSIMO
NUMERO
DE L’ECO SARÀ
IN EDICOLA
MERCOLEDÌ
9 OTTOBRE
Discariche abusive in città
In via Staffora e Lambro, la polizia sulle tracce dei trasgressori
cale hanno già dato il via alle indagini per risalire agli
autori di quello che sembra
essere uno dei reati ambientali più diffusi: abbandonare rifiuti abusivamente.
I ritrovamenti sono avvenuti nella zona industriale, una
in via Staffora e l’altra in via
Lambro.
Il materiale piuttosto etero-
Fortunatamente nulla di pericoloso per l’ambiente.
“Gli agenti della Polizia locale hanno già dato il via alle indagini per risalire agli
autori del gesto – spiega il
sindaco Ettore Fusco – durante l’ispezione del materiale abbandonato sono stati già rinvenuti degli elementi che stanno portando
fiuti. Comportamenti che
non tolleriamo e sanzioniamo con il massimo della
pena.
Questo anche nel rispetto
del resto della cittadinanza
che deve altrimenti farsi carico della dismissione dei rifiuti abbandonati e dell’eventuale bonifica dell’area”.
U.B.
al proprietario di una villa nel Modenese
nelle campagne
Alcuni cittadini hanno rinvenuto una cassaforte nella
campagna tra via Pirandello e via Adda ed hanno chiamato la Polizia locale.
La refurtiva è stata recuperata e restituita al legittimo
proprietario.
Dopo essersi calato nel fosso, un agente della Polizia
locale è riuscito a recuperare la documentazione men-
vante. L'area è stata messa
in sicurezza per evitare ulteriori “contaminazioni”
dell’oggetto e i rilievi del
caso. Parallelamente sono
state svolte anche attività di
indagine tradizionali e, in
pochi minuti, sono risaliti
all’origine del fatto.
La cassaforte, forzata e privata di ogni oggetto prezioso e denaro, era stata rubata
tre lo scrigno, ormai distrutto, è stato recuperato in un
secondo tempo.
Nel frattempo, il commissariato operese ha aperto un
fascicolo e con i risultati ottenuti dopo l’intervento del
Nis, il nucleo di investigazione scientifica, è ora sulle
tracce dei malviventi.
Tutto è avvenuto nei giorni
scorsi, quando alcuni cittadini hanno segnalato la presenza di un oggetto importante tra via Pirandello e via
Adda.
Immediato l’intervento degli agenti coordinati dal
commissario aggiunto Giovanni Dongiovanni: da subito l’equipaggio si è reso
conto che la cassaforte, di
grandi dimensioni e molto
pesante, doveva essere il
provento di un furto rile-
in un appartamento del modenese. Secondo quanto ricostruito, anche con l’aiuto
della polizia di Stato che ha
effettuato i sopralluoghi nella residenza delle vittime, i
proprietari sarebbero stati
narcotizzati e privati, anche
di due vetture di grossa cilindrata.
Ora, con quanto ottenuto
grazie alla professionalità
del nucleo investigativo, gli
inquirenti sono sulle tracce
della gang.
“La lotta al crimine non ha
confini - afferma il sindaco
Ettore Fusco - proprio per
questo dobbiamo essere
messi in condizione di poter
lavorare al meglio, investendo sulla sicurezza, senza i vincoli del Patto di stabilità”.
U.B.
Arrestato marito violento
che maltrattava la moglie da
anni.
Nei giorni scorsi, dopo aver
aggredito la moglie, ha cercato di sfondare la porta di
una vicina di casa dove la
donna, terrorizzata, si era rifuggita.
Il fatto è accaduto in via
Lombardi. M.P. 44enne originario di Vigevano, dopo
una lite con la moglie, durante la quale l’aveva aggredita sia verbalmente che
fisicamente, l’ha obbligata
alla fuga.
La vittima, M.L.M. 49enne
era riuscita a rifugiarsi dalla vicina di casa.
Ma l’uomo intenzionato ad
aggredire nuovamente la
moglie, l’ha raggiunta e ha
tentato di entrare all’interno
nell’appartamento, danneggiando la porta d’ingresso
con un vaso trovato sul pianerottolo.
Nel frattempo la donna, che
aveva ospitato l’amica in fuga, ha chiamato il 112 e sul
posto è intervenuta una pattuglia del Nucleo radio mobilie della Compagnia di
Corsico.
I carabinieri hanno trovato
la moglie in evidente stato
d’ansia ed è stata trasferita
al vicino pronto soccorso
dell’ospedale Humanitas
dove è stata ricoverata per le
lesioni riportate nell’aggressione.
Dalle prime indagini effettuate dai militari, è emerso
che il marito aveva usato
analoghi comportamenti in
più occasioni negli ultimi
anni.
L’aggressore, pregiudicato,
è stato arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia nei confronti moglie
e spedito nel carcere milanese di San Vittore.
Francesco Lupoli
Arrestato per
maltrattamenti
L’uomo da anni aggrediva la moglie
Palazzetto sportivo, lavori in corso
14
lOCate
OttObre 2013
DA QUALCHE SETTIMANA SONO RIPRESI I LAVORI PRESSO LA NUOVA STRUTTURA POLISPORTIVA DI VIA CARSO
S
Già nel 2008 l’edificio era stato presentato come uno dei fiori all’occhiello dell’Amministrazione di Preli, poi l’opera si è arenata
pera pubblica, così entusiasticamente propagandata
nel corso dell'ultima campagna elettorale, è ancora lì,
in tutta la sua contraddizione ed in totale contrasto con
le tanto decantate scelte
ecosostenibili di cui si vanta questa amministrazione –
attacca invece Enzo D’Onofrio, del movimento civi-
Non resta che stare a vedere come si concluderà questa paradossale vicenda.
Sono circolate anche voci di
un possibile abbattimento
dell’impianto e, considerando i collaudi non superati e il logorio di una struttura, prevalentemente metallica, rimasta per troppo
tempo esposta all’incuria e
all’azione degli agenti atmosferici, potrebbe davve-
co LocateViva. -Nel corso
di questi anni se ne sono
sentite tante a proposito di
quella struttura. In particolare, si è appreso di un collaudo non superato e di rimozioni da incarichi che
hanno spesso costretto i nostri amministratori a risposte imbarazzate in sede di
consiglio comunale.
ro non essere una scelta
peggiore di quelle sino ad
oggi sostenute a spese dei
cittadini”.
Se da un lato il nuovo centro sportivo stenta a vedere
la luce, dall’altra il palazzetto sportivo di via Don
Milani sta vivendo il completamento di alcuni interventi iniziati nella primave-
di Roberto Caravaggi
ono ripresi da qualche
settimana i lavori
presso la nuova struttura polisportiva di via Carso. Dopo anni di stallo quindi, qualcosa torna a muoversi per questo impianto
dalla genesi molto tormentata. Già alla vigilia delle
elezioni comunali del 2008,
infatti, la promessa realizzazione del nuovo centro
sportivo era stata presentata come uno dei fiori all’occhiello dell’amministrazione Preli. Poi però sono insorti problemi con la
ditta costruttrice e l’opera si
è arenata.
“Questo lotto di lavori non
è quello conclusivo, bensì il
completamento delle lavorazioni lasciate in sospeso
dall’impresa precedente,
che tanti problemi ci aveva
creato – spiega l’assessore
Davide Serranò.
-Ora il cantiere è tornato in
possesso dell’amministrazione comunale ed è stato
riaperto sotto la supervisione del responsabile dell’Ufficio tecnico in qualità di direttore dei lavori. Al momento non posso fare previsioni sui tempi di consegna, anche se come amministrazione stiamo facendo
le dovute pressioni perché i
lavori siano completati a regola d’arte e la struttura
consegnata nel più breve
tempo possibile”.
“Resta il fatto che quell'o-
ra scorsa. L’impianto, realizzato nel 1986, fa parte del
complesso della scuola elementare e, oltre ad essere la
palestra dedicata all’attività
motoria degli alunni, ospita
diverse associazioni sportive locali, dalla pallavolo, al
basket, dalla ginnastica artistica al calcetto. Il palazzetto di via Don Milani è
tornato accessibile proprio
pochi giorni fa, nonostante
qualche ritardo sui tempi di
consegna.
“Mancano ancora i lavori
all’esterno della nuova
struttura, che una volta
completati permetteranno
agli atleti di accedere direttamente dal nuovo complesso-spogliatoi – comunica Serranò. Per ora i lavori
consegnati come previsto
sono quelli relativi ai nuovi
spogliatoi, ad una nuova aula, già in uso da parte della
scuola primaria, e a nuovi
uffici di direzione, nella
parte che ospitava i vecchi
spogliatoi.
A questi spazi, una volta
completati i lavori, si aggiungerà un’ulteriore aula e
il contestuale spostamento
di altri uffici, che verranno
definitivamente separati dagli spazi didattici.
L'intervento è stato condiviso con la direttrice didattica ormai trasferita, che
aveva espressamente richiesto l'uso di parte dei
nuovi spazi come uffici amministrativi anziché didattici".
All’età di 90 anni, è stato primo cittadino
dal 1956 al 1965 e dal 1972 al 1975
Si e spento l’ex
sindaco Mario Asti
Domenica 22 settembre si è
spento, all’età di 90 anni,
Mario Asti, ex sindaco di
Locate. Asti ha ricoperto il
ruolo di primo cittadino dal
1956 al 1965, e ancora dal
1972 al 1975, in seguito alla scomparsa di
Nuccia Fumagalli.
“Non ho avuto
modo di conoscere direttamente Mario Asti, ma
ne conservo memoria grazie ai
racconti di chi ci
ha collaborato e
di tutte quelle
persone che lo ricordano con affetto – dice Enzo
D’Onofrio di LocateViva. -Il ritratto che ne viene fuori è
quello di un sindaco che si
è contraddistinto anche e soprattutto per l’attenzione e
la cura delle piccole cose, in
una Locate certamente molto diversa da quella attuale,
sia per dimensione abitativa
che per modelli di vita.
LocateViva saluta con ri-
spetto questo ‘sindaco d’altri tempi’ e vuole condividere il suo ricordo anche
con le generazioni che non
ne hanno memoria.
Trovo sia importante rendere omaggio a chi ha guidato
il nostro paese in tempi che
paiono così lontani e che
però rientra pieno titolo nel
novero di quegli amministratori pubblici che hanno
avuto a cuore il rispetto e la
difesa della propria comunità e del suo patrimonio
pubblico”.
R.C.
Unitre festeggia i suoi 10 anni Iniziativa “Puliamo il Mondo”
Presentati i corsi del nuovo anno accademico in Cascina Tappa
L’Università delle Tre Età di Locate ha presentato i corsi del nuovo anno accademico.
La presentazione, avvenuta sabato 21 settembre presso l’agriturismo Cascina Tappa,
è stata anche occasione per festeggiare, con
un rinfresco, i suoi dieci anni di attività. Era
infatti il maggio 2003, quando l’Unitre è stata costituita, col patrocinio dell’amministrazione comunale, per rispondere ad un
desiderio di crescita culturale e di socializzazione.
Vasta ed articolata, anche quest’anno, l’offerta dei corsi, che vanno dall’area linguistica (tedesco, giapponese, arabo e inglese
su vari livelli) a quella artistica (con corsi
di pittura ed acquerello), senza dimenticare
l’informatica (anche in questo caso con corsi strutturati su vari livelli), la fotografia e
il ballo. Non mancheranno però nemmeno
i laboratori e gli incontri tematici, oltre a seminari di grande interesse come quello sull’avvio di un’impresa, realizzato in collaborazione con l’Unitre di Opera.
Le iscrizioni sono aperte da lunedì 30 settembre a sabato 12 ottobre presso il centro
polifunzionale di via Calori, dove ha sede
l’associazione (da lunedì a venerdì in orario 9:30-12:30 e 15:00-18:00; e sabato dalle 9:30 alle 11:30).
R.C.
Promossa da Legambiente per sensibilizzare il tema dell’ambiente
Anche quest’anno
il comune di Locate aderisce a
“Puliamo il Mondo”, l’iniziativa
promossa da Legambiente per
sensibilizzare in
tema di rispetto
dell’ambiente. Diverse le associazioni locali coinvolte nell’organizzazione dell’evento, si è svolto do-
Laghetto Decima
SEGUITI DALLA PRIMA PAGINA
il tasso d’inflazione at- India – Indonesia – Messico –
Il punto sui nostri... tamente
tuale su base annua: circa Polonia e di alcuni Paesi afri- Famiglie rovinate...
Sono indicati quando si prevede un andamento al ribasso dei
tassi; siccome la cedola è fissa
fino alla scadenza dell’obbligazione, questa offre un’opportunità di rendimento fisso. Anche quando si prevede una tendenza alla stabilità od al ribasso dell’inflazione (come in questo momento). La scelta della
durata dovrebbe far scegliere il
medio termine: 5 anni.
I banchieri centrali ed in particolare il presidente della B.C.E
Draghi, sembrano garantire all’investitore la condizione migliore per investire in BTP di
Stato la cui volatilità sarà contenuta senza rilevanti variazioni di rendimenti e di prezzi.
Il rendimento attuale copre net-
l’1,5%. In termini pratici investendo in BTP il valore del capitale in termini reali è salvo
con in più un margine di rendimento netto.
Una parola la vogliamo però
spendere a favore del BTP Italia. E’ una obbligazione legata
all’andamento dell’inflazione
italiana più uno spread fisso,
può rendere quasi il 3%. Il titolo liquida interessi semestrali
ed alla scadenza il capitale viene rimborsato alla pari: 100.
Per gli investitori che mirano a
conseguire un reddito più remunerativo, dovranno assumersi qualche rischio in più ed
investire una piccola quota del
proprio portafoglio in titoli di
alcuni Paesi emergenti come
cani come Nigeria – Costa d’Avorio – Ghana – Angola , con
molta prudenza però. E’ meglio
per il momento scordarsi del
Brasile – Turchia - Sud Africa.
In ultima analisi è meglio stare sui nostri titoli di Stato che
sono più facilmente seguibili.
Infine due parole sull’oro. In
una condizione di tassi di remunerazione bassi, si può diversificare investendo in oro. Le
quotazioni in vigore sono quasi allineate ai costi di produzione ed il metallo giallo viene
acquistato a piene mani da indiani e cinesi.
Però rimane rischioso guardare all’oro come un obiettivo
speculativo.
Osmano Cifaldi
lato l’obiettivo di seguire coloro che
usufruiscono di aiuti del comune, affinché eventuali contributi erogati ai
cittadini per far fronte a spese di prima necessità, non vadano a finire nelle slot.
Il comune ha inoltre varato un'altra lodevole iniziativa a favore delle famiglie che vogliono mettersi sulla strada giusta, attraverso l’erogazione di
prestiti a “tasso zero” da restituire in
tre anni.
Ottime iniziative; e i comuni del Sud
Milano che cosa hanno fatto per combatte il dilagare del fenomeno che ha
colpito le famiglie della nostra zona?
Il fenomeno colpisce le persone che
hanno una labile personalità e che coltivano l’illusione di risolvere in modo
fortunoso i propri problemi. Ma è proprio a causa della loro fragilità che
menica 29 settembre. Il ritrovo era fissato alle 9.20
in piazza Gramsci.
Da lì è partito il percorso
che ha toccato i principali
parchi pubblici. Al termine delle operazioni di pulizia dei parchi, grigliata
conclusiva presso il Laghetto Decima. Grazie alla collaborazione delle
scuole, è stata premiata la
classe che ha partecipato
col maggior numero di
studenti.
queste persone hanno bisogno di aiuto per uscire da tunnel del “vizio” nel
quale si sono infilati.
Il sindaco di Corsico Maria Ferrucci
si è impegnata con una campagna porta a porta parlando con le famiglie e
cercando di convincere i titolari di bar
a rinunciare alle slot e al guadagno che
le stesse assicurano al gestore. Si parla di una media di 2000 euro tutti i mesi per ogni slot; una vera vincita alla
lotteria.
IL PROSSIMO
NUMERO DE L’ECO
SARÀ IN EDICOLA
MERCOLEDÌ
9 OTTOBRE
sPOrt
Due perle di Cotica e l’Accademia va
OttObre 2013
15
PROMOZIONE-GIRONE F / Gara super dei sandonatesi che in casa ottengono un successo molto convincente
L’estroso attaccante biancoceleste autore nella ripresa di una doppietta che mette out la Soresinese
una punizione da fuori di centrocampo favoriva CotiLa squadra ha personalità e gioco Schipilliti
1° CATEGORIA-GIRONE L /
per Sferlazzo che ca che s’involava, come un
in area piccola si faceva re- aquilotto sulla preda pronta
Gialloverdi sterili
ma serve vincere anche fuori casa spingere la conclusione dal da ingoiare, invano inseguidi Domenico Palumbo
ACC. SANDONATESESORESINESE 2-0
Accademia Sandonatese:
Oliva, Perugini (78’ De Nigris), Schipilliti (90’ Frigato), Saverio, Contini, Logrieco, Basilicata (67’ Raina), Radaelli, Sferlazzo, Cotica, Costanzo; 12° Zampieri, 13°Cusi, Giove, 17° Gaseni; all. Zanotta.
Soresinese: Colombo, Terreran, Agazzi (77’ Gallarini), Ramazzotti (1’ st. Ottolini), Piana, Appiani, Lahdili, Sbalzarini Pier Paolo,
Bianchi, Gallarini, Mizzotti
(65’ Gatti); 12° Milanesi,
13° Martignoni, 14° Bertoli, 17° Cappa; all. Tassiero.
Arbitro: Cattaneo di Bergamo.
Reti: 53’ e 68’ Cotica.
Note: Angoli: 3 a 3.
Gara super dell’Accademia
Sandonatese che in casa ritrova sé stessa e non dà
scampo alla Soresinese che
ha fatto di tutto per evitare la
sconfitta. Due perle di Cotica, realizzate nella ripresa,
hanno condannato i cremonesi e data la vittoria ai sandonatesi anche in virtù di una
maggiore compattezza e dinamismo in tutti i reparti. La
squadra di Zanotta ha dimostrato di avere personalità e
gioco che nel corso del cam-
pionato potranno dare grandi frutti, com’è negli intenti
del mister e della dirigenza
tutta. Se ci sarà continuità di
gioco e gol anche fuori casa,
a cominciare da domenica
prossima sul campo della
Pontirolese, si potrà realmente pensare di puntare
molto in alto in classifica.
L’Accademia si schierava
con i due centrali di difesa,
Logrieco e Contini, come al
solito grintosi e precisi, e con
i due laterali, Perugini e
Schipilliti, in grado di creare
molti pericoli sulle fasce.
Costanzo e Saverio, due pilastri a centrocampo, lavoravano palloni incredibili con
Radaelli e Basilicata, che a
volte, specie nel primo tempo, non venivano adeguatamente sfruttati da Cotica e
Sferlazzo in area. La Soresinese aveva un inizio veloce
mettendo in mostra le buone
qualità di Lahdili e Mizzotti,
sospinti da Gallarini, un ’92
che sembra avere i piedi buoni. Dopo soli 4’, Oliva era
costretto a fare una paratona
a terra sui piedi di Lahadili,
lanciato a rete da un lancio
preciso partito da fuori.
L’Accademia si affidava al
possesso palla per sgonfiare
le velleità degli ospiti. Il primo grosso pericolo l’Accademia lo creava al 25’ con
portiere in angolo. Era il segno che l’Accademia non
aveva timore della velocità
degli avversari. Una punizione dal limite di Sferlazzo,
al 35’, dopo fallo su Basilicata incuneatosi fra due difensori, costringeva l’estremo ospite a un altro salvataggio in corner. Una conclusione di Sferlazzo, al 40’,
in una bella azione iniziata
sulla sinistra da Giove, passava vicinissima al montante. L’Accademia c’era ma
non concretizzava. I biancocelesti acceleravano nella ripresa costringendo la Soresinese ad arretrare.
Un lancio perfetto, al 3’, di
Costanzo non trovava pronto Sferlazzo alla deviazione
in rete, a pochi metri dalla
porta. Ci pensava Cotica,
fin’allora piuttosto in ombra,
all’8’, a sbloccare il risultato
con un gran tiro in area, dalla destra, a mezz’altezza, imparabile, indirizzato nell’angolo più lontano. Gli applausi erano tutti per lui. La
Soresinese accusava il colpo
ma non si scoraggiava. Un liscio di Contini, al 63’, fuori
area, per poco non favoriva
l’incursione di Mizzotti, fermato in extremis. La squadra
ospite, tutta in avanti alla ricerca del pareggio, lasciava
grandi spazi per il contropiede sandonatese. Al 68’, un
errore difensivo poco dopo il
to da Appiani, fulminando
con un tiro basso in area l’incolpevole Colombo in uscita: 2-0 e tutti a casa. Una
doppietta che illuminava
l’Accademia.
PROMOZIONE-GIRONE F
RISULTATI 4° G.TA
Accademia SandonateseSoresinese 2-0, Rudianese-Real Casal 2-3, Casalbuttano-Paullese 2-0, Casalmaiocco-Pontirolese 11, Codogno-Luisiana 2-1,
Melegnano-Pagazzanese
1-0, Romanese-Fara Olivana 4-0, Tribiano-Mario
Zanconti 2-3
CLASSIFICA
Luisiana, Romanese, Real
Casal e Paullese p. 9, Rudianese e Melegnano p. 7,
Casalbuttano e Accademia
Sandonatese p. 6, Mario
Zanconti, Codogno, Pontirolese, Pagazzanese e Casalmaiocco p. 4, Soresinese p. 3, Fara Olivana p. 1
PROSSIMO TURNO
Rudianese-Melegnano,
Fara Olivana-Casalmaiocco, Luisiana-Tribiano, Mario Zanconti-Casalbuttano,
Paullese-Pagazzanese,
Pontirolese-Accademia
Sandonatese, Real CasalRomanese, SoresineseCodogno
Impresa Atletico, 2-2 a Legnano
ECCELLENZA-GIRONE A / Il S. Giuliano in vantaggio fino a pochi minuti dal termine
LEGNANO-ATLETICO
S. GIULIANO 2-2
Legnano: Borroni, Rossi,
Palmitessa, Quitadamo,
Borghesi, Muharemi (72’
Del Vecchio), Corio (58’
Ceriani), Capuano, Vergadoro (40’ Zingaro), Scavo,
Anzano; all. Rovellini.
Atletico S. Giuliano: De
Ponti, Cesari, Dugo, Torboli (67’ Arena), Manzoni (78’
Grossetti Simone), Paloschi,
Righini, Albamonte, Cirlincione (55’ Cangelosi), De
Filippis, Grossetti Marco;
all. Ardito.
Arbitro: Berti di Pavia.
Reti: 16’ Anzano (L), 45’ De
Filippis (A), 59’ Righini
(A), 83’ Del Vecchio (L).
L’Atletico che non ti aspetti è venuto fuori con orgoglio e passione sul campo
del Legnano che in forza di
un organico decisamente da
categoria superiore, aveva
fruttato quattro vittorie consecutive e il primo posto assoluto in classifica, gustava
già il sapore di un altro successo pieno.
Si giocava a Cerro Maggiore stante l’indisponibilità
dello stadio legnanese, sottoposto a cure di ristrutturazione, davanti a un pubblico… impetuoso, forse troppo per come sono andate le
cose.
L’Atletico, reduce dal passaggio di turno in Coppa Italia, dopo il successo interno
infrasettimanale per 3-1
contro il Villanterio, si disponeva senza timore in
campo sperando di portare
via un buon risultato.
Il pareggio contro la capolista era il massimo per i sangiulianesi, come di fatto è
poi avvenuto. A conti fatti
però il risultato finale lascia
un po’ di amaro in bocca ai
rossoblu.
Fino a pochi minuti dal termine, il S. Giuliano era in
vantaggio per 1-2 e se non
ci si fosse messo di mezzo
l’arbitro adesso staremmo
qui a scrivere di un’altra
partita.
Il Legnano iniziava forte,
com’era nelle aspettative,
sbloccando il risultato quasi subito, al 16’, con un calcio piazzato dalla distanza
di Anzano che sorvolava la
barriera e sorprendeva De
Ponti nell’angolo destro,
quello più lontano.
L’Atletico non demordeva
iniziando a macinare gioco
che metteva in soggezione
la potente formazione avversaria. Marco Grossetti e
Cirlincione, in avanti, erano
i più temibili.
Il Legnano lasciava fare. Al
35’ De Filippis, da par suo,
volava verso la porta oppo-
sta costringendo al fallo da
ultimo uomo Quitadamo,
che veniva espulso. Con i
padroni di casa in dieci uomini l’Atletico si sentiva più
sicuro.
Il pareggio, prezioso e molto atteso, arrivava alla fine
del tempo, 45’, con una pennellata su punizione di De
Filippis, alla Andrea Pirlo,
su cui nulla poteva il portiere di casa, Borroni: 1-1. Nella ripresa, il S. Giuliano si
mostrava ancora più… ardito, come il nome del suo allenatore, andando addirittura sul raddoppio, al 59’ con
Righini, un 18enne di grandi speranze, che in dribbling
in area, centrava l’angolino
alto. Borroni in porta rimaneva impietrito.
Sembrava fatta per l’Atletico. Ma l’arbitro, intimorito
dall’… impeto del pubblico,
che incitava a gran voce la
propria squadra, al 72’
espelleva ingiustamente Cesari per doppia ammonizione riportando la parità degli
uomini in campo.
All’83’, in mischia, Del
Vecchio trovava lo spiraglio
giusto per segnare il gol del
definitivo 2-2. L’Atletico ci
restava male.
“L’espulsione di Cesari non
ci stava, il giocatore non ha
fatto nessun fallo”, ha commentato Michele Ardito a fi-
ne gara, “la mia squadra meritava la vittoria …”, si è
rammaricato il mister. D.P.
ECCELLENZA-GIRONE A
RISULTATI 5° G.TA
Bustese-Verbano 3-2, Fenegrò-Villanterio 0-2, Legnano-Atletico S. Giuliano
2-2, Pro Vigevano Suardese-Magenta 2-4, Sant’Angelo-Sestese 0-2, Solbiasommese-Vergiatese 3-3,
Trezzano-Oltrepovoghera
1-1, Union Villa CassanoVigevano 1-4. Riposa Arconatese.
CLASSIFICA
Legnano p. 13, Trezzano p.
11, Oltrepovoghera p. 10,
Verbano p. 9, Sestese, Pro
Vigevano Suardese e Magenta p. 7, Bustese p. 6, Vigevano, Vergiatese, Atletico S. Giuliano e Villanterio
p. 5, Arconatese, Solbiasommese e Sant’Angelo p.
4, Fenegrò e Union Villa
Cassano p. 3
PROSSIMO TURNO
Arconatese-Sant’Angelo,
Atletico S. Giuliano-Pro Vigevano Suardese, BusteseSolbiasommese, MagentaFenegrò, OltrepovogheraUnion Villa Cassano, Sestese-Trezzano, VigevanoLegnano, Villanterio-Vergiatese. Riposa Verbano.
Borgo, dov’è la vittoria?
Pari a fatica contro l’Arzago
BORGOLOMBARDOARZAGO 1-1
Borgolombardo: Luce,
Giordano D., Fumagalli (60’
Volpe), Gelmetti (70’ Vella),
Calatroni, Hanafi, Di Mauro,
Cingolati (65’ Campos), Tobia, Cacchione, Xjepaj; all.
Dennis Manzo.
Arzago: Legnani, Peri (80’
Razzetti), Ravizza, Ravazzi,
Monzani, Piazzalunga, Invernizzi, Leoni, Guarnieri,
Patroni (1’ st. Ripamonti),
Forlani (70’ Brambilla); all.
Verga.
Arbitro: Ritondè di Saronno.
Reti: 60’ Guarnieri (A), 88’
Cacchione (B).
Gara generosa ma non sufficiente per il Borgolombardo
a tornare a vincere in casa
contro l’Arzago, una formazione dimostratasi molto forte. I gialloverdi non riescono
più a trovare la giusta concentrazione e voglia di vincere, tutto il contrario di ciò
che invece si vedeva nelle gare di Coppa Lombardia. La
squadra c’è ma non… si vede, come dimostrano le due
sconfitte subite nelle due recenti trasferte consecutive.
Mister Manzo in settimana
parlerà con i giocatori per capire con loro cos’è che non va
in vista del difficile incontro
di domenica prossima a Treviglio sul campo dell’Acos.
Intanto un’altra occasione è
svanita ed è un vero peccato.
L’Arzago si è dimostrata più
dinamica anche se nel primo
tempo, chiusosi a reti inviolate, non ci sono state delle
vere e proprie azioni d’attacco da entrambe le parti.
La gara si apriva tutta nella ripresa soprattutto quando gli
ospiti andavano in vantaggio,
al 60’, su una punizione battuta da Leoni per Guarnieri
che davanti a Luce non aveva grandi difficoltà a battere
in rete. La reazione del Borgolombardo era veemente. Il
pareggio arrivava a pochi minuti dal termine con Cacchione rapido a raccogliere in
area una corta respinta del
portiere ospite, su tiro insidioso di Campos, e spingere
la palla in rete. In chiusura il
n. 10 gialloverde aveva l’opportunità del raddoppio, che
sarebbe stato prezioso anche
per il morale della sua squadra, ma era poco fortunato
nella conclusione.
1° CATEGORIA-GIRONE L
RISULTATI 4° G.TA
Basiano Masate-Carugate 1-1,
Borgolombardo-Arzago 1-1,
Calvenzano-Brignanese 5-0, Juventina Covo-Badalasco 2-2,
Pantigliate-Boltiere 2-2, Pessano Bornago-Acos Treviglio 1-0,
Sporting Linate-Arx Arcene 20, Zelo B.P.-Città di Segrate 4-0
CLASSIFICA
Sporting Linate e Juventina Covo p. 10, Arzago, Calvenzano e
Città di Segrate p. 7, Pessano
Bornago e Acos Treviglio p. 6,
Pantigliate, Basiano Masate, Zelo B.P., Carugate, Borgolombardo e Brignanese p. 4, Boltiere,
Badalasco e Arx Arcene p. 3
PROSSIMO TURNO
Acos Treviglio-Borgolombardo,
Arzago-Arx Arcene, BadalascoPantigliate, Città di Segrate-Basiano Masate, Boltiere-Pessano
Bornago, Brignanese-Juventina
Covo, Carugate-Calvenzano,
Zelo B.P.-Sporting Linate
2° CATEGORIA-GIRONE R / Pari in casa
Lo Zivido da solo in testa
Lo Zivido pareggia in casa, 11 contro il Buccinasco, e balza con 10 punti da solo in testa alla classifica con un punto di vantaggio sulle due immediate inseguitrici, il S. Vito Tribiano e il sempre più
sorprendente Nuova Bolgiano, vittorioso per 2-1 sul Romano Banco. Il pareggio dello Zivido è arrivato al 70’ grazie a un gol di Marco Vigliarolo che annullava il vantaggio del Buccinasco realizzato da Franchina al 25’ del primo tempo. Il forcing finale
del Buccinasco sbatteva contro la muraglia zividese. Spettacolo di gol invece fra Sermazzano e Medigliese dopo
una gara finita in parità, 4-4.
Era Putzolu, all’87’, ad annullare il vantaggio per 4-3
del Sermazzano ottenuto con
Ladelfa, all’83’. Delude ancora la Metanopoli che sul
terreno del Vizzolo non è riuscita ad andare oltre l’1-1,
con gol di Dossena, al 26’,
per i padroni di casa, e pareggio di Rossi per gli ospiti.
Pareggio anche per l’Usom,
1-1, in casa contro la Barona.
Un incontro di fuoco si preannuncia domenica prossima
con la Nuova Bolgiano che
farà visita sul campo della
Medigliese, terza classificata
con 8 punti, uno in meno dei
sandonatesi.
D.P.
2° CATEGORIA-GIRONE L
RISULTATI 4° G.TA
Aprile 81-Città di Opera 1-0,
Milanese Corvetto-Riozzese 41, Nuova Bolgiano-Romano
Banco 2-1, Rogoredo-S. Vito
Tribiano 2-1, Sermazzano-Medigliese 4-4, Usom-Barona 1-1,
Vizzolo-Metanopoli 1-1, Zivido-Buccinasco 1-1
CLASSIFICA
Zivido p. 10, S. Vito Tribiano e
Nuova Bolgiano p. 9, Medigliese p. 8, Vizzolo, Sermazzano e
Rogoredo p. 7, Milanese Corvetto p. 6, Usom p. 5, Buccinasco e
Barona p. 4, Città di Opera, Aprile 81 e Romano Banco p. 3, Metanopoli p. 2, Riozzese p. 0
PROSSIMO TURNO
Barona-Rogoredo, Città di Opera-Buccinasco, MediglieseNuova Bolgiano, MetanopoliAprile 81, Milanese CorvettoZivido, Riozzese-Usom, Romano Banco-Vizzolo, S. Vito Tribiano-Sermazzano
COMPRA
VENDITA
NEGOZI
E AZIENDE
L’ECO DI MILANO E PROVINCIA
via Conte rosso, 1 - Milano
tel. 02/36504509
1. Borsa
immobiliare
VENDESI
UFFICI - NEGOZI
CAPANNONI BOX - TERRENI
BOX vendesi a san Donato Mil., torri lombarde, via trasburgo,
5,60x2,80 m - bello. Per informazioni telefonare il numero
346/9606447. avviso 17/13
affari
lavoro
&
Via C. rosso, 1 • 20134 Milano • tel. 02/36504509 • e-mail: [email protected]
Supplemento di inserzioni gratuite del settimanale
D I
VENDESI
CASA IN CITTÀ
M I L A N O
MILANO zona lambrate vendo appartamenti, di circa 60 mq. cadauno, in piccola palazzina con giardino. tel. 02/36504509. avviso 20/13
2. Affitto
AFFITTASI
CASA VACANZA
BORGHETTO SANTO SPIRITO
Azienda di Locate di Triulzi che opera nel mercato delle energie rinnovabili seleziona, per il potenziamento della sua struttura commerciale, venditori per gli impianti fotovoltaico e solare termico.
Offresi: Corso di formazione – fisso spese e provvigioni – premi
incentivi – appuntamenti prefissati – contratto di lavoro
non subordinato
Richiedesi: Dinamicità e capacità ad operare per obiettivi
Inviare curriculum vitae a: [email protected]
(SAVONA) affittasi appartamento, 4 posti letto, con tutte le comodità vicino al mare, mesi estivi
e invernali. Per informazioni telefonare i numeri 02/90724746 328/1846461. avviso 18/13
3. Domande lavoro
OPERAI
Rif. Sel. 15417 azienda specializzata
nella stampa grafica su materie
plastiche, ricerca: 1 apprendista
assistente stampa. Mansioni:
assistenza ad operatore di macchina da stampa flessografica.
Requisiti: diploma di perito grafico o scuola professionale in ambito grafico o, in assenza, breve
esperienza nel settore della grafica. Condizioni: Contratto di apprendistato full time su turni
(6.00/14.00 – 14.00/22.00). Sede
di lavoro: Pieve emanuele. Referente: Maria Cristina rotondo.
Mail: [email protected] avviso 20/13
Rif. Sel. 15532 azienda metalmeccanica, ricerca: 1 operatore su
centri o torni a CNC. Mansioni:
la risorsa opererà su torni o macchine cnc. Requisiti: Diploma in
perito meccanico, esperienza, anche minima, maturata in officine
meccaniche su torni o macchine a
CnC. Condizioni: Contratto di apprendistato full time. Sede di lavoro: lacchiarella. Referente: sabrina Cugno. Mail: [email protected] avviso 20/13
ARTIGIANI
AFFITTASI
ZONA SESTO ULTERIANO
PARQUETTISTA esperienza ventennale in posa, lamatura e verniciatura di qualsiasi tipo di parquettes (PREVENTIVI GRATUITI), cerca lavoro in Milano e dintorni. tel. 338/1271235. avviso
20/13
SARTA finita cerca lavoro in piccole
sartorie. tel. 349/3945781. avviso 18/13
IMPIEGATI
46ENNE impiegata in orario pomeridiano part-time con esperienza di
E
Per la tua
pubblicità su
Chiama
02/36504509
P R O V I N C I A
oltre venti anni nel settore impiegatizio, sia back office che front
office, cerca impiego part-time
mattino, disponibile a valutare anche un full-time. Preferibilmente
zone limitrofe alla residenza Peschiera borromeo, san Donato,
san giuliano, segrate, Pantigliate, Mediglia. no telemarketing.
tel. 328/7110636. avviso 20/13
DISEGNATORE geometra esperto
autocad 2D inglese, buono in mobilità. tel. 339/8870532. avviso
19/13
GIOVANE diplomata cerca lavoro in
ambito amministrativo anche a Monza. tel. 347/4038105. avviso 20/13
IMPIEGATO magazzino pluriennale
esperienza, carico/scarico magazzino, bollettazione, movimentazione, logistica. tel. 333/5270328. avviso 19/13
Rif. Sel. 11SEP139/9.1 studio commercialista, ricerca: 1 contabile
senior. Mansioni: la risorsa, con
comprovata esperienza all’interno
di studi contabili, si occuperà della redazione di bilanci, dichiarazione dei redditi, intrastat, inserimento co.ge. Requisiti: indispensabile formazione in ambito contabile/tributario. Condizioni: Contratto full time. Sede di lavoro:
Opera. Referente: Maria Cristina
rotondo. Mail: [email protected] avviso 20/13
PUBBLICI
ESERCIZI
BARISTA cameriere esperto in caffetteria cerca lavoro in Milano e zona sud Milano. tel. 329/6003763.
avviso 20/13
BABY SITTER
ASSIST. ANZIANI
PULIZIE
parrucchiere uomo/donna con arredamento nuovo. tel.
364/2863061. avviso 19/13
12. Abbigliamento
VENDESI cappotto in visone, taglia
40/42 a euro 400,00. tel.
02/90724746 - 328/1846461. avviso 18/13
13. Arredamento
elettrodomestici
VENDESI
VENDESI sala in legno noce con an-
golo bar, 4 vetrine con cristallo
molato vendo a euro 5.000,00 da
vedere. tel. 02/90724746 328/1846461. avviso 18/13
17. Varie
VENDESI
VENDESI vasi di terracotta usati, in
buono stato a 10,00 € ciascuno.
tel. 340/9347212. avviso 17/13
VENDO lP 45 musica notevole quantità, solo amatori. tel.
02/90600473 - 333/6484785. avviso 17/13
In Valsesia, a altitudine 900 mt
CASA INDIPENDENTE, con terreno
composta da grande sala cucina, camera
e bagno, più piano seminterrato
VENDO a 40.000 euro
AFFITTO a 3.000 euro annui altro
immobile composto da sala, cucina,
2 stanze da letto, veranda
e spazio antistante
CERCO lavoro come collaboratrice
domestica, stiro, zone Melegnano
e san giuliano. tel. 340/3345509.
avviso 20/13
7. Cedesi aziende
negozi, studi,
edicole
PIEVE EMANUELE cedesi attività
Volete comprare? Volete vendere?
Cercate lavoro?Avete bisogno di collaboratori?
Piccola pubblicità gratuita
(riservato solo ai privati)
sCrIVere a MaCChIna O staMPatellO MassIMO 10 ParOle
CAPANNONE FRONTE STRADA
DI CIRCA 300 MQ CON SOPPALCO
UFFICI LIBERO FINE 2013
TEL. 02/36504509 (ORE UFFICIO)
Spett. L’ECO notizie, vogliate inserire nella vostra pubblicazione:
...............................................................................................................................................
...............................................................................................................................................
...................................................................................................................................................
!attenzIOne! nOn DIMentICate Il nuMerO DI teleFOnO Per Il COntattO!
1. Domanda lavoro
4. affitto
7. negozi
10. sport
13. arredamento
16. amore
2. Offerta lavoro
5. auto e moto
8. telefonia e computers
11. libri, riviste, cd e vhs
14. Collezioni
17. Varie...
3. borsa immobiliare
6. animali
9. accessori infanzia
12. abbigliamento
15. regalo
- Ritagliare e spedire per posta a:
«L’Eco di Milano e provincia» - via Conte Rosso, 1 - 20134 Milano
oppure imbucare direttamente nella cassetta delle lettere della redazione
- Spedire via e-mail: [email protected]
- Spedire via SMS al numero 339/5639428
- Consegnare in uno dei punti di raccolta che trovate nell’“elenco edicole”, in questa rubrica
TEL. 02/36504509 (ORE UFFICIO)